News letter. Metodologie di vendita e politiche commerciali al tempo della crisi. Editoriale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "News letter. Metodologie di vendita e politiche commerciali al tempo della crisi. Editoriale"

Transcript

1 News letter Numero dicembre 2010 Editoriale Metodologie di vendita e politiche commerciali al tempo della crisi Grande è la confusione sotto il cielo, la situazione è eccellente Sommario Metodologie di vendita e politiche commerciali al tempo della crisi Da venditori ad antenne Come la rete di vendita diventare un punto di forza può Strumenti innovativi per la formazione venditori Test: quanto è pronta la tua organizzazione commerciale a cogliere le opportunità? Abbiamo pensato in questi momenti così faticosi per le aziende che operano per mantenere e consolidare i propri mercati di dedicare la nostra newsletter ai temi dello sviluppo delle politiche commerciali e dell organizzazione delle reti di vendita, la punta avanzata della resistenza di ogni azienda. Strutturare e coordinare un processo di vendita efficace, predisporre politiche commerciali finalizzate a recuperare competitività ed affermarsi sul mercato diventa indispensabile in situazioni congiunturali difficili. Molto spesso se ne fa un gran parlare, ma le azioni rimangono nelle intenzioni degli imprenditori che non sempre riescono a ridefinire le politiche distributive, promozionali e di comunicazione e in contesti nuovi ed aggressivi sperano e si aspettano miracoli (perché di questo si tratta!) dalla vecchia organizzazione e dai propri venditori. L ambizioso tentativo di questo numero è aiutare ad individuare, fra quelle proposte, una metodologia valida. Con l aiuto dell esperienza di Silvano Magnabosco e di Alfonso Miceli, che operano da anni in azienda con interventi di consulenza e formazione, abbiamo provato ad approfondire temi scottanti come: anticipare e monitorare i cambiamenti, coordinare e supportare la forza vendita, investire sui sistemi formativi ed informativi a supporto delle azioni mkt e commerciali. Continuiamo a credere che l attenzione alle proprie risorse interne in questo periodo sia una buona ricetta per trovare soluzioni sostenibili ed efficaci, se coniugata allo sviluppo e alla motivazione delle persone e alla revisione dei processi e delle procedure interni, il tutto condito con un po di fantasia! SLO Srl Via S. Tomaso, Milano Copyright 2008 SLOsrl Ai sensi del d.lgs. n. 196/2003 (c.d. codice della privacy), desideriamo informare che i dati in nostro possesso saranno trattati nel rispetto del d.lgs. n. 196/2003, al fine di informare l interessato su promozioni editoriali e iniziative culturali promosse da SLO srl, responsabile del trattamento. L'interessato potrà sempre esercitare i diritti previsti dall'art. 7 del d.lgs. n. 196/2003 secondo le modalità indicate dal medesimo provvedimento legislativo. In qualunque momento potrà decidere la rimozione del suo indirizzo di posta elettronica dalla mailing-list inviando una e- mail con oggetto cancellami dalla list al seguente indirizzo:

2 Il modello Da venditori ad antenne dell azienda di Silvano Magnabosco Chi meglio delle reti di vendita è nelle condizioni di saper anticipare i cambiamenti delle esigenze dei clienti o dei prospect, oppure di saperne individuare le esigenze latenti? Partiamo da un piccolo fatto, che può essere avvalorato da molti Direttori Commerciali e Direttori delle Risorse Umane: da qualche tempo alcune società di recruiting rinunciano a importanti contratti se la richiesta riguarda figure commerciali, soprattutto se contrattualmente autonome dall azienda (agenti di commercio e procacciatori d affari). Se per certi aspetti la cosa è comprensibile, bisogna arrendersi dunque alla difficoltà? Secondo la nostra esperienza, occorre invece partire dal mercato e trovare in esso gli elementi che permettono all azienda di creare il suo vantaggio competitivo e ripensare un ruolo coerente per la sua rete di vendita. Le turbolenze dei mercati si materializzano, oltre che negli aspetti finanziari e di accessibilità alle risorse, anche nella presenza sempre più rilevante di una pluralità di concorrenti prima sconosciuta, con un aggressività commerciale molto alta, che spesso sbaragliano i vecchi competitor: sono premiate le capacità di anticipare i cambiamenti delle esigenze e di individuare le esigenze latenti. Prima della concorrenza! Ecco, allora, che nei mercati con queste nuove caratteristiche l elemento chiave per costruire il proprio vantaggio competitivo risiede nella capacità dell organizzazione aziendale di comprenderle, anticiparle e utilizzarle. L opportunità dei segnali deboli La comprensione delle turbolenze diventa un work in progress che accetta la sfida del tempo: saperle decifrare nella fase iniziale e spesso non appariscente (quelli che Igor Ansoff chiama i segnali deboli ) e offrire al mercato una risposta coerente. Nelle nostre azioni di consulenza, soprattutto in quella della diagnosi, il cliente avanza un obiezione: quando la velocità dei cambiamenti imprevisti è forte, il tempo che occorre dedicare alla raccolta delle informazioni e all elaborazione di una ben ponderata risposta è troppo breve. La risposta può risultare, quindi, insufficiente sia a proteggerci dalla minaccia sia a cogliere l opportunità. Una soluzione di questo apparente paradosso è modificare l approccio: l azienda deve saper progettare e pianificare le azioni che è possibile realizzare mentre le informazioni arrivano. Certo, all inizio le informazioni saranno vaghe e il loro percorso non chiaro, quindi le risposte dell organizzazione saranno necessariamente fuori fuoco. Man mano però che le informazioni diventano più precise, altrettanto farà la risposta. Orecchie al suolo Su questo sfondo complesso, prende corpo il ruolo strategico delle reti di vendita: i soggetti che mentre sviluppano il business, offrono all organizzazione l opportunità di comprendere, anticipare e rispondere a tutte le nuove discontinuità. Ciò significa che la rete di vendita deve essere formata e organizzata per cogliere con l orecchio al suolo i primi segni delle minacce/ opportunità. 2

3 Quali sono allora i percorsi riorganizzativi e formativi che possono portare le reti di vendita a svolgere con efficacia questo ruolo? sviluppo della capacità di ascolto sviluppo della capacità di aggressione nei confronti delle minacce/ opportunità sviluppo della propensione imprenditoriale e creativa passaggio dalla mansione alla missione D altra parte chi meglio delle reti di vendita è nelle condizioni di saper anticipare i cambiamenti delle esigenze dei clienti o dei prospect, oppure di saperne individuare le esigenze latenti? Si tratta di un cambiamento di ruolo importante e strategico: passare dalla tradizionale figura professionale del rappresentante di commercio a quella dell imprenditore, capace di rispondere alle sfide con creatività e con una proiezione verso l esterno piuttosto che verso l interno. Occorre passare dalla mansione alla missione. In questa direzione, il nostro intervento è finalizzato ad affiancare l azienda nell analisi della sua collocazione nel mercato (evoluzione del mercato di riferimento, stato e sviluppo del portafoglio prodotti e servizi, organizzazione e implementazione del database clienti, monitoraggio dei livelli di soddisfazione dei clienti), nell elaborazione di un piano commerciale operativo coerente con le strategie aziendali (definizione e organizzazione del sistema degli obiettivi, programmazione delle azioni commerciali, controllo dei risultati) e nella gestione delle reti di vendita (progettazione, organizzazione, sviluppo delle professionalità). 3

4 Un esperienza Come la rete di vendita può diventare un punto di forza di Silvano Magnabosco Il cliente di cui vogliamo raccontare opera nel mercato dell informazione professionale rivolta agli studi professionali e alle piccole e medie aziende. Dagli anni 90 in poi questo mercato è attraversato da profondi cambiamenti e da nuovi aggressivi competitors. Il risultato di questi cambiamenti si era materializzato per il nostro cliente in due modi: fatturato non coerente con gli obiettivi di vendita e una forte tensione conflittuale tra la Direzione Commerciale e la rete di vendita di 80 agenzie. In questo contesto altri competitors avevano acquisito significative quote di mercato. Il nostro intervento è partito da un analisi attenta del mercato di riferimento e delle variazioni intervenute nel corso degli anni, con l obiettivo per l azienda di riguadagnare il vantaggio competitivo, sfruttando i punti di forza della rete di vendita, in primo luogo la sua capillarità a livello geografico. L analisi ha permesso tra l altro di evidenziare il peso rilevante che hanno in questo settore gli Ordini professionali: gli Ordini sono veicolo tra i propri iscritti di informazioni relative alle politiche commerciali dei diversi fornitori; i professionisti che hanno incarichi di rappresentanza all interno degli Ordini assumono spesso il ruolo di testimoni del competitor prescelto; infine, attraverso i numerosi convegni e meeting, gli Ordini offrono un formidabile network di contatti. Fu quindi progettata e realizzata un unità di staff alla Direzione Commerciale con il compito di supportare le Agenzie nello svolgere attività di pubbliche relazioni con i singoli Ordini provinciali, privilegiando in modo particolare la presidenza. In questo modo, oltre ad un significativo miglioramento dei risultati di vendita, si è creato anche un flusso costante d informazioni che ha permesso di cogliere velocemente le diverse opportunità locali, offrendo elementi importanti al processo di pianificazione commerciale. Il vantaggio competitivo fu raggiunto anche grazie a questa attività. In parallelo furono approntati alcuni interventi sul sistema degli obiettivi e sull organizzazione della rete di vendita: a fronte di un ventaglio di prodotti e servizi molto ampi e costosi, infatti, i risultati si realizzavano soprattutto con i software applicativi, con forti difficoltà invece a raggiungere gli obiettivi nelle altre linee prodotto. Si avviò un monitoraggio molto analitico sulle diverse fasi della vendita: furono intervistati molti venditori, di aree geografiche rappresentative delle diverse tipologie di studi professionali e si analizzarono i dati. Emerse che l elevato turnover e la giovane età dei venditori favorivano una spinta forte dei prodotti informatici, a discapito di altre linee di prodotto. L intervento si mosse in due direzioni: i titolari di agenzia furono affiancati nel definire in modo efficace e coerente con gli obiettivi di vendita il quadro del rapporto con i loro venditori, e si progettò un sistema formativo centrale, gestito direttamente dalla Direzione Commerciale. I risultati raggiunti furono un consistente contenimento del turnover (dal 19% al 4 %); la creazione di percorsi di carriera per mantenere il personale (il 40% dei titolari di agenzia infatti avevano raggiunto questo ruolo dopo aver svolto l attività di venditori) ed il riallineamento dei risultati di vendita con il sistema degli obiettivi. 4

5 Strumenti Strumenti innovativi per la formazione venditori di Alfonso Miceli Il mestiere del venditore è bello, difficile, complesso. Va costruito nel tempo, spesso è sottovalutato. Capita ancora di incontrare aziende che affidano un ruolo così delicato, da cui dipende direttamente la loro stessa sopravvivenza, a risorse poco preparate, pochissimo formate e non adeguatamente motivate. Nei casi peggiori si pensa che venditori si nasce, in quelli migliori si ricorre a percorsi formativi ben strutturati e a richiami periodici. Oggi, però, la situazione dei mercati richiede un passo oltre: impone di sviluppare piani commerciali ripensando l organizzazione nel suo insieme, in risposta ai veloci cambiamenti dell ambiente esterno. È più che mai importante avere occhi e orecchie ben aperti e saper reagire velocemente a quello che succede nell ambiente esterno. Il lavoro sull allineamento strategico e il coaching in piccoli gruppi permettono di andare oltre le tradizionali modalità di aula e di ottimizzare le risorse già presenti in azienda. A chi fa formazione commerciale capita a volte di incontrare nel gruppo il venditore che ha una marcia in più. In un intervento su come cercare e approcciare nuovi clienti, uno dei partecipanti ha raccontato di aver venduto un auto mentre era in fila al passaggio a livello (in realtà è riuscito a presentarsi e a prendere un appuntamento due giorni dopo si è visto arrivare il cliente in salone). Ha ammesso anche di divertirsi a osservare i furgoni delle ditte artigiane e a telefonare quando gli sembrava che fossero da cambiare (il numero di telefono lo prendeva dalla pubblicità sullo stesso furgone). Come dimostra questo esempio, l utilizzo delle nostre capacità e delle tecniche apprese dipende dalle convinzioni che abbiamo e dalla motivazione. Cos è che spinge questa persona a fare con semplicità e divertimento qualcosa (cercare nuovi clienti) che agli altri risulta ostico e difficile? Questo signore era stato lui stesso, per un breve periodo, titolare di un salone. E anche in seguito, come dipendente, continuava a lavorare con il piglio, la voglia, l intraprendenza di chi ha una propria organizzazione. L allineamento organizzativo aiuta le persone a fare propria l organizzazione in cui si trovano. E la professione commerciale è un mestiere che non si può esercitare da dipendenti. Perché il venditore possa muoversi in autonomia, prendere l iniziativa e trattare con i clienti sentendosi libero di decidere fin dove si può spingere nella trattativa, c è bisogno che la direzione definisca obiettivi chiari e specifici, regole, strategie, priorità e su questi attui poi delle azioni mirate ed efficaci di condivisione con le persone che compongono la rete vendita. Grazie a queste azioni, che denominiamo anche coaching organizzativo si libera energia creativa e voglia di risolvere i problemi. Il coaching in piccoli gruppi fa seguito all allineamento strategico e al coaching organizzativo. È uno strumento che si rivela utile soprattutto con i venditori esperti: come ben sa chi gestisce reti commerciali, è molto più facile formare ex novo un venditore, piuttosto che far cambiare abitudini a 5

6 un senior. Abbiamo utilizzato ad esempio il coaching in piccoli gruppi con un marchio automobilistico. L analisi preliminare dimostrava che, grazie alla facilità di accesso alle informazioni, i clienti arrivavano sempre più agguerriti, con preventivi e offerte raccolte via internet o visite ad altre concessionarie. Di conseguenza i dealer sul territorio erano spinti a offerte e sconti sempre maggiori, in un circolo vizioso che stava portando a una situazione insostenibile per tutti, con margini sul fatturato sempre più ristretti. Ecco un caso in cui dallo stile di vendita dipendeva la sopravvivenza stessa dell azienda! Sulla base dell analisi effettuata, si è proceduto con un progetto di intervento finalizzato a modificare stile e strategia dei venditori, basati in maniera preponderante su prezzo e sconto. Abbiamo lavorato in piccoli gruppi con delle micro-simulazioni su tutte le fasi della trattativa, introducendo piccole modifiche nei punti chiave: allargare la fase di analisi delle esigenze; differenziare la presentazione del prodotto a seconda del cliente; argomentazioni di vendita basate sulla personalizzazione piuttosto che sullo sconto. Sono bastate due mezze giornate (3 ore circa) per ogni gruppo (dalle 2 alle 4 persone) a distanza di un mese l una dall altra per chiudere il primo giro di interventi. Un anno dopo, con un richiamo formativo avanzato, abbiamo potuto constatare che buona parte dei cambiamenti erano stati metabolizzati (approccio più flessibile ai clienti, domande aperte per l analisi delle esigenze) con ottima ricaduta. 6

7 Test Quanto è pronta la tua organizzazione commerciale a cogliere le opportunità? Cerchiate le vostre risposte e poi fate la somma di quante risposte A, B e C 1) Nella pianificazione con il mio team: a. Dedico un terzo del tempo a pianificare, un terzo a vendere, un terzo a valutare b. La cosa più importante è vendere, senza perdere troppo tempo in chiacchiere c. Obiettivi chiari e delega per ognuno a gestirsi come crede 2) Per capire come va il mercato: a. Teniamo riunioni periodiche con chi ha a che fare direttamente con i clienti b. Alla fine mi fido del mio intuito c. Abbiamo una società che se ne occupa 3) Durante una riunione a. Vi concentrate sulle domande da fare b. Vi concentrate sulle risposte da dare c. Avete l impressione di assistere a discussioni inutili 4) Nella tua organizzazione si cambia: a. Quando tutto va bene b. Il meno possibile: più le persone si attengono al loro ruolo e meglio è c. Quando i segnali che c è qualcosa che non va non possono più essere ignorati 5) Ho l impressione che: a. Vision e scopo dell organizzazione orientino il comportamento delle persone b. I miei colleghi e collaboratori non siano capaci di prendere iniziative autonome c. Ci siano molti conflitti interni, non sia chiaro quali sono le priorità 6) Ci incontriamo per rivedere insieme il piano strategico in relazione ai passaggi fondamentali: a. Regolarmente b. Per il piano c è la comunicazione annuale c. Più che un piano, ognuno ha i suoi obiettivi da raggiungere 7) Cambiamento continuo: a. Non esitiamo a tagliare i progetti che si sono rivelati un fallimento. Il fallimento è accettato come parte dell apprendimento. b. I progetti vengono stabiliti dall alto. Sta alle linee realizzarli c. Se i progetti vanno male è difficile capire perché e di chi è la responsabilità Prevalenza di risposte A: Profilo 1 Complimenti. La tua organizzazione è ben allineata negli obiettivi e nelle strategie. Il piano di azione è condiviso e le persone si sentono coinvolte, sanno prendere iniziative e decisioni perché sono consapevoli dei vincoli e delle priorità. Gli errori sono un occasione per imparare e probabilmente, grazie alla buona comunicazione interna, l azienda è pronta ad anticipare tendenze di mercato e bisogni futuri dei clienti. 7

8 Prevalenza di risposte B: Profilo 2 La tua è un organizzazione ben strutturata, le decisioni vengono prese velocemente dall alto e la funzione di coordinamento si occupa soprattutto di fare in modo che tutti sappiano cosa c è da fare. La Direzione si fa carico dei problemi e della loro soluzione. È una struttura che funziona in maniera molto efficace in mercati relativamente calmi. In situazioni di turbolenza ci può essere un sovraccarico nella funzione di coordinamento, che perde efficacia nel far fronte alle emergenze e a spiegare chiaramente quali sono le priorità. Può dimostrarsi lenta nel percepire e cogliere le opportunità che si aprono sul mercato. Prevalenza di risposte C: Profilo 3 Probabilmente ti trovi in un organizzazione dove all inizio è piacevole lavorare, la sensazione è che ci siano grandi possibilità di crescita professionale, un ampia facoltà di delega, le persone sono spinte ad assumersi le loro responsabilità e a muoversi in autonomia I dolori cominciano con la crescita organizzativa o cambiamenti esterni nel mercato, che portano a un aumento della complessità: ci può essere allora la sensazione che manchi una chiara direzione per gestire i cambiamenti richiesti e che continuino a moltiplicarsi problemi e conflitti interni. 8

News letter. I sistemi informativi in azienda: erogatori di prestazioni o fornitori di servizi? Editoriale

News letter. I sistemi informativi in azienda: erogatori di prestazioni o fornitori di servizi? Editoriale News letter Numero 7 15 gennaio 2010 Editoriale Sommario I sistemi informativi in azienda: erogatori di prestazioni o fornitori di servizi? Come sviluppare abilità per gestire i clienti interni in una

Dettagli

Dirigere Aziende di Successo

Dirigere Aziende di Successo Piano di Formazione Dirigere Aziende di Successo Progetto Finanziato dal Fondo Coordinato da e Informazioni: Per causare cambiamenti in azienda è necessario essere "allenati" nel dettaglio allo scopo di

Dettagli

News letter. La Valutazione nella Riforma Brunetta. Editoriale

News letter. La Valutazione nella Riforma Brunetta. Editoriale News letter Numero 8 15 aprile 2010 Editoriale La Valutazione nella Riforma Brunetta Valutare significa assumersi responsabilità Imre Kertész, Kaddish per il bambino non nato Sommario La valutazione nella

Dettagli

REALIZZARE PROCESSI DI VENDITA CHE SOSTENGANO UNA CRESCITA PROFITTEVOLE

REALIZZARE PROCESSI DI VENDITA CHE SOSTENGANO UNA CRESCITA PROFITTEVOLE REALIZZARE PROCESSI DI VENDITA CHE SOSTENGANO UNA CRESCITA PROFITTEVOLE SALESFORCE EFFECTIVENESS 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ DISPORRE DI PROCESSI COMMERCIALI PIÙ COMPETITIVI? Realizzare nel tempo una crescita

Dettagli

La valutazione del percorso formativo

La valutazione del percorso formativo La valutazione del percorso formativo L esperienza del biennio di Padova 1999-2000 Maria Carla Acler Premessa Il presente lavoro nasce dal desiderio di diffondere tra i colleghi l esperienza maturata all

Dettagli

Progetto di turnaround piccola-media impresa nel Nord est Raccontando degustando 2010

Progetto di turnaround piccola-media impresa nel Nord est Raccontando degustando 2010 Progetto di turnaround piccola-media impresa nel Nord est Raccontando degustando 2010 A partire da una serie di turnaround di successo realizzati in P.M.I. del Nord est si cercherà di delineare una metodologia

Dettagli

il tuo sviluppo concreto

il tuo sviluppo concreto BROCHURE 2015 Navigare necesse est, vivere non necesse il tuo sviluppo concreto 01 Coerenza: Siamo prima di tutto imprenditori che applicano le tecniche che forniamo 02 Responsabilità: ci sentiamo e comportiamo

Dettagli

Efficacia nel Lavoro

Efficacia nel Lavoro Piano di Formazione Efficacia nel Lavoro Percorso Relazioni Umane Informazioni: Questo progetto formativo è dedicato alle persone, ai singoli individui che sono al centro di qualsiasi risultato ottenuto.

Dettagli

#B2B.COM LA COMUNICAZIONE AZIENDALE EFFICACE PER VENDERE + GESTIRE + CRESCERE

#B2B.COM LA COMUNICAZIONE AZIENDALE EFFICACE PER VENDERE + GESTIRE + CRESCERE LA COMUNICAZIONE AZIENDALE EFFICACE PER VENDERE + GESTIRE + CRESCERE Sei un professionista e vuoi aumentare la visibilità della tua attività? Sei titolare di un azienda e vuoi strumenti precisi e concreti

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO KNOWITA

CATALOGO FORMATIVO KNOWITA Il Catalogo Formativo 2015 di Knowità è composto da incontri pensati per soddisfare le esigenze di figure di responsabilità che necessitano di risposte concrete alle principali e più attuali priorità aziendali.

Dettagli

Il management cooperativo e l innovazione

Il management cooperativo e l innovazione AZIENDE IN RETE NELLA FORMAZIONE CONTINUA Strumenti per la competitività delle imprese venete Il management cooperativo e l innovazione DGR n. 784 del 14/05/2015 - Fondo Sociale Europeo in sinergia con

Dettagli

www.learningschool.it

www.learningschool.it Piano di Formazione Scuola Vendite Progetto Finanziato dal Fondo Coordinato da e Informazioni: Gli ultimi 2 anni, causati dalla profonda crisi economica internazionale, hanno visto un rallentamento del

Dettagli

Ogni azienda vive la sua storia: unica, speciale, ricca di sfide. Lungo questo percorso Brogi & Pittalis vuole affiancarvi per arricchire le vostre

Ogni azienda vive la sua storia: unica, speciale, ricca di sfide. Lungo questo percorso Brogi & Pittalis vuole affiancarvi per arricchire le vostre Profilo aziendale Ogni azienda vive la sua storia: unica, speciale, ricca di sfide. Lungo questo percorso Brogi & Pittalis vuole affiancarvi per arricchire le vostre competenze e aiutarvi ad ottenere di

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli

Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico

Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico Tavola rotonda del convegno del giorno 11 ottobre 2013 presso l Università di Bergamo via dei Caniana - ore 14,30 17 Domande traccia per

Dettagli

Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato. OBIETTIVI: Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati

Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato. OBIETTIVI: Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati Direttori e Commerciali; Tutti coloro che devono gestire un gruppo

Dettagli

Eduteam Srl Tel. 02.36576780 Partita IVA e Codice Fiscale 04399510967. Via Alfredo Soffredini, 39 Fax 02.36576784 Cap. soc. 50.000 I.V.

Eduteam Srl Tel. 02.36576780 Partita IVA e Codice Fiscale 04399510967. Via Alfredo Soffredini, 39 Fax 02.36576784 Cap. soc. 50.000 I.V. Management Your knowledge, our passion requisiti richiesti agli entri di formazione accreditati presso la Regione Lombardia. Eduteam è un Microsoft Certified Partner. Dal 2003 si posiziona come Partner

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Telefono: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE

Telefono: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE EPOCH BUSINESS ANALYSIS Azienda: Indirizzo: Nome Persona: Mansione: Telefono: E Mail: ALLA CORTESE ATTENZIONE : AMMINISTRATORE, PROPRIETA O DIRETTORE GENERALE ISTRUZIONI: Questa è un analisi del potenziale

Dettagli

Come progettare strategie vincenti

Come progettare strategie vincenti Come progettare strategie vincenti 1 Cosa sono le Strategie Le strategie sono una serie di step che consentono al coach e al coachee di andare verso l obiettivo in maniera consapevole e sicura. Un valido

Dettagli

Grafico del livello di attività per 90 giorni

Grafico del livello di attività per 90 giorni Grafico del livello di attività per giorni "Gli agenti immobiliari di Successo fanno quello che gli agenti immobiliari normali non amano fare." Salvatore Coddetta. Il lavoro di agente immobiliare è quello

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

La nuova voce del verbo CRM. La soluzione ideale per il marketing e le vendite. A WoltersKluwer Company

La nuova voce del verbo CRM. La soluzione ideale per il marketing e le vendite. A WoltersKluwer Company La nuova voce del verbo CRM La soluzione ideale per il marketing e le vendite A WoltersKluwer Company Player il cliente al centro della nostra attenzione. Player: la Soluzione per il successo nelle vendite,

Dettagli

Judgment. Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement.

Judgment. Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement. Judgment Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement.com 2014 Hogan Assessment Systems PERSONALITÀ E DECISIONI I problemi

Dettagli

Quando la destinazione di un viaggio è la crescita

Quando la destinazione di un viaggio è la crescita Quando la destinazione di un viaggio è la crescita destinazione sviluppo Quando la destinazione di un viaggio è la crescita, il cambiamento della propria organizzazione, anche il viaggiatore più avventuroso

Dettagli

FLUSSI FINANZIARI (CASH FLOW)

FLUSSI FINANZIARI (CASH FLOW) FLUSSI FINANZIARI (CASH FLOW) 1. TESORERIA 1 a) Sviluppo della capacità di pianificare i flussi finanziari Il modulo formativo consente di acquisire le competenze per costruire un prospetto di programmazione

Dettagli

La matematica che aiuta a vendere

La matematica che aiuta a vendere Spettacoli di matematica per le aziende Spettacoli, format, lezioni spettacolo, telemarketing La matematica che aiuta a vendere Il percorso Spettacolo o lezione spettacolo Analisi Formazione legata ai

Dettagli

Italia. Cento Vigne. Una storia di successo:

Italia. Cento Vigne. Una storia di successo: Una storia di successo: Cento Vigne Italia Adattare le nuove strategie di social media marketing a livello globale per avere successo nel settore enologico Cento Vigne Italia ha scoperto il segreto per

Dettagli

MBS Business School. Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati. La missione di MBS è aiutare le migliori

MBS Business School. Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati. La missione di MBS è aiutare le migliori MBS Business School Un Luogo dove le Aziende crescono nonostante la crisi e le difficoltà dei mercati Come sta reagendo il Suo settore alla crisi finanziaria in corso? Quali sono le previsioni per i prossimi

Dettagli

Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE...

Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE... Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE... Questo e' il primo reporter che rivelo per un perido di tempo limitato: ''Gratuitamente'' a seguire nelle pagine del sito troverai gli altri 6. @ Se tu

Dettagli

Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0)

Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0) Questionario Modello di Maturità di Project Management (V.1.5.0) E necessario rispondere a tutte le domande riportate di seguito, selezionando la risposta ritenuta migliore o quella che meglio descrive

Dettagli

Sviluppare il piano di internet marketing:

Sviluppare il piano di internet marketing: Sviluppare il piano di internet marketing: concretizzare gli obiettivi ponderando i costi e Academy Milano, 20 Ottobre 2005 d.ssa Barbara Bonaventura barbara.bonaventura@mentis.it Mentis innovazione e

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

Percorsi di formazione per l eccellenza commerciale

Percorsi di formazione per l eccellenza commerciale Percorsi di formazione per l eccellenza commerciale Introduzione La performance commerciale è il risultato dell unione di diversi fattori legati all azienda proponente (mission, strategie, know-how, mix

Dettagli

Koinè Consulting. Profilo aziendale

Koinè Consulting. Profilo aziendale Koinè Consulting Profilo aziendale Koinè Consulting è una società cooperativa a responsabilità limitata che svolge attività di consulenza e servizi alle imprese, avvalendosi di competenze interne in materia

Dettagli

SCENARIO DI RIFERIMENTO

SCENARIO DI RIFERIMENTO Confindustria Verona e Cim&Form S.r.l., in collaborazione con CO.MARK S.p.A., propongono una nuova opportunità rivolta alle aziende veronesi che vogliono potenziare, con una specifica attività formativa

Dettagli

Catalogo formativo 2013. INGENIA Group. Manuale commerciale. Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013. Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup.

Catalogo formativo 2013. INGENIA Group. Manuale commerciale. Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013. Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup. Catalogo formativo 2013 INGENIA Group Manuale commerciale Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013 Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup.it MARKETING & INNOVAZIONE Percorso formativo e-mail MARKETING

Dettagli

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

Team e lavoro di gruppo

Team e lavoro di gruppo Team e lavoro di gruppo Team di lavoro Team Numero ridotto di persone aventi capacità complementari che si ritengono reciprocamente responsabili per scopo, obiettivi e approccio comuni. L evoluzione di

Dettagli

LA VENDITA ETICA. - Dispensa del partecipante - Olympos Group srl - Vietata ogni riproduzione anche in forma parziale V.

LA VENDITA ETICA. - Dispensa del partecipante - Olympos Group srl - Vietata ogni riproduzione anche in forma parziale V. LA VENDITA ETICA - Dispensa del partecipante - Olympos Group srl - Vietata ogni riproduzione anche in forma parziale V. 01/2007 GG OLYMPOS Group srl - Via XXV aprile, 40 Brembate di Sopra (BG) Tel. 03519965309

Dettagli

L abc del geomarketing: la geografia

L abc del geomarketing: la geografia L abc del geomarketing: la geografia 2013 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata applicata al business Geomarketing, questo sconosciuto. La parola chiave è territorio : il geomarketing

Dettagli

HumanWare. Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo

HumanWare. Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo HumanWare Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo Sistemi Avanzati di Valutazione e Sviluppo Aree di Intervento Sistemi di Analisi e Valutazione delle Posizioni Sistemi di Valutazione delle Prestazioni

Dettagli

Formazione per le Vendite il Servizio Clienti il Management la Leadership il Cambiamento il Team Work le Relazioni Interpersonali

Formazione per le Vendite il Servizio Clienti il Management la Leadership il Cambiamento il Team Work le Relazioni Interpersonali Formazione per le Vendite il Servizio Clienti il Management la Leadership il Cambiamento il Team Work le Relazioni Interpersonali FORTIA La formazione aziendale davvero World Class Le aziende camminano

Dettagli

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES Pier Francesco Asso ECONOMIA SICILIANA Si illustrano alcuni risultati del IV rapporto di ricerca della Fondazione RES dedicato

Dettagli

Marketing e comunicazione nel settore assicurativo: Come aumentare la redditività dell agenzia. www.ifoap.it

Marketing e comunicazione nel settore assicurativo: Come aumentare la redditività dell agenzia. www.ifoap.it Marketing e comunicazione nel settore assicurativo: Come aumentare la redditività dell agenzia www.ifoap.it INDICE Il Marketing strategico e il marketing operativo La campagna di comunicazione L Analisi

Dettagli

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F.

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. FORMAZIONE MANAGERIALE S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. Baracca, 235/E 50127 Firenze Tel. 055.3436516

Dettagli

Uno di noi! Diventa Consulente assicurativo personale ERGO.

Uno di noi! Diventa Consulente assicurativo personale ERGO. Uno di noi! Diventa Consulente assicurativo personale ERGO. Diventare Consulente assicurativo personale ERGO significa essere protagonista nel mercato, in uno scenario unico del panorama italiano, con

Dettagli

ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO

ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO 1- Presso il Servizio in cui operi e previsto un progetto analogo? La maggior parte dei partecipanti ha risposto in maniera negativa. Al momento, solo presso il nostro Servizio

Dettagli

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini Vicenza, 5 marzo 2013 Relatore: FABIO VENTURI Consulente di direzione e formatore. Testimonianza:

Dettagli

Liberare soluzioni per il call center

Liberare soluzioni per il call center Liberare soluzioni per il call center Consulenza Formazione Coaching Chi siamo Kairòs Solutions è una società di consulenza, formazione e coaching, protagonista in Italia nell applicazione del Coaching

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

Lavorare dove inizia il futuro.

Lavorare dove inizia il futuro. Lavorare dove inizia il futuro. Volete una carriera con un futuro? Allora unitevi al team di Swiss Life. 2 Lavorare dove inizia il futuro. Swiss Life investe nel futuro dei suoi collaboratori. E voi? Chi

Dettagli

Catalogo formativo Anno 2012-2013

Catalogo formativo Anno 2012-2013 Catalogo formativo Anno 2012-2013 www.kaleidoscomunicazione.it marketing & innovazione >> Email Marketing >> L email è ad oggi lo strumento di comunicazione più diffuso tra azienda e cliente e dunque anche

Dettagli

INNOVARE IL PRESENTE PER GARANTIRE IL FUTURO

INNOVARE IL PRESENTE PER GARANTIRE IL FUTURO INNOVARE IL PRESENTE PER GARANTIRE IL FUTURO La flessibilità è entrata a far parte, ormai da molti anni, degli strumenti di gestione delle risorse umane, quale irrinunciabile opportunità per poter rispondere

Dettagli

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA MARKETING E VENDITE COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA PREMESSA Per sviluppare un piano di marketing bisogna tenere in considerazione alcuni fattori

Dettagli

MARKETING LOW COST di Cristina Mariani

MARKETING LOW COST di Cristina Mariani Indice Introduzione Ringraziamenti 1. Come effettuare un analisi di mercato low cost 1. Ricerca di mercato low cost 1.1. Ricerca formale 1.2. Ricerca informale 2. Segmentare un mercato in evoluzione 2.1.

Dettagli

Le Dimensioni della LEADERSHIP

Le Dimensioni della LEADERSHIP Le Dimensioni della LEADERSHIP Profilo leadership, dicembre 2007 Pag. 1 di 5 1. STRATEGIA & DIREZIONE Creare una direzione strategica Definire una strategia chiara e strutturata per la propria area di

Dettagli

Formarsi è bene, Trasformarsi è meglio. Investire su se stessi Apprendimento Continuo

Formarsi è bene, Trasformarsi è meglio. Investire su se stessi Apprendimento Continuo Formarsi è bene, Trasformarsi è meglio ISTUD BUSINESS SCHOOL Investire su se stessi Apprendimento Continuo Sonia Claudia Lepore Cambiamento Continuo VUCA! Volatility Uncertainty Complexity Ambiguity Risulta

Dettagli

www.coregaincrm.it Il cuore del tuo business è conquistare il cuore del tuo cliente. CoregainCRM è prodotto e distribuito da Vecomp. www.vecomp.

www.coregaincrm.it Il cuore del tuo business è conquistare il cuore del tuo cliente. CoregainCRM è prodotto e distribuito da Vecomp. www.vecomp. www.coregaincrm.it Il cuore del tuo business è conquistare il cuore del tuo cliente. CoregainCRM è prodotto e distribuito da Vecomp. www.vecomp.it coregain time to market Il CRM che fa pulsare il tuo business.

Dettagli

Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching

Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching Il team Un gruppo di persone che: condividono uno scopo, hanno un obiettivo in comune collaborano, moltiplicando le loro risorse condividono i vantaggi

Dettagli

Valutare la Business Idea

Valutare la Business Idea Valutare la Business Idea Paolo Gubitta () paolo.gubitta@unipd.it 2 aprile 2007 Obiettivi dell incontro Chiarire concetto, componenti e dinamiche della Business Idea Illustrare gli strumenti per compiere

Dettagli

1st Class Teleselling

1st Class Teleselling Ridurre i costi e incrementare i risultati delle reti indirette L orientamento verso una rete di vendita indiretta rappresenta per l azienda una scelta di flessibilità organizzativa che garantisce rapidità

Dettagli

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Il Progetto di Educazione Scientifica promosso dalla Regione Toscana ha coinvolto i docenti in un attività

Dettagli

shapes competency development report

shapes competency development report shapes competency development report candidato/a: Max Mustermann amministrazione: 29.07.2005 rapporto creato: 19.02.2007 cut-e gmbh e-mail: info@cut-e.com große bleichen 12 tel: +49-40-3250.3890 20354

Dettagli

Cosa comunica lo sconto

Cosa comunica lo sconto Cosa comunica lo sconto di Laura Tentolini e Alessandro Muscinelli www.comunicazionenonverbale.it Cos è lo sconto? Siamo sicuri di conoscerne davvero il significato? Cosa comunichiamo in modo non verbale

Dettagli

Le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa

Le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa Convegno Nazionale dei Gruppi Agenti di Fondiaria e Sai Roma, 12 13 ottobre 2012 Le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa Fabio Orsi, IAMA Consulting Uno scenario complesso La grande

Dettagli

IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI

IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI Eccoci alla puntata finale del percorso di costruzione di un budget annuale: i visitatori del nostro sito www.controllogestionestrategico.it

Dettagli

siete in grado di incrementare l'innovazione in tutto il portfolio prodotti?

siete in grado di incrementare l'innovazione in tutto il portfolio prodotti? SOLUTION BRIEF Soluzioni Project & Portfolio Management per l'innovazione dei prodotti siete in grado di incrementare l'innovazione in tutto il portfolio prodotti? you can Le soluzioni Project & Portfolio

Dettagli

TEAM BUILDING BENESSERE ORGANIZZATIVO. Faenza, 12 dicembre 2012

TEAM BUILDING BENESSERE ORGANIZZATIVO. Faenza, 12 dicembre 2012 TEAM BUILDING e BENESSERE ORGANIZZATIVO Faenza, 12 dicembre 2012 Ravenna, 24 gennaio 2013 Lugo, 30 gennaio 2013 Bandini Barbara benessere organizzativo secondo la normativa italiana l insieme dei nuclei

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN COS È IL BUSINESS PLAN E QUAL È LA SUA UTILITÀ? Il business plan è un documento scritto che descrive la vostra azienda, i suoi obiettivi e le sue strategie, i

Dettagli

Management Consulting Boutiques e mercati globali

Management Consulting Boutiques e mercati globali Management Consulting Boutiques e mercati globali Antonella Negri Clementi * 1. Un modello distintivo Affiancare l azienda nel momento in cui si trova ad affrontare cambiamenti sostanziali di una o più

Dettagli

La valutazione del personale. Come la tecnologia può supportare i processi HR

La valutazione del personale. Come la tecnologia può supportare i processi HR La valutazione del personale Come la tecnologia può supportare i processi HR Introduzione Il tema della valutazione del personale diventa semprè più la priorità nella gestione del proprio business. Con

Dettagli

incrementa il tuo business

incrementa il tuo business incrementa il tuo business 1 mission L attività di marketing si concretizza attraverso l elaborazione di un progetto specifico proposto ai nostri partners. L intento? Quello di raggiungere maggior successo,

Dettagli

Guida per gli acquirenti

Guida per gli acquirenti Guida per gli acquirenti Abbiamo creato una breve guida per i privati al fine di fornire le informazioni più importanti per l acquisto di un azienda. Desiderate avere una vostra azienda? L acquisto di

Dettagli

ACCOUNT MANAGEMENT nell ICT

ACCOUNT MANAGEMENT nell ICT ACCOUNT MANAGEMENT nell ICT Maturità di molte applicazioni su cliente, interlocutori sempre più tecnicamente preparati e esigenti, banalizzazione di know how e di processo nelle diverse offerte spingono

Dettagli

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen.

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen. Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico Presentazione Franchising www.sargreen.com info@sargreen.com 1 Sommario Il Franchising... 2 Mission Franchising... 2 Il settore

Dettagli

TECNICHE DI VENDITA. ESIGENZE GENERALI: diminuire lo sforzo impiegato nella vendita interpersonale e aumentare la propria capacità di persuasione.

TECNICHE DI VENDITA. ESIGENZE GENERALI: diminuire lo sforzo impiegato nella vendita interpersonale e aumentare la propria capacità di persuasione. TECNICHE DI VENDITA Essere in grado di affrontare con successo le diverse tipologie di clienti realizzando proficue vendite dipende, soprattutto, da come viene affrontato il colloquio interpersonale con

Dettagli

TRASFORMIAMO OGNI CONTATTO IN CONTATTO ATTIVO

TRASFORMIAMO OGNI CONTATTO IN CONTATTO ATTIVO CLIC web searching people social media marketing display adv SEO search engine optimization pay per click analytics DEM Newslettering Web Performance (Pay per Lead, Pay per Sale) social media marketing

Dettagli

giusta Fai la spesa Inchiesta

giusta Fai la spesa Inchiesta Fai la spesa giusta Qual è la politica etica del tuo supermercato? Cosa c è dietro alle promozioni? La nostra inchiesta traccia il profilo di sei grandi insegne. Coop è la migliore. 20 Altroconsumo 278

Dettagli

GRUPPO DI CONTATTO DEI DIRETTORI

GRUPPO DI CONTATTO DEI DIRETTORI GRUPPO DI CONTATTO DEI DIRETTORI PRIMA EDIZIONE (4 giugno 2014) LISTA DI CONTROLLO PER L ASSUNZIONE DI UN BUON CONSULENTE I. Lavoro interno di preparazione II. Criteri personali per la scelta di un consulente

Dettagli

CAPITOLO 4 MANAGER E COMUNICAZIONE D IMPRESA

CAPITOLO 4 MANAGER E COMUNICAZIONE D IMPRESA CAPITOLO 4 MANAGER E COMUNICAZIONE D IMPRESA Indice 4.1 LA COMUNICAZIONE INTERNA...............................................69 Comprendere lo stato dell arte...................................................70

Dettagli

I segreti del network marketing

I segreti del network marketing I segreti del network marketing Introduzione Segreto n.1: Diventa lo sponsor che vorresti avere Segreto n.2: Come assumere correttamente Segreto eto n.3: Cosa devi comunicare ai nuovi membri del tuo team

Dettagli

Perché affidarsi a tecnico di proget

Perché affidarsi a tecnico di proget TEC. Baroni 45 imp 2-04-2004 10:54 Pagina 50 TECNICA Perché affidarsi a tecnico di proget d i S a r a B a r o n i Uno studio di ingegneria, maturando esperienza in realtà differenti, sviluppa una competenza

Dettagli

BELLUNO 12 aprile 2015

BELLUNO 12 aprile 2015 Un corso di strategie di web-marketing immobiliare che svela tutti i segreti di questo mondo con un linguaggio semplice, diretto e alla portata di tutti! VENEZIA 29 marzo 2015 BELLUNO 12 aprile 2015 1

Dettagli

I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ]

I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ] PRODUTTORE CHIAMA DISTRIBUTORE L UNIONE FA LA FORZA I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ] 1. [PRODUTTORI

Dettagli

BUSINESS DEVELOPMENT. noesisweb.com

BUSINESS DEVELOPMENT. noesisweb.com BUSINESS DEVELOPMENT noesisweb.com Guidiamo le persone nel diventare attori principali della propria realtà, costruendo, negli ambiti professionali e di vita privata, un mondo al quale sia piacevole appartenere

Dettagli

Ciò che Pensi determina ciò che Ottieni. Napoleon Hill

Ciò che Pensi determina ciò che Ottieni. Napoleon Hill Ciò che Pensi determina ciò che Ottieni. Napoleon Hill ThinkGet S.r.l. nasce con una mission molto chiara: Sostenere gli individui e le organizzazioni nella realizzazione del successo desiderato. Costituita

Dettagli

The new outsourcing wave: multisourcing

The new outsourcing wave: multisourcing EVOLUZIONE DEI MODELLI DI OUTSOURCING La pratica dell outsourcing, cioè del trasferire all esterno dell azienda singole attività, processi o infrastrutture è in voga da tempo, e negli anni ha dimostrato

Dettagli

Divisione di ADR Center S.p.A. Il vantaggio di negoziare

Divisione di ADR Center S.p.A. Il vantaggio di negoziare Divisione di ADR Center S.p.A. Il vantaggio di negoziare Il vantaggio di negoziare Indice Introduzione: Saper negoziare: indispensabile per avere successo nel dinamico mondo degli affari Perchè Negotiate.it?

Dettagli

di Sara Baroni Produzione e logistica >> Sistemi di management

di Sara Baroni Produzione e logistica >> Sistemi di management MISURE DI COMMESSA E MISURE DI SISTEMA COSTRUIRE UN PONTE TRA IL SINGOLO PROGETTO E GLI OBIETTIVI AZIENDALI di Sara Baroni Produzione e logistica >> Sistemi di management IL RUOLO DEL SISTEMA DI MISURA

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore

IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore Il controllo di gestione è uno strumento che consente di gestire al meglio l impresa e viene usato abitualmente in tutte le imprese di medie e

Dettagli

Ruth P. Stevens LEAD GENERATION. Generare nuovi contatti commerciali con strumenti d avanguardia

Ruth P. Stevens LEAD GENERATION. Generare nuovi contatti commerciali con strumenti d avanguardia Ruth P. Stevens LEAD GENERATION Generare nuovi contatti commerciali con strumenti d avanguardia Sommario L autrice, ringraziamenti...ix Capitolo 1 Introduzione alla lead generation... 1 Definiamo i termini:

Dettagli

LA CRISI E LE BANCHE ITALIANE ALLA RICERCA DI UN EQUILIBRIO SOSTENIBILE. Giancarlo Forestieri (Università Bocconi)

LA CRISI E LE BANCHE ITALIANE ALLA RICERCA DI UN EQUILIBRIO SOSTENIBILE. Giancarlo Forestieri (Università Bocconi) LA CRISI E LE BANCHE ITALIANE ALLA RICERCA DI UN EQUILIBRIO SOSTENIBILE Giancarlo Forestieri (Università Bocconi) AGENDA Un quadro d insieme I fattori di contesto I modelli di business tradizionali sono

Dettagli

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

Come scegliere la web agency. Scegliere l Agenzia Web. Tips and triks (Dalla parte della ditta)

Come scegliere la web agency. Scegliere l Agenzia Web. Tips and triks (Dalla parte della ditta) Come scegliere la web agency Scegliere l Agenzia Web. Tips and triks (Dalla parte della ditta) Premessa Come illustrato nello schema, raggiungere il cliente tramite internet (percorso frecce in verde)

Dettagli

Brochure per fornitori e partner

Brochure per fornitori e partner La grande catena di negozi per tutta la famiglia Brochure per fornitori e partner SOMMARIO Sommario... 3 Il Gruppo CIA Diffusione Abbigliamento... 4 La Rete dei Punti Vendita... 4 I motivi di un successo...

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

CONSULTING. Trend, Strategy & Marketing in Tourism

CONSULTING. Trend, Strategy & Marketing in Tourism CONSULTING Trend, Strategy & Marketing in Tourism TSM Consulting vuole dare un contributo sostanziale al settore del turismo, migliorando la comprensione e la soddisfazione della domanda e aumentando la

Dettagli

TRADING, EMOZIONI E DECISIONI Come migliorare la performance ed evitare gli errori più comuni

TRADING, EMOZIONI E DECISIONI Come migliorare la performance ed evitare gli errori più comuni TRADING, EMOZIONI E DECISIONI Come migliorare la performance ed evitare gli errori più comuni Introduzione Parte 1 Antonio Lengua IL TRADING CONSAPEVOLE CAPITOLO 1 LA NASCITA DI UNA NUOVA PROFESSIONE 1.1

Dettagli