Struttura e Funzionalitàdella Sede di Bologna

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Struttura e Funzionalitàdella Sede di Bologna"

Transcript

1 Struttura e Funzionalitàdella Sede di Bologna

2 Coord. Distrettuale e Regionale ORESTE MANZI Coord. Distrettuale aggiunto Ufficio legale Controllo prestazioni MASSIMO BORELLI Gestione organizzativa ricorsi amministrativi CINZIA DEMI Supporto area legale e gestione del contenzioso giudiziario RACHELINA CERA Direzione provinciale EMANUELA ZAMBATARO Informazioni Ist. e Rel. con il pubblico LEONIA PACINI Controllo di gestione CARLO BUONO Gestione attività contabili ELENA OTTANI 1 aprile 2012 Coord medico-legale 1 e regionale BENEDETTO VERGARI Coord medico-legale2 ANGELA ANGIOLINI Coord medico polispecialistico GIOVANNA FERRARI Segreteria Area manageriale Controllo Flussi assicurativi, contributivi e conti individuali e aziendali, prevenzione e contrasto economia sommersa e lavoro irregolare VINCENZO MARIA DE NICTOLIS Unitàdi coordinamento operativo Flussi ELEONORA PUGLIESE Anagrafica flussi ENRICO MAZZACURATI Accertamento; Gestione del Credito RAFFAELE VELARDI Agenzia interna MARIA TERESA BORRASSO Assicurato/pensionato NIVES LANDI Prestazioni a sostegno del reddito ELENA MONTANARI Servizi al soggetto Contribuente VIVIANA BRIGHENTI Area manageriale Coordinamento Agenzie 1 MARIA SABRINA GUIDA Agenzia di San Lazzaro di Savena GIUSEPPE MANGANELLI Agenzia di Casalecchio di Reno CARLA MARCHESELLI Anagrafica e flussi PAOLA ALPI Area manageriale Coordinamento Agenzie 2 MARIA SABRINA GUIDA Agenzia di Budrio ADELE FIOTI Agenzia di Vergato ANDREA ROSSETTI Agenzia di San Giorgio di Piano LORENZO SCATTAGLIA Agenzia di San Giovanni in Persiceto FIORELLA FARIOLI Agenzia Complessa di Imola GIANGUALBERTO ZAMA Assicurato/pensionato, Servizi collegati a requisiti socio-sanitari, Prodotti elevata specializzazione GIUSEPPINA PACHIOLI Verifica amministrativa ANNA BERTUZZI Vigilanza ispettiva Servizi collegati a requisiti socio- sanitari ALESSANDRA GIOVANNINI Prodotti ad elevata specializzazione ALESSANDRA RIGHI Accertamento, Gestione del credito IGLIS VECCHI Prestazioni a sostegno del reddito ILEANA SPIRANDELLI Servizi al soggetto contribuente MARIA LUISA MINARDI Coord. medico-legale M. CRISTINA MASARA Gestione attività contabili FRANCESCO BARBIERA

3 Front Office

4

5 Back Office

6

7

8

9 Cassetto Previdenziale Aziende

10 Numero Emens errati in rapporto agli Emens pervenuti effettivo al 30/06/2012 v. 01 INDICATORE QUALITA' AREE FLUSSI INDICATORE DI QUALITA' GESTIONE FLUSSI INDICATORE DI QUALITA' ANAGRAFICA E FLUSSI INDICATORE CONTI INDIVIDUALI GESTIONE EMENS EMENS ERRATI SU TOTALE BASE ANNUA per NUMERO EMENS ERRATI OGNI EMENS PERVENUTI GESTIONE LISTE % CONTI VALIDATI SU TOTALE LISTE (SICO) BOLOGNA - dir 102,35 100,54 108,92 121,13 17,74 36,48% FERRARA - dir 108,19 111,22 103,80 118,53 1,55% 6,41 74,27% FORLI' - dir 114,86 122,44 127,44 151,35 12,93 65,41% RIMINI - dir 109,98 117,01 118,61 122,66 12,15 11,85% MODENA - dir 115,06 123,46 128,27 148,53 18,30 99,87% PARMA - dir 118,60 119,00 118,41 139,12 14,20 50,39% PIACENZA - dir 132,24 134,86 146,03 164,67 0,00% 9,94 49,69% RAVENNA - dir 118,79 119,35 111,91 116,94 15,37 17,66% REGGIO EMILIA - dir 99,53 99,56 102,06 111,72 13,82 1,03% EMILIA ROMAGNA 114,25 117,24 125,47 151,90 0,11% 14,83 47,25% NAZIONALE 100,00 100,00 100,00 100,00 0,89% 26,66 43,34% CLUSTER A 103,20 101,52 110,38 109,48 0,38% 30,88 33,10% CLUSTER B 90,56 90,85 88,55 73,55 1,71% 23,42 48,11% CLUSTER C 88,53 90,28 87,17 83,13 1,05% 29,96 33,34% CLUSTER D 108,65 106,74 109,27 114,44 0,69% 25,21 50,45%

11 Statistica comunicazione bidirezionale : quesiti pervenuti

12 Cassetto previdenziale Il Cassetto Previdenziale Aziende rende disponibili molteplici servizi ed offre una visione d insieme della situazione aziendale consentendo la verifica delle principali caratteristiche ed informazioni tramite un unico canale di accesso. E possibile quindi eseguire una effettiva navigazione nella ricerca delle informazioni utili effettuando tanto la ricerca in successione di singoli elementi di interesse, quanto la stampa dell intero fascicolo, raccogliendo cosìtutte le caratteristiche aziendali rinvenibili nei vari archivi disponibili.

13 Cassetto previdenziale - Finalità: migliorare il livello qualitativo dei servizi/prodotti erogati - Integrazione delle varie banche dati presenti - Monitoraggio in tempo reale - Visione d insieme della situazione aziendale (situazione riassuntiva) - Possibilità di visualizzare inadempienze, versamenti presenti, cartelle esattoriali, regolarità contributiva

14 Cassetto previdenziale Le informazioni contenute in questa pagina Sono concettualmente divise nelle seguenti viste: STAMPA HELP CONTATTI COMUNICAZIONI ON LINE DATI SINTETICI DATI DETTAGLIO DATI COMPLEMENTARI REGOLARITA CONTRIBUTIVA

15 Cassetto previdenziale COMUNICAZIONI ON LINE Di Res Co Di Res Co 445 Di Res Co GIOV-GE Assunzioni agevolate e sgravi Dilazioni Rimborso contributi

16 Comunicazioni on line Circolare 140 del 28/10/2011 Incentivo per l assunzione dei lavoratori disoccupati da almeno 24 mesi o iscritti nelle liste di mobilità(l. 407/1990 art. 8, co. 9 e l. 223/1991 art. 8, commi 2 e 4, e art. 25, co. 9 Dal primo novembre 2011 le richieste per il godimento degli incentivi indicati dovranno essere inviate esclusivamente per via telematica. Le domande presentate con tale modalità saranno sottoposte a controllo automatizzato da parte dell Istituto e definite entro il giorno successivo; nello stesso tempo verrà aggiornata la posizione anagrafico-contributiva del datore di lavoro, consentendo l immediato godimento dell incentivo stesso.

17 Prevista per: 01/01/2011 Comunicazioni on line assunzioni a tempo indeterminato di lavoratori disoccupati o in cassa integrazione straordinaria da almeno 24 mesi, ai sensi dell articolo 8, co. 9, legge 407/1990 (Cod. di aut. 5N) assunzioni a tempo indeterminato, a tempo determinato comprese le proroghe - e trasformazioni a tempo indeterminato, riguardanti lavoratori iscritti nelle liste di mobilità, ai sensi degli articoli 8, commi 2 e 4, e 25, comma 9, della legge 223/1991. (Cod. aut. 5Q) Le funzionalità di attribuzione dell autorizzazione alla fruizione e di comunicazione del piano relativo al beneficio di cui all art. 8, comma 4, della legge 223/1991 (contributo di importo pari al 50% dell indennità di mobilità residua del dipendente assunto) saranno rilasciate in un momento successivo.

18 Comunicazioni on line MODALITA Il datore di lavoro acquisisce il certificato attestante la disoccupazione o l iscrizione nelle liste di mobilità del lavoratore; in alternativa sottopone alla firma del lavoratore il modulo di autocertificazione, disponibile presso la sezione modulistica del sito internet dell Inps (moduli Autocert. SC67-407/90 o SC66-223/91). invia la comunicazione telematica di assunzione, proroga o trasformazione, prevista dal decreto del Ministero del Lavoro del 30 ottobre 2007 (Unilav). Prima dell invio della denuncia contributiva (Uniemens) relativa al lavoratore, il datore di lavoro trasmette la dichiarazione di responsabilità, allegando copia in formato elettronico del certificato del modulo di autocertificazione. Nulla deve essere allegato se l assunzione riguarda un lavoratore in cigs da oltre 24 mesi.

19 Comunicazioni on line Entro il giorno successivo all invio, l Inps, effettuati con esito positivo i controlli automatizzati in ordine alla correttezza formale delle dichiarazioni del datore di lavoro, attribuirà automaticamente alla posizione contributiva interessata il Codice Autorizzazione corrispondente all incentivo richiesto. Nella sezione istanze on-line del Cassetto previdenziale aziendale sarà reso disponibile l esito della richiesta. Dal momento della definizione positiva della pratica il datore di lavoro sarà, pertanto, in condizione di fruire dell incentivo mediante esposizione dei corrispondenti codici nella denuncia contributiva Uniemens.

20 Cassetto previdenziale DATI SINTETICI DATI DETTAGLIO DATI COMPLEMENTARI Nella sezione dati complementari vengono visualizzate tutte le informazioni diverse da quelle anagrafiche riguardanti l azienda. Dm10 trasmessi note di rettifica iscrizione a ruolo Pagamenti f24 e-mens trasmessi dom dilazione Inadempienze confronto dm10/01m fondi inter. Domande cig estratto conto dm10 isp. vigilanza

21 Dm10 trasmessi Per. Competenza Data ditrasmissione N Dip.Occ. Debito Credito Saldo 07/ /08/ /2010 (Vig.)* 19/04/ ,00 E 255,00 E 582,00 E 160,00 E 0,00 E 160,00 E Msg 9668/2012 Nuove modalità di gestione dei DM10 anomali e provvisori DM10 provvisorio :le somme degli importi a debito e/o a credito ricostruiti (ex quadro BC e D ) sono inferiori ai rispettivi valori indicati negli elementi dichiarativi TotaleADebito e TotaleACredito presenti nei dati di quadratura della denuncia aziendale. DM10 anomalo quando le somme degli importi a debito (ex quadro B/C) o a credito (ex quadro D) o entrambi risultano superiori ai rispettivi valori indicati negli elementi dichiarativi TotaleADebito e TotaleACredito

22 Dm10 trasmessi Fino ad oggi è stata lasciata all iniziativa dell azienda la correzione degli errori, limitandosi a dare comunicazioni ed evidenza di tali anomalie. E stata introdotta, nell ambito della consultazione dei DM10 virtuali, una nuova funzionalitàche consente l esportazione in formato Excel dei dati individuali a fronte di tutte le causali presenti nel DM10. In tal modo risulta agevole l individuazione della posizione individuale e della casistica che ha determinato la squadratura Giugno 2012 : per tutti i DM10virtuali provvisori e anomali che non risultano definiti entro il secondo mese successivo a quello di competenza (es. DM10 virtuale di competenza di marzo da definire entro il 31 maggio) sarà forzata la quadratura secondo i seguenti criteri e modalità

23 Dm10 trasmessi Fino ad oggi è stata lasciata all iniziativa dell azienda la correzione degli errori, limitandosi a dare comunicazioni ed evidenza di tali anomalie. E stata introdotta, nell ambito della consultazione dei DM10 virtuali, una nuova funzionalitàche consente l esportazione in formato Excel dei dati individuali a fronte di tutte le causali presenti nel DM10. In tal modo risulta agevole l individuazione della posizione individuale e della casistica che ha determinato la squadratura Giugno 2012 : per tutti i DM10virtuali provvisori e anomali che non risultano definiti entro il secondo mese successivo a quello di competenza (es. DM10 virtuale di competenza di marzo da definire entro il 31 maggio) sarà forzata la quadratura secondo i seguenti criteri e modalità

24 Dm10 trasmessi A) DM10 provvisorio(totale importo denuncia individuale inferiore a totale dichiarato) Queste registrazioni determineranno la quadratura forzata del DM10 virtuale, generando note di rettifica attive o passive. NON saranno res disponibili per il rimborso le note di rettifica passive; le aziende interessate saranno contattate per sollecitare l invio delle correzioni al flusso UNIEMENS che ha generato il DM10 forzato (originariamente provvisorio). Le correzioni inviate genereranno regolarizzazioni (DM10VIG virtuale) che potranno essere oggetto di compensazione con le note di rettifica emesse

25 Dm10 trasmessi DM10 anomalo(totale importo denuncia individuale superiore a totale dichiarato). Il DM sarà calcolato considerando la somma aggregata delle denunce individuali, ignorando quanto indicato dall azienda come totale dichiarato. Analogamente l importo della somma aggregata delle denunce individuali sarà preso a riferimento per la verifica dell importo versato. Qualora il pagamento effettuato dall azienda sia pari al saldo dichiarato (e dunque inferiore all importo della somma aggregata delle denunce individuali) il DM risulterà parzialmente insoluto.

26 Dm10 trasmessi In entrambi i casi A) e B) se l invio delle denunce di correzione avverràentro il secondo mese successivo a quello di competenza ( es. DM10 virtuale di competenza di marzo da definire entro il 31 maggio) il DM10 virtuale originario sarà integrato e corretto e non verrà operata alcuna forzatura della quadratura

27 E-Mens trasmessi Oggetto: Criticitànella trasmissione dei flussi E-mens-UniEmens Questa Direzione Provinciale attraverso l analisi dei flussi telematici ha rilevato una criticitànella trasmissione delle denunce mensili contributive caratterizzate da codici fiscali errati. Ciò rende necessario da parte dell Istituto l avvio di iniziative tese a ridurre la suddetta criticità, posto che gli errori incidono sulla corretta gestione delle posizioni previdenziali degli assicurati impedendo, in taluni casi, anche l erogazione di prestazioni. Con la presente sono a richiederle, in prima battuta, la massima collaborazione al fine di ridurre nell immediato l inoltro di UniEmens con codici fiscali errati. A tal fine è necessario da parte Sua e dei suoi collaboratori, la verifica della correttezza codici fiscali prima dell inoltro delle denunce contributive mensili.

28 E-Mens trasmessi Tale operazione può essere effettuata tramite l utilizzo dell applicativo gratuito messo a disposizione dall Agenzia delle Entrate che consente di effettuare un controllo sui codici fiscali certificandonelavalidità. (link:https://telematici.agenziaentrate.gov.it/verificacf/verificacf.do) In seconda battuta è indispensabile procedere alla correzione delle denunce contributive errate già trasmesse. Nella nota oggetto è evidenziato il n dei lavoratori il cui codice fiscale risulta errato. Le chiedo di comunicare, SOLO ED UNICAMENTE ATTRAVERSO IL CASSETTO PREVIDENZIALE AZIENDE, in corrispondenza di ogni matricola aziendale, accanto al codice fiscale errato del singolo lavoratore, il codice fiscale corretto e validato tramite l applicativo dell Agenzia delle Entrate indicato. Provvederà l INPS alla correzione de flussi.

29 E-Mens trasmessi Qualora non sia possibile effettuare la validazione del codice fiscale utilizzando l applicativo summenzionato, dovrà inviare i dati anagrafici corretti preferibilmente corredati da copia del documento di riconoscimento del lavoratore. Anche in questo caso provvederàl INPS alla correzione dei flussi. Il predetto documento, dovrà riportare nell oggetto E-mens- UniEmens c.f. errati. Confidando nella Sua fattiva collaborazione le porgo distinti saluti. Il Direttore

30 Cassetto previdenziale CONTATTI

31 LA COMUNICAZIONE BIDIREZIONALE -La comunicazione bidirezionale quale modalità strutturata di comunicazione del cassetto previdenziale tra INPS/Aziende e Intermediari(msg e del 2009 e msg.1986/2011); - La comunicazione bid.: efficienza amministrativa e qualitàdei servizi on line nella strategia di web company dell INPS; - La comunicaz.bidirezionale e la multicanalitàdi accesso telematica (le comunicazioni informative e dispositive) 31

32 LA COMUNICAZIONE BIDIREZIONALE - La standardizzazione e l uniformitàdelle risposte :un valore aggiunto per la consulenza dell INPS; - Le comunicazioni inbound; - Le comunicazioni outbound 32

33 LA COMUNICAZIONE BIDIREZIONALE -I professionisti con la comunicazione bidirezionale possono: a) inviare quesiti informativi; b) trasmettere alla sede di competenza una richiesta specifica in un ambito definito (es.durc,f24,dm); c) allegare documenti alla richiesta (fino a tre files); d) visualizzare lo storico delle richieste e le risposte degli operatori. 33

34 LE NOVITA DELLA PIATTAFORMA COMBID A breve il progetto COMBID saràimplementato delle seguenti opzioni: 1) anagrafica unica per gli intermediari ; 2) cruscotto per lo smistamento interno; 3) COMBID estesa al cittadino e ad altre gestioni; 4) invio simultaneo di comunicazioni. 34

35 AGENDA APPUNTAMENTI -Ag. Appunt.e Comunicazione bid.: punti di accesso web per gli intermediari per evitare gli accessi fisici agli sportelli; - Circolare INPS n 66/2012; - La nuova procedura Ag. Appuntamenti migliora la qualità dei servizi di informazione e di assistenza (Msg.5868/2011); - Anagrafica consulenti; - Prenotazione da parte di 1 richiedente per più soggetti; - Sistema di notifica quotidiano degli appuntamenti 35

36 AGENDA APPUNTAMENTI `Dal Cassetto Previdenziale tramite agenda appuntamenti gli utenti professionali possono `prenotare un appuntamento presso la sede di competenza `inviare documentazione a supporto della problematica. ricevere un promemoria con mail o sms; - 36

37 37

38 38

39 39

40 40

41 41

42 42

43 43

44 44

45 45

46 46

47 47

48 48

49 49

50 La Telematizzazione delle domande - Le istanze on line : trasparenza amministrativa e decertificazione; - La telematizzazione delle domande INPS: dal Msg.n 18546/2004 alla circ.inps 110/

51 DOMANDE DI CIGO ON LINE - Invio con modalitàxml (Msg.INPS 6457/2012) consente ai consulenti di trasmettere domande con pgm CIGO DT ; - Invio con modalità integrata con Flusso Uniemens (Msg.7216/2012) consente alle aziende che inviano il flusso Uniemens di associare le ore CIG ad un ticket; - Possibilità di segnalare le anomalie nell invio web 51

52 Cassetto Previdenziale Artigiani e Commercianti

53 Cassetto previdenziale artigiani e commercianti (msg. 5769/2012) Fornisce in tempo reale la situazione riassuntiva delle informazioni presenti negli archivi INPS inerenti la propria posizione previdenziale di artigiano o commerciante. Tramite un unico canale di accesso i titolari art/comm possono verificare la propria posizione assicurativa e previdenziale, nonché stampare i mod. F24 per il versamento dei contributi Vi si accede, direttamente o tramite un intermediario delegato, attraverso il sito servizi on line autenticandosi con il Pin di accesso abbinato al codice fiscale dell artigiano o commerciante.

54 Cassetto previdenziale artigiani e commercianti (msg. 5769/2012)

55 Cassetto previdenziale artigiani e commercianti (msg. 5769/2012) Il titolare artigiano o commerciante può: Visualizzare i codici da utilizzare per il versamento della contribuzione corrente con mod. F24; Effettuare attività di utility (calcolo della contribuzione dovuta oltre il minimale di reddito - generazione del codice inps per i versamenti pregressi; consultazione della contribuzione dovuta sul minimale di reddito); Gestire l attività di delega all accesso alle funzioni previste dal cassetto previdenziale a soggetto di propria fiducia, con le funzioni di inserimento e cancellazione di eventuali deleghe.

56

57

58

59

60

61

62

63

64

65

66

67

68

69

70

71

72

73

74

75

Comunicare con l INPS

Comunicare con l INPS Vademecum Operativo-Comportamentale la Direzione provinciale dell area metropolitana di Milano, rappresentata e diretta pro-tempore dal dott Sebastiano Musco, La Presidenza dell Ordine provinciale dei

Dettagli

Sistema dei Canali di Presentazione delle. Domande di Servizio, Comunicazione. elettronica e Confronto Diretto

Sistema dei Canali di Presentazione delle. Domande di Servizio, Comunicazione. elettronica e Confronto Diretto ALLEGATO 1 Modalità concordate tra la Direzione di area metropolitana di Milano e Ordine provinciale Consulenti del Lavoro e Associazione nazionale Consulenti del lavoro - U.P. di Milano in merito al Sistema

Dettagli

ALLE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA. OGGETTO: 1) nuova organizzazione dell Istituto e contatti con la Sede. 2) Comunicazione bidirezionale

ALLE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA. OGGETTO: 1) nuova organizzazione dell Istituto e contatti con la Sede. 2) Comunicazione bidirezionale Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione metropolitana di Torino DIREZIONE Torino, 23 settembre 2011 Al Consiglio dell Ordine dei Consulenti del Lavoro Al Consiglio dell Ordine dei Commercialisti

Dettagli

A cura di Mario Solazzo e Silvia Solazzo. Direzione Provinciale di Lecce U.O. Anagrafica e Flussi

A cura di Mario Solazzo e Silvia Solazzo. Direzione Provinciale di Lecce U.O. Anagrafica e Flussi A cura di Mario Solazzo e Silvia Solazzo Direzione Provinciale di Lecce U.O. Anagrafica e Flussi PREMESSA Competenza gestione dati E-mens La legge del 24 novembre 2003, n. 326, prevede che, a partire dalle

Dettagli

Sistema dei Canali di Presentazione delle istanze di servizio, Informazione, Comunicazione e Consulenza PRESENTAZIONE DOMANDE

Sistema dei Canali di Presentazione delle istanze di servizio, Informazione, Comunicazione e Consulenza PRESENTAZIONE DOMANDE Direzione Sede Provinciale di Brescia Incontro del 17 marzo 2014, tra INPS Direzione Provinciale di Brescia e Aziende associate ad AIB Sistema dei Canali di Presentazione delle istanze di servizio, Informazione,

Dettagli

LA TELEMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE DEDICATE AL SOGGETTO CONTRIBUENTE

LA TELEMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE DEDICATE AL SOGGETTO CONTRIBUENTE SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione Microsoft LA TELEMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE DEDICATE AL SOGGETTO CONTRIBUENTE La Direzione Regionale INPS del Piemonte ha elaborato materiali di ausilio alla trattazione

Dettagli

Oggetto: INPS Procedura regolarità contributiva on-line.

Oggetto: INPS Procedura regolarità contributiva on-line. CIRCOLARE N. 179 Bergamo, 19 luglio 2013 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: INPS Procedura regolarità contributiva on-line. Con l allegato messaggio n. 11512 del 17 luglio u.s., l Inps ha comunicato

Dettagli

LAVORATORI AUTONOMI «ISTRUZIONI PER L USO» A cura di Rossana Malfa e Carlo Giordani. Istituto Nazionale Previdenza Sociale

LAVORATORI AUTONOMI «ISTRUZIONI PER L USO» A cura di Rossana Malfa e Carlo Giordani. Istituto Nazionale Previdenza Sociale Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione provinciale Novara LAVORATORI AUTONOMI «ISTRUZIONI PER L USO» A cura di Rossana Malfa e Carlo Giordani CASSETTO PREVIDENZIALE CASSETTO PREVIDENZIALE AUTONOMI

Dettagli

EGR DOTT. RE Presidente dell Ordine dei Consulenti del Lavoro. EGR. DOTT. MILANESE Presidente dell Ordine dei Commercialisti ed Esperti contabili

EGR DOTT. RE Presidente dell Ordine dei Consulenti del Lavoro. EGR. DOTT. MILANESE Presidente dell Ordine dei Commercialisti ed Esperti contabili Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione metropolitana di Torino DIREZIONE Torino, 14 aprile 2011 EGR DOTT. RE Presidente dell Ordine dei Consulenti del Lavoro EGR. DOTT. MILANESE Presidente dell

Dettagli

I servizi web e mobile del Cassetto Previdenziale Aziende Interventi innovativi per le Aziende

I servizi web e mobile del Cassetto Previdenziale Aziende Interventi innovativi per le Aziende I servizi web e mobile del Cassetto Previdenziale Aziende Interventi innovativi per le Aziende INPS - Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Settembre 2014 Obiettivi Aumentare l accessibilità

Dettagli

UNIEMENS Manuale consultazione DM10 Virtuale e DM10VIG nel sito www.inps.it

UNIEMENS Manuale consultazione DM10 Virtuale e DM10VIG nel sito www.inps.it UNIEMENS Manuale consultazione DM10 Virtuale e DM10VIG nel sito www.inps.it Dalla home page del sito www.inps.it l utente deve accedere alla voce UniEMens (cerchiata nell immagine) Figura 1 Home page www.inps.it

Dettagli

Incentivo per l'assunzione di soggetti iscritti nella Banca dati per l occupazione dei giovani genitori"

Incentivo per l'assunzione di soggetti iscritti nella Banca dati per l occupazione dei giovani genitori HELP DESK Nota Salvatempo 0023 MODULO PAGHE Incentivo per l'assunzione di soggetti iscritti nella Banca dati per l occupazione dei giovani genitori" Quando serve Con la Circolare n.115 del 5 settembre

Dettagli

TELEMATIZZAZIONE PROCEDURE DEL SOGGETTO CONTRIBUENTE

TELEMATIZZAZIONE PROCEDURE DEL SOGGETTO CONTRIBUENTE TELEMATIZZAZIONE PROCEDURE DEL SOGGETTO CONTRIBUENTE Premessa L evoluzione e il potenziamento dei servizi informatici della Pubblica Amministrazione, come previsto dalla legge 122 del 30 luglio 2010, hanno

Dettagli

Roma, 21-10-2011. Messaggio n. 20065

Roma, 21-10-2011. Messaggio n. 20065 Roma, 21-10-2011 Messaggio n. 20065 Allegati n.1 OGGETTO: Incentivo per l assunzione a tempo indeterminato dei soggetti iscritti nella Banca dati per l occupazione dei giovani genitori - circolare Inps

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici.

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 15/06/2012 Circolare n. 85 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

Procedura Regolarità contributiva online: criteri di verifica

Procedura Regolarità contributiva online: criteri di verifica Procedura Regolarità contributiva online: criteri di verifica Obiettivo della procedura Regolarità contributiva online è determinare, in automatico, il requisito di regolarità contributiva di un soggetto,

Dettagli

Direzione Provinciale di Taranto. Il DURC INTERNO. Taranto, 13 giugno 2014

Direzione Provinciale di Taranto. Il DURC INTERNO. Taranto, 13 giugno 2014 Il DURC INTERNO Taranto, 13 giugno 2014 Il durc interno L articolo 1, comma 1175, della Legge n. 296/2006 ha previsto che per usufruire di PARTICOLARI AGEVOLAZIONI AZIENDALI (agev. per aziende agricole

Dettagli

Corso di formazione relativo alla composizione dei flussi individuali UNIEMENS

Corso di formazione relativo alla composizione dei flussi individuali UNIEMENS Corso di formazione relativo alla composizione dei flussi individuali UNIEMENS Modulo di approfondimento per Anagrafica e Flussi e Soggetto Contribuente Videoconferenza Regionale 20 giugno 2013 1. Gestione

Dettagli

ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE SEDE DI TRENTO DELLA PROVINCIA DI TRENTO

ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE SEDE DI TRENTO DELLA PROVINCIA DI TRENTO ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DELLA PROVINCIA DI TRENTO ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE SEDE DI TRENTO 8 LUGLIO 2011 PROTOCOLLO I.N.P.S. - ORDINE CONSULENTI DEL LAVORO DELLA PROVINCIA DI

Dettagli

ODCEC CT - Segreteria

ODCEC CT - Segreteria ODCEC CT - Segreteria Oggetto: Gestione del front line dell Area aziende con dipendenti Al Sig. Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili di Catania Al Sig. Presidente dell

Dettagli

EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO

EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO Protocollo d Intesa e convenzione di erogazione di servizi Trento, 27 Marzo 2014 LE FINALITA PROMUOVERE E SVILUPPARE UNA FATTIVA COLLABORAZIONE

Dettagli

Premessa. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Premessa. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 18-01-2010 Messaggio n. 1715 OGGETTO: Nuovo servizio online per le Aziende e i Consulenti:

Dettagli

Note operative per la Gestione Separata

Note operative per la Gestione Separata 1 NOTE OPERATIVE PER LA GESTIONE SEPARATA. Pagina 1 2 PREMESSA La corretta, completa e tempestiva esecuzione degli adempimenti contributivi è condizione indispensabile per: l accoglimento di eventuali

Dettagli

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili

Dettagli

Nuova Organizzazione Sperimentale Agenzia Flussi Contributivi

Nuova Organizzazione Sperimentale Agenzia Flussi Contributivi Nuova Organizzazione Sperimentale Agenzia Flussi Contributivi Con la Circolare n. 36 del 20/03/2014 l INPS ha messo in atto, nell ambito della Sperimentazione della Direzione provinciale integrata, alcune

Dettagli

NOTIZIARIO CO NS ULENTI DEL LA VORO DI FI RENZ E CHIUSURA SEGRETERIA RIUNIONE DI CONSIGLIO FORMAZIONE CONTINUA OBBLIGATORIA INPS

NOTIZIARIO CO NS ULENTI DEL LA VORO DI FI RENZ E CHIUSURA SEGRETERIA RIUNIONE DI CONSIGLIO FORMAZIONE CONTINUA OBBLIGATORIA INPS CO NS ULENTI DEL LA VORO DI FI RENZ E NOTIZIARIO a cura del Consiglio Provinciale dell Ordine e Unione Provinciale ANCL 6 Agosto 2015 IL NOTIZIARIO è registrato al Tribunale di Firenze al numero 4947 in

Dettagli

Contributo INPS al progetto Pane e Internet. A cura di Gloria Ansaloni Direzione provinciale Ferrara Marzo 2014

Contributo INPS al progetto Pane e Internet. A cura di Gloria Ansaloni Direzione provinciale Ferrara Marzo 2014 Contributo INPS al progetto Pane e Internet A cura di Gloria Ansaloni Direzione provinciale Ferrara Marzo 2014 REFERENTI INPS EMILIA ROMAGNA SEDE REFERENTE MAIL Dir. regionale EMILIA ROMAGNA Dolores Nasolini

Dettagli

Artigiani e commercianti e DURC. Documento unico di regolarità contributiva

Artigiani e commercianti e DURC. Documento unico di regolarità contributiva Artigiani e commercianti e DURC Documento unico di regolarità contributiva Tipologia di richiesta Se l impresa ha dei dipendenti richiesta come Datore di lavoro Se l impresa non ha dipendenti ma si tratta

Dettagli

Direzione centrale Entrate FAQ incentivi all assunzione Legenda: 92-2012 sgravi edilizia DON-GIOV 223/1991 407/1990 GIOV-GE

Direzione centrale Entrate FAQ incentivi all assunzione Legenda: 92-2012 sgravi edilizia DON-GIOV 223/1991 407/1990 GIOV-GE Direzione centrale Entrate FAQ incentivi all assunzione Legenda: Incentivi in genere: faq valide per lo più per ogni incentivo incentivo 92-: incentivo per uomini over50 e donne prive di impiego regolarmente

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici.

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 14/02/2014 Circolare n. 26 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

Alle ditte Clienti Loro sedi. Oggetto: Informativa n. 8 novità legislative e tributarie di immediato interesse ed applicazione;

Alle ditte Clienti Loro sedi. Oggetto: Informativa n. 8 novità legislative e tributarie di immediato interesse ed applicazione; Alle ditte Clienti Loro sedi Collecchio, 7 dicembre 2012 Oggetto: Informativa n. 8 novità legislative e tributarie di immediato interesse ed applicazione; La presente per informarvi in merito a: PEC Posta

Dettagli

Circolare N.124 del 21 settembre. Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono

Circolare N.124 del 21 settembre. Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono Circolare N.124 del 21 settembre Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono Banca dati per l occupazione dei giovani genitori: via agli incentivi

Dettagli

Avvisi di addebito/cartelle di pagamento: domanda di emissione provvedimenti

Avvisi di addebito/cartelle di pagamento: domanda di emissione provvedimenti Avvisi di addebito/cartelle di pagamento: domanda di emissione provvedimenti MANUALE UTENTE Versione procedura 2.0 Avvisi di addebito/cartelle di Pagamento: domanda di emissione provvedimenti: versione

Dettagli

Brindisi, 18/07/2012. In risposta la rappresentanza dei commercialisti evidenzia:

Brindisi, 18/07/2012. In risposta la rappresentanza dei commercialisti evidenzia: Brindisi, 18/07/2012 Il giorno 6 giugno 2012 presso la Direzione Provinciale INPS si è svolta la riunione del Tavolo Tecnico con i Dottori commercialisti, in relazione a quanto previsto dall art. 5 del

Dettagli

Gestione deleghe Stampa CUD Comunicazioni telematiche con INPS Cassetto previdenziale ARTCOM

Gestione deleghe Stampa CUD Comunicazioni telematiche con INPS Cassetto previdenziale ARTCOM Gestione deleghe Stampa CUD Comunicazioni telematiche con INPS Cassetto previdenziale ARTCOM Elena MARTINA Direzione Metropolitana Torino Agenzia Torino Sanpaolo Potenziamento dei servizi telematici INPS

Dettagli

Direzione regionale Emilia Romagna Informazioni istituzionali e relazioni con il pubblico CONTRIBUTO AL CORSO

Direzione regionale Emilia Romagna Informazioni istituzionali e relazioni con il pubblico CONTRIBUTO AL CORSO Direzione regionale Emilia Romagna Informazioni istituzionali e relazioni con il pubblico CONTRIBUTO AL CORSO Giugno 2013 RELAZIONI ISTITUZIONALI INPS EMILIA ROMAGNA STRUTTURA RESPONSABILE MAIL Dir. regionale

Dettagli

SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione IL CASSETTO BIDIREZIONALE: GUIDA ALL UTILIZZO

SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione IL CASSETTO BIDIREZIONALE: GUIDA ALL UTILIZZO SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione IL CASSETTO BIDIREZIONALE: GUIDA ALL UTILIZZO La Direzione Regionale INPS del Piemonte ha elaborato materiali di ausilio alla trattazione dei servizi rivolti ai soggetti

Dettagli

Oggetto: MALATTIA - LA CERTIFICAZIONE MEDICA TELEMATICA

Oggetto: MALATTIA - LA CERTIFICAZIONE MEDICA TELEMATICA STUDIO DOTT. VINCENZO M.CIMINO CONSULENTE DEL LAVORO VIA PELLIZZA DA VOLPEDO, 30 40139 BOLOGNA TEL 051/9923401 FAX 051/9914501 1 sito : www.studiocimino.com mail : info@studiocimino.com Consulenza del

Dettagli

Il modello DM10. Amministrazione del personale Lezione n. 24. Il modello DM10

Il modello DM10. Amministrazione del personale Lezione n. 24. Il modello DM10 Il modello DM10 Il modello DM10 Il modello DM10 deve essere utilizzato dal datore di lavoro per denunciare all'inps le retribuzioni mensili corrisposte ai lavoratori dipendenti, i contributi dovuti e l'eventuale

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/04/2015 Circolare n. 75 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet.

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. Prestazioni a sostegno del reddito Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. - Modelli ASpI.COM (30/06/2014) Descrizione del servizio Premessa Questo servizio rende possibile

Dettagli

Estratto Conto Elettronico e CUD previdenziale

Estratto Conto Elettronico e CUD previdenziale Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici

Dettagli

CIRCOLARE DEL 15 GENNAIO 2011. Ai gentili Clienti 1- DETASSAZIONE E DECONTRIBUZIONE PER L ANNO 2011

CIRCOLARE DEL 15 GENNAIO 2011. Ai gentili Clienti 1- DETASSAZIONE E DECONTRIBUZIONE PER L ANNO 2011 CIRCOLARE DEL 15 GENNAIO 2011 Ai gentili Clienti 1- DETASSAZIONE E DECONTRIBUZIONE PER L ANNO 2011 La legge di stabilità ha prorogato il regime della detassazione relativa agli importi erogati in relazione

Dettagli

TUTOR COMMITTENTI PUBBLICI SOMMARIO:

TUTOR COMMITTENTI PUBBLICI SOMMARIO: Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Roma, 01/08/2013 Circolare n. 118 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

Circolare numero 1 del 08/01/2010

Circolare numero 1 del 08/01/2010 Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Circolare numero 1 del 08/01/2010 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Roma, 08/01/2010 Circolare n. 1 Allegati n. 2 Ai Dirigenti

Dettagli

Incontro con l INPS Brescia, 17/03/2014. INPS Sede di Brescia - Consalvi R. 1

Incontro con l INPS Brescia, 17/03/2014. INPS Sede di Brescia - Consalvi R. 1 Incontro con l INPS Brescia, 17/03/2014 INPS Sede di Brescia - Consalvi R. 1 Art. 1 comma 1175 DM 24/10/2007 L articolo 1, comma 1175, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, subordina i benefici normativi

Dettagli

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Circolare numero 58 del 12-05-2014. Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Circolare numero 58 del 12-05-2014. Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Circolare numero 58 del 12-05-2014 Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Circolare numero 58 del 12-05-2014 Direzione Centrale Entrate Roma, 12/05/2014

Dettagli

Ruolo dell INPS nella crisi: Sistema di Protezione Sociale

Ruolo dell INPS nella crisi: Sistema di Protezione Sociale Ruolo dell INPS nella crisi: Sistema di Protezione Sociale Nel periodo di crisi il sistema pensionistico pubblico si sta caratterizzando sempre più come sistema di protezione sociale. Nel panorama europeo

Dettagli

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili

Dettagli

INPS Apprendistato: chiarimenti sui profili contributivi

INPS Apprendistato: chiarimenti sui profili contributivi n 43 del 16 novembre 2012 circolare n 695 del 15 novembre 2012 referente GRANDI/af INPS Apprendistato: chiarimenti sui profili contributivi L INPS, con circolare n.128 del 2 novembre 2012 (allegata alla

Dettagli

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet.

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. Prestazioni a sostegno del reddito Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. - Mobilità ordinaria Descrizione del servizio Premessa Questo documento descrive le funzionalità messa

Dettagli

Gestione Forniture Telematiche

Gestione Forniture Telematiche Gestione Forniture Telematiche Gestione Forniture Telematiche, integrata nel software Main Office, è la nuova applicazione che consente, in maniera del tutto automatizzata, di adempiere agli obblighi di

Dettagli

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet.

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. Prestazioni a sostegno del reddito Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. - Disoccupazione Ordinaria e Detrazioni fiscali Descrizione del servizio Premessa Questo nuovo servizio

Dettagli

BANCA DATI PER L OCCUPAZIONE DEI GIOVANI GENITORI

BANCA DATI PER L OCCUPAZIONE DEI GIOVANI GENITORI Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione centrale entrate Direzione centrale sistemi informativi e tecnologici BANCA DATI PER L OCCUPAZIONE DEI GIOVANI GENITORI Guida alla procedura di richiesta

Dettagli

Indennità per ferie non godute nell EMens

Indennità per ferie non godute nell EMens Modalità di gestione Paghe Indennità per ferie non godute nell EMens Franca Paltrinieri Consulente Cna Interpreta L indennità sostitutiva per ferie non godute rientra nella retribuzione imponibile sia

Dettagli

Roma, 16/10/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 171

Roma, 16/10/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 171 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Formazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione

Dettagli

Circolare Mensile Lavoro MARZO 2015

Circolare Mensile Lavoro MARZO 2015 Circolare Mensile Lavoro MARZO 2015 INDICE Le news del mese di marzo 2015 Approfondimenti o Asseverazione conformità dei rapporti di lavoro o Compensazione dei crediti tramite modello F24 o Aliquote 2015

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito. Coordinamento Generale MEDICO-LEGALE. Direzione Centrale delle Entrate Contributive

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito. Coordinamento Generale MEDICO-LEGALE. Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Coordinamento Generale MEDICO-LEGALE Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Previdenza Agricola Direzione Centrale delle

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 03/10/2014

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 03/10/2014 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 03/10/2014 Circolare n. 118 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET

Servizi on-line per le Aziende e i Consulenti disponibili su web INTERNET Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Direzione Centrale Organizzazione Servizi on-line per le Aziende

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI LATINA E GLI ORDINI PROFESSIONALI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI LATINA E GLI ORDINI PROFESSIONALI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI LATINA E GLI ORDINI PROFESSIONALI A seguito dell'incontro tenutosi il giorno 27-10-2005 presso la Sede Provinciale Inps ~ tra di Latina la

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici

Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Manuale procedura Iscrizione e Variazione Azienda su web internet Versione 25/6/2014

Dettagli

NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI

NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI NEWSLETTER N. 2/2014 NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI ULTIME NOVITA FISCALI GESTIONE SEPARATA INPS: ALIQUOTE VE 2014 CIRCOLARE INPS N. 18 DEL FEBRRAIO 2014 DIFFERIMENTO AUTOLIQUIDAZIONE

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE DI CAGLIARI Responsabile Agenzia Interna: dr. Sandro Marcia mail sandro.marcia@inps.it te. 070 6009236

DIREZIONE PROVINCIALE DI CAGLIARI Responsabile Agenzia Interna: dr. Sandro Marcia mail sandro.marcia@inps.it te. 070 6009236 DIREZIONE PROVINCIALE DI CAGLIARI Responsabile Agenzia Interna: dr. Sandro Marcia mail sandro.marcia@inps.it te. 070 6009236 Competenze dei funzionari della Linea di Prodotto Soggetto Contribuente con

Dettagli

Alle Aziende Clienti - Loro Sedi - COMUNICAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE per l anno 2013

Alle Aziende Clienti - Loro Sedi - COMUNICAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE per l anno 2013 Pag. 1 di 6 Mantova, lì 21 Gennaio 2014 Circolare n. 04/2014 Alle Aziende Clienti - Loro Sedi - COMUNICAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE per l anno 2013 Come ogni anno inviamo le schede necessarie

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

il Comune di, con sede in Via - C.F., legalmente rappresentato dal dott., nella sua qualità di, giusta delibera n. del premesso:

il Comune di, con sede in Via - C.F., legalmente rappresentato dal dott., nella sua qualità di, giusta delibera n. del premesso: ICI S/L (SC) 1 CONVENZIONE TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE E IL COMUNE DI PER IL PAGAMENTO DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI, DELLE SANZIONI E DEGLI INTERESSI E LA FORNITURA DEI RELATIVI FLUSSI INFORMATIVI

Dettagli

L obbligo contributivo dei maestri di sci CASELLE DI SOMMACAMPAGNA (VR), 24 NOVEMBRE 2012

L obbligo contributivo dei maestri di sci CASELLE DI SOMMACAMPAGNA (VR), 24 NOVEMBRE 2012 L obbligo contributivo dei maestri di sci CASELLE DI SOMMACAMPAGNA (VR), 24 NOVEMBRE 2012 Legge 3 giugno 1975, n. 160, art. 29 Esercenti attività commerciali. L'art.1 della legge 27 novembre 1960, n. 1397,

Dettagli

Roma, 25/10/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 136

Roma, 25/10/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 136 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Coordinamento Generale Statistico

Dettagli

Alle Aziende Clienti - Loro Sedi - COMUNICAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE per l anno 2012

Alle Aziende Clienti - Loro Sedi - COMUNICAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE per l anno 2012 Pag. 1 di 6 Mantova, lì 21 Gennaio 2013 Circolare n. 03/2013 Alle Aziende Clienti - Loro Sedi - COMUNICAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE per l anno 2012 Come ogni anno inviamo le schede necessarie

Dettagli

Agenzia delle Entrate Ufficio di Palermo 2

Agenzia delle Entrate Ufficio di Palermo 2 Agenzia delle Entrate Ufficio di Palermo 2 PROGETTO FISCO IN CLASSE in collaborazione con Istituto d Istruzione Superiore Son G. Colletto Sezione ITC di Marineo Agenzia delle Entrate Ente pubblico non

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 17/06/2015

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 17/06/2015 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 17/06/2015 Circolare n. 122 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

Oggetto Documento Unico di Regolarità Contributiva. Decreto del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale del 24 ottobre 2007.

Oggetto Documento Unico di Regolarità Contributiva. Decreto del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale del 24 ottobre 2007. DIREZIONE GENERALE DIREZIONE CENTRALE RISCHI Circolare n. 7 Roma, 5 febbraio 2008 Al Ai Dirigente Generale Vicario Responsabili di tutte le Strutture Centrali e Territoriali e p.c. a: Organi Istituzionali

Dettagli

Roma, 08/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 71

Roma, 08/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 71 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli

Per accedere al beneficio contributivo inserire il codice INPS 6Y accedendo al Cassetto previdenziale aziende.

Per accedere al beneficio contributivo inserire il codice INPS 6Y accedendo al Cassetto previdenziale aziende. ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE NUOVE ASSUNZIONI CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015 (legge 190/2014 - Legge di Stabilità 2015; Circ. Inps n.17/2015) Per accedere al beneficio contributivo inserire

Dettagli

Notizie Lavoro Flash. 1) Gestione Separata Committenti Emissione comunicazione debitoria per anno di competenza 2013

Notizie Lavoro Flash. 1) Gestione Separata Committenti Emissione comunicazione debitoria per anno di competenza 2013 Notizie Lavoro Flash 1) Gestione Separata Committenti Emissione comunicazione debitoria per anno di competenza 2013 Con messaggio n.6859 del 5 settembre 2014 l INPS ha comunicato l avvenuta elaborazione

Dettagli

Manuale Operativo. Istituto Nazionale Previdenza Sociale DIREZIONE CENTRALE SISTEMI INFORMATIVI E TELECOMUNICAZIONI

Manuale Operativo. Istituto Nazionale Previdenza Sociale DIREZIONE CENTRALE SISTEMI INFORMATIVI E TELECOMUNICAZIONI Manuale Operativo Istruzioni per l utilizzo del Software di controllo uniemens aggregato per l invio mensile unificato delle denunce retributive individuali (EMENS) e delle denunce contributive aziendali

Dettagli

CUD 2013 REDDITI 2012

CUD 2013 REDDITI 2012 GUIDA OPERATIVA compilazione MODELLO CUD 2013 REDDITI La presente guida contiene le indicazioni per l impostazione dei dati utili alla compilazione della Certificazione Unica MODELLO CUD 2013, concernente

Dettagli

Al Presidente Ai Consiglieri di Amministrazione

Al Presidente Ai Consiglieri di Amministrazione Direzione centrale delle entrate contributive Direzione centrale organizzazione Direzione centrale pianificazione e controllo di gestione Direzione centrale prestazioni Direzione centrale prestazioni a

Dettagli

Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura. PAGHE Rel. 5.0.2.0. Data rilascio: 30 Settembre 2014

Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura. PAGHE Rel. 5.0.2.0. Data rilascio: 30 Settembre 2014 Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura PAGHE Rel. 5.0.2.0 Data rilascio: 30 Settembre 2014 Lo scopo che si prefigge questa guida è quello di documentare le implementazioni introdotte nella

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 07/06/2013

Direzione Centrale Entrate. Roma, 07/06/2013 Direzione Centrale Entrate Roma, 07/06/2013 Circolare n. 88 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Direzione centrale delle Entrate contributive. Direzione centrale Organizzazione. Direzione centrale Sistemi informativi e telecomunicazioni

Direzione centrale delle Entrate contributive. Direzione centrale Organizzazione. Direzione centrale Sistemi informativi e telecomunicazioni Direzione centrale delle Entrate contributive Direzione centrale Organizzazione Direzione centrale Sistemi informativi e telecomunicazioni Roma, 18 Aprile 2008 Circolare n. 51 Allegati 4 Ai Dirigenti centrali

Dettagli

Note di Rilascio Utente Release 10.60.00

Note di Rilascio Utente Release 10.60.00 22/07/2010 Note di Rilascio Utente Release 10.60.00 CONTENUTI - StudioNeXt - 1. DELEGA F24... 2 Stampa autorizzazione pagamenti... 2 2. ALTRI ADEMPIMENTI... 2 Comunicazione delle operazioni con soggetti

Dettagli

Modello 730 2014 redditi 2013

Modello 730 2014 redditi 2013 Modello 730 2014 redditi 2013 FASCE DI REDDITO da 0 a 20.000 25,00 euro da 20.001 a 25.000 30,00 da 25.001 a 30.000 35,50 da 30.001 a 40.000 40,50 da 40.001 a 50.000 45,50 da 50.001 a 60.000 50,50 oltre

Dettagli

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet.

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. Prestazioni a sostegno del reddito Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. - NASpI Vers. 1.0 28/04/2015 Descrizione del servizio Premessa Questo servizio rende possibile l invio

Dettagli

Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti

Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti Cassa di Previdenza Dottori Commercialisti La comunicazione SAT2013 PCE Con il presente documento si forniscono alcune informazioni in merito all imminente obbligo di autodichiarazione dei dati relativi

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 63 01.04.2014 Intermittenti: chiarimenti sui versamenti volontari Tempo fino al 20 settembre 2014 per le richieste di versamenti

Dettagli

Oggetto: Informazioni su obblighi contributivi e previdenziali delle Aziende Agricole per l anno 2009 COMUNICAZIONE IMPORTANTE

Oggetto: Informazioni su obblighi contributivi e previdenziali delle Aziende Agricole per l anno 2009 COMUNICAZIONE IMPORTANTE FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA CIRCOLARE N 2 del 22 dicembre 2008 Oggetto: Informazioni su obblighi contributivi e previdenziali

Dettagli

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI Gli aggiornamenti più recenti rateizzazioni comunicazioni di irregolarità accertamenti esecutivi aggiornamento agosto 2014 CONTROLLO

Dettagli

Oggetto: CONDIZIONI E MODALITÀ DI RILASCIO DEL DURC

Oggetto: CONDIZIONI E MODALITÀ DI RILASCIO DEL DURC Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: CONDIZIONI E MODALITÀ DI RILASCIO DEL DURC Che cos è il Durc Il Documento Unico di Regolarità è il certificato che, sulla base di un'unica richiesta, attesta contestualmente

Dettagli

SOMMARIO: 1. GENERALITA

SOMMARIO: 1. GENERALITA OGGETTO: Donazione del midollo osseo - Legge 6 marzo 2001, n. 52. Modalità di compilazione del mod. DM10/2 e della denuncia EMens. Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti. SOMMARIO: Il lavoratore

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Entrate e Posizione Assicurativa Gestione Dipendenti Pubblici. Roma, 17-07-2013. Messaggio n.

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Entrate e Posizione Assicurativa Gestione Dipendenti Pubblici. Roma, 17-07-2013. Messaggio n. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Entrate e Posizione Assicurativa Gestione Dipendenti Pubblici Roma, 17-07-2013 Messaggio n. 11532 Allegati n.2 OGGETTO: Modalità di presentazione della domanda

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 27/06/2014

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 27/06/2014 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 27/06/2014 Circolare n. 81 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 18/04/2012 Circolare n. 56 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

LA SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DEL PERSONALE LA TUA ATTIVITÀ A PORTATA DI MANO

LA SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DEL PERSONALE LA TUA ATTIVITÀ A PORTATA DI MANO LA SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DEL PERSONALE LA TUA ATTIVITÀ A PORTATA DI MANO INDICE La soluzione Caratteristiche Pag. 03 Aggiornamenti mensili delle tabelle precaricate e aggiornate Pag. 03 Funzionalità

Dettagli

OGGETTO: Iscrizione azienda con dipendenti: servizio on-line per l apertura di posizioni INPS.

OGGETTO: Iscrizione azienda con dipendenti: servizio on-line per l apertura di posizioni INPS. Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Direzione Centrale Organizzazione Roma, 3 Gennaio 2007 Circolare n. 2 Allegati 5 Ai Dirigenti centrali

Dettagli

Sgravio contributivo triennale L. 190/2014

Sgravio contributivo triennale L. 190/2014 Sgravio contributivo triennale L. 190/2014 Nuoro 2 aprile 2015 Premessa Con la circolare n. 17 del 29-01-2015 l'inps ha fornito le istruzioni per gestire l'esonero contributivo triennale per le nuove assunzioni

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE OPERATIVA INPS TRIBUTARISTI ISCRITTI ALLE ASSOCIAZIONI INT, ANCOT, ANCIT, LAPET, LAIT PREMESSA

ACCORDO DI COLLABORAZIONE OPERATIVA INPS TRIBUTARISTI ISCRITTI ALLE ASSOCIAZIONI INT, ANCOT, ANCIT, LAPET, LAIT PREMESSA ACCORDO DI COLLABORAZIONE OPERATIVA INPS TRIBUTARISTI ISCRITTI ALLE ASSOCIAZIONI INT, ANCOT, ANCIT, LAPET, LAIT PREMESSA L INPS e le Associazioni dei Tributaristi, allo scopo di conseguire una sempre maggiore

Dettagli

Circolare sulle modalità di rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (durc)

Circolare sulle modalità di rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (durc) Circolare sulle modalità di rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (durc) Sommario: 1. Premessa; 2. Soggetti tenuti a richiedere il DURC; 3. Soggetti abilitati al rilascio del DURC; 4.

Dettagli

NUOVO SISTEMA DI GESTIONE DELLA CIG

NUOVO SISTEMA DI GESTIONE DELLA CIG NUOVO SISTEMA DI GESTIONE DELLA CIG Il nuovo sistema si basa sulla raccolta mensile, tramite il flusso UNIEMENS, di tutte le informazioni utili alla gestione dell evento di Cassa Integrazione (CIG Ordinaria,

Dettagli