PROGRAMMA RIMBORSO SPESE MEDICHE PER I DIPENDENTI DELLA BANCA (Normativa Aziendale - D01557)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA RIMBORSO SPESE MEDICHE PER I DIPENDENTI DELLA BANCA (Normativa Aziendale - D01557)"

Transcript

1 Camera del Lavoro : La Lizza, SIENA Tel / Fax 0577 / e.mail - Sito internet: PROGRAMMA RIMBORSO SPESE MEDICHE PER I DIPENDENTI DELLA BANCA (Normativa Aziendale - D01557) Dal 1 gennaio 2011, per garantire le prestazioni sanitarie per il personale in servizio ed in quiescenza, la banca si avvale del Programma di Rimborso Spese Mediche (RSM), secondo la modalità dell'auto-assicurazione. Tale modalità prevede che le prestazioni vengano erogate entro le sole disponibilità finanziarie destinate allo scopo all inizio di ciascuna annualità e secondo quanto previsto dalla normativa (disciplinari). Il Programma RSM riguarda le seguenti categorie: - Dirigenti - Quadri Direttivi di 3 e 4 Livello - Aree Professionali e Quadri Direttivi di 1 e 2 Livello - Personale in quiescenza Gli aspetti del Programma relativi alle categorie dei Dirigenti e del personale in quiescenza sono definiti con specifica comunicazione agli interessati, perciò i dettagli che seguiranno sono da intendersi validi per le Aree Professionali e Quadri Direttivi di 1, 2, 3 e 4 livello (personale in servizio o inserito nel Fondo esuberi). Per aderire ai contenuti normativi introdotti dal c.d. Decreto Sacconi, e per poter conservare le agevolazioni fiscali e contributive, sono state introdotte nel Programma RSM anche le prestazioni odontoiatriche. Per informazioni o chiarimenti sul Programma RSM e sulle modalità da seguire per l accesso alla Rete convenzionata o per la richiesta di rimborso, è possibile contattare il NUMERO VERDE della Cassa Sanitaria utilizzata (Caspie).

2 Inoltre, tramite il sito internet dopo essersi registrati, è possibile consultare le pratiche inviate, i massimali residui, il nucleo familiare assistito, la normativa di riferimento, modificare il proprio indirizzo al quale far recapitare dalla CASPIE i documenti di spesa e le coordinate del conto corrente sul quale accreditare i rimborsi. E possibile consultare la propria posizione anche attraverso la Intranet Aziendale. Il Programma prevede il pagamento delle spese per cure mediche sostenute a causa di una malattia o di un infortunio: - "malattia" = ogni alterazione dello stato di salute non dipendente da infortunio; - "infortunio" = ogni evento dovuto a causa fortuita, violenta ed esterna che produca lesioni corporali obiettivamente constatabili. Non rientrano, pertanto, nella copertura le spese sostenute per: - visite, accertamenti e quant'altro concernenti la medicina preventiva, ad eccezione di quanto indicato più sotto); - visite, accertamenti e quant'altro inerenti il seguimento di normali stati fisiologici (gravidanza, andropausa, menopausa, familiarità, ecc.). PRESTAZIONI A) Ospedaliere 1) in caso di intervento chirurgico, parto cesareo, aborto terapeutico, in istituto di cura o anche ambulatoriale od in regime di Day Hospital: - onorari del chirurgo, dell'aiuto, dell'assistente, dell'anestesista e di ogni altro soggetto partecipante all'intervento; i diritti di sala operatoria ed il materiale di intervento; - l'assistenza medica ed infermieristica, le cure, gli accertamenti diagnostici, i trattamenti fisioterapici e rieducativi, i medicinali, gli esami post intervento durante il ricovero; - rette di degenza; - accertamenti diagnostici, compresi gli onorari medici, effettuati anche al di fuori dell'istituto di cura nei 90 giorni precedenti il ricovero; esami, medicinali, prestazioni mediche nonché le prestazioni finalizzate al recupero della salute quali: prestazioni infermieristiche, trattamenti fisioterapici e rieducativi, cure termali (escluse le spese alberghiere), effettuate nei 150 giorni successivi al termine del ricovero e rese necessarie dall'intervento chirurgico;

3 - protesi applicate in conseguenza dell intervento chirurgico. 2) in caso di ricovero in istituto di cura od in regime di Day Hospital che non comporti intervento chirurgico: - accertamenti diagnostici, assistenza medica, cure, medicinali riguardanti il periodo di ricovero; - rette di degenza; - accertamenti diagnostici compresi gli onorari medici effettuati anche al di fuori dell'istituto di cura nei 90 giorni precedenti il ricovero e nei 90 giorni successivi e resi necessari dall'evento che ha causato il ricovero stesso. 3) in caso di parto fisiologico: - rette di degenza, accertamenti diagnostici, assistenza medica, cure, medicinali riguardanti il periodo di ricovero con il limite assistenziale di 1.550,00 da intendersi come massimale annuo per nucleo familiare. 4) vengono altresì rimborsate, in caso di ricovero, le spese sostenute a fronte di: - vitto e pernottamento in istituto di cura, o struttura alberghiera, ove non sussista disponibilità ospedaliera, per un accompagnatore dell'assistito infermo senza alcun limite di importo giornaliero con un massimo di 30 giorni da intendersi come massimale annuo per nucleo familiare per i ricoveri effettuati in totale regime di convenzione diretta con la CASPIE (sia struttura sanitaria che équipe medica) e con il limite giornaliero di 52,00 per tutti gli altri ricoveri, fermo restando il limite di 30 giorni massimale annuo per nucleo familiare - trasporto dell assistito infermo all'istituto di cura e ritorno effettuato con ambulanza, aereo sanitario od unità coronarica mobile con il limite assistenziale di 1.550,00, da intendersi come massimale annuo per nucleo familiare. Le prestazioni indicate al punto 4) sono operanti anche in caso di Day Hospital con intervento chirurgico, mentre, in caso di Day Hospital senza intervento, saranno operanti solamente per le terapie dovute alle patologie per le quali è previsto il raddoppio del massimale. Nei casi di ricovero per il quale l istituto di cura richieda il pagamento di un anticipo, la CASPIE provvederà a rimborsare all Assistito che ne faccia domanda le spese sostenute a tale titolo entro il 50% del limite di assistenza previsto, salvo conguaglio a cure ultimate.

4 La copertura per i punti 1), 2), 3) e 4) è prestata fino alla concorrenza della complessiva somma di ,00, da intendersi come disponibilità unica per ciascun anno solare e per nucleo familiare assistito. Per i quadri Direttivi di 3 e 4 livello il massimale annuo per nucleo familiare ammonta a Euro ,00. Qualora l'assistito subisca un intervento chirurgico, anche ambulatoriale, conseguente a: - patologie cardiocircolatorie; - patologie renali; - patologie polmonari; - patologie celebrali ed in ogni caso di interventi al cervello, anche a seguito di infortunio; - malattie oncologiche, anche in caso di ricovero senza intervento; - trapianti d'organo, ambedue i massimali di cui sopra devono intendersi raddoppiati. Il rimborso è effettuato previa detrazione di una franchigia fissa di 750,00, che rimane a carico del dipendente; la franchigia non viene applicata per i casi in cui è previsto il raddoppio del massimale e per i casi di ricoveri in regime di convenzione con CASPIE: casa di cura ed Equipe medica convenzionate, secondo la procedura indicata al punto 4. Le spese sostenute per gli interventi chirurgici ambulatoriali vengono rimborsate con una franchigia fissa di 350,00, la franchigia non viene applicata per i casi in cui è previsto il raddoppio del massimale e per i casi di convenzione con CASPIE: casa di cura ed Equipe medica convenzionate, secondo la procedura indicata al punto 4. Per i Quadri Direttivi di 3 e 4 livello il rimborso delle spese di cui ai punti 1), 2), 3) e 4) avviene sempre senza l applicazione di alcuna franchigia. L importo spettante viene comunque decurtato di una somma pari al 15%, che andrà a riparto (secondo quanto indicato al paragrafo modalità di erogazione delle prestazioni ), ad eccezione dei ricoveri per i quali è previsto il raddoppio del massimale.

5 B) Specialistiche Extraospedaliere Sono previsti i seguenti esami diagnostici: CURVA GLICEMICA DA CARICO, DIAGNOSTICA RADIOLOGICA, DOPPLER, ECOGRAFIA, ELETTROCARDIOGRAFIA, ELETTROENCEFALOGRAFIA, ELETTROMIOGRAFIA, ENDOSCOPIA ANCHE CON IL PRELIEVO BIOPTICO, ESAME URODINAMICO, MOC, MONITORAGGIO IMMUNOLOGICO, RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE, SCINTIGRAFIA, TAC, TELECUORE, TELETERMOGRAFIA; e le seguenti terapie: AGOPUNTURA; CHEMIOTERAPIA; DIALISI; FISIOTERAPIA e LASERTERAPIA (esclusivamente a scopi fisioterapici) A SEGUITO DI MALATTIA quali ictus cerebrale e forme neoplastiche purché effettuate entro due anni dalla data di diagnosi della patologia (la data della prima diagnosi deve essere documentata da certificazione redatta da medico specialista), forme neurologiche degenerative e neuromiopatiche (quali ad esempio la sclerosi multipla, la sclerosi amiotrofica ed il morbo di Parkinson) ed in ogni caso prescritta da medico specialista attestante una diagnosi documentata ed accertata. Le suindicate terapie sono rimborsabili se effettuate da fisiatri, da Centri medici specializzati e da altri professionisti in possesso dei titoli abilitanti previsti dal decreto del Ministro della Sanità 27/07/2000 pubblicato dalla G.U. n. 190 del 16/08/2000; FISIOTERAPIA e LASERTERAPIA (esclusivamente a scopi fisioterapici) A SEGUITO DI INFORTUNIO purché effettuata entro due anni dalla data dell infortunio stesso (solo se documentata da verbale di pronto soccorso ospedaliero o equivalente struttura ospedaliera comprovante l avvenuto infortunio) in ogni caso prescritta da medico specialista. Le suindicate terapie sono rimborsabili se effettuate da fisiatri, da Centri medici specializzati e da altri professionisti in possesso dei titoli abilitanti previsti dal decreto del Ministro della Sanità 27/07/2000 pubblicato dalla G.U. n. 190 del 16/08/2000; LOGOPEDIA (prescritta da medico specialista ed effettuata da personale abilitato) per il recupero dell attività di socializzazione volta a favorire stili di vita attivi; PSICOTERAPIA (effettuata da medico specialista abilitato) per il recupero dell attività di socializzazione volta a favorire stili di vita attivi; RADIOTERAPIA; ALTRE TERAPIE effettuate da medico specialista (escluse quelle a scopo fisioterapico). La copertura viene accordata fino a concorrenza della somma di Euro 5.164,00, per anno solare e per nucleo familiare assistito.

6 I rimborsi vengono effettuati con l applicazione di uno "scoperto" sulle spese effettivamente sostenute e documentate nella misura del 15% per sinistro, con un minimo di 18,00 nel caso di l utilizzo delle Strutture Sanitarie convenzionate con CASPIE, e di 50,00 nel caso di utilizzo di Strutture Sanitarie non in convenzione diretta con CASPIE. Per i Quadri Direttivi di 3 e 4 livello, viene operata una franchigia del 15% per sinistro, con un minimo di 26,00 nel caso di l utilizzo delle Strutture Sanitarie convenzionate con CASPIE, secondo la procedura indicata al punto 4 e di 50,00 nel caso di utilizzo di Strutture Sanitarie non in convenzione diretta con CASPIE. Per ambedue le categorie, non viene applicata alcuna franchigia per i rimborsi dei ticket sanitari, cioè la spesa che il servizio sanitario nazionale accolla al cittadino italiano per accertamenti effettuati presso le strutture pubbliche. L importo spettante (compreso quello relativo ai ticket sanitari) viene comunque decurtato di una somma pari al 15%, che andrà a riparto (secondo le modalità elencate al paragrafo modalità di erogazione delle prestazioni ). C) Visite Specialistiche, Accertamenti Diagnostici e Protesi Se pertinenti ad una malattia e/o infortunio attestati da idonea certificazione medica: - onorari medici relativi a visite specialistiche (escluse comunque le visite pediatriche); - analisi ed esami diagnostici e di laboratorio; - protesi acustiche ed ortopediche (intendendosi per tali tutto ciò che sostituisce un organo nelle sue funzioni; sono pertanto escluse le spese relative a plantari, busti ortopedici e similari). La copertura viene accordata fino a concorrenza della somma di 2.582,00, per anno solare e per nucleo familiare assistito. I rimborsi vengono effettuati con l applicazione di uno "scoperto" sulle spese effettivamente sostenute e documentate nella misura di 18,00 per sinistro, nel caso di utilizzo delle Strutture Sanitarie convenzionate con CASPIE, e di 50,00 per sinistro, nel caso di utilizzo di Strutture Sanitarie non in convenzione diretta con CASPIE. Per i quadri Direttivi di 3 e 4 livello, viene operata una franchigia del 15% per sinistro, con un minimo di 26,00 nel caso di l utilizzo delle Strutture Sanitarie convenzionate con CASPIE, e di 50,00 nel caso di utilizzo di Strutture Sanitarie non in convenzione diretta con CASPIE.

7 Per ambedue le categorie, non viene applicata alcuna franchigia per i rimborsi dei ticket sanitari, cioè la spesa che il servizio sanitario nazionale accolla al cittadino italiano per accertamenti effettuati presso le strutture pubbliche. L importo spettante (compreso quello relativo ai ticket sanitari) viene comunque decurtato di una somma pari al 15%, che andrà a riparto (secondo le modalità elencate al paragrafo modalità di erogazione delle prestazioni ). D) Medicina Preventiva Sono rimborsate le spese sostenute per le seguenti prestazioni: - per gli assistiti di sesso maschile le spese sostenute per una visita cardiologica con ECG, una radiografia al torace, un accertamento dell'antigene prostatico specifico ed una ecografia delle vie urinarie; - per gli assistiti di sesso femminile le spese sostenute per una visita cardiologica con ECG, una radiografia al torace, una visita ginecologica comprensiva dei relativi accertamenti (pap test, ecografia mammaria o mammografia ed ecografia transvaginale); - per tutti gli assistiti, a prescindere dal sesso, un esame del sangue con i seguenti accertamenti: ALT, AST, gamma GT, glicemia, colesterolo totale, colesterolo HDL, trigliceridi, urea, creatina, emocromo, tempo di protrombina parziale (PTT), tempo di protrombina (PT), VES ed un esame delle urine. Ciascun accertamento diagnostico o visita specialistica di cui sopra viene rimborsato All assistito una sola volta per ogni anno solare. La copertura di cui al presente titolo viene accordata fino a concorrenza della somma di 500,00, per anno solare e per nucleo familiare assistito. Il rimborso viene effettuato senza l'applicazione di alcuna franchigia. L importo spettante (compreso quello relativo ai ticket sanitari) viene comunque decurtato di una somma pari al 15%, che andrà a riparto (secondo le modalità elencate al paragrafo modalità di erogazione delle prestazioni ). E) Indennità per Malattie Gravi Viene corrisposta un'indennità di 4.000,00 in caso di accadimento in corso di contratto di uno dei seguenti gravi eventi: - Infarto miocardico acuto: coronaropatia, qualora dia origine a necrosi ischemica acuta del miocardio da brusca riduzione del flusso coronarico che provochi ricovero in

8 unità coronarica di almeno 5 giorni. La diagnosi viene formulata per la presenza contemporanea dei seguenti caratteri: a) dolore precordiale; b) alterazioni tipiche all ECG; c) aumento dell attività sierica degli enzimi liberati dalle cellule miocardiche; - Chirurgia cardiovascolare: procedure di by-pass aorto-coronarico (con vena safena o con arteria mammaria interna); interventi di applicazione di valvola protesica meccanica o biologica; - Ictus cerebrale (accidente cerebro-vascolare acuto): emorragia od infarto cerebrale (trombosi od embolia) ad esordio brusco immediatamente riscontrato in ambito di ricovero ospedaliero che produca danno neurologico sensitivo e motorio presente anche alla data di richiesta di indennizzo; - Tumore: neoplasia maligna caratterizzata dalla crescita non controllata e dalla diffusione di cellule maligne con invasione di tessuto normale, la cui diagnosi venga basata e dimostrata da esame istopatologico o da altra certificazione ospedaliera; limitatamente alla sola garanzia in oggetto vengono esclusi i carcinomi in situ (intendendosi per tali i carcinomi che si sviluppano solo localmente con prognosi favorevole, senza tendenza a metastatizzare, aggredibili con le più semplici tecniche chirurgiche) ed i tumori cutanei ad eccezione del melanoma maligno; - Insufficienza renale: malattia renale irreversibile in dialisi cronica; - Trapianto d organo: malattie che comportino la necessità di trapianto di uno dei seguenti organi: fegato, cuore, rene, pancreas, polmone, midollo osseo; è necessaria la certificazione rilasciata dai centri medici autorizzati al trapianto che attesti la necessità dell intervento e l inserimento del soggetto in lista di attesa. La prestazione è operante a condizione che la data della prima diagnosi - comprovata da certificazione medica - sia successiva al o comunque successiva alla data di inserimento in copertura dell'assistito. L indennità viene erogata in caso di permanenza in vita dell'assistito alla data della richiesta dell indennità. La prestazione viene corrisposta all'assistito una sola volta per ciascuna delle malattie sopracitate.

9 L importo dell indennità viene decurtato di una somma pari al 15%, che andrà a riparto (secondo le modalità elencate al paragrafo modalità di erogazione delle prestazioni ). ESCLUSIONI Sono escluse dal rimborso le spese relative a: - cure dentarie (le cure dentarie sono disciplinate a parte, seguendo la c.d. legge Sacconi ; per rimborso cure dentarie vedi paragrafo F sottostante); - intossicazioni conseguenti ad abuso di alcolici o ad uso di allucinogeni, nonché ad uso non terapeutico di psicofarmaci o stupefacenti; - lenti ed occhiali; - chirurgia plastica a scopo estetico ad eccezione di quella necessaria per i neonati che non abbiano compiuto il 3 anno di età e di quella a scopo ricostruttivo da infortunio; - agopuntura non effettuata da un medico; - infortuni sofferti sotto l'influenza di sostanze stupefacenti o simili (non assunte a scopo terapeutico); - infortuni sofferti in conseguenza di proprie azioni delittuose; - inseminazione artificiale; sono comunque rimborsabili le spese sostenute per le visite specialistiche e gli accertamenti diagnostici finalizzati all'individuazione delle cause dell'infertilità; - conseguenze dirette od indirette di trasmutazioni del nucleo dell'atomo, come pure di radiazioni provocate dall'accelerazione artificiale di particelle atomiche. MODALITÀ DI EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI La caratteristica principale dell'auto-assicurazione prevede che le prestazioni vengano erogate entro le sole disponibilità finanziarie destinate allo scopo all inizio di ciascuna annualità. La CASPIE provvederà, pertanto, al pagamento delle prestazioni oggetto dell assistenza con le seguenti modalità: prestazioni effettuate in regime di CONVENZIONE DIRETTA con le strutture della rete CASPIE: - le spese sostenute per interventi chirurgici, anche ambulatoriali, conseguenti a patologie cardiocircolatorie, renali, polmonari, cerebrali (compreso interventi al

10 cervello, anche a seguito di infortunio), malattie oncologiche (anche in caso di ricovero senza intervento) e trapianti d'organo, sono corrisposte dalla CASPIE direttamente agli operatori sanitari al 100% (nei limiti del massimale, cioè della spesa massima rimborsabile); - le spese relative alle altre garanzie previste dalla normativa, al netto delle franchigie, sono corrisposte dalla CASPIE direttamente agli operatori sanitari nei limiti dell 85%. L assistito, pertanto, dovrà versare direttamente all operatore sanitario, oltre alla prevista franchigia, anche il 15% residuo della spesa (nei limiti del massimale, cioè della spesa massima rimborsabile); esempio: costo della prestazione = 100,00; franchigia = 18; quota a riparto, da corrispondere all operatore sanitario a cura dell assistito = 12,30 = (100,00-18,00)x15%; importo corrisposto all operatore sanitario da parte di CASPIE = 69,70; prestazioni effettuate NON IN REGIME DI CONVENZIONE DIRETTA, le spese sono ammesse al rimborso nel modo seguente: - le spese sostenute per interventi chirurgici, anche ambulatoriali, conseguenti a patologie cardiocircolatorie, renali, polmonari, cerebrali (compreso interventi al cervello, anche a seguito di infortunio), malattie oncologiche (anche in caso di ricovero senza intervento) e trapianti d'organo, sono ammesse al rimborso al 100% (nei limiti del massimale, cioè della spesa massima rimborsabile); - le spese relative alle altre garanzie previste dalla normativa sono ammesse a un rimborso in acconto pari all 85% di quanto spettante al netto di franchigie e nel limite del massimale (spesa massima rimborsabile) previsto; esempio: spesa sostenuta per la prestazione = 100; franchigia = 50; quota a riparto = 7,50 = (100,00-50,00)x15% rimborso in acconto = 42,50. Il saldo del rimborso spettante sarà pertanto corrisposto, entro il primo trimestre del 2012, totalmente oppure in proporzione alle rimanenze finanziarie, a mezzo di bonifico bancario su conto corrente dell interessato. I documenti di spesa verranno riconsegnati direttamente da CASPIE al domicilio degli interessati.

11 Tutte le spese per prestazioni effettuate nell anno 2011 dovranno pervenire alla CASPIE nel più breve tempo possibile e comunque entro non oltre il 31 gennaio Le richieste pervenute in data successiva, comunque non oltre il 28 febbraio 2012, saranno ammesse al rimborso nell'ambito delle eventuali disponibilità residue successive alle operazioni di riparto. F) Cure dentarie Sono ammesse al rimborso tutte le spese per prestazioni odontoiatriche: igiene orale, terapia conservativa e chirurgica, radiologia odontoiatrica, paradontologia, protesi, implantologia, apparecchi correttivi ortodontici, ecc. Le prestazioni odontoiatriche vengono rimborsate, con i seguenti massimali annui: - Euro 800,00 per nucleo familiare assistito, inteso per tale il dipendente ed i familiari a carico; - Euro 800,00 pro-capite per ciascuno dei familiari non a carico inseriti nell assistenza. Tutte le richieste di rimborso delle spese relative all anno 2011 ed inviate alla CASPIE entro il 31 Gennaio 2012, verranno evase nel primo trimestre dell anno 2012; ogni prestazione è ammessa al riparto entro i massimali di euro 800,00 come sopra definiti. I rimborsi vengono erogati mediante un riparto proporzionale sulla base del rapporto tra l ammontare delle disponibilità e quello delle richieste ammesse al riparto. Viene garantito un rimborso minimo di 96,00 per le spese pari o superiori a 96,00. Se le spese complessive per nucleo sono inferiori al minimo garantito, saranno rimborsate integralmente, sempre nel primo trimestre Nel limite dei massimali suddetti, sono ammesse a riparto tutte le spese inviate, senza applicazione di alcuna franchigia; non sono previsti acconti nel corso dell'annualità. NUCLEO FAMILIARE ASSISTITO Il nucleo familiare da prendere in considerazione ai fini del Programma RSM, oltre al pensionato, comprende esclusivamente:

12 - il coniuge (non legalmente o effettivamente separato) oppure la persona convivente more uxorio ; - figli conviventi, (anche non conviventi se a carico fiscalmente). Non è possibile pertanto inserire nel RSM altri familiari, anche se conviventi ed a carico del dipendente, quali i genitori, i figli dell altro coniuge o della persona convivente more uxorio, i suoceri, i fratelli, le sorelle, i nipoti, ecc. Il contributo corrisposto dalla Banca consente l attivazione delle prestazioni previste dal Programma RSM in favore del dipendente e - se fiscalmente a carico - del proprio coniuge e dei propri figli. Sono considerati fiscalmente a carico i familiari che percepiscono un reddito annuo lordo non superiore a 2.840,51; la persona convivente more uxorio è sempre considerata non a carico fiscalmente. Il requisito del carico fiscale e la convivenza devono essere accertati al momento della decorrenza delle prestazioni ( ). Nel caso in cui di un nucleo facciano parte più di un familiare non a carico l'estensione della copertura si rende possibile a condizione che tutti vengano inseriti nel Programma di assistenza. Dal anno 2011, l adesione del familiare non a carico deve avere una durata minima di tre anni. Per gli anni 2012 e 2013 il familiare non a carico inserito nel 2011 potrà essere escluso dal nucleo familiare assistito soltanto per i seguenti motivi (adeguatamente documentati): separazione o divorzio, uscita dallo stato di famiglia, adesione di un familiare assistito ad una copertura sanitaria collettiva predisposta dal datore di lavoro, decesso. In caso di mancato rinnovo, al termine delle tre annualità, non sarà possibile l inserimento del familiare non a carico negli anni successivi. La CASPIE si riserva di richiedere eventuali indennizzi a soggetti che non avessero provveduto al rinnovo dopo il primo anno. Le quote annuali, pur in presenza della durata triennale, saranno corrisposte per ciascun anno di riferimento. Nel caso in cui negli anni 2012 o 2013 venga a modificarsi la situazione reddituale di un familiare non a carico, non sussiste alcun impedimento ad inserire lo stesso nel nucleo familiare assistito come familiare a carico. Per l anno 2011, il contributo annuo per inserire un familiare non a carico, comprensivo del contributo per spese odontoiatriche, è stato fissato in 370,00

13 per i dipendenti appartenenti alle Aree Professionali ed ai Quadri Direttivi di 1 e 2 Liv. e in 600,00 per i Quadri Direttivi di 3 e 4 Liv. La copertura decorre dal 1 Gennaio La somma suddetta sarà trattenuta sul cedolino stipendi del mese di Marzo Nel caso in cui la copertura abbia decorrenza successiva al (assunzione in corso d'anno, matrimonio o inizio convivenza), il contributo è pari a 222,00 (Aree Professionali e Q.D. 1 e 2 liv.) e a 360,00 (Q.D. 3 e 4 liv.). La comunicazione dei nominativi che compongono il proprio nucleo familiare, deve essere effettuata utilizzando la procedura predisposta sull INTRANET aziendale. Il termine ultimo per effettuare le operazioni di inserimento dei familiari scade il 28 Febbraio Dopo il , sarà possibile inserire nuovi nominativi nel nucleo familiare assistito solo in caso di nascita di figli, di matrimonio o di inizio della convivenza; la comunicazione dell evento può essere effettuata soltanto in forma cartacea (il modulo apposito è inserito nel documento aziendale D01557) entro 30 giorni dal suo verificarsi. I dipendenti assunti dopo il 28 Febbraio 2011 devono richiedere entro la fine del mese successivo a quello di entrata, pena la decadenza, l'inserimento nell assistenza dei familiari conviventi a carico e non a carico, con decorrenza dalla data di assunzione. UTILIZZO DELLE STRUTTURE SANITARIE CONVENZIONATE CON CASPIE La Cassa Sanitaria CASPIE ha stipulato convenzioni con medici specialisti, laboratori di analisi e case di cura per consentire ai propri assistiti di fruire di prestazioni sanitarie senza doverne anticipare il costo poiché è la Cassa stessa a farsi carico del pagamento diretto alle strutture sanitarie. L assistito corrisponde alla struttura soltanto l importo relativo alle eventuali franchigie, alla quota destinata a riparto, ed alle spese non ricomprese nelle garanzie. Per i ricoveri, il diritto al pagamento diretto è possibile soltanto nel caso in cui l assistito si avvalga sia di una Casa di Cura sia di un Equipe Medica convenzionate con CASPIE. In altri casi (ad esempio ricorso ad Equipe Mediche non convenzionate pur all interno di Case di Cura convenzionate) non potrà essere concesso il pagamento diretto, e l indennizzo spettante viene corrisposto a rimborso. Per le eventuali prestazioni pre e post-ricovero pagate direttamente, l'assistito deve avanzare istanza di rimborso.

14 E opportuno accertarsi che la Struttura Sanitaria e/o il medico specialista siano convenzionati con CASPIE richiedendo informazioni agli operatori della Centrale Operativa (NUMERO VERDE ) oppure consultando il sito internet Si possono richiedere informazioni a CASPIE anche attraverso la posta elettronica, all indirizzo: Per quanto ovvio, si precisa che non sono utilizzabili quei medici e/o strutture presenti nella rete convenzionata CASPIE ma che offrono prestazioni non ricomprese nel Programma RSM della Banca (visite pediatriche, centri ottici). L assistito, per utilizzare la Rete convenzionata, deve seguire scrupolosamente la seguente procedura: - prenotare la prestazione sanitaria presentandosi come assistito CASPIE/Monte Paschi ; - fornire le proprie generalità (cognome, nome e data di nascita) e se del caso quella del familiare che deve usufruire della prestazione sanitaria; - richiedere all Operatore Sanitario di attivare la convenzione diretta con CASPIE; nel caso in cui la prestazione riguardi un familiare è assolutamente necessario che lo stesso sia già stato inserito nel nucleo familiare assistito con le modalità ed i tempi previsti; - produrre all atto della prenotazione della prestazione sanitaria (accertamento diagnostico, terapia o ricovero) una certificazione medica attestante la necessità della prestazione e la relativa diagnosi, documentazione necessaria alla Struttura convenzionata per richiedere a CASPIE di farsi carico della spesa; per le visite specialistiche è sufficiente che l assistito indichi, al momento della prenotazione, il disturbo che rende necessario il consulto specialistico; - accertarsi presso l Operatore o Struttura Sanitaria, prima dell effettuazione della prestazione sanitaria, dell avvenuta autorizzazione da parte della Centrale Operativa della CASPIE; - sottoscrivere, presso la struttura sanitaria utilizzata, una dichiarazione nella quale vengono precisate le condizioni di fornitura del servizio da parte della CASPIE e le somme che eventualmente rimangono a carico dell assistito (franchigie, quota destinata a riparto e spese non coperte dalle garanzie). La procedura non è utilizzabile per le spese relative alla medicina preventiva, per la quale occorre presentare la richiesta di rimborso.

15 PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE DI RIMBORSO Il/la lavoratore/lavoratrice deve presentare la richiesta di rimborso prima possibile, inviandola alla CASPIE Via due Macelli, ROMA. Per l invio della richiesta gli interessati possono: - utilizzare i normali canali postali e una qualsiasi busta; - utilizzare la posta interna della Banca. Indipendente dalla modalità prescelta per l invio della richiesta, gli interessati dovranno rimettere la seguente documentazione: a) la richiesta di rimborso, da redigere sul modulo intestato a CASPIE; b) i documenti di spesa fiscalmente validi in originale; c) in caso di ricovero, copia della cartella clinica; per gli interventi chirurgici ambulatoriali, in mancanza di cartella clinica, una certificazione medica contenente la descrizione dell'intervento stesso e della malattia che l'ha reso necessario; d) in caso di visite specialistiche, attestazione dell'affezione che può essere contenuta nello stesso documento di spesa o in separata prescrizione medica; e) in caso di analisi, esami diagnostici o prestazioni specialistiche extraospedaliere, copia della prescrizione medica, contenente l'indicazione della diagnosi; f) in caso di spese per cure fisioterapiche: - se dovute a forme neurologiche degenerative e neuromiopatiche: prescrizione del medico specialista attestante la malattia che rende necessarie le cure; - se dovute a infortuni: prescrizione del medico specialista e certificazione a suo tempo rilasciata dal Pronto soccorso o da un equivalente struttura ospedaliera cui si sia fatto immediatamente ricorso; - se dovute a ictus cerebrale od a forme neoplastiche: prescrizione del medico specialista attestante la diagnosi della patologia e la data della prima diagnosi. g) per i ticket sanitari è sufficiente rimettere la documentazione di spesa e copia della certificazione medica prodotta alla Struttura Sanitaria pubblica per l effettuazione delle visite o degli accertamenti sanitari, anche senza l indicazione della diagnosi. h) per la medicina preventiva, al modulo di richiesta deve essere allegata la seguente documentazione: - per gli accertamenti diagnostici, i documenti di spesa in originale ed una certificazione medica che prescriva l effettuazione degli accertamenti previsti;

16 - per le visite specialistiche, le ricevute di spesa, in originale, sulle quali sia indicata la dizione per controllo. i) per richiedere l indennità per grave malattia: - per infarto, chirurgia cardiovascolare e ictus cerebrale, copia della cartella clinica dalla quale devono risultare le caratteristiche della malattia e la data della prima diagnosi; - per tumore e insufficienza renale, una certificazione rilasciata dalla struttura ospedaliera che ha in cura l assistito - se del caso - corredata del risultato dell esame istopatologico - dalla quale risulti la malattia e la data di prima diagnosi della stessa; - per trapianto d organo, una certificazione rilasciata dal centro medico autorizzato al trapianto che attesti la data in cui si è manifestata la necessità dell intervento e l inserimento dell assistito nella lista di attesa. Si raccomanda di porre la massima attenzione sulla documentazione da rimettere alla Cassa Sanitaria e di attenersi scrupolosamente alle indicazioni più sotto riportate. Per quanto riguarda la diagnosi, si segnala la necessità di far certificare al sanitario, ad eccezione della richiesta di rimborso dei ticket sanitari, l affezione accertata o presunta ed evitare per quanto possibile l indicazione di sintomi generici quali: febbre, astenia, amenorrea, ecc. ASPETTI FISCALI Le prestazioni sono fornite attraverso l'adesione alla Cassa sanitaria e pertanto: - il contributo che la Banca corrisponde alla Cassa non costituisce reddito per il dipendente e quindi non viene assoggettato a trattenute previdenziali e fiscali; - il contributo eventualmente corrisposto dal dipendente per estendere la copertura ai familiari conviventi non a carico viene portato in deduzione dal reddito imponibile direttamente in busta paga; - il contributo eventualmente corrisposto dal dipendente per estendere la copertura della persona convivente 'more uxorio' non può essere portato in abbattimento dell'imponibile fiscale; - le somme riconosciute dalla Cassa sanitaria a titolo di rimborso delle spese mediche non possono essere inserite nell'ammontare delle spese sanitarie, per le quali spetta la detrazione d'imposta pari al 19%, in sede di dichiarazione annuale dei redditi;

17 - la detrazione di cui sopra spetta soltanto per la parte non rimborsata delle spese mediche; è pertanto necessario conservare le comunicazioni con le quali la Cassa sanitaria precisa le somme rimborsate e le franchigie applicate; - i rimborsi riconosciuti dalla Cassa sanitaria per le spese sostenute dalla persona convivente 'more uxorio' possono invece essere inseriti tra le spese mediche per le quali spetta la detrazione del 19%.

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

GENERALI SEI IN SALUTE

GENERALI SEI IN SALUTE Generali Italia S.p.A. GENERALI SEI IN SALUTE Contratto di Assicurazione per la copertura dei rischi Malattie ed Assistenza Il presente Fascicolo informativo, contenente - Nota informativa, comprensiva

Dettagli

GUIDA AL PIANO SANITARIO CASSA SANITARIA BNL

GUIDA AL PIANO SANITARIO CASSA SANITARIA BNL GUIDA AL PIANO SANITARIO CASSA SANITARIA BNL 2012 Dipendenti appartenenti alle Aree Professionali e ai Quadri Direttivi BNL Cassa Sanitaria BNL per il personale appartenente alle Aree Professionali ed

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

Piano Completo Redazione Dicembre 2013

Piano Completo Redazione Dicembre 2013 Fascicolo Informativo Contratto di assicurazione sanitaria Redazione Dicembre 2013 Il presente Fascicolo Informativo contenente a) Nota Informativa comprensiva del Glossario; b) Condizioni di assicurazione;

Dettagli

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE La presente guida descrive le procedure operative che gli Assistiti dovranno seguire per accedere alle prestazioni garantite

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Come utilizzare le prestazioni della polizza UNISALUTE

Come utilizzare le prestazioni della polizza UNISALUTE Come utilizzare le prestazioni della polizza UNISALUTE 1 Richiesta informazioni Contattare la Centrale Operativa di Unisalute dalle ore 8,30 alle 19,30 dal lunedì al venerdì 800.822.472 051.63.89.046 dall

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI COS E A CHI E RIVOLTA COSA OFFRE RC PROFESSIONALE È un programma assicurativo studiato per offrire una copertura completa e personalizzabile in base alle specifiche esigenze. Sono previste garanzie in

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE COPERTO PRESTITI PERSONALI FINO A 51000 EURO delle Polizze Collettive n. 5285e n.

NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE COPERTO PRESTITI PERSONALI FINO A 51000 EURO delle Polizze Collettive n. 5285e n. NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE COPERTO PRESTITI PERSONALI FINO A 51000 EURO delle Polizze Collettive n. 5285e n. 5185 NOTA INFORMATIVA INFORMAZIONI RELATIVE ALLE IMPRESE - Cardif Assicurazioni

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

DOCTOR PIÙ EVOLUTION. Contratto di Assicurazione Malattia e Assistenza

DOCTOR PIÙ EVOLUTION. Contratto di Assicurazione Malattia e Assistenza DOCTOR PIÙ EVOLUTION Contratto di Assicurazione Malattia e Assistenza Il presente Fascicolo Informativo contenente: Nota Informativa e Glossario Condizioni di Assicurazione deve essere consegnato al Contraente

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE DELLE POLIZZE COLLETTIVE 5249/02 E 5336/03 NOTA INFORMATIVA

NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE DELLE POLIZZE COLLETTIVE 5249/02 E 5336/03 NOTA INFORMATIVA NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE DELLE POLIZZE COLLETTIVE 5249/02 E 5336/03 NOTA INFORMATIVA INFORMAZIONI RELATIVE ALLE IMPRESE CARDIF ASSICURAZIONI S.p.A., con sede legale al n 1 di Largo

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria. Salute Più. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria. Salute Più. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria Salute Più Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto Edizione 2013 1 Salute Più Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto Edizione

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO F.I.N.

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO F.I.N. FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO F.I.N. RIEPILOGO CONDIZIONI PER L ASSICURAZIONE CONVENZIONE MULTIRISCHI PER L ASSICURAZIONE INFORTUNI, LESIONI MORTE, MALATTIA, RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI, VERSO PRESTATORI

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

La malattia nel contratto collettivo nazionale di lavoro dei metalmeccanici

La malattia nel contratto collettivo nazionale di lavoro dei metalmeccanici Sintesi operative Paghe e contributi La malattia nel contratto collettivo nazionale di lavoro dei metalmeccanici a cura di Massimiliano Tavella Dottore commercialista - Cultore della materia presso la

Dettagli

Guida alle prestazioni di Assistenza sanitaria integrativa

Guida alle prestazioni di Assistenza sanitaria integrativa Guida alle prestazioni di Assistenza sanitaria integrativa Part Time settore Terziario ENTE DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE DEL COMMERCIO, DEL TURISMO E DEI SERVIZI Servizio

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

Guida al Piano sanitario Guida al Piano Sanitario Fondo FASDA

Guida al Piano sanitario Guida al Piano Sanitario Fondo FASDA Guida al Piano sanitario Guida al Piano Sanitario Fondo FASDA Fondo FASDA Fondo integrativo di Assistenza Sanitaria per i Dipendenti dei servizi Ambientali 1 Per tutte le prestazioni previste dal Piano

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

COMPASS S.p.A. Personal Protection

COMPASS S.p.A. Personal Protection COMPASS S.p.A. Personal Protection CONDIZIONI GENERALI DI POLIZZA Mod. 07143 Ed. 12/2013 INFORMATIVA PRIVACY Ai sensi dell articolo 13 - Decreto Legislativo 30 Giugno 2003 n 196 in materia di protezione

Dettagli

TECNICA ASSICURATIVA LE POLIZZE CONTRO I DANNI ALLE PERSONE. Docente: Giovanni Canali

TECNICA ASSICURATIVA LE POLIZZE CONTRO I DANNI ALLE PERSONE. Docente: Giovanni Canali LE POLIZZE CONTRO I DANNI ALLE PERSONE Docente: Giovanni Canali IL CODICE CIVILE E LE POLIZZE CONTRO I DANNI ALLE PERSONE ART. 1882 cod.civ.: L assicurazione è il contratto con il quale l assicuratore

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5008/01 e n. 5250/02 (ed. Ottobre 2008)

NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5008/01 e n. 5250/02 (ed. Ottobre 2008) NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5008/01 e n. 5250/02 (ed. Ottobre 2008) N O T A I N F O R M A T I V A INFORMAZIONI RELATIVE ALLE IMPRESE Cardif Assurance Vie

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO del contratto di assicurazione sulla vita unit linked Unit Team CODICE PRODOTTO: 101 Arca Vita International Limited Business Address: 63, Fitzwilliam Square, Dublin 2,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS S.A. CARDIF ASSURANCE VIE S.A.

CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS S.A. CARDIF ASSURANCE VIE S.A. CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS S.A. e CARDIF ASSURANCE VIE S.A. POLIZZE COLLETTIVE N. 5018/01 e N. 5328/02 (data dell ultimo aggiornamento: 01.12.2010) IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTIENE: -

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

Creditor Protection Insurance

Creditor Protection Insurance CARDIF ASSURANCE VIE S.A. CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS S.A. POLIZZE COLLETTIVE N. 5027/01 e 5333/02 Creditor Protection Insurance Polizze per il Canale Non Banking (data dell ultimo aggiornamento:

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

Indicazioni per la certificazione

Indicazioni per la certificazione Il nuovo modello per la certificazione delle cause di morte: peculiarità e indicazioni per una corretta certificazione Indicazioni per la certificazione Stefano Brocco Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ. (edizione per il 730/2014)

GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ. (edizione per il 730/2014) GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ (edizione per il 730/2014) Premessa La presente GUIDA si prefigge lo scopo di dare istruzioni a tutti gli operatori dei CAF aderenti

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

Si Puo` Guida ai permessi, ai congedi e ad altre agevolazioni, per l assistenza e la cura delle persone disabili

Si Puo` Guida ai permessi, ai congedi e ad altre agevolazioni, per l assistenza e la cura delle persone disabili Si Puo` Guida ai permessi, ai congedi e ad altre agevolazioni, per l assistenza e la cura delle persone disabili 1 a cura di Maria Patrizia Sparti, Inca Cgil - Area tutela del danno alla persona Capitolo

Dettagli

ezione II NOMENCLATORE SANI.IN.VENETO

ezione II NOMENCLATORE SANI.IN.VENETO SANI.IN.VENETO ezione II NOMENCLATORE 1. Persone Assicurate L adesione al programma è rivolto a tutti i dipendenti in attività delle imprese comprese nel campo di applicazione dei CCNL e\o CCRL siglati

Dettagli

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti D.M. 12-12-2001 Sistema di garanzie per il monitoraggio dell'assistenza sanitaria. Pubblicato nella Gazz. Uff. 9 febbraio 2002, n. 34, S.O. IL MINISTRO DELLA SALUTE di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Creditor Protection Insurance

Creditor Protection Insurance BNP PARIBAS CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS Rappresentanza Generale per l Italia Creditor Protection Insurance Polizze Collettive N. 5296

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

ALLEGATO 1 ALL APPENDICE 9. NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5113 e n. 2000012 (ed.

ALLEGATO 1 ALL APPENDICE 9. NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5113 e n. 2000012 (ed. ALLEGATO 1 ALL APPENDICE 9 NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5113 e n. 2000012 (ed. 01/02/08) NOTA INFORMATIVA INFORMAZIONI RELATIVE ALLE IMPRESE - CBA Vita S.p.A.,

Dettagli

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Obblighi contributivi Calcolo dei contributi Con l instaurazione del rapporto di lavoro, sorge anche l obbligazione

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA ALLEGATO E) CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA Regione Toscana DG Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Politiche di Welfare regionale, per la famiglia e cultura della legalità, C.F.

Dettagli