Indice. Energia e Fonti Rinnovabili. Fotovoltaico: celle ed efficienza. Dalla cella singola al sistema. Effetto fotoelettrico e fotovoltaico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice. Energia e Fonti Rinnovabili. Fotovoltaico: celle ed efficienza. Dalla cella singola al sistema. Effetto fotoelettrico e fotovoltaico"

Transcript

1 Energia e Fonti Rinnovabili Almo Collegio Borromeo, Pavia, a.a corso riconosciuto dall Università degli Studi di Pavia Fotovoltaico: celle ed efficienza Lucio Claudio Andreani Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Pavia, Pavia, Italy Indice Lezione 1: Semiconduttori Cenni storici Energia dal Sole Solare termico e termodinamico Semiconduttori: bande e gap, portatori, assorbimento Semiconduttori: drogaggio, giunzione p-n Lezione 2: Celle fotovoltaiche ed efficienza Circuito equivalente e caratteristiche I-V Limiti all efficienza di conversione Celle di prima, seconda e terza generazione Considerazioni sul solare fotovoltaico 22 marzo 2012 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 2 Effetto fotoelettrico e fotovoltaico Dalla cella singola al sistema cell module Per forzare una corrente attraverso un carico in seguito alla generazione di una coppia elettrone-lacuna occorre una struttura asimmetrica giunzione p-n array system Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 3 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 4 Short-circuit current Caratteristiche I-V Circuito equivalente di una cella solare ideale Open-circuit voltage Superposition approximation (diode): ev J ( V ) = Jsc Jdark = Jsc J0( e kt 1) p n Caratteristica corrente-tensione di un diodo ideale al buio e sotto illuminazione. In prima approssimazione, la corrente totale si ottiene sommando alla corrente di buio una quantità costante, pari alla fotocorrente a circuito chiuso. In condizioni di circuito aperto: k = 0 = BT J J V ln sc oc + 1 e J0 J sc J dark V + Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 5 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 6 1

2 Massimo punto di potenza Efficienza della cella Efficienza η = Densità di potenza sviluppata al punto di lavoro Densità di potenza incidente JmVm JmVm J V J V η = = sc oc = FF sc oc Ps JscVoc Ps Ps La densità di potenza raggiunge il massimo alla tensione V m. La massima densità di potenza J m V m è data dall area del rettangolo interno. Il rettangolo esterno ha area J sc V oc. Si definisce il fill factor come FF= J m V m /(J sc V oc ). Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 7 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 8 Parametri e prestazioni di celle fotovoltaiche Indice Lezione 1: Semiconduttori Cenni storici Energia dal Sole Solare termico e termodinamico Semiconduttori: bande e gap, portatori, assorbimento Semiconduttori: drogaggio, giunzione p-n Materiali con alta V oc tendono ad avere minore J sc. Questo è dovuto al band gap del materiale semiconduttore. Lezione 2: Celle fotovoltaiche ed efficienza Circuito equivalente e caratteristiche I-V Limiti all efficienza di conversione Celle di prima, seconda e terza generazione Considerazioni sul solare fotovoltaico Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 9 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 10 Fotoconvertitore a due bande: assorbimento ed emissione banda di conduzione Efficienza quantica (spettrale) banda di valenza I fotoni con energia E<E g non possono promuovere un elettrone ad uno stato eccitato. I fotoni con E>E g possono promuovere l elettrone, ma l energia in eccesso è dissipata rapidamente come calore in quanto i portatori rilassano agli estremi della banda. Un fotone assorbito con energia E»E g produce lo stesso risultato di un fotone con energia E=E g. Per questa ragione è il flusso di fotoni incidenti (e non la densità di energia dei fotoni) che determina la fotogenerazione. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 11 QE(E)=probabilità che un fotone incidente di energia E (ovvero lunghezza d onda λ=hc/e) fornisca un elettrone al circuito esterno Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 12 2

3 Fotocorrente (senza ricombinazione) Efficienza ultima Jsc = = QE( E) = q ηc( E)(1 R( E)) a( E) bs ( E)dE 0 q QE( E) bs ( E)dE 0 ηc( E)(1 R( E)) a( E) η c (E)=efficienza di raccolta di coppie elettrone-lacuna R(E)= riflettanza della cella (con back-reflector perfetto) a(e)=probabilità di assorbimento dei fotoni QE(E)=efficienza quantica 2 2sin θ 2 b s (E)=flusso di fotoni incidenti: ( ) s E b E = 3 2 h c E exp 1 kbt θ s Tutti i fotoni con energia E>E g sono assorbiti Ogni coppia elettrone-lacuna è utilizzata alla tensione V=E g /e Efficienza quantica QE(E)=1 per E>E g Eg bs ( E)dE E 2 g 15 x Eg η = = x 4 g dx, xg = e x 1 kbts Ebs ( E)dE π xg 0 L efficienza massima si ha quando x g =2.2 N.b. T s = 5760 K k B T s 0.5 ev Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 13 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 14 Efficienza ultima (no ricombinazione) W. Shockley and H.J. Queisser, J. Appl. Phys. 32, 510 (1961) Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 15 Fotocorrente: con ricombinazione J ( V ) = q QE( E) bs ( E)dE q QE( E)( be ( E, V ) be ( E,0))dE = 0 Jsc 0 Jdark ( V ) = Jsc qv kt J0 e 1 La corrente totale è inferiore alla corrente di corto circuito di una quantità pari alla corrente di buio, legata ai processi di ricombinazione radiativa nella giunzione p-n. Per via del bilancio dettagliato, la ricombinazione radiativa non può essere eliminata l efficienza è inferiore all efficienza ultima. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 16 rec gen Fattori che limitano l efficienza J V η = m m, Ps = Ebs ( E) de Ps 0 Efficienza limite di celle fotovoltaiche secondo il principio del bilancio dettagliato Efficienza ultima: 1. I fotoni sono assorbiti solo per E>E g 2. I portatori rilassano al band edge l energia disponibile è E g Efficienza legata al bilancio dettagliato: 3. La corrente al circuito esterno è alla tensione V m l energia qv m <E g o, in maniera equivalente: 3. Una frazione dell energia assorbita è riemessa a causa della ricombinazione radiativa, secondo il principio del bilancio dettagliato. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 17 Efficienza limite come funzione del band gap per lo spettro solare AM 1.5, assieme ai gap di energia di alcuni materiali fotovoltaici. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 18 3

4 Efficienza: potenza disponibile Efficienze limite e possibili strategie di implementazione con concentrazione senza concentrazione Multijunction limit Spettro di potenza (radianza) del sole come spettro di corpo nero a 5760 K, e potenza disponibile per una cella con band gap ottimale. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 19 M. A. Green, Third Generation Photovoltaics (Springer, Berlin, 2003) Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 20 Indice Struttura di base di una cella PV di silicio Lezione 1: Semiconduttori Cenni storici Energia dal Sole Solare termico e termodinamico Semiconduttori: bande e gap, portatori, assorbimento Semiconduttori: drogaggio, giunzione p-n Lezione 2: Celle fotovoltaiche ed efficienza Circuito equivalente e caratteristiche I-V Limiti all efficienza di conversione Celle di prima, seconda e terza generazione Considerazioni sul solare fotovoltaico Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 21 Spessori tipici: n-type emitter 0.5 μm p-type base 300 μm Spessori e livelli di drogaggio sono ottimizzati in modo da massimizzare l assorbimento della luce e la raccolta dei portatori (diffusione) Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 22 Passivated Emitter Rear Locally diffused (PERL) silicon solar cell (Green 1995) Celle fotovoltaiche di silicio (wafer) Mono-crystalline silicon Poly-crystalline silicon (or multi-crystalline) Efficienza record 25% (vicino al limite teorico 29%) Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 23 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 24 4

5 Struttura di base di una cella PV di GaAs Spessori tipici: p-type emitter 0.5 μm n-type base 4 μm Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 25 Evoluzione delle celle solari 1 a generazione: celle a singola giunzione p-n basata su silicio cristallino (c-si) o policristallino, c-gaas, c-inp Rappresentano la quota predominante del mercato 2 a generazione: tecnologie a film sottile per ridurre il costo del substrato, del materiale fotoattivo o dei processi. Esempi: CdTe, CuInGaSe 2 (CIGS), silicio amorfo (a-si) e Si micromorfo tandem Stanno raggiungendo la maturazione tecnologica e aumentano rapidamente la quota di mercato 3 a generazione: celle con multipli livelli di energia e/o con soluzioni che permettono di aumentare l efficienza oltre il limite teorico per un singolo gap di energia (ad es. concentrazione). Hanno potenzialmente efficienze maggiori, ma devono ancora entrare nel mercato e mostrare i reali vantaggi Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 26 Efficienza e costo per tre generazioni di celle solari: wafers, film sottili e film sottili avanzati Celle fotovoltaiche a film sottile Silicio amorfo CdTe CIGS CuInGaSe 2 T η = 1 Earth 95% TSun 300 nm Trasparent conductor: Indium Tin Oxide (ITO) or Zinc Oxide Efficienza moduli ~ 8% (a-si/μc-si: 10%) AR coat TCO AR coat 1.5 μm ZnO nm n-cds 3-5 μm p-cdte μm μm p-cuingase p-cdte 2 passivation layer metal Mo contact glass Efficienza moduli ~ 10% Efficienza moduli ~ 12% Costi in US$ 2003 (Green 2003) Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 27 a-si CdTe CIGS on Al a-si/nc-si on steel Tutti questi materiali hanno gap diretto sono sufficienti strati sottili Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 28 Celle tandem di silicio micro-morfo (multigiunzione silicio amorfo e micro-cristallino) Roll-to-roll production Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 29 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 30 5

6 Rome Trade Fair (fiera di Roma) Aumentare l efficienza: concentrazione in combinazione con cella ad alta efficienza Tracking system 1.5 MWp PV system with triple-junction thin-film Si technology Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 31 Limiting efficiency for an ideal solar cell in AM 1.5 with concentration factor X=1000 and X=1 Multijunction cells become cost effective with concentration CPV Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 32 Multijunction/tandem cells CPV Concentration + spectral separation Simplified scheme of a 3-junction cell. The gap of each junction decreases from back to rear. Record efficiency: 418x (Solar Junction, April 2011) Installed capacity (2010): MW Need of lattice-matched c-ge substrate high cost (100x) becomes effective at high concentration Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 33 Technological routes for improving CPV: Increase number of junctions (up to 6J) Material properties, deposition, substrates, Spectral separation: optics, engineering Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 34 Efficienza di celle e moduli commerciali Distribution of photovoltaic cell production by technology, 2006 [Source: Photon International] Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 35 Nanotecnologie per il fotovoltaico Obiettivo: aumentare l efficienza delle celle a film sottile, verso o oltre il limite di Shockley-Queisser. A tale scopo si utilizzando gli effetti di confinamento quantico nelle nanostrutture di semiconduttori (quantum wells, wires, dots). 1) Utilizzare la regione dello spettro solare con hν<e g 1a) Intermediate-band level 1b) Up-conversion 2) Migliorare l utilizzo della regione spettrale con hν>e g 2a) Multiple-exciton generation 2b) Hot-carrier solar cells 2c) Down-conversion 3) Altri effetti ottici: 3a) Ridurre la riflettività (black silicon) 3b) Aumentare l assorbimento tramite risonanze plasmoniche Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 36 6

7 Aumentare l efficienza: light trapping in combinazione con celle a film sottile Randomizing rear surface Photonic crystal at rear surface Concentratori fluorescenti Tilted rear surface Solar cell Spessore micro- o submicrometrico, dell ordine della lunghezza d onda della luce visibile: nano-fotonica per il fotovoltaico Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 37 Strato polimerico con dye fluorescenti, accoppiato ad una cella ad alta efficienza incollata sul bordo Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 38 Dye-Sensitized Solar Cells (DSSC), note anche come celle fotoelettrochimiche o celle di Grätzel (1991) Efficienza di celle solari di ricerca Efficienza: 6-11% Vantaggio: costo molto basso (materiali organici) Svantaggio: stabilità nel tempo Sta iniziando la commercializzazione prospettive molto interessanti Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 39 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 40 Indice Lezione 1: Semiconduttori Cenni storici Energia dal Sole Solare termico e termodinamico Semiconduttori: bande e gap, portatori, assorbimento Semiconduttori: drogaggio, giunzione p-n Lezione 2: Celle fotovoltaiche ed efficienza Circuito equivalente e caratteristiche I-V Limiti all efficienza di conversione Celle di prima, seconda e terza generazione Considerazioni sul solare fotovoltaico Consumo di energia primaria World primary energy demand in the reference scenario (Mtoe) IEA World Energy Outlook, 2008 (n.b. 1 Toe=11.63 MWh) 80.9% Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 41 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 42 7

8 Generazione di energia elettrica, 2006 All data in TWh World* EU* Italy** Coal Oil Gas Nuclear Hydro Renewables (excl. hydro) Biomass and waste Wind Geothermal Solar 4 2 <0.1 Total Energy/person/day *IEA World Energy Outlook, 2008 **Elab. Terna+GSE Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 43 Unione Europea: la direttiva Il Parlamento Europeo ha approvato a fine 2008 il pacchetto clima-energia volto a conseguire gli obiettivi che l'ue si è fissata per il 2020: ridurre del 20% le emissioni di gas a effetto serra (rispetto al 1990); portare al 20% il risparmio energetico; aumentare al 20% il consumo di energia da fonti rinnovabili (per l Italia l obiettivo nazionale è del 17%) rispetto all energia primaria. Il pacchetto comprende provvedimenti sul sistema di scambio di quote di emissione e sui limiti alle emissioni delle automobili. Considerando i consumi di energia dei 4 settori (industria, trasporto, riscaldamento, elettricità), la produzione di energia elettrica dovrà provenire per almeno il 35-40% da fonti rinnovabili. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 44 Solare fotovoltaico: alcune questioni importanti Potenza installata vs. energia prodotta (intermittenza) Filiera industriale e disponibilità di materiali Resa energetica e payback time Impatto ambientale (produzione di gas serra) Spazio necessario (densità di potenza) Costi: verso la grid parity Potenza installata La potenza installata, misurata in Wp (Watt-picco), rappresenta la potenza prodotta dai moduli fotovoltaici sotto condizioni standard di illuminazione: spettro AM 1.5, radianza 1000 W/m 2, T=25 C. Ad esempio, 1 kwp (o 1 kw installato) produce un kilo-watt di potenza quando le celle sono illuminate con spettro AM 1.5 di radianza totale 1000 W/m 2. La potenza installata dipende dall efficienza della cella: ad esempio, 1m 2 di celle con efficienza 12.5% produce 125 Watt in condizioni standard di illuminazione ed equivale a 125 Wp installati. Con questa efficienza, un 1 kwp richiede 8 m 2 di celle. La potenza installata non dipende dall irraggiamento (e quindi dalla posizione geografica) e non tiene conto dell effetto di intermittenza della radiazione solare. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 45 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 46 Energia prodotta Irraggiamento solare annuo (Italia) L energia prodotta da un impianto fotovoltaico dipende non solo dalla potenza installata ma anche da una serie di fattori: 1. L orientazione dei moduli rispetto al sole. Nell emisfero boreale l orientazione ottimale è a sud. 2. L angolo di inclinazione rispetto al piano orizzontale: l angolo ottimale dipende dalla latitudine, in Europa è fra 30 e 37 gradi. 3. L eventuale ombreggiamento dell impianto, anche solo in certe ore del giorno. 4. L irraggiamento medio sul sito, ossia gli effetti di intermittenza. Nel seguito assumiamo condizioni ottimali per quanto riguarda i punti 1-3 ed esaminiamo l effetto dell irraggiamento medio. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 47 Milano: 1376 kwh/m 2 /y Roma: 1522 kwh/m 2 /y Trapani: 1639 kwh/m 2 /y Vedi Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 48 8

9 Energia prodotta - esempio Quanta energia produce un impianto da 1 kwp in un anno? Spettro standard Milano (media) Trapani (media) Radianza (W/m 2 ) Irraggiamento annuo (kwh/m 2 ) Energia prodotta (kwh) Un impianto da 1 kwp produce in un anno una energia pari all irraggiamento totale, espresso in kwh/m 2 /y. Questo numero si riferisce all uscita dai moduli in corrente continua. L energia in corrente alternata è ottenuta moltiplicando per l efficienza complessiva del sistema, in genere fra 0.75 e 0.85 (collegamenti, inverter, : si parla di BOS-Balance of System). Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 49 Potenza installata ed energia prodotta: Italia In sostanza, 1 kwp produce circa: 1032 kwh all anno a Milano ( kwh/y) 1229 kwh all anno a Trapani ( kwh/y) In Italia, gli impianti fotovoltaici installati e connessi alla rete (grid-connected) hanno raggiunto la capacità complessiva di GWp al 20 marzo 2012 (vedi il sito del gestore elettrico nazionale: [rispetto a 1 GW nel 2010!!] Pertanto, il fotovoltaico attualmente installato in Italia può produrre in un anno una energia dell ordine di 15 TWh. Questo valore rappresenta quasi il 5% dell energia elettrica consumata in Italia nel 2004 (321 TWh). Il costo annuo degli incentivi è di 5.6 G (pagato con un extracosto di /kwh in bolletta) Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 50 Cumulative installed PV capacity in EU 27 & world mind the derivative MW Il tasso annuo di crescita è compreso fra il 24% e il 39%. Fonte: EPIA Set for 2020 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 51 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 52 World-wide PV Production 2009 and planned production capacity increases Thin-film solar PV technologies Market shares 2010 [Poli-Mi, Dip. Ingegneria Gestionale, Solar Energy Report 2011] Actual and planned PV production capacities [JRC EU PV report 2010] Source: JRC EU PV report 2010 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 53 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 54 9

10 Il trend è di crescita è notevole Fotovoltaico: filiera industriale (poly-si, c-si) Un tasso di crescita del 39% annuo corrisponde ad un raddoppio in poco più di 2 anni, ovvero ad un aumento di un fattore 10 in 7 anni. Un tasso di crescita del 26% annuo corrisponde a un tempo di raddoppio di 3 anni, ovvero ad un aumento di un fattore 10 in 10 anni. Attualmente la capacità di generazione fotovoltaica installata in Europa produce circa il 2% della domanda di energia elettrica. Lo studio Set for 2020 della EPIA (European Photovoltaic Industry Association) mostra che, negli scenari business as usual e policy driven (ossia con sostegno attivo di opportune politiche), nel 2020 il fotovoltaico può arrivare a coprire il 6-12% del fabbisogno di energia elettrica di EU 27 ( TWh prodotti, GWp installati). Questo è il primo passo per una ulteriore penetrazione nel mercato. Ma ci sono limiti fisici allo sviluppo del fotovoltaico su larga scala? Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 55 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 56 Produzione di silicio Abbondanza degli elementi sulla crosta terrestre 1) Silicio metallurgico (puro al 98-99%): reazione della silice con il carbone at alta temperatura SiO 2 + C Si + CO 2 2) Purificazione chimica: distillazione di composti del silicio (triclorosilano, tetracloruro di silicio) seguita da reazioni ad alta temperatura SiCl Zn Si + 2 ZnCl 2 (metodo DuPont, non più in uso) 2 HSiCl 3 Si + 2 HCl + SiCl 4 (metodo Siemens) Il silicio prodotto con questi processi o altri simili è chiamato polysilicon e ha un grado di purezza molto elevato (impurezze <10-9 ). Il silicio monocristallino (lingotti) viene poi ottenuto con il metodo Czokralski. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 57 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 58 Elementi: abbondanza e produzione Quanto silicio serve per le celle solari? Elemento Oxygen Silicon Aluminum Iron Cadmium Tellurium Simbolo O Si Al Fe Cd Te Abbondanza relativa 47% 28% 8% 5% ppm ppm Produzione annuale (Tons) n.b. ordine di grandezza metallurgical grade electronic grade solar grade N.b. La densità del silicio è 2.33 g/cm 3 Celle di silicio cristallino: Assumendo 8 m mm/kwp 4 cm 3 / Wp si ottiene circa 10 g di silicio / Wp (Watt installato) Assumendo che 1 Wp produca 25 kwh (25 anni) si ottiene circa 0.4 g di Silicio / kwh prodotto Celle di silicio a film sottile: questi numeri si riducono di 2-3 ordini di grandezza Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 59 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 60 10

11 Payback time Energy payback times for range of PV systems (rooftop system, irrad resp kwh/m2/year). Source: EPIA Resa energetica Poiché la durata di un impianto fotovoltaico è di almeno 25 anni, la resa energetica ossia il rapporto fra l energia prodotta complessivamente dalla cella e l energia spesa per costruirla è data da: Resa energetica > 25 / payback time (years) Ad esempio, per una cella di silicio multicristallino, la resa energetica è circa 8 nel Nord-Europa e circa 14 nel Sud-Europa. Per una cella a film sottile, la resa energetica è circa 17 nel Nord-Europa e circa 28 nel Sud-Europa. Il payback time è il tempo in cui una cella solare produce una energia pari a quella spesa per la sua costruzione. È compreso fra 0.8 e 3.5 anni, a seconda della tecnologia e dell irraggiamento locale. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 61 una cella fotovoltaica produce molta più energia di quella spesa per la sua costruzione Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 62 Impatto ambientale: gas serra (EPIA 2010) Greenhouse gases (grams of CO 2 -equivalent per kwh) Photovoltaics Le emissioni di gas serra associate ad una cella solare sono legate principalmente all energia spesa nei processi per la sua fabbricazione, e sono ridotte rispetto alla stessa energia prodotta da combustibili fossili di un rapporto pari alla resa energetica della cella stessa. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 63 Impatto ambientale: tossicità Le celle fotovoltaiche basate su silicio (cristallino, policristallino o amorfo) non hanno nessun problema di tossicità. Le celle a film sottile (CdTe, CuInGaSe 2, DSSC) contengono minime quantità di materiali. Le celle basate su CdTe hanno un potenziale problema di tossicità. Il Cadmio libero è fortemente tossico. Il CdTe è stabile e non tossico, ma può liberare Cadmio ad es. in caso di incendio. Le celle di CdTe vengono ritirate a fine ciclo per smaltimento controllato (First Solar). In futuro potrà essere previsto il ritiro di tutte le celle PV a fine ciclo, anche per riutilizzare i materiali e ridurre i costi. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 64 Solare fotovoltaico: quanta superficie serve? (Italia) Ipotesi:Irraggiamento totale annuo = 1400 kwh/m 2 efficienza pannelli fotovoltaici=12.5% consumo annuale di energia (2006) 320 TWh= kwh trascuriamo le perdite di Balance of System In 1 m 2 di pannelli si producono =175 kwh Per produrre 320 TWh servono m 2 =1 830 km 2 La superficie dell Italia è di km 2 occorre utilizzare il 0.6% del territorio Spazio disponibile: tetti+facciate 1000 km 2 terreni incolti o a scarso rendimento (foraggere) km 2 occorre utilizzare il 3.3% dei terreni incolti Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 65 Costi del fotovoltaico: la grid parity La grid parity è un insieme di condizioni economiche caratterizzate dalla coincidenza del costo del Kilowattora di energia prodotta dal fotovoltaico, in assenza di incentivi, con il costo del Kilowattora prodotto da fonti convenzionali. La grid parity dipende dal costo dell energia fotovoltaica (irraggiamento annuo, efficienza dei moduli e costo/m 2, efficienza complessiva, extra-costi) e dal costo dell energia convenzionale (mercato energetico globale e nazionale, tipo di utente, fasce orarie ). Nel valutare i dati da varie fonti occorre fare attenzione alla distinzione fra costo (di produzione) e prezzo (di vendita): bisogna confrontare costo costo o prezzo prezzo [... e occhio all IVA!] Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 66 11

12 Quanto costa 1 kwh di energia fotovoltaica? Assumiamo: costo impianto = / kwp: equivalente a 625/m 2 con efficienza del 12.5%, ovvero 8 m 2 per 1 kwp irraggiamento annuo 1600 kwh/m 2 (Sardegna) fattore di efficienza complessiva 0.75 (BOS-Balance of System) durata impianto 25 anni Un impianto da 1 kwp produce quindi kwh= kwh nel suo ciclo complessivo. Il costo di 1 kwh è: 5000 / kwh=0.167 /kwh N.b. il costo dell impianto è sovrastimato. D altra parte non stiamo tenendo conto di: manutenzione, assicurazione, cali di efficienza (costo +20% in tutto) e dei costi di installazione. I due effetti tendono a compensarsi. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 67 Sud Italia Nord Italia Sud Germania Nord Germania Dipendenza dal sito Irraggiamento annuo (kwh/m 2 ) ~ 1600 ~ 1400 ~ 1200 ~ 1000 Costo per kwh ( ) Il costo dell energia fotovoltaica dipende fortemente dal costo per kw installato (ovvero dall efficienza dei moduli e dal prezzo), ed inoltre dall irraggiamento annuo che varia a seconda del sito di installazione. I VALORI QUI RIPORTATI SONO STIME, ASSAI DISCUTIBILI. Invece sono certamente validi gli andamenti in funzione del sito. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 68 Costo e prezzo Attenzione, questi valori vanno confrontanti non con il costo di produzione dell energia elettrica (circa 0.06 /kwh con centrali a turbo-gas) ma con il prezzo di vendita sul mercato. Il prezzo del kwh in Italia per clienti residenziali varia da circa 0.12 a 0.18 /kwh. Questi calcoli dipendono molto dalle ipotesi di partenza e sono discutibili. Tuttavia permettono di arrivare a due conclusioni: Attualmente l energia solare fotovoltaica ha in media un costo decisamente superiore a quello dell energia elettrica da rete (grid electricity): il mercato del fotovoltaico si sostiene grazie agli incentivi nei vari Paesi. Nelle regioni più soleggiate (sud-europa), la parità dei costi non è lontana. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 69 PV module price experience curve since 1976 ($/W) (fonte: EPIA Set for 2020) Curva di apprendimento: il costo dei moduli si riduce del 22% ogni volta che la produzione complessiva raddoppia. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 70 Verso il 2020 Verso la grid parity Se i costi dell energia fotovoltaica continueranno a ridursi seguendo la curva di apprendimento storica, un tasso di crescita annuo del 26% (tempo di raddoppio ogni 3 anni) implica una riduzione dei costi del 7% all anno il costo del kwh solare si ridurrebbe di quasi un fattore 2 in 10 anni. In questo scenario, il costo dell energia solare diventerebbe competitivo con quello dell energia elettrica da rete in buona parte dell Europa, permettendo una ulteriore crescita del mercato in assenza di incentivi. La grid parity può essere vicina! Fonte: Stephen O Rourke/Deutsche Bank, indiretta Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 71 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 72 12

13 Grid parity: redditività dell investimento fonte: Poli-Mi, Dip. Ingegneria Gestionale, Solar Energy Report 2009 Impianto da 3 kw Impianto da 200 kw, scambio sul posto Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 73 Il decreto sugli incentivi al fotovoltaico (4 conto energia) Ministeri dello Sviluppo Economico e dell Ambiente, 5 maggio 2011 Obiettivi: incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici (tradizionali, a concentrazione, integrati) Allineamento graduale delle tariffe ai costi delle tecnologie, in linea con altri paesi EU (Germania), dando stabilità e certezze al mercato Incentivi a scalare (décalage), giugno 2011-dicembre 2016 Differenziati per potenza degli impianti (da 1 a 3 kw fino a > 5 MW). Ulteriori incentivi per impianti con tecnologia UE. Obiettivi annuali di potenza installata, ulteriore riduzione degli incentivi in caso di superamento. Costo annuo cumulato a regime: 6-7 G (~0.02 /kwh in bolletta) Obiettivo nazionale per il 2016: potenza installata 23 GW (~42% potenza di picco, ~9% energia prodotta) Previsione di raggiungimento della grid parity nel 2017 Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 74 Tariffa ( /kwh) Incentivi: il décalage Ministeri dello Sviluppo Economico e dell Ambiente, 5 maggio autoconsumo kW < P < 3kW 3kW < P < 20 kw 20 kw < P < 200 kw 200 kw < P < 1 MW 1 MW < P < 5 MW 5 MW < P Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 75 Conclusioni: tecnologie e limiti fisici Il fotovoltaico è caratterizzato dall esistenza di diverse tecnologie: Silicio cristallino e policristallino Film sottili (a-si, CdTE, CIGS, tandem a-si/μm-si e nc-si Multigiunzioni III-V con concentrazione Celle DSSC, celle solari organiche. Uno dei suoi punti di forza è costituito dalla competizione di diverse tecnologie sul mercato, assieme alla possibilità di installare sistemi di taglia molto diversa (1-3 kw fino a MW). Il potenziale dell energia solare è molto superiore ai consumi. L impatto ambientale (gas serra) è molto inferiore a quello dei combustibili fossili. Lo sviluppo del fotovoltaico è attualmente limitato dai costi, con necessità di incentivi. La grid parity potrebbe essere raggiunta fra pochi anni. In prospettiva, l uso dello spazio e la disponibilità di materiali (almeno per certe tecnologie) potranno diventare fattori rilevanti. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 76 Conclusioni: gli andamenti verso il 2020 Il mercato del solare fotovoltaico cresce a ritmi molto sostenuti con una parallela riduzione dei costi, in particolare nel film sottile. Entro il 2020 l energia prodotta dal fotovoltaico potrebbe dare un contributo significativo all energia elettrica prodotta in Europa (6-12%) e U.S.A. Entro il 2020 la grid parity potrebbe essere raggiunta nella maggior parte dell Europa e degli USA, permettendo una ulteriore crescita del mercato in assenza di incentivi. Questo scenario è possibile (non vi sono limiti fisici) ma richiede forte sostegno politico e sociale, con scelte appropriate, e uso degli spazi potenziali. I prossimi 5-10 anni saranno decisivi. Target italiani: 23 GW (9% energia elettrica) nel 2017, grid parity Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia oltre il 2020? Le celle di prima generazione basate su silicio cristallino e policristallino (wafer) potrebbero incontrare limiti materiali (produzione del silicio) e di riduzione dei costi, lasciando la quota maggiore del mercato alle celle di seconda generazione a film sottile. Altre tecnologie di terza generazione potrebbero nel frattempo entrare nel mercato in misura rilevante. Lo sviluppo parallelo di tecnologie diverse da parte di una pluralità di soggetti dovrebbe continuare a sostenere la crescita del settore, risolvendo i bottleneck nelle varie fasi della filiera. Con l aumento della quota di energia fotovoltaica diventeranno rilevanti altre questioni e sviluppi tecnologici: picchi di produzione, interconnessioni (smart-grid), storage energetico. La soluzione di questi problemi richiederà un grande sforzo di ricerca e investimenti nelle infrastrutture energetiche. Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 78 13

14 Riferimenti: testi J. Nelson, The Physics of Solar Cells (Imperial College Press, 2003) P. Würfel, Physics of Solar Cells, 2 nd ed. (Wiley-VCH, Weinheim, 2009) M. A. Green, Third-Generation Photovoltaics (Springer, 2003) L. Maugeri, Con tutta l energia possibile (Sperling & Kupfer, 2008) F. Seitz, N.G. Einspruch, La storia del silicio (Bollati- Boringhieri, 1998) Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 79 Fonti International Energy Agency [1] European Commission Energy [2] Eur. Comm., Joint Research Center [3] European PV Industry Association [4] Dip. Ingegneria Gestionale, Poli-MI [5] Min. Sviluppo Economico [6] Gestore Elettrico Nazionale Irraggiamento comuni italiani U.S. DOE, Nat. Renew. Energy Lab. [1] IEA World Energy Outlook 2008 [2] ITALIA Scheda descrittiva Combinazione energetica [3] EC JRC PV Status Report 2010, 2011 [4] EPIA Set for 2020 report [5] Solar Energy Reports 2009, 2011 [6] Decreto Interministeriale sugli incentivi al fotovoltaico, 5 maggio 2011 qualche volta Wikipedia ma non fidatevi dei dati! Fotovoltaico: celle ed efficienza - Lucio Andreani - Dipartimento di Fisica "A. Volta" - Università di Pavia 80 14

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

ENERGIE RINNOVABILI FOTO VOLTAICO

ENERGIE RINNOVABILI FOTO VOLTAICO ENERGIE RINNOVABILI FOTO VOLTAICO INDICE DEI CONTENUTI 00. PREMESSA...3 01. L AMBIENTE...4 02. SALVAGUARDARE L AMBIENTE...5 03. L ENERGIA...6 04. FONTI DELL ENERGIA ELETTRICA...7 05. FOTO VOLTAICO...8

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

Cos è il fotovoltaico?

Cos è il fotovoltaico? Cos è il fotovoltaico? Il termine fotovoltaico si spiega (quasi) da solo: è composto dalla parola greca phos (=luce) e Volt (=unitá di misura della tensione elettrica). Si tratta dunque della trasformazione

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Quaderni di applicazione tecnica N.10 Impianti fotovoltaici

Quaderni di applicazione tecnica N.10 Impianti fotovoltaici Quaderni di applicazione tecnica N.10 Quaderni di Applicazione Tecnica Indice Introduzione... 4 1 Generalità sugli impianti fotovoltaici... 5 1.1 Principio di funzionamento... 5 1.2 Energia del sole...

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA Prof. Federico Rossi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Polo Scientifico Didattico di Terni PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI DLgs 16 marzo 1999 n. 79 (Decreto Bersani):

Dettagli

ESPERIENZA N 8: UNA CELLA SOLARE CASALINGA PROPRIETÀ E APPLICAZIONI:

ESPERIENZA N 8: UNA CELLA SOLARE CASALINGA PROPRIETÀ E APPLICAZIONI: ESPERIENZA N 8: UNA CELLA SOLARE CASALINGA PROPRIETÀ E APPLICAZIONI: La cella solare è un spositivo per la trasformazione energia luminosa in energia elettrica. L applicazione più nota questi tipi spositivi

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

REALIZZAZIONE DI N 3 IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE

REALIZZAZIONE DI N 3 IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Comune di CELLE LIGURE (SV) REALIZZAZIONE DI N 3 IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE MAGAZZINO PALAZZETTO TRIBUNA PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE GENERALE Impianto: Impianto

Dettagli

RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE. Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale

RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE. Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale Università di Torino - Italia RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE Stefano Bechis Francesco Marangon

Dettagli

Teoria quantistica della conduzione nei solidi e modello a bande

Teoria quantistica della conduzione nei solidi e modello a bande Teoria quantistica della conduzione nei solidi e modello a bande Obiettivi - Descrivere il comportamento quantistico di un elettrone in un cristallo unidimensionale - Spiegare l origine delle bande di

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica Correnti e circuiti a corrente continua La corrente elettrica Corrente elettrica: carica che fluisce attraverso la sezione di un conduttore in una unità di tempo Q t Q lim t 0 t ntensità di corrente media

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

1. Diodi. figura 1. figura 2

1. Diodi. figura 1. figura 2 1. Diodi 1.1. Funzionamento 1.1.1. Drogaggio 1.1.2. Campo elettrico di buil-in 1.1.3. Larghezza della zona di svuotamento 1.1.4. Curve caratteristiche Polarizzazione Polarizzazione diretta Polarizzazione

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

I CIRCUITI ELETTRICI

I CIRCUITI ELETTRICI I CIRCUITI ELETTRICI Ogni dispositivo elettronico funziona grazie a dei circuiti elettrici. Le grandezze che descrivono un circuito elettrico sono: l intensità di corrente elettrica (i), cioè la carica

Dettagli

fotovoltaico chiavi in mano

fotovoltaico chiavi in mano chiavi in mano 1 Tetto a falda - silicio monocristallino ad altissima efficienza / disponibile da 1 a 20KWp I moduli fotovoltaici più efficienti al mondo (19,5%) ed inverters di stringa SUNPOWER garantiti

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR)

PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR) PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR) RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA 0 PREMESSA... 2 1 IDENTIFICAZIONE DELLA TIPOLOGIA D IMPIANTO... 3 2 COMPONENTI

Dettagli

Per confronto, un 1kg di un combustibile rinnovabile come una biomassa legnosa può in genere contenere 4.2kWh.

Per confronto, un 1kg di un combustibile rinnovabile come una biomassa legnosa può in genere contenere 4.2kWh. Guida del principiante sull Energia e la Potenza L'articolo presentato da N Packer, Staffordshire University, UK, febbraio 2011. Energia L'energia è la capacità di fare lavoro. Come spesso accade, le unità

Dettagli

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili «Pas du pétrole mais des idées..» Lucio IPPOLITO Fisciano, 12 maggio 2011 L. IPPOLITO 2011

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

Le fonti rinnovabili in Italia

Le fonti rinnovabili in Italia Le fonti rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa LEGAMBIENTE - Comuni rinnovabili 2010 Roma, 23 marzo 2010 www.gse.it 2 Indice Le attività del Gestore dei Servizi Energetici

Dettagli

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014 AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager Novembre 2014 AZZEROCO 2 AzzeroCO 2 è una società di consulenza energetico-ambientale creata da Legambiente, Kyoto

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE Alessandro Clerici Chairman Gruppo di Studio WEC «World Energy Resources» Senior Corporate Advisor - CESI S.p.A. ATI--MEGALIA Conferenza

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ENERGIA FOTOVOLTAICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ENERGIA FOTOVOLTAICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ENERGIA FOTOVOLTAICA 22 3 sommario L energia...................................................... 3 Energia dal sole................................................. 4 Quanta energia?..................................................

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

Progetto Obiettivo Ambiente, Risparmio Energetico Ed Energie Alternative G.A.I.A.

Progetto Obiettivo Ambiente, Risparmio Energetico Ed Energie Alternative G.A.I.A. Progetto Obiettivo Ambiente, Risparmio Energetico Ed Energie Alternative G.A.I.A. Scenario tecnico ed economico sulla produzione di energia da Fonti Rinnovabili Relatore Ing. Francesco Matera Realizzato

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

FUNZIONAMENTO DI UN BJT

FUNZIONAMENTO DI UN BJT IL TRANSISTOR BJT Il transistor inventato nel 1947, dai ricercatori Bardeen e Brattain, è il componente simbolo dell elettronica. Ideato in un primo momento, come sostituto delle valvole a vuoto per amplificare

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015

DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015 DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015 ESERCIZIO 1 (DE,DTE) Un transistore bipolare n + pn con N Abase = N Dcollettore = 10 16 cm 3, µ n = 0.09 m 2 /Vs, µ p = 0.035 m 2 /Vs, τ n = τ p = 10 6 s, S=1

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

GUIDA AL FINE VITA DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

GUIDA AL FINE VITA DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI GUIDA AL FINE VITA DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia Indice Introduzione 3 Tecnologie fotovoltaiche 4 Tipologie di impianti 11 Rilevanza economica e ambientale

Dettagli

Innovazione e investimenti in campo energetico. Le strategie ed i finanziamenti regionali per le imprese piemontesi

Innovazione e investimenti in campo energetico. Le strategie ed i finanziamenti regionali per le imprese piemontesi Innovazione e investimenti in campo energetico Le strategie ed i finanziamenti regionali per le imprese piemontesi Sommario Considerazioni sulle peculiarità del sistema energetico Italiano e Piemontese

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

La ricetta italiana. Le proposte degli Amici della Terra in occasione dell iniziativa del Governo:

La ricetta italiana. Le proposte degli Amici della Terra in occasione dell iniziativa del Governo: AMICI DELLA TERRA ITALIA www.amicidellaterra.it La ricetta italiana Le proposte degli Amici della Terra in occasione dell iniziativa del Governo: Verso Parigi 2015. Gli Stati generali dei cambiamenti climatici

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità

RISORSE ENERGETICHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità 25 Gennaio 2012, Roncegno Terme Workshop: la micro-cogenerazione con celle a combustibile SOF e i progetti in corso in Italia RISORSE ENERGETIHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità Omar

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio.

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Un complesso avvio delle policy di sostegno alle rinnovabili La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Inefficace

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48 00144 Roma www.isprambiente.gov.it

ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48 00144 Roma www.isprambiente.gov.it Informazioni legali L istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e le persone che agiscono per conto dell Istituto non sono responsabili per l uso che può essere fatto delle informazioni

Dettagli

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa ALTHESYS Presentazione IREX Annual Report 2013 GSE Roma, 18 aprile 2013 Non solo energia elettrica INDICE

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria Quale frequenza di lavoro scegliere Geometria del pezzo da trattare e sue caratteristiche elettromagnetiche

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Le pompe di calore II

Le pompe di calore II Le pompe di calore II G.L. Morini Laboratorio di Termotecnica Dipartimento di Ingegneria Energetica, Nucleare e del Controllo Ambientale Viale Risorgimento 2, 40136 Bologna COP medio effettivo: SCOP COP

Dettagli

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Ing. Andrea Zanobini Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t;

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t; CAPITOLO CIRCUITI IN CORRENTE CONTINUA Definizioni Dato un conduttore filiforme ed una sua sezione normale S si definisce: Corrente elettrica i Q = (1) t dove Q è la carica che attraversa la sezione S

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj 61- Quand è che volumi uguali di gas perfetti diversi possono contenere lo stesso numero di molecole? A) Quando hanno uguale pressione e temperatura diversa B) Quando hanno uguale temperatura e pressione

Dettagli

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante Circuiti Elettrici Schema riassuntivo Leggi fondamentali dei circuiti elettrici lineari Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante La conseguenza

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili

Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili Le risorse energetiche e il futuro delle rinnovabili Prof. Paolo Redi Solar Energy Italia S.p.A. Prato Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni- Facolt dingegneria Universit di Firenze Dopo la crisi

Dettagli

Audit sulle fonti di energia rinnovabile in Sardegna

Audit sulle fonti di energia rinnovabile in Sardegna Unione Europea REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Audit sulle fonti di energia rinnovabile in Sardegna - Stato dell arte e prospettive delle energie rinnovabili in Sardegna - Dicembre 2008 REDATTORI: Situazione

Dettagli

Tecnologia dei moduli

Tecnologia dei moduli Informazione tecnica Tecnologia dei moduli Gli inverter SMA offrono la soluzione adatta per ogni modulo Contenuto Oltre ai moduli FV in silicio cristallino si fanno costantemente largo sul mercato nuove

Dettagli

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione 1. L elettrone ha una massa di 9.1 10-31 kg ed una carica elettrica di -1.6 10-19 C. Ricordando che la forza gravitazionale

Dettagli

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Edizione n.1 Marzo 2012 - 1 - INDICE GENERALE 1 Premessa... - 7-2 Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)... - 8-2.1 Principi generali della... - 8 - Box:

Dettagli

LEZIONE 5 Interazione Particelle Cariche-Materia

LEZIONE 5 Interazione Particelle Cariche-Materia LEZIONE 5 Interazione Particelle Cariche-Materia Particelle alfa Le particelle alfa interagiscono intensamente con la materia attraverso collisioni/interazioni che producono lungo la traccia una elevata

Dettagli

IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 540kWp DA REALIZZARSI A RESANA (TV)

IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 540kWp DA REALIZZARSI A RESANA (TV) IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 540kWp DA REALIZZARSI A RESANA (TV) Individuazione del sito di installazione Il sito individuato per la realizzazione dell Impianto Fotovoltaico si trova nel Comune

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Mediante il derating termico l inverter riduce la propria potenza per proteggere i propri componenti dal surriscaldamento. Il presente

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE Fattori di impatto ambientale Un sistema fotovoltaico non crea un impatto ambientale importante, visto che tale tecnologia è utilizzata per il risparmio energetico. I fattori

Dettagli

Scenari ENEA per la Strategia Energetica Nazionale: metodologie e problemi

Scenari ENEA per la Strategia Energetica Nazionale: metodologie e problemi Scenari ENEA per la Strategia Energetica Nazionale: metodologie e problemi Maria Rosa Virdis ENEA - Unità Centrale Studi e Strategie Università Bocconi - Milano, 5 Dicembre 2012 1 SOMMARIO Le attività

Dettagli

Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma

Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma Energia dal sole Pannelli solari e sistemi fotovoltaici

Dettagli

Segni 2020 Sustainable Energy Action Plan

Segni 2020 Sustainable Energy Action Plan Segni 2020 Sustainable Energy Action Plan Piano d azione per l energia sostenibile (immagine di copertina) Bozza 1 Documento approvato con Delibera del Consiglio Comunale n del del : /12/2012. Il documento

Dettagli

SISTEMIFOTOVOLTAICI.COM

SISTEMIFOTOVOLTAICI.COM SISTEMIFOTOVOLTAICI.COM ASPETTI TECNICI ED ECONOMICI DELLA TECNOLOGIA FOTOVOLTAICA Ing. Salvatore Castello ENEA 2 I DISPOSITIVI FOTOVOLTAICI La cella fotovoltaica La conversione della radiazione solare

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro

Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro Prof.ssa Grazia Maria La Torre è il seguente: Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro SORGENTE SISTEMA DISPERSIVO CELLA PORTACAMPIONI RIVELATORE REGISTRATORE LA SORGENTE delle radiazioni elettromagnetiche

Dettagli

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO Mariano Paganelli Expert System Solutions S.r.l. L'Expert System Solutions ha recentemente sviluppato nuove tecniche di laboratorio

Dettagli

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI di Gaetano Cacciola 1 Secondo il World Energy Outlook (WEO) 2007, dell Agenzia Internazionale dell Energia, l aumento dei consumi

Dettagli

Cave 2020 Sustainable Energy Action Plan

Cave 2020 Sustainable Energy Action Plan Cave 2020 Sustainable Energy Action Plan Piano d azione per l energia sostenibile (immagine di copertina) Bozza in consultazione 1 Documento approvato con Delibera del Consiglio Comunale n del /12/2012.

Dettagli

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO Relazione tecnica alla deliberazione 20 dicembre 2012, 570/2012/R/efr Mercato di incidenza:

Dettagli