130.1 Conto corrente di corrispondenza

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "130.1 Conto corrente di corrispondenza"

Transcript

1 139 Capitolo 130 Conti correnti Conto corrente di corrispondenza Conto corrente attivo per il cliente Conto corrente a tasso non reciproco Scheda e staffa Modello per le esercitazioni con i conti correnti di corrispondenza Organizzazione del foglio di lavoro Esempio iniziale Riordino per valuta Descrizione di un esempio alternativo, con estinzione del conto Modello da stampare per esercitazioni fatte a mano Conto corrente di corrispondenza Il conto corrente è un contratto che si stipula generalmente con una banca, attraverso il quale si regola l esecuzione, da parte della banca, dell incarico affidatole dal cliente di compiere pagamenti e riscossioni per suo conto, addebitando e accreditando le somme rispettive. Al cliente viene inviato periodicamente l estratto conto, che è un prospetto contenente la registrazione delle operazioni eseguite, assieme ai conteggi relativi per il periodo interessato. Generalmente, nei contratti di conto corrente, si parla di saldo attivo quando il saldo del conto è a credito del cliente (ovvero a debito della banca); per converso, si parla di saldo passivo quando il saldo del conto è a debito del cliente (ovvero a credito della banca). Nei conti correnti si usa distinguere gli importi tra dare e avere, secondo la visione di chi tiene il conto: la banca. In pratica, le somme che appaiono in dare, dal punto di vista della banca rappresentano un credito nei confronti del cliente; per converso, le somme che appaiono in avere rappresentano un debito nei confronti del cliente. Pertanto, il cliente che riceve l estratto conto deve fare un ragionamento inverso: i valori in dare sono un suo debito nei confronti della banca, mentre i valori in avere sono un suo credito nei confronti della banca. Nei conti correnti si distingue la data dell operazione dalla data della valuta. La valuta rappresenta la data considerata per il calcolo degli interessi Conto corrente attivo per il cliente I calcoli per la tenuta di un conto corrente che può essere solo attivo per il cliente sono più semplici, in quanto si utilizza sicuramente un solo tasso di interesse. Si osservi il prospetto seguente che, nella sezione successiva, deve essere realizzata con il foglio elettronico: a2» anteprima --- Copyright Daniele Giacomini -- appunti2 ( ad) gmail com Edizione di prova. Gli importi delle cella da B2 a B13, vengono inseriti con segno negativo quando si tratta di prelevamenti dal conto. Nelle celle da C2 a C13 vengono messe delle formule per calcolare il saldo progressivo del conto; per esempio, la cella C3 deve contenere l espressione B3+C2» e in modo analogo devono essere fatte le espressioni delle altre celle del gruppo C2:C13. La data della valuta va inserita nel modo consueto; per esempio la cella D3 deve contenere la funzione DATA(2010;3;17)». Le celle da E2 a E13 contengono i giorni che mancano al raggiungimento della fine dell anno; per esempio, la cella E2 deve contenere l espressione DATA(2010;12;31) D2». Le celle da F2 a F13 contengono il prodotto tra gli importi e i giorni; per esempio, la cella F2 deve contenere l espressione B2*E2». La cella B15 contiene il saldo dell ultimo movimento, il quale si ottiene facendo riferimento alla cella B13; la cella B16 contiene il totale dei numeri computistici, ovvero la somma delle celle da F2 a F13. La cella B19 contiene l interesse lordo a favore del cliente, calcolato moltiplicando il totale dei numeri computistici per il tasso di interesse, diviso 365 (si osservi che il tasso di interesse del 1,5 % è pari a 0,015). La cella B22 contiene l importo della ritenuta fiscale applicata agli interessi; pertanto va calcolata moltiplicando gli interessi lordi per la percentuale della ritenuta. Nella cella B24 viene calcolato l interesse al netto della ritenuta; nella cella B26 viene calcolato il totale, composto: dal saldo del conto, più gli interessi netti, meno le spese di tenuta conto. In generale, i numeri computistici vanno mostrati senza decimali; tuttavia, nella prima parte di questo capitolo si preferisce mostrarli con due decimali, dal momento che i calcoli relativi vanno fatti in modo automatico Verifica Si realizzi un prospetto che riproduca quanto mostrato e descritto fino a questo punto. Al termine del lavoro, dopo averlo salvato in un file, si deve stampare il prospetto in forma normale, poi, lo si deve ristampare visualizzando le formule, la griglia delle celle, assieme alle intestazioni di riga e di colonna, per la correzione. Prima di stampare il prospetto con le formule in evidenza, si deve verificare nell anteprima di stampa che le formule inserite siano visibili, altrimenti è bene ridurre il carattere, fare andare a capo il testo o allargare le colonne Verifica Si realizzi un prospetto simile a quella della verifica precedente, con i movimenti seguenti: valuta operazione importo 1 marzo apertura del conto corrente con un versamento in contanti 1000,00 e 20 marzo numero ,00e 25 aprile versamento di un assegno circolare 2000,00e 6 giugno prelevamento da sportello automatico 200,00e 8 luglio prelevamento da sportello automatico 250,00e 10 settembre prelevamento in contanti 500,00e 1 ottobre pagamento di un utenza telefonica 124,00e 11 novembre pagamento fornitura gas 60,00e 12 dicembre pagamento fornitura elettricità 90,00e

2 140 volume VIII Didattica in laboratorio Il tasso di interesse a favore del cliente è del 1,1 %; la ritenuta fiscale è del 27 %; le spese di tenuta conto ammontano a 15,00e. Al termine del lavoro, dopo averlo salvato in un file, si deve stampare il prospetto in forma normale, poi, lo si deve ristampare visualizzando le formule, la griglia delle celle, assieme alle intestazioni di riga e di colonna, per la correzione. Prima di stampare il prospetto con le formule in evidenza, si deve verificare nell anteprima di stampa che le formule inserite siano visibili, altrimenti è bene ridurre il carattere, fare andare a capo il testo o allargare le colonne Conto corrente a tasso non reciproco Quando il cliente può prelevare di più di quanto ha versato nel conto, si hanno generalmente due tassi di interesse separati: uno a favore del cliente, l altro a favore della banca. Per poter separare gli interessi occorre calcolare in modo differente i numeri computistici, separandoli in numeri dare» e numeri avere». Si osservi il prospetto seguente che, nella sezione successiva, deve essere realizzato con il foglio elettronico: Rispetto al prospetto già descritta in precedenza, qui si osserva, in particolare, la presenza di una colonna con il saldo progressivo (le celle da C2 a C14) e di due colonne che raccolgono separatamente i numeri dare rispetto ai numeri avere. Per ottenere il saldo progressivo, è sufficiente sommare il valore dell importo che appare sulla riga corrente al saldo della riga precedente. Per esempio, la cella C3 deve contenere l espressione B3+C2». Tuttavia, la cella C2 deve avere un valore fisso, in quanto si tratta della ripresa del saldo del conto precedente, che è un valore dato. Nelle celle da E2 a E14 si calcolano i giorni di permanenza di ogni saldo. Pertanto, si calcola il tempo che intercorre tra la data della valuta della riga corrente alla data della valuta della riga successiva. Per esempio, nella cella E2 ci deve essere l espressione D3-D2». Di conseguenza, le operazioni devono essere necessariamente in ordine di valuta, a parte la ripresa del saldo che deve essere sempre la prima operazione. A questo proposito, si osservi che la data contenuta nella cella D2 rappresenta il 31 dicembre dell anno precedente a quello delle operazioni che si vedono nelle righe successive. I numeri delle celle da F2 a F14 si calcolano come prodotto tra il saldo e i giorni della riga corrente. Per separare i numeri dare dai numeri avere, occorre usare delle condizioni: nella cella G2 occorre inserire l espressione SE(F2<0;-F2;0)»; nella cella H2 occorre inserire l espressione SE(F2>0;F2;0)». Naturalmente, queste formule vanno poi copiate nelle altre celle da G2 a G14 e da H2 a H14. Nelle celle G15 e H15, evidentemente, ci sono le somme dei numeri dare e avere Verifica Si realizzi un prospetto che riproduca quanto mostrato e descritto nella sezione precedente. Al termine del lavoro, dopo averlo salvato in un file, si deve stampare il prospetto in forma normale, poi, lo si deve ristampare visualizzando le formule, la griglia delle celle, assieme alle intestazioni di riga e di colonna, per la correzione. Prima di stampare il prospetto con le formule in evidenza, si deve verificare nell anteprima di stampa che le formule inserite siano visibili, altrimenti è bene ridurre il carattere, fare andare a capo il testo o allargare le colonne Scheda e staffa Generalmente, il conto corrente di corrispondenza viene tenuto predisponendo due tabelle, denominate rispettivamente scheda e staffa (o scalare). Nella prima vengono elencate le operazione in ordine di data; nella seconda vengono riassunte le operazioni ma in ordine di valuta. Si osservi il prospetto seguente che, nella sezione successiva, deve essere realizzato con il foglio elettronico: Conti correnti 141 C15:E27 e riordinare la zona C17:E26 per valuta (colonna E), per poi completare il resto del prospetto. Se le operazioni vengono annotate in modo disordinato, il riordino può essere utilizzato anche per la zona A3:E12, in modo da avere i movimenti in ordine di data. Si osservi che nel riordino vengono escluse di proposito le righe della ripresa saldo e del saldo conclusivo (le righe 2, 13, 16 e 27), perché devono rimanere sempre al loro posto Verifica Si realizzi un prospetto che riproduca quanto mostrato e descritto nella sezione precedente, tenendo conto anche di quanto già descritto nel resto del capitolo. Al termine del lavoro, dopo averlo salvato in un file, si deve stampare il prospetto in forma normale, poi, lo si deve ristampare visualizzando le formule, la griglia delle celle, assieme alle intestazioni di riga e di colonna, per la correzione. Prima di stampare il prospetto con le formule in evidenza, si deve verificare nell anteprima di stampa che le formule inserite siano visibili, altrimenti è bene ridurre il carattere, fare andare a capo il testo o allargare le colonne Verifica 1 ottobre 1000,00e 1 ottobre 10 ottobre n ,00e 5 ottobre 5 novembre versamento di un assegno bancario 3000,00e 9 novembre versamento in contanti 1000,00e 9 novembre n ,00e 7 novembre 20 novembre versamento in contanti 540,00e 20 novembre 28 novembre 250,00e 28 novembre 10 dicembre addebito bolletta telefonica 150,00e 10 dicembre 22 dicembre versamento in contanti 500,00e 22 dicembre del 1 %; il tasso di interesse a favore della banca è del 5 %; la ritenuta fiscale è del 27 %; le spese di tenuta conto ammontano a 30,00ecomplessive Verifica 1 ottobre 1000,00e 1 ottobre 9 ottobre 250,00e 9 ottobre 7 novembre versamento di un assegno bancario 3000,00e 14 novembre versamento in contanti 500,00e 12 novembre n ,00e 8 novembre 20 novembre versamento in contanti 540,00e 20 novembre 28 novembre 250,00e 28 novembre 10 dicembre addebito bolletta fornitura elettrica 150,00e 10 dicembre 22 dicembre versamento in contanti 500,00e 22 dicembre del 1,1 %; il tasso di interesse a favore della banca è del 5,5 %; la ritenuta fiscale è del 27 %; le spese di tenuta conto ammontano a 40,00ecomplessive Verifica 1 ottobre 2000,00e 1 ottobre 9 ottobre 250,00e 9 ottobre 7 novembre versamento di un assegno bancario 3000,00e 15 novembre n ,00e 7 novembre 12 novembre n ,00e 9 novembre 20 novembre versamento in contanti 540,00e 20 novembre 28 novembre 250,00e 28 novembre 10 dicembre addebito bolletta fornitura gas 150,00e 10 dicembre 22 dicembre versamento in contanti 500,00e 22 dicembre del 2 %; il tasso di interesse a favore della banca è del 7 %; la ritenuta fiscale è del 27 %; le spese di tenuta conto ammontano a 40,00ecomplessive. I valori dei numeri computistici, vengono visualizzati privi della parte decimale, come si fa comunemente in questi casi. Il valore contenuto nelle celle G16, H16 e I16, sono dati, mentre gli altri numeri computistici della colonna G sono calcolati. Per realizzare un prospetto di questo tipo, è consigliabile di realizzare prima la tabella che si trova nella zona A1:E13; successivamente, conviene copiare la zona C1:E13 nella zona Verifica 3 ottobre 1500,00e 3 ottobre 31 ottobre 250,00e 31 ottobre 7 novembre versamento di un assegno bancario 2000,00e 11 novembre n ,00e 9 novembre 30 novembre n ,00e 27 novembre 1 dicembre versamento in contanti 1400e 1 dicembre 15 dicembre 250,00e 15 dicembre 20 dicembre addebito bolletta fornitura gas 150,00e 20 dicembre 27 dicembre versamento in contanti 1000,00e 27 dicembre

3 142 volume VIII Didattica in laboratorio del 1,1 %; il tasso di interesse a favore della banca è del 13 %; la ritenuta fiscale sugli interessi a favore del cliente è del 27 %; le spese di tenuta conto ammontano a 20,00e complessive Verifica 5 ottobre 1700,00e 5 ottobre 29 ottobre 300,00e 29 ottobre 7 novembre versamento di un assegno bancario 2000,00e 11 novembre n ,00e 9 novembre 30 novembre n ,00e 27 novembre 2 dicembre versamento in contanti 1500e 2 dicembre 15 dicembre 250,00e 15 dicembre 20 dicembre addebito bolletta fornitura elettrica 150,00e 20 dicembre 28 dicembre versamento in contanti 1100,00e 28 dicembre del 1,05 %; il tasso di interesse a favore della banca è del 14 %; la ritenuta fiscale sugli interessi a favore del cliente è del 27 %; le spese di tenuta conto ammontano a 20,00e complessive Modello per le esercitazioni con i conti correnti di corrispondenza In questo capitolo viene descritto l utilizzo del foglio di lavoro che può essere prelevato presso allegati/conto-corrente-di-corrispondenza-per-le-esercitazioni.ods, che a sua volta è una porzione di un lavoro più grande, descritto nel capitolo 135. Lo scopo di questo foglio di lavoro è quello di facilitare l esecuzione di esercitazioni sui conti correnti di corrispondenza, senza troppi automatismi, lasciando così allo studente il compito di ragionare su ciò che sta facendo Organizzazione del foglio di lavoro Il foglio di lavoro contiene principalmente tre parti (tre tabelle), nominate scheda, staffa, spese e competenze, per contenere rispettivamente la scheda, la staffa, il prospetto delle spese e competenze, con l aggiunta di un area finale ulteriore, denominata temporanea, per eseguire il riordino per valuta prima di predisporre la staffa. Il foglio di lavoro contiene delle formule per calcolare automaticamente i saldi, i giorni e i numeri computistici. Le aree in cui si deve intervenire hanno uno sfondo leggermente grigio. Conti correnti 143 Si osservi che la valuta del cambio del tasso è il giorno antecedente alla decorrenza del nuovo tasso. A proposito di operazioni omesse nella staffa, si può osservare che manca volutamente il versamento dell assegno bancario del 20 dicembre, perché ha una valuta del 3 gennaio. Figura Staffa. Il prospetto delle spese e competenze va compilato tenendo conto delle condizioni stabilite per il conto corrente. In particolare conviene inserire subito i tassi e le date dei periodi di loro competenza. In questo prospetto è importantissimo definire correttamente i periodi ai quali si applicano i vari tassi di interesse, per fa sì che nella staffa i numeri computistici vengano distinti come dimostrato nella figura precedente. A questo proposito si deve osservare che vanno indicate la data iniziale e finale del primo periodo, oltre alla data finale del secondo e terzo periodo (se i cambi di tasso sono meno di due, le date finali dei periodi non usati sono uguali a quella dell ultimo); in pratica si omette la data iniziale del secondo e del terzo periodo, perché viene determinata automaticamente. Inoltre, la data finale dei periodi che precedono un cambio del tasso, corrisponde alla valuta di tale cambio. Figura Prospetto delle competenze e delle spese. La presenza di formule, anche complesse, implica la necessità di evitare inserzioni o eliminazioni di celle, così come di evitare l uso di funzioni di spostamento (taglia-incolla), perché ciò modificherebbe i riferimenti contenuti nelle formule stesse. In pratica, per tutte le modifiche che si può essere costretti a fare, è necessario limitarsi all uso di funzioni di copia pure e semplici. Il fatto che le zone modificabili abbiano uno sfondo grigio, aiuta a individuare immediatamente l esecuzione di un comando erroneo di spostamento o di inserzione, perché ciò comporta la comparsa di aree con fondo bianco (in quanto prive di formattazione); se ciò dovesse avvenire, è sufficiente annullare l ultimo comando dato. Il foglio di lavoro è predisposto in modo tale da poter gestire al massimo due cambi di tasso nel periodo considerato. Per ottenere questo, nella staffa sono presenti tre gruppi di numeri computistici, che vengono calcolati in funzione delle date indicate nel prospetto delle spese e delle competenze. La scheda e la staffa, nella colonna A fanno apparire una lettera x» in corrispondenza delle righe che sono utili per la stampa. Prima di stampare tali tabelle, va fatto un filtro delle righe, selezionando proprio quelle che in colonna A hanno una lettera x» Esempio iniziale La scheda si compila inserendo le date e le valute nel modo più semplice possibile, facendo attenzione però all anno, quando non può essere quello riferito al periodo preso in considerazione. Per esempio, nella scheda che si vede nella figura, la valuta del 3 gennaio, del versamento di un assegno bancario, appartiene evidentemente all anno successivo. Nella compilazione della scheda non servono altri accorgimenti, a parte il fatto che, per poter trasferire con facilità i dati nella staffa, non si possono usare delle formule che contengano riferimenti ad altre celle, né per le date o le valute, né per gli importi. La colonna finale della scheda, dove andrebbe messo il numero di sequenza delle operazioni, in ordine di valuta, può essere tralasciato perché si può eseguire un riordino attraverso le funzioni del foglio elettronico. Figura Scheda Riordino per valuta Dopo la compilazione della scheda del conto corrente, si fa una copia delle date, delle valute e dei valori delle operazioni, in un area temporanea (la scheda temporanea), dove si procede al riordino per valuta, controllando però la coerenza del risultato. Figura La zona da copiare nella scheda temporanea. Nella staffa, vanno copiate le valute e i valori delle operazioni, omettendo però quelle che vanno riprese nel periodo successivo, dopo averli ordinati per valuta (lasciando però nella sua posizione la ripresa saldo o l apertura del conto); tuttavia può essere necessario aggiungere la valuta, o le valute, del cambio del tasso (nell esempio corrispondono al 11 novembre e al 12 dicembre) e la data conclusiva del periodo (oppure quella dell estinzione del conto). Nell esempio della staffa si vede che i numeri computistici appaiono automaticamente in coppie di colonne separate, per la presenza di un cambio di tasso. Dalle intestazioni delle colonne si può notare che non viene visualizzata la quarta colonna (D), che contiene le formule utilizzate per determinare il saldo per valuta.

4 144 volume VIII Didattica in laboratorio Figura La copia ottenuta nella scheda temporanea. Conti correnti 145 Figura Dopo il riordino occorre verificare se ci sono valute da escludere. Dopo la copia nell area temporanea, occorre aggiungere le valute del cambio del tasso, ammesso che questi cambi esistano, oltre alla data della conclusione del periodo o dell estinzione del conto. Figura Si aggiungono nella scheda temporanea le valute del cambio del tasso (11 novembre e 12 dicembre) e la data che conclude il periodo (31 dicembre). Dopo il riordino e le eventuali correzioni da apportare, si copiano nella staffa, separatamente, la zona delle valute e la zona dei valori dei movimenti. Figura Aree da copiare dopo il riordino. A questo punto si procede al riordino all area temporanea secondo la colonna della valuta, ma in questo caso occorre tenere conto che la prima operazione, essendo una ripresa del saldo precedente, deve rimanere al primo posto in ogni caso. Pertanto, si riordina solo la porzione che va dalla riga successiva, specificando come criterio di ordinamento la colonna B (valuta) ed eventualmente, come chiave secondaria, la colonna A (data), nel caso dovessero esserci delle valute uguali. Figura Aree copiate nella staffa. Figura Viene esclusa dal riordino la prima riga, perché deve rimanere in quella posizione in ogni caso, trattandosi di una ripresa saldo. La staffa non richiede altro, perché il calcolo dei numeri computistici nelle colonne appropriate viene fatto automaticamente, in base ai periodi indicati nel prospetto delle spese e competenze. Dopo il riordino si può osservare che l operazione con valuta 3 gennaio non deve essere inserita nella staffa, perché va invece ripresa nel periodo successivo Descrizione di un esempio alternativo, con estinzione del conto Viene proposto un esempio di conto corrente del primo trimestre di un certo anno, che però viene estinto il giorno 24 marzo. Durante il periodo viene cambiato il tasso di interesse con decorrenza 26 febbraio (pertanto valuta del cambio del tasso è il 25 febbraio). Inizialmente si registrano nella scheda le operazioni che si vedono nella figura successiva.

5 146 volume VIII Didattica in laboratorio Figura La scheda prima di annotare l estinzione del conto. Conti correnti 147 Figura Scheda, dopo l estinzione del conto. Attraverso la fase di riordino delle valute, che deve tenere conto della valuta del cambio del tasso e della data di estinzione del conto, si arriva a una staffa, di cui si vede una porzione nella figura successiva. Figura La staffa, senza visualizzare, per ora, i numeri computistici Modello da stampare per esercitazioni fatte a mano Per le esercitazioni, fatte a mano, con i conti correnti di corrispondenza, si può predisporre un modello contenente una griglia vuota per la stampa e la fotocopia successiva. In questa sezione viene mostrato un modello del genere, che può essere prelevato per la stampa, allegati/contocorrente-di-corrispondenza-per-le-esercitazioni-da-stampare.pdf, ed eventualmente anche per la modifica presso, allegati/conto-corrente-di-corrispondenza-per-le-esercitazioni-da-stampare.sxc (viene distribuito assieme all edizione HTML dell opera). Figura Modello vuoto per la scheda. Si passa alla compilazione del prospetto delle spese e competenze, con particolare riguardo alle date dei periodi coinvolti. Si prendano per buoni i valori che si vedono nella figura successiva, senza altre spiegazioni sulle condizioni applicate al conto corrente. Figura Prospetto delle spese e competenze, dopo la sua compilazione. A questo punto si può controllare che nella staffa i numeri computistici appaiano separati correttamente, secondo le esigenze del cambio del tasso. Figura Staffa completa e filtrata. Al termine, si può completare la scheda con le operazioni di estinzione del conto. In pratica si addebita il bilancio delle spese e competenze, e si annota il prelievo del saldo rimanente con un assegno circolare.

6 148 volume VIII Didattica in laboratorio Figura Modello vuoto per la staffa. Figura Modello vuoto per il prospetto delle competenze e delle spese. 1 In teoria, potrebbe capitare di dover estinguere il conto a una certa data, pur avendo un operazione con valuta successiva all estinzione. In generale non viene concessa l estinzione di un conto in presenza di valute successive; tuttavia, volendo ammettere un caso del genere, occorrerebbe spostare manualmente la riga di tale valuta prima di quella che contiene la data di estinzione.

Conti correnti. 130.1 Conto corrente di corrispondenza. 130.1.1 Conto corrente attivo per il cliente. TXT HTM PDF pdf

Conti correnti. 130.1 Conto corrente di corrispondenza. 130.1.1 Conto corrente attivo per il cliente. TXT HTM PDF pdf TXT HTM PDF pdf P1 P2 P3 P4 313 Conti correnti Capitolo 130 130.1 Conto corrente di corrispondenza..........................................313 130.1.1 Conto corrente attivo per il cliente...................................

Dettagli

Interesse, sconto, ratei e risconti

Interesse, sconto, ratei e risconti TXT HTM PDF pdf P1 P2 P3 P4 293 Interesse, sconto, ratei e risconti Capitolo 129 129.1 Interesse semplice....................................................... 293 129.1.1 Esercizio per il calcolo dell

Dettagli

Interesse, sconto, ratei e risconti

Interesse, sconto, ratei e risconti 129 Interesse, sconto, ratei e risconti Capitolo 129 129.1 Interesse semplice....................................................... 129 129.1.1 Esercizio per il calcolo dell interesse semplice........................

Dettagli

Paghe. 131.1.1 Scaglioni. Fascia di reddito. Fascia di reddito

Paghe. 131.1.1 Scaglioni. Fascia di reddito. Fascia di reddito 339 Paghe Capitolo 131 131.1 Suddivisione del reddito in scaglioni....................................... 339 131.1.1 Scaglioni......................................................... 339 131.1.2 Suddivisione

Dettagli

ESERCITAZIONE SUL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA PASSIVO

ESERCITAZIONE SUL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA PASSIVO ESERCITAZIONE SUL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA PASSIVO Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Laurea in Economia Aziendale, a.a. 2015-2016 Traccia Il 20 novembre 2015 viene aperto

Dettagli

GUIDA SALDOREALE 2014. Guida passo passo per il calcolo degli interessi anatocistici con il programma SaldoReale 2014.

GUIDA SALDOREALE 2014. Guida passo passo per il calcolo degli interessi anatocistici con il programma SaldoReale 2014. GUIDA SALDOREALE 2014 Guida passo passo per il calcolo degli interessi anatocistici con il programma SaldoReale 2014. Fase I: Inserimento delle operazioni di conto corrente nell estratto conto di Saldo

Dettagli

IL CONTO CORRENTE. Anno scolastico 2014-15

IL CONTO CORRENTE. Anno scolastico 2014-15 IL CONTO CORRENTE Anno scolastico 2014-15 1 LA MONETA BANCARIA Consente di scambiare beni e servizi senza l uso del denaro contante Poggia su una serie di strumenti organizzati e gestiti da banche e altri

Dettagli

Le banche e la moneta bancaria. Il conto corrente

Le banche e la moneta bancaria. Il conto corrente LA MONETA BANCARIA Banca d Italia AGENDA Le banche e la moneta bancaria Il conto corrente Ancora sul concetto di moneta Insieme di mezzi generalmente accettati come strumento di pagamento: Banconote e

Dettagli

2104 volume III Programmazione

2104 volume III Programmazione 2103 SQLite Capitolo 77 77.1 Utilizzo generale................................. 2104 77.1.1 Utilizzo di sqlite3».......................... 2104 77.1.2 Copie di sicurezza............................ 2106

Dettagli

Manuale "Conto Corrente e servizi"

Manuale Conto Corrente e servizi Manuale "Conto Corrente e servizi" Indice Conti Correnti Saldo.3-7 Movimenti..8-13 Assegni.14-17 Bonifico nostra Banca..18-24 Bonifico altra Banca.25-31 Bonifico Postale 32-38 Bonifico periodico 39-46

Dettagli

Sommario. Conto corrente. Conto corrente CORSI DI RIALLINEAMENTO 26/10/2011 ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2011-2012

Sommario. Conto corrente. Conto corrente CORSI DI RIALLINEAMENTO 26/10/2011 ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2011-2012 CORSI DI RIALLINEAMENTO ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2011-2012 Sommario Compilazione estratto conto e staffa Sbilancio delle competenze Tutor: Dott.ssa Lixi Marta 1 2 Conto corrente Il conto corrente è il contratto

Dettagli

Logistica magazzino: Inventari

Logistica magazzino: Inventari Logistica magazzino: Inventari Indice Premessa 2 Scheda rilevazioni 2 Registrazione rilevazioni 3 Filtro 3 Ricerca 3 Cancella 3 Stampa 4 Creazione rettifiche 4 Creazione rettifiche inventario 4 Azzeramento

Dettagli

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici Release 5.20 Manuale Operativo BONIFICI Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici La gestione dei bonifici consente di automatizzare le operazioni relative al pagamento del fornitore tramite bonifico bancario,

Dettagli

Test Excel conoscenze di Base

Test Excel conoscenze di Base Test Excel conoscenze di Base 1)Che tipo di barra ha un foglio di calcolo, che un elaboratore testi non ha? a. La barra dei menu b. La barra della formula c. La barra del titolo d. La barra della formattazione

Dettagli

LEZIONE: TESORERIA 1/2

LEZIONE: TESORERIA 1/2 Corso Responsabile Amministrativo E. Marcelli C. Marcelli LEZIONE: TESORERIA 1/2 Tesoreria 1/2 AGENDA 1. Tenuta cassa 1.1 Prima nota cassa 1.2 Prima nota cassa esempio 1.3 Controllo cassa 2. Banca: Tipologie

Dettagli

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese ALLEGATO 1 CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA tra L Associazione Pistoia Futura Laboratorio per la Programmazione Strategica della Provincia di Pistoia, con sede in Pistoia Piazza San

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

GESTIONE INTERESSI DI MORA. Impostazioni su Gestione Condominio. Addebito interessi su codice spesa 22. Immissione/gestione versamenti

GESTIONE INTERESSI DI MORA. Impostazioni su Gestione Condominio. Addebito interessi su codice spesa 22. Immissione/gestione versamenti GESTIONE INTERESSI DI MORA Partendo dal presupposto che i versamenti vengano effettuati quasi sempre (salvo casi sporadici) tramite banca (e non in contanti presso l ufficio dell amministratore), l analisi

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza Avvertenza Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

Versione 1.0. La cartella di Excel contiene, di default, le seguenti schede: Classe, Criteri, 1,Riepilogo, Doc15 come si vede in figura:

Versione 1.0. La cartella di Excel contiene, di default, le seguenti schede: Classe, Criteri, 1,Riepilogo, Doc15 come si vede in figura: Versione 1.0 Premessa Dixit è la griglia per la definizione del voto d orale all esame di Stato; aiuta a mantenere un criterio unico e oggettivo nell assegnazione del voto. La cartella di Excel contiene,

Dettagli

Introduzione. Generalità sul Software applicativo

Introduzione. Generalità sul Software applicativo Introduzione In regime di capitalizzazione composta, il calcolo degli interessi maturati da un capitale in un determinato periodo temporale dipende dal capitale stesso e dagli interessi maturati nei precedenti

Dettagli

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle Foglio di calcolo Il foglio di calcolo: Excel I dati inseriti in Excel sono organizzati in Cartelle di lavoro a loro volta suddivise in Fogli elettronici. I fogli sono formati da celle disposte per righe

Dettagli

Foglio Informativo Conto corrente famiglie e privati

Foglio Informativo Conto corrente famiglie e privati Foglio Informativo Conto corrente per consumatori (Conto a pacchetto) Profili: Famiglie con operatività bassa - Famiglie con operatività media - Famiglie con operatività elevata Infomazioni sulla Banca

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli

IL CONTO CORRENTE INFORMAZIONI UTILI

IL CONTO CORRENTE INFORMAZIONI UTILI IL CONTO CORRENTE INFORMAZIONI UTILI IL RAPPORTO DI CONTO CORRENTE Il conto corrente è il contratto con il quale le parti si obbligano ad annotare in un conto i crediti derivanti da reciproche rimesse

Dettagli

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Release 5.20 Manuale Operativo CLIENTI PLUS Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Il modulo Clienti Plus è stato studiato per ottimizzare la gestione amministrativa dei clienti, abilitando la gestione

Dettagli

Commissione di Massimo Scoperto e Commissione di Mancato Utilizzo: cosa sono e come funzionano.

Commissione di Massimo Scoperto e Commissione di Mancato Utilizzo: cosa sono e come funzionano. Cod. 01TALAL3801L8M (ed. 12.08) - Agema www.intesasanpaolo.com Informazioni sui saldi debitori, sulla di Massimo Scoperto trimestrale e sulla di Cod. 73TALAL3801L8M (ed. 12.08) - Agema www.bancadelladriatico.it

Dettagli

Applicativo gestionale con il foglio elettronico

Applicativo gestionale con il foglio elettronico Parte xi Applicativo gestionale con il foglio elettronico 98 Utilizzo.............................................127 98.1 Organizzazione generale e accorgimenti nell utilizzo 128 98.2 Anagrafica azienda..............................

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO

FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO Foglio informativo analitico recante le condizioni contrattuali praticate per i rapporti di prestito sociale dalla Cooperativa G. di Vittorio Società

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

Scadenza comune anteriore, posteriore e intermedia alle scadenze di tutti i capitali. Un problema di scadenza comune prefissata: il conto corrente

Scadenza comune anteriore, posteriore e intermedia alle scadenze di tutti i capitali. Un problema di scadenza comune prefissata: il conto corrente Scadenza comune anteriore, posteriore e intermedia alle scadenze di tutti i capitali. Un problema di scadenza comune prefissata: il conto corrente La ditta Alfa di Palermo ha i seguenti debiti per fatture

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

ESSE 3 GUIDA DOCENTI PER LA GESTIONE DEI REGISTRI DELLE LEZIONI e DEGLI IMPEGNI (AGGIORNATO AL 20/04/2015)

ESSE 3 GUIDA DOCENTI PER LA GESTIONE DEI REGISTRI DELLE LEZIONI e DEGLI IMPEGNI (AGGIORNATO AL 20/04/2015) ESSE 3 GUIDA DOCENTI PER LA GESTIONE DEI REGISTRI DELLE LEZIONI e DEGLI IMPEGNI (AGGIORNATO AL 20/04/2015) 1 INDICE 1. Materiale informativo e assistenza... 3 2. Accesso al Registro delle Lezioni di Esse3...

Dettagli

Voti finali e Scrutini

Voti finali e Scrutini Voti finali e Scrutini Premessa La gestione Scrutini è ora completamente integrata dentro RE. Sono previste diverse funzioni applicative, dall inserimento dei voti proposti alla gestione dello scrutinio

Dettagli

GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA CCNL GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA CCNL

GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA CCNL GUIDA RAPIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA CCNL GUIDA RAPIDA BOZZA 23/07/2008 INDICE 1. PERCHÉ UNA NUOVA VERSIONE DEI MODULI DI RACCOLTA DATI... 3 2. INDICAZIONI GENERALI... 4 2.1. Non modificare la struttura dei fogli di lavoro... 4 2.2. Cosa significano

Dettagli

Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito. I servizi di investimento e di pagamento

Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito. I servizi di investimento e di pagamento Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito I servizi di investimento e di pagamento I servizi di investimento Prodotti che soddisfano le esigenze di investimento della clientela Raccolta diretta (raccolta

Dettagli

TaleteWeb Prevenzione. Manuale d uso

TaleteWeb Prevenzione. Manuale d uso TaleteWeb Manuale d uso 1 L applicazione consente la programmazione ed il controllo delle attività del Dipartimento di di un azienda sanitaria locale. Per accedere all applicazione, selezionare l app dell

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Articolo 1 - Oggetto 1.1. Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci in conformità all'articolo 7 dello statuto sociale. 1.2. Tale

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

MANUALE LIQUIDAZIONE PER RETE AGENTI/EX ART.106

MANUALE LIQUIDAZIONE PER RETE AGENTI/EX ART.106 MANUALE LIQUIDAZIONE PER RETE AGENTI/EX ART.106 Santander Consumer Unifin Pagina 1 di 24 Controllo versione Versione Descrizione modifiche Autore Data 1.00 Versione originale Giovanna Sacco 18/06/2012

Dettagli

EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA

EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA EMISSIONE E MODIFICA DI UNA FATTURA In questo documento viene descritta l operatività per l immissione e la modifica di documenti di tipo fattura che si esegue dalla funzione Vendite Acquisti. FATTURA

Dettagli

PROSPETTO DI SINTESI, ESTRATTO CONTO, STAFFA E PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE

PROSPETTO DI SINTESI, ESTRATTO CONTO, STAFFA E PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE PROSPETTO DI SINTESI, ESTRATTO CONTO, STAFFA E PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE (informativa periodica della banca verso il cliente in un rapporto di c/c) E s e r c i t a z i o n e 2 maggio 2006 PROSPETTO DI

Dettagli

CODICE: PREV_MAN_CLIENTE REVISIONE: 04 DATA PRIMA EMISSIONE: 11/06/2008 DATA AGGIORNAMENTO: 02/05/2012

CODICE: PREV_MAN_CLIENTE REVISIONE: 04 DATA PRIMA EMISSIONE: 11/06/2008 DATA AGGIORNAMENTO: 02/05/2012 SOMMARIO 1 Scopo e campo di applicazione... 3 2 Responsabilità... 3 3 Riferimenti... 3 4 Accesso all applicazione... 3 4.1 Primo accesso all applicazione Preventivi... 4 4.2 Accessi successivi all applicazione

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI CONSUMO DI GAS METANO, MODELLO AD-2, PER L ANNO D IMPOSTA 2001

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI CONSUMO DI GAS METANO, MODELLO AD-2, PER L ANNO D IMPOSTA 2001 Allegato 2 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI CONSUMO DI GAS METANO, MODELLO AD-2, PER L ANNO D IMPOSTA 2001 1. GENERALITÀ Ciascun deposito fiscale è identificato da un Codice Accisa

Dettagli

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente Prerequisiti Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente L opzione Provvigioni agenti è disponibile per le versioni Vendite, Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

Ricariche Telefoniche

Ricariche Telefoniche Ricariche Telefoniche RICARICHE TELEFONICHE Inserimento dati Passo1 Generalità Questa funzione permette di ricaricare, tramite addebito sul proprio conto corrente, un apparecchio telefonico il cui numero

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari

FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari CONTO CORRENTE ALTO RENDIMENTO - Clientela al Dettaglio / Clienti Non Consumatori

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI CONSUMO DI GAS METANO, MODELLO AD-2, PER L ANNO D IMPOSTA 2006

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI CONSUMO DI GAS METANO, MODELLO AD-2, PER L ANNO D IMPOSTA 2006 Allegato 2 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI CONSUMO DI GAS METANO, MODELLO AD-2, PER L ANNO D IMPOSTA 2006 1. GENERALITÀ Ciascun depositario autorizzato o altro soggetto senza impianto

Dettagli

Punto Vendita. OBS Open Business Solutions

Punto Vendita. OBS Open Business Solutions L area Punto Vendita, rivolta alle aziende commerciali al dettaglio, consente la gestione delle operazioni di vendita al banco e più precisamente l immissione, la manutenzione, la stampa, l archiviazione

Dettagli

I recenti articoli riguardanti l'usura e l'anatocismo bancario, così come gli

I recenti articoli riguardanti l'usura e l'anatocismo bancario, così come gli 1. Introduzione I recenti articoli riguardanti l'usura e l'anatocismo bancario, così come gli interventi legislativi, hanno riportato all'attenzione mediatica il problema della gestione del credito in

Dettagli

Esercitazione del 05-03-2007

Esercitazione del 05-03-2007 FUNZIONI Esercitazione del 05-03-2007 1. Aprire una nuova cartella di lavoro. 2. Inserire nel foglio di lavoro di Excel le seguenti colonne: A B 1000 100 1100 200 1200 300 1300 400 1400 500 1500 600 1600

Dettagli

Art. 2 - Condizioni per il deposito di prestito sociale presso la Cooperativa

Art. 2 - Condizioni per il deposito di prestito sociale presso la Cooperativa REGOLAMENTO DEI PRESTITI SOCIALI Art. 1 - Definizione dei prestiti sociali 1. I depositi in denaro effettuati da soci esclusivamente per il conseguimento dell oggetto sociale con obbligo di rimborso per

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO A/5 CONTO CORRENTE CONSUMATORI BAPR GIOVANI

FOGLIO INFORMATIVO A/5 CONTO CORRENTE CONSUMATORI BAPR GIOVANI FOGLIO INFORMATIVO A/5 CONTO CORRENTE CONSUMATORI BAPR GIOVANI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni a responsabilità limitata (di seguito la Banca )

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE. Art. 1) Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci (sia persone fisiche

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE. Art. 1) Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci (sia persone fisiche REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Art. 1) Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci (sia persone fisiche che giuridiche) in conformità all'art. 18 lettera 4 dello

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

Capitolo 1 - USI BANCARI Sommario

Capitolo 1 - USI BANCARI Sommario Capitolo 1 - USI BANCARI Sommario Operazioni di credito documentario (Articoli 1527, 1530 cod. civ.) Art. 1 Pagamento del prezzo nella vendita contro documenti (Articolo 1528 cod. civ.) 2 Pagamento diretto

Dettagli

5^ classe ITC - secondo quadrimestre

5^ classe ITC - secondo quadrimestre Concessione di fido per anticipo su fatture: documentazione bancaria; registrazioni in P.D. sui giornali di contabilità generale della banca e dell azienda cliente 5^ classe ITC - secondo quadrimestre

Dettagli

prima registrazione del 4 gennaio http://www.youtube.com/ watch?v=_ursc5we6ny ; seconda registrazione del 4 gennaio http://www.youtube.

prima registrazione del 4 gennaio http://www.youtube.com/ watch?v=_ursc5we6ny ; seconda registrazione del 4 gennaio http://www.youtube. 763 Capitolo 103 Esercitazione con la contabilità generale (coge1) Il blocco principale di una procedura di contabilità integrata è sempre costituito dalla gestione della contabilità generale. Gli obblighi

Dettagli

PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO A CONSUMATORI. Conto corrente NOME DEL CONTO

PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO A CONSUMATORI. Conto corrente NOME DEL CONTO INFORMAZIONI SULLA BANCA PROTOTIPO DI FOGLIO INFORMATIVO DEL CONTO CORRENTE OFFERTO A CONSUMATORI Conto corrente NOME DEL CONTO Allegato 4A Banca XXXXX ( 1 ) Via XXXXXXXX - cap - città Tel.: XXXXXXX Fax:

Dettagli

Concetti Fondamentali

Concetti Fondamentali EXCEL Modulo 1 Concetti Fondamentali Excel è un applicazione che si può utilizzare per: Creare un foglio elettronico; costruire database; Disegnare grafici; Cos è un Foglio Elettronico? Un enorme foglio

Dettagli

GUIDA AL CARICAMENTO DATI

GUIDA AL CARICAMENTO DATI 1 GUIDA AL CARICAMENTO DATI Per ricevere assistenza, segnalare eventuali malfunzionamenti o possibili migliorie del software si prega di rivolgersi esclusivamente all indirizzo mail: software@assoctu.it

Dettagli

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014)

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) Sommario: 1) Attivazione del prodotto; 2) Configurazione; 3) Contribuente; 4) Gestione operazioni rilevanti ai

Dettagli

Conti Correnti Release 2.2

Conti Correnti Release 2.2 Piattaforma Applicativa Gestionale Conti Correnti Release 2.2 COPYRIGHT 2000-2003 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio

Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Pagina 1 di 7 Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Informazioni sulla banca Banca di Credito Cooperativo di

Dettagli

ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA. 1. Nel pagamento dell assegno bancario, che cosa s intende per check-truncation?

ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA. 1. Nel pagamento dell assegno bancario, che cosa s intende per check-truncation? ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA Tempo a disposizione: 1 ora e 15 minuti A 1. Nel pagamento dell assegno bancario, che cosa s intende per check-truncation? 2. Quali

Dettagli

CONTI CORRENTI: FUNZIONI INFORMATIVE

CONTI CORRENTI: FUNZIONI INFORMATIVE Capitolo 3 CONTI CORRENTI: FUNZIONI INFORMATIVE Movimenti e saldi Selezione del C/C - Selezionare il C/C desiderato utilizzando il menu a tendina, in cui compaiono il numero del conto corrente e l intestazione,

Dettagli

GESTIONE ORDINI. Sommario

GESTIONE ORDINI. Sommario GESTIONE ORDINI Sommario Inserimento e modifica Documento... 2 Automatismi Canale Cliente Mandanti... 7 Gestione delle Promozioni... 8 Modalità di Pagamento... 9 Statistiche Ordini... 11 1 Inserimento

Dettagli

CONDIZIONI CONTRATTUALI

CONDIZIONI CONTRATTUALI CONDIZIONI CONTRATTUALI Contratto di capitalizzazione a premio unico e premi integrativi, con rivalutazione annuale del capitale assicurato (tariffa n 357) PARTE I - OGGETTO DEL CONTRATTO Articolo 1 -

Dettagli

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti:

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: GESTIONE INVENTARI La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: 1. CHIUSURA DI MAGAZZINO: il classico inventario di fine anno o cambio gestione.

Dettagli

Tutti i soci sono tenuti alla massima e più scrupolosa osservanza delle norme in esso contenute.

Tutti i soci sono tenuti alla massima e più scrupolosa osservanza delle norme in esso contenute. REGOLAMENTO DEI DEPOSITI DEI SOCI PREMESSA Il presente regolamento interno ha come scopo la disciplina dei conferimenti in denaro, a titolo di prestito, effettuati dai soci per il conseguimento dell oggetto

Dettagli

Art. 1 Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti da soci persone fisiche in conformità all'art. 4 dello Statuto Sociale.

Art. 1 Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti da soci persone fisiche in conformità all'art. 4 dello Statuto Sociale. Art. 1 Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti da soci persone fisiche in conformità all'art. 4 dello Statuto Sociale. Tale raccolta, da impiegare esclusivamente per il conseguimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997)

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997) REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997) REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Art.1 Art.2 Art.3 Oggetto Il presente regolamento

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

Il sistema informativo contabile. Prof.Sartirana

Il sistema informativo contabile. Prof.Sartirana Il sistema informativo contabile Prof.Sartirana I valori aziendali L azienda per gestire la propria attività dispone di un proprio patrimonio Il patrimonio aziendale si compone di un ATTIVO (comprendente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE OPEN GROUP - SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S.

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE OPEN GROUP - SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S. 1 REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE OPEN GROUP - SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S. con sede legale in Mura di Porta Galliera n. 1/2 A 40126 Bologna 051242557 e sede amministrativa:

Dettagli

La creazione di una Richiesta di Offerta LIM + Notebook

La creazione di una Richiesta di Offerta LIM + Notebook La creazione di una Richiesta di Offerta LIM + Notebook con criterio di aggiudicazione all Offerta Economicamente più Vantaggiosa Edizione Progetto LIM 2011 Giugno 2011 Lavori preliminari Fuori MePA: Documentazione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE IN DIVISA (DOLLARI USA)

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE IN DIVISA (DOLLARI USA) FOGLIO INFORMATIVO relativo al INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA RURALE ED ARTIGIANA DELL AGRO PONTINO BANCA DI SOCIETA COOPERATIVA CREDITO COOPERATIVO Sede Legale e Direzione Generale Via Filippo Corridoni,

Dettagli

CONVENZIONE. premesso che

CONVENZIONE. premesso che Allegato A CONVENZIONE....... (codice fiscale.. ), di seguito Amministrazione, nella persona di., nato il... a., in qualità di.. e.... con sede legale in..... (codice fiscale.... e iscrizione all albo

Dettagli

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 www.granterre.it Art. 1 Il presente Regolamento

Dettagli

Regolamento prestiti da soci

Regolamento prestiti da soci Regolamento prestiti da soci Art. 1 Oggetto del presente regolamento Art. 2 Limiti della raccolta Art. 3 Modalità della raccolta Il presente regolamento disciplina la raccolta di prestiti da soci effettuata

Dettagli

2. Il conto di risparmio cooperativo è nominativo ed intestato al Socio che ne ha richiesto l apertura.

2. Il conto di risparmio cooperativo è nominativo ed intestato al Socio che ne ha richiesto l apertura. Articolo1 (Istituzione del servizio) 1. In esecuzione dell articolo 4, comma 5, punto e) e dell articolo 34 dello Statuto Sociale della Cooperativa Edificatrice Ferruccio Degradi S.c.r.l. viene istituito

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari

FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari CONTO DI DEPOSITO RENDICONTO ORDINARIO - Clienti Consumatori - INFORMAZIONI SULLA

Dettagli

Foglio informativo (C0205) CONTO CORRENTE STUDENTI MAGGIORENNI (CCSTU)

Foglio informativo (C0205) CONTO CORRENTE STUDENTI MAGGIORENNI (CCSTU) Foglio informativo (C0205) CONTO CORRENTE STUDENTI MAGGIORENNI (CCSTU) Conto corrente per consumatori (Conto a pacchetto) Profilo Giovani INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cambiano

Dettagli

SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI GESTIONE FINANZIARIA

SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI GESTIONE FINANZIARIA SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI GESTIONE FINANZIARIA 1 Registro documenti...2 2 Autocertificazioni trimestrali...5 3 Rendicontazione progetti formativi...6 3.1 Visualizzazione dei documenti relativi

Dettagli

ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA

ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA V.O. N.O. Tutti gli studenti devono rispondere alle domande: 1-9. Gli studenti del vecchio ordinamento devono rispondere anche alle

Dettagli

per immagini guida avanzata Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Una tabella Pivot usa dati a due dimensioni per creare una tabella a tre dimensioni, cioè una tabella

Dettagli

Microsoft Excel. Il foglio elettronico Microsoft Excel Cartelle, Fogli di lavoro e celle Contenuto delle celle. Numeri, date, formule, testo, funzioni

Microsoft Excel. Il foglio elettronico Microsoft Excel Cartelle, Fogli di lavoro e celle Contenuto delle celle. Numeri, date, formule, testo, funzioni Microsoft Excel Sommario Il foglio elettronico Microsoft Excel Cartelle, Fogli di lavoro e celle Contenuto delle celle Numeri, date, formule, testo, funzioni Formattazione dei dati Creazione di serie di

Dettagli

Il deposito a risparmio è un prodotto sicuro, ma presenta alcuni rischi, tra i principali vanno tenuti presenti:

Il deposito a risparmio è un prodotto sicuro, ma presenta alcuni rischi, tra i principali vanno tenuti presenti: DEPOSITO A RISPARMIO Foglio informativo in ottemperanza alle disposizioni di cui alla delibera CICR del 4 marzo 2003 e alle successive Istruzioni di Vigilanza della Banca d Italia del 15 luglio 2015 INFORMAZIONI

Dettagli

Operazioni fondamentali

Operazioni fondamentali Foglio elettronico Le seguenti indicazioni valgono per Excel 2007, ma le procedure per Excel 2010 sono molto simile. In alcuni casi (per esempio, Pulsante Office /File) ci sono indicazioni entrambe le

Dettagli

FILE COGE per contabilità in Excel

FILE COGE per contabilità in Excel FILE COGE per contabilità in Excel L utilizzo del foglio di calcolo elettronico può simulare il funzionamento della COntabilità GEnerale (COGE), permette di avere sicurezza dei calcoli e controllo dei

Dettagli

REGOLAMENTO PER I PRESTITI SOCIALI

REGOLAMENTO PER I PRESTITI SOCIALI COOPERATIVA EDIFICATRICE LAVORATORI TONOLLI SOCIETA' COOPERATIVA Sede in Via G. Rotondi, 41/A - 20037 PADERNO DUGNANO (MI) Cod. Fisc. 83002100150 - Partita IVA 00985970961 Lega 1104 REA 877488 Reg. Impr.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE IN VALUTA INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Padana B.C.C. Società Cooperativa Via Garibaldi, 25 25024 Leno (BS) Tel.: 030 9040265/280 Fax: 030 9068361 email:

Dettagli

CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2012-2013

CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2012-2013 Università degli Studi di Cagliari Dipartimento di Scienze Economiche ed Aziendali CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2012-2013 Dott. Rundeddu Vincenzo Riepilogo 2 Argomenti trattati Il conto corrente bancario

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. Spreadsheets. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. Spreadsheets. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE Spreadsheets Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Base Modulo 4 Foglio elettronico. Il syllabus descrive, attraverso i risultati del processo di

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE ORDINARIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE ORDINARIO FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE ORDINARIO Questo conto é particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire,

Dettagli

Gli strumenti di raccolta di tipo personalizzato

Gli strumenti di raccolta di tipo personalizzato Gli strumenti di raccolta di tipo personalizzato Economia delle aziende di credito.. 2008/2009 Università degli studi Roma Tre - Economia delle aziende di credito,.. 2008/2009 1 Indice degli argomenti

Dettagli

RENDO & CONTO - CONTO DEPOSITO VINCOLATO A PARTITE-

RENDO & CONTO - CONTO DEPOSITO VINCOLATO A PARTITE- Data release 30/11/2015 N release 0016 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. Sede legale: P.za Ferrari 15-47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli