Essere e sentirsi madri. Maternità e affido nel Salento. Tenia Favale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Essere e sentirsi madri. Maternità e affido nel Salento. Tenia Favale"

Transcript

1 Essere e sentirsi madri. Maternità e affido nel Salento Tenia Favale 1. Desiderare un bambino La nascita di un figlio rappresenta un progetto inscritto nel tessuto biologico di un uomo e di una donna. Mentre nei secoli passati sessualità e procreazione erano quasi sempre inevitabilmente legate, negli ultimi decenni la diffusione delle pratiche contraccettive, la legalizzazione dell'aborto, le nuove tecnologie di fecondazione assistita hanno creato nuovi scenari in cui la sessualità femminile è sganciata dalla maternità, non è collegata necessariamente all'atto sessuale e meno ancora all'istituzione matrimoniale. Ciò dimostra quanto sia rilevante il tempo storico, le ideologie sull'identità e i ruoli maschili e femminili della società in cui si vive. La scelta di diventare genitori è stata spiegata in vari modi: alcuni studi hanno fatto riferimento all'istinto materno considerando la maternità come fattore innato; altri interpretano il desiderio di avere un figlio come frutto di un bisogno di sopravvivenza del patrimonio genetico. La maternità contribuisce all'assegnazione alla donna di un ruolo e di una funzione sociale definiti confermando l'identità femminile e lo stato di adulta della donna'. L'essere madre è tra gli eventi fondamentali attorno a cui si organizza la vita sociale, culturale e religiosa di una comunità. Nell' antichità era credenza comune che la possibilità di procreare era privilegio esclusivo della donna, mentre non appariva visibile né comprensibile l'intervento dell' uomo2. i Cfr. A. SCOPERSI, P. VITERBORI, Psicologia della maternità, Roma, Carocci, Un mito orfico narra che una dea, la Notte, abbia generato il mondo intero deponendo un immenso uovo d'argento nel grembo dell'oscurità. Da esso ebbe origine la prima coppia: Urano e Gea, dalla cui unione nacquero Crono e Rea, che a lo- 195 Provincia di Lecce - Medi ateca - Progetto EDIESSE (Emeroteca Digitale Salentina) a cura di IMAGO - Lecce

2 Essere e sentirsi madri. Maternità e affido nel Salento Ormai il desiderio di maternità, il bambino sognato e atteso nel corpo e nella mente di ogni donna è il punto di arrivo e di partenza di un processo evolutivo dell'essere donna. Il bambino reale, frutto di una relazione sessuale, è l'ultima tappa di questa evoluzione. Il riconoscimento è la realizzazione di ciò che è stato sempre sognato, realizzato nell'inconscio. Comunemente si pensa che una famiglia sia veramente tale quando ci sono i figli. Ancora oggi, in alcune culture, il non avere figli è una causa sufficiente allo scioglimento del matrimonio. Anche nella cultura e dottrina cattolica, che tanta influenza ha sulle famiglie italiane, il matrimonio è considerato strumentale alla procreazione 3. Mentre prima il matrimonio, l'uscita dalla propria famiglia, era considerato il passaggio all'età adulta, oggi questo passaggio è rappresentato dalla nascita di un figlio. Ciò emerge anche da una ricerca curata da Anna Oppo, Simonetta Piccone Stella e Amalia Signorelli4 svolta in sei città del mezzogiorno (Napoli, Salerno, Cosenza, Lecce, Messina e Catania). Per le donne intervistate la maternità è momento cardine per il passaggio alla vita adulta, oggetto di progettualità 5. Con essa si assume un nuovo ruolo: se con il matrimonio si passa dall'essere figlio all'essere moglie e marito, con la nascita di un figlio si assume il ruolo, riconosciuto dalla società, di genitore. Tale cambio di ruolo viene riconosciuto anche all'interno della coppia, infatti il coniuge non è più visto solo come partner ma come padre o madre del proprio figlio. Le ragioni per avere un figlio sono diverse: per amore dei bambini, per creare una vera famiglia, per amore del coniuge, per dare un senso alla vita. Si corre il rischio, pertanto, che il bambino diventi un bambino ro volta dettero alla luce Zeus, il padre di tutti gli dei. Un altro mito tramandato da Esiodo racconta che Gaia o Gea, la terra, emersa dal caos originario, partorì Urano, il cielo stellato, con il quale si accoppiò e costituì la coppia originale. 3 Cfr. C. SARACENO, Sociologia della famiglia, Bologna, Il Mulino, Cfr. A. OPPO, S. PICCONE STELLA, A. SIGNORELLI (a cura di), Maternità, identità, scelte, Napoli, Liguori, Cfr. M. MANCARELLA, Donne a Lecce: i percorsi di un'emancipazione difficile, in A. OPPO, S. PICCONE STELLA, A. SIGNORELLI (a cura di), Maternità, identità, scelte, Napoli, Liguori, Provincia di Lecce - Mediateca - Progetto EDIESSE (Emeroteca Digitale Salentina) a cura di 'MAGO - Lecce 196

3 Tonfa Favale per se stessi, un bambino che verrà considerato proprietà privata, privo di quella autonomia alla quale ha diritto. Il senso comune afferma che: "desiderare un bambino è cosa naturale". Perciò la nostra società genera desideri che devono essere soddisfatti. Siamo portati a considerare la mancanza di figli come mancanza di desiderio. La Champenois Laroche infatti scrive: "Il fatto di essere giudicati dagli altri come persone che non vogliono avere bambini può anche accentuare il carattere psicologico di certe sterilità. Si tratta di un fardello tanto più pesante da portare per coloro che tacciono il loro dolore di non essere genitori" 6. L'esigenza di un figlio, come sosteneva Freud, ha a che fare con il bisogno narcisistico di ogni essere umano e con il combattere la morte sia sul piano della continuità biologica che culturale, perciò si può intendere un figlio come la sintesi di tutti i valori consci ed inconsci interiorizzati nel corso della vita e della coppia. Donatella Bramanti afferma che il desiderio di avere un figlio è legato al riconoscimento del valore della vita e della storia familiare, d'altra parte, il figlio rimanda al genitore una positiva immagine di sé e del proprio valore7. Tale affermazione è avvalorata da Bosi e Guidi i quali sostengono: "È nella natura della donna generare, tanto che la sessualità femminile è spesso giustificata solo in funzione della maternità; per l'uomo ogni paternità è una prova tangibile di virilità e potenza sessuale; per tutti un figlio è rassicurazione di continuare nel tempo, riducendo l'angoscia di morte; nella coppia un bambino che nasce è, per ciascuno dei due, la testimonianza visibile dell'altro" 8. Quando non si realizza il desiderio di un figlio esso si trasforma in sofferenza che spesso porta la coppia a volere un figlio ad ogni costo. Il problema della sterilità è stata una realtà sempre presente nella storia dell'umanità e la mancanza di un figlio, l'incapacità alla procreazio- 6 F. CHAMPENOIS LA ROCHE, Vorrei un figlio, Milano, Edizione Paoline, 1994, p Cfr. D. BRAMANTI, Il significato socioculturale, in Adozioni internazionali sul territorio e sui servizi, Istituto degli Innocenti, Collana della Commissione per le adozioni internazionali, S. Bosi, D. GUIDI, Guida all'adozione, Milano, Mondadori, p Provincia di Lecce - Medi ateca - Progetto EDIESSE (Emeroteca Digitale Salentina) a cura di IMAGO - Lecce

4 l'.ssere e sentirsi madri. Maternità e affido nel Salento ne, era vista come un fallimento, una colpa o addirittura una punizione divina, come testimonia l'antico Testamento. La donna è stata sempre garante della vita e della continuazione della discendenza e l'essere sterile era considerata come una situazione tipicamente femminile. L'assicurarsi la discendenza era un valore così assoluto da legittimare l'accoppiamento con Un'altra donna, come confermano gli episodi biblici di Sara ed Abramo e di Giacobbe e Rachele`'. Oggi è stato accertato che la sterilità non è una condizione tipicamente femminile ma anche l'uomo ne può essere portatore, anche se ancora la sterilità maschile viene presa poco in considerazione. Molte coppie iniziano a cercare un figlio verso i trent'anni. al termini degli studi e dopo aver raggiunto una sicurezza economica ed una stabilità sociale. Rimane pertanto inutilizzato il periodo di maggiore fertilità che va dai 20 a 25 anni. Anche se la sterilità non è più considerata una menomazione, ancora oggi, in alcuni strati sociali, essa è vissuta come un fallimento. Grazie ai metodi anticoncezionali si decide quando avere un figlio, ma non si accettano ritardi quando si stabilisce di averne uno. 10 L'impossibilità di avere dei figli naturali colpisce una percentuale elevata di coppie. La moderna medicina riconosce che, oltre alle cause organiche che portano alla sterilità, i fattori psicologici possono ostacolare la procreazione all'interno della coppia, tanto che, spesso, le diagnosi di infertilità parlano di cause legate allo stress o a fattori psico-emotivi''. La mancata maternità, oltre a rompere quella catena che assicura la discendenza, provoca, molto spesso, problemi di tipo psicologico. L'incapacità di procreazione porta con sé la sofferenza del fallimento e la vita di coppia è scandita da continue visite mediche, quasi mai da consultazioni psicologiche, che accentuano ancora di più il problema. La condizione di infertilità di una coppia porta i suoi membri a vivere una condizione di disagio psicologico, sociale e relazionale tra le più complesse, legate, spesso, al vissuto familiare ed individuale del singolo individuo. 9 Cfr. M. FARRI MONACO, Il figlio del desiderio, Torino, Bollati Boringhieri, Io Cfr F. TONIZZO, D. Micucci, Adozione. Perchè e come, Torino, Utet, Provincia di Lecce - Mediateca - Progetto EDIESSE (Emeroteca Digitale Salentina) a cura di IMAGO - Lecce

5 Tonia Favale La soluzione a questo problema sembra, in un primo momento, essere la fecondazione artificiale. Nelle società tradizionali il diventare madre era un dovere sociale al quale nessuna donna si poteva sottrarre. Oggi questo dovere è stato trasformato in diritto da soddisfare ad ogni costo. Con la "rivoluzione contraccetiva" lo stato di infertilità diviene la normalità ed è necessario agire su questa per produrre fertilità: per la prima volta la donna è in grado di controllare la scelta di maternità, dando rilievo a questa come scelta individuale. La separazione tra riproduzione e sessualità ha portato a due comportamenti contraddittori: da una parte la riduzione delle nascite e dall'altra la ricerca di una genitorialità a tutti i costi 12. Il bisogno di essere genitori biologici induce molte coppie a ricorrere alla fecondazione artificiale come soluzione alla loro situazione di infertilità. In una società dove la tecnologia fa da padrona, dove tutto è possibile, una coppia si sente quasi "costretta" a dover tentare tutto. Una procreazione al di fuori della sessualità finisce per modificare i ruoli all'interno della coppia poiché entrambe o uno dei due genitori potrebbe non essere genitore biologico del nascituro. Come afferma la Bramanti 13, negli ultimi anni, va diffondendosi l'emergere di differenti forme di genitorialità oltre a quella "naturale": assistita, quando si interviene con la fecondazione artificiale; ricostruita, quando ci si risposa dopo un divorzio/separazione o una vedovanza; sociale, riferita alle forme di adozione nazionale ed internazionale o affidamento eterofamiliarem; a distanza, quando una coppia aiuta material- Il Cfr. A. ZANARDI, Il colloquio nell'adozione, Milano, Franco Angeli, Cfr. M. MANCARELLA (a cura di), Nuove famiglie nuove relazioni, Lecce, Pensa Multimedia, Cfr. D. BRAMANTI, Il significato socioculturale, in Adozioni internazionali sul territorio e sui servizi, Istituto degli Innocenti, Collana della Commissione per le adozioni internazionali, Si inizia a parlare di adozione intorno all'anno 2000 a.c. nel codice di Hammurabi. Nell'Antico Testamento si fa cenno ad alcuni casi di "adozione": nella genesi Giacobbe prende con sé Manasse ed Efraim; nell'esodo, Mosè viene trovato in una cesta dalla figlia del Faraone; Ester viene presa in casa da Mardocheo e "fu trattata come se fosse sua figlia". Ma il suo vero sviluppo venne con il Diritto Ro- 199 Provincia di Lecce - Mediateca - Progetto EDIESSE (Emeroteca Digitale Salentina) a cura di IMAGO - Lecce

6 Essere e sentirsi madri. Maternità e affido nel Salento mente uno o più bambini consentendo loro di vivere nel loro Paese d'origine. La scelta di adottare un bambino è, solitamente, l'ultima tappa di un lungo percorso doloroso, iniziato con la scoperta di infertilità e il ricorso, per la maggior parte dei casi, alla fecondazione assistita, che una coppia si trova a dover affrontare. Il fallimento procreativo rappresenta un'esperienza critica da cui la coppia riparte verso la scelta adottiva. Accettare la propria sterilità, accettare la mancanza di un figlio naturale o l'impossibilità a portare a termine una gravidanza rappresenta il primo passo verso il cambiamento. Questo processo viene vissuto come un vero e proprio lutto, come la reazione emotiva di fronte alla perdita di una persona cara. L'impossibilità procreativa si presenta come la morte di una parte di sé, come il fallimento del progetto di continuità generazionale inscritto nel codice genetico. La scelta di adottare un bambino giunge alla fine di un lungo travaglio che porta al superamento del lutto. Quando l'adozione si presenta come una strada troppo difficile da percorrere, magari perché la coppia risulta non idonea, un'altra strada che si segue per diventare finalmente "mamma", anche se per un periodo di tempo determinato, è l'affido eterofamiliare. Il ricorso all'adozione, e ancor di più all'affido eterofamiliare, ha una duplice connotazione: per colmare quel vuoto di un figlio che non arriva o per "salvare" un bambino da un amaro destino. mano. L' Adoptio era uno strumento per procurare un erede al patrimonio e al rango familiare infatti possiamo ricordare che nell'anno 4 d.c. Tiberio fu adottato da Cesare Augusto con il nome di Tiberio Giulio Cesare, e lo stesso avvenne per Nerone che fu adottato nell'anno 50 d. C. dall'imperatore Claudio con il nome di Nerone Claudio Cesare. Il Cristianesimo lottò anche contro le tradizioni delle popolazioni barbare le quali abolivano l'aborto e difendevano la gravidanza illegittima, ma destinavano alla schiavitù il figlio adulterino; pertanto Costantino, primo imperatore cristiano, varò alcune leggi contro la vendita di trovatelli e figli illegittimi, anche se ciò si conciliava male con i dogmi della Chiesa. Ma l'adozione per un periodo di tempo fu abolita da Napoleone, il quale l'aveva proibita perché credeva che adottare un bambino fosse pericoloso per l'integrità della legittimità familiare. 200 Provincia di Lecce - Mediateca - Progetto EDIESSE (Emeroteca Digitale Salentina) a cura di IMAGO - Lecce

7 Tonici Favale 2. L'affido familiare come maternità sociale È possibile affermare che le rapide spinte alla modernizzazione, che hanno attraversato la famiglia in Italia, abbiano portato alla ridefinizione di una rinnovata dipendenza dei nuovi nati dai propri genitori, che rappresentano gli unici adulti legittimi ad educare ed allevare i figli. L'affidamento eterofamiliare, così come ci viene proposto dalla nostra legislazione, costituisce un esempio di come si possa realizzare un intreccio di relazioni che, coinvolgendo individui, sistemi familiari e sistema pubblico, può dare origine ad una realtà di aiuto e sostegno. La tendenza attuale è quella di dare una valutazione più mediata dell'istituto dell'affido sottolineando che attualmente sia al Sud che al Nord in sede di applicazioni della legge n. 184/83 e successiva modifica (legge 149/01) non sono stati evitati i seguenti rischi, entrambi gravi e contrari all'interesse del minore: fare dell'istituto familiare una sorta di adozione camuffata utilizzando tale provvedimento come espediente per procrastinare nel tempo decisioni drastiche relative a dichiarare lo stato di adottabilità del minore e quindi di allontanarlo definitivamente da legami familiari inesistenti e dannosi; non effettuare progetti chiari specifici per ogni caso di affido selezionando le coppie affidatarie, e attuando abbinamenti tra minore, sua famiglia d'origine e famiglia affidataria in base alle reciproche caratteristiche, ai bisogni del minore e alle possibilità di interazione non conflittuali tra le due famiglie; non definire con chiarezza le ipotesi relative alla durata dell'affido e agli interventi da attuare per il rientro del bambino nella famiglia di origine. Molti si domandano cosa possa indurre una coppia sposata, ed in particolare una donna, con e senza figli, a dichiararsi disponibili all'affidamento di un minore, magari già grande, destinato a tornare nella propria famiglia d'origine dopo aver ricevuto cure ed attenzioni dalla famiglia affidataria. La motivazione che spinge una famiglia a occuparsi di un bambino è ciò che semplicemente viene definito amore, un desiderio di "dare" e "darsi", di "condividere", di "aprirsi agli altri". Nella nostra società le famiglie nucleari tendono ad avere sempre meno figli e in un tempo concentrato e si determina pertanto un maggiore spazio per la solidarietà nei confronti dei più deboli, in particolare per i minori Cfr. F. IcHINo, M. ZEVOLA, Affido familiare e adozione, Milano, Hoepli, Provincia di Lecce - Mediateca - Progetto EDIESSE (Emeroteca Digitale Salentina) a cura di MAGO - Lecce

8 Essere e sentirsi madri. Maternità e affido nel Salento Molto spesso si decide di prendere in affidamento un bambino per colmare il senso di solitudine che si manifesta durante la vita di una donna che ha deciso di rimanere single, (a volte il Tribunale dei Minorenni può decidere di affidare il minore ad un single) come nel caso della signora intervistata che ad un certo punto della sua vita, non essendo sposata, ha sentito il bisogno di qualcosa in più e ha scelto di intraprendere il cammino dell'affido familiare ripetendo l'esperienza più volte: "Ad un certo punto della mia vita, essendo non sposata, non sapevo cosa fare, e frequentando un gruppo di preghiera, ho iniziato ad avere in casa alcune ragazze universitarie senza prendermi niente, ma sentivo che avevo bisogno di qualcosa in più. Una mia amica, infatti, mi chiamò e mi disse che c'era un ragazzo, secondo lei handicappato, che nessuno voleva e mi chiese se lo potevo prendere io. Con il mio cammino di fede io pensai che fosse un'occasione che Dio mi mandava perché gli potessi essere utile" 16. Ma dalle interviste fatte a coppie con o senza figli emerge che le motivazioni che portano una coppia all'affido possono essere così riassunte La coppia è senza figli e, dopo aver atteso per anni un bambino in adozione, vede nell'affido un ripiego per ottenere un figlio. la coppia pensa a questi bambini come più sfortunati di coloro che hanno un'adottabilità aperta e pertanto come più meritevoli di aiuto; coppie benestanti, già con figli propri, pensano di poter compiere un servizio sociale e dare la possibilità ai loro figli di conoscere da vicino questa realtà difficile; altre volte, un figlio naturale è morto da poco, lasciando un gran vuoto; può esserci un marito troppo occupato dal lavoro e una moglie che ricerca uno spazio per sé, riproponendosi in un ruolo materno; i figli nella famiglia possono essere già adulti, magari sposati, e pertanto i coniugi si sentono improvvisamente soli ed inutili 16 I dati esposti sono il risultato di una ricerca da me effettuata in occasione della tesi di laurea condotta in area salentina, e in particolare nei comuni di Monteroni e di Lequile, in provincia di Lecce. Cfr. T. FAVALE, Famiglie e minori nell'esperienza dell'affido, Facoltà di Scienze della Formazione, Università degli Studi di Lecce, a. a. 1999/ Provincia di Lecce - Medi ateca - Progetto EDIESSE (Emeroteca Digitale Salentina) a cura di IMAGO - Lecce

DIVENTARE GENITORI OGGI

DIVENTARE GENITORI OGGI In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia Sintesi della ricerca Roma, 1 ottobre 2014 La genitorialità come dimensione individuale L esperienza della genitorialità

Dettagli

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE?

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? Quando si ha l inseminazione e la fecondazione artificiali omologhe? Quando lo spermatozoo e l ovulo provengono dalla stessa

Dettagli

Le coppie che chiedono l adozione di un bambino

Le coppie che chiedono l adozione di un bambino 1 febbraio 2005 Le coppie che chiedono l adozione di un bambino Anno 2003 L Istat diffonde i risultati dell indagine sulle domande di adozione, condotta per la prima volta nel 2003 presso i 29 tribunali

Dettagli

UNA VISIONE DELL ADOZIONE E DELL AFFIDAMENTO

UNA VISIONE DELL ADOZIONE E DELL AFFIDAMENTO UNA VISIONE DELL ADOZIONE E DELL AFFIDAMENTO Benedetta Baquè Psicologa - Psicoterapeuta I BISOGNI DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI Ogni bambino ha diritto a crescere in una famiglia, la propria o se questa non

Dettagli

Azienda sanitaria locale ASL della provincia di Como. adozione e affido. come orientarsi, a chi rivolgersi

Azienda sanitaria locale ASL della provincia di Como. adozione e affido. come orientarsi, a chi rivolgersi Azienda sanitaria locale ASL della provincia di Como adozione e affido come orientarsi, a chi rivolgersi Il minore ha diritto di crescere ed essere educato nell'ambito della propria famiglia. Questo è

Dettagli

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA DONATA BIANCHI, SILVIA MAMMINI, ROSA DI GIOIA ...FINALITÀ verificare

Dettagli

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 Relazione Incontro del 30 Settembre 2008 BAMBINI ADOTTIVI E BIOLOGICI INSIEME IN FAMIGLIA Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 La genitorialità

Dettagli

I fattori di contesto. La famiglia. Caratteri e trasformazioni. Il caso italiano

I fattori di contesto. La famiglia. Caratteri e trasformazioni. Il caso italiano I fattori di contesto. La famiglia. Caratteri e trasformazioni. Il caso italiano Corso di Politiche Sociali Facoltà di Scienze della Formazione Università Milano Bicocca Anno Accademico 2011-12 La famiglia

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

LA COPPIA TRA GENERATIVITÀ E GENITORIALITÀ

LA COPPIA TRA GENERATIVITÀ E GENITORIALITÀ LA COPPIA TRA GENERATIVITÀ E GENITORIALITÀ www.lezione-online.it 1 PREFAZIONE Da sempre la letteratura psicologica, pedagogica e scientifica propone modelli che sovente, negli anni, perdono di valore e

Dettagli

Sociologia della famiglia

Sociologia della famiglia Sociologia della famiglia Corso di laurea in servizio sociale Sede di Biella Anno accademico 2006-2007 2007 Prof.ssa Elisabetta Donati Lezione n. 5 1 Il matrimonio e la coppia Definizione: Una unione fra

Dettagli

Centro per la Famiglia

Centro per la Famiglia diocesi di Termoli Larino Centro per la Famiglia nella Cittadella della Carità Di cosa si occupa un centro per la famiglia? Informazione sui servizi, le risorse e le opportunità, istituzionali e informali,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati N. 1365 CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA Norme in materia di tutela

Dettagli

Consultori familiari

Consultori familiari Consultori familiari Le prestazioni del consultorio corsi di accompagnamento alla nascita rivolti ad entrambi i genitori assistenza a domicilio a mamma e neonato dopo il parto (Servizio di Dimissione protetta):

Dettagli

Il Quotidiano in Classe

Il Quotidiano in Classe Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati dagli studenti sul HYPERLINK "ilquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Matilde Soana Supervisione di Sofia Macchiavelli

Dettagli

IL RICORSO ALLA MEDIAZIONE FAMILIARE NEI PROCEDIMENTI DI SEPARAZIONE GIUDIZIALE

IL RICORSO ALLA MEDIAZIONE FAMILIARE NEI PROCEDIMENTI DI SEPARAZIONE GIUDIZIALE Riassunto IL RICORSO ALLA MEDIAZIONE FAMILIARE NEI PROCEDIMENTI DI SEPARAZIONE GIUDIZIALE Anna Bertoni Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano Questa ricerca ha voluto verificare se e in quali condizioni

Dettagli

L istruttoria per il decreto di idoneità genitoriale nei casi di adozione. Il ruolo del G.O. Dott.ssa Germana Ajraldi 5 maggio 2014 2 ANNO

L istruttoria per il decreto di idoneità genitoriale nei casi di adozione. Il ruolo del G.O. Dott.ssa Germana Ajraldi 5 maggio 2014 2 ANNO L istruttoria per il decreto di idoneità genitoriale nei casi di adozione. Il ruolo del G.O. Dott.ssa Germana Ajraldi 5 maggio 2014 2 ANNO LA PSICOLOGIA GIURIDICA Funzione diagnostica conoscitiva e di

Dettagli

Un servizio per la famiglia, la coppia e la persona

Un servizio per la famiglia, la coppia e la persona SEDI E ORARI FELTRE - SEDE CENTRALE Via Marconi, 7 Nel Consultorio Familiare sono presenti le seguenti figure professionali: Amministrativo Tel. 0439 883170 Fax 0439 883172 Indirizzo e-mail: consultorio.familiare@ulssfeltre.veneto.i

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO

ISTITUTO COMPRENSIVO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA ASIGLIANO VERCELLESE Scuola primaria Antonelli VIA VEZZOLANO, 20 - TORINO Anno scolastico 2009/2010 RELIGIONE CATTOLICA classe 1^ Scoprire la grandezza dell

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Le sfide nella relazione di coppia oggi: alcuni spunti di riflessione. DONATELLA BRAMANTI 14 giugno 2014

Le sfide nella relazione di coppia oggi: alcuni spunti di riflessione. DONATELLA BRAMANTI 14 giugno 2014 Le sfide nella relazione di coppia oggi: alcuni spunti di riflessione DONATELLA BRAMANTI 14 giugno 2014 EMERGENZA COPPIA Oggi assistiamo ad una emergenza coppia: si registra una notevole difficoltà a fare

Dettagli

PERCORSO NASCITA. Modelli familiari, relazioni e processi familiari. Jutta Bologna, psicologa/psicoterapeuta.

PERCORSO NASCITA. Modelli familiari, relazioni e processi familiari. Jutta Bologna, psicologa/psicoterapeuta. PERCORSO NASCITA Modelli familiari, relazioni e processi familiari. Jutta Bologna, psicologa/psicoterapeuta. Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma. 13 Aprile 2013 Le ricerche degli ultimi anni sulle

Dettagli

L ADOZIONE. DA LEGGERE CAPIRE. Pubblicazioni ed articoli online sull adozione, a misura di genitore adottivo

L ADOZIONE. DA LEGGERE CAPIRE. Pubblicazioni ed articoli online sull adozione, a misura di genitore adottivo L ADOZIONE. DA LEGGERE CAPIRE Pubblicazioni ed articoli online sull adozione, a misura di genitore adottivo PERCORSI PROBLEMATICI DELL ADOZIONE INTERNAZIONALE AA.VV Istituto Degli Innocenti, 2003 Questo

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA?

CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA? CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA? Oggi la scienza può interferire coi processi riproduttivi, e modificarli in vitro al di fuori delle loro modalità naturali. Preliminarmente dobbiamo allora

Dettagli

PRIMO VOLUME: DIVENTARE GENITORI

PRIMO VOLUME: DIVENTARE GENITORI PRIMO VOLUME: DIVENTARE GENITORI Il concepimento, la gravidanza, il primo anno: la formazione di un legame profondo e le difficoltà del percorso a cura di Emanuela Quagliata e Marguerite Reid Presentazione

Dettagli

Corso di laurea specialistica in Psicologia clinica: salute, relazioni familiari, interventi di comunità

Corso di laurea specialistica in Psicologia clinica: salute, relazioni familiari, interventi di comunità Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Facoltà di Psicologia Corso di laurea specialistica in Psicologia clinica: salute, relazioni familiari, interventi di comunità VOCI DI COPPIE MIGRANTI DAL

Dettagli

ADOZIONE: DIVENIRE FAMIGLIA I BAMBINI ADOTTIVI, I GENITORI ADOTTIVI E LA NUOVA FAMIGLIA*

ADOZIONE: DIVENIRE FAMIGLIA I BAMBINI ADOTTIVI, I GENITORI ADOTTIVI E LA NUOVA FAMIGLIA* ADOZIONE: DIVENIRE FAMIGLIA I BAMBINI ADOTTIVI, I GENITORI ADOTTIVI E LA NUOVA FAMIGLIA* *Lavoro presentato il 23 aprile 2010, presso la Biblioteca di Melegnano nell ambito di un ciclo di incontri patrocinati

Dettagli

Separazioni, divorzi e provvedimenti emessi

Separazioni, divorzi e provvedimenti emessi 19 luglio 2002, divorzi e provvedimenti emessi Anno 2000 Il presente lavoro, che delinea un quadro dell instabilità coniugale in Italia, si propone di soddisfare la crescente domanda di informazione su

Dettagli

FAMIGLIA E DIVORZIO. di Roberto Cirone

FAMIGLIA E DIVORZIO. di Roberto Cirone FAMIGLIA E DIVORZIO di Roberto Cirone Difesa della famiglia e possibilità di divorzio sembrano i termini di una contrasto irrisolvibile. In realtà il divorzio può costituire una necessità, se è vero che

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

1. L adozione in casi particolari può rappresentare uno strumento di elusione della legge n. 40/2004?

1. L adozione in casi particolari può rappresentare uno strumento di elusione della legge n. 40/2004? E pur vero che la legge n. 40 si era preoccupata di tutelare comunque il minore concepito mediante ricorso alla fecondazione eterologa (art. 9), sanando la situazione che si fosse venuta a creare con il

Dettagli

LA MEDIAZIONE FAMILIARE

LA MEDIAZIONE FAMILIARE LA MEDIAZIONE FAMILIARE Nel corso dell ultimo decennio, in Italia, si è organizzato un movimento di opinione con lo scopo di promuovere con un approccio conciliativo e sull esempio di esperienze internazionali

Dettagli

Una sola carne : Matrimonio, preparazione matrimoniale, trauma postaborto e guarigione

Una sola carne : Matrimonio, preparazione matrimoniale, trauma postaborto e guarigione Una sola carne : Matrimonio, preparazione matrimoniale, trauma postaborto e guarigione Sommario: In questo articolo affrontiamo non solo l impatto dell esperienza dell aborto volontario vissuta nel contesto

Dettagli

Tutela, affidamento e adozione dei minori

Tutela, affidamento e adozione dei minori 15 gennaio 2002 Tutela, affidamento e adozione dei minori Anni 1995-2000 I dati qui presentati, frutto della collaborazione tra l Istat e il Ministero della giustizia, illustrano le principali forme di

Dettagli

Provincia di Bologna Coordinamento Adozione. Adottiamoci un percorso per futuri genitori

Provincia di Bologna Coordinamento Adozione. Adottiamoci un percorso per futuri genitori Provincia di Bologna Coordinamento Adozione Adottiamoci un percorso per futuri genitori Provincia di Bologna Coordinamento Adozione Adottiamoci un percorso per futuri genitori Provincia di Bologna Coordinamento

Dettagli

PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA. Legge 19 Febbraio 2004 n 40

PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA. Legge 19 Febbraio 2004 n 40 PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA Legge 19 Febbraio 2004 n 40 Finalità Art. 1: Al fine di favorire la soluzione di problemi riproduttivi derivanti dalla sterilità o dalla fertilità umana è consentito

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 225 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 Legge quadro sulla famiglia TIPOGRAFIA DEL SENATO

Dettagli

Adozione e Affidamento: storie di integrazione famigliare

Adozione e Affidamento: storie di integrazione famigliare Adozione e Affidamento: storie di integrazione famigliare Indice Affidamento familiare Più forme di accoglienza I veri protagonisti dell affidamento: i bambini La Famiglia del bambino La Famiglia affidataria

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA 1. DIO E L UOMO CLASSE PRIMA 1.1 Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre 1.2 Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele, testimoniato

Dettagli

TRIBUNALE PER I MINORENNI DI GENOVA UFFICIO ADOZIONI

TRIBUNALE PER I MINORENNI DI GENOVA UFFICIO ADOZIONI TRIBUNALE PER I MINORENNI DI GENOVA UFFICIO ADOZIONI N.B. Vi preghiamo di rispondere a tutte le domande assicurandovi che le notizie, fornite resteranno strettamente riservate. DATA 1. DATI SULLA COPPIA:

Dettagli

L AFFIDO: RISORSA PREZIOSA PER LA COMUNITA

L AFFIDO: RISORSA PREZIOSA PER LA COMUNITA L AFFIDO: RISORSA PREZIOSA PER LA COMUNITA Testi Barbara Raffaeli - Provincia di Rimini, Servizio Politiche Sociali Micaela Donnini e Tamara Zangheri - Azienda Usl di Rimini, S.S. Responsabilità genitoriale

Dettagli

Donne salute e medicina di Angelica Vitiello

Donne salute e medicina di Angelica Vitiello Donne salute e medicina di Angelica Vitiello Negli anni 70 il femminismo esplode portando sulla scena politica il corpo delle donne. Una generazione imprevista di donne getta lo scompiglio nei partiti,

Dettagli

Nuovi poteri e/o nuove responsabilità?

Nuovi poteri e/o nuove responsabilità? Nuovi poteri e/o nuove responsabilità? Antinomie degli effetti del movimentismo femminile sulla bioetica Liana M. Daher Dipartimento di Scienze della Formazione Università degli Studi di Catania daher@unict.it

Dettagli

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Parlare in famiglia Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Perché è importante? IMPORTANZA DEL DIALOGO IN FAMIGLIA stili educativi: autoritario, democratico,

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est approva la fecondazione assistita

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est approva la fecondazione assistita OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est approva la fecondazione assistita Il Gazzettino, 11.12.2012 NOTA INFORMATIVA L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato

Dettagli

.L argomento che affronteremo questa sera non è dei più semplici. Sia per la modalità di approccio che può essere varia, sia per i contenuti.

.L argomento che affronteremo questa sera non è dei più semplici. Sia per la modalità di approccio che può essere varia, sia per i contenuti. Claudia Franceschini: I SOLDI. GESTIONE ECONOMICA E FAMILIARE IN UN PROGETTO DI VITA ALL INSEGNA DELL EQUITA..L argomento che affronteremo questa sera non è dei più semplici. Sia per la modalità di approccio

Dettagli

Fecondazione eterologa: risposta facile al desiderio di un figlio?

Fecondazione eterologa: risposta facile al desiderio di un figlio? SALUTE 09.09.2014 Fecondazione eterologa: risposta facile al desiderio di un figlio? La fecondazione assistita non cura, anzi, comporta rischi che spesso non conosciamo spesso inconsapevoli. Fecondazione

Dettagli

BIBLIOGRAFIA Libri preparatori al percorso adottivo

BIBLIOGRAFIA Libri preparatori al percorso adottivo BIBLIOGRAFIA Libri preparatori al percorso adottivo Titolo: Prepararsi all adozione: le informazioni, le leggi, il percorso formativo personale e di coppia per adottare un bambino Autore: Paradiso, Loredana

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA I.C. Gozzi-Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Insegnanti: Tanja Lo Schiavo Andrea Musso Silvia Trotta 1 Istituto Comprensivo Gozzi Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE

Dettagli

L applicazione della legge sull affidamento condiviso a sette anni dalla sua approvazione

L applicazione della legge sull affidamento condiviso a sette anni dalla sua approvazione L applicazione della legge sull affidamento condiviso a sette anni dalla sua approvazione Cinque dei principi basilari introdotti analizzati secondo quattro chiavi di lettura: 1) il dettato normativo,

Dettagli

ASS. INMEDIA ONLUS VILLAFRANCA TIRRENA (ME)

ASS. INMEDIA ONLUS VILLAFRANCA TIRRENA (ME) ASS. INMEDIA ONLUS VILLAFRANCA TIRRENA (ME) Anno scolastico 2013/2014 Proponente: Associazione INMEDIA ONLUS Sede legale: Via Consortile, 32 - Villafranca Tirrena (ME) Tel. 3480457173 e-mail: inmediaonlus@libero.it

Dettagli

i limiti di età dei coniugi adottanti L'età degli adottanti deve superare di almeno 18 anni e di non più di 45 l età dell'adottando.

i limiti di età dei coniugi adottanti L'età degli adottanti deve superare di almeno 18 anni e di non più di 45 l età dell'adottando. CHE COS' E' L'ADOZIONE? E' l'istituto giuridico che tende a garantire al bambino in stato di abbandono il diritto a vivere serenamente all'interno di una famiglia. La legge n. 476 del 31 dicembre 1998

Dettagli

Il Santo Viaggio AMORE! Illusione o Verità? (XVIII incontro) CONOSCERSI PER CAPIRE - CAPIRE PER AMARE. Valore della sessualità umana:

Il Santo Viaggio AMORE! Illusione o Verità? (XVIII incontro) CONOSCERSI PER CAPIRE - CAPIRE PER AMARE. Valore della sessualità umana: Il Santo Viaggio AMORE! Illusione o Verità? (XVIII incontro) CONOSCERSI PER CAPIRE - CAPIRE PER AMARE Valore della sessualità umana: E lecita la fecondazione extracorporea? Quando una coppia non riesce

Dettagli

Questionario per mediatori familiari Associazione GeA - Genitori Ancòra. Indagine sull attività di mediazione familiare (giugno 2014)

Questionario per mediatori familiari Associazione GeA - Genitori Ancòra. Indagine sull attività di mediazione familiare (giugno 2014) Questionario per mediatori familiari Associazione GeA - Genitori Ancòra Indagine sull attività di mediazione familiare (giugno 2014) Premessa L Associazione GeA - Genitori Ancòra, nella sua costante opera

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Voglio un figlio, ma Ipotesi ed interventi sulla sterilità psicogena

Voglio un figlio, ma Ipotesi ed interventi sulla sterilità psicogena Maristella Fantini Voglio un figlio, ma Ipotesi ed interventi sulla sterilità psicogena Ed. Ananke Torino La infertilità è la difficoltà ad avere figli dopo 2 anni di tentativi. La sterilità è considerata

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

PROGETTO DI RICERCA. Creare e comunicare cultura riproduttiva: azioni informative e preventive dell infertilità della popolazione giovanile italiana

PROGETTO DI RICERCA. Creare e comunicare cultura riproduttiva: azioni informative e preventive dell infertilità della popolazione giovanile italiana PROGETTO DI RICERCA Creare e comunicare cultura riproduttiva: azioni informative e preventive dell infertilità della popolazione giovanile italiana Intervista ai testimoni qualificati Rossella Bartolucci

Dettagli

Corso di aggiornamento Inserimento scolastico dei minori adottati o in affidamento familiare

Corso di aggiornamento Inserimento scolastico dei minori adottati o in affidamento familiare Corso di aggiornamento Inserimento scolastico dei minori adottati o in affidamento familiare 1 incontro 11 aprile 2011 Assistente sociale Maria Grazia Pensabene Servizio politiche sociali e abitative -

Dettagli

Regolamento. L affido è istituito e regolamentato dalla Legge N.184/83, dalla Legge N.149/01 e dalla D.G.R 79-11035 del 17.11.2003.

Regolamento. L affido è istituito e regolamentato dalla Legge N.184/83, dalla Legge N.149/01 e dalla D.G.R 79-11035 del 17.11.2003. Regolamento Premessa L affidamento familiare aiuta i bambini ed i ragazzi a diventare grandi, nutrendo il loro bisogno di affetto e di relazione con figure adulte che si prendano cura di loro, al fine

Dettagli

IL DIRITTO DI FAMIGLIA È il complesso di norme che disciplinano: matrimonio, rapporti tra coniugi, filiazione, adozione, rapporti tra genitori e

IL DIRITTO DI FAMIGLIA È il complesso di norme che disciplinano: matrimonio, rapporti tra coniugi, filiazione, adozione, rapporti tra genitori e IL DIRITTO DI FAMIGLIA È il complesso di norme che disciplinano: matrimonio, rapporti tra coniugi, filiazione, adozione, rapporti tra genitori e figli. (Confronta artt. 29, 30, 31, 36, 37 Cost. e 1 libro

Dettagli

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE. Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE. Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo «La crisi adolescenziale non lo è più di quanto non lo sia il parto; è

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido.

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. Torino 16 ottobre 2013 Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. CENTRO ACCOGLIENZA LA RUPE Dott.ssa Piera Poli Pubblico, privato

Dettagli

Ufficio di Statistica n 4 - ottobre/dicembre 2009

Ufficio di Statistica n 4 - ottobre/dicembre 2009 n 4 - ottobre/dicembre 2009 Sposarsi a Roma Sempre più tardi e sempre di meno. Introduzione Il matrimonio è sempre stato considerato fin dall antichità il pilastro per la creazione di una famiglia e per

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Procreazione umana Aiuto all infertilità Fecondazione assistita. Ramón Lucas Lucas, L.C. lucas@unigre.it www.ramonlucas.org

Procreazione umana Aiuto all infertilità Fecondazione assistita. Ramón Lucas Lucas, L.C. lucas@unigre.it www.ramonlucas.org Procreazione umana Aiuto all infertilità Fecondazione assistita Ramón Lucas Lucas, L.C. lucas@unigre.it www.ramonlucas.org 1 La procreazione umana P Ovogenesi e spermatogenesi P Fecondazione: fusione dei

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relazione Incontro del 15 ottobre 2015 ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relatore: Dott. Marco Chistolini Psicologo, psicoterapeuta e formatore Il tema centrale della ricerca è il rapporto con la storia

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

SEPARAZIONI E DIVORZI IN ITALIA

SEPARAZIONI E DIVORZI IN ITALIA 27 maggio 2013 Anno 2011 SEPARAZIONI E DIVORZI IN ITALIA Nel 2011 le separazioni sono state 88.797 e i divorzi 53.806, sostanzialmente stabili rispetto all anno precedente (+0,7% per le separazioni e -0,7%

Dettagli

Intervento Bambini e bambine nelle famiglie che cambiano

Intervento Bambini e bambine nelle famiglie che cambiano Intervento Bambini e bambine nelle famiglie che cambiano Separazioni, divorzi e servizi di mediazione familiare Enrico Moretti Statistico, Istituto degli Innocenti di Firenze ATTI DEL CICLO DI INCONTRI

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Procreazione medicalmente assistita, tra polemiche e dibattiti. Analisi della legge 40.

Procreazione medicalmente assistita, tra polemiche e dibattiti. Analisi della legge 40. a cura dell avv. p. Serena Minervini con breve introduzione dell avv. p. Mario Tocci Procreazione medicalmente assistita, tra polemiche e dibattiti. a cura dell avv. p. Serena Minervini con breve introduzione

Dettagli

Dott.ssa Graziana Campanato

Dott.ssa Graziana Campanato ,UHTXLVLWLGHOODIDPLJOLDDGRWWLYDQHOO DGR]LRQHLQWHUQD]LRQDOH Dott.ssa Graziana Campanato / LGRQHLWjGHOODIDPLJOLDVRVWLWXWLYDQHOO $, I requisiti richiesti dalla legge per l adozione internazionale sono gli

Dettagli

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE -Scoprire un mondo intorno a sé; un dono stupendo il creato -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre -L alunno/a sa: -riflettere su Dio

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

Il potere è negato alle donne in quanto individui veri, perché prima di tutto sono donne,

Il potere è negato alle donne in quanto individui veri, perché prima di tutto sono donne, Francoise Héritier, Maschile e femminile. Il pensiero della differenza, Laterza, Bari 2000 Ilenya Burrini Il potere è negato alle donne in quanto individui veri, perché prima di tutto sono donne, cioè

Dettagli

Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado

Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Luglio 2011 Indice Premessa... pag. 3 Documenti e ricerche... pag. 5 Gli obiettivi... pag.

Dettagli

UNA RICERCA ESPLORATIVA

UNA RICERCA ESPLORATIVA UNA RICERCA ESPLORATIVA ISTRUZIONE E CAPITALE SOCIALE Prof. Adriana Fazio Anno scolastico 2009/2010 1 Istruzione e capitale sociale Capitale sociale è una rete di relazioni caratterizzate da fiducia e

Dettagli

Presentazione Mai Soli.

Presentazione Mai Soli. Presentazione Mai Soli. Libretto per genitori in Oncoematologia Pediatrica presso la Sede della Fondazione Cassa di Risparmio Di Ferrara Via Cairoli, 13 - Ferrara Rassegna Stampa Associazione di Volontariato

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

RUOLO E PROBLEMATICHE DEL CAREGIVER

RUOLO E PROBLEMATICHE DEL CAREGIVER RUOLO E PROBLEMATICHE DEL CAREGIVER CONVEGNO La Malattia di Alzheimer: gli aspetti clinici e l alleanza terapeutica Sabrina Spaggiari Centro Delegato Disturbi Cognitivi Distretto Sud/Est Lunedì, 24 settembre

Dettagli

Adozione terminabile o interminabile? Un contributo di ricerca. Ondina Greco

Adozione terminabile o interminabile? Un contributo di ricerca. Ondina Greco Adozione terminabile o interminabile? Un contributo di ricerca Ondina Greco Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla famiglia Università Cattolica, Milano ondina.greco@unicatt.it Provincia di Lecce Corso

Dettagli

Adozione e diritto del bambino di mantenere i pregressi rapporti significativi

Adozione e diritto del bambino di mantenere i pregressi rapporti significativi Adozione e diritto del bambino di mantenere i pregressi rapporti significativi Elisa Ceccarelli, già Presidente del Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Destano particolare allarme e doloroso

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

CONSENSO INFORMATO. Il sottoscritto: Sig.ra. nato a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE

CONSENSO INFORMATO. Il sottoscritto: Sig.ra. nato a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE Pag. 1/7 DICHIARAZIONE DI RELATIVO ALLA DONAZIONE VOLONTARIA DI SEME FINALIZZATO A TRATTAMENTO DI Il sottoscritto: Sig.ra. nato a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE Nel rispetto dei principi e delle

Dettagli

QUARTO VOLUME: GENITORI ADOTTIVI

QUARTO VOLUME: GENITORI ADOTTIVI QUARTO VOLUME: GENITORI ADOTTIVI L esperienza del bambino, gli aspetti giuridici, il padre adottivo: costruire i nuovi legami familiari a cura di Fiamma Buranelli, Patrizia Gatti e Emanuela Quagliata Presentazione

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile Ravenna 11/03/2015

Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile Ravenna 11/03/2015 Maria-Grazia Bacchini Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile Ravenna 11/03/2015 I diritti dei bambini e la Convenzione di New York 20 novembre 1989 ratificata in Italia il 27 maggio 1991 definisce

Dettagli

Che cosa è l Affidamento?

Che cosa è l Affidamento? Che cosa è l Affidamento? L affidamento,, diversamente dall adozione adozione, è l accoglienza temporanea nella propria casa di un bambino o di un ragazzo. A Torino esiste sin dal 1976,, a livello nazionale

Dettagli

La Sindrome Post Aborto Volontario: aspetti clinici, psicopatologici. Dr. Enza Sansone

La Sindrome Post Aborto Volontario: aspetti clinici, psicopatologici. Dr. Enza Sansone La Sindrome Post Aborto Volontario: aspetti clinici, psicopatologici Dr. Enza Sansone L IVG, oltre a costituire un trauma legato alla perdita stessa, rappresenta un momento di particolare sofferenza psichica

Dettagli