RECINZIONI GIGAN DRAGON WORKING TORPEDO AREA CANT. GRIFON PLUS TRAFFIC. Recinzioni cantieri edili LIMIT 1 LIMIT 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RECINZIONI GIGAN DRAGON WORKING TORPEDO AREA CANT. GRIFON PLUS TRAFFIC. Recinzioni cantieri edili LIMIT 1 LIMIT 2"

Transcript

1 6 7 E Grazie all elevata qualità dei polieri e del know how di produzione, la rete arancio è diventata il sibolo dei cantieri e TENAX il punto di riferiento per l intero settore. TENAX inoltre offre sistei odulari certificati per la recinzione di piccole e grandi aree. Recinzioni cantieri edili Capacità scherante GIGAN DRAGON WORKING TORPEDO AREA CANT. GRIFON PLUS TRAFFIC La più nota ed apprezzata La qualità al giusto prezzo Visibile e rifrangente Scheratura totale Ottio rapporto qualità/prezzo Leggerezza e flessibilità - Migliora la visibilità Stabilità del colore Durata nel tepo Fili orizzontali onorientati Resistenza a trazione sì sì no no no sì no 16 kn/ 11 kn/ 1,6 kn/ 1,5 kn/ 1,2 kn/ 3 kn/ 2,7 kn/ Personalizzazione no sì sì si si no sì Sinottica relativa alle reti arancio LIMIT 1 LIMIT 2 Diensioni oduli 1 x 1 * 1,85 x 1,2 Peso oduli 3,3 7,3 Capacità scherante Stabilità del colore Durata nel tepo Riutilizzabilità sì sì * Disponibili in pannelli da 3 o 4 oduli. Per aggiori inforazioni tecniche visita l apposita sezione dedicata sul nostro sito attraverso il codice QR sotto riportato.

2 8 9 La rete arancione è un idea Tenax. Il cantiere oderno è per Tenax un contesto che ha assunto sepre più iportanza nel proprio ipegno di ricerca e in quello produttivo, non a caso i priati Tenax rivolti all edilizia sono altrettanto significativi di quelli ottenuti in capo agricolo e geotecnico. Eblea di questo incessante lavoro di collaborazione con chi opera nell edilizia è la rete arancione, che diventa sibolo di cantiere aperto e di lavori in corso. TENAX opera con un sistea di gestione della qualità confore alle norativa UNI EN ISO e un laboratorio prove, interno all azienda e all avanguardia in Europa, garantisce la standardizzazione dei processi produttivi e dei prodotti finiti: questo significa che ogni rete presenta sepre le caratteristiche noinali, attendibili e costanti nel tepo. PERCHÉ SCEGLIERE L ORIGINALE RETE TENAX? QUALITÀ CERTIFICATA CONFORME ALLE NORMATIVE RESISTENTE, AGENTI CHIMICI E ATMOSFERICI NON SBIADISCE PERSONALIZZABILE FACILE DA INSTALLARE, TRASPORTARE E STOCCARE L ORIGINALE CHE CONVIENE. SEMPRE. NOTEVOLE Per alcune recinzioni è previsto uno speciale processo produttivo di orientaento olecolare che auenta forteente la resistenza a trazione longitudinale, tutta la struttura risulta essere più stabile ed al contepo più leggera ed elastica. COLORI STABILI NEL TEMPO RETE TENAX RETE QUALUNQUE TENAX utilizza polieri e pigenti coloranti di qualità superiore: a differenza di olti prodotti presenti sul ercato. Le reti TENAX non sbiadiscono, non perdono il colore e restano visibili a lungo anche in condizioni abientali diversificate. PERSONALIZZABILE A richiesta sono anche personalizzabili con il logo dell azienda o con diciture specifiche ( lavori in corso ) che auentano la percezione del pericolo. E UNO SPECIALE PALLET FACILITA LA MOVIMENTAZIONE E RAZIONALIZZA LO STOCCAGGIO. La facilità del trasporto, dello stoccaggio e dell installazione consentono anche un ulteriore rispario di tepo e denaro. Norative e regolaentazioni Le reti TENAX sono confori al Nuovo Codice della Strada e al D.M. 10/07/02 A PROVA DI NORMA. La legge ipone che le recinzioni da cantiere, soprattutto sulla strada, siano visibili e stabili. Per salvaguardare la sicurezza di chi vi opera, accanto ad adeguate etodologie di lavoro, diventa quindi fondaentale la scelta di prodotti di qualità. D.L. N. 494/496 Attuazioni direttive 92/57 CEE relative alle prescrizioni inie di sicurezza [...] nei cantieri teporanei e obili. Il piano di sicurezza deve contenere: art. 12 [...] l individuazione, l analisi e la valutazione dei rischi, le conseguenti procedure esecutive, e le attrezzature atti a garantire il rispetto delle nore per la prevenzione degli infortuni e la stia dei relativi costi. art. 13 [...] odalità da seguire per la recinzione del cantiere, gli accessi e le segnalazioni: protezioni o isure di sicurezza contro i possibili rischi provenienti dall abiente esterno; viabilità principale di cantiere. REG. ATT. DELLA STRADA art. 32 [...] le recinzioni posizionate lungo i lati longitudinali devono essere costituite da reti o teli di colore rosso o arancione, stabilente fissate, [...]. TENAX: transenne certificate per cantieri a regola d arte Il Decreto Legge n. 494/96 stabilisce coe ogni cantiere edile, tobino o apertura debba essere recintato per salvaguardare la sicurezza di chi vi opera e ipedire l ingresso e il passaggio di persone non autorizzate. Quando il cantiere è su una strada, deve rispettarne anche il Codice. Le transenne TENAX sono forate da pannelli singoli o odulari costituiti da una rete estrusa arancione in polietilene ad alta densità (HDPE) avvolta su una struttura etallica rivestita con doppio trattaento di polveri teroindurenti: un sistea innovativo, frutto di una continua ricerca tecnologica, che assicura visibilità, stabilità, velocità di ontaggio, sontaggio e posa, e soddisfa ogni requisito iposto dalla norativa. Perfette per ogni cantiere, soprattutto per interventi teporanei, le transenne TENAX sono state certificate nel 2003 dal Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti, un riconosciento iportante ed esclusivo che attesta le prestazioni e la qualità superiore del prodotto. TENAX svolge inoltre costanteente prove di laboratorio, sulla base delle quali vengono redatte e aggiornate schede tecniche e certificazioni di prodotto che sono a disposizione degli operatori del settore.

3 10 11 E GIGAN LA PIÙ NOTA ED APPREZZATA 16 kn/ DRAGON LA QUALITÀ AL GIUSTO PREZZO 11 kn/ Rete da cantiere ono-orientata in polietilene a aglia ovoidale. Il processo di stiro in fase di produzione e il peso elevato garantiscono una aggiore resistenza, rigidità e robustezza. Può essere utilizzata più volte, perché non si defora e antiene inalterate nel tepo le proprie caratteristiche. RIUTILIZZABILE 450 g/ 2 Rete da cantiere ono-orientata in polietilene a aglia ovoidale. Il processo di stiratura in fase di produzione, consente alla rete di antenere ottie caratteristiche strutturali, insiee ad un adeguata robustezza e rigidità, a fronte di un peso più contenuto. Riane nel tepo olto stabile e visibile. Elevata resistenza a trazione Elevata rigidità garantita dal peso notevole e dalla presenza delle bande verticali Ottia resistenza del colore, addittivata con anti-uv Buona capacità scherante Riutilizzabilità Elevata visibilità No effetto vela Posa in opera seplice e veloce Durabilità nel tepo Elevata resistenza a trazione Notevole rigidità e robustezza Ottia resistenza del colore additivato con anti-uv Buona capacità scherante Elevata visibilità Liitato effetto vela Posa in opera seplice e veloce Durabilità nel tepo RIUTILIZZABILE 250 g/ 2 c Gigan 1,80 x x ,5 30 c Dragon 1,00 x x , Dragon 1,20 x x Dragon 1,50 x x Dragon 1,80 x x , Dragon 1,80 x x ,

4 12 13 E WORKING SOLUZIONI PERSONALIZZATE CON LOGO CLIENTE WORKING VISIBILE E RIFRANGENTE RIFRANGENTE La rete TENAX WORKING può essere personalizzata su richiesta stapando un logo accanto alla scritta Lavori in corso oppure essaggi più specifici. Es. zona bonifica aianto ; attenzione veicoli in oviento. Personalizzazioni che perettono di qualificare il cantiere auentando la percezione del pericolo di chi si trova nelle vicinanze di un cantiere o di un area recintata e liita il nuero dei cartelli segnaletici in cantiere. Rete da cantiere estrusa in polietilene (HDPE) a aglia quadrangolare con bordo e fascia centrale rifrangente antistrappo. Dotata di nastro bianco e rosso a bande rifrangenti e scritta Lavori in corso teroaccoppiato in corrispondenza della fascia centrale. 1,6 kn/ 200 g/ 2 NOTE Il nastro personalizzato sarà disponibile, con un inio d ordine, in altezza 7 c con bande bianco rosse e logo nero o a due colori. Per la personalizzazione è necessario che il cliente fornisca il logo in forato vettoriale. Per altre inforazioni sulla personalizzazione si contatti direttaente l ufficio custoer service o il supporto tecnico. Nastro rifrangente che perette una buona visibilità notturna Resistenza del colore ai raggi UV Effetto vela contenuto Visibile anche di notte Liitato effetto vela Posa in opera veloce c Working 1,00 x x Working 1,20 x x Working 1,50 x x Working 1,80 x x

5 14 15 E TORPEDO SCHERMATURA TOTALE SCHERMATURA 100% AREA CANTIERE OTTIMO RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO ECONOMICA Rete da cantiere estrusa in polietilene (HDPE) che garantisce una scheratura totale liitando l effetto vela grazie alle apposite alette obili che consentono il passaggio dell aria. La rete è dotata di fasce antistrappo orizzontali e spalle verticali che le conferiscono un elevata stabilità. Sulla fascia centrale è accoppiato un nastro rifrangente a bande bianche e rosse e scritta Lavori in corso. Particolarente adatta per cantieri urbani, zone ventose e nei casi in cui sono richieste discrezione, sicurezza e visibilità. Rete da cantiere estrusa in HDPE a aglia ovoidale dotata di bordi e fascia centrale antistrappo. Disponibile anche in colore verde per le deliitazioni in cui sia necessario liitare l ipatto abientale. SOLUZIONI PERSONALIZZATE CON LOGO CLIENTE Personalizzabile, a richiesta, con nastro bianco alto 5 c e logo cliente, nero o in due colori. Elevata capacità scherante Elevata stabilità e rigidezza Resistenza del colore ai raggi UV Nastro rifrangente Liitato effetto vela Posa in opera veloce Elevata visibilità notturna Personalizzabile NO EFFETTO VELA 300 g/ 2 Resistenza del colore ai raggi UV Effetto vela contenuto Resistente allo strappo Personalizzabile Leggera e veloce da posare PERSONA- LIZZABILE 150 g/ 2 c 1A Torpedo 1,80 x x A Torpedo 1,80 x x c Area Cantiere 1,00 x x , Area Cantiere 1,20 x x Area Cantiere 1,50 x x , Area Cantiere 1,80 x x A Area Cantiere 1,20 x x A Area Cantiere 1,80 x x

6 16 17 E GRIFON PLUS LEGGEREZZA E FLESSIBILITÀ 3 kn/ TRAFFIC IL NASTRO CHE MIGLIORA LA VISIBILITÀ RIFRANGENTE Il processo di onorientaento al quale la rete è sottoposta ne potenzia le caratteristiche eccaniche perettendo di avere un prodotto leggero, resistente, copetitivo nel prezzo, e rendendola particolarente adatta per l ipiego nei cantieri stradali. NO EFFETTO VELA 100 g/ 2 Banda estrusa in polietilene (HDPE) con nastro rifrangente e scritta Lavori in corso. Disponibile in rotoli da 0,2 x 100 viene principalente utilizzata per segnalare i cantieri già deliitati da recinzioni o pannelli etallici. Può essere utilizzata anche per recintare percorsi o aree di passaggio in alternativa al tradizionale nastro segnaletico fragile e leggero. NOTE Nastro personalizzabile a richiesta. Resistenza a trazione Resistenza allo strappo Resistenza del colore ai raggi U.V. Leggera Elastica e flessibile No effetto vela Posa in opera veloce Resistenza allo strappo Resistenza all allungaento Resistenza del colore ai raggi UV Visibile anche di notte Posa in opera veloce 3,7 kn/ 150 g/ 2 c 1A Grifon Plus 1,20 x x A Grifon Plus 1,80 x x c 1A Traffic 0,20 x x ,5 108

7 18 19 E E ANTI LIMIT 2 LIMIT 1 RECINZIONE MODULARE DIMENSIONE 1x1 Transenne odulari a pannelli coposti da una rete estrusa in polietilene tesa su una struttura etallica, verniciata per resistere agli agenti atosferici. Leggere, stabili e poco ingobranti quando ripiegate, possono essere spostate e trasportate facilente. Per deliitare grandi aree, le transenne LIMIT possono essere unite l una all altra traite appositi ganci. Le diverse cobinazioni di 3 o 4 pannelli rendono LIMIT un prodotto olto versatile e adatto a olteplici applicazioni. Esiste inoltre la possibilità di applicare il pannello rifrangente per auentare la visibilità notturna. Esistono svariati accessori e piedini per l uso su diversi tipi di terreno. Modularità Razionalità dell ingobro Facile da posare, riuovere, trasportare Elevata resistenza alla ruggine e agli agenti atosferici Snodata Riutilizzabile per anni Interventi su tobini o scavi stradali Cantiere stradale urbano Scarico/carico ateriali Transennatura volante su arciapiedi Deliitazione di percorsi obbligatori Deliitazione in eventi sportivi e anifestazioni teporanee Aree pericolose e aree di stoccaggio erce PANNELLO MODULARE DIMENSIONE 1,20 x 1,85 Pannelli odulari singoli (1,85 x 1,20 ) facilente e veloceente installabili che assicurano protezione e visibilità in zone critiche o posizioni disagevoli; spazi ridotti e trafficati. Facili da agganciare, forniti di supporto per il sostegno, si integrano nel contesto urbano in odo pulito e ordinato. Il sistea TENAX LIMIT, è approvato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. MODULO 3,3 ACCESSORI Ganci unione Piedino Picchetto Modulare Facile da posare, riuovere, trasportare Riutilizzabile Possibilità di creare angoli Facilità di giunzione traite fascette in plastica Elevata resistenza alla ruggine e agli agenti atosferici Deliitazione di cantieri urbani, soprattutto in spazi ristretti, e nei centri storici Deliitazione di aree e piazze cittadine Deliitazione di aree di anovra gru e ponteggi Realizzazione di cancelli di cantiere PANNELLO 7,3 NUMERO MODULI Liit 1 1,00 x 3 3 da Liit 1 1,00 x 4 4 da 1 2 1A Liit garden 1,00 x 4 4 da 1 1 PEZZI SCATOLA 10 Kg 8 1A Liit 2 1,85 x 1, A Liit 2 Angolo 1,85 x 1,2 10 ACCESSORI Base ceento 10 8

8 20 21 E JAMAICA VERSATILE E CONVENIENTE SCHERMATURA 75% CINTOFLEX E FLESSIBILITÀ MD 4,5 kn/ TD 6,5 kn/ Rete tessuta con filo piatto, prodotta con polieri di pria qualità e additivata per resistere ai raggi UV. Leggera ed econoica, è counque resistente e indeagliabile. Può essere utilizzata sia coe frangivista che coe frangisole, dove è richiesta una scheratura inferiore. Prodotto con un ottio rapporto qualità-prezzo e di lunga durata nel tepo. RAGGI UV 80 g/ 2 Gaa copleta di reti biorientate in polipropilene a aglia quadrangolare dalle elevate caratteristiche eccaniche. Per le loro caratteristiche di flessibilità, sono facili e veloci da installare e non necessitano di anutenzione. TENAX CINTOFLEX è ideale per la recinzione di aree dove è necessario garantire luinosità degli abienti (coe capi da tennis o da golf). Sono disponibili varie aglie e altezze fino a 4,6. TENAX C-FLEX è la versione con la aglia più grande e con igliore resistenza. Peso 80 g/ 2. Si presta a diverse applicazioni Econoica Obreggiare, scherare e proteggere dal sole Alta resistenza di ogni singolo filo Resistente agli agenti atosferici e raggi UV Disponibile fino a 4,6 Facile da posare e trasportare Capi da golf e tennis Recinzione di piccoli aniali, gabbie e voliere Adatta anche coe rete per la protezione dagli uccelli Recupero calcinacci solai sfondellati RAGGI UV 70 g/ 2 80 g/ 2 SCHERMATURA c 1A Jaaica 1,50 x % 22 11,5 1A Jaaica 2,00 x % A Jaaica 4,00 x % c Cintoflex E 1,00 x x , Cintoflex E 2,00 x x Cintoflex E 4,00 x x Cintoflex M 1,00 x x , Cintoflex M 1,50 x x , Cintoflex M 2,00 x x Cintoflex M 4,60 x x Cintoflex D 1,00 x x , Cintoflex D 1,50 x x , Cintoflex D 2,00 x x Cintoflex D 3,00 x x , Cintoflex D 4,60 x x , C-Flex 1,00 x x , C-Flex 1,20 x x , C-Flex 1,50 x x C-Flex 1,80 x x C-Flex 3,00 x x C-Flex 4,60 x x

9 22 23 E MILLENIUM FORTE COME IL METALLO MD 11,5 kn/ TD 16 kn/ RANCH RETE DA RECINZIONE CON FILO PIATTO MD 12 kn/ TD 14 kn/ Rete innovativa prodotta con 100% polipropilene; possiede elevati valori di resistenza a trazione e allo strappo, grazie all orientaento olecolare sia longitudinale che trasversale. L esclusivo colore argento e la fora della aglia, ne fanno l alternativa alla rete etallica. Inoltre TENAX MILLENNIUM è particolarente adatta per la bioarchitettura e per le recinzioni in aree con particolari problei di elettroagnetiso. È quindi la soluzione ideale per deliitare aeroporti, installazioni radar, aree industriali. RAGGI UV 250 g/ 2 Per recintare grandi aree verdi industriali o residenziali, è necessaria una rete con elevata resistenza eccanica e strutturale. TENAX RANCH è disponibile in diverse altezze e può soddisfare qualsiasi esigenza, sia per recinzioni teporanee che peranenti e il suo colore verde garantisce un basso ipatto abientale. RAGGI UV 200 g/ 2 Facilità di posa in opera Elevatissia resistenza a trazione Lunga durata nel tepo Tenuta del colore Assenza di anutenzione Recinzione di aree industriali Recinzione di aree aeroportuali Non interferendo con i capi elettrici è inoltre adatta nella bioedilizia Resistenza strutturale Inalterabilità agli agenti atosferici Tenuta del colore Facilità di posa in opera Assenza di anutenzione Deliitazioni di aree verdi e viali Recinzione di aree residenziali Recinzioni di aree industriali c Kg Milleniu 1,00 x x , Milleniu 2,00 x x Milleniu 4,00 x x ,5-20 c Kg Ranch 1,00 x x , Ranch 1,50 x x Ranch 2,00 x x Ranch 4,00 x x

10 AREA TECNICA AREA TECNICA MODALITÀ DI POSA Di seguito vengono illustrate le più consuete tipologie di posa: MODALITÀ DI POSA LIMIT 1 E 1 - SU PANNELLI METALLICI: Tagliare la rete nella lunghezza necessaria a coprire il pannello; Procedere al fissaggio traite fascette. UN SISTEMA MODULARE FACILE E VELOCE Con Liit 1 è possibile deliitare in odo flessibile qualunque cantiere sulla strada. Può essere spostata facilente; posizionata a L assolve l obbligo di deliitare il lato frontale e nello stesso tepo deliita, proteggendoli, i lati longitudinali del cantiere. Se utilizzata nelle ore notturne o in condizioni di scarsa visibilità, dovrà essere corredata da strisce bianco/ rosse oblique rifrangenti e luce rossa fissa di segnalazione sulla parete frontale. Protegge i pedoni e crea corridoi di transito. È il necessario copletaento dell attrezzatura di ogni furgone di pronto intervento stradale. Segnali copleentari Le barriere per la segnalazione e la deliitazione dei cantieri stradali... possono essere sostituite da recinzioni colorate in rosso o in arancione stabilente fissate, costituite da teli, reti o altri ezzi di deliitazione approvati dal Ministero delle Infrastruttre e dei Trasporti. 2 - SU STRUTTURA IN LEGNO: Srotolare la bobina in odo che la scritta lavori in corso rianga visibile all esterno del cantiere. Fissare alla struttura traite chiodi o punti etallici. Massia velocità nella posa/riozione (anche sera dopo sera) Facilità e leggerezza nel trasporto Ingobro razionale (anche su furgoncini) Robustezza e inalterabilità Vasta gaa di accessori per la posa Sicurezza dei pedoni I cantieri edili, gli scavi, i ezzi e le acchine operatrici, nonchè il loro raggio d azione, devono essere sepre deliitati, soprattutto sul lato dove possono transitare i pedoni, con barriere, con parapetti, o altri tipi di recinzioni... Se non esiste arciapiede, o questo è stato occupato dal cantiere, occorre deliitare e proteggere un corridoio di transito pedonale... Estratto dal: Decreto Ministeriale 10/7/2002 (Gazzetta ufficiale 26/9/2002 n. 226): Disciplinare tecnico relativo agli schei segnaletici, differenziati per categoria di strada, da adottare per il segnalaento teporaneo. 3 - SU PALIZZATA: Fissare la rete al prio palo, traite fascettatura. Procedere con il fissaggio sui pali successivi antenendo in tensione la rete.

11 AREA TECNICA AREA TECNICA MODALITÀ DI POSA LIMIT 1 MODALITÀ DI POSA LIMIT 2 E UN SISTEMA MODULARE FACILE E VELOCE Liit 1 perette di recintare copletaente qualsiasi apertura sulla carreggiata, banchina o arciapiede; in particolare garantisce la totale chiusura dell area lavoro fino a terra. Si può utilizzare anche per altri tipi di deliitazione delle aree di lavoro. Se utilizzata nelle ore notturne o in condizioni di scarsa visibilità deve essere corredata da strisce bianco/rosse oblique rifrangenti. Liit 1 è il necessario copletaento dell attrezzatura di ogni furgone di pronto intervento stradale. Garantisce la chiusura totale dell area di lavoro Utilizzabile anche per altre applicazioni Disponibili rifrangenti applicabili per uso notturno Massia velocità nella posa/riozione (anche sera dopo sera) Facilità e leggerezza nel trasporto Ingobro razionale (anche su furgoncini) Robustezza e inalterabilità Sicurezza dei pedoni Tobini e ogni tipo di portello, aperti anche per un tepo brevissio, situati sulla carreggiata o in banchine o su arciapiedi, devono essere copletaente recintati. Estratto dal: Decreto Ministeriale 10/7/2002 (Gazzetta ufficiale 26/9/2002 n. 226): Disciplinare tecnico relativo agli schei segnaletici, differenziati per categoria di strada, da adottare per il segnalaento teporaneo. Ganci unione Piedino UN SISTEMA MODULARE FACILE E VELOCE Un cantiere edile deve essere recintato secondo le indicazioni del D.L. n. 494/96; per questo è necessario che sia deliitato totalente in altezza adeguata ad ipedire il passaggio. Quando il cantiere interessa la strada deve rispettare anche le indicazioni del Codice della Strada. Il pannello odulare Liit 2 consente una facile recinzione, potendo essere disposto a linea retta o con curvature variabili. Basi di ancoraggio e saette ne garantiscono la stabilità. In alternativa si possono usare le reti da cantiere, purché stabilente fissate su supporti di legno o su pannelli zincati che solo in questo odo possono essere utilizzati. In caso di passaggio pedonale si può integrare la recinzione con la transenna odulare Liit 1. Visibilità Massia aneggevolezza Modularità Leggerezza Non necessitano di supporti per la posa Segnali copleentari Le barriere per la segnalazione e la deliitazione dei cantieri stradali... possono essere sostituite da recinzioni colorate in rosso o in arancione stabilente fissate, costituite da teli, reti o altri ezzi di deliitazione approvati dal Ministero delle Infrastruttre e dei Trasporti. Sicurezza dei pedoni I cantieri edili, gli scavi, i ezzi e acchine operatrici, nonchè il loro raggio d azione, devono essere sepre deliitati, soprattutto sul lato dove possono transitare i pedoni, con barriere, con parapetti, o altri tipi di recinzioni... Se non esiste arciapiede, o questo è stato occupato dal cantiere, occorre deliitare e proteggere un corridoio di transito pedonale... Picchetto Base di ceento Estratto dal: Decreto Ministeriale 10/7/2002 (Gazzetta ufficiale 26/9/2002 n. 226): Disciplinare tecnico relativo agli schei segnaletici, differenziati per categoria di strada, da adottare per il segnalaento teporaneo.

Misure elettriche circuiti a corrente continua

Misure elettriche circuiti a corrente continua Misure elettriche circuiti a corrente continua Legge di oh Dato un conduttore che connette i terinali di una sorgente di forza elettrootrice si osserva nel conduttore stesso un passaggio di corrente elettrica

Dettagli

GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE

GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE 21 arzo 2013 GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE La nuova base 2010 A partire dal ese di arzo 2013, l Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione dei nuovi indici

Dettagli

Confronto fra valore del misurando e valore di riferimento (1 di 2)

Confronto fra valore del misurando e valore di riferimento (1 di 2) Confronto fra valore del isurando e valore di riferiento (1 di 2) Talvolta si deve espriere un parere sulla accettabilità o eno di una caratteristica fisica del isurando ediante il confronto fra il valore

Dettagli

Leica Lino L360, L2P5, L2+, L2, P5, P3

Leica Lino L360, L2P5, L2+, L2, P5, P3 Leica Lino L360, L25, L2+, L2, 5, 3 Manuale d'uso Versione 757665g Italiano Congratulazioni per aver acquistato Leica Lino. Le ore di sicurezza sono allegate al Manuale d'uso. Leggere attentaente le ore

Dettagli

TIP Aerotermi TIP. Aerotermi come apparecchi a parete e soffitto Catalogo tecnico

TIP Aerotermi TIP. Aerotermi come apparecchi a parete e soffitto Catalogo tecnico TIP Aeroteri TIP Aeroteri coe apparecchi a parete e soffitto Catalogo tecnico Indice 01 Inforazioni sul prodotto 6 Panoraica 7 Dati sul prodotto 8 Guida alla scelta: Panoraica delle versioni 9 TIP in un

Dettagli

MASSICCIO. INNOVATIVO. CONTROLLATO. MANUALE PER LE COSTRUZIONI DI LEGNO MASSICCIO

MASSICCIO. INNOVATIVO. CONTROLLATO. MANUALE PER LE COSTRUZIONI DI LEGNO MASSICCIO www.senft-partner.at MASSICCIO. INNOVATIVO. CONTROLLATO. MANUALE PER LE COSTRUZIONI DI LEGNO MASSICCIO È tepo di riscoprire l essenza del legno su un apia base. La costruzione con questo ateriale sano

Dettagli

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO kio-polieco.com Group ha recentemente brevettato un innovativo processo di produzione industriale per l impiego di uno speciale materiale composito. CHIUSINO KIO EN 124

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 10 luglio 2002 (Pubblicato sulla GU n. 226 del 26-9-2002- Suppl. Straordinario) Disciplinare tecnico relativo agli schemi segnaletici, differenziati

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

La probabilità di avere non più di un maschio, significa la probabilità di averne 0 o 1: ( 0) P( 1)

La probabilità di avere non più di un maschio, significa la probabilità di averne 0 o 1: ( 0) P( 1) Esercizi sulle distribuzioni binoiale e poissoniana Esercizio n. Una coppia ha tre figli. Calcolare la probabilità che abbia non più di un aschio se la probabilità di avere un aschio od una feina è sepre

Dettagli

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché?

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Klaus Pfitscher Relazione 09/11/2013 Marchio CE UNI EN 14351-1 Per finestre e porte pedonali Marchio CE UNI EN 14351-1

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE prof. ing. Pietro Capone Opere realizzate provvisoriamente allo scopo di consentire l esecuzione dell opera, la loro vita è legata

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

Dai numeri naturali ai numeri reali

Dai numeri naturali ai numeri reali .1 Introduzione Dai nueri naturali ai nueri reali In questa unità didattica vogliao riprendere rapidaente le nostre conoscenze sugli insiei nuerici (N, Z e Q), e successivaente apliarle a coprendere i

Dettagli

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LA FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI ALLA LUCE DELL ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.Lgs. 9 aprile

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

Impianti di Condizionamento: Impianti a tutt'aria e misti

Impianti di Condizionamento: Impianti a tutt'aria e misti Facoltà di Ingegneria - Polo di Rieti Corso di " Ipianti Tecnici per l'edilizia" Ipianti di Condizionaento: Ipianti a tutt'aria e isti Prof. Ing. Marco Roagna INTRODUZIONE Una volta noti i carichi sensibili

Dettagli

- Seminario tecnico -

- Seminario tecnico - Con il contributo di Presentano: - Seminario tecnico - prevenzione delle cadute dall alto con dispositivi di ancoraggio «linee vita» Orario: dalle 16,00 alle 18,00 presso GENIOMECCANICA SA, Via Essagra

Dettagli

CompitoTotale_21Feb_tutti_2011.nb 1

CompitoTotale_21Feb_tutti_2011.nb 1 CopitoTotale_2Feb_tutti_20.nb L Sia data una distribuzione di carica positiva, disposta su una seicirconferenza di raggio R con densità lineare di carica costante l. Deterinare : al l espressione del capo

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

r~~f~~. --r-~r-r ---- _[::=_~- r-l

r~~f~~. --r-~r-r ---- _[::=_~- r-l In tutti i problei si userà coe velocità del suono in aria il valore 340 /s (valido per una teperatura dell'aria di circa 18 C), salvo diversa indicazione. La propagazione ondosa La figura seguente ostra

Dettagli

Costruzioni in legno: nuove prospettive

Costruzioni in legno: nuove prospettive Costruzioni in legno: nuove prospettive STRUZION Il legno come materiale da costruzione: origini e declino Il legno, grazie alla sua diffusione e alle sue proprietà, ha rappresentato per millenni il materiale

Dettagli

Nota metodologica Strategia di campionamento e livello di precisione dei risultati

Nota metodologica Strategia di campionamento e livello di precisione dei risultati Nota etodologica Strategia di capionaento e livello di precisione dei risultati 1. Obiettivi conoscitivi La popolaione di interesse dell indagine in oggetto, ossia l insiee delle unità statistiche intorno

Dettagli

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture LINEE GUIDA RELATIVE ALLE MISURE PREVENTIVE E PROTETTIVE DA PREDISPORRE NEGLI EDIFICI PER L ACCESSO, IL TRANSITO E L ESECUZIONE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE IN QUOTA IN CONDIZIONI DI SICUREZZA Aprile 2007

Dettagli

La movimentazione dei materiali (material handling)

La movimentazione dei materiali (material handling) La movimentazione dei materiali (material handling) Movimentazione e stoccaggio 1 Obiettivo generale La movimentazione e stoccaggio dei materiali (material handling MH) ha lo scopo di rendere disponibile,

Dettagli

Bloccaggi a doppio tirante orizzontali e verticali

Bloccaggi a doppio tirante orizzontali e verticali Bloccaggi a doppio tirante orizzontali e verticali Caratteristiche: i bloccaggi sono disponibili in due configurazioni: orizzontali, come raffigurati in bassoa nella foto, con il bloccaggio e la staffa

Dettagli

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008 I LAVORI IN QUOTA I Dispositivi di Protezione Individuale Problematiche e soluzioni Luigi Cortis via di Fontana Candida 1, 00040 Monte Porzio Catone (Roma) telefono

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI DI COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

ELENCO PREZZI UNITARI DI COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Oggetto: DI COMPUTO METRICO ESTIMATIVO R.11.a 02 Revisione 01 Revisione 00 Eissione Progetto: Dicebre 2013 Giugno 2012 Marzo 2012 Binini Partners S.r.l. via Gazzata, 4 42121 Reggio Eilia tel. +39.0522.580.578

Dettagli

LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO l dilucarossi, Ricercatore, Dipartimento Tecnologie di Sicurezza, ex-ispesl Osservatorio a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

Sicurezza nei lavori in quota linee Vita

Sicurezza nei lavori in quota linee Vita Sicurezza nei lavori in quota linee Vita Enrico Bernardi e Michele Cannata www.anticaduta.com* Le necessità di manutenzione oppure di accesso a vario titolo ad una coperutra determinano importanti problemi

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote Opere Provvisionali Linee guida per il montaggio e smontaggio di ANVVFC,, Presidenza Nazionale, dicembre 2008 pag 1 Il DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81 (Pubblicato sulla G.U del 30 aprile 2008)

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Rotonda, rotatoria: istruzioni per l uso. Negli ultimi anni la rotonda, o rotatoria stradale, si è molto diffusa sostituendo gran parte delle aree semaforizzate, ma l utente della

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non

Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non 2 Soluzioni Antigelo Ensto, niente ghiaccio anche in caso di temperature molto basse. I sistemi elettrici Ensto per la protezione dal

Dettagli

3 m 3 m. 1 m. B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra. Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto

3 m 3 m. 1 m. B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra. Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto Il sistema di recinzione elettrico consiste di: A) un

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!!" "

Realizzazione di un. Disposizioni per la prevenzione dei rischi da caduta dall alto!! Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Procedure di sicurezza per l installazione e la manutenzione di pannelli fotovoltaici Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova Realizzazione

Dettagli

LE CADUTE DALL ALTO E

LE CADUTE DALL ALTO E LE CADUTE DALL ALTO E LA RESPONSABILITÀ DEGLI AMMINISTRATORI A.U. Salvatore Ruocco Lecce, 15 febbraio 2014 PROGRAMMA 1) Rischio caduta: normativa e soggetti coinvolti 2) UNI EN 795 e dispositivi di ancoraggio

Dettagli

TOP SOL TOP BRIDGE IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI E S S E INFRASTRUTTURE

TOP SOL TOP BRIDGE IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI E S S E INFRASTRUTTURE TOP SOL TOP BRIDGE E S S E D I V I S I O N E INFRASTRUTTURE E D INF IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI giulianedmp SOLUZIONI COSTRUTTIVE PER L EDILIZIA giulianedmp TOP SOL / TOP BRIDGE Impalcati

Dettagli

1.1 Descrizione e collocazione dell intervento...3 1.2 Modalità di uso corretto...3

1.1 Descrizione e collocazione dell intervento...3 1.2 Modalità di uso corretto...3 Piano di manutenzione della parte strutturale dell opera Pag. 1 SOMMARIO 1 MANUALE D USO...3 1.1 Descrizione e collocazione dell intervento...3 1.2 Modalità di uso corretto...3 2 MANUALE DI MANUTENZIONE...3

Dettagli

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN PER SOLAI MONODIREZIONALI skyrail sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE w w w. g e o p l a s t. i t SOLAI 02 VISION Con la Sapienza di costruisce

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI

ALLEGATO XV. Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1. DISPOSIZIONI GENERALI ALLEGATO XV Contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili 1.1. - Definizioni e termini di efficacia 1. DISPOSIZIONI GENERALI 1.1.1. Ai fini del presente allegato si intendono

Dettagli

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI PA.01 Oneri di discarica valutati a mc misurato sul volume effettivo di scavo o demolizione. Oneri di discarica MC 1.000 24.76 24.76 TOTALE 24.76 PREZZO TOTALE PER MC 24.76 Pagina 1 di 11 PA.02 Fornitura

Dettagli

Resistenza agli urti Acoustichoc e sistemi Impact

Resistenza agli urti Acoustichoc e sistemi Impact Resistenza agli urti Acoustichoc e sistemi Impact Nuova dimensione : pannello 600 x 600 mm Assorbimento Acustico Elevato Una scelta di 7 colori Resistenza al Ball Test www.eurocoustic.com Un offerta dedicata

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790 SCHEDARIEPILOGATIVAINTERVENTO OPCMn.3779e3790 A)Caratteristicheedificio Esitodiagibilità: B-C (OPCM 3779) E (OPCM 3790) Superficielordacomplessivacoperta( 1 ) mqnum.dipiani Num.UnitàImmobiliaritotali B)Contributorichiestoaisensidi

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI Le lavorazioni oggetto della presente relazione sono rappresentate dalla demolizione di n 14 edifici costruiti tra gli anni 1978 ed il 1980

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare CHE COS'È L'HACCP? Hazard Analysis and Critical Control Points è il sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici di contaminazione per le aziende alimentari. Al fine di garantire la completa

Dettagli

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00 GENNAIO 7 Alla guida del veicolo non rispettava le prescrizioni imposte dalla segnaletica verticale indicante il senso rotatorio. Verbali 2 82,00 7 In c.a. lasciava in sosta il veicolo nonostante il divieto

Dettagli

MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS. Membrane impermeabilizzanti

MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS. Membrane impermeabilizzanti MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS Membrane impermeabilizzanti L L ERFLEX HELASTO M INERAL LIGHTERFLEX HELASTO LIGHTERFLEX HPCP SUPER

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli)

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SCHEDA TECNICA N 25 PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V I A M A S S A R E N T I, 9-4 0 1 3 8 B O L O G N A 0 5 1. 6 3. 6 1 4. 5 8 5 - FA X 0 5 1. 6 3. 6 4. 5 8 7 E-mail:

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Visione d insieme Una pista ciclabile in sede propria è l infrastruttura ciclabile di qualità

Dettagli

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI COMUNE DI SIRIGNANO PROVINCIA DI AVELLINO Piazza Aniello Colucci 83020 SIRIGNANO (AV) Tel. 081-5111570 Fax 081-5111625 CF 80004370641 P. IVA 00256240649 PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI

Dettagli

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio 2 3 4 Tipo 10 e Tipo 15 Affidabilità per i centri commerciali Appositamente studiati per i centri commerciali, i

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Misure di prevenzione e protezione collettive e individuali in riferimento al rischio di caduta dall alto nei cantieri edili A cura dei Tec. Prev. Mara Italia, Marco

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

- SALTUARIASALTUARIA-OCCASIONALE

- SALTUARIASALTUARIA-OCCASIONALE LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI IN EDILIZIA LA VALUTAZIONE DEI RISCHI L art. 168 definisce per il DDL una sequenza di azioni PARTENDO DAL POSTO DI LAVORO: 1) Individuazione e valutazione ATTIVA ai

Dettagli

Approvato: con delibera di Consiglio Comunale n. 30 del 21.04.2009 Revisioni: Note:

Approvato: con delibera di Consiglio Comunale n. 30 del 21.04.2009 Revisioni: Note: REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COLLOCAZIONE DI INSEGNE DI ESERCIZIO, CARTELLI, ALTRI MEZZI PUBBLICITARI, SEGNALI TURISTICI E DI TERRITORIO E SEGNALI CHE FORNISCONO INDICAZIONE DI SERVIZI UTILI Approvato:

Dettagli

Scatole da incasso. Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE

Scatole da incasso. Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE Scatole da incasso Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE Principali caratteristiche tecnopolimero ad alta resistenza e indeformabilità temperatura durante l installazione

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini CADUTE DALL ALTO CADUTE DALL ALTO DA STRUTTURE EDILI CADUTE DALL ALTO DA OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO PER APERTURE NEL VUOTO CADUTE DALL ALTO PER CEDIMENTI O CROLLI DEL TAVOLATO CADUTE DALL ALTO

Dettagli

Ecco come funziona un sistema di recinzione!

Ecco come funziona un sistema di recinzione! Ecco come funziona un sistema di recinzione! A) Recinto elettrico B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773;

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773; Decreto Ministeriale del 12/09/2003 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di depositi di gasolio per autotrazione ad uso privato, di capacita' geometrica

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

EDIL-SERV via Ciantro Marrocco n 13; C.A.P.: 93100 Caltanissetta; Fax: 36.338.8233126; Cell. 338.8233126 388.1832953 Web:

EDIL-SERV via Ciantro Marrocco n 13; C.A.P.: 93100 Caltanissetta; Fax: 36.338.8233126; Cell. 338.8233126 388.1832953 Web: Via C. Marrocco, 13 93100 Caltanissetta (CL) Tel.: 338.8233126 388.1832953 Fax: 36.338.8233126 E-mail:edil-serv@alice.it Web: www.webalice.it/edil-serv Alla cortese attenzione del Titolare di codesta Spett.le

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI DA CADUTA DALL ALTO PRESSO LE INDUSTRIE CERAMICHE Allegato B REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi

Dettagli

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni R r INFORMAZIONE PRODOTTO Turbine I-20 Ultra Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni E I - 2 0 N I B U l t U a T a PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO L

Dettagli

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo BARRARE CATEGORIA DI INTERESSE CATEGORIA ISCRIZIONE DESCRIZIONE NOTE VEICOLI F10101 Autovetture F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) F10301 Veicoli Commerciali Leggeri (autotelaio) F10501 Macchine

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

StandBandiere. Personalizza ADESIVI. EspositoriSTRISCIONI. Tavoli accoglienza. la tua presenza con. Tappeti. GAZEBORealizzazione grafica

StandBandiere. Personalizza ADESIVI. EspositoriSTRISCIONI. Tavoli accoglienza. la tua presenza con. Tappeti. GAZEBORealizzazione grafica Personalizza la tua presenza con PARTNER UFFICIAE StandBandiere EspositoriSTRISCIONI DG Idea S.r.l. Via Vercelli, 35/A 13030 Caresanablot (VC) A soli 50 metri da VercelliFiere Tel. e Fax 0161-232945 Tappeti

Dettagli

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI pag. 2 Nr. 1 CHIUSURA MASSICCIATA STRADALE eseguita con fornitura e messa in opera di materiale D.0001.3 di saturazione formato esclusivamente con pietrisco minuto di cava dello spessore di mm 0-2, rispondente

Dettagli

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari Profilati in alluminio a disegno/standard/speciali Dissipatori di calore in barre Dissipatori di calore ad ALTO RENDIMENTO Dissipatori di calore per LED Dissipatori di calore lavorati a disegno e anodizzati

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

codice descrizione un. mis. pr. unit.

codice descrizione un. mis. pr. unit. 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore con benna rovescia compreso manovratore, carburante, lubrificante, trasporto in loco ed ogni onere connesso per il tempo di effettivo impiego, della capacita' di m³ 0.500

Dettagli