FORMAZIONE PRESENTAZIONE CATALOGO PLASTICS ACADEMY 2014 PREMESSA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FORMAZIONE PRESENTAZIONE CATALOGO PLASTICS ACADEMY 2014 PREMESSA"

Transcript

1 ENTRA

2 FORMAZIONE LUNGO L'ARCO DELLA VITA L Europa è indiscutibilmente entrata nell era della conoscenza, con tutte le connze che tale evoluzione implica sulla vita culturale, economica e sociale. I modelli di apprendimento, di vita e di lavoro sono soggetti ad una rapida trasformazione: tutti coloro che vivono in Europa, senza alcuna eccezione, dovranno avere le opportunità per adattarsi alle esigenze del cambiamento economico e sociale e contribuire attivamente alla costruzione del futuro dell Europa. PRESENTAZIONE Così si esprimeva nel 2000 la Commissione europea, in seguito allo storico vertice del Consiglio europeo di Lisbona. Nello stesso anno 2000 Proplast lanciava Wily, un primo programma di formazione permanente dedicato ai lavoratori occupati nel nostro settore. Con piacere, con un po di orgoglio e con riconoscenza per il continuo grande lavoro dei colleghi di Plastics Academy, scrivo l introduzione a questo catalogo Esso - dopo 14 anni e con una offerta di corsi assai ampliata - continua a stimolare e supportare chi vuole intraprendere un percorso di crescita personale e di aggiornamento professionale permanente, col fine di essere protagonista di quel cambiamento che il Consiglio europeo aveva immaginato e che abbiamo visto attuarsi in modo così importante. Piero Cavigliasso Vice Presidente Proplast CATALOGO PLASTICS ACADEMY 2014 PREMESSA Nella V edizione del Catalogo dei corsi interaziendali, Plastics Academy continua a proporre percorsi formativi di eccellenza nel settore delle materie plastiche. In area tecnica, i corsi Base e Avanzato sul Processo di Stampaggio a Iniezione si confermano il nostro fiore all occhiello, insieme ai corsi di Introduzione alle Materie Plastiche, Progettazione di manufatti, High Performance Polymers e Controllo Qualità delle materie prime. Le sezioni trasversali del Catalogo si rinnovano, proponendo corsi mirati a trasferire soft skills sempre più richieste dalle aziende, come la gestione del tempo e la creazione di presentazioni commerciali efficaci. L area Commerciale si arricchisce del corso sui Social Media in Azienda, che esplora le potenzialità dei canali digitali al servizio delle imprese. Il catalogo è stato quindi rimodulato in 39 corsi suddivisi nelle nti aree tematiche: Segue 1 - Area TECNOLOGIE e PROGETTAZIONE 2 - Area MATERIALI e APPLICAZIONI 3 - Area GESTIONALE 4 - Area SVILUPPO del CAPITALE UMANO 5 - Area COMMERCIALE 6 - Area SICUREZZA

3 I FONDI INTER-PROFESSIONALI La partecipazione ai corsi può essere finanziata attraverso i fondi interprofessionali. Ogni azienda - a seguito dell adesione ad un fondo (gratuita) - accantona una quota pari al 70% del contributo obbligatorio (0,30%) versato sulle retribuzioni dei propri dipendenti, che viene girato al Fondo direttamente dall'inps. INTRODUZIONE Plastics Academy fornisce il servizio di presentazione e accompagnamento dei Piani Formativi. Tale attività è compresa tra le voci finanziabili e quindi è anch essa rendicontata SENZA costi aggiuntivi per l azienda. Per procedere nell utilizzo della Formazione finanziata contattare: - tel Plastics Academy suggerisce l utilizzo dei fondi anche per finanziare corsi MONOAZIENDALI. ASPETTI ORGANIZZATIVI Le date pianificate per le attività di formazione potranno subire modifiche in caso di eventi imprevisti. L orario e la sede dei corsi saranno definiti nella fase organizzativa di dettaglio e potranno essere gestiti dai docenti, compatibilmente agli argomenti trattati e alla necessaria flessibilità. Le aziende Consorziate a Proplast beneficiano di sconti e di modalità organizzative agevolate. pagina 3 PER INFORMAZIONI SU COSTI, DATE, ISCRIZIONI TELEFONARE A: SCRIVERE A: Sito web per consultare il catalogo on line e i programmi di formazione aggiornati - Siamo presenti anche su:

4 INDICE DEI CORSI FORMAZIONE PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE 2014 pag. 7 pag. 10 pag.14 pag.18 pag. 21 pag AREA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE 2 - AREA MATERIALI e APPLICAZIONI 3 - AREA GESTIONALE 4 - AREA SVILUPPO DEL CAPITALE UMANO 5 - AREA COMMERCIALE 6 - AREA SICUREZZA pag. 5/6-26 Indice di tutti i corsi e periodo di attivazione versione stampa PER INFORMAZIONI SU COSTI, DATE, ISCRIZIONI pagina 4 Sito web per consultare il catalogo on line e i programmi di formazione aggiornati -

5 1 - AREA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE Corso BASE sul processo di stampaggio a iniezione Corso AVANZATO sul processo di stampaggio a iniezione Il processo di Stampaggio con Tecnologia Microcellulare Corso sul processo di Compounding Post-lavorazioni di manufatti in materiale plastico Tecniche di Assemblaggio di semilavorati e componenti finiti in materiale plastico High-Performance Polymers: quali vantaggi offrono e come trasformarli Criteri di progettazione dei manufatti, tolleranze dimensionali e gestione dei fenomeni di ritiro 2 - AREA MATERIALI e APPLICAZIONI Corso Introduttivo alle Materie plastiche Corso di Introduzione ai Polimeri Termoindurenti Corso di Introduzione ai Materiali Compositi Fibrorinforzati Nanocompositi polimerici Biopolimeri e loro trasformazione Il Controllo di Qualità dei materiali polimerici Corso di Caratterizzazione Chimico-Fisico-Termica e di Resistenza alla fiamma Corso di Caratterizzazione Meccanico-Reologico-Elettrica Tecniche analitiche a confronto per identificare le problematiche su manufatti e materiali Riciclo delle Materie Plastiche: aspetti tecnici, normativi e applicazioni 3 - AREA GESTIONALE DOE for plastics - corso BASE DOE for plastics - corso AVANZATO Controllo statistico dei processi produttivi (ELEMENTI di BASE) Preparazione e presentazione di brevetti nel settore Materie Plastiche Gestione e rendicontazione di progetti finanziati per attività di ricerca e sviluppo Analisi dei costi e dell efficienza dei processi di stampaggio delle materie plastiche Analisi dei costi di stampaggio - Tecnologie Innovative 4 - AREA SVILUPPO DEL CAPITALE UMANO ESSERE (o diventare) CAPI INTERMEDI nel settore Materie Plastiche La Valutazione delle Prestazioni: metodi e strumenti di gestione delle relazioni, della comunicazione e del lavoro Sviluppare competenze di Public Speaking: corso pratico alla gestione della comunicazione in pubblico L Intelligenza Emotiva in Azienda La Gestione del Conflitto e dello Stress - Edizione Revolving La Gestione del Tempo e delle Priorità Gestione della Comunicazione Scritta Gestione di Risorse Umane Multiculturali 5 e 6 feb / 2 e 3 ott 15, 16, 17 apr / 4, 5, 6 nov 14 ott 5 giu 13 mar / 8 ott 25 mar / 24 ott 18 feb / 10 sett 10 e 11 giu / 3 e 4 dic 6 mar / 12 nov 15 mag / 23 ott 15 mag / 23 ott 15 apr / 11 dic 24 mar / 28 ott 20 mag 12 giu 13 giu 9 mag 9 giu 7-8 apr / nov 5 mag / 12 dic 26 mag 28 mar / 30 ott 6 giu 27 giu 21 nov 27 mag 20 giu 11 apr 21 feb 24 gen / 14 mar / 23 mag 19 mar 4 mar / 11 nov 1 apr INDICE CORSI E PERIODO DI ATTIVAZIONE ANNO 2014 FORMAZIONE PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE print pagina 5 Segue indice e periodo di attivazione I nostri servizi sono offerti a condizioni agevolate e prioritarie ai Soci del Consorzio Proplast.

6 5 - AREA COMMERCIALE Assistenza Tecnica Commerciale: la cura del rapporto con il cliente Relazioni Aziendali Cross-Culturali: come instaurare buone relazioni professionali all estero Gestire una presentazione commerciale Social Media in Azienda 6 - AREA SICUREZZA Rischi Trasversali per la Sicurezza nel settore delle Materie Plastiche Gestione del Rischio Chimico nel settore Materie Plastiche 14 feb / 26 set 4 apr 27 mar / 27 nov 21 mar / 19 set 29 set 16 giu print INDICE CORSI E PERIODO DI ATTIVAZIONE ANNO 2014 FORMAZIONE PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE PERCORSI FORMATIVI Aderendo ad uno dei nti percorsi di formazione si avrà diritto a un ulteriore 10% di sconto sulla quota complessiva di iscrizione (cumulabile con le altre scontistiche previste) 1. STAMPAGGIO A INIEZIONE: Corsi Stampaggio Base + Avanzato, Analisi Costi Stampaggio 2. CONTROLLO DI PROCESSI E PRODOTTI: Corsi Controllo Qualità, Doe Base + Avanzato, Controllo Statistico (Elementi di Base) 3. TECNICHE ANALITICHE: Corsi Controllo Qualità, Corsi di Caratterizzazione, Tecniche Analitiche a Confronto 4. MATERIE PLASTICHE: Corsi Introduzione alle Materie Plastiche, Riciclo 5. MATERIALI INNOVATIVI: Corsi Nanocompositi, Biopolimeri, High Performance Polymers 6. INNOVAZIONI NELLO STAMPAGGIO: Corsi Stampaggio Microcellulare, Analisi dei Costi delle Tecnologie Innovative 7. PROGETTAZIONE AVANZATA E POST LAVORAZIONI: Corsi Criteri di Progettazione, Post Lavorazioni, Assemblaggio 8. CAPITALE UMANO: Corsi Essere (o diventare) capi intermedi nel settore delle materie plastiche, La Valutazione delle Prestazioni, L Intelligenza Emotiva in Azienda 9. SVILUPPO DEL POTENZIALE: Corsi Sviluppare competenze di Public Speaking, La Gestione del Conflitto e dello Stress, La Gestione del Tempo e delle Priorità, Gestione della Comunicazione Scritta pagina 6 I nostri servizi sono offerti a condizioni agevolate e prioritarie ai Soci del Consorzio Proplast.

7 AREA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE 1 AREA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE Corso BASE sul processo di stampaggio a iniezione Corso AVANZATO sul processo di stampaggio a iniezione Il processo di Stampaggio con Tecnologia Microcellulare Corso sul processo di Compounding Post-lavorazioni di manufatti in materiale plastico Tecniche di Assemblaggio di semilavorati e componenti finiti in materiale plastico High-Performance Polymers: quali vantaggi offrono e come trasformarli Criteri di progettazione dei manufatti, tolleranze dimensionali e gestione dei fenomeni di ritiro 5 e 6 feb / 2 e 3 ott 15, 16, 17 apr / 4, 5, 6 nov 14 ott 5 giu 13 mar / 8 ott 25 mar / 24 ott 18 feb / 10 set 10, 11 giu / 3, 4 dic Info Le proposte formative - ove possibile - abbineranno all approccio didattico tradizionale (lezioni in aula) l analisi di casi ed esercitazioni di problem solving svolte a bordo macchina (presso il Laboratorio Tecnologico di Proplast). pagina 7

8 1 AREA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE FORMAZIONE PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE 1.1 CORSO BASE SULLO STAMPAGGIO A INIEZIONE 2 giornate 1.3 IL PROCESSO DI STAMPAGGIO CON TECNOLOGIA MICROCELLULARE L obiettivo del corso è di quello di fornire conoscenze e competenze di base sul processo di stampaggio, analizzandone le principali problematiche e le caratteristiche distintive. ll corso si divide in sessioni didattiche realizzate in aula e in esercitazioni sulle macchine, dividendo gli allievi in gruppi di un massimo di 10. Introduzione al processo di stampaggio a iniezione Il processo di funzionamento, l impostazione dei macchinari e i prodotti Prove pratiche di stampaggio a bordo macchina finalizzate ad analizzare le più frequenti difettosità e le modalità di risoluzione Sicurezza sul lavoro: conoscenza delle principali protezioni delle presse e delle attrezzature ausiliarie Periodo: 5, 6 feb / 2, 3 ott Quota di partecipazione: 800 euro (+IVA) a partecipante L obiettivo del corso è approfondire gli aspetti teorico-pratici della tecnologia di stampaggio ad iniezione microcellulare, meglio nota come MuCell. Il corso si rivolge ai tecnici che già possiedono una buona conoscenza della tecnologia di stampaggio ad iniezione di polimeri ad alte prestazioni. E prevista una prima parte in aula dedicata agli approfondimenti teorici sulla tecnologia e sulle caratteristiche specifiche della pressa ad iniezione, la seconda parte si svolgerà su una pressa attrezzata con kit di stampaggio MuCell. Per consentire un efficace attività formativa pratica sulla pressa, il numero massimo di allievi previsto è pari a 10. La tecnologia di stampaggio microcellulare MuCell Le caratteristiche della pressa ad iniezione per lo stampaggio microcellulare Cenni alla progettazione di particolari ottimizzati per lo stampaggio microcellulare Materiali ed applicazioni per lo stampaggio microcellulare Impostazione dei parametri di processo Variazione dei parametri di processo e loro influenza sulla stampaggio microcellulare Principali criticità e possibili difettosità dello stampaggio microcellulare Periodo: 14 ott - Quota di partecipazione: 400,00 euro (+IVA) a partecipante 1.2 CORSO AVANZATO SULLO STAMPAGGIO A INIEZIONE 3 giornate 1.4 CORSO SUL PROCESSO DI COMPOUNDING L obiettivo del corso è di incrementare le conoscenze e le competenze dei tecnici che operano nello stampaggio ad iniezione, migliorando il know-how sui materiali, sull ottimizzazione del processo e sulla gestione delle attrezzature. Il corso si divide in parti realizzate in aula e in parte sulle macchine dividendo gli allievi in gruppi di un massimo di 10 allievi. Proprietà e struttura dei polimeri, criteri di scelta e caratteristiche reologiche Gli effetti delle condizioni operative sulla morfologia dei polimeri e sulle caratteristiche dei manufatti Lo stampaggio a iniezione: gestione dei parametri di trasformazione Gli stampi per materiali termoplastici: conoscenze primarie per un corretto stampaggio Impostazione dei parametri di processo su presse e attrezzature ausiliarie Il montaggio, lo smontaggio e la manutenzione degli stampi Problematiche relative allo stampaggio a iniezione Valutazione pratica dell influenza delle variabili nel processo di stampaggio Difettosità nello stampaggio a iniezione: cause e risoluzione dei difetti Problematiche energetiche Periodo: 15, 16, 17 apr / 4, 5, 6 nov - Quota di partecipazione: euro (+IVA) a partecipante L obiettivo del corso è quello di fornire una maggiore conoscenza e competenza del processo di compounding, analizzandone principali problematiche, le caratteristiche distintive e le più significative applicazioni. Principi base del processo di compounding La modifica dei polimeri via compound: cariche, rinforzi, agenti ritardanti di fiamma ed additivi Sistemi di miscelazione e di dosaggio dei materiali Applicazioni e sviluppo di compounds: come scegliere e dosare polimeri, additivi, rinforzi ed altre cariche Il corso prevede lo svolgimento di prove pratiche in laboratorio sul processo di compounding. Periodo: 5 giu Quota di partecipazione: 500 euro (+IVA) a partecipante VANTAGGI: sconti ed agevolazioni Informazioni dettagliate a pag. 3 pagina 8

9 1 AREA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE FORMAZIONE PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE 1.5 POST-LAVORAZIONI DI MANUFATTI IN MATERIALE PLASTICO L obiettivo del corso è quello di analizzare le differenti tecniche di decorazione dei manufatti, confrontandole ed evidenziando limiti e vantaggi, al fine di attuare le migliori scelte progettuali e produttive. Il corso consentirà inoltre di riflettere sulle correlazioni tra il processo produttivo e le fasi di post-lavorazione. Decorazione (serigrafia, tampografia, off-set, ) Metallizzazione - Galvanizzazione Verniciatura Accorgimenti progettuali e miglioramento delle prestazioni Interazione tra materiale e sistema verniciante, influenza della vernice sulle prestazioni del manufatto Periodo: 13 mar / 8 ott 1.6 TECNICHE DI ASSEMBLAGGIO DI SEMILAVORATI E COMPONENTI FINITI IN MATERIALE PLASTICO L obiettivo del corso è quello di analizzare le differenti tecniche di assemblaggio dei manufatti, confrontandole ed evidenziando limiti e vantaggi, al fine di attuare le migliori scelte progettuali e produttive. Il corso consentirà inoltre di riflettere sulle correlazioni tra il processo produttivo e le fasi di post-lavorazione. Incollaggio con impiego di adesivi/collanti Saldatura ad aria calda, con piastra calda, a vibrazione, ad ultrasuoni e laser Fissaggio con impiego di viti Fissaggio a scatto (snap-fit) Periodo: 25 mar / 24 ott 1.7 HIGH PERFORMANCE POLYMERS: QUALI VANTAGGI OFFRONO E COME TRASFORMARLI L obiettivo del corso è quello di fornire precise indicazioni sui materiali polimerici ad altissime prestazioni al fine di utilizzarli nei manufatti in sostituzione di e/o in abbinamento con materiali tradizionali. In modo particolare il corso si concentra sulla possibilità di sostituire i materiali metallici con materie plastiche in grado di offrire elevate prestazioni. Saranno presentati e discussi casi di studio ed esempi applicativi di interesse generale. Caratteristiche distintive dei polimeri ad alte prestazioni Riflessioni e confronti relativi alla loro applicazione in sostituzione dei materiali tradizionali Metal replacement Come evitare i problemi legati alla trasformazione di questi polimeri Periodo: 18 feb / 10 set 1.8 CRITERI DI PROGETTAZIONE DEI MANUFATTI, TOLLERANZE DIMENSIONALI E GESTIONE DEI FENOMENI DI RITIRO 2 giornate L obiettivo del corso è migliorare l impostazione della progettazione di un nuovo manufatto, analizzandone criteri, problematiche e sviluppo della soluzione progettuale più opportuna. Inoltre, il corso permette di acquisire una maggiore conoscenza sull analisi del comportamento dei materiali allo stato fuso e sulle successive condizioni di raffreddamento sotto pressione all interno della cavità dello stampo. Introduzione all ideazione di manufatti: dalla scelta del materiale allo sviluppo progettuale Criteri di scelta del materiale valutando le performance funzionali e/o estetiche attese Criteri di progettazione e difettosità Come gestire errori tipici nella progettazione di manufatti Casi di studio e conclusioni Cenni di Reologia dei Materiali Termoplastici Il fenomeno del ritiro Variabili operative del processo di stampaggio e loro influenza Tolleranze: Generiche, Tecniche e Speciali nei confronti dei Polimeri termoplastici Normativa ISO IT8-12 e DIN Periodo: 10 e 11 giu / 3 e 4 dic Quota di partecipazione: 700 euro (+IVA) a partecipante VANTAGGI: sconti ed agevolazioni Informazioni dettagliate a pag. 3 pagina 9

10 AREA MATERIALI e APPLICAZIONI PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE 2 AREA MATERIALI e APPLICAZIONI 2.1 -Corso Introduttivo alle materie plastiche 2.2 -Corso di Introduzione ai Polimeri Termoindurenti 2.3 -Corso di Introduzione ai Materiali Compositi Fibrorinforzati Nanocompositi polimerici Biopolimeri e loro trasformazione Il controllo di qualità dei materiali polimerici Corso di Caratterizzazione Chimico-Fisico-Termica e di Resistenza alla fiamma Corso di Caratterizzazione Meccanico-Reologico-Elettrica Tecniche analitiche a confronto per identificare le problematiche su manufatti e materiali Riciclo delle Materie Plastiche: aspetti tecnici, normativi e applicazioni 6 mar / 12 nov 15 mag / 23 ott 15 mag / 23 ott 15 apr / 11 dic 24 mar / 28 ott 20 mag 12 giu 13 giu 9 mag 9 giu Info Le proposte formative - ove possibile - abbineranno all approccio didattico tradizionale (lezioni in aula) l analisi di casi ed esercitazioni di problem solving svolte anche mediante l osservazione diretta di macchine e attrezzature (presso il Laboratorio Analisi di Proplast). pagina 10

11 2 AREA MATERIALI e APPLICAZIONI FORMAZIONE PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE 2.1 CORSO INTRODUTTIVO ALLE MATERIE PLASTICHE 2.3 CORSO DI INTRODUZIONE AI MATERIALI COMPOSITI FIBRORINFORZATI 1/ 2 giornata L obiettivo del corso è quello di fornire un introduzione generale al mondo delle materie plastiche, per tutti coloro che vogliono avere una visione d insieme dei materiali più diffusi, delle loro principali caratteristiche e delle modalità di trasformazione e di utilizzo. Per affrontare il corso non è necessaria nessuna conoscenza chimica o tecnologica particolare: il corso è aperto a tutti. Cos è la plastica: introduzione I principali polimeri termoplastici: caratteristiche, proprietà e applicazioni Come modificare le proprietà dei polimeri: additivi, cariche minerali, fibre e pigmenti Biopolimeri e riciclabilità Le tecnologie più diffuse per l utilizzo e trasformazione dei termoplastici: lo stampaggio a iniezione l estrusione, la filmatura Il corso prevede la visita ai laboratori di Proplast, durante la quale gli allievi assisteranno ad alcuni esempi di trasformazione e di testing di polimeri termoplastici. Periodo: 6 mar / 12 nov 2.2 CORSO DI INTRODUZIONE AI POLIMERI TERMOINDURENTI 1/ 2 giornata L obiettivo del corso è fornire un introduzione generale al mondo dei polimeri termoindurenti, evidenziandone le principali caratteristiche e le differenze rispetto ai termoplastici. Il corso permetterà di acquisire competenze anche sulle tecniche di caratterizzazione e di controllo del processo di reticolazione delle resine termoindurenti in fase di trasformazione e sul loro utilizzo come matrice di materiali compositi fibrorinforzati. Il corso prevede lo svolgimento di esercitazioni pratiche in laboratorio, durante le quali gli allievi assisteranno alla preparazione di una miscela termoindurente reattiva e alla verifica del processo di reticolazione tramite analisi di laboratorio. I principali polimeri termoindurenti: caratteristiche, proprietà e applicazioni La cura di una resina: sviluppo del processo di reticolazione Termoindurenti come matrici di materiali compositi in fibra Le tecnologie più diffuse per l utilizzo e trasformazione dei termoindurenti Periodo: 15 mag / 23 ott Quota di partecipazione: 200 euro (+IVA) a partecipante L obiettivo del corso è quello di fornire ai partecipanti una visione globale delle materie prime - matrici termoindurenti e fibre di rinforzo - utilizzate per la produzione dei materiali compositi ed i loro criteri di scelta, e fornire inoltre una panoramica generale di tutte le più comuni tecniche di produzione di materiali compositi. Introduzione ai materiali compositi Le principali matrici termoindurenti: tipologie, caratteristiche e proprietà Le principali fibre di rinforzo: tipologie, caratteristiche e proprietà Le principali tecniche di trasformazione dei compositi: autoclave, RTM, infusione, ecc. Periodo: 15 mag / 23 ott Quota di partecipazione: 200 euro (+IVA) a partecipante 2.4 NANOCOMPOSITI POLIMERICI L obiettivo del corso è analizzare l evoluzione dei nano materiali, conoscendo le varie famiglie di nano cariche disponibili, le loro proprietà e le caratteristiche che esse conferiscono al materiale finale, per sviluppare prodotti e materiali in grado di soddisfare gli obblighi di legge e di offrire al cliente performance distintive. Panoramica delle varie tipologie di nano cariche, loro produzione e applicazione ai sistemi polimerici Metodi di preparazione e caratterizzazione di nanocompositi polimerici Proprietà dei nanocompositi polimerici Applicazioni industriali dei nanocompositi polimerici e trend di sviluppo Periodo: 15 apr / 11 dic VANTAGGI: sconti ed agevolazioni Informazioni dettagliate a pag. 3 pagina 11

12 FORMAZIONE PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE 2 AREA CARATTERIZZAZIONE, MATERIALI e APPLICAZIONI 2.5 BIOPOLIMERI E LORO TRASFORMAZIONE L obiettivo del corso è fornire una panoramica aggiornata sulle tendenze ed evoluzioni dei polimeri utilizzati per sviluppare applicazioni eco-sostenibili. Le problematiche ambientali stanno acquisendo un importanza sempre maggiore. Negli ultimi anni sono state emesse direttive e decreti dalla CE per cercare di ridurre gli impatti ambientali generati dai manufatti a fine vita e dalle problematiche relative all uso e consumo eccessivo di petrolio. Introduzione sulle normative e sull eco-compatibilità I biopolimeri: introduzione generale Le principali famiglie di biopolimeri ad oggi presenti sul mercato, le loro proprietà, la processabilità e le applicazioni esistenti. NB: Il corso prevede inoltre la dimostrazione di prove pratiche di stampaggio ed estrusione presso i laboratori Proplast. Periodo: 24 mar / 28 ott 2.7 CORSO DI CARATTERIZZAZIONE CHIMICA, FISICA, TERMICA E DI RESISTENZA ALLA FIAMMA L obiettivo del corso è di far acquisire ai partecipanti le principali metodologie per la caratterizzazione dei materiali plastici dal punto di vista delle proprietà chimico-fisiche e termiche. Il corso è particolarmente indicato per aziende che trasformano materie plastiche, al fine di fornire competenze utili alla progettazione, alla ricerca e sviluppo prodotto e alla gestione / esecuzione del Controllo Qualità, sia in fase di accettazione di materie prime e semi-lavorati, sia sul prodotto finito. Caratteristiche chimiche: prove di viscosità in soluzione e altre misure di peso molecolare, prove di cristallinità, di fusione, di cristallizzazione e di transizione vetrosa. Caratteristiche fisiche: prove di densità, ritiri, durezza, permeabilità e assorbimento d umidità Caratteristiche termiche: prove della temperatura di rammollimento (Vicat) e di inflessione (HDT) Le principali tecniche di identificazione dei polimeri termoplastici e dei loro compound : esempi Prove di resistenza alla fiamma: filo incandescente (glow wire test), UL94, LOI, CTI NB: Il corso prevede lo svolgimento di esercitazioni pratiche in laboratorio, durante le quali gli allievi assisteranno all esecuzione e alla spiegazione di alcune delle prove affrontate durante la sessione teorica (in aula). Periodo: 12 giu 2.6 IL CONTROLLO DI QUALITÀ DEI MATERIALI POLIMERICI L obiettivo del corso è accrescere la competenza degli operatori addetti al Controllo Qualità (in Laboratorio, Produzione e Magazzino) nell esecuzione delle principali operazioni di Controllo in accettazione dei polimeri termoplastici e dei loro compounds, dalle operazioni di campionamento alle analisi chimico-fisiche di caratterizzazione. Il Controllo Qualità dei fornitori: definizione delle procedure di campionamento e dei piani di controllo Come leggere la documentazione di prodotto: i certificati di analisi e le specifiche tecniche Come svolgere una adeguata registrazione dei risultati I principali metodi di analisi su granulo (DSC, umidità, MFI, viscosità, ceneri, visual inspection, colore) NB: Il corso prevede lo svolgimento di esercitazioni pratiche in laboratorio, durante le quali gli allievi assisteranno all esecuzione di prove sui polimeri termoplastici, secondo i metodi analitici più diffusi nelle operazioni di Controllo Qualità (umidità, MFI, viscosità, ceneri, controllo visivo). Periodo: 20 mag 2.8 CORSO DI CARATTERIZZAZIONE MECCANICA-REOLOGICA-ELETTRICA L obiettivo del corso è far acquisire ai partecipanti le principali metodologie per la caratterizzazione dei materiali plastici dal punto di vista delle proprietà fisico-meccaniche e reologiche. Caratteristiche meccaniche: trazione, flessione, urto Informazioni di ausilio alla progettazione: creep e fatica (cenni) La simulazione del comportamento reale dei manufatti: impatto multiassiale, invecchiamento termico ed UV Caratteristiche reologiche: indice di fusione (melt flow index), reometria capillare e rotazionale - esempi Proprietà elettriche / dielettriche: conducibilità, rigidità dielettrica (cenni) NB: Il corso prevede lo svolgimento di esercitazioni pratiche in laboratorio, durante le quali gli allievi assisteranno all esecuzione e alla spiegazione di alcune delle prove affrontate durante la sessione teorica (in aula). Periodo: 13 giu VANTAGGI: sconti ed agevolazioni Informazioni dettagliate a pag. 3 pagina 12

13 FORMAZIONE PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE 2 AREA CARATTERIZZAZIONE, MATERIALI e APPLICAZIONI 2.9 TECNICHE ANALITICHE A CONFRONTO PER IDENTIFICARE LE PROBLEMATICHE SU MANUFATTI E MATERIALI L obiettivo del corso è trasferire ai tecnici che trasformano e utilizzano polimeri termoplastici le conoscenze necessarie per una corretta comprensione delle caratteristiche chimico-fisiche dei materiali e una visione generale delle tecniche analitiche maggiormente utilizzate per la verifica dei problemi più tipici che possono insorgere durante la trasformazione del materiale fornito. Il corso permetterà ai partecipanti di verificare la presenza di anomalie determinate dal materiale, di impostare correttamente l analisi del problema, dialogando in modo maggiormente consapevole con i fornitori e con i laboratori esterni che potranno supportare l azienda nella risoluzione dei problemi. Approccio alla tecnica del Problem Solving Descrizione delle possibili tipologie di prove di caratterizzazione e di verifica della qualità dei materiali Impostazione e comparazione dei metodi di prova Analisi delle cause tipiche di non conformità su manufatti e materiali Il corso include l analisi e la discussione di numerosi esempi pratici e di casi di studio reali, anche proposti dai partecipanti (segnalandoli al docente una settimana prima del corso). Periodo: 9 mag 2.10 RICICLO DELLE MATERIE PLASTICHE: ASPETTI TECNICI, NORMATIVI E APPLICAZIONI L obiettivo del corso è quello di favorire la corretta valutazione della sicurezza e della eco-compatibilità dei materiali provenienti da scarti industriali e da post-consumo per la realizzazione di manufatti ed imballaggi, nel rispetto delle normative vigenti. La sostenibilità Aspetti normativi Tipologie di riciclo delle materie plastiche (con approfondimento sul riciclo meccanico e caratteristiche delle plastiche da riciclo) Applicazioni delle MPS Casi esemplificativi di materiali e prodotti Periodo: 9 giu Quota di partecipazione: 300 euro (+IVA) a partecipante VANTAGGI: sconti ed agevolazioni Informazioni dettagliate a pag. 3 pagina 13

14 AREA GESTIONALE PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE 3 AREA GESTIONALE DOE for plastics - corso BASE DOE for plastics - corso AVANZATO Controllo statistico dei processi produttivi (ELEMENTI di BASE) Preparazione e presentazione di brevetti nel settore Materie Plastiche Gestione e rendicontazione di progetti finanziati per attività di ricerca e sviluppo Analisi dei costi e dell efficienza dei processi di stampaggio delle materie plastiche Analisi dei costi di stampaggio - Tecnologie Innovative 7 e 8 apr / 17 e 18 nov 5 mag / 12 dic 26 mag 28 mar / 30 ott 6 giu 27 giu 21 nov Info Le proposte formative - ove possibile - abbineranno all approccio didattico tradizionale (lezioni in aula) l analisi di casi ed esercitazioni di problem solving. pagina 14

15 3 AREA GESTIONALE VANTAGGI: FORMAZIONE PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE sconti ed agevolazioni Informazioni dettagliate a pag DOE FOR PLASTICS CORSO BASE (PROPEDEUTICO) 2 giornate L obiettivo del corso è l apprendimento delle tecniche di Design degli Esperimenti (Design Of Experiments). Grazie a queste tecniche statistiche, che si prestano all applicazione ai problemi tecnologici più svariati (es: la messa a punto della formulazione di un nuovo prodotto, la definizione dei parametri di processo ottimali per una determinata produzione ) è possibile preparare piani sperimentali molto più efficaci, che con un minore numero di prove permettono di ottenere un maggior numero di conclusioni significative e, quindi, di migliorare l'efficienza della sperimentazione con un notevole risparmio di tempi e di costi. L approccio statistico alla progettazione degli esperimenti: introduzione, obiettivi, principali metodologie Come analizzare i dati sperimentali: statistiche descrittive, teoria delle decisioni statistiche, analisi della varianza (ANOVA): esempi ed esercitazioni Tecniche per la preparazione di piani sperimentali: i piani Full Factorial e Fractional Factorial Esempi ed esercitazioni in aula utilizzando il programma Minitab Periodo: 7 e 8 apr / 17 e 18 nov Quota di partecipazione: 800 euro (+IVA) a partecipante per corso base NB: In caso di iscrizione immediata a entrambi i corsi la quota totale è di euro (+ IVA) a partecipante (da scontare del 30% per i soci Proplast) 3.2 DOE FOR PLASTICS - CORSO AVANZATO (PER COLORO CHE POSSIEDONO LE NOZIONI DEL DOE BASE) Tecniche per l'ottimizzazione dei risultati di piani a risposta multipla: il Response Optimizer - esempi ed esercitazioni su Minitab Tecniche per la preparazione di piani sperimentali per modelli non lineari: i piani Response Surface - esempi ed esercitazioni su Minitab Periodo: 5 mag / 12 dic Quota di partecipazione: 600 euro (+IVA) a partecipante N.B. Per partecipare al corso è indispensabile aver frequentato il corso DOE Base 3.3 CONTROLLO STATISTICO DEI PROCESSI PRODUTTIVI (ELEMENTI DI BASE) L obiettivo del corso è trasferire al personale di Produzione e delle funzioni collegate (manutenzione, sviluppo prodotto, ingegneria dei processi, ecc.) le nozioni base del Controllo Statistico del Processo, in modo da essere in grado di monitorare e tenere sotto controllo il processo di produzione in tutte le sue fasi, dal controllo delle materie prime in ingresso fino ai collaudi finali, riducendo sprechi, scarti e reclami, e migliorando così l efficienza complessiva. Il significato dei piani di controllo, dei metodi di analisi e delle specifiche di prodotto La misura: ripetibilità e riproducibilità Cause comuni e cause speciali di variabilità Principi base di statistica: gli istogrammi di frequenza, la distribuzione normale, il significato di media e deviazione standard La legge del "3 Sigma" I limiti di controllo e la capacità (Cp, Cpk) dei processi produttivi Introduzione alle carte di controllo per variabili e per attributi. Saranno proposte esercitazioni pratiche e analisi di casi durante lo svolgimento del corso per favorire un apprendimento attivo da parte degli allievi. Periodo: 26 mag pagina 15

16 3 AREA GESTIONALE VANTAGGI: sconti ed agevolazioni Informazioni dettagliate a pag PREPARAZIONE E PRESENTAZIONE DI BREVETTI NEL SETTORE INDUSTRIALE DELLE MATERIE PLASTICHE L obiettivo del corso è introdurre e approfondire la tematica brevettuale per conoscere opportunità e difficoltà della preparazione e presentazione di brevetti nel settore industriale delle materie plastiche, al fine di non sottovalutare possibili opportunità di tutela delle proprie attività di ricerca e sviluppo e non cadere in contraffazione di invenzioni di altri. Il corso fornisce un inquadramento di base delle metodologie e tecniche di brevettazione, esplorando la normativa europea e internazionale, nonché fornendo un concreto supporto alla valorizzazione della innovazione industriale. La ricerca brevettuale come fonte di informazione tecnica, monitoraggio dei concorrenti e opportunità di ottenere licenze Tipi e modalità delle ricerche brevettuali (tramite Banche Dati) Il brevetto come strumento di tutela delle invenzioni Procedure e suggerimenti per la preparazione e la presentazione di una domanda di brevetto Focus sui requisiti di brevettabilità Descrizione e comparazione delle possibili tipologie di deposito delle domande di brevetto Il corso prevede la presentazione di casi di studio ed esercitazioni proposte dal docente 3.5 GESTIONE E RENDICONTAZIONE DI PROGETTI FINANZIATI A FAVORE DI ATTIVITÀ DI RICERCA E SVILUPPO Periodo: 28 mar / 30 ott L obiettivo del corso è fornire supporto alle aziende nella ricerca di finanziamenti, nella presentazione di progetti su programmi di Ricerca & Sviluppo a livello Regionale, Nazionale ed Europeo, nella redazione dei report e nella gestione economico-finanziaria. Quando, come e dove individuare le opportunità di finanziamento Presentazione di una proposta di ricerca: ideazione del progetto, individuazione dei partner, stesura della proposta Impostazione e suggerimenti per condurre l attività di reporting Gestione del progetto: aspetti tecnici, finanziari e di comunicazione Focus sull attività di rendicontazione Attività di divulgazione: diffusione e protezione dei risultati 3.6 ANALISI DEI COSTI E DELL EFFICIENZA DEI PROCESSI DI STAMPAGGIO DELLE MATERIE PLASTICHE Periodo: 6 giu L obiettivo del corso è supportare le aziende che stampano materie plastiche nella gestione di uno dei problemi più complessi: riuscire ad avere una corretta visione dei costi collegati allo stampaggio ad iniezione, per poter definire con maggior precisione il costo finale dei prodotti. Al termine del corso i partecipanti potranno: avere una migliore comprensione sulla tipologia e sull analisi dei costi valutare correttamente l influenza dei singoli fattori di costo valutare criticamente l impatto dell efficienza operativa sul costo del prodotto Introduzione sulla strutturazione dei costi aziendali La definizione del costo del prodotto: logiche e approcci a confronto L influenza dell efficienza operativa nei processi industriali Saranno proposte esercitazioni pratiche e analisi di casi durante lo svolgimento del corso per favorire un apprendimento attivo da parte degli allievi. Periodo: 27 giu pagina 16

17 3 AREA GESTIONALE VANTAGGI: FORMAZIONE PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE sconti ed agevolazioni Informazioni dettagliate a pag ANALISI DEI COSTI DI STAMPAGGIO - TECNOLOGIE INNOVATIVE L obiettivo del corso è quello di fornire gli elementi che consentono la determinazione del costo finale del prodotto realizzato con l'impiego di tecnologie di stampaggio innovative. In particolare la valutazione del ritorno economico è un elemento fondamentale nella valutazione di nuovi investimenti, come nel caso di tecnologie quali lo stampaggio ad iniezione microcellulare o lo stampaggio con utilizzo del condizionamento dinamico degli stampi. Il corso si rivolge a referenti aziendali che in qualche misura desiderano ampliare la propria conoscenza dei costi aziendali e dei costi produttivi che concorrono a determinare il prezzo finale dei prodotti e si propone di fornire gli elementi di supporto per una corretta valutazione dei costi diretti di produzione di particolari realizzati con l utilizzo di queste nuove tecnologie di stampaggio ad iniezione. Brevi cenni riassuntivi sulla struttura dei costi aziendali e sulla definizione del costo del prodotto Analisi dei costi diretti, fissi e variabili, nel processo di stampaggio ad iniezione Analisi dei fattori di costo, fisso e variabile, in relazione all utilizzo delle nuove tecnologie di stampaggio (microcellulare e condizionamento dinamico) Presentazione di casi di studio ed esercitazioni in aula Periodo: 21 nov pagina 17

18 AREA SVILUPPO DEL CAPITALE UMANO PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE 4 AREA SVILUPPO DEL CAPITALE UMANO ESSERE (o diventare) CAPI INTERMEDI nel settore Materie Plastiche La valutazione delle prestazioni: metodi e strumenti di gestione delle relazioni, della comunicazione e del lavoro Sviluppare competenze di Public Speaking: corso pratico alla gestione della comunicazione in pubblico L Intelligenza Emotiva in Azienda La Gestione del Conflitto e dello Stress - Edizione Revolving La Gestione del Tempo e delle Priorità Gestione della Comunicazione Scritta Gestione di Risorse Umane Multiculturali 27 mag 20 giu 11 apr 21 feb 24 gen / 14 mar / 23 mag 19 mar 4 mar / 11 nov 1 apr Info Le proposte formative - ove possibile - abbineranno all approccio didattico tradizionale (lezioni in aula) l analisi di casi ed esercitazioni di problem solving. pagina 18

19 AREA 4 VANTAGGI: SVILUPPO DEL CAPITALE UMANO FORMAZIONE PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE sconti ed agevolazioni Informazioni dettagliate a pag ESSERE (O DIVENTARE) CAPI INTERMEDI NEL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE 2 giornate L obiettivo del corso è stimolare lo sviluppo del Capitale Umano, fornendo le conoscenze organizzative e gestionali utili a riflettere con maggiore consapevolezza sulla comunicazione, gli atteggiamenti, la motivazione e il clima nell ambiente di lavoro. Argomenti principali riguardano: La figura del capo : quali sono le competenze professionali richieste? È un ruolo più umano o più tecnico? Si basa più sul coinvolgimento o più sul controllo? L importanza di gestire Motivazione e Clima in modo pro-attivo, e non solo re-attivo Leadership: suggerimenti e considerazioni sulle caratteristiche di un buon leader La comunicazione interpersonale come strumento di gestione delle prestazioni Pre-cognizioni e pre-giudizi: i più comuni errori di comunicazione Alcune esercitazioni svolte durante il corso favoriranno una comprensione più approfondita dei concetti espressi e permetteranno di mettere in discussione le proprie modalità soggettive. NB: Il corso può essere indicato nel Report di Valutazione dello stress lavoro correlato come attività formativa finalizzata alla riduzione e al monitoraggio di situazioni di disagio interpersonale tali da sfociare in disfunzioni fisiche e psicologiche dei dipendenti. Periodo: 27 mag - Quota di partecipazione: 700 euro (+IVA) a partecipante 4.3 SVILUPPARE COMPETENZE DI PUBLIC SPEAKING: CORSO PRATICO ALLA GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE IN PUBBLICO Il corso intende trasferire competenze per migliorare la gestione della comunicazione e della relazione con altri interlocutori, in situazioni di confronto e interazione all interno di gruppi di lavoro. Per sua peculiarità, il corso è gestito con un approccio pratico e induttivo, in modo da permettere ai partecipanti l immediata messa in pratica dei concetti espressi. Parlare AD altri, PER altri, CON altri: quali differenze sostanziali? Come ci presentiamo: voce, postura, sguardo, velocità dell eloquio Usare lo sguardo per valorizzare ed enfatizzare i passaggi decisivi di un discorso Imparare a parlare/leggere mantenendo il contatto con chi ascolta, interpretando il testo e supportandone a livello non verbale i passaggi più significativi Prepararsi a gestire una comunicazione mediante tecniche di respirazione e visualizzazione Esercizi, simulazioni e role-play - svolti durante tutto il percorso didattico - consentiranno di capire i concetti proposti, mettendoli in pratica. Periodo: 11 apr LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI: METODI E STRUMENTI DI GESTIONE DELLE RELAZIONI, DELLA COMUNICAZIONE E DEL LAVORO 2 giornate 4.4 L INTELLIGENZA EMOTIVA IN AZIENDA L obiettivo del corso è l analisi delle competenze e la messa a punto di modalità e strumenti utili a impostare processi di valutazione e gestione delle prestazioni. Il corso si concentra sul concetto di Performance Management, che affronta la valutazione delle prestazioni come processo da condividere con le risorse umane valutate, al fine di intraprendere percorsi condivisi di miglioramento delle competenze e dei risultati. Analisi delle competenze e delle prestazioni Metodi e tecniche di valutazione delle prestazioni Performance management L approccio del Goal setting : quali obiettivi e motivazioni sono alla base delle prestazioni? Il ciclo di vita delle competenze e delle prestazioni Esercitazioni svolte durante il corso favoriranno una comprensione più approfondita dei concetti espressi e permetteranno di impostare il proprio sistema di valutazione delle prestazioni. Periodo: 20 giu - Quota di partecipazione: 600 euro (+IVA) a partecipante L ambiente di lavoro è uno dei contesti in cui risulta più importante riuscire a sviluppare una intelligenza che non sia solo logica, astratta, ancorata a dati oggettivi, ma che sia capace di gestire input emotivi e relazionali basati sull empatia, sul clima aziendale, sull interpretazione delle situazioni. Obiettivo del corso è quindi sviluppare consapevolezza sulle emozioni, imparare a conoscerle e approfondirne il vissuto, al fine di ri-conoscerle e utilizzarle nel modo più opportuno possibile durante le attività di lavoro. Emozioni, stati d animo e sentimenti: analisi dei concetti basilari per approfondire la conoscenza dell istinto, del controllo emotivo e della motivazione. Lavorare con Intelligenza Emotiva Il daltonismo emotivo Strategie di gestione proattiva delle emozioni : il circolo virtuoso tra comunicazione e ascolto; La gestione delle emozioni nelle situazioni critiche. Nella sessione pomeridiana, i partecipanti saranno coinvolti in attività pratiche utili a mettere alla prova la propria capacità di gestire le emozioni in modo corretto e costruttivo. Periodo: 21 feb - pagina 19

20 AREA 4 VANTAGGI: SVILUPPO DEL CAPITALE UMANO FORMAZIONE PER IL SETTORE DELLE MATERIE PLASTICHE sconti ed agevolazioni Informazioni dettagliate a pag LA GESTIONE DEL CONFLITTO E DELLO STRESS - EDIZIONE REVOLVING 4.7 LA GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE SCRITTA Affrontare situazioni conflittuali e stressanti fa parte della normalità della nostra vita personale e lavorativa. All interno delle organizzazioni di lavoro è importante conoscere e utilizzare i comportamenti che favoriscono lo scambio di informazioni, cercando di prevenire e risolvere le principali occasioni di malinteso o di conflitto. Il conflitto: cos è, perché sorge, le diverse tipologie Lo stress: che cos è, come affrontarlo e quando è opportuno evitarlo Stress e conflitto: strategie di prevenzione e di gestione proattiva Dall intelligenza emotiva all intelligenza sociale Il circolo virtuoso tra comunicazione e ascolto Persuasione, mediazione e negoziazione: la riformulazione di obiettivi e bisogni comuni Si prevede un confronto pratico e interattivo con i docenti sulle tematiche del corso. Periodo: 24 gen / 14 mar / 23 mag 4.6 LA GESTIONE DEL TEMPO E DELLE PRIORITÀ Il corso per la finalità di supportare le persone nella gestione migliorativa delle proprie attività professionali, sviluppando la capacità di individuare / stabilire le priorità, riuscendo a pianificare le proprie (e altrui) attività in modo funzionale al tempo disponibile e agli obiettivi che sono stati affidati. Il tempo come risorsa: riflessione sul tempo (necessario / disponibile / residuo comunque sempre limitato ) La definizione degli obiettivi: elemento essenziale per la definizione di priorità e performance attese Strumenti di pianificazione: Gantt, metodo ABC, to do list Il principio di Pareto applicato alla gestione del tempo e delle priorità Delegare: imperativo categorico di tutti coloro che non hanno mai abbastanza tempo. Ma a chi delegare? Cosa? Come? Imparare a dire di no: dal dire sempre sì ad apprezzare qualche no, per il raggiungimento del miglior risultato possibile Periodo: 19 mar + 1/2 giornata di FOLLOW UP Il percorso si propone di migliorare le personali competenze di scrittura dei partecipanti, trasmettendo loro i metodi e i trucchi del mestiere per imparare a semplificare e strutturare in modo efficace le comunicazioni. Cenni di teoria della comunicazione Consigli di buona scrittura: analisi dei principali aspetti linguistici della comunicazione: sintassi, lessico (tecnicismi, pseudotecnicismi, forestierismi, sigle, termini comuni) e stile. Analisi degli strumenti di comunicazione (anatomia di lettera e ) e applicazione delle tecniche di scrittura efficace I partecipanti saranno coinvolti in esercitazioni pratiche (discussione, analisi di testi, esercizi). Periodo: 4 mar / 11 nov 4.8 GESTIONE DI RISORSE UMANE MULTICULTURALI Obiettivo del corso è fornire le competenze interculturali fondamentali per saper gestire in modo efficace relazioni e problematiche che possono emergere in contesti di lavoro caratterizzati da un crescente pluralismo culturale. Attraverso l'analisi di casi di studio, role-play e testimonianze dirette si evidenzieranno le risorse e gli strumenti che l'intercultura, intesa come modo di pensare e di operare, mette a disposizione. L'approccio interculturale: coordinate di riferimento Stereotipi, malintesi e conflitti in contesti interculturali: quali strategie? La relazione con l'altro: decentramento, ascolto attivo e capacità di mediazione Analisi e discussione di casi concreti, esercitazioni e role-play Periodo: 1 apr pagina 20

INNOVAZIONE E FORMAZIONE

INNOVAZIONE E FORMAZIONE ENTRA INNOVAZIONE E FORMAZIONE LA STRATEGIA EUROPEA PER LE IMPRESE Innovazione e Istruzione sono due parole chiave in ognuna delle azioni che l Unione Europea prevede per raggiungere gli obiettivi di Europa

Dettagli

INNOVAZIONE E FORMAZIONE

INNOVAZIONE E FORMAZIONE ENTRA INNOVAZIONE E FORMAZIONE LA STRATEGIA EUROPEA PER LE IMPRESE Innovazione e Istruzione sono due parole chiave in ognuna delle azioni che l Unione Europea prevede per raggiungere gli obiettivi di Europa

Dettagli

CATALOGO CORSI PLASTICS ACADEMY PLASTICS INNOVATION POLE. Consorzio Alessandrino per la Formazione Tecnica IN COLLABORAZIONE CON CON IL SUPPORTO DI

CATALOGO CORSI PLASTICS ACADEMY PLASTICS INNOVATION POLE. Consorzio Alessandrino per la Formazione Tecnica IN COLLABORAZIONE CON CON IL SUPPORTO DI IN COLLABORAZIONE CON PLASTICS INNOVATION POLE CON IL SUPPORTO DI PROVINCIA di ALESSANDRIA PLASTICS ACADEMY CATALOGO CORSI 2012 Consorzio Alessandrino per la Formazione Tecnica L AZIENDA CRESCE CON LA

Dettagli

1 - I POLIMERI TERMOPLASTICI: STRUTTURA E MORFOLOGIA DESTINATARI

1 - I POLIMERI TERMOPLASTICI: STRUTTURA E MORFOLOGIA DESTINATARI 1 - I POLIMERI TERMOPLASTICI: STRUTTURA E MORFOLOGIA Il corso è destinato a stampatori, progettisti e a coloro che sono chiamati a trasformare i suddetti polimeri. L obiettivo è di evidenziare le differenze

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE DI DIREZIONE: ASSISTANT MANAGER 2ªedizione Al termine del percorso di sviluppo delle competenze, ogni partecipante sarà in grado di allenare le qualità manageriali

Dettagli

Master in ingegneria delle materie plastiche 2012

Master in ingegneria delle materie plastiche 2012 Master in ingegneria delle materie plastiche 2012 INFORMAZIONI GENERALI Descrizione del corso di formazione: Questo percorso di Master nasce dalla forte esigenza di soddisfare le richieste aziendali di

Dettagli

AREA MARKETING E COMUNICAZIONE

AREA MARKETING E COMUNICAZIONE AREA MARKETING E COMUNICAZIONE Si tratta di un area particolarmente centrale del nostro settore, che punta a sviluppare le capacità comunicative e le tecniche di marketing (anche quelle non convenzionali),

Dettagli

CATALOGO CORSI 2015 AREA: GESTIRE E POTENZIARE SE STESSI

CATALOGO CORSI 2015 AREA: GESTIRE E POTENZIARE SE STESSI CATALOGO CORSI 2015 AREA: GESTIRE E POTENZIARE SE STESSI I corsi, condotti da docenti qualificati e per un numero massimo di 10 persone, sono rivolti allo sviluppo competenze personali, per aumentare l

Dettagli

TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI

TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI Corso di Alta Formazione - Innovazione, Finanza e Management per le PMI Premessa La LUM School of Management crede fermamente

Dettagli

FORMAZIONE COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO TORINO IVREA. Corso di alta formazione CORSO GRATUITO

FORMAZIONE COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO TORINO IVREA. Corso di alta formazione CORSO GRATUITO COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO Corso di alta formazione FORMULA INTENSIVA 7 venerdì non consecutivi di lezione in aula DOPPIA EDIZIONE: TORINO 1 EDIZIONE DAL 31 GENNAIO

Dettagli

Applicare il Six Sigma. Un esempio

Applicare il Six Sigma. Un esempio Applicare il Six Sigma Un esempio Indice 1. Oggetto e Scenario 2. Obiettivi dell intervento 3. L approccio Festo Consulenza e Formazione 4. Struttura del progetto Oggetto e Scenario Il progetto in oggetto

Dettagli

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE manageriali f o r m a z i o n e IL CONTESTO Le trasformazioni organizzative e culturali che stanno avvenendo nelle amministrazioni comunali,

Dettagli

Newsletter Aprile 2012

Newsletter Aprile 2012 Newsletter Aprile 2012 Lo IAL - Innovazione Apprendimento Lavoro della Campania, da sempre attento alle richieste formative e di aggiornamento che arrivano dai giovani e dal mercato del lavoro, con questa

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche

MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche legale: Corso Mazzini 151, Ascoli Piceno operativa: C.da S. Giovanni Scafa, San Benedetto del Tronto (centro

Dettagli

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione ARTIGIANATO

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione ARTIGIANATO SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali Articolazione ARTIGIANATO ISTRUZIONE PROFESSIONALE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali

Dettagli

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B Fornire ai partecipanti elementi di Marketing, applicati alla realtà Business to Business. MARKETING B2B Il corso si rivolge a tutti coloro che si occupano di vendite

Dettagli

Restaurant Manager Academy

Restaurant Manager Academy Restaurant Manager Academy 1 La conoscenza non ha valore se non la metti in pratica L Accademia Un percorso formativo indispensabile per l attività di un imprenditore nel settore della ristorazione e dell

Dettagli

RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo RICERCA, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELAZIONALI DEL PERSONALE INTERNO A CONTATTO CON IL CLIENTE

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELAZIONALI DEL PERSONALE INTERNO A CONTATTO CON IL CLIENTE LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELAZIONALI DEL PERSONALE INTERNO A CONTATTO CON IL CLIENTE La qualità del servizio passa attraverso la qualità delle persone 1. Lo scenario In presenza di una concorrenza

Dettagli

Experiential Training Activity

Experiential Training Activity Experiential Training Activity L EXPERIENTIAL TRAINING ACTIVITY È un modo di fare formazione che va da semplici tecniche all'aperto fino a progetti molto complessi. L Experiential Training Activity è una

Dettagli

Corsi E-Learning a catalogo

Corsi E-Learning a catalogo E-Learning a catalogo Indice documento gratuiti (12 titoli)... "compliance" (7 titoli)... software & IT (16 titoli)... di lingua (36 titoli)... (136 titoli)... Caratteristiche e modalità di acquisto...

Dettagli

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore)

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) FOCUS: IL POSSIBILE CO-MARKETING Il focus intende coinvolgere i presidenti delle cooperative nell analisi di un possibile co-marketing. Raccogliere

Dettagli

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio Allegato 1 REVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMPARTO Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio SINTESI DEI COMPORTAMENTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

6.A.1 Logistica interna ed esterna

6.A.1 Logistica interna ed esterna 6.A.1 Logistica interna ed esterna Il corso si propone di fornire un quadro chiaro di inquadramento della logistica e delle sue principali funzioni in azienda. Si vogliono altresì fornire gli strumenti

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

SOFT SKILLS COMPETENZE PROFESSIONALI PER LA DIFFERENZA

SOFT SKILLS COMPETENZE PROFESSIONALI PER LA DIFFERENZA SOFT SKILLS COMPETENZE PROFESSIONALI PER LA DIFFERENZA I seminari sono rivolti a Periti che desiderano migliorare e potenziare le proprie competenze trasversali. L attenzione è infatti rivolta non alle

Dettagli

Piano di studio. Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Competenze gestionali e relazionali del docente di classe

Piano di studio. Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Competenze gestionali e relazionali del docente di classe Piano di studio Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Competenze gestionali e relazionali del docente di classe Stato del documento: Approvato dalla Direzione DFA il 15 giugno 2011 Introduzione Il

Dettagli

SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore. Il progetto in breve

SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore. Il progetto in breve SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore Il progetto in breve Questo percorso formativo si propone di formare 25 persone in modo da aumentarne la capacità

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

Art. 1 - Oggetto. Oggetto del presente Piano è la progettazione di massima dei corsi per il triennio 2014-2016 e il relativo preventivo economico.

Art. 1 - Oggetto. Oggetto del presente Piano è la progettazione di massima dei corsi per il triennio 2014-2016 e il relativo preventivo economico. PIANO DI FORMAZIONE TRIENNIO 2014-2016 AI SENSI DELLA CONVENZIONE TRA LA SCUOLA NAZIONALE DELL AMMINISTRAZIONE E L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Art. 1 - Oggetto Oggetto del presente Piano

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 AREA 2 FORMAZIONE TECNICO-MANAGERIALE IRECOOP UMBRIA Ente di formazione professionale di CONFCOOPERATIVE UMBRIA 0 INDICE DEI CORSI A CATALOGO COMUNICAZIONE EFFICACE.....

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI E DESTINATARI

OBIETTIVI FORMATIVI E DESTINATARI DIRETTORE SCIENTIFICO Prof. Franco Burla Psichiatra, specialista in Psicologia Clinica - Sapienza Università di Roma. DOCENTI Prof.ssa Sociologo, Counselor, Formatore - Sapienza Università di Roma. Dott.

Dettagli

Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME. Corsi di Alta Formazione PREMESSA CONTENUTI

Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME. Corsi di Alta Formazione PREMESSA CONTENUTI Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME Corsi di Alta Formazione PREMESSA La LUM School of Management crede fermamente nel ruolo cruciale della formazione manageriale

Dettagli

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali L indirizzo Produzioni industriali e artigianali, nel secondo biennio e nell ultimo anno, attraverso un insieme omogeneo e

Dettagli

Introduzione al processo MuCell

Introduzione al processo MuCell I nuovi sviluppi: analisi dei vantaggi della tecnologia microcellulare dalla riduzione delle deformazioni alle superfici estetiche (Andrea Romeo - Proplast, Alessio Goria Onnistamp) -Prima parte- Introduzione

Dettagli

5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC)

5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC) 5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC) F [2.A.3] Gli obiettivi che si vogliono raggiungere sono relativi alla comprensione del metodo, all utilizzo sistematico delle, alla progettazione di un controllo

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

Dettagli

SEDE CORSI. Aula formativa a Conegliano. Aula formativa a Jesolo. In House del cliente

SEDE CORSI. Aula formativa a Conegliano. Aula formativa a Jesolo. In House del cliente ORGANISMO ACCREDITATO PER LA FORMAZIONE CONTINUA REGIONE VENETO AZIENDA CERTIFICATA PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE AZIENDALE SEDE CORSI Aula formativa a Conegliano Aula formativa a Jesolo In House del

Dettagli

Progetto. TRANSALP Lavoro senza frontiere. Analisi delle competenze. profilo professionale: CAPO CANTIERE

Progetto. TRANSALP Lavoro senza frontiere. Analisi delle competenze. profilo professionale: CAPO CANTIERE Progetto TRANSALP Lavoro senza frontiere Analisi delle competenze profilo professionale: CAPO CANTIERE Analisi a cura di CARTESA Data a seguito dell intervista: Persona intervistata: Ruolo: indirizzo,

Dettagli

TRAINING. Riservato ad agenti e venditori. (3 giornate intervallate)

TRAINING. Riservato ad agenti e venditori. (3 giornate intervallate) TRAINING Riservato ad agenti e venditori (3 giornate intervallate) 2 1. INTERPRETARE IL PROPRIO RUOLO CON ORGOGLIO, POSITIVITÀ, CREATIVITÀ E CORAGGIO, RAFFORZANDO LA PROPRIA AUTOMOTIVAZIONE AL MIGLIORAMENTO

Dettagli

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita PRESENTAZIONE Bluform, società affermata nell ambito della Consulenza e della Formazione aziendale, realizza percorsi formativi rivolti ai dirigenti ed ai dipendenti delle aziende che vogliono far crescere

Dettagli

ANACI Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari Sede Provinciale Pescara

ANACI Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari Sede Provinciale Pescara ANACI Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari Sede Provinciale Pescara CORSO di IPERMANAGING: LO SVILUPPO PERSONALE DELL AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO Luogo: Sede Provinciale ANACI

Dettagli

Programmazione modulare per la classe quarta Articolazione: Accoglienza turistica Servizi di sala e vendita - Enogastronomia

Programmazione modulare per la classe quarta Articolazione: Accoglienza turistica Servizi di sala e vendita - Enogastronomia Grazia Batarra, Monica Mainardi Imprese ricettive & ristorative oggi per il quinto anno Edizione mista Tramontana Programmazione modulare per la classe quarta : Accoglienza turistica Servizi di sala e

Dettagli

Kiwa Cermet Idea. Corsi di Formazione

Kiwa Cermet Idea. Corsi di Formazione Kiwa Cermet Idea Corsi di Formazione Aggiornamento è Crescita La formazione permette di stimolare e accompagnare, in modo costante, lo sviluppo professionale delle persone, in coerenza con le strategie

Dettagli

LO SVILUPPO DEI DIRIGENTI: COMPETENZE PER LO SCENARIO ATTUALE

LO SVILUPPO DEI DIRIGENTI: COMPETENZE PER LO SCENARIO ATTUALE FORMAZIONE PER I DIRIGENTI CORSI GRATUITI 2011 Piano Formativo LO SVILUPPO DEI DIRIGENTI: COMPETENZE PER LO SCENARIO ATTUALE (FDIR 3136) QUALE FORMAZIONE PER I DIRIGENTI NEL CONTESTO ATTUALE? E risaputo

Dettagli

Catalogo di offerte formative per lo sviluppo di competenze di base nell edilizia sostenibile

Catalogo di offerte formative per lo sviluppo di competenze di base nell edilizia sostenibile Catalogo di offerte formative per lo sviluppo di competenze di base nell edilizia sostenibile Trento, 5 dicembre 2010 L offerta formativa proposta nel presente catalogo è rivolta allo sviluppo delle competenze

Dettagli

PIANO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I VOLONTARI DELLA SARDEGNA

PIANO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I VOLONTARI DELLA SARDEGNA 2016 PIANO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I VOLONTARI DELLA SARDEGNA LA FORMAZIONE...Una formazione che accolga la persona nella sua unicità ed unitarietà, formazione di uomini e donne solidali, una

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO FRANCAVILLA FONTANA (Br) Scuola Secondaria di I grado P. Virgilio Marone

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO FRANCAVILLA FONTANA (Br) Scuola Secondaria di I grado P. Virgilio Marone PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO FRANCAVILLA FONTANA (Br) Scuola Secondaria di I grado P. Virgilio Marone PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI EDUCAZIONE ECNICA Centro Territoriale Permanente per l Istruzione e la Formazione

Dettagli

SERVIZIO DESCRIZIONE VANTAGGI PREZZO ORARIO

SERVIZIO DESCRIZIONE VANTAGGI PREZZO ORARIO formazione ORARIO Formazione in aula Corsi collettivi monoaziendali oppure interaziendali su programma prestabilito 1. Esperienza formatori 2. Teoria e pratica 3. Ampiezza delle proposte 4. Soddisfazione

Dettagli

OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA

OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA OPPORTUNITA FORMATIVE IRECOOP EMILIA ROMAGNA SEDE DI RAVENNA PROGETTARE IN EUROPA Risultati attesi La partecipazione ad un bando europeo presuppone, prima di tutto, lo sviluppo di un idea progettuale contenutisticamente

Dettagli

Responsabili dei Sistemi Qualità secondo la nuova edizione delle ISO 9000

Responsabili dei Sistemi Qualità secondo la nuova edizione delle ISO 9000 La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Percorso di Specializzazione per Responsabili dei Sistemi Qualità secondo la nuova edizione delle ISO 9000

Dettagli

Percorso per Formatori Interni Diventare Esperti del

Percorso per Formatori Interni Diventare Esperti del La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Percorso per Formatori Interni Diventare Esperti del Processo Formativo Modulo 1 L'analisi dei bisogni

Dettagli

Procedure di lavoro in ambienti confinati Livello specialistico

Procedure di lavoro in ambienti confinati Livello specialistico Procedure di lavoro in ambienti confinati Livello specialistico La formazione riferita a questo modulo formativo intende far acquisire le nozioni relative alla normativa e ai processi operativi che governano

Dettagli

CATALOGO CORSI GRATUITI GARANZIA GIOVANI

CATALOGO CORSI GRATUITI GARANZIA GIOVANI CATALOGO CORSI GRATUITI GARANZIA GIOVANI SOMMARIO Competenze informatiche per l office automation... 3 Competenze informatiche: Software di videoscrittura... 4 Competenze informatiche: Software fogli di

Dettagli

Catalogo corsi di formazione in videoconferenza

Catalogo corsi di formazione in videoconferenza Catalogo corsi di formazione in videoconferenza Abilità personali Contabilità - finanza Gestione aziendale amministrazione Marketing vendite Assicurazioni Aprile 2015 Catalogo corsi di formazione in videoconferenza

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE!

HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE! HAI UNA PICCOLA IMPRESA? INSIEME A NOI PUOI FARLA CRESCERE! 2014 FORMAPER SVILUPPO DELL IMPRENDITORIALITÀ Formaper è un azienda speciale della Camera di Commercio di Milano nata nel 1987 con la missione

Dettagli

AREA COMUNICAZIONE. 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicare in Rete 3. Parlare in Pubblico 4. Presentazioni Efficaci

AREA COMUNICAZIONE. 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicare in Rete 3. Parlare in Pubblico 4. Presentazioni Efficaci AREA COMUNICAZIONE 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicare in Rete 3. Parlare in Pubblico 4. Presentazioni Efficaci LA COMUNICAZIONE EFFICACE Significato e Finalità Conoscere il funzionamento del processo

Dettagli

Caratteristiche del percorso formativo

Caratteristiche del percorso formativo Caratteristiche del percorso formativo La Negoziazione per la gestione dei conflitti e delle divergenze e la mediazione in ambito familiare Descrizione sintetica del programma formativo La Mediazione Familiare,

Dettagli

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 10 OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI AUTOCONTROLLO ATTENZIONE E PARTECIPAZIONE ATTEGGIAMENTO E COMPORTAMENTO

Dettagli

APPROFONDIMENTO LABORATORIO SIMULAZIONE DI UNA MODERNA AZIENDA MECCATRONICA INTEGRATA DIVISIONE PER AREE AZIENDALI

APPROFONDIMENTO LABORATORIO SIMULAZIONE DI UNA MODERNA AZIENDA MECCATRONICA INTEGRATA DIVISIONE PER AREE AZIENDALI APPROFONDIMENTO LABORATORIO SIMULAZIONE DI UNA MODERNA AZIENDA MECCATRONICA INTEGRATA DIVISIONE PER AREE AZIENDALI Area Progettazione Area Acquisti Area Produzione Area Assistenza Tecnica Area Marketing

Dettagli

Maggiore efficienza > Conoscenza più approfondita > Valore superiore. Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

Maggiore efficienza > Conoscenza più approfondita > Valore superiore. Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 Dieci motivi per utilizzare Windchill 10 Maggiore efficienza nell intero ciclo di vita del prodotto Conoscenza più approfondita delle prestazioni del prodotto Valore superiore dal sistema PLM NOTA: per

Dettagli

Inglese per collaborare e vendere nel mercato globale Livello avanzato

Inglese per collaborare e vendere nel mercato globale Livello avanzato Inglese per collaborare e vendere nel mercato globale Livello avanzato Il corso si prefigge di far apprendere ai lavoratori le nozioni fondamentali del marketing e del customer care in lingua inglese e

Dettagli

Metrologia e gestione dei laboratori di misura e prova

Metrologia e gestione dei laboratori di misura e prova M di conferma metrologica Obiettivi generali Accrescere la competenza e le abilità del personale operante all interno dei laboratori e del controllo qualità Fornire un quadro completo ed esaustivo di tutte

Dettagli

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione INDUSTRIA

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione INDUSTRIA SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali Articolazione INDUSTRIA 1 ISTRUZIONE PROFESSIONALE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - SARTO Addetto alla rifinitura

Dettagli

PRESENTAZIONE DELL AZIENDA LA FORMAZIONE GRUEMP PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE TRASVERSALI

PRESENTAZIONE DELL AZIENDA LA FORMAZIONE GRUEMP PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE TRASVERSALI PRESENTAZIONE DELL AZIENDA GRUEMP nasce nel 1993 come conseguenza di un percorso di formazione personale e professionale dei titolari e ispiratori del progetto, Claudio e Damiano Frasson, che hanno saputo

Dettagli

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI La qualità organizzativa passa attraverso la qualità delle persone 1. Le ragioni del corso Nella situazione attuale, assume una rilevanza sempre maggiore la capacità

Dettagli

Professional Competence

Professional Competence Settembre 2011 Presentazione Il coaching è per noi l arte di accompagnare qualcuno alla meta. Il corso offre le basi e i principali strumenti per chi intende far proprio il coaching come modello di riferimento

Dettagli

I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress

I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress I Corsi SNAPform 2015 Life in Progress Work in Progress Counselor in Progress Chi si Forma non si ferma! www.snapform.it info@snapform.it Corsi LIFE IN PROGRESS Il counseling per la vita di tutti i giorni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO

AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO Gestire la relazione di vendita con efficacia 1 Corso base in commercio estero 2 L efficacia commerciale: corso per operatori al servizio vendita 3

Dettagli

ABILITA : UTILIZZARE CONOSCENZE DI DEAF STUDIES NELLA PROGETTAZIONE DIDATTICA

ABILITA : UTILIZZARE CONOSCENZE DI DEAF STUDIES NELLA PROGETTAZIONE DIDATTICA Obiettivi: CORSO DOCENTE LIS II EDIZIONE A:S: 2015/2016 Programma e Contenuti Il corso per Docente di LIS si articola in un percorso didattico finalizzato alla formazione di personale qualificato. L obiettivo

Dettagli

Riflessioni sulla e-leadership

Riflessioni sulla e-leadership PIANO NAZIONALE PER LA CULTURA, LA FORMAZIONE E LE COMPETENZE DIGITALI Riflessioni sulla e-leadership (a cura di Franco Patini e Clementina Marinoni) Nella sua più completa espressione l e-leader è una

Dettagli

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 14/078/CR08bis/C9

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 14/078/CR08bis/C9 CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 14/078/CR08bis/C9 STANDARD FORMATIVO PER L ATTIVITÀ DI INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE STRAORDINARIA DI IMPIANTI ENERGETICI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI

Dettagli

PARLARSI IN AZIENDA Per motivare, capirsi e lavorare con profitto

PARLARSI IN AZIENDA Per motivare, capirsi e lavorare con profitto PARLARSI IN AZIENDA Per motivare, capirsi e lavorare con profitto 20 APRILE - 11 e 25 MAGGIO 2015 ORE 9.30-17.30 QUALE MODO DI DIALOGARE E PIU EFFICACE PER AVERE IL MASSIMO DA CLIENTI E COLLABORATORI?

Dettagli

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA Via Montesanto, 15/6 34170 Gorizia Centralino 0481-3861 E-mail ersa@ersa.fvg.it Codice fiscale e partita IVA 00485650311 Servizio divulgazione, assistenza Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE

Dettagli

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013

MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA MASTER I LIVELLO IN MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTOPER LE PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2012/2013 1 MASTER I LIVELLO MANAGEMENT SANITARIO PER LE FUNZIONI

Dettagli

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE

LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PER UNA FORZA VENDITA VINCENTE Non c è mai una seconda occasione per dare una prima impressione 1. Lo scenario Oggi mantenere le proprie posizioni o aumentare le quote di mercato

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE SETTEMBRE - DICEMBRE 2006 LA COMUNICAZIONE EFFICACE IN AZIENDA

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE SETTEMBRE - DICEMBRE 2006 LA COMUNICAZIONE EFFICACE IN AZIENDA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE SETTEMBRE - DICEMBRE 2006 Si ricorda che è ancora aperto il Bando provinciale dove è possibile richiedere il finanziamento per la partecipazione a corsi di formazione. Prossima

Dettagli

I processi aziendali e l industria della cornice di legno.

I processi aziendali e l industria della cornice di legno. I processi aziendali e l industria della cornice di legno. Productio Flow può essere classificato come un sistema software progettato ad hoc sulle esigenze gestionali dell industria della cornice di legno

Dettagli

PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO

PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO anno scolastico 2012/2013 MOTIVAZIONE PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO Perché orientamento nella scuola secondaria di primo grado.

Dettagli

QUALIFICAZIONE CATALOGO FORMATIVO Sezione 1A Fondimpresa LABOR MEDICAL SRL

QUALIFICAZIONE CATALOGO FORMATIVO Sezione 1A Fondimpresa LABOR MEDICAL SRL QUALIFICAZIONE CATALOGO FORMATIVO Sezione 1A Fondimpresa LABOR MEDICAL SRL Tematica formativa del Catalogo* Titolo del corso in Catalogo Durata del corso (in ore) Livello del corso ** Modalità di verifica

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE

CORSO DI ALTA FORMAZIONE CORSO DI ALTA FORMAZIONE TITOLO DEL CORSO Project Manager TIPOLOGIA FORMATIVA DEL PROGETTO Formazione professionale PROFILO PROFESSIONALE Il Corso di Alta Formazione è rivolto a coloro che intendono acquisire

Dettagli

PROMUOVERE LO SVILUPPO PERSONALE E SOCIALE. Laboratorio Life Skills Education 2007

PROMUOVERE LO SVILUPPO PERSONALE E SOCIALE. Laboratorio Life Skills Education 2007 PROMUOVERE LO SVILUPPO PERSONALE E SOCIALE 200 Programma di lavoro PRIMA PARTE: FONDAMENTI TEORICI la scuola dell autonomia come contesto di promozione della salute e dello sviluppo personale e sociale

Dettagli

AREA human resources. La selezione del personale 3. L assessment e la valutazione del potenziale 4. Gli strumenti 5. L analisi di clima 7

AREA human resources. La selezione del personale 3. L assessment e la valutazione del potenziale 4. Gli strumenti 5. L analisi di clima 7 AREA human resources La selezione del personale 3 L assessment e la valutazione del potenziale 4 Gli strumenti 5 L analisi di clima 7 AREA management & behavioral training La formazione del personale 9

Dettagli

Essere Manager per creare valore

Essere Manager per creare valore FORMAZIONE E SERVIZI INNOVATIVI - RAVENNA CATALOGO CORSI www.ecipar.ra.it/som Essere Manager per creare valore Ecipar di Ravenna School of Management La School Of Management (SOM) realizzata da Ecipar

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

Corso 1.Y.1 - Aggiornamento per R.S.P.P. - Macrosettori di attività ATECO 3, 4, 5, 7 (D.

Corso 1.Y.1 - Aggiornamento per R.S.P.P. - Macrosettori di attività ATECO 3, 4, 5, 7 (D. Ambiente e Sicurezza Corso 89.1 R.L.S. - Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Corso 1.W.1 Aggiornamento per R.S.P.P. - Macrosettori di attività ATECO 1, 2, 6, 8, 9 (D. Lgs. 81/08) Corso 1.Y.1

Dettagli

Percorso IDI Verona IL BILANCIO PER I NON SPECIALISTI: ELEMENTI FORMALI E INDICAZIONI STRATEGICHE

Percorso IDI Verona IL BILANCIO PER I NON SPECIALISTI: ELEMENTI FORMALI E INDICAZIONI STRATEGICHE IL BILANCIO PER I NON SPECIALISTI: ELEMENTI FORMALI E INDICAZIONI STRATEGICHE LEADER@WORK: MIGLIORARE IL CLIMA AZIENDALE E LE PRESTAZIONI DEI TEAM INTERNAZIONALIZZAZIONE: SCEGLIERE, VALUTARE E CONQUISTARE

Dettagli

CEREF Soc. Coop. a r.l. Viale Monza, 12 20127 Milano www.ceref.net - Catalogo corsi di Formazione per la Distribuzione Commerciale -

CEREF Soc. Coop. a r.l. Viale Monza, 12 20127 Milano www.ceref.net - Catalogo corsi di Formazione per la Distribuzione Commerciale - 3333 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE PER LA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE INDICE AREA COMMERCIALE E GESTIONALE Lo scenario e gli sviluppi della GD in Italia e in Europa pag. 2 Le leve commerciali della distribuzione

Dettagli

Corso di Programmazione e Controllo SEDE DI FANO

Corso di Programmazione e Controllo SEDE DI FANO Corso di Programmazione e Controllo SEDE DI FANO Docente: Selena Aureli LEZIONE 3 1 Dalla funzione al contenuto dell attività direzionale Dopo la II WW (anni 50), molti autori cercano di approfondire in

Dettagli

Corso di formazione in Business Travel & Mobility Management

Corso di formazione in Business Travel & Mobility Management Corso di formazione in Business Travel & Mobility Management Travel for business Business Travel & Mobility Management: gestire le politiche di viaggio per contribuire al successo delle aziende. In un

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab.

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab. Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Gli elementi che caratterizzano il Sistema Qualità e promuovono ed influenzano le politiche di gestione delle risorse

Dettagli

TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE

TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE PIANI DI STUDIO QUARTO ANNO DI DIPLOMA PROFESSIONALE TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE 1 COMUNICAZIONE E PARTECIPAZIONE SOCIALE L ambito Comunicazione e partecipazione sociale concorre a mettere lo studente

Dettagli

IL PROGETTO QUALITA TOTALE 2007-2013

IL PROGETTO QUALITA TOTALE 2007-2013 UNIONE EUROPEA IL PROGETTO QUALITA TOTALE 2007-2013 Sentirsi protagonisti per il successo del progetto MODULO II Strumenti e iniziative per lo sviluppo del progetto 16 luglio 2009 Indice Il percorso nell

Dettagli

TECNOLOGIE DI LIQUID MOULDING

TECNOLOGIE DI LIQUID MOULDING TECNOLOGIE DI LIQUID MOULDING Tecniche legate alla produzione di materiali compositi, caratterizzate dal flusso di una matrice polimerica termoindurente (resina) attraverso un rinforzo asciutto a base

Dettagli