Breve guida all autoinseminazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Breve guida all autoinseminazione"

Transcript

1 Breve guida all autoinseminazione

2 (Realizzata da Arcilesbica nel 2000, in occasione della campagna per l autoinseminazione)

3 In questi giorni in Italia sta per essere discusso il Testo Unificato di Legge "Disposizioni in materia di procreazione medicalmente assistita", elaborato dalla Commissione Affari Sociali. Questa legge, se approvata, impedirà alle donne singole ed alle lesbiche l'accesso alle Tecniche di Riproduzione Assistita (T.R.A), consentendolo solo alle coppie eterosessuali unite da stabile legame, e riproponendo cosi ancora una vote la famiglia eterosessuale come unico modello. È utile focalizzare l'attenzione su un precedente; quando grazie alla scienza si diffusero gli anticoncezionali fu una grande innovazione perché per la prima volta la sessualità fu separata dalla maternità: quest'ultima non era più un rischio da correre necessariamente. A quel punto la maternità e la paternità diventavano una scelta responsabile. Oggi ci troviamo in una situazione analoga, perché la scienza ha trovato il modo di scindere la maternità dalla sessualità: con il ricorso alle TRA o con l autoinseminazione (Al) è possibile realizzare una gravidanza senza passare per il rapporto sessuale. In questa società si può così pensare a sessualità e procreazione come due cose distinte che si possono scegliere entrambe liberamente. Ci sono degli uomini che per i motivi più vari scelgono di fare i donatori e ci sono delle donne che vogliono essere madri e lo vogliono essere autonomamente. Si configura cosi un accordo fra uomini e donne che avviene all interno della società. Non c'è un delirio di onnipotenza delle donne, non c'è una mancanza di senso del limite, ma un patto che viene stipulato questa volta non tra due singoli individui, maschio e femmina, che scelgono di procreare insieme, bensì socialmente fra degli uomini che decidono di fare i donatori e delle donne che decidono di usufruire di quanto è stato liberamente donato. Si tratta di un patto sociale molto civile e non si capisce in nome di quale etica si possa legittimamente interferire. Arcilesbica, con questa campagna sull'autoinseminazione, intende svolgere un'azione di denuncia contro questa legge che, invece di tutelare la salute della donna e del nascituro, discrimina le lesbiche e lede la libertà di ogni donna. La procreazione è una capacità del corpo femminile che non può essere messa in discussione. L AUTOINSEMINAZIONE L autoinseminazione è, per una donna fertile, un modo di avere figli senza avere rapporti sessuali con un uomo e senza ricorrere ai centri che si occupano di tecniche per la riproduzione assistita. 3

4 Non c'è un modo giusto per farlo ed ognuna dovrà scegliere sulla base del proprio giudizio se ricorrere ad un donatore conosciuto piuttosto che anonimo, o se coinvolgere la propria compagna in un progetto di cogenitorialità. La famiglia può essere composta di persone diverse, che tra loro hanno diversi tipi di relazione, senza per questo essere luoghi meno sani in cui far crescere dei bambini. Sta cambiando la definizione di famiglia, che non è più limitata ad un gruppo di persone con legami di sangue, e si è espansa fino ad includere persone che semplicemente si amano e desiderano prendersi cura le une delle altre. Questo, tra l'altro, non deve neanche necessariamente includere dei bambini TROVARE IL DONATORE Per prima cosa, bisogna scegliere II tipo di contatto che si Intende avara con il donatore. Per semplificare, abbiamo suddiviso i donatori in quattro tipologie: 1. donatori anonimi 2. donatori di cui si conosce l identità, ma con cui non si hanno contatti 3. donatori di cui si conosce l identità, e cui si hanno contatti 4. donatori che saranno co-genitori. Deciso il tipo di donatore, bisogna trovare un uomo che collabori. Raramente la questione si presenta semplice: si può chiedere agli amici, ai fratelli delle partner, a vecchi amanti, a gruppi e associazioni maschili. Si può chiedere alle donne che hanno già fatto l autoinseminazione di poter usare i loro donatori, si possono formare gruppi di auto-aiuto per trovare dei donatori e, soprattutto, per darsi coraggio e sostegno. Gli uomini disponibili a diventare donatori si trovano più frequentemente in quelle realtà sociali In cui è concepibile che una lesbica o una single abbiano dei figli AUTOINSEMINAZIONE: COME FARE Durante un ciclo mestruale viene prodotto un solo ovulo maturo, raramente due. Il periodo di fertilità nel corso dal ciclo varia da due a sette giorni. I giorni fertili sono quelli precedenti l'ovulazione e quello dell'ovulazione stessa. E' possibile imparare a riconoscerli. 4

5 La fertilità durante questi giorni è dovuta alla presenza di un muco particolare prodotto dalla cervice. Gli spermatozoi riescono o meno ad entrare nell utero proprio a seconda del tipo di muco. La sopravvivenza dello spermatozoo (che ha una vita media di tre/cinque giorni) in attesa che l'ovulo sia pronto, è garantita dalla presenza del muco "fertile, che molte donne producono per più di sei giorni prima dell ovulazione. Nel periodo immediatamente successivo all'ovulazione e durante gli altri giorni del ciclo mestruale, la cervice produce un muco denso, bianco e vischioso (o non ne produce affatto), e l'orifizio dell'utero si chiude. Questo tipo di muco funge da barriera per gli spermatozoi, che non riuscendo ad attraversarlo per raggiungere le tube di Falloppio, muoiono nell'arco di poche ore. IDENTIFICARE I GIORNI FERTILI Si può individuare il periodo di fertilità principalmente in due modi. 1. calcolando i giorni fertili a seconda della lunghezza del ciclo; 2. riconoscendo i cambiamenti del muco cervicale. GÌ sono poi metodi secondari, utili soprattutto per quelle donne con cicli mestruali molto irregolari o che producono muco fertile non facilmente riconoscibile. In particolare, e' possibile riconoscere i cambiamenti della posizione e condizione della cervice, registrare le variazioni della temperatura basale o utilizzare appositi kit per identificare i giorni fertili. CALCOLARE I GIORNI FERTILI DALLA LUNGHEZZA DEL CICLO E necessario registrare la lunghezza del ciclo molto prima di iniziarel inseminazione. Il primo giorno di mestruazioni va contato come giorno 1. Variazioni tra i 21 e i 40 giorni sono considerate normali. La maggior parte delle donne ha il giorno dell'ovulazione compreso tra i 10 e i i6 giorni prima della mestruazione, i giorni fertili sono i sei giorni che precedono l'ovulazione. Le donne con cicli regolari possono calcolare sommariamente il giorno dell'ovulazione sottraendo dal numero dei giorni del ciclo completo, e calcolare i giorni fertili sottraendo qualche giorno da quello dell ovulazione. Per esempio, una donna con cicli regolari di 31 giorni ovulerà tra il 15 ed il 21 giorno e sarà fertile dal 10 al 21. Una donna con cicli regolari di 25 giorni ovulerà tra il 9 e il 15 giorno e sarà fertile tra il 4 ed il 15. Potrà quindi fare in modo che l'inseminazione avvenga in quei giorni. Con un numero sufficiente di inseminazioni (dalle due alte cinque per ciclo), questo calcolo approssimativo ha di norma buoni risultati, sempre che i cicli siano regolari. 5

6 Ciclo GIORNI FERTILI di 28 gg non fertili OVULAZIONE non fertili Non tutte le donne hanno cicli regolari, ed in ogni caso la lunghezza del ciclo può cambiare per lo stress provocato dal desiderio di restare incinta. Non è raro, quindi, registrare cicli regolali per poi scoprire che diventano irregolari. Nel caso di donne molto fertili, possono essere sufficienti calcoli approssimativi, anche se i cicli sono irregolari, altrimenti è meglio affidarsi al controllo del muco. dato che è più probabile non trovare i giorni fertili se ci sono grandi variazioni da ciclo a ciclo. RICONOSCERE I CAMBIAMENTI DEL MUCO CERVICALE Nei giorni non fertili, la cervice produce muco bianco e denso (simile a gelatina spessa), che preso tra le dita si rivela molto poco elastico. È secco. Denso e attaccaticcio; ha un odore pungente, quasi acido. La quantità varia da donna a donna (a volte non ne viene prodotto affatto), L'orifizio dell'utero è chiuso e la vagina asciutta. Nei giorni fertili, viene prodotto muco sottile, trasparente e molto simile all'albume, che può essere visto direttamente sulla cervice con l'ausilio di uno specchio. È umido e liquido, e, in quanto abbastanza elastico, può essere tirato tra due dita anche per diversi centimetri. L'odore e il sapore sono dolci o comunque meno acidi rispetto al muco non fertile. Con l'aiuto di uno specchio è anche possibile vedere l'orifizio dell'utero aperto prima dell'ovulazione, e chiuso subito dopo. Alcune producono il muco per due giorni, altre per sei, quindi ogni donna, per sapere per quanti giorni lo produce, deve esclusivamente osservare se stessa. Tuttavia, purché i! muco venga prodotto, non è importante la quantità. È importante invece sottoporsi all'inseminazione proprio quando il muco fertile viene prodotto. L'osservazione del muco può essere interrotta da infezioni vaginali, che provocano delle perdite, da droghe e da qualunque cosa interferisca con il ciclo mestruale (stanchezza, stress o lunghi viaggi). Se non avviene ovulazione, non viene prodotto muco fertile. Può essere necessario osservare diversi cicli mestruali prima di riconoscere i cambiamenti delle secrezioni, tanto da poter capire la differenza tra quelle che corrispondono a muco fertile e quelle prodotte, per esempio, dall'eccitazione sessuale. È quindi meglio entrare in confidenza con il proprio ciclo prima di tentare di restare incinta. 6

7 RACCOGLIERE E CONSERVARE IL SEME II contributo dell'uomo al processo di fecondazione è una piccola quantità di liquido detto seme. È semplice procurarsi del seme: basta chiedere ad un uomo che si masturbi e che eiaculi in un contenitore pulito, meglio se di plastica o porcellana. Non è necessario che il contenitore sia sterile, ma deve essere ben lavato e sciacquato. Il metallo e il polistirolo possono danneggiare gli spermatozoi. L'uso di un preservativo non è consigliabile, soprattutto se è trattato con spermicida. La quantità di seme dovrebbe essere fra i 2 e i 6 millilitri (1 ml è circa un quarto di cucchiaino da tè). Se se ne raccoglie meno di 1 ml, è probabile che l'eiaculazione non sia stata completa, e si dovrebbe ripetere l'operazione. Il seme deve avere colore bianco-latte, o poco più scuro, con un odore particolare. Se appare grigiastro o marroncino e/o ha un odore pungente e fastidioso, è possibile che l'uomo abbia qualche infezione o che ci sia un'emorragia nell'apparato urogenitale: in questo caso, pur potendo il seme essere ugualmente fertile, non va usato. Il seme molto chiaro, come la saliva, di norma contiene un numero molto basso di spermatozoi e non è affidabile per l'autoinseminazione. Subito dopo l'eiaculazione, il seme si raggruma, ma nell'arco di venti minuti si liquefa, diventando più semplice da aspirare con una siringa. Gli spermatozoi sono più forti di quello che si crede. Una volta fuori dal corpo, se c'è sufficiente liquido seminale per evitare l'essiccamento, sopravvivono per diverse ore. Gli spermatozoi vivono più a lungo (almeno sei ore, se non di più) se si impedisce che si secchino e se hanno un minimo contatto con l'aria. Ci sono due piccole precauzioni che aiutano: 1. Mettere il seme in un contenitore alto e sottile, piuttosto che in uno basso, oppure aspirarlo nella siringa non appena si sia liquefatto, assicurare lo stantuffo e avvolgere la siringa in un po' di pellicola trasparente. 2. Diluire il seme in una soluzione salina, (si può trovare in farmacia). perché questa ha la giusta concentrazione di cloruro dì sodio. Alla soluzione salina vanno aggiunti due pizzichi di bicarbonato di sodio puro (non quello da cucina), quindi si unisce il seme alla soluzione in parti uguali. Il seme non va diluito troppo, e non va mai mischiato all'acqua, che provocherebbe l'esplosione degli spermatozoi. Il seme può essere tenuto a temperatura ambiente o ad una temperatura simile a quella corporea, ma non più alta. È meglio tenerlo troppo freddo che troppo caldo. Per questo, durante il trasporto, si può tenere il contenitore vicino alla pelle, anche se non è una parte obbligatoria del processo. È, però, indispensabile evitare di mettere il contenitore vicino al 7

8 fuoco o esporto direttamente alla luce del sole. Alcune donne usano il seme di più di un uomo per le diverse inseminazioni per far si che sia più difficile identificare il padre. Ultimamente è stato provato che è un sistema sconveniente, perché gli spermatozoi possono bloccarsi a vicenda, oltre al fatto che i test genetici permettono comunque di capire quale donatore sia il padre biologico, nel caso questi volesse essere riconosciuto. LE CONSEGUENZE SUL BAMBINO Le conseguenze sul bambino sono inevitabilmente diverse da quelle che subisce la madre, ma non è possibile prevederle tutte. Sono molti i bambini che vogliono sapere chi sia il loro padre, ma non tutti. Alcuni non mostrano curiosità alcuna o sono minimamente interessati. Alcuni fanno domande e restano tranquillamente soddisfatti dalle risposte. Tuttavia, è prematuro generalizzare i desideri dei bambini, considerato che quelli più grandi concepiti con l'autoinseminazione sono appena adolescenti. Non sappiamo come si sentiranno da adulti, quando magari avranno dei figli a loro volta. LE CONSEGUENZE PER I DONATORI Chi scegliesse l'anonimato del donatore dovrà cercare uomini pronti ad abbandonare qualunque tipo di interesse nei confronti dei figli. In questo senso, il donatore migliore che si può trovare è quello che dona il seme con lo stesso atteggiamento di chi dona il sangue: sta facendo un favore ad una sconosciuta, ma non si può aspettare di venire coinvolto in ciò che ne deriva. Fortunatamente ci sono uomini che donano il seme tranquillamente. Alcuni lo fanno come favore ad un'amica, altri per ragioni politiche. Sembra che molti non si trascinino dietro conseguenze di alcun genere. Sono i gay, di solito, ad essere i più disponibili. È più facile che capiscano i problemi di lesbiche e single a restare incinte, e hanno più volte mostrato solidarietà donando il loro seme senza condizioni. COME ESAMINARE UN DONATORE Decidere di avere un figlio è una scelta cosciente. L'opportunità di scegliere i! donatore comprende anche la possibilità di proteggere se stesse e il bambino da un gran numero di malattie infettive ed ereditarie. Vagliare accuratamente è necessario ma, per quanto l'esame del donatore sia minuzioso, o per quanto una donna si prenda cura della propria 8

9 salute, non è possibile prevenire con certezza tutte le possibili malattie o complicazioni che potrebbero colpire la madre e/o il bambino. D'altra parte non è una situazione diversa rispetto a quella delle donne che hanno figli tramite rapporti sessuali. Qualunque uomo che sia un donatore corretto non avrà difficoltà a capire i motivi per cui gli vengono fatte certe domande e sarà disponibile a rispondere. In caso contrario, cercate un altro donatore. Può essere utile per avere un'anamnesi più completa del donatore nel caso in cui il bambino si ammalasse e i medici richiedessero informazioni mediche sui genitori. ESAMINARE LA FERTILITÀ Scegliendo un donatore, la prima cosa da scoprire è se questi sia fertile. Alcuni elementi possono guidare questa scelta: 1. Se ha già avuto figli. Questa è la prova migliore della fertilità di un uomo e vale la pena di chiederlo alla prima intervista. 2. Analisi del seme. Sarebbe meglio avere i risultati di un'analisi del seme prima di iniziare le inseminazioni. 3. Età. Una gravidanza diventa meno probabile con il seme di uomini più anziani (anche se questo non significa che uomini più vecchi non possano diventare padri). MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE Madre e figlio corrono dei seri rischi se il donatore ha contratto una malattia a trasmissione sessuale come HIV, gonorrea, sifilide, epatite B, mycoplasma, clamidia, herpes, Citomegalovirus (CMV) e tricomonas. Il seme è veicolo di contagio di queste malattie, non solo, quindi, durante i rapporti sessuali, ma anche attraverso le tecniche di inseminazione. AIDS Non basta chiedere ad un uomo se sia affetto da HIV. Molti potrebbero non saperlo a causa dell'assenza di sintomi, che a volte non compaiono prima di molti anni. Non si può dire se un uomo ne sia affetto in base al suo aspetto fisico. Per questo è necessario che il donatore sia disponibile a lasciarsi intervistare circa i propri comportamenti ed a sottoporsi ad alcuni esami del sangue Per prima cosa,'è necessario rivolgere al donatore una serie di domande tese ad escludere qualunque rischio di contagio negli ultimi 6 mesi. Il virus HIV si trasmette esclusivamente attraverso il contatto con sangue, liquido seminale o secrezioni vaginali di una persona infetta. Intervistate quindi il potenziale donatore a proposto di; 1. Sesso. Attività sessuali a rischio sono rapporti anali e vaginali senza l uso di preservativi. 2. Condividere oggetti che possano bucare, o comunque lacerare la pelle. 9

10 Siringhe, rasoi, lamette. Tatuaggi, buchi alle orecchie, pierching ove non si usino strumenti sterili 3. Contatti con sangue e emoderivati infetti, Se si ritiene che tutte te risposte siano soddisfacenti occorre chiedere al donatore che si sottoponga ad alcuni esami. Un solo test negativo par la ricerca di anticorpi anti HIV, infatti, non è sufficiente per assicurare che ii donatore non sia stato contagiato dall'hiv negli ultimi sei mesi. Potrebbe infatti trovarsi nel cosiddetto periodo finestra che solitamente corrisponde alle 6-8 settimane dal contagio ma che può estendersi fino a sei mesi dall'evento che ha determinato il contagio e durante il quale il soggetto che abbia contratto il virus, pur potendo risultare sieronegativo,è in grado di trasmetterlo. Bisogna quindi assicurarsi che il test per la ricerca degli anticorpi anti HIV si mantenga negativo nei 6 mesi dopo l'ultimo contatto potenzialmente infettante. In quanto con l'autoinseminazione viene usato sperma freso e non è possibile chiedere al donatore di fare un esame a distanza di 6 mesi dalla donazione e usarne il seme solo in caso di test negativo. Per ridurre i tempi, è possibile in alcuni centri chiedere che il donatore si sottoponga ad un test in grado di svelare il virus già nei primi giorni dopo il contagio. Si fratta della PCR per HIV (Polymerase Chain Reaction) che ricerca nel sangue direttamente l'rna virale e non gli anticorpi anti HIV, che diviene positivo entro due settimane dal contagio. Nessun certificato cha attesti la negatività del test può essere quindi un assoluta garanzia per la donna ma, lo ripetiamo, in questo la situazione non è diversa rispetto a quella delle donne che hanno figli tramite rapporti sessuali. GRUPPI SANGUIGNI È utile sapere sia il vostro gruppo sanguigno che quello del donatore. Una madre Rh-positiva non corre rischi; non importa quindi quale sia il fattore Rh dal donatore. Nel caso in cui la madre avesse un fattore Rh negativo e il donatore fosse Rhpositivo, potrebbe nascere un bambino Rh-positivo. II rischio immediato è che il bambino nasca itterico a causa degli anticorpi contro il diverso fattore Rh, prodotti dalla madre durante la gravidanza; nel casi più gravi, il bambino necessita di trasfusioni. FATTORI GENETICI Interrogando il donatore, si può sapere se lui o qualche suo parente stretto abbiano sofferto dì malattie ereditarie. Ci sono migliaia di fattori genetici che possono essere trasmessi al bambino dal donatore, dalla madre o dalla combinazione dei due, anche se la maggior parte sono molto rari Alcune malattie, come l'anemia falciforme, la talassemia, la 10

11 fibrosii cistica o la sindrome di Tay-Sachs, hanno un modello di ereditarietà semplice ed è possibile calcolare le probabilità di trasmissione. I portatori di malattie non sono malati, ne hanno la possibilità di sapere di essere portatori finché non vengano sottoposti ad analisi specifiche. Se siete portatrici sane di qualche malattia. accettate solo donatori che non lo siano, gli esami che determinano la presenza del gene sono semplici e rapidi esami del sangue, che possono essere prescritti dal medico. Per molte malattie ereditarie non e possibile calcolare con così tanta precisione le probabilità di trasmissione, perché hanno schemi di ereditarietà molto complessi e che coinvolgono molti geni. Se nella famiglia della madre o del donatore compaiono queste malattie, il bambino corre gravi rischi. Non tutte le malattie genetiche sono ereditarie. I cromosomi che portano i geni possono essere danneggiati dall'esposizione alle radiazioni, da certi agenti chimici, da alcolismo o tossicodipendenza, o dall'età e da casi fortuiti. Tanto gli uomini quanto le donne possono essere esposti a rischi dal punto di vista riproduttivo sia dal lavoro che dall ambiente. Sarebbe meglio chiedere al donatore se svolge un lavoro che comporti esposizioni rischiose a radiazioni o sostanze chimiche ASPETTARE DUE SETTIMANE Dopo il primo ciclo di inseminazioni non c'è altro da fare fino ai successivi giorni fertili. Anche se è stato fatto tutto il possibile per ottenere l incontro di ovulo e spermatozoo, il risultato è comunque affidato al caso. Come si fa a sapere se ha funzionato? Ci sono diversi segnali che attestano una gravidanza, anche se non tutte le donne li hanno provati e nessuno di essi ne è prova certa. I sintomi più frequenti sono l ingrossamento e la maggior sensibilità del seno, nausea, minzione più frequente, stanchezza, I aumento delle secrezioni vaginali e costipazione. L'assenza di mestruazioni non implica necessariamente una gravidanza. La regolare presenza delle mestruazioni non la esclude. Se è stata misurata la temperatura basale e questa è ancora alta giorni dopo il normale innalzamento successivo all ovulazione, si può essere quasi sicure che un ovulo è stato fertilizzato. In farmacia si trovano diversi test di gravidanza domestici, i quali rilevano la presenza dell ormone HCG prodotto dalla placenta, che appare nelle urine e nel sangue. È un test affidabile già dopo un giorno di ritardo. 11

12 I testi sono tratti dal libro "Autoinseminazione -Scelta e Realtà della Maternità indipendente" di Lisa Saffron Il Dito e La Luna Edizioni, La realizzazione di questo opuscolo è stata possibile grazie alla collaborazione della casa editrice // Dito e La Luna Per maggiori informazioni: // Dito e La Luna Edizioni Casella Postate Milano Tel. 338/ ARCILESBICA ROMA Via G. Stefanini, Roma Tel ArciLesbica Nazionale Bologna - Piazza P.ta Saragozza 2 Tei. 051/ Fax 051/

13 Circoli e Gruppi ArciLesbica: ArciLesbica Ancona "Caleido" Via Vittorio Veneto, Ancona tel. 071/ fax 071/ aperto ogni Mercoledì dalle alle Arcilesbica Perugia "Omphalos" Via Antonio Fratti, Perugia tel ArciLesbica Bari "Mediterranea" Via Zara, Bari tel ArciLesbica Pisa c/o Casa della Donna Via Galli Tassi 8, Pisa ArciLesbica Bologna Via don Minzoni, 18 Bologna tel fax ArciLesbica Ferrara Via Contrada della Rosa, Ferrara Arcilesbica Riccione "Alan Mathison Turing" Viale D'Annunzio, 164 Riccione tel Merc Arcilesbica Salerno "Renée Vivien" Via G. da Procida c/o Teka Bega Bar Salerno tel Arcilesbica Firenze c/o IREOS Via de' Serragli, Firenze tel./fax Arcilesbica Salento "Le Pizzicanti" c/o Fed. prov. di Rifondazione Comunista Viale dell'universita', Lecce tel lun. e merc tel sab. e dom ArciLesbica Genova "Le ninfe" Piazza Palermo, 10b Genova tel ArciLesbica Trentino-AltoAdige "L'Altra Venere" Largo N. Sauro, Trento tel ArciLesbica Latina "Le zanzare" tel tutti i giorni Arcilesbica Treviso ArciLesbica Milano "Zami" Via Bezzecca 4 Milano tel Arcilesbica Trieste "Arcobaleno" Via Pondares, Trieste tel ArciLesbica Napoli"Le Maree" c/o Rifondazione Comunista Via Santa Caterina da Siena, Napoli cell ArciLesbica Palermo "Lady Oscar" Via Ettore Ximenes, Palermo cell Arcilesbica Udine Via T. Deciani, 89/ Udine tel. / fax Arcilesbica Verona tel tutti i giorni

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Cos'é un test genetico predittivo?

Cos'é un test genetico predittivo? 16 Orientamenti bioetici per i test genetici http://www.governo.it/bioetica/testi/191199.html IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI Autorizzazione al trattamento dei dati genetici - 22 febbraio

Dettagli

Test per portatori sani

Test per portatori sani 16 Test per portatori sani Tutti i nomi originali in questo opuscolo sono stati cambiati per proteggere l'identità degli intervistati. Queste informazioni sono state elaborate dal Genetic Interest Group.

Dettagli

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità Uno più uno fa tre di Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità La formula della fertilità Esiste una stretta relazione tra fertilità e stili di vita: individui perfettamente sani dal

Dettagli

LA DONAZIONE DI SANGUE

LA DONAZIONE DI SANGUE CHE COSA è La donazione di sangue consiste nel prelievo di un determinato volume di sangue da un soggetto sano, chiamato donatore, al fine di trasfonderlo in un soggetto che ha bisogno di sangue o di uno

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV Arcispedale S. Maria Nuova Dipartimento Ostetrico Ginecologico e Pediatrico Prof. Giovanni Battista La Sala - Direttore PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

La Banca del seme più grande del mondo

La Banca del seme più grande del mondo La Banca del seme più grande del mondo Un sogno che diventa realtà Tutto iniziò con uno strano sogno riguardante seme congelato. Oggi, la Cryos International - Danimarca è la più grande banca del seme

Dettagli

malattie sessualmente trasmissibili

malattie sessualmente trasmissibili malattie sessualmente trasmissibili prevenzione, diagnosi e terapia a cura di Tiziano Cappelletto, ginecologo in collaborazione con Giampaolo Contemori, andrologo Sandro Pasquinucci, infettivologo Patrizio

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è Emofilia Malattia ereditaria X cromosomica recessiva A deficit del fatt VIII B deficit del fatt IX Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000

Dettagli

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE ESERCIZI DI GENETICA (1) Dato il genotipo AaBb: quali sono i geni e quali gli alleli? Disegnate schematicamente questo genotipo con i geni concatenati

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali Differenziamento = Creazione cellule specializzate Cos è una cellula staminale? Cosa mostra la foto Un pezzo di metallo e molti diversi tipi di viti. Dare origine a diversi tipi di cellule è un processo

Dettagli

Protezione da Ebola. Cos è, come si previene il contagio, quale barriera scegliere

Protezione da Ebola. Cos è, come si previene il contagio, quale barriera scegliere Protezione da Ebola Cos è, come si previene il contagio, quale barriera scegliere Ed.Ottobre 2014 Il virus Ebola: la sua natura, come si diffonde, quanto è pericoloso L ebola è un virus appartenente alla

Dettagli

Parts of my Pop-in... 7 8a

Parts of my Pop-in... 7 8a A C 5 B Parts of my Pop-in... 5 6 0 D 9 7 8a 8b IT IMPORTANTE! CONSERVARE LE ISTRUZIONI PER CONSULTAZIONI FUTURE Come usare i Pop-in Precauzioni d uso Non usare ammorbidenti con i vostri Pop-in. Non usare

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

Bambini ai gay? Margherita Bottino e Daniela Danna. Indice: Introduzione (Daniela Danna) pag. 5

Bambini ai gay? Margherita Bottino e Daniela Danna. Indice: Introduzione (Daniela Danna) pag. 5 Margherita Bottino e Daniela Danna Bambini ai gay? Indice: Introduzione (Daniela Danna) pag. 5 Cap. 1) Madri lesbiche (e qualche padre gay) (Daniela Danna) 8 Maschio e femmina: dalla biologia alla società

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Cos è l epatite? 1.1 Riassunto. L epatite

Cos è l epatite? 1.1 Riassunto. L epatite I. L epatite 11 1. Informazioni generali Cos è l epatite? 1.1 Riassunto L epatite L epatite è un infiammazione del fegato. Viene spesso chiamata ittero ma si tratta di un errore, poiché la colorazione

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Jane Gick www.e-imd.org Indice Introduzione...3 Il metabolismo...4 Ecco come l organismo utilizza le proteine...4 Quali sono

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Agg Agosto 2009 Questo documento si propone di fornire indicazioni sull uso

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3 Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita Serie N. 3 Guida per il paziente Livello: medio Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita - Serie 3 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria?

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria? DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? Un vaccino è un prodotto la cui somministrazione è in grado di indurre una risposta immunitaria specifica contro un determinato microrganismo (virus, batterio

Dettagli

DOPO UN CASO DI PESTE AMERICANA CHE FARE? Dr.ssa Rosanna Rossi USL7 di Siena Dr.ssa Giuliana Bondi USL7 di Siena

DOPO UN CASO DI PESTE AMERICANA CHE FARE? Dr.ssa Rosanna Rossi USL7 di Siena Dr.ssa Giuliana Bondi USL7 di Siena DOPO UN CASO DI PESTE AMERICANA CHE FARE? Dr.ssa Rosanna Rossi USL7 di Siena Dr.ssa Giuliana Bondi USL7 di Siena TUTTO IL MATERIALE CHE È ENTRATO IN CONTATTO CON LE COLONIE AMMALATE DEVE ESSER DISTRUTTO

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia PICC e Midline Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa sono i cateteri PICC e Midline Pag. 3 Per quale terapia sono indicati Pag. 4 Quando posizionare un catetere PICC o Midline

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA Genetisti Forensi Italiani (Ge.F.I) Presidente Prof. Francesco De Stefano

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA Genetisti Forensi Italiani (Ge.F.I) Presidente Prof. Francesco De Stefano Vice ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA (Ge.F.I) Presidente LINEE GUIDA PER LA REPERTAZIONE DI TRACCE BIOLOGICHE PER LE ANALISI DI GENETICA FORENSE NEL PERCORSO ASSISTENZIALE DELLE VITTIME DI VIOLENZA SESSUALE E/O

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine.

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. Vinci il muro dell indifferenza, dai più senso alla Tua vita: DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. INTERCOMUNALE SAN PIETRO Via Cassia 600-00189 Roma Uff. Amm.: Telefax 06 33582700 - Segreteria:

Dettagli

Abitudini e stili di vita del paziente a rischio di scarsa aderenza

Abitudini e stili di vita del paziente a rischio di scarsa aderenza POpolazione Sieropositiva ITaliana Abitudini e stili di vita del paziente a rischio di scarsa aderenza Survey realizzata da In collaborazione con Con il supporto non condizionato di 2 METODOLOGIA Progetto

Dettagli

CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO

CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO PRIMA SEZIONE CASO S. H. E ALTRI c. AUSTRIA (Ricorso n 57813/00) SENTENZA STRASBURGO 1 aprile 2010 Pendente alla Grande Camera domanda di deferimento

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane

Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane POpolazione Sieropositiva ITaliana Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane Survey realizzata da In collaborazione con Con il supporto non condizionato di 3 METODOLOGIA Progetto POSIT POpolazione

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA

LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA AIDS e sindromi correlate Presentazione al XXII Congresso Nazionale di POpolazione Sieropositiva ITaliana LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA Abitudini e stili di vita del paziente immigrato Survey

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori a cura del Comitato nazionale multisettoriale per l allattamento materno 1. Tutte le mamme hanno il latte Allattare al seno è un gesto naturale. Fin dall inizio del mondo, attraverso il proprio latte le

Dettagli

Le leggi di Mendel esposte in modo ragionato e critico di Luciano Porta

Le leggi di Mendel esposte in modo ragionato e critico di Luciano Porta Le leggi di Mendel esposte in modo ragionato e critico di Luciano Porta Le tre leggi di Mendel, che descrivono la trasmissione dei caratteri ereditari da una generazione all altra, segnano l inizio della

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

E.O Ospedali Galliera Genova. PICC e MIDLINE Indicazioni per una corretta gestione

E.O Ospedali Galliera Genova. PICC e MIDLINE Indicazioni per una corretta gestione E.O Ospedali Galliera Genova DIREZIONE SANITARIA Direttore Sanitario: Dott. Roberto Tramalloni S.S.D. CURE DOMICILIARI Dirigente Medico Responsabile Dott. Alberto Cella PICC e MIDLINE Indicazioni per una

Dettagli

REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN

REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN Comune di Bonate Sotto Provincia di Bergamo REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale nr.11 del 2.3.2009 Pubblicato all Albo dal 19.3.2009 al 3.4.2009 Reg.nr.102

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL DONATORE DI SANGUE ED IL CANDIDATO DONATORE

INFORMAZIONI PER IL DONATORE DI SANGUE ED IL CANDIDATO DONATORE INFORMAZIONI PER IL DONATORE DI SANGUE ED IL CANDIDATO DONATORE Il sangue è un componente dell organismo indispensabile alla vita, ma non riproducibile in laboratorio; costituisce per molti ammalati un

Dettagli

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMAZIONE Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA Classe: 4^ LTS/A - SALUTE Insegnante: Claudio Furioso Ore preventivo: 132 SCANSIONE MODULI N TITOLO MODULO set ott nov dic gen feb

Dettagli

EPATITE B. 50 domande e risposte. Dr. med. Eric Odenheimer, Prof. Dr. med. Beat Müllhaupt e Prof. Dr. med. Andreas Cerny

EPATITE B. 50 domande e risposte. Dr. med. Eric Odenheimer, Prof. Dr. med. Beat Müllhaupt e Prof. Dr. med. Andreas Cerny EPATITE B 50 domande e risposte Dr. med. Eric Odenheimer, Prof. Dr. med. Beat Müllhaupt e Prof. Dr. med. Andreas Cerny 2012 by SEVHep; 2 a edizione c/o Centro di Epatologia Clinica Luganese Moncucco Via

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Quello che Dovete Sapere Quando Salta la Corrente Elettrica

Quello che Dovete Sapere Quando Salta la Corrente Elettrica Quello che Dovete Sapere Quando Salta la Corrente Elettrica Sicurezza del Cibo Se rimanete senza corrente per meno di 2 ore, il cibo nel vostro frigorifero e congelatore si potrà consumare con sicurezza.

Dettagli