Audit-Tools. lo strumento elettronico che in maniera semplice ed intuitiva consentirà di gestire il lavoro di revisione legale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Audit-Tools. lo strumento elettronico che in maniera semplice ed intuitiva consentirà di gestire il lavoro di revisione legale"

Transcript

1 Audit-Tools lo strumento elettronico che in maniera semplice ed intuitiva consentirà di gestire il lavoro di revisione legale Audit Tools consente di gestire in locale la revisione legale seguendo una metodologia collaudata del dr Antonio Cavaliere, attraverso uno strumento elettronico immediato quale excel. Ogni file andra` stampato ed archiviato seguendo le indicazioni previste. Partendo da un "cruscotto" riepilogativo delle attivita` svolte e da svolgere, e` possibile accedere ai modelli di formalizzazione ed impostazione delle carte di lavoro. Da qui per mezzo tutta una serie di link a fogli interni ed esterni, esclusivamente word e/o excel, e seguendo la numerazione riportata nel Cruscotto individuanti i vari steps di lavoro, si potra` svolgere tutta la revisione legale, con la tranquillita` di accuratezza e completezza del lavoro svolto.

2 Questo strumento consente di gestire in locale la revisione legale seguendo una metodologia collaudata del dr Antonio Cavaliere, attraverso uno strumento elettronico immediato quale excel. Ogni file andrà stampato ed archiviato seguendo le indicazioni previste. Aprendo il file excel Kick-off AUDIT-TOOLS, ci si trova davanti una pagina che si chiama Capo scheda, in pratica un cruscotto da dove si parte con il modello di formalizzazione ed impostazione delle carte di lavoro. Se sei interessato ad acquistare il prodotto clicca qui e poi sul carrello... Eccolo:

3 Rif. Cart a di Dat a 1) Acce ttazione & Mante nime nto Area Audit chiusa? St am pa Cart aceo 2) Pianificazione Area Audit chiusa? St am pa Cartaceo 1.1. Accettazione-Mantenimento si DG 2.1. Materialità (Significatività) si DG 1.2. Indipendenza si DG 2.2. Rischio di revisione si DG 1.3. Offerta si DG 2.3. Campionamento si DG 1.4. Budget ore si DP 2.4. Piano di revisione si DG 1.5. Consuntivo ore si DG 2.5. Indice-Organizzazione carte lavoro si DG 3) Ve rifiche Pe riodiche Area Audit chiusa? St am pa Cart aceo 4) Ve rifica B ilancio Area Audit chiusa? St am pa Cartaceo 3.1. Trimestre 1 si DC VT Analisi del sistema di controllo interno si DC R 3.2. Trimestre 2 si DC VT Circolarizzazioni si DC R 3.3. Trimestre 3 si DC VT Inventario si DC R 3.4. Trimestre 4 si DC VT Carte lavoro si DC R 3.5. Incontro con Collegio Sindacale si DC 4.5. Riepilogo rettifiche/riclassifiche si DC R 5) Conclusione Area Audit chiusa? St am pa Cart aceo 5.1. Eventi successivi si DC R Struttura file cartaceo 5.2. Conclusioni lavoro di revisione si DG DP : Dossier Permanente 5.3. Relazione di revisione si DG DC : Dossier Corrente 5.4. Lettera di attestazione si DG DG : Dossier Generale

4 Il cruscotto iniziale è suddiviso in 5 sezioni ovvero le 5 fasi fondamentali di ogni revisione: 1. Accettazione e mantenimento 2. Pianificazione 3. Verifiche periodiche 4. Verifica bilancio 5. Conclusione Ogni fase è suddivisa in attività per ognuna delle quali sono previsti dei documenti, excel e/o word, da compilare e in particolare: 1) Accettazione & Mantenimento 1.1. Accettazione-Mantenimento: link a un documento word impostato a modo di check list; Com pilata ed Allegat a Firmata? Rif. Carta di Dat a Test Accettazione-Mantenimento Cliente link FILE WORD (si o no) si

5 1.2. Indipendenza: link a un documento word per la rilevazione dell indipendenza del revisore e dei suoi collaboratori; Com pilat a ed Allegat a Firmata? Rif. Cart a di Dat a (si o no) Modulo Indipendenza link FILE WORD si 1.3. Offerta: link a due documenti alternativi in formato word, uno come offerta per il revisore legale ed uno come offerta per il collegio sindacale; Offerta REVISORE UNICO Offerta COLLEGIO SINDACALE link FILE WORD link FILE WORD Compilat a ed Allegat a Firmata? (si o no) si Rif. Carta di 1.4. Budget ore: link a un documento excel per la predisposizione del budget ore per risorsa e voce di bilancio;

6 GENERALE Totale Ore Partner Manager Senior Assistant 909,0 40,0 153,0 320,0 396,0 ACCETTAZIONE 8,0 4,0 4,0 PIANIFICAZIONE 36,0 4,0 8,0 12,0 12,0 CIRCOLARIZZAZIONI 20,0 8,0 12,0 INVENTARIO 28,0 4,0 24,0 CONTROLLO CARTE LAVORO 40,0 8,0 16,0 16,0 RELAZIONE DI REVISIONE 20,0 4,0 8,0 8,0 LETTERA DI ATTESTAZIONE 10,0 2,0 4,0 4,0 ALTRO 0,0.... BUDGET ORE GESTIONE LAVORO

7 1.5. Consuntivo ore: link a un documento excel per la predisposizione del consuntivo ore per risorsa e voce di bilancio tenuto conto dell offerta di cui al punto sub

8 2) Pianificazione 2.1. Materialità (Significatività): link a un documento excel dove imputando alcuni dati di bilancio del cliente in automatico viene calcolata la materialità, l errore tollerabile e il key items con l indicazione della definizione per ognuna e del livello (Alto, Medio e Basso); CALCOLO M ATERIALITA' Il re visore sce glierà la mate rialità in base al rischio di revisione de te rminato. Pertanto in un cliente dove il rischio di re visione è alto sce glie rà presumibilme nte una mate rialità bassa; mentre in un cliente dove il rischio di re visione è basso, sce glie rà pre sumibilme nte una materialità alta. Valuta: Euro 31-dic dic-09 Ricavi di vendita A Totale attività B Risultato ante imposte C Patrimonio Netto D

9 2.2. Rischio di revisione: link a dei documenti excel e word dove compilando alcune check list verrà determinato il rischio di revisione per ogni sua componente: rischio inerente, rischio impresa, rischio controllo e rischio individuazione con l indicazione della definizione per ognuna e del livello (Alto, Medio e Basso); VALUTAZIONE RISCHIO DI REVISIONE Determinare il rischio di revisione finale inserendo nella colonna "score" il risultato mediato (con valori da 1 (basso) a 5 (alto)) del rischio individuato con i documenti della colonna "note operative" e successivamente commentare il tutto nella colonna a dx. In basso commentare il risultato finale del rischio. Rischio Score Note operative Commenti revisore al valore del rischio individuato Per la valutazione del rischio impresa fare affidamento su: Rischio Impresa - Valutazione accettazione => - Valutazione mantenimento => - Valutazione continuità => Link documento Link documento DG - Valutazione impresa => Link documento DG Dal valore medio ottenuto dall'esame dei quattro documenti sopra indicati si determina il rischio impresa da riportare a sinistra in "Score". Per la valutazione del rischio controllo fare affidamento su: - a) Valut. Generale Sist. Contr. Inter. => Link documento DG - b) Esito analisi Sist. Contr. Int. => Link lavoro Rischio Controllo Dal valore ottenuto dall'esame sub a) si ottiene una prima valutazione "generale" del rischio controllo; questa poi andrà monitorata e approfondita con le verifiche indicate nell'esame sub b). Quindi ci sarà una valutazione preliminare ed una successiva valutazione che confermerà o modificherà la valutazione Campionamento: link a un documento excel dove compilando una check list verrà definito a scelta del revisore la tipologia di campionamento per ogni area di bilancio; CAMPIONAMENTO La dimensione del campione è inversamente proporzionale al rischio di revisione che si è disposti ad accettare ATTIVO IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE Tutto Vedi nota 1 in basso Voci specifiche Vedi nota 2 in basso Aproccio S istemico Vedi nota 3 in basso Approccio Accidentale Vedi nota 4 in basso inserire una "x" in corrispondenza del metodo scelto Rif. Carta di....

10 2.4. Piano di revisione: link a un documento excel dove compilando una check list verrà determinato, anche tenuto conto di quanto svolto nelle sezioni precedenti, il piano di revisione; PIANO DI REVISIONE 1. Informazioni generali dell azienda cliente Rif. Carta di Lav oro Con tro llo Denominazione sociale Sede legale e secondarie, indirizzi postali, telefonici e di posta elettronica....

11 2.5. Indice-Organizzazione carte lavoro: link a un documento excel che spiega l organizzazione e la metodologia di formalizzazione delle carte di lavoro. INDICE ORGANIZZAZIONE CARTE DI LAVORO DOSSIER PERMANENTE => DP DOSSIER GENERALE => DG DOSSIER CORRENTE => DC Le carte contengono dati storici sul cliente che abbiano una rilevanza continuativa per la revisione: contratti, piano dei conti, statuto, ecc. ecc. L'identificativo può essere DP con la numerazione da 100 e multipli per ogni sezione relativa. Le carte includono invece le informazioni e i dati relativi all incarico per l esercizio in corso ma non inerenti il lavoro operativo per la revisione: accettazione, mantenimento, pianificazione, ecc. ecc. L'identificativo può essere DG con la numerazione da 100 e multipli per ogni sezione relativa. Le carte includono le carte di lavoro tradizionali inerenti il lavoro Dossier Corrente - Verifiche Trimestrali:....

12 3) Verifiche Periodiche 3.1. Trimestre 1): link a un documento excel dove viene riportata una lista di attività che il revisore/sindaco deve espletare per il Primo trimestre con il link a file esterni, word e/o excel a modo di check list. Il documento prevedere un modello standard di verbale periodico; Ogni trimestre VERIFICA TRIMESTRALE nr. 1 Rif. Cart a di Lavo ro Dat a Lista da consegnare al cliente per il lavoro da svolgere e doc. da preparare prima della visita Esame dei registri fiscali e previdenziali (IVA, Giornale, ecc.) Esame dei versamenti periodici fiscali e previdenziali Verifica della riconciliazione bancaria (a rotazione) Esame dei libri obbligatori (Libro soci, verbali CDA, Collegio Sindacale e Assemblee) Colloquio con il management Rilevare eventuali significativi cambiamenti nel sistema di controllo interno Riepilogare/Aggiornare le irregolarità eventualmente riscontrate in occasione delle verifiche correnti/precedenti I trimestre Rif. Cart a di Lavo ro Dat a Aggiornamento del sistema di Controllo Interno (ciclo tesoreria)..

13 3.2. Trimestre 2): link a un documento excel dove viene riportata una lista di attività che il revisore/sindaco deve espletare per il Secondo trimestre con il link a file esterni, word e/o excel a modo di check list. Il documento prevedere un modello standard di verbale periodico; Ogni trimestre VERIFICA TRIMESTRALE nr. 2 Rif. Cart a di Lista da consegnare al cliente per il lavoro da svolgere e doc. da preparare prima della visita Esame dei registri fiscali e previdenziali (IVA, Giornale, ecc.) Esame dei versamenti periodici fiscali e previdenziali Verifica della riconciliazione bancaria (a rotazione) Esame dei libri obbligatori (Libro soci, verbali CDA, Collegio Sindacale e Assemblee) Colloquio con il management Rilevare eventuali significativi cambiamenti nel sistema di controllo interno Riepilogare/Aggiornare le irregolarità eventualmente riscontrate in occasione delle verifiche correnti/precedenti II trimestre Rif. Cart a di Aggiornamento del sistema di Controllo Interno (ciclo passivo) Contabilità generale (analisi dei movimenti di conto economico legati al ciclo passivo)..

14 3.3. Trimestre 3): link a un documento excel dove viene riportata una lista di attività che il revisore/sindaco deve espletare per il Terzo trimestre con il link a file esterni, word e/o excel a modo di check list. Il documento prevedere un modello standard di verbale periodico; Ogni trimestre VERIFICA TRIMESTRALE nr. 3 Rif. Cart a di Lista da consegnare al cliente per il lavoro da svolgere e doc. da preparare prima della visita Esame dei registri fiscali e previdenziali (IVA, Giornale, ecc.) Esame dei versamenti periodici fiscali e previdenziali Verifica della riconciliazione bancaria (a rotazione) Esame dei libri obbligatori (Libro soci, verbali CDA, Collegio Sindacale e Assemblee) Colloquio con il management Rilevare eventuali significativi cambiamenti nel sistema di controllo interno Riepilogare/Aggiornare le irregolarità eventualmente riscontrate in occasione delle verifiche correnti/precedenti III trimestre Rif. Cart a di Aggiornamento del sistema di Controllo Interno (ciclo attivo) Consistenza di cassa..

15 3.4. Trimestre 4): link a un documento excel dove viene riportata una lista di attività che il revisore/sindaco deve espletare per il Quarto trimestre con il link a file esterni, word e/o excel a modo di check list. Il documento prevedere un modello standard di verbale periodico; Ogni trimestre VERIFICA TRIMESTRALE nr. 4 Rif. Cart a di Lista da consegnare al cliente per il lavoro da svolgere e doc. da preparare prima della visita Esame dei registri fiscali e previdenziali (IVA, Giornale, ecc.) Esame dei versamenti periodici fiscali e previdenziali Verifica della riconciliazione bancaria (a rotazione) Esame dei libri obbligatori (Libro soci, verbali CDA, Collegio Sindacale e Assemblee) Colloquio con il management Rilevare eventuali significativi cambiamenti nel sistema di controllo interno Riepilogare/Aggiornare le irregolarità eventualmente riscontrate in occasione delle verifiche correnti/precedenti IV trime stre Rif. Cart a di Aggiornamento del sistema di Controllo Interno (ciclo produzione/magazzino) Contabilità generale (analisi dei movimenti legati al cut-off di magazzino) Esame dell anzianità dei crediti verso clienti..

16 3.5. Incontro con Collegio Sindacale: link a un documento excel dove viene riportata una linea guida da seguire nell incontro con il Collegio Sindacale per il revisore. INCONTRO COLLEGIO SINDACALE Applicabilità Note Riferimento Carte Firma a) Incontrarsi con il Collegio Sindacale al fine di scambiare dati e informazioni rilevanti per l'espletamento dei propri compiti. In particolare, per gli emittenti quotati, richiedere al Collegio Sindacale informazioni:.. 4) Verifica Bilancio 4.1. Analisi del sistema di controllo interno: link a un documento excel dove viene riportata una lista di attività che il revisore/sindaco deve espletare per ogni ciclo e processo aziendale (Tesoreria, Attivo, Passivo, Rimanenze, Cespiti e II) con il link a check list in formato word;..

17 4.2. Circolarizzazioni: link a un documento excel dove viene riportata un quadro preimpostato per il riepilogo delle circolarizzazioni per soggetto (Clienti, Fornitori, Agenti, Legali, ecc.) con il link a un documento in formato word con tutti gli standard delle lettere di circolarizzazione; Codice Contabilità Generale Clienti Nominativo Ref. Carte lavoro RIEPILOGO CIRCOLARIZZAZIONI 1 invio Risposta si/no 2 invio Risposta si/no Procedure Alternative Ref. Carte lavoro Totale verificato Totale da bilancio % di copertura.. Assicurazioni Link agli standard lettera circolarizzazione da consegnare al cliente per la preparazione delle lettere: Link Standard Circolarizzazione..

18 4.3. Inventario: link a un documento excel dove vengono riportati due file word uno con le istruzioni che il revisore dovrebbe seguire durante il controllo dell inventario a modo di check list ed uno per il cliente come procedure standard che lo stesso dovrebbe seguire nello svolgimento dell inventario; INVENTARIO Rif. Cart a di Dat a Programma di lavoro per il revisore Procedura d'inventario per il cliente da suggerire Link File Word Link File Word Com pilat a ed Allegat a Firmata? Rif. Cart a di Controllo (si o no) si

19 4.4. Carte lavoro: link a un documento excel dove vengono riportati il link a tre documenti: - uno word con la lista dei documenti standard che il cliente deve preparare per la revisione del bilancio; - uno excel con il bilancio in IV direttiva dove imputando i dati in automatico si determinano riclassificati, indici e soprattutto le capo schede di lavoro di ogni sezione di bilancio; - uno word con tutti i programmi di lavoro per ogni sezione di bilancio. Promemoria per il cliente documentazione da preparare Bilancio IV Direttiva e Capo schede Programmi di lavoro CARTE LAVORO Link File Word Link File XLS Link File Word Rif. Carta di Compilata ed Allegata Firmata? Rif. Carta di Controllo (si o no) si

20 4.5. Riepilogo rettifiche/riclassifiche: link a un documento excel dove riportare il riepilogo delle rettifiche e delle riclassifiche. RIEPILOGO RETTIFICHE / RICLASSIFICHE Descrizione rettifica Rif. Carta lavoro Euro migliaia Recepita (si/no) Totale Rettifiche -

21 5) Conclusione 5.1. Eventi successivi: link a un documento word a modo di check list da predisporre prima della predisposizione della relazione e con la stessa data. EVENTI SUCCESSIVI Rif. Carta di Eventi successivi Link File Word Com pilata ed Allegata Firmata? Rif. Carta di Controllo (si o no) si

22 5.2. Conclusioni lavoro di revisione: link a un documento excel che modo di check list consente di verificare la completezza e l accuratezza del lavoro svolto per area di bilancio. CONCLUSIONI LAVORO REVISIONE Rif. Carta di Controllo lavoro revisione Conclusioni lavoro revisione Link File Xls Link File Word Compilata ed Allegata Firmata? Rif. Carta di Controllo (si o no) si

23 5.3. Relazione di revisione: link a documenti word riportanti varie ipotesi di relazione: senza rilievi, con rilievi, giudizio negativo, no giudizio; sia per il revisore sia per il collegio sindacale.

24 5.4. Lettera di attestazione: link a un documento word con esempio standard di lettera di attestazione da far predisporre al cliente e far firmare con la stessa data della relazione da parte del cliente. NOTA BENE: 1. In tutti i file excel bisognerà compilare solo le parti evidenziati in giallo. Mentre tutti i file word vanno compilati normalmente nelle parti indicate. 2. Il file originale ancora non compilato va salvato in una cartella Master. Per ogni cliente si utilizza il file Master dando ad ognuno il nome del cliente e la data del bilancio. Quindi ad esempio: per un cliente = Bilancio , per un altro cliente = XYZ Srl Bilancio

25 La prima cosa da fare è inserire il nome del cliente in alto a sx e la data del bilancio da certificare: Questi dati vengono poi riportati in automatico in ogni foglio, salvo quelli colorati di giallo che bisognerà compilare. Successivamente compilare la parte in alto a dx con il rif. Della carta di lavoro, la data e la sigla. Ogni sezione prevede poi delle attività per ognuna delle è previsto un collegamento automatico alle attività successive con i documenti da predisporre. A destra di ogni attività di ogni sezione ci sono due colonne: - Area audit chiusa?: ha un link ad ogni pagina successiva e pertanto non va toccata. In pratica ogni attività richiede la sigla di chi ha completato la stessa nonché la risposta si / no che in automatico viene richiamata nel cruscotto. Questo consente di avere evidenza immediata circa il livello di completezza del lavoro svolto. Quindi ad esempio, nella sezione Accettazione e mantenimento, se faccio click sull attività 1.1. Accettazione il file mi rimanda ad un foglio il quale mi fornisce intanto la caposcheda da stampare, poi il nome del test da svolgere e in più il link al file da compilare (colorato in arancione) a destra del quale ci sono 4 colonne (che si ripeteranno in ogni carta di lavoro): o Compilata ed allegata firmata?: inserendo qui si o no viene ripresa nel file iniziale cruscotto; o Rif. Carta di lavoro: qui bisognerà mettere il riferimento della carta di lavoro dove si troverà il test da svolgere; Per una migliore spiegazione circa l organizzazione delle carte di lavoro si rimanda alle sezione Pianificazione, attività 2.5.; o ; o, ovvero la firma di chi ha fatto cosa. - Stampa cartaceo: in pratica è l indicazione di quale dox cartaceo deve contenere tale documentazione. In questo caso DG ovvero Dossier Generale. Per una migliore spiegazione circa l organizzazione delle carte di lavoro si rimanda alle sezione Pianificazione, attività 2.5. Il foglio di ogni attività di ogni sezione prevede in alto a sx un link chiamato Capo scheda di colore arancione, che schiacciando sopra riporta al cruscotto iniziale. Ogni foglio è già pronto per la stampa. NOTA BENE: Alcune parti in giallo del file sono già compilate ma a solo titolo di esempio e quindi modificabili.

26 Nella sezione Pianificazione, attività 2.5. è riportata la spiegazione circa l organizzazione delle carte di lavoro secondo il ns metodo (metodo dr Antonio Cavaliere). Tuttavia a seguire è riportata per comodità. Si raccomanda cmq di stampare sempre la sezione ed inserirla nelle carte di lavoro quale spiegazione per chi le dovesse prendere in mano. DOSSIER PERMANENTE => DP DOSSIER GENERALE => DG DOSSIER CORRENTE => DC Le carte contengono dati storici sul cliente che abbiano una rilevanza continuativa per la revisione: contratti, piano dei conti, statuto, ecc. ecc. L'identificativo può essere DP con la numerazione da 100 e multipli per ogni sezione relativa. Le carte includono invece le informazioni e i dati relativi all incarico per l esercizio in corso ma non inerenti il lavoro operativo per la revisione: accettazione, mantenimento, pianificazione, ecc. ecc. L'identificativo può essere DG con la numerazione da 100 e multipli per ogni sezione relativa. Le carte includono le carte di lavoro tradizionali inerenti il lavoro operativo per la revisione così suddiviso: Dossier Corrente - Verifiche Trimestrali: VT-1: Le carte includono le carte di lavoro relative alla Prima Verifica Trimestrale dell'anno. L'identificativo può essere VT-1 con la numerazione da 100 e multipli per ogni sezione relativa. VT-2: Le carte includono le carte di lavoro relative alla Seconda Verifica Trimestrale dell'anno. L'identificativo può essere VT-1 con la numerazione da 100 e multipli per ogni sezione relativa. VT-3: Le carte includono le carte di lavoro relative alla Terza Verifica Trimestrale dell'anno. L'identificativo può essere VT-1 con la numerazione da 100 e multipli per ogni sezione relativa. VT-4: Le carte includono le carte di lavoro relative alla Quarta Verifica Trimestrale dell'anno. L'identificativo può essere VT-1 con la numerazione da 100 e multipli per ogni sezione relativa. Dossier Corrente - Revisione: A-100: Le carte includono il bilancio in IV direttiva referenziato e "spuntato" con il bilancio di verifica (in B-100 e ss). L'identificativo può essere A con la numerazione da 100 in poi. B-100: Le carte includono il bilancio di verifica referenziato e "spuntato" con il resto delle carte di lavoro (in C-Z). L'identificativo può essere B con la numerazione da 100 in poi. da C100 fino a Z100: Le carte includono le carte di lavoro di tutte le sezioni del bilancio. L'identificativo può essere: C-100 Imm. Immateriali D-100 Imm. Materiali E-100 Imm. Finanziarie F-100 Rimanenze G-100 Crediti commerciali H-100 Altri crediti I-100 Tesoreria J-100 Ratei e risconti

27 K-100 Patrimonio netto L-100 Fondi oneri e rischi M-100 Debiti commerciali N-100 Altri debiti O-100 Crediti e debiti infragruppo P-100 Conti d'ordine Q-100 Imposte R-100 Personale S-100 Conto economico T-100 Analisi del sist. di controllo int. U-100 Circolarizzazioni V-100 Inventario Z-100 Eventi successivi X-100 Riepilogo Rettifiche/Riclassifiche Se sei interessato ad acquistare il prodotto clicca qui e poi sul carrello...

CAPITOLO IV LA DOCUMENTAZIONE DEL LAVORO

CAPITOLO IV LA DOCUMENTAZIONE DEL LAVORO CAPITOLO IV LA DOCUMENTAZIONE DEL LAVORO 1 DOCUMENTO 230: LA DOCUMENTAZIONE DEL LAVORO Il revisore può avere una conoscenza approfondita della società revisionata e della sua attività, in ragione dei rapporti

Dettagli

@REGOLA REVISIONE LEGALE DEI CONTI. Software per la revisione legale basato sui principi di revisione internazionali

@REGOLA REVISIONE LEGALE DEI CONTI. Software per la revisione legale basato sui principi di revisione internazionali @REGOLA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Software per la revisione legale basato sui principi di revisione internazionali Indice e sintesi dei contenuti Indice 1. Quadro normativo 2. Descrizione del processo

Dettagli

BILANCIO. Verifiche contabili e sistema di controllo interno. Check list e fac-simili. CONTABILITÀ. di Antonio Cavaliere

BILANCIO. Verifiche contabili e sistema di controllo interno. Check list e fac-simili. CONTABILITÀ. di Antonio Cavaliere VERIFICHE PERIODICHE per il revisore legale e per i sindaci Verifiche contabili e sistema di controllo interno. Check list e fac-simili. di Antonio Cavaliere Con le modifiche introdotte al Codice civile

Dettagli

Revisionelegalee controllo qualità: budget e consuntivo ore

Revisionelegalee controllo qualità: budget e consuntivo ore Revisionelegalee controllo qualità: budget e consuntivo ore di Alberto Pesenato (*) Il controllo di qualità stabilito dal D.Lgs. n. 39/2010 e basato sui Principi di Revisione ISA: 200-220 - ISCQ si riferisce

Dettagli

ATTIVITA DI VIGILANZA E CONTROLLO CONTABILE NELLE SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO

ATTIVITA DI VIGILANZA E CONTROLLO CONTABILE NELLE SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO ATTIVITA DI VIGILANZA E CONTROLLO CONTABILE NELLE SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Premessa Le società di Mutuo Soccorso, se pur assimilate agli enti di tipo associativo, hanno una propria legge di riferimento

Dettagli

Metodologie per la determinazione del rischio di revisione

Metodologie per la determinazione del rischio di revisione Metodologie per la determinazione del rischio di revisione di Alberto Pesenato (*) La determinazione del rischio di revisione, richiesta dai principi di revisione ISA Italia adottati dal MEF, si è sviluppata

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER SPECIALISTICO IN REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE in collaborazione con MASTER SPECIALISTICO IN REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE 30 Novembre, 01-06 07 14-15 Dicembre 2012 Aga hotel - Catania Via Ruggero di Lauria, 43 DESTINATARI

Dettagli

Revisione legale e controllo qualità: le «Asserzioni»

Revisione legale e controllo qualità: le «Asserzioni» Revisione legale e qualità: le «Asserzioni» Alberto Pesenato (*) Per poter esprimere un giuzio sul bilancio il revisore legale scompone l obiettivo finale riferito al bilancio nel suo complesso in sotto

Dettagli

BILANCIO CONTABILITÀ. Rimanenze di esercizio. per la REVISIONE. di Antonio Cavaliere

BILANCIO CONTABILITÀ. Rimanenze di esercizio. per la REVISIONE. di Antonio Cavaliere revisione legale Guida alla RIMANENZE di MAGAZZINO Analisi della «posta» di bilancio dedicata alle rimanenze, ossia quei beni che formano oggetto dell attività imprenditoriale insieme a tutti i beni materiali

Dettagli

Il collegio sindacale incaricato della revisione legale e dell analisi del rischio (metodo del risk approach)

Il collegio sindacale incaricato della revisione legale e dell analisi del rischio (metodo del risk approach) Il collegio sindacale incaricato della revisione legale e dell analisi del rischio (metodo del risk approach) di Alberto Pesenato (*) Uno degli aspetti maggiormente critici nell impostazione dell attività

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO AIDC Milano - EUTEKNE LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PMI

MASTER SPECIALISTICO AIDC Milano - EUTEKNE LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PMI LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PMI Il Master specialistico in La revisione legale dei conti per le PMI è un percorso completo, finalizzato a formare il professionista in materia di revisione legale

Dettagli

Corso La nuova revisione legale Verbania, 14 e 22 marzo 2011

Corso La nuova revisione legale Verbania, 14 e 22 marzo 2011 Corso La nuova revisione legale Verbania, 14 e 22 marzo 2011 Obiettivi Il corso si propone l obiettivo di fornire una panoramica esauriente delle finalità della revisione legale e della certificazione

Dettagli

King Bilanci. Gestione Bilanci e Fondo Imposte

King Bilanci. Gestione Bilanci e Fondo Imposte King Bilanci Gestione Bilanci e Fondo Imposte Gestione Bilanci e Fondo Imposte... 3 L elaborazione innovativa dei bilanci e Fiscalità Integrata... 3 I moduli scalabili di KING BILANCI... 4 L innovazione

Dettagli

Roberto Ciompi CONOSCI IL TUO BILANCIO? L importanza di analizzare e riclassificare il bilancio della Tua impresa.

Roberto Ciompi CONOSCI IL TUO BILANCIO? L importanza di analizzare e riclassificare il bilancio della Tua impresa. Roberto Ciompi CONOSCI IL TUO BILANCIO? L importanza di analizzare e riclassificare il bilancio della Tua impresa. 1 CIOMPI ROBERTO CONOSCI IL TUO BILANCIO? L importanza di analizzare e riclassificare

Dettagli

Il software per la revisione legale

Il software per la revisione legale Il software per la revisione legale IL SOFTWARE PER LA REVISIONE LEGALE Perché utilizzare Revisoft Revisoft si basa sul presupposto che il Collegio sindacale, per la professionalità ed esperienza dei suoi

Dettagli

Regolamento di contabilità

Regolamento di contabilità Regolamento di contabilità Approvato con atto del Consiglio di Amministrazione n. 25 del 14/09/2012 14/09/2012 Pag. 1 Articolo 1 Oggetto del Regolamento INDICE Articolo 2 Documenti obbligatori Articolo

Dettagli

Il CONTROLLO CONTABILE. a cura di Andrea Rossi

Il CONTROLLO CONTABILE. a cura di Andrea Rossi Il CONTROLLO CONTABILE a cura di Andrea Rossi Overview del processo di revisione Fase prelim inare Fase di verifica sul bilancio Determ inazione della materialità Valutazione rischio di individuazione

Dettagli

BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE

BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE A. ASPETTI GENERALI Oggetto Il presente regolamento

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Tecniche di revisione e le Carte di lavoro. FQR srl - Formazione e Qualità nella Revisione

Tecniche di revisione e le Carte di lavoro. FQR srl - Formazione e Qualità nella Revisione Tecniche di revisione e le Carte di lavoro 1 Agenda Tecniche di revisione Aspetti generali Circolarizzazioni Inventario Carte di Lavoro L organizzazione delle carte di lavoro Caso pratico: Carte di lavoro

Dettagli

Come ti controllo l azienda

Come ti controllo l azienda Comprensione e valutazione Come ti controllo l azienda Le procedure di controllo possono essere uno strumento di potere notevole per il management interno all azienda soprattutto in tempo di automatizzazione

Dettagli

I crediti Obiettivi di revisione

I crediti Obiettivi di revisione Rif sm/np 1 Corso di Audit e Governance Università degli Studi di Bergamo Dott. Stefano Mazzocchi Rif sm/np 2 I crediti Obiettivi di revisione I principali obiettivi sono: Esistenza (E) Valutazione (V)

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e vendite Novembre 2013 Indice 1. Crediti e vendite 2. Obiettivi di revisione 3. Pianificazione della revisione 4. La valutazione del sistema di controllo interno

Dettagli

MODELLI / FORMULARI DELLA REVISIONE LEGALE - 2014 DEMO DEL SUPPORTO INFORMATICO

MODELLI / FORMULARI DELLA REVISIONE LEGALE - 2014 DEMO DEL SUPPORTO INFORMATICO MODELLI / FORMULARI DELLA REVISIONE LEGALE - 2014 DEMO DEL SUPPORTO INFORMATICO www.revisori.eu 1. Inserimento del CD nel computer avvio automatico con il file autorun e posizionamento nella home che segue.

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale

Commento al tema di Economia aziendale Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sul controllo di gestione ed è articolato in una parte obbligatoria e tre

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO CONSUNTIVO 2014 RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO CONSUNTIVO 2014 Signori Soci, con riferimento all esercizio chiuso al 31 dicembre 2014 abbiamo svolto sia l'attività di vigilanza sia le funzioni di controllo

Dettagli

Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità

Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità di Fabrizio Bava e Alain Devalle (*) Le verifiche periodiche del revisore legale trovano una loro disciplina

Dettagli

INTRODUZIONE ( Capp. 77 78) Il principio di revisione 200 A64, A65 indica una nozione dell entità aziendale di minori dimensioni.

INTRODUZIONE ( Capp. 77 78) Il principio di revisione 200 A64, A65 indica una nozione dell entità aziendale di minori dimensioni. ALBERTO PESENATO Revisore Legale Consulente Area 231/2001 Dottore Commercialista www.albertopesenato.net I PARTECIPANTI SONO INVITATI A STAMPARE IL PRESENTE MATERIALE UTILE E NECESSARIO AD UN EFFICACE

Dettagli

IL PROCESSO DI REVISIONE.

IL PROCESSO DI REVISIONE. IL PROCESSO DI REVISIONE. 5) segue Esecuzione piano di audit (2 di 3): Procedure di revisione in merito a Crediti e Immobilizzazioni materiali ed immateriali! " # $ %&'&$%&'' (# % %&'' 1 Post traguardo

Dettagli

IL SOFTWARE PER LA REVISIONE LEGALE

IL SOFTWARE PER LA REVISIONE LEGALE IL SOFTWARE PER LA REVISIONE LEGALE Versione 2013 w w w. r e v i s o f t. i t INDICE LA PROCEDURA DI REVISIONE sintesi per le imprese di minore dimensione Finalità della Revisione... 3 I Principi di Revisione...

Dettagli

VERIFICA, nel corso dell esercizio, della REGOLARE TENUTA della CONTABILITA e della CORRETTA RILEVAZIONE dei FATTI di GESTIONE

VERIFICA, nel corso dell esercizio, della REGOLARE TENUTA della CONTABILITA e della CORRETTA RILEVAZIONE dei FATTI di GESTIONE COLLEGIO SINDACALE CON REVISIONE LEGALE NELLE PMI VERIFICA, nel corso dell esercizio, della REGOLARE TENUTA della CONTABILITA e della CORRETTA RILEVAZIONE dei FATTI di GESTIONE FIORANNA NEGRI ASSIREVI

Dettagli

RELAZIONE SUL RENDICONTO PER L ESERCIZIO 2012. Il Revisore unico di ATERSIR

RELAZIONE SUL RENDICONTO PER L ESERCIZIO 2012. Il Revisore unico di ATERSIR RELAZIONE SUL RENDICONTO PER L ESERCIZIO 2012 Il Revisore unico di ATERSIR Preso in esame lo schema di rendiconto per l esercizio 2012 proposto dal Direttore dell AGENZIA composto e corredato dai seguenti

Dettagli

Raccolta, verifica e quadratura dei tributi e degli oneri riflessi a carico dell Ente

Raccolta, verifica e quadratura dei tributi e degli oneri riflessi a carico dell Ente CONTABILITA ATTIVITA /PROCEDIMENTI UFFICIO I - R.E. - CONTABILITA, BILANCIO E SERVIZI A TERZI Area Tipologia Modalità di adempimento Termine iniziale Termine finale Atto conclusivo Responsa bile del procedim

Dettagli

Revisione legale e controllo qualità: le verifiche periodiche e i relativi verbali

Revisione legale e controllo qualità: le verifiche periodiche e i relativi verbali Revisione legale e controllo qualità: le verifiche periodiche e i relativi verbali di Alberto Pesenato (*) Il controllo di qualità stabilito dal D.Lgs. n. 39/2010 è basato sui Principi di Revisione ISA:

Dettagli

RICHIESTE INSERITE NELLA SCHEDA DI CONTROLLO CON RIFERIMENTO AL CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA

RICHIESTE INSERITE NELLA SCHEDA DI CONTROLLO CON RIFERIMENTO AL CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA ALLEGATO RICHIESTE INSERITE NELLA SCHEDA DI CONTROLLO CON RIFERIMENTO AL CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA Premessa. Le risposte alle domande

Dettagli

Esercitazione di riepilogo. Stato Patrimoniale della Beta al 9/10/2012. Conto Economico della Beta al 31/12/2012

Esercitazione di riepilogo. Stato Patrimoniale della Beta al 9/10/2012. Conto Economico della Beta al 31/12/2012 Esercitazione di riepilogo Stato Patrimoniale della Beta al 9/10/2012 Conto Economico della Beta al 31/12/2012 1. Transazioni a. Il 2 settembre 2012 viene acquistato un brevetto per un valore di 35000

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PROFESSIONALE DI CONSULENZA ED ASSISTENZA IN MATERIA FISCALE E TRIBUTARIA

AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PROFESSIONALE DI CONSULENZA ED ASSISTENZA IN MATERIA FISCALE E TRIBUTARIA AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PROFESSIONALE DI CONSULENZA ED ASSISTENZA IN MATERIA FISCALE E TRIBUTARIA In esecuzione alla determinazione n. 24 del 21/12/2015, la società FARMACIA

Dettagli

IL CONTROLLO DEI CREDITI

IL CONTROLLO DEI CREDITI IL CONTROLLO DEI CREDITI Relatore: Dott. Aldo Cecilia Loiacono OPEN Dot Com Spa Servizio: Nome servizio Pag. 1 PREMESSA INDISPENSABILE: COME ORGANIZZARE E FARE LA REVISONE CONTABILE 1. STABILISCO COME

Dettagli

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Nota Salvatempo Contabilità 06 MAGGIO 2013 Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Fino all anno 2012, il

Dettagli

Controllo qualità nella revisione: valutare le risorse umane

Controllo qualità nella revisione: valutare le risorse umane Controllo qualità nella revisione: valutare le risorse umane di Alberto Pesenato (*) Il controllo di qualità fa esplicito riferimento alla preparazione e competenza professionale delle risorse umane impiegate

Dettagli

VERBALE N. 2/2010. Sono presenti i revisori: - Dott. Enzo Bongarzone Presidente - Rag. Sebastiano Chece Componente - Dott. Gaetano Rossi Componente

VERBALE N. 2/2010. Sono presenti i revisori: - Dott. Enzo Bongarzone Presidente - Rag. Sebastiano Chece Componente - Dott. Gaetano Rossi Componente VERBALE N. 2/2010 Alle ore 11,00 del giorno 25 maggio 2010, presso la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Isernia, si è riunito il Collegio dei Revisori dei Conti dell Azienda Speciale

Dettagli

ELABORAZIENDA LA SOLUZIONE COMPLETA DEL COMMERCIALISTA TELEMATICO PER L ANALISI DI BILANCIO I REPORT PERIODICI LO SCORING IL BUDGET

ELABORAZIENDA LA SOLUZIONE COMPLETA DEL COMMERCIALISTA TELEMATICO PER L ANALISI DI BILANCIO I REPORT PERIODICI LO SCORING IL BUDGET ELABORAZIENDA LA SOLUZIONE COMPLETA DEL COMMERCIALISTA TELEMATICO PER L ANALISI DI BILANCIO I REPORT PERIODICI LO SCORING IL BUDGET Sommario Introduzione: questo non è il solito foglio di Excel per l Analisi

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA GESTIONE DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA

GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA GESTIONE DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA GESTIONE DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 GLI ADEMPIMENTI CONTABILI E FISCALI: I

Dettagli

Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230

Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230 Guida al controllo contabile di Fabrizio Bava e Alain Devalle * Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230 Il principio di revisione n.230 stabilisce le regole

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - ADDETTO ALLA CONTABILITA

Dettagli

LA CONTABILITÀ DI ACTAGEST Versione 5.0 - aprile 2009

LA CONTABILITÀ DI ACTAGEST Versione 5.0 - aprile 2009 LA CONTABILITÀ DI ACTAGEST Versione 5.0 - aprile 2009 Le funzioni contabili sono disponibili nelle soluzioni di ACTAGEST Amministrazione Struttura ISO9000 La contabilità non è disponibile nelle soluzioni

Dettagli

Enti e Aziende del SSN

Enti e Aziende del SSN Allegato A Enti e Aziende del SSN PERCORSI ATTUATIVI DELLA CERTIFICABILITA Ministero della Salute Ministero dell Economia e delle Finanze 48 1. Premessa Ai sensi di quanto disposto dall articolo 2 del

Dettagli

3 La revisione del sistema di controllo interno

3 La revisione del sistema di controllo interno 3 La revisione del sistema di controllo interno Secondo i vecchi Principi di revisione italiani, il sistema di controllo interno 1 è l insieme delle direttive, delle procedure e delle tecniche adottate

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio VERSIONE OTTOBRE 2014 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Versione: 20141024-1

Dettagli

FSE 2007-2013 Vademecum per la presentazione dei giustificativi di spesa

FSE 2007-2013 Vademecum per la presentazione dei giustificativi di spesa FSE 2007-2013 Vademecum per la presentazione dei giustificativi di spesa PREMESSA La programmazione FSE 2007-2013 prevede che le erogazioni a favore del beneficiario avvengano secondo il seguente schema:

Dettagli

PICCOLA AZIENDA. Gestionale 1. Con i gestionali Zucchetti hai tutto sotto controllo!

PICCOLA AZIENDA. Gestionale 1. Con i gestionali Zucchetti hai tutto sotto controllo! PICCOLA AZIENDA Gestionale 1 Con i gestionali Zucchetti hai tutto sotto controllo! IL SOFTWARE CHE CREA SUCCESSO Gestionale 1 Qualità e semplicità a costi ridotti Gestionale 1 Zucchetti è la risposta immediata

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DELLO STATO PATRIMONIALE a cura Giuseppe Polli giuseppe_polli@virgilio.it

LA RICLASSIFICAZIONE DELLO STATO PATRIMONIALE a cura Giuseppe Polli giuseppe_polli@virgilio.it LA RICLASSIFICAZIONE DELLO STATO PATRIMONIALE a cura Giuseppe Polli giuseppe_polli@virgilio.it è disponibile un semplice ed utilissimo software sull analisi di bilancio predisposto dall autore in vendita

Dettagli

GUIDA OPERATIVA ALLA GESTIONE DEL FASCICOLO DI BILANCIO

GUIDA OPERATIVA ALLA GESTIONE DEL FASCICOLO DI BILANCIO GUIDA OPERATIVA ALLA GESTIONE DEL FASCICOLO DI BILANCIO Questo breve manuale vuole essere una sintetica guida operativa per lo sviluppo delle differenti fasi in cui idealmente si compone un bilancio; per

Dettagli

NOTA INTEGRATIVA XBRL

NOTA INTEGRATIVA XBRL NOTA INTEGRATIVA XBRL BILANCIO CEE E NOTA INTEGRATIVA I bilanci relativi all esercizio chiuso il 31 Dicembre 2014 o successivi a tale data e depositati nel Registro delle Imprese dal 04 marzo 2015 devono

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2013 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Comunicazione del revisore con i responsabili delle attività di governance e con il pubblico Dicembre 2013 Comunicazioni del revisore con i responsabili delle attività di

Dettagli

RevisionelegaleePMI: un approccio sistematico

RevisionelegaleePMI: un approccio sistematico RevisionelegaleePMI: un approccio sistematico di Alberto Pesenato (*) Il controllo di ualità stabilito dal D. Lgs. n. 39/2010 e basato sui Principi di Revisione ISA: 200-220 ISCQ 1 si riferisce anche alla

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

L ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Treviso L ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DI REVISIONE LEGALE 23 novembre 2010 Relatore: dott. Marco Della Putta 1 Indice: a) La pianificazione della

Dettagli

FONDAZIONE OAT TORINO - Via Giolitti n. 1 CAPITALE SOCIALE: euro 77.468,53 interamente versato

FONDAZIONE OAT TORINO - Via Giolitti n. 1 CAPITALE SOCIALE: euro 77.468,53 interamente versato FONDAZIONE OAT TORINO - Via Giolitti n. 1 CAPITALE SOCIALE: euro 77.468,53 interamente versato BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2012 SITUAZIONE PATRIMONIALE ATTIVO A) CREDITI VERSO SOCI B) IMMOBILIZZAZIONI I. IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

PROPOSTA FORMATIVA FQR

PROPOSTA FORMATIVA FQR PROPOSTA FORMATIVA FQR 1. Modulo: Contabilità Generale COGE 1: La contabilità generale COGE 2: Analisi di bilancio COGE 3: I principi contabili internazionali CONSO 1: Il bilancio consolidato (corso base)

Dettagli

SOMMARIO 1. IL GRUPPO PUBBLICO LOCALE 2. I RISCHI DEL GRUPPO PUBBLICO LOCALE 3. IL BILANCIO CONSOLIDATO

SOMMARIO 1. IL GRUPPO PUBBLICO LOCALE 2. I RISCHI DEL GRUPPO PUBBLICO LOCALE 3. IL BILANCIO CONSOLIDATO SOMMARIO 1. IL GRUPPO PUBBLICO LOCALE 1.1. Il comune da ente ad holding. Un esempio... 3 1.2. Cosa succede negli enti territoriali italiani... 9 1.3. Il programma di razionalizzazione di Carlo Cottarelli...

Dettagli

CONTABILITÀ FINANZIARIA ASCOT 3 IL PROSPETTO DI CONCILIAZIONE SPECIFICHE FUNZIONALI SCHEMI OPERATIVI SOLUZIONE AI PROBLEMI

CONTABILITÀ FINANZIARIA ASCOT 3 IL PROSPETTO DI CONCILIAZIONE SPECIFICHE FUNZIONALI SCHEMI OPERATIVI SOLUZIONE AI PROBLEMI PROGETTO ASCOT COD. : ASCOT-31-PC-01 VERS. : 1.00.00 DATA : 1.03.2002 CONTABILITÀ FINANZIARIA ASCOT 3 IL PROSPETTO DI CONCILIAZIONE SPECIFICHE FUNZIONALI SCHEMI OPERATIVI SOLUZIONE AI PROBLEMI AGGIORNAMENTI

Dettagli

Archimede ver. 3.0.0. 2013 GUIDA FUNZIONALE ARCHIMEDE VER. 3.0.0.

Archimede ver. 3.0.0. 2013 GUIDA FUNZIONALE ARCHIMEDE VER. 3.0.0. GUIDA FUNZIONALE ARCHIMEDE VER. 3.0.0. 1 Scopo della guida: La presente guida ha lo scopo di fornire una visione globale delle funzionalità del programma. La spiegazione particolareggiata dei campi e del

Dettagli

Valutazione del SCI da parte del revisore. Caso Elettronica Italia Soluzioni. Corso di revisione aziendale anno accademico 2012-2013

Valutazione del SCI da parte del revisore. Caso Elettronica Italia Soluzioni. Corso di revisione aziendale anno accademico 2012-2013 Rif sm/fb 1 Valutazione del SCI da parte del revisore Caso Elettronica Italia Soluzioni Corso di revisione aziendale anno accademico 2012-2013 Università degli Studi di Bergamo Prof.ssa Stefania Servalli

Dettagli

ORGANIGRAMMA. STAFF ASP VALLONI allegato a delibera Cda n. 19 del 06.07.2012. Assemblea dei Soci. Collegio dei Revisori.

ORGANIGRAMMA. STAFF ASP VALLONI allegato a delibera Cda n. 19 del 06.07.2012. Assemblea dei Soci. Collegio dei Revisori. ORGANIGRAMMA Collegio dei Revisori Assemblea dei Soci Cda - Presidenza Direzione Generale Amministrazione, Finanza e Controllo di Gestione Risorse Umane, Organizzazione e Qualità Appalti e Forniture Sistemi

Dettagli

Sistema Ipsoa Professionista

Sistema Ipsoa Professionista Sistema Ipsoa Professionista CONTABILITA RITENUTE CESPITI Competenza e Innovazione al centro del Sistema Un software innovativo Software nativo Windows Interfaccia intuitiva apprendimento immediato Archivi

Dettagli

CitySoftware SERVIZI FINANZIARI. Info-Mark srl

CitySoftware SERVIZI FINANZIARI. Info-Mark srl CitySoftware SERVIZI FINANZIARI Info-Mark srl Via Rivoli, 5/1 16128 GENOVA Tel. 010/591145 Fax 010/591164 Sito internet: www.info-mark.it e-mail Info-Mark@Info-Mark.it L area dei servizi finanziari e di

Dettagli

Allegato 17 Check list quality review

Allegato 17 Check list quality review Allegato 17 Check list quality review Descrizione del lavoro di verifica svolto Si/No/Commenti I- Pianificazione I risultati dell attività di audit pianificata/preliminare sono stati riportati nella Strategia

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. 30/09/2011 30/06/2011 Diff.%le in Euro/ml Patrimonio Netto 11,07 10,50 5,38 Posizione (indebitamento) finanziaria

COMUNICATO STAMPA. 30/09/2011 30/06/2011 Diff.%le in Euro/ml Patrimonio Netto 11,07 10,50 5,38 Posizione (indebitamento) finanziaria Sommario COMUNICATO STAMPA Dati Economici Consolidati 01/07/2011 01/07/2010 Diff.%le Trimestrali 30/09/2011 30/09/2010 in Euro/ml Valore della Produzione 17,95 18,01 (0,36) Costi Operativi (20,99) (16,26)

Dettagli

BILANCI E ANALISI DEI DATI

BILANCI E ANALISI DEI DATI Release 5.20 Manuale Operativo BILANCI E ANALISI DEI DATI Libro Inventari La gestione del libro inventari consente di effettuare l elaborazione e la stampa del libro inventari. Può essere composto da:

Dettagli

BILANCIO CONTABILITÀ. revisione legale. di Antonio Cavaliere

BILANCIO CONTABILITÀ. revisione legale. di Antonio Cavaliere revisione legale Guida alla REVISIONE della TESORERIA (CASSA e BANCHE) Approfondiamo la «posta» di bilancio dedicata alla ovvero alla revisione delle disponibilità liquide e dei debiti di natura finanziaria,

Dettagli

Il principio ISA Italia n. 230 'La documentazione della revisione contabile' Silvia Fossati

Il principio ISA Italia n. 230 'La documentazione della revisione contabile' Silvia Fossati Il principio 'La documentazione della revisione contabile' Silvia Fossati - La documentazione della revisione contabile Documentazione di revisione (anche "carte di lavoro"): l'evidenza documentale delle

Dettagli

Sito internet: Bilancio al 31/12/2010

Sito internet: Bilancio al 31/12/2010 CONSORZIO ASI LECCE Sede in: ZONA INDUSTRIALE - 73100 - LECCE (LE) Codice fiscale: 00380090753 Partita IVA: 00380090753 Capitale sociale: Euro 1.170.960,53 Capitale versato: Euro 1.170.960,53 Registro

Dettagli

LEZIONE DI PIANIFICAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA

LEZIONE DI PIANIFICAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA Reggio Emilia, 10 dicembre 2014 LEZIONE DI PIANIFICAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA A cura di Dott. Comm. Davide Zappoli Dott. Comm. Sara Casali Studio Nanni 1 GLI OBIETTIVI DELLA LEZIONE Redazione del Business

Dettagli

COLLEGIO DEI COSTRUTTORI EDILI DI BRESCIA E PROVINCIA

COLLEGIO DEI COSTRUTTORI EDILI DI BRESCIA E PROVINCIA COLLEGIO DEI COSTRUTTORI EDILI DI BRESCIA E PROVINCIA Studio Associato Braga Tecla - Mutti Roberto Dottori Commercialisti Revisori contabili Presentazione dei servizi di assistenza 1 Introduzione Lo scopo

Dettagli

REVISIONE del FONDO per RISCHI ed ONERI e del TFR

REVISIONE del FONDO per RISCHI ed ONERI e del TFR REVISIONE LEGALE Guida alla REVISIONE del FONDO per RISCHI ed ONERI e del TFR Approfondiamo il tema della revisione dedicata ai fondi: rischi ed oneri e Tfr, con il dettaglio delle modalità operative finalizzate

Dettagli

Bilancio al 31/12/2012

Bilancio al 31/12/2012 Sede in VERONA - PIAZZALE STEFANI, 1 Capitale Sociale versato Euro 20.000,00 Iscritta al Registro Imprese di VERONA Codice Fiscale e N. iscrizione Registro Imprese 03549600231 Partita IVA: 03549600231

Dettagli

I GIUDIZI (LA RELAZIONE ) SUL BILANCIO

I GIUDIZI (LA RELAZIONE ) SUL BILANCIO I GIUDIZI (LA RELAZIONE ) SUL BILANCIO I GIUDIZI SUL BILANCIO Articolo 2409-ter 1. Il revisore o la società incaricata del controllo contabile: a).; b) verifica se il bilancio di esercizio e, ove redatto,

Dettagli

La necessità di controllare l evoluzione

La necessità di controllare l evoluzione METODI LA COSTRUZIONE DEL BUDGET DI TESORERIA: L ESPERIENZA DI ALFA S.P.A. La necessità di controllare l evoluzione dell andamento finanziario in un ristretto arco di tempo viene soddisfatta dal budget

Dettagli

AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/2008

AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/2008 FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE DEI GIORNALISTI ITALIANI RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE CON INCARICO DELLA REVISIONE CONTABILE Ai sensi degli artt.2403, 2409-bis, 2409-ter e 2429 c.c. AL BILANCIO CHIUSO

Dettagli

Principi di comportamento del Collegio sindacale. Consiglio Nazionale dei Dottori commercialisti e dei Ragionieri (Stralci)

Principi di comportamento del Collegio sindacale. Consiglio Nazionale dei Dottori commercialisti e dei Ragionieri (Stralci) ALLEGATO 2 Norma 2.3 Norma 2.4 Norma 2.5 Norma 2.7 Norma 2.8 Norma 2.9 Norma 2.12 Norma 2.13 Norma 3.1 Norma 3.2 Norma 3.3 Norma 3.4 Norma 3.5 Norma 3.6 Norma 3.7 Norma 4.1 Norma 4.2 Norma 4.3 Norma 4.4

Dettagli

AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL

AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL VIA PALLODOLA 23 19038 - SARZANA (SP) CODICE FISCALE 00148620115 CAPITALE SOCIALE EURO 844.650 BILANCIO DI ESERCIZIO CHIUSO AL 31.12.2013 Nota integrativa La presente

Dettagli

Usando la cassa come misura della liquidità, l azienda è più o meno liquida alla fine dell esercizio di quanto fosse al 1 gennaio?

Usando la cassa come misura della liquidità, l azienda è più o meno liquida alla fine dell esercizio di quanto fosse al 1 gennaio? Copyright 2008 The Companies srl Capitolo 5 Il conto economico e la misurazione dei costi Problemi Problema 5-1 Ace SpA opera in un economia con alti livelli inflazionistici. Il 1 gennaio l indice dei

Dettagli

Corso Base di Formazione per dipendenti e collaboratori di studi professionali Martedì 1 aprile 2014

Corso Base di Formazione per dipendenti e collaboratori di studi professionali Martedì 1 aprile 2014 Corso Base di Formazione per dipendenti e collaboratori di studi professionali Martedì 1 aprile 2014 1 PROCEDURE AMMINISTRATIVE CONTABILI A) ACQUISIRE LA DOCUMENTAZIONE DI OGNI FATTO DI GESTIONE B) RISPETTARE

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo

L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo Partendo dal bilancio di verifica della società TWENTY SpA si effettui un analisi delle tre dimensioni della: - Liquidità - Solidità - Redditività STATO PATRIMONIALE

Dettagli

Percorso Attuativo della Certificabilità dei Bilanci. PAC Bilanci

Percorso Attuativo della Certificabilità dei Bilanci. PAC Bilanci Percorso Attuativo della Certificabilità dei Bilanci PAC Bilanci Sommario Il quadro normativo... 4 Applicazione del Piano Attuativo della Certificabilità dei Bilanci... 4 A) Area Requisiti generali...

Dettagli

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Nota Salvatempo Contabilità 22 APRILE 2013 Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Fino all anno 2012, il

Dettagli

ENTRIAMO IN AZIENDA 3

ENTRIAMO IN AZIENDA 3 ENTRIAMO IN AZIENDA 3 Imprese industriali sistema informativo di bilancio e imposizione fiscale TOMO 1 IL SISTEMA INFORMATIVO DI BILANCIO M O BILANCIO D U L O 3 BILANCIO D ESERCIZIO ANALISI PER INDICI

Dettagli

Sistema Pagamenti SSR

Sistema Pagamenti SSR Sistema Pagamenti SSR Manuale funzionalità inserimento fattura formato FatturaPa Utente profilo Fornitori di Beni e Servizi e Strutture Erogatrici senza contratto di budget Accordo Pagamenti INDICE Introduzione...

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005

RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005 RELAZIONE TRIMESTRALE II TRIMESTRE 2005 Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 29 luglio 2005 Poligrafica San Faustino S.p.A. 25030 CASTREZZATO (BS) ITALY - V. Valenca 15 Tel. (030) 70.49.1 - (10

Dettagli

DOCUMENTI UTILIZZATI Fatture Documenti con informazioni per il bilancio Documenti specifici per ogni attività svolta Anagrafe

DOCUMENTI UTILIZZATI Fatture Documenti con informazioni per il bilancio Documenti specifici per ogni attività svolta Anagrafe AZIENDA STUDIO... STUDIO... STUDIO... ATTIVITÀ SVOLTA registrazione e archiviazione fatture di acquisto e vendita registrazione/inserimento documenti in relativi archivi controllo e presentazione bilancio

Dettagli

TRIBUNALE DI PESCARA. CONCORDATO PREVENTIVO n.. S.R.L.

TRIBUNALE DI PESCARA. CONCORDATO PREVENTIVO n.. S.R.L. TRIBUNALE DI PESCARA CONCORDATO PREVENTIVO n.. S.R.L. Via.. - PESCARA (PE ) Codice fiscale Partita iva Registro Imprese di PESCARA n.. - Numero R.E.A. PE ALLEGATO N.1 ex art. 161 L.F., comma 2, lett. a)

Dettagli

PRIMO CORSO FINANZIATO IL RAPPORTO DI LAVORO NELLE COOPERATIVE (3gg.) e IL RAPPORTO DI LAVORO GIORNALISTICO (3gg.)

PRIMO CORSO FINANZIATO IL RAPPORTO DI LAVORO NELLE COOPERATIVE (3gg.) e IL RAPPORTO DI LAVORO GIORNALISTICO (3gg.) PRIMO CORSO FINANZIATO IL RAPPORTO DI LAVORO NELLE COOPERATIVE (3gg.) e IL RAPPORTO DI LAVORO GIORNALISTICO (3gg.) Durata: 6 gg. (1 incontro a settimana) Calendario: 3/10/17 luglio 4/11/18 settembre 2012

Dettagli

API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO IMMOBILIARE ROZZANO S.R.L. IN LIQUIDAZIONE

API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO IMMOBILIARE ROZZANO S.R.L. IN LIQUIDAZIONE API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO Società con Socio Unico Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte del Comune di Rozzano Sede in Piazza Foglia 1-20089 Rozzano ( Mi) Capitale sociale

Dettagli

affermazioni di bilancio Titoli ... analisi fattori di rischio criticità di bilancio

affermazioni di bilancio Titoli ... analisi fattori di rischio criticità di bilancio Titoli affermazioni di bilancio analisi fattori di rischio... criticità di bilancio Titoli procedure di revisione natura estensione tempistica criticità di bilancio... TITOLI principali aree di bilancio

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO UNICO DI ATENEO ESERCIZIO 2014 DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO UNICO DI ATENEO ESERCIZIO 2014 DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO UNICO DI ATENEO ESERCIZIO 2014 DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA Il bilancio in esame è unico per tutto l Ateneo di Brescia (n. di studenti stimato

Dettagli

a cura dell'area Amministrazione e Finanza BILANCIO UNICO DI ATENEO ESERCIZIO 2014

a cura dell'area Amministrazione e Finanza BILANCIO UNICO DI ATENEO ESERCIZIO 2014 a cura dell'area Amministrazione e Finanza BILANCIO UNICO DI ATENEO ESERCIZIO 2014 STATO PATRIMONIALE- POLITECNICO DI MILANO Esercizio UE Autonoma UE Periodo Voce riclassificato Con Dettagli Con Esercizio

Dettagli

La tua attività a portata di mano AZIENDALE

La tua attività a portata di mano AZIENDALE La tua attività a portata di mano AZIENDALE MOLTO PIÙ DI UN SEMPLICE GESTIONALE AFFIDABILE, FLESSIBILE E MULTIPIATTAFORMA. ACCOMPAGNA IL CLIENTE NELL EVOLUZIONE DELLA SUA IMPRESA. TARGET DEL PRODOTTO TARGET

Dettagli

MASTER AIDC Milano - EUTEKNE

MASTER AIDC Milano - EUTEKNE ANNO FORMATIVO 2015 2016 Giunto alla 4 edizione, il Master di aggiornamento AIDC, coordinato e organizzato in collaborazione con Eutekne, si conferma come un articolato ed efficace momento di aggiornamento

Dettagli

MODALITÀ DI COMPILAZIONE DEL PIANO D INVESTIMENTO AGROINDUSTRIALE

MODALITÀ DI COMPILAZIONE DEL PIANO D INVESTIMENTO AGROINDUSTRIALE PIANO NAZIONALE DI SOSTEGNO AL SETTORE VITIVINICOLO MISURA INVESTIMENTI Regolamento (UE) n. 1308/2013, articolo 50 MODALITÀ DI COMPILAZIONE DEL PIANO D INVESTIMENTO AGROINDUSTRIALE 1 / 11 INDICE Introduzione...

Dettagli