I Reati di Omicidio e Lesioni stradali

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I Reati di Omicidio e Lesioni stradali"

Transcript

1 I Reati di Omicidio e Lesioni stradali Argomento: Le novità introdotte dal legislatore con riferimento al Codice della strada, Codice Penale e Codice di Procedura Penale Docente: Ferdinando Longobardo Milano, 17 febbraio 2016

2 Omicidio stradale Proposta di legge S B Senatore SCILIPOTI ISGRO'; senatore FALANGA; senatori MOSCARDELLI ed altri; senatore STUCCHI; senatrice GINETTI: "Introduzione del reato di omicidio stradale e del reato di lesioni personali stradali, nonché disposizioni di coordinamento al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e al decreto legislativo 28 agosto 2000, n. 274"

3 Omicidio stradale Successione delle letture parlamentari S.859 C.3169 S B T. U. con S.1357, S.1378, S.1484, S.1553 approvato in testo unificato assorbe C.361, C.562, C.959, C.1430, C.1475, C.1643, C.1646, C.1677, C.2068,C.2192, C.2 263, C.3366 approvato con modificazioni approvato con modificazioni 10 giugno ottobre dicembre 2015 C.3169-B approvato con modificazioni 21 gennaio 2016 S D concluso l'esame da parte della commissione 28 gennaio 2016

4 Omicidio stradale Codice Penale Art. 157 (Prescrizione. Tempo necessario a prescrivere) Art. 582 (Lesione personale) Art. 589 (Omicidio colposo) Art. 589-bis (Omicidio stradale). Art. 589-ter (Fuga del conducente in caso di omicidio stradale) Art. 590 (Lesioni personali colpose) Art. 590-bis (Lesioni personali stradali gravi o gravissime) Art. 590-ter (Fuga del conducente in caso di lesioni personali stradali) Art. 590-quarter Computo delle circostanze) Art. 590-quinquies (Definizione di strade urbane e extraurbane)

5 Omicidio stradale Codice Procedura Penale Art. 224-bis (Provvedimenti del giudice per le perizie che richiedono il compimento di atti idonei ad incidere sulla libertà personale) Art. 359-bis (Prelievo coattivo di campioni biologici su persone viventi) Art. 380 (Arresto obbligatorio in flagranza) Art. 381 (Arresto facoltativo in flagranza) Art. 406 (Proroga del termine) Art. 416 (Presentazione della richiesta del pubblico ministero) Art. 429 (Decreto che dispone il giudizio) Art. 550 (Casi di citazione diretta a giudizio) Art. 552 (Decreto di citazione a giudizio)

6 Omicidio stradale CODICE DELLA STRADA Art. 189 (Comportamento in caso di incidente) Art. 219 (Revoca della patente di guida) Art. 222 (Sanzioni amministrative accessorie all'accertamento di reati) Art. 223 (Ritiro della patente in conseguenza a ipotesi di reato)

7 Omicidio stradale DECRETO LEGISLATIVO 28 AGOSTO 2000, n. 274 ART. 4 (Competenza per materia)

8 Omicidio stradale Lesioni colpose a seguito di incidente stradale Omicidio colposo a seguito di incidente stradale

9 Lesioni personali stradali

10 Qual è la disciplina oggi

11 Art. 590 C.P. Lesioni personali colpose Chiunque cagiona ad altri per colpa una lesione personale è punito con la reclusione fino a tre mesi o con la multa fino a euro 309. Se la lesione è grave la pena è della reclusione da uno a sei mesi o della multa da euro 123 a euro 619, se è gravissima, della reclusione da tre mesi a due anni o della multa da euro 309 a euro

12 Art. 590 C.P. Lesioni personali colpose 3. Se i fatti di cui al secondo comma sono commessi con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale o di quelle per la prevenzione degli infortuni sul lavoro la pena per le lesioni gravi è della reclusione da tre mesi a un anno o della multa da euro 500 a euro e la pena per le lesioni gravissime è della reclusione da uno a tre anni.

13 Art. 590 C.P. Lesioni personali colpose ( ) Nei casi di violazione delle norme sulla circolazione stradale, se il fatto è commesso da soggetto in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell'articolo 186, comma 2, lettera c), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, ovvero da soggetto sotto l'effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope, la pena per le lesioni gravi è della reclusione da sei mesi a due anni e la pena per le lesioni gravissime è della reclusione da un anno e sei mesi a quattro anni.

14 Art. 590 C.P. Lesioni personali colpose 5. Il delitto è punibile a querela della persona offesa, salvo nei casi previsti nel primo e secondo capoverso, limitatamente ai fatti commessi con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro o relative all'igiene del lavoro o che abbiano determinato una malattia professionale

15 Note procedurali Arresto: non consentito Fermo: non consentito Autorità competente: GDP Procedibilità: a querela

16 Come viene a modificarsi la disciplina con le nuove norme in approvazione

17 Art. 590 C.P. Lesioni personali colpose Chiunque cagiona ad altri per colpa una lesione personale è punito con la reclusione fino a tre mesi o con la multa fino a euro 309. Se la lesione è grave la pena è della reclusione da uno a sei mesi o della multa da euro 123 a euro 619, se è gravissima, della reclusione da tre mesi a due anni o della multa da euro 309 a euro

18 Art. 590 C.P. Lesioni personali colpose 3. Se i fatti di cui al secondo comma sono commessi con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale o di quelle per la prevenzione degli infortuni sul lavoro la pena per le lesioni gravi è della reclusione da tre mesi a un anno o della multa da euro 500 a euro e la pena per le lesioni gravissime è della reclusione da uno a tre anni.

19 Art. 590 C.P. Lesioni personali colpose ( ) Nei casi di violazione delle norme sulla circolazione stradale, se il fatto è commesso da soggetto in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell'articolo 186, comma 2, lettera c), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, ovvero da soggetto sotto l'effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope, la pena per le lesioni gravi è della reclusione da sei mesi a due anni e la pena per le lesioni gravissime è della reclusione da un anno e sei mesi a quattro anni.

20 Art. 590 C.P. Lesioni personali colpose 5. Il delitto è punibile a querela della persona offesa, salvo nei casi previsti nel primo e secondo capoverso, limitatamente ai fatti commessi con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro o relative all'igiene del lavoro o che abbiano determinato una malattia professionale

21 Viene introdotto Art. 590 bis C.P. Lesioni personali stradali gravi o gravissime

22 Lesioni personali stradali gravi o gravissime

23 Art. 583 C.P. Circostanze aggravanti. La lesione personale è grave e si applica la reclusione da tre a sette anni: 1. se dal fatto deriva una malattia che metta in pericolo la vita della persona offesa, ovvero una malattia o un'incapacità di attendere alle ordinarie occupazioni per un tempo superiore ai quaranta giorni; 2. se il fatto produce l'indebolimento permanente di un senso o di un organo;

24 Art. 583 C.P. Circostanze aggravanti La lesione personale è gravissima, e si applica la reclusione da sei a dodici anni, se dal fatto deriva: 1. una malattia certamente o probabilmente insanabile; 2. la perdita di un senso; 3. la perdita di un arto, o una mutilazione che renda l'arto inservibile, ovvero la perdita dell'uso di un organo o della capacità di procreare, ovvero una permanente e grave difficoltà della favella; 4. la deformazione, ovvero lo sfregio permanente del viso;

25 Quindi? Se la lesione è inferiore ai 40 giorni di prognosi? La fattispecie è quella prevista dall art. 590 C.P. Procedibilità? A querela Competenza? Giudice di Pace.

26 Art. 590 bis C.P. Lesioni personali stradali gravi o gravissime Chiunque cagioni per colpa ad altri una lesione personale con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale è punito con la reclusione da tre mesi a un anno per le lesioni gravi e da uno a tre anni per le lesioni gravissime.

27 Quindi? Se non si hanno violazioni delle norme sulla disciplina della circolazione stradale: Se la lesione è inferiore ai 40 giorni di prognosi si applica l art. 590 C.P.

28 E se la lesione è superiore ai 40 giorni di prognosi? Si applica l art. 590 C.P. La procedibilità è a querela e la competenza è del Giudice di Pace.

29 Art. 590 bis C.P. Lesioni personali stradali gravi o gravissime Chiunque, ponendosi alla guida di un veicolo a motore in stato di ebbrezza alcolica o di alterazione psico-fisica conseguente all'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope ai sensi rispettivamente degli articoli 186, comma 2, lettera c), e 187 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, cagioni per colpa a taluno una lesione personale, è punito con la reclusione da tre a cinque anni per le lesioni gravi e da quattro a sette anni per le lesioni gravissime.

30 Reclusione da tre a cinque anni per le lesioni gravi e da quattro a sette anni per le lesioni gravissime: - stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell art. 186, comma 2, lettera c) - stato di alterazione psico-fisica conseguente all'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope ai sensi dell art. 187

31 Art. 590 bis C.P. Lesioni personali stradali gravi o gravissime Le pene di cui al comma precedente si applicano altresì al conducente di un veicolo a motore di cui all'articolo 186-bis, comma 1, lettere b), c) e d), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, il quale, in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell articolo 186, comma 2, lettera b), del medesimo decreto legislativo n. 285 del 1992, cagioni per colpa a taluno lesioni personali gravi o gravissime.

32 Reclusione da tre a cinque anni per le lesioni gravi e da quattro a sette anni per le lesioni gravissime: Al conducente di un veicolo a motore di cui all'articolo 186-bis, comma 1, lettere b), c) e d), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, il quale sia in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell articolo 186, comma 2, lettera b)

33 Art. 186-bis C.d.S. Guida sotto l'influenza dell'alcool per conducenti di età inferiore a ventuno anni, per i neo-patentati e per chi esercita professionalmente l'attività di trasporto di persone o di cose 1. È vietato guidare dopo aver assunto bevande alcoliche e sotto l'influenza di queste per: b) i conducenti che esercitano l'attività di trasporto di persone, di cui agli articoli 85, 86 e 87; c) i conducenti che esercitano l'attività di trasporto di cose, di cui agli articoli 88, 89 e 90; d) i conducenti di autoveicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t, di autoveicoli trainanti un rimorchio che comporti una massa complessiva totale a pieno carico dei due veicoli superiore a 3,5 t, di autobus e di altri autoveicoli destinati al trasporto di persone il cui numero di posti a sedere, escluso quello del conducente, è superiore a otto, nonché di autoarticolati e di autosnodati.

34 Art. 590 bis C.P. Lesioni personali stradali gravi o gravissime Salvo quanto previsto dal terzo comma, chiunque, ponendosi alla guida di un veicolo a motore in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell'articolo 186, comma 2, lettera b), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, cagioni per colpa a taluno lesioni personali, è punito con la reclusione da un anno e sei mesi a tre anni per le lesioni gravi e da due a quattro anni per le lesioni gravissime.

35 La reclusione da un anno e sei mesi a tre anni per le lesioni gravi e da due a quattro anni per le lesioni gravissime. Guida in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell'articolo 186, comma 2, lettera b),

36 Art. 590 bis C.P. Lesioni personali stradali gravi o gravissime Le pene di cui al comma precedente si applicano altresì: 1) al conducente di un veicolo a motore che, procedendo in un centro urbano ad una velocità pari o superiore al doppio di quella consentita e comunque non inferiore a 70 km/h, ovvero su strade extraurbane ad una velocità superiore di almeno 50 km/h rispetto a quella massima consentita, cagioni per colpa a taluno lesioni personali gravi o gravissime;

37 Art. 590-quinquies. Definizione di strade urbane e extraurbane Ai fini degli articoli 589-bis e 590-bis si intendono per strade extraurbane le strade di cui alle lettere A, B e C del comma 2 dell'articolo 2 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e per strade di un centro urbano le strade di cui alle lettere D, E, F e F-bis del medesimo comma 2.

38 Art. 590 bis C.P. Lesioni personali stradali gravi o gravissime Le pene di cui al comma precedente si applicano altresì: 2) al conducente di un veicolo a motore che, attraversando un'intersezione con il semaforo disposto al rosso ovvero circolando contromano, cagioni per colpa a taluno lesioni personali gravi o gravissime;

39 Art. 590 bis C.P. Lesioni personali stradali gravi o gravissime Le pene di cui al comma precedente si applicano altresì: 3) al conducente di un veicolo a motore che, a seguito di manovra di inversione del senso di marcia in prossimità o in corrispondenza di intersezioni, curve o dossi o a seguito di sorpasso di un altro mezzo in corrispondenza di un attraversamento pedonale o di linea continua, cagioni per colpa a taluno lesioni personali gravi o gravissime.

40 La reclusione da un anno e sei mesi a tre anni per le lesioni gravi e da due a quattro anni per le lesioni gravissime. - Eccesso di velocità; - Semaforo rosso; - Inversione di marcia o sorpasso

41 Art. 590 bis C.P. Lesioni personali stradali gravi o gravissime Nelle ipotesi di cui ai commi precedenti la pena è aumentata se il fatto è commesso da persona non munita di patente di guida o con patente sospesa o revocata, ovvero nel caso in cui il veicolo a motore sia di proprietà dell autore del fatto e tale veicolo sia sprovvisto di assicurazione obbligatoria. Nelle ipotesi di cui ai commi precedenti, qualora l evento non sia esclusiva conseguenza dell azione o dell omissione del colpevole, la pena è diminuita fino alla metà. Nelle ipotesi di cui ai commi precedenti, qualora il conducente cagioni lesioni a più persone, si applica la pena che dovrebbe infliggersi per la più grave delle violazioni commesse aumentata fino al triplo, ma la pena non può superare gli anni sette.

42 Circostanze Aggravanti Speciali Guida senza patente, con patente sospesa o ritirata, sprovvisto di assicurazione Ad effetto speciale Quando si causa la morte di più persone

43 Art. 590-ter. Fuga del conducente in caso di lesioni personali stradali Nel caso di cui all'articolo 590-bis, se il conducente si dà alla fuga, la pena è aumentata da un terzo a due terzi e comunque non può essere inferiore a tre anni

44 Art. 590-quater Computo delle circostanze Quando ricorrono le circostanze aggravanti di cui agli articoli 589-bis, secondo, terzo, quarto, quinto e sesto comma, 589- ter, 590-bis, secondo, terzo, quarto, quinto e sesto comma e 590-ter, le concorrenti circostanze attenuanti, diverse da quelle previste dagli articoli 98 e 114, non possono essere ritenute equivalenti o prevalenti rispetto a queste e le diminuzioni si operano sulla quantità di pena determinata ai sensi delle predette circostanze aggravanti.

45 Riepilogando

46 Viene introdotto Art. 590 bis C.P. Lesioni personali stradali gravi o gravissime

47 Se la lesione è inferiore ai 40 giorni di prognosi, la fattispecie è quella prevista dall art. 590 C.P. La procedibilità è a querela e la competenza è del Giudice di Pace.

48 Se non si ha violazioni violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale: Se la lesione è inferiore ai 40 giorni di prognosi si applica l art. 590 C.P.

49 Se la lesione è superiore ai 40 giorni di prognosi Si applica l art. 590 C.P. La procedibilità è a querela e la competenza è del Giudice di Pace.

50 Reclusione da tre a cinque anni per le lesioni gravi e da quattro a sette anni per le lesioni gravissime: - stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell art. 186, comma 2, lettera c) - stato di alterazione psico-fisica conseguente all'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope ai sensi dell art conducente di un veicolo a motore di cui all'articolo 186-bis, comma 1, lettere b), c) e d), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, il quale sia in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell articolo 186, comma 2, lettera b)

51 La reclusione da un anno e sei mesi a tre anni per le lesioni gravi e da due a quattro anni per le lesioni gravissime. Guida in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell'articolo 186, comma 2, lettera b) Eccesso di velocità; Semaforo rosso; Inversione di marcia o sorpasso

52 Circostanze Aggravanti Speciali Guida senza patente o con patente sospesa o ritirata Ad effetto speciale Quando si causa la morte di più persone Guida con omessa fermata e omessa assistenza

53 E le note procedurali?

54 Note procedurali dell art. 590 C.P. Arresto: non consentito Fermo: non consentito Autorità competente: GDP Procedibilità: a querela

55 Note procedurali dell art. 590 bis C.P. Arresto:? Fermo:? Autorità competente:? Procedibilità: d ufficio

56 Art. 381 C.P.P. Arresto facoltativo in flagranza m-quinquies) delitto di lesioni colpose stradali gravi o gravissime previsto dall'articolo 590-bis, secondo, terzo, quarto e quinto comma, del codice penale;

57 Secondo comma Art. 590 bis C.P. - stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell art. 186, comma 2, lettera c) - stato di alterazione psico-fisica conseguente all'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope ai sensi dell art. 187 Terzo comma - conducente di un veicolo a motore di cui all'articolo 186-bis, comma 1, lettere b), c) e d), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, il quale sia in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell articolo 186, comma 2, lettera b)

58 Quarto comma Art. 590 bis C.P. Guida in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell'articolo 186, comma 2, lettera b) Quinto comma Eccesso di velocità; Semaforo rosso; Inversione di marcia o sorpasso

59 Art. 381 C.P.P. Arresto facoltativo in flagranza 4. Nelle ipotesi previste dal presente articolo si procede all'arresto in flagranza soltanto se la misura è giustificata dalla gravità del fatto ovvero dalla pericolosità del soggetto desunta dalla sua personalità o dalle circostanze del fatto.

60 Art. 384 C.P.P. Fermo di indiziato di delitto 1. Anche fuori dei casi di flagranza, quando sussistono specifici elementi che, anche in relazione alla impossibilità di identificare l'indiziato, fanno ritenere fondato il pericolo di fuga, il pubblico ministero dispone il fermo della persona gravemente indiziata di un delitto per il quale la legge stabilisce la pena dell'ergastolo o della reclusione non inferiore nel minimo a due anni e superiore nel massimo a sei anni ovvero di un delitto concernente le armi da guerra e gli esplosivi o di un delitto commesso per finalità di terrorismo, anche internazionale, o di eversione dell'ordine democratico.

61 Reclusione da tre a cinque anni per le lesioni gravi e da quattro a sette anni per le lesioni gravissime: - stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell art. 186, comma 2, lettera c) - stato di alterazione psico-fisica conseguente all'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope ai sensi dell art conducente di un veicolo a motore di cui all'articolo 186-bis, comma 1, lettere b), c) e d), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, il quale sia in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell articolo 186, comma 2, lettera b)

62 MODIFICHE AL DECRETO LEGISLATIVO 28 AGOSTO 2000, n. 274 ART. 4 (Competenza per materia) 1. Il giudice di pace è competente: a) per i delitti consumati o tentati previsti dagli articoli ( ), 590, limitatamente alle fattispecie perseguibili a querela di parte e ad esclusione delle fattispecie connesse alla colpa professionale e dei fatti commessi con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro o relative all'igiene del lavoro o che abbiano determinato una malattia professionale quando, nei casi anzidetti, derivi una malattia di durata superiore a venti giorni, nonché ad esclusione delle fattispecie di cui all' articolo 590, terzo comma, quando si tratta di fatto commesso da soggetto in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell' articolo 186, comma 2, lettera c), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, ovvero da soggetto sotto l'effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope, ( )

63 Note procedurali dell art. 590 bis C.P. Arresto: Facoltativo Fermo: Consentito (per i commi 2 e 3 ) Autorità competente: Tribunale Procedibilità: d ufficio

64 MODIFICHE AL CODICE DI PROCEDURA PENALE

65 Accertamenti urgenti sulla persona

66 Articolo 349 C.P.P. Identificazione della persona nei cui confronti vengono svolte le indagini e di altre persone 2. Alla identificazione della persona nei cui confronti vengono svolte le indagini può procedersi anche eseguendo, ove occorra, rilievi dattiloscopici, fotografici e antropometrici nonché altri accertamenti. 2-bis. Se gli accertamenti indicati dal comma 2 comportano il prelievo di capelli o saliva e manca il consenso dell'interessato, la polizia giudiziaria procede al prelievo coattivo nel rispetto della dignità personale del soggetto, previa autorizzazione scritta, oppure resa oralmente e confermata per iscritto, del pubblico ministero

67 Art. 224-bis C.P.P. Provvedimenti del giudice per le perizie che richiedono il compimento di atti idonei ad incidere sulla libertà personale 1. Quando si procede per delitto non colposo, consumato o tentato, per il quale la legge stabilisce la pena dell ergastolo o della reclusione nel massimo a tre anni, per i delitti di cui agli articoli 589-bis e 590-bis del codice penale e negli altri casi espressamente previsti dalla legge, se per l esecuzione della perizia è necessario compiere atti idonei ad incidere sulla libertà personale, quali il prelievo di capelli, di peli o di mucosa del cavo orale su persone viventi ai fini della determinazione del profilo del DNA accertamenti medici, e non vi è il consenso della persona da sottoporre all esame del perito, il giudice, anche d ufficio, ne dispone con ordinanza motivata l esecuzione coattiva, se essa risulta assolutamente indispensabile per la prova dei fatti.

68 Art. 359-bis C.P. Prelievo coattivo di campioni biologici su persone viventi 1. Fermo quanto disposto dall articolo 349, comma 2- bis, quando devono essere eseguite le operazioni di cui all articolo 224-bis e non vi è il consenso della persona interessata, il pubblico ministero ne fa richiesta al giudice per le indagini preliminari che le autorizza con ordinanza quando ricorrono le condizioni ivi previste.

69 Art. 359-bis C.P. Prelievo coattivo di campioni biologici su persone viventi 2. Nei casi di urgenza, quando vi è fondato motivo di ritenere che dal ritardo possa derivare grave o irreparabile pregiudizio alle indagini, il pubblico ministero dispone lo svolgimento delle operazioni con decreto motivato contenete i medesimi elementi previsti dal comma 2 dell articolo 224-bis, provvedendo a disporre l accompagnamento coattivo, qualora la persona da sottoporre alle operazioni non si presunti senza addurre un legittimo impedimento, ovvero l esecuzione coattiva delle operazioni, se la persona comparsa rifiuta di sottoporvisi. Entro le quarantotto ore successive il pubblico ministero richiede al giudice per le indagini preliminari la convalida del decreto e dell eventuale provvedimento di accompagnamento coattivo. Il giudice provvede con ordinanza al più presto e comunque entro le quarantotto ore successive, dandone avviso immediatamente al pubblico ministero e al difensore.

70 Art. 359-bis C.P. Prelievo coattivo di campioni biologici su persone viventi 2-bis. Nei casi di cui agli articoli 589-bis e 590-bis del codice penale, qualora il conducente rifiuti di sottoporsi agli accertamenti dello stato di ebbrezza alcolica ovvero di alterazione correlata all'uso di sostanze stupefacenti o psicotrope, se vi è fondato motivo di ritenere che dal ritardo possa derivare grave o irreparabile pregiudizio alle indagini, il decreto di cui al comma 2 e gli ulteriori provvedimenti ivi previsti possono, nei casi di urgenza, essere adottati anche oralmente e successivamente confermati per iscritto.

71 Art. 359-bis C.P.P. Prelievo coattivo di campioni biologici su persone viventi Gli ufficiali di polizia giudiziaria procedono all'accompagnamento dell'interessato presso il più vicino presidio ospedaliero al fine di sottoporlo al necessario prelievo o accertamento e si procede all'esecuzione coattiva delle operazioni se la persona rifiuta di sottoporvisi. Del decreto e delle operazioni da compiersi è data tempestivamente notizia al difensore dell'interessato, che ha facoltà di assistervi, senza che ciò possa comportare pregiudizio nel compimento delle operazioni. Si applicano le previsioni di cui ai commi 1 e 2 dell'articolo 365.

72 Articolo 365 C.P.P. Atti ai quali il difensore ha diritto di assistere senza avviso 1. Il pubblico ministero, quando procede al compimento di atti di perquisizione o sequestro, chiede alla persona sottoposta alle indagini, che sia presente, se è assistita da un difensore di fiducia e, qualora ne sia priva, designa un difensore di ufficio a norma dell'articolo 97 comma Il difensore ha facoltà di assistere al compimento dell'atto, fermo quanto previsto dall'articolo 249.

73 Art. 359-bis C.P. Prelievo coattivo di campioni biologici su persone viventi Entro le quarantotto ore successive, il pubblico ministero richiede la convalida del decreto e degli eventuali ulteriori provvedimenti al giudice per le indagini preliminari, che provvede al più presto e comunque entro le quarantotto ore successive, dandone immediato avviso al pubblico ministero e al difensore. Le operazioni devono sempre svolgersi nel rispetto delle condizioni previste dai commi 4 e 5 dell'articolo 224-bis

74 Art. 224-bis C.P.P. Provvedimenti del giudice per le perizie che richiedono il compimento di atti idonei ad incidere sulla libertà personale 4. Non possono in alcun modo essere disposte operazioni che contrastano con espressi divieti posti dalla legge o che possono mettere in pericolo la vita, l integrità fisica o la salute della persona o del nascituro, ovvero che, secondo la scienza medica, possono provocare sofferenze di non lieve entità. 5. Le operazioni peritali sono comunque eseguite nel rispetto della dignità e del pudore di chi vi è sottoposto. In ogni caso, a parità di risultato, sono prescelte le tecniche meno invasive.

75 Pertanto In caso di lesioni personali stradali, qualora si debba accertare l aggravante speciale della guida in stato di ebbrezza o sotto l effetto di sostanze stupefacenti, è consentita l esecuzione coattiva dell accertamento dello stato psicofisico del conducente, previa disposizione anche orale del P.M.

76 Quindi? Non è più possibile ipotizzare in questi casi il rifiuto a sottoporsi ad accertamento dello stato di alterazione psicofisica da alcool o da sostanze psicotrope o stupefacenti.

77 MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA

78 Art. 189 Comportamento in caso di incidente 8. Il conducente che si fermi e, occorrendo, presti assistenza a coloro che hanno subito danni alla persona mettendosi immediatamente a, disposizione degli organi di polizia giudiziaria, dall'incidente derivi il delitto di omicidio quando colposo o di lesioni colpose, non è personali soggetto all'arresto stabilito il caso di flagranza per di reato.

79 Applicazione delle sanzioni amministrative accessorie a sanzioni penali

80 Revoca della patente di guida Si dispone la revoca della patente di guida qualora si venga condannati ai sensi dell art. 590 bis C.P. Non è possibile conseguire più la patente di guida per un periodo che varia dai 5 ai 12 anni.

81 Art. 222 C.d.S. Sanzioni amministrative accessorie all'accertamento di reati 1. Qualora da una violazione delle norme di cui al presente codice derivino danni alle persone, il giudice applica con la sentenza di condanna le sanzioni amministrative pecuniarie previste, nonché le sanzioni amministrative accessorie della sospensione o della revoca della patente.

82 Art. 222 C.d.S. Sanzioni amministrative accessorie all'accertamento di reati 2. Quando dal fatto derivi una lesione personale colposa la sospensione della patente è da quindici giorni a tre mesi. Quando dal fatto derivi una lesione personale colposa grave o gravissima la sospensione della patente è fino a due anni. Nel caso di omicidio colposo la sospensione è fino a quattro anni. Alla condanna, ovvero all'applicazione della pena su richiesta delle parti a norma dell'articolo 444 del codice di procedura penale, per i reati di cui agli articoli 589- bis e 590-bis del codice penale consegue la revoca della patente di guida.

83 Art. 219 C.d.S. Revoca della patente di guida 3-ter. Quando la revoca della patente di guida è disposta a seguito delle violazioni di cui agli articoli 186, 186-bis e 187, non è possibile conseguire una nuova patente di guida prima di tre anni a decorrere dalla data di accertamento del reato, fatto salvo quanto previsto dai commi 3-bis e 3-ter dell'articolo 222.

84 Art. 222 C.d.S. Sanzioni amministrative accessorie all'accertamento di reati 3-ter. Nel caso di applicazione della sanzione accessoria di cui al quarto periodo del comma 2 del presente articolo per i reati di cui agli articoli 589-bis, primo comma, e 590-bis del codice penale, l'interessato non può conseguire una nuova patente di guida prima che siano decorsi cinque anni dalla revoca.

85 Art. 222 C.d.S. Sanzioni amministrative accessorie all'accertamento di reati Tale termine è raddoppiato nel caso in cui l'interessato sia stato in precedenza condannato per i reati di cui all'articolo 186, commi 2, lettere b) e c), e 2-bis, ovvero di cui all'articolo 187, commi 1 e 1-bis, del presente codice. Il termine è ulteriormente aumentato sino a dodici anni nel caso in cui l'interessato non abbia ottemperato agli obblighi di cui all'articolo 189, comma 1, e si sia dato alla fuga.

86 Pertanto Non può conseguire una nuova patente prima che siano decorsi cinque anni dalla revoca per i reati di cui all'articolo 589-bis, primo comma, e articolo 590 bis del codice penale. Non può conseguire una nuova patente prima che siano decorsi dieci anni dalla revoca se condannati in precedenza ai sensi dell art. 186, comma 2 lettera b) e c), e 2-bis o 187. Non può conseguire una nuova patente prima che siano decorsi dodici anni nel caso in cui vi sia stato omissione di soccorso stradale.

87 Inibizione alla guida Per i titolari di patente di guida rilasciate da uno stato estero, si applica un provvedimento di inibizione alla guida per un periodo pari a quello di revoca della patente.

88 Art. 222 C.d.S. Sanzioni amministrative accessorie all'accertamento di reati 3-quater. Per i titolari di patente di guida rilasciata da uno Stato estero, il prefetto del luogo della commessa violazione adotta un provvedimento di inibizione alla guida sul territorio nazionale valido per il medesimo periodo previsto dal sesto periodo del comma 2.

89 Art. 222 C.d.S. Sanzioni amministrative accessorie all'accertamento di reati L inibizione alla guida sul territorio nazionale è annotata nell anagrafe nazionale degli abilitati alla guida di cui all articolo 225 del presente codice per il tramite del collegamento informatico integrato di cui al comma 7 dell articolo 403 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495.

90 Ritiro della patente in conseguenza ad ipotesi di reato Nei casi in cui ricorre la fattispecie prevista dall art. 590 bis, si ritira la patente di guida, la quale può essere sospesa provvisoriamente fino a cinque anni. Analogamente si emette un provvedimento di inibizione alla guida qualora il conducente sia titolare di patente rilasciata da uno stato estero.

91 Art. 223 C.d.S. Ritiro della patente in conseguenza a ipotesi di reato 1. Nelle ipotesi di reato per le quali è prevista la sanzione amministrativa accessoria della sospensione o della revoca della patente di guida, l'agente o l'organo accertatore della violazione ritira immediatamente la patente e la trasmette, unitamente al rapporto, entro dieci giorni, tramite il proprio comando o ufficio, alla prefettura-ufficio territoriale del Governo del luogo della commessa violazione. Il prefetto, ricevuti gli atti, dispone la sospensione provvisoria della validità della patente di guida, fino ad un massimo di due anni. Il provvedimento, per i fini di cui all'articolo 226, comma 11, è comunicato all'anagrafe nazionale degli abilitati alla guida.

92 Art. 223 C.d.S. Ritiro della patente in conseguenza a ipotesi di reato 2. Le disposizioni del comma 1 del presente articolo si applicano anche nelle ipotesi di reato di cui all'articolo 222, commi 2 e 3, nonché nei casi previsti dagli articoli 589- bis, secondo, terzo, quarto e quinto comma, e 590-bis del codice penale. La trasmissione della patente di guida, unitamente a copia del rapporto e del verbale di contestazione, è effettuata dall'agente o dall'organo che ha proceduto al rilevamento del sinistro. Il prefetto, ricevuti gli atti, dispone, ove sussistano fondati elementi di un'evidente responsabilità, la sospensione provvisoria della validità della patente di guida fino ad un massimo di tre anni.

93 Art. 223 C.d.S. Ritiro della patente in conseguenza a ipotesi di reato ( ) Nei casi di cui agli articoli 589-bis, secondo, terzo, quarto e quinto comma, e 590-bis del codice penale il prefetto, ricevuti gli atti, dispone, ove sussistano fondati elementi di un'evidente responsabilità, la sospensione provvisoria della validità della patente di guida fino ad un massimo di cinque anni. In caso di sentenza di condanna non definitiva, la sospensione provvisoria della validità della patente di guida può essere prorogata fino ad un massimo di dieci anni.

94 Art. 223 C.d.S. Ritiro della patente in conseguenza a ipotesi di reato 2-bis. Qualora la sospensione di cui al comma 2, quarto periodo, sia disposta nei confronti di titolare di patente di guida rilasciata da uno Stato estero, il prefetto del luogo della commessa violazione, ricevuti gli atti, nei quindici giorni successivi emette un provvedimento di inibizione alla guida sul territorio nazionale valido per il medesimo periodo previsto dal comma 2, quarto periodo. L inibizione alla guida sul territorio nazionale è annotata nell anagrafe nazionale degli abilitati alla guida di cui all articolo 225 del presente codice per il tramite del collegamento informatico integrato di cui al comma 7 dell articolo 403 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495.

95

96 Omicidio stradale Omicidio stradale

97 Omicidio stradale Perché proporre questa modifica legislativa?

98 Omicidio stradale Arrivare ad una fattispecie dolosa dell omicidio a seguito di incidente stradale

99 Omicidio stradale Colpa cosciente L agente prevede sì l'evento, ma esclude (erroneamente) che questo si possa realizzare. Dolo eventuale L'agente si rappresenta la possibilità che l'evento si verifichi e accetta la possibilità che tale fatto si verifichi

100 Omicidio stradale Si raggiunge questo obiettivo? No Abbiamo delle ipotesi aggravate di un comportamento che viene ancora considerato colposo

101 Omicidio stradale Qual è la disciplina oggi

102 Omicidio stradale Art. 589 C.P. Omicidio colposo Chiunque cagiona per colpa la morte di una persona è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni. Se il fatto è commesso con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale o di quelle per la prevenzione degli infortuni sul lavoro la pena è della reclusione da due a sette anni.

103 Omicidio stradale Art. 589 C.P. Omicidio colposo Si applica la pena della reclusione da tre a dieci anni se il fatto è commesso con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale da: 1. soggetto in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell'articolo 186, comma 2, lettera c), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni; 2. soggetto sotto l'effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope.

104 Omicidio stradale Art. 589 C.P. Omicidio colposo Nel caso di morte di più persone, ovvero di morte di una o più persone e di lesioni di una o più persone, si applica la pena che dovrebbe infliggersi per la più grave delle violazioni commesse aumentata fino al triplo, ma la pena non può superare gli anni quindici.

105 Omicidio stradale Note procedurali Arresto: facoltativo Fermo: consentito solo per il 2 e 3 comma Autorità competente: Tribunale monocratico Procedibilità: d ufficio

106 Omicidio stradale Come viene a modificarsi la disciplina con le nuove norme in approvazione

107 Omicidio stradale Art. 589 C.P. Omicidio colposo Chiunque cagiona per colpa la morte di una persona è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni. Se il fatto è commesso con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale o di quelle per la prevenzione degli infortuni sul lavoro la pena è della reclusione da due a sette anni.

108 Omicidio stradale Art. 589 C.P. Omicidio colposo Si applica la pena della reclusione da tre a dieci anni se il fatto è commesso con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale da: 1. soggetto in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell'articolo 186, comma 2, lettera c), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni; 2. soggetto sotto l'effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope.

109 Omicidio stradale Art. 589 C.P. Omicidio colposo Nel caso di morte di più persone, ovvero di morte di una o più persone e di lesioni di una o più persone, si applica la pena che dovrebbe infliggersi per la più grave delle violazioni commesse aumentata fino al triplo, ma la pena non può superare gli anni quindici.

110 Omicidio stradale Viene introdotto L art. 589-bis. C.P. Omicidio stradale

111 Omicidio stradale Art. 589-bis C.P. Omicidio stradale Chiunque cagioni per colpa la morte di una persona con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale è punito con la reclusione da due a sette anni.

112 Omicidio stradale Anche in questo caso la morte di una persona senza violazione delle norme sulla disciplina stradale riconduce alla fattispecie prevista dall art. 589 C.P.

113 Omicidio stradale Art. 589-bis C.P. Omicidio stradale Chiunque, ponendosi alla guida di un veicolo a motore in stato di ebbrezza alcolica o di alterazione psico-fisica conseguente all'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope ai sensi rispettivamente degli articoli 186, comma 2, lettera c), e 187 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, cagioni per colpa la morte di una persona, è punito con la reclusione da otto a dodici anni.

114 Omicidio stradale Reclusione da otto a dodici anni stato di ebbrezza alcolica ai sensi degli articoli 186, comma 2, lettera c) Stato di alterazione psico-fisica conseguente all'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope, e 187

115 Omicidio stradale Art. 589-bis C.P. Omicidio stradale La stessa pena si applica al conducente di un veicolo a motore di cui all articolo 186-bis, comma 1, lettere b), c) e d), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, il quale, in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell articolo 186, comma 2, lettera b), del medesimo decreto legislativo n. 285 del 1992, cagioni per colpa la morte di una persona.

116 Omicidio stradale Reclusione da otto a dodici anni Al conducente di un veicolo a motore di cui all'articolo 186-bis, comma 1, lettere b), c) e d), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, il quale sia in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell articolo 186, comma 2, lettera b)

117 Omicidio stradale Art. 589-bis C.P. Omicidio stradale Salvo quanto previsto dal terzo comma, chiunque, ponendosi alla guida di un veicolo a motore in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell'articolo 186, comma 2, lettera b), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, cagioni per colpa la morte di una persona, è punito con la reclusione da cinque a dieci anni.

118 Omicidio stradale Art. 589-bis C.P. Omicidio stradale La pena di cui al comma precedente si applica altresì: 1) al conducente di un veicolo a motore che, procedendo in un centro urbano ad una velocità pari o superiore al doppio di quella consentita e comunque non inferiore a 70 km/h, ovvero su strade extraurbane ad una velocità superiore di almeno 50 km/h rispetto a quella massima consentita, cagioni per colpa la morte di una persona; 2) al conducente di un veicolo a motore che, attraversando un'intersezione con il semaforo disposto al rosso ovvero circolando contromano, cagioni per colpa la morte di una persona; 3) al conducente di un veicolo a motore che, a seguito di manovra di inversione del senso di marcia in prossimità o in corrispondenza di intersezioni, curve o dossi o a seguito di sorpasso di un altro mezzo in corrispondenza di un attraversamento pedonale o di linea continua, cagioni per colpa la morte di una persona.

119 Omicidio stradale La reclusione da cinque a dieci anni. - Guida in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell'articolo 186, comma 2, lettera b) - Eccesso di velocità; - Semaforo rosso; - Inversione di marcia o sorpasso

120 Omicidio stradale Art. 589-bis C.P. Omicidio stradale Nelle ipotesi di cui ai commi precedenti la pena è aumentata se il fatto è commesso da persona non munita di patente di guida o con patente sospesa o revocata, ovvero nel caso in cui il veicolo a motore sia di proprietà dell'autore del fatto e tale veicolo sia sprovvisto di assicurazione obbligatoria. Nelle ipotesi di cui ai commi precedenti, qualora l evento non sia esclusiva conseguenza dell azione o dell omissione del colpevole, la pena è diminuita fino alla metà. Nelle ipotesi di cui ai commi precedenti, qualora il conducente cagioni la morte di più persone, ovvero la morte di una o più persone e lesioni a una o più persone, si applica la pena che dovrebbe infliggersi per la più grave delle violazioni commesse aumentata fino al triplo, ma la pena non può superare gli anni diciotto.

121 Omicidio stradale Circostanze Aggravanti Speciali Guida senza patente, con patente sospesa o ritirata, sprovvisto di assicurazione Ad effetto speciale Quando si causa la morte di più persone

122 Omicidio stradale Art. 589-ter C.P. Fuga del conducente in caso di omicidio stradale Nel caso di cui all'articolo 589-bis, se il conducente si dà alla fuga, la pena è aumentata da un terzo a due terzi e comunque non può essere inferiore a cinque anni.

123 Omicidio stradale Riepilogando

124 Omicidio stradale Viene introdotto L art. 589-bis. C.P. Omicidio stradale

125 Omicidio stradale Anche in questo caso la morte di una persona senza violazione delle norme sulla disciplina stradale riconduce alla fattispecie prevista dall art. 589 C.P.

126 Omicidio stradale Reclusione da otto a dodici anni stato di ebbrezza alcolica ai sensi degli articoli 186, comma 2, lettera c) Stato di alterazione psico-fisica conseguente all'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope, e 187 conducente di un veicolo a motore di cui all'articolo 186-bis, comma 1, lettere b), c) e d), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, il quale sia in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell articolo 186, comma 2, lettera b)

127 Omicidio stradale La reclusione da cinque a dieci anni. - Guida in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell'articolo 186, comma 2, lettera b) - Eccesso di velocità; - Semaforo rosso; - Inversione di marcia o sorpasso

128 Omicidio stradale Circostanze Aggravanti Speciali Guida senza patente, con patente sospesa o ritirata, sprovvisto di assicurazione Ad effetto speciale Quando si causa la morte di più persone Quando si ha omissione di soccorso stradale

129 Omicidio stradale E le note procedurali?

130 Omicidio stradale Note procedurali dell art. 589 C.P. Arresto: facoltativo Fermo: consentito solo per il 2 e 3 comma Autorità competente: Tribunale monocratico Procedibilità: d ufficio

131 Omicidio stradale Note procedurali dell art. 589 bis C.P. Arresto:? Fermo:? Autorità competente: Tribunale monocratico Procedibilità: d ufficio

132 Omicidio stradale Art. 380 C.P.P. Arresto obbligatorio in flagranza m-quater) delitto di omicidio colposo stradale previsto dall'articolo 589-bis, secondo e terzo, comma del codice penale

133 Omicidio stradale Reclusione da otto a dodici anni stato di ebbrezza alcolica ai sensi degli articoli 186, comma 2, lettera c) Stato di alterazione psico-fisica conseguente all'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope, e 187 conducente di un veicolo a motore di cui all'articolo 186-bis, comma 1, lettere b), c) e d), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, il quale sia in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell articolo 186, comma 2, lettera b)

134 Omicidio stradale E per gli altri commi quale misura precautelare è possibile attuare?

135 Omicidio stradale Art. 381 C.P.P. Arresto facoltativo in flagranza 1. Gli ufficiali e gli agenti di polizia giudiziaria hanno facoltà di arrestare chiunque è colto in flagranza di un delitto non colposo, consumato o tentato, per il quale la legge stabilisce la pena della reclusione superiore nel massimo a tre anni ovvero di un delitto colposo per il quale la legge stabilisce la pena della reclusione non inferiore nel massimo a cinque anni.

136 Omicidio stradale Art. 384 C.P.P. Fermo di indiziato di delitto 1. Anche fuori dei casi di flagranza, quando sussistono specifici elementi che, anche in relazione alla impossibilità di identificare l'indiziato, fanno ritenere fondato il pericolo di fuga, il pubblico ministero dispone il fermo della persona gravemente indiziata di un delitto per il quale la legge stabilisce la pena dell'ergastolo o della reclusione non inferiore nel minimo a due anni e superiore nel massimo a sei anni ovvero di un delitto concernente le armi da guerra e gli esplosivi o di un delitto commesso per finalità di terrorismo, anche internazionale, o di eversione dell'ordine democratico.

137 Omicidio stradale Art. 589-bis C.P. Omicidio stradale Chiunque cagioni per colpa la morte di una persona con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale è punito con la reclusione da due a sette anni.

138 Omicidio stradale Reclusione da otto a dodici anni stato di ebbrezza alcolica ai sensi degli articoli 186, comma 2, lettera c) Stato di alterazione psico-fisica conseguente all'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope, e 187 conducente di un veicolo a motore di cui all'articolo 186-bis, comma 1, lettere b), c) e d), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, il quale sia in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell articolo 186, comma 2, lettera b)

139 Omicidio stradale La reclusione da cinque a dieci anni. - Guida in stato di ebbrezza alcolica ai sensi dell'articolo 186, comma 2, lettera b) - Eccesso di velocità; - Semaforo rosso; - Inversione di marcia o sorpasso

140 Omicidio stradale Note procedurali dell art. 589 bis C.P. Arresto Obbligatorio 2 e 3 comma Facoltativo gli altri commi Fermo consentito (escluso 1 comma) Autorità competente Tribunale monocratico Procedibilità d ufficio

141 Omicidio stradale MODIFICHE AL CODICE DI PROCEDURA PENALE

142 Omicidio stradale Accertamenti urgenti sulla persona

143 Omicidio stradale Anche in caso di omicidio stradale, qualora si debba accertare l aggravante speciale della guida in stato di ebbrezza o sotto l effetto di sostanze stupefacenti, è consentita l esecuzione coattiva dell accertamento dello stato psicofisico del conducente, previa disposizione anche orale del P.M.

144 Omicidio stradale MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA

145 Omicidio stradaleni Art. 189 Comportamento in caso di incidente 8. Il conducente che si fermi e, occorrendo, presti assistenza a coloro che hanno subito danni alla persona mettendosi immediatamente a, disposizione degli organi di polizia giudiziaria, dall'incidente derivi il delitto di omicidio quando colposo o di lesioni colpose, non è personali soggetto all'arresto stabilito il caso di flagranza per di reato.

146 Omicidio stradale Applicazione delle sanzioni amministrative accessorie a sanzioni penali

147 Revoca della patente di guida Si dispone la revoca della patente di guida qualora si venga condannati ai sensi dell art. 590 bis C.P. Non è possibile conseguire più la patente di guida per un periodo che varia dai 5 ai 12 anni.

148 Omicidio stradale Art. 222 C.d.S. Sanzioni amministrative accessorie all'accertamento di reati 1. Qualora da una violazione delle norme di cui al presente codice derivino danni alle persone, il giudice applica con la sentenza di condanna le sanzioni amministrative pecuniarie previste, nonché le sanzioni amministrative accessorie della sospensione o della revoca della patente.

149 Omicidio stradale Art. 222 C.d.S. Sanzioni amministrative accessorie all'accertamento di reati 2. Quando dal fatto derivi una lesione personale colposa la sospensione della patente è da quindici giorni a tre mesi. Quando dal fatto derivi una lesione personale colposa grave o gravissima la sospensione della patente è fino a due anni. Nel caso di omicidio colposo la sospensione è fino a quattro anni. Alla condanna, ovvero all'applicazione della pena su richiesta delle parti a norma dell'articolo 444 del codice di procedura penale, per i reati di cui agli articoli 589- bis e 590-bis del codice penale consegue la revoca della patente di guida.

150 Omicidio stradale Art. 219 C.d.S. Revoca della patente di guida 3-ter. Quando la revoca della patente di guida è disposta a seguito delle violazioni di cui agli articoli 186, 186-bis e 187, non è possibile conseguire una nuova patente di guida prima di tre anni a decorrere dalla data di accertamento del reato, fatto salvo quanto previsto dai commi 3-bis e 3-ter dell'articolo 222.

151 Omicidio stradale Art. 222 C.d.S. Sanzioni amministrative accessorie all'accertamento di reati 3-bis. Nel caso di applicazione della sanzione accessoria di cui al quarto periodo del comma 2 del presente articolo per i reati di cui all'articolo 589-bis, secondo, terzo e quarto comma, del codice penale, l'interessato non può conseguire una nuova patente prima che siano decorsi quindici anni dalla revoca; per il reato di cui all'articolo 589-bis, quinto comma, del codice penale, l'interessato non può conseguire una nuova patente prima che siano decorsi dieci anni dalla revoca.

152 Omicidio stradale Art. 222 C.d.S. Sanzioni amministrative accessorie all'accertamento di reati Tale termine è elevato a venti anni nel caso in cui l'interessato sia stato in precedenza condannato per i reati di cui all'articolo 186, commi 2, lettere b) e c), e 2-bis, ovvero di cui all'articolo 187, commi 1 e 1-bis, del presente codice. Il termine è ulteriormente aumentato sino a trenta anni nel caso in cui l'interessato non abbia ottemperato agli obblighi di cui all'articolo 189, comma 1, del presente codice, e si sia dato alla fuga.

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, il 2 marzo 2016, ha approvato il seguente disegno di legge, già approvato dal Senato in un testo risultante dall unificazione dei disegni

Dettagli

SCHEDA OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI STRADALI SINTESI DEL CONTENUTO DEL PROVVEDIMENTO APPROVATO DEFINITIVAMENTE

SCHEDA OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI STRADALI SINTESI DEL CONTENUTO DEL PROVVEDIMENTO APPROVATO DEFINITIVAMENTE SCHEDA OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI STRADALI SINTESI DEL CONTENUTO DEL PROVVEDIMENTO APPROVATO DEFINITIVAMENTE a cura di Fabiana Pierbattista 2 marzo 2016 A.S. 859-1357-1378-1484-1553-D Introduzione

Dettagli

LEGGE 23 marzo 2016, n. 41

LEGGE 23 marzo 2016, n. 41 LEGGE 23 marzo 2016, n. 41 Introduzione del reato di omicidio stradale e del reato di lesioni personali stradali, nonche' disposizioni di coordinamento al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e

Dettagli

SCHEDA OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI STRADALI SINTESI DEL CONTENUTO DEL PROVVEDIMENTO APPROVATO DAL SENATO. a cura di Fabiana Pierbattista

SCHEDA OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI STRADALI SINTESI DEL CONTENUTO DEL PROVVEDIMENTO APPROVATO DAL SENATO. a cura di Fabiana Pierbattista Ufficio legislativo SCHEDA OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI STRADALI SINTESI DEL CONTENUTO DEL PROVVEDIMENTO APPROVATO DAL SENATO a cura di Fabiana Pierbattista 11 dicembre 2015 A.S. 859-1357-1378-1484-1553-B

Dettagli

Sinistrosità stradale in Italia

Sinistrosità stradale in Italia Sinistrosità stradale in Italia http://dati.istat.it/index.aspx?datasetcode=dcis_mortiferitistr1 anno 2008 Sinistri con lesioni ITALIA 218 963 Sinistri con lesioni LOMBARDIA Sinistri con lesioni Prov CREMONA

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELLA L. 23 MARZO 2016, N. 41 (OMICIDIO STRADALE) AL CODICE DELLA STRADA (COLLANA I CODICI VIGENTI)

AGGIORNAMENTO DELLA L. 23 MARZO 2016, N. 41 (OMICIDIO STRADALE) AL CODICE DELLA STRADA (COLLANA I CODICI VIGENTI) AGGIORNAMENTO DELLA L. 23 MARZO 2016, N. 41 (OMICIDIO STRADALE) AL CODICE DELLA STRADA (COLLANA I CODICI VIGENTI) MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA 1. D.L.vo 30 aprile 1992, n. 285. Nuovo codice della

Dettagli

nuovamente modificato dal Senato della Repubblica il 10 dicembre 2015 (V. Stampato Camera n. 3169-B)

nuovamente modificato dal Senato della Repubblica il 10 dicembre 2015 (V. Stampato Camera n. 3169-B) Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 859-1357-1378-1484-1553-D DISEGNO DI LEGGE approvato dal Senato della Repubblica il 10 giugno 2015, in un testo risultante dall unificazione dei disegni di legge

Dettagli

- sospensione della patente da 1 Mese a 3 Mesi_. - arresto fino a 6 Mesi; - sospensione della patente da 6 M esi a 1 Anno_

- sospensione della patente da 1 Mese a 3 Mesi_. - arresto fino a 6 Mesi; - sospensione della patente da 6 M esi a 1 Anno_ L art. 186 del C.d.S. (D.Lgs. 30.04.1992 n 285) fa DIVIETO generico di porsi alla GUIDA di veicoli (di qualsiasi genere, anche non a motore) in STATO D EBBREZZA, ovvero quella alterazione psicofisica dovuta

Dettagli

NUOVO TESTO in vigore dal 27 maggio 2008 Codice penale, articolo 61 Circostanze aggravanti comuni. altro reato; reato;

NUOVO TESTO in vigore dal 27 maggio 2008 Codice penale, articolo 61 Circostanze aggravanti comuni. altro reato; reato; WORLD S VEHICLE DOCUMENTS MODIFICA AL C.P. Dl 92/ CODICE PENALE Gli articoli modificati dal Dl 92/: Articolo 61 - Circostanze aggravanti comuni Articolo 235 - Espulsione od allontanamento dello straniero

Dettagli

La legge n. 41 del 25.03.2016: omicidio e lesioni personali stradali

La legge n. 41 del 25.03.2016: omicidio e lesioni personali stradali P a g. 1 La legge n. 41 del 25.03.2016: omicidio e lesioni personali stradali di Mauro Masnaghetti Sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 24 marzo 2016 è stata pubblicata la legge 23 marzo 2016 n.41 che è

Dettagli

Aggiornamento della L. 23 marzo 2016, n. 41 (Omicidio stradale) al Codice penale (Collana per la Professione e i concorsi)

Aggiornamento della L. 23 marzo 2016, n. 41 (Omicidio stradale) al Codice penale (Collana per la Professione e i concorsi) Aggiornamento della L. 23 marzo 2016, n. 41 (Omicidio stradale) al Codice penale (Collana per la Professione e i concorsi) MODIFICHE AL CODICE PENALE 1. R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398. Approvazione del

Dettagli

Appendice di aggiornamento al Codice Penale a norma della L. 23 marzo 2016, n. 41

Appendice di aggiornamento al Codice Penale a norma della L. 23 marzo 2016, n. 41 Appendice di aggiornamento al Codice Penale a norma della L. 23 marzo 2016, n. 41 APPENDICE DI AGGIORNAMENTO AL CODICE PENALE R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398. Approvazione del testo definitivo del Codice

Dettagli

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO ATTIVITÀ INTEGRATE Ufficio Studi e Formazione Ufficio Studi

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO ATTIVITÀ INTEGRATE Ufficio Studi e Formazione Ufficio Studi CITTA' DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO ATTIVITÀ INTEGRATE Ufficio Studi e Formazione Ufficio Studi CIRCOLARE N. 34 Informativa OGGETTO: Circolazione Stradale Polizia Giudiziaria.

Dettagli

DEPENALIZZAZIONE D.Lgs 15 gennaio 2015 n. 7 D.Lgs 15 gennaio 2016 n. 8 In vigore dal 6 febbraio a cura del Dott.

DEPENALIZZAZIONE D.Lgs 15 gennaio 2015 n. 7 D.Lgs 15 gennaio 2016 n. 8 In vigore dal 6 febbraio a cura del Dott. DEPENALIZZAZIONE D.Lgs 15 gennaio 2015 n. 7 D.Lgs 15 gennaio 2016 n. 8 In vigore dal 6 febbraio 2016 a cura del Dott. Andrea Vicini 1 2 tipi di depenalizzazione Sostituzione di SANZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

Articoli Codice della Strada modificati dal Decreto Legge 92/2008

Articoli Codice della Strada modificati dal Decreto Legge 92/2008 Articoli Codice della Strada modificati dal Decreto Legge 92/2008 Articolo 186 - Guida sotto l influenza dell alcool Articolo 187 - Guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di stupefacenti Articolo

Dettagli

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA. Che cos è. Come funziona l accertamento. Gli organi di Polizia stradale, nel rispetto della riservatezza personale e senza

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA. Che cos è. Come funziona l accertamento. Gli organi di Polizia stradale, nel rispetto della riservatezza personale e senza GUIDA IN STATO DI EBBREZZA Che cos è L art. 186 del Codice della Strada prevede il divieto di guidare in stato di ebbrezza, in conseguenza dell uso di bevande alcoliche. Come funziona l accertamento Gli

Dettagli

L'art. 589-bis punisce, invece, con la reclusione da 8 a 12 anni l'omicidio stradale aggravato commesso da conducenti un veicolo a motore:

L'art. 589-bis punisce, invece, con la reclusione da 8 a 12 anni l'omicidio stradale aggravato commesso da conducenti un veicolo a motore: AUTOTRASPORTO CIRCOLARE N. 084 01.04.2016 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: Omicidio stradale - pene più severe per i conducenti professionali. Dal 25 marzo 2016 sono in vigore i reati di omicidio

Dettagli

MODIFICHE AL CODICE PENALE. Art. 157 (Prescrizione. Tempo necessario a prescrivere)

MODIFICHE AL CODICE PENALE. Art. 157 (Prescrizione. Tempo necessario a prescrivere) MODIFICHE AL CODICE PENALE Art. 157 (Prescrizione. Tempo necessario a prescrivere) Art. 157 (Prescrizione. Tempo necessario a prescrivere) La prescrizione estingue il reato decorso il tempo corrispondente

Dettagli

Approfondimenti. A cura della dott.ssa Maristella Giuliano, Comitato di redazione della Rivista Giuridica della Circolazione e dei Trasporti ACI

Approfondimenti. A cura della dott.ssa Maristella Giuliano, Comitato di redazione della Rivista Giuridica della Circolazione e dei Trasporti ACI Approfondimenti Introduzione del reato di omicidio stradale e del reato di lesioni personali stradali, nonché disposizioni di coordinamento al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e al decreto legislativo

Dettagli

PRONTUARIO OPERATIVO DI POLIZIA GIUDIZIARIA STRADALE

PRONTUARIO OPERATIVO DI POLIZIA GIUDIZIARIA STRADALE Sovr. Bruno Malusardi POLIZIA LOCALE DI MILANO UFFICIO CENTRALE ARRESTI E FERMI PRONTUARIO OPERATIVO DI POLIZIA GIUDIZIARIA STRADALE Legge 23 marzo 2016, n. 41 (in vigore dal 25 marzo 2016) ce introduce

Dettagli

LAVORI PREPARATORI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI N PROPOSTA DI LEGGE. d'iniziativa del deputato NASTRI

LAVORI PREPARATORI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI N PROPOSTA DI LEGGE. d'iniziativa del deputato NASTRI LAVORI PREPARATORI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI N. 1643 PROPOSTA DI LEGGE d'iniziativa del deputato NASTRI Modifiche al codice penale e all'articolo 380 del codice di procedura penale, in materia

Dettagli

Testo aggiornato degli artt.186 e 186 bis C.d.S. 1. È vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcoliche.

Testo aggiornato degli artt.186 e 186 bis C.d.S. 1. È vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcoliche. Testo aggiornato degli artt.186 e 186 bis C.d.S. Art.186. Guida sotto l'influenza dell'alcool. 1. È vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcoliche. 2. Chiunque guida

Dettagli

Articolo CdS. Art Guida sotto l'influenza dell'alcool

Articolo CdS. Art Guida sotto l'influenza dell'alcool Articolo 186 - CdS Art. 186. Guida sotto l'influenza dell'alcool 1. É vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcoliche. 2. Chiunque guida in stato di ebbrezza è punito,

Dettagli

DIRITTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE. Guida sotto l influenza dell alcool Art. 186 cds

DIRITTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE. Guida sotto l influenza dell alcool Art. 186 cds DIRITTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE Guida sotto l influenza dell alcool Art. 186 cds Sommario SOMMARIO La guida sotto l influenza dell alcool: Fattispecie; Condotte sanzionate; Presupposti per il controllo;

Dettagli

REATI ST ADALI: SANZIONI E RESPONSABILITÀ

REATI ST ADALI: SANZIONI E RESPONSABILITÀ L OMICIDIO E TUTTI GLI ALTRI REATI ST ADALI: SANZIONI E RESPONSABILITÀ di Alessandro Buzzoni IMPORTANTE Le formule riportate in questo testo sono disponibili online e sono personalizzabili Le istruzioni

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N Norme in materia di omicidio stradale e di lesioni personali stradali

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N Norme in materia di omicidio stradale e di lesioni personali stradali Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 1553 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice GINETTI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 1º LUGLIO 2014 Norme in materia di omicidio stradale e di lesioni personali

Dettagli

Art. 365 Codice Penale

Art. 365 Codice Penale Obblighi del Medico in caso di malattia professionale ADEMPIMENTI Presupposti giuridici Certificato medico di malattia professionale Artt. 52-53 D.P.R. 1124/65 (Testo Unico delle disposizioni per l'assicurazione

Dettagli

Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C B

Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C B Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C. 3169-B Dossier n 341/3 - Schede di lettura 16 dicembre 2015 Informazioni sugli atti di riferimento A.C. 3169-B Titolo: Introduzione

Dettagli

Articoli del codice della strada modificati. Art Guida sotto l'influenza dell'alcool.

Articoli del codice della strada modificati. Art Guida sotto l'influenza dell'alcool. Articoli del codice della strada modificati Art. 186. Guida sotto l'influenza dell'alcool. 1. E' vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcoliche. 2. Chiunque guida in

Dettagli

Penale-Circolazione stradale-articoli e commenti Omicidio stradale: tutte le modifiche ai codici

Penale-Circolazione stradale-articoli e commenti Omicidio stradale: tutte le modifiche ai codici Penale-Circolazione stradale-articoli e commenti Omicidio stradale: tutte le modifiche ai codici Articolo, 04/03/2016 Pubblicato il 04/03/2016 Pubblichiamo le modifiche al codice penale, al codice di procedura

Dettagli

Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C. 3169-B

Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C. 3169-B Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C. 3169-B Dossier n 341/4 - Elementi per l'esame in Assemblea 18 gennaio 2016 Informazioni sugli atti di riferimento A.C. 3169-B

Dettagli

Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C. 3169-A

Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C. 3169-A Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C. 3169-A Dossier n 341/2 - Elementi per l'esame in Assemblea 23 ottobre 2015 Informazioni sugli atti di riferimento A.C. 3169-A

Dettagli

1. E' vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcoliche.

1. E' vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcoliche. Art.186 Guida sotto l'influenza dell'alcool. 1. E' vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcoliche. 2. Chiunque guida in stato di ebbrezza e' punito, ove il fatto non

Dettagli

Rassegna stampa 03 Marzo 2016

Rassegna stampa 03 Marzo 2016 Rassegna stampa 03 Marzo 2016 Pagina: 2 Pagina: 3 Pagina: 4 Pagina: 5 Pagina: 6 Pagina: 7 Pagina: 8 Pagina: 9 Pagina: 11 Pagina: 12 Pagina: 13 Pagina: 16 Pagina: 20 Pagina: 28 Pagina: 3 Pagina: 4 Pagina:

Dettagli

APPENDICE DI AGGIORNAMENTO SULL OMICIDIO STRADALE La riforma è entrata in vigore.

APPENDICE DI AGGIORNAMENTO SULL OMICIDIO STRADALE La riforma è entrata in vigore. APPENDICE DI AGGIORNAMENTO SULL OMICIDIO STRADALE La riforma è entrata in vigore. Sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 24 marzo 2016 è pubblicata la legge sull omicidio stradale. Il provvedimento è entrato

Dettagli

MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA IN VIGORE DAL

MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA IN VIGORE DAL MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA IN VIGORE DAL 30.07.2010 ART. CO. VIOLAZIONE SANZIONE PUNTI SANZ. ACC. NOTE 97 5 Chiunque fabbrica, produce, pone in commercio o vende ciclomotori che sviluppino una velocità

Dettagli

Le norme di riferimento per la sicurezza sono: La Costituzione italiana Le Direttive comunitarie Le Norme di legge nazionali Le Norme regionali Le

Le norme di riferimento per la sicurezza sono: La Costituzione italiana Le Direttive comunitarie Le Norme di legge nazionali Le Norme regionali Le 1 Le norme di riferimento per la sicurezza sono: La Costituzione italiana Le Direttive comunitarie Le Norme di legge nazionali Le Norme regionali Le Norme tecniche e linee guida Il Codice penale Il Codice

Dettagli

Art Procedimento di applicazione delle sanzioni amministrative accessorie della sospensione e della revoca della patente

Art Procedimento di applicazione delle sanzioni amministrative accessorie della sospensione e della revoca della patente Articolo 224 - CdS Art. 224 della sospensione e della revoca della patente 1. Quando la sentenza penale o il decreto di accertamento del reato o di condanna sono irrevocabili, anche a pena condizionalmente

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 859

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 859 Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 859 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore SCILIPOTI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 20 GIUGNO 2013 Modifiche al codice penale, all articolo 380 del codice

Dettagli

L'indicazione del punteggio relativo ad ogni violazione deve risultare dal verbale di contestazione redatto dagli agenti di polizia stradale.

L'indicazione del punteggio relativo ad ogni violazione deve risultare dal verbale di contestazione redatto dagli agenti di polizia stradale. Polizia Locale LE REGOLE DELLA PATENTE A PUNTI Con tutti gli aggiornamenti della legge 120/2010 e della sentenza n. 24457 del 02 dicembre 2010 la Cassazione Civile, sezione II All'atto del rilascio della

Dettagli

OMICIDIO E LESIONI STRADALI

OMICIDIO E LESIONI STRADALI Proposta di legge popolare ex articolo 71, secondo comma, della Costituzione (articoli 7,8, 48 e 49 l. 25 maggio 1970, n. 352, e articolo 14, comma 1, l. 21 marzo 1990, n. 53) OMICIDIO E LESIONI STRADALI

Dettagli

INDICE. Prefazione...p.

INDICE. Prefazione...p. INDICE Prefazione...p. XIII I REATI PREVISTI DAL CODICE DELLA STRADA 1 Gare clandestine. Riti alternativi e giudizio immediato (art. 9-bis c.d.s.) 3 Introduzione.... 3 Ordinanza di convalida dell arresto...

Dettagli

FITA Unione Nazionale Imprese di Trasporto Sede Nazionale 00161 Roma Via G. A. Guattani 13 Tel (06) 441881 Fax (06) 44249506 E Mail : fita@cna.

FITA Unione Nazionale Imprese di Trasporto Sede Nazionale 00161 Roma Via G. A. Guattani 13 Tel (06) 441881 Fax (06) 44249506 E Mail : fita@cna. Prot. n. 197/07/ML/mf Roma, 6 settembre 2007 Presidenza Nazionale Cna Fita Unioni Regionali Cna Fita Oggetto: Decreto Legge 3 Agosto 2007, n. 117 Disposizioni urgenti modificative del codice della strada

Dettagli

Lo stato di ebbrezza Guida di veicoli

Lo stato di ebbrezza Guida di veicoli Lo stato di ebbrezza Guida di veicoli Articolo 186 C.d.S. L attuale Codice della Strada prevede che, qualora un conducente venga sorpreso a circolare con un tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l, viene

Dettagli

Violazione articolo 186 Codice della Strada (Modificato dalla Legge 29 luglio 2010, n. 120 G.U. n. 175 del )

Violazione articolo 186 Codice della Strada (Modificato dalla Legge 29 luglio 2010, n. 120 G.U. n. 175 del ) Violazione articolo 186 Codice della Strada (Modificato dalla Legge 29 luglio 2010, n. 120 G.U. n. 175 del 29.07.2010) TABELLA ESPLICATIVA DELLE VIOLAZIONI E DELLE SANZIONI DOPO LA LEGGE 120/2010 A cura

Dettagli

TESTO PROPOSTO DALLA 2ª COMMISSIONE PERMANENTE

TESTO PROPOSTO DALLA 2ª COMMISSIONE PERMANENTE Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA Nn. 859, 1357, 1378, 1484 e 1553-A Relazione orale Relatore CUCCA TESTO PROPOSTO DALLA 2ª COMMISSIONE PERMANENTE (GIUSTIZIA) Comunicato alla Presidenza il 27 maggio

Dettagli

Proposta di legge OMICIDIO E LESIONI STRADALI

Proposta di legge OMICIDIO E LESIONI STRADALI Proposta di legge OMICIDIO E LESIONI STRADALI Premessa Il fenomeno della violenza stradale ha ormai raggiunto livelli di pericolosità non più contrastabili con l attuale quadro normativo, basato su fattispecie

Dettagli

Violazione articolo 186 Codice della Strada TABELLA ESPLICATIVA DELLE VIOLAZIONI E DELLE SANZIONI DOPO LA LEGGE 120/2010

Violazione articolo 186 Codice della Strada TABELLA ESPLICATIVA DELLE VIOLAZIONI E DELLE SANZIONI DOPO LA LEGGE 120/2010 Violazione articolo 186 Codice della Strada (Modificato dalla Legge 29 luglio 2010, n. 120 G.U. n. 175 del 29.07.2010) TABELLA ESPLICATIVA DELLE VIOLAZIONI E DELLE SANZIONI DOPO LA LEGGE 120/2010 A cura

Dettagli

GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA SOMMARIO PARTE PRIMA SERIE GENERALE. Roma - Giovedì, 24 marzo 2016 AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI

GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA SOMMARIO PARTE PRIMA SERIE GENERALE. Roma - Giovedì, 24 marzo 2016 AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI SERIE GENERALE Spediz. abb. post. art. 45% 1, comma art. 2, 1 comma 20/b Legge 27022004, 23121996, n. n. 46662 Filiale Filiale di Roma di Roma GAZZETTA Anno 157 Numero 70 UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

LE SANZIONI AMMINISTRATIVE PRINCIPI GENERALI

LE SANZIONI AMMINISTRATIVE PRINCIPI GENERALI CAPITOLO I LE SANZIONI AMMINISTRATIVE PRINCIPI GENERALI 1. La legalità formale... Pag. 1 2. Capacità di intendere e di volere...» 3 3. Elemento soggettivo...» 4 4. Cause di esclusione della responsabilità...»

Dettagli

SOMMARIO. Introduzione PARTE I IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA DI INFORTUNISTICA STRADALE

SOMMARIO. Introduzione PARTE I IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA DI INFORTUNISTICA STRADALE Introduzione XV PARTE I IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA DI INFORTUNISTICA STRADALE CAPITOLO PRIMO GLI ASPETTI CIVILI E PENALI DERIVANTI DAL SINISTRO STRADALE 3 1.1 Il danno da circolazione nel codice civile

Dettagli

LA C.D. III DIRETTIVA PATENTI: SCHEMA OPERATIVO DELLE SANZIONI

LA C.D. III DIRETTIVA PATENTI: SCHEMA OPERATIVO DELLE SANZIONI LA C.D. III DIRETTIVA PATENTI: SCHEMA OPERATIVO DELLE SANZIONI di M. MASSAVELLI V. Com. Polizia Municipale Druento (TO) Per rispondere ad esigenze imprescindibili di sicurezza della circolazione, l Unione

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1430 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GIANCARLO GIORGETTI, RONDINI, ALLASIA, ATTAGUILE, BORGHESI, BOSSI, MATTEO BRAGANTINI, BUONANNO,

Dettagli

DIRITTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE

DIRITTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE 1 Non assume l aspetto di un corpo normativo unitario Interessa molti settori del diritto (amministrativo, civile, penale) Codice della strada (DPR 285/1992) e Regolamento di esecuzione (DPR 495/92) Regolamenti

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSE GENERALI ED EVOLUZIONE STORICA DELLA DISCIPLINA

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSE GENERALI ED EVOLUZIONE STORICA DELLA DISCIPLINA Introduzione... XI CAPITOLO 1 PREMESSE GENERALI ED EVOLUZIONE STORICA DELLA DISCIPLINA 1.1. Note introduttive... 1 1.1.1. Dalle origini al primo significativo intervento riformatore del 2003... 1 1.1.2.

Dettagli

SERIE GENERALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Giovedì, 24 marzo 2016 AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI

SERIE GENERALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Giovedì, 24 marzo 2016 AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI SERIE GENERALE Spediz. abb. post. art. 45% 1, comma art. 2, 1 comma 20/b Legge 27022004, 23121996, n. n. 46662 Filiale Filiale di Roma di Roma GAZZETTA Anno 157 Numero 70 UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

Queste le novità introdotte nell articolo 115 del codice della strada, nella versione attuale rispetto a quella modificata.

Queste le novità introdotte nell articolo 115 del codice della strada, nella versione attuale rispetto a quella modificata. Queste le novità introdotte nell articolo 115 del codice della strada, nella versione attuale rispetto a quella modificata. Articolo 115 Requisiti per la guida dei veicoli e la conduzione di animali Prima

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato PALMIZIO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato PALMIZIO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2068 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato PALMIZIO Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e al codice della strada,

Dettagli

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA GUIDA IN STATO DI EBBREZZA D. L.vo 30 aprile 1992, n.285 Nuovo Codice della Strada Articolo 186 C.d.S. Guida sotto l'influenza dell'alcool Articolo 187 C.d.S. Guida in stato di alterazione psico-fisica

Dettagli

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 70 Operativa OGGETTO: Circolazione Stradale. Modifiche al Codice della Strada. Decreto Legge

Dettagli

ARTICOLO 186 GUIDA SOTTO L INFLUENZA DELL ALCOOL

ARTICOLO 186 GUIDA SOTTO L INFLUENZA DELL ALCOOL ARTICOLO 186 GUIDA SOTTO L INFLUENZA DELL ALCOOL 1. È vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcooliche. 2. Chiunque guida in stato di ebbrezza è punito, ove il fatto non

Dettagli

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 48 Operativa OGGETTO: Circolazione Stradale. Modifiche al Codice della Strada. Decreto Legge

Dettagli

DL 03/08/2007, n. 117

DL 03/08/2007, n. 117 DL 03/08/2007, n. 117 Decreto Legge 3 Agosto 2007, n. 117 Disposizioni urgenti modificative del codice della strada per incrementare i livelli di sicurezza nella circolazione. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Dettagli

Art. 126-bis. Patente a punti. (1) (2) - Gruppo Agenti Sara Mercoledì 05 Settembre :04 -

Art. 126-bis. Patente a punti. (1) (2) - Gruppo Agenti Sara Mercoledì 05 Settembre :04 - Art. 16-bis. Patente a punti. (1) () - Gruppo Agenti Sara Mercoledì 0 Settembre 007 11:0-1. All'atto del rilascio della patente viene attribuito un punteggio di venti punti. Tale punteggio, annotato nell'anagrafe

Dettagli

Articolo 1 (Modifiche al codice penale)

Articolo 1 (Modifiche al codice penale) Articolo 1 (Modifiche al codice penale) 1. Al codice penale sono apportate le seguenti modificazioni: a) l articolo 157 è sostituito dal seguente: «Articolo 157. (Prescrizione. Tempo necessario a prescrivere).

Dettagli

OMICIDIO STRADALE 02/03/2016. OMICIDIO STRADALE: ecco tutte le novità introdotte dalla nuova legge

OMICIDIO STRADALE 02/03/2016. OMICIDIO STRADALE: ecco tutte le novità introdotte dalla nuova legge OMICIDIO STRADALE L'omicidio stradale è legge dal 2016: sei anni dopo la presentazione in Parlamento della prima proposta, cinque passaggi nelle due Aule e due voti di fiducia, il Senato ha dato l ok definitivo.

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELLA L. 23 MARZO 2016, N. 41 (OMICIDIO STRADALE) AL CODICE PENALE (COLLANA POCKET)

AGGIORNAMENTO DELLA L. 23 MARZO 2016, N. 41 (OMICIDIO STRADALE) AL CODICE PENALE (COLLANA POCKET) AGGIORNAMENTO DELLA L. 23 MARZO 2016, N. 41 (OMICIDIO STRADALE) AL CODICE PENALE (COLLANA POCKET) MODIFICHE AL CODICE PENALE 1. R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398. Approvazione del testo definitivo del Codice

Dettagli

Alcol, droga e giovani

Alcol, droga e giovani Alcol, droga e giovani L impegno del Dipartimento della Pubblica Sicurezza per la prevenzione e il contrasto degli illeciti Conferenza nazionale sulle tossicodipendenze Trieste 2009 Intervento del Primo

Dettagli

COMUNE DI COMACCHIO Provincia di Ferrara Settore II - Affari Generali, Cultura e Promozione del Territorio, Personale

COMUNE DI COMACCHIO Provincia di Ferrara Settore II - Affari Generali, Cultura e Promozione del Territorio, Personale ALLEGATO A) AL VERBALE DELLA SELEZIONE PER AGENTI DI P.M. E possibile per un operatore di polizia stradale procedere alla contestazione della violazione della velocità ad un conducente di un veicolo, per

Dettagli

Art. 141 Comma 8 velocità non commisurata alle situazioni ambientali 2

Art. 141 Comma 8 velocità non commisurata alle situazioni ambientali 2 - Norma violata Punti Art. 141 Comma 8 velocità non commisurata alle situazioni ambientali Comma 9,1 periodo 4 Divieto di gareggiare in velocità con veicoli senza motore Comma 9, periodo Divieto di gareggiare

Dettagli

L OMICIDIO STRADALE 1

L OMICIDIO STRADALE 1 L OMICIDIO STRADALE 1 Il 24 marzo 2016 sono entrati in vigore i reati di OMICIDIO STRADALE e LESIONI PERSONALI STRADALI 2 I PRIMI CASI 3 DI COSA SI TRATTA? L omicidio stradale e le lesioni personali derivanti

Dettagli

Capitolo III - Incidenti stradali - Rilevazioni ISTAT 2009

Capitolo III - Incidenti stradali - Rilevazioni ISTAT 2009 Indice Indice del materiale presente nel CD-rom Pag. 11 Prefazione» 16 Capitolo I - Sostanze voluttuarie e farmaci» 17 1. Interazioni dell'alcol e dei farmaci sul sistema nervoso centrale» 17 2. Bevande

Dettagli

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Staff Comandante Ufficio Informazioni Istituzionali Campagna di sensibilizzazione al Codice della Strada Ripassiamo il Codice della Strada.- - Art. 126 bis. Patente a punti -

Dettagli

La legge sul processo lungo

La legge sul processo lungo La legge sul processo lungo Gli articoli del codice di procedura penale e della L. 354/1975 nel testo attualmente vigente e con le modifiche previste dal disegno di legge 2567 (Modifiche agli articoli

Dettagli

Decreto Legge 117/07. Guida senza patente (ART. 116 del C.d.S.)

Decreto Legge 117/07. Guida senza patente (ART. 116 del C.d.S.) Decreto Legge 117/07 Il 4/8/2007 è entrato in vigore il Decreto Legge n. 117/07 emanato dal Governo contenente nuove norme per la sicurezza stradale che prevedono sanzioni più dure per diverse tipologie

Dettagli

Laboratorio Chimico della Camera di Commercio di Torino Avv. Neva Monari Studio avvocati Monari e Vinai Avvocati per l impresa

Laboratorio Chimico della Camera di Commercio di Torino Avv. Neva Monari Studio avvocati Monari e Vinai Avvocati per l impresa Tavola Rotonda Tavola Rotonda Laboratorio Chimico della Camera di Commercio di Torino Avv. Neva Monari Studio avvocati Monari e Vinai Avvocati per l impresa NORME PRESCRITTIVE NORME SANZIONATORIE Generali:

Dettagli

Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81 Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Vigente al: 03-01-2011 Titolo

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VEZZALI, BONACCORSI, CAPUA, CARRA, CARUSO, COCCIA, GIGLI, MATTIELLO, PORTA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VEZZALI, BONACCORSI, CAPUA, CARRA, CARUSO, COCCIA, GIGLI, MATTIELLO, PORTA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 959 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI VEZZALI, BONACCORSI, CAPUA, CARRA, CARUSO, COCCIA, GIGLI, MATTIELLO, PORTA Modifiche al codice

Dettagli

Art. 4-bis (Divieto di concessione dei benefici e accertamento della pericolosità sociale dei condannati per taluni delitti).

Art. 4-bis (Divieto di concessione dei benefici e accertamento della pericolosità sociale dei condannati per taluni delitti). Proposte di modifica degli artt. 4 bis e 58 ter OP Testo attuale art. 4 bis Art. 4-bis (Divieto di concessione dei benefici e accertamento della pericolosità sociale dei condannati per taluni delitti).

Dettagli

Nome modulo: ILLUSTRAZIONE DETTAGLIATA DEI COMPITI E DELLE RESPONSABILITÀ CIVILI E PENALI

Nome modulo: ILLUSTRAZIONE DETTAGLIATA DEI COMPITI E DELLE RESPONSABILITÀ CIVILI E PENALI NOME LEZIONE: INTRODUZIONE Il Testo Unico per la privacy sancisce che chiunque, essendovi tenuto, omette di adottare le misure necessarie ad assicurare la sicurezza dei dati è perseguibile sia civilmente

Dettagli

Irregolarità relative all applicazione della sanzione della perdita dei punti

Irregolarità relative all applicazione della sanzione della perdita dei punti Irregolarità relative all applicazione della sanzione della perdita dei punti Applicazione della sanzione della perdita dei punti per violazione commessa in momento precedente all entrata in vigore dell

Dettagli

Art. 187 (*) (1) (Decreto legislativo 30.4.1992, n. 285 - Codice della strada)

Art. 187 (*) (1) (Decreto legislativo 30.4.1992, n. 285 - Codice della strada) Art. 187 (*) (1) (Decreto legislativo 30.4.1992, n. 285 - Codice della strada) Guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti (2) 1. (4) (10) Chiunque guida in stato di alterazione

Dettagli

Guidate con prudenza!

Guidate con prudenza! Guidate con prudenza! 2 La legge 41/2016 Attesa da tanto tempo Fenomeno in calo 3 La legge 41/2016 Il legislatore fa la voce grossa ma conferma l elemento psicologico della colpa 5 6 La legge 41/2016 -

Dettagli

Introduzione del reato di omicidio stradale e nautico e del reato di lesioni personali stradali e nautiche (AA.SS. nn. 859, 1357, 1378, 1484 e 1553-A)

Introduzione del reato di omicidio stradale e nautico e del reato di lesioni personali stradali e nautiche (AA.SS. nn. 859, 1357, 1378, 1484 e 1553-A) N. 77 - Introduzione del reato di omicidio stradale e nautico e del reato di lesioni personali stradali e nautiche (AA.SS. nn. 859, 1357, 1378, 1484 e 1553-A) Il testo unificato in titolo, licenziato lo

Dettagli

RIFORMA DEGLI ARTT. 4 BIS E 58 TER O.P. Proposta di articolato

RIFORMA DEGLI ARTT. 4 BIS E 58 TER O.P. Proposta di articolato Stati Generali dell Esecuzione Penale TAVOLO 16 Ostacoli normativi alla individualizzazione del trattamento Rapporto di medio termine RIFORMA DEGLI ARTT. 4 BIS E 58 TER O.P. Proposta di articolato Testo

Dettagli

TABELLA DEI PUNTEGGI PREVISTI DALL ART. 126-BIS

TABELLA DEI PUNTEGGI PREVISTI DALL ART. 126-BIS TABELLA DEI PUNTEGGI PREVISTI DALL ART. 6-BIS Art. c. 8 Velocità non commisurata alle situazione ambientali Art. c. 8 c. 9 c. 9 bis Art. c. c. c., rif. al c. Superamento dei limiti di velocità di oltre

Dettagli

QUADRO STORICO DEL TESTO DELL ART. 73 DEL D.P.R. 9 OTTOBRE 1990, n. 309

QUADRO STORICO DEL TESTO DELL ART. 73 DEL D.P.R. 9 OTTOBRE 1990, n. 309 QUADRO STORICO DEL TESTO DELL ART. 73 DEL D.P.R. 9 OTTOBRE 1990, n. 309 Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei

Dettagli

Sezione II Dei delitti contro la libertà personale

Sezione II Dei delitti contro la libertà personale 605 LIBRO II - DEI DELITTI IN PARTICOLARE 435 articoli 609-bis, 609-ter, 609-quater e 609-quinquies, si applicano altresì quando il fatto è commesso all estero da cittadino italiano, ovvero in danno di

Dettagli

LA RESPONSABILITA DELL OSA

LA RESPONSABILITA DELL OSA LA RESPONSABILITA DELL OSA Genova, 15 giugno 2016 Avv. Giorgia Andreis Studio Avvocati Andreis e Associati Torino Milano 1 RESPONSABILITA SOTTO IL PROFILO DELLA SICUREZZA DEI PRODOTTI E SOTTO IL PROFILO

Dettagli

306 PARTE II - CODICE PENALE 584

306 PARTE II - CODICE PENALE 584 306 PARTE II - CODICE PENALE 584 Tentativo: cfr. art. 582. * È controverso se la figura sia reato autonomo oppure circostanza aggravante: con preferenza alla seconda ipotesi, atteso che non è mentovata

Dettagli

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI LexItalia.it 24-3-2016 LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI LEGGE 23 marzo 2016, n. 41. Introduzione del reato di omicidio stradale e del reato di lesioni personali stradali, nonché disposizioni di coordinamento

Dettagli

A.C B. Introduzione dei reati di omicidio stradale e di lesioni personali stradali

A.C B. Introduzione dei reati di omicidio stradale e di lesioni personali stradali A.C. 3169-B Introduzione dei reati di omicidio stradale e di lesioni personali stradali (Approvato dalla Camera e modificato dal Senato A.S. 859 e abb.) N. 75 19 gennaio 2016 Camera dei deputati XVII LEGISLATURA

Dettagli

LA POLIZIA STRADALE 14 Omicidio e lesioni stradali. Comm. Andrea Piselli Polizia Municipale di Modena

LA POLIZIA STRADALE 14 Omicidio e lesioni stradali. Comm. Andrea Piselli Polizia Municipale di Modena LA POLIZIA STRADALE 14 Omicidio e lesioni stradali Comm. Andrea Piselli Polizia Municipale di Modena Omicidio stradale Art. 589bis inserito con L.41/16 (in realtà era già presente all interno dell art.

Dettagli

NORMATIVA PER TIPOLOGIA DI VIOLENZA

NORMATIVA PER TIPOLOGIA DI VIOLENZA NORMATIVA PER TIPOLOGIA DI VIOLENZA Tipologia e/o psicologica Varie condotte: fisica, psicologica, economica Articolo 571 - Abuso dei mezzi di correzione o di disciplina. Articolo 572 - Maltrattamenti

Dettagli

REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLEGATO 2 REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1) CORRUZIONE La corruzione consiste in un accordo tra un privato ed un pubblico ufficiale o un incaricato di pubblico servizio mediante il quale il

Dettagli

Decreto del Presidente della Repubblica 22 settembre 1988, n. 447 (approvazione del Codice di Procedura Penale) (estratti)

Decreto del Presidente della Repubblica 22 settembre 1988, n. 447 (approvazione del Codice di Procedura Penale) (estratti) Decreto del Presidente della Repubblica 22 settembre 1988, n. 447 (approvazione del Codice di Procedura Penale) (estratti) Testo coordinato ed aggiornato con le ultime modifiche che sono state introdotte

Dettagli

Guida in stato di ebbrezza PROVVEDIMENTI PREFETTIZI IN VIA CAUTELARE

Guida in stato di ebbrezza PROVVEDIMENTI PREFETTIZI IN VIA CAUTELARE Guida in stato di ebbrezza PROVVEDIMENTI PREFETTIZI IN VIA CAUTELARE ART. 223 CDS 1. Nelle ipotesi di reato per le quali e' prevista la sanzione amministrativa accessoria della sospensione o della revoca

Dettagli

1) Una norma penale si definisce in bianco? PRIMA PROVA SCRITTA N 03 a) Quando essa ha il precetto formulato in maniera generica. b) Quando in essa non è prevista la sanzione. c) Quando essa ha la sanzione

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI

RIFERIMENTI NORMATIVI RIFERIMENTI NORMATIVI Art. 131 bis c.p. Esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto [1] Nei reati per i quali è prevista la pena detentiva non superiore nel massimo a cinque anni, ovvero

Dettagli

Il nuovo delitto di Autoriciclaggio e l impatto sul Modello Organizzativo. Milano, 16 aprile 2015

Il nuovo delitto di Autoriciclaggio e l impatto sul Modello Organizzativo. Milano, 16 aprile 2015 Il nuovo delitto di Autoriciclaggio e l impatto sul Modello Organizzativo Milano, 16 aprile 2015 Art. 3 - Legge 15 dicembre 2014, n. 186 «Disposizioni in materia di emersione e rientro di capitali detenuti

Dettagli