Ordinanze n Richiesta di Contributo per la Ricostruzione. Pieve di Cento 17 Gennaio 2013

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ordinanze n Richiesta di Contributo per la Ricostruzione. Pieve di Cento 17 Gennaio 2013"

Transcript

1 Ordinanze n Richiesta di Contributo per la Ricostruzione Pieve di Cento 17 Gennaio 2013

2 Cos è la Richiesta di Contributo per la Ricostruzione (R.C.R.)? La R.C.R. costituisce contestualmente: Comunicazione di inizio lavori Richiesta di contributo La R.C.R.: costituisce titolo abilitativo per i soli lavori strutturali connessi agli eventi sismici permette di iniziare anche lavori eccedenti ai danni dovuti al sisma (esclusi dal contributo); in questo caso non costituisce titolo edilizio: entro 60 giorni dall accettazione dell istanza R.C.R. i soggetti interessati dovranno presentare il titolo abilitativo edilizio (C.I.L., S.C.I.A o P.d.C.) all U.R.Si.

3 Per quali immobili può essere presentata l istanza R.C.R.? Ordinanza n. 29 Esiti B o C Immobili resi inagibili, temporaneamente e/o parzialmente, con Ordinanza Sindacale emessa: a seguito di scheda AEDES con esito B o C in assenza di scheda AEDES, purché il contenuto dell Ordinanza permetta chiaramente di classificare l inagibilità come B o C Ordinanze n. 51 e n. 86 Esiti E 0 E 1 E 2 E 3 Immobili che hanno subito danni significativi (esito E 0 ovvero E leggere ) o gravi (esito E 1 E 2 E 3 ovvero E pesanti ) e siano stati dichiarati inagibili con Ordinanza Sindacale emessa: a seguito di scheda AEDES con esito E in assenza di scheda AEDES, purché il contenuto dell Ordinanza classifichi l immobile completamente inagibile La verifica se l edificio dichiarato inagibile rientri o meno nei livelli operativi E0,E1,E2 o E3 compete al tecnico incaricato della redazione del progetto, secondo quanto stabilito dalle ordinanze stesse. Pertanto l Ordinanza Sindacale di inagibilità, è lo strumento fondamentale per poter richiedere il contributo.

4 CASI PARTICOLARI: E possibile declassare l esito da E a B/C attraverso una perizia asseverata dal tecnico incaricato del progetto,in questo caso NON verrà emessa una nuova ordinanza. E possibile innalzare l esito da B/C a E attraverso una perizia redatta dal tecnico che verifichi l effettivo livello di danno e proponga al Comune il riesame dell esito al fine di pervenire alla nuova classificazione, in questo caso verranno emesse una scheda AeDES e/o una nuova ordinanza sindacale.

5 Chi può presentare la domanda? Proprietari o usufruttuari o i titolari di diritti reali di garanzia di unità immobiliari dell edificio in cui è presente almeno un unità immobiliare destinata ad abitazione a titolo principale o ad attività produttiva in esercizio alla data del 20 maggio Per abitazione a titolo principale si intende quella ove risiede anagraficamente un soggetto tra: il proprietario stesso - l usufruttuario - il titolare dei diritti reali di garanzia - l affittuario con contratto di locazione registrato il comodatario soci di cooperative a proprietà indivisa. La richiesta di contributo può essere presentata anche per unità immobiliari inagibili che al 20 maggio 2012 NON erano destinate ad abitazione principale o ad attività produttiva in esercizio. In questo caso il contributo sarà inferiore. Nel caso di condomini l intestatario della richiesta di contributo sarà l amministratore del condominio stesso oppure, nel caso di edifici costituiti da più unità immobiliari di proprietari diversi, l intestatario della richiesta di contributo sarà un unico soggetto delegato dai proprietari stessi.

6 Determinazione del contributo Il contributo concesso è pari all 80% del costo ammissibile e riconosciuto che è il valore minore tra il costo dell intervento così come da computo metrico estimativo e il costo ottenuto moltiplicando la superficie complessiva dell unità immobiliare per il costo convenzionale riportato nella tabella sottostante: Per unità immobiliari che alla data del 20 maggio non erano destinate ad abitazione principale o ad attività produttiva in esercizio è concesso un contributo pari al 50% del costo ammissibile e riconosciuto.

7 Il costo dell intervento comprende: indagini tecniche opere di pronto intervento (puntelli, rimozione comignoli, ecc ) riparazioni dei danni e/o miglioramento sismico dell edificio finiture strettamente connesse agli interventi sulle strutture I contributi sono destinati per almeno il 60% alla riparazione dei danni e/o al miglioramento sismico e per il 40% alle opere di finitura strettamente connesse. Le opere ammesse a contributo riguardano le unità immobiliari e le relative pertinenze comprese nell edificio. Sono ammesse a contributo le pertinenze esterne (quali cantine, autorimesse, magazzini) all edificio oggetto di ordinanza di inagibilità; pertanto, se si ha SOLO una pertinenza esterna oggetto di ordinanza di inagibilità non si ha diritto ad alcun contributo.

8 Ordinanza 29 Esiti B/C Sono ammesse a contributo le opere finalizzate alla riduzione della vulnerabilità rilevata dal tecnico incaricato del progetto. Il contributo per tali opere non può essere superiore al 40% del contributo destinato alle opere di riparazione e rafforzamento locale. Sono ammesse opere di miglioramento sismico, ma per esse non è previsto alcun contributo. Ordinanze n. 51 e n. 86 (esiti/livelli operativi Eo, E1, E2, E3) Sono previsti degli incrementi al costo convenzionale per: gli edifici dichiarati di interesse culturale o vincolati, per interventi di miglioramento dell efficienza energetica, per le opere di finitura interna e di riparazione degli impianti interni, per edifici collocati su terreni interessati da fenomeni di liquefazione,per ubicazione disagiata del cantiere, per asportazione e conferimento ad idonei impianti di selezione,recupero o smaltimento dei materiali provenienti dal crollo o demolizione.

9 Termine di presentazione delle domande Il termine di presentazione per le richieste di contributo: 30 marzo 2013 per esiti di inagibilità di tipo B/C e E 0 30 giugno 2013 per esiti di inagibilità E1,E2,E3

10 Modalità di presentazione delle richieste di contributo La domanda deve essere presentata dal tecnico incaricato della progettazione sulla piattaforma telematica MUDE Piemonte Alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione: Perizia asseverata del tecnico incaricato della progettazione attestante il nesso di causalità tra i danni rilevati e l evento sismico Descrizione dei danni Computo metrico estimativo Documentazione fotografica Progetto degli interventi strutturali Valutazione speditiva della vulnerabilità (in caso di scheda AeDES con esito B/C )

11 La richiesta di contributo deve indicare il nominativo di un istituto di credito scelto tra quelli convenzionati: La richiesta di contributo deve indicare gli IBAN del tecnico incaricato della progettazione e dell impresa scelta

12 L U.R.Si. verifica l ammissibilità della richiesta e determina il contributo L esito deila verifica viene inserito nell Ordinanza Sindacale ( cambiale Errani ) firmata di concerto dal Presidente dell Unione Reno Galliera e dal Sindaco del Comune La cambiale Errani viene trasmessa tramite posta certificata all istituto di credito indicato nella richiesta di contributo e al tecnico incaricato della progettazione Il tecnico incaricato della progettazione apre una posizione presso l istituto bancario contenente gli IBAN indicati sulla richiesta di contributo sui quali verrà versato il contributo riconosciuto

13 Ufficio Ricostruzione Sismica (U.R.Si.) San Giorgio di Piano (BO) in Via Fariselli n. 4 Francesca Carli Elisabetta Lanza Davide Di Battista Elena Frabetti Orari di apertura al pubblico Lunedì - Martedì - Mercoledì - Giovedì 9:00-12:30 Giovedì 14:00-16:00

Ordinanza n. 24 del 15 Aprile 2016

Ordinanza n. 24 del 15 Aprile 2016 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 24 del 15 Aprile 2016 Integrazioni e modifiche

Dettagli

IL RUOLO DELLE IMPRESE EDILI NELLA RICOSTRUZIONE LEONARDO FORNACIARI - ANCEBOLOGNA PER LE RELAZIONI DISPONIBILI VAI SUL SITO: WWW.ANCEBOLOGNA.

IL RUOLO DELLE IMPRESE EDILI NELLA RICOSTRUZIONE LEONARDO FORNACIARI - ANCEBOLOGNA PER LE RELAZIONI DISPONIBILI VAI SUL SITO: WWW.ANCEBOLOGNA. IL RUOLO DELLE IMPRESE EDILI NELLA RICOSTRUZIONE LEONARDO FORNACIARI - ANCEBOLOGNA PER LE RELAZIONI DISPONIBILI VAI SUL SITO: WWW.ANCEBOLOGNA.IT TERREMOTO EMILIA ROMAGNA MAGGIO 2012 UNITÀ ABITATIVE TERREMOTO

Dettagli

SCHEDA B Ricognizione del fabbisogno per il ripristino del patrimonio edilizio privato, dei beni mobili e dei beni mobili registrati OCDPC 232/2015

SCHEDA B Ricognizione del fabbisogno per il ripristino del patrimonio edilizio privato, dei beni mobili e dei beni mobili registrati OCDPC 232/2015 SCHEDA B Ricognizione del fabbisogno per il ripristino del patrimonio edilizio privato, dei beni mobili e dei beni mobili registrati OCDPC 232/2015 REGIONE EMILIA ROMAGNA EVENTI ATMOSFERICI ECCEZIONALI

Dettagli

Ordinanza n. 93 del 21 dicembre Modifiche alle disposizioni contenute nelle Ordinanze

Ordinanza n. 93 del 21 dicembre Modifiche alle disposizioni contenute nelle Ordinanze IL PRESIDENTE INQUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 93 del 21 dicembre 2012 Modifiche alle

Dettagli

DICHIARA QUANTO SEGUE

DICHIARA QUANTO SEGUE All. A1 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICATO/ATTO NOTORIO Ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000 il sottoscritto, consapevole delle conseguenze previste agli artt. 75 e 76 di

Dettagli

Criteri per la definizione del QTE Per la definizione del QTE per l edilizia privata si sono stabiliti i criteri di seguito riportati.

Criteri per la definizione del QTE Per la definizione del QTE per l edilizia privata si sono stabiliti i criteri di seguito riportati. Per la definizione del QTE per l edilizia privata si sono stabiliti i criteri di seguito riportati. Il costo unitario complessivo per la riparazione ed il miglioramento sismico degli aggregati è costituito

Dettagli

Assunta il giorno DIECI del mese di APRILE dell'anno DUEMILAQUATTORDICI dal Sindaco

Assunta il giorno DIECI del mese di APRILE dell'anno DUEMILAQUATTORDICI dal Sindaco COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA O R I G I N A L E ORDINANZA N. 121 Data: 10/04/2014 Ufficio del Sindaco ORDINANZA DEL SINDACO Assunta il giorno DIECI del mese di APRILE dell'anno DUEMILAQUATTORDICI

Dettagli

PERIZIA ASSEVERATA DEI DANNI SUBITI DALL'IMMOBILE SITO NEL COMUNE DI

PERIZIA ASSEVERATA DEI DANNI SUBITI DALL'IMMOBILE SITO NEL COMUNE DI All. A2 PERIZIA ASSEVERATA DEI DANNI SUBITI DALL'IMMOBILE SITO NEL COMUNE DI Inquadramento aereo dell'immobile in cui è ubicata l'abitazione/parte comune condominiale INDICE 1) Identificazione del tecnico

Dettagli

Emilia-Romagna: ripristino immobili a uso abitativo danneggiati da tromba d'aria maggio 2013 ed eventi alluvionali gennaio 2014

Emilia-Romagna: ripristino immobili a uso abitativo danneggiati da tromba d'aria maggio 2013 ed eventi alluvionali gennaio 2014 Emilia-Romagna: ripristino immobili a uso abitativo danneggiati da tromba d'aria maggio 2013 ed eventi alluvionali gennaio 2014 Data chiusura 08 Ago 2014 Agevolazione Regionale Stanziamento 35.000.000

Dettagli

IL COMMISSARIO DELEGATO

IL COMMISSARIO DELEGATO ORDINANZA n. 34 del 1 AGOSTO 2014 OGGETTO: Riapertura dei termini per la presentazione delle domande di contributo ai sensi delle Ordinanze del Commissario delegato n. 5 del 17 aprile 2013 e n. 6 del 9

Dettagli

Beneficiari del finanziamento

Beneficiari del finanziamento CONTRIBUTI PER LA RICOSTRUZIONE (riparazione e ripristino di edifici dichiarati temporaneamente inagibili o parzialmente inagibili - schede aedes con esito b / c (ORDINANZA N.29 DEL 28/08/2012 e n. 32

Dettagli

SCHEDA C2 - SEGNALAZIONE DANNI AD ATTIVITA' PRODUTTIVE

SCHEDA C2 - SEGNALAZIONE DANNI AD ATTIVITA' PRODUTTIVE SCHEDA C2 - SEGNALAZIONE DANNI AD ATTIVITA' PRODUTTIVE INTERVENTI DIRETTI AD ASSICURARE LA PRIMA ASSISTENZA ALLE POPOLAZIONI COLPITE DAGLI EVENTI DEL / / Autocertificazione ai sensi dell'art. 4 L. 15/1968

Dettagli

MODULO ENTI NON COMMERCIALI E ATTIVITÀ SOCIALI

MODULO ENTI NON COMMERCIALI E ATTIVITÀ SOCIALI Mod. 3 enti non commerciali e LOGO DEL + MODULO ENTI NON COMMERCIALI E ATTIVITÀ SOCIALI Organizzazioni, fondazioni, associazioni con fine solidaristico, ed Enti che svolgono nell'ambito dei settori: sanitari

Dettagli

EROGAZIONE CONTRIBUTO AI SENSI DEL TESTO COORDINATO DELLE ORDINANZE N. 51/2012 E S.M.I. E N. 86/2012 E S.M.I.

EROGAZIONE CONTRIBUTO AI SENSI DEL TESTO COORDINATO DELLE ORDINANZE N. 51/2012 E S.M.I. E N. 86/2012 E S.M.I. EROGAZIONE CONTRIBUTO AI SENSI DEL TESTO COORDINATO DELLE ORDINANZE N. 51/2012 E S.M.I. E N. 86/2012 E S.M.I. RICEVIMENTO TECNICI presso Ufficio Ricostruzione (corso Mazzini, 33, Correggio piano primo):

Dettagli

ALLEGATO 2 B TABELLE DI CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE CONTRIBUTO SUL COSTO DI COSTRUZIONE

ALLEGATO 2 B TABELLE DI CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE CONTRIBUTO SUL COSTO DI COSTRUZIONE ALLEGATO 2 B TABELLE DI CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE CONTRIBUTO SUL COSTO DI COSTRUZIONE Definizioni Superficie di applicazione del contributo Ai sensi dell art.46 del regolamento regionale 18

Dettagli

IMU acconto comune.scalea.cs.it Giovedì 20 Giugno :46 - Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Dicembre :33

IMU acconto comune.scalea.cs.it Giovedì 20 Giugno :46 - Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Dicembre :33 Aliquote: - Ordinaria 1,06 %; - Abitazione principale 0,4 % La rata d acconto per l anno 2013 è pari al 50% dell imposta complessivamente dovuta, calcolata applicando le aliquote deliberate dal Comune

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER DANNI A IMMOBILI A USO PRODUTTIVO CONSEGUENTI ALLE ECCEZIONALI PRECIPITAZIONI NEVOSE DEL MESE DI FEBBRAIO 2012

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER DANNI A IMMOBILI A USO PRODUTTIVO CONSEGUENTI ALLE ECCEZIONALI PRECIPITAZIONI NEVOSE DEL MESE DI FEBBRAIO 2012 MODULO DC/AP DOMANDA DI CONTRIBUTO PER DANNI A IMMOBILI A USO PRODUTTIVO CONSEGUENTI ALLE ECCEZIONALI PRECIPITAZIONI NEVOSE DEL MESE DI FEBBRAIO 2012 (dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto

Dettagli

PERIZIA ASSEVERATA DEI DANNI SUBITI DALL'IMMOBILE SITO NEL COMUNE DI

PERIZIA ASSEVERATA DEI DANNI SUBITI DALL'IMMOBILE SITO NEL COMUNE DI Allegato alla Delib.G.R. n. 66/20 del 13.12.2016 PERIZIA ASSEVERATA DEI DANNI SUBITI DALL'IMMOBILE SITO NEL COMUNE DI All. A2 Inquadramento aereo dell'immobile in cui è ubicata l'attività economica e produttiva

Dettagli

Comune di Senigallia EVENTI CALAMITOSI DI RIFERIMENTO CHI PUO' FARE DOMANDA E DOCUMENTAZIONE DA UTILIZZARE

Comune di Senigallia EVENTI CALAMITOSI DI RIFERIMENTO CHI PUO' FARE DOMANDA E DOCUMENTAZIONE DA UTILIZZARE Comune di Senigallia Istruzioni per la presentazione della domanda per la concessione di contributi economici ai soggetti privati per i danni occorsi al patrimonio edilizio abitativo e ai beni mobili ivi

Dettagli

IL COMMISSARIO DELEGATO

IL COMMISSARIO DELEGATO TESTO COORDINATO 1 DELL ORDINANZA COMMISSARIALE N. 5 DEL 17 APRILE 2013 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI E INTEGRAZIONI 1 (LE MODIFICHE E INTEGRAZIONI SONO RIPORTATE IN GRASSETTO) OGGETTO: Criteri di ammissibilità

Dettagli

ISTANZA DI ATTIVAZIONE PROCEDIMENTO UNICO (articolo 10 della L.R. n.10 del e s.m. ed i.) per interventi di cui alla successiva tabella A

ISTANZA DI ATTIVAZIONE PROCEDIMENTO UNICO (articolo 10 della L.R. n.10 del e s.m. ed i.) per interventi di cui alla successiva tabella A ISTANZA DI ATTIVAZIONE PROCEDIMENTO UNICO (articolo 10 della L.R. n.10 del 05.04.2012 e s.m. ed i.) per interventi di cui alla successiva tabella A marca da bollo in vigore Allo Sportello Unico per le

Dettagli

Via Verdi 13-56041 Castelnuovo Val di Cecina (PI)

Via Verdi 13-56041 Castelnuovo Val di Cecina (PI) BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO FINALIZZATI ALL INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI EDILIZI DI MANUTENZIONE E RESTAURO DELLE FACCIATE AI FINI DEL RECUPERO E DELLA RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

CONTRIBUTI A FAVORE DEI PRIVATI COLPITI DALL ALLUVIONE DI NOVEMBRE 2013 PER IL RIPRISTINO DEL PATRIMONIO ABITATIVO

CONTRIBUTI A FAVORE DEI PRIVATI COLPITI DALL ALLUVIONE DI NOVEMBRE 2013 PER IL RIPRISTINO DEL PATRIMONIO ABITATIVO CONTRIBUTI A FAVORE DEI PRIVATI COLPITI DALL ALLUVIONE DI NOVEMBRE 2013 PER IL RIPRISTINO DEL PATRIMONIO ABITATIVO Ordinanza del Dipartimento della Protezione Civile n. 381/2016 Illustrazione sintetica

Dettagli

Fare Casa: Strumenti fiscali e finanziari per l accesso all abitazione. Strumenti fiscali per l abitazione Claudia Rotunno. Roma, 22 settembre 2016

Fare Casa: Strumenti fiscali e finanziari per l accesso all abitazione. Strumenti fiscali per l abitazione Claudia Rotunno. Roma, 22 settembre 2016 Fare Casa: Strumenti fiscali e finanziari per l accesso all abitazione. Strumenti fiscali per l abitazione Claudia Rotunno Roma, 22 settembre 2016 Sospensione aumento tributi locali e regionali Articolo

Dettagli

Dettaglio contenuto istituzionale Dipartimento Protezione Civile

Dettaglio contenuto istituzionale Dipartimento Protezione Civile Pagina 1 di 5 Home Come fare la domanda Se in una scheda B* l importo è rimasto da definire - non indicato per svariati motivi - come ci si comporta in questo caso? La scheda è esclusa? Si prende a riferimento

Dettagli

Ordinanza n. 29 de 28 agosto 2012

Ordinanza n. 29 de 28 agosto 2012 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 Ordinanza n. 29 de 28 agosto 2012 Criteri e modalità di assegnazione di contributi per la riparazione e

Dettagli

Recupera il. grazie al bonus fiscale

Recupera il. grazie al bonus fiscale WWW.PREZZIPORTEBLINDATEROMA.IT Recupera il grazie al bonus fiscale Fino al 31/12/2017 SU PORTE BLINDATE, INFISSI E CASSEFORTI Fino al 31 Dicembre 2017 Agevolazioni fiscali Per lavori di ristrutturazione

Dettagli

Ordinanza n. 14 del 14 febbraio 2012

Ordinanza n. 14 del 14 febbraio 2012 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 14 del 14 febbraio 2012 Rettifiche ed

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE CONDOMÌNI: AGEVOLAZIONI PER L'EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E L'IMPIEGO DI FONTI RINNOVABILI

RIQUALIFICAZIONE CONDOMÌNI: AGEVOLAZIONI PER L'EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E L'IMPIEGO DI FONTI RINNOVABILI RIQUALIFICAZIONE CONDOMÌNI: AGEVOLAZIONI PER L'EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E L'IMPIEGO DI FONTI RINNOVABILI Art. 14 bis della legge provinciale 4 ottobre 2012, n. 20 «legge provinciale sull energia» Deliberazione

Dettagli

PROCEDURA ABILITATIVA SEMPLIFICATA P.A.S. (ai sensi dell art. 6 del D. Lgs. 28/2011) Luogo e data di nascita COMUNE PROVINCIA DATA

PROCEDURA ABILITATIVA SEMPLIFICATA P.A.S. (ai sensi dell art. 6 del D. Lgs. 28/2011) Luogo e data di nascita COMUNE PROVINCIA DATA Numero di protocollo COMUNE DI PROCEDURA ABILITATIVA SEMPLIFICATA P.A.S. (ai sensi dell art. 6 del D. Lgs. 28/2011) Il/La sottoscritto/a Luogo e data di nascita COMUNE PROVINCIA DATA Residenza Altri dati

Dettagli

via pomposa 58, 44123 ferrara tel 0532.64831 fax 0532.1861229 mail b.bergamini@studio58.it PERIZIA TECNICA PER DEFINIZIONE DEL LIVELLO OPERATIVO AI SENSI DELL OCR 86/2012 Ubicazione: Via Argine Diversivo

Dettagli

PERIZIA ASSEVERATA DEI DANNI SUBITI DALL'IMMOBILE SITO NEL COMUNE DI

PERIZIA ASSEVERATA DEI DANNI SUBITI DALL'IMMOBILE SITO NEL COMUNE DI All. A2 PERIZIA ASSEVERATA DEI DANNI SUBITI DALL'IMMOBILE SITO NEL COMUNE DI Inquadramento aereo dell'immobile in cui è ubicata l'abitazione/parte comune condominiale INDICE 1) Identificazione del tecnico

Dettagli

COMUNE DI VIGARANO MAINARDA

COMUNE DI VIGARANO MAINARDA COMUNE DI VIGARANO MAINARDA - Ufficio Tecnico - V A D E M E C U M M O D E L L O D I D I C H I A R A Z I O N E S U L L O S T A T O D I O C C U P A Z I O N E D E L L I M M O B I L E Il modello, emesso sulla

Dettagli

COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA

COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL I.C.I. IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI A P P R O V A T O C O N D E L I B E R A C O N S I G L I O C O M U N A L E N. 7 D E L 2 4. 0

Dettagli

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI OGGIONA CON SANTO STEFANO PROVINCIA DI VARESE Via Bonacalza, 146 21040 OGGIONA CON S. STEFANO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA NOTA INFORMATIVA (In base alle informazioni note al 17/4/2012) Sul sito

Dettagli

D.M. 28 Settembre 1998, n. 499

D.M. 28 Settembre 1998, n. 499 D.M. 28 Settembre 1998, n. 499 "Regolamento recante norme di attuazione dell'art. 12 della L. 27 dicembre 1997, n. 449 in materia di agevolazioni per i territori di Umbria e Marche colpiti da eventi sismici

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ai sensi degli artt. 22 e 23, D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 e s.m.i., art. 49 comma 4-bis L. 122/2010, art. 19 L. 241/1990 e s.m.i.) Prot. AL RESPONSABILE

Dettagli

Regolamento per l erogazione di contributi per l avvio e l esercizio dell attività libero professionale

Regolamento per l erogazione di contributi per l avvio e l esercizio dell attività libero professionale Regolamento per l erogazione di contributi per l avvio e l esercizio dell attività libero professionale Articolo 1 - Contributi concessi 1. Il Consiglio di Amministrazione, con le modalità ed i limiti

Dettagli

Revisioni vincolo e delocalizzazioni

Revisioni vincolo e delocalizzazioni Comune di Soliera (MO) SCHEDA 13- Revisioni vincolo e delocalizzazioni Piano della Ricostruzione Identificazione immobile: Via della Stazione 50 Foglio 41, mappale 633, sub 3 Verbale di Sopralluogo prot.

Dettagli

RICHIESTA DI CONTRIBUTO E COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI AI SENSI DEL TESTO COORDINATO DELL ORDINANZA N. 29/2012 E S.M.I.

RICHIESTA DI CONTRIBUTO E COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI AI SENSI DEL TESTO COORDINATO DELL ORDINANZA N. 29/2012 E S.M.I. RICHIESTA DI CONTRIBUTO E COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI AI SENSI DEL TESTO COORDINATO DELL ORDINANZA N. 29/2012 E S.M.I. RICEVIMENTO TECNICI presso Ufficio Ricostruzione (corso Mazzini, 33, Correggio

Dettagli

DA UTILIZZARE PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTO DA PARTE DEL DISABILE

DA UTILIZZARE PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTO DA PARTE DEL DISABILE Classificazione protocollo: Tit.VII, Cl. 12 MODULO GRATUITO 14.62 DOMANDA di concessione di contributo per il superamento e l eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati, ai sensi

Dettagli

Regione Friuli Venezia Giulia. Legge 47/78 Bando Progetti di Ricerca e Sviluppo: fondi PAR FSC 2007/2013

Regione Friuli Venezia Giulia. Legge 47/78 Bando Progetti di Ricerca e Sviluppo: fondi PAR FSC 2007/2013 Regione Friuli Venezia Giulia Legge 47/78 Bando 2013 Progetti di Ricerca e Sviluppo: fondi PAR FSC 2007/2013!1 RIEPILOGO NORMATIVA Requisiti generali soggetto proponente Imprese industriali appartenenti

Dettagli

COMUNE DI FERRERA DI VARESE Provincia di Varese

COMUNE DI FERRERA DI VARESE Provincia di Varese COMUNE DI FERRERA DI VARESE Provincia di Varese REGOLAMENTO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA - IMU (ex ICI) Approvato con deliberazione consiliare n.6 del 30 Maggio 2012 immediatamente esecutiva Regolamento

Dettagli

OGGETTO DOMANDE RISPOSTE SOGGETTO LEGITTIMATO A PRESENTARE DOMANDA

OGGETTO DOMANDE RISPOSTE SOGGETTO LEGITTIMATO A PRESENTARE DOMANDA OGGETTO DOMANDE RISPOSTE SOGGETTO LEGITTIMATO A PRESENTARE DOMANDA Gli enti di gestione delle case popolari (che avevano fatto scheda B) possono fare domanda per abitazioni con affittuari? Istituto diocesiano

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile. Procedura per la ricognizione dei fabbisogni per il ripristino delle strutture e delle infrastrutture pubbliche e private danneggiate,

Dettagli

TASI (TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI)

TASI (TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI) TA (TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVIBILI) VADEMECUM CON LE INFORMAZIONI NECESSARIE PER LA DETERMINAZIONE DELLA T.A.S.I. PER L AN 2014 ISTITUZIONE DELLA I.U.C. (IMPOSTA UNICA COMUNALE) Con i commi dal 639 al

Dettagli

Regolamento Regionale 18/02/2015 n. 2, Art. 141

Regolamento Regionale 18/02/2015 n. 2, Art. 141 COMUNE DI ORVIETO Provincia di Terni UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA UFFICIO SUAPE Regolamento Regionale 18/02/2015 n. 2, Art. 141 DEFINIZIONE NUOVI PARAMETRI IN MATERIA DI CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

OGGETTO: AGEVOLAZIONI PER LA BREVETTAZIONE E PER LA VALORIZZAZIONE ECONOMICA DEI BREVETTI. MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO-INVITALIA

OGGETTO: AGEVOLAZIONI PER LA BREVETTAZIONE E PER LA VALORIZZAZIONE ECONOMICA DEI BREVETTI. MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO-INVITALIA CIRCOLARE n. 06/2015 OGGETTO: AGEVOLAZIONI PER LA BREVETTAZIONE E PER LA VALORIZZAZIONE ECONOMICA DEI BREVETTI. MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO-INVITALIA A chi si rivolge Misura 1: Premi per la brevettazione

Dettagli

COMUNE DI BARDELLO (Prov. Varese) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

COMUNE DI BARDELLO (Prov. Varese) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI COMUNE DI BARDELLO (Prov. Varese) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI SOMMARIO Titolo I - Disposizioni generali art. 1 Oggetto del regolamento art. 2 Disposizioni particolari

Dettagli

IMU Settore Tributi

IMU Settore Tributi IMU 2014 Settore Tributi IMU 2014 Deve pagare l Imu 2014 chi possiede immobili, escluse le abitazioni principali (prima casa), secondo le modalità e i termini stabiliti dalla vigente normativa e dal relativo

Dettagli

IL FONDO KYOTO, UNO STRUMENTO FINANZIARIO PER L EDILIZIA SCOLASTICA

IL FONDO KYOTO, UNO STRUMENTO FINANZIARIO PER L EDILIZIA SCOLASTICA MARTEDI 14 GIUGNO 2016 PALERMO Direzione Generale Clima Energia Divisione IL FONDO KYOTO, UNO STRUMENTO FINANZIARIO PER L EDILIZIA SCOLASTICA Ing. Donatella Mormandi Unità Assistenza Tecnica Sogesid presso

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile Procedura per la ricognizione dei fabbisogni per il ripristino delle strutture e delle infrastrutture pubbliche e private danneggiate,

Dettagli

Mutamenti di destinazione d uso e relativi titoli abilitativi

Mutamenti di destinazione d uso e relativi titoli abilitativi CASI E INTERPRETAZIONI Orvieto, 26.10.2015 Mutamenti di destinazione d uso e relativi titoli abilitativi Geom. Massimo Danti Orvieto, 26.10.2015 LEGGE REGIONALE 01/2015 (TESTO UNICO) Art. 155 (Mutamenti

Dettagli

OPCM 3906/2010 EVENTO ALLUVIONALE DAL 30/10/2010 AL 02/11/2010

OPCM 3906/2010 EVENTO ALLUVIONALE DAL 30/10/2010 AL 02/11/2010 DI... OPCM 3906/2010 MODULO PER ATTIVITÀ PRODUTTIVE (ESCLUSO IL COMPARTO AGRICOLO) RICHIESTA DI CONTRIBUTO A SEGUITO DEI DANNI RIPORTATI DA BENI IMMOBILI, MOBILI E SCORTE Termine di consegna dei moduli

Dettagli

Comune di Villa Guardia Provincia di Como

Comune di Villa Guardia Provincia di Como FONDO SOSTEGNO AFFITTO GRAVE DISAGIO ECONOMICO D.G.R. - Lombardia - n. X/3495 del 30/04/2015, - D.G.C. n. 55 del 13.05.2015. Il Fondo, costituito da risorse Regionali e risorse Comunali, sostiene coloro

Dettagli

IMU SALDO INFORMAZIONI PER I CONTRIBUENTI

IMU SALDO INFORMAZIONI PER I CONTRIBUENTI COMUNE DI PRATOVECCHIO STIA IMU SALDO 2016 - INFORMAZIONI PER I CONTRIBUENTI La Legge Regionale Toscana n. 70 del 22.11.2013 ha istituito il Comune di Pratovecchio Stia, per fusione dei Comuni di Pratovecchio

Dettagli

MODALITÀ DI RICHIESTA DEI RIMBORSI PER LE SPESE DI CUI ALL ART. 1 COMMA 5 DELL OCDPC N. 122/2013 E RELATIVA MODULISTICA

MODALITÀ DI RICHIESTA DEI RIMBORSI PER LE SPESE DI CUI ALL ART. 1 COMMA 5 DELL OCDPC N. 122/2013 E RELATIVA MODULISTICA ALLEGATO B ALL ORDINANZA COMMISSARIALE N. 23 DEL 23/01/2014 MODALITÀ DI RICHIESTA DEI RIMBORSI PER LE SPESE DI CUI ALL ART. 1 COMMA 5 DELL OCDPC N. 122/2013 E RELATIVA MODULISTICA 1. PREMESSA Il presente

Dettagli

IMU Settore tributi

IMU Settore tributi IMU 2015 Settore tributi IMU 2015 Dovrà essere pagata dai proprietari di immobili o titolari di diritti di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie. L'Imu non è dovuta sulle abitazioni principali

Dettagli

C O M U N E DI P I A N O R O

C O M U N E DI P I A N O R O C O M U N E DI P I A N O R O IMU (Imposta Municipale Propria) Art. 8 e 9 del Decreto legislativo n.23 del 14 marzo 2011 e Art.13 del Decreto Legge n.201 del 6 dicembre 2011 convertito in Legge n.214 del

Dettagli

DOMANDA DI AGIBILITA (art. 8 Regolamento Edilizio e D.p.r.380/2001)

DOMANDA DI AGIBILITA (art. 8 Regolamento Edilizio e D.p.r.380/2001) AREA 3 PIANIFICAZIONE, GESTIONE, TUTELA DEL TERRITORIO E LAVORI PUBBLICI SERVIZIO : Sportello Unico Edilizia ed Attività Produttive Il Responsabile TITOLO VI CLASS 3 Aggiornato il 05/05/14 Marca da bollo

Dettagli

COMUNE DI MONTORO PROVINCIA DI AVELLINO

COMUNE DI MONTORO PROVINCIA DI AVELLINO COMUNE DI MONTORO PROVINCIA DI AVELLINO SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO Servizio Entrate IMU e TASI 2015 Avviso ai contribuenti Anche per l anno 2015, l Ufficio Tributi del Comune di Montoro darà il proprio

Dettagli

ACCONTO IMU (Aggiornato al 22/05/2015) A CURA DI: MARCO SIGAUDO, PAOLO GROS

ACCONTO IMU (Aggiornato al 22/05/2015) A CURA DI: MARCO SIGAUDO, PAOLO GROS ACCONTO IMU 2015 (Aggiornato al 22/05/2015) A CURA DI: MARCO SIGAUDO, PAOLO GROS ACCONTO IMU 2015 I termini di scadenza per acconto e saldo IMU 2015 sono rispettivamente il 16 giugno e il 16 dicembre 2015.

Dettagli

QUADRO RIEPILOGATIVO DEL PIANO DI RICOSTRUZIONE QUADRO DI SINTESI DEGLI INTERVENTI PREVISTI...3

QUADRO RIEPILOGATIVO DEL PIANO DI RICOSTRUZIONE QUADRO DI SINTESI DEGLI INTERVENTI PREVISTI...3 Comune di Fagnano Alto (AQ) Pag. 1 di 7 INDICE QUADRO RIEPILOGATIVO DEL PIANO DI RICOSTRUZIONE...2 1. DATI QUANTITATIVI...2 2. QUADRO DI SINTESI DEGLI INTERVENTI PREVISTI...3 3. QUADRO TECNICO ECONOMICO

Dettagli

Regolamento recante le modalità di determinazione del Costo di Costruzione di cui all articolo 16 D.P.R n. 380 e s.m.i..

Regolamento recante le modalità di determinazione del Costo di Costruzione di cui all articolo 16 D.P.R n. 380 e s.m.i.. UNIONE DEI COMUNI DI AIRASCA BURIASCO - SCALENGHE Città Metropolitana di Torino Sede legale: V. Roma 118 10060 Airasca Sede Servizi Tecnici: Via Umberto I, 1 10060 Scalenghe Tel. (011) 98.61.721 Fax (011)

Dettagli

Realizzazione di un programma di recupero degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Risparmio energetico

Realizzazione di un programma di recupero degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Risparmio energetico Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per le Infrastrutture, gli Affari Generali ed il Personale Direzione Generale per le Politiche Abitative Servizio Qualità urbana e politiche

Dettagli

Silvia Riva. Dirigente Settore Sviluppo energetico sostenibile Direzione Competitività del sistema regionale

Silvia Riva. Dirigente Settore Sviluppo energetico sostenibile Direzione Competitività del sistema regionale I NUOVI BANDI REGIONALI DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE PIEMONTESI Biella, 6 maggio 2016 "Diagnosi energetiche, azioni di efficientamento energetico e utilizzo di fonti energetiche rinnovabili: quadro di incentivi

Dettagli

Al Sig. Sindaco del COMUNE DI FOZA Via Roma, FOZA (VI)

Al Sig. Sindaco del COMUNE DI FOZA Via Roma, FOZA (VI) Al Sig. Sindaco del COMUNE DI FOZA Via Roma, 4 36010 FOZA (VI) OGGETTO: DENUNCIA PER LA TASSA DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI (T.A.R.S.U.) TIPOLOGIA UTENZA ( 1 ): Il contribuente sottoindicato

Dettagli

DEI DANNI INFORMAZIONI. Gentile cittadino, documentati anche. finanziamenti per. straordinario dello raccomandata con novembre volontaristica.

DEI DANNI INFORMAZIONI. Gentile cittadino, documentati anche. finanziamenti per. straordinario dello raccomandata con novembre volontaristica. ESONDAZIONE TORRENTE BAGANZA: AVVERTENZE SULLE SCHEDE DI RICOGNIZIONE DEI DANNI Gentile cittadino, in attesa della definizione della procedura da parte della Regione Emilia Romagna, il Comune di Parma

Dettagli

COMUNE DI ORTONOVO Provincia della Spezia Assessorato all Ambiente

COMUNE DI ORTONOVO Provincia della Spezia Assessorato all Ambiente COMUNE DI ORTONOVO Provincia della Spezia Assessorato all Ambiente REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E SMALTIMENTO DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO SUL TERRITORIO COMUNALE INDICE

Dettagli

2167- CORREGGIO Via Giotto n 6-6a RELAZIONE GENERALE

2167- CORREGGIO Via Giotto n 6-6a RELAZIONE GENERALE Comune di Correggio Provincia di Reggio Emilia 2167- CORREGGIO Via Giotto n 6-6a RELAZIONE GENERALE Il Responsabile del Procedimento Ing. Nicola Scialoia Il Progettista arch. Carmelo Tommaselli Via della

Dettagli

BOZZA DI LAVORO NON UTILIZZABILE

BOZZA DI LAVORO NON UTILIZZABILE AL COMUNE DI SANT'AGOSTINO - SPORTELLO EDILIZIO PIAZZA MARCONI 2 Richiesta di contributo per la ricostruzione AL COMUNE DI SANT'AGOSTINO - SPORTELLO EDILIZIO PIAZZA MARCONI 2 Pratica edilizia: Del: Protocollo:

Dettagli

CITTA DI NOVI LIGURE (Provincia di Alessandria) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.)

CITTA DI NOVI LIGURE (Provincia di Alessandria) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) CITTA DI NOVI LIGURE (Provincia di Alessandria) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) 1 SOMMARIO Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Oggetto Abitazione posseduta a titolo

Dettagli

FORMAZIONE DEL REGISTRO DI ANAGRAFE CONDOMINIALE (Gazzetta Ufficiale n.293 del 17/12/2012 art.1130 comma 1-6)

FORMAZIONE DEL REGISTRO DI ANAGRAFE CONDOMINIALE (Gazzetta Ufficiale n.293 del 17/12/2012 art.1130 comma 1-6) I campi con * sono obbligatori- SCRIVERE IN STAMPATELLO LEGGIBILE CONDOMINIO di Via* Compilare una scheda per ogni unità immobiliare (es: appartamento, garage, negozio ecc.) FORMAZIONE DEL REGISTRO DI

Dettagli

INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI LA NUOVA SABATINI

INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI LA NUOVA SABATINI INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI LA NUOVA SABATINI Dal 31 marzo 2014 è possibile inoltrare le domande per la richiesta dei finanziamenti e dei contributi Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico

Dettagli

TESTO COORDINATO 1. Ordinanza n. 29 del 28 agosto 2012

TESTO COORDINATO 1. Ordinanza n. 29 del 28 agosto 2012 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 TESTO COORDINATO 1 Ordinanza n. 29 del 28 agosto 2012

Dettagli

Il/la sottoscritto/a Nato/a a ( ) il Codice Fiscale residente nel Comune di in Via/Fraz./P.zza numero civico Telefono/Cellulare Indirizzo

Il/la sottoscritto/a Nato/a a ( ) il Codice Fiscale residente nel Comune di in Via/Fraz./P.zza numero civico Telefono/Cellulare Indirizzo Marca da bollo 16,00 All Assessorato Attività produttive, Energia e Politiche del lavoro Struttura risparmio energetico e sviluppo fonti rinnovabili Piazza della repubblica 15 11100 AOSTA AO Richiesta

Dettagli

COMUNE DI CAPO D ORLANDO

COMUNE DI CAPO D ORLANDO COMUNE DI CAPO D ORLANDO Imposta Municipale Propria ANNO 2013 Art.13 del Decreto Legge 6 dicembre 2011 n. 201 (convertito con Legge 22 dicembre 2011 n. 214) Decreto Legislativo 14 marzo 2011 n. 23 Decreto

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di incentivi economici per il recupero dei fabbricati del centro storico

Regolamento per il riconoscimento di incentivi economici per il recupero dei fabbricati del centro storico Regolamento per il riconoscimento di incentivi economici per il recupero dei fabbricati del centro storico Estensore: Data: Approv. Dal C.C. : Pubblicazione: Aggiornamento: Adottato Dal C.C. : Benfatto

Dettagli

(Provincia di GENOVA)

(Provincia di GENOVA) COMUNE DI LAVAGNA (Provincia di GENOVA) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 del 24/08/2012 1 INDICE Art. 1 Art. 2 Art.

Dettagli

Imposta Municipale Propria Sperimentale (IMU)

Imposta Municipale Propria Sperimentale (IMU) COMUNE DI LAIGUEGLIA Provincia di Savona Via Genova n.2 CAP 17053 tel.0182/69111 fax 0182/6911301 e-mail: laigueglia@comune.laigueglia.sv.it sito Internet http://www.comune.laigueglia.sv.it Imposta Municipale

Dettagli

Il piano casa per la transizione e l'avvio della ricostruzione

Il piano casa per la transizione e l'avvio della ricostruzione E-R Dopo il terremoto in Emilia-Romagna Il piano casa per la transizione e l'avvio della ricostruzione Guida per il cittadino Assicurare la ricostruzione di case e imprese secondo tempi certi e procedure

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEI PRIVATI PER L ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEI PRIVATI PER L ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI 16 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEI PRIVATI PER L ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 167/32607

Dettagli

Vademecum per i privati per finanziamento per danni da eventi calamitosi

Vademecum per i privati per finanziamento per danni da eventi calamitosi Vademecum per i privati per finanziamento per danni da eventi calamitosi DCM 28/07/2016 OCDPC n... EVENTI CALAMITOSI DI RIFERIMENTO ORDINANZA EVENTO AMBITO PROVINCIALE OCDPC n. 126/2013 Marzo 2013 AR-FI-

Dettagli

TESTO COORDINATO 1. Ordinanza n. 86 del 6 dicembre 2012

TESTO COORDINATO 1. Ordinanza n. 86 del 6 dicembre 2012 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 TESTO COORDINATO 1 Ordinanza n. 86 del 6 dicembre 2012

Dettagli

5 per mille per le abitazioni principali e relative pertinenze classificate come A1, A8 e A9 con una detrazione pari a euro 200 annui;

5 per mille per le abitazioni principali e relative pertinenze classificate come A1, A8 e A9 con una detrazione pari a euro 200 annui; 2015 - Info utili sul versamento acconto e saldo IMU e TASI 2015 ACCONTO Si ricorda che il 16 giugno p.v. scade il termine per il pagamento dell acconto IMU e TASI 2015. Sono confermate, sia per l IMU

Dettagli

Domanda di contributo per l acquisto di attrezzature sportive e/o ricreative. L.R. 9 marzo 1988 n. 10 art. 37

Domanda di contributo per l acquisto di attrezzature sportive e/o ricreative. L.R. 9 marzo 1988 n. 10 art. 37 Oggetto: Domanda di contributo per l acquisto di attrezzature sportive e/o ricreative. L.R. 9 marzo 1988 n. 10 art. 37 ANNO 2015 SCADENZA 31 GENNAIO Marca da bollo da 16,00 (esclusi enti pubblici, ONLUS,

Dettagli

COMUNE DI MELLO PROVINCIA DI SONDRIO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU)

COMUNE DI MELLO PROVINCIA DI SONDRIO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) COMUNE DI MELLO PROVINCIA DI SONDRIO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) 1 INDICE PAGINA Art. 1 FONTI NORMATIVE 3 Art. 2 IMPOSTA RISERVATA ALLO STATO 3 Art. 3 DEFINIZIONE

Dettagli

COMUNE DI SCARPERIA Provincia di Firenze

COMUNE DI SCARPERIA Provincia di Firenze COMUNE DI SCARPERIA Provincia di Firenze TABELLE PARAMETRICHE RELATIVE AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA, CONTRIBUTO SUL COSTO DI COSTRUZIONE E ONERI VERDI PER INTERVENTI SOTTOPOSTI A:

Dettagli

CITTA DI CASTIGLIONE DELLE STIVIERE Provincia di MANTOVA Ufficio Tributi ***

CITTA DI CASTIGLIONE DELLE STIVIERE Provincia di MANTOVA Ufficio Tributi *** INFORMATIVA IMU 2012 Il così detto Decreto Salva Italia ha introdotto in via sperimentale l IMU (Imposta Municipale Propria). La normativa prevede il versamento dell acconto con le aliquote base e il saldo

Dettagli

INFORMATIVA IMU 2013

INFORMATIVA IMU 2013 Comune di Mandela Provincia di Roma Piazza Europa Unita 1 INFORMATIVA IMU 2013 Imposta Municipale Propria (testo aggiornato al-dl n. 35 del 8 aprile 2013 ed al -Decreto Legge n.54/2013) a cura di : Geom.

Dettagli

INTERVENTI DI BONIFICA DALL'AMIANTO SU BENI E STRUTTURE: CREDITO D IMPOSTA

INTERVENTI DI BONIFICA DALL'AMIANTO SU BENI E STRUTTURE: CREDITO D IMPOSTA INTERVENTI DI BONIFICA DALL'AMIANTO SU BENI E STRUTTURE: CREDITO D IMPOSTA Ciao, con questo articolo voglio informarti che nella Gazzetta Ufficiale del 18 ottobre sono state pubblicate le modalità attuative

Dettagli

IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO. Ordinanza n. 7 del 19 Febbraio 2016

IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO. Ordinanza n. 7 del 19 Febbraio 2016 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 7 del 19 Febbraio 2016 Modifiche all Ordinanza

Dettagli

COMUNE di LEIVI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA

COMUNE di LEIVI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA COMUNE di LEIVI Provincia di Genova Via IV Novembre, n.1 16040 LEIVI Tel.0185.319033 + Fax.0185.319569 ufficiotecnico@comune.leivi.ge.it DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA ART. 23 LEGGE REGIONALE 6.6.2008 n.

Dettagli

Banca richiedente ABI CAB Data

Banca richiedente ABI CAB Data Allegato A) MEDIOCREDITO CENTRALE SPA 00187 ROMA Pos. M.C. (a cura del Mediocredito Centrale) Banca richiedente ABI CAB Data L. 228/97 RILOCALIZZAZIONE DI ATTIVITA PRODUTTIVE COLLOCATE IN AREE A RISCHIO

Dettagli

2014/2015 INTERVENTI SUGLI IMPIANTI SPORTIVI DELLE PROVINCE DI PADOVA E ROVIGO

2014/2015 INTERVENTI SUGLI IMPIANTI SPORTIVI DELLE PROVINCE DI PADOVA E ROVIGO 2014/2015 INTERVENTI SUGLI IMPIANTI SPORTIVI DELLE PROVINCE DI PADOVA E ROVIGO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE Termine ultimo di presentazione della domanda: 31/08/2015 1 OGGETTO Obiettivo del progetto è

Dettagli

Ordinanza n. 33 del 28 aprile Art. 1, comma 369, della l. 147/2013. Provvedimenti per la ricostruzione dei centri storici e dei centri urbani

Ordinanza n. 33 del 28 aprile Art. 1, comma 369, della l. 147/2013. Provvedimenti per la ricostruzione dei centri storici e dei centri urbani IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 33 del 28 aprile 2014 Art. 1, comma 369,

Dettagli

ORDINANZA DI ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI ORDINANZA SINDACALE N. 90 DEL

ORDINANZA DI ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI ORDINANZA SINDACALE N. 90 DEL ORDINANZA DI ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI ORDINANZA SINDACALE N. 90 DEL 27.08.2015 Prot. 5231 del 27.08.2015 All intestatario Mai Umberto Al Professionista Ing. Antonio Del Buono PEC professionista a.delbuono@pec.dedaloingegneria.net

Dettagli

COMUNE DI CASTELFIORENTINO (Provincia di Firenze) IMU GUIDA ANNO 2014 SCADENZE: 16 GIUGNO 2014 ACCONTO 16 DICEMBRE 2014 SALDO CHI DEVE PAGARE:

COMUNE DI CASTELFIORENTINO (Provincia di Firenze) IMU GUIDA ANNO 2014 SCADENZE: 16 GIUGNO 2014 ACCONTO 16 DICEMBRE 2014 SALDO CHI DEVE PAGARE: COMUNE DI CASTELFIORENTINO (Provincia di Firenze) IMU GUIDA ANNO 2014 SCADENZE: 16 GIUGNO 2014 ACCONTO 16 DICEMBRE 2014 SALDO CHI DEVE PAGARE: ABITAZIONI PRINCIPALI E PERTINENZE CLASSIFICATI IN A/1 (Abitazioni

Dettagli

Gli alloggi di edilizia residenziale pubblica (alloggi sociali) sono destinati alle

Gli alloggi di edilizia residenziale pubblica (alloggi sociali) sono destinati alle CASE POPOLARI persone: Gli alloggi di edilizia residenziale pubblica (alloggi sociali) sono destinati alle che hanno la residenza o che lavorano nel Comune di Montebelluna; che non sono in possesso di

Dettagli

COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA P.Iva/C.F

COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA P.Iva/C.F COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA P.Iva/C.F. 00344340500 DESCRIZIONE IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) Presupposto Le fonti della Imposta municipale propria, detta IMU, sono: decreto

Dettagli