OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, 5 20143 Milano Tel. 02/833016 Fax 02/70058639 pag. 1"

Transcript

1 OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 1

2 VERSIONE 7.2 Copyright OSLO s.r.l. Tutti i diritti riservati Questo programma è tutelato dalle leggi sul copyright, dalle leggi sui diritti d'autore e dalle risposizioni dei trattati internazionali. La riproduzione o distribuzione non autorizzata di questo programma sarà perseguibile civilmente e penalmente. OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 2

3 Sommario 1 Interfaccia Utente Funzionalità di base Collegamento Autenticazione Selezione installazione Selezione del data mart Selezione dell attività da svolgere Generazione di nuovi report da criteri predefiniti Pubblicazione Report Visualizzazione apertura e salvataggio dei report Gestione cartelle private e pubbliche Visualizzazione informazioni sui report Eliminazione di report e modelli Aggiornamento di report, tabelle o viste Visualizzazione e rilancio dei modelli Generazione di pdf da rilancio di modelli mdb e xls Rilancio multiplo di modelli Visualizzazione informazioni sui modelli Modifica impostazioni del modello Aggiunta di criteri ad un modello Upload di documenti Ricerca di documenti Avvertenze funzionalità avanzate Creazione di un cruscotto da modello qvw (senza criteri) Creazione e gestione di un Budget Union, minus e subselect Creazione tabelle/viste Distribuzione report Associazione e gestione dei task tramite ReportMed Generazione di pdf da QlikView Pubblicazione automatica Amministrazione del sistema Gestione utenti Gestione gruppi Gestione criteri Appendici Appendice A - Installazione xbagger Appendice B - Pivot di Excel FORMATTAZIONE DEI PIVOT (estratto dall help di Microsoft Excel 2000) Appendice C Formattazione Pivot Aggiunta e rimozione di campi Mostrare o nascondere i totali complessivi in un rapporto tabella pivot Aggiungere o rimuovere subtotali in un rapporto tabella pivot Visualizzare i subtotali della tabella pivot all'inizio o alla fine di un gruppo di subtotali OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 3

4 5.3.5 Visualizzazione degli elementi superiori o inferiori in un campo di una tabella o di un grafico pivot Raggruppare o separare gli elementi selezionati in un campo di una tabella pivot o grafico pivot Selezionare dati in un rapporto di tabella pivot Risolvere i problemi relativi ai pivot OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 4

5 OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 5

6 1 Interfaccia Utente Figura 1 F1 Frame dei Comandi Generali F2 Frame per accedere agli Archivi dei Report e dei Modelli F3 Frame per la scelta dell attività che si desidera svolgere F1 P2 P4 P6 P7 P1 P3 P5 P8 P1 Per visualizzare l elenco delle installazioni P2 Come P1 P3 Per generare un Nuovo Report P4 Per accedere alla maschera per la ricerca e l eliminazione di documenti P5 Per accedere aal maschera di ricerca dei Task (solo utenti abilitati) P6 Per accedere all Help in linea P7 Per cambiare password P8 Per uscire dall applicazione OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 6

7 Figura 2 F2 P9 P11 P13 P15 P10 P12 P14 P16 P17 P9 Per selezionare il Data Mart su cui lavorare P10 Per visualizzare l elenco dei Data Mart disponibili P11 Per visualizzare i Report richiesti durante la giornata di lavoro su tutti i Data Mart P12 Per visualizzare i Report richiesti durante la giornata di lavoro sul Data Mart selezionato P13 Per accedere all Archivio dei Report P14 Per aggiornare la lista dei Report inseriti nell Archivio P15 Per accedere all Archivio dei Modelli P16 Per aggiornare la lista dei Modelli inseriti nell Archivio P17 Per accedere alla pagina contenente l elenco dei report/modelli della cartella selezionata OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 7

8 2 Funzionalità di base OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 8

9 2.1 Collegamento Per collegarsi all applicativo ReportMed occorre: aprire il Browser Microsoft Internet Explorer 6.0 (o versione successiva) digitare l indirizzo server>/reportmed/ nell apposito spazio. OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 9

10 2.2 Autenticazione Nella finestra Enter Network Password inserire User Name e Password forniti dall Amministratore di Sistema premere OK. Alternativamente, l autenticazione potrebbe essere stata impostata tramite una pagina web in cui vanno inserite le medesime informazioni (vedi figura successiva). OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 10

11 2.3 Selezione installazione Avvenuta l Autenticazione ReportMed proporrà l elenco delle installazioni (Ambiti di Lavoro) a cui l utente potrà accedere. selezionare nella casella Installazione l area di lavoro premere il pulsante Connessione. NOTE: In un qualunque momento è possibile cambiare la selezione dell installazione cliccando i pulsanti P1 o P2 (FIGURA 1 o seguente). P1 P2 OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 11

12 2.4 Selezione del data mart Dopo aver selezionato l installazione è necessario indicare il Data Mart su cui si intende lavorare selezionandolo dalla lista proposta. fare doppio clic sul nome di un Data Mart, oppure: evidenziare col mouse il nome del Data Mart, premere il pulsante P10 (FIGURA 2 o seguente). NOTE: Anche in questo caso l utente, in qualsiasi momento, potrà cambiare il Data Mart di lavoro cliccando sul pulsante P10 e ripetendo la selezione. P10 OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 12

13 2.5 Selezione dell attività da svolgere Dopo aver selezionato Installazione e Data Mart viene presentata la schermata con tutte le attività che sarà possibile svolgere (se abilitate) come mostrato in figura P18 P19 P20 P21 P22 Figura P18 Per creare report o esportazione dati da criteri predefiniti e preconfigurati P19 Per creare report o esportazione dati inserendo direttamente il comando SQL da eseguire P20 Per creare cruscotti Qlikview a partire da modelli predefiniti P21 Per creare TASK a partire da zero o da modelli predefiniti P22 Per importare nel repository documenti creati esternamente OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 13

14 2.6 Generazione di nuovi report da criteri predefiniti La FIGURA 1 mostra la prima schermata che il Browser proporrà una volta selezionato il Data Mart. Nel frame F3 verranno presentate in successione le varie schermate per l acquisizione di tutte quelle informazioni necessarie per la generazione di un nuovo Report. Figura La maschera Selezione dei Criteri (FIGURA 2.6.1) consente all utente la selezione dei Metacampi (Criteri) da inserire nel Report: selezionare i Criteri (almeno 2) facendo doppio click sul singolo Criterio oppure, dopo averli evidenziati con il mouse tenendo premuto il tasto [Ctrl], premere il pulsante con la freccia verso destra. I Criteri selezionati saranno spostati dall elenco di sinistra a quello di destra. Per deselezionare uno o più Metacampi basterà ripetere le stesse operazioni premendo però il pulsante con la freccia verso sinistra. (E possibile filtrare l elenco dei criteri selezionando uno dei raggruppamenti di comodo presenti nella combo posta sopra gli elenchi. Per la gestione degli elenchi vedere PARAGRAFO 4.3). aggiungere un criterio costante numerico o alfanumerico cliccando sui pulsanti Cost Num o Cost Char e trattarli come se fossero dei normali criteri, impostandone la parametrizzazione o indicandone direttamente il valore nella maschera successiva. Sarà anche possibile definire un alias (nome) per la corrispondente colonna che verrà generata, altrimenti essa verrà denominata con Num1, Num2, Chr1, Chr2, selezionare il tipo di interrogazione desiderata (Pivot, Budget, Esportazione Dati,Qvw ). La selezione del Tipo di interrogazione permette di decidere se l output dell interrogazione dovrà essere un pivot di Excel, piuttosto che causare la generazione di una tabella o vista OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 14

15 nel DB. L elenco dei tipi di interrogazione presentato dipende dalle impostazioni associate dall amministratore al singolo utente e dai tipi di modelli configurati nel sistema per singola Installazione e Data Mart. E possibile configurare per lo stesso tipo (es. Pivot) più modelli base (es. con differente formattazione e/o macro) di partenza. L impostazione di questo dato avrà delle ripercussioni sulla costruzione delle successive maschere. NOTA: la scelta del tipo di interrogazione è molto importante perché determinerà la quantità degli output di risultato dell interrogazione. Per esempio scegliendo un tipo di interrogazione Pivot alla fine del processo si potrà richiedere anche un output Access il sistema però genererà entrambi i formati quando magari quello pivot non serviva. Scegliendo un interrogazione di tipo Estrazione dati, invece, l output finale sarà uno solo e non verrà quindi generato la pivot risparmiando tempo ed evitando eventuali errori dovuti alla quantità di dati gestibile da excel. Selezionare la Tabella principale sulla quale prelevare i dati per l elaborazione cliccare sulla scritta Avanti qualora si voglia annullare le selezioni fatte in precedenza e ritornare alla situazione di partenza, premere Annulla ; ATTENZIONE: Da tutte le pagine sarà possibile accedere ad un Help in linea (cliccando sulla scritta Help ) che indica i passi da seguire per la selezione dei criteri di formattazione del Report. A questo punto potrebbe apparire una pagina di richiesta inserimento variabili (FIGURA 2.6.2) Figura OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 15

16 La comparsa di questa finestra dipende dai criteri sezionati, se infatti tra di essi sarà presente un criterio parametrico questa verrà visualizzata altrimenti si passerà immediatamente alla pagina successiva. Un criterio parametrico è un particolare criterio che ha riportato nel suo codice la richiesta di un parametro ed è stato introdotto per particolari elaborazioni. Figura Selezionando avanti si arriva alla pagina di FIGURA che presenta l elenco dei Metacampi selezionati affiancati da una checkbox. Settando i flag si richiede all applicativo un aiuto nella scelta dei valori da associare ai criteri selezionati che verranno proposti nella schermata successiva. ATTENZIONE: Per non appesantire il server e per velocizzare l accesso alle pagine successive, si consiglia di richiedere l aiuto solo per quei criteri su cui si desidera imporre delle condizioni o per i quali non si conoscano i valori dei codici di riferimento. settare i flag relativi ai Criteri per i quali si desidera un elenco di valori selezionabili premere Avanti NOTE: Per tornare alla finestra precedente a quella visualizzata premere Indietro ; per visualizzare la prima finestra di generazione del Report premere Nuovo. OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 16

17 Figura Esempio di criteri costanti Figura La pagina successiva (FIGURA 2.6.4) consente la definizione dei filtri da effettuare sui dati e delle modalità per la formattazione del Report. Per ogni Criterio sarà possibile: definire la visibilità o meno del Criterio (1) associare un filtro ad un Criterio (2), di tipo esplicito o di tipo parametrico Figura OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 17

18 Esempio di filtri Una volta impostate le proprietà del Report premere Avanti NOTE: (1) Se il Flag verrà disabilitato il Criterio relativo concorrerà alla definizione della stringa SQL di generazione del Report ma i campi fisici, sempre relativi a tale Criterio, non verranno inseriti nel Layout del Report. (2) Se nella maschera precedente si era deselezionato il Flag relativo ad un Criterio in questa pagina verrà proposta una casella con una lista di valori dai quali sarà possibile sceglierne uno. Qualora l utente lo desideri, potrà inserire nella casella di testo una stringa SQL che definisca delle condizioni sul relativo Criterio (cliccando sul pulsante SQL posto di fianco al nome del campo verrà visualizzata un altra maschera che faciliterà la costruzione del filtro, rendendo disponibili un elenco di possibili scelte - vedi FIGURA Consultare l Appendice A). La freccia verde di fianco all elenco consentirà l inserimento delle condizioni SQL. La freccia rossa permetterà invece di ritornare a visualizzare l elenco. La maschera successiva (FIGURA 2.6.7) permette la selezione dei Campi da includere ne Layout del Report. Le modalità per la selezione sono identiche a quelle relative alla pagina Selezione dei Criteri (FIGURA 2.6.1). OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 18

19 Figura La maschera Inserimento dei Parametri di FIGURA verrà visualizzata solamente se in precedenza si sono definite Parametrizzazioni sui Criteri. Facendo doppio clic sulla casella di testo verrà mostrato un elenco di valori assegnabili al Criterio. Per l assegnazione del valore al Parametro occorrerà cliccare due volte sul valore prescelto. NOTE: (1) E possibile effettuare l inserimento a mano se si conoscono i valori associabili al campo. Una imprecisa impostazione del filtro causerebbe il fallimento dell intera interrogazione. Figura OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 19

20 Qualora non vi siano Campi Parametrizzati verrà subito presentata la maschera di FIGURA (Pivot), nella quale l utente dovrà inserire: Il Nome e la Descrizione del Report La descrizione del Modello che verrà generato contestualmente al Report (opzionale, se settato il flag) I formati in cui desidera esportare il Report Le Autorizzazioni per l accesso al Report La cartella in cui posizionare il report In caso di report pubblicato l eventuale nome, descrizione pubblica e posizione del report Figura NOTE: In caso di creazione di Pivot di Excel saranno presenti (sotto l elenco del tipo di esportazioni) altre 5 funzionalità (come in FIGURA 2.6.9) che consentono nell ordine di: 1 realizzare anche un esportazione su foglio di Excel di tutte le righe risultanti 2 eliminare il nome dell utente che ha realizzato il report nell intestazione di stampa del report stesso 3 reimpostare la cache di Excel durante la creazione del Pivot (utile su rilancio di modelli con aggiunta/eliminazione di campi, qualora questi non venissero inclusi nell elenco dei campi del pivot) 4 Utilizzare la formattazione da un report esistente come base per il report corrente (vedi anche PARAGRAFO 3.5) OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 20

21 5 mantenere allineata l interrogazione con la definizione corrente dei criteri che la compongono (in caso contrario l interrogazione rimarrà congelata alla versione dei metadati presenti al momento della creazione del report) NOTE2: Selezionando ulteriori formati per l esportazione dei dati, verrà presentato (se configurati) un sotto elenco di tutti i modelli, di quel formato, utilizzabili come si può vedere in FIGURA Figura NOTE3: Se si sceglie Nessuno il Report sarà visibile solo all utente creatore e all Amministratore del Sistema. Pubblica consente di accedere ad una ulteriore maschera in cui sarà possibile specificare gli utenti, le classi e i gruppi di utenti a cui rendere visibile il report in lettura e/o scrittura, e/o il modello, come si può vedere in FIGURA (una spiegazione più dettagliata della pubblicazione viene proposta nel paragrafo 2.7 Pubblicazione report). OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 21

22 Figura Premendo Avanti la richiesta verrà inviata al Server che gli attribuirà un identificativo univoco (Numero del Report vedi FIGURA ). Figura OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 22

23 L utente potrà monitorare lo stato della sua richiesta di Report cliccando sul pulsante Report di Sessione (P12 in FIGURA 2) e, quando di fianco all identificativo del Report verrà proposto un semaforo verde, potrà visionare il Report direttamente nel Browser (vedi FIGURA 2.7.1). NOTE: Il colore del Semaforo accanto all identificativo del Report ha i seguenti significati: giallo: il report è stato inserito nella coda dei processi ed è in attesa di essere eseguito. Il numero tra le parentesi che segue l identificativo del Report indica la posizione che esso occupa nella coda delle richieste azzurro: il Report è in esecuzione rosso: l elaborazione del Report ha causato un errore (la query ha restituito 0 record) verde: il Report è stato eseguito con successo Cliccando sull identificativo del Report verrà aperta una nuova finestra che ne permetterà la visione. Per procedere alla definizione di un nuovo Report occorrerà cliccare sulla scritta Nuovo (FIGURA ) oppure sul pulsante P3 di FIGURA 1. OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 23

24 2.7 Pubblicazione Report Nel repository di Reportmed i report vengono distinti in Report Personali e Report Pubblici (vedi FIGURA 2.7.1) Figura In Report Personali ci sono tutti i report creati dall utente mentre nei Report Pubblici ci sono i report che gli altri utenti hanno pubblicato all utente stesso. E possibile pubblicare un report o in fase di creazione (vedi paragrafo 2.6 ) o successivamente cliccando sull icona che si trova sulla sinistra in corrispondenza del report nella schermata dove vengono elencate le estrazioni effettuate (FIGURA 2.7.2) Figura Sulla finestra che viene aperta bisogna selezionare il bottone MODIFICA PROPRIETA (FIGURA 2.7.3) OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 24

25 Figura E nella successiva finestra selezionare l icona di pubblicazione (FIGURA 2.7.4) Figura OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 25

26 A questo punto apparirà la schermata di pubblicazione vera e propria (FIGURA 2.7.5) comune all operazione fatta in fase di creazione report (vedi paragrafo 2.6) Figura In questa finestra è possibile scegliere che tipo di pubblicazione fare per il report (1) quindi se ai singoli utenti, a gruppi di utenti o a classi di utenti. E possibile decidere a chi pubblicare il report scegliendo da un elenco (2) che varierà a seconda della prima scelta. I valori di questo elenco possono essere selezionati o con doppio click del muose o, una volta evidenziati, premendo l apposito pulsante (3). In questo elenco è possibile effettuare una selezione multipla tenendo premuto il tasti CTRL della tastiera mentre si selezionano le voci con il mouse. I valori, una volta selezionati, verranno visualizzati nella parte inferiore della maschera dove sarà possibile scegliere come pubblicare il report spuntando le opportune caselle (4) che hanno il seguente significato: r (read): pubblica il report solo in lettura, non sarà quindi consentito il all utente a cui viene pubblicato il salvataggio di eventuali modifiche w (write): pubblica il report in scrittura, sarà quindi consentito il all utente a cui viene pubblicato il salvataggio di eventuali modifiche u (update): consente all utente a cui viene pubblicato di poter aggiornare il report M (model): consenta all utente a cui viene pubblicato di poter rilanciare il modello nel caso il report lo fosse OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 26

27 E possibilie eliminare una voce dalla pubblicazione selezionando la casella corrispondente (5) e cliccando sul apposito pulsante (6) Una volta concluse le operazioni bisognerà premere sul tasto CONFERMA per applicarle definitivamente. Selezionando il tasto CHIUDI non verrà salvata nessuna modifica mentre il tasto ANNULLA permette di riportare la maschera all ultima situazione salvata. Tornando alla schermata precedente (FIGURA 2.7.4) è importante selezionare il pulsante SALVA se si vuole confermare le operazioni fatte sulla pubblicazione. OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 27

28 2.8 Visualizzazione apertura e salvataggio dei report Nel frame F2 (vedi FIGURA 2) sono possibili le seguenti operazioni: Cliccando sul pulsante P11, viene visualizzato l elenco dei Report mandati in esecuzione su tutti i Data Mart durante un periodo di tempo configurabile dalla i nella parte destra della sezione. Alla sinistra dell identificativo del Report verrà proposto lo stato della richiesta (vedi NOTE di pag. 23). Utilizzando il tasto P12 verrà aggiornato l elenco che sarà però in questo caso filtrato sul datamart corrente. Questa finestra viene comunque aggiornata automaticamente ogni 3 secondi ed è ridimensionabile per una migliore fruibilità. Se configurato, sarà anche presento l elenco dei Task mandati in esecuzione. (Figura 2.8.1) Figura Da questa sezione, cliccando sul semaforo (opzione attiva solo se l interrogazione non è già terminata correttamente) è possibile aprire la seguente schermata (FIGURA 2.8.2) che permette di effettuare alcune operazioni sui report Figura OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 28

29 Da qui, per i report appartenenti al proprio utente, sarà possibile ripristinare le interrogazioni andate in errore o eliminare quelle in coda purchè non siano in quel momento in esecuzione. In questa finestra verranno visualizzati anche i report di altri utenti sui quali però non sarà possibile compiere nessuna operazione. Cliccando sul pulsante P13, verranno mostrati due elenchi: quello delle cartelle create dall utente per gestire i propri Report e quello delle cartelle create dall amministratore per la distribuzione dei Report pubblici. Selezionando una cartella vengono visualizzati nel frame centrale i Report contenuti in tale raccoglitore; i report non posizionati in nessuna cartella sono visualizzati quando si clicca sull intestazione della sezione ( Report Personali o Report Pubblici ). I Report vengono elencati con: numero identificatore, data di creazione, nome e descrizione del Report, eventuale data di aggiornamento. Esempio di visualizzazione dell elenco Report: Figura Il significato dei sei pulsanti in alto a destra è il seguente: aggiornamento dei report selezionati OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 29

30 eliminazione dei report selezionati creazione modelli dei report selezionati pubblicazione dei report selezionati (con scelta di sostituire l eventuale pubblicazione già presente, oppure inserirla in aggiunta) spostamento dei report selezionati aggiornamento dell elenco dei report Nell elenco sono prima visualizzate le sottocartelle e poi l elenco dei report vero e proprio, con alcune informazioni e icone che permettono di effettuare diverse operazioni. In particolare le icone identificano: tipo Esportazione dati (tabella o vista Oracle oppure file Excel, Access, ) tipo Pivot interrogazione con UNION o MINUS O IN SELECT (in generale ottenuta con più passaggi) interrogazione da SQL diretto file PDF (da Upload o da rilancio di modello MDB o pivot) interrogazione di tipo Cruscotto (se abilitato) in base a Cruscotti predefiniti e precedentemente configurati tipo Task creato (se abilitato) in base a modelli predefiniti e precedentemente configurati interrogazione di tipo Qlik (se abilitato) upload di file Excel tipo budget I colori possono cambiare a seconda delle impostazioni di sicurezza o delle operazioni effettuate (es. Budget consolidato o no, Pivot pubblicato o no). (solo per utenti abilitati) cliccando su quest icona viene aperta una OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 30

31 finestra che visualizza l SQL eseguito per il corrispondente report e l Explain Plan dello stesso. cliccando su tale icona si apre una finestra che mostra le informazioni sulla struttura dell interrogazione: criteri selezionati, filtri definiti, valore dei parametri, ecc. Da questa nuova finestra sarà poi possibile: eliminare il report selezionato ed eventualmente il modello corrispondente, accedere alle proprietà del report (nome, descrizione, visibilità) ed eventualmente modificarle, lanciare l aggiornamento del report con reimpostazione dei parametri (FIGURA 2.8.4). (vedi anche Sezione 2.10, VISUALIZZAZIONE INFORMAZIONI SUI REPORT ). permette di selezionare/deselezionare tutti i criteri. Figura A questo punto sarà possibile, per tutti quelle tipologie di estrazioni che lo prevedono, aprire il report selezionando il nome stesso dalla pagina dell elenco report (FIGURA 2.8.3) dove questo è sottolineato (link attivo). Nel caso siano state richieste diverse tipologie di estrazioni selezionando il nome del report verrà aperta quella principale (corrispondente all icona dell lenco report) mentre sarà possibile aprire le altre cliccando sull icona delle informazioni del report maschera che si aprirà (FIGURA 2.8.5) e utilizzando gli opportuni pulsanti presenti sulla OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 31

32 Figura Una volta aperto il report, e fatte eventualmente delle modifiche allo stesso, alla chiusura, se l utente è abilitato, verrà data la possibilità di salvarlo tramite la finestra di FIGURA Figura L utente potrà salvare i report creati da se stesso e quelli creati da altri utenti, aperti quindi dall elenco dei REPORT PUBBLICI, che gli sono stati opportunamente pubblicati anche in scrittura. OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 32

33 2.9 Gestione cartelle private e pubbliche Le interrogazioni eseguite sono raggruppabili in cartelle definite dall utente per migliorarne la visibilità e la navigabilità. Cliccando sul bottone posizionato sopra la scritta Report Personali, viene visualizzata una nuova maschera (FIGURA 2.9.1) che consente di creare o eliminare raccoglitori e di spostare delle interrogazioni all interno di essi. Aggiunta raccoglitore: Scegliere l opzione Aggiungi raccoglitore con nome Scrivere il nome del raccoglitore da aggiungere Selezionare il raccoglitore in cui creare la nuova cartella Premere ESEGUI Figura Viene visualizzato un messaggio di conferma: OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 33

34 Aggiunta documenti ad un raccoglitore: Scegliere l opzione Sposta Report Selezionare i documenti da spostare Selezionare il raccoglitore di destinazione Premere ESEGUI Figura Viene visualizzato un messaggio di conferma: Eliminazione di un raccoglitore: Selezionare il raccoglitore da eliminare Selezionare la voce Elimina Raccoglitore Premere ESEGUI OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 34

35 Figura Viene visualizzato un messaggio di conferma. Aggiornare gli elenchi di report e modelli (utilizzando i pulsanti P14 e P16 di FIGURA 2). Gli elenchi presenteranno la situazione aggiornata con la nuova cartella e i documenti dentro di essa. NOTE: Lo spostamento di un report in una cartella causa anche lo spostamento del modello associato (i report che hanno un modello associato hanno l icona delle informazioni affiancata da una m ). Non è possibile posizionare report e modello associato in cartelle diverse. OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 35

36 Le stesse operazioni possono essere fatte, dall utente amministratore di ReportMed, anche per i Report Pubblici semplicemente selezionando il bottone di quella sezione. La configurazione dell alberatura dei Report Pubblici sarà quindi uguale per tutti gli utenti. Per quanto riguarda invece ARCHIVIO MODELLI verranno riportate esattamente le stesse configurazioni dei privati e pubblici configurate in ARCHIVIO REPORT OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 36

37 2.10 Visualizzazione informazioni sui report Cliccando sull icona posta a fianco dell identificativo di un Report, si apre una nuova finestra, contenente le informazioni riguardanti la struttura dell interrogazione. Figura Sulla sinistra vengono visualizzate le informazioni generiche sul Report (nome, descrizione, ecc ) e nelle sezioni Report e Tabelle verranno visualizzati dei pulsanti relativi ai formati nei quali il Report (e/o la Tabella associata) sono stati salvati. Cliccando su questi pulsanti verrà aperta una nuova finestra del Browser che consentirà la visualizzazione o il Download del Report/Tabella prescelto. Sono anche presenti due percorsi possibili di azione, Elimina e Modifica proprietà che consentono di eliminare il report o il modello e di modificarne le proprietà (nome, descrizione, salvataggio come modello e visibilità agli altri utenti). Sulla destra viene visualizzata una maschera che riassume le modalità di creazione e formattazione del Report. OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 37

38 2.11 Eliminazione di report e modelli Report e modelli possono essere eliminati in due diversi modi. Il primo consiste nell eliminare il report (e/o modello) cliccando il pulsante Elimina presente nella finestra delle proprietà del report. Si aprirà una nuova maschera che permetterà l eliminazione del report (o il drop fisico in caso di tabella nel DB) e del modello associato se esiste. Selezionando il tasto Elimina si confermerà la cancellazione e apparirà una schermata di riepilogo dell operazione effettuata. OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 38

39 La seconda modalità è l eliminazione diretta di uno o più report dalla finestra che visualizza l elenco dei report o di uno o più modelli dalla finestra con l elenco dei modelli (vedi FIGURA 2.8.3). Si selezionano i report da eliminare e si clicca sul pulsante. Apparirà un messaggio di conferma e poi l elenco dei report eliminati (FIGURE , , ). Figura Figura Figura OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 39

40 2.12 Aggiornamento di report, tabelle o viste Anche l aggiornamento delle interrogazioni può essere effettuato con due differenti modalità: una permette anche di modificare i parametri di filtro prima di rilanciare l esecuzione della query ed è la richiesta di aggiornamento lanciata dalla maschera che visualizza la struttura dell interrogazione (vedi FIGURA e dettaglio FIGURA ). Figura Comparirà una maschera riepilogativa con i parametri con cui era stato lanciato il report l ultima volta (FIGURA ). Figura OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 40

41 Selzionando Aggiorna si confermerà l aggiornamento e nella maschera di FIGURA comparirà, fino al termine dell aggiornamento, la seguente dicitura (FIGURA ) Figura La seconda modalità di aggiornamento è possibile selezionando di uno o più report/tabella/file dalla finestra che visualizza l elenco dei report (vedi FIGURA 2.8.3) e premendo il pulsante. In questo caso non sarà possibile modificare i parametri associati ai vari oggetti ed essi verranno rilanciati con gli ultimi valori inseriti. Apparirà un messaggio di conferma e poi l elenco dei report aggiornati. OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 41

42 2.13 Visualizzazione e rilancio dei modelli Analogamente al caso precedente, premendo il pulsante P15, vengono mostrati i Modelli (relativi ai Report) creati dall utente collegato o da altri utenti ( Modelli Personali e Modelli Pubblici ). Cliccando sull icona posta a fianco dell identificativo del Modello, verrà aperta una nuova finestra che visualizzerà le informazioni riguardanti il Modello selezionato (vedi Sezione 2.15 VISUALIZZAZIONE INFORMAZIONI SUI MODELLI ), cliccando invece sull identificatore del Modello (es. Modello n 123 ) si aprirà una nuova pagina che permettera la riesecuzione del Modello. Il pulsante P16 aggiornerà gli elenchi dei Modelli. OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 42

43 2.14 Generazione di pdf da rilancio di modelli mdb e xls La creazione di una interrogazione in formato PDF e possibile solo dal rilancio di un modello di tipo MDB o di tipo Pivot. Nel primo caso, si fa una prima interrogazione con esportazione MDB che si salva anche come modello. Nel DB Access che si genera, si possono creare tutti gli oggetti di cui si necessita ma necessariamente va creato un report di nome REPORT_PDF, impostato con una stampante Ghostscript, che servirà per la generazione del PDF. Al rilancio di questo modello si chiederà l esportazione in PDF. Nel secondo caso, la prima interrogazione è un classico pivot di Excel, che potrà avere anche più fogli con dati e grafici, da salvare come modello. Bisogna prestare attenzione a che i dati siano contenuti correttamente nel formato A4 che servirà per la stampa e impostare correttamente il modello su cui si baserà la generazione dei PDF. Al suo rilancio, la selezione di esportazione PDF causerà la visualizzazione di una casella per l inserimento dei fogli che si vogliono esportare (FIGURA ). Se lasciata nulla, il PDF conterrà tutti i fogli visibili del pivot in sequenza, altrimenti solo i folgi selezionati. NB: i fogli vanno indicati con un progressivo legato alla posizione nel pivot. Esempio: 2,3 Foglio 1 Foglio 2 Foglio 3 Foglio 4 Foglio 5 Figura OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 43

44 2.15 Rilancio multiplo di modelli Gli utenti abilitati possono usufruire della modalità di rilancio multiplo di un modello parametrizzato. Per tali utenti, la maschera di rilancio visualizzata ciccando sul numero del modello, si presenta con un flag a fianco di ogni parametro impostato nel modello (vedi FIGURA ) Figura Facendo doppio click su una delle caselle per l inserimento dei parametri, viene visualizzato,dove presente, l elenco dei valori possibili di tale parametro. Selezionando dall elenco (o inserendoli direttamente nella casella di testo separati da virgola) un insieme di N valori e fleggando la casellina Multi, si richiede il rilancio multiplo, cioè l esecuzione di N report, ciascuno filtrato su uno dei valori selezionati. (vedi FIGURA ) Figura Proseguendo nell esecuzione del rilancio, si passa alla maschera di richiesta del nome e della descrizione del report e dei formati di esportazione. Il nome e la descrizione inseriti verranno completati automaticamente con un identificativo ed il valore del singolo parametro utilizzato per ciascun rilancio. (vedi FIGURA ) OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 44

45 Figura La riesecuzione multipla su più di un parametro causa il lancio di un numero di report pari al prodotto del numero di valori dei parametri selezionati (esempio: vengono selezionati gli anni 2002, 2003 e 2004, mesi di partenza 1,2,3 e mese finale 12 --> sono generati 3x3=9 report, ciascuno filtrato su una combinazione anno-mese di partenza e con mese di arrivo 12). Se per un parametro viene selezionata l opzione multi ma non viene specificato alcun valore nell elenco, viene mostrato il seguente messaggio : Ed in caso di risposta affermativa il rilancio viene fatto per ogni valore dell elenco. OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 45

46 2.16 Visualizzazione informazioni sui modelli Cliccando sull icona posta a fianco dell identificativo di un Modello, si apre una nuova finestra (FIGURA ), contenente tutte le informazioni relative a tale Modello. Figura Sulla sinistra vengono visualizzate informazioni generiche sul Modello (numero, tipo, ecc ). Cliccando sull identificativo si procederà al suo rilancio, come nella Sezione 2.9. Cliccando su un identificativo del report, nella sezione Report generati da questo modello, verrà invece aperto il Report precedentemente generato. Nella parte destra della finestra verranno riassunte tutte le informazioni circa le modalità di creazione e formattazione del Modello. Cliccando nelle varie caselle sarà possibile modificarne la sua natura (nei limiti del possibile) consentendone poi il rilancio. OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 46

47 L utente potrà quindi: modificare le impostazioni del Modello cliccando sulle caselle; aggiungere altri criteri all interrogazione premendo il pulsante Aggiungi NOTE: Premendo il pulsante Annulla si ritornerà alla configurazione originaria del Modello. La rigenerazione del Modello proseguirà poi, come nel caso dei Report, con la visualizzazione in successione delle pagine di FIGURA o (a seconda del tipo di Modello). OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 47

48 2.17 Modifica impostazioni del modello E possibile modificare la parametrizzazione e l impostazione dei valori dei Criteri di un Report dalla finestra delle informazioni dello stesso (FIGURA ) l utente dovrà seguire la sintassi del seguente esempio: 1) REPARTO ) ) 4) REPARTO > = 2000 ) and < = 5000 ) 5) reparto] 1) Digitando direttamente solo il codice relativo al Criterio di riferimento il generatore di report riconoscerà il tipo del Campo (numerico o alfanumerico) e imporrà al criterio l uguaglianza. 2) 3) 4) In questi casi, l utente identifica le condizioni da applicare al Criterio utilizzando la normale sintassi SQL (il indica il nome del campo a cui si sta facendo riferimento). In base alla colorazione della descrizione del Criterio, nero per i Campi alfanumerici, blu per i Campi numerici, occorrerà inserire o omettere gli apici, come da esempio. 5) Impone la parametrizzazione al Criterio. In questo modo, tutte le volte che verrà rilanciato il Report, verrà richiesto all utente l inserimento del [codice reparto]. NOTE: Possono essere usati gli operatori di confronto <, <=, <>, =, >, >= gli operatori logici and, or, in, not e like e 5000 sono codici di reparto fittizi usati solo come esempio. OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 48

49 2.18 Aggiunta di criteri ad un modello E possibile aggiungere dei criteri a d un modello preesistente e rilanciarlo senza dover ricostruire da capo l intera interrogazione. Sul lato destro della finestra delle informazioni sul modello, sotto al riepilogo dei criteri e dei campi selezionati, è presente il comando Aggiungi. Cliccando su tale voce viene presentata una schermata che presenta i criteri originari del modello più un elenco degli altri criteri disponibili per il Data Mart selezionato. E possibile quindi selezionare un nuovo criterio ed impostarne gli eventuali filtri, procedendo poi con l interrogazione (comando Avanti ) oppure, sempre cliccando su Aggiungi continuare ad aggiungere informazioni. Il comando Indietro consente di annullare l ultima aggiunta o di eliminare criteri presenti nel modello stesso. La modifica del modello procede poi con le stesse maschere della creazione di un nuovo modello, con la selezione dei campi, la richiesta dei parametri e delle informazioni sul nuovo modello da lanciare. Figura OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 49

50 2.19 Upload di documenti E possibile importare nel repository di ReportMed documenti non eseguiti tramite l applicativo ma generati localmente dall utente in formati di natura diversa. Questa operazione viene chiamata UPLOAD (cioè caricamento di documenti dal client verso il server) e viene attivata cliccando il pulsante P6 della FIGURA 2. La prima maschera che viene visualizzata nel frame F3 è quella di FIGURA ; vengono richieste le informazioni da memorizzare nel Repository associandole al documento caricato, la posizione eventuale in cui presentarlo nell elenco e le modalità di visibilità di tale documento da parte degli altri utenti. Figura Cliccando Avanti si passa alla maschera di FIGURA , in cui viene richiesto il percorso (sulla macchina client dell utente) ed il nome del file da portare sul server. Figura OSLO s.r.l. Via dei Crollalanza, Milano Tel. 02/ Fax 02/ pag. 50

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

HORIZON SQL PREVENTIVO

HORIZON SQL PREVENTIVO 1/7 HORIZON SQL PREVENTIVO Preventivo... 1 Modalità di composizione del testo... 4 Dettaglia ogni singola prestazione... 4 Dettaglia ogni singola prestazione raggruppando gli allegati... 4 Raggruppa per

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Protocollo... 9 Inserimento nuovo protocollo... 11 Invio SMS... 14 Ricerca... 18 Anagrafica...

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Pratiche... 10 Anagrafica... 13 Documenti... 15 Inserimento nuovo protocollo... 17 Invio

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n. 1x1 qs-stat Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.: PD-0012 Copyright 2010 Q-DAS GmbH & Co. KG Eisleber Str. 2 D - 69469 Weinheim

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli v 4.0 1. Requisiti software Lo studente deve essere dotato di connessione internet

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 Premessa. In questa nuova versione è stata modificata la risoluzione (dimensione) generale delle finestre. Per gli utenti che navigano nella modalità a Finestre, la dimensione

Dettagli

Leg@lCom EasyM@IL. Manuale Utente. 1 Leg@lcom 2.0.0

Leg@lCom EasyM@IL. Manuale Utente. 1 Leg@lcom 2.0.0 Leg@lCom EasyM@IL Manuale Utente 1 Sommario Login... 5 Schermata Principale... 6 Posta Elettronica... 8 Componi... 8 Rispondi, Rispondi tutti, Inoltra, Cancella, Stampa... 15 Cerca... 15 Filtri... 18 Cartelle...

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Guida al portale produttori

Guida al portale produttori GUIDA AL PORTALE PRODUTTORI 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. GENERALITA... 4 3.1 CREAZIONE E STAMPA DOCUMENTI ALLEGATI... 5 3.2 INOLTRO AL DISTRIBUTORE... 7 4. REGISTRAZIONE AL PORTALE...

Dettagli

Manuale Operativo Pro-net

Manuale Operativo Pro-net Manuale Operativo Pro-net Protocollo Informatico a norme CNIPA Tutti i diritti riservati. Aggiornato alla rel. 9.11 A.P.Systems. S.r.l. Versione 1.3 Pagina n. 1 Introduzione alla Procedura La procedura

Dettagli

GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it

GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI 21 aprile 2015 www.sistri.it DISCLAIMER Il presente documento intende fornire agli Utenti SISTRI informazioni di supporto

Dettagli

Guida ai servizi online della Provincia di Milano

Guida ai servizi online della Provincia di Milano Guida ai servizi online della Provincia di Milano - 1 - Il servizio CPI On line consente a tutti gli iscritti ai Centri per l impiego della Provincia di Milano di visualizzare, modificare e stampare alcune

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

DesioWeb Banking DesioWeb Banking Light DesioWeb Trade DesioPhone DesioMobile

DesioWeb Banking DesioWeb Banking Light DesioWeb Trade DesioPhone DesioMobile GUIDA AI SERVIZI DESIOLINE DesioWeb Banking DesioWeb Banking Light DesioWeb Trade DesioPhone DesioMobile Versione 1.8 del 10/6/2013 Pagina 1 di 96 Documentazione destinata all uso da parte dei clienti

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Accesso all Area di Lavoro

Accesso all Area di Lavoro Accesso all Area di Lavoro Una volta che l Utente ha attivato le sue credenziali d accesso Username e Password può effettuare il login e quindi avere accesso alla propria Area di Lavoro. Gli apparirà la

Dettagli

PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT

PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT PMS SYSTEM PMS (PROJECT MANAGEMENT SYSTEM) SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN UNITÁ DI PROJECT MANAGEMENT Giovanni Serpelloni 1), Massimo Margiotta 2) 1. Centro di Medicina Preventiva e Comunitaria Azienda

Dettagli

1 Configurazioni SOL per export SIBIB

1 Configurazioni SOL per export SIBIB Pag.1 di 7 1 Configurazioni SOL per export SIBIB Le configurazioni per l export dei dati verso SIBIB si trovano in: Amministrazione Sistema > Import-Export dati > Configurazioni. Tutte le configurazioni

Dettagli

PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI

PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI GENERAZIONE ARCHIVI Per generazione archivi si intende il riportare nel nuovo anno scolastico tutta una serie di informazioni necessarie a preparare il lavoro

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Programma di gestione per service audio, luci, video Manuale operativo

Programma di gestione per service audio, luci, video Manuale operativo Programma di gestione per service audio, luci, video Manuale operativo Presentazione ServiceControl è l evoluzione del primo programma, scritto per gestire il mio service circa 12 anni fa. Il programma

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Configurazione Area51 e Bilance Bizerba

Configurazione Area51 e Bilance Bizerba Configurazione Area51 e Bilance Bizerba Ultimo Aggiornamento: 20 settembre 2014 Installazione software Bizerba... 1 Struttura file bz00varp.dat... 5 Configurazione Area51... 6 Note tecniche... 8 Gestione

Dettagli