UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA Giovedì, 05 giugno 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA Giovedì, 05 giugno 2014"

Transcript

1 UNIONE DEI COMUNI BASSA ROMAGNA Giovedì, 05 giugno 2014

2 Giovedì, 05 giugno 2014 Prime Pagine 05/06/2014 Prima Pagina Il Sole 24 Ore 1 05/06/2014 Prima Pagina Italia Oggi 2 05/06/2014 Prima Pagina Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) 3 05/06/2014 Prima Pagina La Voce di Romagna 4 Enti locali 05/06/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 3 LAURA DI PILLO Made in Italy, più fondi alle ambasciate 5 05/06/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 5 ROBERTO TURNO «Italia schiacciata dalle tasse» 7 05/06/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 6 MAURO SALERNO Ance: più trasparenza nelle gare 9 05/06/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 8 DAVIDE COLOMBO Primo passo il 730 precompilato 11 05/06/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 18 CLAUDIO TUCCI Nuovo apprendistato al via in settembre 13 05/06/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 23 I certificati bianchi nuovo motore per l' immobiliare 15 05/06/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 23 ADRIANO LOVERA Pochi fondi al turismo 17 05/06/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 32 Perché si sceglie la via più complessa 19 05/06/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 45 MARCO MOBILI, MARCO ROGARI Slitta al 2015 il «bonus» allargato 20 05/06/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 46 ALESSANDRO GALIMBERTI «Emersione» anche per l' Italia 22 05/06/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 47 GIANNI TROVATI Tasi in tre tappe ma solo nel /06/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 48 Società pubbliche: le quote di genere si applicano sempre 26 05/06/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 51 MARCO MARINARO Mancata conciliazione a rischio di danno erariale 28 05/06/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 51 GIOVANNI NEGRI Processo civile, sei mesi di «cura» 30 05/06/2014 Italia Oggi Pagina 6 MICHELE ARNESE Quest' oggi prova del fuoco per Ignazio Marino all' Acea 32 05/06/2014 Italia Oggi Pagina 25 FRANCESCO CERISANO Tasi, una proroga con beffa 34 05/06/2014 Italia Oggi Pagina 26 BEATRICE MIGLIORINI Precompilati dietro l' angolo 36 05/06/2014 Italia Oggi Pagina 27 ANDREA BONGI Via libera alla proroga del /06/2014 Italia Oggi Pagina 28 PAGINA A CURA DI DUILIO LIBURDI Perdite su crediti, conti in linea 40 05/06/2014 Italia Oggi Pagina 30 BENEDETTA PACELLI brevi 42 05/06/2014 Italia Oggi Pagina 34 STEFANO M. PEREGO La fattura viaggia online 44 Web 05/06/2014 Più Notizie Bassa Romagna Cultura e Spettacoli Fusignano, la città ricorda /06/2014 Settesere.it Lugo, stasera Ranalli Verlicchi, la sfida finale in un dibattito pubblico 48 05/06/2014 Più Notizie Bassa Romagna Cronaca Guida con tasso alcolico 6 volte il limite. Preso /06/2014 Più Notizie Bassa Romagna Cultura e Spettacoli Grande successo per "Ti racconto /06/2014 Più Notizie Bassa Romagna Politica Verlicchi: "Subito una nuova sede per i /06/2014 Più Notizie Bassa Romagna Cultura e Spettacoli Accademia Bizantina, ultimi posti /06/2014 Più Notizie Bassa Romagna Cronaca Massa Lombarda, una nuova vettura per Auser 54 05/06/2014 Più Notizie Bassa Romagna Politica Lugo, Silvano Verlicchi "arruola" Magalotti... 55

3 05/06/2014 Lugonotizie.it Fusignano ricorda la Settimana Rossa 57 05/06/2014 Lugonotizie.it Conto alla rovescia per la tre giorni di Festival delle culture 2014 a /06/2014 Lugonotizie Music Summer Camp di Accademia Bizantina: successo per l'open Day, ancora /06/2014 Lugonotizie.it Cotignola / La città dei bambini in visita al lago dei Gelsi 62 05/06/2014 Lugonotizie.it Massa Lombarda / Per AUSER una nuova autovettura in servizio al /06/2014 Lugonotizie.it A giugno il Mercatino di Bagnacavallo sostiene l'istituto Oncologico /06/2014 Lugonotizie.it Il Liceo classico di Lugo porta in scena Medea di Euripide 65 05/06/2014 Lugonotizie.it Costituito in Regione il tavolo di crisi della cooperazione edile 66 05/06/2014 Lugonotizie.it Verlicchi: "Subito una nuova sede per la Compagnia dei Carabinieri" 68 05/06/2014 Lugonotizie.it Le proposte dei Verdi al candidato sindaco del Pd Davide Ranalli 69 05/06/2014 Lugonotizie.it I big del nuovo PD a sostegno di Ranalli, ieri sera Bonaccini alla Festa /06/2014 Lugonotizie.it Fusignano / Deteneva illegalmente una pistola Beretta calibro 9 con /06/2014 Lugonotizie.it Un'auto finisce contro un camion sulla Reale, perde la vita una ragazza di /06/2014 Lugonotizie.it Alla guida con tasso alcolico 6 volte superiore al limite, preso dalla /06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Tirocini in cooperative per neolaureati 75 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Festa d'estate 76 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Cotignola: la città dei bambini in visita /06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Bagnacavallo: più di 60 le iscrizioni /06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Il logo per la settimana della Protezione Civile 79 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Massa Lombarda: una nuova vettura per AUSER 81 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: La crisi si attenua ma non si arresta 82 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: La Grande mostra di aerei, auto e moto storiche 83 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Fusignano ricorda la Settimana Rossa 85 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Ti raconto Lugo 87 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: il Liceo porta in scena "Medea" di Euripide 88 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Music Summer Camp di Accademia Bizantina 89 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: I primi interventi delle tre Liste Civiche /06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Buon successo elettorale di Rifondazione 92 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Appello al voto per il ballottaggio 93 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: La direzione dell'ausl deve far sapere 94 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Bonaccini ai ristorante di Largo Corelli con la /06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Il nuovo Assessore Umberto Giornelli 96 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: I Collaboratori a titolo gratuito delle tre /06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Esemplare la rinuncia di Verlicchi e della sua /06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Le Acli invitano al voto /06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Il confronta tra i due candidati promosso da /06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: L'ultimo "scontro" Verlicchi Ranalli: un

4 05/06/2014 PavaglioneLugo.net La Bassa Romagna on line: Ilaria Contarelli, Vicesindaco se vincono le /06/2014 Ravenna24Ore.it Bambina di 4 anni cade dal secondo piano /06/2014 Ravenna24Ore.it Edilizia ferma, costituito il tavolo di crisi /06/2014 Ravenna24Ore.it Aerei d' epoca e auto storiche in mostra a Lugo /06/2014 Ravenna24Ore.it Completamente ubriaco sfugge alla Polizia zigzagando contromano /06/2014 Ravenna24Ore.it Nascondeva una pistola "clandestina", arrestato 62enne /06/2014 Ravenna24Ore.it La "manifattura digitale" fa rete, nasce Mak ER /06/2014 Ravenna24Ore.it "Una nuova sede per la Compagnia dei Carabinieri" /06/2014 Ravenna24Ore.it Stefano Bonaccini a sostegno di Davide Ranalli /06/2014 Ravenna24Ore.it Scontro auto camion ad Alfonsine, muore /06/2014 RavennaNotizie.it Costituito in Regione il tavolo di crisi della cooperazione edile /06/2014 RavennaNotizie.it Violento scontro contro un camion sulla Reale, perde la vita una Il Resto del Carlino Ravenna 05/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 2 Direttore e medici in silenzio davanti al gip /06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 3 LUIGI SCARDOVI Muore tornando dal lavoro /06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 23 Al teatro Rossini gli attori del liceo classico portano in scena la /06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 23 SCARDOVI LUIGI Con il cutter rapinano 60mila euro /06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 23 MASSA LOMBARDA, UNA NUOVA VETTURA PER L' /06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 23 Nascondeva nel comodino una pistola "clandestina' /06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 23 Ubriaco fugge su una "Bmw', bloccato a fatica /06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 24 «Mi impegno a trovare una nuova sede per i Carabinieri» /06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 24 Dal Mercatino della solidarietà 36mila euro allo Ior in sette anni /06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 24 SAVIOLI MONIA Due sorelline curde curate in Italia grazie all' Ipb /06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 24 MONTANARI LORENZA Non ci sarà il confronto in piazza /06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) La IV C della Gardenghi Codazzi' vince concorso sull'alimentazione /06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 24 Sono già più di 60 le adesioni per la "Pedaleda cun la /06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Pagina 27 Concerto al "Comunale' con i Lions festeggia l' arrivo della Pentecoste 134 Corriere di Romagna Ravenna 05/06/2014 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) Pagina 3 Violento frontale, muore una 21enne /06/2014 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) Pagina 8 L' accusa della procura al primario «Nessuna denuncia dall' ospedale /06/2014 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) Pagina 9 Tavolo in Regione sulla crisi dell' edilizia /06/2014 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) Pagina 13 I Verdi lughesi chiedono garanzie su sanità, ospedale e rifiuti /06/2014 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) Pagina 13 In due armati di cutter rapinano banca /06/2014 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) Pagina 13 Sul comodino della camera da letto aveva pistola e munizioni: arrestato /06/2014 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) Pagina 13 Ubriaco bloccato dopo rocambolesco inseguimento /06/2014 Corriere di Romagna (ed. Ravenna Imola) Pagina 13 Verlicchi: «Subito una nuova sede per la compagnia dei La Voce di Romagna Ravenna

5 05/06/2014 La Voce di Romagna Pagina 3 ASL ROMAGNA CONFERMATI I DIRETTORI DI DISTRETTO E OSPEDALE. E I VECCHI /06/2014 La Voce di Romagna Pagina 3 Nomine sanità, tirata d' orecchie a Errani /06/2014 La Voce di Romagna Pagina 12 Interrogati i tre medici sotto accusa /06/2014 La Voce di Romagna Pagina 14 Incidente sulla Statale, muore a 21 anni /06/2014 La Voce di Romagna Pagina 31 Il centenario Settimana Rossa: Orlandini e Luparini presentano il loro /06/2014 La Voce di Romagna Pagina 31 Pistola clandestina nel cassetto di casa: arrestato 62enne /06/2014 La Voce di Romagna Pagina 31 Ranalli annuncia: "Costantini sarà il mio vice" /06/2014 La Voce di Romagna Pagina 31 Sbronzo su una Bmw a velocità folle tra le auto /06/2014 La Voce di Romagna Pagina 31 SEI VOLTE, OLTRE IL LIMITE 157

6 Il Sole 24 Ore Prima Pagina 1

7 Italia Oggi Prima Pagina 2

8 Il Resto del Carlino (ed. Ravenna) Prima Pagina 3

9 La Voce di Romagna Prima Pagina 4

10 Pagina 3 Il Sole 24 Ore Enti locali Mini riforma della Farnesina. Le novità in un emendamento al decreto Irpef: 28 milioni nel biennio Made in Italy, più fondi alle ambasciate Laura Di Pillo ROMA Sarà una diplomazia sempre più «economica». Mini riforma in arrivo per la Farnesina. Al ministero degli Esteri infatti viene affidato il compito di svolgere anche attività di promozione dell' Italia nel mondo e sostenere il Made in Italy. Sono alcune delle novità previste in un emendamento al dl Irpef approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze del Senato. Un ruolo cruciale dunque per il personale diplomatico a sostegno dell' attività delle imprese all' estero e dell' internazionalizzazione del sistema produttivo che esige un lavoro sempre più di squadra da parte delle istituzioni e della politica. La sfida arriva alla vigilia di appuntamenti importanti come la presidenza italiana della Ue e l' Expo2015 e colloca il personale diplomatico in prima linea nella lotta sui mercati globali per la difesa del Made in Italy. In concreto significherà aiutare le aziende a conquistare mercati emergenti a rafforzarsi in quelli tradizionali, ma anche ad attrarre investimenti esteri in Italia, promuovere l' arrivo di turisti. Attività già parzialmente svolte dal personale diplomatico, ma che saranno rafforzate. E a questo scopo viene istituito un fondo ad hoc, con una dotazione di 28 milioni per il biennio Risorse finanziate grazie a tagli a indennità e spese di rappresentanza del personale diplomatico. La proposta di modifica introduce infatti una cura dimagrante per la Farnesina con lo stop alle spese di rappresentanza per i reggenti e i sostituti dei capi della diplomazia, e alle spese extra dei dipendenti delle sedi estere del ministero. In dettaglio, il testo prevede che sia svolta «attività per la promozione dell' Italia» anche sviluppando «contatti di natura economico commerciale». Di fatto gli uffici all' estero svolgeranno attività di promozione e di sviluppo di «iniziative e contatti di natura politica e economico commerciale e culturale» nell' interesse del sistema Paese, e «ad accedere a fonti di informazione e a tutelare le collettività italiane all' estero». Per svolgere queste attività sono individuate risorse da 15 milioni per il 2015 e 13 milioni per il Le nuove attività si legge nell' emendamento delle commissioni Finanze e Bilancio del Senato partiranno dal 1 gennaio 2015 e la dotazione del fondo ad hoc, sarà determinata «sulla base degli oneri connessi ad attività quali il ricevimento annuale della festa della Repubblica, i ricevimenti in onore di autorità del Paese di accreditamento, o di personalità in visita ufficiale». Nonché si aggiunge «tenendo conto del trattamento economico per il personale di servizio necessario al funzionamento delle Continua > 5

11 Pagina 3 < Segue Il Sole 24 Ore Enti locali residenze ufficiali». A finanziare il fondo si provvede «mediante corrispondente riduzione all' autorizzazione di spesa relativa alle indennità» di servizio all' estero. Con l' emendamento di fatto si tagliano le spese di rappresentanza, anche per i reggenti e per i sostituti dei capi della diplomazia. Arriva invece un aumento del personale a contratto delle varie sedi all' estero che passa a 2600 unità per il 2015, 2650 unità per il 2016 e 2700 dal Intanto sul fronte conti, secondo i dati dell' annuario statistico 2014 del ministero, va registrato che ammonta a 1,634 miliardi di euro (+1,5% rispetto al 2013) il bilancio di previsione della Farnesina. Includendo l' Aps (aiuti per lo sviluppo), il dato 2014 si attesta a 1,815 miliardi di euro (con un calo dell' 1,2% rispetto al 2013). Il bilancio della Farnesina rappresenta, al netto dei fondi per la cooperazione allo sviluppo, lo 0,20% del bilancio dello Stato, in diminuzione dello 0,21% rispetto al RIPRODUZIONE RISERVATA. LAURA DI PILLO 6

12 Pagina 5 Il Sole 24 Ore Enti locali Le vie della ripresa. «Italia schiacciata dalle tasse» Corte conti: pressione fiscale al 43,8%, 4 punti oltre la media Ue Sommerso al 21,3% del Pil. Roberto Turno ROMA Una pressione fiscale al 43,8% del pil, 3 punti in più del Duemila e ben 4 sopra la media Ue. Redditi sul lavoro puniti fino al 42,3%, il 6% sopra il resto d' Europa. Redditi d' impresa colpiti il 50% oltre l' insieme dei nostri partner europei. E intanto l' economia sommersa ha capitalizzato il 21,1% del prodotto interno lordo, un quarto del totale della ricchezza del Paese. Mentre l' evasione fiscale è a quota 50 mld tra Iva e Irap, che pure insieme rastrellano 150 mld. Per non dire dell' Irpef non pagata, ma che resta la tassa delle tasse, il vero forziere da cui attingere e far pagare i soliti noti. E chi l' ha detto che l' Italia non ha i suoi primati? Li ha eccome e spiegano con la forza indiscutibile dei numeri perché il Paese arranca, arretra, non cresce. L' insostenibile pesantezza del fisco e l' arma impropria del cuneo fiscale, si confermano la prima malattia del Belpaese. La Corte dei conti rilancia in pieno l' allarme del virus fiscale e contributivo che attanaglia l' Italia e non le permette di spiegare le ali. Certo, non c' è solo la grande patologia del prelievo fatto di tasse, micro tasse, addizionali, veri e propri rastrellamenti dal lavoro a frenare o addirittura a non far nascere chance consistenti di ripresa. E di lavoro. La situazione è quella che è, ricorda la magistratura contabile nel «Rapporto 2014 di coordinamento della finanza pubblica», presentato ieri a Roma tra gli stucchi dorati del Senato. Anni di sciali e di spese sopra le righe, di riforme promesse ma non fatte, di sprechi mai abbastanza aggrediti, hanno lasciato segni indelebili, facendo della leva fiscale, un serbatoio di entrate. E così adesso uscire dall' incubo delle tasse diventa un' impresa nell' impresa. Ma così non si può andare avanti, ha messo una volta di più in guardia il presidente della Corte dei conti, Raffaele Squitieri. Perché le cure da cavallo di questi anni, che pure hanno dato risultati, non possono durare in eterno. Anzi. La disciplina dei conti, la tenuta dei bilanci, devono restare una stella polare. «Occorre ancora molta accortezza e disciplina», ha ripetuto Squitieri ricordando il cancro del debito pubblico. Ma dopo quattro anni di rigore e di medicine amare per gli italiani quelli che le tasse le pagano, e tutte, e che intanto non hanno o hanno perduto il lavoro con tanto di riduzione della spesa pubblica e di calo preoccupante degli investimenti, non si può più proseguire lungo la stessa china. Occorre una svolta, è il messaggio: «Uno sforzo eccezionale non può realisticamente essere protratto Continua > 7

13 Pagina 5 < Segue Il Sole 24 Ore Enti locali oltre in assenza di crescita economica». Ecco, chiara e netta, la parola e insieme il rebus per chi governa e per chi qualche ricetta cerca di metterla in campo. È l' ora delle riforme. I sacrifici senza la crescita, senza una prospettiva seria e duratura di rilancio e di slancio, non possono più reggere, è il leit motiv della relazione della magistratura contabile. Che anche per questo non rifiuta di calarsi nella realtà contingente. A esempio, il bonus da 80 euro che intanto proprio in quelle ore stava approdando in aula al Senato. Sul fisco e non solo, naturalmente per la Corte dei conti è l' ora non più rinviabile delle riforme, non di «surrogati» come appunto sarebbe quel bonus da 80 euro, così come i vari prelievi di solidarietà e quant' altro. Serve un disegno razionale, un quadro di controllo, un cruscotto con tutte le spie accese. Riforme, appunto. Ed equità, non quella che in questi anni di recessione ha visto crescere soltanto i redditi dei più ricchi. Poi, appunto, c' è l' attenzione massima da riservare alla tenuta dei conti. Con un' avvertenza in più, anche questa di grande attualità nel contesto europeo e delle sfide che ci attendono con Bruxelles: sebbene in termini di saldo strutturale le condizioni della finanza pubblica siano migliorate, per raggiungere il pareggio di bilancio servirebbe ancora mezzo punto di pil nel 2015 e nel In termini di correzione dei conti, non di tasse. RIPRODUZIONE RISERVATA. ROBERTO TURNO 8

14 Pagina 6 Il Sole 24 Ore Enti locali I costruttori. La commissione opere pubbliche vara il «decalogo legalità» Ance: più trasparenza nelle gare Mauro Salerno Basta grandi opere con procedure di emergenza. E poi più trasparenza nelle aggiudicazioni, con commissari di gara scelti da un elenco pubblico, in aggiunta a misure utili a contenere i ribassi di gara, mantenendo sempre gli occhi aperti sulla concorrenza. Nel giorno in cui deflagra lo scandalo Mose, il mondo delle imprese di costruzioni approva un «decalogo» per la legalità degli appalti. Un segnale di quanto le ultime inchieste della magistratura a partire dall' Expo abbiano scosso il tessuto delle piccole e medie imprese edili, che non ci sta a farsi tatuare addosso un' immagine di illegalità diffusa. E che vuole ristabilire la preminenza delle regole di mercato rispetto ai circuiti grigi intercettati dall' azione dei giudici. L' indirizzo per una riforma mirata a rendere più efficiente (e trasparente) il sistema dei lavori pubblici, già piegato dalla crisi, è contenuto in un documento approvato ieri dalla commissione referente opere pubbliche dell' Ance, l' associazione nazionale dei costruttori. «Per prima cosa dobbiamo dare più responsabilità agli amministratori delle opere che devono essere indipendenti dalla politica dice il presidente Paolo Buzzetti. Devono garantire i tempi di attuazione dei programmi, evitando che si finisca sempre nell' imbuto dell' emergenza». Nel ventaglio di soluzioni tecniche spicca la richiesta di rivedere i criteri di assegnazione delle gare. In particolare, il sistema dell' offerta più vantaggiosa che assegna un ampio margine discrezionale alla commissione giudicatrice andrebbe confinato agli appalti di importo rilevante: limitandone drasticamente l' applicazione al di sotto della soglia comunitaria (5,1 milioni) ed escludendolo del tutto sotto i 2,5 milioni. I commissari di gara andrebbero poi scelti all' interno di un albo nazionale, sottratto all' influenza della singola stazione appaltante, articolato per aree geografiche e valori di importo degli appalti, sotto la guida di un soggetto terzo (ad esempio l' Autorità di vigilanza). Per i microcantieri in cui assumono scarsa rilevanza le innovazioni progettuali la proposta è di adottare come unico criterio lo sconto sul prezzo, alleggerendo iter e costi della procedura tanto per la Pa che per le imprese. Per ridurre al minimo le ipotesi di accordi collusivi tra le imprese in gara l' Ance propone di rendere obbligatorio per i piccoli appalti il meccanismo di esclusione automatica delle offerte anomale. E poi interventi sul contenzioso che fa schizzare alle stelle i costi delle opere: applicando con severità le norme sulle liti temerarie e, dice Buzzetti, «spostando alla fine dei lavori il confronto tra impresa e amministrazione sulle eventuali riserve». Continua > 9

15 Pagina 6 < Segue Il Sole 24 Ore Enti locali RIPRODUZIONE RISERVATA. MAURO SALERNO 10

16 Pagina 8 Il Sole 24 Ore Enti locali Le vie della ripresa. Primo passo il 730 precompilato Casero: in giugno tre decreti Riordino delle agevolazioni a settembre. Davide Colombo ROMA I primi tre decreti legislativi entro la fine del mese e l' impegno ad affrontare la partita del riordino delle «spese fiscali» dopo l' estate con interventi da adottare durante la sessione di bilancio. Eccolo il cronoprogramma della delega fiscale del Governo Renzi. Snocciolato dal viceministro all' Economia, Luigi Casero, davanti alle commissioni Finanze di Camera e Senato alle quali promette: «Tutto ciò che viene ricavato dall' attuazione della delega va all' abbattimento della pressione fiscale». Passati quasi cento giorni dall' approvazione definitiva della legge, ieri s' è alzato il velo sul cantiere attuativo e s' è scoperto che le priorità non sono cambiate. Il primo passaggio riguarderà l' invio della dichiarazione dei redditi precompilata a lavoratori dipendenti e pensionati, le semplificazioni amministrative («con l' eliminazione di tutti gli adempimenti che costano ai contribuenti più del gettito complessivo») e il primo dei dlgs di riforma del catasto si completerà entro l' anno con l' impegno di non aumentare il carico fiscale complessivo sugli immobili con il previsto riordino delle commissioni censuarie. Si tratta di procedure che interesseranno 20 milioni di contribuenti cui verrà assicurato, con l' arrivo e il pagamento di quanto stabilito dal modello precompilato «che si chiudano tutti gli oneri e gli eventuali contenziosi del fisco» ha spiegato Casero. Rientreranno nel secondo pacchetto attuativo, previsto in settembre, la fatturazione elettronica tra imprese e la revisione della tassazione dei redditi d' impresa. Con l' obiettivo, tra gli altri, della neutralità fiscale rispetto alla forma giuridica. In queste misure attuative saranno previsti anche il regime forfettario per le piccole imprese insieme con la «eliminazione dei regimi tributari distorsivi che generano complessità ed incertezze applicative» ha precisato il viceministro. Questo con particolare riferimento anche alla «imposizione sui redditi delle imprese individuali» per ottenere la neutralità fiscale e favorirne la patrimonializzazione. Con passaggi da definire d' intesa con le Commissioni parlamentari nell' ambito del comitato ristretto informale, il Governo metterà mano nello stesso tempo anche alla riforma delle accise «partendo da quella dei tabacchi» e «alla revisione del sistema di tassazione dei giochi pubblici, partendo dall' autorizzazione unica definita in stretto rapporto con gli enti locali e dalla riorganizzazione del sistema delle concessioni». Alla ripresa dei lavori parlamentari dopo la pausa estiva il Governo presenterà poi un terzo pacchetto di Continua > 11

17 Pagina 8 < Segue Il Sole 24 Ore Enti locali misure attuative, che Casero sintetizza con l' appellativo di «fisco amico». Il vice ministro pensa, in particolare, a una «comunicazione con cooperazione rafforzata tra imprese e Amministrazione finanziaria, a un sistema di gestione e di controllo interno dei rischi fiscali» e a meccanismi di «contenimento dell' impatto dell' accertamento sull' attività economica svolta dai contribuenti». Andranno inoltre migliorati i controlli ricorrendo a «informazioni già contenute nelle banche dati» delle diverse amministrazioni fiscali. I processi di revisione riguarderanno anche le sanzioni amministrative, la disciplina della riscossione («partendo dalla riscossione degli enti locali») e lo «snellimento delle procedure nel contenzioso». RIPRODUZIONE RISERVATA A pagina 45 Dichiarazioni 2014: il 730 slitta al 16 giugno. DAVIDE COLOMBO 12

18 Pagina 18 Il Sole 24 Ore Enti locali Scuola. Firmato ieri il decreto attuativo. Nuovo apprendistato al via in settembre Claudio Tucci ROMA Si avrà un doppio status, di studente e di apprendista. E un «piano formativo personalizzato», che consentirà ai ragazzi di formarsi in aula e soprattutto sul posto di lavoro, con un "programma" definito congiuntamente da scuola e impresa. I ministri dell' Istruzione, del Lavoro e dell' Economia hanno firmato ieri il decreto attuativo del piano sperimentale, , di apprendistato per gli alunni di quarta e quinta superiore previsto dalla legge Carrozza, che diventa quindi operativo. Il Miur ora dovrà correre (la scuola è praticamente finita) per le attività di orientamento rivolte alle famiglie e agli studenti delle terze classi per rispettare l' obiettivo di partire a settembre, con la firma dei primi contratti. In lista d' attesa c' è già da tempo Enel pronta ad assumere circa 150 studenti apprendisti che arriveranno dagli istituti tecnici di sei città italiane. Soddisfazione è stata espressa dai ministri Stefania Giannini e Giuliano Poletti, dopo i dati negativi sulla disoccupazione giovanile diffusi martedì dall' Istat. E parla di «inizio di una rivoluzione che integra finalmente scuola e lavoro» il sottosegretario, Gabriele Toccafondi, che ha seguito passo passo tutta l' attuazione dell' articolo 8 bis della legge 128. Le imprese per poter aprire le porte agli studenti dovranno sottoscrivere un protocollo d' intesa con Miur, ministero del Lavoro e Regioni interessate, per specificare, tra l' altro, il numero minimo di ore da svolgere "on the job" e i criteri di valutazione e monitoraggio della sperimentazione. Si dovrà poi firmare una convenzione con la scuola, che conterrà i contenuti generali del progetto formativo. L' azienda dovrà dimostrare di avere competenze in tema di formazione degli apprendisti anche minorenni. Ma anche capacità occupazionali coerenti con le norme sull' apprendistato. Ogni studente apprendista sarà accompagnato da due tutor (uno aziendale e uno scolastico) e da un piano formativo personalizzato, che espliciterà il percorso di studio e di lavoro. Le scuole avranno notevoli spazi di flessibilità: per integrare al meglio l' apprendimento in aula e l' esperienza vera e propria di lavoro potranno utilizzare fino al 35% dell' orario annuale delle lezioni. Per gli istituti tecnici e professionali si tratta, per esempio, di un massimo di 369 ore su I periodi di apprendistato (on the job) saranno valutati e certificati. E soprattutto varranno come crediti ai fini dell' ammissione all' esame di maturità. Inoltre, per la predisposizione della terza prova scritta, le commissioni d' esame dovranno tener conto dello specifico percorso sperimentale di alternanza seguito dall' allievo. Continua > 13

19 Pagina 18 < Segue Il Sole 24 Ore Enti locali Al Miur sono pronti a scommettere sul programma: «La settimana prossima incontreremo le scuole del progetto Enel. E a breve firmeremo il protocollo sottolinea il dg degli Ordinamenti scolastici, Carmela Palumbo. Ma parleremo anche con i referenti degli Uffici scolastici regionali per dare la più ampia diffusione all' iniziativa». RIPRODUZIONE RISERVATA. CLAUDIO TUCCI 14

20 Pagina 23 Il Sole 24 Ore Enti locali risparmio energetico. I certificati bianchi nuovo motore per l' immobiliare Dario Aquaro a Incrocia obiettivi di efficienza energetica e risparmio economico, opportunità di business e innovazione, e incentiva interventi in tutti i settori e per la maggior parte delle tecnologie disponibili. Il meccanismo dei certificati bianchi è complesso, ma raccoglie sempre più l' interesse degli operatori e avanza ora soprattutto grazie alla spinta del settore industriale. I certificati bianchi sono titoli (negoziabili) che attestano i risparmi negli usi finali di energia raggiunti con progetti e opere di efficientamento. Sono infatti noti anche come titoli di efficienza energetica (Tee): ogni certificato corrisponde al risparmio di una tonnellata equivalente di petrolio (Tep). Prima esperienza di incentivazione di questo tipo, con un apposito mercato di scambio titoli per promuovere l' efficienza, il sistema (copiato poi da altri Paesi europei) è nato dieci anni fa ed è cresciuto nel tempo: nel 2013 ha visto in particolare oltre 21mila progetti presentati e il rilascio di circa 6 milioni di titoli, per un risparmio di 2,3 MTep. Così risulta dal rapporto annuale curato dal Gse, il Gestore dei servizi energetici che ha assunto dal 3 febbraio 2013 l' attività di valutazione e certificazione del servizio, prima in capo all' Aeeg (Autorità per l' energia elettrica e il gas). Il numero di procedimenti avviati nel 2013 è aumentato di circa tre volte rispetto all' anno precedente (l' industria ha contribuito per il 70%). «Nei primi quattro mesi del 2014 sono state presentate circa un migliaio di proposte di progetto, che porteranno a emettere Tee per un valore complessivo di oltre cento milioni di euro», aggiunge Giovanni Campaniello, amministratore unico di Avvenia, energy service company (Esco), che con i suoi interventi «è riuscita a garantire una riduzione delle emissioni di origine industriale di oltre 1,5 milioni di tonnellate di CO2». Quanto vale dunque un certificato bianco? Si può dire che un Tep corrisponda a circa kwh elettrici, kwh termici e m3 di gas naturale; ogni Tep risparmiato dall' utente vale intorno agli 800 euro su elettricità e gas consumati nel settore civile e 650 euro per le imprese di taglia media, secondo le stime della Fire (Federazione italiana per l' uso razionale dell' energia). Con l' intervento incentivato, alla sforbiciata dei costi energetici va a sommarsi però una remunerazione economica, un controvalore determinato dall' apposito mercato di scambio titoli. «Il sistema dei certificati bianchi prevede che i distributori di energia elettrica e gas raggiungano annualmente determinati obiettivi di risparmio: possono farlo realizzando progetti di efficienza energetica, ma avviene raramente, oppure spiega Campaniello acquistando Tee da altri soggetti, Esco o trader». A poter Continua > 15

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto

Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto Negli ultimi mesi lo scenario europeo ha avuto un'evoluzione nuova e positiva. I margini di flessibilità del Fiscal Compact sono

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE VISTI gli articoli 76 e 87 della Costituzione; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTA la

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

I provvedimenti anti-crisi del Governo italiano adottati nel 2009. PARTE 1

I provvedimenti anti-crisi del Governo italiano adottati nel 2009. PARTE 1 I provvedimenti anti-crisi del Governo italiano adottati nel 2009. PARTE 1 A cura dell Avv. Laura Lunghi *** Nel corso del 2009, il Governo italiano ha continuato ad agire nell ambito di un azione concertata

Dettagli

I costi della crisi. Licia Mattioli. In Italia, dall inizio della crisi:

I costi della crisi. Licia Mattioli. In Italia, dall inizio della crisi: I costi della crisi In Italia, dall inizio della crisi: Licia Mattioli abbiamo perso 9 punti di PIL abbiamo perso il 25% della produzione industriale il reddito disponibile è calato dell 11% in termini

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 La circolare del dipartimento funzione pubblica esplicativa dell articolo 4 del Decreto Legge n. 101 del 31 agosto 2013, convertito

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

CIRCOLARE N. 23/E. OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti.

CIRCOLARE N. 23/E. OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti. CIRCOLARE N. 23/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti. La legge di

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche la legge sulla riqualificazione urbana è un tassello

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

IMMOBILI. Art.1. Art.2

IMMOBILI. Art.1. Art.2 Comune di Marta Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 010100 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www..comune.marta.vt.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE Sistema tributario Insieme di tributi intesi come prestazioni di denaro obbligatorie (art. 53 Costituzione) L obbligatorietà vs. la contribuzione volontaria dovrebbe

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014 Tipologia: LAVORO Protocollo: 2006614 Data: 26 maggio 2014 Oggetto: Jobs Act: disposizioni Legge n. 78 del 16/05/2014 di conversione del D.L. n. 34 del 20/03/2014 Allegati: No JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012 COMUNE DI MORGONGIORI PROVINCIA DI ORISTANO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. anno 2012 VADEMECUM ILLUSTRATIVO Con l art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in Legge 22 dicembre 2011, n. 214

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Focus di approfondimento: gli anni interessati e i rapporti cointestati. Direzione Regionale della Lombardia

Focus di approfondimento: gli anni interessati e i rapporti cointestati. Direzione Regionale della Lombardia Focus di approfondimento: gli anni interessati e i rapporti cointestati Nel 2003 Tizio apre un conto corrente, cointestato con la moglie Caia, in Svizzera, con il conferimento di una provvista iniziale

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Linee guida per una Riforma del Terzo Settore

Linee guida per una Riforma del Terzo Settore Linee guida per una Riforma del Terzo Settore Esiste un Italia generosa e laboriosa che tutti i giorni opera silenziosamente per migliorare la qualità della vita delle persone. E l Italia del volontariato,

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

Il MERCATO. del LAVORO in LOMBARDIA

Il MERCATO. del LAVORO in LOMBARDIA Il MERCATO Dipartimento Mercato del Lavoro del LAVORO in LOMBARDIA Legge Regionale 22 approvata il 19 settembre 2006 dal Consiglio Regionale Lombardo ll nuovo testo è migliore rispetto al precedente su

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni CIRCOLARE N. 2/DF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLE FINANZE Roma, 11 maggio 2010 DIREZIONE FEDERALISMO FISCALE PROT. 10968/2010 Ai Comuni Alle Regioni Friuli-Venezia Giulia e Valle

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli