Breve guida all autoinseminazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Breve guida all autoinseminazione"

Transcript

1 Breve guida all autoinseminazione

2 (Realizzata da Arcilesbica nel 2000, in occasione della campagna per l autoinseminazione)

3 In questi giorni in Italia sta per essere discusso il Testo Unificato di Legge "Disposizioni in materia di procreazione medicalmente assistita", elaborato dalla Commissione Affari Sociali. Questa legge, se approvata, impedirà alle donne singole ed alle lesbiche l'accesso alle Tecniche di Riproduzione Assistita (T.R.A), consentendolo solo alle coppie eterosessuali unite da stabile legame, e riproponendo cosi ancora una vote la famiglia eterosessuale come unico modello. È utile focalizzare l'attenzione su un precedente; quando grazie alla scienza si diffusero gli anticoncezionali fu una grande innovazione perché per la prima volta la sessualità fu separata dalla maternità: quest'ultima non era più un rischio da correre necessariamente. A quel punto la maternità e la paternità diventavano una scelta responsabile. Oggi ci troviamo in una situazione analoga, perché la scienza ha trovato il modo di scindere la maternità dalla sessualità: con il ricorso alle TRA o con l autoinseminazione (Al) è possibile realizzare una gravidanza senza passare per il rapporto sessuale. In questa società si può così pensare a sessualità e procreazione come due cose distinte che si possono scegliere entrambe liberamente. Ci sono degli uomini che per i motivi più vari scelgono di fare i donatori e ci sono delle donne che vogliono essere madri e lo vogliono essere autonomamente. Si configura cosi un accordo fra uomini e donne che avviene all interno della società. Non c'è un delirio di onnipotenza delle donne, non c'è una mancanza di senso del limite, ma un patto che viene stipulato questa volta non tra due singoli individui, maschio e femmina, che scelgono di procreare insieme, bensì socialmente fra degli uomini che decidono di fare i donatori e delle donne che decidono di usufruire di quanto è stato liberamente donato. Si tratta di un patto sociale molto civile e non si capisce in nome di quale etica si possa legittimamente interferire. Arcilesbica, con questa campagna sull'autoinseminazione, intende svolgere un'azione di denuncia contro questa legge che, invece di tutelare la salute della donna e del nascituro, discrimina le lesbiche e lede la libertà di ogni donna. La procreazione è una capacità del corpo femminile che non può essere messa in discussione. L AUTOINSEMINAZIONE L autoinseminazione è, per una donna fertile, un modo di avere figli senza avere rapporti sessuali con un uomo e senza ricorrere ai centri che si occupano di tecniche per la riproduzione assistita. 3

4 Non c'è un modo giusto per farlo ed ognuna dovrà scegliere sulla base del proprio giudizio se ricorrere ad un donatore conosciuto piuttosto che anonimo, o se coinvolgere la propria compagna in un progetto di cogenitorialità. La famiglia può essere composta di persone diverse, che tra loro hanno diversi tipi di relazione, senza per questo essere luoghi meno sani in cui far crescere dei bambini. Sta cambiando la definizione di famiglia, che non è più limitata ad un gruppo di persone con legami di sangue, e si è espansa fino ad includere persone che semplicemente si amano e desiderano prendersi cura le une delle altre. Questo, tra l'altro, non deve neanche necessariamente includere dei bambini TROVARE IL DONATORE Per prima cosa, bisogna scegliere II tipo di contatto che si Intende avara con il donatore. Per semplificare, abbiamo suddiviso i donatori in quattro tipologie: 1. donatori anonimi 2. donatori di cui si conosce l identità, ma con cui non si hanno contatti 3. donatori di cui si conosce l identità, e cui si hanno contatti 4. donatori che saranno co-genitori. Deciso il tipo di donatore, bisogna trovare un uomo che collabori. Raramente la questione si presenta semplice: si può chiedere agli amici, ai fratelli delle partner, a vecchi amanti, a gruppi e associazioni maschili. Si può chiedere alle donne che hanno già fatto l autoinseminazione di poter usare i loro donatori, si possono formare gruppi di auto-aiuto per trovare dei donatori e, soprattutto, per darsi coraggio e sostegno. Gli uomini disponibili a diventare donatori si trovano più frequentemente in quelle realtà sociali In cui è concepibile che una lesbica o una single abbiano dei figli AUTOINSEMINAZIONE: COME FARE Durante un ciclo mestruale viene prodotto un solo ovulo maturo, raramente due. Il periodo di fertilità nel corso dal ciclo varia da due a sette giorni. I giorni fertili sono quelli precedenti l'ovulazione e quello dell'ovulazione stessa. E' possibile imparare a riconoscerli. 4

5 La fertilità durante questi giorni è dovuta alla presenza di un muco particolare prodotto dalla cervice. Gli spermatozoi riescono o meno ad entrare nell utero proprio a seconda del tipo di muco. La sopravvivenza dello spermatozoo (che ha una vita media di tre/cinque giorni) in attesa che l'ovulo sia pronto, è garantita dalla presenza del muco "fertile, che molte donne producono per più di sei giorni prima dell ovulazione. Nel periodo immediatamente successivo all'ovulazione e durante gli altri giorni del ciclo mestruale, la cervice produce un muco denso, bianco e vischioso (o non ne produce affatto), e l'orifizio dell'utero si chiude. Questo tipo di muco funge da barriera per gli spermatozoi, che non riuscendo ad attraversarlo per raggiungere le tube di Falloppio, muoiono nell'arco di poche ore. IDENTIFICARE I GIORNI FERTILI Si può individuare il periodo di fertilità principalmente in due modi. 1. calcolando i giorni fertili a seconda della lunghezza del ciclo; 2. riconoscendo i cambiamenti del muco cervicale. GÌ sono poi metodi secondari, utili soprattutto per quelle donne con cicli mestruali molto irregolari o che producono muco fertile non facilmente riconoscibile. In particolare, e' possibile riconoscere i cambiamenti della posizione e condizione della cervice, registrare le variazioni della temperatura basale o utilizzare appositi kit per identificare i giorni fertili. CALCOLARE I GIORNI FERTILI DALLA LUNGHEZZA DEL CICLO E necessario registrare la lunghezza del ciclo molto prima di iniziarel inseminazione. Il primo giorno di mestruazioni va contato come giorno 1. Variazioni tra i 21 e i 40 giorni sono considerate normali. La maggior parte delle donne ha il giorno dell'ovulazione compreso tra i 10 e i i6 giorni prima della mestruazione, i giorni fertili sono i sei giorni che precedono l'ovulazione. Le donne con cicli regolari possono calcolare sommariamente il giorno dell'ovulazione sottraendo dal numero dei giorni del ciclo completo, e calcolare i giorni fertili sottraendo qualche giorno da quello dell ovulazione. Per esempio, una donna con cicli regolari di 31 giorni ovulerà tra il 15 ed il 21 giorno e sarà fertile dal 10 al 21. Una donna con cicli regolari di 25 giorni ovulerà tra il 9 e il 15 giorno e sarà fertile tra il 4 ed il 15. Potrà quindi fare in modo che l'inseminazione avvenga in quei giorni. Con un numero sufficiente di inseminazioni (dalle due alte cinque per ciclo), questo calcolo approssimativo ha di norma buoni risultati, sempre che i cicli siano regolari. 5

6 Ciclo GIORNI FERTILI di 28 gg non fertili OVULAZIONE non fertili Non tutte le donne hanno cicli regolari, ed in ogni caso la lunghezza del ciclo può cambiare per lo stress provocato dal desiderio di restare incinta. Non è raro, quindi, registrare cicli regolali per poi scoprire che diventano irregolari. Nel caso di donne molto fertili, possono essere sufficienti calcoli approssimativi, anche se i cicli sono irregolari, altrimenti è meglio affidarsi al controllo del muco. dato che è più probabile non trovare i giorni fertili se ci sono grandi variazioni da ciclo a ciclo. RICONOSCERE I CAMBIAMENTI DEL MUCO CERVICALE Nei giorni non fertili, la cervice produce muco bianco e denso (simile a gelatina spessa), che preso tra le dita si rivela molto poco elastico. È secco. Denso e attaccaticcio; ha un odore pungente, quasi acido. La quantità varia da donna a donna (a volte non ne viene prodotto affatto), L'orifizio dell'utero è chiuso e la vagina asciutta. Nei giorni fertili, viene prodotto muco sottile, trasparente e molto simile all'albume, che può essere visto direttamente sulla cervice con l'ausilio di uno specchio. È umido e liquido, e, in quanto abbastanza elastico, può essere tirato tra due dita anche per diversi centimetri. L'odore e il sapore sono dolci o comunque meno acidi rispetto al muco non fertile. Con l'aiuto di uno specchio è anche possibile vedere l'orifizio dell'utero aperto prima dell'ovulazione, e chiuso subito dopo. Alcune producono il muco per due giorni, altre per sei, quindi ogni donna, per sapere per quanti giorni lo produce, deve esclusivamente osservare se stessa. Tuttavia, purché i! muco venga prodotto, non è importante la quantità. È importante invece sottoporsi all'inseminazione proprio quando il muco fertile viene prodotto. L'osservazione del muco può essere interrotta da infezioni vaginali, che provocano delle perdite, da droghe e da qualunque cosa interferisca con il ciclo mestruale (stanchezza, stress o lunghi viaggi). Se non avviene ovulazione, non viene prodotto muco fertile. Può essere necessario osservare diversi cicli mestruali prima di riconoscere i cambiamenti delle secrezioni, tanto da poter capire la differenza tra quelle che corrispondono a muco fertile e quelle prodotte, per esempio, dall'eccitazione sessuale. È quindi meglio entrare in confidenza con il proprio ciclo prima di tentare di restare incinta. 6

7 RACCOGLIERE E CONSERVARE IL SEME II contributo dell'uomo al processo di fecondazione è una piccola quantità di liquido detto seme. È semplice procurarsi del seme: basta chiedere ad un uomo che si masturbi e che eiaculi in un contenitore pulito, meglio se di plastica o porcellana. Non è necessario che il contenitore sia sterile, ma deve essere ben lavato e sciacquato. Il metallo e il polistirolo possono danneggiare gli spermatozoi. L'uso di un preservativo non è consigliabile, soprattutto se è trattato con spermicida. La quantità di seme dovrebbe essere fra i 2 e i 6 millilitri (1 ml è circa un quarto di cucchiaino da tè). Se se ne raccoglie meno di 1 ml, è probabile che l'eiaculazione non sia stata completa, e si dovrebbe ripetere l'operazione. Il seme deve avere colore bianco-latte, o poco più scuro, con un odore particolare. Se appare grigiastro o marroncino e/o ha un odore pungente e fastidioso, è possibile che l'uomo abbia qualche infezione o che ci sia un'emorragia nell'apparato urogenitale: in questo caso, pur potendo il seme essere ugualmente fertile, non va usato. Il seme molto chiaro, come la saliva, di norma contiene un numero molto basso di spermatozoi e non è affidabile per l'autoinseminazione. Subito dopo l'eiaculazione, il seme si raggruma, ma nell'arco di venti minuti si liquefa, diventando più semplice da aspirare con una siringa. Gli spermatozoi sono più forti di quello che si crede. Una volta fuori dal corpo, se c'è sufficiente liquido seminale per evitare l'essiccamento, sopravvivono per diverse ore. Gli spermatozoi vivono più a lungo (almeno sei ore, se non di più) se si impedisce che si secchino e se hanno un minimo contatto con l'aria. Ci sono due piccole precauzioni che aiutano: 1. Mettere il seme in un contenitore alto e sottile, piuttosto che in uno basso, oppure aspirarlo nella siringa non appena si sia liquefatto, assicurare lo stantuffo e avvolgere la siringa in un po' di pellicola trasparente. 2. Diluire il seme in una soluzione salina, (si può trovare in farmacia). perché questa ha la giusta concentrazione di cloruro dì sodio. Alla soluzione salina vanno aggiunti due pizzichi di bicarbonato di sodio puro (non quello da cucina), quindi si unisce il seme alla soluzione in parti uguali. Il seme non va diluito troppo, e non va mai mischiato all'acqua, che provocherebbe l'esplosione degli spermatozoi. Il seme può essere tenuto a temperatura ambiente o ad una temperatura simile a quella corporea, ma non più alta. È meglio tenerlo troppo freddo che troppo caldo. Per questo, durante il trasporto, si può tenere il contenitore vicino alla pelle, anche se non è una parte obbligatoria del processo. È, però, indispensabile evitare di mettere il contenitore vicino al 7

8 fuoco o esporto direttamente alla luce del sole. Alcune donne usano il seme di più di un uomo per le diverse inseminazioni per far si che sia più difficile identificare il padre. Ultimamente è stato provato che è un sistema sconveniente, perché gli spermatozoi possono bloccarsi a vicenda, oltre al fatto che i test genetici permettono comunque di capire quale donatore sia il padre biologico, nel caso questi volesse essere riconosciuto. LE CONSEGUENZE SUL BAMBINO Le conseguenze sul bambino sono inevitabilmente diverse da quelle che subisce la madre, ma non è possibile prevederle tutte. Sono molti i bambini che vogliono sapere chi sia il loro padre, ma non tutti. Alcuni non mostrano curiosità alcuna o sono minimamente interessati. Alcuni fanno domande e restano tranquillamente soddisfatti dalle risposte. Tuttavia, è prematuro generalizzare i desideri dei bambini, considerato che quelli più grandi concepiti con l'autoinseminazione sono appena adolescenti. Non sappiamo come si sentiranno da adulti, quando magari avranno dei figli a loro volta. LE CONSEGUENZE PER I DONATORI Chi scegliesse l'anonimato del donatore dovrà cercare uomini pronti ad abbandonare qualunque tipo di interesse nei confronti dei figli. In questo senso, il donatore migliore che si può trovare è quello che dona il seme con lo stesso atteggiamento di chi dona il sangue: sta facendo un favore ad una sconosciuta, ma non si può aspettare di venire coinvolto in ciò che ne deriva. Fortunatamente ci sono uomini che donano il seme tranquillamente. Alcuni lo fanno come favore ad un'amica, altri per ragioni politiche. Sembra che molti non si trascinino dietro conseguenze di alcun genere. Sono i gay, di solito, ad essere i più disponibili. È più facile che capiscano i problemi di lesbiche e single a restare incinte, e hanno più volte mostrato solidarietà donando il loro seme senza condizioni. COME ESAMINARE UN DONATORE Decidere di avere un figlio è una scelta cosciente. L'opportunità di scegliere i! donatore comprende anche la possibilità di proteggere se stesse e il bambino da un gran numero di malattie infettive ed ereditarie. Vagliare accuratamente è necessario ma, per quanto l'esame del donatore sia minuzioso, o per quanto una donna si prenda cura della propria 8

9 salute, non è possibile prevenire con certezza tutte le possibili malattie o complicazioni che potrebbero colpire la madre e/o il bambino. D'altra parte non è una situazione diversa rispetto a quella delle donne che hanno figli tramite rapporti sessuali. Qualunque uomo che sia un donatore corretto non avrà difficoltà a capire i motivi per cui gli vengono fatte certe domande e sarà disponibile a rispondere. In caso contrario, cercate un altro donatore. Può essere utile per avere un'anamnesi più completa del donatore nel caso in cui il bambino si ammalasse e i medici richiedessero informazioni mediche sui genitori. ESAMINARE LA FERTILITÀ Scegliendo un donatore, la prima cosa da scoprire è se questi sia fertile. Alcuni elementi possono guidare questa scelta: 1. Se ha già avuto figli. Questa è la prova migliore della fertilità di un uomo e vale la pena di chiederlo alla prima intervista. 2. Analisi del seme. Sarebbe meglio avere i risultati di un'analisi del seme prima di iniziare le inseminazioni. 3. Età. Una gravidanza diventa meno probabile con il seme di uomini più anziani (anche se questo non significa che uomini più vecchi non possano diventare padri). MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE Madre e figlio corrono dei seri rischi se il donatore ha contratto una malattia a trasmissione sessuale come HIV, gonorrea, sifilide, epatite B, mycoplasma, clamidia, herpes, Citomegalovirus (CMV) e tricomonas. Il seme è veicolo di contagio di queste malattie, non solo, quindi, durante i rapporti sessuali, ma anche attraverso le tecniche di inseminazione. AIDS Non basta chiedere ad un uomo se sia affetto da HIV. Molti potrebbero non saperlo a causa dell'assenza di sintomi, che a volte non compaiono prima di molti anni. Non si può dire se un uomo ne sia affetto in base al suo aspetto fisico. Per questo è necessario che il donatore sia disponibile a lasciarsi intervistare circa i propri comportamenti ed a sottoporsi ad alcuni esami del sangue Per prima cosa,'è necessario rivolgere al donatore una serie di domande tese ad escludere qualunque rischio di contagio negli ultimi 6 mesi. Il virus HIV si trasmette esclusivamente attraverso il contatto con sangue, liquido seminale o secrezioni vaginali di una persona infetta. Intervistate quindi il potenziale donatore a proposto di; 1. Sesso. Attività sessuali a rischio sono rapporti anali e vaginali senza l uso di preservativi. 2. Condividere oggetti che possano bucare, o comunque lacerare la pelle. 9

10 Siringhe, rasoi, lamette. Tatuaggi, buchi alle orecchie, pierching ove non si usino strumenti sterili 3. Contatti con sangue e emoderivati infetti, Se si ritiene che tutte te risposte siano soddisfacenti occorre chiedere al donatore che si sottoponga ad alcuni esami. Un solo test negativo par la ricerca di anticorpi anti HIV, infatti, non è sufficiente per assicurare che ii donatore non sia stato contagiato dall'hiv negli ultimi sei mesi. Potrebbe infatti trovarsi nel cosiddetto periodo finestra che solitamente corrisponde alle 6-8 settimane dal contagio ma che può estendersi fino a sei mesi dall'evento che ha determinato il contagio e durante il quale il soggetto che abbia contratto il virus, pur potendo risultare sieronegativo,è in grado di trasmetterlo. Bisogna quindi assicurarsi che il test per la ricerca degli anticorpi anti HIV si mantenga negativo nei 6 mesi dopo l'ultimo contatto potenzialmente infettante. In quanto con l'autoinseminazione viene usato sperma freso e non è possibile chiedere al donatore di fare un esame a distanza di 6 mesi dalla donazione e usarne il seme solo in caso di test negativo. Per ridurre i tempi, è possibile in alcuni centri chiedere che il donatore si sottoponga ad un test in grado di svelare il virus già nei primi giorni dopo il contagio. Si fratta della PCR per HIV (Polymerase Chain Reaction) che ricerca nel sangue direttamente l'rna virale e non gli anticorpi anti HIV, che diviene positivo entro due settimane dal contagio. Nessun certificato cha attesti la negatività del test può essere quindi un assoluta garanzia per la donna ma, lo ripetiamo, in questo la situazione non è diversa rispetto a quella delle donne che hanno figli tramite rapporti sessuali. GRUPPI SANGUIGNI È utile sapere sia il vostro gruppo sanguigno che quello del donatore. Una madre Rh-positiva non corre rischi; non importa quindi quale sia il fattore Rh dal donatore. Nel caso in cui la madre avesse un fattore Rh negativo e il donatore fosse Rhpositivo, potrebbe nascere un bambino Rh-positivo. II rischio immediato è che il bambino nasca itterico a causa degli anticorpi contro il diverso fattore Rh, prodotti dalla madre durante la gravidanza; nel casi più gravi, il bambino necessita di trasfusioni. FATTORI GENETICI Interrogando il donatore, si può sapere se lui o qualche suo parente stretto abbiano sofferto dì malattie ereditarie. Ci sono migliaia di fattori genetici che possono essere trasmessi al bambino dal donatore, dalla madre o dalla combinazione dei due, anche se la maggior parte sono molto rari Alcune malattie, come l'anemia falciforme, la talassemia, la 10

11 fibrosii cistica o la sindrome di Tay-Sachs, hanno un modello di ereditarietà semplice ed è possibile calcolare le probabilità di trasmissione. I portatori di malattie non sono malati, ne hanno la possibilità di sapere di essere portatori finché non vengano sottoposti ad analisi specifiche. Se siete portatrici sane di qualche malattia. accettate solo donatori che non lo siano, gli esami che determinano la presenza del gene sono semplici e rapidi esami del sangue, che possono essere prescritti dal medico. Per molte malattie ereditarie non e possibile calcolare con così tanta precisione le probabilità di trasmissione, perché hanno schemi di ereditarietà molto complessi e che coinvolgono molti geni. Se nella famiglia della madre o del donatore compaiono queste malattie, il bambino corre gravi rischi. Non tutte le malattie genetiche sono ereditarie. I cromosomi che portano i geni possono essere danneggiati dall'esposizione alle radiazioni, da certi agenti chimici, da alcolismo o tossicodipendenza, o dall'età e da casi fortuiti. Tanto gli uomini quanto le donne possono essere esposti a rischi dal punto di vista riproduttivo sia dal lavoro che dall ambiente. Sarebbe meglio chiedere al donatore se svolge un lavoro che comporti esposizioni rischiose a radiazioni o sostanze chimiche ASPETTARE DUE SETTIMANE Dopo il primo ciclo di inseminazioni non c'è altro da fare fino ai successivi giorni fertili. Anche se è stato fatto tutto il possibile per ottenere l incontro di ovulo e spermatozoo, il risultato è comunque affidato al caso. Come si fa a sapere se ha funzionato? Ci sono diversi segnali che attestano una gravidanza, anche se non tutte le donne li hanno provati e nessuno di essi ne è prova certa. I sintomi più frequenti sono l ingrossamento e la maggior sensibilità del seno, nausea, minzione più frequente, stanchezza, I aumento delle secrezioni vaginali e costipazione. L'assenza di mestruazioni non implica necessariamente una gravidanza. La regolare presenza delle mestruazioni non la esclude. Se è stata misurata la temperatura basale e questa è ancora alta giorni dopo il normale innalzamento successivo all ovulazione, si può essere quasi sicure che un ovulo è stato fertilizzato. In farmacia si trovano diversi test di gravidanza domestici, i quali rilevano la presenza dell ormone HCG prodotto dalla placenta, che appare nelle urine e nel sangue. È un test affidabile già dopo un giorno di ritardo. 11

12 I testi sono tratti dal libro "Autoinseminazione -Scelta e Realtà della Maternità indipendente" di Lisa Saffron Il Dito e La Luna Edizioni, La realizzazione di questo opuscolo è stata possibile grazie alla collaborazione della casa editrice // Dito e La Luna Per maggiori informazioni: // Dito e La Luna Edizioni Casella Postate Milano Tel. 338/ ARCILESBICA ROMA Via G. Stefanini, Roma Tel ArciLesbica Nazionale Bologna - Piazza P.ta Saragozza 2 Tei. 051/ Fax 051/

13 Circoli e Gruppi ArciLesbica: ArciLesbica Ancona "Caleido" Via Vittorio Veneto, Ancona tel. 071/ fax 071/ aperto ogni Mercoledì dalle alle Arcilesbica Perugia "Omphalos" Via Antonio Fratti, Perugia tel ArciLesbica Bari "Mediterranea" Via Zara, Bari tel ArciLesbica Pisa c/o Casa della Donna Via Galli Tassi 8, Pisa ArciLesbica Bologna Via don Minzoni, 18 Bologna tel fax ArciLesbica Ferrara Via Contrada della Rosa, Ferrara Arcilesbica Riccione "Alan Mathison Turing" Viale D'Annunzio, 164 Riccione tel Merc Arcilesbica Salerno "Renée Vivien" Via G. da Procida c/o Teka Bega Bar Salerno tel Arcilesbica Firenze c/o IREOS Via de' Serragli, Firenze tel./fax Arcilesbica Salento "Le Pizzicanti" c/o Fed. prov. di Rifondazione Comunista Viale dell'universita', Lecce tel lun. e merc tel sab. e dom ArciLesbica Genova "Le ninfe" Piazza Palermo, 10b Genova tel ArciLesbica Trentino-AltoAdige "L'Altra Venere" Largo N. Sauro, Trento tel ArciLesbica Latina "Le zanzare" tel tutti i giorni Arcilesbica Treviso ArciLesbica Milano "Zami" Via Bezzecca 4 Milano tel Arcilesbica Trieste "Arcobaleno" Via Pondares, Trieste tel ArciLesbica Napoli"Le Maree" c/o Rifondazione Comunista Via Santa Caterina da Siena, Napoli cell ArciLesbica Palermo "Lady Oscar" Via Ettore Ximenes, Palermo cell Arcilesbica Udine Via T. Deciani, 89/ Udine tel. / fax Arcilesbica Verona tel tutti i giorni

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Ref. 123 / 2009 Reparto di Medicina della Riproduzione Servicio de Medicina de la Reproducción Gran Vía Carlos III 71-75 08028 Barcelona Tel.

Dettagli

Malattie a trasmissione sessuale

Malattie a trasmissione sessuale Malattie a trasmissione sessuale 1 Definizione Sono infezioni che colpiscono sia gli organi genitali che altre parti del corpo e che si trasmettono mediante i rapporti sessuali con persone infette. 2 Inquadramento

Dettagli

HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo

HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo HIV-AIDS Un emergenza da non dimenticare A livello globale, l epidemia di HIV-AIDS pare essersi stabilizzata. Il tasso di nuove infezioni è in costante diminuzione dalla

Dettagli

MAR A TIN I A N Z AM A INA N TO T CLASSE 3 A

MAR A TIN I A N Z AM A INA N TO T CLASSE 3 A L AIDS MARTINA ZAMINATO CLASSE 3 A ANNO SCOLASTICO 2012/2013 AIDS e HIV: sintomi - cause - test - trasmissione Introduzione AIDS (Acquired Immune Deficiency Syndrome) sta per sindrome da immunodeficienza

Dettagli

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE ETEROLOGA (con sperma di donatori) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE ETEROLOGA (con sperma di donatori) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ INSEMINAZIONE ARTIFICIALE ETEROLOGA (con sperma di donatori) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ Io sottoscritta...... nata a.il..,. Documento d'identità/passaporto num..., stato civile...

Dettagli

Vivere serenamente e responsabilmente la propria sessualità

Vivere serenamente e responsabilmente la propria sessualità Vivere serenamente e responsabilmente la propria sessualità La mini guida di Onda sulla contraccezione Testi a cura della Dott.ssa Nicoletta Orthmann Coordinatore Scientifico di Onda Qual è il ruolo della

Dettagli

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE OMOLOGA (CON IL SEME DEL PARTNER) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE OMOLOGA (CON IL SEME DEL PARTNER) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ INSEMINAZIONE ARTIFICIALE OMOLOGA (CON IL SEME DEL PARTNER) CONSENSO INFORMATO SOCIETÀ SPAGNOLA DI FERTILITÀ Sig.ra... maggiorenne, Documento d'identità/passaporto num..., stato civile..., e Sr/ Sig.ra...

Dettagli

4USA IL PRESERVATIVO 4SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV

4USA IL PRESERVATIVO 4SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV 4USA IL PRESERVATIVO 4SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV conosci 1/2 Ho 21 anni, sono una ragazza carina Con l ultimo ragazzo è durata tre mesi e, ahimè, ci sono stati rapporti non protetti...ora

Dettagli

L infezione con l HIV, l epatite B e l epatite C non sono solo pericolosi per la Vostra

L infezione con l HIV, l epatite B e l epatite C non sono solo pericolosi per la Vostra Cara coppia L infezione con l HIV, l epatite B e l epatite C non sono solo pericolosi per la Vostra salute, ma possono anche nuocere alla salute del Vostro partner o del Vostro bambino. In occasione delle

Dettagli

HIV = Human Immunodeficiency Virus HCV = Hepatitis C Virus

HIV = Human Immunodeficiency Virus HCV = Hepatitis C Virus HIV, HCV e SESSO HIV = Human Immunodeficiency Virus HCV = Hepatitis C Virus Fonti Quanto qui scritto è stato ispirato dalle seguenti fonti: http://i-base.info/guides/hepc/hiv-hcv-and-sex http://i-base.info/guides/hepc/hepatitis-c-transmission

Dettagli

GLOSSARIO dei termini inerenti la fertilità

GLOSSARIO dei termini inerenti la fertilità GLOSSARIO dei termini inerenti la fertilità versione 9 - febbraio 2014 1 GLOSSARIO DEI TERMINI INERENTI LA FERTILITÀ anticoncezionale contraccettivo [anti- e concezione] che tende a impedire, il concepimento;

Dettagli

DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI

DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI Ogni individuo possiede un proprio patrimonio genetico che lo rende unico e diverso da tutti gli altri. Il patrimonio genetico è costituito da

Dettagli

Apparato Riproduttore

Apparato Riproduttore Apparato Riproduttore LA RIPRODUZIONE. Ogni essere vivente può creare un altro essere vivente, ed è possibile grazie alla RIPRODUZIONE. La riproduzione è possibile grazie all APPARATO RIPRODUTTORE. A differenza

Dettagli

Capitolo 6 infezione da hiv e aids sindrome da immunodeficienza acquisita SIDA acquired immune defi- ciency syndrome AIDS hiv

Capitolo 6 infezione da hiv e aids sindrome da immunodeficienza acquisita SIDA acquired immune defi- ciency syndrome AIDS hiv Infezione da HIV e AIDS Capitolo 6 La sindrome da immunodeficienza acquisita (SIDA) o acquired immune deficiency syndrome (AIDS) è una malattia del sistema immunitario umano causata dal virus dell immunodeficienza

Dettagli

GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) PREFAZIONE

GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) PREFAZIONE GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) Le informazioni fornite attraverso queste pagine, sono state tratte da un opuscolo pubblicato e curato dal Gruppo di Lavoro

Dettagli

Ramón Lucas Lucas METODI DI REGOLAZIONE DELLA NATALITÀ

Ramón Lucas Lucas METODI DI REGOLAZIONE DELLA NATALITÀ Ramón Lucas Lucas METODI DI REGOLAZIONE DELLA NATALITÀ METODI ARTIFICIALI CONTRACCETTIVI Metodo Cosa è? Come agisce? Come si usa? Chi lo adopera? Preservativo Profilattico Condom Diaframma Spugna Spermicidi

Dettagli

Glossario essenziale a cura di Salvino Leone

Glossario essenziale a cura di Salvino Leone Glossario essenziale a cura di Salvino Leone I molti termini tecnici usati dagli addetti ai lavori in materia di procreazione assistita non sono usuali. Ne proponiamo un elenco che pur non essendo completo

Dettagli

Ricevimento degli ovociti

Ricevimento degli ovociti Ricevimento degli ovociti In che cosa consiste? Consiste nel fecondare in laboratorio gli ovociti provenienti da una donatrice con lo sperma del partner della donna ricevente, per trasferire in seguito

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGGE RECANTE DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA DI TIPO ETEROLOGO Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Vista

Dettagli

LE CONOSCENZE SUL TEMA HIV E LA RAPPRESENTAZIONE DEL MALATO INDAGINE SULLA POPOLAZIONE ITALIANA

LE CONOSCENZE SUL TEMA HIV E LA RAPPRESENTAZIONE DEL MALATO INDAGINE SULLA POPOLAZIONE ITALIANA LE CONOSCENZE SUL TEMA HIV E LA RAPPRESENTAZIONE DEL MALATO INDAGINE SULLA POPOLAZIONE ITALIANA GfK Eurisko Milano, 29 Settembre 2014 Premessa e obiettivi dell indagine Verificare presso la popolazione

Dettagli

La contraccezione è sempre più smart!

La contraccezione è sempre più smart! La contraccezione è sempre più smart! Società italiana di Ginecologia e Ostetricia 2 L importanza della contraccezione Vivere la propria sessualità in maniera libera e consapevole è un diritto della donna.

Dettagli

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE?

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? Quando si ha l inseminazione e la fecondazione artificiali omologhe? Quando lo spermatozoo e l ovulo provengono dalla stessa

Dettagli

Breve viaggio alla scoperta delle Malattie Sessualmente Trasmissibili

Breve viaggio alla scoperta delle Malattie Sessualmente Trasmissibili Breve viaggio alla scoperta delle Malattie Sessualmente Trasmissibili Materiale elaborato con la supervisione della dott.ssa Barbara Ricciardi dai partecipanti al corso di formazione per volontari Comunicare

Dettagli

ACT INIZIATIVA DESIDERIO DI MATERNITÀ UNA GUIDA CHE VI ACCOMPAGNA NEL PERCORSO VERSO IL CONCEPIMENTO

ACT INIZIATIVA DESIDERIO DI MATERNITÀ UNA GUIDA CHE VI ACCOMPAGNA NEL PERCORSO VERSO IL CONCEPIMENTO Iniziativa Desiderio di Maternità ACT INIZIATIVA DESIDERIO DI MATERNITÀ UNA GUIDA CHE VI ACCOMPAGNA NEL PERCORSO VERSO IL CONCEPIMENTO Iniziativa Desiderio di Maternità ACT IL PERCORSO ACT FASE 1 FASE

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2632 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI DE GIROLAMO, DORINA BIANCHI, PAGANO, CALABRÒ, ROCCELLA, BERNARDO, SALTAMARTINI, TANCREDI,

Dettagli

L APPARATO RIPRODUTTORE

L APPARATO RIPRODUTTORE L APPARATO RIPRODUTTORE LA PUBERTA E I CARATTERI SESSUALI Responsabile della funzione biologica fondamentale che permette la conservazione della specie, responsabile cioè della riproduzione, è l'apparato

Dettagli

APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE

APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE ANATOMIA 2 Il corpo umano è costituito da organi ed apparati uguali tra maschi e femmine ad esclusione dell apparato riproduttivo. L apparato riproduttivo è composto

Dettagli

Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C!

Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C! Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C! L Epatite C può essere trasmessa attraverso: L uso comune di aghi e siringhe L uso comune di filtri, cucchiai e acqua al momento del consumo di droghe

Dettagli

La fertilità umana 1

La fertilità umana 1 La fertilità umana 1 La fertilità umana È la capacità per cui un uomo e una donna possono concepire un figlio in seguito ad un rapporto sessuale. Gli organi principali della fertilità sono l apparato genitale

Dettagli

DEFINIZIONE DEGLI STRUMENTI PREVENTIVI PER LE IST

DEFINIZIONE DEGLI STRUMENTI PREVENTIVI PER LE IST Linee Guida per la gestione del paziente con infezione sessualmente trasmessa (IST). Italia, SIMAST 2010. DEFINIZIONE DEGLI STRUMENTI PREVENTIVI PER LE IST La prevenzione delle IST si rivolge ad un comportamento,

Dettagli

Corso di Medicina del Lavoro

Corso di Medicina del Lavoro Corso di Medicina del Lavoro Malattie da cancerogeni, mutageni e genotossici Valutazione del rischio per la riproduzione in ambiente di lavoro 1 of 28 A quali agenti è esposto il lavoratore o la lavoratrice?

Dettagli

L INFERTILITA MASCHILE

L INFERTILITA MASCHILE L INFERTILITA MASCHILE Dott. CARMINE DI PALMA Andrologia, Urologia, Chirurgia Andrologica e Urologica, Ecografia Come si definisce l infertilità maschile? L'infertilità maschile corrisponde a una ridotta

Dettagli

LA LEGGE 1514 E LE SCELTE RIPRODUTTIVE DELLE COPPIE DI PORTATORI FC, DEI SOGGETTI MASCHI E FEMMINE AFFETTI DA FC.

LA LEGGE 1514 E LE SCELTE RIPRODUTTIVE DELLE COPPIE DI PORTATORI FC, DEI SOGGETTI MASCHI E FEMMINE AFFETTI DA FC. LA LEGGE 1514 E LE SCELTE RIPRODUTTIVE DELLE COPPIE DI PORTATORI FC, DEI SOGGETTI MASCHI E FEMMINE AFFETTI DA FC. Per necessità l esposizione è schematica. Si rimanda alla consultazione del genetista il

Dettagli

LE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI

LE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI LE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI LE MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE CHE COSA SONO Sono malattie che vengono trasmesse da una persona all'altra prevalentemente per contatto sessuale. Vengono anche

Dettagli

CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA?

CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA? CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA? Oggi la scienza può interferire coi processi riproduttivi, e modificarli in vitro al di fuori delle loro modalità naturali. Preliminarmente dobbiamo allora

Dettagli

LE INFEZIONI OSCURE : ACCENDI LA LUCE! ТЁМНЫЕ ИНФЕКЦИИ - ЗАЖГИ СВЕТ! LAS INFECCIONES OSCURAS ENCIENDE LA LUZ! AS INFECÇÕES ESCURAS: LIGAS A LUZ!

LE INFEZIONI OSCURE : ACCENDI LA LUCE! ТЁМНЫЕ ИНФЕКЦИИ - ЗАЖГИ СВЕТ! LAS INFECCIONES OSCURAS ENCIENDE LA LUZ! AS INFECÇÕES ESCURAS: LIGAS A LUZ! LE INFEZIONI OSCURE : ACCENDI LA LUCE! ТЁМНЫЕ ИНФЕКЦИИ - ЗАЖГИ СВЕТ! LAS INFECCIONES OSCURAS ENCIENDE LA LUZ! AS INFECÇÕES ESCURAS: LIGAS A LUZ! J + a cura di Prof. Maria Rita Gismondo Под редакцией профессора

Dettagli

PROCEDURA di I LIVELLO INSEMINAZIONE INTRAUTERINA ARTIFICIALE OMOLOGA (AIH IU)

PROCEDURA di I LIVELLO INSEMINAZIONE INTRAUTERINA ARTIFICIALE OMOLOGA (AIH IU) PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA PROCEDURA di I LIVELLO INSEMINAZIONE INTRAUTERINA ARTIFICIALE OMOLOGA (AIH IU) ISTRUZIONI PER LA COPPIA Iniezione intrauterina del liquido seminale Aggiornamento 15.01.2013

Dettagli

VADEMECUM PER COPPIE PORTATRICI DI TALASSEMIA

VADEMECUM PER COPPIE PORTATRICI DI TALASSEMIA VADEMECUM PER COPPIE PORTATRICI DI TALASSEMIA Questo vademecum non ha alcuna pretesa medica, ma intende essere uno strumento informativo di base per le coppie portatrici di talassemia. Invitiamo gli interessati

Dettagli

Prof. Pippi Luigi Specialista in Malattie Infettive luigipippi@libero.it

Prof. Pippi Luigi Specialista in Malattie Infettive luigipippi@libero.it 1 Prof. Pippi Luigi Specialista in Malattie Infettive luigipippi@libero.it EPATITE DA HBV Introduzione... 1 Epidemiologia... 2 Modalità e vie di trasmissione... 2 Patogenesi... 3 Clinica... 4 Diagnosi...

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1888

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1888 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 1888 Modifiche alla legge 19 febbraio 2004, n. 40, in materia di procreazione medicalmente assistita 13/10/2015-08:13 Indice 1. DDL S. 1888 - XVII Leg. 1 1.1.

Dettagli

Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI)

Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI) Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI) In che consiste? La fecondazione in vitro (FIV) è una tecnica di procreazione assistita che consiste nella fecondazione dell ovocita (o gamete femminile) con lo spermatozoo

Dettagli

Focus su... infertilità. focus salute

Focus su... infertilità. focus salute Focus su... infertilità focus salute 2 Parlare di infertilità non è facile. Una diagnosi di sterilità paralizza, procura angoscia, rabbia, senso di inferiorità, depressione. Tuttavia, accettare che nell

Dettagli

Informazioni sulla consegna

Informazioni sulla consegna Informazioni sulla consegna Informazioni importanti sulla vostra consegna del seme di donatore Cryos INFORMAZIONI SULLA CONSEGNA PAG. 1 PAG. 2 INFORMAZIONI SULLA CONSEGNA Come maneggiare il contenitore

Dettagli

Legge 40, il no della Consulta al divieto di eterologa

Legge 40, il no della Consulta al divieto di eterologa Legge 40, il no della Consulta al divieto di eterologa aggiornamento di mercoledì 9 aprile Il divieto di fecondazione eterologa è incostituzionale. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale che ha dichiarato

Dettagli

HIV e AIDS. Corso Ed. Sessualita` e Prevenzione MST Bresso, 5-8 gennaio 2011. Emanuele Biolcati Gruppo Pionieri di Torino

HIV e AIDS. Corso Ed. Sessualita` e Prevenzione MST Bresso, 5-8 gennaio 2011. Emanuele Biolcati Gruppo Pionieri di Torino Corso Ed. Sessualita` e Prevenzione MST Bresso, 5-8 gennaio 2011 Emanuele Biolcati Gruppo Pionieri di Torino Parleremo di... Introduzione HIV Definizione Metodi di contagio Test AIDS Statistiche 2 Commenti

Dettagli

Procreazione umana Aiuto all infertilità Fecondazione assistita. Ramón Lucas Lucas, L.C. lucas@unigre.it www.ramonlucas.org

Procreazione umana Aiuto all infertilità Fecondazione assistita. Ramón Lucas Lucas, L.C. lucas@unigre.it www.ramonlucas.org Procreazione umana Aiuto all infertilità Fecondazione assistita Ramón Lucas Lucas, L.C. lucas@unigre.it www.ramonlucas.org 1 La procreazione umana P Ovogenesi e spermatogenesi P Fecondazione: fusione dei

Dettagli

Sessualità contraccezione e malattie sessualmente trasmesse

Sessualità contraccezione e malattie sessualmente trasmesse Sessualità contraccezione e malattie sessualmente trasmesse Crescere donna 1 Crescere uomo 2 3 La pubertà cervello ipotalamo fattori di rilascio ipofisi gonadotropine ovaia testicolo ormoni sessuali femminili

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO SUL TRATTAMENTO DELLA PEDICULOSI

OPUSCOLO INFORMATIVO SUL TRATTAMENTO DELLA PEDICULOSI OPUSCOLO INFORMATIVO SUL TRATTAMENTO DELLA PEDICULOSI A cura del Servizio Igiene e Sanità Pubblica DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE 1 IL PIDOCCHIO DEL CAPO Il pidocchio del capo è un parassita specifico dell

Dettagli

Caro Donatore / Cara Donatrice,

Caro Donatore / Cara Donatrice, ASSOCIAZIONE VOLONTARI ITALIANI DEL SANGUE VIA LIVIO BORRI 40-41122 MODENA (MO) TEL. 059 36 84 911 www.avis.it/modena Caro Donatore / Cara Donatrice, Ti ringraziamo della tua adesione alla nostra Associazione

Dettagli

LE INFEZIONI SESSUALMENTE TRASMESSE:

LE INFEZIONI SESSUALMENTE TRASMESSE: LE INFEZIONI SESSUALMENTE TRASMESSE: la conoscenza è il primo passo per combatterle www.aslbrescia.it A cura dell Azienda Sanitaria Locale di Brescia Servizio Medicina del Disagio Ambulatorio Malattie

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Il Cammino. È fondamentale per noi riuscire a seguire al meglio in tutto il suo cammino ogni coppia desiderosa di concepire un bambino.

Il Cammino. È fondamentale per noi riuscire a seguire al meglio in tutto il suo cammino ogni coppia desiderosa di concepire un bambino. Il Cammino Per noi esseri umani i figli sono sinonimo di felicità e amore. Per molte coppie sono l'espressione vivente del loro rapporto e il suo completamento. Accade però sempre più spesso che il desiderio

Dettagli

pillola dei 5 giorni dopo: per saperne di più

pillola dei 5 giorni dopo: per saperne di più pillola dei 5 giorni dopo: per saperne di più: Che cosʼè EllaOne, o pillola dei 5 giorni dopo? Condividi Segnala una violazione Segnala una violazione Blog successivo» Crea blog Entra pillola dei 5 giorni

Dettagli

Gentile/i Signora/i, R7122 Scheda Informativa relativa alla donazione. Ed. 1del 09/12/2010 Rev. 1 del 11/07/2011

Gentile/i Signora/i, R7122 Scheda Informativa relativa alla donazione. Ed. 1del 09/12/2010 Rev. 1 del 11/07/2011 Gentile/i Signora/i, il sangue contenuto nel cordone ombelicale (SCO) e raccolto al momento del parto, rappresenta una preziosa sorgente di cellule staminali emopoietiche, quelle stesse cellule che sono

Dettagli

Foglio informativo per le donatrici di sangue del cordone ombelicale Public Cord Blood Bank Switzerland

Foglio informativo per le donatrici di sangue del cordone ombelicale Public Cord Blood Bank Switzerland Foglio informativo per le donatrici di sangue del cordone ombelicale Public Cord Blood Bank Switzerland Dal diversi anni è ormai noto che nel sangue del cordone ombelicale dei neonati si trovano relativamente

Dettagli

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE Procreazione medico assistita L assistenza di un medico e di un biologo si dimostrano talvolta indispensabili per riuscire a diventare genitori. Quando una metodica di laboratorio, più o meno complessa,

Dettagli

Patologia infettiva oculare coesistente

Patologia infettiva oculare coesistente Azienda Ospedaliera Pediatrica SANTOBONO PAUSILIPON ANNUNZIATA S.S.D. Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi ed il Trattamento della Retinopatia della Prematurità Direttore dott. Salvatore Capobianco

Dettagli

La fecondazione eterologa Aspetti etici Presa di posizione del Comitato etico provinciale

La fecondazione eterologa Aspetti etici Presa di posizione del Comitato etico provinciale La fecondazione eterologa Aspetti etici Presa di posizione del Comitato etico provinciale L inseminazione artificiale in generale e la forma eterologa in particolare provocano varie questioni etiche, mediche,

Dettagli

Tutto quello che non devi sapere per non rimanere incinta SOCIETÀ ITALIANA DI GINECOLOGIA E OSTETRICIA

Tutto quello che non devi sapere per non rimanere incinta SOCIETÀ ITALIANA DI GINECOLOGIA E OSTETRICIA Tutto quello che non devi sapere per non rimanere incinta SOCIETÀ ITALIANA DI GINECOLOGIA E OSTETRICIA Bufala n. Per evitare di rimanere incinta bisogna lavarsi con la coca-cola o il limone dopo un rapporto

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale Pionieri Toscana HIV EPATITI MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI

CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale Pionieri Toscana HIV EPATITI MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale Pionieri Toscana HIV EPATITI MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI Corso Aspiranti Pionieri CRI Pisa San Frediano a Settimo 8 Nov. 2006 Monitore C.R.I. SPINELLI

Dettagli

se la conosci, la previeni!

se la conosci, la previeni! EPATITE se la conosci, la previeni! HEALTHY FOUNDATION HEALTHY FOUNDATION Epatiti, cosa sono? 2 L epatite, o meglio le epatiti sono tra le malattie infettive più comuni e gravi del mondo. Si tratta di

Dettagli

Nozioni generali efficacia innocuità reversibilità accettabilità Indice di Pearl Metodo Percentuale Metodo Percentuale Coito interrotto

Nozioni generali efficacia innocuità reversibilità accettabilità Indice di Pearl Metodo Percentuale Metodo Percentuale Coito interrotto Nozioni generali Si definisce contraccettivo un metodo che viene utilizzato per impedire temporaneamente la fertilità della coppia, intervenendo con diversi meccanismi (meccanici, ormonali, ecc.) a livello

Dettagli

Contraccezione! Importanti informazioni

Contraccezione! Importanti informazioni Contraccezione! Importanti informazioni per le pazienti Liderma 2 Quest opuscolo contiene informazioni molto importanti per Lei, come donna, in materia di contraccezione. Le donne che ricevono una terapia

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Identità di genere e transessualismo

Identità di genere e transessualismo Identità di genere e transessualismo IO E IL MIO CORPO PENSANDO A ME Cristina e Carlo si incontrano dopo aver effettuato il loro iter di adeguamento dei caratteri sessuali e confrontano le questioni legate

Dettagli

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA Informazioni per la coppia A cura del dott. G. Ragni Unità Operativa - Centro Sterilità Responsabile: dott.ssa C. Scarduelli FONDAZIONE OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO MANGIAGALLI

Dettagli

TECNICHE DI II - III LIVELLO. Fecondazione in Vitro e Trasferimento dell embrione (FIVET)

TECNICHE DI II - III LIVELLO. Fecondazione in Vitro e Trasferimento dell embrione (FIVET) TECNICHE DI II - III LIVELLO Fecondazione in Vitro e Trasferimento dell embrione (FIVET) È una tecnica di PMA in cui i gameti (ovocita per la donna e spermatozoo per l uomo) si incontrano all esterno del

Dettagli

NEOPLASIE ED INFERTILITA

NEOPLASIE ED INFERTILITA NEOPLASIE ED INFERTILITA NEOPLASIE E FERTILITA UN TEMA DA AFFRONTARE INSIEME CONOSCERE IL PROPRIO PROBLEMA Ogni anno circa 11000 persone in età riproduttiva si ammalano di tumore. Per queste persone affrontare

Dettagli

Città di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Città di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Città di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ COPIA CONFORME Codice n. 10965 Data: 31/05/2005 CC N. 35 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO

Dettagli

Credi che la PPE sia la pipì di ET e che MTS sia l acronimo di Matriosche Terroriste Siberiane..?

Credi che la PPE sia la pipì di ET e che MTS sia l acronimo di Matriosche Terroriste Siberiane..? Credi che la PPE sia la pipì di ET e che MTS sia l acronimo di Matriosche Terroriste Siberiane..? Non hai la più pallida idea di come si possa contrarre (e che cosa sia) la Chlamydia? Pensi che l AIDS

Dettagli

Parlare ai bambini e ai ragazzi di HIV/AIDS

Parlare ai bambini e ai ragazzi di HIV/AIDS Parlare ai bambini e ai ragazzi di HIV/AIDS Tratto dall opuscolo edito da Canadian HIV/AIDS Information Centre-Ottawa-Ontario www.aidssida.cpha.ca Perché questa pubblicazione? Questo libretto contiene

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

IL PAPILLOMA VIRUS E LA CAMPAGNA VACCINALE. Sandra Fabbri Fondazione ONLUS Attilia Pofferi

IL PAPILLOMA VIRUS E LA CAMPAGNA VACCINALE. Sandra Fabbri Fondazione ONLUS Attilia Pofferi IL PAPILLOMA VIRUS E LA CAMPAGNA VACCINALE Sandra Fabbri Fondazione ONLUS Attilia Pofferi LA COMUNICAZIONE SULLA VACCINAZIONE CHIAREZZA E CONDIVISIONE DEGLI OBIETTIVI DI SANITÀ PUBBLICA SUL VACCINO CONTRO

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Aprile 2011 - Workshop

Aprile 2011 - Workshop Aprile 2011 - Workshop Le cause di infertilità femminile Le cause di infertilità femminile Sono sempre di più le coppie che devono ricorrere alla fecondazione assistita per poter avere un bambino. Le cause

Dettagli

CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA. La sottoscritta. documento. e il sottoscritto. documento

CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA. La sottoscritta. documento. e il sottoscritto. documento CONSENSO INFORMATO PER LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICO- ASSISTITA La sottoscritta e il sottoscritto acconsentono liberamente di sottoporsi al trattamento di procreazione medico-assistita FIVET (Fertilizzazione

Dettagli

LA COSTRUZIONE DEL PEDIGREE NELLA GENETICA UMANA

LA COSTRUZIONE DEL PEDIGREE NELLA GENETICA UMANA LA COSTRUZIONE DEL PEDIGREE NELLA GENETICA UMANA Un metodo di base di analisi genetica negli esseri umani è la costruzione di una storia familiare per seguire la trasmissione ereditaria di un carattere.

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

COMMISSIONE SALUTE Roma, 03 settembre 2014 PREMESSA

COMMISSIONE SALUTE Roma, 03 settembre 2014 PREMESSA COMMISSIONE SALUTE Roma, 03 settembre 2014 Proposta di documento per il confronto sulle problematiche relative alla fecondazione eterologa a seguito della sentenza della Corte costituzionale nr. 162/2014

Dettagli

Linee Guida donazione di gameti

Linee Guida donazione di gameti Linee Guida donazione di gameti SIFES AGUI AOGOI CECOS SIA SIAMS SIDR SIERR SIFR SIOS 03 settembre 2014 1 Le procedure di Donazione di Gameti si applicano alle coppie di maggiorenni di sesso diverso, coniugate

Dettagli

Dr. Giuliana Battistini Servizio Igiene Pubblica AUSL Parma

Dr. Giuliana Battistini Servizio Igiene Pubblica AUSL Parma Tattoo e piercing La protezione dell operatore Parma 18 marzo 2013 Dr. Giuliana Battistini Servizio Igiene Pubblica AUSL Parma Tutti i pazienti possono essere portatori di microorganismi trasmissibili

Dettagli

DIVENTARE GENITORI OGGI

DIVENTARE GENITORI OGGI In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia Sintesi della ricerca Roma, 1 ottobre 2014 La genitorialità come dimensione individuale L esperienza della genitorialità

Dettagli

- Riproduzione riservata - 1

- Riproduzione riservata - 1 Riproduzione - aspetti ginecologici; La trasformazione morfologica in adulto (pubertà) avviene nei cani in un periodo che può variare dai 6 ai 24 mesi a seconda della razza e della taglia. Il pieno sviluppo

Dettagli

Il potere è negato alle donne in quanto individui veri, perché prima di tutto sono donne,

Il potere è negato alle donne in quanto individui veri, perché prima di tutto sono donne, Francoise Héritier, Maschile e femminile. Il pensiero della differenza, Laterza, Bari 2000 Ilenya Burrini Il potere è negato alle donne in quanto individui veri, perché prima di tutto sono donne, cioè

Dettagli

QUESITI RIVOLTI AGLI ESPERTI DELL UNITÀ OPERATIVA TELEFONO VERDE AIDS

QUESITI RIVOLTI AGLI ESPERTI DELL UNITÀ OPERATIVA TELEFONO VERDE AIDS QUESITI RIVOLTI AGLI ESPERTI DELL UNITÀ OPERATIVA TELEFONO VERDE AIDS 800.861.061 Reparto Epidemiologia Dipartimento Malattie Infettive, Parassitarie e Immunomediate Istituto Superiore di Sanità QUESITI

Dettagli

Il CLPS (Coordinamento Ligure Persone Sieropositive) è un associazione di volontariato

Il CLPS (Coordinamento Ligure Persone Sieropositive) è un associazione di volontariato ERGA EDIZIONI 1 Il CLPS (Coordinamento Ligure Persone Sieropositive) è un associazione di volontariato nata nel 1989 da un gruppo di persone sieropositive. Dal 1994 è iscritta al Registro Regionale del

Dettagli

Introduzione. La risposta è sì!

Introduzione. La risposta è sì! Novità dalla ricerca sulla Malattia di Huntington In un linguaggio semplice. Scritto da ricercatori. Per la comunità mondiale MH. Fare figli: avere una famiglia, in che modo con la MH Fare figli: articolo

Dettagli

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Per semplicità redazionale nel testo seguente si utilizza la sola forma al maschile. Naturalmente tutte le denominazioni vanno intese anche

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DEIANA, VALPIANA, TITTI DE SIMONE, MASCIA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DEIANA, VALPIANA, TITTI DE SIMONE, MASCIA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2162 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI DEIANA, VALPIANA, TITTI DE SIMONE, MASCIA Istituzione presso il Ministero della salute di

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

Il ruolo del Telefono Verde AIDS nella prevenzione dell infezione da HIV e delle IST

Il ruolo del Telefono Verde AIDS nella prevenzione dell infezione da HIV e delle IST VENTICINQUE ANNI DI ATTIVITÀ DEL TELEFONO VERDE AIDS E IST DELL ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ: DAL COUNSELLING TELEFONICO ALL INTERVENTO IN RETE Il ruolo del Telefono Verde AIDS nella prevenzione dell infezione

Dettagli

LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA

LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA Dr. Nunzio Minniti Clinica del Mediterraneo (Ragusa) Centro Genesi (Palermo) Arca Service PMA (Livorno) Le tecniche di PMA Perché? Quali? Per forza? Una

Dettagli

Gravidanza i nove mesi all incirca in cui una donna porta nel suo utero un embrione o un feto che si sviluppano è per molte donne..

Gravidanza i nove mesi all incirca in cui una donna porta nel suo utero un embrione o un feto che si sviluppano è per molte donne.. Che cosa c èc in un nome? Ciò che noi chiamiamo con il nome rosa, anche se lo chiamassimo con un altro nome, serberebbe pur sempre lo stesso dolce profumo. (W. Shakespeare) Gravidanza i nove mesi all incirca

Dettagli

S.S.D PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (responsabile prof. G. Ricci) GUIDA PER LE COPPIE PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA

S.S.D PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (responsabile prof. G. Ricci) GUIDA PER LE COPPIE PER LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia Direttore: prof. Secondo Guaschino S.S.D PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (responsabile prof. G. Ricci) GUIDA PER LE COPPIE

Dettagli

! a. Pronti all azione

! a. Pronti all azione ! a Pronti all azione PRONTI ALL AZIONE è un progetto con la collaborazione di www.anlaidslazio.it www.arcigay.it Testo originale a cura del Terence Higgins Trust Marzo 2012 3 Pronti! a all azione = Prima

Dettagli

Centro di procreazione assistita Trattamenti per l infertilità di coppia - 18

Centro di procreazione assistita Trattamenti per l infertilità di coppia - 18 Centro di procreazione assistita Trattamenti per l infertilità di coppia - 18 01. IL PROCESSO RIPRODUTTIVO 3 La Riproduzione umana 4 Infertilità di coppia 5 Percorsi terapeutici e opportunità 6 L Inseminazione

Dettagli

a cura di Doriana Scocco e Giulia Linguanti - 2 -

a cura di Doriana Scocco e Giulia Linguanti - 2 - a cura di Doriana Scocco e Giulia Linguanti - 2 - CORRADO RACCONTA LA SUA STORIA In concomitanza con la giornata mondiale di lotta all AIDS nel dicembre 2008, abbiamo assistito alla testimonianza di Corrado,

Dettagli

Maria Gabriella Bafaro. Carta dei Servizi

Maria Gabriella Bafaro. Carta dei Servizi Maria Gabriella Bafaro Carta dei Servizi Due parole sulla Fertilità Come descritto brevemente da Wikipedia, Fertilità è in generale la capacità di riproduzione degli organismi viventi. Se intesa come misura,

Dettagli

LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO TUMORE DELLA MAMMELLA

LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO TUMORE DELLA MAMMELLA LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO Combattere i tumori è possibile. Prima di tutto prevenendone la comparsa attraverso la riduzione dei fattori di rischio, adottando stili di vita sani come evitare il

Dettagli

Tecniche di PMA TECNICHE DI I LIVELLO

Tecniche di PMA TECNICHE DI I LIVELLO Tecniche di PMA La procreazione medicalmente assistita (PMA) si avvale di tecniche di base o I livello, semplici e poco invasive e di tecniche avanzate o di II e III livello, complesse e più invasive.

Dettagli