Buongiorno, il mattinale Cgil di oggi. Giovedì 10 settembre

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Buongiorno, il mattinale Cgil di oggi. Giovedì 10 settembre"

Transcript

1

2

3

4

5 Buongiorno, il mattinale Cgil di oggi Giovedì 10 settembre Cresce la tensione in Europa e in Siria. Non si risolve infatti la questione dei profughi, nonostante il dietrofront della Germania e la decisione della cancelliera Angela Merkel. Ora è la Danimarca a riproporre il blocco delle frontiere, mentre il presidente russo Putin spedisce i carri armati per un azione militare in Siria. Anche l Iran in campo. La politica europea continua a balbettare e dimostra di essere subalterna alle scelte di Berlino. Nette divisioni anche per quanto riguarda l intervento armato in Siria. Il presidente Junker continua a chiedere solidarietà a tutti i governi europei. Ma i no si moltiplicano: oltre quelli della Danimarca, anche l Inghilterra e la Polonia ribadiscono la linea di chiusura. In Italia è ancora molto confusa la situazioni politica con un Pd sempre più spaccato sulla questione delle riforme. Scandalosa, per la Cgil, la decisione di dirottare i fondi per gli esodati. Il dramma di chi è ancora senza stipendio e senza pensione non si vuole proprio risolvere. La Cgil presenta le sue richieste sulle pensioni in un audizione alla Camera. Conto alla rovescia verso la Conferenza di organizzazione che si svolgerà a Roma il 17 e 18 settembre prossimi. Molti gli appuntamenti preparatori per parlare di sindacato e rappresentanza. Ieri l intervento del segretario generale Susanna Camusso davanti alla platea di oltre mille delegati e delegate della Flai. Oggi si parlerà del sindacato dei settori pubblici in Europa e di lavoratori immigrati nei cantieri edili. Tutto pronto per la manifestazione di domani a Venezia, scalzi in solidarietà con gli immigrati. Le manifestazioni saranno organizzate anche in molte altre città (sul sito Cgil l elenco completo delle mobilitazioni). Ancora drammi sul lavoro. Due operai sono morti ieri a Priolo, un altro incidente mortale a Roma e un altra morte da caporalato. Dall inizio dell anno le vittime del lavoro sono già 460. Crescono intanto le diseguaglianze sociali in tutti i paesi europei, ma l Italia conferma i suoi record: i dati del Rapporto Oxfam GOVERNO RENZI. INTOLLERABILE LO SCIPPO AGLI ESODATI "È intollerabile che, a fronte di un dramma ancora non risolto del tutto quale è quello degli esodati, il ministero dell'economia comunichi di aver incamerato le risorse del Fondo relativo". Così ha detto ieri la segretaria confederale della Cgil Vera Lamonica a margine dell'audizione alla Commissione Lavoro della Camera dei deputati sui progetti di legge in merito alla flessibilità dell'età pensionabile. "Le sei salvaguardie effettuate e per le quali sono stati stanziati quasi 12 miliardi spiega Lamonica non sono sufficienti a coprire tutta la platea degli interessati. Secondo gli stessi dati INPS restano fuori almeno altri lavoratori e lavoratrici". "Su quei 12 miliardi è stato effettuato un risparmio di almeno 3: è scandaloso sostiene Lamonica che oggi si dica che sono stati utilizzati per altri fini, nonostante la legge istitutiva del Fondo esodati preveda espressamente che i risparmi siano destinati al Fondo stesso per il completamento delle salvaguardie, e nonostante le dichiarazioni ben diverse fatte finora". "Vale lo stesso per l'opzione donna, in vigore dal 2004 e finanziata a tutto il 2015, che non si applica perché l'inps ha dato un'interpretazione sbagliata della norma", aggiunge la dirigente sindacale. "Norma che penalizza ferocemente le donne che vi fanno ricorso ma che, dopo la legge Fornero, è stata per molte l'unica via d'uscita". "Il governo aveva già incamerato i risparmi assurdamente effettuati sui lavori usuranti e continua sulla stessa strada". "Il Parlamento faccia chiarezza conclude Lamonica e impedisca questo vero e proprio scippo agli esodati". Sono parecchie le segnalazioni sulla stampa sulla vicenda degli esodati. Tra queste il pezzo di ricostruzione della vicenda degli esodati di Lorenzo Salvia sul Corriere della Sera: I fondi scomparsi per Opzione donna e per gli esodati (p.16) Da segnalare anche sulla questione esodati l intervista di Massimo Franchi a Cesare Damiano sull Unità: Pensioni ed esodati: i tecnici non possono bloccarci (p.11) IL LAVORO E LIBERTA. CAMUSSO ALL ASSEMBLEA DELLA FLAI Contrattare per rappresentare. Far crescere il lavoro con i diritti per tutti. E il titolo scelto dalla Flai Cgil per l assemblea l assemblea dei delegati e delegate dell industria alimentare e della cooperazione

6 alimentare, che si è svolta ieri a Roma. Ne parla Carlo Ruggiero su Rassegna (http://www.rassegna.it/articoli/2015/09/09/124745/il lavoro non e un peso ma dignita e liberta), mentre sul sito di Radio Articolo 1 è possibile riascoltare in podcast l intervento del segretario generale della Cgil, Susanna Camusso e del segretario generale della Flai, Stefania Crogi, oltre agli interventi dei delegati. La Radio ha infatti seguito in diretta tutta l assemblea. Oltre mille addetti tra Rsu, Rsa, Rls provenienti da tutte le regioni d Italia, si sono incontrati presso il Teatro Brancaccio, per riaffermare il radicamento del sindacato sui territori e il suo forte impegno nell elezione delle Rsu. L'obiettivo, come ha detto il segretario del sindacato Stefania Crogi nella sua relazione introduttiva, è quello di assegnare il compito di far vivere all interno dei luoghi di lavoro cosa significhi contrattare e cosa significhi difendere e rafforzare tutto ciò che contiene e rappresenta il contratto nazionale di lavoro. Questa discussione è stata quella che si può chiamare una boccata d'ossigeno ha commentato Susanna Camusso, segretario generale della Cgil nelle sue conclusioni perché sono pochi i luoghi in cui si riesce a discutere di cosa sia veramente il lavoro. Non un privilegio, ma una condizione concreta delle persone. Il lavoro con il suo senso e il suo valore, come vettore di dignità e di libertà delle persone. ACCERTARE LE RESPONSABILITA SULLA MORTE DEI DUE OPERAI A PRIOLO Accertare subito le responsabilità; seguiremo con grande attenzione l'evolversi della situazione e i risultati dell'inchiesta, senza fare sconti a nessuno : a dirlo ieri è stato Emilio Miceli, segretario generale della Filctem Cgil, non appena appresa la notizia della morte dei due giovani operai di una ditta appaltatrice metalmeccanica mentre lavoravano nell'impianto di Versalis, un'azienda del polo chimico di Priolo. Purtroppo in Italia ha aggiunto il dirigente sindacale, che ha espresso le condoglianze e la solidarietà della sua organizzazione alle famiglie i lavoratori in appalto sono ancora considerati di serie B, con scarsi diritti e tutele. Non c'è alcun dubbio conclude Miceli : è urgente una severa riflessione sulla sicurezza e sul controllo degli appalti. PENSIONI. IN AUDIZIONE ALLA CAMERA LE RICHIESTE DELLA CGIL "La Cgil esprime il proprio apprezzamento per il lavoro della Commissione, che ha operato con determinazione e tenacia con l'obiettivo, da noi sempre sostenuto, di ripristinare la flessibilità dell'età pensionabile. Obiettivo irrinunciabile già nella prossima legge di stabilità e che non può essere a costo zero, poiché in tal caso si tradurrebbe in un taglio che peserebbe unicamente sulle spalle dei pensionati". È quanto si legge nella memoria consegnata oggi dalla Cgil alla Commissione Lavoro della Camera dei deputati nel corso dell'audizione sui progetti di legge in merito alla flessibilità dell'età pensionabile (C 857 e abbinati). La Cgil ha ribadito le proposte sulla revisione complessiva del sistema previdenziale contenute nella piattaforma unitaria di Cgil Cisl Uil, che puntano a ripristinare gradualità, flessibilità e solidarietà per restituire al sistema sostenibilità sociale oltre che finanziaria". Una revisione, si legge nella memoria, "necessaria e urgente anche per favorire l'occupazione giovanile. La confederazione torna a ripetere che è necessario intervenire in questa direzione "già nella prossima legge di stabilità", e che "non possono essere prese in considerazione ipotesi di ricalcolo contributivo delle pensioni in essere e ipotesi che prevedano il ripristino della flessibilità legandola esclusivamente al calcolo della pensione con il sistema contributivo". "È di vitale importanza che siano le lavoratrici ed i lavoratori a poter scegliere consapevolmente a quale età andare in pensione, e per la tutela di tutti i lavoratori ed in particolare quelli precoci spiega il sindacato di corso d'italia è fondamentale che il diritto alla pensione anticipata sia raggiungibile con una contribuzione massima di 41 anni, indipendentemente dall'età anagrafica e senza alcuna penalizzazione, così come previsto nella proposta di legge C 857 (Damiano ed altri)". Vi è un altro punto in comune tra quest'ultima e la posizione della confederazione: "La Cgil si legge nella memoria ritiene si possa ripristinare la flessibilità dell'età pensionabile in un arco temporale che va dai 62 ai 70 anni di età, con almeno 35 anni contributi, come previsto anche nel progetto di legge Damiano". "Tale possibilità però si sottolinea non deve prevedere ulteriori penalizzazioni rispetto a quelle già insite nel sistema di calcolo contributivo, che dal 1 gennaio 2012 si applica a tutti, poiché in moltissimi casi i lavoratori non possono scegliere liberamente quando andare in pensione, ma sono costretti o a causa della crisi occupazionale, o dalla chiusura o dal fallimento delle aziende, o a causa della gravosità del lavoro svolto, per il quale non c'è alcun

7 riconoscimento". Per la Cgil "è necessario che, anche parlando di penalizzazioni, si affermi il principio che i lavori non sono tutti uguali e che l'usura e la fatica del lavoro vanno riconosciute ben oltre i limiti dell'attuale normativa sui lavori usuranti". "Anche per questo continua il testo deve esserci un profondo ripensamento in merito al rigido automatismo che lega l'aumento dell'età o della contribuzione all'incremento relativo alla speranza di vita che, come noto, non è uguale per tutti". LE RICHIESTE SULLE PENSIONI DELLE DONNE E SUGLI ESODATI Nella memoria della Cgil consegnata in Commissione si fa poi riferimento alle donne, "sicuramente le più penalizzate dalla manovra Fornero". "Condividiamo la necessità prevista in vario modo in molte proposte di legge sul riconoscimento del lavoro di cura familiare, il riconoscimento di particolari benefici per le lavoratrici madri sia ai fini contributivi sia ai fini del calcolo della pensione, così come le proposte di legge che prevedono norme di favore per i genitori di figli con disabilità grave". Per quanto riguarda l'opzione donna, scelta molto dolorosa la Cgil chiede che venga correttamente applicata sino al 31 dicembre 2015, superando l'interpretazione dell'inps, anche perché ci sono già le relative coperture finanziarie. Nel testo si affrontano anche l'emergenza sociale degli esodati e l'iniqua questione delle ricongiunzioni onerose. Per quanto riguarda la prima la Cgil chiede che la settima salvaguardia risolva la questione in maniera strutturale": "la Commissione conosce bene la situazione, le chiediamo di insistere per ottenere dal Governo una soluzione definitiva". Così come si chiede una risoluzione del problema della quota 96 per i lavoratori della scuola. A proposito delle ricongiunzioni onerose si sottolinea come "la legge varata nel 2010 ha creato pesantissimi problemi per i lavoratori, con ricongiunzioni fino ad allora gratuite che hanno raggiunto importi al di fuori di ogni ragionevole parametro, e con molti lavoratori che non hanno potuto valorizzare ai fini pensionistici determinati periodi di contributi". "La nuova normativa sul cumulo dei contributi varata nel 2012 sostiene la Cgil ha cercato di porre rimedio a questa assurda e drammatica situazione, ma non ha risolto tutti i problemi: è necessario, infatti, che la possibilità di cumulo sia estesa anche ai casi in cui oggi non è possibile". DOMANI LA MARCIA DELLE DONNE E DEGLI UOMINI SCALZI In questi giorni sta crescendo molto l iniziativa lanciata da un gruppo di intellettuali a Venezia: una marcia a piedi scalzi in solidarietà con gli immigrati. La Cgil nazionale ha aderito e parteciperà alla Marcia delle donne e degli uomini scalzi, promossa da autorevoli personalità, che si terrà domani a Venezia. Per la segreteria confederale sarà presente Vera Lamonica, che ne ha parlato diffusamente ieri nel corso dell intervista a Radio Articolo 1 (il podcast sul sito della radio: Nella stessa giornata di venerdì la confederazione organizzerà iniziative analoghe in tutto il Paese, perché la Cgil è dalla parte degli uomini scalzi, di coloro che fuggono da guerre e violenze e si scontrano con i nuovi muri, le discriminazioni e i razzismi di tanti stati europei. Non vogliamo vedere mai più bimbi morti sulle spiagge, cadaveri di persone asfissiate, annegate, volti segnati dalla sofferenza che cercano rifugio in Europa e si trovano di fronte ad egoismi nazionali indegni della tradizione e della civiltà europea. Facciamo appello al governo italiano e alle istituzioni internazionali affinché si intensifichi l'azione per impedire che prevalga l'orrore e si costituisca una politica europea dell'asilo. Sul sito della Cgil tutti gli appuntamenti a cui la Cgil parteciperà nelle varie città. ( I SINDACATI DEI SETTORI PUBBLICI IN EUROPA. OGGI IL CONVEGNO FP E CGIL 'Il sindacato e la crisi da fenomeno organizzativo a organizzazione della rappresentanza '. Questo il tema di un seminario promosso dalla Fp Cgil nazionale per oggi e domani a Roma in corso d'italia 25. Al centro della due giorni ci sarà il confronto su modelli sindacali di diversi paesi europei, tra questi Italia, Spagna, Regno Unito e Svezia con i rispettivi esponenti sindacali. Si partirà oggi alle con la relazione introduttiva affidata al segretario nazionale della Fp Cgil, e responsabile d'organizzazione, Fabrizio Rossetti. A seguire l'intervento di Dave Prentis, segretario generale di Unison (Regno Unito), sul tema 'Il sindacato e il liberismo: trent'anni dopo il modello Unison'. Dopo un primo dibattito, si riprenderà con gli interventi di Dan Nielsen, del sindacato svedese Vision, su 'Il modello svedese, come intercettare le professioni' e di

8 Anders Jonsson, del sindacato Kommunal, sempre svedese, su 'I sindacati svedesi, un modello di successo'. Dopo una seconda fase di dibattito, intorno alle ore 18 sono previste le conclusioni della prima giornata affidate al segretario nazionale della Cgil, responsabile d'organizzazione, Nino Baseotto. La seconda e ultima giornata del seminario della Fp Cgil, venerdì 11 settembre, partirà alle 10 con gli interventi di due esponenti sindacali spagnoli: il segretario generale della Fsp Ugt, Julio Lacuerda, sul tema 'Il modello spagnolo, una riforma radicale' e del segretario generale della Fsc Ccoo, Javier Jiménez, dal titolo 'Il modello spagnolo, un modello allargato'. Dopo un primo dibattito si riprende con l'intervento di Richard Pond, segretario responsabile dei modelli contrattuali e sindacali di Epsu (ovvero la federazione europea dei sindacati dei servizi pubblici) su 'Le prospettive europee'. Infine, dopo una seconda e ultima fase del dibattito, le conclusioni previste intorno alle ore 12 che saranno affidate al segretario generale della Fp Cgil, Rossana Dettori. IL CORAGGIO DI CAMBIARE. CANTONE (SPI) CANDIDATA ALLA FERPA La Ferpa deve conquistare insieme alla Ces un ruolo di rappresentanza che ci consenta di raggiungere risultati sia in Europa che negli Stati membri. Così Carla Cantone, candidata alla guida del sindacato europeo dei pensionati che l 11 settembre la eleggerà segretario generale intervenendo al congresso dell organizzazione che si è aperto oggi a Budapest. Serve una rinnovata costituzione europea ha continuato Cantone che definisca diritti di cittadinanza. Prepariamo una nostra proposta: una carta dei diritti per tutelare e difendere tutte le donne e gli uomini anziani e in pensione. Anche il sindacato, la Ces e la Ferpa, devono darsi un progetto di cambiamento. Dobbiamo avere la forza e il coraggio per cambiare, per rinnovarci nel merito e nel metodo ha detto Cantone. Ora il sindacato deve scendere in campo e costruire un fronte sociale, farsi ascoltare e lottare tutti insieme. La Ferpa non è soltanto una semplice associazione di anziani, ma un sindacato che ha anche un ruolo contrattuale. Per questo intendiamo partecipare a pieno titolo ai confronti che si programmeranno con la Commissione europea. I LAVORATORI IMMIGRATI NEI CANTIERI. CONFERENZA NAZIONALE FILLEA Centro Congressi Frentani Via dei Frentani, 4 ore Undicesima Assemblea Nazionale Lavoratori Stranieri Fillea Cgil 'Il lavoro migrante nelle costruzioni, risorsa per il Paese e per il Sindacato'. Aprirà i lavori Mercedes Landolfi, responsabile Politiche dell Immigrazione Fillea Cgil, alle 10 di Patria in Patria, migrazioni: c è bisogno di un Europa solidale. Sindacato ed Istituzioni a confronto. Partecipano Khalid Chaouki, Deputato Pd, Commissione Esteri e Comitato Diritti Umani, Fausto Durante, Coordinatore Politiche Europee e Internazionali Cgil, Claudio Piccinini, Responsabile Immigrazione Inca Cgil, Walter Schiavella, Segretario Generale Fillea Cgil. Alle 14 sarà presentato il Nono Rapporto sulle Condizioni dei lavoratori migranti nel settore delle costruzioni frutto del lavoro congiunto della Fondazione Giuseppe Di Vittorio e della Fillea Cgil. Il rapporto sarà illustrato da Emanuele Calossi, ricercatore della Fondazione Di Vittorio. Seguiranno il dibattito e le conclusioni di Vera Lamonica, segretaria confederale Cgil. BILATERALITA' E CONTRATTAZIONE. UN CONVEGNO A NAPOLI Parlare di contrattazione sindacale comporta, oggi in particolare, parlare di bilateralità. Di quel complesso cioè di strumenti, enti, fondi in cui le parti sociali agiscono di concerto per fornire alle lavoratrici e ai lavoratori servizi e prestazioni che talvolta lo Stato non eroga. Nel tentativo di dare organicità al complesso delle questioni legate alla bilateralità, la Cgil, insieme all'associazione Bruno Trentin e con il contributo di Fondartigianato, ha messo in campo un iniziativa nazionale organizzata presso la prestigiosa Università Federico II di Napoli alla presenza di studiosi, esperti, dirigenti delle strutture regionali e di categoria della stessa confederazione. Ne parla Vanna Palumbo su Rassegna Sindacale (www.rassegna.it). Si è trattato di un confronto serrato, arricchito dai contributi di accademici, analisti dell'intricata materia, e pensato come ha chiarito in apertura Delia Nardone, responsabile della bilateralità della Cgil nazionale e ideatrice dell'iniziativa per mettere a fattore comune le buone pratiche con le quali l'attività delle categorie sindacali conferma quotidianamente la giustezza della scelta, fatta a suo tempo, di costituire organismi bilaterali come supporto all'azione contrattuale. Nardone, nella sua relazione, non ha però omesso di

9 mettere sotto la lente anche le criticità e le ombre che questi utili strumenti portano con sé. Problemi che qualche organo di informazione ha evidenziato proprio nelle ultime settimane, con riferimento a usi impropri degli strumenti bilaterali, che devono invece confermarsi sempre al servizio della contrattazione, ha detto Nardone, ricordando che la bilateralità nasce dal bisogno mutualistico dei lavoratori e che, quindi, la sua rivisitazione deve essere improntata a maggiore trasparenza, rigore e ancoraggio ai valori etici che sono nel dna della Cgil. Al convegno sono intervenuti tra gli altri anche Rosario Strazzullo, capo dell'area contrattazione e mercato del lavoro della Cgil e il segretario confederale della Cgil, Fabrizio Solari. SEGNALAZIONI STAMPA: COMMENTI, ANALISI, INTERVISTE EUROPA MERKEL E COERENTE. Non c è nessuna svolta nella decisione della cancelliera Angela Merkel. Si tratta di una politica coerente. Lo sostiene sul Corriere della Sera Veronica De Romanis. Con la decisione di spalancare le porte ai profughi siriani, Angela Merkel è diventata un esempio di solidarietà per un'europa sempre più disorientata e inadeguata di fronte al dramma dell'immigrazione. «La Germania», ha dichiarato la cancelliera, «come Paese forte ed economicamente sano, ha la forza per fare tutto ciò che è necessario per accogliere i profughi». Un'accoglienza, che come la leader tedesca ha voluto precisare, sarà senza limiti per chi fugge dalle sofferenze della guerra. Perché così prevede la Costituzione tedesca: il diritto di asilo deve essere concesso a tutti coloro che ne fanno richiesta. Le immagini dell'arrivo dei quasi diecimila migranti siriani alla stazione di Monaco di Baviera stanno facendo il giro del mondo. All accoglienza delle grandi occasioni applausi ed inni da parte dei tedeschi, i siriani ricambiano con «Germania, Germania». Alcuni tengono in mano la foto della cancelliera sorridente, in segno di riconoscenza. Una scena molto diversa da quella, nell'ottobre del 2012 ad Atene, in cui i manifestanti la accolsero brandendo il suo ritratto vestita da nazista e con i baffetti di Hitler. Come d'incanto, Angela Merkel non è più il leader egoista e miope, capace solo di imporre rigore e disciplina ai greci. Chi pensa che si tratti di una svolta, però, si sbaglia. Non c'è nessuna svolta, nessuna marcia indietro, nessun cambio di rotta: la solidarietà con i siriani è perfettamente in linea con la richiesta del rispetto delle regole fatta in questi mesi alla Grecia. Il suo «metodo» di far politica è sempre lo stesso ed è coerente con il modello dell'economia sociale di mercato, che è alla base dello sviluppo tedesco. La solidarietà è un elemento fondante di questo modello, ma deve essere intesa come una strada a doppio senso: assistenza in cambio di responsabilità e regole. (..) MERKEL VUOLE SOLO LA GERMANIA PRIMA DELLA CLASSE. Commento fuori dal coro quello di Giulio Sapelli sul Messaggero che dopo aver analizzato le ragioni vere che starebbero dietro il dietrofront della cancelliera Angela Merkel, sottolinea la debolezza della politica europea. Ebbene, la cosa più disarmante e inquietante è la sudditanza delle istituzioni europee al diktat tedesco che ora si sta ancora una volta manifestando. Il presidente Juncker e la Commissione erano avvolti in un lungo sonno durante tutta la tragedia dei migranti. Le giuste e sacrosante richieste italiane prima ricordate erano addirittura irrise con disprezzo e razzismo nei corridoi e nei conciliaboli eurocratici. Ecco che la signora Merkel scopre l'altra Germania, che puo' essere anche molto utile nella lotta interna alla Cdu e alla Csu per controbilanciare la destra nazionalista che la osteggia (al peggio non vi è mai fine); ed ecco che il fido Juncker si sveglia la mattina e assume decisioni che centinaia di morti non l'avevano prima indotto ad assumere: le spese che gli stati dell'unione affronteranno per sostenere i migranti saranno defalcate dal computo dei deficit e altre misure si annunciano in gestazione. Mentre il discorso pronunciato ieri davanti al Parlamento europeo contiene una svolta di 180 gradi. Tutti gioiscono di queste novità, anche se andranno misurate sul piano della concreta realizzazione, ma non possiamo non sottolineare che esse qualificano definitivamente l'europa come un insieme di Stati che sono vassalli dei tedeschi a cominciare dalla tecnostruttura eurocratica. Non vi è da gioire per il fatto che questo blocco si sta sfaldando perla giravolta della signora Merkel, perché questa è disgregazione pura e semplice sul terreno nazionalistico che la Germania, per la sua assenza di strategia, ha provocato e continua a provocare. La sua tattica di navigare a vista fondata sulla sottrazione anziché sulla condivisione della sovranità provocherà effetti che alla fine pagheremo tutti.

10 SULL EUROPA ANCHE PRODI E BOLDRINI. Sulle questioni europee sono da segnalare anche le due interviste a Romano Prodi (una su Famiglia Cristiana e una al Fatto Quotidiano) e quella alla presidente della Camera Laura Boldrini sull Unità sugli Stati Uniti d Europa e il diritto di asilo (Maria Zegarelli a pagina 6). LAVORO LA CASSA INTEGRAZIONE SARA AL MASSIMO DI DUE ANNI. Antonino Cannioto e Giuseppe Maccarone nelle guide del Sole 24 ore al Jobs Act spiegano le nuove norme sugli ammortizzatori sociali. Si va verso un testo unico degli ammortizzatori sociali il cui ampio raggio di intervento interessa sia il campo di applicazione soggettivo che la durata c complessiva dei trattamenti. Con riferimento al primo aspetto, si sottolinea l'estensione delle integrazioni salariali agli apprendisti con contratto di tipo professionalizzante, fino ad oggi esclusi dalla disciplina e interessati dai soli provvedimenti in deroga. Per quanto riguarda le modifiche che interessano la durata, si unificano Cigo e Gigs, prevedendo che gli interventi non possano superare per ciascuna unità produttiva il massimo di 24 mesi (erano 36) in un quinquennio mobile (era fisso decorrente dall'e agosto 1990). Sempre riguardo alla durata, va osservato che, ai full del conteggio, i periodi di Cis connessi a contratti di solidarietà entro il limite di 24 mesi, contano per la metà. Per le imprese industriali e artigiane dell'edilizia e affiori e per quelle che svolgono attività di escavazione e di lavorazione di materiali lapidei, la durata dei trattamenti non può superare complessivamente i 3o mesi in un quinquennio mobile. La ragione di una differente valutazione è probabilmente rinvenibile nella circostanza che, in questi settori, l'utilizzo del contratto di solidarietà che favorisce una più flessibile valutazione del tetto è sostanzialmente precluso. Sempre in tema di durata, viene stabilito che i periodi di integrazione salariali fruiti prima dell'entrata in vigore delle nuove disposizioni, contenute nel decreto di riordino, non concorrono al raggiungimento del limite complessivo. Con riferimento alla Cigo si osserva che non possono essere autorizzate ore di integrazione salariale eccedenti il limite di un terzo di quelle ordinarie lavorabili nel biennio mobile, con riferimento a tutti i lavoratori dell'unità produttiva mediamente occupati nel semestre precedente. ( Sole 24 ore, p.38) 23 CONTRATTI NAZIONALI DA RINNOVARE. Fa il punto sui rinnovi Francesco Prisco sul Sole 24 ore (p.16). Rinnovo per 23 categorie. In autunno partono i negoziati che riguardano 5,2 milioni di lavoratori. La partita più grossa è sicuramente quella dei metalmeccanici, con le sigle che si presenteranno divise come accade ormai da qualche anno. Non saranno tuttavia da meno i negoziati riguardanti il chimico farmaceutico, l'industria alimentare e la grande distribuzione organizzata, dove c'è maggiore tradizione di unitarietà tra i sindacati. Come se non bastassero le crisi aziendali, a"riscaldare" le temperature dell'autunno 2015 contribuirà il rinnovo di ben 23 contratti nazionali di categoria, per un totale di 5,2 milioni di lavoratori interessati. Gran parte dell'attenzione è concentrata sul ccnl dei metalmeccanici (1,6 milioni di addetti): le assemblee degli iscritti a Fim e Uilm hanno dato il via libera alla loro piattaforma, incentrata su una richiesta di 1o5 euro. Il rinnovo, secondo il segretario di Uilm Rocco Palombella, è «utile per i lavoratori, per le aziende, per il Paese, per il governo: chiuderlo positivamente, liberando risorse, potrebbe favorire la ripresa». Fiom presenterà la piattaforma sua entro ottobre ma, attraverso il comitato centrale di lunedì, ha auspicato rinnovo annuale della parte economica e una durata triennale di quella normativa. Undici, invece, i ccnl in scadenza del perimetro di Femca, Filctem e Uiltec, per complessivi 500 mila lavoratori ( ). DISEGUAGLIANZA AL 20% DEGLI ITALIANI IL 62% DELLA RICCHEZZA. Lo certifica anche il Rapporto Oxfam. Se ne parla su Repubblica a pagina 26: In Europa 342 miliardarie 123 milioni a rischio povertà n nuovo rapporto di Oxfam sulle disuguaglianze certifica una situazione già tristemente nota. Ovvero che in Italia il 20% dei connazionali più abbienti detiene i161,6% della ricchezza nazionale mentre il 20% dei più poveri ne detiene appena lo Q4%. Non si sapeva invece che queste disuguaglianze si riflettono pari pari su tutto il territorio europeo. Nei calcoli di Oxfam, infatti, in Europa ci sono 342 Paperoni miliardari con in mano un patrimonio totale di circa 1340 miliardi di euro. Al contrario, quasi un quarto della popolazione totale, cioè circa 123 milioni di persone, è a rischio povertà o esclusione sociale. "Una Europa per tutti, non per pochi", s'intitola non a caso questo rapporto, fitto di dati. Tra i tanti vale forse la pena di notare che nel periodo ,

11 cioè nel pieno della crisi, il numero di persone costretta a vivere in condizione di grave privazione, cioè senza soldi per pagare il riscaldamento o affrontare spese impreviste è cresciuto di di 7, 9 milioni di unità in 19 paesi tra cui Spagna, Irlanda, Grecia e Italia, arrivando a coinvolgere 50 milioni di individui ( ) APPUNTAMENTI IN AGENDA OGGI Roma Casa del Jazz, Viale di Porta Ardeatina 55 ore Festa dell'avanti Dibattito 'Dentro il nuovo inizio dell Italia'. Partecipa il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso Roma Centro Congressi Frentani Via dei Frentani, 4 ore Undicesima Assemblea Nazionale Lavoratori Stranieri Fillea Cgil 'Il lavoro migrante nelle costruzioni, risorsa per il Paese e per il Sindacato'. Partecipa il segretario confederale della Cgil, Vera Lamonica Roma Cgil nazionale, Corso d'italia, Seminario Fp Cgil 'Il sindacato e la crisi', modelli sindacali europei a confronto. Partecipa il segretario confederale della Cgil, Nino Baseotto DOMANI Mantova Palazzo Soardi (Sala degli Stemmi), Via Frattini 60 ore Festival letteratura di Mantova. Partecipa il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso Venezia Lido S.M.Elisabetta. ore 17. Marcia delle donne e degli uomini scalzi Partecipa il segretario confederale della Cgil, Vera Lamonica Torino giardini Ginzburg, Corso Moncalieri 18 ore 18. Festa Fiom Cgil Torino dibattito 'Perché il Jobs Act ha fallito? Quali alternative?' Partecipa il segretario confederale della Cgil, Serena Sorrentino Porto San Giorgio (AP) Hotel Davide Palace ore Seminario Cgil Marche 'Economia, sviluppo e contrattazione per aprire una nuova fase'. Partecipa il segretario confederale della Cgil, Fabrizio Solari 17 e 18 SETTEMBRE Roma. Conferenza nazionale di organizzazione della Cgil. Si terrà il 17 e 18 settembre la Conferenza di organizzazione della Cgil con lo slogan 'Contrattare per includere, partecipare per contare. I lavori delle due giornate si svolgeranno presso l'auditorium Parco della Musica, in viale Pietro de Coubertin 30 a Roma. La Conferenza di organizzazione è stata preceduta dal decine di Conferenze territoriali che si sono snodate per tutto il mese di giugno. Al centro del lungo percorso di discussione quattro temi fondamentali: contrattazione inclusiva, democrazia e partecipazione, territorio e strutture, profilo identitario e formazione sindacale. Mattinale chiuso alle 7,30. Rassegna stampa completa in intranet sul portale Cgil a partire dalle 10,30

DOCUMENTO CONCLUSIVO SENTITA LA RELAZIONE

DOCUMENTO CONCLUSIVO SENTITA LA RELAZIONE Olbia, 16/10/2015 DOCUMENTO CONCLUSIVO L Assemblea Programmatica e Organizzativa della FNP CISL tenutasi presso l Hotel Hilton di Olbia in data 15 e 16 ottobre 2015, alla quale hanno partecipato i Componenti

Dettagli

Documento sulle politiche contrattuali Presentato da Gianni Rinaldini, segretario generale Fiom-Cgil

Documento sulle politiche contrattuali Presentato da Gianni Rinaldini, segretario generale Fiom-Cgil Documento sulle politiche contrattuali Presentato da Gianni Rinaldini, segretario generale Fiom-Cgil Cervia 16 Maggio 2008 UNA NUOVA FASE DI CONTRATTAZIONE La contrattazione collettiva di tutti gli aspetti

Dettagli

Ripensare le pensioni fra passato, presente e futuro

Ripensare le pensioni fra passato, presente e futuro 1 Ripensare le pensioni fra passato, presente e futuro LE PROPOSTE DELLA CISL per un sistema pensionistico equo e sostenibile LA CISL CONTRATTA, UNISCE, PROPONE 1 2 1. La flessibilità in uscita: restituire

Dettagli

Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi

Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi I 6 punti del manifesto-piattaforma oggi all'assemblea quadri e delegati Roma, 5 novembre - Un vero e proprio manifesto-piattaforma

Dettagli

Nuove decorrenze dei trattamenti pensionistici previsti dal 2011

Nuove decorrenze dei trattamenti pensionistici previsti dal 2011 Dossier Rassegna.it Pensioni, cosa cambia La nostra guida Decorrenze di anzianità e vecchiaia, finestre, pensioni anticipate, aumento dell'età pensionabile per le donne del pubblico impiego, ricongiunzioni.

Dettagli

LIBRO VERDE Verso sistemi pensionistici adeguati, sostenibili e sicuri in Europa. Valutazioni della CGIL Nazionale

LIBRO VERDE Verso sistemi pensionistici adeguati, sostenibili e sicuri in Europa. Valutazioni della CGIL Nazionale LIBRO VERDE Verso sistemi pensionistici adeguati, sostenibili e sicuri in Europa Valutazioni della CGIL Nazionale Il Libro Verde sulle pensioni proposto dalla Commissione europea prende avvio da un assunto:

Dettagli

Buongiorno, il mattinale Cgil di oggi. Giovedì 18 giugno

Buongiorno, il mattinale Cgil di oggi. Giovedì 18 giugno Buongiorno, il mattinale Cgil di oggi Giovedì 18 giugno La parola ricorrente sulle prime pagine di oggi è muro. Il riferimento è alla decisione dell Ungheria di chiudere le frontiere agli immigrati, una

Dettagli

Buongiorno, il mattinale Cgil di oggi. Martedì 3 marzo

Buongiorno, il mattinale Cgil di oggi. Martedì 3 marzo Buongiorno, il mattinale Cgil di oggi Martedì 3 marzo Da oggi a giovedì si voterà per la rielezione dei rappresentanti nelle Rsu di tutti i settori del pubblico impiego. Per la Cgil si tratta di una grande

Dettagli

MEMORIA DELLA CGIL E DELLO SPI CGIL AUDIZIONE del 8 giugno 2015 XI COMMISSIONE CAMERA DEI DEPUTATI SU DECRETO LEGGE 65/2015 Disposizioni urgenti in

MEMORIA DELLA CGIL E DELLO SPI CGIL AUDIZIONE del 8 giugno 2015 XI COMMISSIONE CAMERA DEI DEPUTATI SU DECRETO LEGGE 65/2015 Disposizioni urgenti in MEMORIA DELLA CGIL E DELLO SPI CGIL AUDIZIONE del 8 giugno 2015 XI COMMISSIONE CAMERA DEI DEPUTATI SU DECRETO LEGGE 65/2015 Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie

Dettagli

La previdenza per le donne. Donne in pensione Donne pensionande Donne giovani. Problemi comuni. Cristina Bolzani dipartimento previdenza SPI-CGIL

La previdenza per le donne. Donne in pensione Donne pensionande Donne giovani. Problemi comuni. Cristina Bolzani dipartimento previdenza SPI-CGIL La previdenza per le donne Donne in pensione Donne pensionande Donne giovani Problemi comuni Cristina Bolzani dipartimento previdenza SPI-CGIL 1 Un po di numeri PER RIFLETTEERE 2 Le donne in pensione 3

Dettagli

Camera dei Deputati. XI Commissione Lavoro pubblico e privato. Audizione D.L. n. 65/2015

Camera dei Deputati. XI Commissione Lavoro pubblico e privato. Audizione D.L. n. 65/2015 Camera dei Deputati XI Commissione Lavoro pubblico e privato Audizione D.L. n. 65/2015 Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR 8 giugno 2015 Premessa Il

Dettagli

OSSERVATORIO PREVIDENZA Anno VII n. 2 6 FEBBRAIO 2015

OSSERVATORIO PREVIDENZA Anno VII n. 2 6 FEBBRAIO 2015 OSSERVATORIO PREVIDENZA Anno VII n. 2 6 FEBBRAIO 2015 IN PRIMO PIANO IN QUESTO NUMERO In primo piano INPS. Sindacati, con Poletti incontro interlocutorio, attesa proposta Governo (Adnkronos) p. 1 Lo sciopero

Dettagli

La Cgil, pur non condividendo le Linee Guida ha dichiarato che parteciperà al tavolo di confronto allargato sulla riforma del modello contrattuale.

La Cgil, pur non condividendo le Linee Guida ha dichiarato che parteciperà al tavolo di confronto allargato sulla riforma del modello contrattuale. LA RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE: IL DOCUMENTO SULLE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE SOTTOSCRITTO DA CISL, UIL E CONFINDUSTRIA La riforma del modello contrattuale La

Dettagli

Documento di approfondimento della piattaforma unitaria Previdenza approvata dagli Esecutivi Cgil, Cisl e Uil il 10 giugno 2014

Documento di approfondimento della piattaforma unitaria Previdenza approvata dagli Esecutivi Cgil, Cisl e Uil il 10 giugno 2014 Documento di approfondimento della piattaforma unitaria Previdenza approvata dagli Esecutivi Cgil, Cisl e Uil il 10 giugno 2014 PREMESSA La situazione economica del nostro Paese è tuttora caratterizzata

Dettagli

Il Consiglio Generale riunitosi a Torino in data 14 Luglio 2015, ha stabilito il seguente Ordine Del Giorno specifico per il settore della Formazione:

Il Consiglio Generale riunitosi a Torino in data 14 Luglio 2015, ha stabilito il seguente Ordine Del Giorno specifico per il settore della Formazione: CONSIGLIO GENERALE (1) ORDINE DEL GIORNO SU FORMAZIONE Il Consiglio Generale riunitosi a Torino in data 14 Luglio 2015, ha stabilito il seguente Ordine Del Giorno specifico per il settore della Formazione:

Dettagli

10-06-2008 Al via la trattativa per la riforma del sistema contrattuale

10-06-2008 Al via la trattativa per la riforma del sistema contrattuale 10-06-2008 Al via la trattativa per la riforma del sistema contrattuale a cura di MAURO ZANONI In questi giorni, dopo le numerose assemblee sindacali svolte nei luoghi di lavoro, prende avvio la trattativa

Dettagli

Cinque idee per la pensione

Cinque idee per la pensione 1 Cinque idee per la pensione LE PROPOSTE DELLA CISL In pensione un po prima: per un nuovo patto fra le generazioni, per una previdenza più equa e sostenibile, per il lavoro dei giovani 1 2 Cinque idee

Dettagli

n. 183 2 novembre 2011

n. 183 2 novembre 2011 n. 183 2 novembre 2011 ATTIVITA FERROVIARIE Convocazione Responsabili Regionali Attività Ferroviarie LOGISTICA TRASPORTO MERCI E SPEDIZIONI Autamarocchi conferma incontro DIPARTIMENTO DIRITTI Pari opportunità:

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sulla crisi economica e finanziaria in Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sulla crisi economica e finanziaria in Grecia Senato della Repubblica Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sulla crisi economica e finanziaria in Grecia Roma 9 luglio2015 www.mef.gov. Signor Presidente,

Dettagli

COMUNICAZIONE 14/01 Marinella Meschieri. Welfare contrattuale e Fillea dopo la riforma Fornero

COMUNICAZIONE 14/01 Marinella Meschieri. Welfare contrattuale e Fillea dopo la riforma Fornero COMUNICAZIONE 14/01 Marinella Meschieri Welfare contrattuale e Fillea dopo la riforma Fornero Siamo nell ambito di un seminario, quindi posso permettermi di spaziare. Preciso che i ragionamenti e le proposte

Dettagli

Pensionati Cgil, Cisl e Uil ER: mercoledì 31 a Bologna manifestazione regionale. In 5mila al Paladozza per equità, pensioni e welfare 27 ott 12 Da

Pensionati Cgil, Cisl e Uil ER: mercoledì 31 a Bologna manifestazione regionale. In 5mila al Paladozza per equità, pensioni e welfare 27 ott 12 Da Pensionati Cgil, Cisl e Uil ER: mercoledì 31 a Bologna manifestazione regionale. In 5mila al Paladozza per equità, pensioni e welfare 27 ott 12 Da Piacenza e Rimini in trasferta a Bologna per chiedere

Dettagli

LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA

LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA 1) Perché la riforma del modello contrattuale: Nell attuale scenario, il modello contrattuale

Dettagli

RASSEGNA STAMPA SPECIALE CONSIGLIO GENERALE FISASCAT CISL 12-13 MAGGIO 2010 PORTO CERVO

RASSEGNA STAMPA SPECIALE CONSIGLIO GENERALE FISASCAT CISL 12-13 MAGGIO 2010 PORTO CERVO RASSEGNA STAMPA SPECIALE CONSIGLIO GENERALE FISASCAT CISL 12-13 MAGGIO 2010 PORTO CERVO Strumento rapido ed efficace per rimanere informati sui fatti del giorno, la "Rassegna Stampa", che raccoglie articoli

Dettagli

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO PROVINCIALE EDILE INDUSTRIA DELLA PROVINCIA DI ASTI 2010/2013

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO PROVINCIALE EDILE INDUSTRIA DELLA PROVINCIA DI ASTI 2010/2013 PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO PROVINCIALE EDILE INDUSTRIA DELLA PROVINCIA DI ASTI 2010/2013 1 PREMESSA Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil della provincia di Asti nel presentare

Dettagli

Pensionamento flessibile e (Ri)equilibrio tra generazioni

Pensionamento flessibile e (Ri)equilibrio tra generazioni Pensionamento flessibile e (Ri)equilibrio tra generazioni Brevi considerazioni con qualche numero di Maggio 2013 Si riaperto il cantiere delle pensioni. L obiettivo è irrobustire i risultati raggiunti

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI

VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 768 VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI 18 settembre

Dettagli

Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti

Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti Per la riforma dell articolo 18 il governo Monti potrebbe seguire il modello tedesco: si tratterebbe, scrive il Corriere della Sera,

Dettagli

Pensioni delle donne: un analisi di genere

Pensioni delle donne: un analisi di genere Argomento A cura dello Spi-Cgil dell Emilia-Romagna n. 1 gennaio 2015 Pensioni delle donne: un analisi di genere Questo numero è a cura di Roberto Battaglia e Gabriella Dionigi con la collaborazione di

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

DOCUMENTO SULLA ORGANIZZAZIONE DELLA FILT VERSO IL CONGRESSO NAZIONALE

DOCUMENTO SULLA ORGANIZZAZIONE DELLA FILT VERSO IL CONGRESSO NAZIONALE DOCUMENTO SULLA ORGANIZZAZIONE DELLA FILT VERSO IL CONGRESSO NAZIONALE Nel percorso che ci porterà ai congressi nazionali della Filt e della Cgil abbiamo ritenuto opportuno, anche a seguito del confronto

Dettagli

XXV Congresso nazionale Fiom-Cgil Montesilvano 14-16 aprile 2010

XXV Congresso nazionale Fiom-Cgil Montesilvano 14-16 aprile 2010 Federazione Impiegati Operai Metallurgici nazionale Corso Trieste, 36-00198 Roma - tel. +39 06 85262341-2 fax +39 06 85303079 www.fiom.cgil.it - e-mail: protocollo@fiom.cgil.it XXV Congresso nazionale

Dettagli

RELAZIONE SITUAZIONE. Cari compagni e compagne, graditi ospiti e invitati

RELAZIONE SITUAZIONE. Cari compagni e compagne, graditi ospiti e invitati RELAZIONE SITUAZIONE Cari compagni e compagne, graditi ospiti e invitati Il IX congresso della Fillea di Belluno e il 16 della CGIL si svolge in un momento di grave crisi economica e sociale con effetti

Dettagli

Previdenza pubblica: osservazioni al testo della delega

Previdenza pubblica: osservazioni al testo della delega Previdenza pubblica: osservazioni al testo della delega Età pensionabile fissa anche nel sistema contributivo. La nuova normativa cancella uno dei punti cardine della riforma DINI: la flessibilità dell

Dettagli

Buongiorno, il mattinale Cgil di oggi Martedì 30 giugno Con la decisione di andare al referendum sulle proposte dei creditori (si voterà domenica prossima) e con gli ultimi diktat del Fondo Monetario internazionale

Dettagli

Sindacato Padano - SIN. PA.

Sindacato Padano - SIN. PA. Illustrazione ddl iniziativa popolare "Garanzia delle pensioni di anzianità con quaranta anni di contributi e delle pensioni di vecchiaia" Marzo 2012 Voglio illustrare il disegno di legge di iniziativa

Dettagli

Politiche del lavoro: la formazione continua

Politiche del lavoro: la formazione continua Politiche del lavoro: lavoro la formazione continua Uno dei capitoli di maggiore condivisione tra le Organizzazioni sindacali di Pietro Nocera Responsabile Comunicazione UILCA Gruppo UBI Banca Sono trascorsi

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI XI Commissione (Lavoro pubblico e privato)

CAMERA DEI DEPUTATI XI Commissione (Lavoro pubblico e privato) CAMERA DEI DEPUTATI XI Commissione (Lavoro pubblico e privato) AC857, AC2945, AC2046, AC1879, AC2955, AC3144, AC3077, AC1881, AC115, AC388, AC530, AC728, AC1503, AC2430, AC2605, AC2918, AC3114 Audizione

Dettagli

Tavolo. Crescita ed equità

Tavolo. Crescita ed equità Tavolo Crescita ed equità Roma 19 giugno 2007 Le Organizzazioni dell artigianato e del commercio, preso atto delle linee di intervento indicate nella relazione del Ministro del Lavoro e della Previdenza

Dettagli

Consiglio generale Filca Cisl Nazionale Giovedì 13 febbraio 2014 Relazione di Domenico Pesenti Segretario generale

Consiglio generale Filca Cisl Nazionale Giovedì 13 febbraio 2014 Relazione di Domenico Pesenti Segretario generale Consiglio generale Filca Cisl Nazionale Giovedì 13 febbraio 2014 Relazione di Domenico Pesenti Segretario generale Care amiche e cari amici, stiamo vivendo un momento davvero difficile per tutta la nostra

Dettagli

Il 2007 Un anno di scelte importanti

Il 2007 Un anno di scelte importanti Il 2007 Un anno di scelte importanti Liberalizzazione, rinnovo contrattuale, elezioni RSU e previdenza complementare. Queste le sfide che impegneranno l Slp Cisl nell anno appena cominciato. Molte le decisioni

Dettagli

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Secondo le stime più attendibili, di 350 mila lavoratori che si trovano a dover

Dettagli

COME CAMBIA IL SISTEMA PREVIDENZIALE DALLA LEGGE DI STABILITA AL DECRETO MONTI. ALCUNE RIFLESSIONI

COME CAMBIA IL SISTEMA PREVIDENZIALE DALLA LEGGE DI STABILITA AL DECRETO MONTI. ALCUNE RIFLESSIONI COME CAMBIA IL SISTEMA PREVIDENZIALE DALLA LEGGE DI STABILITA AL DECRETO MONTI. ALCUNE RIFLESSIONI Gli ultimi eventi ai quali si sta assistendo, soprattutto a seguito della crisi economica e finanziaria

Dettagli

Mare Nostrum o di tutti? Italia e Unione europea alla prova dell emergenza migranti

Mare Nostrum o di tutti? Italia e Unione europea alla prova dell emergenza migranti Mare Nostrum o di tutti? Italia e Unione europea alla prova dell emergenza migranti Seminario organizzato dalla Friedrich-Ebert-Stiftung e dalla Fondazione Italianieuropei Roma, venerdì 14 novembre ore

Dettagli

n. 161 29 settembre DIPARTIMENTO DIRITTI Previdenza Immigrazione TRASPORTO AEREO Inviata lettera ad Associazioni su CCNL Trasporto Aereo

n. 161 29 settembre DIPARTIMENTO DIRITTI Previdenza Immigrazione TRASPORTO AEREO Inviata lettera ad Associazioni su CCNL Trasporto Aereo n. 161 29 settembre DIPARTIMENTO ORGANIZZAZIONE Ufficio Immigrazione Cgil: iniziativa 1 ottobre Campagna L Italia sono anch io Raccolta dati tesseramento DIPARTIMENTO DIRITTI Previdenza Immigrazione TRASPORTO

Dettagli

I lavoratori maturi Over 40 sono dimenticati: sono zavorra?

I lavoratori maturi Over 40 sono dimenticati: sono zavorra? I lavoratori maturi Over 40 sono dimenticati: sono zavorra? Il problema Nel particolare momento di elezioni, tutti gli animi si scaldano: i politici promettono tutto a tutti pur di guadagnare qualche punto

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA E DI ANZIANITA' PRIMA E DOPO LA RIFORMA FORNERO

LA PENSIONE DI VECCHIAIA E DI ANZIANITA' PRIMA E DOPO LA RIFORMA FORNERO LA PENSIONE DI VECCHIAIA E DI ANZIANITA' PRIMA E DOPO LA RIFORMA FORNERO Negli ultimi anni nel nostro Paese si sono susseguite varie riforme che già soddisfacevano le richieste dell'unione Europea di avere

Dettagli

OCCUPAZIONE SOSTENIBILE, REDDITI SICURI E PROTEZIONE SOCIALE

OCCUPAZIONE SOSTENIBILE, REDDITI SICURI E PROTEZIONE SOCIALE 3 CONGRESSO MONDIALE DELLA CSI - Berlino 18-23 Maggio 2014 OCCUPAZIONE SOSTENIBILE, REDDITI SICURI E PROTEZIONE SOCIALE BOZZA Quadro d Azione CONFEDERAZIONE INTERNAZIONALE DEI SINDACATI OCCUPAZIONE SOSTENIBILE,

Dettagli

Prende il via la stretta sulle pensioni

Prende il via la stretta sulle pensioni a cura di Pino Pignatta testi di Paolo Ferri In collaborazione col Patronato Adi si allontana Dal 1 * gennaio la riforma che porta il nome del ministro del Welfare Elsa Fornero inizia a far sentire i suoi

Dettagli

Audizione Camera dei Deputati 10-04-2015 ----------------------------------

Audizione Camera dei Deputati 10-04-2015 ---------------------------------- FORUM DELLE ASSOCIAZIONI 9-04-2015 ---------------------------------- Audizione Camera dei Deputati 10-04-2015 ---------------------------------- Contributo del Movimento Studenti Cattolici FIDAE sul disegno

Dettagli

Emergenza credito anche per le libere professioni

Emergenza credito anche per le libere professioni Lunedì 18 marzo 2013 Emergenza credito anche per le libere professioni È allarmante il quadro economico delle professioni che è emerso nel corso del consiglio di amministrazione di Fidiprof Nord e di Fidiprof

Dettagli

Disabili: CGIL, dopo sentenza UE abolire norma su reparti confino pag.4

Disabili: CGIL, dopo sentenza UE abolire norma su reparti confino pag.4 Disabilità e riforma previdenziale Fornero Pochi falsi invalidi La questione del cumulo dei redditi Qualche dato statistico La crisi del lavoro è ancora più aspra per chi è disabile pag.1 pag.3 Disabili:

Dettagli

SCHEDA SU RIFORMA DELLE PENSIONI MONTI-FORNERO Nodi critici sintetici

SCHEDA SU RIFORMA DELLE PENSIONI MONTI-FORNERO Nodi critici sintetici SCHEDA SU RIFORMA DELLE PENSIONI MONTI-FORNERO Nodi critici sintetici Articolo 24 Dl 6.12.2011 1. Si tratta di una riforma non concertata, ma imposta, cosa che peraltro accade dal 2007, quando fu firmato

Dettagli

venerdì 13 dicembre 2013

venerdì 13 dicembre 2013 Ufficio Stampa CISL Bergamo Rassegna Stampa venerdì 13 dicembre 2013 venerdì 13 dicembre 2013 TERMOMETRO DELLA CRISI Salgono a 287 le istanze di fallimento depositate alla Camera di Commercio di Bergamo

Dettagli

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 AMMORTIZZATORI SOCIALI : LUCE E OMBRE PENALIZZATI LAVORATORI E LAVORATRICI STAGIONALI CON UN REDDITO NETTO MENSILE DI

Dettagli

Rassegna del 05/10/2015

Rassegna del 05/10/2015 Rassegna del 05/10/2015 INDICE RASSEGNA STAMPA Rassegna del 05/10/2015 Si parla di noi Avvenire 30/09/2015 p. 2 IL PAPA CONFORTA L'IMPEGNO CON L'AFRICA Mario Raffaelli 1 Corriere Del Trentino 01/10/2015

Dettagli

I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE

I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE CGIL SPI TORINO TORINO TORINO I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE Nel corso degli ultimi anni la fase di contrattazione con i Comuni sulle loro politiche di bilancio, è andata incontro a molte difficoltà.

Dettagli

PROGETTO REWIND. Padova, 4 ottobre 2013. Rewind

PROGETTO REWIND. Padova, 4 ottobre 2013. Rewind PROGETTO REWIND Padova, 4 ottobre 03 UNA COMUNITA DI PRATICHE (SINDACALE E NON) AL SERVIZIO DEL CICLO DI VITA DI UN ATTIVITA FORMATIVA (DALL ANALISI DEL FABBISOGNO ALLA PROGETTAZIONE, DALLA CONDIVISIONE

Dettagli

Riforma delle pensioni Monti Fornero. Circolare INPS n.35 del 14 marzo 2012

Riforma delle pensioni Monti Fornero. Circolare INPS n.35 del 14 marzo 2012 Riforma delle pensioni Monti Fornero. Circolare INPS n.35 del 14 marzo 2012 A cura di Rita Cavaterra e Sandro Del Fattore Dipartimento Welfare e Nuovi Diritti Roma, 15 marzo 2012 E' finalmente uscita la

Dettagli

SINTESI DEL PROTOCOLLO SU PREVIDENZA, LAVORO E COMPETITIVITÀ PER L EQUITÀ E LA CRESCITA SOSTENIBILI. 23 Luglio 2007

SINTESI DEL PROTOCOLLO SU PREVIDENZA, LAVORO E COMPETITIVITÀ PER L EQUITÀ E LA CRESCITA SOSTENIBILI. 23 Luglio 2007 SINTESI DEL PROTOCOLLO SU PREVIDENZA, LAVORO E COMPETITIVITÀ PER L EQUITÀ E LA CRESCITA SOSTENIBILI 23 Luglio 2007 PREVIDENZA Incremento delle pensioni basse 1) Potenziamento del sistema di valutazione

Dettagli

ELEZIONI EUROPEE ED AMMINISTRATIVE

ELEZIONI EUROPEE ED AMMINISTRATIVE CGIL Organo della Camera del Lavoro di Modena Speciale SPI Modena Anno 19 - n 9 Maggio 2009 Tariffa associazioni senza fini di lucro: "Poste Italiane s.p.a." - Spedizione in abbonamento postale - D.L.

Dettagli

LE PENSIONI OBBLIGATORIE DEI DIPENDENTI PUBBLICI

LE PENSIONI OBBLIGATORIE DEI DIPENDENTI PUBBLICI I SEZIONE 1 LE PENSIONI OBBLIGATORIE DEI DIPENDENTI PUBBLICI La disciplina pensionistica: le principali norme 2 Dpr 1092/1973 - testo unico in materia di previdenza del personale civile e militare dello

Dettagli

Agenzie AdnKronos Agi Ansa Asca Dire Efe Il Sole24ore Radiocor Mf Dow Jones Reuters Stampa Estera TmNews

Agenzie AdnKronos Agi Ansa Asca Dire Efe Il Sole24ore Radiocor Mf Dow Jones Reuters Stampa Estera TmNews RASSEGNA STAMPA Agenzie AdnKronos Agi Ansa Asca Dire Efe Il Sole24ore Radiocor Mf Dow Jones Reuters Stampa Estera TmNews Quotidiani /Periodici Corriere delle Comunicazioni Eldiario.es El Diario Vasco Europa

Dettagli

Ferisce più la penna che la spada

Ferisce più la penna che la spada Anno X Gennaio 2015 Ferisce più la penna che la spada Sommario 3 Anno X N 24 - Gennaio 2015 IL NUOVO MODELLO DI SERVIZIO DI BANCA DEI TERRITORI. GIOVANI E SINDACATO CHIAMA Torino Risponde A cura di Simona

Dettagli

Rassegna Stampa. Martedì 28 Ottobre 2014

Rassegna Stampa. Martedì 28 Ottobre 2014 Rassegna Stampa 28 Ottobre 2014 Sommario Testata Data Pag. Titolo p. 1. Fondi pensione Sole 24 Ore (Il) 39 Professioni - Giovani commercialisti: «Bene il contributo annuale dimezzato» 2. Previdenza Sole

Dettagli

Documento su: PREVIDENZA

Documento su: PREVIDENZA Documento su: PREVIDENZA La FISASCAT sottopone alla Confederazione il presente documento, concernente l insieme delle problematiche inerenti il sistema previdenziale, con riferimento specifico alle categorie,

Dettagli

Prot. n. 310/07/NDM Roma, 19 luglio 2007. Ai Segretari Regionali e Territoriali CISL FP. Ai Coordinatori Generali SAS di Ministero - LORO SEDI -

Prot. n. 310/07/NDM Roma, 19 luglio 2007. Ai Segretari Regionali e Territoriali CISL FP. Ai Coordinatori Generali SAS di Ministero - LORO SEDI - Prot. n. 310/07/NDM Roma, 19 luglio 2007 Ai Segretari Regionali e Territoriali CISL FP Ai Coordinatori Generali SAS di Ministero - LORO SEDI - Cari Amici, come a tutti voi noto, presso la nostra sede nazionale

Dettagli

La struttura del sistema previdenziale

La struttura del sistema previdenziale QUANDO ANDRÒ IN PENSIONE? QUANTI SOLDI PRENDERÒ? E IL MIO TFR? Il sistema previdenziale pubblico e complementare 1 La struttura del sistema previdenziale I pilastro: la previdenza pubblica II pilastro:

Dettagli

APPROFONDIMENTI. Out of the shadow Sortir de l ombre Emergere dall ombra. Aprile 2005. Il lavoro domestico in Europa

APPROFONDIMENTI. Out of the shadow Sortir de l ombre Emergere dall ombra. Aprile 2005. Il lavoro domestico in Europa Avenue des Arts, 20/4 B1000 Bruxelles Telefono +32 2 2335432 osservatorio@osservatorioinca.org www.osservatorioinca.org APPROFONDIMENTI Out of the shadow Sortir de l ombre Emergere dall ombra La presenza

Dettagli

Camera dei Deputati. Audizione informale. Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015)

Camera dei Deputati. Audizione informale. Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015) Camera dei Deputati Audizione informale Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015) Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR 8 Giugno 2015 XI Commissione Lavoro

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO EDILIZIA INDUSTRIA DELLA PROVINCIA DI TORINO PIATTAFORMA 2015/2017

CONTRATTO INTEGRATIVO EDILIZIA INDUSTRIA DELLA PROVINCIA DI TORINO PIATTAFORMA 2015/2017 CONTRATTO INTEGRATIVO EDILIZIA INDUSTRIA DELLA PROVINCIA DI TORINO PIATTAFORMA 2015/2017 PREMESSA FeNEAL UIL, FILCA CISL, FILLEA CGIL di Torino, nel presentare la piattaforma di rinnovo del Contratto Provinciale

Dettagli

C.U.B.-S.A.L.L.C.A. Credito e Assicurazioni

C.U.B.-S.A.L.L.C.A. Credito e Assicurazioni C.U.B.-S.A.L.L.C.A. Credito e Assicurazioni Statuto (aggiornato in base alle modifiche apportate dal 4 Congresso Nazionale svoltosi a Torino il 20-21 gennaio 2012) 1 Art. 1 - Denominazione E' costituita

Dettagli

RIFORMA DELLE PENSIONI

RIFORMA DELLE PENSIONI RIFORMA DELLE PENSIONI I punti principali La proposta di legge delega di riforma del sistema previdenziale approvata dal Governo si propone di raggiungere due obiettivi, largamente condivisi a livello

Dettagli

Appalti ferroviari di pulizie ATTIVITA FERROVIARIE. DIPARTIMENTO DIRITTI Sperimentazione della pillola RU 486

Appalti ferroviari di pulizie ATTIVITA FERROVIARIE. DIPARTIMENTO DIRITTI Sperimentazione della pillola RU 486 ATTIVITA FERROVIARIE Appalti ferroviari di pulizie DIPARTIMENTO DIRITTI Sperimentazione della pillola RU 486 Ferrovieri, aliquote medie per chi opta per il contributivo Collegato al lavoro: audizione della

Dettagli

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA.

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. E sicuramente un onore per me, che sono fresco di nomina, avere l incarico di relatore per le Parti

Dettagli

SICUREZZA: SINDACATI INCONTRANO ALFANO E CESA, DA GOVERNO SILENZIO ASSORDANTE

SICUREZZA: SINDACATI INCONTRANO ALFANO E CESA, DA GOVERNO SILENZIO ASSORDANTE PENSIONI: SINDACATI COMPARTO SICUREZZA VEDONO ALFANO E CESA PENSIONI: SINDACATI COMPARTO SICUREZZA VEDONO ALFANO E CESA DOMANI BERSANI, PREOCCUPAZIONE SU SCELTE GOVERNO (ANSA) - ROMA, 18 APR - ''Molto

Dettagli

UIL Camera Sindacale Provinciale Cesena

UIL Camera Sindacale Provinciale Cesena UIL Camera Sindacale Provinciale Cesena Via Natale Dell Amore 42\a Cesena - tel. 0547\21572 - fax 0547\21907 - e.mail cspcesena@uil.it Nell introdurre i lavori di questa importante iniziativa, mi sia consentito

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

I lavori del Convegno saranno chiusi dal Segretario Generale della UIL Carmelo Barbagallo.

I lavori del Convegno saranno chiusi dal Segretario Generale della UIL Carmelo Barbagallo. Data 30 Gennaio 2015 Protocollo: 31/15/PC/cm Servizio: Sviluppo Sostenibile Salute e Sicurezza Bilateralità Cooperazione Oggetto: Convegno Nazionale CGIL CISL UIL sugli Appalti Pubblici. Roma 10 febbraio

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013. Investimenti a Mirafiori frutto degli accordi. In Piemonte nascerà polo delle auto di lusso

SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013. Investimenti a Mirafiori frutto degli accordi. In Piemonte nascerà polo delle auto di lusso SOMMARIO DEL 5 SETTEMBRE 2013 La Stampa Uff.Stampa Fismic Il Messaggero Il Mattino Il Sole 24 Ore Il Giornale La Stampa CronacaQui Asca Corriere della Sera La Repubblica Avvenire Il Sole 24 Ore Il Messaggero

Dettagli

NOTA DAL CSC. In Italia più occupati anziani e meno giovani

NOTA DAL CSC. In Italia più occupati anziani e meno giovani 02-01-2015 Numero 15-1 NOTA DAL CSC In Italia più occupati anziani e meno giovani Durante la crisi i 55-64enni con lavoro sono aumentati di 1,1 milioni, contro il calo di 1,6 milioni tra i 25-34enni. Il

Dettagli

C.U.B.-S.A.L.L.C.A. Credito e Assicurazioni

C.U.B.-S.A.L.L.C.A. Credito e Assicurazioni C.U.B.-S.A.L.L.C.A. Credito e Assicurazioni Statuto (aggiornato in base alle modifiche apportate dal 5 Congresso Nazionale svoltosi a Torino il 16-17 gennaio 2015) 1 Art. 1 - Denominazione E' costituita

Dettagli

DOPO LA CRISI. SISTEMA BANCARIO ED ECONOMIA:

DOPO LA CRISI. SISTEMA BANCARIO ED ECONOMIA: DOPO LA CRISI. SISTEMA BANCARIO ED ECONOMIA: ESIGENZE DI RICAPITALIZZAZIONE E SOSTEGNO A FAMIGLIE ED IMPRESE di Maria Rosaria Ingenito (Vice Prefetto Prefettura di Roma ) e Saadia Tourougou (Osservatorio

Dettagli

Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ

Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ PENSIONI LE NOVITA Non è una novità, ma l obiettivo del governo è incassare più soldi con tutti i mezzi possibili.

Dettagli

DISOCCUPAZIONE: ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) (art. 2, commi da 1 a 10 e 12 - entrata in vigore: 1 gennaio 2013)

DISOCCUPAZIONE: ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) (art. 2, commi da 1 a 10 e 12 - entrata in vigore: 1 gennaio 2013) DISOCCUPAZIONE: ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) (art. 2, commi da 1 a 10 e 12 - entrata in vigore: 1 gennaio 2013) Chi sono i destinatari: tutti i lavoratori dipendenti, compresi gli apprendisti

Dettagli

Il sistema di welfare

Il sistema di welfare Il sistema di welfare (pp. 257-348 del volume) La numerazione di tabelle, tavole e figure riproduce quella del testo integrale L onda lunga della comunicazione sulla salute Il boom dell informazione sanitaria

Dettagli

NOTA DAL CSC. In Italia più occupati anziani e meno giovani

NOTA DAL CSC. In Italia più occupati anziani e meno giovani 02-01-2015 Numero 15-1 NOTA DAL CSC In Italia più occupati anziani e meno giovani Durante la crisi i 55-64enni con lavoro sono aumentati di 1,1 milioni, contro il calo di 1,6 milioni tra i 25-34enni. Il

Dettagli

C.U.B.-S.A.L.L.C.A. Credito e Assicurazioni

C.U.B.-S.A.L.L.C.A. Credito e Assicurazioni C.U.B.-S.A.L.L.C.A. Credito e Assicurazioni Statuto (aggiornato in base alle modifiche apportate dal 3 Congresso Nazionale svoltosi a Torino il 16-17 gennaio 2009) Art. 1 - Denominazione 1 E' costituita

Dettagli

* * * LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E IL SILENZIO ASSENSO

* * * LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E IL SILENZIO ASSENSO LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE SECONDO L ULTIMA RIFORMA PREVIDENZIALE Lo scorso 28 luglio il Parlamento italiano ha dato il via libera alla riforma delle pensioni approvando, col voto di fiducia, la legge

Dettagli

LA COMUNICAZIONE: IDENTITA E TEMPO

LA COMUNICAZIONE: IDENTITA E TEMPO LA COMUNICAZIONE: IDENTITA E TEMPO SPAZIO DEL PRESENTE Come si percepiscono i Capi e le Comunità Capi. Una serie di pensieri emersi dalle chiacchierate fatte nelle Zone e nelle CoCa. [siamo in emergenza

Dettagli

Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza

Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza Pollenzo 20 Aprile 2012 Luca Valdameri Riferimenti normativi Riforma Amato (decreto legislativo 503/1992 e decreto legislativo

Dettagli

Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! PENSIONI blog. Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile!

Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! PENSIONI blog. Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! Pagina 1 di 6 Search PENSIONI blog Europa Informazioni Notizie Ultimo aggiornamento: 29 marzo 2014-08:24 RSS In Notizie Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! 29 marzo 2014-08:24

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Relazione dei Presidente CIDA, Silvestre Bertolini La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Prima di iniziare, vorrei ringraziare le autorità presenti in sala, che è sempre

Dettagli

Disegno di legge recante disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita Osservazioni della CISL

Disegno di legge recante disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita Osservazioni della CISL Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori \\ \\\\ Disegno di legge recante disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita Osservazioni della CISL Capo I Disposizioni

Dettagli

Costi, finanziamento e struttura degli ammortizzatori sociali in Italia

Costi, finanziamento e struttura degli ammortizzatori sociali in Italia Costi, finanziamento e struttura degli ammortizzatori sociali in Italia Abstract La spesa per ammortizzatori sociali in Italia è arrivata nel 2013 alla cifra record di 23,6 miliardi di euro (nel 2007 erano

Dettagli

L Agenda Sociale Europea

L Agenda Sociale Europea L Agenda Sociale Europea La politica sociale europea La politica sociale e per l'occupazione dell'unione Europea mira a promuovere l'occupazione, il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro,

Dettagli

GESTIONE DELLE RISORSE UMANE politiche pubbliche per il lavoro

GESTIONE DELLE RISORSE UMANE politiche pubbliche per il lavoro GESTIONE DELLE RISORSE UMANE politiche pubbliche per il lavoro RCalvo 2007 (appunti studenteschi) BREVE QUADRO DELL OGGETTO DI STUDIO: Enti che aiutassero l incontro domanda (impresa)/offerta (individui)

Dettagli

Sciopero per il mancato rinnovo del CCNL delle Telecomunicazioni

Sciopero per il mancato rinnovo del CCNL delle Telecomunicazioni http://www.julienews.it/notizia/istruzione-e-lavoro/sciopero-per-il-mancato-rinnovo-delccnl-delle-telecomunicazioni/277635_istruzione-e-lavoro_7.html Sciopero per il mancato rinnovo del CCNL delle Telecomunicazioni

Dettagli