PROGRAMMAZIONE ANNUALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMAZIONE ANNUALE"

Transcript

1 Istituto Tecnico Statale Economico e Tecnologico " A. Baggi Sassuolo ( Modena ) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DIRITTO ED ECONOMIA POLITICA Pag. 1/6

2 PROGRAMMAZIONE DIRITTO CLASSE QUINTA R.I.M. COMPETENZE 1. Individuare gli aspetti positivi e negativi delle diverse forme di Stato e di governo, in considerazione delle realtà storiche e sociali in cui trovano applicazione. 2. Essere in grado di riconoscere la tutela delle diverse forme di libertà civile in Italia, confrontandola con quella applicata in altre epoche storiche; valutare le strategie possibili per consentire la piena realizzazione del principio di uguaglianza previsto nella nostra Costituzione. 3. Riconoscere il ruolo e l'importanza dei partiti politici nei sistemi democratici moderni. 4. Riconoscere le principali garanzie di stabilità politica del nostro Stato, effettuando anche confronti tra il nostro sistema istituzionale e quello di altri Stati. 5. Valutare opportunità e limiti correlati al funzionamento delle organizzazioni internazionali e sovranazionali, riflettendo sulle possibili strategie volte a rafforzarne l immagine e l incisività a livello internazionale. 6. Riconoscere le fonti del diritto internazionale. 7. Riconoscere gli strumenti a disposizione e valutarne i vantaggi ai fini della soluzione delle controversie internazionali. 8. Valutare l'importanza della problematica della salute umana nell'ambito europeo e conoscere le politiche che ne garantiscono la protezione. 9. Comprendere l'evoluzione storica del commercio internazionale e collegarla al fenomeno della globalizzazione economica. CONOSCENZE 1 2 Concetto di Stato e sua evoluzione storica e giuridica. Caratteristiche dello Stato moderno. Elementi costitutivi dello Stato: territorio, popolo e sovranità. Cittadinanza. Forme di Stato. Forme di governo. Radici storiche della Costituzione italiana. Struttura e caratteri della Costituzione. Pag. 2/6

3 Principi fondamentali (artt. 2-3 Cost.). Rapporti civili (nozioni principali). Rapporti etico-sociali (nozioni fondamentali). Rapporti economici (nozioni fondamentali). Doveri dei cittadini. 3 Il corpo elettorale I partiti politici. I sistemi elettorali. 4 Composizione, organizzazione e funzionamento delle Camere. Processo di formazione delle leggi. Le funzioni del Parlamento. Ruolo costituzionale e attribuzioni del Presidente della Repubblica. Composizione, formazione e funzioni del Governo. Processo di formazione di un nuovo Governo. Ruolo di garanzia della Corte costituzionale. 5 L'Unione europea. Le istituzioni e gli atti dell'unione europea. Le politiche comuni. L' Organizzazione delle Nazioni unite. 6 Nozione di diritto internazionale. Il ruolo della consuetudine nel sistema delle fonti di diritto internazionale (caratteristiche principali). L'importanza dei Trattati quali fonti di norme di diritto internazionale per gli Stati (nozioni principali). 7 Gli strumenti di risoluzione delle dispute internazionali. Composizione, ruolo e funzionamento della Corte internazionale di giustizia. 8 Il diritto di informazione del consumatore. Modalità di tutela dei diritti dei consumatori. 9 Le dinamiche del commercio internazionale. ABILITA' 1 Individuare nella sovranità dello Stato il collante fondamentale della vita sociale. Distinguere i concetti di Stato e nazione e quelli di popolo e popolazione. Pag. 3/6

4 Distinguere i concetti di forma di Stato e di forma di governo. 2 Analizzare i caratteri della Costituzione italiana che la differenziano nettamente dallo Statuto albertino. Esaminare i principi fondamentali della Costituzione, con particolare riferimento al tema dell uguaglianza. Riconoscere la necessità di rispettare specifici limiti nell esercizio dei diritti, in relazione alle esigenze collettive. Cogliere l esigenza di salvaguardare l iniziativa economica privata, riconoscendo allo stesso tempo il ruolo di coordinamento da parte dello Stato. 3 Cogliere la funzione di collegamento tra la società civile e l indirizzo politico dello Stato svolta dai partiti politici. Individuare vantaggi e svantaggi dei diversi sistemi elettorali. 4 Cogliere l importanza sociale ed economica della funzione legislativa. Riconoscere il ruolo di garante politico ricoperto dal Presidente della Repubblica. Comprendere l esigenza di sottoporre a controllo parlamentare l attività del Governo. Inquadrare l esistenza della Corte costituzionale nella necessità di garantire il rispetto della Costituzione italiana. Individuare l'organo costituzionale competente a intervenire in una determinata situazione. 5 Riconoscere l importanza e la complessità delle relazioni tra gli Stati. Individuare l'organizzazione alla quale fare riferimento per la soluzione di un problema internazionale. Intuire le opportunità sociali, oltre che economiche, dell allargamento dell Unione europea. Riconoscere, nella sua complessa varietà, il carattere sovranazionale dell Unione europea. Individuare l'organo dell'unione europea per la soluzione di un problema comunitario. 6 Distinguere il ruolo delle fonti del diritto internazionale. 7 Riconoscere le competenze degli organi di giustizia internazionali. Esaminare sentenze emesse dagli organi giudiziari internazionali. 8 Riconoscere i diritti dei consumatori e le modalità della loro tutela. 9 Riconoscere rischi e opportunità del commercio internazionale. Pag. 4/6

5 CONTENUTI MODULO 1. LO STATO E I SUOI ELEMENTI COSTITUTIVI Lo Stato e i suoi elementi costitutivi: territorio, popolo e sovranità. Le forme di stato : classificazione storica. Le forme di governo: monarchia e repubblica. MODULO 2. LA COSTITUZIONE ITALIANA La Costituzione e le sue origini storiche. La struttura e i caratteri della Costituzione. I principi fondamentali della Costituzione (concetti fondamentali). I rapporti civili. I rapporti etico-sociali. I rapporti economici. I doveri dei cittadini. MODULO 3. IL CORPO ELETTORALE, I PARTITI POLITICI E I SISTEMI ELETTORALI Il diritto di voto. La democrazia indiretta e il corpo elettorale. I sistemi elettorali. Il sistema elettorale italiano. I partiti politici. Gli strumenti di democrazia diretta: referendum abrogativo. MODULO 4. GLI ORGANI COSTITUZIONALI DELLO STATO Ruolo e attribuzioni del Presidente della Repubblica. Organizzazione e funzionamento del Parlamento. Le funzioni del Parlamento. Struttura e formazione del Governo. Composizione e attribuzioni della Corte costituzionale. MODULO 5. L'UNIONE EUROPEA Le tappe dell'unione europea. L'organizzazione dell'unione europea: il Consiglio dell'ue o Consiglio dei ministri, la Commissione europea, il Parlamento europeo, il Consiglio europeo e la Corte di giustizia. Le fonti del diritto comunitario. Le politiche comunitarie. MODULO 6. LA COMUNITA' INTERNAZIONALE Il diritto internazionale e le relazioni internazionali. I soggetti dell'ordinamento internazionale. Origini storiche, organizzazione e i compiti dell'onu. L'Italia e la comunità internazionale. MODULO 7. LE FONTI DEL DIRITTO INTERNAZIONALE La consuetudine: nozione ed elementi costitutivi. I trattati: nozione e classificazione. Il procedimento di formazione del trattato. Pag. 5/6

6 La ratifica di un trattato nell'ordinamento italiano ed entrata in vigore dello stesso. Le cause di invalidità di un trattato. L'applicazione dei trattati tra le parti. MODULO 8. LE CONTROVERSIE INTERNAZIONALI I procedimenti di soluzione pacifica delle controversie internazionali. I procedimenti arbitrali e giudiziali. I tribunali internazionali. La Corte Internazionale di Giustizia. La funzione conciliativa delle organizzazioni internazionali. Il ruolo dell'onu. MODULO 9. LA SALUTE E LA TUTELA DEI CONSUMATORI La sicurezza dei prodotti alimentari. La tutela dei consumatori. MODULO 10. IL COMMERCIO INTERNAZIONALE Le origini e l'evoluzione del commercio internazionale. Le politiche commerciali: liberismo e protezionismo. I contratti del commercio internazionale. La redazione di un contratto internazionale. Le imprese internazionali e multinazionali. L'Unione europea e il commercio internazionale. Pag. 6/6

DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE CONTENUTI DISCIPLINARI

DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE CONTENUTI DISCIPLINARI DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE CONTENUTI DISCIPLINARI CLASSE 5A DIRITTO Mese Argomento Libro di testo Diritto Pubblico Lo Stato e la Costituzione Settembre Dicembre Introduzione allo Stato: gli elementi

Dettagli

CLASSE QUINTA PROGRAMMAZIONE DI DIRITTO PUBBLICO. La Costituzione: nascita, caratteri, struttura. La nascita della Costituzione.

CLASSE QUINTA PROGRAMMAZIONE DI DIRITTO PUBBLICO. La Costituzione: nascita, caratteri, struttura. La nascita della Costituzione. CLASSE QUINTA PROGRAMMAZIONE DI DIRITTO PUBBLICO. La Costituzione: nascita, caratteri, struttura. La nascita della Costituzione. La struttura della Costituzione. I principi fondamentali della Costituzione.

Dettagli

Capitolo I - Lineamenti di storia costituzionale francese. Dalla fine dell Ancien Régime alla costruzione europea

Capitolo I - Lineamenti di storia costituzionale francese. Dalla fine dell Ancien Régime alla costruzione europea Premessa Capitolo I - Lineamenti di storia costituzionale francese. Dalla fine dell Ancien Régime alla costruzione europea Sezione Prima: L instabilità istituzionale 1. Cinque secoli in cinque anni 2.

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2013 2014 FORLIN MARIA NIVES

PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2013 2014 FORLIN MARIA NIVES PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2013 2014 DOCENTE DISCIPLINA CLASSE INDIRIZZO FORLIN MARIA NIVES DIRITTO 5 ^ ARI IGEA DATA DI PRESENTAZIONE 10 Novembre 2013 1 - LIVELLI DI PARTENZA TEST E/O GRIGLIE DI

Dettagli

Formazione civica. Materiali per la programmazione di percorsi di cittadinanza per adulti stranieri

Formazione civica. Materiali per la programmazione di percorsi di cittadinanza per adulti stranieri Formazione civica Materiali per la programmazione di percorsi di cittadinanza per adulti stranieri EUROPA e ITALIA EUROPA L'UNIONE EUROPEA 28 paesi (fino al 1945 spesso in guerra fra loro) Norme e istituzioni

Dettagli

Programma di Diritto Economia Anno scolastico 2014/15 classe 1BU. Prof. Maria Cicala. La società e le regole. Gruppi e società

Programma di Diritto Economia Anno scolastico 2014/15 classe 1BU. Prof. Maria Cicala. La società e le regole. Gruppi e società Programma di Diritto Economia Anno scolastico 2014/15 classe 1BU La società e le regole Gruppi e società Dalla vita quotidiana al Diritto e all Economia Il Diritto e l Economia: scienze sociali Origini

Dettagli

PROGRAMMA DETTAGLIATO SVOLTO NELLA CLASSE SECONDA SUB MATERIA: DIRITTO ED ECONOMIA ANNO SCOLASTICO 2013/14 DIRITTO

PROGRAMMA DETTAGLIATO SVOLTO NELLA CLASSE SECONDA SUB MATERIA: DIRITTO ED ECONOMIA ANNO SCOLASTICO 2013/14 DIRITTO ISTITUTO COLOMBINI DI PIACENZA PROGRAMMA DETTAGLIATO SVOLTO NELLA CLASSE SECONDA SUB MATERIA: DIRITTO ED ECONOMIA ANNO SCOLASTICO 2013/14 DIRITTO ORIGINE E STRUTTURA DELLA COSTITUZIONE - La rinascita democratica

Dettagli

BOVINO Roberto CURRICULUM VITAE. Informazioni Personali. Cognome e Nome. Data di nascita 11 gennaio 1967 Qualifica. Area III F4.

BOVINO Roberto CURRICULUM VITAE. Informazioni Personali. Cognome e Nome. Data di nascita 11 gennaio 1967 Qualifica. Area III F4. CURRICULUM VITAE Informazioni Personali Cognome e Nome BOVINO Roberto Data di nascita 11 gennaio 1967 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Area III F4 Agenzia delle

Dettagli

Capitolo IV. Esercizi

Capitolo IV. Esercizi Capitolo IV. Esercizi 1) L'Unione europea nacquea seguito: a. del Trattato di Roma b. del Trattato di Maastricht c. dell'atto unico europeo 2) La prima Comunità europea venne istituitanel: a. 1957 b. 1949

Dettagli

SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO:

SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: Amministrazione, Finanza e Marketing Costruzioni, Ambiente e Territorio Liceo Linguistico Liceo Scientifico.

Dettagli

Parte Prima Le fonti del diritto internazionale

Parte Prima Le fonti del diritto internazionale Parte Prima Le fonti del diritto internazionale 1. Statuto della Corte Internazionale di Giustizia (Articolo estratto)... Pag. 9 2. Convenzione sul diritto dei trattati...» 9 3. Convenzione sulla successione

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MATERIA DIRITTO CLASSE 3 INDIRIZZO RIM DESCRIZIONE Unità di Apprendimento UdA n. 1 Titolo: STATO E ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI VALUTARE FATTI E ORIENTARE I PROPRI COMPORTAMENTI IN BASE AD UN SISTEMA

Dettagli

LICEO SCIENZE UMANE P. SECCO SUARDO. PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI DIRITTO - ECONOMIA Anno scolastico 2015 / 2016

LICEO SCIENZE UMANE P. SECCO SUARDO. PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI DIRITTO - ECONOMIA Anno scolastico 2015 / 2016 LICEO SCIENZE UMANE P. SECCO SUARDO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI DIRITTO - ECONOMIA Anno scolastico 2015 / 2016 FINALITA SPECIFICHE Il corso di Diritto nel biennio promuove e sviluppa: 1) la comprensione

Dettagli

IL DISEGNO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA PARTE SECONDA DELLA COSTITUZIONE

IL DISEGNO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA PARTE SECONDA DELLA COSTITUZIONE IL DISEGNO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA PARTE SECONDA DELLA COSTITUZIONE APPROVATO IN SEDE REFERENTE DALLA 1 a COMMISSIONE DEL SENATO NELLA SEDUTA DEL 10 LUGLIO 2014 WWW.RIFORMECOSTITUZIONALI.GOV.IT ELEMENTI

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa generale del manuale... Premessa al I volume... Collaboratori... PARTE PRIMA NOZIONI GENERALI

INDICE SOMMARIO. Premessa generale del manuale... Premessa al I volume... Collaboratori... PARTE PRIMA NOZIONI GENERALI INDICE SOMMARIO Premessa generale del manuale... Premessa al I volume... Collaboratori... IX XI XIX PARTE PRIMA NOZIONI GENERALI CAPITOLO I Le situazioni giuridiche. Gli strumenti di tutela 1. Il diritto

Dettagli

I doveri di solidarietà familiare. Premessa 31 1. Il principio di solidarietà nella Costituzione e nel diritto di famiglia

I doveri di solidarietà familiare. Premessa 31 1. Il principio di solidarietà nella Costituzione e nel diritto di famiglia Sommario XI Premessa alla nuova edizione Capitolo 1 Solidarietà familiare e sicurezza sociale nell assistenza alla famiglia 1 1. L assistenza (nella e) alla famiglia nel diritto delle persone fisiche 6

Dettagli

1. Premessa. L assetto delle fonti nel diritto del lavoro.

1. Premessa. L assetto delle fonti nel diritto del lavoro. SEZIONE II LE FONTI NEL DIRITTO INTERNAZIONALE E DELL UNIONE EUROPEA SOMMARIO: 1. Premessa. L assetto delle fonti nel diritto del lavoro. - 2. Il diritto internazionale. - 3. Il diritto dell Unione europea.

Dettagli

DIRITTO PROCESSUALE DEI BREVETTI E DEI MARCHI

DIRITTO PROCESSUALE DEI BREVETTI E DEI MARCHI T E O R I A E P R A T I C A D E L D I R I T T O SEZIONE I: DIRITTO E PROCEDURA CIVILE 93 MASSIMO SCUFFI DIRITTO PROCESSUALE DEI BREVETTI E DEI MARCHI ORDINAMENTO AMMINISTRATIVO E TUTELA GIURISDIZIONALE

Dettagli

Bozza 006 13-09-11 risultato da riunione skype Legge di iniziativa popolare per togliere il quorum e migliorare gli strumenti di democrazia diretta

Bozza 006 13-09-11 risultato da riunione skype Legge di iniziativa popolare per togliere il quorum e migliorare gli strumenti di democrazia diretta Bozza 006 13-09-11 risultato da riunione skype Legge di iniziativa popolare per togliere il quorum e migliorare gli strumenti di democrazia diretta Obiettivi votati assieme incontro a Bolzano 5-09-11 1)Livello

Dettagli

INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA DIRITTO INTERNAZIONALE

INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA DIRITTO INTERNAZIONALE IX Presentazione... Elenco delle principali abbreviazioni... VII XIX PARTE PRIMA DIRITTO INTERNAZIONALE CAPITOLO I L ORDINAMENTO GIURIDICO INTERNAZIONALE 1. Il diritto internazionale come espressione di

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 527

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 527 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 527 Disposizioni per semplificare la sottoscrizione delle liste elettorali, delle candidature e delle richieste di referendum mediante l'impiego della posta

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

A43 CDS SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI IMMATRICOLATI DALL'A.A. 2014/15 DICEMBRE GENNAIO ORA

A43 CDS SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI IMMATRICOLATI DALL'A.A. 2014/15 DICEMBRE GENNAIO ORA A43 CDS SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI IMMATRICOLATI DALL'A.A. 2014/15 PERC. INSEGNAMENTO I SESSIONE 15/16 DICEMBRE GENNAIO ORA GENNAIO FEBBRAIO ORA FEBBRAIO MARZO ORA Not. DIRITTO AMMINISTRATIVO ED URBANISTICO

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA DI ALBANIA SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI.

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA DI ALBANIA SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI. ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA DI ALBANIA SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI. PREAMBOLO A IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL GOVERNO

Dettagli

IL COLLEGAMENTO TRA STATO ESOCIETÀ IN MATERIA DI INVESTIMENTI STRANIERI

IL COLLEGAMENTO TRA STATO ESOCIETÀ IN MATERIA DI INVESTIMENTI STRANIERI STUDI E PUBBLICAZIONI DELLA RIVISTA DI DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO E PROCESSUALE ---------55--------- PIA ACCONCI IL COLLEGAMENTO TRA STATO ESOCIETÀ IN MATERIA DI INVESTIMENTI STRANIERI CASA EDITRICE

Dettagli

Educazione alla cittadinanza attiva: LA COSTITUZIONE ITALIANA

Educazione alla cittadinanza attiva: LA COSTITUZIONE ITALIANA Educazione alla cittadinanza attiva: LA COSTITUZIONE ITALIANA Il 2 giugno 1946 gli italiani scelsero: A) solo la forma di governo B) solo i membri dell'assemblea Costituente C) sia la forma di governo

Dettagli

AVV. NADIA SCUGUGIA. Curriculum Vitae. Via Eugenio di Savoia, 5 04100 Latina Tel. 0773/668459 Cell. 338/4593108 email: avvscugugia@yahoo.

AVV. NADIA SCUGUGIA. Curriculum Vitae. Via Eugenio di Savoia, 5 04100 Latina Tel. 0773/668459 Cell. 338/4593108 email: avvscugugia@yahoo. AVV. NADIA SCUGUGIA Curriculum Vitae Via Eugenio di Savoia, 5 04100 Latina Tel. 0773/668459 Cell. 338/4593108 email: avvscugugia@yahoo.it Informazioni personali Nome / Cognome NADIA SCUGUGIA Indirizzo

Dettagli

MASTER DI SECONDO LIVELLO IN PARLAMENTO E POLITICHE PUBBLICHE

MASTER DI SECONDO LIVELLO IN PARLAMENTO E POLITICHE PUBBLICHE Mercoledì 30 maggio Giovedì 31 maggio Venerdì 1 giugno Il diritto comunitario e il rapporto con il diritto interno degli Stati membri pubblilche - Le istituzioni dell'unione europea pubblilche Le istituzioni

Dettagli

Master in International Law Diritto Internazionale

Master in International Law Diritto Internazionale Master in International Law Diritto Internazionale DESTINATARI Il Corso si rivolge a professionisti o laureati di tutte le Università italiane o straniere che desiderano avere conoscenze più approfondite

Dettagli

CHIARA BERGONZINI - C U R R I C U L U M V I T A E

CHIARA BERGONZINI - C U R R I C U L U M V I T A E CHIARA BERGONZINI - C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome BERGONZINI CHIARA Luogo di nascita Bondeno (Fe) Data di nascita 02/12/1977 Indirizzo C.so Ercole I d Este 37, Ferrara - Italy

Dettagli

Il Consiglio d'europa: attività e opportunità per i giovani. Lezioni d'europa Siena 24 Marzo 2014. Silvia Volpi

Il Consiglio d'europa: attività e opportunità per i giovani. Lezioni d'europa Siena 24 Marzo 2014. Silvia Volpi Il Consiglio d'europa: attività e opportunità per i giovani Lezioni d'europa Siena 24 Marzo 2014 Silvia Volpi Argomenti Cenni sul Consiglio d'europa e suoi organi La Corte Europea dei diritti umani Cenni

Dettagli

Avvocato, tabelle dei compensi professionali (allegate a DM n. 140/2012) Attività giudiziale civile, amministrativa e tributaria

Avvocato, tabelle dei compensi professionali (allegate a DM n. 140/2012) Attività giudiziale civile, amministrativa e tributaria Avvocato, tabelle dei compensi professionali (allegate a DM n. 140/2012) Attività giudiziale civile, amministrativa e tributaria Tribunale ordinario e organo di giustizia tributaria di primo grado Giudice

Dettagli

Progetto di Legge Costituzionale Dichiarazione dei diritti dei cittadini e dei principi fondamentali dell'ordinamento sammarinese

Progetto di Legge Costituzionale Dichiarazione dei diritti dei cittadini e dei principi fondamentali dell'ordinamento sammarinese Progetto di Legge Costituzionale Dichiarazione dei diritti dei cittadini e dei principi fondamentali dell'ordinamento sammarinese Art.1 (Preambolo) Il Consiglio Grande e Generale, consapevole delle gloriose

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Abbreviazioni... INTRODUZIONE OGGETTO E FINALITÀ DELL INDAGINE

INDICE SOMMARIO. Abbreviazioni... INTRODUZIONE OGGETTO E FINALITÀ DELL INDAGINE INDICE SOMMARIO Abbreviazioni... XV INTRODUZIONE OGGETTO E FINALITÀ DELL INDAGINE 1. I tribunali penali internazionalizzati: nozione. Origine e inquadramento del fenomeno... 1 2. Problemi di classificazione

Dettagli

Identità europea e cittadinanza dell'unione

Identità europea e cittadinanza dell'unione Identità europea e cittadinanza dell'unione Verona, 7 novembre 2008 1 Intervento di Paolo Ponzano Consigliere principale della Commissione europea I. Identità europea e Trattato di Lisbona 1. Fin dall'inizio,

Dettagli

Il sistema regionale europeo di protezione dei diritti umani: l Unione europea

Il sistema regionale europeo di protezione dei diritti umani: l Unione europea Il sistema regionale europeo di protezione dei diritti umani: l Unione europea lezione del 2 novembre 2015 Unione europea e diritti umani: gli esordi La versione originaria dei trattati istitutivi delle

Dettagli

INDICE-SOMMARIO INTRODUZIONE

INDICE-SOMMARIO INTRODUZIONE INDICE-SOMMARIO INTRODUZIONE 1. Una dichiarazione di intenti 1 2. Alla riscoperta del carattere dinamico e prospettico dell allargamento 7 3. Struttura ed articolazione dell indagine 10 Parte prima LA

Dettagli

RAPPORTI FRA DIRITTO COMUNITARIO E DIRITTO INTERNO

RAPPORTI FRA DIRITTO COMUNITARIO E DIRITTO INTERNO RAPPORTI FRA DIRITTO COMUNITARIO E DIRITTO INTERNO problema DI FONDO sotto il profilo giuridico: l autorizzazione alla ratifica e l ordine di esecuzione dei trattati istitutivi è stato dato con legge ordinaria

Dettagli

COSTITUZIONE E DEMOCRAZIA IN EUROPA. VERSO (E DOPO) IL REFERENDUM IRLANDESE.

COSTITUZIONE E DEMOCRAZIA IN EUROPA. VERSO (E DOPO) IL REFERENDUM IRLANDESE. COSTITUZIONE E DEMOCRAZIA IN EUROPA. VERSO (E DOPO) IL REFERENDUM IRLANDESE. di Renzo Dickmann (Consigliere della Camera dei Deputati) 23 settembre 2009 Il 2 ottobre si terrà in Irlanda l atteso nuovo

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 448 DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE d'iniziativa del senatore DANIELI Paolo COMUNICATO ALLA PRESIDENZA L'11 LUGLIO 2001 Modifica dell'articolo 116 della Costituzione

Dettagli

Preambolo. Considerato

Preambolo. Considerato Statuto L Unione forense per la tutela dei diritti umani è stata costituita in Roma, con atto notaio Panvini Rosati del 2 marzo 1968, da un Comitato promotore composto di dieci avvocati di ogni parte d

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Briccarello Giovanna Data di nascita 17/08/1947 Qualifica Direttore Generale Azienda Sanitaria Locale TO1 Regione Piemonte Amministrazione ASL TO 1 Incarico attuale Numero telefonico

Dettagli

PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato

PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 20 LUGLIO 2012, N. 140 Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per le

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome BERETTA ALBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 27.07.1941 ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a ) Tipo di

Dettagli

ORIGINI E RUOLO DEL TRIBUNALE FEDERALE SVIZZERO

ORIGINI E RUOLO DEL TRIBUNALE FEDERALE SVIZZERO B u n d e s g e r i c h t T r i b u n a l f é d é r a l T r i b u n a l e f e d e r a l e T r i b u n a l f e d e r a l ORIGINI E RUOLO DEL TRIBUNALE FEDERALE SVIZZERO II Tribunale federale vigila sull'applicazione

Dettagli

RIPARAZIONE PER VIOLAZIONE DEI DIRITTI UMANI E ORDINAMENTO INTERNAZIONALE

RIPARAZIONE PER VIOLAZIONE DEI DIRITTI UMANI E ORDINAMENTO INTERNAZIONALE RIPARAZIONE PER VIOLAZIONE DEI DIRITTI UMANI E ORDINAMENTO INTERNAZIONALE INDICE Abbreviazioni... p. XIII INTRODUZIONE LE MODIFICHE ALL ORDINAMENTO GIURIDICO INTERNAZIONALE E IL RUOLO DELL INDIVIDUO 1.

Dettagli

Intervento dell Avvocato Generale dello Stato. Avv. Michele Dipace

Intervento dell Avvocato Generale dello Stato. Avv. Michele Dipace Intervento dell Avvocato Generale dello Stato Avv. Michele Dipace IN OCCASIONE DELLA CERIMONIA DI INAUGURAZIONE DELL ANNO GIUDIZIARIO 2013 (Roma, 25 gennaio 2013) Signor Presidente della Repubblica, Autorità,

Dettagli

LA MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE. Novità e vantaggi per le piccole e medie imprese

LA MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE. Novità e vantaggi per le piccole e medie imprese LA MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE Novità e vantaggi per le piccole e medie imprese Torino, 16 novembre 2010 Carlo Regis Dottore Commercialista in Torino Mediatore iscritto presso la Camera Arbitrale del

Dettagli

Cos'è l'unione europea? Una partnership economica e politica unica al mondo che unisce 27 paesi democratici europei.

Cos'è l'unione europea? Una partnership economica e politica unica al mondo che unisce 27 paesi democratici europei. Cos'è l'unione europea? Una partnership economica e politica unica al mondo che unisce 27 paesi democratici europei. Quali sono i suoi obiettivi? Pace, prosperità e libertà per i suoi 495 milioni di cittadini

Dettagli

Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze

Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze In data 26 marzo 2015, la Commissione Giustizia del Senato ha adottato il nuovo Testo base presentato dalla

Dettagli

Prof. GIAMPIETRO FERRI Università degli Studi di Verona

Prof. GIAMPIETRO FERRI Università degli Studi di Verona Prof. GIAMPIETRO FERRI Università degli Studi di Verona Carriera accademica Laureato in Giurisprudenza nell Università degli Studi di Bologna il 12 dicembre 1990. Cultore della materia (Istituzioni di

Dettagli

Tappe della trasformazione fascista dello Stato. Gli eventi

Tappe della trasformazione fascista dello Stato. Gli eventi Tappe della trasformazione fascista dello Stato Gli eventi DESTRA CENTRO SINISTRA GRUPPI POLITICI SEGGI Partito Comunista d'italia 19 Partito Socialista Italiano 22 Partito Socialista Unificato 24 Partito

Dettagli

PROPOSTE DI REVISIONE COSTITUZIONALE DEL SENATO PRIMA DELLA XVI LEGISLATURA

PROPOSTE DI REVISIONE COSTITUZIONALE DEL SENATO PRIMA DELLA XVI LEGISLATURA PROPOSTE DI REVISIONE COSTITUZIONALE DEL SENATO PRIMA DELLA XVI LEGISLATURA PROPOSTE DI REVISIONE COSTITUZIONALE DEL SENATO PRIMA DELLA XVI LEGISLATURA Nel presente dossier si confrontano i testi delle

Dettagli

0.975.229.4 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica di Cuba concernente la promozione e la protezione reciproche degli investimenti

0.975.229.4 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica di Cuba concernente la promozione e la protezione reciproche degli investimenti Traduzione 1 0.975.229.4 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica di Cuba concernente la promozione e la protezione reciproche degli investimenti Concluso il 28 giugno 1996 Entrato in vigore

Dettagli

Documentazione e ricerche. L attività delle Commissioni nella XV legislatura. Commissione Politiche dell Unione europea. n. 1/14 parte seconda

Documentazione e ricerche. L attività delle Commissioni nella XV legislatura. Commissione Politiche dell Unione europea. n. 1/14 parte seconda Documentazione e ricerche L attività delle Commissioni nella XV legislatura Commissione Politiche dell Unione europea n. 1/14 parte seconda Maggio 2008 Camera dei deputati XVI LEGISLATURA SERVIZIO STUDI

Dettagli

ANSA Referendum, disco verde Cassazione su taglio tribunali

ANSA Referendum, disco verde Cassazione su taglio tribunali ANSA Referendum, disco verde Cassazione su taglio tribunali Disco verde dalla Cassazione per il referendum chiesto dalle Regioni è la prima volta nella storia repubblicana che sollecitano il ricorso alle

Dettagli

RISPOSTE formulate dalla Società Italiana degli Studiosi del Diritto Civile

RISPOSTE formulate dalla Società Italiana degli Studiosi del Diritto Civile Commissione Europea Direzione generale Giustizia, libertà e sicurezza Unità C1 Giustizia civile jls-coop-jud-civil@cec.eu.int B-1049 Bruxelles a mezzo fax: 00320.22996457 LIBRO VERDE Successioni e donazioni

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZA DELLO SPORT PROF. OTTORINO ASCANI

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZA DELLO SPORT PROF. OTTORINO ASCANI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Rapporti interdisciplinari tra il Diritto Sportivo comunitario ed il Diritto Costituzionale, Commerciale, Fiscale e Internazionale. ( Insegnamento Jean Monnet della Commissione

Dettagli

Trattato di Maastricht.

Trattato di Maastricht. Trattato di Maastricht. Il trattato sull'unione segna una nuova tappa nell'integrazione europea poiché consente di avviare l'integrazione politica. L'Unione europea da esso creata comporta tre pilastri:

Dettagli

Tariffa civile (Tabella A)... 20 Tariffa penale (Tabella B)... 22 Tariffa stragiudiziale (compensi indicativi )... 26

Tariffa civile (Tabella A)... 20 Tariffa penale (Tabella B)... 22 Tariffa stragiudiziale (compensi indicativi )... 26 PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 20 LUGLIO 2012, N. 140 - Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per

Dettagli

PROF.SSA IDA ANGELA NICOTRA

PROF.SSA IDA ANGELA NICOTRA PROF.SSA IDA ANGELA NICOTRA CON DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI (6 GIUGNO 2013) È STATA NOMINATA COMPONENTE DELLA COMMISSIONE PER LE RIFORME COSTITUZIONALI 1. POSIZIONE ACCADEMICA: a)

Dettagli

SOCIETÀ, STATO E DIRITTO

SOCIETÀ, STATO E DIRITTO 27 SOCIETÀ, STATO E DIRITTO Caratteri dello Stato Dal feudalesimo alla nascita dello Stato moderno Le idee del filosofo Immanuel Kant Le idee del filosofo greco Aristotele Il moderno Stato di diritto La

Dettagli

2.- l opinio iuris ac necessitatis (elemento psicologico), ossia la convinzione generale che tale comportamento sia conforme al diritto.

2.- l opinio iuris ac necessitatis (elemento psicologico), ossia la convinzione generale che tale comportamento sia conforme al diritto. .Mentre la consuetudine internazionale crea diritto internazionale generale, l accordo crea diritto internazionale particolare che crea diritti ed obblighi solo per gli Stati parte. Può accadere che una

Dettagli

GUIDA DEL GIORNALISTA

GUIDA DEL GIORNALISTA Franco Abruzzo GUIDA DEL GIORNALISTA LE LEGGI - LA STORIA - L'ETICA IL CONTRATTO DI LAVORO L'ORDINAMENTO DELLA PROFESSIONE CON 500 DOMANDE PER L'ESAME DI STATO prefazione di Gianni Faustini 11 Sole Libri

Dettagli

SETTORE INTERNAZIONALE

SETTORE INTERNAZIONALE SETTORE INTERNAZIONALE Attività del Gruppo di lavoro del programma Eurosocial di cooperazione giudiziaria tra l'unione Europea e l'america Latina coordinato dal Consiglio del potere giudiziario spagnolo.

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PEZZELLA, BRIGUGLIO, GIULIO CONTI, BELLOTTI. Disciplina della professione di investigatore privato

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PEZZELLA, BRIGUGLIO, GIULIO CONTI, BELLOTTI. Disciplina della professione di investigatore privato Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 677 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI PEZZELLA, BRIGUGLIO, GIULIO CONTI, BELLOTTI Disciplina della professione di investigatore

Dettagli

L INIZIALE INDIFFERENZA COMUNITARIA NEI CONFRONTI DEI DIRITTI FONDAMENTALI.

L INIZIALE INDIFFERENZA COMUNITARIA NEI CONFRONTI DEI DIRITTI FONDAMENTALI. 1. LA TUTELA MULTILIVELLO DEI DIRITTI FONDAMENTALI (16.11.2011) - -ESISTONO DIVERSI SISTEMI GIURIDICI DIPROTEZIONE DEI DIRITTI FONDAMENTALI: - I DIRITTI FONDAMENTALI CONTEMPLATI DALLE COSTITUZIONI NAZIONALI,

Dettagli

Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA

Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA Fulco Lanchester Gli STRUMENTI della DEMOCRAZIA Lezioni di Diritto costituzionale comparato.-,->'j.*v-;.j.,,* Giuffre Editore INDICE SOMMARIO Premessa Capitolo I LA COMPARAZIONE GIUSPUBBLICISTICA 1. L'ambito

Dettagli

PRESENTAZIONE. Definisce. Rivolto a

PRESENTAZIONE. Definisce. Rivolto a PRESENTAZIONE PRESENTAZIONE Corso di Formazione Regolato da Provvedimento del 26 Gennaio 2006 (G. U. del 14/2/2006 n. 37) Accordo tra il Governo e le regioni e province autonome, attuativo dell articolo

Dettagli

Capitolo V IL CORPO ELETTORALE

Capitolo V IL CORPO ELETTORALE Capitolo V IL CORPO ELETTORALE 1 1. POPOLO, CORPO ELETTORALE, NAZIONE, POPOLAZIONE Popolo Corpo elettorale Nazione Popolazione Insieme di tutti i cittadini Titolare della sovranità Insieme dei soggetti

Dettagli

QUINTE INDIRIZZI : RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING

QUINTE INDIRIZZI : RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: DIRITTO CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali)

Dettagli

I contratti internazionali

I contratti internazionali I contratti internazionali I contratti internazionali sono quei contratti che presentano legami (in senso tecnico collegamenti) con territori sottoposti all'autorità di stati diversi, quindi governati

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE. Di iniziativa dei Senatori DE PETRIS. "Riconoscimento degli animali nella Costituzione"

DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE. Di iniziativa dei Senatori DE PETRIS. Riconoscimento degli animali nella Costituzione DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE Di iniziativa dei Senatori DE PETRIS "Riconoscimento degli animali nella Costituzione" Onorevoli Senatori. - Perché gli animali in Costituzione? Stiamo assistendo ad un

Dettagli

Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 180/14

Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 180/14 Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 180/14 Lussemburgo, 18 dicembre 2014 Stampa e Informazione Parere 2/13 La Corte si pronuncia sul progetto di accordo sull adesione dell Unione

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI LAUREE, ABILITAZIONI PROFESSIONALI, ALTRI TITOLI

INFORMAZIONI PERSONALI LAUREE, ABILITAZIONI PROFESSIONALI, ALTRI TITOLI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE BREVE INFORMAZIONI PERSONALI Nome e Cognome ROSANNA GHIRRI Indirizzo La Spezia 19126 - Via E. Gianturco, 99 Telefono +390187599406 Fax +390187599406/599323 Nazionalità

Dettagli

LO STATO. (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli)

LO STATO. (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli) LO STATO (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli) DALLA SOCIETA' ALLO STATO La nascita di uno Stato è il risultato di un lungo processo storico; nel corso dei secoli la società si

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

Le regole nella società: nozione di diritto, i vari tipi di regole, le norme giuridiche

Le regole nella società: nozione di diritto, i vari tipi di regole, le norme giuridiche PROGRAMMA DI DIRITTO ED ECONOMIA Prof: Monica Sabattini CLASSE I B SCIENZE UMANE a.s.2014/2015 DIRITTO Le regole nella società: nozione di diritto, i vari tipi di regole, le norme giuridiche e le loro

Dettagli

TUTELA DEI CONSUMATORI E LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE MERCI NELLA GIURISPRUDENZA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA

TUTELA DEI CONSUMATORI E LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE MERCI NELLA GIURISPRUDENZA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA SEMINARIO GIURIDICO DELLA UNIVERSITÄ DI BOLOGNA CXCV ANDREA MALTONI TUTELA DEI CONSUMATORI E LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE MERCI NELLA GIURISPRUDENZA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA PROFILI COSTITUZIONALI Prefazione

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 9 gennaio 1996

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 9 gennaio 1996 615 INDICE PRESENTAZIONE di Giuliano Amato................................ Pag. 3 PREMESSA: ASPETTI DELLA POLITICA RELIGIOSA DEGLI ULTIMI QUINDICI ANNI di FrancescoMargiotta Broglio....................................»

Dettagli

Diritto dell Unione Europea. Indice. 1 Le procedure per l adozione degli atti comunitari ------------------------------------------------- 3

Diritto dell Unione Europea. Indice. 1 Le procedure per l adozione degli atti comunitari ------------------------------------------------- 3 INSEGNAMENTO DI DIRITTO DELL UNIONE EUROPEA LEZIONE V I PROCEDIMENTI PREVISTI DAI TRATTATI PER L ADOZIONE DEGLI ATTI NORMATIVI PROF. GIUSEPPE RUBERTO Indice 1 Le procedure per l adozione degli atti comunitari

Dettagli

NATALINO RONZITTI INTRODUZIONE AL INTERNAZIONALE. Quarta edizione

NATALINO RONZITTI INTRODUZIONE AL INTERNAZIONALE. Quarta edizione NATALINO RONZITTI INTRODUZIONE AL DIRITTO INTERNAZIONALE Quarta edizione G. Giappichelli Editore Torino Indice-Sommario Premessa alla quarta edizione Premessa alla terza edizione Premessa alla seconda

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A Doc. IV-bis n. 10 DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE A PROCEDERE IN GIUDIZIO A I S E N S I D E L L A R T I C O L O 9 6 D E L L A C O S T I

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI (RENZI)

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI (RENZI) Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3053-A DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI (RENZI) E DAL MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI E DELLA COOPERAZIONE

Dettagli

Dieter Grimm Il ruolo dei parlamenti nazionali nell Unione Europea * I. Tendenze generali di deparlamentarizzazione

Dieter Grimm Il ruolo dei parlamenti nazionali nell Unione Europea * I. Tendenze generali di deparlamentarizzazione Dieter Grimm Il ruolo dei parlamenti nazionali nell Unione Europea * I. Tendenze generali di deparlamentarizzazione Il processo di integrazione europea conduce ad un ridimensionamento dei parlamenti nazionali,

Dettagli

LA RESPONSABILITÀ CIVILE DEI MAGISTRATI

LA RESPONSABILITÀ CIVILE DEI MAGISTRATI Dossier n. 71 Ufficio Documentazione e Studi 25 febbraio 2015 LA RESPONSABILITÀ CIVILE DEI MAGISTRATI Il Parlamento ha approvato la proposta di legge che modificare la c.d. Legge Vassalli 1, la quale (approvata

Dettagli

INDICE PARTE I SPORT E GIUSTIZIA. CAPITOLO 1 I RAPPORTI TRA GIUSTIZIA SPORTIVA E GIUSTIZIA ORDINARIA di Piero Sandulli

INDICE PARTE I SPORT E GIUSTIZIA. CAPITOLO 1 I RAPPORTI TRA GIUSTIZIA SPORTIVA E GIUSTIZIA ORDINARIA di Piero Sandulli INDICE Premessa............................................. Introduzione al tema....................................... XIII XVII PARTE I SPORT E GIUSTIZIA I RAPPORTI TRA GIUSTIZIA SPORTIVA E GIUSTIZIA

Dettagli

aiga Ordine degli Avvocati di Vicenza

aiga Ordine degli Avvocati di Vicenza aiga Ordine degli Avvocati di Vicenza La Deontologia nella Mediazione dopo il Decreto del fare ( D.L. 69/2013 convertito con L. 98/2013 ) Vicenza, 14 novembre 2013 Avv. Lorenza Maria Villa avv.villa@gmail.com

Dettagli

Codice antimafia: analisi Ance su criticità e problemi applicativi

Codice antimafia: analisi Ance su criticità e problemi applicativi Codice antimafia: analisi Ance su criticità e problemi applicativi Verifica antimafia e verifica sul concorrente in fase di gara ai sensi dell articolo 38 del codice appalti Un primo punto da chiarire

Dettagli

Curriculum vitae della dott.ssa Tamara De Amicis

Curriculum vitae della dott.ssa Tamara De Amicis Curriculum vitae della dott.ssa Tamara De Amicis Titoli di studio Ho conseguito il diploma di maturità classica presso il Liceo ginnasio Orazio di Roma con la votazione massima, ed il diploma di laurea

Dettagli

PROCEDIMENTO DI RICHIESTA DI REFERENDUM POPOLARE EX ARTICOLO 75 DELLA COSTITUZIONE

PROCEDIMENTO DI RICHIESTA DI REFERENDUM POPOLARE EX ARTICOLO 75 DELLA COSTITUZIONE CONSIGLIO REGIONALE DELLA LIGURIA SETTORE ASSEMBLEA E LEGISLATIVO DOSSIER DI STUDIO N. 19 PROCEDIMENTO DI RICHIESTA DI REFERENDUM POPOLARE EX ARTICOLO 75 DELLA COSTITUZIONE VIII LEGISLATURA Febbraio 2006

Dettagli

dossier n 36 - Elementi di valutazione sulla qualità del testo e su specificità, omogeneità e limiti di contenuto del decreto-legge 19 febbraio 2014

dossier n 36 - Elementi di valutazione sulla qualità del testo e su specificità, omogeneità e limiti di contenuto del decreto-legge 19 febbraio 2014 Abolizione del finanziamento pubblico diretto, disposizioni per la trasparenza e la democraticità dei partiti e disciplina della contribuzione volontaria e della contribuzione indiretta in loro favore

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati XVI LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI N. 2840 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI VELTRONI, PERINA, LEOLUCA ORLANDO,

Dettagli

Master in European Law and Policies

Master in European Law and Policies Master in European Law and Policies Insegnamento Docenti Video Introduzione al Master (Lingua: Inglese) - Lezione n. 1: Master in diritto e politiche europee - Introduzione - Lezione n. 2: L'unione europea

Dettagli

Curriculum vitae et studiorum di FRANCESCA SGRO ESPERIENZE PROFESSIONALI

Curriculum vitae et studiorum di FRANCESCA SGRO ESPERIENZE PROFESSIONALI Curriculum vitae et studiorum di FRANCESCA SGRO ATTIVITÀ ACCADEMICA ESPERIENZE PROFESSIONALI PROFESSORE A CONTRATTO DI DIRITTO AMMINISTRATIVO PROGREDITO 2011-2015 (20 ore) presso il corso di laurea magistrale

Dettagli

M in i s te r o d e l l a G i u s t i z i a

M in i s te r o d e l l a G i u s t i z i a M in i s te r o d e l l a G i u s t i z i a MODIFICHE AL D.M. 140/2012 Premessa Con la Riforma delle Professioni ed il Decreto Parametri si è inteso abbandonare una logica di predeterminazione amministrativa

Dettagli

Parte I Normativa sui compensi dell avvocato

Parte I Normativa sui compensi dell avvocato Parte I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 10 marzo 2014, n. 55. Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense ai sensi dell art.13,

Dettagli

Avv. Maria P. Cappa. avvcappa@gmail.com avvmariacappa@pec.giuffre.it Maria Cappa CPP MRA 67T58 F205W. Studio professionale autonomo

Avv. Maria P. Cappa. avvcappa@gmail.com avvmariacappa@pec.giuffre.it Maria Cappa CPP MRA 67T58 F205W. Studio professionale autonomo CURRICULUM VITAE dell Avv. MARIA P. CAPPA INFORMAZIONI PERSONALI Telefono +39 0972 239833 +39 329 0267086 Fax +39 0972 239833 E-mail pec Nome Cognome Cod. Fisc. avvcappa@gmail.com avvmariacappa@pec.giuffre.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING 1 di 6 26/01/2015 10.43 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO DISCIPLINA: Diritto/Economia DOCENTI:Giuliano

Dettagli

VERIFICA DEI REQUISITI DEGLI ESPONENTI AZIENDALI. 1) Documentazione relativa alla verifica dei requisiti di onorabilità degli esponenti aziendali

VERIFICA DEI REQUISITI DEGLI ESPONENTI AZIENDALI. 1) Documentazione relativa alla verifica dei requisiti di onorabilità degli esponenti aziendali VERIFICA DEI REQUISITI DEGLI ESPONENTI AZIENDALI Allegato n. 4 1) Documentazione relativa alla verifica dei requisiti di onorabilità degli esponenti aziendali A) Soggetti italiani o aventi cittadinanza

Dettagli