Investire nella formazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Investire nella formazione"

Transcript

1 Repubblica e Cantone Ticino Investire nella formazione Concetto 2006 per la formazione dei Segretari comunali, dei Quadri dirigenti e dei Funzionari amministrativi Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Divisione della formazione professionale Centro di formazione per gli Enti locali Bellinzona, novembre 2006

2 Avvertenza Le denominazioni professionali utilizzate si riferiscono indistintamente sia alle donne che agli uomini. Questo fascicolo vuole orientare sui contenuti e le modalità dei percorsi di formazione. Per tutti i dettagli sulle condizioni di ammissione, i contenuti dei corsi, le norme per l ottenimento dei diplomi ecc., determinanti sono la LOC, il Regolamento sulla formazione professionale di base e continua per il settore degli Enti locali, i descrittivi dei corsi e, se del caso, le decisioni della Divisione della formazione professionale, della Commissione di vigilanza e/o delle Commissioni d esame. 2

3 Investire nella formazione Il cittadino chiede sempre di più al Comune e all Amministrazione pubblica. I problemi diventano sempre più complessi. I Comuni si interrogano sul futuro della loro autonomia, sulle forme della collaborazione a livello regionale. La parola chiave per rispondere a queste pressioni è: professionalità. Una dote che le Amministrazioni pubbliche dimostrano nei servizi offerti ai cittadini, nella preparazione delle decisioni e nella delega di compiti ai collaboratori. Per ogni Municipio è fondamentale investire tempo e risorse nella formazione e nel continuo aggiornamento professionale dei propri collaboratori: il Segretario comunale, i quadri dell Amministrazione, i singoli funzionari. Le possibilità e le offerte non mancano. Il Centro di formazione per gli Enti locali (CFEL) propone soluzioni studiate su misura che nascono da un regolare contatto con la realtà comunale. Nei primi quattro anni di attività, abbiamo accumulato esperienze, allacciato collaborazioni con l Università della Svizzera italiana (USI), la Scuola universitaria professionale (SUPSI) ed altri istituti di formazione e di ricerca in Svizzera e in Europa. Oggi presentiamo un nuovo Concetto di formazione per gli Enti locali (Concetto 2006). In una prima fase ci siamo concentrati sulla formazione dei Segretari comunali, dei dirigenti e dei funzionari amministrativi. In un secondo tempo presenteremo l offerta per Sindaci, Municipali e Consiglieri comunali. Il Delegato alla formazione per gli Enti locali Carlo Donadini Il Presidente della Commissione di vigilanza Mauro De Lorenzi 3

4 Uno sguardo retrospettivo Il bilancio dei primi anni di attività del CFEL é positivo. Abbiamo offerto a Sindaci, Municipali, Consiglieri comunali, Segretari e funzionari comunali l opportunità di completare o migliorare le loro conoscenze e la loro preparazione. Quasi tutti i corsi hanno suscitato grande interesse. Nei corsi e alle giornate di formazione abbiamo incontrato persone motivate e con una buona formazione di base. La maggior parte dei Segretari comunali in carica ha il diploma della scuola professionale di commercio o la maturità commerciale. Ma non mancano Segretari con una laurea universitaria, con il diploma di contabile federale o della Scuola cantonale di commercio. Figura 1: formazione di base dei Segretari comunali in carica (tot.185) Scuola cantonale commerciale; 32 Università; 22 Maturità; 20 Apprendistato commerciale; 90 Diversi; 8 SUPSI; 2 Contabile federale; 4 Scuola magistrale; 7 I risultati ottenuti ci spronano a continuare, a migliorare la nostra offerta tenendo conto delle esperienze raccolte. Così, ad esempio, abbiamo deciso di rendere complementari il corso per i funzionari amministrativi con quello per i dirigenti, almeno per le materie nelle quali i contenuti (e gli esami) sono identici. Abbiamo inoltre creato le premesse per percorsi formativi in parte personalizzati, che tengano maggiormente in considerazione la formazione di base e le esperienze professionali dei candidati. 4

5 Il nuovo Concetto di formazione per gli Enti locali (Concetto 2006) Il Concetto 2006 si fonda sulle esperienze acquisite e la realtà degli Enti locali ticinesi, nonché sui cambiamenti in atto (aggregazioni, revisione della LOC, ecc.). Per questo, il Concetto 2006: conferma e rafforza la struttura «a moduli» e la complementarietà dei percorsi formativi; considera l opportunità e la necessità di una formazione continua obbligatoria per i Segretari comunali; offre la possibilità di completare e perfezionare la formazione di base; crea le premesse per un possibile accesso all Executive Master in Amministrazione Pubblica (EMAP) proposto da USI e SUPSI. I pilastri del Concetto 2006 sono: la formazione di base e la formazione continua obbligatoria per i Segretari comunali; il Corso per il diploma cantonale di Dirigente degli Enti locali (380 ore-lezione); il Corso per il diploma cantonale di Funzionario amministrativo (160 ore-lezione); il Corso di perfezionamento che rilascia il diploma di Public Manager (320 ore-lezione). 5

6 Partecipazione facoltativa{ } Esami facoltativi EMAP-USI (Executive master in amministrazione pubblica) Corso di perfezionamento (Diploma cantonale superiore di Public manager) Public management Management territoriale e marketing territoriale Diploma cantonale di Quadro dirigente degli Enti locali Pianificazione e analisi finanziaria, controlling Territorio ambiente, edilizia LOC base e approfondimento Qualità del servizio Gestione del personale Diritto privato { Formazione continua obbligatoria per Segretari comunali Gestione strategica ed operativa Altre materie manageriali secondo esigenze Convocazioni e controllo frequenza e qualità tramite DI in collaborazione DECS/CFEL Figura 2: formazione per Segretari comunali Altre leggi (cantonali) secondo attualità { Terzo semestre, 140 ore-lezione { } Secondo semestre, 120 ore-lezione Formazione di base obbligatoria per Segretari comunali Primo semestre, 120 ore-lezione 6

7 Segretario comunale Il Segretario comunale è la figura centrale nell organizzazione comunale: guida l amministrazione, è responsabile del personale e sostiene il Sindaco e il Municipio nei processi decisionali e nell elaborazione delle scelte strategiche. I compiti del Segretario comunale sono interdisciplinari e richiedono competenze che abbracciano il diritto (applicazione delle leggi federali e cantonali, ma anche elaborazione di Regolamenti e Ordinanze comunali), le finanze pubbliche, la gestione del personale, il management di progetti e dei processi decisionali. Per questo è utile un articolata proposta di formazione in tutti i campi di attività e una verifica delle conoscenze nei settori più importanti. Per tenere conto di questa realtà, il Concetto 2006 propone: a) La formazione di base Il percorso formativo minimo per acquisire le conoscenze necessarie per assumere la carica di Segretario comunale è quello che conduce al Diploma cantonale di Dirigente degli Enti locali. Rispetto al precedente Corso per Segretario comunale, la durata complessiva è stata ridotta (da 550 ore-lezione ad un massimo di 380) anche per tenere conto dei successivi impegni nell ambito della formazione continua obbligatoria 1. Possibilità di esonero I candidati che sono in possesso di una formazione di base equivalente possono chiedere alla Divisione della formazione professionale l esonero totale o parziale della frequenza di talune materie e dei rispettivi esami. In tal modo, sulla base del dossier del singolo candidato, si potrà strutturare un percorso formativo ideale e adeguato alle esperienze teorico-pratiche già acquisite. b) La formazione continua obbligatoria I Segretari comunali in carica sono obbligati a seguire corsi di formazione continua e di aggiornamento 2. Gli obiettivi delle giornate di formazione sono: aggiornare in merito alle novità nell ambito delle leggi, della giurisprudenza e della procedura; sensibilizzare sulle competenze utili per la gestione degli Enti pubblici nonché offrire la formazione di base ed un continuo aggiornamento; dare al Segretario comunale le conoscenze per assumere il ruolo di direttore generale dell Amministrazione e per essere di supporto al Municipio nella preparazione, l adozione, la messa in atto e la verifica delle decisioni di sua competenza. 1 Obiettivi, contenuti e metodo del Corso per Dirigente degli Enti locali sono illustrati a pag L obbligo è sancito dall art. 144 LOC. 7

8 Il Centro di formazione per gli Enti locali (CFEL) elabora il programma dei corsi, sceglie i docenti e cura l organizzazione. Il Dipartimento delle Istituzioni convoca i Segretari per gruppi di Comuni in modo da favorire la conoscenza e lo scambio di esperienze. Ogni Segretario comunale viene chiamato a frequentare due corsi all anno. Per ciascun modulo sono previsti da due a quattro giorni (per un totale, di regola, di 4-6 giornate intere all anno) ed un numero massimo di partecipanti (25). Per il periodo sono previsti i seguenti contenuti: LOC (base e approfondimento) - Diritto privato - Altre leggi cantonali (secondo l attualità, quale ad esempio la nuova legge sulla politica regionale); Territorio, ambiente, edilizia; Pianificazione e analisi finanziaria; controlling - Gestione del personale - Altre materie manageriali (secondo le esigenze); Management e marketing territoriale; Public management - Qualità dei servizi - Gestione strategica e operativa. Taluni moduli saranno equivalenti a quelli del Corso di perfezionamento che porta al Diploma cantonale superiore di Public Manager 3. Per questi, sono previsti esami facoltativi che, se superati, danno diritto di acquisire i rispettivi crediti di formazione. Possibilità di esonero I Segretari comunali che possono provare di avere seguito, negli ultimi cinque anni, una formazione equivalente a quella del modulo obbligatorio, possono chiedere alla Divisione della formazione professionale l esonero dalla frequenza. 3 Obiettivi, contenuti e metodo del Corso di perfezionamento sono illustrati a pag

9 Dirigente degli Enti locali Il percorso formativo per Dirigente degli Enti locali offre le conoscenze minime necessarie per assumere responsabilità nelle amministrazioni pubbliche (ad esempio nell ambito delle deleghe decisionali decise dal Municipio). Chi ottiene il diploma dispone della formazione di base minima necessaria per assumere la carica di Segretario comunale. Obiettivi Il corso per Dirigente degli Enti locali permette ai partecipanti di: acquisire in modo approfondito la conoscenza delle leggi e dell organizzazione del nostro Stato e, in particolare, degli Enti locali; essere preparato per svolgere i compiti delegati nel rispetto delle leggi e delle indicazioni del Municipio; avere le competenze per sostenere il Municipio nella preparazione, l adozione e l esecuzione delle decisioni, nonché nel controllo dei risultati. Contenuti Fra i moduli di formazione ricordiamo l organizzazione di Confederazione, Cantone e Comuni; i principi e le norme del Diritto amministrativo; la LOC; la gestione delle finanze pubbliche e della contabilità; le leggi per la pianificazione e la gestione del territorio; la gestione del personale; il concetto e le tecniche del Public Management. Metodo Le lezioni sono impartite con un metodo teorico e pratico che valorizza le competenze e le esperienze dei partecipanti con esercizi e casi pratici da risolvere individualmente o in gruppo. Durata Il corso si sviluppa su 380 ore-lezione, suddivise sull arco di tre semestri. Alcuni moduli sono equivalenti a quelli per il Diploma di funzionario amministrativo. I candidati che hanno seguito questo corso (superando gli esami dei rispettivi moduli) sono esonerati dalla frequenza e dall esame 4. Esami Sono materia d esame: Confederazione, Cantoni e Comuni e Costituzione federale e cantonale (un solo esame); Diritto amministrativo; Public Management e gestione della qualità (un solo esame); Finanze pubbliche, contabilità e gestione finanziaria; 4 L interscambiabilità dei corsi e degli esami previsti anche dal Corso di diploma per funzionari amministrativi è presentata nella figura 3 - pag

10 Legge organica comunale (LOC); Legge sull esercizio dei diritti politici (LEDP); Gestione e sviluppo del personale; Pianificazione del territorio, Legge edilizia, Legge sulle commesse pubbliche. Gli esami sono modulari, hanno una durata da una a tre ore e si svolgono nella forma scritta. Ogni anno il CFEL organizza tre sessioni d esame per permettere ai candidati di sostenere l esame nelle materie già frequentate. È possibile presentarsi al massimo due volte per lo stesso esame. Diploma Chi supera tutti gli esami ottiene il rispettivo Diploma cantonale per Quadri dirigenti. 10

11 Funzionario amministrativo Le persone che entrano al servizio delle Amministrazioni pubbliche hanno spesso bisogno di una migliore conoscenza dei meccanismi che reggono il funzionamento di un Ente pubblico. Il corso per Funzionario amministrativo offre le basi indispensabili. Obiettivi Il corso per Funzionario amministrativo permette ai partecipanti di: integrare le competenze professionali di base con la conoscenza delle leggi e dell organizzazione del nostro Stato, in particolare degli Enti locali; essere consapevoli dei diritti (spesso inalienabili) e dei doveri del cittadino quale cliente/utente del servizio pubblico. Contenuti I moduli di formazione offrono le conoscenze di base su: l organizzazione di Confederazione, Cantone e Comuni; i principi e le norme del Diritto amministrativo; la LOC; la gestione delle finanze pubbliche e della contabilità; la qualità dei servizi, la protezione dei dati personali, i meccanismi delle votazioni e delle elezioni, l informatica e l archiviazione di documenti. Metodo Le lezioni sono impartite con un metodo teorico e pratico che valorizza le competenze e le esperienze dei partecipanti con esercizi e casi pratici da risolvere individualmente o in gruppo. Durata Il corso si sviluppa su 160 ore-lezione, suddivise sull arco di due semestri. Esami Sono materia d esame: Confederazione, Cantoni e Comuni e Costituzione federale e cantonale (un solo esame); Diritto amministrativo; Public Management e gestione della qualità (un solo esame); Finanze pubbliche, contabilità e gestione finanziaria; Legge organica comunale (LOC); Legge sull esercizio dei diritti politici (LEDP). Gli esami sono modulari, hanno una durata da una a due ore e si svolgono nella forma scritta. Ogni anno il CFEL organizza tre sessioni d esame per permettere ai candidati di sostenere l esame nelle materie già frequentate. È possibile presentarsi al massimo due volte per lo stesso esame. Diploma Chi supera tutti gli esami ottiene il Diploma cantonale di Funzionario amministrativo. 11

12 Figura 3: interscambiabilità tra Corso per Funzionario amministrativo e Corso per Quadro dirigente degli Enti locali. Corso di diploma Corso di diploma Esami per Quadri dirigenti per Funzionari amministrativi Giornata introduttiva Confederazione, 8 8 Cantoni e Comuni Costituzione Diritto Amministrativo LCI LMSP, tasse causali, contributi di miglioria Legislazione sociale Public management e Qualità Protezione dei dati LEDP Finanze pubbliche e contabilità LOC Informatica e archiviazione Garanzia della proprietà, 16 espropriazione, tributi e cose pubbliche Legge tributaria 12 - Gestione e sviluppo 36 del personale Pianificazione del territorio, 40 legge edilizia, legge commesse pubbliche Totale ore-lezione esami in comune; esami separati; - non è previsto un esame; Programma in comune Tutti gli esami sono modulari. La durata degli esami varia da una a tre ore per materia. 12

13 Diploma cantonale superiore di Public Manager (corso di perfezionamento) I Segretari comunali e le persone in possesso del diploma per Quadri dirigenti possono iscriversi al corso di perfezionamento per l ottenimento del diploma cantonale superiore di Public Manager. Obiettivi Il corso di perfezionamento permette ai partecipanti di: migliorare le proprie conoscenze con una formazione di grado superiore; acquisire o perfezionare l uso di tecniche e modalità utili per una gestione dinamica e professionale degli Enti pubblici. Contenuti I contenuti dei diversi moduli sono riassunti nel grafico seguente. Figura 4: il corso di perfezionamento Diploma cantonale superiore di Public Manager Lavoro di diploma Modulo 13: Cultura, società, territorio e istituzioni, 24 ore- lezione Modulo 12: Introduzione alle tecniche di presentazione e del lavoro scientifico, 8 ore- lezione Modulo 11: Gestione e sviluppo del personale, 32 ore- lezione Modulo 10: Informatica e e- government, 24 ore- lezione Modulo 9: Marketing territoriale e management territoriale, 32 ore- lezione Modulo 8: L Ordine pubblico, 24 ore- lezione Modulo 7: Pianificazione e analisi finanziaria, 24 ore- lezione Modulo 6: Project management, 24 ore- lezione Modulo 5: Legge organica comunale (LOC) approfondimento, 32 ore- lezione Modulo 4: Diritto, 16 ore- lezione Modulo 3: Qualità, 24 ore- lezione Modulo 2: Public management, 32 ore- lezione Modulo 1: Gestione strategica e gestione operativa, 24 ore- lezione 13

14 Durata Il corso si sviluppa su 320 ore-lezione-lezione (40 giornate di formazione). Esami Al termine di ogni modulo è previsto un esame. Diploma Chi supera gli esami di tutti i moduli, deve in seguito presentare un lavoro di diploma che, se accettato e sostenuto con successo davanti agli esperti, dà diritto al Diploma cantonale superiore di Public Manager. Per chi fosse interessato all Executive Master in Amministrazione Pubblica (EMAP) proposto da USI e SUPSI, il diploma di Public Manager costituisce titolo preferenziale in caso di ammissione su dossier. 14

15 I prossimi corsi Il Concetto 2006, approvato dalla Commissione di vigilanza, è la base per la pianificazione e l organizzazione dei prossimi corsi. Le date previste per l inizio dei corsi sono: Giornate di formazione continua obbligatoria per i Segretari comunali: da primavera Corso per Funzionario amministrativo: settembre Corso per Quadri dirigenti: settembre Corso di perfezionamento (Public Manager): ottobre

16 Centro di formazione per gli Enti locali Indirizzo Business Center, Via dei Gaggini 3, 6500 Bellinzona telefono fax internet

Maturità professionale

Maturità professionale situazione gennaio 2010 telefono fax e-mail internet Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Divisione della formazione professionale via Vergiò 18 cp 367

Dettagli

CORSO MANAGEMENT DI ORGANIZZAZIONI SPORTIVE - livello base-

CORSO MANAGEMENT DI ORGANIZZAZIONI SPORTIVE - livello base- CORSO MANAGEMENT DI ORGANIZZAZIONI SPORTIVE - livello base- Sabato 14 marzo 2015 al via la 20 a edizione SCONTO del 10% per gli studenti! Perché un corso di management e sport? Per incrementare la qualità

Dettagli

? a l l i e a t p i r o e e l e e t - e p i r e l i b i s p è, a o l p i d i d o a l l e d e o i z a t t e n o e e l l e o n i d o n I : l corso:

? a l l i e a t p i r o e e l e e t - e p i r e l i b i s p è, a o l p i d i d o a l l e d e o i z a t t e n o e e l l e o n i d o n I : l corso: Anche questa edizione a Bellinzona! Presso Gioventù e Sport Centro Sportivo Torretta Edizione 2014 A chi si rivolge Il corso è rivolto a tutti coloro che operano o intendono operare, a livello dirigenziale,

Dettagli

Bachelor of Science in Economia aziendale

Bachelor of Science in Economia aziendale Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale Bachelor of Science in Economia aziendale www.supsi.ch/deass Obiettivi e competenze Il Bachelor

Dettagli

Senior Project Management

Senior Project Management Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Senior Project Management Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc Il Project Manager, dopo aver acquisito

Dettagli

CORSO MANAGEMENT DI ORGANIZZAZIONI SPORTIVE - livello base -

CORSO MANAGEMENT DI ORGANIZZAZIONI SPORTIVE - livello base - CORSO MANAGEMENT DI ORGANIZZAZIONI SPORTIVE - livello base - Piazza Indipendenza 3 6830 Chiasso Tel +41 (0) 91 695 38 80 Fax +41 (0) 91 695 38 81 www.sriconsulting.ch ask@sriconsulting.ch La scelta di

Dettagli

Regolamento della Scuola superiore di informatica di gestione (SSIG) (del 31 maggio 2011)

Regolamento della Scuola superiore di informatica di gestione (SSIG) (del 31 maggio 2011) Regolamento della Scuola superiore di informatica di gestione (SSIG) (del 31 maggio 2011) 5.3.2.2.1 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO richiamati: la Legge della scuola del 1 febbraio

Dettagli

Maturità professionale

Maturità professionale situazione gennaio 2008 telefono fax e-mail internet Repubblica e CantoneTicino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Divisione della formazione professionale viavergiò 18 cp 367 6932

Dettagli

Specializzazioni in Pedagogia speciale e inclusiva

Specializzazioni in Pedagogia speciale e inclusiva Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento scienze aziendali e sociali Formazione continua Specializzazioni in Pedagogia speciale e inclusiva Ogni anno accademico la Formazione

Dettagli

IT Management and Governance

IT Management and Governance Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative IT Management and Governance Master of Advanced Studies IT Management Diploma of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

La scuola per capi-azienda nelle arti e mestieri

La scuola per capi-azienda nelle arti e mestieri IFCAM - Istituto svizzero per la formazione di capi-azienda nelle arti e mestieri La scuola per capi-azienda nelle arti e mestieri Istituto svizzero per la formazione di capi azienda Scopo del corso La

Dettagli

Master of Advanced Studies in Diritto Economico e Business Crime

Master of Advanced Studies in Diritto Economico e Business Crime Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento scienze aziendali e sociali Centro competenze tributarie SUPSI Master of Advanced Studies in Diritto Economico e Business Crime 1

Dettagli

Master of Advanced Studies in Tax Law

Master of Advanced Studies in Tax Law Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento scienze aziendali e sociali Centro di competenze tributarie Master of Advanced Studies in Tax Law Centro di competenze tributarie

Dettagli

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. III edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2013/2014. In collaborazione con:

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. III edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2013/2014. In collaborazione con: Diritto Tributario Master Universitario di secondo livello Facoltà di Economia III edizione Anno Accademico 2013/2014 In collaborazione con: L Università Cattolica del Sacro Cuore attiva per l anno accademico

Dettagli

RESPONSABILE HR dipl. SPD SSS

RESPONSABILE HR dipl. SPD SSS RESPONSABILE HR dipl. SPD SSS Studio Post-Diploma SSS 1 Scuola di livello terziario, che opera in base all'ordinanza del DEFR dell'11 marzo 2005 e ai rispettivi PQI Scuola Specializzata Superiore di Economia

Dettagli

Project Management. Diploma of Advanced Studies. www.supsi.ch/project-management

Project Management. Diploma of Advanced Studies. www.supsi.ch/project-management Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Project Management Diploma of Advanced Studies www.supsi.ch/project-management Gli obiettivi di un organizzazione

Dettagli

IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO ... Legge sull Università della Svizzera italiana, sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana e sugli Istituti di ricerca (del ottobre 99) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE

Dettagli

Master of Advanced Studies in Diritto Economico e Business Crime

Master of Advanced Studies in Diritto Economico e Business Crime Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale Master of Advanced Studies in Diritto Economico e Business Crime 1 Informazioni tecniche Ammissione

Dettagli

Regolamento sulla Scuola superiore alberghiera e del turismo (SSAT) (del 14 dicembre 1999)

Regolamento sulla Scuola superiore alberghiera e del turismo (SSAT) (del 14 dicembre 1999) Regolamento sulla Scuola superiore alberghiera e del turismo (SSAT) (del 14 dicembre 1999) 5.3.2.3.1 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visti la Legge della scuola del 1 febbraio 1990;

Dettagli

Bachelor of Science in Ingegneria elettronica

Bachelor of Science in Ingegneria elettronica Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Bachelor of Science in Ingegneria elettronica www.supsi.ch/dti Obiettivi e competenze Il corso di laurea in

Dettagli

Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di. Pizzaiolo/a

Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di. Pizzaiolo/a Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di Pizzaiolo/a Stato al 5 novembre 2014 Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di Pizzaiolo/a

Dettagli

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE D.R. N. 1002/14 IL RETTORE Vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168, istitutiva del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica; Vista la Legge n. 240 del 30 dicembre 2010; Visto lo

Dettagli

gli esami per l'ottenimento del diploma cantonale di podologo.

gli esami per l'ottenimento del diploma cantonale di podologo. 1 ESAME PER DIPLOMA CANTONALE DI PODOLOGO Divisione della formazione professionale del Cantone Ticino R E G O L A M E N T O concernente gli esami per l'ottenimento del diploma cantonale di podologo. In

Dettagli

9. L attività del Centro di formazione per gli Enti locali (CFEL)

9. L attività del Centro di formazione per gli Enti locali (CFEL) 9. L attività del Centro di formazione per gli Enti locali (CFEL) Il Centro di formazione per gli Enti locali (CFEL) centro di competenza della Divisione della formazione professionale del DECS attivo

Dettagli

Stabio, 07 maggio 2014. Al CONSIGLIO COMUNALE di S t a b i o

Stabio, 07 maggio 2014. Al CONSIGLIO COMUNALE di S t a b i o COMUNE DI STABIO MUNICIPIO Stabio, 07 maggio 2014 Al CONSIGLIO COMUNALE di S t a b i o MESSAGGIO MUNICIPALE No. 04/2014 Chiedente lo stanziamento di un credito d investimento di 50 000 Chf (iva esclusa)

Dettagli

Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV)

Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV) 4.3.3.1.5. Profilo delle scuole universitarie d arti visive e di arti applicate (SUAAV) del 10 giugno 1999 1. Statuto Le scuole universitarie d arti visive 1 e d arti applicate (SUAAV) rientrano nella

Dettagli

Bachelor of Science in Ingegneria informatica

Bachelor of Science in Ingegneria informatica Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Bachelor of Science in Ingegneria informatica www.supsi.ch/dti Obiettivi e competenze La formazione apre le

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FROSINONE

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FROSINONE ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FROSINONE Regolamento della Prova Finale per il conseguimento del Diploma Accademico di Primo Livello e Diploma Accademico di Secondo Livello Art. 1 Principi generali di riferimento

Dettagli

Istituto Universitario Privato - PoliSI Politecnico degli Studi Internazionali

Istituto Universitario Privato - PoliSI Politecnico degli Studi Internazionali AI Sig. PRESIDENTE del Collegio dei GeGL di alla c.a del Responsabile alla Formazione Oggetto: Comunicazione Egr. Presidente, Egr. Responsabile alla Formazione, Riabitalia srl, Società di Formazione, ha

Dettagli

Ordinanza del PF di Zurigo sulla formazione continua al PF di Zurigo

Ordinanza del PF di Zurigo sulla formazione continua al PF di Zurigo Ordinanza del PF di Zurigo sulla formazione continua al PF di Zurigo (Ordinanza sulla formazione continua al PF di Zurigo) 414.134.1 del 26 marzo 2013 (Stato 1 ottobre 2013) La Direzione scolastica del

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

IT Management and Governance

IT Management and Governance Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative IT Management and Governance Master of Advanced Studies Per un responsabile dei servizi IT è fondamentale disporre

Dettagli

Advanced Project Management

Advanced Project Management Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Advanced Project Management Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc La disciplina del Project Management

Dettagli

Regolamento degli studi della Scuola specializzata superiore alberghiera e del turismo del 21 marzo 2016

Regolamento degli studi della Scuola specializzata superiore alberghiera e del turismo del 21 marzo 2016 1 Foglio ufficiale 24/2016 Venerdì 25 marzo 1 Regolamento degli studi della Scuola specializzata superi alberghiera e del turismo del 21 marzo 2016 Il Dipartimento dell educazione, della cultura e dello

Dettagli

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale Corsi di Perfezionamento Professionale I Corsi di Perfezionamento Professionale costituiscono una struttura creata per fornire determinati servizi centrali all ICEC (Istituto cantonale di economia e commercio)

Dettagli

Management delle aziende sanitarie

Management delle aziende sanitarie ANNO ACCADEMICO 2009-2010 BANDO DI CONCORSO Hsfhjgh.jvn.xcbvmn-lòkjbfdgjwà

Dettagli

Regolamento sulla formazione continua dei docenti

Regolamento sulla formazione continua dei docenti 27/2015 Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi 12 giugno 297 Regolamento sulla formazione continua dei docenti (del 9 giugno 2015) Dipartimento competente Organizzazione e finanziamento

Dettagli

Profilo della formazione in linguistica applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali

Profilo della formazione in linguistica applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali 4.3.3.1.2. Profilo della formazione in linguistica applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali (SUP-LA) del 10 giugno 1999 1. Statuto La formazione in linguistica applicata di livello

Dettagli

Energy Management DI PRIMO LIVELLO

Energy Management DI PRIMO LIVELLO Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO A PORDENONE Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO Il Master si propone nel territorio in risposta alla

Dettagli

UNIVERSITÀ del SALENTO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA

UNIVERSITÀ del SALENTO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA UNIVERSITÀ del SALENTO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA ASL LECCE Master II Livello in MANAGEMENT SANITARIO ANNO ACCADEMICO 10-11 R E G O L A M E N T O ARTICOLO 1 Il Master in Management Sanitario si propone

Dettagli

CONSULENZA AZIENDALE LE MAGISTRALI. Corso di Laurea Magistrale Dipartimento di Impresa e Management. La Tua Università

CONSULENZA AZIENDALE LE MAGISTRALI. Corso di Laurea Magistrale Dipartimento di Impresa e Management. La Tua Università CONSULENZA AZIENDALE Corso di Laurea Magistrale Dipartimento di Impresa e Management LE MAGISTRALI La Tua Università corso di laurea magistrale dipartimento di impresa e management consulenza aziendale

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER IN ECONOMIA E BANCA

REGOLAMENTO DEL MASTER IN ECONOMIA E BANCA REGOLAMENTO DEL MASTER IN ECONOMIA E BANCA ART. 1 Denominazione e obiettivi formativi Il Master in Economia e Banca nasce (MEBS) dal rapporto di collaborazione tra 1'Università degli Studi di Siena e la

Dettagli

Corso Management di organizzazioni sportive (livello base)

Corso Management di organizzazioni sportive (livello base) Corso Management di organizzazioni sportive (livello base) Edizione 2014 Piazza Indipendenza 3 CH 6830 Chiasso Tel +41 91 6953880 Fax +41 91 6953881 Chiasso Lugano Zurigo www.srigroup.ch La scelta di proporre

Dettagli

Digital Forensics. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Digital Forensics. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Digital Forensics Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc L informatica forense (Digital Forensics)

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM CORSO DI PERFEZIONAMENTO E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE SUL CONCORDATO PREVENTIVO E FALLIMENTARE, A.A. 2012/2013 Riapertura termini di iscrizione. CFU 4 Lingua Italiano ANAGRAFICA DEL CORSO - A Percentuale

Dettagli

Profilo della formazione in psicologia applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali

Profilo della formazione in psicologia applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali 4.3.3.1.3. Profilo della formazione in psicologia applicata nel quadro delle scuole universitarie professionali (SUP-PA) del 10 giugno 1999 1. Statuto La formazione in psicologia applicata di livello SUP

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO di LAUREA in Economia aziendale

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO di LAUREA in Economia aziendale REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO di LAUREA in Economia aziendale L -18 Scienze dell economia e della gestione aziendale COORTE 2015-2016 approvato dal Senato Accademico nella seduta del 27 ottobre 2015 1. DATI

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione Articolo 1 «E istituito presso l Università Carlo Cattaneo -

Dettagli

SECURITY MANAGER" (aggiornato alla UNI 10459:2015)

SECURITY MANAGER (aggiornato alla UNI 10459:2015) Art. 1 ATTIVAZIONE Corso di perfezionamento e Aggiornamento Professionale in SECURITY MANAGER" (aggiornato alla UNI 10459:2015) (1000 ore 40 cfu) Anno Accademico 2014/2015 III edizione II sessione L Università

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN Scienze per la formazione

Dettagli

Corso preparatorio all esame professionale superiore per il diploma federale di Economista aziendale nelle arti e mestieri

Corso preparatorio all esame professionale superiore per il diploma federale di Economista aziendale nelle arti e mestieri IFCAM - Istituto svizzero per la formazione di capi-azienda nelle arti e mestieri Corso preparatorio all esame professionale superiore per il diploma federale di Economista aziendale nelle arti e mestieri

Dettagli

RUOLO E COMPITI DEL DIRIGENTE NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

RUOLO E COMPITI DEL DIRIGENTE NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Master Universitario annuale di II livello in RUOLO E COMPITI DEL DIRIGENTE NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE (1.500 ore 60 Crediti Formativi Universitari) Anno Accademico 2015/2016 Art. 1 FINALITA E OBIETTIVI

Dettagli

Master Universitario Online in Management & E-Governance per la Pubblica Amministrazione

Master Universitario Online in Management & E-Governance per la Pubblica Amministrazione Master Universitario Online in Management & E-Governance per la Pubblica Amministrazione Master Universitario Online di I e II Livello 60 Crediti Formativi Universitari 1. Premesse Il tema dell innovazione

Dettagli

Internet of Things. Diploma of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Internet of Things. Diploma of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto Sistemi Informativi e Networking Internet of Things Diploma of Advanced Studies www.supsi.ch/fc Nel

Dettagli

Gestione della produzione

Gestione della produzione Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Gestione della produzione Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc L aggiornamento e la formazione professionale

Dettagli

Legge sull Università della Svizzera italiana e sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (del 3 ottobre 1995)

Legge sull Università della Svizzera italiana e sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (del 3 ottobre 1995) Legge sull Università della Svizzera italiana e sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (del ottobre 995) IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE DEL TICINO visti il messaggio

Dettagli

( D.R. n 142 del 01.03.2007) Articolo 1 Ambito di applicazione e definizioni. Articolo 2 Principi generali

( D.R. n 142 del 01.03.2007) Articolo 1 Ambito di applicazione e definizioni. Articolo 2 Principi generali Regolamento per la disciplina delle procedure di progressione verticale del personale tecnico ed amministrativo dell Università degli Studi del Sannio nel nuovo sistema di classificazione ( D.R. n 142

Dettagli

SERVICE MANAGEMENT. Profilo in ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE. Il corso di. Laurea triennale. Facoltà di Economia

SERVICE MANAGEMENT. Profilo in ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE. Il corso di. Laurea triennale. Facoltà di Economia MILANO-ROMA a.a. 2014-15 Il corso di ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE Profilo in SERVICE MANAGEMENT Laurea triennale Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni Con il sostegno

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA Master Universitario annuale di II livello in IL DIRIGENTE SCOLASTICO NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA (1.500 ore 60 Crediti Formativi Universitari) Anno Accademico 2014/2015 Art. 1 FINALITA E OBIETTIVI DEL

Dettagli

UNIVERSITA' EUROPEA DI ROMA. C o r s o b i e n n a l e d i p e r f e z i o n a m e n t o

UNIVERSITA' EUROPEA DI ROMA. C o r s o b i e n n a l e d i p e r f e z i o n a m e n t o UNIVERSITA' EUROPEA DI ROMA C o r s o b i e n n a l e d i p e r f e z i o n a m e n t o (ex art. 6 comma 2 lettera c L. 341/90) in PROGETTAZIONE EDUCATIVA: LA NUOVA PROFESSIONALITA DOCENTE TRA AUTONOMIA

Dettagli

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E INTERNAZIONALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INTERNAZIONALI INTERNATIONAL STUDIES (Classe LM 52 Relazioni

Dettagli

Capitolo II Ammissione e promozione

Capitolo II Ammissione e promozione Regolamento sulla maturità professionale (del aprile 000) ultima modifica: cfr. Bollettino ufficiale 11/007/.0.007...1 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visti: - la Legge federale

Dettagli

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le finalità, l organizzazione e il funzionamento del Corso di studio in Giurisprudenza

Dettagli

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale Corsi di Perfezionamento Professionale I Corsi di Perfezionamento Professionale costituiscono una struttura creata per fornire determinati servizi centrali all ICEC (Istituto cantonale di economia e commercio)

Dettagli

Profilo delle scuole universitarie di teatro (SUT)

Profilo delle scuole universitarie di teatro (SUT) 4.3.3.1.4. Profilo delle scuole universitarie di teatro (SUT) del 10 giugno 1999 1. Statuto Le scuole universitarie di teatro (SUT) rientrano nella categoria delle scuole universitarie professionali. Sono

Dettagli

L UNIVERSITÀ A JESI: IL FUTURO È CON NOI!

L UNIVERSITÀ A JESI: IL FUTURO È CON NOI! FONDAZIONE ANGELO COLOCCI L UNIVERSITÀ A JESI: IL FUTURO È CON NOI! in collaborazione con OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016 INDIRIZZI: SCIENZE GIURIDICHE APPLICATE Corso di laurea triennale 1) OPERATORE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERATENEO IN SCIENZE DELLA SICUREZZA ECONOMICO FINANZIARIA TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI E COMUNI

Dettagli

Formazione commerciale di

Formazione commerciale di Formazione commerciale di base Unione Segretari comunali ticinesi Venerdì 5 ottobre 2012 Ramo «Öffentliche Verwaltung/Administration publique/amministrazione pubblica» Ufficio formazione commerciale e

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. D al bando di ammissione pubblicato in data 15/10/2012 Art. 1 - Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2012/2013, presso la Facoltà di Giurisprudenza, Dipartimento di Giurisprudenza,

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Profilo B o E? Un aiuto per scegliere

Profilo B o E? Un aiuto per scegliere Impiegata/impiegato di commercio AFC Profilo B o E? Un aiuto per scegliere Premessa Questo documento è uno strumento di aiuto per le persone che partecipano al processo decisionale delle persone in formazione

Dettagli

Regolamento per l ammissione ai corsi universitari con titolo estero e per il riconoscimento dei titoli esteri

Regolamento per l ammissione ai corsi universitari con titolo estero e per il riconoscimento dei titoli esteri Regolamento per l ammissione ai corsi universitari con titolo estero e per il riconoscimento dei titoli esteri SOMMARIO TITOLO I - Norme comuni e generali... 2 Art. 1 Ambito di applicazione... 2 Art. 2

Dettagli

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. IV edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2014/2015. In collaborazione con:

Diritto Tributario. Master Universitario di secondo livello. IV edizione. Facoltà di Economia. Anno Accademico 2014/2015. In collaborazione con: Diritto Tributario Master Universitario di secondo livello Facoltà di Economia IV edizione Anno Accademico 2014/2015 In collaborazione con: L Università Cattolica del Sacro Cuore attiva per l anno accademico

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Master in Human Capital Management

Master in Human Capital Management Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento scienze aziendali e sociali Master in Human Capital Management Certificate of Advanced Studies Certificate Master of Advanced Studies

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN PROCUREMENT MANAGEMENT. APPROVVIGIONAMENTI E APPALTI PUBLIC PROCUREMENT MANAGEMENT (modalità

Dettagli

Regolamento. concernente. gli esami per l ottenimento del diploma cantonale di giornalista

Regolamento. concernente. gli esami per l ottenimento del diploma cantonale di giornalista Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del diploma cantonale di giornalista In base agli articoli: 30 e 31 della Legge federale sulla formazione professionale del 13 dicembre 2002, 8, 13,

Dettagli

Ingegneria dell Emergenza

Ingegneria dell Emergenza Concorso di ammissione al Master universitario di secondo livello Ingegneria dell Emergenza Art. 1 (Finalità) Anno 2001-2002 (Bando del 15 novembre 2001) L Università degli Studi di Roma La Sapienza bandisce

Dettagli

SECURITY MANAGER Corso integrativo 30 ore

SECURITY MANAGER Corso integrativo 30 ore Corso di perfezionamento e Aggiornamento Professionale in SECURITY MANAGER Corso integrativo 30 ore *CORSO DI INTEGRAZIONE RISERVATO A STUDENTI GIA IN POSSESSO DI MASTER E/O CORSI DI PERFEZIONAMENTO E

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

Cloud Computing. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Cloud Computing. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Cloud Computing Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc Prima del cloud computing le applicazioni,

Dettagli

Art. 8. Obblighi di frequenza. La frequenza ai corsi è di norma obbligatoria.

Art. 8. Obblighi di frequenza. La frequenza ai corsi è di norma obbligatoria. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2008/09 Art. 1. Articolazione del corso di

Dettagli

CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLE PROFESSIONI DI

CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLE PROFESSIONI DI CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLE PROFESSIONI DI DOTTORE COMMERCIALISTA E ESPERTO CONTABILE 1 Indice CONTESTO NORMATIVO... 3 REQUISITI PER L'AMMISSIONE ALLA

Dettagli

Bando per l ammissione al Master Universitario di I livello in Economia e Finanza etica per lo sviluppo e la cooperazione

Bando per l ammissione al Master Universitario di I livello in Economia e Finanza etica per lo sviluppo e la cooperazione Bando per l ammissione al Master Universitario di I livello in Economia e Finanza etica per lo sviluppo e la cooperazione L Università degli Studi di Cagliari, in collaborazione con la RAS, Assessorato

Dettagli

BANDO MASTER IN INTERNATIONAL BUSINESS STUDIES Accreditato ASFOR IXX edizione Anno 2014/2015 1

BANDO MASTER IN INTERNATIONAL BUSINESS STUDIES Accreditato ASFOR IXX edizione Anno 2014/2015 1 BANDO MASTER IIN IINTERNATIIONAL BUSIINESS STUDIIES Accrediitato ASFOR IIXX ediiziione Anno 2014/2015 1 Indicazioni generali Il CIS è la Scuola per la Gestione d Impresa di Unindustria Reggio Emilia operante

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Corso di Aggiornamento Professionale Coordinatori dei Processi di AutoValutazione PREMESSA

Dettagli

Regolamento. concernente. gli esami per l ottenimento del diploma cantonale di sommelier/sommelière

Regolamento. concernente. gli esami per l ottenimento del diploma cantonale di sommelier/sommelière Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del diploma cantonale di sommelier/sommelière In base agli articoli: 50 della Legge federale sulla formazione professionale del 19 aprile 1978, 8, 13,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE IMPRESE DI SERVIZI XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 (Ambito di applicazione)

Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 (Ambito di applicazione) REGOLAMENTO INTERNO IN MATERIA DI CORSI DI FORMAZIONE FINALIZZATA E PERMANENTE, DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E SECONDO LIVELLO E DEI MASTER DI ALTO APPRENDISTATO (emanato con decreto rettorale

Dettagli

Pratici e orientati all applicazione: sono concepiti per migliorare le prestazioni delle persone rispetto a una specifica competenza

Pratici e orientati all applicazione: sono concepiti per migliorare le prestazioni delle persone rispetto a una specifica competenza PRESENTAZIONE Eduxia è una società di consulenza e formazione che ha sviluppato competenze nel settore bancario e finanziario. Le attività della società sono concentrate sulla formazione manageriale, tecnico-professionale

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI DI STUDIO ACCADEMICI DI I e II LIVELLO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DEI CORSI DI STUDIO ACCADEMICI DI I e II LIVELLO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DEI CORSI DI STUDIO ACCADEMICI DI I e II LIVELLO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DIDATTICO Indice Art. 1. (Generalità) Art. 2. (Titoli di accesso) Art. 3. (Competenze di accesso e loro verifica) Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE Emanato con decreto rettorale n. 9 del 12 novembre 2013 N.B. - Sostituisce

Dettagli

Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi

Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi Repubblica e Cantone 340 Ticino Estratto Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi Volume 134 Bellinzona, 27 giugno 34/2008 Regolamento degli studi liceali (del 25 giugno 2008) IL CONSIGLIO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali)

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione La Facoltà di Economia attiva il Corso di Laurea Magistrale in

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà ECONOMIA E LEGISLAZIONE D IMPRESA 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente

Dettagli

DOMANDA PER L AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN INGEGNERIA DEI TRASPORTI anno accademico 2015/2016 IL/LA SOTTOSCRITTO/A

DOMANDA PER L AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN INGEGNERIA DEI TRASPORTI anno accademico 2015/2016 IL/LA SOTTOSCRITTO/A DOMANDA PER L AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN INGEGNERIA DEI TRASPORTI anno accademico 2015/2016 Al Direttore del Dipartimento dell Università degli Studi Mediterranea Località Feo di

Dettagli

Capitolo I Disposizioni generali

Capitolo I Disposizioni generali Regolamento interno della Scuola Specializzata Superiore di Arte Applicata - Design SSS Design visivo, indirizzo d'approfondimento Web design - Design SSS Design visivo, indirizzo d'approfondimento Computer

Dettagli

MASTER di I Livello GLOBAL MARKETING, COMMERCIO E RELAZIONI INTERNAZIONALI. 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA451

MASTER di I Livello GLOBAL MARKETING, COMMERCIO E RELAZIONI INTERNAZIONALI. 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA451 MASTER di I Livello 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA451 Pagina 1/5 Titolo Edizione 1ª EDIZIONE Area GIURIDICA ECONOMICA Categoria MASTER Livello I Livello Anno accademico 2015/2016

Dettagli