Gianni Biagi Direzione Generale Politiche Formative, Beni e Attività Culturali Dirigente Settore Formazione Regione Toscana

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gianni Biagi Direzione Generale Politiche Formative, Beni e Attività Culturali Dirigente Settore Formazione Regione Toscana"

Transcript

1 Il sistema di Web Learning della Regione Toscana Il progetto TRIO ( ) Gianni Biagi Direzione Generale Politiche Formative, Beni e Attività Culturali Dirigente Settore Formazione Regione Toscana Firenze, 15 gennaio 2010

2 L evoluzione del Sistema Regionale di Web Learning 1^ FASE (dal 1998 al 2001) 2^ FASE (dal 2002 al 2008) 3^ FASE (dal 2009 al 2011) Predisposizione delle strutture pubbliche di accesso ai servizi TRIO Costruzione di un primo catalogo tl corsi per la formazione a distanza Notevole espansione del catalogo corsi Erogazione di servizi agli utenti finali Estensione del sistema verso organizzazioni pubbliche e private Qualificazione dell offerta formativa Potenziamento dei servizi agli utenti Consolidamento del sistema su organizzazioni pubbliche e private Sviluppo di partenariati con Organismi Formativi Accreditati

3 IL PROGETTO TRIO OGGI

4 Quadro generale del progetto nel triennio UTENTI OFFERTA FORMATIVA SERVIZI SISTEMA DI MONITORAGGIO

5 Utenti TRIO e modalità di accesso al sistema TIPOLOGIA DI UTENTI Individuali X X Utenti di Web Learning Group (WLG) X X X Accesso da risorse private Accesso da risorse di organizzazioni (pubbliche o private) Accesso da strutture pubbliche (Poli territoriali e rete PAAS) MODALITA DI ACCESSO

6 Numero di iscritti a TRIO (serie storica) I soggetti iscritti a TRIO al 31/12/09 /09sono o complessivamente e e Di questi soggetti sono attivi

7 Il profilo degli iscritti a TRIO (con stato attivo) 65,2% 13,2% 11,3% 5,6% 3,3% 1,4% Prevalenza di occupati Netta prevalenza di utenti con titolo di studio di scuola superiore Maggioranza femminile il Il periodo di riferimento del dato è 01/07/02 31/12/09.

8 Il profilo degli iscritti a TRIO (con stato attivo) Il periodo di riferimento del dato è 01/07/02 31/12/09. Stratificazione perposizione posizione professionale: il 47,8% appartiene alla categoria impiegato o intermedio lavoro dipendente

9 Il profilo degli iscritti a TRIO (con stato attivo) Il periodo di riferimento del dato è 01/07/02 31/12/09. Stratificazione perscolarizzazione: il 40,1% ha undiploma dimaturità e undiploma di scuola superiore

10 Il profilo degli iscritti a TRIO (con stato attivo) Il periodo di riferimento del dato è 01/07/02 31/12/09. Stratificazione tifi i per provincia i di provenienza: il 57,4% proviene dalla dll Toscana, con prevalenza della provincia di Firenze

11 Il profilo degli iscritti a TRIO (con stato attivo) Il periodo di riferimento del dato è 01/07/02 31/12/09. Stratificazione per età: il 31,6% ha un età compresa tra i 18 e i 32 anni

12 Numero di iscritti a TRIO (tramite WLG) I soggetti iscritti ittia TRIO al 04/01/10 tramite WLG sono complessivamente * L impresa Limpresa registra il 39,2% dell utenza WLG La Pubblica Amministrazione i i nel suo complesso (7 categorie su 12) registra il 35,7%,, con prevalenza del settore sanitario * Dato relativo ai WLG attivati dal 29/04/2004

13 Numero di iscritti a TRIO (tramite WLG) TRIO per la Pubblica Amministrazione nella Regione Toscana: Iscritti tramite Web Learning Group WLG Regione Toscana WLG Enti Locali Dato relativo ai WLG attivati dal 29/04/2004

14 Numero di iscritti a TRIO (tramite WLG) TRIO per la Pubblica Amministrazione nella Regione Toscana: Iscritti tramite Web Learning Group WLG Sanità WLG Università e Istituti scolastici Dato relativo ai WLG attivati dal 29/04/2004

15 Prodotti disponibili in didateca Il periodo di riferimento del dato è 01/07/02 31/12/09. Ad oggi sono disponibili in totale prodotti a catalogo (on line e e book)

16 I corsi ordinati Al31/12/09 i t t iù di i i i i i i ll 13 M A Al 31/12/09 vi sono state più di iscrizioni ai corsi nelle 13 Macro Aree disponibili a catalogo

17 Icorsicompletati Al31/12/09 i il 40% d i i di ti i lt l t ti ll 13 M A Al 31/12/09 circa il 40% dei corsi ordinati risultano completati nelle 13 Macro Aree disponibili a catalogo

18 Le ore di formazione erogate Nel periodo gennaio dicembre 09 si registrano ore di formazione effettivamente erogate (Tf*) a favore di utenti dei corsi TRIO che arrivano al test finale, ae,con una media mensile enel periodo di oe. ore. * Tf = tempo effettivo di fruizione di un corso da parte di un utente, tracciato dalla piattaforma di teleformazione, purché l utente abbia completato il corso ed effettuato il lancio del test finale (indipendentemente dall esito del test)

19 La fidelizzazione dell utenza La fidelizzazione dell utente 84,15% la percentuale degli utenti attivi che, dopo aver concluso almeno un corso, ne frequentanoalmenounaltro almeno un altro. Ciòsignificache che, nelperiodo01/07/02 31/12/09, 5 utenti su 6 risultano fidelizzati

20 Customer satisfaction Dt Dato ottenuto t dall'indagine d i campionaria i condotta tlf telefonicamente t su un campione di 103 utenti che hanno completato un corso TRIO Il 95,1% degli utenti giudica positivo il ProgettoTRIO nel suo complesso

21 Offerta formativa: il piano operativo 2009 MANUTENZIONE (2009) TOTALE MODULI TOTALE ORE (stimato) 1. Manutenzione del catalogo Linea di sviluppo % NOTA Rafforzamento 92% Sicurezza sui luoghi di di aree tematiche chiave Percorsi legati al sistema dell Istruzione lavoro, Privacy, Igiene degli alimenti, Pubblica Amministrazione Educazione degli adulti, 8% progetto Diplomarsi online (www.diplomarsionline.i t) della Provincia e USP di Grosseto

22 Offerta formativa: il piano operativo 2009 PRODUZIONE DI NUOVI MODULI TOTALE MODULI TOTALE ORE (2009) (stimato) 2. Produzione di nuovi moduli formativi Linea di sviluppo % NOTA Percorsi certificabili legati al SRC Percorsi relativi a certificazioni di mercato Supporto a processi blended 38% 2 Figure Professionali 22% ECDL Health, EQDL Full, e Citizen 1,5% Rafforzamento aree 38,5% Le stesse della tematiche chiave manutenzione

23 IserviziTRIO Utenti singoli WLG relativi a organizzazioni pubbliche e imprese private WLG relativi a Organismi Formativi Accreditati SERVIZI. Help desk. Tutoraggio di orientamento. Tutoraggio di contenuto. Partecipazione a Forum tematici. Rilascio attestati di frequenza. Regolati da una specifica convenzione di servizio. Regolati da accordi di partenariato, nell ambito del Sistema Regionale delle Competenze

24 IserviziTRIO Il sistema TRIO è dotato di una Balanced Scorecard (BSC), un cruscotto navigabile per il monitoraggio degli obiettivi sui singoli servizi La BSC è disponibile sul Corporate Portal

25 Il monitoraggio del sistema La BSC di TRIO permette un monitoraggio i dlit del sistema a diversi i livelli lli di dettaglio in base alle esigenze dell utilizzatore Analisi sintetica dati dei 5 macroservizi (13) Analisi dei dati per classi di obiettivo Efficacia dei servizi (11) Efficienza dei servizi (13) Contenuti e metodi di qualità (4) Soddisfazione utenti e loro crescita numerica (5) Analisi di pochi (3) ma selezionati dati chiave Analisi di dettaglio dei dati dei servizi (36) Presentazione della BSC

26 IL CONTRIBUTO DI TRIO NELL AMBITO DELLA CIGS

27 Il contributo di TRIO nell ambito della CIG/1 AREZZO Coinvolgimento di 630 lavoratori, distribuiti tra Polo di Arezzo, Area Valdarno, Area Valtiberina, Area Valdichiana, Area Casentino, con fruizione nella quasi totalità dei casi di corsi dell area informatica (Word, Excel, reti informatiche, utilizzo di Internet, AutoCAD), contabilità e lingue FIRENZE e CIRCONDARIO EMPOLESE Coinvolgimento di 320 lavoratori, distribuiti tra Polo di Empoli e Castelfiorentino (266), Polo di San Casciano e San Bartolo a Cintoia (32), Polo di Figline (22), con fruizione nella quasi totalità dei casi di corsi di informatica di base (Word/Excel 2000) e lingue. GROSSETO Coinvolgimento di 9 lavoratori, nel settore turistico alberghiero e dei servizi

28 Il contributo di TRIO nell ambito della CIG/2 LIVORNO Coinvolgimento di 86 lavoratori distribuiti tra Polo di Piombino (16), Polo di Cecina (24), Polo di Livorno Gherardesca (45), Polo di Portoferraio (1) LUCCA Coinvolgimento di 240 lavoratori PISA Coinvolgimento di 100 lavoratori su attività già svolte e/o in programmazione. La fruizione dei contenuti ha riguardato prevalentemente le seguenti aree: sicurezza sui luoghi di lavoro, informatica e lingue

29 Il contributo di TRIO nell ambito della CIG/3 PISTOIA Coinvolgimento di 90 lavoratori SIENA Coinvolgimento di 228 lavoratori

30 Il contributo di TRIO nell ambito della CIG/4 Complessivamente i servizi di TRIO hanno interessato sulla base dei dati pervenuti ad oggi, lavoratori e interesseranno nel corso del 2010 ancora un numero consistente di cassa integrati.

31 IL PROGETTO TRIO DOMANI

32 Open source/1 Qualità e affidabilità 1 Efficienza Trasparenza e Riservatezza Nessun legame con il Fornitore Risparmio di costi (TCA 2 ) Interoperatività e Collaborazione Flessibilità 1 La fidelizzazione avviene per soddisfazione e non per licenza 2 Total Account Ownership, diversamente dal TCO misura l indice di (in)dipendenza di un programma

33 Moodle/1 Open source/2 Moodle si basa sulla teoria del costruttivismo sociale, secondo la quale un individuo d costruisce la propria formazione in maniera attiva attraverso l interazione con l ambiente circostante. L apprendimento si attua quindi attraverso il confronto con gli altri, scambiandosi informazioni, opinioni e materiali multimediali mediante l uso di forum, chat e link inseriti direttamente sulla piattaforma.

34 Moodle/2 Open source/4 L apprendimento avviene all interno di Contenitori Didattici rappresentati in Moodle dal concetto di Corso. Un Corso rappresenta dunque un vero e proprio ambiente di apprendimento, che grazie alla flessibilità di Moodle può concretizzarsi a diversi livelli : Modulo Trio WLG Collane didattiche i Percorsi Figure professionali

35 L architettura proposta vista logica

36 Da Saba a Moodle/1

37 Da Saba a Moodle/2

38 Il PROGRAMMA ANNUALE 2010

39 Il programma annuale 2010 OFFERTA FORMATIVA SERVIZI

40 Offerta formativa: le linee di sviluppo 2010 Focus sulle certificazioni relative al Sistema Regionale delle Competenze (certificato di competenze, attestato di qualifica) Ulteriore sviluppo di percorsi a sostegno di certificazioni di mercato Sviluppo di collane didattiche per l acquisizione delle Key Competences per il mercato del lavoro Sviluppo di percorsi legati al Sistema dell Istruzione Sviluppo delle risorse didattiche e dei processi legati ad un apprendimento non formale/informale

41 Composizione offerta formativa/1 1 Sviluppo di competenze certificabili Percorsi formativi 2 Sviluppo di conoscenze abilitanti l inserimento nel mercato del lavoro Collane didattiche 3 Supporto allo sviluppo di processi formativi blended (non certificabili) Percorsi formativi 4 Rafforzamento di aree tematiche chiave Moduli formativi 5 Sviluppo di risorse didattiche per favorire nuovi stili di apprendimento Podcast Aule Virtuali Registrate E book

42 Percorsi legati al Sistema Regionale delle Competenze Struttura del Repertorio dll delle Figure Professionali SETTORE REGIONALE FIGURA PROFESSIONALE Percorsi legati al Sistema Regionale delle Competenze PERFORMANCE AREA DI ATTIVITA (ADA) UNITA DI COMPETENZA (UC) CONOSCENZE CAPACITA

43 Composizione offerta formativa/2 Sviluppo competenze certificabili Area Sistema Regionale delle Competenze Area Certificazioni di mercato Area Sistema dell Istruzione Percorsi relativi alla copertura delle conoscenze di Figure Professionali dl del Repertorio Regionale Percorsi in area informatica Percorsi relativi alla legge regionale sull obbligo di istruzione, nell ambito dell Educazione degli Adulti

44 Composizione offerta formativa/3 Sviluppo di conoscenze abilitanti l inserimento nel mercato del lavoro Collane didattiche

45 Composizione offerta formativa/4 Supporto allo sviluppo di processi formativi blended (non certificabili) Area Percorsi tematici. Percorsi generabili anche dai moduli presenti a catalogo Area Sostegno alle esigenze territoriali. Percorsi costruibili in funzione di esigenze espresse dal territorio regionale

46 Composizione offerta formativa/5 Rafforzamento di aree tematiche chiave Area Informatica. Per assicurare la copertura di temi di grande interesse per gli utenti TRIO (suite Microsoft,Apple, open source) Area Nuova piattaforma Moduli propedeutici all utilizzo della nuova piattaforma Moodle

47 Composizione offerta formativa/6 Sviluppo di risorse didattiche per favorire nuovi stili di apprendimento Podcast Realizzazione i di alcune serie tematicheti di audio podcast, associate alle collane didattiche. Aule Virtuali Registrate (AVR) Registrazione di sessioni di Aula Virtuale, indirizzabili i a: a) Formazione sulla nuova piattaforma b) Orientamento sull offerta formativa c) Eventi seminariali

48 Composizione offerta formativa/7 Riorganizzazione del catalogo dell offerta formativa in formato coerente con il Sistema regionale delle Competenze Sviluppo di partenariati con gli Organismi Formativi Accreditati (OFA) ai fini della certificazione delle competenze Erogazione del servizio di Aula Virtuale Accompagnamento alla messa in esercizio della nuova piattaforma Sviluppo della rete dei WLG come strumento fondamentale del futuro Sviluppo di azioni promozionali sul territorio Attivazione dei due nuovi Poli negli Istituti di pena di San Gimignano e Pistoia

49 I protocolli d intesa Sono stati siglati 55 protocolli di intesa, di cui: PARTENARIATI INTERNAZIONALI (6) PARTENARIATI NAZIONALI (7) PARTENARIATI REGIONALI (42) Sono in programma partenariati con Organismi Formativi Accreditati ti in relazione agli obiettivi i relativi ltiial rilascio i delle dll certificazioni di competenza e/o di qualifica così come previsto dal SistemaRegionale delle Competenze

50 Struttura del modulo TRIO MODULO LO 1 LO 2 LO 3 LO n Test di ingresso Introduzione Lezioni/Argomenti/Verifiche formative Test di valutazione (ad estrazione casuale) Introduzione Test di ingresso Lezioni/Argomenti/Verifiche formative Test di valutazione (ad estrazione casuale) Introduzione Test di ingresso Lezioni/Argomenti/Verifiche formative Test di valutazione (ad estrazione casuale) L 1 L 2 L 3 L 1 L 2 L 3 L 1 L 2 L 3

51 Offerta formativa: obiettivi MANUTENZIONE E NUOVA PRODUZIONE TOTALE ORE 1. Manutenzione del catalogo 600 ore 2. Produzione di nuovi moduli formativi ore 3. Produzione di podcast 120 ore 4. Produzione di aule virtuali registrate 90 ore

52 Produzione di nuovi moduli formativi Un primo nuovo formato didattico

53 Produzione di nuovi moduli formativi Servizi iofferti Riferimentii Service Level Agreement Help desk ; Tutoraggio di orientamento sull offerta formativa Tutoraggio di contenuto in area linguistica Tutoraggio di contenuto in area informatica Tutoraggio di contenuto su altre aree tematiche Partecipazione a Forum tematici 8 ore lavorative 16 ore lavorative 16 ore lavorative 16 ore lavorative Invio di attestati di frequenza Entro un max. di 45 giorni i dalla richiesta

54 Il tutoraggio di contenuto Il dato è disponibile relativamente al periodo di effettivo tracciamento (giugno dicembre 09). Nel periodo giugno dicembre 09 sono state 787 in totale le richieste di tutoraggio di contenuto pervenute tramite i canali di comunicazione predisposti. Il tempo medio di rispostaalle alle richieste nel periodo è di 4,5 ore lavorative

55 Help desk Il periodo di riferimento del dato è aprile dicembre 09. Nel periodo aprile dicembre 09 sono state le richieste all Help Desk TRIO pervenute tramite i canali di comunicazione predisposti, p con una prevalenza delle richieste di assistenza tecnica di 1 livello. Il tempo medio di risposta alle richieste nel periodo è di 6,3 ore lavorative

56 Servizi offerti ai Web Learning Group Web Learning Group (WLG) Enti e organizzazioni pubbliche Imprese peseprivate Organismi Formativi Accreditati i Poli territoriali TRIO Poli gestiti dalle Province Poli gestiti da TRIO Per la specificità nei confronti del Sistema Regionale delle Competenze, gli organismi formativi accreditati sono trattati come un canale a sé stante I Poli territoriali non sono a rigore un WLG, ma richiedono servizi tipo WLG

57 Attività di partenariato/1 Lo sviluppo di collaborazione ed integrazione tra sistemi è uno degli obbiettivi del lavoro per dello sviluppo di TRIO Sono in corso: I lavori del Tavolo Interistituzionale con l obbiettivo di aprire il dibattito a livello nazionale per un ruolo strategico dell e e-learning nei processi di innovazione nella P.A. e nella Formazione con contatti con le Province di Trento e Bolzano, con le regioni Valle d Aosta, Basilicata e Emilia Romagna

58 Attività di partenariato /2 I rapporti con la regione Marche sul riuso di applicazioni e prodotti, con l obbiettivo di stipulare una apposita convenzione per il riuso delle infrastrutture informatiche e dei moduli didattici I rapporti con Isfol per la possibile collaborazione fra TRIO e Spf On line con lo scambio delle reciproche esperienze e conoscenze

59 Attività di partenariato/3 Sono già stati definiti: L accordo con la regione Emilia Romagna per lo scambio di moduli formativi tra TRIO e SELF concordando anche una apposita licenza di uso dei prodotti L accordo con la Provincia di Bolzano per lo scambio di moduli formativi nell ambito del progetto FSE Copernicus e TRIO.

60 Grazie

TRIO Il Sistema di Web Learning della Regione Toscana nella formazione professionale. Didamatica - Pisa, 7 maggio 2013

TRIO Il Sistema di Web Learning della Regione Toscana nella formazione professionale. Didamatica - Pisa, 7 maggio 2013 TRIO Il Sistema di Web Learning della Regione Toscana nella formazione professionale Didamatica - Pisa, 7 maggio 2013 2 TRIO è il Sistema di Web Learning della Regione Toscana che mette a disposizione

Dettagli

TRIO Il Sistema di Web Learning della Regione Toscana

TRIO Il Sistema di Web Learning della Regione Toscana TRIO Il Sistema di Web Learning della Regione Toscana E-learning nella pubblica amministrazione: esperienze a confronto Formez - 13 dicembre 2013 2 TRIO è il Sistema di Web Learning della Regione Toscana

Dettagli

Piattaforma elearning Trio GIANNI BIAGI

Piattaforma elearning Trio GIANNI BIAGI Piattaforma elearning Trio GIANNI BIAGI Regione Toscana- Dirigente del Settore Formazione e Orientamento TRIO Il sistema di web learning della Regione Toscana Progetto TOS.CA. Vibo Valentia, 28 marzo 2013

Dettagli

Il programma TRIO e le valenze per i professionisti. Firenze, 13 luglio 2010

Il programma TRIO e le valenze per i professionisti. Firenze, 13 luglio 2010 1 Il programma TRIO e le valenze per i professionisti Firenze, 13 luglio 2010 2 TRIO è il Sistema di Web Learning della Regione Toscana che mette a disposizione di cittadini, enti pubblici e organizzazioni

Dettagli

Il sistema di web learning della Regione Toscana

Il sistema di web learning della Regione Toscana Il sistema di web learning della Regione Toscana 1di34 Origini e sviluppo TRIO (Tecnologia, Ricerca, Innovazione, Orientamento) nasce alla fine del 1998 come programma di interventi sperimentali e innovativi

Dettagli

SCHEDA DELLA PROVINCIA DI FIRENZE

SCHEDA DELLA PROVINCIA DI FIRENZE SCHEDA DELLA Convegno IL NUOVO TRIO PER LA TOSCANA DOMANI La formazione a distanza per lo sviluppo 15 gennaio 2010 Firenze Palazzo dei Congressi Introduzione La seguente scheda è finalizzata alla presentazione

Dettagli

La formazione a distanza della Statistica comunale

La formazione a distanza della Statistica comunale La formazione a distanza della Statistica comunale Convegno nazionale USCI I numeri che non ti aspetti. La funzione statistica dei Comuni tra riforma e qualità dei servizi La statistica comunale tra rinnovamento

Dettagli

Scuola Sicura formazione alla sicurezza negli istituti scolastici toscani. Livorno, 23 aprile 2013

Scuola Sicura formazione alla sicurezza negli istituti scolastici toscani. Livorno, 23 aprile 2013 formazione alla sicurezza negli istituti scolastici toscani Livorno, 23 aprile 2013 2 TRIO è il Sistema di Web Learning della Regione Toscana che mette a disposizione di cittadini, enti pubblici e organizzazioni

Dettagli

SCHEDA DELLA PROVINCIA DI LIVORNO

SCHEDA DELLA PROVINCIA DI LIVORNO SCHEDA DELLA Introduzione La seguente scheda è finalizzata alla presentazione dei dati sull utenza della Provincia di Livorno nonché delle esperienze realizzate a livello locale e rientranti a pieno titolo

Dettagli

"VE. DI. VErso il DIploma PERCORSI FORMATIVI IN MODALITA BLENDED PER L INNALZAMENTO DEI LIVELLI DI ISTRUZIONE"

VE. DI. VErso il DIploma PERCORSI FORMATIVI IN MODALITA BLENDED PER L INNALZAMENTO DEI LIVELLI DI ISTRUZIONE "VE. DI. VErso il DIploma PERCORSI FORMATIVI IN MODALITA BLENDED PER L INNALZAMENTO DEI LIVELLI DI ISTRUZIONE" Obiettivo del progetto Il progetto intende rispondere all esigenza di rendere accessibili

Dettagli

SCHEDA DELLA PROVINCIA DI FIRENZE

SCHEDA DELLA PROVINCIA DI FIRENZE SCHEDA DELLA Introduzione La seguente scheda è finalizzata alla presentazione dei dati sull utenza della Provincia di Firenze nonché delle esperienze realizzate a livello locale e rientranti a pieno titolo

Dettagli

La certificazione delle competenze: il caso dei valutatori/certificatori del sistema regionale delle competenze. Silvia Marconi

La certificazione delle competenze: il caso dei valutatori/certificatori del sistema regionale delle competenze. Silvia Marconi 1 La certificazione delle competenze: il caso dei valutatori/certificatori del sistema regionale delle competenze Silvia Marconi Firenze, 18 febbraio 2011 2 La Regione Toscana ha definito un sistema per

Dettagli

La formazione cresce con te. Trio è il sistema di web learning della Regione Toscana

La formazione cresce con te. Trio è il sistema di web learning della Regione Toscana La formazione cresce con te Trio è il sistema di web learning della Regione Toscana 01 TRIO, web learning a portata di click TRIO è la risposta alle crescenti esigenze di formazione, una risorsa a disposizione

Dettagli

Indirizzi per la regolamentazione dell Apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere ai sensi del Regolamento 47/R del 2003 e s.m.i.

Indirizzi per la regolamentazione dell Apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere ai sensi del Regolamento 47/R del 2003 e s.m.i. Allegato B Indirizzi per la regolamentazione dell Apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere ai sensi del Regolamento 47/R del 2003 e s.m.i. Indirizzi per la regolamentazione dell Apprendistato

Dettagli

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato IL PROGETTO E-LEARNING della Ragioneria Generale dello Stato Il Contesto Nel corso degli ultimi anni, al fine di migliorare qualitativamente i servizi resi dalla P.A. e di renderla vicina alle esigenze

Dettagli

Il Sistema Permanente di Formazione on line del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Sistema Permanente di Formazione on line del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Il Sistema Permanente di Formazione on line del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Il progetto SPF on line SPF on line è un progetto nazionale pubblico e gratuito di formazione continua È

Dettagli

L E-LEARNING ENTRA NELLA PA : IL CASO ARPA PUGLIA

L E-LEARNING ENTRA NELLA PA : IL CASO ARPA PUGLIA Luigi Barberini Studiodelta S.r.l. Bari /Italia l.barberini@studiodelta.it FULL PAPER Obiettivo principale del progetto è stato la formazione informatica di base per un numero di circa 0 dipendenti dell

Dettagli

Progetto Lingua e cittadinanza

Progetto Lingua e cittadinanza Progetto Lingua e cittadinanza Insegnamento di Italiano L2 per cittadini stranieri Introduzione Lingua e cittadinanza viene elaborato in attuazione dell accordo di programma tra Ministero del Lavoro, della

Dettagli

Progettazione di percorsi formativi con uso di tecnologie e- learning - corso base

Progettazione di percorsi formativi con uso di tecnologie e- learning - corso base Progettazione di percorsi formativi con uso di tecnologie e- learning - corso base Terza edizione Percorso formativo realizzato e finanziato dalla Regione Emilia-Romagna in collaborazione con SolarisLab

Dettagli

SCHEDA DELLA PROVINCIA DI PISA

SCHEDA DELLA PROVINCIA DI PISA SCHEDA DELLA Introduzione La seguente scheda è finalizzata alla presentazione dei dati sull utenza della Provincia di Pisa nonché delle esperienze realizzate a livello locale e rientranti a pieno titolo

Dettagli

Trio e Scuola Sicura

Trio e Scuola Sicura Trio e Scuola Sicura TRIO in due parole 2 TRIO è il Web based learning system della Regione Toscana, che offre formazione a distanza gratuita, accessibile e di qualità, ai cittadini, alle pubbliche amministrazioni

Dettagli

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO Istruzioni per l accesso e il completamento dei corsi TRIO per gli utenti di un Web Learning Group 06 novembre 2013 Servizio A TRIO Versione Destinatari: referenti e utenti

Dettagli

Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019 COSSARDAVINCI"

Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019 COSSARDAVINCI Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019 COSSARDAVINCI" Premessa Il Piano nazionale scuola Digitale (PNSD) (D.M. n.851 del 27/10/2015) si pone nell ottica di scuola non più unicamente trasmissiva

Dettagli

SCUOLA DIGITALE. Giuseppe Marucci Ispettore Tecnico MIUR- Roma

SCUOLA DIGITALE. Giuseppe Marucci Ispettore Tecnico MIUR- Roma SCUOLA DIGITALE Giuseppe Marucci Ispettore Tecnico MIUR- Roma Smart communities Alfabetizzazione informatica E-commerce Agenda digitale italiana E-government, Investimenti Sicurezza Infrastrutture Ricerca

Dettagli

Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019

Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019 Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019 Premessa Il Piano nazionale scuola Digitale (PNSD) (D.M. n.851 del 27/10/2015) si pone nell ottica di scuola non più unicamente trasmissiva e di scuola

Dettagli

SCHEDA DELLA PROVINCIA DI FIRENZE

SCHEDA DELLA PROVINCIA DI FIRENZE SCHEDA DELLA Introduzione La seguente scheda è finalizzata alla presentazione dei dati sull utenza della Provincia di Firenze nonché delle esperienze realizzate a livello locale e rientranti a pieno titolo

Dettagli

Organizzatore di congressi

Organizzatore di congressi identificativo scheda: 16-023 stato scheda: Validata Descrizione sintetica Il Tecnico dei servizi fieristico-congressuali si occupa dell ideazione, progettazione e organizzazione di eventi quali convegni,

Dettagli

Portali interattivi per l efficienza aziendale

Portali interattivi per l efficienza aziendale Portali interattivi per l efficienza aziendale Il contesto Aumento esponenziale dei dati e delle informazioni da gestire Difficoltà nel cercare informazioni Difficoltà nel prendere decisioni Web 2.0 e

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA ENTE Ente proponente il progetto: Arca Cooperativa Sociale a r.l. 1) Codice regionale: RT 1S00297 2bis) Responsabile del

Dettagli

e-learning per l internazionalizzazione delle PMI italiane

e-learning per l internazionalizzazione delle PMI italiane e-learning per l internazionalizzazione delle PMI italiane Il progetto e-learning ICE nasce da un indagine dei fabbisogni formativi delle piccole e medie imprese italiane, interessate a progetti di internazionalizzazione,

Dettagli

Classe 19 delle lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione CORSO DI LAUREA A DISTANZA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

Classe 19 delle lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione CORSO DI LAUREA A DISTANZA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE Università degli Studi di Padova Facoltà di Scienze della Formazione Classe 19 delle lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione CORSO DI LAUREA A DISTANZA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

I VANTAGGI. Flessibilità

I VANTAGGI. Flessibilità E-LEARNING E-LEARNING La proposta E-Learning della suite Agorà di Dedagroup A CHI SI RIVOLGE L OFFERTA fornisce al cliente un sistema complementare di formazione a distanza sui prodotti della suite Agorà

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo SILVIA IMUNDO FIRENZE Telefono 055-3438733 E-mail s.imundo@cstfirenze.it Nazionalità Italiana ESPERIENZA

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione generale per l istruzione e formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle

Dettagli

NUOVI OBBLIGHI FORMATIVI PER DATORI DI LAVORO - RSPP

NUOVI OBBLIGHI FORMATIVI PER DATORI DI LAVORO - RSPP NUOVI OBBLIGHI FORMATIVI PER DATORI DI LAVORO - RSPP CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA STATO REGIONI PROVINCIE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO Accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali,

Dettagli

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF):

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF): CONVENZIONE PER L ADESIONE AL SISTEMA DI E-LEARNING FEDERATO DELL EMILIA-ROMAGNA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L UTILIZZO DEI SERVIZI PER LA FORMAZIONE Premesso che il Sistema di e-learning federato

Dettagli

RICONOSCIMENTO, VALIDAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE. CON QUALI COMPETENZE?

RICONOSCIMENTO, VALIDAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE. CON QUALI COMPETENZE? Convegno Nazionale RICONOSCIMENTO, VALIDAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE. CON QUALI COMPETENZE? Padova, 6 Giugno 2014 Con il patrocinio della Convegno Nazionale RICONOSCIMENTO,

Dettagli

Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo

Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo 2003, n.53 Criteri e procedure per la certificazione

Dettagli

www.ilsole24ore.com/master24 Dal 23 gennaio...

www.ilsole24ore.com/master24 Dal 23 gennaio... www.ilsole24ore.com/master24 Dal 23 gennaio... ...incontra in aula gli Esperti del Sole 24 ORE. Il mercato parla una nuova lingua. Per capirla c e il nuovo Master in Marketing & Comunicazione MASTER24:

Dettagli

EDUCAZIONE DEGLI ADULTI

EDUCAZIONE DEGLI ADULTI EDUCAZIONE DEGLI ADULTI La proposta EDA, al fine di consentire una personalizzazione ed una differenziazione dei percorsi, è stata costruita secondo una logica modulare e flessibile, strutturata su un

Dettagli

Il sito istituzionale tra tecnologia e innovazione

Il sito istituzionale tra tecnologia e innovazione Il sito istituzionale tra tecnologia e innovazione Forum PA 2010 Roma, 17 maggio 2010 Roma, 17 maggio 2010 Stato dell arte Roma, 17 maggio 2010 2 Il processo di rinnovamento del sito web Inps procede per

Dettagli

16 Rapporto Nazionale sulla Formazione Indagine su Comuni e Province. Nicoletta Bevilacqua Responsabile Ufficio Monitoraggio e ricerca FormezPA

16 Rapporto Nazionale sulla Formazione Indagine su Comuni e Province. Nicoletta Bevilacqua Responsabile Ufficio Monitoraggio e ricerca FormezPA 16 Rapporto Nazionale sulla Formazione Indagine su Comuni e Province Nicoletta Bevilacqua Responsabile Ufficio Monitoraggio e ricerca FormezPA Obiettivi della presentazione Illustrare i principali risultati

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL MODULO DI PROGETTAZIONE

RELAZIONE FINALE DEL MODULO DI PROGETTAZIONE RELAZIONE FINALE DEL MODULO DI PROGETTAZIONE -prof. Rocco Italiano: collaborazione come progettista, autore dei materiali e delle schede di attivazione, e-tutor. -dir. scol. Blandina Santoianni: direttore

Dettagli

SU CARTA INTESTATA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA

SU CARTA INTESTATA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ALLEGATO 1. PATTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO DAL MESE DI SETTEMBRE 2014 AL MESE DI MAGGIO 2015 percorso in alternanza scuola-lavoro PRIMA PARTE DENOMINAZIONE PERCORSO:. PROFILO DELL INDIRIZZO DI STUDIO

Dettagli

CORSO AGGIORNAMENTO RSPP RISCHIO BASSO (Datori di lavoro)

CORSO AGGIORNAMENTO RSPP RISCHIO BASSO (Datori di lavoro) CORSO AGGIORNAMENTO RSPP RISCHIO BASSO (Datori di lavoro) PREMESSA L aggiornamento del Corso RSPP per Datori di Lavoro a rischio Basso è predisposto per soddisfare le indicazioni presenti nel nuovo Accordo

Dettagli

TRIO Scuola Sicura un esperienza innovativa

TRIO Scuola Sicura un esperienza innovativa TRIO Scuola Sicura un esperienza innovativa Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema Roberto Bandinelli Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema Formazione alla

Dettagli

DOCUMENTO DELLA QUALITA

DOCUMENTO DELLA QUALITA DOCUMENTO DELLA QUALITA INTRODUZIONE Il Documento della Qualità di Share Training srl ha come obiettivo quello di rendere note le caratteristiche della propria attività secondo criteri di trasparenza,

Dettagli

RiusaLO, la libreria di Learning Object della PA

RiusaLO, la libreria di Learning Object della PA RiusaLO, la libreria di Learning Object della PA 26 giugno 2013 Di cosa parleremo - Il Progetto ETICA pubblica nel sud e il Social learning - RiusaLO: obiettivi, contenuti e funzionalità della libreria

Dettagli

Poliformazione. Firenze. Borgo San Lorenzo c/o Comunità Montana. Pontassieve c/o Centro per l'impiego. c/o Novolab c/o I.T.T.

Poliformazione. Firenze. Borgo San Lorenzo c/o Comunità Montana. Pontassieve c/o Centro per l'impiego. c/o Novolab c/o I.T.T. L'esperienza della Provincia di Firenze Dott.ssa Valentina Cioni 15 Gennaio 2009 Poliformazione Campi Bisenzio Firenze c/o Provincia i di Firenze c/o Novolab c/o I.T.T. Marco Polo Borgo San Lorenzo c/o

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca DDG 12 del 6 novembre 2014 IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, nella legge 8 novembre 2013, n. 128, recante Misure urgenti in materia

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI FORMATIVI

CARTA DEI SERVIZI FORMATIVI CARTA DEI SERVIZI FORMATIVI 1. Generalità e obiettivi. Questa carta dei servizi dell Agenzia Formativa dell I.I.S Roncalli Sarrocchi di Poggibonsi ha lo scopo di illustrare brevemente la nostra struttura

Dettagli

SISTEMA E-LEARNING INeOUT

SISTEMA E-LEARNING INeOUT SISTEMA E-LEARNING INeOUT AMBIENTE OPERATIVO 1 Premesse metodologiche La complessità di un sistema informatico dipende dall aumento esponenziale degli stati possibili della sua architettura. Se è vero

Dettagli

Professione Orientatore CODICE MASTER MA001. Master ASNOR 1500 ore, 60 CFO Anno Accademico 2015/2016

Professione Orientatore CODICE MASTER MA001. Master ASNOR 1500 ore, 60 CFO Anno Accademico 2015/2016 Ente accreditato dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca per la formazione del personale della scuola DM 05/07/2013 - Direttiva 90/2003 CODICE MASTER MA001 Professione Orientatore

Dettagli

2015 CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO

2015 CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO 2015 CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO 1 1. Chi siamo 2. La carta dei servizi 3. A chi ci rivolgiamo 4. I nostri servizi 5. Modalità di accesso 6. Attuazione e controllo 7. Dove siamo 2 1. CHI SIAMO C.C.S. è

Dettagli

IAMP ISTITUTO AVANZATO MULTIPROGETTO IL FUTURO E QUI

IAMP ISTITUTO AVANZATO MULTIPROGETTO IL FUTURO E QUI ISTITUTO AVANZATO MULTIPROGETTO IL FUTURO E QUI E-LEARNING + ON LINE - costi + RISULTATI PROGETTO PRESENTAZIONE GENERALE è un marchio commerciale di Studio Mandelli S.r.l., società specializzata in servizi

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ETICA E LEGALITÀ

PROGETTO FORMATIVO ETICA E LEGALITÀ PROGETTO FORMATIVO ETICA E LEGALITÀ PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E CODICE DI COMPORTAMENTO EROGAZIONE IN MODALITA E-LEARNING DASEIN S.r.l. Sede Operativa di Torino: Lungo Dora Colletta 81-10153 Torino

Dettagli

Intesa sul sistema di formazione del personale A.T.A.

Intesa sul sistema di formazione del personale A.T.A. Intesa sul sistema di formazione del personale A.T.A. L anno 2004, il giorno 20 del mese di luglio, presso il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito indicato Miur), ai sensi

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Pagina 1 di 7 CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Politica della qualità L Istituto Aniene Srl si pone come obiettivo quello di raccordare le finalità formative con i bisogni e la

Dettagli

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI 1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI 2. PRESENTAZIONE 3. SERVIZI FORNITI E AREE DI INTERVENTO 4. I PRINCIPI FONDAMENTALI 5. TUTELA E VERIFICA 6. DATI DELLA SEDE 1. CHE COS È LA CARTA DEI

Dettagli

FORMAZIONE FINANZIATA Fondi Interprofessionali e FSE

FORMAZIONE FINANZIATA Fondi Interprofessionali e FSE FORMAZIONE FINANZIATA Fondi Interprofessionali e FSE TD GROUP E LA FORMAZIONE FINANZIATA La formazione finanziata consiste nella progettazione ed erogazione di percorsi formativi che sono finanziati totalmente

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE

PIANO TRIENNALE DELLA PERFORMANCE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO A. BROFFERIO C.so XXV Aprile, 2 ASTI Tel- Fax 0141 21 26 66 Sez. associata Martiri della Libertà Tel-Fax 0141 21 12 23 C.F. : 80005780053 e-mail: atmm003004@istruzione.it -

Dettagli

Progetto formativo e di orientamento DoteComune. Comune di: TRESCORE CREMASCO. Durata:12 mesi

Progetto formativo e di orientamento DoteComune. Comune di: TRESCORE CREMASCO. Durata:12 mesi Progetto formativo e di orientamento DoteComune Comune di: TRESCORE CREMASCO Durata:12 mesi Obiettivi e modalità di svolgimento del tirocinio: 1. Sintetica presentazione di contesto e finalità del progetto

Dettagli

SCHEMA DI ACCORDO PER LA DISCIPLINA E LA DURATA DELL APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E PER IL DIPLOMA PROFESSIONALE NELLA REGIONE ABRUZZO

SCHEMA DI ACCORDO PER LA DISCIPLINA E LA DURATA DELL APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E PER IL DIPLOMA PROFESSIONALE NELLA REGIONE ABRUZZO ALLEGATO A GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, FORMAZIONE ED ISTRUZIONE, POLITICHE SOCIALI REGIONE ABRUZZO GIUNTA REGIONALE D ABRUZZO DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO

Dettagli

Ministero dell istruzion e dell unive r si t à e della

Ministero dell istruzion e dell unive r si t à e della ALLEGATO TECNICO ALL ACCORDO NAZIONALE 12 MARZO 2009 tra il Ministero dell istruzione, della ricerca e dell università e le Organizzazioni sindacali concernente l attuazione dell articolo 2, comma 3, della

Dettagli

KPMG e-learning Solution La nostra offerta

KPMG e-learning Solution La nostra offerta KPMG e-learning Solution La nostra offerta BUSINESS PERFORMANCE SERVICES Aprile 2011 ADVISORY Agenda 1. Introduzione Il ruolo della tecnologia nella formazione Le opportunità offerte dall e-learning 2.

Dettagli

Corsi di Formazione Informatica Carta dei Servizi

Corsi di Formazione Informatica Carta dei Servizi Corsi di Formazione Informatica Carta dei Servizi Indice SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE OBIETTIVI DEL SERVIZIO STRUTTURE E MEZZI REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO Predisposizione strumenti e attrezzature didattiche

Dettagli

Descrizione e finalità del progetto Fondo Sociale Europeo Misura C1 Ob. 3 Scuole di montagna

Descrizione e finalità del progetto Fondo Sociale Europeo Misura C1 Ob. 3 Scuole di montagna Descrizione e finalità del progetto Fondo Sociale Europeo Misura C1 Ob. 3 Scuole di montagna Pag. 1 di 5 Descrizione e finalità del progetto. Il progetto Scuole di montagna finanziato dal Fondo Sociale

Dettagli

MODELLO DI. Livello strategico

MODELLO DI. Livello strategico ALLEGATO II.1 MODELLO DI CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA ELEMENTI MINIMI La Carta della Qualità ha la finalità di esplicitare e comunicare al sistema committente/beneficiari gli impegni che l organismo

Dettagli

Piano per l accesso dei giovani al lavoro, la continuità dei rapporti di lavoro, il sostegno e la promozione del fare impresa

Piano per l accesso dei giovani al lavoro, la continuità dei rapporti di lavoro, il sostegno e la promozione del fare impresa Piano per l accesso dei giovani al lavoro, la continuità dei rapporti di lavoro, il sostegno e la promozione del fare impresa 1. Premessa Le criticità e le difficoltà che incontrano i giovani ad entrare

Dettagli

DIONISO. European Virtual Academy For The Improvement Of The Wine And Gastronomic Culture

DIONISO. European Virtual Academy For The Improvement Of The Wine And Gastronomic Culture DIONISO European Virtual Academy For The Improvement Of The Wine And Gastronomic Culture (Progetto LdV Pilota Procedura B - I/05/B/F/PP- 154133) PRESENTAZIONE SOGGETTO CONTRAENTE IAL Cisl Emilia Romagna

Dettagli

Governo dei progetti IT in una grande organizzazione

Governo dei progetti IT in una grande organizzazione Governo dei progetti IT in una grande organizzazione Alessandra Sbezzi Direttore Finanza Pubblica Roma 20 gennaio 2011 Alessandra Sbezzi Consip S.p.A. Dal 1998 in Consip o Direttore dei Sistemi Informativi

Dettagli

La Borsa del Lavoro costituisce uno dei pilastri della Riforma Biagi del mercato del lavoro (Legge 30/03, Decreto legislativo 276/03).

La Borsa del Lavoro costituisce uno dei pilastri della Riforma Biagi del mercato del lavoro (Legge 30/03, Decreto legislativo 276/03). PROGETTO : BORSA - LAVORO 1. Informazioni sulla BCNL 2. Progetto dell ITIS FERMI 3. Attività da realizzare 4. Punto Borsa Informativo 5. Siti utili 1. Informazioni sulla BCNL La Borsa Continua Nazionale

Dettagli

Open. City Platform. Il Cloud Computing per lo Smart Government. Eugenio Leone TD Group. Firenze 04 Aprile 2013

Open. City Platform. Il Cloud Computing per lo Smart Government. Eugenio Leone TD Group. Firenze 04 Aprile 2013 Open Il Cloud Computing per lo Smart Government City Platform Eugenio Leone TD Group Firenze 04 Aprile 2013 Agenda 2 Open City Platform: il Partneriato Il progetto 18 Comuni, 1 Comunità Montana e 2 Unioni

Dettagli

Comitato di Sorveglianza Roma, 20 giugno 2014

Comitato di Sorveglianza Roma, 20 giugno 2014 Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali) Comitato di Sorveglianza Roma, 20 giugno 2014 Indice La Smart Specialisation

Dettagli

FINALITÁ GENERAZIONE VINCENTE

FINALITÁ GENERAZIONE VINCENTE GENERAZIONE VINCENTE Generazione vincente S.p.A. Agenzia per il Lavoro fa parte di un gruppo che dal 1997 offre soluzioni globali per lo sviluppo del mercato del lavoro. E la prima Agenzia per il Lavoro

Dettagli

Come governare i processi formativi La formazione a distanza nell esperienza di Isvor Fiat

Come governare i processi formativi La formazione a distanza nell esperienza di Isvor Fiat Come governare i processi formativi La formazione a distanza nell esperienza di Isvor Fiat Federica Garbolino - Area New Media La formazione per l innovazione- FORUM P.A. - Roma, 9 maggio 2002 14/05/02

Dettagli

Percorsi didattici online! e competenze digitali degli insegnanti!! Pierpaolo Limone! Rosaria Pace! Laboratorio ERID! Università di Foggia!

Percorsi didattici online! e competenze digitali degli insegnanti!! Pierpaolo Limone! Rosaria Pace! Laboratorio ERID! Università di Foggia! Percorsi didattici online e competenze digitali degli insegnanti Pierpaolo Limone Rosaria Pace Laboratorio ERID Università di Foggia Obiettivo Descrivere l esperienza dell Università di Foggia Dare concretezza

Dettagli

COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF. A cura del GAV

COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF. A cura del GAV COMUNICAZIONE ESITI RAV PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE CAF A cura del GAV 1 Cosa è stato fatto: Il GAV ha : - Somministrato a tutto il personale un questionario per la raccolta di informazioni in merito ai

Dettagli

! "!! # $! % $ % &!!! '( & )* ' &!! '( +,! "! - $%!!!.! / &!' &% 0 '(!!!! )* $! " &!! 0 '

! !! # $! % $ % &!!! '( & )* ' &!! '( +,! ! - $%!!!.! / &!' &% 0 '(!!!! )* $!  &!! 0 ' " # $ % $ % & '( & )* ' & '( & ' +, " - $%. / & ' &% 0 '( )* $ " & 0 ' -, " - $ 10 2 " + ", &32' &456' - % 6, 2 +, " 524+& ' " 7 8 " $ - # " % 9 & ' ( & ' : " 2 ", " - % )* 0 ; 6: : " # ". / - 0, ) "#

Dettagli

PROGETTI A CARATTERE SPECIALE

PROGETTI A CARATTERE SPECIALE Relazione sulla performance: progetti,attività, risultati, risorse - anno 2013 Allegati: Obiettivi divisi per area dirigenziale e portafoglio servizi AREA SEMPLIFICAZIONE E INFORMAZIONE ALLE IMPRESE OBIETTIVI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE MARCHE IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE MARCHE IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA PROTOCOLLO D INTESA FRA LA REGIONE MARCHE IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Per la realizzazione dall anno scolastico 2003/2004

Dettagli

IL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTRUZIONE CONTRIBUTO ALLA TRASPARENZA

IL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTRUZIONE CONTRIBUTO ALLA TRASPARENZA IL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTRUZIONE CONTRIBUTO ALLA TRASPARENZA Dott.ssa Maria Letizia Melina Direttore Generale per gli Studi, la Statistica, ed i Sistemi Informativi Panoramica del sistema informativo

Dettagli

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico ALLEGATO TECNICO AL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO 12 MARZ0 2009 tra il Ministero dell istruzione, e le Organizzazioni sindacali firmatarie del ccnl del personale del comparto scuola, sottoscritto

Dettagli

Riccardo Lega Coordinatore del progetto EQDL c/o il Polo Qualità di Napoli

Riccardo Lega Coordinatore del progetto EQDL c/o il Polo Qualità di Napoli Polo della Qualità di Napoli: Il Laboratorio EQDL per conseguire Un progetto ponte fra Scuola e Nuove professionalità del mondo del Lavoro Riccardo Lega Coordinatore del progetto EQDL c/o il Polo Qualità

Dettagli

Università per Stranieri Siena

Università per Stranieri Siena Università per Stranieri Siena per Stranieri di Siena Piazza Carlo Rosselli, 27/28-53100 Siena Tel. +39 0577.240.249-274 e-mail:fast@unistrasi.it sito:www.unistrasi.it Piazza Carlo Rosselli, 27/28-53100

Dettagli

La formazione è crescita! Con noi potrai acquisire e condividere conoscenze, contenuti, capacità, modi di pensare, modi di essere.

La formazione è crescita! Con noi potrai acquisire e condividere conoscenze, contenuti, capacità, modi di pensare, modi di essere. corsi La formazione è crescita! Con noi potrai acquisire e condividere conoscenze, contenuti, capacità, modi di pensare, modi di essere. sicurezza management qualità informatica sviluppo risorse umane

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE Assessorato Attività Produttive D.G. Presidenza

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE Assessorato Attività Produttive D.G. Presidenza REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE Assessorato Attività Produttive D.G. Presidenza Settore Tutela dei Consumatori e degli Utenti Politiche di Genere e di Promozione delle Pari Opportunità INIZIATIVE REGIONALI

Dettagli

MANAGEMENT DELLA SICUREZZA E GOVERNANCE PUBBLICA - MASGOP

MANAGEMENT DELLA SICUREZZA E GOVERNANCE PUBBLICA - MASGOP MANAGEMENT DELLA SICUREZZA E GOVERNANCE PUBBLICA - MASGOP Master di I Livello - A.A. 2015/2016 Premessa Il tema dell innovazione della Pubblica amministrazione italiana richiede oggi, dopo anni di dibattito

Dettagli

Reti e formazione on line: lo stato dell arte

Reti e formazione on line: lo stato dell arte E-LEARNING & NETWORKED COMMUNITY Ancona 9 settembre 26 Reti e formazione on line: lo stato dell arte di Italo Tanoni Direttore IRRE Dirigente Tecnico MPI www.tanoni.net Tematiche Lo stato dell arte Perché

Dettagli

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014 Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino Roma, 27 marzo 2014 Informatica Trentina: società di sistema Società a capitale interamente pubblico per la diffusione di servizi ICT al comparto pubblico

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Avviso relativo alle azioni previste dall Accordo operativo del 18 settembre 2012, tra il Ministero

Dettagli

Programma di apprendimento permanente 2007-2013

Programma di apprendimento permanente 2007-2013 Programma di apprendimento permanente 2007-2013 Invito a presentare candidature in vista della predisposizione di un elenco di esperti per le attività di valutazione nel contesto del Programma di apprendimento

Dettagli

Gli strumenti attivati: il portale web ReteVIA

Gli strumenti attivati: il portale web ReteVIA Formazione ed accompagnamento a supporto del processo di conferimento di funzioni in materia di VIA alle Province avviato con la l.r. 5/2010 Milano, 5 dicembre 2012 SEMINARIO LA VIA A PIU' VOCI. A CHE

Dettagli

Prot. n. 7440 Bari, 25 agosto 2010 Il dirigente: dott. Corrado Nappi. Ai Dirigenti delle scuole primarie nella regione Puglia LORO SEDI

Prot. n. 7440 Bari, 25 agosto 2010 Il dirigente: dott. Corrado Nappi. Ai Dirigenti delle scuole primarie nella regione Puglia LORO SEDI Prot. n. 7440 Bari, 25 agosto 2010 Il dirigente: dott. Corrado Nappi Ai Dirigenti delle scuole primarie e, p. c. AI Direttori dei corsi di formazione in lingua inglese attivati nell a.s. 2009/10 Alla per

Dettagli

VALORE P.A. CORSI DI FORMAZIONE 2015

VALORE P.A. CORSI DI FORMAZIONE 2015 Direzione centrale Credito e Welfare Direzione regionale Piemonte VALORE P.A. CORSI DI FORMAZIONE 2015 REGIONE PIEMONTE PREMESSA Nell ambito delle prestazioni sociali previste in favore degli iscritti

Dettagli

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Le piattaforme Il concetto di ambiente di apprendimento riconduce storicamente a termini quali formazione

Dettagli

TELESKILL ITALIA DESCRIZIONE SINTETICA DELLA LEARNING COMMUNITY

TELESKILL ITALIA DESCRIZIONE SINTETICA DELLA LEARNING COMMUNITY TELESKILL ITALIA DESCRIZIONE SINTETICA DELLA LEARNING COMMUNITY Giugno 2010 Teleskill Learning Community Teleskill Learning Community è un portale on-line che consente al cliente di gestire

Dettagli

La nuova Legge regionale in materia di Istruzione, Formazione e Lavoro

La nuova Legge regionale in materia di Istruzione, Formazione e Lavoro La nuova Legge regionale in materia di Istruzione, Formazione e Lavoro Qualità, innovazione ed internazionalizzazione nei sistemi di istruzione, formazione e lavoro in Regione Lombardia Valentina Aprea

Dettagli

Corso di Formazione in modalità blended Interlingua e Analisi degli Errori

Corso di Formazione in modalità blended Interlingua e Analisi degli Errori Corso di Formazione in modalità blended Interlingua e Analisi degli Errori Schema di progettazione corso e-learning in modalità blended Titolo Destinatari numero corsisti Lingue coinvolte Tipo di corso

Dettagli

L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it. Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010

L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it. Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010 L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010 Mission Il progetto fin dal 2001 si è posto un duplice obiettivo: offrire alle P.A. - in particolare alle amministrazioni locali

Dettagli