Post Trade event London Stock Exchange Group

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Post Trade event London Stock Exchange Group"

Transcript

1 Post Trade event

2 Agenda - L offerta di Monte Titoli e T2S - I progetti di CC&G: EMIR e CCP su ICSDs - UnaVista Trade Repository service London Stock Exchange Group 24 giugno 2013 Page 2

3 L offerta di Monte Titoli in T2S: come accrescere l efficienza e ridurre i costi London Stock Exchange Group 24 giugno 2013 Page 3

4 Cosa vi offrirà Monte Titoli Obiettivi Massima flessibilità e efficienza Rendere facilmente fruibili tutte le nuove funzionalità messe a disposizione da T2S in maniera efficiente Soluzioni per massimizzare l attuale infrastruttura e minimizzare gli impatti Continuare a offrire il miglior servizio sui titoli italiani, senza modifiche Avvalersi delle attuali interfacce e strutture contabili La possibilità di scegliere MT come unico punto di accesso a tutti i mercati Estendere il network per una copertura completa dei mercati Offrire un gamma completa di servizi (fiscali, multi-currency, asset servicing) Cliente DCP ICP DCP + ICP Page 4

5 Differenze tra partecipazione (sempre diretta) e connessione (diretta o indiretta) Elementi in comune tra DCP e ICP Sono entrambi partecipanti diretti a MT / T2S Gestiscono direttamente i loro conti (come già oggi) con piena visibilità in T2S sulle controparti Per entrambe le connessioni valgono gli stessi cut off time, quelli di T2S ICP Utilizzo dell interfaccia di X-TRM Uso degli attuali canali di comunicazione (RNI, A2A, SWIFT, WEB) Principale differenza DCP Utilizzo dell interfaccia e del canale di comunicazione (ISO20022) di T2S Driver di scelta Quanti CSDs intendo utilizzare? Quanti investimenti intendo effettuare? Quale è il costo nelle due soluzioni? Page 5

6 Per i DCP T2S significa: Flessibilità ed efficienza Accesso a tutte le funzionalità messe a disposizione da T2S Possibilità di ricevere messaggi SWIFT anche per l asset servicing Pricing competitivo Possibilità di connessione «mista» con funzionalità / informazioni aggiuntive, non disponibili in T2S, direttamente fornite da MT DCP X-TRM SWIFT X-TRM SWIFT L approccio al mercato scelto da MT permette ai propri clienti di proporsi come hub aggregatore su più paesi Page 6

7 Per gli ICP T2S significa: semplificazione, riduzione dei costi, controllo diretto della liquidità Semplificazione operativa Omogeneità di processo e messaggi per titoli domestici ed esteri Utilizzo degli attuali codici conto e controparte Utilizzo dell attuale nomenclatura per tipologia contratto Possibilità di avere tutte le controparti (italiane ed estere) sulla medesima piattaforma di settlement (oltre 2000 banche collegate a T2S) Utilizzo attuale infrastruttura Utilizzo dell attuale struttura di conti titoli e cash Utilizzo dell attuale interfaccia e canali di comunicazione Nessun cambiamento alla struttura di custody (corporate action, RCC, FIS, etc.) Utilizzo dei servizi di custody di MT, i più efficienti ed economici sui titoli italiani Utilizzo del proprio conto cash in T2 Nessun bisogno di linee di credito Pieno controllo dei propri asset (titoli e contante) Fornitura dei previsionali e del purchasing power (ex G32) Page 7

8 ICP: Con T2S rimarranno invariati i flussi informativi... I clienti con connessione indiretta potranno utilizzare i messaggi già oggi in essere Flussi odierni T2S Banca Banca Msg G50 G52 Msg G50 G52 Mercato OTC Mercato OTC Msg G56 Msg G56 X-TRM X-TRM CCP No CCP CCP No CCP Msg G32 Msg G56 Express2 T2S Page 8

9 la struttura dei conti titoli e controparte e la tipologia di contratti Utilizzo della struttura conti titoli e controparte I clienti utilizzeranno gli attuali codici controparte e codice conto (ABI e CED) Monte Titoli tramuterà gli attuali codici nei codici utilizzati da T2S Transaction Source X-TRM Alias T2S Attuale tipologia contratti I clienti continueranno ad utilizzare le attuali tipologie di contratti Queste tipologie verranno trasformate da MT in tipologie riconosciute da T2S Market Trades Trade Purchase/sale of securities against a price Repurchase agreements (Repos) Delivery/receipt of securities against cash or free of payment Payment free of delivery Guaranteed markets Not guaranteed markets; X-TRM Participants X-TRM Participants NCB, CCPs, X-TRM Participants, Automatic NCB, CCPs, X-TRM Participants, Automatic CVT PCT CVT PCT CTC CTC DVP, DWP, RVP, RWP DVP/RVP 2 settlement instructions DVP,RVP FOP, DVP, DWP PFOD Page 9

10 ICP: Investimenti minimi e distribuiti nel tempo Investimenti in funzione del grado di automazione che si intende raggiungere. A titolo esemplificativo: Messaggi 721 da gestire automaticamente? Richiedere la parzializzazione sulle settlement instruction? Utilizzare le funzioni di linkage di T2S per collegare più istruzioni di regolamento? Possibilità di un investimento distribuito nel tempo per raggiungere livelli sempre maggiori di automazione Costi di adeguamento di un ICP Il dato effettivo dipende anche dalla dimensione del cliente Investimenti EUR 300K Livello automazione Fonte: stime interne in base ad un analisi dei processi impattati da T2S per clienti di medie dimensioni Page 10

11 Principi guida del pricing di Monte Titoli Monte Titoli conferma il suo impegno a mantenere invariato il costo di settlement domestico sino all avvio della seconda Wave di T2S A partire dalla Wave 2 le fee di Monte Titoli per il settlement in T2S non saranno superiori alle attuali e si applicheranno sia ai titoli domestici che ai titoli esteri non appena l investor CSD entrerà in T2S A partire dalla Wave 2, Monte Titoli applicherà una fee differenziata a seconda del tipo di connettività del cliente, allo scopo di fornire alla nostra clientela dei corrispettivi trasparenti che si adattino al meglio alle esigenze di ciascun cliente Page 11

12 Principi guida per il pricing T2S da Wave 2 DCP: per i clienti connessi direttamente alla piattaforma T2S, verrà adottata una flat fee per ogni istruzione e per ogni funzionalità usata legata al suo processing ICP: per i clienti connessi indirettamente alla Pricing in T2S da Wave 2 Prezzo Attuale piattaforma T2S, verrà introdotta una struttura tariffaria regressiva con fee decrescenti all aumentare dei volumi. La tariffa per ICP sarà all-inclusive e comprenderà i servizi a valore aggiunto di Monte Titoli per gli ICP - enrichment, conversione dal formato A2A/RNI/ISO15022 nel ICP DCP Costo ECB Volumi formato ISO20022 e routing verso T2S - oltre ai servizi core di matching, settlement e reportistica sullo stato dell operazione Page 12

13 Oltre a t2s...gli altri sviluppi Page 13

14 Aggiornamento sviluppo degli altri servizi Principali stream di progetto Copertura dei mercati Corporate Actions Servizi fiscali su titoli esteri Triparty collateral management Obiettivo: offrire ai propri clienti un unico punto di accesso per gestire gli strumenti finanziari in T2S entro la prima Wave Page 14

15 Copertura dei mercati (da 18 a 30) Mercati coperti Open Link France ESES investor CSD Germany Investor CSD Austria Investor CSD Per la partenza di T2S sarà assicurata una piena copertura di tutti i mercati dell area T2S e dei restanti paesi del G8 Luxembourg (VP Lux) Sviluppo Investor CSD Finland Indirect via EB Spain Investor CSD Portugal Investor CSD Netherlands ESES Investor CSD Sweden Indirect via EB Belgium NBB Sviluppo Investor CSD Belgium ESES Investor CSD Nuovi mercati Open Link Restanti mercati T2S (10) Tra 2014 e 2016 Japan TBD Indirect Canada 2013 Indirect Indirect/Relayed Russia 2014 Investor CSD Greece BOGS Sviluppo Investor CSD Switzerland (EUR) Investor CSD USA DTCC (FOP) Investor CSD UK &IE (EUR) Investor CSD Euroclear Bank Investor CSD Clearstream Luxembourg Investor CSD Legenda Paesi T2S Extra T2S Page 15

16 Asset servicing: estendere l eccellenza dei titoli domestici a quelli esteri Il progetto Corporate Action Harmonisation & Automation prevede, tra i principali vantaggi: utilizzare i processi e messaggi che attualmente utilizza per i titoli italiani anche per sull estero (msg 721 strutturati) decidere se utilizzare messaggistica nativa SWIFT in aggiunta all attuale RNI Avvalersi della piattaforma MT-X se non intende implementare soluzioni automatiche Il 7B2 per bond prevede la separazione tra capitale ed interessi (se date coincidenti) Semplificare i processi di pagamento con il passaggio da BI-COMP a Target2 Tempistica PD-20 PD-2 RD PD RNI 721 7B2 7B2 7B2 SWIFT Repe 564 Repe 566 Azioni Già Offerto Già Offerto Nuovo Già Offerto Obbligazioni Nuovo Già Offerto Nuovo Già offerto Page 16

17 Servizi fiscali: copertura completa con stretto presidio dei processi Partnership con primario operatore di mercato con i seguenti obiettivi Copertura completa di tutti i mercati Fornitura di servizi di relief at source, ove ammesso dalla giurisdizione di riferimento Gestione diretta da parte di MT dell intero processo di pagamento Page 17

18 X-COM: la nuova piattaforma di Triparty Collateral Obiettivo Utilizzare lo stesso pool / conto titoli e cash per coprire le diverse esigenze di compravendita, finanziamento e collateral Pianificazione Fase 1 (pool Bankit): settembre 2012 Fase 2 (Mercati): I trimestre 2014 Semplificazione amministrativa Piena gestione del rischio Pieno controllo del portafoglio Uso ottimizzato del collateral - Completo outsourcing nella gestione di tutti gli aspetti amministrativi legati al contratto e al collateral - Tool per la gestione del rischio (haircuts, criteri di eleggibilità, margin calls, limiti di concentrazione, close links) - Recall immediato e sostituzione automatica dei titoli in collateral - Selezione personalizzata e flessibile dei titoli sulla base del rating e ammontare dei titoli in portafoglio Page 18

19 Summary Progetto Descrizione Data H&R Meccanismo di hold & release 8 luglio 2013 CA Harmonisation Fase 1 LU6.2 XE Eurobonds Modifica msg 721 Estensione msg 721 ai titoli esteri Introduzione di mgs SWIFT su tutta l operatività in custody Disimissione di LU6.2; canali di comunicazione alternativi: A2A, RNI, SWIFT, MT-X Gestione Eurobond con una modalità di emissione più efficiente e meno costosa 8 luglio ottobre 2013 Q Multi-currency Regolamento multi-valutario in moneta di banca commerciale Q CA Harmonisation Fase 2 Passaggio da BI-COMP a T2 Q X-COM Fase 2 Gestione del GC repo di mercato garantito e sul fuori mercato Q Ampliamento Network Copertura di tutti i mercati Fino a Q Page 19

20 La Tobin tax italiana (FTT) London Stock Exchange Group 24 giugno 2013 Page 20

21 Indice Introduzione Limiti all ambito di applicazione Definizione di Accountable party Chi deve effettuare il versamento Come gestire dichiarazioni e versamenti Il ruolo di Monte Titoli Il servizio offerto da Monte Titoli Il modello di pricing Gli sviluppi dell impianto normativo Page 21

22 Introduzione La FTT è stata introdotta in Italia nel 2013, da un Decreto Legge del Ministro dell Economia e delle Finanze emanato in febbraio Il decreto stabilisce che la tassa si applica alle transazioni che determinano un trasferimento della proprietà, in relazione alle seguenti categorie di titoli: - azioni e assimilati, emessi da società con sede legale in Italia - derivati e assimilati La tassa è inoltre applicata ai cosiddetti «high-frequency trades» (su entrambe le tipologie di titoli sopra descritte) e alle corporate actions a pagamento, quando i titoli rivenienti che vengono assegnati al beneficiario non sono di nuova emissione bensì già esistenti La tassa si applica sia alla transazioni di mercato che a quelle OTC Page 22

23 Limiti all ambito di applicazione Le transazioni escluse o esenti dall applicazione della tassa sono specificamente riportate nel decreto La tassazione sui trasferimenti azionari e sulle corporate actions è inoltre esclusa quando le azioni sono emesse da società con una capitalizzazione media inferiore a 500 milioni di Euro; l elenco di dette società è aggiornato una volta l anno e pubblicato sul sito del Ministero dell Economia e delle Finanze La tassa non si applica a transazioni inerenti obbligazioni (e assimilati), fondi ed ETF Page 23

24 Definizione di accountable party Accountable parties sono gli intermediari, definiti all art. 18 del TUF, che intervengono nell esecuzione di transazioni soggette all applicazione della tassa, secondo i criteri di seguito illustrati: - transazioni su azioni: l acquirente - transazioni su derivati: le due controparti (acquirente e venditore) - high-frequency trades: il soggetto che inserisce gli ordini di acquisto e vendita - titoli rivenienti da corporate actions: il beneficiario Regole specifiche sono state definite per intermediari residenti in Paesi della white list e della black list Page 24

25 Chi deve effettuare il versamento Le accountable party sono i soggetti che devono provvedere al versamento, in accordo con i seguenti criteri definiti dalla legge: - i soggetti italiani provvedono direttamente al versamento - i soggetti non residenti con una stabile organizzazione in Italia provvedono al versamento tramite detta organizzazione - i soggetti non residenti senza una stabile organizzazione in Italia incaricano del versamento un rappresentante fiscale o effettuano il versamento direttamente - i soggetti con sede legale in un Paese della black list devono delegare Monte Titoli ad effettuare il versamento, dopo essersi registrati presso l Agenzia delle Entrate Page 25

26 Come gestire dichiarazioni e versamenti Le Transazioni devono essere dichiarate nel formato ufficiale indicato dall Agenzia delle Entrate In accordo con il tracciato previsto, sia gli intermediari white list che quelli black list devono notificare solo i dati globali (è escluso il dettaglio delle singole transazioni) Le tasse devono essere versate secondo i criteri esposti in precedenza E prevista una dichiarazione annuale da inviare all Agenzia delle Entrate Page 26

27 Il ruolo di Monte Titoli In base alla legge, Monte Titoli è uno dei soggetti che può essere incaricato per inoltrare le dichiarazioni ed effettuare i versamenti In base al Provvedimento dell Agenzia delle Entrate, incaricare Monte Titoli è: - obbligatorio per gli intermediari black list (dopo opportuna registrazione presso l Agenzia delle Entrate) - facoltativo per intermediari residenti e provenienti da Paesi della white list (questi possono operare autonomamente con l Agenzia delle Entrate) In ogni caso Monte Titoli non assume alcuna responsabilità sul contenuto delle dichiarazioni e sugli importi versati (entrambi questi aspetti restano sotto la responsabilità dell accountable party che ha fornito delega) Page 27

28 Il servizio offerto da Monte Titoli Le accountable party che intendono avvalersi del servizio di Monte Titoli devono effettuare il processo di membership e fornire la delega prevista, sia per inoltrare le dichiarazioni che per effettuare i versamenti A tali soggetti verrà fornita un interfaccia web per caricare i file con le transazioni da dichiarare (nel formato previsto) e per ricevere le notifiche relative agli importi da versare L interfaccia prevede strumenti di reporting e supporti per tracciatura delle operazioni di caricamento effettuate e riconciliazione degli importi Monte Titoli provvederà ad inoltrare all Agenzia delle Entrate i dati ricevuti e a effettuare i versamenti (a condizione che gli importi di riferimento siano stati ricevuti dalle accountable party interessate) Monte Titoli provvederà inoltre all invio della dichiarazione annuale, per conto di ogni accountable party delegante Page 28

29 Il modello di pricing La soluzione di pricing sviluppata da Monte Titoli è orientata a coprire i costi di setup e di gestione del servizio offerto È prevista l applicazione di una flat fee mensile, che utilizza come driver il numero di transazioni dichiarate dal partecipante al servizio (per proprio conto e, dove applicabile, per conto delle accountable party per cui opera) È allo studio l eventuale applicazione di una fee in caso di ritardo nei versamenti dovuti da parte del partecipante Page 29

30 Gli sviluppi dell impianto normativo Un Provvedimento dell Agenzia delle Entrate, contenente le linee guida per gestire dichiarazioni e pagamenti, è in corso di approvazione Il form aggiornato per i versamenti (F24) verrà ufficializzato a breve Il form Aggiornato per la dichiarazione annuale verrà ufficializzato a breve Il Decreto Legge («Decreto del fare») del 18 Giugno 2013 (art. 56) ha spostato la prima scadenza di pagamento dal 16 luglio al 16 ottobre Page 30

31 EMIR: segregation & portability Page 31

32 EMIR, Articolo 39 Struttura dei conti (2/2) Cliente: è il cliente del Clearing Member, compreso in una delle seguenti categorie: Non Clearing Member Cliente, nella fattispecie di un impresa Omnibus Client Account Individual Segregated Account - ISA Omnibus Client Account Individual Segregated Account - ISA (posizioni e garanzie) (posizioni e garanzie) (posizioni e garanzie) (posizioni e garanzie) Page 32

33 L attuale struttura conti di CC&G Posizioni Calcolo Margini Garanzie Margin Calls House House account Posizioni nette Margini iniziali Titoli & Cash Cash GCM Client Posizioni Client Omnibus Account Conto NCM /posizioni House Margini iniziali Margini iniziali Titoli & Cash Cash Conto NCM /posizioni Client Margini iniziali House Account Structure (esistente) Omnibus Client Account Structure (esistente) Page 33

34 Nuova struttura conti CC&G (1/2) GCM Emir Art. 39,2 Emir Art. 39,3 House Client Omnibus Segregation Main Omnibus Additional OMN Account (AOA) Individual Segregatred Account (ISA) e.g. 2 e.g. 1 Posizioni Posizioni conto House Posizioni nette conto Client Conto NCM /posizioni House Conto NCM /posizioni Client Posizioni Net client nette conto account client Conto NCM /posizioni House Conto NCM /posizioni Client Posizioni Client House Account Structure (esistente) Main Omnibus (esistente) AOA Additonal OMN Account (nuovo) Calcolo margini Margini iniziali Margini iniziali Margini iniziali Margini iniziali Margini Initial Initial margins iniziali margins Margini iniziali Margini iniziali Margini iniziali Garanzie Titoli & Cash Titoli & Cash Securities Titoli & Securities & Cash & Cash Cash Titoli & Cash Titoli & Cash Titoli & Cash Segregated Account Structure (nuovo) Pagamento per una Call del conto Omnibus e Segregated Margin call Cash Cash Cash Cash Cash Cash Cash Istruzioni di pagamento Cash Cash Possibilità di registrare NCM non segregati nella sezione netta (nuovo) Page 34

35 Nuova struttura conti CC&G (2/2) Gli NCM non segregati individualmente saranno registrati come conti NCM all interno dell Omnibus account; ad ogni modo i GCM potranno optare per la registrazione nella sezione netta del conto Omnibus. Inoltre, sarà data la possibilità di aprire più conti omnibus. Tale modalità permetterà una maggiore flessibilità nella gestione dei clienti che non hanno optato per la segregazione individuale Configurazione Standard House account Main Omnibus Account Configurazione Opzionale NCM of the main Omnibus Account in the net section Additional Omnibus Account (AOA) Individual Segregated Account (ISA) Page 35

36 CC&G Reporting/Data file (1/3) GCM House Posizione finanziaria (inclusa Cash Call) MS11/DS07 del CM (colonna house) Dettagli del MS11 Istruzione di pagamento MS01 del CM (colonna house) Emir Art. 39,2 Emir Art. 39,3 Client Omnibus Segregation Main Omnibus Additional OMN Account (AOA) Individual Segregatred Account (ISA) e.g. 2 e.g. 1 MS11/DS07 del CM (colonna cliente) Tutti i clienti del Main Omnibus Account (inclusi NCMs) MS11/DS07 del AOA (colonna cliente) Tutti i clienti del Additional Omnibus Account MS11/DS07 del NCM segregato MS11/DS07 del cliente segregato individuale MS12/D07A of the CM (colonna cliente) Tutti i clienti del Main Omnibus Account esclusi NCM MS12/D07A of the NCM (colonne house e client) NCM del Main Omnibus Account MS01/DS05 del CM (colonna cliente) (somma algebrica di tutti gli MS11/DS07 Con l eccezione della colonna house del MS11/DS07 del CM) Page 36

37 CC&G Reporting/Data file (2/3) Report MS11 e corrispondente Data File DS07 (Financial Position) Un report MS11/DS07 destinato al CM: mostrerà, separatamente per il campo House e Client, la rispettiva posizione finanziaria del conto House e dei clienti del Main Omnibus Account Un report MS11/DS07 mostrerà la posizione finanziaria di ciascun Additional Omnibus Account (AOA) Un report MS11/DS07 mostrerà la posizione finanziaria di ciascun cliente segregato individuale Il report MS11 manterrà l attuale struttura (eccetto cash call, riportata in ultima riga) ed opererà come l attuale MS01 in modo da permettere la registrazione segregata delle posizioni clienti Il corrispondente Data File DS07 rimarrà invariato Page 37

38 CC&G Reporting/Data file (3/3) Nuovo report MS12 e corrispondente Data File D07A Il nuovo report MS12/D07A conterrà la posizione finanziaria dei clienti del Clearing Member (CM) e di ciascun Non Clearing Member all interno del Main Omnibus Account Un MS12/D07A, destinato al CM, mostrerà la situazione finanziaria relativa ai clienti afferente al Main Omnibus Account Un MS12/D07A mostrerà la situazione finanziaria di ciascun NCM afferente al Main Omnibus Account Il corrispondente Data File sarà il D07A Nuovo report MS11 e corrispondente Data File DS05 (resoconto giornaliero) Il report MS01 e corrispondente DF05 non subiranno modifiche Page 38

39 Segregation impatto sulle infrastrutture di mercato EMIR Le disposizioni sulla segregazione di EMIR sono destinate a CCP e Clearing Members; avranno tuttavia un importante impatto presso: Piattaforme di negoziazione Sistemi di settlement Le informazioni riguardanti i clienti segregati devono passare attraverso CC&G e Monte Titoli Per i mercati cash sarà richiesta l assegnazione di un codice Ced per il cliente segregato. Page 39

40 EMIR, articolo 48 - Portability EMIR prevede l introduzione di un regime di trasferibilità delle posizioni e garanzie in capo ad un partecipante in default Omnibus Client Account (posizioni e garanzie) In caso di default di un CM, CC&G attiverà una procedura di trasferimento delle garanzie e delle posizioni di tutti i clienti ad un altro CM, designato dalla totalità dei clienti, su richiesta degli stessi e senza il consenso del CM in default. Il Designed CM a cui vengono trasferite le posizioni e garanzie deve accettarne il trasferimento, qualora abbia attivato una relazione contrattuale con i clienti verso i quali si è impegnato a tal proposito. Individual Segregated Account - ISA (posizioni e garanzie) Per i conti segregati individuali, la procedura di trasferimento è la stessa; cambia solo il tipo di relazione tra CM ricevente e partecipante individuale (uno a uno) Page 40

41 Portability: relazioni contrattuali (1/2) Main Omnibus Account Il trasferimento delle posizioni e delle garanzie è subordinato alla definizione di un Designed Clearing Member Clearing Member Designed Clearing Member Ciascun CM deve essere autorizzato da tutti i clienti del conto Main Omnibus ad attivare una relazione contrattuale verso un Designed CM. In nome dei clienti del conto Omnibus, il CM indica a CC&G il nominativo del Designed Clearing Member ed i conti di destinazione dei trasferimenti. Deve confermare di avere un accordo contrattuale con il CM (per conto dei suoi clienti) che stabilisca: In quale modo saranno gestiti i trasferimenti L accettazione al trasferimento delle posizioni e delle garanzie dei clienti del Main Omnibus, in caso di default Page 41

42 Portability: relazioni contrattuali (2/2) Additional Omnibus Account - AOA Il trasferimento delle posizioni e delle garanzie è subordinato alla definizione di un Designed CM da parte di tutti i clienti del conto, secondo le stesse modalità previste per il Main Omnibus Account Individual Segregated Account - ISA I clienti segregati individuali devono indicare a CC&G il proprio Designed CM ed i conti di destinazione dei trasferimenti. Il Designed CM, attraverso un apposito modulo dovrà confermare: di accettare il trasferimento delle posizioni e garanzie del cliente segregato individuale di avere una relazione contrattuale con il cliente Page 42

43 CC&G - Portability Se il portability agreement tra i clienti ed il Designed Direct Member è in essere al momento del default del CM, CC&G trasferisce automaticamente le posizioni e le garanzie I clienti hanno un periodo di tempo, successivo al default del CM per stabilire un accordo con il Designated Direct Member per il trasferimento delle posizioni e garanzie (in fase di definizione). Tale previsione non si applica ai conti omnibus Nel caso non fosse possibile il trasferimento (portability), le posizioni pendenti vengono chiuse Page 43

44 EMIR, Standard tecnici, articolo 46 - Collaterale In EMIR CC&G estenderà lo spettro dei Titoli di Stato accettati come collaterale ad una più ampia gamma di emittenti sovrani, negoziati presso MTS e considerati a basso rischio di mercato (Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Olanda) Il controvalore del collaterale depositato sarà rivalutato, oltre che a fine giornata, anche in occasione dei ricalcoli giornalieri dei margini, sulla base del prezzo di mercato e percentuale di haircut Al fine di diversificare il rischio sui titoli depositati a collaterale sono imposti dei limiti di concentrazione delle garanzie a titolo di Margine Iniziale nella seguente misura: Massimo 50% collaterale sul totale Margine Iniziale Massimo 30% collaterale singolo emittente sul totale Margine Iniziale Collaterale Max 30% Max 50% Cash Min 50% Page 44

45 CC&G per mercati obbligazionari che regolano presso ICSD Page 45

46 CCP per Eurobonds CC&G estenderà l offerta di servizi di clearing per Corporate Bonds e Titoli di Stato regolati presso gli ICSD Euroclear Euroclear Bank Brussels e Clearstream Banking Luxembourg Il modello di servizio ricomprende al momento i mercati EuroMOT, ExtraMOT, EuroTLX, Hi-MTF CC&G sfrutterà l esperienza maturata tramite il clearing di simili strumenti finanziari su Express II ed utilizzando, laddove possibile, le stesse metodologie operative e di gestione del rischio. Page 46

47 La sezione bond degli ICSD SEZIONE BOND ITALIANI SEZIONE ICSDs BOND MTS/EuroMTS (Cash and repo) Brokertec (Cash and repo) e-mid Repo (Repo) EuroMOT (Cash) ExtraMOT (Cash) EuroTLX (cash) Domestic MOT (Cash) EuroTLX (Cash) HI-MTF (Cash) HI-MTF (Cash) Transazioni eseguite Transazioni eseguite Clearing Member/ Settement Agent X-TRM Transazioni eseguite Clearing Member/ Settement Agent Informazioni di Pre-Settlement Routing Transazioni Calcolo saldi netti CC&G Margini integrati Routing Transazioni Informazioni di Pre-Settlement Informazioni Di Settlement SETTLEMENT EXPRESS II Informazioni di Settlement EUROCLEAR BANK Saldi netti calcolati da CC&G mandati attraverso POA CLEARSTREAM LUX Informazioni di Settlement Page 47

48 La partecipazione di CC&G presso gli ICSD CC&G parteciperà al settlement presso ICSD attraverso l apertura di un conto presso Euroclear Bank. Pertanto, le istruzioni saranno regolate come segue: Clearing Members che detengono un conto in Euroclear Clearing Members che detengono un conto in Clearstream Lux Istruzioni interne in ECB Istruzioni bridge Link ECB-CLE I partecipanti diretti a CC&G potranno decidere se partecipare in via diretta o indiretta ad uno dei due ICSD Page 48

49 Risk management I Margini saranno raccolti in Euro attraverso un addebito diretto in Target 2 I Margini su strumenti finanziari denominati in valuta non-euro saranno convertiti in Euro e vi sarà applicato uno specifico haircut I Margini dei comparti bond saranno calcolati secondo una metodologia integrata I Default Fund sarà unico per il comparto bond Italiani ed il comparto ICSD bond Page 49

50 Timeline di progetto Il servizio entrerà in funzione in due fasi, a cominciare dagli strumenti finanziari che regolano in Euro e successivamente includendo tutte le altre valute. Giu Lug Ago Set Ott Test fase 1 Test fase 2 Go-Live Multicurrency Page 50

51 UnaVista EMIR Trade Repository Marcus Jeffery Pre-Sales Manager, Information Services London Stock Exchange Group London Stock Exchange Group 24 giugno 2013 Page 51

52 UnaVista Counterparty Risk Requirements Position Risk Requirements Transaction Reporting Monitoring Systems Controls and Oversight Trade Surveillance (Market Abuse) Currency & Liquidity Risk Credit and Market Risk Client Money Management Front, Middle, Back Office Operational and Regulatory Risk Management Solution Regulatory Compliance Reconciliations Trade Confirmations Data Solutions Regulatory Solutions -e.g. Transaction Reporting Trade Repository Short Selling Financial Transaction Tax Rules Engine Real-time Reconciliation - e.g. EMIR/CCP/Dodd-Frank MiFID eligibility check LEI/UPS/USI Consultancy Health Check & Training Management Dashboard Trade/Market surveillance Cash & Stock Front Office/Back Office Broker (CFD trade) Client Money NAV Intersystem Transaction reporting Forward FX Commission sharing Back Testing (BASEL II) ETD CCP(Collateral/MTM) Real-time Positions/Dodd Frank Swaps Processing Tri Party Matching Confirmations Broker Matching Broker/buy-side Low automation SWIFT GETC Bilateral netting CTM Connectivity FIX connectivity & local matching CCP Connectivity SEDOL Master file Corporate actions Cross reference Participant trade data MiFID eligible stocks Tick & Enhanced best price data LEI Data Feed All Data Feed CAI Data Feed London Stock Exchange Group 24 giugno 2013 Page 52

53 EMIR European Markets Infrastructure Regulation Principali drivers: Ridurre il rischio sistemico Aumentare la trasparenza sugli scambi OTC Il G20 di Pittsburgh del 2009 ha preso l impegno di far transitare gli scambi OTC di contratti derivati standard attraverso mercati regolamentati o piattaforme elettroniche di negoziazione, e favorire la loro compensazione tramite controparti centrali. In aggiunta, contratti derivati OTC devono essere segnalati presso i Trade Repositories. EMIR ha esteso quest obbligo di segnalazione agli ETDs cosi come per l OTC EMIR non è una semplice estensione della Dodd Frank ETDs e two sided reporting London Stock Exchange Group 24 giugno 2013 Page 53

54 Chi è tenuto alla segnalazione? Tutte le controparti per tutte le transazioni su derivati Comprende sia ETDs che OTC Coinvolge sia controparti finanziarie che non-finanziarie I singoli individui non incorrono nell obbligo di segnalazione Le controparti possono incaricare una terza parte per la segnalazione delle transazioni per loro conto London Stock Exchange Group 24 giugno 2013 Page 54

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana 1. Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

I regolamenti europei EMIR e REMIT

I regolamenti europei EMIR e REMIT I regolamenti europei EMIR e REMIT Implementazione pratica per un azienda NFC- Sommario I. L EMIR ed i suoi obblighi II. REMIT e i suoi obblighi III. EMIR: l implementazione pratica in azienda Che cos

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

ITALIAN MARKET PRACTICE SECOND LAYER MATCHING MATCHING OF CLIENT OF CSD PARTICIPANT IN X-TRM

ITALIAN MARKET PRACTICE SECOND LAYER MATCHING MATCHING OF CLIENT OF CSD PARTICIPANT IN X-TRM ITALIAN MARKET PRACTICE SECOND LAYER MATCHING MATCHING OF CLIENT OF CSD PARTICIPANT IN X-TRM FINALITA DEL DOCUMENTO A partire dal 24 Settembre 2012, Monte Titoli (CSD) ha implementato una nuova funzionalità

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Operativitàin derivati Marialaura Napoli 2 Agenda I contratti derivati nell attuale quadro normativo Novità introdotte dalla Dir. 2004/39 Le sedi

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. Premessa... 2 1.1 Scopo del documento... 2 1.2 Riferimenti normativi... 2 2. Ambito di applicazione e destinatari... 2 3. Fattori di Best Execution...

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SANTERAMO IN COLLE (BARI) Aggiornata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 03 DICEMBRE 2014 VVeer r..1111

Dettagli

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 2 Agenda 17.00 17.15 Introduzione Matteo Carcano Orc Software 17.15 17.30 Le opportunità di

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob)

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Novembre 2011 1 Indice PREMESSA ALLE LINEE GUIDA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 3

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica

UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica 17 Ottobre 2011 Indice Pag Sedi di esecuzione MiFID 2 Impatto della

Dettagli

Transazioni in derivati OTC Obblighi di clearing e di trading Derivati su merci Requisiti di trasparenza

Transazioni in derivati OTC Obblighi di clearing e di trading Derivati su merci Requisiti di trasparenza Transazioni in derivati OTC Obblighi di clearing e di trading Derivati su merci Requisiti di trasparenza Martina Tambucci Consob, Divisione Mercati Le opinioni espresse sono a titolo personale e non impegnano

Dettagli

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. PREMESSA.3 2. RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 5 3. PRINCIPI GUIDA PER L ESECUZIONE E LA TRASMISSIONE DEGLI ORDINI..7 4. FATTORI DI ESECUZIONE

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvata con delibera del C.d.A. del 29/10/2007 Aggiornata con delibera del C.d.A. del 26/11/2008 21/10/2009 29/10/2010 24/01/2011 04/06/2012 18/11/2013

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Approvato con delibera del consiglio di amministrazione del 26 Novembre 2014 Indice

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA 1 INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA Revisione del 01/08/2013 2 INDICE PREMESSA 1.RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 2.PRINCIPI GUIDA

Dettagli

INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI CLIENTI PROFESSIONALI

INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI CLIENTI PROFESSIONALI INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI CLIENTI PROFESSIONALI Banca Akros ha predisposto una politica di esecuzione e di gestione degli ordini (di seguito: politica di esecuzione degli ordini)

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini

Strategia di Trasmissione degli Ordini Strategia di Trasmissione degli Ordini Revisionato dal Consiglio di Amministrazione con delibera n. 1932 del 23 gennaio 2015 Indice 1 PRINCIPI GENERALI... 3 1.1 Principi generali in tema di best execution...

Dettagli

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore I principali prodotti derivati Elementi informativi di base Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice I - Premessa 3 II - Cosa sono i prodotti derivati 4 III - I principali prodotti

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

Doti di leadership con forti capacità di coordinamento e motivazione dei team gestiti.

Doti di leadership con forti capacità di coordinamento e motivazione dei team gestiti. Sintesi Professionale Consolidata esperienza nella gestione di progetti complessi volti all introduzione di nuove attività e simmetricamente alla razionalizzazione ed efficientamento di strutture e reti

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

ESMA Colla tera l e Va luation Guida per l utente

ESMA Colla tera l e Va luation Guida per l utente DTCC Product Ma na gement ESMA Colla tera l e Va luation Guida per l utente DTCC GTR Collateral e Valuation Guida per l utente M a ggio 2 0 1 4 L Autorità Europea degli Strumenti Finanziari e dei Mercati

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini DI CREDIO COOPERAIVO S.C. DEGLI OBBLIGAZIONISI 1 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Novembre 2014 eramo - 64100 - Via Savini, 1 el. 0861/ 25691 - Fax 0861/ 359919 DI CREDIO COOPERAIVO

Dettagli

Il tuo partner ideale per le soluzioni applicative e l informativa finanziaria

Il tuo partner ideale per le soluzioni applicative e l informativa finanziaria Il tuo partner ideale per le soluzioni applicative e l informativa finanziaria Il nostro gruppo in sintesi vwd group è da oltre 60 anni uno dei più importanti provider in Europa per la fornitura di soluzioni

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Kedrios propone un modello di outsourcing completo Il Gruppo SIA-SSB, attraverso Kedrios dispone di una consolidata tradizione di offerta di servizi di Outsourcing Amministrativo

Dettagli

ETFS Commodity Securities Limited

ETFS Commodity Securities Limited ETFS Commodity Securities Limited (Costituita e registrata in Jersey ai sensi della Companies (Jersey) Law 1991 (e successivi emendamenti) con numero di registrazione 90959. Sottoposta alla regolamentazione

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Liquidity Coverage Ratio: requisiti di informativa pubblica Gennaio 2014 (versione aggiornata al 20 marzo 2014) La presente pubblicazione è consultabile sul

Dettagli

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI I. Disposizioni generali 1. Le presenti Regole di esecuzione delle istruzioni dei clienti riguardanti i contratti di compensazione delle differenze (CFD) e gli strumenti

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE GENNAIO 2015

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE GENNAIO 2015 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE GENNAIO 2015 CODICE DOCUMENTO REG044/I/BIM (Allegato 1) SOCIETA BANCA INTERMOBILIARE

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini ai sensi dell art. 48 del Regolamento Intermediari CONSOB

Strategia di trasmissione degli ordini ai sensi dell art. 48 del Regolamento Intermediari CONSOB ai sensi dell art. 48 del Regolamento Intermediari CONSOB Visionato da: Dott. Martha Dichristin e Dott. Martin Selva Approvato dal CDA in data 21.10.2014 Sostituisce l edizione d.d. 08.05.2012 Indice 1.

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Banca di Ancona Credito Cooperativo Soc. Cooperativa Sede Sociale in Ancona Via Maggini 63/a 60127 iscritta all Albo delle Banche al n. 186.70 all Albo delle Società Cooperative al n. A160770, al Reg.

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Le piattaforme di investimento alternativo nel quadro regolatorio italiano ed europeo: il caso di Epic

Le piattaforme di investimento alternativo nel quadro regolatorio italiano ed europeo: il caso di Epic XVI Convention IBAN Dall Entrepreneurship al Capitale di Rischio dei Business Angels Le piattaforme di investimento alternativo nel quadro regolatorio italiano ed europeo: il caso di Epic Guido Ferrarini

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI Nel rispetto della nuova disciplina comunitaria introdotta dalla direttiva 2004/39/CE

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

scenari di liquidità: quali sfide per gli intermediari? Servizi d investimento e Best Execution a tre anni dalla MiFID

scenari di liquidità: quali sfide per gli intermediari? Servizi d investimento e Best Execution a tre anni dalla MiFID SECTORS AND Advisory THEMES Mercati Title alternativi heree scenari di liquidità: quali sfide per gli Additional information in Univers 45 Light 12pt on 16pt leading intermediari? kpmg.com Servizi d investimento

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

[B] INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

[B] INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Corso Unità d'italia 11, Cantù (Co) - info@cracantu.it - www.cracantu.it Tel 031/719.111 - Fax 031/7377.800 - Swift ACARIT22XXX Cod.Fisc/P.Iva n.00196950133 - R.E.A. n.43395 Como ABI n.08430 - Albo delle

Dettagli