NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017"

Transcript

1 NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI

2 SOMMARIO PREMESSA IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI... 3 Foni... 3 Meodologia... 3 La formulazione degli scenari al LA DEFINIZIONE DEI FABBISOGNI OCCUPAZIONALI PER SETTORE... 4 La sima delle uscie per pensionameno per i dipendeni privai... 5 La sima delle uscie per pensionameno per gli indipendeni... 7 La sima delle uscie per moralià... 9 Il fabbisogno complessivo LA STIMA DELLE ENTRATE PER SETTORE Riparizione enrae e fabbisogni per regione Il raameno di compaibilià delle basi dai Excelsior Deaglio enrae per professione Deaglio enrae per iolo e indirizzo di sudio LA METODOLOGIA DI STIMA PER LA DETERMINAZIONE DEGLI STOCK E DEI FLUSSI DI PERSONALE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE NEL 2013/ La previsione delle enrae in complesso per gruppi professionali Previsioni relaive alle enrae disaggregae per livelli di isruzione Previsioni relaive alla disaggregazione delle enrae a livello regionale APPENDICE METODOLOGICA SUL MODELLO ECONOMETRICO UTILIZZATO

3 PREMESSA Il presene documeno descrive i principali passi meodologici seguii per la realizzazione del modello previsivo per il periodo del fabbisogno occupazionale previso per seore economico e regione e del flusso delle enrae occupazionali aese per il medesimo periodo. Il modello uilizza le serie soriche delle indagini Excelsior (lavoro dipendene), oenue araverso una riconduzione delle indagini annuali in archivi compaibili, e l esio dell ampliameno di Excelsior al seore pubblico e al lavoro auonomo. Il campo di osservazione della prima fase di deerminazione del fabbisogno (sima degli sock occupazionali al 2017) comprende i seori dell agricolura e della pesca, che vengono invece esclusi nelle fasi successive del modello. 1. IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI Foni I dai uilizzai nell analisi previsionale derivano inegralmene da foni Isa. In paricolare sono sai uilizzai i dai dei Coni Economici Nazionali (Aprile 2012) per occupai (avola 46 e 47) e reribuzioni (avola 28) enrambi disponibili sino all anno e oupu (avola 14, sino al 2009), nonché dai successivamene resi disponibili da Isa sugli occupai in serie sorica già in aeco Tue le variabili sono espresse in ermini reali, ove necessario è sao applicao il deflaore dell oupu derivao dalle avole relaive alla produzione. I dai relaivi alle esporazioni sono rai anch essi dai Coni Economici Nazionali. Meodologia Le sime e le previsioni sono effeuae uilizzando un approccio mulivariao che pone in essere alcune relazioni economiche sruurali. A al fine si è uilizzao un Vecor Error Correcion model (VECM). Il modello privilegia le relazioni di lungo periodo, pur poendo ener cono di aggiusameni di breve periodo. Coerenemene con la leeraura è sao simaa una forma ridoa di una equazione di domanda di lavoro in cui la forza lavoro è saa espressa come funzione di oupu, e salario. A quese variabili è saa aggiuna la variabile esporazioni, in forma seoriale per i seori indusriali ed in forma aggregaa per i servizi (al fine di caurare l effeo indireo che le esporazioni hanno sul seore dei servizi, ad esempio un aumeno sui raspori e sulla logisica), e il asso di crescia dell economia aggregaa. Le sime sono sae effeuae separaamene sul oale occupai e sulla sola componene dipendene, oenendo per differenza la serie dei valori relaivi alla componene degli occupai indipendeni. Si è verificaa la coerenza dei risulai oenui anche in relazione alla plausibilià delle quoe relaive delle due componeni 3

4 occupazionali per ciascun seore; per qualche seore si è operaa una lieve reifica delle composizione inerna delle due componeni, reificandole ove l andameno delle suddee quoe mosrasse endenze apparenemene poco probabili. I seori della sanià e dell isruzione sono sai simai, nella loro evoluzione, per l insieme della componene pubblica e privaa. L andameno degli occupai della componene pubblica di quesi seori così come i servizi generali della pubblica amminisrazione - è saa simaa con apposie modalià. Sulla base delle previsioni specificamene svole per la componene pubblica, la componene privaa di sanià e isruzione è saa oenua per differenza. Ciò si è reso necessario al fine di poer uilizzare per la sima delle enrae (si veda successivo cap. 3); le indicazioni provenieni dall indagine Excelsior che, come noo, riguarda solo il comparo privao di quesi seori. Tuavia il meodo seguio presena il limie che in qualche anno paricolare ali valori possano oscillare in funzione delle oscillazioni delle enrae aese nel seore pubblico (per il combinarsi degli effei del previso pensionameno del personale del comparo). La formulazione degli scenari al 2017 La formulazione di alcuni scenari per le previsioni ha reso necessario considerare alcune variabili come esogene. Al fine di massimizzare la rasparenza ed inerpreabilià è sao considerao come esogeno il solo il asso di crescia dell economia aggregaa e su esso sono sae effeuai gli scenari. In paricolare gli scenari sono sai formulai sulla base delle previsioni effeuae a luglio 2012 dal Fondo Moneario Inernazionale che prevedevano per il 2012 una conrazione dell oupu del 2%, per il 2013 una conrazione dello 0.3% e per gli anni 2014, 2015, 2016 e 2017 una crescia rispeivamene del 0.5%, 1%, 1.2% e 1.2%. Gli scenari oimisici e pessimisici sono sai cosruii come variane del benchmark considerando comune la previsione relaiva al La abella di seguio riassume le assunzioni relaive all andameno del asso di crescia del PIL aggregao (valori espressi in percenuale) Benchmark Posiivo Negaivo LA DEFINIZIONE DEI FABBISOGNI OCCUPAZIONALI PER SETTORE Dopo aver deerminao le variazioni degli sock di occupai oali e del di cui dipendeni e indipendeni (ques ulimo per differenza) previse per i diversi seori economici (expansion demand) nell ambio dello scenario benchmark e per gli scenari posiivo e negaivo, il secondo passaggio del processo si è poso l obieivo di simare la possibile componene occupazionale in uscia dal mercao del lavoro che 4

5 dà luogo alla cosiddea (replacemen demand). A queso fine sono sae considerae le componeni prevedibili in relazione alle uscie per pensioni e per moralià, menre non è sao per il momeno considerao il possibile effeo delle sosiuzioni richiese per sposameni inerseoriali o inerprofessionali degli auali occupai. Si è infine pervenui al fabbisogno complessivo, sempre per ciascun seore economico, quale risulao della somma algebrica delle due componeni di domanda. La sima delle uscie per pensionameno per i dipendeni privai Noo il numero di dipendeni privai per singolo anno di eà e per sesso, si è simao un flusso di uscia per pensionameno dal 2011 in avani applicando un coefficiene di uscia allo sock di dipendeni, disinamene per sesso, nelle diversi classi di eà e nei diversi seori. Si è parii dalle pensioni liquidae nel 2011 per classe di eà e genere di fone INPS: ETA F M TOT da 40 a da 50 a da 55 a da 60 a da 65 a da 70 a e olre non riparibili. 6 6 TOTALE Suboale Quese ulime sono sae riparie per singolo anno di eà anche enendo in debia considerazione i dai sulle pensioni di fone Forze Lavoro Applicando i dai così oenui sui relaivi sock per eà, genere e seore, ricosruii uilizzando i dai sulla sruura per eà sempre di fone INPS (anno 2010), si sono oenui i assi di pensionameno: Anno per eà Tasso di pensionameno FEMMINE Tasso di pensionameno MASCHI 54 0,7% 1,6% 55 6,5% 6,4% 56 7,3% 7,5% 57 7,7% 7,9% 58 8,4% 7,9% 59 9,6% 8,2% 60 43,2% 8,3% 61 47,3% 9,1% 62 49,7% 10,1% 63 52,0% 12,1% 64 54,4% 14,1% 5

6 65 convenzionalmene 100% 23,9% 66 convenzionalmene 100% 31,2% 67 convenzionalmene 100% 39,0% 68 convenzionalmene 100% 78,1% 69 convenzionalmene 100% 97,6% 70 e olre convenzionalmene 100% convenzionalmene 100% I assi di pensionameno per eà del 2011 così oenui sono sai enui fissi solo nel 2011 per ricalcolare le uscie per pensionameno di quell'anno, moliplicandoli per i rispeivi sock di riferimeno al 31/12/2010: convenzionalmene vengono fai uscire subio dal mercao del lavoro ui gli uomini over 69 e ui le donne over 64 (e queso provoca un aumeno fiizio delle uscie per pensionameno nel 2011, rispeo a quelle effeivamene verificaesi, dal momeno che vengono fae uscire ue insieme le persone appareneni a quese classi). Le ipoesi adoae per la previsione dei assi di pensionameno previsi dal 2012 al 2017 sono sae cosruie in base alla normaiva aualmene vigene, qui soo sineizzaa: La pensione di vecchiaia, per le donne iscrie all'ago (assicurazione Generale Obbligaoria) e forme sosiuive, a parire dal 1 gennaio 2012 si conseguirà a 62 anni ed enro il 2018 si dovrà arrivare a 66 anni di eà. Ci sarà quindi parià ra uomini e donne. Sempre da gennaio 2012 per le lavorarici auonome e le iscrie alla Gesione separaa, l eà pensionabile è fissaa a 63 anni e 6 mesi e per il 2018 a 66 anni di eà. Le donne del seore pubblico iscrie a Fondi esclusivi dal 1 gennaio 2012 poranno conseguire la pensione di vecchiaia a 66 anni. Gli uomini del seore privao e pubblico, sia dipendeni sia auonomi, già dal 2012 conseguono la pensione a 66 anni. Tui, uomini e donne, devono avere un anzianià conribuiva di almeno 20 anni. Dal 1 gennaio 2012 la pensione di anzianià non esiserà più. Sarà sosiuia dalla pensione anicipaa. Non basano più i 40 anni ma ce ne vogliono per l anno e 1 mese per le donne e 42 e 1 mese per gli uomini. I requisii, olre ad essere soggei all adeguameno alla speranza di via (per l anno 2013 pari a 3 mesi), sono aumenai di un mese per l anno 2013 e di un uleriore mese a decorrere dal (Fone: INPS) Per quano riguarda il dao del 2012 si è inolre fao riferimeno ai dai diffusi da INPS relaivi ai primi re rimesri del 2012, che documenano un calo delle pensioni liquidae della misura di un erzo del oale rispeo al

7 Sima pensioni per i dipendeni privai descrizione seori pens2013 pens2014 pens2015 pens2016 pens2017 Esrazione di minerali Indusrie alimenari, delle bevande e del abacco Indusrie essili, dell'abbigliameno e delle calzaure Indusrie del legno e del mobile Indusrie della cara, caroecnica e sampa Indusrie chimiche, farmaceuiche e perolifere Indusrie della gomma e delle maerie plasiche Indusrie della lavorazione dei minerali non mealliferi Indusrie meallurgiche e dei prodoi in meallo Indusrie della fabbricazione di macchinari e arezzaure e dei mezzi di ras Indusrie eleriche, eleroniche, oiche e medicali Lavori di impiano ecnico: riparazione, manuenzione e insallazione Indusrie dei beni per la casa, per il empo libero e alre manifauriere Public uiliies (energia, gas, acqua, ambiene) Cosruzioni Commercio e riparazione di auoveicoli e moocicli Commercio all'ingrosso Commercio al deaglio Servizi di alloggio e risorazione; servizi urisici Servizi di rasporo, logisica e magazzinaggio Servizi dei media e della comunicazione Servizi informaici e delle elecomunicazioni Servizi avanzai di supporo alle imprese Servizi finanziari e assicuraivi Servizi operaivi di supporo alle imprese e alle persone Isruzione e servizi formaivi privai Sanià, assisenza sociale e servizi saniari privai Servizi culurali, sporivi e alri servizi alle persone La sima delle uscie per pensionameno per gli indipendeni Noo il numero indipendeni per singolo anno di eà e per sesso, si è simao un flusso di uscia per pensionameno dal 2011 in avani applicando un coefficiene di uscia allo sock di indipendeni, disinamene per sesso, nelle diversi classi di eà e nei diversi seori. Si è parii dalle pensioni liquidae nel 2011 per classe di eà e genere di fone INPS: ETA F M TOT da 40 a da 50 a da 55 a da 60 a da 65 a da 70 a e olre non riparibili 1. 1 TOTALE Suboale

8 Quese ulime sono sae riparie per singolo anno di eà anche enendo in debia considerazione i dai sulle pensioni di fone FL Applicando i dai così oenui sui relaivi sock per eà, genere e seore, ricosruii uilizzando i dai sulla sruura per eà sempre di fone FL (anno 2011), si sono oenui i assi di pensionameno: Anno per eà Tasso di pensionameno FEMMINE Tasso di pensionameno MASCHI 54 0,1% 0,3% 55 2,6% 4,1% 56 2,8% 5,4% 57 3,7% 5,6% 58 4,6% 5,9% 59 5,5% 6,2% 60 11,8% 3,9% 61 28,1% 4,0% 62 37,5% 4,2% 63 56,3% 4,4% 64 75,0% 4,6% 65 82,5% 5,2% 66 82,5% 11,4% 67 82,5% 19,0% 68 82,5% 28,5% 69 82,5% 57,0% ,5% 91,2% 80 e olre convenzionalmene 100% convenzionalmene 100% I assi di pensionameno per eà del 2011 così oenui sono sai enui fissi solo nel 2011 per ricalcolare le uscie per pensionameno di quell'anno, moliplicandoli per i rispeivi sock di riferimeno al 31/12/2010: convenzionalmene vengono fai uscire subio dal mercao del lavoro ui gli indipendeni over 80 (e queso provoca un aumeno fiizio delle uscie per pensionameno nel 2011, rispeo a quelle effeivamene verificaesi, dal momeno che vengono fae uscire ue nello sesso anno le persone appareneni a quese classi). Le ipoesi adoae per la previsione dei assi di pensionameno previsi per gli indipendeni dal 2012 al 2017 sono sae cosruie manenendo come riferimeno quelle già implemenae per i dipendeni privai. 8

9 Sima pensioni per gli indipendeni descrizione seori pens2013 pens2014 pens2015 pens2016 pens2017 Esrazione di minerali Indusrie alimenari, delle bevande e del abacco Indusrie essili, dell'abbigliameno e delle calzaure Indusrie del legno e del mobile Indusrie della cara, caroecnica e sampa Indusrie chimiche, farmaceuiche e perolifere Indusrie della gomma e delle maerie plasiche Indusrie della lavorazione dei minerali non mealliferi Indusrie meallurgiche e dei prodoi in meallo Indusrie della fabbricazione di macchinari e arezzaure e dei mezzi di ras Indusrie eleriche, eleroniche, oiche e medicali Lavori di impiano ecnico: riparazione, manuenzione e insallazione Indusrie dei beni per la casa, per il empo libero e alre manifauriere Public uiliies (energia, gas, acqua, ambiene) Cosruzioni Commercio e riparazione di auoveicoli e moocicli Commercio all'ingrosso Commercio al deaglio Servizi di alloggio e risorazione; servizi urisici Servizi di rasporo, logisica e magazzinaggio Servizi dei media e della comunicazione Servizi informaici e delle elecomunicazioni Servizi avanzai di supporo alle imprese Servizi finanziari e assicuraivi Servizi operaivi di supporo alle imprese e alle persone Isruzione e servizi formaivi privai Sanià, assisenza sociale e servizi saniari privai Servizi culurali, sporivi e alri servizi alle persone Le sime sono sae effeuae disinamene per singola regione e engono perano cono della specifica sruura per eà dei lavoraori dipendeni (e indipendeni) rilevabile dagli universi INPS e FL. La sima delle uscie per moralià Per quano riguarda le uscie per moralià si sono uilizzai i assi di moralià per sesso e per eà del 2009, sempre di fone ISTAT, a livello nazionale. Essi sono sai enui fissi e sono sai uilizzai per simare le uscie per moralià dal 2013 al 2017 (moliplicandoli di anno in anno per i rispeivi sock di riferimeno). Le suddee sime sono sae successivamene riparie a livello regionale. 9

10 Sima moralià per i dipendeni privai descrizione seori mor2013 mor2014 mor2015 mor2016 mor2017 Esrazione di minerali Indusrie alimenari, delle bevande e del abacco Indusrie essili, dell'abbigliameno e delle calzaure Indusrie del legno e del mobile Indusrie della cara, caroecnica e sampa Indusrie chimiche, farmaceuiche e perolifere Indusrie della gomma e delle maerie plasiche Indusrie della lavorazione dei minerali non mealliferi Indusrie meallurgiche e dei prodoi in meallo Indusrie della fabbricazione di macchinari e arezzaure e dei mezzi di ras Indusrie eleriche, eleroniche, oiche e medicali Lavori di impiano ecnico: riparazione, manuenzione e insallazione Indusrie dei beni per la casa, per il empo libero e alre manifauriere Public uiliies (energia, gas, acqua, ambiene) Cosruzioni Commercio e riparazione di auoveicoli e moocicli Commercio all'ingrosso Commercio al deaglio Servizi di alloggio e risorazione; servizi urisici Servizi di rasporo, logisica e magazzinaggio Servizi dei media e della comunicazione Servizi informaici e delle elecomunicazioni Servizi avanzai di supporo alle imprese Servizi finanziari e assicuraivi Servizi operaivi di supporo alle imprese e alle persone Isruzione e servizi formaivi privai Sanià, assisenza sociale e servizi saniari privai Servizi culurali, sporivi e alri servizi alle persone Sima moralià per gli indipendeni descrizione seori mor2013 mor2014 mor2015 mor2016 mor2017 Esrazione di minerali Indusrie alimenari, delle bevande e del abacco Indusrie essili, dell'abbigliameno e delle calzaure Indusrie del legno e del mobile Indusrie della cara, caroecnica e sampa Indusrie chimiche, farmaceuiche e perolifere Indusrie della gomma e delle maerie plasiche Indusrie della lavorazione dei minerali non mealliferi Indusrie meallurgiche e dei prodoi in meallo Indusrie della fabbricazione di macchinari e arezzaure e dei mezzi di ras Indusrie eleriche, eleroniche, oiche e medicali Lavori di impiano ecnico: riparazione, manuenzione e insallazione Indusrie dei beni per la casa, per il empo libero e alre manifauriere Public uiliies (energia, gas, acqua, ambiene) Cosruzioni Commercio e riparazione di auoveicoli e moocicli Commercio all'ingrosso Commercio al deaglio Servizi di alloggio e risorazione; servizi urisici Servizi di rasporo, logisica e magazzinaggio Servizi dei media e della comunicazione Servizi informaici e delle elecomunicazioni Servizi avanzai di supporo alle imprese Servizi finanziari e assicuraivi Servizi operaivi di supporo alle imprese e alle persone Isruzione e servizi formaivi privai Sanià, assisenza sociale e servizi saniari privai Servizi culurali, sporivi e alri servizi alle persone

11 Il fabbisogno complessivo Il fabbisogno derivane dalle uscie per pensionameno e per moralià è sao sommao nella componene di replacemen demand. Sommando algebricamene anche la componene di expansion demand (o spesso più esaamene poremmo dire di reducion demand ) si perviene, al ermine di quesa fase, alla definizione per ciascun seore di quello che possiamo chiamare il fabbisogno complessivo. 3. LA STIMA DELLE ENTRATE PER SETTORE Oenue le previsioni dei fabbisogni oali per seore, si è giuni nella fase per la quale le serie soriche Excelsior cosiuiscono la fone essenziale. Si precisa innanziuo che si dispone: per i dipendeni privai degli archivi compaibili relaivi alle indagini sui seori privai (agricolura esclusa) per gli indipendeni delle serie soriche esio delle sime sui lavoraori auonomi (imprendiori e professionisi). Si è opao per applicare la riparizione per professione e iolo di sudio alle enrae e non al fabbisogno, poiché le suddee serie soriche Excelsior si riferiscono a quesa variabile e non ano al fabbisogno. In alre parole, essendo il fabbisogno ricavao da una somma algebrica della quale una componene assume spesso valori negaivi, non pare correo uilizzare la riparizione delle enrae, le quali sicuramene engono cono anche, almeno in pare, della mobilià iner e inraseoriale. Perano è sao innanziuo necessario pervenire ad una sima delle enrae per seore di aivià. Dal processo precedene si prendono per seore e anno: sock, saldo, asso di variazione (saldo su sock), replacemen e asso di sosiuzione (replacemen su sock), separaamene per dipendeni e indipendeni; quesi ulimi sono calcolai come differenza, per ciascun seore, ra oale e dipendeni. Per gli sock dell anno 2012 si dispone sia del dao Excelsior sia di quello di fone conabilià nazionale, usao per la previsione degli scenari. Poiché il dao Excelsior presena olre 2 milioni di dipendeni in meno (differenza che si disribuisce in modo non uniforme sui vari seori) e 1 milione di indipendeni in meno, per avere dei flussi coereni con le proiezioni anche per il 2012 si sono sceli i valori di sock della conabilià nazionale. Da Excelsior si ricavano, sempre per seore e anno: enrae e asso di enraa (T.E.) della serie sorica Per gli indipendeni si uilizzano, sempre per seore e anno, i dai degli imprendiori e dei liberi professionisi per gli anni

12 Passo 1 Si simano i assi di enraa per seore e anno per il periodo Il asso di enraa di ciascun anno è dao dalla media mobile dei precedeni 7 assi (ad es: per il 2013 dalla media dei T.E ; per il 2014 dalla media dei T.E e così via). Poiché la media mobile per sua naura ende a neuralizzare le oscillazioni convergendo verso un valore, il valore della media viene correo applicando il asso di variazione (T.V.) previso. Di conseguenza il T.E sarà oenuo dalla media dei T.E T.V. 2013; il 2014 dalla media dei T.E T.V e così via. In sosanza si ipoizza che il asso di enraa non dipenda solo dalla media (endenza) degli anni precedeni, ma che aumeni o decresca anche in funzione del saldo di variazione previso nell anno. Si applica la sessa procedura per gli indipendeni a parire dalla serie sorica Passo 2 Nell applicare la formula si verifica che i assi di enraa oenui per seore e anno siano coereni con il asso di sosiuzione (T.S.) previso. In realà queso passaggio è conesuale al calcolo del T.E. in quano il asso risulane concorrerà alla deerminazione dei T.E. per gli anni segueni. Concreamene, se il T.E. oenuo risula inferiore al asso di sosiuzione si usa ques ulimo come asso di enraa; in al modo le enrae risulani incorporeranno almeno il replacemen simao e non poranno mai risulare negaive. Passo 3 Sulla base dei T.E. si simano le enrae previse per seore e anno. Passo 4: Applicando i saldi alle enrae si oengono le uscie e il relaivo asso di uscia. Quesi dai non sono sreamene necessari, ma compleano la quadraura complessiva dei dai. Riparizione enrae e fabbisogni per regione A queso puno abbiamo le enrae previse per seore e anno (e scenario). Ora è necessario suddividere quese sesse enrae, uniamene alle uscie, in modo da oenere i saldi per regione, primo passaggio per calcolare un fabbisogno neo disino erriorialmene. Per ogni seore e anno si deermina la disribuzione cardine delle enrae (e delle uscie) per erriorio a parire dalla serie sorica di Excelsior facendo la media mobile della quoa relaiva di ciascuna regione. Deerminae enrae e uscie si oiene il saldo previso per ogni anno in capo a ciascuna regione. Tali saldi, sommai al replacemen simao per ciascuna regione, danno la spaccaura del fabbisogno neo per erriorio. 12

13 La procedura si aricola a queso puno in successive fasi, al fine di riparire le enrae per professione e ioli di sudio. Innanziuo occorre far riferimeno a basi dai Excelsior compaibili ra loro e con la sruura delle enrae previse a livello generale per i diversi anni. Il raameno di compaibilià delle basi dai Excelsior Come deo, per uilizzare le dinamiche rilevae da Excelsior occorre rendere compaibili le diverse basi dai ra di loro, per neuralizzarle dalle variazioni inervenue nelle diverse rilevazioni, e rispeo alla sruura del modello previsivo di derivazione dai dai della conabilià nazionale. Nello specifico le operazioni di compaibilià svole in alra azione del progeo - avvengono per le professioni, i ioli di sudio e i seori. Per quano riguarda le professioni il problema riguarda la compaibilià inerna ra le diverse annualià di Excelsior a causa delle variazioni inervenue sul dizionario delle professioni Excelsior e sull assegnazione delle singole voci elemenari alle caegorie previse dalla classificazione ISTAT Anche per i ioli di sudio si raa di ricercare la compaibilià inerna ra le diverse annualià di Excelsior, a causa delle variazioni inervenue sulla classificazione dei ioli di sudio propria di Excelsior e sull assegnazione delle singole voci elemenari agli indirizzi uilizzai per l esposizione dei dai. Infine, per quano riguarda i seori esise un problema di compaibilià ra l aricolazione uilizzaa da Excelsior e quella derivaa dalla conabilià nazionale e uilizzaa dal modello per la sima generale dei fabbisogni. In ui i casi i problemi di compaibilià sono sai risoli applicando, di vola in vola, delle regole punuali o delle abelle di conversione. A queso puno, oenua la migliore compaibilià possibile ra la serie sorica dei dai Excelsior e i dai del modello, è possibile procedere alle operazioni per qualificare l evoluzione dei fabbisogni in ermini di professioni e ioli di sudio secondo la disribuzione seoriale e errioriale. Deaglio enrae per professione Le enrae per seore e regione cosiuiscono anche il fabbisogno assoluo di cui, sempre sfruando la serie sorica delle annualià di Excelsior, si vuole ipoizzare la composizione per gruppo professionale e iolo di sudio (indirizzo). Per oenere la riparizione di quesi dai per professione e iolo di sudio si applica la procedura classica. Infai, che sia un fabbisogno neo o la somma delle enrae, conceualmene abbiamo sempre un numero da disaggregare secondo una disribuzione cardine simaa a parire dalla serie sorica di Excelsior. Si è adoao il calcolo della media mobile dell incidenza di ogni gruppo professionale nelle diverse annualià di Excelsior sia per i dipendeni sia per i lavoraori auonomi. Per la componene dei dipendeni pubblici si veda l ulimo paragrafo. 13

14 Deaglio enrae per iolo e indirizzo di sudio Anche per i ioli di sudio il puno di parenza uilizzao sono sae le enrae per seore, regione e anno. Per la sima si è adoaa la media mobile delle quoe di incidenza di ciascun indirizzo di sudio per seore e regione in modo da incorporare cere endenze cole dalla serie sorica di Excelsior, adoaando la disribuzione dall indagine Forze Lavoro per livelli e ioli di isruzione. 14

15 4. LA METODOLOGIA DI STIMA PER LA DETERMINAZIONE DEGLI STOCK E DEI FLUSSI DI PERSONALE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE NEL 2013/2017 La meodologia si basa sugli archivi dello sock del personale occupao nella Pubblica Amminisrazione a fine 2012, sui quali si è proceduo ad effeuare previsioni per il quinquennio successivo, fino al Il primo passo è sao quello di simare le uscie di personale per ognuno dei 5 anni in oggeo. Si è perano calcolao il asso di uscia relaivo ai pensionameni annui, enendo cono delle nuove normaive di legge delineae nel corso del 2012 che regolano i flussi di uscia per moivi pensionisici legai al superameno di una soglia di eà variabile a seconda dell anno (e comunque sempre superiore ai 66 anni di eà). Per oenere queso asso si è ricosruia - a parire dai dai fornii dalla Ragioneria Generale dello Sao (RGS) e relaivi alle classi di eà quinquennali del personale pubblico, disinamene per ogni comparo e successivamene inegrai con quelli dell Indagine sulle Forze di Lavoro, Isa - la piramide per eà (annuale) relaiva ai re macroseori di aivià, al fine di oenere, per ciascun anno dal 2013 al 2017, il numero di pensionameni. Per ogni anno è saa calcolaa la classe di eà che raggiunge i requisii pensionisici, enendo cono anche delle frazioni di anno quando la normaiva preveda il raggiungimeno di una paricolare eà (per esempio 66 anni e 3 mesi oppure 66 anni e 7 mesi). Calcolao così il numero di uscie annue per ciascuno dei compari e il relaivo asso di pensionameno (che sulla base delle riforme pensionisiche vede un rallenameno del flusso in uscia nei primi anni e una maggior quoa di pensionameni alla fine del periodo esaminao nella previsione), sono sai deerminai anche gli alri assi del modello previsivo per la sima delle uscie, ovvero i assi relaivi alle resani cause (dimissioni, decessi, alri moivi), arrivando quindi alla quanificazione del personale in uscia in ogni anno, disinamene per le re Aeco che ineressano la Pubblica Amminisrazione. Successivamene si è simao il flusso di enrae, enendo cono, per ciascuno dei compari pubblici, di aluni parameri regolani il flusso in relazione alle uscie dell anno precedene nel medesimo comparo. Anche in queso caso, come nelle previsioni effeuae per il 2012, si è fao riferimeno sia alle disposizioni della Legge 133/ in origine DL 112/08, che fissava specifici parameri regolaivi delle assunzioni di personale, disinamene per ogni comparo, parameri via via aggiornai in base ad aggiunive disposizioni di legge ed in paricolare di quelle previse dalle annuali Leggi Finanziarie - sia del probabile effeo delle riforme per la Pubblica Amminisrazione inrodoe nel 2012 e che regolano uleriormene i flussi di personale in enraa. Il asso di pensionameno precedenemene definio al fine di oenere i flussi in uscia (successivamene suddivise anche a livello regionale) ha permesso di oenere il valore delle uscie sesse per replacemen nel modello previsivo (sempre con riferimeno ai re macro-compari pubblici), valore che, sommao algebricamene al saldo dell anno di riferimeno (enrae-uscie), ha permesso di simare il fabbisogno, alra variabile consideraa nel modello, i cui valori si discosano da quelli relaivi alle enrae in senso sreo. 15

16 Di seguio si ripora il quadro sinoico con gli elemeni uilizzai per la sima delle enrae in ogni singolo comparo e con i relaivi parameri che rapporano le enrae alle uscie. I valori relaivi ai singoli compari sono sai successivamene aggregai nei re macrocompari (ovvero le Aeco 84, 85 e 86) che riguardano il seore pubblico. Quadro sinoico dei parameri applicai, per comparo della P.A., relaivi alle previsioni delle enrae di personale per il modello previsivo dal 2013 al 2017 Compari Regioni ed Auonomie Locali enrae =0,2 uscie 2012 enrae =0,2 uscie 2013 enrae =0,2 uscie 2014 enrae =0,33 uscie 2015 enrae =0,33 uscie 2016 Scuola (*) enrae =0,33 uscie 2012 enrae =0,5 uscie 2013 enrae =0,5 uscie 2014 enrae =0,75 uscie 2015 enrae =0,75 uscie 2016 Universià enrae =0,25 uscie 2012 enrae =0,25 uscie 2013 enrae =0,25 uscie 2014 enrae =0,25 uscie 2015 enrae =0,25 uscie 2016 Servizio Saniario Nazionale enrae =0,5 uscie 2012 enrae =0,5 uscie 2013 enrae =0,5 uscie 2014 enrae =0,667 uscie 2015 enrae =0,667 uscie 2016 Miniseri, Agenzie e Presidenza enrae =0,2 uscie 2012 enrae =0,2 uscie 2013 enrae =0,2 uscie 2014 enrae =0,25 uscie 2015 enrae =0,25 uscie 2016 Aziende Auonome enrae =0,2 uscie 2012 enrae =0,2 uscie 2013 enrae =0,2 uscie 2014 enrae =0,25 uscie 2015 enrae =0,25 uscie 2016 Corpi di Polizia enrae =0,33 uscie 2012 enrae =0,33 uscie 2013 enrae =0,33 uscie 2014 enrae =0,5 uscie 2015 enrae =0,5 uscie 2016 Forze Armae enrae =0,33 uscie 2012 enrae =0,33 uscie 2013 enrae =0,33 uscie 2014 enrae =0,33 uscie 2015 enrae =0,33 uscie 2016 Magisraura enrae =0,33 uscie 2012 enrae =0,33 uscie 2013 enrae =0,33 uscie 2014 enrae =0,33 uscie 2015 enrae =0,33 uscie 2016 Carriera Diplomaica e Prefeizia enrae =0,33 uscie 2012 enrae =0,33 uscie 2013 enrae =0,33 uscie 2014 enrae =0,33 uscie 2015 enrae =0,33 uscie 2016 Eni Pubblici non Economici enrae =0,2 uscie 2012 enrae =0,2 uscie 2013 enrae =0,2 uscie 2014 enrae =0,33 uscie 2015 enrae =0,33 uscie 2016 Eni di ricerca enrae =0,2 uscie 2012 enrae =0,2 uscie 2013 enrae =0,2 uscie 2014 enrae =0,5 uscie 2015 enrae =0,5 uscie 2016 (*): si è fao riferimeno a norme miniseriali e ad alre informazioni che deerminano il saldo di personale La deerminazione dei flussi di uscia e di enraa ha quindi porao alla deerminazione del saldo annuale e dello sock a fine anno per ognuno dei re macrocompari dal 2013 al Seguendo lo sviluppo del modello, si è poi proceduo alla disaggregazione dei valori relaivi alle enrae per gruppo professionale e livello di isruzione, come illusrao successivamene. La previsione delle enrae in complesso per gruppi professionali Si è provveduo a disaggregare le enrae sesse per gruppi professionali per il quinquennio In assenza di informazioni punuali (non disponibili nelle elaborazioni RGS), per la disaggregazione delle previsioni di enraa per gruppi professionali per il periodo sono sai presi in considerazione i dai elemenari rilevai dall Isa con le indagini sulle Forze di Lavoro (FDL), relaive all anno 2010 e I dai di ciascuna rilevazione rimesrale sono sai elaborai in modo da oenere un valore eorico medio annuo, valore che può essere considerao rappresenaivo della riparizione per gruppi professionali dello sock di occupai nella Pubblica Amminisrazione. Sulla base delle rilevazioni Isa - Forze di Lavoro e dei relaivi dai elemenari è sao possibile quanificare alcune caraerisiche occupazionali del personale impiegao nella Pubblica Amminisrazione, riparie per le aivià ricomprese nell Aeco 84 (Pubblica amminisrazione e difesa), 85 (Isruzione) e 86 (Sanià). 16

17 Nello specifico per ciascuna delle re divisioni di aivià sono sae valorizzae, con una adeguaa elaborazione, le informazioni riguardani l apparenenza del personale impiegao nella Pubblica Amminisrazione per divisione professionale (dopo aver riclassificao i codici uilizzai per la rilevazione 2010 con quelli relaivi alla nuova classificazione ISTAT 2011, a 2 cifre e a 3 cifre), sia con riferimeno ai dipendeni a empo indeerminao che ai dipendeni a empo deerminao; ali informazioni sono riferie alla consisenza in complesso del personale e al segmeno di personale occupao nella P.A. da 2 anni o meno. Le sime relaive alle assunzioni della Pubblica Amminisrazione per gruppi di professioni sono sae effeuae per il personale a empo indeerminao, prendendo a riferimeno i dai elemenari dell indagine sulle Forze di Lavoro inegrai con le informazioni disponibili rilevae direamene dalla RGS (Sanià) oppure reperibili nei sisemi informaivi di singoli eni (Minisero dell Isruzione e alri). Per le assunzioni a empo indeerminao si è seguia la seguene procedura: 1. le assunzioni regisrae dalla RGS (depurae dai rasferimeni inerni) sono sae riparie nelle caegorie Aeco 84, 85 e 86 (le Aeco 75, 80 e 85 della precedene classificazione) e sono sae proporzionae in base al peso professionale ricavabile dai dai FDL relaivi al personale che ha iniziao a lavorare nei diversi compari della Pubblica Amminisrazione da meno di 2 anni (supponendo che ale dao possa essere una proxy della composizione delle enrae più receni). 2. definia la composizione per gruppi professionali delle assunzioni (sempre relaivamene al personale a empo indeerminao), sono sae simae le relaive assunzioni per gruppi professionali sulla base dei dai endenziali (senza perciò considerare i vincoli previsi dalle norme finanziarie) dal 2013 al Occorre precisare che la composizione per gruppi professionali iene cono dei diversi pesi ricavabili dalle informazioni elemenari dell indagine Forze di Lavoro relaivi a coloro che hanno dichiarao un inserimeno nella Pubblica Amminisrazione negli ulimi 2 anni (cioè oenue araverso l applicazione di un differenziale annuo, dao da una frazione della differenza ra la composizione percenuale dei dai relaivi alla disaggregazione iniziao a lavorare per l auale daore di lavoro da meno di 2 anni e la composizione dei dai oali di caegoria, ipoizzando che ale differenza cauri il rend di cambiameno nella composizione del personale della Pubblica Amminisrazione per professione). 3. i valori così deerminai sono sai confronai con le assunzioni relaive alle professioni deagliaamene rilevae all inerno dei dai RGS (quali ad esempio veerinari, farmacisi, biologi, medici, infermieri del Sisema Saniario Nazionale, professori e ricercaori universiari, doceni di scuola maerna, elemenare, doceni di religione, collaboraori scolasici ). Nel caso in cui, per alcuni gruppi professionali Isa, le assunzioni simae sulla base dei pesi proporzionai dall indagine Isa risulassero superiori a quelle rilevae dalla RGS e riconducibili alla classificazione Isa, si è operao in modo ale da allineare il valore di ali divisioni professionali al dao RGS. 4. infine, la composizione delle assunzioni per gruppi professionali così oenua in modo endenziale è saa reificaa in modo ale da ener cono delle 17

18 norme e dei vincoli finanziari, correggendola nei casi in cui i vincoli agissero in maniera espliciamene differene per alcune caegorie di personale. L uleriore scomposizione professionale sulla base della classificazione ISTAT 2011 a 3 digi è saa oenua disaggregando i dai oenui con il meodo sopra descrio, uilizzando il peso percenuale di ciascuna sooclasse a 3 digi, secondo i dai dell Indagine Forze di Lavoro 2011 Isa, ponderando maggiormene, anche in queso caso, il segmeno dei soggei che hanno dichiarao un inserimeno nella Pubblica Amminisrazione negli ulimi 2 anni. Le nuove scomposizioni sono cioè oenue araverso l applicazione di un differenziale annuo, dao da una frazione della differenza ra la composizione percenuale dei dai relaivi alla disaggregazione iniziao a lavorare per l auale daore di lavoro da meno di 2 anni e la composizione dei dai oali di caegoria, ipoizzando che ale differenza cauri il rend di cambiameno nella composizione del personale della Pubblica Amminisrazione per professione. Previsioni relaive alle enrae disaggregae per livelli di isruzione Anche per la disaggregazione delle assunzioni della Pubblica Amminisrazione per livelli di isruzione e indirizzi di sudio per il periodo si è fao riferimeno ai dai elemenari dell Indagine Isa sulle Forze di Lavoro (2010 e 2011) per le re Aeco del comparo pubblico. I dai disponibili sono sai successivamene inegrai con informazioni ricavabili dai dai RGS (per esempio, nel caso di assunzioni di medici, vi è la cerezza di un livello di isruzione corrispondene alla laurea per l indirizzo di sudio riconducibile all area saniaria). La procedura seguia è simile a quella uilizzaa per le divisioni professionali uilizzando nella faispecie le informazioni disponibili relaive ai ioli di sudio (in queso caso non è sao possibile un confrono ra le sime originae dai dai dell indagine Isa sulle Forze di Lavoro con le informazioni fornie dalla RGS sulle assunzioni sempre per iolo di sudio, fao salvo alcune eccezioni). La RGS infai fornisce esclusivamene dai sulla consisenza del personale ripario per i segueni livelli di isruzione: a. pos laurea b. laurea c. diploma di scuola media superiore d. scuola dell obbligo Quesi livelli non sono auomaicamene comparabili con quelli rilevai dall indagine Isa sulle Forze di Lavoro, ovvero: - laurea, pos laurea, diploma universiario o laurea breve - diploma di maurià - diploma di qualifica professionale - licenza media inferiore - licenza elemenare - nessun iolo 18

19 L iniziale composizione delle assunzioni per livelli di isruzione è saa in alcuni casi correa in modo ale da oenere valori compaibili con il peso di alcune specifiche professioni, in paricolare per quelle dove vi è una srea associazione ra figure professionali e livello di isruzione (ad esempio la figura del medico e la laurea in medicina). Si è peralro enuo cono che per lo svolgimeno di alcune aivià all inerno della Pubblica Amminisrazione la normaiva in ao richiede livelli di isruzione superiori rispeo a quelli precedenemene richiesi (è il caso, ad esempio, degli insegnani nelle scuole dell infanzia e primarie, oppure di alune caegorie paramediche e infermierisiche per le quali il livello di isruzione corrispondene al diploma è sao innalzao al livello corrispondene a quello universiario). Anche in queso caso occorre precisare che la composizione per livelli di isruzione e indirizzi di sudio iene cono dei diversi pesi ricavabili dalle informazioni elemenari dell indagine Forze di Lavoro relaivi a coloro che hanno dichiarao un inserimeno nella Pubblica Amminisrazione negli ulimi 2 anni (cioè oenue araverso l applicazione di un differenziale annuo, dao da una frazione della differenza ra la composizione percenuale dei dai relaivi alla disaggregazione iniziao a lavorare per l auale daore di lavoro da meno di 2 anni e la composizione dei dai oali di caegoria, ipoizzando che ale differenza cauri il rend di cambiameno nella composizione del personale della Pubblica Amminisrazione per livello di isruzione). Previsioni relaive alla disaggregazione delle enrae a livello regionale Per ricosruire la composizione regionale dei movimeni di personale (in enraa e in uscia) nella Pubblica Amminisrazione si è fao riferimeno alla composizione regionale dello sock dei dipendeni per ognuno dei compari, aggregando il dao nelle re Aeco (84, 85 e 86). Ques ulimo dao è sao considerao per una serie di anni, così da cogliere l evoluzione del peso dei diversi compari nelle singole regioni, oenendo di conseguenza un quadro dinamico della sruura della Pubblica Amminisrazione (per comparo) a livello regionale e si è quindi ipoizzao che ale composizione segua il medesimo rend nel periodo previsionale. I relaivi valori errioriali e il peso di ogni comparo sono sai quanificai: sulla base dei dai fornii dalla RGS per regione e comparo o soocomparo sulla base di sime provinciali a parire da dai regionali fornii dalla RGS uilizzando alre foni saisiche nazionali (Miniseri, ecc.) uilizzando foni saisiche locali in assenza di dai RGS Per ciascuna regione sono sai quindi calcolai i dai relaivi allo sock per ogni anno considerao, uilizzando il peso dinamico di ogni soocomparo della Pubblica Amminisrazione a livello regionale, ed analogamene con queso meodo sono sae disaggregae le enrae per gruppo professionale e livello di isruzione a parire dal 2013 e fino al

20 APPENDICE METODOLOGICA SUL MODELLO ECONOMETRICO UTILIZZATO Il VECM è sosanzialmene un Vecor Auoregressive model (VAR) risreo che sfrua appieno le proprieà di non sazionarieà delle serie soriche (si veda l appendice per maggiori deagli). Infai se le variabili considerae sono non sazionarie ma coinegrae il VECM sfrua la relazione di coinegrazione come resrizione di lungo periodo vincolando il comporameno delle variabili endogene a convergere verso la loro relazione di coinegrazione permeendo aggiusameni di breve periodo. Il ermine di coinegrazione è definio error correcion, dao che le deviazioni rispeo alla relazione di lungo periodo sono corree gradualmene da una serie di aggiusameni di breve periodo. Si consideri un generico sisema con K variabili e p riardi. Un VECM può essere espresso nel seguene modo: y = αβy 1 + p i= 1 Γ y i i + v + ε Dove y è un veore K 1di variabili, α, β e v sono veori K 1 di parameri e Γ è una marice K K di parameri. Nell espressione precedene β definisce i parameri dell equazione di coinegrazione menre α rappresena il coefficiene di aggiusameno, ovvero la velocià con cui le singole variabili riornano verso il proprio valore di equilibrio (definio dalla relazione di coinegrazione). Rispeo ad un semplice VAR il VECM risula maggiormene efficiene dao che, in presenza di una relazione di coinegrazione ra le variabili il VAR è misspecificao. Cenni su coinegrazione e VECM Un processo socasico è inegrao di ordine d, e si denoa con I( d ), se deve x è I( d ), essere differenziao d vole per divenare sazionario. Perano, se I 0, cioè sazionario. è ( ) d x Si noi che se x è Id ( ) e z αx βy Più in generale: = + è ( ) I e. y è I( e ), dove e z I de is max (, ) > d, la combinazione lineare Tuavia, se esise una combinazione lineare delle serie soriche che è di ordine di inegrazione minore di quello della serie con l ordine di inegrazione più alo, le serie sono coinegrae. Nell esempio bivariao, se sia x che y sono I (1), ma esise un paramero β ale per cui y β x è I (0), allora x e y sono coinegrae, e ( 1, β ) è il veore di conegrazione. 20

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta Lezione 11 (BAG cap. 10) Inflazione, produzione e crescia della monea Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Tre relazioni ra produzione, disoccupazione e inflazione Legge di Okun

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE Durane un erreoo, le oscillazioni del erreno di fondazione provocano nelle sovrasani sruure delle oscillazioni forzae. Quando il erreoo si arresa, i ovieni della sruura

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

Gestione della produzione MRP e MRPII

Gestione della produzione MRP e MRPII Sommario Gesione della produzione e Inroduzione Classificazione Misure di presazione La Disina Base Logica Lo Sizing in II Inroduzione Inroduzione Def: Gesire la produzione significa generare e sfruare

Dettagli

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 356/2013/R/IDR CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI SERVIZI IDRICI Documeno per la consulazione nell ambio del procedimeno avviao con la deliberazione

Dettagli

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico Il condensaore IASSUNTO: apacia ondensaori a geomeria piana, cilindrica, sferica La cosane dielerica ε r ondensaore ceramico, a cara, eleroliico Il condensaore come elemeno di circuio: ondensaori in serie

Dettagli

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI Alma Maer Sudiorum Universià di Bologna FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Maemaica Maeria di Tesi: Maemaica per le applicazioni economiche e finanziarie MODELLI PER

Dettagli

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A.

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A. Eserciio ( es le La marice è diagonaliabile: verificare, rovando la marice diagonaliane, che è simile a. Esisono re auovalori: mol.alg(- dim V - ; mol.alg( dim V ; mol.alg(- dim V -. Esise una marice simile

Dettagli

7 I convertitori Analogico/Digitali.

7 I convertitori Analogico/Digitali. 7 I converiori Analogico/Digiali. 7 1. Generalià Un volmero numerico, come si evince dal nome, è uno srumeno che effeua misure di ensione mediane una conversione analogicodigiale della grandezza in ingresso

Dettagli

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF TEMPOIZZATOE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A GAO ) SCHEMA A BLOCCHI : M (8) NE555 00K C7 00uF STAT S 4 K C6 0uF (6) (5) () TH C T A B 0 0 Q S Q rese T DIS (7) OUT () 0 T T09*()*C7 (sec) GND () (4) 6

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

Esercizi svolti di teoria dei segnali

Esercizi svolti di teoria dei segnali Esercizi svoli di eoria dei segnali Alessia De Rosa Mauro Barni Novembre Indice Inroduzione ii Caraerisiche dei segnali deerminai Sviluppo in Serie di Fourier di segnali periodici Trasformaa di Fourier

Dettagli

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica Principi di ingegneria elerica Lezione 19 a Conversione eleromeccanica dell'energia Trasmissione e disribuzione dell'energia elerica acchina elerica elemenare Una barra condurice di lunghezza l immersa

Dettagli

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici OTORI A ORRENTE ONTINUA OTORIDUTTORI W W W.DAGU.IT cerificazioni Dagu s.r.l. è un azienda che si è sviluppaa negli anni con discrea rapidià, seguendo un rend di cosane crescia, ciò grazie ad un assiduo

Dettagli

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus 13, Seembre 10 Lampade: Plus Lampade ai vapori di sodio ad ala pressione di ala qualià realizzae con ecnologia PIA (Philips Inegraed Anenna). Vanaggi La ecnologia PIA aumena l'affidabilià e riduce il asso

Dettagli

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO NUMERO 2 del 23.04.08 COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature Numero 2 del 23-04-08 APPLICAZIONI APPARECCHIAURE E IMPIANI LE VARIE SOLUZIONI SARANNO ELENCAE NEL MODO PIÙ SINEICO POSSIBILE. ROVAA LA

Dettagli

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future.

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Roma, 11.11.2014

Dettagli

Circuiti del primo ordine

Circuiti del primo ordine Circuii del primo ordine Un circuio del primo ordine è caraerizzao da un equazione differenziale del primo ordine I circuii del primo ordine sono di due ipi: L o C Teoria dei Circuii Prof. Luca Perregrini

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi.

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi. Iroduzioe () Ua defiizioe (geerale) del ermie qualià: qualià è l isieme delle caraerisiche di u eià (bee o servizio) che e deermiao la capacià di soddisfare le esigeze espresse ed implicie di chi la uilizza.

Dettagli

Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015

Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015 Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015 Corso di Economia Aziendale II modulo Capitolo 4 Lo scambio monetario e i valori scaturenti da esso 1 Stru%ura del corso Introduzione

Dettagli

Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto anno tra contenuti e attività

Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto anno tra contenuti e attività XXXII CONVEGNO UMI-CIIM IL VALORE FORMATIVO DELLA MATEMATICA NELLA SCUOLA DI OGGI dedicato a Federigo Enriques Livorno, 16-18 ottobre 2014 Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità)

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità) 4 Quai eravamo, quai siamo, quai saremo Che cosa si impara el capiolo 4 er cooscere le caraerisiche e l evoluzioe della popolazioe ialiaa araverso u lugo arco di empo uilizziamo il asso di icremeo medio

Dettagli

STATISTICA (A-K) a.a. 2007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 2007

STATISTICA (A-K) a.a. 2007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 2007 A STATISTICA (A-K) a.a. 007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 007 STESS N.O. RD 00 GORU N.O. RD 006 ) La distribuzione del numero degli occupati (valori x 000) in una provincia

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel FATTURAZIONE ELETTRONICA Fa# PA è il servizio online di fa/urazione ele/ronica semplice e sicuro

Dettagli

Problema 1: Una collisione tra meteoriti

Problema 1: Una collisione tra meteoriti Problema : Una colliione ra meeorii Problemi di imulazione della econda prova di maemaica Eami di ao liceo cienifico 5 febbraio 05 Lo udene deve volgere un olo problema a ua cela Tempo maimo aegnao alla

Dettagli

Valore di costo procedimen+ sinte+ci

Valore di costo procedimen+ sinte+ci Corso di valutazione es+ma+va del proge5o Clasa a.a. 2012/13 Valore di costo procedimen+ sinte+ci Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini arch. Pietro Bonifaci Il mercato delle costruzioni LE

Dettagli

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :,

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :, TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Un rsforzione geoeric del pino in sé è un corrispondenz iunivoc r i puni del pino P P, P P P è l igine di P rispeo ll rsforzione. Ad ogni puno P(,) corrisponde uno ed un solo

Dettagli

LE TENDENZE DI MEDIO-LUNGO PERIODO DEL SISTEMA PENSIONISTICO E SOCIO-SANITARIO

LE TENDENZE DI MEDIO-LUNGO PERIODO DEL SISTEMA PENSIONISTICO E SOCIO-SANITARIO LE TENDENZE DI MEDIO-LUNGO PERIODO DEL SISTEMA PENSIONISTICO E SOCIO-SANITARIO Previsioni elaborate con i modelli della Ragioneria Generale dello Stato aggiornati al 2014 Roma, Giugno 2014 Il presente

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Lecce, 19.02.2014 La

Dettagli

15 Aggiornamento Circolare 263/2006: Esternalizzazione di funzioni aziendali

15 Aggiornamento Circolare 263/2006: Esternalizzazione di funzioni aziendali Informa(on and Communica(on Technology supply chain security 15 Aggiornamento Circolare 263/2006: Esternalizzazione di funzioni aziendali Luca Lazzaretto Rosangela D'Affuso Padova, 29 aprile 2015 1 15

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 20/03/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 20/03/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 20/03/2015 Circolare n. 63 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Elementi di Statistica

Elementi di Statistica Elementi di Statistica Contenuti Contenuti di Statistica nel corso di Data Base Elementi di statistica descrittiva: media, moda, mediana, indici di dispersione Introduzione alle variabili casuali e alle

Dettagli

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Salvatore Martorelli 0 Le regole e il sistema di calcolo delle pensioni INPS I vertiginosi cambiamenti nella normativa sulle pensioni

Dettagli

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE Giugno 2014 I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE a cura di G. Marcante Da 24 a 48 mesi di attesa! come è possibile? Premessa L art. 1, commi 484 e 485 della

Dettagli

Buon appetito 3. comunicazione. grammatica. vocabolario Espresso. bene / buono

Buon appetito 3. comunicazione. grammatica. vocabolario Espresso. bene / buono Buon appeio comunicazione Cosa desidera? Vorrei solo un primo Che cosa avee oggi? Prende un caffè? Scusi, mi pora ancora un po di pane? Il cono, per coresia È possibile prenoare un avolo? grammaica I verbi

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa)

Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa) Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa) Massimiliano Viglian1 Solu1on Specialist Applica1on Division CBT Comunicazione integrata

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 24 aprile 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 L Istat ha ricostruito le serie storiche trimestrali e di media annua dal 1977 ad oggi, dei principali aggregati del mercato del lavoro,

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

5. Il contratto part-time

5. Il contratto part-time 5. Il contratto part-time di Elisa Lorenzi 1. L andamento dei contratti part-time Il part-time è una modalità contrattuale che in Italia, nonostante la positiva dinamica registrata negli ultimi anni, riveste

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

Patrimonio della PA. Rapporto sulle partecipazioni detenute dalle Amministrazioni Pubbliche al 31 dicembre 2011

Patrimonio della PA. Rapporto sulle partecipazioni detenute dalle Amministrazioni Pubbliche al 31 dicembre 2011 Patrimonio della PA Rapporto sulle partecipazioni detenute dalle Amministrazioni Pubbliche al 31 dicembre 2011 Dicembre 2013 INDICE 1 Premessa e sintesi 3 2 La rilevazione delle partecipazioni detenute

Dettagli

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione Raduno precampionato 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat Il referto di gara Indicazioni per la corre1a compilazione Il referto di gara Il referto di gara rappresenta il documento che completa l incarico arbitrale:

Dettagli

INTERAZIONI TRA ATMOSFERA E IDROSFERA

INTERAZIONI TRA ATMOSFERA E IDROSFERA INTERAZIONI TRA ATMOSFERA E IDROSFERA PIETRO CALOI Isiuo Naionale di Geofisica - Roma. RIASSUNTO: Fra i legami che vincolano i movimeni di pari della idrosfera mari, laghi a quelli dell'amosfera, si prendono

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto?

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? di Anna de Angelini La maggior flessibilità in entrata introdotta dalla normativa sui rapporti di lavoro a partire seconda

Dettagli

ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA

ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA Fino al 31/12/97 l arrotondamento veniva fatto ai sensi del comma 2 dell art. 40 del DPR 1092/73 (vedi allegato 1). L anzianità complessiva era arrotondata in

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI

ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI 23 luglio 2014 Anno 2013 ATTIVITÀ GRATUITE A BENEFICIO DI ALTRI Vengono diffusi oggi i risultati della prima rilevazione sul lavoro volontario, frutto della convenzione stipulata tra Istat, CSVnet (rete

Dettagli

La do&rina del precedente

La do&rina del precedente La do&rina del precedente I Stare Decisis Lo stare decisis è invece una tecnica decisionale elaborata dai giudici per garan6re stabilità, una sorta di «gerarchia» tra le fon6 giurisprudenziali. Esprime

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE API (FORMAO JSON) PER IMPOR DAI IN CONABILIA' FACILE ONLINE Lo Staff della Geritec SRL mette a disposizione delle API per lo scambio DAI tra applicativi di terze parti e Contabilità facile online (di seguito

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste N.B. Tutti i dati presentati in questo studio sono stati elaborati dall ufficio statistica del Comune (dott.ssa Antonella Primi) per esigenze di conoscenza

Dettagli

Il lavoro. 4.1 L attività e l inattività della popolazione

Il lavoro. 4.1 L attività e l inattività della popolazione Capitolo 4 L analisi del territorio nella programmazione degli interventi di sviluppo agricolo capitolo 4 Il lavoro Gli indicatori presentati in questo capitolo riguardano la condizione di occupazione.

Dettagli

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Parere n. 5 del 22/6/2011 Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Oggetto: Programmazione nazionale dei

Dettagli

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015 Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria Audizione del Direttore dell Agenzia del Demanio Roma, 18 marzo 2015 Indice Audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza sull

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento ARTICOLO Archimede 4 4 esame di stato 4 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA Nella figura

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

Neet: i giovani che non studiano, non frequentano corsi di formazione e non lavorano in Lombardia

Neet: i giovani che non studiano, non frequentano corsi di formazione e non lavorano in Lombardia Neet: i giovani che non studiano, non frequentano corsi di formazione e non lavorano in Lombardia Caratteristiche e cause del fenomeno e analisi delle politiche per contenerlo e ridurlo AGOSTO 2011 Not

Dettagli

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI 1 Slides a cura del dott. Paolo Longoni!1 PARLARE DI CONTABILITÀ NEGLI ENTI LOCALI.. Significa adottare un punto di vista diverso da quello in uso

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO

LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO APPUNTI PER IL CORSO DI ANALISI MATEMATICA I G. MAUCERI Indice 1. Introduzione 1 2. La funzione esponenziale 2 3. Il numero e di Nepero 9 4. L irrazionalità di e

Dettagli

Lavoro e conciliazione dei tempi di vita

Lavoro e conciliazione dei tempi di vita CAPITOLO 3 Lavoro e conciliazione dei tempi di vita L importanza di una buona occupazione Un attività adeguatamente remunerata, ragionevolmente sicura e corrispondente alle competenze acquisite nel percorso

Dettagli

BREVI APPUNTI SU ALCUNI FONDAMENTI DELL ANALISI DEMOGRAFICA

BREVI APPUNTI SU ALCUNI FONDAMENTI DELL ANALISI DEMOGRAFICA BREVI APPUNTI SU ALCUNI FONDAMENTI DELL ANALISI DEMOGRAFICA Nunzio Mastrorocco I quozienti grezzi o generici Volendo procedere all esame di un fenomeno demografico, in un primo e generico approccio è sufficiente

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

La cooperazione italiana negli anni della crisi. 2 Rapporto Euricse

La cooperazione italiana negli anni della crisi. 2 Rapporto Euricse La cooperazione italiana negli anni della crisi 2 Rapporto Euricse 1 La cooperazione italiana negli anni della crisi Secondo Rapporto Euricse Introduzione 3 Carlo Borzaga Parte 1: Il quadro generale 9

Dettagli

Product Overview. ITI Apps Enterprise apps for mobile devices

Product Overview. ITI Apps Enterprise apps for mobile devices Product Overview ITI Apps Enterprise apps for mobile devices ITI idea, proge2a e sviluppa apps per gli uten6 business/enterprise che nell ipad, e nelle altre pia2aforme mobili, possono trovare un device

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

MOVIMENTI DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE - ANNO 2013 Totale residenti

MOVIMENTI DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE - ANNO 2013 Totale residenti COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E POLITICHE EUROPEE Servizio Aziende comunali, Servizi pubblici e Statistica Popolazione residente a Faenza anno 2013 Edizione 1/ST/st/03.01.2014 Supera: nessuno

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Fonti: Eurostat - Regional statistic; Istat - Politiche di Sviluppo e

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 10/04/2015 Circolare n. 74 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

Manuale di configurazione della Posta Ele6ronica Cer=ficata del gestore Register.it

Manuale di configurazione della Posta Ele6ronica Cer=ficata del gestore Register.it Manuale di configurazione della Posta Ele6ronica Cer=ficata del gestore Register.it Configurazione dei Client delle caselle PEC sulla la nuova pia6aforma v. 1.3 Manuale di configurazione dei seguen= client

Dettagli

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii . 2011-2014: il bilancio della crisi Il volume è stato realizzato a cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio

Dettagli

MINIMI QUADRATI. REGRESSIONE LINEARE

MINIMI QUADRATI. REGRESSIONE LINEARE MINIMI QUADRATI. REGRESSIONE LINEARE Se il coefficiente di correlazione r è prossimo a 1 o a -1 e se il diagramma di dispersione suggerisce una relazione di tipo lineare, ha senso determinare l equazione

Dettagli

EQUAZIONI non LINEARI

EQUAZIONI non LINEARI EQUAZIONI non LINEARI Francesca Pelosi Dipartimento di Matematica, Università di Roma Tor Vergata CALCOLO NUMERICO e PROGRAMMAZIONE http://www.mat.uniroma2.it/ pelosi/ EQUAZIONI non LINEARI p.1/44 EQUAZIONI

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

WHITEHALL REPLY SUPPORTA INPS NELLA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA PER LA SIMULAZIONE DELLA PENSIONE.

WHITEHALL REPLY SUPPORTA INPS NELLA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA PER LA SIMULAZIONE DELLA PENSIONE. WHITEHALL REPLY SUPPORTA INPS NELLA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA PER LA SIMULAZIONE DELLA PENSIONE. Whitehall Reply ha supportato INPS nell arricchimento dell offerta online di servizi al cittadino rendendo

Dettagli

riduzioni di disagio L Associazione

riduzioni di disagio L Associazione ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LAA PREVIDENZA E ASSISTENZAA COMPLEMENTARE Studio per un PROGETTO di WELFARE integrato - Primi risultati Ipotesi di intervento tramite un fondoo pensione per fronteggiare eventuali

Dettagli

x = AP = AC PC = R (θ sen θ) y = PB = PQ + BQ = R (1 cos θ).

x = AP = AC PC = R (θ sen θ) y = PB = PQ + BQ = R (1 cos θ). L iloide L urv no oggi ome iloide fu onsider per primo d Glileo, he in un primo momeno ongeurò he l re dell figur rhius fosse re vole quell del erhio he l gener Più rdi, forse us di qulhe esperimeno ml

Dettagli

DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE

DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE Il presente documento costituisce parte integrante della nota informativa della forma pensionistica individuale denominata Piano Individuale Pensionistico di tipo

Dettagli

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE Prot. n. 21096/II/1 dell 11 giugno 2009 UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE VISTA la Legge 8 luglio 1998, n. 230, recante "Nuove norme in materia di obiezione

Dettagli