GLI ANNI DELLE COSE. Media e società italiana negli anni settanta. contributi di: FRANCESCO A NZELMO ANDREA B ELLAVITA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GLI ANNI DELLE COSE. Media e società italiana negli anni settanta. contributi di: FRANCESCO A NZELMO ANDREA B ELLAVITA"

Transcript

1 GLI ANNI DELLE COSE Media e società italiana negli anni settanta a cura di FAUSTO COLOMBO contributi di: FRANCESCO A NZELMO ANDREA B ELLAVITA LORENZO FACCHINOTTI Pubblicazioni dell I.S.U. Università Cattolica

2 GLI ANNI DELLE COSE Media e società italiana negli anni settanta a cura di FAUSTO COLOMBO Contributi di: FRANCESCO ANZELMO ANDREA BELLAVITA LORENZO FACCHINOTTI Milano 2000

3 2000 I.S.U. Università Cattolica Largo Gemelli, 1 Milano ISBN

4 INDICE PREMESSA...5 GLI ANNI DELLE COSE...7 di Fausto Colombo 1. Una prospettiva di studio Un decennio contraddittorio Il sistema dei media...10 PIÙ DI UN DECENNIO. GLI ANNI SETTANTA E I LIBRI...13 di Francesco Anzelmo IL CINEMA DEI MOSTRI...55 di Andrea Bellavita Una premessa metodologica Il momento creativo: il cinema dei mostri Il secondo momento: la distribuzione Il pubblico: il momento del cambiamento...72 L INDUSTRIA DISCOGRAFICA TRA PRODUZIONE E CONSUMO...83 di Lorenzo Facchinotti Transizioni di fine decennio...83 La musica progressiva...91 I cantautori...96 La programmazione RAI...98 La musica ribelle delle radio libere Il riflusso: dalla disco-music alla nuova crisi degli anni Tabelle Le classifiche Bibliografia

5

6 PREMESSA Una dispensa universitaria è sempre la traccia di un lavoro durato diverso tempo. Spesso è anche il segno della volontà di rilanciare verso il futuro, buttando il cuore oltre l ostacolo. Questa dispensa non sfugge alla regola. Tenta di sedimentare una parte dei risultati provvisori e parziali del corso di Teoria e tecniche delle comunicazioni di massa da me tenuto presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell Università Cattolica del S. Cuore di Milano nell anno 1999/2000. In particolare, riguarda il lavoro svolto per le lezioni monografiche del corso, relative appunto all industria culturale italiana negli anni settanta, e riprende così idealmente una tradizione che ha già visto nascere altre due dispense ISU negli anni passati: Studi per una storia sociale dei media in Italia (1996) e L industria culturale italiana dal 1900 alla Seconda Guerra Mondiale. Tendenze della produzione e del consumo (1997). Da quelle prima prove è nato il mio volume La cultura sottile. Media e industria culturale italiana dall ottocento agli anni novanta 1, per cui sto attualmente pensando a una revisione, soprattutto per quanto concerne i capitoli della seconda parte, dedicata al secondo dopoguerra fino all oggi. Concretamente, questa dispensa presenta alcuni dei carotaggi che uno studio di storia sociale può compiere per dare conto della fisionomia di un sistema industriale di cultura in un arco di tempo dato. In particolare, vengono presentati il sistema editoriale-librario, il circuito cinematografico e l industria discografica. Durante le lezioni sono stati presentate anche riflessioni sul sistema informativo a stampa, nonché alcune analisi dettagliate su prodotti specifici, come la produzione musicale del duo Mogol Battisti, il cinema di Sergio Leone e i fumetti di Grazia Nidasio e di Hugo Pratt. Questi contributi non hanno trovato spazio qui, ma confidiamo di poter dare loro forma editoriale più avanti, così come ci proponiamo di continuare il nostro lavoro di ricognizione, ancora ben lontano dal potersi dire completo. 1 F. Colombo, La cultura sottile, Bompiani, Milano

7 Dunque, ciò che viene qui presentato è un work in progress, che però non mi vede più solo, perché questa volta sono stato accompagnato da alcuni preziosi collaboratori, che si sono appassionati all avventura di rileggere il passato della nostra storia attraverso la curiosa lente dell industria culturale, e che mi hanno ridato entusiasmo e voglia di continuare. Per la verità, gli ultimi anni hanno visto un fiorire di saggi su questo tema, e mi dà veramente soddisfazione accorgermi che una strada fino a poco tempo fa abbastanza negletta (per non dire soggetta all ostracismo di un congruo numero di intellettuali) si è ora popolata di tanti competenti compagni di strada. Proprio lo sviluppo crescente degli studi si questi temi ha reso indispensabile da un lato una forte specializzazione nei vari settori sia in termini di contenuto che di competenza rispetto alle fonti, dall altro il conseguente lavoro d équipe, e questo spiega perché soltanto grazie alla creazione di una vera e propria squadra mi sia stato possibile affrontare un tema come quello presentato in questa dispensa. Ecco allora la necessità di ringraziare in queste pagine sia gli estensori dei singoli saggi (Francesco Anzelmo, Andrea Bellavita, Lorenzo Facchinotti), sia Anna Sfardini, che pur non avendo lasciato traccia scritta dei suoi contributi, è stata come noi impegnata nello sforzo comune. Un altro ringraziamento va ai nostri studenti, davvero protagonisti come poche altre volte con la loro attenzione, le loro domande piene di curiosità e soprattutto la molta passione dimostrata durante alcune rievocazioni. 6

8 Fausto Colombo GLI ANNI DELLE COSE 1. Una prospettiva di studio La prima domanda che credo il lettore sia autorizzato a porsi aprendo questa dispensa è: quale significato culturale può avere studiare il sistema dell industria culturale di un decennio? La dimostrazione che questa prima, istintiva domanda non è affatto ingenua consiste nella complessità della risposta. In primo luogo: qual è l obiettivo finale di ogni indagine sull industria culturale affrontata come questa con gli strumenti della storia sociale? Vorrei ribadire quanto ho affermato in altra occasione presentando un lavoro assai complesso sull industria culturale milanese: La prospettiva della storia sociale non è quella filologica nei confronti del testo, o quella collezionistica di fronte all oggetto, bensì, molto più banalmente e umilmente, quella di chi vuole guardare al cuore degli uomini delle generazioni passate e presenti, e vuole scoprire e ricostruire i loro gusti, le loro invenzioni, le loro passioni 1. Il contributo consiste dunque nel trovare qualcosa che riguarda la vicenda umana, non quella dei sistemi, delle strutture o delle tecnologie della cultura. In secondo luogo: come si isola un periodo? Date le premesse che ho appena illustrato, credo che la risposta possa essere soltanto una: vi è una consonanza tra lo sviluppo dei media e dell industria della cultura e lo zeitgeist di un certo periodo, solcato all inizio e alla fine da cesure di ordine storico, sociale, economico e culturale. Il motivo di questa consonanza sta proprio nella radice dell industria e del mercato della cultura, che ha la forma di un circuito in cui il pubblico entra in gioco 1 F. Colombo, Commenti introduttivi, in Idem (a cura di), Libri giornali e riviste a Milano. Storia delle innovazioni nell editoria milanese dall ottocento ad oggi, Abitare Segesta-AIM, Milano 1998, p

9 quanto le istituzioni politiche, economiche e culturali, e in cui quindi le tendenze si materializzano con irrisoria facilità e si traducono in simboli, strategie produttive, tendenze di consumo. In terzo luogo: quali sono i limiti di questo tipo di studi? Risposta: non credo ci siano confini netti. Bisogna arrangiarsi, fare bricolage fra sociologia e storia, fra semiotica e critica. Bisogna trovare una bussola che in buona parte è data dall esperienza. Immergersi nei fatti passati. Farli risuonare dentro. Vecchie questioni che riguardano ogni storiografia, ma più in generale ogni disciplina delle scienze umane. Le spiegazioni sono finite, per quel tanto che si può dire. Cominciamo. 2. Un decennio contraddittorio Quando cominciano gli anni settanta? Prima del settanta, naturalmente. Solo che chi viveva allora non lo sapeva, e se ne è accorto che il decennio si avviava già alla conclusione. Un passo indietro: se identifichiamo gli anni sessanta con il boom e la prima esperienza del Centrosinistra (ossia con la seconda e questa volta definitiva spinta verso la modernizzazione del Paese), ossia con un periodo in cui si è tentato di costruire una modernizzazione ben temperata che mediasse i valori tradizionali con il nuovo che avanzava, allora non vi è dubbio che gli anni settanta cominciano con la crisi di quel periodo, che certamente è collocabile nel biennio 1967/68, anno della prima contestazione studentesca presso l Università di Trento (questa è appunto l ipotesi formulata dallo storico P. Ginsborg 2 ). Per comprendere il significato di quelle prime lotte occorre guardare alle loro cause prossime e remote: In primo luogo il sistema universitario pagava la sua arretratezza, spiazzata da un afflusso massiccio di nuovi studenti, in parte frutto del boom delle nascite, in parte causato dalle riforme che avevano elevato l obbligo scolastico fino ai 14 anni (la legge è del 1962) e che avevano aperto l accesso ai corsi universitari, prima piuttosto direttivo e 2 Cfr. P. Ginsborg, Storia d Italia dal dopoguerra a oggi. Società e politica , Einaudi, Torino 1989, in particolar modo i capitoli IX e X. Sulla storia del nostro Paese in questi anni si veda anche, tra gli altri, il volume di E. Santarelli, Storia critica della repubblica. L Italia dal 1945 al 1994, Feltrinelli, Milano

10 costrittivo (a certi corsi di laurea ci si poteva iscrivere soltanto con certi diplomi di media superiore). In secondo luogo la crisi espressa dal mondo studentesco era la prima avvisaglia di un sentire diffuso che avvertiva la fine della fase espansiva del boom, e che prefigurava un futuro assai più incerto di quanto certe ingenue promesse consumistiche continuavano a sottolineare nell ufficialità dei media. In terzo luogo era il mondo giovanile, nella sua complessità ad avvertire una nuova coerenza interna, che si radicava da un lato nelle trasformazioni strutturali (industrializzazione, urbanizzazione, meridionalizzazione delle grandi città del nord a causa dell immigrazione interna), dall altro nella omogeneità dei consumi sia di merci che di cultura. È tanto vera questa autoaffermazione di identità del mondo giovanile che anche il movimento operaio troverà proprio nei giovani meridionali, estranei alle tradizionali logiche del sindacato, i più forti sostenitori di nuove forme di lotta. La base culturale del movimento antagonista che inizia nel biennio 67/68 ha poco a che vedere con il marxismo tradizionale. È piuttosto una miscela composta di testi del giovane Marx, di Mao (con riferimenti alla cosiddetta rivoluzione culturale), di Marcuse, Laing e Cooper, e quindi presenta svariati elementi di anticonsumismo, antifamilismo, alternativismo giovanile, mito della liberazione sessuale. Interessante è anche definire il limite estremo del decennio, che questa volta coincide con il suo limite di calendario: è infatti ravvisabile nel 1980, anno della cosiddetta marcia dei , la celebre manifestazione con cui quadri e altre forze sociali chiesero a voce alta la fine dell ultimo grande sciopero alla Fiat. È infatti la fine del movimento antagonista e il segnale più evidente del riflusso che già serpeggiava sotto traccia dalla seconda metà del decennio. Scegliendo come inizio e fine del periodo eventi che riguardano la lotta sociale e politica si è dato un particolare taglio interpretativo alla ricostruzione storica, taglio che qualcuno potrà non condividere. Questa scelta è comunque motivata da due ordini di ragioni: Lo scontro politico e sociale ha segnato obiettivamente (anche se in modo non esclusivo) il periodo: basti pensare alla durata delle 9

11 contestazioni studentesche (assai più lunghe che in qualunque altro Paese dopo la fiammata del 68), o al terrorismo come svolta radicale e drammatica dei conflitti di piazza, culminata con il rapimento e l uccisione di Aldo Moro nel 1978; su un altro piano, anche l esperienza della corresponsabilizzazione del PCI di Enrico Berlinguer nell appoggio agli ultimi governi del periodo segna una stagione unica del Paese. La rivolta giovanile è stata un arma determinante nell imprimere alla società italiana una spinta alla modernizzazione dei costumi che forse avrebbe altrimenti richiesto più tempo e si sarebbe esercitata con più mediazioni. Si pensi invece che in questo periodo si modifica persino la legislazione sulla morale familiare e su alcune scelte riguardanti quella che potremmo definire etica della vita (abrogazione del reato di adulterio fra il 1967 e il 1968; leggi e poi referendum sulla legalizzazione del divorzio e dell aborto), base di una qualunque convivenza civile; e d altronde, assume definitiva visibilità la questione femminile. Infine, il contrasto evidente fra questo brusco scarto di modernizzazione e il successivo riflusso, che comunque fa propri gli elementi del consumismo accentuando la pulsione alla soggettività, segnala l ambiguità profonda delle istanze che attraversarono la società italiana, che da un lato potevano apparire antagoniste, dall altro possono essere lette sotto alcuni aspetti come puramente funzionali a uno sviluppo liberal-moderno, con l accentuazione dei diritti di consumo e di garanzia rispetto a quelli di partecipazione. 3. Il sistema dei media Se dallo sguardo sulla società nel suo complesso ci lanciamo in uno zoom sul sistema dei media, il dato dell ambiguità risulta ancora più illuminante. In effetti molte istanze possono essere interpretate in modo assolutamente legittimo come istanze di democratizzazione e di partecipazione o, viceversa, come spinte al diritto al consumo. 10

12 Facciamo qualche esempio, soffermandoci in particolare su quegli aspetti che non sono stati messi a tema in questa dispensa La stampa giornalistica è segnata in questo periodo da due fenomeni: Una trasformazione del sistema legata alla nascita e alla morte di alcune esperienze del tutto nuove, dai quotidiani alternativi ( Il manifesto, Lotta Continua ) ai quotidiani ideologicocommentativi come La Repubblica e Il Giornale, fino alle esperienze di popular all inglese, come L Occhio di Rizzoli, diretto da Maurizio Costanzo, destinato a una breve e sfortunata vita. Si aggiunga a questo l esperienza del Corriere della Sera di Piero Ottone, che riuscì, con una fortunata e originale formula, a innovare il più tradizionale dei quotidiani italiani lasciandone immutato il ruolo editoriale. La scalata al sistema giornalistico italiano della Loggia P2, emblema di una concezione tipicamente nazionale del controllo dell informazione come strumento di potere (occulto e non). 3.2.Il sistema radiotelevisivo è invece caratterizzato da un lato dalla riforma della Rai, dall altro dalla nascita dell emittenza privata, prima radiofonica, poi televisiva (non a caso, il 1980 è anche l anno della nascita di Canale 5 dell imprenditore Silvio Berlusconi). Le istanze di questa doppia nascita sono almeno quattro: In primo luogo si tratta di dare conto delle obiettive trasformazioni della società italiana. Nella riforma della Rai (la nascita della terza rete è del 1979) si evidenzia l ultimo grande tentativo di governare il cambiamento dal centro politico e istituzionale, dando vita in modo ottriato a un radicamento sul territorio della produzione 3 Rimando qui a tre possibili testi di approfondimento sulla vicenda dell industria culturale nazionale: D. Forgacs, Italian Culture in the Industrial Era Cultural Industries, Politics and the Public, Manchester University Press, Manchester and New York 1990; tr. it. L industrializzazione della cultura italiana ( ), Il Mulino, Bologna 1992; M. Sorice, L industria culturale in Italia, Editori Riuniti, Roma 1998; M. Morcellini, P. De Nardis (a cura di), Società e industria culturale in Italia, Meltemi, Roma

13 televisiva e aprendo spazi (le cosiddette trasmissioni dell accesso) alle identità sparse nel Paese. In secondo luogo esplode per la prima volta in modo così ampio il localismo che si esprime nelle radio e nelle televisioni libere : un localismo che si sviluppa attraverso non tanto lo scimmiottamento di modalità appartenenti alla tradizione mediatica italiana, ma attingendo a un altra Italia sommersa, fatta ancora di bar e di pruriti, di voglia di divertimento e di sberleffo. In terzo luogo, emerge una nuova creatività, ancorata almeno culturalmente ai movimenti alternativi, che trova nei media e non più nella politica il proprio spazio espressivo (le radio politiche, da Radio Popolare a Milano, fino a Radio Alice a Bologna, che in realtà hanno il proprio specifico anche nelle innovazioni linguistiche). Infine, nasce un nuovo terreno di professionalità e di consumi, per certi versi sorprendente: esplode il cinema in televisione, esplode la pubblicità al di fuori di ogni tentativo di mantenerla entro i confini delle rubriche dedicate come Carosello ; esplode soprattutto una tecnologia televisiva che è fatta di colore (contro il bianco e nero) e di zapping attraverso varie molte scelte possibili (contro la monoliticità dell offerta monopolistica). Fu tutto selvaggio. Spesso ai confini della legalità (come dimostrano le sentenze, le controsentenze, le battaglie giudiziarie). Ma fu vero quanto il movimento antagonista. E fu la matrice di ogni possibile riflusso. Ecco dunque alcune brevi tracce di sviluppo di un indagine che è appena cominciata, e i cui frutti più evidenti si trovano nei pezzi che seguono. In tutti, si ritrova l ambiguità che ho cercato sommariamente di segnalare qui. In tutti, si trova anche l idea che comunque questo decennio abbia avuto a che fare con le cose, ossia con la trasformazione del corpo della società italiana. Alla trasformazione radicale del suo immaginario avrebbe provveduto il decennio seguente. Ma questa come si dice è un altra storia. 12

14 Francesco Anzelmo PIÙ DI UN DECENNIO. GLI ANNI SETTANTA E I LIBRI Due date mi sono parse in un primo momento significative per raccontare cosa ne è stato dei libri in Italia nel decennio settanta. Il 1968, naturalmente: ma non tanto per quanto riguarda gli eventi politici e sociali legati alla nascita del movimento degli studenti (il quale, a voler essere precisi, soprattutto per ciò che riguarda il nostro paese, si è formato un anno prima. Dell autunno 67, infatti, sono le prime occupazioni universitarie: la facoltà di sociologia di Trento a ottobre e l Università Cattolica di Milano a novembre). Piuttosto, e questo fatto riguarda più da vicino il nostro problema, nel 1968 l editore Feltrinelli pubblica Cent anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez. Una vicenda editoriale esemplare: un editore tradizionalmente di sinistra pubblica il capolavoro di uno scrittore sud americano (che per altro è vissuto e ha lavorato lungamente in Italia come giornalista) e raggiunge un pubblico relativamente ristretto, costituito dai soli cultori della letteratura latino americana. Passano alcuni anni, e il lavoro di Garcia Marquez diventa un vero e proprio oggetto di culto di quanti fanno parte o si sentono vicini al movimento studentesco nella prima metà degli anni settanta. Infine i diritti del libro cambiano di proprietà e passano in mano a Mondadori. Il romanzo, all inizio degli anni ottanta (1982) torna di attualità: Garcia Marquez vince il premio Nobel per la Letteratura, e questo titolo, certamente il suo più famoso, balza nuovamente in cima alle classifiche dei libri più venduti. Vicenda editoriale esemplare per tanti motivi: secondo un percorso librario che si ripete spesso, un piccolo editore acquista i diritti e pubblica uno scrittore di una certa notorietà, ma sicuramente molto distante dall essere la personalità pubblica e mediatica che di lì a poco diventerà. Alcuni, non molti, amanti della letteratura latino americana lo leggono e lo apprezzano, ma saranno necessari alcuni anni perché diventi un best- 13

15 seller. Necessario sarà soprattutto il diffondersi di un clima politico e sociale molto particolare, di un gusto che si identifica volentieri nelle atmosfere di Garcia Marquez. Cosa è successo? Franco Moretti, in Opere Mondo 1, individua almeno due elementi in Cent anni di solitudine che fecero impazzire l Europa a cavallo dei nostri due decenni: il reale fantastico e l apertura al mondo. Reale fantastico, e non, come si indica solitamente, realismo (che è una cifra stilistica, e una poetica, prettamente europea): un dato di fatto, una caratteristica che appartiene a quel particolare mondo, a quella realtà: a Haiti, scrive Carpentier, il surrealismo è nelle cose stesse: è un fatto quotidiano, collettivo, che restituisce realtà alle tecniche moderniste: che prende l avanguardia e la rimette con i piedi per terra 2. Se l Europa ha perso ormai da decenni la fiducia nella capacità dei propri discorsi di dire la realtà senza mistificarla, senza piegarla all ideologia, improvvisamente si presenta ai lettori uno scrittore che sembra in grado di produrre un discorso innocente, portato avanti con una scrittura trasparente, priva di ironia e di moltiplicazioni dei piani di senso, che dice di una realtà meravigliosa (perché ai nostri occhi quella realtà non può che essere meravigliosa) e di ridare senso al mondo a partire dalle azioni degli individui. Il colonnello Aureliano Buendia promosse trentadue sollevazioni armate e le perse tutte. Ebbe diciassette figli maschi da diciassette donne diverse, che furono sterminati l uno dopo l altro in una sola notte, prima che il maggiore compisse trentacinque anni. Sfuggì a quattordici attentati, a settantatre imboscate, e a un plotone di esecuzione. Sopravvisse a una dose di stricnina nel caffè Niente di astratto qui: nessuna ragione oggettiva delle guerre. Tutto ha origine da un soggetto concreto, in carne e ossa, che si ripete identico, in principio di frase, per nove lunghi periodi consecutivi. È un modo mitico di spiegare gli eventi, come ha detto tante volte Karl Popper degli dei di Omero? Certo. Ma è una spiegazione. E dopo mezzo secolo di enigmi, di spiegazioni c è sempre un gran bisogno 3. 1 Franco Moretti, Opere Mondo, Einaudi, Torino Id., p Id., p Il brano di Garcia Marquez è citato dallo stesso Moretti. 14

16 Cent anni di solitudine è, come si disse allora, un ritorno alla narrazione. Una saga familiare, i Buendia, un paese, Macondo, e intorno il corso del mondo visto da questo esatto punto, raccontato senza il ricorso a schemi e strutture concettuali, con una passione per il reale (fantastico) di cui i nostri lettori ritrovano il gusto. Ma il romanzo di Garcia Marquez, sempre secondo Moretti, ha un altra peculiarità che lo distingue dai suoi parenti più prossimi europei: l apertura al mondo. Moretti, infatti, ancora in Opere Mondo, traccia la storia di una progressiva contrazione spaziale che colpisce tutti i romanzi europei (che condividono una medesima forma epica) a partire dall Ulisse di Joyce. Così, passando attraverso I Buddeenbrook, i Viceré, il Gattopardo, la Saga dei Forsyte, la forma simbolica romanzo epico subisce un processo di delimitazione continua dello spazio scelto per gli accadimenti: dallo Stato-nazione alla città, alla casa. Neppure Cent anni di solitudine si sposta da Macondo, ma questo luogo è continuamente attraversato dal mondo: è una realtà che affiora fin dalle primissime parole del romanzo, con il ghiaccio e le guerre: e prosegue poi con le invenzioni degli zingari e i mercanti arabi, i damerini italiani e le puttane francesi, il savio catalano, l ebreo errante, l aviatore fiammingo 4. Macondo, insomma, come uno spazio in cui il meraviglioso è reale e disponibile (cioè non costruito come un progetto d avanguardia), ed è nello stesso tempo un luogo straordinariamente aperto sul mondo in tutto la sua varietà, a fronte di una narrativa italiana, vedremo meglio in seguito, sempre più provinciale e ripiegata su se stessa. Probabilmente non è del tutto legittimo trarre conclusioni immediate e dirette sulla natura del pubblico e della società che accolse entusiasta, all inizio degli anni settanta, Cent anni di solitudine, ma certamente il lettore vi trovò qualcosa di profondamente rispondente alle proprie aspettative, alla propria ricerca di senso, rispetto al reale. E il reale raccontato da Garcia Marquez è senz altro multiforme, variegato e piuttosto caotico: è, come conclude Moretti, il mondo della possibilità. Infine, questo mondo non è fuori dalla storia: la storia gli appartiene, ed è una storia in divenire: nel realismo magico, infatti, la disomogeneità del tempo storico [per cui un evento viene annunciato all inizio nelle sue estreme conseguenze nel futuro, per tornare poi 4 Id., p

17 indietro, nel resto della narrazione, a raccontare quanto conduce a quella fine, inizio dell intreccio e fine della fabula] è [ ] l indizio di una storia in cammino 5. Insomma Cent anni di solitudine, il romanzo del movimento, il romanzo del 68 e oltre, è l opera della realtà riscoperta nella sua magia, dell apertura al mondo, dove il mondo è quello della possibilità, attraversato da una storia aperta, in cammino; è l opera senza ironia, dalla scrittura trasparente, in cui le parole, insomma, servono a dire le cose, per quello che sono: È lo stile di Cent anni di solitudine questa scrittura senza polifonia e senza ironia: questa scrittura trasparente, come una bella mattina d estate, cui il romanzo deve tanto del suo successo era divenuto da tempo impossibile per la letteratura europea, che aveva scoperto l onnipresenza delle ideologie, e dunque l inesistenza di un punto di vista oggettivo. Bene, è come se un colpo di genio avesse suggerito a Garcia Marquez il desiderio segreto del lettore colto europeo: avere di nuovo fiducia nel racconto. Leggere una storia strana e complicata quanto si vuole: però, oggettiva. Leggere, insomma, un romanzo senza ideologia 6. Nel 1982 Garcia Marquez vince il premio Nobel. L editore italiano, abbiamo detto, è ora Mondadori. Secondo una strategia che caratterizza questa casa editrice, a costo di spendere ingenti somme, Mondadori preferisce acquistare i diritti di un autore nel momento in cui il suo successo è già largamente consolidato: si fa valere, insomma, il peso delle proprie dimensioni economiche. Garcia Marquez, circa dieci anni dopo è tornato d attualità : ma il pubblico, come l editore, è sicuramente cambiato, come sono cambiati i motivi di interesse e i bisogni a cui il consumo di Garcia Marquez risponde. Al bisogno di una narrazione trasparente intorno a un mondo aperto, sembra ragionevole supporre che sia subentrata la volontà di essere a conoscenza dell opera di un autore ufficialmente riconosciuto far parte della Letteratura con la L maiuscola. Prima che a Garcia Marquez, nel 1977, il premio Nobel per la letteratura era stato assegnato a Eugenio Montale. Secondo il settimanale Tuttolibri il Quaderno di quattro anni compare nella classifica dei libri più venduti: fatto più unico che raro, per una raccolta di poesia; ma le ragioni sono le stesse. 5 Id., p Id., p

18 La seconda data da cui, inizialmente, mi è sembrato interessante aprire questa indagine sui libri negli anni settanta è l ultimo anno del decennio precedente: il Nel luglio di quest anno L Istituto finanziario italiano (direttamente legato alla Fiat e alla famiglia Agnelli) acquista il 53% delle azioni della Fratelli Fabbri editori e una delle più grosse cartiere d Italia, situata in Sardegna. Un gruppo estraneo, per la prima volta nella storia del nostro paese, interviene nel mondo editoriale. La Fabbri, in pochi anni, diventerà anch essa un gruppo industriale, assorbendo la Etas Kompass, la Sonzogno, la Bietti, la De Vecchi e la Bompiani; infine si fonderà con la Rizzoli, divenendo, a tutt oggi, il secondo gruppo editoriale italiano. L editoria, tra la fine degli anni sessanta e l inizio degli anni settanta, è un buon affare : i profitti sono in continuo aumento (dal 1968 al 1971 il fatturato complessivo dell editoria registrò un incremento del 46,7%, senza considerevoli aumenti del prezzo dei libri). Ma, oltre alla possibilità di buoni guadagni, l imprenditoria italiana sembra acquisire la consapevolezza: della necessità di una restaurazione politica e sociale dopo l esplosione delle rivolte studentesche e operaie; anche il controllo dell editoria libraria sembrava essere utile per ottenere il consenso di un numero di utenti ancora più vasto rispetto agli anni sessanta 7. Nel decennio che va dal 1970 al 1979 in Italia nascono ben 545 case editrici; in quello precedente ne sono nate solo Le tirature complessive passano, tra il 1971 e il 1974, da a , con un incremento di circa il quaranta per cento rispetto alla media del decennio precedente. Eppure questa proliferazione di editori e di nuovi titoli che appaiono sugli scaffali delle librerie non impedisce che si accentui sempre più la polarizzazione tra piccole o medie imprese editoriali, a carattere per lo più artigianale, non in grado di gestire secondo criteri industriali la produzione e la distribuzione, ed editori più grossi, sempre più attenti agli aspetti di marketing del proprio lavoro, capaci di (o avviati a) dare una 7 Alberto Cadioli, L industria del romanzo, Editori Riuniti, Roma 1981, p Da quest opera sono prese anche le informazioni statistiche riportate di seguito nel testo. 8 Giuliano Vigini, Il libro e la lettura, Editrice Bibliografica, Milano 1984, p

19 organizzazione razionale alla produzione e all immissione sul mercato del prodotto librario. La formazione di gruppi editoriali, avviata intorno alla Fabbri, ma che nei decenni successivi si attuerà anche intorno a Mondadori e Longanesi, almeno nelle intenzioni dovrebbe facilitare proprio questa razionalizzazione del lavoro editoriale. L accorpamento di più marchi consente infatti la condivisione degli uffici tecnici, degli uffici stampa, della distribuzione (con un conseguente risparmio di denaro) e permette di eliminare i titoli presenti contemporaneamente nei cataloghi di più editori. Così, da una parte, tra la fine degli anni sessanta e l inizio dei settanta, l Italia vede nascere (e spesso rapidamente morire) una grossa quantità di piccoli editori, impegnati nella pubblicazione di politica, storia, economia, filosofia, spesso come iniziative parallele e strettamente legate a gruppi politici o organizzazioni studentesche e operaie. La fortuna, brevissima e in verità piuttosto contenuta di queste iniziative, sta in un generale incremento di interesse, tra il 1968 e il 1973, per la saggistica legata ai temi e ai problemi che le agitazioni di questi anni aprono. Se, ad esempio, la tiratura di libri genericamente ascrivibili nella categoria Scienze politiche e economia politica è, nel 1967, di 1176 unità, l anno dopo questa balza a 2028 volumi 9. Era, in particolare nel 68 e dopo, l ondata della saggistica (ma è parola inadatta a descrivere quel tipo di testo): un numero molto elevato di titoli e di nuovi piccoli editori [ ] Vi si incontravano (ed era inevitabile, vista la forte articolazione raggiunta dalla cultura di ricerca, anche in senso generazionale) varie tendenze; sia la spinta alla demistificazione critica della tradizione, sia la scoperta della dimensione linguistica, e della storiografia, assunte come nuove basi per un sapere antiborghese. Ma nasceva anche l ideologia dell inchiesta collettiva, dello smontare e rimontare in gruppo un fenomeno culturale e sociale [ ] Proprio attraverso questa pratica, rafforzata dalla tempesta che si abbatteva sulla scuola e da una ripresa vigorosa della ricerca in campo educativo (che assestò colpi vistosi all asse idealistico ancora predominante) vasti settori giovanili, nelle università e poi nelle scuole, erano coinvolti in un meccanismo di acculturazione alternativa 10, 9 Alberto Cadioli, L industria del romanzo, cit. p Giovanni Ragone, Un secolo di libri, Einaudi, Torino 1999, p

20 La passione per la realtà (raccontata in maniera trasparente e soprattutto senza ironia) che si intravede nella rapida diffusione di Cent anni di solitudine, ha qui, mi sembra, una sua ulteriore manifestazione, per tanti motivi diversa, ma sicuramente accomunata da quel desiderio di far parte di una storia in cammino. Dall altra parte, invece, abbiamo visto che si vanno profilando sempre più delle vere e proprie industrie editoriali, che non rimangono però certo immobili rispetto ai nuovi andamenti di questo mercato. E quindi, nonostante Mondadori, solo per citare un esempio, non si possa certo dire legata dal punto di vista ideologico al movimento, e tanto meno dal punto di vista organizzativo (come invece sono molti piccoli editori), già nel 1968 presenta negli Oscar le opere di Trockij. Se esiste una domanda di marxismo, Mondadori è già pronto a soddisfarla. Eppure, probabilmente, per raccontare le vicende del libro, della sua industria e soprattutto dei suoi lettori in questi anni, si può fare un salto molto più indietro. Potremmo andare addirittura al 1951, anno dell apparizione di una delle prime e più significative forme simboliche che hanno attraversato questi anni: The Catcher in the Rye di J.D. Salinger. Nel 1952 ne esce nel nostro paese una traduzione pirata, pubblicata da Gherardo Casini Editore, intitolata Vita da uomo, ma non se ne accorge praticamente nessuno. I pochi critici che vengono a conoscenza dell opera di Salinger, lo fanno attraverso l edizione inglese. E prima che qualcuno ne parli positivamente, e lo faccia con sufficiente autorevolezza da attrarre l attenzione di un qualche importante editore, dovranno passare altri cinque anni, quando Alberto Arbasino, nel 1958, legge e recensisce l edizione inglese economica Penguin 11. Solo nel dicembre 1961 è pronta la traduzione ufficiale, intitolata Il giovane Holden e pubblicata da Einaudi; nel marzo dell anno successivo sarà già stata stampata la seconda edizione. Perché ci interessa questo lungo racconto che in fondo nasce molto prima del periodo per noi importante e che ha dimostrato di avere in sé la forza necessaria per non rimanere legato a esso? Per una sua particolare, forse unica, capacità di racchiudere dentro di sé la storia del decennio 11 Alberto Arbasino, Il Telemaco moderno, Il Mondo, 12 agosto

Intervista a Fabrizio Lucherini Vicedirettore OFI (Osservatorio sulla Fiction Italiana)

Intervista a Fabrizio Lucherini Vicedirettore OFI (Osservatorio sulla Fiction Italiana) FICTION DI PROTOTIPI Intervista a Fabrizio Lucherini Vicedirettore OFI (Osservatorio sulla Fiction Italiana) Le location ed i poli produttivi della serialità televisiva in Italia: un sistema romanocentrico

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di ECONOMIA Disoccupazione mai così alta nella storia d Italia La serie storica dell Istat si ferma al 1977, ma guardando i dati del collocamento e i vecchi censimenti si scopre che nella crisi del 1929 e

Dettagli

TABELLA 1 Livelli comuni di riferimento: scala globale

TABELLA 1 Livelli comuni di riferimento: scala globale TABELLA 1 Livelli comuni di riferimento: scala globale avanzato intermedio elementare C2 C1 B2 B1 A2 A1 È in grado di comprendere senza sforzo praticamente tutto ciò che ascolta o legge. Sa riassumere

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

Cosa succede all uomo?

Cosa succede all uomo? Cosa succede all uomo? (utilizzo uomo o uomini in minuscolo, intendendo i maschietti e Uomo o Uomini intendendo il genere umano) Recentemente, mi sono trovato in discorsi dove donne lamentavano di un atteggiamento

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

La vendita del libro online. Le nuove forme del commercio librario

La vendita del libro online. Le nuove forme del commercio librario La vendita del libro online. Le nuove forme del commercio librario di Francesca Vannucchi La presente ricerca focalizza l attenzione sul ruolo che la rete ha assunto nella distribuzione del libro. L obiettivo

Dettagli

ANICA, TRA PASSATO E FUTURO

ANICA, TRA PASSATO E FUTURO ANICA, TRA PASSATO E FUTURO Documentario di Massimo De Pascale e Saverio di Biagio Regia di Saverio Di Biagio PREMESSA Il rischio di ogni anniversario è quello di risolversi in una celebrazione, magari

Dettagli

Dopo il Neorealismo anni 60 neorealismo esaurimento trasformazioni economiche sociali culturali boom economico mass media nuove problematiche

Dopo il Neorealismo anni 60 neorealismo esaurimento trasformazioni economiche sociali culturali boom economico mass media nuove problematiche Dopo il Neorealismo Intorno agli anni 60 del XX secolo il neorealismo in Italia conosce un naturale esaurimento viste le profonde trasformazioni economiche ma anche sociali e culturali: il boom economico,

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΙΤΑΛΙΚΗ ΓΛΩΣΣΑ ΑΡΧΗ 1ΗΣ ΣΕΛΙΔΑΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ, ΔΙΑ ΒΙΟΥ ΜΑΘΗΣΗΣ ΚΑΙ ΘΡΗΣΚΕΥΜΑΤΩΝ ΠΑΝΕΛΛΗΝΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΕΙΣΑΓΩΓΗΣ ΣΤΗΝ ΤΡΙΤΟΒΑΘΜΙΑ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗ ΕΞΕΤΑΣΗ ΕΙΔΙΚΟΥ ΜΑΘΗΜΑΤΟΣ ΞΕΝΗΣ ΓΛΩΣΣΑΣ ΚΕΙΜΕΝΟ PERCHÉ LEGGERE I CLASSICI

Dettagli

L Italia dei Libri 2011-2013

L Italia dei Libri 2011-2013 L Italia dei Libri 2011-2013 Indagine condotta mensilmente sul panel consumer Nielsen Dott.ssa Rossana Rummo, Direttore Generale per le biblioteche, gli istituti culturali ed il diritto d autore 1 Che

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO LA PERLA E IL TESORO PREZIOSO In quel tempo, Gesù disse alla folla: Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, vende

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Non riflette la qualità dell insegnamento Ma tornando adesso allora a chi sono i Contadini di adesso

Non riflette la qualità dell insegnamento Ma tornando adesso allora a chi sono i Contadini di adesso Intervistato: Sebastiano Villani, Dirigente Scolastico di Stigliano e Aliano Soggetto: «Luigini» e «Contadini» oggi Luogo e data dell intervista: Stigliano, agosto 2007 Audio file: Villani Il problema

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

PENSIERO DI LENIN. Fonte: Lenin [Vladimir Ilic Ulianov], Scritti economici, Roma, Editori Riuniti, 1977, pp. 837-840.

PENSIERO DI LENIN. Fonte: Lenin [Vladimir Ilic Ulianov], Scritti economici, Roma, Editori Riuniti, 1977, pp. 837-840. PENSIERO DI LENIN Fonte: Lenin [Vladimir Ilic Ulianov], Scritti economici, Roma, Editori Riuniti, 1977, pp. 837-840. Articolo datato 6 gennaio 1923 e pubblicato sulla «Pravda» del 27 gennaio 1923. ******

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Il fumetto tra i banchi di scuola

Il fumetto tra i banchi di scuola Il fumetto tra i banchi di scuola Claudio Masciopinto IL FUMETTO TRA I BANCHI DI SCUOLA saggio A Pupa e Angelo Tutte le immagini sono Copyright dei loro autori, dei loro rappresentanti o di chi comunque

Dettagli

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza.

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza. Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza Statistiche alla mano, si può affermare che il 60% della popolazione mondiale

Dettagli

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni culturali e delle attività culturali. Noi Dottori Commercialisti

Dettagli

La scrittura e la memoria (prima parte) Testimonianze letterarie sull esperienza concentrazionaria. Lezioni d'autore

La scrittura e la memoria (prima parte) Testimonianze letterarie sull esperienza concentrazionaria. Lezioni d'autore La scrittura e la memoria (prima parte) Testimonianze letterarie sull esperienza concentrazionaria Lezioni d'autore Il dibattito sulla scrittura dopo Auschwitz Differenza tra testimonianza e opera letteraria.

Dettagli

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro.

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro. Normalmente si usa la parola giornale per una pubblicazione quotidiana dove si trovano le notizie del giorno. In un senso più largo però, questa parola si usa anche per pubblicazioni settimanali, quindicinali

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

UFFICIO RELAZIONI INTERNAZIONALI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE PROGRAMMA ERASMUS+ MOBILITA AI FINI DI TIROCINIO A.A. 2015/2016

UFFICIO RELAZIONI INTERNAZIONALI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE PROGRAMMA ERASMUS+ MOBILITA AI FINI DI TIROCINIO A.A. 2015/2016 UFFICIO RELAZIONI INTERNAZIONALI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE A.A. 2015/2016 PROGETTO ERASMUS+ A.A. 2015-2016 Gli studenti interessati a svolgere uno stage all estero, nell ambito del programma Erasmus+,

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

La Stampa in Italia (2010 2012)

La Stampa in Italia (2010 2012) (2010 2012) Roma 5 giugno 2013 La crisi dell editoria quotidiana e periodica: la negativa congiuntura economica, l evoluzione tecnologica e i fattori di criticità strutturali L editoria quotidiana e periodica

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti III. 1958-1961 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 914 Anno 1961 A Luigi Pellizzer Pavia, 22 settembre 1961 Caro Avvocato, io credo che la discussione

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

o saper formulare con i compagni riflessioni ed ipotesi interpretative, non su richiesta del docente, ma in modo il più spontaneo possibile

o saper formulare con i compagni riflessioni ed ipotesi interpretative, non su richiesta del docente, ma in modo il più spontaneo possibile RELAZIONE FINALE PROGETTO COMPETENZE IN CRESCITA. Laboratorio 2 1) TITOLO: Il gusto della lettura 2) CLASSE: Classi della scuola dell infanzia (solo bambini di 5 anni) Classi prime, seconde e quarte della

Dettagli

Sedotta dal mondo del POKER. il punto G del gioco SPECIALE ENADA. Il gioco ritorna in fiera. POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari

Sedotta dal mondo del POKER. il punto G del gioco SPECIALE ENADA. Il gioco ritorna in fiera. POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari NUMERO 04 MARZO 2010 il punto G del gioco ZERO ASSOLUTO CASINÒ DI SANREMO SPECIALE ENADA SPECIALE ENADA Il gioco ritorna in fiera POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari numero 04 marzo 2010 PAMELA

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 2014

RASSEGNA STAMPA 2014 RASSEGNA STAMPA 2014 Indice: 10.01.2014 LegaCoop Fundraising strumento su misura per la cooperazione 3 06.02.2014 Tiscali Social Il fundraiser figura chiave del non profit e non solo 4 07.02.2014 Avvenire

Dettagli

MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it

MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1) Qual è la prima cosa che un imprenditore o responsabile dovrebbe fare per far sì che i propri uomini

Dettagli

«Io sono la via, la verità e la vita»

«Io sono la via, la verità e la vita» LECTIO DIVINA PER LA V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Io sono la via, la verità e la vita» Gv 14,1-12 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,1-12) In quel tempo, Gesù disse ai

Dettagli

EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI. ComeCercareClienti.com. Autore: Matteo Pasqualini

EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI. ComeCercareClienti.com. Autore: Matteo Pasqualini EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI ComeCercareClienti.com ComeCercareClienti.com Copyright Matteo Pasqualini Vietata la Autore: Matteo Pasqualini 1 ComeCercareClienti.com

Dettagli

Clara Caselli, Organizzazioni non profit e sviluppo: il caso del Cono Norte di Lima, 2005

Clara Caselli, Organizzazioni non profit e sviluppo: il caso del Cono Norte di Lima, 2005 n. 2-2015 Clara Caselli, Organizzazioni non profit e sviluppo: il caso del Cono Norte di Lima, 2005 Mario Molteni Abstract Mario Molteni presenta l articolo Organizzazioni non profit e sviluppo: il caso

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del Giuseppe Ungaretti Giuseppe Ungaretti nacque nel 1888 ad Alessandria d Egitto, dove i suoi genitori, che erano originari di Lucca, si erano trasferiti in quanto il padre lavorava alla realizzazione del

Dettagli

Il Neorealismo italiano

Il Neorealismo italiano Il Neorealismo italiano La realtà è là perché manipolarla? (Roberto Rossellini) Le formule in cui si è cercato di racchiudere l esperienza del Neorealismo riassumibili nella frase di Rossellini che titola

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

Gli studi del cristianesimo in Cina

Gli studi del cristianesimo in Cina Gli studi del cristianesimo in Cina Gli studi del cristianesimo in Cina costituiscono sia un tema vecchio che un orrizonte assai nuovo. Essi hanno percorso le due ultime dinastie dei Ming e dei Qing come

Dettagli

UNA SCUOLA PER AMARE

UNA SCUOLA PER AMARE UNA SCUOLA PER AMARE L iniziativa UNA SCUOLA PER AMARE vuole essere una chiave d accesso per entrare nelle scuole, ma soprattutto nella sfera affettiva dei giovani, alla quale durante il percorso scolastico

Dettagli

Piacenza 21 22 ottobre 2011. Philosophy for children. Esperienze di dialogo e pratica filosofica

Piacenza 21 22 ottobre 2011. Philosophy for children. Esperienze di dialogo e pratica filosofica Piacenza 21 22 ottobre 2011 Philosophy for children Esperienze di dialogo e pratica filosofica Scuola dell infanzia statale Barbattini ( Roveleto di Cadeo ) Anni scolastici: 2007 2011 Insegnanti facilitatori:

Dettagli

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena UNIVERSITÀ, SCUOLE E ORIENTAMENTO IN ITALIA intervento al convegno Essenzialità dell Orientamento per il Futuro dei Giovani, Orvieto 9 11 dicembre

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada Che cos è la Lectio divina La Lectio Divina è l esercizio ordinato dell ascolto personale della Parola. ESERCIZIO: è qualcosa di attivo e, per questo, è importante.

Dettagli

Dispense di Filosofia del Linguaggio

Dispense di Filosofia del Linguaggio Dispense di Filosofia del Linguaggio Vittorio Morato II settimana Gottlob Frege (1848 1925), un matematico e filosofo tedesco, è unanimemente considerato come il padre della filosofia del linguaggio contemporanea.

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI Domenica 29 marzo 2009 Sala delle Conferenze Internazionali Ministero degli Affari Esteri Intervento del Vice Presidente

Dettagli

MENU SERVIZI. marketing esperienziale

MENU SERVIZI. marketing esperienziale MENU SERVIZI marketing esperienziale Le ultime tendenze e studi nel mondo del marketing e della comunie hanno decretati una sempre maggiore diffusione del Marketing Esperienziale. Un esperienza ricca di

Dettagli

GRAFOLOGIA & PERSONALITA

GRAFOLOGIA & PERSONALITA GRAFOLOGIA & PERSONALITA a cura della Dott.ssa Marialuisa IARUSSI La scrittura è un filo nero che emerge dal bianco del foglio rivelando qualcosa di noi. La mano è lo strumento del pensiero che dirige

Dettagli

Nuovi pensieri e ricordi. Forse aforismi

Nuovi pensieri e ricordi. Forse aforismi Nuovi pensieri e ricordi Forse aforismi Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Mauro Baldassini NUOVI PENSIERI E RICORDI

Dettagli

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso.

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Anna Contardi Ass.Italiana Persone Down www.aipd.it Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Esperienze di educazione sessuale per adolescenti con disabilità intellettiva Premessa Esisteun diritto alla

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Francesca Marzilla Rampulla

Francesca Marzilla Rampulla Con Eufrosina, edito da Dario Flaccovio, Licia Cardillo Di Prima abbandona l ambientazione provinciale dei suoi precedenti racconti per trasferirsi nella Palermo del XVI Secolo, ai tempi della dominazione

Dettagli

Tra il dire e l educare c è di mezzo il web. Come può la comunicazione educare alla cultura dell incontro?

Tra il dire e l educare c è di mezzo il web. Come può la comunicazione educare alla cultura dell incontro? Tra il dire e l educare c è di mezzo il web. Come può la comunicazione educare alla cultura dell incontro? Marco Deriu docente di Teoria e tecnica delle comunicazioni di massa, Università Cattolica per

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SCUOLA DELL INFANZIA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO Il bambino supera serenamente il distacco con la famiglia Conosce e rispetta le prime regole di convivenza E autonomo nelle situazioni di vita quotidiana (servizi igienici, pranzo, gioco)

Dettagli

In questo articolo non ci sono veri e propri errori di battitura, eppure, come dimostrano le

In questo articolo non ci sono veri e propri errori di battitura, eppure, come dimostrano le In queste pagine ci sono alcuni miei lavori di correzione e revisione bozze. Non si tratta di una raccolta di refusi, perché sistemare gli errori di battitura e la grammatica non è altro che il lavoro

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive

PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive S Studi di Settore PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive L analisi dei risultati derivanti dall applicazione degli studi di settore offre molteplici spunti di riflessione in relazione

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

il tuo servizio di web marketing costa troppo

il tuo servizio di web marketing costa troppo il tuo servizio di web marketing costa troppo LE 20 TECNICHE PIù POTENTI per demolire QUESTA obiezione > Nota del Curatore della collana Prima di tutto voglio ringraziarti. So che ha inserito la tua mail

Dettagli

AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO

AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO per l innovazione della città CHANGE MILANO è un iniziativa del Partito Democratico: un piano di progetti d innovazione per il governo della Città AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO Per aprire la

Dettagli

Data: 11 MARZO 2015 PAG. 29

Data: 11 MARZO 2015 PAG. 29 Testata: LA REPUBBLICA Sassoli de Bianchi (Upa): La pubblicità e i consumi tornano a crescere nel 2015. Google paghi i diritti d autore PAG. 29 Testata: ITALIA OGGI Costa: ora il progetto per l editoria

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

Lugano-Intervento giornate 9-10 settembre 2009 Silvia Cortellazzi, Università cattolica di Milano

Lugano-Intervento giornate 9-10 settembre 2009 Silvia Cortellazzi, Università cattolica di Milano Lugano-Intervento giornate 9-10 settembre 2009 Silvia Cortellazzi, Università cattolica di Milano Indice 1. L Italia e la formazione professionale 2. La Lombardia e la formazione professionale 3. Chi esce

Dettagli

La prima pagina uno schema fisso La testata manchette

La prima pagina uno schema fisso La testata manchette IL QUOTIDIANO La prima pagina è la facciata del quotidiano, presenta gli avvenimenti trattati più rilevanti e solitamente sono commentati; gli articoli sono disposti secondo uno schema fisso che ha lo

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Introduzione dell autore

Introduzione dell autore Introduzione dell autore Scrivo questo libro nel gennaio del 1998, in pieno boom della Borsa italiana, sapendo che arriverà il tempo in cui i molti che si sono avvicinati a Piazza degli Affari, allettati

Dettagli

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè #innoviamo Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita Alessandro Frè Non si fa altro che parlare di cambiamento, crescita, innovazione, crisi dei mercati, competizione sempre più

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli