TemWay Quadri modulari per distribuzione elettrica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TemWay 3000. Quadri modulari per distribuzione elettrica"

Transcript

1 TemWay 3000 Quadri modulari per distribuzione elettrica

2 Indice 3 TemWay Norme e certificazioni 6 Caratteristiche generali Grado di protezione IP Carpenteria Forma di segregazione Risalita cavi Larghezza Profondità 10 Elementi per la composizione del quadro Struttura Pannello posteriore con o senza alette di ventilazione Pannello laterale con o senza alette di ventilazione Porta anteriore vetro o cieca Porta interna cieca Piastra interna Quinta di segregazione Pannello e porta canala Ripiano o segregazione orizzontale Segregazione verticale tra strutture affiancate Zoccolo supplementare Struttura per accessibilità anteriore 16 Cubicoli interruttori 17 Codici cubicoli interruttori 18 Portelle e accessori Portella forata DIN Portella cieca Piastra di fondo Frontalini Altri cubicoli Accessori Supporto di fissaggio interruttori scatolati 20 Forma di segregazione Figure TemWay 3000 con interruttori scatolati TemWay 3000 con interruttori aperti 32 Composizione fronte quadro Struttura 690mm, 845mm, 1000mm 35 Senso di manovra degli interruttori 35 Potenza dissipabile Potenza dissipabile nei quadri TemWay 3000 con e senza aperture di ventilazione Potenza dissipata per polo dagli interruttori Terasaki tipo scatolato, aperto, modulare Potenza dissipata dalle sbarre di distribuzione Fattore di contemporaneità 41 Sistemi di Cablaggio Elettrico Sistema di distribuzione principale Sistema di distribuzione secondaria Sbarre per il collegamento degli interruttori Disegni portasbarre Disegni sistema di distribuzione secondaria Determinazione della distanza tra i supporti 46 Esempi di composizione Esempio n. 1 - n. 2 - n. 3 - n. 4 - n Strutture profondità 250mm 52 Cassette metalliche 55 Dati necessari per la definizione/composizione del quadro TemWay

3 TemWay 3000 TemWay 3000 è la nuova serie di quadri modulari della Terasaki per la distribuzione principale, secondaria e terminale dell energia elettrica in sistemi a bassa tensione con correnti nominali fino a 3000A e per correnti di breve durata 50kA per 1s. I quadri TemWay 3000 sono unità ANS costituite da unità AS realizzate, provate e certificate in conformità alle Norme IEC e CEI 17-13/1. I quadri TemWay 3000 sono stati progettati e realizzati per soddisfare le più svariate esigenze installative e studiati per l'installazione degli interruttori Terasaki tipo aperto, scatolato e modulare, nonchè di ogni altro tipo di apparecchiatura e dispositivo ausiliario e non. La modularità costruttiva permette di realizzare strutture di larghezza e profondità adattabili a qualsiasi esigenza di distribuzione del settore terziario e industriale. Figura 1 Figura 2 Figura TemWay 3000

4 Norme e certificazioni I quadri TemWay 3000 sono stati progettati e realizzati nel pieno rispetto delle Norme CEI 17-13/1 e IEC per correnti nominali fino a 3000A e certificati presso il laboratorio del Centro Elettrotecnico Sperimentale Italiano (CESI) per correnti di breve durata fino a 50kA per 1s, con il certificato CER-96/ TemWay

5 TERASAKI ITALIA S.r.l. s.u. via Campania, SEGRATE (MI) Tel. (02) / Fax (02) / Dichiarazione di conformità direttiva bassa tensione La Terasaki Italia S.r.l. dichiara che i quadri di bassa tensione della serie TemWay 3000 rispondono a quanto previsto dalla direttiva comunitaria: CEE 93/68 in materia di marcatura CE (DL 25/11/96 n.626) sono costruiti a regola d'arte in conformità alla: Norma CEI EN (classificazione CEI 17-13/1) I quadri TemWay 3000 devono essere scelti e impiegati correttamente seguendo scrupolosamente le indicazioni e istruzioni riportate su cataloghi e fogli di istruzioni, nonchè le prescrizioni normative, legislative e le regole di buona tecnica applicabili. Qualora queste non vengano rispettate, la presente dichiarazione è da ritenersi nulla a tutti gli effetti. Terasaki Italia SEDE LEGALE: Piazza Meda, Milano - Cap. Soc. Euro i.v. - Trib. di Milano /86 - Reg. Impr. MI C.F./P.IVA TemWay 3000

6 Caratteristiche generali Grado di protezione IP Il grado di protezione di un quadro è identificato dalle lettere IP seguite da due cifre. La prima cifra (da 0 a 6) indica il grado di protezione contro la penetrazione all interno del quadro di corpi solidi e contro il contatto delle persone con parti interne attive: IP 0X, IP 1X, IP 2X, IP 3X, IP 4X, IP 5X, IP 6X La seconda cifra (da 0 a 8) indica il grado di protezione del quadro contro l ingresso dannoso dell acqua: Le due cifre si influenzano a vicenda. I quadri TemWay 3000 presentano il grado di protezione: IP X0, IP X1, IP X2, IP X3, IP X4, IP X5, IP X6, IP X7, IP X8 - IP 30, standard, quando sono previsti per l installazione all interno e se non è richiesta la protezione contro l ingresso dell acqua; - IP 40, con doppia porta (a vetri o cieca), come sopra e quando è richiesta la protezione contro manovre da parte di persone non addestrate; - IP 55, con doppia porta e kit di guarnizioni, quando è prescritto il grado di protezione contro gli effetti dannosi provocati dall ingresso dell acqua. Significato della prima cifra: 0 non protetto 1 protetto contro l'accesso a parti pericolose con il dorso della mano e contro corpi solidi di diametro > 50mm 2 protetto contro l'accesso a parti pericolose con il dito di prova e contro corpi solidi di diametro >12,5mm 3 protetto contro l'accesso a parti pericolose con attrezzo (es. cacciavite) e contro corpi solidi di diametro > 2,5mm 4 protetto contro l'accesso a parti pericolose con un filo e contro corpi solidi di diametro > 1mm 5 protetto contro l'accesso a parti pericolose con un filo e contro la polvere 6 protetto contro l'accesso a parti pericolose con un filo e totalmente contro la polvere Significato della seconda cifra: 0 Non protetto 1 Protetto contro la caduta verticale di goccie d'acqua 2 Protetto contro la caduta verticale di goccie d'acqua con inclinazione max di 15 3 Protetto contro la pioggia 4 Protetto contro gli spruzzi 5 Protetto contro i getti d'acqua 6 Protetto contro i getti d'acqua potenti 7 Protetto contro gli effetti della immersione temporanea 8 Protetto contro gli effetti della immersione continua TemWay

7 Carpenteria I quadri TemWay 3000 sono realizzati in lamiera prezincata con trattamento sendzimir spessore 15/10. L'ausilio di saldatrici a filo continuo con CO 2, utilizzate per assiemare i montanti verticali con le traverse laterali, garantisce una perfetta omogeneità delle saldature. Le strutture sono assiemate con l'utilizzo di bulloneria zincata. La verniciatura delle strutture e delle porte/portelle esterne è a base di polveri epossidiche termoindurenti di spessore 60 micron, con finitura bucciato fine semilucido. Viene utilizzato un impianto a ciclo automatico con cottura in forno a 180 C. Il colore standard è il grigio RAL Altri colori vengono forniti su richiesta. Forma di segregazione Per forma di segregazione si intende il tipo di suddivisione prevista all'interno del quadro mediante barriere o diaframmi, metallici o isolanti L'assemblaggio dei quadri TemWay 3000 è possibile con una delle seguenti forme di segregazione - 1: nessuna segregazione; - 2: segregazione delle sbarre di alimentazione dalle unità funzionali; - 3: segregazione delle sbarre di alimentazione dalle unità funzionali e separazione di tutte le unità funzionali l'una dall'altra,esclusi i loro teminali di uscita; - 4: segregazione delle sbarre di alimentazione dalle unità funzionali e separazione di tutte le unità funzionali l'una dall'altra, compresi i loro terminali di uscita. Per ulteriori dettagli e informazioni fare riferimento al capitolo "Forma di segregazione". Risalita cavi I quadri TemWay 3000 prevedono strutture base di profondità 400, 600 e 800mm e larghezza 690, 845 e 1000mm. La struttura da 690mm non prevede nessuna risalita cavi. La struttura da 845mm prevede una risalita cavi di 155mm sul lato destro o sinistro. La struttura da 1000mm prevede tre soluzioni: una risalita cavi di 310mm sul lato destro o sinistro, oppure due risalite cavi di 155mm sul lato destro e sinistro. E' stata prevista inoltre una struttura base di larghezza 400mm da affiancare a quelle standard quando viene richiesta l'accessibilià dal fronte alla parte posteriore del quadro. Nella configurazione "power center" la risalita cavi della struttura base da 845mm è prevista sul lato destro (vedi capitolo "Forma di segregazione") TemWay 3000

8 Caratteristiche generali Larghezza La larghezza delle strutture TemWay 3000 è a passo standardizzato, per consentire il facile alloggiamento di apparecchiature e interruttori Terasaki di qualsiasi taglia. Tre le misure: 690, 845, 1000mm. L'altezza è unica: 2100mm. Profondità Le strutture TemWay 3000 si articolano su tre profondità base: 400, 600 e 800mm. Se l'installazione prevede un quadro con profondità maggiore vengono assemblate due strutture per ricavare profondità multiple. Codice Struttura A [mm] B [mm] C [mm] D [mm] S0690X S0690X S0690X S0845X S0845X S0845X S1000X S1000X S1000X TemWay

9 Struttura Vista Frontale Vista Laterale Sezioni TemWay 3000

10 Elementi per la composizione del quadro Struttura (1) Pannello Posteriore (2) Pannello Posteriore con Alette di Ventilazione (2) Pannello Laterale (2) (3) Codice H x L x P [mm] Codice H x L [mm] Codice H x L [mm] Codice H x L [mm] S0690X x 690 x 400 PP x 690 PP0690-A 2000 x 690 PL x 400 S0690X x 690 x 600 PP x 690 PP0690-A 2000 x 690 PL x 600 S0690X x 690 x 800 PP x 690 PP0690-A 2000 x 690 PL x 800 S0845X x 845 x 400 PP x 845 PP0845-A 2000 x 845 PL x 400 S0845X x 845 x 600 PP x 845 PP0845-A 2000 x 845 PL x 600 S0845X x 845 x 800 PP x 845 PP0845-A 2000 x 845 PL x 800 S1000X x 1000 x 400 PP x 1000 PP1000-A 2000 x 1000 PL x 400 S1000X x 1000 x 600 PP x 1000 PP1000-A 2000 x 1000 PL x 600 S1000X x 1000 x 800 PP x 1000 PP1000-A 2000 x 1000 PL x 800 Sezione 1 - Struttura 2 - Pannello posteriore 3 - Pannello laterale 4 - Porta anteriore vetro/cieca 5 - Pannello/porta canala 6 - Quinta di segregazione 7 - Cubicolo interruttore (portella/piastra di fondo) 8 - Ripiano interruttore (segregazione orizzontale) 9 - Piastra interna TemWay

11 Pannello Laterale con Alette di Ventilazione (2) Porta Anteriore Vetro (4) Porta Anteriore Cieca Porta Interna Cieca (5) Codice H x L [mm] Codice H x L [mm] Codice H x L [mm] Codice H x L [mm] PL400-A 2000 x 400 PV x 690 PC x 690 PI x 590 PL600-A 2000 x 600 PV x 690 PC x 690 PI x 590 PL800-A 2000 x 800 PV x 690 PC x 690 PI x 590 PL400-A 2000 x 400 PV x 845 PC x 845 PI x 745 PL600-A 2000 x 600 PV x 845 PC x 845 PI x 745 PL800-A 2000 x 800 PV x 845 PC x 845 PI x 745 PL400-A 2000 x 400 PV x 1000 PC x 1000 PI x 900 PL600-A 2000 x 600 PV x 1000 PC x 1000 PI x 900 PL800-A 2000 x 800 PV x 1000 PC x 1000 PI x 900 Note (1) Gli elementi per la composizione del quadro vengono forniti completi degli accessori per il montaggio. La struttura base è costituita da montanti, traverse, zoccolo standard e tetto. (2) Per i quadri con grado di protezione IP30 e IP40 prevedere pannelli laterali, pannello posteriore e tetto con alette di ventilazione. (3) Prevedere due pannelli laterali per struttura. In caso di più strutture affiancate prevedere i pannelli laterali per i lati estremi e, se richiesta, la segregazione verticale tra le diverse strutture. (4) La porta anteriore vetro è in cristallo temperato. (5) La porta interna cieca può essere forata a richiesta per l'installazione di apparecchiature. L'installazione di interruttori modulari prevede fino a 36moduli per fila per PI745 e fino a 45 moduli per fila per PI TemWay 3000

12 Elementi per la composizione del quadro Struttura (1) Piastra Interna (6) Quinta di Segregazione (7) Codice H x L x P [mm] Codice H x L [mm] Codice P [mm] Codice P [mm] S0690X x 690 x 400 PIASTRAI590L 1850 x QS S0690X x 690 x 600 PIASTRAI590L 1850 x QS S0690X x 690 x 800 PIASTRAI590L 1850 x QS S0845X x 845 x 400 PIASTRAI745L 1850 x 745 QS QS S0845X x 845 x 600 PIASTRAI745L 1850 x 745 QS QS S0845X x 845 x 800 PIASTRAI745L 1850 x 745 QS QS S1000X x 1000 x 400 PIASTRAI900L 1850 x 900 QS QS S1000X x 1000 x 600 PIASTRAI900L 1850 x 900 QS QS S1000X x 1000 x 800 PIASTRAI900L 1850 x 900 QS QS Note (6) La piastra interna può essere fissata a profondità diverse, secondo le esigenze. (7) Per ogni struttura larghezza 690mm con cubicoli interruttori prevedere due quinte di segregazione profondità 120mm. Per ogni struttura larghezza 845mm e 1000mm con pannello o porta canala prevedere una ulteriore quinta di segregazione profondità 120mm. Non è possibile fissare i cubicoli interruttori sulle quinte di segregazione QS400, QS600 e QS800. TemWay

13 Pannello Canala (8) Porta Canala (8) Codice H x L [mm] Codice H x L [mm] Codice H x L [mm] Codice H x L [mm] PCANALA x PCANALA x PCANALA x PCANALA x PCANALA x PCANALA x PCANALA x 155 PCANALA x 310 PCANALA x 155 PCANALA x 310 PCANALA x 155 PCANALA x 310 PCANALA x 155 PCANALA x 310 PCANALA x 155 PCANALA x 310 PCANALA x 155 PCANALA x 310 Note (8) Il pannello canala è imbullonato alla struttura. La porta canala è incernierata alla struttura e viene fornita completa di piastra posteriore di segregazione dal vano sbarre, munita di fori con tappo in gomma per il passaggio cavi ausiliari. La porta canala può, a richiesta, essere forata per l'installazione di relè differenziali, strumenti di misura, commutatori, ecc TemWay 3000

14 Elementi per la composizione del quadro Struttura (1) Ripiano o Segregazione Orizzontale (9) Codice H x L x P [mm] Codice L x P [mm] Codice L x P [mm] S0690X x 690 x 400 S0690X x 690 x 600 S0690X x 690 x 800 R590X x 400 SCUB 520 x 120 R590X x 600 SCUB 520 x 120 R590X x 800 SCUB 520 x 120 S0845X x 845 x 400 S0845X x 845 x 600 S0845X x 845 x 800 R745X x 400 SCUB 520 x 120 R745X x 600 SCUB 520 x 120 R745X x 800 SCUB 520 x 120 S1000X x 1000 x 400 S1000X x 1000 x 600 S1000X x 1000 x 800 R900X x 400 SCUB 520 x 120 R900X x 600 SCUB 520 x 120 R900X x 800 SCUB 520 x 120 Note (9) Per i quadri con forma di segregazione 3 e 4 prevedere i ripiani (segregazione orizzontale) di profondità 120mm (codice SCUB) per la segregazione in alto e in basso dei cubicoli interruttori. TemWay

15 Segregazione Verticale tra Strutture Affiancate Zoccolo Supplementare (10) Struttura per Accessibilità Anteriore (11) Codice H x P [mm] Codice HxLxP [mm] Codice H x L x P [mm] SEGREGA x 400 Z0690X x 690 x 400 SAA x 400 x 400 SEGREGA x 600 Z0690X x 690 x 600 SAA x 400 x 600 SEGREGA x 800 Z0690X x 690 x 800 SAA x 400 x 800 SEGREGA x 400 Z0845X x 845 x 400 SAA x 400 x 400 SEGREGA x 600 Z0845X x 845 x 600 SAA x 400 x 600 SEGREGA x 800 Z0845X x 845 x 800 SAA x 400 x 800 SEGREGA x 400 Z1000X x 1000 x 400 SAA x 400 x 400 SEGREGA x 600 Z1000X x 1000 x 600 SAA x 400 x 600 SEGREGA x 800 Z1000X x 1000 x 800 SAA x 400 x 800 Note (10) All'interno dello zoccolo supplementare si può accedere previa rimozione delle protezioni. La struttura base è corredata di zoccolo standard. (11) La struttura per accessibilità anteriore può essere affiancata alla struttura base delle configurazioni tipo con interruttori scatolati o aperti (vedi capitolo "Forma di segregazione") per permettere l'accessibilità dal fronte alla parte posteriore del quadro. Per altre configurazioni contattare Terasaki TemWay 3000

16 Cubicoli interruttori Tipo H x L [mm] I 200 x 590 Cubicolo Interruttore XE100NS XS125CJ/NJ XH125NJ XE225NS XS/XH160NJ XS/XH250NJ Note Il cubicolo degli interruttori scatolati viene fornito completo di portella e piastra di fondo forata. L'interruttore viene installato, standard, in orizzontale. Prevedere i ripiani in alto e in basso (segregazioni orizzontali) necessari per l'eventuale segregazione forma 3 e 4 (profondità 120mm, codice SCUB). II 250 x 590 III 350 x 590 XH250PE XS400CJ/NJ XS400CE/SE XH400SE XE600NS XS630CJ/NJ XS630CE/SE XH630SE XS800NJ/SE XH800SE XS1250SE E' prevista la possibilità di installare in verticale, in un unico cubicolo: fino a 3 interruttori taglia 125A. oppure fino a 3 interruttori taglia 250A. E' prevista inoltre la possibilità di installare in verticale o in orizzontale un interruttore XS1600SE 3 e 4 poli in esecuzione con attacchi posteriori o sezionabile. (Vedi paragrafo "Altri cubicoli"). Il cubicolo degli interruttori aperti viene fornito completo di portella, piastra posteriore e segregazione in alto e in basso. La piastra posteriore realizza la segregazione sul fondo e sui lati (forma di segregazione 3 e 4). IV 575 x 590 AT06 AT12 AT16 AT20 AT25 AT32 Gli interruttori aperti AT25 e AT32 possono essere installati solo su quadri di larghezza 1000mm (vedi TemWay 3000 con interruttori aperti Tipologia A, B, C e D nel capitolo "Forma di segregazione"). Le dimensioni dei cubicoli degli interruttori in esecuzione sezionabile sono diverse rispetto a quelle delle altre esecuzioni, vedi tabella nella pagina seguente. Per interruttori scatolati con comando motore contattare Terasaki. Per interruttori con interblocco meccanico contattare Terasaki. TemWay

17 Codici cubicoli interruttori Interruttore Esecuzione / Poli H x L Attacchi Anteriori Attacchi Posteriori Rimovibile Estraibile [mm] FC RC PM DO (Tipo) XE100NS C1003PAA - C1003PAP - C10030ES XS125CJ 200 x 590 (I) XS125NJ XH125NJ C1253PAA C1254PAA C1253PAP C1254PAP C1253PES C1254PES x 590 (I) XE225NS C2253PAA - C2253PAP - C2253PES x 590 (I) XS160NJ XS250NJ C2503PAA C2504PAA C2503PAP C2504PAP C2503PES C2504PES x 590 (I) XH160NJ XH250NJ C2503PSE C2504PSE 350 x 590 XS400CJ XS400NJ C4003PAA C4004PAA C4003PAP C4004PAP C4003PES C4004PES 250 x 590 (II) XS400CE XS400NE C4003PSE C4004PSE 450 x 590 XH400NE XE600NS - - C6003PAP - C6003PES x 590 (III) XS630CJ XS630NJ XS630CE - - C8003PAP C8004PAP C8003PES C8004PES 350 x 590 (III) XS630NE XH630NE XS800NJ C8003PSE C8004PSE 550 x 590 XS800NE XH800NE XS1250NE - - C12503PAP C12504PAP C12503PES C12504PES 350 x 590 (III) C12503PSE C12504PSE 550 x 590 AT12 AT16 AT CAT203PAP CAT204PAP - - CAT203PSE CAT204PSE 575 x 590 (IV) AT25 AT CAT323PAP CAT324PAP - - CAT323PSE CAT324PSE 745 x TemWay 3000

18 Portelle e accessori Portella forata DIN H x L [mm] 200 x x x 590 Moduli DIN 28 (su 1 fila) 56 (su 2 file) 84 (su 3 file) Codice P1FDIN P2FDIN P3FDIN Le portelle vengono fornite complete di due supporti di fissaggio guida DIN (codice SDIN) per ogni fila. Se la guida DIN viene impiegata in altra posizione all'interno del quadro o con portella cieca, prevedere due supporti di fissaggio (codice SDIN) per ogni guida. I supporti permettono il fissaggio sia della guida DIN che della canalina portacavi. Portella cieca H x L [mm] 200 x x x 590 Codice P0F200 P0F375 P0F550 Piastra di fondo H x L [mm] 175x x x590 Codice PIASTRAF175H PIASTRAF350H PIASTRAF525H Frontalini H x L [mm] 25 x x x x 590 Codice F025 F050 F100 F175 Frontalino Alettato (175x590mm) Frontalino (200x590mm) 2 strumenti + 2 commutatori Frontalino (200x590mm) 4 strumenti + 1 commutatore Codice Codice Codice F175-A MISURA22 MISURA41 I frontalini MISURA 22 E MISURA 41 hanno forature standard per strumenti di dimensioni 96x96mm e commutatore di diametro 22mm. Per strumenti di dimensioni 72x72mm e commutatore di diametro diverso, specificare nell'ordine. TemWay

19 Altri cubicoli Cubicolo unico per installazione verticale di tre interruttori taglia 125A/250A Taglia H x L [mm] 125 (verticale) 275x (verticale) 275x590 Codice C0125X3V C0250X3V Taglia H x L [mm] 125 (verticale + ELB 125) 350x (verticale + ELB 250) 350x590 Codice C0125X3VELB C0250X3VELB ELB 125 e ELB 250: sganciatori differenziali previsti per l'abbinamento con gli interruttori automatici scatolati della Terasaki taglia 125A e 250A. Nota - Gli interruttori scatolati taglia 630A, 800A, 1250A in esecuzione sezionabile possono essere installati in posizione verticale. I relativi cubicoli hanno dimensioni 500x590mm per 630A e 800A e 600x590mm per 1250A. Cubicoli per interruttori scatolati taglia 1600A attacchi posteriori con installazione orizzontale o verticale Taglia H x L [mm] 1600 (orizzontale) 500x (verticale) 500x590 Codice C160034PO C160034PV Per l'esecuzione sezionabile la dimensione del cubicolo diventa 600x590mm (solo installazione verticale) e il codice C160034PVSE. Accessori Supporto Fissaggio DIN Traversino Ammarro Cavi Montante Interno Codice Codice Codice SDIN T400 (400mm) T600 (600mm) T800 (800mm) MONT Supporto di fissaggio interruttore scatolato Per l'installazione di interruttori scatolati, in esecuzione con attacchi frontali, su piastra interna, deve essere utilizzato il supporto di fissaggio interruttore scatolato, codice SMCCB seguito dalla taglia dell'interruttore (250A, 400A, 630A, 800A), affinche la leva di manovra sia portata a filo portella TemWay 3000

20 Forma di Segregazione Per forma di segregazione si intende il tipo di suddivisione prevista all interno del quadro. La segregazione mediante barriere o diaframmi ha lo scopo di: - assicurare la protezione contro i contatti diretti, in caso di accesso ad una parte del quadro posta fuori tensione, rispetto al resto del quadro rimasto in tensione; - ridurre la probabilità di innesco e di propagazione di un arco interno; - impedire il passaggio di corpi solidi fra parti diverse del quadro. La Norma CEI EN (CEI17-13/1) specifica le seguenti quattro diverse forme di segregazione: Forma 1 Nessuna segregazione. Forma 2 Segregazione delle sbarre di alimentazione dalle unità funzionali. Forma 3a Segregazione delle sbarre di alimentazione dalle unità funzionali e segregazione di tutte le unità funzionali l una dall altra, ad eccezione dei loro terminali di collegamento ai conduttori esterni. I terminali per i conduttori esterni non devono essere necessariamente segregati dalle sbarre. Forma 3b Segregazione delle sbarre di alimentazione dalle unità funzionali e segregazione di tutte le unità funzionali l una dall altra. Segregazione dei terminali per i conduttori esterni dalle unità funzionali, ma non l uno dall altro. Forma 4 Segregazione delle sbarre di alimentazione dalle unità funzionali e segregazione di tutte le unità funzionali l una dall altra, compresi i terminali per i conduttori esterni, che sono parte integrante dell unità funzionale. Nel caso specifico le unità funzionali sono gli interruttori. I quadri TemWay sono stati progettati conformemente a quanto richiesto dalla normativa. La segregazione tra gli interruttori, forma 3 e 4, è utile quando vengono utilizzati dispositivi di comando e protezione rimovibili (plug-in) o estraibili (draw-out), perchè in tal caso si può intervenire in completa sicurezza contro i contatti diretti. La forma di segregazione deve essere scelta in relazione alle esigenze di manutenzione, di continuità di servizio e di addestramento del personale. Gli elementi necessari per realizzare le diverse forme di segregazione vengono messi in evidenza nelle figure che seguono. I disegni, invece, sono relativi a configurazioni tipo con interruttori scatolati e con interruttori aperti per forma di segregazione 4. Legenda 1 - quinta di segregazione 120mm 9 - ripiano segregazione forma cubicolo interruttore (portella e piastra di fondo) 10 - segregazione lato sx forma 3 e piastra di fondo canala 11 - pannello laterale 4 - traversino ammarro cavi 12 - pannello posteriore 5 - portasbarre 13 - portelle 6 - quinta di segregazione forma 3b 14 - porta canala 7 - segregazione sbarre verticali forma 3b 15 - segregazione sbarre orizzontali 8 - pannello in PVC segregazione forma segregazione orizzontale 120mm TemWay

21 Figura 1 Caratteristiche del quadro struttura 2100x845x600mm; Colore RAL 7032; Forma di segregazione 4; Grado di protezione IP40. Vista anteriore con porta anteriore vetro, porta canala e portelle cubicoli interruttori aperte TemWay 3000

22 Forma di Segregazione Figura 2 Caratteristiche del quadro struttura 2100x845x600mm; Colore RAL 7032; Forma di segregazione 4; Grado di protezione IP40. Vista posteriore con pannello posteriore rimosso TemWay

23 Figura 3 Caratteristiche del quadro struttura 2100x845x600mm; Colore RAL 7032; Forma di segregazione 4; Grado di protezione IP40. Vista posteriore con segregazione sbarre orizzontali e segregazione sbarre verticali rimosse TemWay 3000

24 Forma di Segregazione Figura 4 Caratteristiche del quadro struttura 2100x845x600mm; Colore RAL 7032; Forma di segregazione 4; Grado di protezione IP40. Vista laterale con pannello laterale rimosso TemWay

25 TemWay 3000 con interruttori scatolati - Configurazione tipo per forma di segregazione 4 Sezione dall'alto Sezione laterale Note Per correnti nominali fino a 1000A prevedere strutture con profondità 600mm. Per correnti nominali oltre 1000A e fino a 1600A prevedere strutture con profondità 800mm TemWay 3000

26 Forma di Segregazione TemWay 3000 con interruttori aperti - Tipologia A per forma di segregazione 4 Per l'alimentazione di due diversi sistemi di barre con distribuzione in alto. Vista frontale Sezione laterale Sezione dall'alto TemWay

27 TemWay 3000 con interruttori aperti - Tipologia B per forma di segregazione 4 Per l'alimentazione di uno stesso sistema di barre con distribuzione in alto. Vista frontale Sezione laterale Sezione dall'alto TemWay 3000

28 Forma di Segregazione TemWay 3000 con interruttori aperti - Tipologia C per forma di segregazione 4 Per l'alimentazione di due diversi sistemi di barre con distribuzione in basso. Vista frontale Sezione laterale Sezione dall'alto TemWay

29 TemWay 3000 con interruttori aperti - Tipologia D per forma di segregazione 4 Per l'alimentazione di un solo sistema di barre con distribuzione in alto e interruttore in basso. Vista frontale Sezione laterale Sezione dall'alto TemWay 3000

30 Forma di Segregazione TemWay 3000 con interruttori aperti - Tipologia E per forma di segregazione 4 Per l'alimentazione di due diversi sistemi di barre con congiuntore e distribuzione in alto. Vista frontale Sezione laterale Sezione dall'alto TemWay

31 Elementi per la segregazione dei quadri TemWay 3000 con interruttori scatolati Codice Riferimento in "Legenda" Descrizione PSF4PVC 8 Pannello di segregazione forma 4 in PVC QSF Quinta di segregazione forma 3b quadro profondità 600mm QSF Quinta di segregazione forma 3b quadro profondità 800mm RSF Ripiano di segregazione forma 4 quadro profondità 600mm RSF Ripiano di segregazione forma 4 quadro profondità 800mm SBO Segregazione sbarre orizzontali quadro profondità 600mm SBO Segregazione sbarre orizzontali quadro profondità 800mm SBV 7 Segregazione sbarre verticali forma 3b (1 pezzo) SSXF Segregazione lato sinistro forma 3-4 quadro profondità 600mm SSXF Segregazione lato sinistro forma 3-4 quadro profondità 800mm Il traversino ammarro cavi sul lato sinistro non è necessario se è prevista la segregazione lato sinistro forma 3 e 4. Elementi per la segregazione dei quadri TemWay 3000 con interruttori aperti Codice KITAB0845 KITAB1000 KITC0845 KITC1000 KITD0845 KITD1000 KITE1000 Descrizione Kit di segregazione quadro "Tipologia A - B" larghezza 845mm Kit di segregazione quadro "Tipologia A - B" larghezza 1000mm Kit di segregazione quadro "Tipologia C" larghezza 845mm Kit di segregazione quadro "Tipologia C" larghezza 1000mm Kit di segregazione quadro "Tipologia D" larghezza 845mm Kit di segregazione quadro "Tipologia D" larghezza 1000mm Kit di segregazione quadro "Tipologia E" larghezza 1000mm TemWay 3000

32 Composizione fronte quadro Struttura 690mm In questa e nelle due pagine seguenti vengono riportate le tre strutture fondamentali di larghezza 690mm, 845mm e 1000mm con l'indicazione del passo 25mm in modo da poter comporre il fronte quadro secondo le proprie esigenze. E' sufficiente fotocopiare la pagina con la struttura che interessa e tracciare le linee che delimitano le portelle e le eventuali risalite cavi. TemWay

33 Struttura 845mm E' sufficiente fotocopiare la pagina con la struttura che interessa e tracciare le linee che delimitano le portelle e le eventuali risalite cavi TemWay 3000

34 Composizione fronte quadro Struttura 1000mm E' sufficiente fotocopiare la pagina con la struttura che interessa e tracciare le linee che delimitano le portelle e le eventuali risalite cavi. TemWay

35 Senso di manovra degli interruttori I quadri TemWay 3000 sono stati predisposti per l'installazione degli interruttori scatolati in posizione orizzontale. Sono comunque previste anche installazioni in posizione verticale (vedi taglia 125A, 250A, 1600A). Gli interruttori aperti possono essere installati solo verticalmente. Tutti gli interruttori possono essere alimentati sia dal lato ON (alto) che dal lato OFF (basso). Il senso di manovra degli interruttori è conforme a quanto stabilito dalla Norma CEI 16-5 (IEC 447). Installazione in posizione verticale Installazione in posizione orizzontale Potenza dissipabile La Norma CEI EN (classificazione CEI 17-13/1) distingue tra due categorie di quadri: - AS apparecchiature di serie Apparecchiatura di protezione e manovra conforme ad un tipo o ad un sistema costruttivo prestabilito senza scostamenti tali da modificarne in modo determinante le prestazioni rispetto all'apparecchiatura tipo provata secondo quanto prescritto nella Norma. - ANS apparecchiature non di serie Apparecchiatura di protezione e manovra contenente sia sistemazioni verificate con prove di tipo, sia sistemazioni non verificate con prove di tipo, purchè queste ultime siano derivate (per esempio attraverso il calcolo) da sistemazioni verificate che abbiano superato le prove previste. Le verifiche mediante calcolo o misure semplificate, consentite in alternativa alle prove di tipo, riguardano il riscaldamento, la tenuta al cortocircuito e l'isolamento. I quadri TemWay 3000 sono unità ANS costituite da unità AS realizzate, provate e certificate in conformità alla Norma CEI EN (classificazione CEI 17-13/1). Per i quadri ANS (senza ventilazione forzata) la valutazione delle sovratemperature è quindi consentita anche mediante calcolo, che può essere condotto conformemente alla Norma CEI Il metodo determina la sovratemperatura all'interno del quadro per effetto delle potenze dissipate dagli apparecchi e dai conduttori installati nel quadro. Nelle tabelle che seguono vengono riportati i valori di potenza dissipabile nei quadri TemWay 3000 affinchè la sovratemperatura massima nella parte superiore del quadro non sia maggiore di 30 C, superficie metallica, o 40 C se la parte superiore del quadro non richiede di essere toccata in condizioni normali di servizio. I valori, ottenuti da prove e da calcoli, tengono conto, oltre che della massima temperatura dell'aria all'interno del quadro, delle dimensioni del quadro, del tipo di installazione, dell'assenza di diaframmi orizzontali interni. Per la verifica, nelle condizioni riportate, sarà quindi sufficiente confrontare il valore reale di potenza dissipata dall'apparecchiatura e dai conduttori installati nel quadro o nella singola struttura, nel caso di più strutture affiancate, con il valore di potenza riportato in tabella per una data struttura, con o senza aperture di ventilazione (IP30/IP40 oppure IP55). Per semplificare ulteriormente il calcolo, nelle pagine che seguono sono stati riportati anche i valori di potenza dissipata per polo dagli interruttori Terasaki sia scatolati, serie TemBreak, che aperti, serie TemPower, che modulari, serie TemDin TemWay 3000

MAS. Semplicemente tutta la potenza che vuoi

MAS. Semplicemente tutta la potenza che vuoi MAS LE NOVITÀ 246 Semplicemente tutta la potenza che vuoi INDICE DI SEZIONE 248 Caratteristiche generali 257 MAS160 265 MAS400 291 MAS800 321 MAS4000 SISTEMA MAS MAS160 NEW 247 CATALOGO GENERALE DISTRIBUZIONE

Dettagli

LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI

LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI CITTÀ DI IMOLA SETTORE URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE PREZZIARIO DEL COMUNE DI IMOLA (ai sensi dell art. 133 D.Lgs. 163/2006) LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI Anno 2013 *** INDICE ***

Dettagli

ALPHA 630 UNIVERSAL S3 Quadri da parete e da pavimento con profondità 250 mm

ALPHA 630 UNIVERSAL S3 Quadri da parete e da pavimento con profondità 250 mm ALPHA 30 UNIVERSAL S3 Quadri da parete e da pavimento con profondità mm / Introduzione / Quadri Flat-pack componibili /8 Quadri Monoblocco /0 Quadri completi, montati ed equipaggiati / Supporti e sistemi

Dettagli

Lafer@ck. Armadi e armadietti elettrici per server e reti lan

Lafer@ck. Armadi e armadietti elettrici per server e reti lan Lafer. Around you Lafer@ck Armadi e armadietti elettrici per server e reti lan Il Partner Ideale esiste. Lafer. Un azienda in grado di innovare, evolversi e, con un istinto naturale, guardare al futuro.

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA - Complesso Biotecnologico - Istituti Biologici COMPLETAMENTO PALAZZINE D e E Nr. PREZZIARIO CODICE DESCRIZIONE U. M. Prezzo % Incid. Man.

Dettagli

Armadi, cassette e accessori

Armadi, cassette e accessori Sommario Armadi, cassette Introduzione - La nuova offerta Casys............................ pagina 94 Cassette 19 monoblocco..................................... pagina 96 Cassette 19 a libro..........................................

Dettagli

Lafer. Around you. Automation. Armadi elettrici per l automazione industriale fino a 3200 A

Lafer. Around you. Automation. Armadi elettrici per l automazione industriale fino a 3200 A Lafer. Around you Automation Armadi elettrici per l automazione industriale fino a 3200 A Il Partner Ideale esiste. Lafer. Un azienda in grado di innovare, evolversi e, con un istinto naturale, guardare

Dettagli

MW63-160 - 250 NOVITA. colori. Megaswitch. Sezionatori. Sezionatori Megaswitch

MW63-160 - 250 NOVITA. colori. Megaswitch. Sezionatori. Sezionatori Megaswitch MW63-160 - 250 R NOVITA R 245 da 63 a 250A Caratteristiche generali è la nuova gamma di sezionatori Bticino per le applicazioni industriali. Questi sezionatori trovano impiego nei quadri e negli armadi

Dettagli

Sunny String Monitor - Cabinet

Sunny String Monitor - Cabinet Sunny String Monitor - Cabinet Dati Tecnici Il Sunny String Monitor-Cabinet della SMA (SSM-C) esegue un dettagliato monitoraggio del generatore fotovoltaico operando nel rispetto degli elevati standard

Dettagli

SIVACON Quadri elettrici e Condotti sbarre per la distribuzione dell energia fino a 6300 A

SIVACON Quadri elettrici e Condotti sbarre per la distribuzione dell energia fino a 6300 A SIVACON Quadri elettrici e Condotti sbarre per la distribuzione dell energia fino a 6300 A Catalogo Quadri SIVACON S8-2012 Answers for infrastructure. Nella gestione ottimizzata dell energia... noi vi

Dettagli

Armadi da Parete e Pavimento. ad alto grado di protezione

Armadi da Parete e Pavimento. ad alto grado di protezione Armadi da Parete e Pavimento ad alto grado di protezione Armadi a Parete Grado di protezione IP 55-56 Armadi a parete con porta singola cieca Armadi a parete con porta singola in vetro Corpo in lamiera

Dettagli

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali /2 Introduzione /5 Norme di riferimento e interruttori magnetotermici /6 Trasformatore d isolamento e di sicurezza / Controllore d isolamento e pannelli di controllo

Dettagli

CENTRALINI IP40 INCASSO

CENTRALINI IP40 INCASSO 9 dimensioni Guide DIN regolabili in altezza Predisposizione per morsettiere Sistema di regolazione del coperchio del fondo rapide e nette Design di elevato livello estetico Numerosi brevetti depositati

Dettagli

CENTRALINI IP40 INCASSO

CENTRALINI IP40 INCASSO 9 dimensioni Guide DIN regolabili in altezza Predisposizione per morsettiere Sistema di regolazione del coperchio del fondo rapide e nette Design di elevato livello estetico Numerosi brevetti depositati

Dettagli

IA 010 Cabina di trasformazione MT/BT Giugno 2015

IA 010 Cabina di trasformazione MT/BT Giugno 2015 IA 010 Cabina di trasformazione MT/BT Giugno 2015 Per la parte di ricezione/immissione vedi IA 005. Riferimenti normativi Generali: CEI EN 62271-202 (17-103) Sottostazioni prefabbricate ad Alta tensione/bassa

Dettagli

A34. Prove sui quadri elettrici. 1. Premesse. 2. Quadri AS e ANS

A34. Prove sui quadri elettrici. 1. Premesse. 2. Quadri AS e ANS A34 Prove sui quadri elettrici 1. Premesse Nel testo apparecchiatura è sinonimo di quadro. Si definisce quadro elettrico la combinazione, in un unico complesso, di apparecchiature elettriche destinate

Dettagli

CARATTERISTICHE DEL QUADRO

CARATTERISTICHE DEL QUADRO CARATTERISTICHE DEL QUADRO ARCHITETTURA DI PRODOTTO Nei quadri elettrici si distinguono, dal punto di vista funzionale, le seguenti tre parti fondamentali: - parti meccaniche destinate a sostenere, proteggere

Dettagli

Protezione dai Contatti Diretti

Protezione dai Contatti Diretti Contatto Diretto Protezione dai Contatti Diretti La protezione delle persone contro i contatti diretti può essere ottenuta mediante: Isolamento delle parti attive. La parti attive devono essere ricoperte

Dettagli

Product note Migrazione da Emax ad Emax 2 mantenendo la certificazione in base alle norme serie IEC 61439 per i quadri di bassa tensione

Product note Migrazione da Emax ad Emax 2 mantenendo la certificazione in base alle norme serie IEC 61439 per i quadri di bassa tensione Product note Migrazione da Emax ad Emax 2 mantenendo la certificazione in base alle norme serie IEC 61439 per i quadri di bassa tensione Generalità SACE Emax 2 è il nuovo interruttore aperto di ABB SACE

Dettagli

VERAK EMC / IP Armadio 19 con Schermatura EMC e Protezione IP65

VERAK EMC / IP Armadio 19 con Schermatura EMC e Protezione IP65 VERAK EMC / IP Armadio 19 con Schermatura EMC e Protezione IP65 2 VERAK EMC / IP Sommario Specifiche materiali Struttura telaio: Lamiera d acciaio 2.0 mm Montanti e riduttori laterali: Lamiera d acciaio

Dettagli

SILAMAT. Interruttori sezionatori e apparecchiature precablate stagne IP65

SILAMAT. Interruttori sezionatori e apparecchiature precablate stagne IP65 SILAMAT. Interruttori sezionatori e apparecchiature precablate stagne IP65 Informazioni generali e applicative pag. 178 Interruttori sezionatori serie P 180 Interruttori sezionatori serie F 181 Accessori

Dettagli

CRITER1 PER LA SCELTA DELLE MISURE DI PROTEZIONE SECONDO LE VA RIE CONDIZIONI DI INFLUENZE ESTERNE

CRITER1 PER LA SCELTA DELLE MISURE DI PROTEZIONE SECONDO LE VA RIE CONDIZIONI DI INFLUENZE ESTERNE CRITER1 PER LA SCELTA DELLE MISURE DI PROTEZIONE SECONDO LE VA RIE CONDIZIONI DI INFLUENZE ESTERNE Scelta delle misure di protezione contro i contatti diretti Le misure di protezione mediante isolamento

Dettagli

plus Sistema sbarre universale in alluminio fino a 6300 A

plus Sistema sbarre universale in alluminio fino a 6300 A plus Sistema sbarre universale in alluminio fino a 6300 A Sistema sbarre universale in alluminio fino a 6300 A. Economico, innovativo, versatile. Caratteristiche principali Profilati in alluminio anodizzato

Dettagli

Catalogo 2014. System pro E comfort MISTRAL Crea il tuo capolavoro

Catalogo 2014. System pro E comfort MISTRAL Crea il tuo capolavoro Catalogo 2014 System pro E comfort MISTRAL Crea il tuo capolavoro Indice Introduzione System pro E comfort MISTRAL 2 System pro E comfort MISTRAL41F Introduzione System pro E comfort MISTRAL41F 6 System

Dettagli

ita 2015 Copyright 2015 Tecnosteel SRL All rights reserved

ita 2015 Copyright 2015 Tecnosteel SRL All rights reserved ita 2015 Copyright 2015 Tecnosteel SRL All rights reserved Apertura porte 180 Nuovo design bi colore Maniglia a pulsante Compatibile con tutti gli accessori Tecnosteel Montanti conta unità Su versione

Dettagli

GE Energy Industrial Solutions. SEN Plus ED.03. Soluzione affidabile di quadri in bassa tensione Il cuore del vostro business. GE imagination at work

GE Energy Industrial Solutions. SEN Plus ED.03. Soluzione affidabile di quadri in bassa tensione Il cuore del vostro business. GE imagination at work GE Energy Industrial Solutions SEN Plus ED.03 Soluzione affidabile di quadri in bassa tensione Il cuore del vostro business GE imagination at work Perchè SEN Plus? IP54 Senza limitazioni Quattro poli -

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

AUTOVIE VENETE S.p.A. Direzione Area Realizzazione

AUTOVIE VENETE S.p.A. Direzione Area Realizzazione Nuova cabina elettrica Palmanova pag. 1 AUTOVIE VENETE S.p.A. Direzione Area Realizzazione Fornitura a piè d opera apparecchiature tecniche nuova cabina elettrica Centro Servizi di Palmanova ~ooo~ Elenco

Dettagli

Contenitori. Involucri per apparecchiature elettriche

Contenitori. Involucri per apparecchiature elettriche Contenitori Involucri per apparecchiature elettriche Contenitori Involucri per apparecchiature elettriche La nostra gamma: Serie SCABOX pag. 4 Scatole di derivazione da parete IP44 IP55 IP56 Realizzate

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Impianto elettrico

RELAZIONE TECNICA. Impianto elettrico RELAZIONE TECNICA Impianto elettrico SOMMARIO 1. GENERALITÀ 4 1.1 Premessa 4 2. DESCRIZIONE SOMMARIA DEI LAVORI 5 2.1 Distribuzione 5 2.1.1 Impianto elettrico esterno e locali speciali. 6 2.1.2 Impianto

Dettagli

armadi e contenitori pc

armadi e contenitori pc armadi e contenitori pc Areta pc Si tratta di un fronte completo, montato su apposito telaio, da applicare direttamente alla struttura dell armadio Areta. Il fronte comprende: - portello serigrafato per

Dettagli

System pro M compact Interruttori sezionatori SD 200

System pro M compact Interruttori sezionatori SD 200 System pro M compact Interruttori sezionatori SD 200 Principali vantaggi La nuova gamma SD 200 estende la ormai collaudata serie System pro M compact con nuovi interruttori sezionatori che forniscono lo

Dettagli

TUNNEL. Soluzioni per impianti nelle gallerie VENTILAZIONE ILLUMINAZIONE AUSILIARI

TUNNEL. Soluzioni per impianti nelle gallerie VENTILAZIONE ILLUMINAZIONE AUSILIARI TUNNEL Soluzioni per impianti nelle gallerie VENTILAZIONE ILLUMINAZIONE AUSILIARI EDIZIONE 2015 ASSISTENZA TECNICA Grazie al contatto diretto con i nostri tecnici tramite il numero verde 800.700.332 è

Dettagli

BLADE S-MAX Armadio per alloggiamento di Server Blade

BLADE S-MAX Armadio per alloggiamento di Server Blade Armadio per alloggiamento di Server Blade Sommario Specifiche materiali Profilati verticali: acciaio 1.5 mm Intelaiature terminali: acciaio 1.5 mm Montanti 19 : acciaio 2.0 mm Supporti laterali per montanti:

Dettagli

Tali impianti elettrici saranno ubicati nella scuola elementare e materna di Marliana, in Via Goraiolo, Marliana (PT).

Tali impianti elettrici saranno ubicati nella scuola elementare e materna di Marliana, in Via Goraiolo, Marliana (PT). ndividuazione degli impianti Gli impianti oggetto del progetto sono previsti all interno di una struttura scolastica. Gli impianti esistenti sono sprovvisti di Dichiarazione di Conformità, pertanto saranno

Dettagli

Asso@eraulica. Titolo: gradi di protezione degli involucri (Codice IP-International Protection)

Asso@eraulica. Titolo: gradi di protezione degli involucri (Codice IP-International Protection) OGGETTO: gradi di protezione degli involucri NORMA: CEI 70-1 NORME CORRELATE : nazionali CEI 70-3, europee EN 60529, internazionali IEC 529 Data di pubblicazione: 06/1997 seconda edizione Validità: in

Dettagli

SPECIFICA TECNICA UNIFICATA

SPECIFICA TECNICA UNIFICATA Pag. 1 di 16 TITOLO: SPECIFICA TECNICA UNIFICATA PER LA COSTRUZIONE, IL COLLAUDO E LA FORNITURA DI QUADRI ELETTRICI PER IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA Unità Responsabile: Supporto Tecnico Descrizione

Dettagli

VERAK S-MAX Armadio standard 19 per alloggiamento server

VERAK S-MAX Armadio standard 19 per alloggiamento server Armadio standard 19 per alloggiamento server 1 2 Sommario Specifiche materiali Profilati verticali: acciaio 1.5 mm Intelaiature terminali: acciaio 1.5 mm Montanti 19 : acciaio 2.0 mm Supporti laterali

Dettagli

SUBTELAI MODULARI RACK 19

SUBTELAI MODULARI RACK 19 MEC TRON CATALOGO GENERALE 2008 121 Criteri di imballaggio e spedizione 44-45 Subtelai Modulari Rack 19 46-47 Subtelai Modulari Rack 19 e Sistemi applicativi 48 Subtelaio Serie ECU 3U 49-55 Fiancata ECU

Dettagli

Struttura armadio serie Alpi - GRADO DI PROTEZIONE IP 21

Struttura armadio serie Alpi - GRADO DI PROTEZIONE IP 21 8 CATALOGO GENERALE 2008 MEC TRON Struttura armadio serie Alpi - GRADO DI PROTEZIONE IP 21 SERIE Struttura armadio, costituita da 2 intelaiature portanti (pos.1) realizzate in un unico pezzo pressopiegato.

Dettagli

IMAGE Armadio versatile e multiapplicazione

IMAGE Armadio versatile e multiapplicazione Armadio versatile e multiapplicazione 1 2 Sommario Specifiche materiali Corpo Principale Struttura: completamente assemblato Materiale: acciaio ferritico Verniciatura: polvere epossidica Porta Vetro Vetro:

Dettagli

Informazione Tecnica. 8. Caratteristiche di limitazione Energia passante I 2 t Corrente di picco Ip

Informazione Tecnica. 8. Caratteristiche di limitazione Energia passante I 2 t Corrente di picco Ip Informazione Tecnica 8. Caratteristiche di limitazione Energia passante I t Corrente di picco Ip Contenuti 8. Protezione contro le correnti di cortocircuito 8. Integrale di Joule del cavo - K S 8. Integrale

Dettagli

Patch Panel e accessori

Patch Panel e accessori Patch Panel e accessori I n d i c e I n t roduzione - Sistema universale Multiplus...................... 3 2 Patch panel Multiplus per applicazioni rame e fonia...........................................

Dettagli

L intervento che si andrà a realizzare è composto dalle seguenti parti:

L intervento che si andrà a realizzare è composto dalle seguenti parti: 1.1. PREMESSA La presente relazione tratta della realizzazione degli impianti elettrici relativi all intervento di realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica a pannelli fotovoltaici

Dettagli

Dossier tecnico n 7. Involucri e gradi di protezione

Dossier tecnico n 7. Involucri e gradi di protezione Dossier tecnico n 7 Involucri e gradi di protezione Involucri e gradi di protezione Dossier tecnico n 7 Redatto a cura del Attività Bassa Tensione La protezione delle persone contro i contatti diretti

Dettagli

Unità di misura. Articolo di Elenco I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I COSTO EURO. Prezziario Regionale Sicilia Anno 2013

Unità di misura. Articolo di Elenco I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I COSTO EURO. Prezziario Regionale Sicilia Anno 2013 partecipazione anche degli studenti diversamene abili del plesso Sant'orsola pag. 2 di 6 di Elenco I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I COSTO EURO Prezziario Regionale Sicilia Anno 2013

Dettagli

caratteristiche generali

caratteristiche generali caratteristiche generali Serie CG/MG La nuova serie CG/MG di custodie fisse e mobili per connettori abbina la tenuta stagna IP68 e l elevata robustezza meccanica ai requisiti di protezione da disturbi

Dettagli

ARMADI LX 2 CONTENITORI LB 4

ARMADI LX 2 CONTENITORI LB 4 ARMADI LX 2 CONTENITORI LB 4 SERVER RACK SX 5 PORTE SERVER SX 7 MINISERVER MS 8 ACCESSORI 9 ACCESSORI 19 13 VENTILAZIONE 15 ALIMENTAZIONE ELETTRICA 17 CONTROLLO E SICUREZZA 18 CARATTERISTICHE TECNICHE

Dettagli

Introduzione. 2.1.1 Obblighi di legge generali

Introduzione. 2.1.1 Obblighi di legge generali 2.1 SICUREZZA ELETTRICA Introduzione In questo capitolo sono illustrati gli obblighi di legge e le principali caratteristiche legate agli impianti elettrici dei locali che ospitano le lavorazioni oggetto

Dettagli

Dati Generali IMPORTO UNITARIO RIFERIMENTO ELENCO PREZZI UNITARI ARTICOLO QUANTITA' IMPORTO TOTALE NOTE. Comune di VENEZIA

Dati Generali IMPORTO UNITARIO RIFERIMENTO ELENCO PREZZI UNITARI ARTICOLO QUANTITA' IMPORTO TOTALE NOTE. Comune di VENEZIA Dati Generali Comune Comune di VENEZIA Provincia Provincia di VENEZIA Oggetto Rete esazione Committente CAV con sede in Venezia Casello VE-MESTRE Revisione 0 ARTICOLO SITE PREPARATION 2.0 DISTRIBUZIONE

Dettagli

Manuale e linee guida di montaggio 2007. sivacon S4. Quadri di distribuzione per Bassa Tensione

Manuale e linee guida di montaggio 2007. sivacon S4. Quadri di distribuzione per Bassa Tensione Manuale e linee guida di montaggio 2007 sivacon S4 Quadri di distribuzione per Bassa Tensione Indice del contenuto Indice del contenuto 1 Descrizione del sistema.................................................

Dettagli

ITI A. Malignani Udine - Elettrotecnica & automazione - Impianti elettrici e TDP

ITI A. Malignani Udine - Elettrotecnica & automazione - Impianti elettrici e TDP 9. INTERRUTTORI BT In media tensione generalmente non si chiede all interruttore di intervenire istantaneamente mentre ciò è usuale nella BT. Deve aspettare ad aprire Questo interruttore deve aprire per

Dettagli

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Dicembre 2006 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione 1SDC007103G0902 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Indice Introduzione... 2 1 Il riscaldamento nei quadri elettrici 1.1 Generalità...

Dettagli

Medium voltage products. UniSec Quadro di media tensione isolato in aria di distribuzione secondaria

Medium voltage products. UniSec Quadro di media tensione isolato in aria di distribuzione secondaria Medium voltage products UniSec Quadro di media tensione isolato in aria di distribuzione secondaria Indice 6 1. Caratteristiche generali 11 2. Unità tipiche 38 3. Componenti principali 66 4. Dispositivi

Dettagli

APPLICAZIONI GEODETICHE

APPLICAZIONI GEODETICHE APPLICAZIONI GEODETICHE Applicazioni Geodetiche - Strumenti di Misura Grado di protezione degli involucri International Protection - Codice IP - Laboratorio Topografico Via Giovanni XXIII, 4 22063 Cantù

Dettagli

GRADO DI PROTEZIONE IL CODICE IP

GRADO DI PROTEZIONE IL CODICE IP GRADO DI PROTEZIONE IL CODICE IP Avremo tutti sentito molte volte, riferendosi ad apparecchiature elettriche in genere, la dicitura "protezione IP";facciamo dunque un pò di chiarezza sul significato di

Dettagli

INDICE. 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2. 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3

INDICE. 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2. 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3 INDICE 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3 2.1.1 Campo fotovoltaico pag. 3 2.1.2 Sezionatore pag. 4 2.1.3 Inverter

Dettagli

SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA CITTADINO

SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA CITTADINO SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA CITTADINO IMPIANTO ELETTRICO Premessa Nel seguito sono descritti gli impianti elettrici e di terra da realizzare per ciascun punto nel quale sono installate gli apparati dell'sistema

Dettagli

Impianto fotovoltaico

Impianto fotovoltaico 16 16 Impianto fotovoltaico totalmente integrato kw Fornitura materiale per un sistema fotovoltaico trifase, completo di ogni accessorio, con potenza di picco pari a 15,96kWp. Costruito con numero 12 stringhe

Dettagli

A LAVORI A CORPO COMPUTO ESTIMATIVO A1 IMPIANTO MT/BT A2 QUADRO GENERALE BASSA TENSIONE

A LAVORI A CORPO COMPUTO ESTIMATIVO A1 IMPIANTO MT/BT A2 QUADRO GENERALE BASSA TENSIONE A LAVORI A CORPO A1 IMPIANTO MT/BT QUADRO MEDIA TENSIONE NP01 A1.1 Quadro Media Tensione (QMT) Tipo SM6 standard SCHNEIDER ELECTRIC (o equivalente) con protezione arco interno sul fronte e sui lati IAC

Dettagli

Istruzioni per l uso. Interruttore salvamotore > 8527/2

Istruzioni per l uso. Interruttore salvamotore > 8527/2 Istruzioni per l uso Interruttore salvamotore > Indice 1 Indice 1 Indice...2 2 Dati generali...2 2.1 Costruttore...2 2.2 Dati relativi alle istruzioni per l uso...2 2.3 Conformità a norme e disposizioni...3

Dettagli

Partenze motore ed applicazioni di potenza

Partenze motore ed applicazioni di potenza Partenze motore ed applicazioni di potenza Interruttori salvamotori magnetotermici Contattori Relè termici A vviatori elettromeccanici Design e contenuti innovativi: la soluzione ideale per la vostra automazione

Dettagli

IMLAN Armadietto da parete con fiancate laterali asportabili

IMLAN Armadietto da parete con fiancate laterali asportabili IMLAN Armadietto da parete con fiancate laterali asportabili 1 2 IMLAN Sommario Specifiche materiali Copertura superiore: acciaio 1.2 mm Copertura inferiore: acciaio 1.2 mm Chiusura passaggio cavi: acciaio

Dettagli

Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende:

Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende: Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende: - tre piani fuori terra con una scala interna; - tre appartamenti per piano aventi rispettivamente una superficie di circa 50 m 2, 100

Dettagli

SOMMARIO. Impianti elettrici nei cantieri 3. Quadri ASC da montare, assiemare e cablare 4. Il file tecnico 5. I quadri pre-assiemati 6-9

SOMMARIO. Impianti elettrici nei cantieri 3. Quadri ASC da montare, assiemare e cablare 4. Il file tecnico 5. I quadri pre-assiemati 6-9 SOMMARIO Impianti elettrici nei cantieri Quadri ASC da montare, assiemare e cablare 4 Il file tecnico 5 I quadri pre-assiemati -9 I quadri vuoti 0- Scelta della protezioni 4-5 Distinta guidata al materiale

Dettagli

Impianti elettrici nei cantieri edili

Impianti elettrici nei cantieri edili Impianti elettrici nei cantieri edili Per. Ind. Luca Paolini S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza www.scuolaedile.com 1 DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008 n. 81 Art. 89. Definizioni 1. Agli effetti

Dettagli

1.001 E.0.1.OS Operaio specializzato h 22,35 22,35 22,35. 1.002 E.0.1.OQ Operaio qualificato h 20,86 20,86 20,86

1.001 E.0.1.OS Operaio specializzato h 22,35 22,35 22,35. 1.002 E.0.1.OQ Operaio qualificato h 20,86 20,86 20,86 N. Codice D E S C R I Z I O N E Un.Mis Prezzo Unitar. Operai-Trasporti-Noli Pag. 1 %SpeseG. %UtileIm Prezzo Totale Prezzo Arroton 1.001 E.0.1.OS Operaio specializzato h 22,35 22,35 22,35 1.002 E.0.1.OQ

Dettagli

Presentazione. Westelettric 55050 Quiesa (LU) Italy tel. ++39 058497361 fax ++39 0584975956 e-mail: info@westelettric.it http://www.westelettric.

Presentazione. Westelettric 55050 Quiesa (LU) Italy tel. ++39 058497361 fax ++39 0584975956 e-mail: info@westelettric.it http://www.westelettric. Presentazione La Westelettric S.r.l. una societ operante livello internazionale dal 1987, con una struttura composta da: Venditori-tecnici che propongono soluzioni individuate in vari settori. Uffici tecnici

Dettagli

P O R TA PA L L E T 8 5-1 1 0 R E T i A n T i c A d u TA E d i v i s O R i E

P O R TA PA L L E T 8 5-1 1 0 R E T i A n T i c A d u TA E d i v i s O R i E 85-110 reti anticaduta e divisorie 85-110 RAL 1021 Paracolpi lamiera GIALLO FLUORESCENTE Paracolpi polietilene ZINCATO Fiancate, correnti e accessori Scaffalatura interamente realizzata in lamiera di acciaio

Dettagli

RELAZIONE TECNICA POTENZIAMENTO DELLA CABINA DI TRASFORMAZIONE MT/BT DELLA SEDE DEL CEINGE IN VIA GAETANO SALVATORE, 486 IN NAPOLI

RELAZIONE TECNICA POTENZIAMENTO DELLA CABINA DI TRASFORMAZIONE MT/BT DELLA SEDE DEL CEINGE IN VIA GAETANO SALVATORE, 486 IN NAPOLI RELAZIONE TECNICA POTENZIAMENTO DELLA CABINA DI TRASFORMAZIONE MT/BT DELLA SEDE DEL CEINGE IN VIA GAETANO SALVATORE, 486 IN NAPOLI. INDICE 1.0 PREMESSA pag.3 2.0 STATO DI FATTO pag.3 3.0 CRITICITA pag.4

Dettagli

bott vario L allestimento per il vostro Renault Twizy Auto Kangoo Trafic Master

bott vario L allestimento per il vostro Renault Twizy Auto Kangoo Trafic Master bott vario L allestimento per il vostro Renault Twizy Auto Kangoo Trafic Master 5 bott vario Proteggere i valori 6 4 2 2 4 3 1 Rivestimenti pareti interne vario protect-light Pavimenti e rivestimenti interni

Dettagli

LAVORI DI REALIZZAZIONE DEL PIANO INTERMEDIO EDIFICIO C PLESSO CENTRALE RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO

LAVORI DI REALIZZAZIONE DEL PIANO INTERMEDIO EDIFICIO C PLESSO CENTRALE RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO Sommario 1. PREMESSA... 2 2. NORMATIVE DI RIFERIMENTO... 3 3. DESCRIZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO... 5 a) Quadri elettrici... b) Cavi... c) Condutture... d) Cassette e connessioni... e) Impianti elettrici

Dettagli

SERIE 90 EIB. Apparecchi per la domotica

SERIE 90 EIB. Apparecchi per la domotica Apparecchi per la domotica 179 IL SISTEMA BUS KNX/ E LA SUA ARCHITETTURA I sistemi BUS costituiscono una moderna tecnologia per la realizzazione degli impianti negli edifici residenziali, in quelli dedicati

Dettagli

SEE. Applicazioni industriali: Caratteristiche generali. Ramo batteria (tecnologia SCR) Raddrizzatori doppio ramo

SEE. Applicazioni industriali: Caratteristiche generali. Ramo batteria (tecnologia SCR) Raddrizzatori doppio ramo Raddrizzatori doppio ramo SEE RADDRIZZATORE A DOPPIO RAMO, USCITA +/-1% Soluzione dedicata con batterie a vaso aperto o NiCd con tensione di uscita 110 o 220 V CC sino a 500 A Applicazioni industriali:

Dettagli

Nuovi centralini. Design e funzionalità, in piena vista.

Nuovi centralini. Design e funzionalità, in piena vista. Nuovi centralini. Design e funzionalità, in piena vista. CENTRALINI Un ampia gamma di eleganti soluzioni per qualsiasi tipo di parete, in muratura o cartongesso. Centralino con coperchio bianco. Centralino

Dettagli

INSIEL S.p.A. OGGETTO. LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica. Minishelter. Data: 28 marzo 2007

INSIEL S.p.A. OGGETTO. LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica. Minishelter. Data: 28 marzo 2007 LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica Data: 28 marzo 2007 OGGETTO GGETTO: Minishelter Integrazioni: 27 marzo 2009 Riferimento: INSIEL_ ST_MINISHELTER_09 INDICE Indice... 2 Indice delle figure... 2 1 Generalità...

Dettagli

S 800. I dettagli che fanno la differenza Elevate prestazioni

S 800. I dettagli che fanno la differenza Elevate prestazioni S 800. I dettagli che fanno la differenza Elevate prestazioni Leva di comando con posizione di scattato: un immediata evidenza dell avvenuto intervento Morsetti intercambiabili: utilizzare un KIT per passare

Dettagli

SPECIFICA TECNICA CABINA ELETTRICA PROVVISORIA

SPECIFICA TECNICA CABINA ELETTRICA PROVVISORIA SPECIFICA TECNICA CABINA ELETTRICA PROVVISORIA 2 CABINA ELETTRICA PREFABBRICATA Shelterfor metallico da esterno autoportante Involucro metallico atto al contenimento di apparecchiature elettriche, costituito

Dettagli

PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA

PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA PROGETTO REDATTO DA ARCH/ING ELENA AMERI Ai sensi del D.M. 37/28 art 5 comma 2 punto c) RELAZIONE TECNICA 0. PREMESSA Il progetto dell

Dettagli

Indice dei capitoli. Sistema di connessione a 2 poli a norma ISO 4165, accendisigari, connettori di potenza e connettori universali

Indice dei capitoli. Sistema di connessione a 2 poli a norma ISO 4165, accendisigari, connettori di potenza e connettori universali CONNETTORI ELETTRICI IL PROGRAMMA COMPLETO PER VEICOLI COMMERCIALI, AUTOVEICOLI E VEICOLI SPECIALI DETTAGLIATE SINTESI DEI PRODOTTI CON ACCESSORI E SCHEMI DI DISPOSIZIONE SISTEMI DI CONNESSIONE PARTICOLARMENTE

Dettagli

armadi leggio LC - pag.71

armadi leggio LC - pag.71 66 armadi leggio C pag.7 console di comando compatta, completamente saldata, senza sporgenze, con piano leggio inclinato di 8, incernierato, apribile dall interno. Adatto per impianti con spazio di passaggio

Dettagli

La Sicurezza delle Macchine alimentate a tensione di rete

La Sicurezza delle Macchine alimentate a tensione di rete Sezione Toscana e Umbria Toscana La Sicurezza delle Macchine alimentate a tensione di rete Dott. Ing. Lorenzo Spinelli Direzione Elettra s.r.l. Organismo Notificato n. 2321 Direttiva Macchine, Direttiva

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO 1 Indice 1 PREMESSA...2 2 RIFERIMENTI NORMATIVI...2 3 CARATTERISTICHE GENERALI...3 4 CORPI ILLUMINANTI PREVISTI IN PROGETTO...5 5 VERIFICHE ILLUMINOTECNICHE...8

Dettagli

1 PREMESSA... 2 2 DESCRIZIONE E CARATTERISTICHE DEGLI IMPIANTI... 3

1 PREMESSA... 2 2 DESCRIZIONE E CARATTERISTICHE DEGLI IMPIANTI... 3 INDICE 1 PREMESSA... 2 2 DESCRIZIONE E CARATTERISTICHE DEGLI IMPIANTI... 3 2.1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 3 2.2 DATI TECNICI DI PROGETTO... 4 2.3 DESCRIZIONE DELLE OPERE... 6 2.3.1 Linee e cavidotti di

Dettagli

COMUNE DI VARAPODIO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA

COMUNE DI VARAPODIO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA COMUNE DI VARAPODIO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Intervento di riqualificazione energetica ed illuminotecnica della rete di illuminazione pubblica del Comune di Progetto Definitivo/Esecutivo ELENCO PREZZI

Dettagli

Catalogo preliminare 2013. Quadri per automazione in acciaio Inox

Catalogo preliminare 2013. Quadri per automazione in acciaio Inox Catalogo preliminare 2013 Quadri per automazione in acciaio Inox Quadri per automazione in acciaio Inox Catalogo tecnico Introduzione 1 Casse SRX 2 Armadi monoblocco AMX 3 Armadi componibili ISX 4 Accessori

Dettagli

Protezione dai contatti diretti. Sistemi a bassissima tensione

Protezione dai contatti diretti. Sistemi a bassissima tensione Elettrotecnica, Impianti e Rischio Elettrico A.A. 2013-2014 Università dell Insubria - Varese Protezione dai contatti diretti. Sistemi a bassissima tensione dott. ing. Lucia FROSINI Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

Impianto di illuminazione e forza motrice di Buraccio

Impianto di illuminazione e forza motrice di Buraccio sezione: IMPIANTI ELETTRICI titolo e contenuto della tavola: Computo metrico estimativo Studio Associato di Ingegneria NEW ENERGY di Ing. Mancini e Ing. Mannucci Viale Marconi, 117A 56028 San Miniato (PI)

Dettagli

8. Protezione dai contatti indiretti senza interruzione automatica

8. Protezione dai contatti indiretti senza interruzione automatica 8.1 Generalità 8. Protezione dai contatti indiretti senza interruzione automatica Sono questi dei metodi di protezione che, a differenza dei sistemi di protezione attiva trattati fino ad ora (protezione

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21 Art. Descrizione U.M. Q,tà Prezzo unitario Totale A.1.01 B.1.01 B.1.02 B.1.03 SISTEMI DI MONTAGGIO

Dettagli

Multi Presa Professionale per Rack e Server da 1 Unità 44,45 mm con presa Pluristandard

Multi Presa Professionale per Rack e Server da 1 Unità 44,45 mm con presa Pluristandard Multi Presa Professionale per Rack e Server da 1 Unità 44,45 mm con presa Pluristandard Questa nuova linea di prodotti è stata realizzata per venire incontro alle esigenze di occupare meno spazio all interno

Dettagli

Si deve realizzare l'impianto elettrico di una autofficina per riparazione e revisione autoveicoli. con dimensioni di 18 x 10 metri.

Si deve realizzare l'impianto elettrico di una autofficina per riparazione e revisione autoveicoli. con dimensioni di 18 x 10 metri. ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE DI PERITO INDUSTRIALE SESSIONE 2001 Indirizzo: ELETTROTECNICA Seconda prova scritta Si deve realizzare l'impianto elettrico di una

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio Piani di cottura in vetroceramica KM 6220 / 6223 / 6224 / 6226 KM 6227 / 6229 / 6230 Leggere assolutamente le istruzioni d'uso it-it e di montaggio prima di procedere al posizionamento,

Dettagli

Quaderni di applicazione tecnica N.11 Guida alla realizzazione di un quadro elettrico secondo le Norme CEI EN 61439 Parte 1 e Parte 2

Quaderni di applicazione tecnica N.11 Guida alla realizzazione di un quadro elettrico secondo le Norme CEI EN 61439 Parte 1 e Parte 2 Quaderni di applicazione tecnica N.11 Guida alla realizzazione di un quadro elettrico secondo le Norme CEI EN 61439 Parte 1 e Parte 2 Guida alla realizzazione di un quadro elettrico secondo le Norme CEI

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE

PROGETTO ESECUTIVO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE LOCALITA : ORBASSANO (TO) INDIRIZZO: Via Fratelli Rosselli 37 DESTINAZIONE D USO: Centro diurno per disabili PROGETTO ESECUTIVO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE Data: marzo 2012 Il tecnico: dott. ing.

Dettagli

Allestimenti veicoli commerciali. Catalogo n ii S05 00

Allestimenti veicoli commerciali. Catalogo n ii S05 00 Allestimenti veicoli commerciali Catalogo n ii S05 00 Indice pag. 4-5 L AZIENDA pag. 6-7 UNA GAMMA COMPLETA DI PRODOTTI pag. 8-9 STRATEGICAMENTE FORTI pag. 10-27 LINEA FAST. Ottimizzazione dello spazio

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato Interruttori di sicurezza ad azionatore separato Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 5 6 9 scatto rapido sovrapposti FD FP FL FC 21 22

Dettagli

Quaderni di applicazione tecnica N.11 Guida alla realizzazione di un quadro elettrico secondo le Norme CEI EN 61439 Parte 1 e Parte 2

Quaderni di applicazione tecnica N.11 Guida alla realizzazione di un quadro elettrico secondo le Norme CEI EN 61439 Parte 1 e Parte 2 Quaderni di applicazione tecnica N.11 Guida alla realizzazione di un quadro elettrico secondo le Norme CEI EN 61439 Parte 1 e Parte 2 Guida alla realizzazione di un quadro elettrico secondo le Norme CEI

Dettagli

Art. 282 PENSILINA BAROCCO

Art. 282 PENSILINA BAROCCO Scheda Tecnica Art. 282_Pag. 1 di 5 Art. 282 PENSILINA BAROCCO Struttura: n 02 montanti posteriori laterali in profilato di acciaio zincato da mm. 80 x 80 x 2 con un angolo stondato; ogni singolo montante

Dettagli

REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI

REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI CAPITOLO N 1 IMPIANTI CIVILI AVVERTENZE Nel presente capitolo si è tenuto conto dei seguenti requisiti minimi: Nelle abitazioni e negli edifici residenziali in genere,

Dettagli