Scuola Primaria G. Garibaldi Teano IL PICCOLO SIDICINO LABORATORIO DI SCRITTURA GIORNALISTICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scuola Primaria G. Garibaldi Teano IL PICCOLO SIDICINO LABORATORIO DI SCRITTURA GIORNALISTICA"

Transcript

1 1 Scuola Primaria G. Garibaldi Teano Siamo su Internet IL PICCOLO SIDICINO http//www.teanoprimocircolo.it AD USO INTERNO ANNO VIIIN.- 1-N LABORATORIO DI SCRITTURA GIORNALISTICA AVVENIRE NEWS FESTEGGIATI I DIECI ANNI DEL NOSTRO GIORNALINO SCOLASTICO Carissimi ragazzi, il Laboratorio di scrittura giornalistica volge al termine. Come referente del Progetto spero che l esperienza fatta vi abbia trasmesso la curiosità per i mezzi di comunicazione e per il giornale. Mi auguro che i nostri incontri, seppur brevi, siano serviti a dare voce e maggiore visibilità a voi e alla nostra scuola sul territorio. Colgo l occasione per augurarvi buone vacanze insieme alle docenti Boragine e Giacomobono che mi hanno accompagnato e sostenuto in quest avventura.. Sappiate, ora, utilizzare tutte le strategie apprese per poter affrontare le sfide della vita con un solido patrimonio culturale; praticare l intelligenza creativa e rapportarvi sempre agli altri con spirito critico, nel pieno rispetto delle regole e delle diversità. Alla Dirigente scolastica, nonché Direttore responsabile del Piccolo Sidicino, un grazie particolare per la dedizione e la passione che impiega ogni giorno nella pratica educativa e formativa, così come ringrazio tutte le altre componenti dell istituzione scolastica per il loro sostegno e impegno nell attuazione del Progetto. Un doveroso ringraziamento, infine, alle famiglie ed un augurio perché possano, ancora di più, rafforzare la loro attenzione alle attività di formazione dei propri figli e la collaborazione con l istituzione scolastica. Silvia Melillo Il 25 maggio 2011 si è concluso il laboratorio di giornalismo attivato nella nostra scuola Il percorso didattico ha previsto la formazione di tre redazioni: l Avvenire, la Repubblica e il Mattino. Nella tavola rotonda conclusiva abbiamo intervistato due giornalisti sidicini che ci hanno rivelato i segreti del mestiere. Hanno raccontato che il loro lavoro è molto impegnativo e difficile, ma anche che è bello sapere, leggendo il giornale, quello che succede intorno a noi. Hanno spiegato come si fa a diventare veri giornalisti e ci hanno dato anche dei suggerimenti per scrivere un articolo. I giornalisti professionisti, hanno detto, devono avere buona capacità di osservazione: infatti solo con la curiosità e la voglia di sapere si possono scopri- I NN A 0 1 ME E I INS re cose nuove. Essi non hanno mai un minuto da perdere, non hanno mai tregua, perché il loro lavoro è molto impegnativo e non sempre viene stimato da tutti. Noi li abbiamo ascoltati con ammirazione, perché se non ci fossero, nessuno saprebbe cosa succede nel mondo. Abbiamo trascorso due ore bellissime e interessanti. Per questo motivo desideriamo ringraziarli per la loro disponibilità, competenza, pazienza e per l ascolto attento delle domande che abbiamloro posto. Ora ci auguriamo di saper spendere bene tutto ciò che abbiamo appreso. INTERVISTA AL GIORNALISTA ANTONIO GUTTORIELLO Il direttore responsabile del Messaggio nella nostra scuola Il dott. Antonio Guttoriello è nato a Teano, vive a Teano ed è un giornalista.è un sidicino doc. La sua passione per il giornalismo è nato dal leggere per poi arrivare a descrivere i fatti che accadono.quando era bambino non era bravo in italiano.un giorno morì il capo di una squadra di pallacanestro, Juve-Caserta, e il dott. Gutto- riello decise di pubblicare questo fatto sulla prima pagina di un giornale. Nel raccontarci la sua esperienza ci ha detto che per diventare giornalista serve molta passione. Una regola fondamentale è che quando si scrive un giornale si deve scrivere solo il fatto non la nostra opinione. Sommario: Il laboratorio di giornalismo 1 Intervista al dott. Antonio Guttoriello 2 Il PON scientifico 4 La Biblioteca scolastica 4 Progetto Solidarietà 5 Buon compleanno 6

2 2 PAGINA 2 I L PIC CO LO SI D ICI NO A N N O VI II - N. 1 IL NOSTRO PROGETTO MOMENTO PER MOMENTO In aula, nel laboratorio d informatica e..a spasso per la città Il laboratorio d informatica Il due marzo è iniziato, nella nostra scuola un percorso di scrittura giornalistica per le classi quarte. Nella prima lezione dieci bambini hanno intervistato il Direttore responsabile del Messaggio : dott. Antonio Guttoriello. Successivamente le insegnanti ci hanno parlato della comunicazione e dei suoi elementi. Alla fine della lezione ci hanno fatto fare un piccolo test, molto semplice, e per casa ci hanno assegnato di rielaborare gli appunti presi durante l intervista. Nella lezione successiva le maestre ci hanno portato nel laboratorio d informatica per digitare l elaborato fatto a casa e quando siamo tornati in classe ci hanno fatto colorare delle schede UN GIORNALISTA A SCUOLA Intervista Al Direttore responsabile del Messaggio : dott. Antonio Gutturiello Mercoledì 2 marzo abbiamo invitato, nella nostra scuola, il giornalista Antonio Guttoriello per intervistarlo. Ci ha raccontato che lui è un teanese doc. perché tutta la sua famiglia è di Teano. Alla domanda di come fosse nata la sua passione per lo scrivere, ci ha risposto che lui da piccolo non era tanto bravo in italiano. Diventato adulto, però, iniziò ad appassiouna piccola giornalista al lavoro narsi alla lettura e a scrivere i suoi primi articoli che vennero pubblicati Il dottor Antonio Gutturiello è un da noti quotidiani. sidicino doc. La sua passione è iniziata quando il capitano di una squadra morì e scrisse un articolo su di lui. Quando era piccolo non era bravo in italiano però capì che per scrivere bene bisogna leggere bene. Ci ha dato anche dei buoni consigli, come essere seri se si scrive un articolo e non dire bugie quando si scrive e ha detto anche che si deve scrivere parole semplici. TUTTI AL LAVORO Infine ci ha detto che il nostro giornel LABORATORIO D INFORMATICA nalino è più bello del suo Il dottor Antonio Gutturiello è un sidicino doc., cioè ha tutta la famiglia a Teano. La sua passione è nata leggendo molto e poi è stato facile, per lui, scrivere un articolo. L ispirazione l ha trovata quando è morto l allenatore della squadra di basket di Caserta. Il dottor Antonio Gutturiello è un giornalista pubblicista ed è il capo della redazione del Messaggio. Il suo giornale si occupa solo di cronaca locale o anche fatti nazionali che possono interessare la nostra realtà locale. Una regola fondamentale per scrivere un articolo è riportare solo il fatto, non la nostra opinione

3 3 ANNO VIII - N. 1 INTERVISTA AL FOTOGRAFO ANTONIO GRANDE IL PICCOLO SIDICINO PAGINA 3 VIAGGIO D'ISTRUZIONE A POZZULI E CUMA Gli alunni delle classi quarte visitano la Solfatara e l antro della Sibilla Il signor Grande Antonio è un sidicino doc. La sua passione per la fotografia è iniziata 11 anni fa e lavora da tre anni presso lo studio fotografico Vincenzo Aversano di Teano. Nell intervista che gli abbiamo fatto, ha iniziato dicendo che essere un bravo fotografo è come essere un artista. È necessario, ha detto, imparare le tecniche fotografiche e avere gli strumenti adatti (macchina fotografica, computer, ecc.), ma serve anche tanto studio, pratica e passione. Lo studio fotografico che abbiamo visitato ricorre a collaboratori esterni per servizi fotografici pubblicitari e di cerimonie (matrimoni, battesimi, ecc.). Alla domanda di come si scatta una bella foto ci ha risposto dicendo che l immagine deve trasmettere emozioni. Speriamo che la nostra foto con lui riesca a trasmettergli, con semplicità, la gioia che abbiamo provato nell intervistarlo! È necessario, ha detto, imparare le tecniche fotografiche e avere gli strumenti adatti (macchina fotografica, computer, ecc.), ma serve anche tanto studio, pratica e passione. Mercoledì,11 maggio, siamo andati in viaggio d istruzione. Ci siamo ritrovati alle 7:30 al piazzale antistante la chiesa di Santa Maria la Nova e, dopo che i carabinieri hanno controllato il pullman e le mille raccomandazioni dei nostri genitori, siamo partiti verso le ore 8:00. Appena partiti abbiamo recitato due preghiere e siamo stati nel pullman circa un ora e mezzo. Le maestre a volte ci raccomandavano di stare seduti. Siamo arrivati alle ore 9:00 all ingresso della Solfatara che forma uno dei 40 vulcani costituenti i Campi Flegrei. E un vulcano attivo ma in stato dormiente che da millenni ha un attività di fumarole, di fangaie e di elevate temperature del terreno. La Solfatara ha il caratteristico odore di uova marce formato dalle fumarole. Nel cratere si utilizzano le fumarole come terme naturali. Ci sono due grotticelle che cacciano fumo e che si chiamano Inferno e Paradiso. Un altro fenomeno interessante è quello del rimbombo del suolo che abbiamo provato direttamente saltando e provocando una sensazione che ci siano grandi cavità. I Romani chiamavano la Solfatara forum Vulcani cioè Dimora del dio del Fuoco. Dopo ci siamo spostati a Cuma per visitare l Antro della Sibilla Cumana che era la sacerdotessa di Apollo. Il dio greco si innamorò della Sibilla, ma non ricambiato, per conquistarla, le concesse FUMAROLA di esprimere un desiderio. La fanciulla gli chiese di farla vivere tanti anni quanti granelli di sabbia riusciva a contenere la sua mano ma si dimenticò di chiedere l eterna giovinezza. La Sibilla invecchiò così tanto che il suo corpo si consumò e rimase soltanto la sua voce. Questo Antro è molto suggestivo e si prova un pò di paura quando si entra. Poi siamo tornati a Pozzuoli per visitare l Anfiteatro ricco di reperti. Abbiamo visitato l arena dove combattevano i gladiatori che erano molto spesso degli schiavi. Siamo andati anche nelle gabbie da dove uscivano degli animali feroci tenuti per lunghi periodi senza cibo in modo da far aggredire con più ferocia i poveri gladiatori. Infine abbiamo fatto sosta all Autogrill e comprato piccoli doni per i nostri familiari. Questa avventura è stata fantastica, i- struttiva e interessante per noi a- lunni: un esperienza stupenda da ripetere anche il prossimo anno con un percorso diverso.

4 4 4 IL PON SCIENTIFICO LA BIBLIOTECA SCOLASTICA Un laboratorio del Programma Operativo Nazionale attuato nella nostra scuola Cresce di anno in anno nei Piccoli Sidicini l amore per la lettura Il PON scientifico è stato un progetto scolastico in cui si sono fatti molti esperimenti. Si sono formati due gruppi: Sperimentilandia 1 e Sperimentilandia 2. La nostra esperta è stata molto brava. In una lezione ci ha fatto osservare dei vetrini e in un altra tutti gli strumenti necessari in un laboratorio scientifico. Il primo esperimento che abbiamo fatto è stato il mio preferito, perché per osservare la formazione di un gas abbiamo messo in una bottiglia un po di aceto e del bicarbonato di sodio. Abbiam poi messo un palloncino sgonfio sulla bocca della bottiglia e lasciato cadere un po di bicarbonato nell aceto. un po di bicarbonato. Dopo che il bicarbonato di sodio è caduto nell aceto è iniziata una reazione chimica e abbiamo ossrevato che lo svilupparsi di schiuma e il palloncino che si è gonfiato. Nelle ultime lezioni abbiamo conosciuto l amico Fritz, una lucertola sott aceto che insieme ad una rana e una vipera abbiamo osservato con la lente d ingrandimento. Nell ultima lezione la maestra ci ha fatto vedere il fossile di un lombrico Come verifica alla fine di questo PON prima ci hanno fatto fare due tests e poi, con la direttrice abbiamo presentato e visitato il nostro nuovo laboratorio scientifico. Il Progetto Biblioteca nella mia scuola si realizza da diversi anni. La nostra Biblioteca scolastica è ricca di libri e di solito nell ora di ricreazione noi bambini, con il permesso delle insegnanti, possiamo andare a prendere un libro da leggere a casa. Tutti i libri vengono registrati e restituiti dopo quindici giorni. La biblioteca è fornita anche di sedie, computer e un videoproiettore per vedere qualche film. I libri da leggere sono di vari tipi: fiabe, favole, scienza e storia; tutti molto interessanti. Il Progetto viene gestito ogni anno da alcune maestre che in orario prestabilito sono a disposizione di noi bambini.

5 5 PROGETTO SOLIDARIETÀ Un coro in unità di voci e partecipazione TERREMOTO E TSUNAMI IN GIAPPONE Colpita la parte nord orientale dell isola Honshu Immane tragedia in Giappone. Il terremoto ha causato uno tsunami con onde alte più di dieci metri che ha seminato morte e distruzione. Si parla di 378 morti e 584 dispersi oltre a 950 feriti, ma il bilancio sembra, purtroppo, destinato ad alzarsi di molto. Grazie alle costruzioni antisismiche, obbligatorie in tutto il Giappone, i crolli non sono stati numerosi, la gran parte dei danni e delle vittigli alunni delle me è stata causata dallo tsunami. classi quarte nella A Tokio, a 370 Km dall epicentro, i crolli sono stati limichiesa cattedrale tati, ma anche nella capitale si contano i morti. di Teano La rete di telefonia cellulare è saltata e anche le comunicazioni telefoniche attraverso le linee fisse sono molto difficili. Ha resistito solo Internet, tramite la quale la Mercoledì 15 dicembre 2010 l ordinario silenzio gente continua a scambiarsi informazioni in tempo reale. della cattedrale è stato interrotto dalle voci festanti Sono trentotto le nazioni del mondo che hanno immediadi tutti gli alunni del 1 Circolo didattico per il tradi- tamente offerto aiuto e solidarietà al popolo nipponico. zionale Gran Concerto di Natale. La manifestazione è stata l attesa e gioiosa conclusione del Progetto Solidarietà inserito nel P.O.F. Quest anno racconta la referente Maria Pia Giacomobono -, in sinergia con il 150 Anniversario dell Unità d Italia, il Progetto ha inteso valorizzare la partecipazione attiva di tutti gli alunni del 1 Circolo a una società democratica in cui ognuno non aspetta che siano gli altri a fare qualcosa, ma s impegna a donare gratuitamente, consapevole che solo così genera solidarietà. Noi alunni dalle ore in poi abbiamo calcato la scena (il presbiterio della cattedrale) allietando i presenti con melodiosi canti natalizi e coreografie a tema. Suggestivo è stato l allestimento in diretta di un semplice presepe. La Dirigente scolastica, dott.ssa Antonietta Ragosta, ha ricordato che i fondi raccolti con il nostro Progetto Solidarietà, attuato nel Circolo dal lontano 1996, sono stati utilizzati per adozioni a distanza in India, a Beslan, in Burundi e Benin; per la ricerca sul can- BAMBINI cro (A.I.R.C.); per la ricerca sulle malattie genetiche UNITI di Telethon e per sostenere l associazione di Medici senza frontiere. OVUNQUE PORTIAMO Quest anno, ha concluso, i fondi raccolti saranno utilizzati per aiutare bambini in difficoltà nella nostra NOI AMICIZIA E città di Teano. ANDIAMO Al termine della serata ha invitato i presenti a visitaserenità re la mostra di presepi nella sala dell Annunziata, QUANDO dove sono stati esposti dal I Circolo una natività e un suggestivo albero di Natale patriottico UNITI 5 Redazione Avvenire AMIAMO

6 6 BUON COMPLEANNO MUSEO Buon Compleanno Museo. 25 marzo marzo 2011 Il nostro Museo di Teanum Sidicinum racconta attraverso poco meno di 1000 reperti la storia del territorio dal Paleolitico al Medio Evo. Sono sette gli spazi espositivi distribuiti tra le due navate dello splendido edificio Tardo Gotico del Loggione (1375) e formano un percorso attraverso i secoli che illustra aspetti della vita quotidiana, dei riti, del costume sociale, delle credenze, del gusto artistico, delle produzioni artigianali e della composizione sociale del popolo italico dei Sidicini. A dieci anni dall'inaugurazione la Soprintendenza per i Beni Archeologici, il Comune di Teano e l'associazione FIDAPA hanno promosso una giornata di iniziative e noi alunni del Primo Circolo didattico di Teano siamo stati invitati a festeggiare l evento. La visita guidata e le azioni sceniche sono state curate dell'associazione "I Liberi" e dell'istituto Ugo Foscolo. La manifestazione si è conclusa con il taglio della torta sulla magnifica terrazza del Loggione PERCORSI D ARTE E CULTURA IN ITALIA Il 1 Circolo partecipa al Progetto promosso dal Ministero dell Interno Grande partecipazione di genitori e autorità alla mostra finale del Progetto, Percorsi d arte e cultura in Italia, martedì 21 dicembre 2010 nel Santuario di S. Antonio di Padova a Teano. La mostra dal titolo Il Patrimonio del Fondo Edifici di culto (F.E.C.) nella Provincia di Caserta, dal sopralluogo all evento ha avuto come finalità educativa quella di presentare al territorio il patrimonio artistico e culturale, gestito dal Fondo Edifici di culto, e attivare, così, concrete sinergie tra l Istituzione scolastica e gli Enti locali rivalutando un autentico gioiello, spesso sconosciuto. Alle ore 9.30 gli alunni delle classi terze, quarte e quinte hanno raggiunto il Santuario accompagnati dalle docenti per presentare il lavoro di ricerca storica, foto e ricordi d epoca relativi alla tematica loro affidata. Dopo una breve presentazione del vice-prefetto, il saluto del dott. Giovanni Mesolella e del sindaco dott. Raffaele Picierno, il prof. Giulio Festa ha parlato delle tecniche di riproduzione fotografica utilizzate per realizzare i pannelli esposti nella mostra. Di seguito si è passati alla proiezione del DVD, sulla storia dei giardini del Santuario, prodotto dalle classi terze, con il competente aiuto del sig. Cardellino e la premurosa parte- cipazione del maestro Vincenzo Mastrostefano. Le classi quarte e quinte hanno presentato, poi, su supporto multimediale, la storia del Santuario, del chiostro e della fiera campionaria, che ogni anno per la festa del Santo di Padova richiama numerosi visitatori, La manifestazione si è conclusa con l esibizione degli alunni in canti tradizionali natalizi e il saluto della Dirigente scolastica, dott.ssa Antonietta Ragosta.

7 7 La staffetta Assisi-Siena-Teano CORRI PER UNIRE Il Forum nazionale giovani festeggia il 150 Anniversario dell Unità d Italia TEANO CHIAMA ROCCABASCERANA Alunni dell Istituto Comprensivo Statale Matteo Renato Imbriani in visita nella città dello Storico Incontro In occasione del 150 Anniversario dell Unità d Italia il Forum Nazionale Giovani ha organizzato una staffetta in cui hanno corso migliaia di giovani, provenienti da tutta Italia, passandosi di mano in mano un testimone d eccezione : il Tricolore italiano. L evento, dal nome suggestivo Corri per unire, ha a- vuto lo scopo di sensibilizzare i media e la politica sui temi cari ai giovani: l inserimento nel mondo del lavoro, il diritto allo studio, le politiche per la famiglia e per la natalità, il riconoscimento del merito e dell eccellenza. I luoghi delle tre tappe sono stati individuati in tre luoghi simbolo dell Unità d Italia: Assisi, Siena e Teano. Le tre staffette sono partite contemporaneamente nella mattinata del 16 marzo per raggiungere in serata Roma. Il 17 marzo, a Roma, alcuni rappresentanti del Forum hanno consegnato il testimone al capo dello Stato. Anche noi, alunni del 1 Circolo, siamo stati presenti allo storico evento. Come protagonisti, insieme agli a- lunni delle altre scuole del territorio, abbiamo animato, in costume, la partenza e partecipato alla diretta televisiva di RAI 1 e RAI 3. Le gocce di pioggia non hanno spento il nostro entusiasmo e, bagnati e contenti, siamo tornati a scuola dove abbiamo finalmente cantato l inno nazionale e altri canti patriottici insieme ai nostri amici di Roccabascerana. Redazione Avvenire La festa per il 150 dell Unitàd Italia con gli amici di S. Arpino (CE) Nell ambito delle celebrazioni del 150 Anniversario dell Unità d Italia, il giorno 16 marzo, una cospicua rappresentanza dell Istituto comprensivo di Roccabascerana (AV) ha partecipato con striscioni, cartelloni, coccarde tricolore e foulards rossi garibaldini alla manifestazione organizzata dal nostro Circolo didattico. A causa della pioggia, il previsto corteo per le strade cittadine è stato sostituito dall esibizione degli alunni all interno dell edificio scolastico. Sono intervenuti alla manifestazione il sindaco, dott. Raffaele Picierno, l assessore alla cultura, ins. Rosaria Pentella e il comandante della locale stazione dei carabinieri Augusto Proietti. Gli 85 alunni provenienti dalle classi quinte della Scuola Primaria e dalle classi prime della Scuola secondaria di 1 grado, entusiasti, hanno applaudito i nostri alunni della Scuola dell Infanzia e Primaria che si sono esibiti in canti patriottici e quadri scenografici sul tema dell Unità d Italia. Gli alunni dell Istituto Irpino sono stati accompagnati da una folta schiera di docenti: Anna Di Troia, Wanda Fantasia, Franca Covino, Giovanna E- sposito, Antonio Parrella, Pasqualina Ciullo, Anna Nigro, Generoso De Simone, dai collaboratori scolastici Michela Porcaro e Dante Adamo e dalla F.S. Carmine Leo. Dopo la sosta per il pranzo, la scoperta dei luoghi garibaldini è continuata con un percorso da Piazza Unità d Italia fino a Piazza Duomo (la stalluccia, il museo garibaldino, il Palazzo S. Agapito) ed è stata arricchita anche dalla visita del Museo archeologico, con la competente presentazione del sig. Pasquale Fascitiello, e della Cattedrale. Terminata la visita, abbiamo salutato i nostri amici dandoci appuntamento alla prossima meravigliosa avventura da vivere insieme, possibilmente, in una splendente e calda giornata di sole Redazione Avvenire

8 8 LA RACCOLTA DIFFERENZIATA NELLA NOSTRA CITTÀ UN MONITO DALLA SCUOLA G. GARIBALDI La raccolta differenziata è importantissima e la dobbiamo fare tutti, per evitare disastri ambientali. Da alcuni anni anche a Teano si effettua; però devo dire che molte persone non la fanno correttamente. Ad esempio vedo per le strade comunali sacchetti buttati senza rispettare i giorni e gli orari di ritiro e soprattutto non differenziando i rifiuti, ma mischiando tutto. A me questa situazione proprio non piace perché, l inquinamento reca uno svantaggio a noi bambini che saremo la generazione futura.. Per questo voglio invitarte gli adulti a stare attenti a non inquinare il mondo con l abbandono dei rifiuti. Comportarsi in modo incivile fa male all ambiente e alla nostra salute! Il laboratorio di giornalismo mi è piaciuto perché abbiamo lavorato in gruppo, abbiamo imparato come si fa un giornale, abbiamo fatto dei giochi a tema sul giornale e la comunicazione. Spero di fare progetti così interessanti anche l anno prossimo. Laura Il laboratorio di giornalismo è stato molto bello perché ci ha fatto capire come è interessante il lavoro di un giornalista, di un reporter, di un fotografo. Fabio Il laboratorio di scrittura giornalistica è stato molto bello. I giochi sono stati molto interessanti ( il Telefono senza fili, la Gabbia ) e nel laboratorio d informatica ho imparato a scrivere e stampare un articolo al computer. Nella Biblioteca, invece, ho ascoltato con attenzione le lezioni che ci sono state proposte attraverso presentazioni Power Point. Davide Del laboratorio di giornalismo mi è piaciuto tutto, ma soprattutto scrivere gli articoli al computer. Uno dei giochi che mi ha particolarmente interessato è stato Passa la notizia. Desidero ringraziare le maestre per il loro lavoro e per la pazienza che hanno dimostrato di avere con noi. Milena In questo laboratorio di giornalismo mi sono divertito molto quando ho intervistato dei veri giornalisti: il sig. Antonio Guttoriello e il sig. Nunzio De Pinto. Francesco DALLA REDAZIONE DELL AVVENIRE NEWS BUONE VACANZE 2011 DA: Boscia Milena, Campaiola Arianna, Canfora Davide, Cangiano Salvatore, Fiato Mariangela, Dell Estate Fabio, Licciardi Maria Teresa, Palumbo Federica, Pasquariello Miriam, Ruolo Laura, Razzino Gioacchino. Vicario Francesco,

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008 A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana LA LETTURA COME BISOGNO CULTURALE PER CRESCERE Il desiderio

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PERCORSO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ALLA SCOPERTA DEL CIBO E DELLE ABITUDINI ALIMENTARI, IN PARTICOLARE SULLA COLAZIONE DEI BAMBINI IN ETA' SCOLARE

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO

SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO Giorni : GIOVEDI e VENERDI' Durata dell incontro : 9.30 12.30. 9.30-10.40 PARLIAMO DI GEOFISICA Il pianeta Terra e i fenomeni naturali: terremoti, vulcani, tsunami, magnetismo

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione Concorso nazionale La mia

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio Quell imbroglione di Mazalorsa Autori e illustratori CAMPOSTRINI GABRIELE MABBONI EMILIANO

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI ALCUNI DATI L Istituto Trento 5 comprende 3 scuole primarie e 2 scuole secondarie di I grado. Il numero totale di alunni

Dettagli