Scuola Primaria Statale Don Milani Classe IV A. (Anno Scolastico 2013/2014)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scuola Primaria Statale Don Milani Classe IV A. (Anno Scolastico 2013/2014)"

Transcript

1 Scuola Primaria Statale Don Milani Classe IV A (Anno Scolastico 2013/2014) LE PAROLE : PARTI VARIABILI E INVARIABILI DEL DISCORSO

2 IL NOME (o sostantivo) FLASHBACK Il NOME è: una parte variabile del discorso che denomina, indica e individua persone, animali, luoghi, cose concrete e astratte, animate, inanimate o pensate, categorie o gruppi omogenei di elementi,... Il NOME permette: di comunicare e, insieme ad altri elementi morfologici, di costruire frasi. Il NOME si classifica: per significato, forma e struttura. -Riguardo al significato può essere: COMUNE o PROPRIO CONCRETO o ASTRATTO INDIVIDUALE o COLLETTIVO -Riguardo la forma può essere: di genere MASCHILE o FEMMINILE In base al genere, i nomi possono essere: mobili, indipendenti, di genere comune, di genere promiscuo. di numero SINGOLARE o PLURALE In base al numero, i nomi possono essere: variabili, invariabili, difettivi, sovrabbondanti. -Riguardo la struttura può essere: PRIMITIVO DERIVATO ALTERATO COMPOSTO

3 E allora... il NOME in breve! (avendo già avuto l'opportunità di conoscerlo nei precedenti anni scolastici). IL NOME E IL SUO SIGNIFICATO -Una prima esercitazione: Ascoltando e leggendo due volte il testo della canzone Meraviglioso riconosci e scrivi i nomi Leggi i nomi che hai scritto e rispondi: -Quale caratteristica li accomuna?-.... Ricordiamo -I NOMI COMUNI identificano elementi (persone, animali, cose, luoghi,... ) in modo generico, all'interno di gruppi e categorie. -Alcuni nomi comuni, tuttavia, possono diventare propri... -quando indicano animali o cose personificate: -Il Sole rispose. -Gorgonzola è un bel gatto. -quando indicano persone, animali o cose uniche: -lo Scrittore = Gianni Rodari -la Civiltà = gli Egizi -quando indicano entità astratte superiori: -la Sapienza

4 -Sono PROPRI, invece, quei nomi che identificano individui (nomi di persone, cognomi, appellativi) o singole entità (storiche, geografiche, letterarie, ). -Domani, il ragionier Mario Rossi, detto il Rosso per i suoi capelli color carota brillante, comincerà le sue vacanze: andrà sul Mar Rosso con la famiglia. Anche alcuni nomi propri possono diventare comuni. -Sono considerati comuni i nomi propri di persone che sono diventati sinonimi di un tipo umano particolare: -Siamo stati accompagnati nella visita da un cicerone molto esperto. (da Cicerone, famoso scrittore e oratore dell'antica Roma). -Quella ragazza era proprio una cenerentola (da Cenerentola, che nella omonima fiaba veniva ingiustamente umiliata e maltrattata). -Sono considerati comuni i nomi di prodotti derivati da un nome proprio geografico : - damasco : drappo di seta lavorato, dalla città siriana di Damasco; - cachemire : tipo di lana a pelo lungo ottenuta da una razza di capre del Kasmir, una regione dell'india. ATTIVITA' 1)Leggi e sottolinea le parole-nome contenute nelle frasi. -Mi presti il giornale con le ultime notizie? -Un gregge di pecore ha bloccato la nostra auto. -I nonni hanno letto con gioia la nostra lettera. -Ammiro molto Carlo e il suo coraggio. -Il libro che sto leggendo narra di avventure nello spazio. -Lucia percorse la strada fino a casa saltellando. 2)Leggi il brano, quindi sottolinea in blu i nomi comuni e metti in verde la lettera maiuscola ai nomi propri. Il sindaco si mette alla guida dell auto municipale per trasportare i concittadini non serviti dal trasporto pubblico. Sta succedendo a drezzo (como), comune di mille abitanti al confine con la svizzera. Per più di due mesi l autobus non potrà transitare, perché un cantiere interrompe la strada.

5 E dal momento che la spt, la società che gestisce la linea, non ha istituito un servizio navetta, è intervenuto il primo cittadino, lorenzo canepa, che ha messo disposizione la fiat uno del comune per trasportare gli utenti alla fermata più vicina, a due chilometri dal paese, mettendosi personalmente alla guida, quando è necessario. (da Avvenire 2001) 3)Leggi e riscrivi mettendo la lettera maiuscola ai nomi propri presenti nel brano. Ciao ron, è alex che ti scrive. Da quasi due settimane lavoro a carhage, sud dakota. Sono arrivato quassù tre giorni dopo la nostra separazione a grand junction. Spero tu sia tornato a salton city senza grossi problemi. A quest ora in california starà cominciando a fare piuttosto caldo. Non mi fermerò a lungo qui. Il mio amico wayne vorrebbe che lavorassi al silo per tutto il mese di maggio,ma la mia anima ormai è concentrata sull odissea d alaska e spero di potermi mettere in marcia non oltre il 15 aprile. (Adatt. da J. Krakauer, Nelle terre estreme, Corbaccio) 4)Per ognuna delle categorie elencate nella colonna di sinistra scrivi tre nomi comuni di persone,animali o cose che vi appartengono. Nella terza colonna inserisci tre nomi propri attinenti alla categoria. Categoria Nomi comuni animali artisti sport luoghi corpi celesti Nomi propri Topolino, pittori,

6 5)Per ognuno dei nomi elencati scrivi una frase in cui è usato come nome comune e una come nome proprio: rosa - terra creta remo pollicino viola... ************ FLASHBACK I nomi comuni possono essere distinti in: NOMI CONCRETI e NOMI ASTRATTI I NOMI CONCRETI (dal latino concretus = che si può toccare) indicano esseri o cose reali che si percepiscono attraverso i cinque sensi: pertanto li possiamo vedere, udire, toccare, annusare e gustare. I NOMI ASTRATTI (dal latino abstrahere = estrarre dalle cose materiali un idea) indicano idee e concetti che non hanno consistenza fisica e, quindi, non si percepiscono con i sensi, ma sono il prodotto del pensiero o dell immaginazione. Indicano: sentimenti, qualità, emozioni e idee. Questa distinzione, però, non è sempre facile...

7 perché alcuni nomi si collocano tra il concreto e l'astratto e questa a volte può dipendere dall'interpretazione personale. -Ci sono nomi di cose che non percepiamo con i sensi, ma che avvertiamo fisicamente, come il sonno, la fame, la vergogna,.... -I nomi che indicano azioni, come corsa, caduta, lettura, generalmente considerati astratti, hanno aspetti di concretezza perché noi ne vediamo lo svolgimento. -Ci sono poi nomi che possono essere considerati concreti o astratti a seconda del contesto in cui sono usati: Devi fare molto esercizio (nome astratto) di memoria. Hai finito l esercizio (nome concreto) di matematica che ti ho assegnato? -Non tutti i nomi astratti possono essere usati al plurale: non si dice i coraggi, le pazienze..., ma si può dire le sofferenze, le gioie, i dolori.... Ricordiamo che sono considerati concreti: i nomi di esseri, cose, luoghi della fantasia (fata, mago, fantasma ecc.) e delle religioni (Dio, angeli, Zeus) perché sono immaginati con le caratteristiche di entità concrete; i nomi di organizzazioni sociali, politiche, economiche, sportive, in quanto formate da persone e localizzate in luoghi precisi (il parlamento, il sindacato ). ATTIVITA' 1)Indica se i seguenti sostantivi sono concreti o astratti (C A): speranza... gatto... forza... caffè... insetto... furbizia... strada... orrore... agilità... albero... noia... coraggio... 2)Leggi il brano e sottolinea i sostantivi, quindi trascrivili dividendoli fra concreti e astratti. (Se hai dei dubbi, confronta poi il tuo parere con quello dei compagni.) Il risveglio è difficile Caro diario, sono passati parecchi giorni dall ultima volta che ti ho scritto ma sono stata travolta dagli impegni e dalle preoccupazioni.

8 Sono finiti i bei tempi in cui potevo andare a letto tardi e potevo alzarmi quando ne avevo voglia! Ormai fino alle vacanze di Natale dovrò litigare con i miei genitori per riuscire a mendicare più televisione possibile e al mattino mi sveglierò di pessimo umore per precipitarmi puntuale a scuola. (G. Maldini, La mia seconda prima, EL) Nomi concreti Nomi astratti )Leggi il brano e sottolinea di rosso i nomi concreti e in blu i nomi astratti: Quella sera, nonostante la paura, continuai a camminare nel bosco. Si era fatto buio, le fronde degli alberi proiettavano ombre scure e minacciose. Camminai ancora per qualche metro, mentre l impulso di scappare si faceva sempre più forte. Cercavo di vincere l ansia che pian piano s impadroniva di me. Mentre mi facevo coraggio per andare avanti a cercare la strada per casa, un urlo squarciò il buio, così mi gettai sulla siepe in preda al terrore.

9 4)Indica con una crocetta la frase in cui sono presenti solo nomi astratti. La vita politica della città greca si basava sul principio di cittadinanza. Poco coraggio e molta timidezza: queste sono le caratteristiche di Giovanni. Non so che idea ti sia fatto della nostra amicizia: ti sei convinto della nostra lealtà? Il gesto di tuo fratello ha suscitato in me una grande gioia. 5)Collega ogni gruppo di nomi astratti al termine giusto. situazioni di vita arte e scienza ideali pregi difetti emozioni felicità tristezza paura gioia amore odio libertà pace uguaglianza rispetto tolleranza giustizia ricchezza povertà prigionia solitudine benessere emarginazione matematica pittura musica medicina letteratura poesia avidità invidia egoismo perfidia arroganza presunzione simpatia sincerità altruismo generosità umanità lealtà 6)Per ogni nome concreto trova il relativo nome astratto: fratello: eroe:.. uomo:... prigione: schiavo furbo:... Scrivi il nome astratto corrispondente per i seguenti aggettivi: ambizioso:... simpatico:... solerte:... antipatico:... avaro:... giocoso:... dolce:... puntuale:... buono:... cordiale:... attento:... preferito:...

10 7)Per ognuno dei nomi elencati scrivi due frasi: nella prima deve essere usato come nome concreto, nella seconda come nome astratto: nocciolo nodo medicina compito... ************ FLASHBACK I nomi possono essere distinti in: NOMI COLLETTIVI e NOMI INDIVIDUALI Un NOME COLLETTIVO identifica un gruppo di elementi, che possono essere cose, persone, animali e lo fa anche se è flesso al singolare; ciò significa, per esempio, che: "sciame" indica un gruppo di api e non un'ape sola; "sciami", di conseguenza, indicherà più gruppi di api.

11 Scriviamo: -pioppo: pioppeto; -colonna: colonnato; -giudice: giuria; -cantore: coro; -cliente: clientela; -bestia: bestiame; -gabbiano: stormo; -foglia:fogliame. Osservazione:le parole a destra identificano l'insieme degli elementi a sinistra. I NOMI INDIVIDUALI, invece, fanno riferimento al singolo, a prescindere che questo possa essere una cosa, un animale o una persona; (anche un nome proprio fa parte della categoria). Scriviamo: -corteo: manifestante; -selva: albero; -truppa:soldato; -pinacoteca: quadro; -mandria: cavallo; -classe: alunno; -formazione: membro; -coro: corista. Osservazione:le parole a destra riportano il singolo dei collettivi a sinistra. ATTIVITA' 1)Scrivi se è un nome individuale o collettivo: corteo stoviglie città auguri discorso tribù parentado orchestra comandante...mucche 2)Distingui i nomi individuali e i nomi collettivi riscrivendoli su due colonne: uccello, folla, pecora, classe, gregge, stormo, mandria, squadra, lampadina, treno, coro, alunno, tribù, corteo, nave, orchestra, albero, mobilia, bosco, mela, studente, popolo, borsa, esercito, macchina, miele, termosifone, frutteto. Nomi individuali Nomi collettivi

12 )Sostituisci con un nome collettivo le seguenti definizioni: -un mucchio di legna da ardere:... -branco di grossi quadrupedi al pascolo: -suonatori e strumenti per un' esecuzione musicale:... -riunione organizzata per discutere determinati temi:. -i cuccioli di qualsiasi animale nati in un solo parto:... -raccolta di libri:... -fitta moltitudine di persone:... 4)Forma il nome collettivo dei seguenti nomi individuali e viceversa: -ulivo:.. -uccello:... -sciame: -squadra:.. -mobilio:... -oggettistica: -folla:... -navi:... -esercito: -branco:... 5)Riscrivi correggendo gli errori nelle seguenti frasi, anche sostituendo il nome collettivo, laddove serva. -Uno sciame di api erano lì ferme ad aspettarci.... -Che gregge! Queste persone non hanno carattere.... -Parte dei profughi si sono rifugiati laddove potevano.... -Le genti di quella parte del mondo non mi piacciono affatto.... -Una squadra di carabinieri è appena partita per sorvegliare il luogo....

13 6)Riscrivi, volgendo al plurale laddove possibile, i brevi periodi che seguono. -Il pubblico ha applaudito la presentatrice.... -La squadra di atleti è stata preparata al meglio.... -Quando avrò la parte di denaro che mi spetta?... -Il gregge è disperso: ma come è possibile?... -Il roseto è un posto meraviglioso, anche se un po pericoloso.... -Vorrei della frutta.... -Non ricordo quella serie di nomi... -L oggettistica mi affascina molto.... -Una moltitudine di gente sta per arrivare.... -Branco di pecore!... ************ IL NOME E LA SUA FORMA FLASHBACK Tutti i nomi, in Italiano, hanno un genere grammaticale, cioè sono maschili oppure femminili. Quando il nome indica una persona o un animale, è facile sapere qual è

14 il genere grammaticale, perché coincide con il sesso reale. -Sono di genere maschile i nomi di persone e di animali di sesso maschile: uomo, padre, fratello, amico, professore, operaio, dottore... cane, leone, gallo, cavallo, gatto, lupo... -Sono di genere femminile i nomi di persone e di animali di sesso femminile: donna, madre, sorella, amica, professoressa, operaia, dottoressa... leonessa, gallina, cavalla, gatta, lupa, mucca... -Invece, quando il nome indica una cosa, un oggetto, un azione, un idea, una qualità, ecc. può essere maschile o femminile; in questo caso il genere è solo una categoria grammaticale. È però importantissimo sapere il genere del nome, perché in italiano esiste la concordanza, cioè l obbligo di mettere insieme parole tutte maschili oppure tutte femminili: una donna (articolo femminile + nome femminile) il topo (articolo maschile + nome maschile) Ma come facciamo a riconoscere il genere? Possiamo guardare come finisce il nome, cioè la sua desinenza. (Quando la desinenza non dà una risposta sicura, bisogna guardare sul dizionario). Leggiamo e ricordiamo:

15 ATTIVITA' 1)Inserisci l'articolo o la desinenza necessari: la lezion... videogioco problema giovedì il poet... la soluzion... il giornalist... parrucchiera il cugin... salame il formaggi... pomodoro mano clima lo zuccher... lo student... carne la bont... sposo gnomo 2)Nel brano che segue le parole in corsivo sono nomi. Sottolinea in blu i nomi maschili e in rosso i nomi femminili. Un incredibile incidente è avvenuto all aeroporto del Cairo. Per non investire un cammello che trotterellava da solo sulla pista, il pilota di un aereo che stava decollando ha sbandato ed è finito sulla sabbia, atterrando malamente sulla pancia, perché il carrello con le ruote era ormai stato ritirato. Non ci sono state vittime, ma il velivolo ha subito gravi danni. Non si sa da quale carovana sia fuggito l animale, che

16 apparendo all improvviso ha spaventato il pilota, costringendolo ad una manovra d emergenza, per evitare un investimento che sarebbe stato molto pericoloso. L aeroporto è rimasto chiuso due ore per sgomberare la pista e riattivare il traffico. (adattato dalla «Domenica del Corriere», 11 luglio 1995) 3)Inserisci nella tabella i seguenti nomi in base al genere grammaticale, riconoscendo se dipende dal sesso (della persona o dell animale) oppure se è solo una categoria grammaticale: corpo - cervello - televisione - cugino - foglio - sete - elefante - asino pioggia - impiegato - medico - gallina - calore - zia - leonessa segretaria -I NOMI di PERSONA e i NOMI di ANIMALE hanno quindi due generi, uno maschile e uno femminile. Ma come facciamo a trasformare il genere, cioè a passare dal maschile (quello indicato come forma-base sul dizionario) al femminile? Ricordiamone i diversi modi.

17 -Nomi che cambiano la desinenza (NOMI MOBILI) Maschile -o bambino impiegato gatto Femminile Maschile -a bambina impiegata gatta -tore attore pittore scrittore Femminile Maschile Femminile -trice attrice pittrice scrittrice -essa poetessa duchessa -e -a signore signora infermiere infermiera -a poeta duca -e leone principe -essa leonessa principessa -o avvocato -essa avvocatessa -Nomi con due forme completamente diverse (NOMI INDIPENDENTI) padre madre fratello sorella toro mucca uomo donna genero nuora montone pecora marito moglie frate suora celibe nubile -Nomi con la stessa forma, nei quali si distingue il genere con l'articolo (NOMI DI GENERE COMUNE) il cantante la cantante il pediatra la pediatra l'insegnante l'insegnante il nipote la nipote Il dirigente la dirigente l'artista l'artista Nomi con la stessa forma, che vale per entrambi i sessi (NOMI DI GENERE PROMISCUO) (Con questi nomi, se è proprio necessario distinguere il sesso, si dice, per esempio, il ghepardo maschio o il ghepardo femmina ) il leopardo la marmotta la balena il topo l'usignolo lo squalo la volpe l'oca Ricordiamo anche che le COSE non hanno sesso, quindi hanno un unico genere, o maschile o femminile. Ci sono tuttavia parole simili e di genere diverso (per esempio, il colpo, la colpa ): in questo caso si ha un falso cambiamento di genere, perché il significato cambia completamente.

18 ATTIVITA' 1)Questi nomi hanno un significato completamente diverso se si cambia il genere.(con l aiuto del dizionario, prova a scrivere una frase per ognuno dei due significati.) (Il pasto)... (La pasta). (Il mostro) (La mostra)... (Il pizzo)... (La pizza).. (Il palo)... (La pala)... (Il busto).. (La busta). (Il caso)... (La casa)... (Il punto).. (La punta). (Il velo)... (La vela)... (Il colpo)... (La colpa).. (La banca). (Il banco).. (Il capitale)... (La capitale)... (Il torto)... (La torta)..

19 2)Completa la tabella inserendo le forme mancanti. Maschile Femminile Maschile 15.il gallo Femminile 1.il ragazzo la ragazza la gallina 2.il cavallo 16.il re 3.l'elefante la cugina la lettrice 5.il bidello la maestra 6.lo zio 20.il giornalista la telefonista 8.il fidanzato 22.il sarto la contadina 10.lo sciatore 24 la pianista 11.il regista 25.il panettiere la professoressa 26.il preside la biologa 14.il segretario la nonna 18.il cane 21.il lattaio 23.il suonatore 27.lo studente 3)Disponi i seguenti nomi su due colonne, nella prima i nomi maschili, nella seconda i nomi femminili, completando dove manca il nome di uno dei generi corrispondenti: eroe, regina, scrittrice, professore, comare, zio, mamma, leone, danzatrice, attrice, duchessa, principe, re, sarto, elefante, oste, fattoressa, direttore, scrittore, fratello, uomo, eroina, signora, attrice, suonatrice, cagna. MASCHILI FEMMINILI

20 4)Rispondi con un nome femminile: Chi lava i panni?... Chi scrive romanzi?... Chi insegna a scuola?... Chi cura i malati?... Chi punge e ronza?... Chi fabbrica il miele e la cera?... Chi svolazza sui fiori?... Chi produce il latte?... Chi viene tosata?... Che cos è che rischiara la notte?... Che brilla nel cielo?... Che illumina la stanza?... 5)Rispondi con un nome maschile: Chi cura i malati?... Chi guida l automobile?... Chi spazza le strade?... Chi vende le medicine?... Chi serve a tavola?... Chi cuoce il pane?... Chi coltiva la terra?... Chi vola sui fiori?... Chi trascina l aratro?... Che cos è che sboccia al sole?... Che serve per il lavoro dei campi?... Che ruzzola?... 6.In ciascun gruppo è presente un nome di genere comune. Individualo e sottolinealo: -figlio suocero nipote cugino marito -parrucchiere contadino commesso attore artista -infermiere psicologo anestesista dottore guaritore

21 -professore bidello preside allievo segretario -calciatore atleta saltatore sciatore campione 7)Dai per soggetto ai seguenti verbi un nome femminile: becca... ronza guaisce... punge vola succhia... miagola... ulula bruca... striscia... sfavilla... splende... rischiara... riscalda... brucia... 8)Dai per soggetto ai seguenti verbi un nome maschile: danza... scrive... recita... dipinge... ara... cuce... medica... insegna... regna... dirige... becca gorgheggia... bruca... striscia bela... 9)Sottolinea in verde i nomi maschili e in rosso quelli femminili. I viandanti e il brigante Due soldati si imbatterono in un brigante; uno se la diede a gambe, l altro invece oppose resistenza e si salvò con la forza del suo braccio. Dopo che il brigante è ucciso, accorre il compagno pauroso, impugna la spada, poi, gettato indietro il mantello, dice: «A me costui! Gli farò vedere io chi ha osato attaccare». Allora quello che si era battuto sino in fondo: «Vorrei che tu mi avessi aiutato poco fa almeno con queste parole; mi sarei sentito più risoluto, credendole vere. Ora riponi la spada e la lingua ugualmente inutile. Anche se puoi ingannare gli altri che non ti conoscono, io, che ho sperimentato come fai presto a scappare, so quanto non bisogna credere al tuo valore». Questo racconto deve essere applicato a chi è coraggioso quando tutto va bene, e gambalesta nel pericolo. (Fedro, Favole, Rizzoli, Milano)

22 FLASHBACK Tutti i nomi, in Italiano, hanno un numero grammaticale, cioè qualcosa che indica se sono singolari o plurali. L'elemento che indica il numero è la desinenza della parola. -Il numero di un nome è: singolare quando il nome indica una sola persona, un solo animale o una sola cosa: la sorella il pulcino la matita plurale quando il nome indica più di una persona, più di un animale o più di una cosa: le sorelle i pulcini le matite -Ci sono però parecchi nomi che non cambiano,cioè hanno il singolare e il plurale uguali: si chiamano nomi invariabili: il re / i re la città / le città il caffè / i caffè Ma come si passa dal singolare al plurale di un nome? Dobbiamo guardare come finisce il nome, cioè dobbiamo considerare la sua desinenza.

23 ATTIVITA' 1)Nelle seguenti frasi sottolinea tutti i nomi singolari e plurali, poi riscrivili suddivisi in due colonne. La tua casa è davvero grande e bella. Gli esercizi erano difficili. Mi piacciono le fragole. Dovete imparare le tabelline. Amo leggere libri fin da piccola. Quelle ragazze chi sono? Queste scale sono molto ripide. Il mare è calmo e azzurro. Prestami un foglio per favore. Non alzare la voce con me.

24 Nomi singolari... Nomi plurali 2)Volgi al plurale i seguenti nomi singolari: l omicida: lo zaino: l'uomo: il semaforo: la borsetta: la goccia: il pino: il guadagno: la ciliegia: la lavatrice: la scodella: il giornale: la pioggia: la freccia: il giornalista: il dizionario: l automobile: la pallina: il lampadario: il frigorifero:... la principessa: la ringhiera: il rubinetto: la scarpa: 3)Volgi al plurale i nomi singolari e al singolare i nomi plurali: il medico: l infermiera: i dottori l infermiere: la medicina: la farmacia: il farmacista:... i farmaci l iniezione: lo sciroppo:... pastiglie la radiografia: l analisi: la goccia: l ambulatorio:... gli ospedali il pediatra:... i cardiologi 4)Volgi al singolare o al plurale, a seconda dei casi, i nomi tra le parentesi. Non tutti i (collega). di mio padre abitano in città. Nella (buche) delle lettere non ho trovato la cartolina che mi hai spedito. Oggi si prevede uno sciopero delle (farmacia)

25 Non posso arrivare in orario, devo stirare ancora la (camicie)... Mi si sono conficcate due piccole (scheggia) di legno nella mano. La (piogge) cadeva lentamente. Gli aerei della Folgore lasciano delle (scia) tricolori. La (fasce) di capitano si mette sul braccio. Il (falchi)... si lascia ammaestrare dal falconiere. I cerbiatti cambiano i loro (palco)...in primavera. Bisogna prendere le (valigia), è arrivato il taxi! La tua è una (bugie) bella e buona. Da quassù si vede il meraviglioso panorama del (laghi) Per la mia artrite il dottore mi ha consigliato un trattamento con i (fango) termali. Nel gioco del golf bisogna completare tutte le (buca) prima di arrivare al traguardo. Il (colleghi) di mio zio lavora anche come telefonista in un call center. Gli antichi barbari durante i combattimenti corpo a corpo usavano anche l (asce) Lasciamo le (mancia) ai camerieri. Il (medici) di famiglia mi ha diagnosticato una banale influenza. I (sindaco) della Provincia sono stati invitati a un convegno dal Presidente della Regione. Il mio amico Franco è (archeologi) ed è partito per una missione in Iran. Gli (asparago) e l immortalità dell anima è il titolo di un romanzo di Achille Campanile. 5)Indica il plurale corretto: doccia: a. docce b. doccie - geologo: a. geologi buccia: a. bucce b. buccie - brontolio: a. brontoli b. brontolii dizionario: a. dizionarii b. dizionari traffico: a. traffici b. traffichi vocabolario: a. vocabolarii - - rasoio: a. rasoi focaccia: a. focacce b. vocabolari portafoglio: a. portafogli b. portafoglii b. geologhi b. rasoii b. focaccie

26 E ancora......ci sono nomi che hanno più singolari e più plurali, a volte con lo stesso significato, altre con significato diverso, definiti nomi sovrabbondanti. singolare plurale il lenzuolo i lenzuoli le lenzuola (uguale significato) l'orecchio l'orecchia (uguale significato) le orecchie gli orecchi (uguale significato) il muro i muri le mura (significati diversi) il frutto la frutta (significati diversi) i frutti ATTIVITA' 1)Spiega il significato di queste coppie di plurali; (puoi consultare il dizionario se hai qualche dubbio): i gesti:... le gesta:...

27 i cigli:... le ciglia:... gli ossi:... le ossa:... i bracci:... le braccia:. i corni:... le corna:... i fusi:... le fusa:... 2)Scegli 3 coppie di parole dell'esercizio precedente e scrivi una frase con ciascuna di esse )Nelle seguenti coppie di frasi inserisci la giusta forma di nomi dai plurali doppi scegliendola tra i seguenti: grida / gridi, ciglia / cigli, bracci / braccia, ossi / ossa, mura / muri, labbri / labbra Sono scesa in strada e nella calca ho sentito delle. acutissime.. di uccelli notturni e strani rumori circondano il silenzio. Distendi il viso e cerca di non aggrottare le.. Lungo i. dei fossi crescono numerose le sterpaglie. In un negozio d antiquariato del centro ho visto un bel lampadario a sei. E pensare che ti ho sempre accolto a. aperte. Fai attenzione a non ingoiare gli. delle ciliegie. Alla nascita lo scheletro umano presenta circa 270..

28 Le fortificazioni esterne della città di Carcassonne consistono in una doppia cerchia di. e di 53 torri. In breve tempo l impresa edile ha alzato dei. di mattoni tra i due appartamenti. Al pronto soccorso il medico ha suturato con tre punti i della ferita. Quando fa molto freddo, le. mi si screpolano. Ricordiamo anche che... alcuni nomi, come:... il latte le forbici gli occhiali si usano sempre al singolare o sempre al plurale e, per questo, sono definiti nomi difettivi ; ( difettivo deriva dal Latino e significa mancante di qualcosa, incompleto ). I nomi che si usano solo al singolare sono: -la maggior parte dei nomi astratti: la bontà, il coraggio, la sete,... ; -i nomi dei metalli, delle sostanze, dei materiali, degli elementi naturali: l'oro, l'ossigeno, il cemento, l'acqua,... ; -molti nomi di cibi e bevande: il latte, il sale, il burro, il riso,... ; -i nomi delle malattie: il morbillo, il tifo, l'influenza,... ; -i nomi dei mesi e di alcune festività: gennaio, Pasqua, Carnevale,.... I nomi che si usano solo al plurale sono: -oggetti formati pantaloni,... da due elementi: le forbici, le mutande, i -alcuni nomi collettivi che significano sempre un insieme di oggetti: le vivande, le stoviglie, i dintorni,... -alcuni nomi che non indicano un insieme di cose (ma che erano plurali in Latino e sono rimasti plurali in Italiano: le nozze, le congratulazioni...

29 ATTIVITA' 1)Scrivi i seguenti nomi difettivi su due colonne, a sinistra quelli che hanno solo il singolare e a destra quelli che hanno solo il plurale: occhiali, forbici, pepe, burro, stoviglie, morbillo, riso, ossigeno, ferie, sangue, tenebre, pantaloni. Nomi singolari Nomi plurali... 2)Cerchia i nomi che hanno solo il singolare: coraggio quaderno stampante esercizio sapienza amicizia equatore mercurio tappeto 3)Cerchia i nomi che hanno solo il plurale: mutande narici orologi città posate cornici cucchiai occhi viveri 4)Nelle frasi seguenti sono contenuti alcuni nomi difettivi. Sottolineali e stabilisci se mancano del singolare o del plurale (indicandolo accanto). -Se esci, ricordati di comprare la pasta e il latte. -Il morbillo è una malattia molto contagiosa. -Fra due giorni cominciano le ferie e non so ancora se andrò al mare o in montagna. -La primavera inizia il 21 di marzo. -Il più grande dei paralleli prende il nome di Equatore. -Non mi piace usare la cintura, preferisco le bretelle. -Alla mia cerimonia di nozze erano presenti quasi tutti gli abitanti del paese. -I grandi artisti non cercano la ricchezza, ma la fama. 5)Nelle seguenti frasi scegli l'opzione esatta tra nomi difettivi (D) e nomi invariabili (I) sottolineandoli. -In quella fabbrica i comò sono costruiti ancora artigianalmente. D -La specie umana è in cima alla catena alimentare. D I I

30 -Ho finalmente trovato il coraggio per affrontare quell'esame. D I -Anni fa si temevano epidemie di vaiolo. D I -Le foto della festa di Elsa sono sfocate. D I -Secondo meteorologi, il Nord Italia è destinato a desertificazione. D I -Mi riposerò dal lavoro durante le ferie estive. D I 6)Leggi con attenzione e sottolinea in blu i nomi singolari, in rosso i nomi plurali, in verde i nomi invariabili, in nero i nomi difettivi o sovrabbondanti Il pianeta Beh Sul pianeta Beh hanno inventato un marciapiede mobile che gira tutt intorno alle mura della città. Come la scala mobile, insomma: soltanto che non è una scala, ma un marciapiede, e si muove a piccola velocità, per dare alla gente il tempo di guardare le vetrine e per non perdere l equilibrio a quelli che debbono scendere o salire. C è chi ci fa le ferie! Sul ciglio del marciapiede ci sono anche delle panchine per quelli che vogliono viaggiare seduti. C è chi legge il giornale, chi beve il tè col latte o col miele, chi si porta le vettovaglie per un bel picnic. Grazie all invenzione di questo marciapiede sono stati aboliti i tram, i filobus e le auto. La strada c è ancora, ma è vuota e serve ai bambini per giocare a palla o ai grandi per fare sport. adatt. da Gianni Rodari, Favole al telefono, Einaudi ************ IL NOME E LA SUA STRUTTURA FLASHBACK Il nome è formato da una parte fissa, la radice, e da una parte variabile (che cambia), la desinenza. La desinenza ci fa capire il genere e il numero del nome.

31 libr o libr i farfall a farfall - e Il nome formato da radice e desinenza si definisce: NOME PRIMITIVO Ricordiamo che: -il NOME PRIMITIVO fa da base ai nomi: DERIVATI ALTERATI COMPOSTI Dal nome primitivo libro : -il termine libreria è un DERIVATO -il termine libretto è un ALTERATO -il termine cartolibreria è un COMPOSTO

32 Quindi ricordiamo... Da un nome primitivo si formano dei nomi per derivazione (NOMI DERIVATI) aggiungendo alla radice: -un suffisso - ( carta: cart-iera, cart-aceo, cart-ello ), -un prefisso - (pre-visione, circon-ferenza, dis-ordine ), -un prefisso e un suffisso (im-barc-azione ). Anche gli aggettivi o i verbi possono fare da base ai nomi derivati: -dal verbo leggere deriva lettura, -dall'aggettivo dolce deriva dolcezza. ATTIVITA' 1)Stabilisci se il nome in grassetto è primitivo o derivato e barra la casella corrispondente. 2)Scrivi per ciascun nome derivato quello primitivo: giornalista, panettiere, libreria, biglietteria, mareggiata, colorificio, dentista, lanificio, benzinaio, barbiere, mobiliere, muratore, cavaliere, stalliere, autista, pastificio,

33 acquazzone, braccioli, zuppiera, scarpiera, giocoliere, colletto, violinista, cartolaio, orologiaio, brodaglia, musicista, scolaro. 3)Scrivi un nome derivato per ogni nome primitivo: posta:... scarpa:... pesce:... regola:... re:... ombra:... cane:... barca: gioco: dente:... farmaco:... scia:... ************ Inoltre ricordiamo Qualche volta il nome può cambiare per esprimere una sua qualità (grande, piccolo, bello, brutto,...), senza usare l aggettivo qualificativo. Per farlo si prende la radice del nome e si aggiunge un suffisso. Si formano così i NOMI ALTERATI. I nomi alterati possono essere di 4 tipi: diminutivi, accrescitivi, vezzeggiativi e peggiorativi (o dispregiativi). Una casa : si chiama quando è piccina (DIMINUTIVO) si chiama quando è grande (ACCRESCITIVO) si chiama quando è piccola e graziosa (VEZZEGGIATVO)

34 si chiama quando è brutta e vecchia (PEGGIORATIVO) ATTIVITA' 1)Indica di che tipo è il significato degli aggettivi alterati qui elencati. 2)Dillo con una sola parola: un piccolo libro = un uomo cattivo = un libro grazioso = un brutto rospo =... un libro grosso =... una casa grande =... un libro brutto =... un fiore delicato =... una strada brutta, mal tenuta =... una casa ordinata =... una strada piccola =... una casa sporca =... una strada graziosa =... un cattivo poeta =... una grande strada =... una breve poesia =... una voce forte forte =... un grande regalo =... una voce sottile =... un cavallo piccolo =... una voce graziosa =... una scarpa vecchia =... una voce sgradevole =... una ragazza graziosa =... una donna piccina =... una bimba bella =...

35 E ancora... vi sono dei falsi alterati! Tra essi: bottone aquilone torrone lamponi focaccia tacchino pulcino merletto ATTIVITA' 1)Indica la risposta corretta. 1.L'accrescitivo di "mano" è: manaccia manona manuccia 2.La parola "cappellino" significa: cappello carino cappello grande cappello piccolo 3.La parola "tacchino": è il diminutivo di "tacco" non è un alterato è il vezzeggiativo di "tacco" mattone mulino burrone...

36 4.Il vezzeggiativo della parola "orso" è: orsacchiotto orsetto orsino 5.Il dispregiativo della parola "vino" è: vinoccio vinello vinaccio 6.La parola "portone": è il dispregiativo di "porta" non è un alterato è l'accrescitivo di "porta" 7.La parola "nuvolaccia" significa: nuvola grande nuvola brutta nuvola piccola 8.Il diminutivo di "spiaggia" è: spiaggiona spiagiuccia spiaggetta 9.La parola "boccuccia" significa: bocca carina bocca piccola bocca brutta 10.La parola "stivaletto" significa: stivale carino stivale grande stivale piccolo ************ Infine ricordiamo... I NOMI COMPOSTI sono formati da due parole (nomi, aggettivi, verbi, avverbi,...)

37 ATTIVITA' 1)Guarda la figura, scrivi il nome, definisci il gruppo morfologico delle parole di cui è composto e fai una frase.

38 2)Unisci le parole delle due colonne in modo da formare dei nomi composti e scrivili : a. apri 1. giorno... b. via 2. foglio... c. porta 3. muto... d. mezzo 4. ferma... e. agro 5. scatole... f. basso 6. vai... g. terra 7. dolce... h. sordo 8. rilievo... I NOMI COMPOSTI hanno vari modi di formare il plurale. -Se le due parole che compongono il sostantivo sono nomi della stessa categoria (o cose, o persone, o animali), il plurale si forma cambiando solo la desinenza finale: arcobaleno arcobaleni -Se i due sostantivi sono di categorie diverse, al plurale cambia solo la desinenza del primo: pescespada pescispada -I nomi composti da sostantivo + aggettivo cambiano la desinenza di entrambe le parole: pellerossa pellirosse

39 -I nomi composti da un aggettivo + un sostantivo cambiano la desinenza del sostantivo: francobollo francobolli -I nomi formati da due aggettivi formano il plurale cambiando la desinenza dell'aggettivo finale: pianoforte pianoforti -I nomi formati da un verbo + un sostantivo maschile singolare formano il plurale cambiando la desinenza finale: portalettera portalettere -I nomi formati da un verbo + un sostantivo femminile singolare restano uguali: cavalcavia cavalcavia -I nomi formati da un avverbio + un verbo rimangono uguali: benestare benestare

40 -I nomi composti con la parola capo cambiano solo la desinenza finale di capo se significano "capo di" capostazione capistazione -Se invece la parola capo è associata a un aggettivo, entrambe le parole cambiano la desinenza: caposaldo - capisaldi ATTIVITA' 1)Trasforma al plurale i nomi composti facendo attenzione alla concordanza degli aggettivi correlati e al tempo dei verbi. a. Ho acquistato un francobollo per spedire la lettera.... b. La ferrovia attraversa la strada comunale.... c. Prima di partire non dimenticare che devi rinnovare il passaporto in Questura.... d. Il pellerossa d America vive nel tepee, una tenda conica fatta di pelli di bisonte.... Il pescecane è una specie ittica in via d estinzione.... f. Ho dimenticato l accendisigari nella tasca del cappotto.... Il pianoforte è la mia passione.... Il pescespada alla griglia era buonissimo....

41 Il dopocena con te è sempre piacevole.... Ho trovato quel vecchio mangiadischi in soffitta.... Dov è il portacenere?... ************ Ora, che del nome abbiamo ricordato proprio tutto, mettiamoci alla prova analizzandone tutte le sue caratteristiche! Per rendere più rapida l analisi dei nomi abitualmente si usano delle abbreviazioni:oltre che n. per nome, conosciamo le altre...

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

I nomi. Sai che ogni cosa di questo mondo ha un nome? Ma chi ha dato i nomi di alle persone, agli animali e alle cose?

I nomi. Sai che ogni cosa di questo mondo ha un nome? Ma chi ha dato i nomi di alle persone, agli animali e alle cose? I nomi Sai che ogni cosa di questo mondo ha un nome? Ma chi ha dato i nomi di alle persone, agli animali e alle cose? Semplice...l'uomo moltissimi anni fa, per non fare confusione. Osserva lo strano oggetto

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

L Angolo del Buonumore

L Angolo del Buonumore T L Angolo del Buonumore T- Sapete qual è il colmo per un insegnante di diritto? Abitare in Via della Costituzione. T- Sai qual è il colmo per un libro di aritmetica? Non avere problemi. T- Lo sapete qual

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

02. Nomi particolari. Nomi con plurale particolare. Gruppo in -a. Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i.

02. Nomi particolari. Nomi con plurale particolare. Gruppo in -a. Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i. Nomi con plurale particolare Gruppo in -a Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i. poeta (m) poeti problema (m) problemi programma (m) programmi I nomi in -ista sono maschili e femminili.

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

SCHEDA N 2 PRECEDENTE PAROLA DATA SUCCESSIVA

SCHEDA N 2 PRECEDENTE PAROLA DATA SUCCESSIVA SCHEDA N 2 Cerca, sul dizionario, la parola precedente e quella successiva rispetto a quella data, che troverai, scritta in rosso, nella colonna in mezzo. PRECEDENTE PAROLA DATA SUCCESSIVA SALDO SALE SALGEMMA

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto.

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto. IN CITTÀ Paula è brasiliana ed è in Italia da poco tempo. Vive in una città del Nord. La città non è molto grande ma è molto tranquilla, perché ci sono pochi abitanti. In centro ci sono molti negozi, molti

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari '' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari Io ho tanto coraggio ma certe volte non lo dimostro. Per esempio: io ho coraggio a dire in faccia le cose, ma qualche volta no perché non mi fido e allora

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

MA LE STELLE QUANTE SONO

MA LE STELLE QUANTE SONO LIBRO IN ASSAGGIO MA LE STELLE QUANTE SONO DI GIULIA CARCASI Alice Una vecchia canzone diceva: Tu sai tutto sulla realtà del mercato e qui io ammetto di essere negato. Ma a inventare quel che non c è io

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

UNITÁ 4. q q q q LA FAMIGLIA DI BADU

UNITÁ 4. q q q q LA FAMIGLIA DI BADU LA FAMIGLIA DI BADU Badu è ghanese. È di Ada, una città vicino ad Accrà, nel Ghana. Ha ventiquattro anni ed è in Italia da tre mesi. Badu è in Italia da solo, la sua famiglia è rimasta in Ghana. La famiglia

Dettagli

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica A ARITMETICA I numeri naturali e le quattro operazioni Esercizi supplementari di verifica Esercizio Rappresenta sulla retta orientata i seguenti numeri naturali. ; ; ; 0;. 0 Esercizio Metti una crocetta

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

GLI ANIMALI SI NUTRONO

GLI ANIMALI SI NUTRONO Azione 1 Italiano come L2 La lingua per studiare DISCIPLINA: SCIENZE Livello : A 2 GLI ANIMALI SI NUTRONO Gruppo 5 Autori: CRETI MARIELLA - GIONTI FRANCA Destinatari: alunni 1 biennio - scuola primaria

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli