UTILIZZO PROFESSIONALE DI MS-EXCEL PER IL CONTROLLO DI GESTIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UTILIZZO PROFESSIONALE DI MS-EXCEL PER IL CONTROLLO DI GESTIONE"

Transcript

1 UTILIZZO PROFESSIONALE DI MS-EXCEL PER IL CONTROLLO DI GESTIONE Moduli formativi teorico-pratici per l area Amministrazione, Finanza e Controllo 7 EDIZIONE 3 giugno 25 settembre 2014 SKILLAB Torino - C.so Stati Uniti, 38

2 UTILIZZO PROFESSIONALE DI MS-EXCEL PER IL CONTROLLO DI GESTIONE FCB20/14 Moduli formativi teorico-pratici per l area Amministrazione, Finanza e Controllo Il controllo di gestione è un fattore fondamentale per il successo di ogni azienda, anche di medie o piccole dimensioni. Nell attuale congiuntura economica non disporre di strumenti adeguati per produrre, monitorare e utilizzare informazioni sull andamento economico e finanziario della propria azienda è un vero e proprio rischio per l impresa. Al contrario, disporre di un sistema per il controllo di gestione adeguato determina un vantaggio competitivo. Ma cosa intendiamo per adeguato? L attività di controllo di gestione deve essere costruita sulla base delle caratteristiche e delle esigenze informative della singola azienda. Una personalizzazione, dunque, che rifletta una specifica situazione concreta e che, inoltre, sia possibile rivisitare e plasmare in linea con l evoluzione dell attività aziendale: un buon sistema di controllo di gestione deve essere dunque abbastanza solido da evolversi nel tempo senza creare informazioni incoerenti e, quindi, poco affidabili e poco utili. Molti software gestionali offrono soluzioni «parametrizzabili» e «robuste» in questo senso, ma sono inevitabilmente affiancati da strumenti di produttività individuale (es: fogli elettronici e programmi di video scrittura), che, grazie alla flessibilità e alla facilità di utilizzo, risultano, senza alcun investimento aggiuntivo, un supporto operativo fondamentale per l elaborazione e la produzione di report gestionali. Purtroppo però, se non si è consapevoli delle logiche tecniche, metodologiche ed operative del controllo di gestione, tali strumenti possono portare a una vera e propria anarchia dell informazione, con conseguenze spesso disastrose in termini di efficacia ed efficienza dei processi operativi e decisionali Per risolvere il problema non sono necessari nuovi strumenti ma un nuovo metodo. Il percorso formativo «Utilizzo professionale di MS-Excel per il controllo di gestione» permette di acquisire una corretta impostazione nell utilizzo di uno dei più comuni programmi già presenti in azienda, sostituendo la moltiplicazione dei report «una tantum» con la costruzione di un sistema organico di modelli per il controllo di gestione. Questo permette di: valorizzare il patrimonio informativo aziendale trasformando i semplici dati in informazioni coerenti, significative e affidabili; migliorare la produttività del lavoro grazie alla creazione di modelli riutilizzabili da persone diverse in situazioni e in tempi diversi. 1

3 Struttura e metodologia Il corso si articola in moduli che costituiscono 2 percorsi formativi complementari. A seconda delle specifiche esigenze i moduli possono essere anche seguiti a spot. PERCORSO TECNICO METODOLOGICO Il percorso tecnico metodologico, della durata complessiva di 6 giornate, si sviluppa in 4 moduli che approfondiscono le tematiche chiave del controllo di gestione. PERCORSO OPERATIVO Il percorso operativo, della durata complessiva di 8 giornate, si focalizza sull applicazione pratica, mediante l utilizzo di MS-Excel, delle metodologie di controllo finalizzate alla costruzione di modelli successivamente utilizzabili in azienda. Questo percorso prevede un modulo propedeutico(*) e 4 moduli monografici che affrontano specifiche tematiche. È possibile individuare anche abbinamenti trasversali tra i due percorsi, in modo da esplorare un determinato argomento sia dal punto di vista tecnico metodologico sia da quello operativo. MODULI DI APPROFONDIMENTO I moduli di approfondimento sono 2 e sono focalizzati sull utilizzo professionale di alcuni strumenti messi a disposizione dall applicativo MS-Excel. Per le aziende interessate Skillab realizza il percorso formativo anche a livello aziendale, personalizzando metodologie e strumenti appresi in aula rispetto alle specifiche esigenze operative aziendali. Un occasione per ottimizzare i flussi di lavoro e minimizzare i tempi, spesso rilevanti, impiegati in attività a scarso o nullo valore aggiunto. (*) Il modulo propedeutico, pur non essendo obbligatorio, è fortemente consigliato. Per i moduli del percorso operativo l iscrizione a qualsiasi modulo, richiede la partecipazione al modulo propedeutico, finalizzato all apprendimento degli strumenti e delle funzioni (MS-Excel) utilizzate nei quattro moduli monografici. 2

4 Struttura e metodologia E possibile individuare anche abbinamenti trasversali tra i due percorsi, in modo da esplorare un determinato argomento sia dal punto di vista tecnico-metodologico sia da quello operativo. PERCORSO TECNICO METODOLOGICO PERCORSO OPERATIVO 2gg Logiche del controllo 3 e 10 giugno Modulo propedeutico* giugno 3gg 2gg Tecniche di Budgeting e Analisi di Bilancio 17 e 26 giugno Analisi di Bilancio in Pratica 1 luglio Budgeting e Consuntivazione in Pratica 3 e 10 luglio 1gg 2gg 1gg Tecniche di gestione dei flussi finanziari 9 settembre Cash Flow in Pratica 11 settembre 1gg 1gg Tecniche di Reporting 16 settembre Reporting in Pratica 18 settembre 1gg MODULI DI APPROFONDIMENTO MS-EXCEL: le Tabelle Pivot 23 settembre MS-EXCEL: le Power Pivot 25 settembre 1gg 1gg (*) L iscrizione a qualsiasi modulo del percorso operativo richiede la partecipazione al modulo propedeutico, finalizzato all apprendimento dei strumenti e delle funzioni (MS-Excel) utilizzate nei quattro moduli monografici. 3

5 Destinatari del percorso Imprenditori, Controller, Responsabili Amministrativi e Finanziari, Responsabili del Controllo di Gestione, Assistenti alla Direzione Generale, Responsabili dell Area produttiva, Product Manager, Responsabili Commerciali, Addetti back office commerciale. Docenti Dr. Guido Cerrato Dr. Emmanuele Vietti Dr. Antonio Clemente Consulenti di direzione, Esperti in controllo di gestione Quote di Adesione dei singoli moduli Modulo formativo da 1 giornata: Aziende Associate Unione Industriale e AMMA: 360,00 + IVA Aziende non Associate: 500,00 + IVA Modulo formativo da 2 giornate: Aziende Associate Unione Industriale e AMMA: 580,00 + IVA Aziende non Associate: 800,00 + IVA Modulo formativo da 3 giornate: Aziende Associate Unione Industriale e AMMA: 850,00 + IVA Aziende non Associate: 1.200,00 + IVA Agevolazioni per l iscrizione ai percorsi Le aziende che si iscrivono al PERCORSO TECNICO METODOLOGICO di complessive 6 giornate formative, potranno beneficiare di una quota ridotta: Aziende Associate Unione Industriale e AMMA: 1.690,00 + IVA (anzichè 1.880,00 + IVA) Aziende non Associate: 2.340,00 + IVA (anzichè 2.600,00 + IVA) Le aziende che si iscrivono al PERCORSO OPERATIVO MS-EXCEL di complessive 8 giornate formative, potranno beneficiare di una quota ridotta: Aziende Associate Unione Industriale e AMMA: 2.260,00 + IVA (anzichè 2.510,00 + IVA) Aziende non Associate: 3.150,00 + IVA (anzichè 3.500,00 + IVA) Le aziende che si iscrivono al CORSO COMPLETO (2 percorsi + moduli di approfondimento) di complessive 16 giornate formative, potranno beneficiare di uno sconto del 15% sulla quota complessiva. Il corso è finanziabile con Fondimpresa I partecipanti di aziende aderenti a Fondimpresa, possono richiedere il voucher a copertura della quota di partecipazione, secondo le modalità e le tempistiche previste dai Fondi. Per informazioni: tel

6 TECNICO METODOLOGICO Logiche del controllo Obiettivo Apprendere le logiche fondamentali che supportano le attività di controllo di gestione. La gestione dei processi contabili finalizzata al controllo I processi di pianificazione e controllo La contabilità analitica Le dimensioni di analisi: i centri di analisi (costo, profitto, ricavi), le commesse Le valenze operative, comportamentali e organizzative del controllo di gestione Il modello di controllo MBO: definire ed implementare in azienda il sistema di misurazione dei risultati Il piano strategico d impresa: piano industriale e business plan Nuove tecnologie dell informazione per il controllo di gestione: dai sistemi informativi integrati alla business intelligence 2 giornate Date e Orario 3 e 10 giugno ore 9.00 /17.00 Percorso tecnico metodologico Tecniche di budgeting e analisi di bilancio Tecniche di gestione dei flussi finanziari Tecniche di reporting 5

7 OPERATIVO Modulo propedeutico Obiettivo Apprendere le metodologie basilari per un utilizzo professionale di Excel e porre le basi per un efficace apprendimento delle funzioni «avanzate», oggetto dei moduli successivi Il modulo ha finalità propedeutiche rispetto all intero percorso operativo. In questa sede si andrà ad approfondire la conoscenza dello strumento Excel e se ne consiglia, pertanto, la partecipazione a tutti coloro che intendono partecipare ai moduli successivi, che si concentreranno su vari aspetti del controllo di gestione dando per scontata una conoscenza approfondita dello strumento informatico. NB Il modulo propedeutico è destinato a tutti coloro che, facendo sistematicamente uso di Excel, intendono acquisire un impostazione professionale nell utilizzo dello strumento, al fine di massimizzarne le potenzialità elaborative, indipendentemente dal livello di conoscenza funzionale posseduto, in particolare per coloro che lavorano nelle aree amministrazione, finanza e controllo. Conoscere Excel L univocità del dato Accorgimenti per un efficiente utilizzo del foglio elettronico I riferimenti: interni/esterni, assoluti/relativi L uso dei nomi di cella o intervallo La protezione di fogli e cartelle di lavoro Le funzioni: introduzione Le funzioni logiche Le funzioni in forma di matrice Nozioni introduttive sui database Le funzioni e gli strumenti per l analisi dei database Le tabelle pivot Esercitazioni pratiche per calare la logica teorica nel suo utilizzo operativo quotidiano 3 giornate Date e Orario giugno ore 9.00 /17.00 Analisi di bilancio in pratica Budgeting e Consuntivazione in pratica Cash Flow in pratica Reporting in pratica 6

8 TECNICO METODOLOGICO Tecniche di budgeting e analisi di bilancio Obiettivi Apprendere le logiche funzionali per la costruzione di un budget economico, patrimoniale e di tesoreria, e per l effettuazione di chiusure gestionali infrannuali che permettano di analizzare gli scostamenti con tempestività. Acquisire le principali tecniche per l analisi del bilancio di esercizio, per indici e per flussi. Il processo di programmazione I «moduli» del budget: contenuto informativo e relazioni funzionali La trasformazione dei flussi economici in grandezze finanziarie e patrimoniali Dal «Bilancio di Verifica» al Bilancio Gestionale periodico Le tecniche di accertamento infrannuale Schemi di consuntivazione economica periodica (periodo, progressivo, rolling, ecc.) Il calcolo degli scostamenti La riclassificazione del Bilancio (Stato Patrimoniale e Conto Economico) L analisi del bilancio per indici Le relazioni tra gli indici L analisi per flussi: il Rendiconto Finanziario Illustrazione di modelli in MS-Excel per l analisi di bilancio e il budgeting economico finanziario patrimoniale, la cui costruzione verrà approfondita nei prossimi moduli del percorso operativo 2 giornate Date e Orario 17 e 26 giugno ore 9.00 /17.00 Percorso tecnico metodologico Logiche del controllo Tecniche di gestione dei flussi finanziari Tecniche di reporting Analisi di bilancio in pratica Budgeting e Consuntivazione in pratica 7

9 OPERATIVO Analisi di bilancio in pratica Obiettivo Mettere in pratica le tecniche di analisi del bilancio di esercizio con la realizzazione di modelli personalizzati con MS-Excel. Logiche di «modellizzazione» con MS-Excel finalizzate all analisi per indici dei dati storici e prospettici dell azienda Utilizzo del «modello» per le analisi «what if» L utilizzo di strumenti grafici per la presentazione dei risultati 1 giornata Data e Orario 1 luglio ore 9.00 /17.00 Percorso tecnico metodologico Tecniche di budgeting e analisi di bilancio Modulo propedeutico su Excel Budgeting e Consuntivazione in pratica Cash Flow in pratica Reporting in pratica 8

10 OPERATIVO Budgeting e consuntivazione in pratica Obiettivi Costruzione di un modello di budget in MS-Excel che integri gli aspetti economici, finanziari e patrimoniali del budget aziendale. Integrazione nel modello di procedure per le chiusure gestionali periodiche che permettano all azienda di mantenere sotto controllo la situazione reale, con un riscontro tempestivo rispetto alle previsioni di budget annuali. Logiche e «modellizzazione» con MS-Excel finalizzate alla costruzione di un modello di budget completo, che accolga con continuità i dati previsionali e storici dell azienda Logiche e «modellizzazione» con MS-Excel finalizzate alla costruzione di un modello utile per procedere a chiusure gestionali periodiche, integrato con il budget in modo da evidenziarne gli scostamenti Utilizzo del «modello» per le analisi «what if» L utilizzo di strumenti grafici per la presentazione dei risultati 2 giornate Date e Orario 3 e 10 luglio ore 9.00 /17.00 Percorso tecnico metodologico Tecniche di budgeting e analisi di bilancio Modulo propedeutico su Excel Analisi di bilancio in pratica Cash Flow in pratica Reporting in pratica 9

11 TECNICO METODOLOGICO Tecniche di gestione dei flussi finanziari Obiettivo Apprendere le tecniche fondamentali, sia «tradizionali» che «evolute», per la gestione dei flussi di cassa (concomitanti e prospettici) e la valutazione finanziaria degli investimenti, per monitorare in modo adeguato le performance finanziarie e patrimoniali nel tempo. Il modulo ha una forte vocazione finanziaria e analizza nel dettaglio i fabbisogni e gli impieghi finanziari che stanno alla base della capacità aziendale di sostenere la crescita. Il concetto di flusso di cassa applicato al ritorno finanziario di investimenti, progetti e scelte di outsourcing Il valore del denaro nel tempo: l attualizzazione del cash flow di ritorno degli investimenti I metodi di valutazione finanziaria: Tasso di rendimento medio annuo (TRA) Net present value (NPV) Pay-back period Internal rate of return (IRR) Economic value added (EVA) L analisi del break-even point Illustrazione del modello in MS-Excel per la definizione dei flussi di cassa prospettici (forecast finanziario) che permetta di aggiornare le ipotesi di budget in base ai risultanze a consuntivo Illustrazione del modello in MS-Excel per la valutazione degli investimenti 1 giornata Data e Orario 9 settembre ore 9.00 /17.00 Percorso tecnico metodologico Logiche del controllo Tecniche di budgeting e analisi di bilancio Tecniche di reporting Cash Flow in pratica 10

12 OPERATIVO Cash flow in pratica Obiettivo Creare un modello Excel personalizzabile sia per aziende di produzione sia per aziende di servizi per il calcolo della tariffa oraria effettiva di centro di costo. Le principali formule finanziarie di Excel Gli strumenti di simulazione di Excel: ricerca obiettivo, scenari e risolutore Logiche e «modellizzazione» con MS-Excel finalizzate alla costruzione di un modello per proiezione dei flussi di cassa (rolling 12 mesi) Logiche e «modellizzazione» con MS-Excel finalizzate alla costruzione di un modello per la valutazione delle scelte aziendali di lungo periodo Utilizzo del «modello» per le analisi «what if» 1 giornata Data e Orario 11 settembre ore 9.00 /17.00 Percorso tecnico metodologico Tecniche di gestione dei flussi finanziari Modulo propedeutico su Excel Analisi di bilancio in pratica Reporting in pratica 11

13 TECNICO METODOLOGICO Tecniche di Reporting Obiettivo Apprendere le metodologie di base per l impostazione di una reportistica periodica efficace. Principi, struttura e finalità del reporting Il reporting sui fattori critici di successo Il reporting strategico La balanced score card: fondamenti e applicazioni Illustrazione del cruscotto di indicatori in Excel relativo alle principali aree critiche di gestione, la cui costruzione verrà approfondita nel seguente modulo del percorso operativo 1 giornata Data e Orario 16 settembre ore 9.00 /17.00 Percorso tecnico metodologico Logiche del controllo Tecniche di budgeting e analisi di bilancio Tecniche di gestione dei flussi finanziari Reporting in pratica 12

14 OPERATIVO Reporting in pratica Obiettivo Acquisire le tecniche per la modellizzazione in Excel di un cruscotto di indicatori, utile alla direzione per il monitoraggio dell andamento delle variabili chiave del business. Predisposizione di report in Excel: utilizzo avanzato di tabelle e grafici L analisi di database in Excel e l estrazione di dati Costruzione di un cruscotto di indicatori in Excel relativo alle principali aree critiche di gestione 1 giornata Data e Orario 18 settembre ore 9.00 /17.00 Percorso tecnico metodologico Logiche del controllo Tecniche di budgeting e analisi di bilancio Tecniche di gestione dei flussi finanziari Reporting in pratica 13

15 TECNICO METODOLOGICO MS-Excel: le Tabelle Pivot Obiettivo Acquisire le conoscenze necessarie per sfruttare al massimo le tabelle pivot di Excel. Importare i dati da un file di testo Tabelle pivot creazione (accenno organizzazione del database) Tabelle pivot formattazione Tabelle pivot modificare i calcoli Tabelle pivot i campi calcolati e gli elementi calcolati Tabelle pivot strumento fondamentale per il reporting aziendale 1 giornata Data e Orario 23 settembre ore 9.00 /17.00 Modulo propedeutico 14

16 MS-Excel: le Power Pivot MODULI DI APPROFONDIMENTO Le Power Pivot sono una delle novità più interessanti dell edizione 2010 di Microsoft Excel: uno strumento rivoluzionario che mette in pratica il concetto di self-service Business Intelligence. Obiettivi Acquisire dimestichezza con l interfaccia che permette di accedere a tutte le funzionalità delle Power Pivot attraverso Excel Approfondire gli aspetti più interessanti della creazione e interrogazione di cubi multidimensionali La scheda Power Pivot L importazione di dati Le relazioni Le colonne calcolate Le tabelle di lookup L aggiornamento dei dati Gli slicer Introduzione al linguaggio DAX e principali funzioni NB Per utilizzare questa funzionalità è necessaria la versione 2010 di MS-Excel (o successive) 1 giornata Data e Orario 25 settembre ore 9.00 /17.00 Modulo propedeutico 15

17 Informazioni Silvia Primiterra tel Gisella Scialabba tel Condizioni generali di partecipazione Modalità di adesione L iscrizione avviene on line compilando, entro e non oltre 5 giorni dalla data di inizio corso, la Scheda di Adesione disponibile sul sito: Indicare nelle note i moduli ai quali s intende aderire. L attivazione del corso verrà confermata da Skillab via . Modalità di pagamento I pagamenti dovranno essere effettuati entro il primo giorno di inizio del corso mediante assegno intestato a: Skillab S.r.l. (P.I. e Codice Fiscale ), OPPURE TRAMITE BONIFICO BANCARIO DA EFFETTUARE PRESSO: UNICREDIT - via XX Settembre Torino IT I 08 I W I I I intestato a Skillab S.r.l., specificando codice e titolo corso. Sede e orario SKILLAB Corso Stati Uniti 38, Torino orario: 9,00/1700 Quota di adesione Le quote di adesione comprendono la documentazione, i coffee break e le colazioni di lavoro. Rinuncia di partecipazione al corso In caso di impossibilità del partecipante ad assistere al corso, l azienda può inviare un altra persona in sostituzione, previa comunicazione scritta. Nel caso non fosse possibile la sostituzione, la rinuncia al corso dovrà essere comunicata via fax entro 5 giorni dalla data di inizio corso. In tal caso, la quota già versata sarà rimborsata integralmente. In caso di mancata partecipazione al corso, il versamento rimane valido per i 6 mesi successivi ed entro tale periodo potrà essere riutilizzato. Rinvii o Annullamenti corsi Skillab S.r.l. si riserva la facoltà di annullare o rinviare i corsi programmati qualora non venga raggiunto il numero minimo di partecipanti stabilito per ogni corso. 17

Moduli formativi teorico-pratici per l area Amministrazione, Finanza e Controllo

Moduli formativi teorico-pratici per l area Amministrazione, Finanza e Controllo Utilizza il contributo aggiuntivo FONDIMPRESA per partecipare gratuitamente ai corsi SKILLAB! Moduli formativi teorico-pratici per l area Amministrazione, Finanza e Controllo 8 EDIZIONE 6 ottobre - 17

Dettagli

Utilizzo professionale di Excel per il controllo di gestione Moduli formativi teorico-pratici per l area amministrazione, finanza e controllo

Utilizzo professionale di Excel per il controllo di gestione Moduli formativi teorico-pratici per l area amministrazione, finanza e controllo Utilizzo professionale di Excel per il controllo di gestione Moduli formativi teorico-pratici per l area amministrazione, finanza e controllo Introduzione Tutte le aziende, anche di medie o piccole dimensioni,

Dettagli

Palestra della conoscenza economica-finanziaria quale campo di allenamento destinato a titolari d impresa e manager per portare la gestione dell

Palestra della conoscenza economica-finanziaria quale campo di allenamento destinato a titolari d impresa e manager per portare la gestione dell Palestra della conoscenza economica-finanziaria quale campo di allenamento destinato a titolari d impresa e manager per portare la gestione dell impresa e le scelte strategico-operative a livelli di successo

Dettagli

LEGGE DI STABILITÀ E JOBS ACT INCONTRI DI AGGIORNAMENTO ED APPROFONDIMENTO

LEGGE DI STABILITÀ E JOBS ACT INCONTRI DI AGGIORNAMENTO ED APPROFONDIMENTO LEGGE DI STABILITÀ E JOBS ACT INCONTRI DI AGGIORNAMENTO ED APPROFONDIMENTO 9 27 marzo 2015 2LEGGE DI STABILITÀ E JOBS ACT LEGGE DI STABILITÀ E JOBS ACT Cosa cambia per le imprese e i lavoratori dopo la

Dettagli

CAPIRE LA FINANZA IN AZIENDA

CAPIRE LA FINANZA IN AZIENDA FINANCE CAPIRE LA FINANZA IN AZIENDA Come le scelte operative, commerciali, produttive impattano sugli equilibri finanziari dell azienda CORSO EXECUTIVE CUOA FINANCE 1 fondazione cuoa Da oltre 50 anni

Dettagli

I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT

I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT http://www.sinedi.com ARTICOLO 8 GENNAIO 2007 I SISTEMI DI PERFORMANCE MANAGEMENT In uno scenario caratterizzato da una crescente competitività internazionale si avverte sempre di più la necessità di una

Dettagli

SPECIALISTICI 2 0 1 5-2016 IL CONTROLLO DI GESTIONE PER RECUPERARE ED INCREMENTARE LA REDDITIVITÀ AZIENDALE. Con la collaborazione scientifica di:

SPECIALISTICI 2 0 1 5-2016 IL CONTROLLO DI GESTIONE PER RECUPERARE ED INCREMENTARE LA REDDITIVITÀ AZIENDALE. Con la collaborazione scientifica di: SPECIALISTICI 2 0 1 5-2016 IL CONTROLLO DI GESTIONE PER RECUPERARE ED INCREMENTARE LA REDDITIVITÀ AZIENDALE Con la collaborazione scientifica di: PRESENTAZIONE DEL MASTER CONTROLLO DI GESTIONE master specialistico

Dettagli

UTILIZZO PROFESSIONALE DI MS-EXCEL PER IL CONTROLLO DI GESTIONE

UTILIZZO PROFESSIONALE DI MS-EXCEL PER IL CONTROLLO DI GESTIONE UTILIZZO PROFESSIONALE DI MS-EXCEL PER IL CONTROLLO DI GESTIONE Moduli formativi teorico-pratici per l area Amministrazione, Finanza e Controllo RILANCIO 7 EDIZIONE 4 dicembre 2013 19 febbraio 2014 AGGIORNAMENTO

Dettagli

COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING

COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA AMMINISTRAZIONE FINANZA E CONTROLLO

Dettagli

COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING

COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING 2015 Amministrazione finanza e controllo Z6054 IV Edizione / Formula weekend 2 OTTOBRE 13 NOVEMBRE 2015 REFERENTE SCIENTIFICO DELL'INIZIATIVA Giovanni Fiori, Professore

Dettagli

Il Controllo di Gestione Corso base e avanzato

Il Controllo di Gestione Corso base e avanzato Il Il Controllo di Gestione Corso base e avanzato Verona Il controllo di gestione CORSO BASE E AVANZATO Obiettivi Il controllo di gestione ricopre la funzione di insostituibile strumento gestionale e strategico

Dettagli

Date Area Milano: Martedì 13, 20, 27 Ottobre, 3 Novembre Area Pontedera: Giovedì 5, 12, 19, 26 Novembre

Date Area Milano: Martedì 13, 20, 27 Ottobre, 3 Novembre Area Pontedera: Giovedì 5, 12, 19, 26 Novembre Da oltre 30 anni, al vostro fianco per formarvi, supportarvi, aiutarvi a crescere. K Venture Corporate Finance opera nel campo della consulenza di direzione aziendale e supporta le imprese nelle attività

Dettagli

PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO 2016 3 Edizione. Percorso formativo modulare per l Area Programmazione e Controllo di Gestione in azienda

PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO 2016 3 Edizione. Percorso formativo modulare per l Area Programmazione e Controllo di Gestione in azienda PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO 2016 3 Edizione Percorso formativo modulare per l Area Programmazione e Controllo di Gestione in azienda Il master in breve A cosa servono gli strumenti di programmazione e controllo?

Dettagli

come portare all eccellenza la propria organizzazione post-vendita 29 marzo 2012 ore 9,00-18,00 C.so Stati Uniti 38-10128 Torino

come portare all eccellenza la propria organizzazione post-vendita 29 marzo 2012 ore 9,00-18,00 C.so Stati Uniti 38-10128 Torino AFTER SALES EXCELLENCE come portare all eccellenza la propria organizzazione post-vendita ore 9,00-18,00 C.so Stati Uniti 38-10128 Torino DESTINATARI OBIETTIVI PREMESSA Nella cultura industriale il prodotto

Dettagli

Date: Giovedì 5-12 - 19-26 Marzo 2015 Sede: K Venture Sala Corsi

Date: Giovedì 5-12 - 19-26 Marzo 2015 Sede: K Venture Sala Corsi Da oltre 30 anni, al vostro fianco per formarvi, supportarvi, aiutarvi a crescere. K Venture Corporate Finance opera nel campo della consulenza di direzione aziendale e supporta le imprese nelle attività

Dettagli

Bilancio, Finanza & Budget

Bilancio, Finanza & Budget Bilancio, Finanza & Budget Modulo 1 Analisi di bilancio Guida all analisi e alla interpretazione della struttura economica, finanziaria e patrimoniale d impresa alla luce di Basilea 2 Il corso Attraverso

Dettagli

Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale

Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale Il corso è progettato e strutturato per offrire la possibilità di aggiornare le competenze dell imprenditore

Dettagli

Forum APB Milano, 4 Aprile 2006

Forum APB Milano, 4 Aprile 2006 Contenuti, logiche ed effetti di Basilea 2 sulle PMI Le informazioni qualitative rilevanti ai fini del rating qualitativo: il controllo di gestione aziendale come elemento importante dei dati qualitativi

Dettagli

www.pitagora.it www.pitagora.it La terza dimensione del controllo di gestione www.pitagora.it

www.pitagora.it www.pitagora.it La terza dimensione del controllo di gestione www.pitagora.it www.pitagora.it www.pitagora.it www.pitagora.it Via Fiume Giallo, 3-00144 Roma tel 06.52244040 - fax 06.52244427 - info@alfagroup.it La filosofia di Pitagora Fornire gli strumenti che permettono di misurare

Dettagli

TRANSFER PRICING. Tecniche e Metodi per un'efficace gestione. documentazione dei prezzi di trasferimento. Torino, (ore 9/13)

TRANSFER PRICING. Tecniche e Metodi per un'efficace gestione. documentazione dei prezzi di trasferimento. Torino, (ore 9/13) Tecniche e Metodi per un'efficace gestione e documentazione dei prezzi di trasferimento Torino, 19 novembre e 3 dicembre 2013 (ore 9/13) Anche in Italia, come in molti altri Paesi, riveste un ruolo sempre

Dettagli

MASTER IN GESTIONE AZIENDALE E FINANZIARIA TRENTO, 20-27 NOVEMBRE 4-11-18 DICEMBRE 2015 c/o CENTRO FORMAZIONE SEAC CEFOR SRL Via Solteri, 56

MASTER IN GESTIONE AZIENDALE E FINANZIARIA TRENTO, 20-27 NOVEMBRE 4-11-18 DICEMBRE 2015 c/o CENTRO FORMAZIONE SEAC CEFOR SRL Via Solteri, 56 PRIMA GIORNATA 20 NOVEMBRE 2015 SECONDA GIORNATA 27 NOVEMBRE 2015 TERZA GIORNATA 4 DICEMBRE 2015 QUARTA GIORNATA 11 DICEMBRE 2015 QUINTA GIORNATA 18 DICEMBRE 2015 MASTER IN GESTIONE AZIENDALE E FINANZIARIA

Dettagli

Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione)

Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione) Executive Program Finanza aziendale e Controllo di Gestione (IV edizione) OBIETTIVI E COMPETENZE La finanza aziendale sta diventando sempre di più uno strumento fondamentale per la crescita delle imprese,

Dettagli

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Le caratteristiche del mercato finanziario e le dinamiche competitive emerse sin dall emergere della crisi hanno imposto

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

Pianificazione Controllo Analisi Reporting. Progetti Srl - PCPro 1

Pianificazione Controllo Analisi Reporting. Progetti Srl - PCPro 1 Pianificazione Controllo Analisi Reporting 1 Controllo di Gestione La situazione dei mercati impone alle aziende la necessità di operare in modo più efficiente e tempestivo. L informazione sullo stato

Dettagli

MASTER IN GESTIONE AZIENDALE E FINANZIARIA UDINE, 25 NOVEMBRE 2014-2-9 DICEMBRE 2014 c/o Hotel Allegria Via Grazzano, 18

MASTER IN GESTIONE AZIENDALE E FINANZIARIA UDINE, 25 NOVEMBRE 2014-2-9 DICEMBRE 2014 c/o Hotel Allegria Via Grazzano, 18 MASTER IN GESTIONE AZIENDALE E FINANZIARIA UDINE, 25 NOVEMBRE 2014-2-9 DICEMBRE 2014 c/o Hotel Allegria Via Grazzano, 18 CALENDARIO GIORNATE FORMATIVE 25 novembre 2014 2 dicembre 2014 9 dicembre 2014 BUSINESS

Dettagli

GUIDA OPERATIVA ALLA REDAZIONE DELLE SIMULAZIONI ECONOMIC0-FINANZIARIE DEL. Business Plan

GUIDA OPERATIVA ALLA REDAZIONE DELLE SIMULAZIONI ECONOMIC0-FINANZIARIE DEL. Business Plan GUIDA OPERATIVA ALLA REDAZIONE DELLE SIMULAZIONI ECONOMIC0-FINANZIARIE DEL Business Plan INDICE GENERALE 1. Introduzione 2. Utilizzo dell applicazione 3. Impostazioni di base 4. Copertina impresa 5. Dati

Dettagli

K Venture Corporate Finance. Self Control. Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

K Venture Corporate Finance. Self Control. Il futuro che vuoi. Sotto controllo! K Venture Corporate Finance Self Control K Venture Corporate Finance K Venture Corporate Finance è una società di consulenza direzionale specializzata nel controllo di gestione, nella contabilità industriale,

Dettagli

BUDGET FINANZA E CONTROLLO

BUDGET FINANZA E CONTROLLO CONTROLLO DI GESTIONE AVANZATO IL BILANCIO: APPROFONDIMENTI E STRUMENTI PRATICI PER NON SPECIALISTI IL CREDITO COMMERCIALE: GESTIONE, SOLLECITO, RECUPERO COME AVVIARE LA CONTABILITÀ INDUSTRIALE CALCOLARE

Dettagli

Obiettivo Europa s.r.l. (Riproduzione vietata) www.obiettivoeuropa.it

Obiettivo Europa s.r.l. (Riproduzione vietata) www.obiettivoeuropa.it Il Corso di formazione in Europrogettazione per le Piccole e Medie Imprese (PMI), proposto da Obiettivo Europa, intende fornire alle imprese italiane solide conoscenze e validi strumenti operativi necessari

Dettagli

Mod.MeR01 - Regolamento Direzione Amministrazione Finanza e Controllo di Gestione - CFO-CFO ed. 7 - pag. 9 di 12

Mod.MeR01 - Regolamento Direzione Amministrazione Finanza e Controllo di Gestione - CFO-CFO ed. 7 - pag. 9 di 12 SYLLABUS Amministrazione e Bilancio Docente di riferimento: Alessandro Cortesi Il primo macro-modulo ha l obiettivo di permettere ai partecipanti di utilizzare con efficacia i sistemi software per la corretta

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE OFFERTA FORMATIVA Titolo: MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Padova, Roma e Bologna. Destinatari: Il Master si rivolge a laureati, preferibilmente in discipline economiche,

Dettagli

Modelli matematici avanzati per l azienda a.a. 2010-2011

Modelli matematici avanzati per l azienda a.a. 2010-2011 Modelli matematici avanzati per l azienda a.a. 2010-2011 Docente: Pasquale L. De Angelis deangelis@uniparthenope.it tel. 081 5474557 http://www.economia.uniparthenope.it/siti_docenti P.L.DeAngelis Modelli

Dettagli

PROGETTO AUTONOMIA INDIRIZZO

PROGETTO AUTONOMIA INDIRIZZO PROGETTO AUTONOMIA INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO PIANO DI LAVORO PIANIFICAZIONE, FINANZA E CONTROLLO 5 AL PROF.SSA MARILINA SABA a.s 2010/2011 Moduli UNITA ORARIE 1. Il controllo della gestione

Dettagli

Finanza aziendale per non specialisti

Finanza aziendale per non specialisti Corso Formazione Obiettivo Finanza aziendale per non specialisti I fondamenti della finanza aziendale sono indispensabili per completare le competenze di ogni manager con responsabilità aziendali. Il corso

Dettagli

CONSULENZA STRATEGICA E FORMAZIONE SPECIALISTICA E MANAGERIALE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO PUBBLICO E PRIVATO

CONSULENZA STRATEGICA E FORMAZIONE SPECIALISTICA E MANAGERIALE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO PUBBLICO E PRIVATO Ciclo di Seminari di Management Alberghiero per le piccole e medie strutture ricettive WE CAN BE YOUR GUIDE IN THE WORLD OF HOSPITALITY CONSULENZA STRATEGICA E FORMAZIONE SPECIALISTICA CHI SIAMO Il C.S.T.M.

Dettagli

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il corso consente al partecipante di venire a conoscenza delle opportunità che la gestione del web marketing moderno

Dettagli

Master. Certificazioni Lean Yellow Belt Lean Green Belt Lean Black Belt. Un master full immersion per certificarsi sul campo.

Master. Certificazioni Lean Yellow Belt Lean Green Belt Lean Black Belt. Un master full immersion per certificarsi sul campo. Master Lean Six Sigma Certificazioni Lean Yellow Belt Lean Green Belt Lean Black Belt Un master full immersion per certificarsi sul campo. Bonfiglioli Consulting Consulenza e competenza per favorire lo

Dettagli

BASILEA II. Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa. Milano, 12 maggio 2004

BASILEA II. Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa. Milano, 12 maggio 2004 BASILEA II Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa Relatore: Aldo Camagni Presidente commissione finanza, controllo di gestione e contabilità d impresa dell Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

MASTER in ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

MASTER in ORGANIZZAZIONE AZIENDALE C O N S O R Z I O P E R I L L A V O R O E L E A T T I V I T A I N N O V A T I V E E F O R M A T I V E MASTER in ORGANIZZAZIONE AZIENDALE e CONTROLLO di GESTIONE D I R E T T O R E S C I E N T I F I C O

Dettagli

Business modeling & profitability optimization. Budgeting & forecasting. CONSULENZA DI DIREZIONE www.gestio.it

Business modeling & profitability optimization. Budgeting & forecasting. CONSULENZA DI DIREZIONE www.gestio.it Business modeling & profitability optimization Budgeting & forecasting 1 INDICE BUSINESS MODELING & PROFITABILITY OPTIMIZATION BUDGETING & FORECASTING Business Modeling & Profitability Optimization. Pag.3

Dettagli

SPORT MANAGING CONTROL IL MODELLO DI CONTROLLO DI GESTIONE PER CENTRI SPORTIVI E FITNESS

SPORT MANAGING CONTROL IL MODELLO DI CONTROLLO DI GESTIONE PER CENTRI SPORTIVI E FITNESS SPORT MANAGING CONTROL IL MODELLO DI CONTROLLO DI GESTIONE PER CENTRI SPORTIVI E FITNESS Lavoriamo insieme per il vostro business I campioni non si costruiscono in palestra. Si costruiscono dall interno,

Dettagli

ACCELERARE LO SVILUPPO

ACCELERARE LO SVILUPPO ACCELERARE LO SVILUPPO Metodi e strumenti operativi per il sostegno e lo sviluppo d impresa Novembre - Dicembre 2012 Il percorso si pone l obiettivo di fornire una formazione tecnica di alto livello, di

Dettagli

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le applicazioni amministrative e finanziarie

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le applicazioni amministrative e finanziarie Le applicazioni amministrative e finanziarie 1 LA CONTABILITA AZIENDALE L esatta esposizione degli indici e degli altri elementi che compongono la contabilità è fondamentale per formulare correttamente

Dettagli

24 Marzo 2010 3. REPORTING ECONOMICO - PATRIMONIALE

24 Marzo 2010 3. REPORTING ECONOMICO - PATRIMONIALE 24 Marzo 2010 3. REPORTING ECONOMICO - PATRIMONIALE IL SISTEMA DI REPORTING: DEFINIZIONI Il reporting è il processo sistematico di elaborazione ed analisi dei risultati di gestione (in particolare economici,

Dettagli

OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA

OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA PROGETTARE IN EUROPA Risultati attesi La partecipazione ad un bando europeo presuppone, prima di tutto, lo sviluppo di un idea progettuale contenutisticamente

Dettagli

IL CALCOLO DEL COSTO DI PRODOTTO: IL CASO BENSON IL CALCOLO DEL COSTO DI PRODOTTO IL CASO BENSON. Pagina 1

IL CALCOLO DEL COSTO DI PRODOTTO: IL CASO BENSON IL CALCOLO DEL COSTO DI PRODOTTO IL CASO BENSON. Pagina 1 IL CALCOLO DEL COSTO DI PRODOTTO IL CASO BENSON Pagina 1 BUSINESS CHALLENGE LA SOCIETÀ DI RIFERIMENTO È UNA DELLE PRINCIPALI IMPRESE INDUSTRIALE NEL SETTORE DEL PACKAGING. SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE E IL CONTROLLO DI GESTIONE DELL IMPRESA

LA PIANIFICAZIONE E IL CONTROLLO DI GESTIONE DELL IMPRESA Percorso di Formazione Manageriale per le PMI 2015 LA PIANIFICAZIONE E IL CONTROLLO DI GESTIONE DELL IMPRESA Presentazione del percorso formativo Nell ambito delle attività necessarie alla buona conduzione

Dettagli

Profilo Professionale

Profilo Professionale Profilo Professionale Addetto al Controllo di Gestione Roma 07 Gennaio 2015 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità Certificata ISO 9001:2008 Certificata OHSAS 18001:2007 Finalità L Addetto al

Dettagli

INFORMATICA Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche

INFORMATICA Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche INFORMATICA Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche legale: Corso Mazzini 151, Ascoli Piceno operativa: C.da S. Giovanni Scafa, San Benedetto del Tronto (centro polifunzionale

Dettagli

Il percorso completo è biennale e si avvale di cinque moduli di formazione annui della durata di una giornata cadauno.

Il percorso completo è biennale e si avvale di cinque moduli di formazione annui della durata di una giornata cadauno. IL PROGRAMMA La Modi Nuovi S.a.s., dopo venticinque anni di attività, ha raggiunto la leadership nella produzione di software gestionale e direzionale per le PMI, e ha maturato inoltre un esperienza consolidata

Dettagli

CORSO EXCEL AVANZATO OBIETTIVI DEL CORSO:

CORSO EXCEL AVANZATO OBIETTIVI DEL CORSO: CORSO EXCEL AVANZATO OBIETTIVI DEL CORSO: Scopo del corso è di approfondire le funzionalità di Excel affinché l'utente possa essere in grado di operare in modo efficace e professionale. In particolare

Dettagli

ANALISI DEL CASH FLOW

ANALISI DEL CASH FLOW Direzione scientifica Prof. Marco Allegrini, Dott. Alessio Poli, Dott. Iacopo Gialdini (Università di Pisa) ANALISI DEL CASH FLOW Mercoledì 17 e Lunedì 6 Maggio 2013 Ordine Commercialisti ed Esperti Contabili

Dettagli

RICHIESTE INSERITE NELLA SCHEDA DI CONTROLLO CON RIFERIMENTO AL CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA

RICHIESTE INSERITE NELLA SCHEDA DI CONTROLLO CON RIFERIMENTO AL CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA ALLEGATO RICHIESTE INSERITE NELLA SCHEDA DI CONTROLLO CON RIFERIMENTO AL CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA Premessa. Le risposte alle domande

Dettagli

Corso di formazione. Lunedì 15 e 22 settembre 2008

Corso di formazione. Lunedì 15 e 22 settembre 2008 Corso di formazione Lunedì 15 e 22 settembre 2008 Orario 9.30-13.30 / 14.30 17.30 INDICI DI BILANCIO E RENDICONTAZIONE FINANZIARIA CON EXCEL Relatori: Prof. Marco Allegrini Professore straordinario di

Dettagli

Profilo aziendale. Giugno 2008 - Pubblica

Profilo aziendale. Giugno 2008 - Pubblica Profilo aziendale Chi siamo Siamo un gruppo di professionisti esperti di gestione aziendale, che si propone come valido supporto ad imprenditori, dirigenti e manager nel ricercare, sviluppare ed applicare

Dettagli

executive master www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti.

executive master www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti. executive master COURSE www.cspmi.it General Management Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti. EXECUTIVE MASTER COURSE General Management PREMESSA Le figure al timone di un azienda hanno

Dettagli

Approccio alla logica della finanza aziendale

Approccio alla logica della finanza aziendale Corso Formazione Approccio alla logica della finanza aziendale OBIETTIVI Capire il contenuto del bilancio per creare valore. A CHI SI RIVOLGE Tutti i manager. IMPARERETE A Capire il contenuto del bilancio

Dettagli

PROGETTO CONTROLLO GESTIONE. Per la P.M.I. Per l Artigianato

PROGETTO CONTROLLO GESTIONE. Per la P.M.I. Per l Artigianato PROGETTO CONTROLLO GESTIONE Per la P.M.I. Per l Artigianato Valutare costantemente l'andamento economico della attività dell'azienda per stabilire se la sua struttura dei costi è adeguata per confrontarsi

Dettagli

Il controllo di gestione negli impianti a biogas

Il controllo di gestione negli impianti a biogas Il controllo di gestione negli impianti a biogas C è bisogno del controllo di gestione? Gli impianti a biogas hanno un ciclo produttivo apparentemente semplice che sulla carta consente agevolmente di realizzare

Dettagli

CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA

CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo CONTROLLO DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE STRATEGICA

Dettagli

PRINCIPALI NOVITA DELLA VERSIONE 2015

PRINCIPALI NOVITA DELLA VERSIONE 2015 PRINCIPALI NOVITA DELLA VERSIONE 2015 IN TUTTI I MODULI OPERATIVI Migrazione al moderno linguaggio di programmazione Visual Studio 2013. Revisione ed aggiornamento grafico dell interfaccia, delle tabelle

Dettagli

CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA

CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA 5 NOVEMBRE 2015 12 NOVEMBRE 2015 ORE 9.00-13.00 / 14.00-18.00 Sede: Iannas srl, via Principessa Iolanda 10, Quartu Sant Elena IANNAS srl Via

Dettagli

La finanza aziendale sotto controllo Molti Controller spendono l 80% del loro tempo per la rilevazione e preparazione dei dati

La finanza aziendale sotto controllo Molti Controller spendono l 80% del loro tempo per la rilevazione e preparazione dei dati La finanza aziendale sotto controllo Molti Controller spendono l 80% del loro tempo per la rilevazione e preparazione dei dati Rimane solo il 20% per la loro interpretazione! Professional Planner che cosa

Dettagli

Percorso Executive Migliorare le Performance Produttive

Percorso Executive Migliorare le Performance Produttive Percorso Executive Migliorare le Performance Produttive Ridurre gli sprechi e contenere i costi FINANZIABILE DA: Nell ambito delle opportunità formative messe a disposizione da Fondirigenti e Fondimpresa,

Dettagli

UMIQ. Il metodo UMIQ. Unindustria Bologna. Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende

UMIQ. Il metodo UMIQ. Unindustria Bologna. Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende QUALITA UNINDUSTRIA INNOVAZIONE METODO UMIQ Il metodo UMIQ Unindustria Bologna Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende Obiettivi del corso Fornire

Dettagli

In allegato il programma dei corsi. I corsi si terranno a partire dal mese di Ottobre 2011 con calendario ancora da definire.

In allegato il programma dei corsi. I corsi si terranno a partire dal mese di Ottobre 2011 con calendario ancora da definire. Ai Signori Titolari delle Aziende Associate all'unione Industriale Biellese Loro indirizzi Biella, 29 Luglio 2011 Prot. n. 09 EC/AP-mm OGGETTO: Finanza per le Piccole Imprese Corsi di Formazione ( 2 Edizione

Dettagli

In momenti di incertezza e di instabilità

In momenti di incertezza e di instabilità LA GESTIONE DELLA TESORERIA ALLA LUCE DELLA CRISI DEI MERCATI FINANZIARI In momenti di incertezza e di instabilità finanziaria il governo dei flussi di tesoreria assume una notevole importanza all interno

Dettagli

Sales Management: Tecniche di vendita e di relazioni

Sales Management: Tecniche di vendita e di relazioni Tecniche di vendita In collaborazione con Confindustria Messina Destinatari e Obiettivi del corso Il corso è rivolto a Imprenditori, Manager di PMI, Venditori e Gestori di attività di vendita che vogliono

Dettagli

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO di Massimo Lazzari e Davide Mondaini (*) L evoluzione rapida e irreversibile dei contesti di riferimento in cui le aziende si

Dettagli

PIANO DI LAVORO DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO CLASSE 5ALA PROF.SSA LUPETTI SIMONETTA ANNO SCOLASTICO 2012/13

PIANO DI LAVORO DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO CLASSE 5ALA PROF.SSA LUPETTI SIMONETTA ANNO SCOLASTICO 2012/13 PIANO DI LAVORO DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO CLASSE 5ALA PROF.SSA LUPETTI SIMONETTA ANNO SCOLASTICO 2012/13 MODULI UNITA ORARIE 1. Il controllo dei risultati attraverso l analisi di bilancio per 98 indici

Dettagli

Di seguito il dettaglio dei moduli in termini di durata e tematiche affrontate (contenuti): Tematiche

Di seguito il dettaglio dei moduli in termini di durata e tematiche affrontate (contenuti): Tematiche MODULI FORMATIVI L'iniziativa coniugherà una formazione per l'acquisizione di competenze teorico - tecniche, finalizzate alla messa in atto di strategie funzionali e all'integrazione di diverse capacit{

Dettagli

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE PROGRAMMA INTENSIVO IN 2 GIORNI CORSO DI EUROPROGETTAZIONE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE I FONDI EUROPEI 2014-2020 PER LE IMPRESE E GLI STRUMENTI OPERATIVI PER PRESENTARE LE DOMANDE DI FINANZIAMENTO Il

Dettagli

lean innovation - 10 e 17 marzo 2015 e lean sales - 25 marzo e 1 aprile 2015

lean innovation - 10 e 17 marzo 2015 e lean sales - 25 marzo e 1 aprile 2015 lean innovation - 10 e 17 marzo 2015 e lean sales - 25 marzo e 1 aprile 2015 due aree di intervento strategiche per l implementazione del lean management 1 PERCHÉ SKILLAB Perché Skillab è da anni impegnata

Dettagli

Premessa la pianificazione

Premessa la pianificazione Premessa la pianificazione Nell attuale contesto competitivo e finanziario non è più sufficiente saper gestire un operazione di sviluppo immobiliare per trarne un adeguato margine imprenditoriale: il Credit

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) PIANO DI LAVORO ECONOMIA AZIENDALE CLASSE 5 B SI

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) PIANO DI LAVORO ECONOMIA AZIENDALE CLASSE 5 B SI Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-MAIL: MAIL@ITCGFERMI.IT PIANO DI LAVORO ECONOMIA

Dettagli

Dirigere con successo un impresa del settore edile. Corso executive di alta formazione in gestione aziendale

Dirigere con successo un impresa del settore edile. Corso executive di alta formazione in gestione aziendale Dirigere con successo un impresa del settore edile Corso executive di alta formazione in gestione aziendale ITALSOFT GROUP per la formazione degli imprenditori del settore edile Il settore dell edilizia

Dettagli

CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA

CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA CORSO MANAGEMENT E GESTIONE D IMPRESA AGRICOLA E VITIVINICOLA 12 NOVEMBRE 2015 17 NOVEMBRE 2015 ORE 9.00-13.00 / 14.00-18.00 Sedi: 12/11/2015 -Iannas srl, via Principessa Iolanda 10, Quartu Sant Elena

Dettagli

Il Project Manager nelle Organizzazioni Non Profit e nelle Imprese Sociali

Il Project Manager nelle Organizzazioni Non Profit e nelle Imprese Sociali ALTA SCUOLA IMPRESA E SOCIETÀ Il Project Manager nelle Organizzazioni Non Profit e nelle Imprese Sociali VII edizione 13 marzo - 3 luglio 2015 Università Cattolica del Sacro Cuore ALTIS, Alta Scuola Impresa

Dettagli

Corso di Specializzazione VISUAL PLANNING EXPERIENCE WORKSHOP Pianificare e gestire i progetti in modo snello

Corso di Specializzazione VISUAL PLANNING EXPERIENCE WORKSHOP Pianificare e gestire i progetti in modo snello Corso di Specializzazione VISUAL PLANNING EXPERIENCE WORKSHOP Pianificare e gestire i progetti in modo snello OBIETTIVI Il pensiero Lean sostiene con forza che la complessità debba essere affrontata con

Dettagli

EXCEL per l AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE

EXCEL per l AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE EXCEL per l AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE Utilizzare al meglio Excel nell attività operativa della Funzione Amministrazione del Personale 1ª Edizione - Roma Livello Base 10-11-24-25 ottobre 2013 Livello

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA

IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA LA MISURA DELLA PERFORMANCE AREA Core Management Skills Modulo Avanzato IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance Il corso si focalizza

Dettagli

*(67,21(,03$77,25*$1,==$7,9,(

*(67,21(,03$77,25*$1,==$7,9,( 3,1,),=,21((21752//2, *(67,21(,0377,25*1,==7,9,( 68//(5,6256(801( 7HVWLPRQLDQ]DGHO*UXSSR%DQFD/RPEDUGD *=DQRQL 0LODQRJLXJQR Struttura del Gruppo Banca Lombarda 6WUXWWXUDGHO*UXSSR%DQFD/RPEDUGDH3LHPRQWHVH

Dettagli

SISTEMI DI GESTIONE, PIANIFICAZIONE E CONTROLLO

SISTEMI DI GESTIONE, PIANIFICAZIONE E CONTROLLO SISTEMI DI GESTIONE, PIANIFICAZIONE E CONTROLLO 2016 Accounting, Finance & Control Z1152.1 V Edizione / Formula weekend 18 MARZO 2016 19 MARZO 2016 REFERENTE SCIENTIFICO DELL'INIZIATIVA Cristiano Busco,

Dettagli

Le caratteristiche distintive di Quick Budget

Le caratteristiche distintive di Quick Budget scheda prodotto QUICK BUDGET Mercato imprevedibile? Difficoltà ad adeguare le risorse a una domanda instabile e, di conseguenza, a rispettare i budget?tempi e costi troppo elevati per la creazione di budget

Dettagli

13.9.2. Metodologia di controllo dei costi per centro di costo. 13.9.3. Un esempio di budget in un azienda di servizi alberghieri

13.9.2. Metodologia di controllo dei costi per centro di costo. 13.9.3. Un esempio di budget in un azienda di servizi alberghieri 1. L IMPRENDITORE E IL GOVERNO DELLA GESTIONE 1.1. L impresa e l ambiente in cui opera pag. 3 1.2. L impatto dei fattori esterni pag. 5 1.3. Il controllo dei fattori aziendali pag. 8 2. IL SISTEMA DI PIANIFICAZIONE

Dettagli

SOLUZIONE ICT: SOFTWARE GESTIONALE INTRODUZIONE SINTESI DEL CASO AZIENDALE

SOLUZIONE ICT: SOFTWARE GESTIONALE INTRODUZIONE SINTESI DEL CASO AZIENDALE SOLUZIONE ICT: SOFTWARE GESTIONALE INTRODUZIONE Non vi è dubbio che nello scenario economico attuale per incrementare il proprio vantaggio competitivo sia importante focalizzare l attenzione sugli aspetti

Dettagli

Chi Siamo. Il nostro obiettivo. www.obiettivamente.eu Obiettivamente S. C. StradaCancelloRotto, 3 70125 Bari

Chi Siamo. Il nostro obiettivo. www.obiettivamente.eu Obiettivamente S. C. StradaCancelloRotto, 3 70125 Bari Chi Siamo Il progetto Obiettivamente nasce con lo scopo di offrire una pronta risposta alle mutevoli richieste di credito da parte delle imprese, garantendo un servizio di consulenza sempre attento, innovativo

Dettagli

consulenza e soluzioni applicative al servizio dei Confidi

consulenza e soluzioni applicative al servizio dei Confidi consulenza e soluzioni applicative al servizio dei Confidi Un partner unico e innovativo: esperienze, competenze e soluzioni a supporto di ogni processo Dedagroup partner dei Confidi Oggi il mondo dei

Dettagli

Percorsi Manageriali

Percorsi Manageriali Percorsi Manageriali La finanza per le piccole medie imprese Presentazione dell iniziativa Biella, 4 marzo 2009 Obiettivi dell iniziativa L Unione Industriale Biellese intende offrire ai propri Associati

Dettagli

Cover. La soluzione gestionale per conoscere ed elaborare i TEMPI di produzione ottimizzandone i METODI di realizzo.

Cover. La soluzione gestionale per conoscere ed elaborare i TEMPI di produzione ottimizzandone i METODI di realizzo. Cover La soluzione gestionale per conoscere ed elaborare i TEMPI di produzione ottimizzandone i METODI di realizzo. Tempi e Metodi Realizzato sull esperienza vissuta in prima persona all interno delle

Dettagli

IMPIANTI.NET E il gestionale verticale ideato per le aziende che realizzano IMPIANTI TECNOLOGICI

IMPIANTI.NET E il gestionale verticale ideato per le aziende che realizzano IMPIANTI TECNOLOGICI IMPIANTI.NET E il gestionale verticale ideato per le aziende che realizzano IMPIANTI TECNOLOGICI AGGIUNGI NUOVA PROFESSIONALITA ALLA TUA AZIENDA scegliendo la semplicità e l efficienza di IMPIANTI.NET,

Dettagli

La sede operativa è a Modena ed il bacino d utenza ricomprende, oltre all Emilia-Romagna, le regioni limitrofe (Veneto, Lombardia, Marche).

La sede operativa è a Modena ed il bacino d utenza ricomprende, oltre all Emilia-Romagna, le regioni limitrofe (Veneto, Lombardia, Marche). NUOVA TESI SRL è una società che opera dal 2001 nei seguenti campi: Agevolazioni per l Innovazione (contributi a fondo perduto, benefici fiscali, ecc.); Ricerca e Selezione (Autorizzazione Ministeriale

Dettagli

Cash flow e controllo finanziario della gestione

Cash flow e controllo finanziario della gestione Cash flow e controllo finanziario della gestione Collegamenti automatici con la contabilità generale Elaborazioni con Excel Docente Dott. Alessio Poli Esperto senior in Budget e Controllo di Gestione.

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO Premessa ALLEGATO A del Capitolato Speciale d Appalto DISCIPLINARE TECNICO L Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro (di seguito anche ), con la presente procedura intende dotarsi di un Sistema

Dettagli

Corso in Store Management

Corso in Store Management in collaborazione con presenta Corso in Store Management EDIZIONE SICILIA INDICE 1) Premessa 2) Obiettivo 3) Il profilo professionale in uscita: lo Store Manager 4) Organizzazione delle attività 5) Programma

Dettagli

Pianificare e controllare il business

Pianificare e controllare il business Amministrazione, finanza e controllo In collaborazione con Confindustria Messina Destinatari e Obiettivi del corso Il percorso formativo è rivolto a persone che operano nella funzione amministrativa delle

Dettagli

12 1.2 Considerazioni organizzative inerenti le evoluzioni della contabilità analitica 1.2.1 La contabilità analitica ed il value management, p.

12 1.2 Considerazioni organizzative inerenti le evoluzioni della contabilità analitica 1.2.1 La contabilità analitica ed il value management, p. INDICE IIIX XIII Guida alla lettura Premessa 3 Capitolo primo La contabilità analitica a supporto del Processo Decisionale 6 1.1 Il significato e lo scopo della contabilità analitica 1.1.1 I principi guida

Dettagli

Master Controllo di gestione, Finanza e Business plan su excel. Taranto

Master Controllo di gestione, Finanza e Business plan su excel. Taranto Master Controllo di gestione, Finanza e Business plan su excel Taranto Gli obiettivi del Master Controllo di gestione, In collaborazione Finanza con e Business Plan Su Excel Taranto Il Master Controllo

Dettagli