NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017"

Transcript

1 NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI

2 SOMMARIO PREMESSA IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI... 3 Foni... 3 Meodologia... 3 La formulazione degli scenari al LA DEFINIZIONE DEI FABBISOGNI OCCUPAZIONALI PER SETTORE... 4 La sima delle uscie per pensionameno per i dipendeni privai... 5 La sima delle uscie per pensionameno per gli indipendeni... 7 La sima delle uscie per moralià... 9 Il fabbisogno complessivo LA STIMA DELLE ENTRATE PER SETTORE Riparizione enrae e fabbisogni per regione Il raameno di compaibilià delle basi dai Excelsior Deaglio enrae per professione Deaglio enrae per iolo e indirizzo di sudio LA METODOLOGIA DI STIMA PER LA DETERMINAZIONE DEGLI STOCK E DEI FLUSSI DI PERSONALE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE NEL 2013/ La previsione delle enrae in complesso per gruppi professionali Previsioni relaive alle enrae disaggregae per livelli di isruzione Previsioni relaive alla disaggregazione delle enrae a livello regionale APPENDICE METODOLOGICA SUL MODELLO ECONOMETRICO UTILIZZATO

3 PREMESSA Il presene documeno descrive i principali passi meodologici seguii per la realizzazione del modello previsivo per il periodo del fabbisogno occupazionale previso per seore economico e regione e del flusso delle enrae occupazionali aese per il medesimo periodo. Il modello uilizza le serie soriche delle indagini Excelsior (lavoro dipendene), oenue araverso una riconduzione delle indagini annuali in archivi compaibili, e l esio dell ampliameno di Excelsior al seore pubblico e al lavoro auonomo. Il campo di osservazione della prima fase di deerminazione del fabbisogno (sima degli sock occupazionali al 2017) comprende i seori dell agricolura e della pesca, che vengono invece esclusi nelle fasi successive del modello. 1. IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI Foni I dai uilizzai nell analisi previsionale derivano inegralmene da foni Isa. In paricolare sono sai uilizzai i dai dei Coni Economici Nazionali (Aprile 2012) per occupai (avola 46 e 47) e reribuzioni (avola 28) enrambi disponibili sino all anno e oupu (avola 14, sino al 2009), nonché dai successivamene resi disponibili da Isa sugli occupai in serie sorica già in aeco Tue le variabili sono espresse in ermini reali, ove necessario è sao applicao il deflaore dell oupu derivao dalle avole relaive alla produzione. I dai relaivi alle esporazioni sono rai anch essi dai Coni Economici Nazionali. Meodologia Le sime e le previsioni sono effeuae uilizzando un approccio mulivariao che pone in essere alcune relazioni economiche sruurali. A al fine si è uilizzao un Vecor Error Correcion model (VECM). Il modello privilegia le relazioni di lungo periodo, pur poendo ener cono di aggiusameni di breve periodo. Coerenemene con la leeraura è sao simaa una forma ridoa di una equazione di domanda di lavoro in cui la forza lavoro è saa espressa come funzione di oupu, e salario. A quese variabili è saa aggiuna la variabile esporazioni, in forma seoriale per i seori indusriali ed in forma aggregaa per i servizi (al fine di caurare l effeo indireo che le esporazioni hanno sul seore dei servizi, ad esempio un aumeno sui raspori e sulla logisica), e il asso di crescia dell economia aggregaa. Le sime sono sae effeuae separaamene sul oale occupai e sulla sola componene dipendene, oenendo per differenza la serie dei valori relaivi alla componene degli occupai indipendeni. Si è verificaa la coerenza dei risulai oenui anche in relazione alla plausibilià delle quoe relaive delle due componeni 3

4 occupazionali per ciascun seore; per qualche seore si è operaa una lieve reifica delle composizione inerna delle due componeni, reificandole ove l andameno delle suddee quoe mosrasse endenze apparenemene poco probabili. I seori della sanià e dell isruzione sono sai simai, nella loro evoluzione, per l insieme della componene pubblica e privaa. L andameno degli occupai della componene pubblica di quesi seori così come i servizi generali della pubblica amminisrazione - è saa simaa con apposie modalià. Sulla base delle previsioni specificamene svole per la componene pubblica, la componene privaa di sanià e isruzione è saa oenua per differenza. Ciò si è reso necessario al fine di poer uilizzare per la sima delle enrae (si veda successivo cap. 3); le indicazioni provenieni dall indagine Excelsior che, come noo, riguarda solo il comparo privao di quesi seori. Tuavia il meodo seguio presena il limie che in qualche anno paricolare ali valori possano oscillare in funzione delle oscillazioni delle enrae aese nel seore pubblico (per il combinarsi degli effei del previso pensionameno del personale del comparo). La formulazione degli scenari al 2017 La formulazione di alcuni scenari per le previsioni ha reso necessario considerare alcune variabili come esogene. Al fine di massimizzare la rasparenza ed inerpreabilià è sao considerao come esogeno il solo il asso di crescia dell economia aggregaa e su esso sono sae effeuai gli scenari. In paricolare gli scenari sono sai formulai sulla base delle previsioni effeuae a luglio 2012 dal Fondo Moneario Inernazionale che prevedevano per il 2012 una conrazione dell oupu del 2%, per il 2013 una conrazione dello 0.3% e per gli anni 2014, 2015, 2016 e 2017 una crescia rispeivamene del 0.5%, 1%, 1.2% e 1.2%. Gli scenari oimisici e pessimisici sono sai cosruii come variane del benchmark considerando comune la previsione relaiva al La abella di seguio riassume le assunzioni relaive all andameno del asso di crescia del PIL aggregao (valori espressi in percenuale) Benchmark Posiivo Negaivo LA DEFINIZIONE DEI FABBISOGNI OCCUPAZIONALI PER SETTORE Dopo aver deerminao le variazioni degli sock di occupai oali e del di cui dipendeni e indipendeni (ques ulimo per differenza) previse per i diversi seori economici (expansion demand) nell ambio dello scenario benchmark e per gli scenari posiivo e negaivo, il secondo passaggio del processo si è poso l obieivo di simare la possibile componene occupazionale in uscia dal mercao del lavoro che 4

5 dà luogo alla cosiddea (replacemen demand). A queso fine sono sae considerae le componeni prevedibili in relazione alle uscie per pensioni e per moralià, menre non è sao per il momeno considerao il possibile effeo delle sosiuzioni richiese per sposameni inerseoriali o inerprofessionali degli auali occupai. Si è infine pervenui al fabbisogno complessivo, sempre per ciascun seore economico, quale risulao della somma algebrica delle due componeni di domanda. La sima delle uscie per pensionameno per i dipendeni privai Noo il numero di dipendeni privai per singolo anno di eà e per sesso, si è simao un flusso di uscia per pensionameno dal 2011 in avani applicando un coefficiene di uscia allo sock di dipendeni, disinamene per sesso, nelle diversi classi di eà e nei diversi seori. Si è parii dalle pensioni liquidae nel 2011 per classe di eà e genere di fone INPS: ETA F M TOT da 40 a da 50 a da 55 a da 60 a da 65 a da 70 a e olre non riparibili. 6 6 TOTALE Suboale Quese ulime sono sae riparie per singolo anno di eà anche enendo in debia considerazione i dai sulle pensioni di fone Forze Lavoro Applicando i dai così oenui sui relaivi sock per eà, genere e seore, ricosruii uilizzando i dai sulla sruura per eà sempre di fone INPS (anno 2010), si sono oenui i assi di pensionameno: Anno per eà Tasso di pensionameno FEMMINE Tasso di pensionameno MASCHI 54 0,7% 1,6% 55 6,5% 6,4% 56 7,3% 7,5% 57 7,7% 7,9% 58 8,4% 7,9% 59 9,6% 8,2% 60 43,2% 8,3% 61 47,3% 9,1% 62 49,7% 10,1% 63 52,0% 12,1% 64 54,4% 14,1% 5

6 65 convenzionalmene 100% 23,9% 66 convenzionalmene 100% 31,2% 67 convenzionalmene 100% 39,0% 68 convenzionalmene 100% 78,1% 69 convenzionalmene 100% 97,6% 70 e olre convenzionalmene 100% convenzionalmene 100% I assi di pensionameno per eà del 2011 così oenui sono sai enui fissi solo nel 2011 per ricalcolare le uscie per pensionameno di quell'anno, moliplicandoli per i rispeivi sock di riferimeno al 31/12/2010: convenzionalmene vengono fai uscire subio dal mercao del lavoro ui gli uomini over 69 e ui le donne over 64 (e queso provoca un aumeno fiizio delle uscie per pensionameno nel 2011, rispeo a quelle effeivamene verificaesi, dal momeno che vengono fae uscire ue insieme le persone appareneni a quese classi). Le ipoesi adoae per la previsione dei assi di pensionameno previsi dal 2012 al 2017 sono sae cosruie in base alla normaiva aualmene vigene, qui soo sineizzaa: La pensione di vecchiaia, per le donne iscrie all'ago (assicurazione Generale Obbligaoria) e forme sosiuive, a parire dal 1 gennaio 2012 si conseguirà a 62 anni ed enro il 2018 si dovrà arrivare a 66 anni di eà. Ci sarà quindi parià ra uomini e donne. Sempre da gennaio 2012 per le lavorarici auonome e le iscrie alla Gesione separaa, l eà pensionabile è fissaa a 63 anni e 6 mesi e per il 2018 a 66 anni di eà. Le donne del seore pubblico iscrie a Fondi esclusivi dal 1 gennaio 2012 poranno conseguire la pensione di vecchiaia a 66 anni. Gli uomini del seore privao e pubblico, sia dipendeni sia auonomi, già dal 2012 conseguono la pensione a 66 anni. Tui, uomini e donne, devono avere un anzianià conribuiva di almeno 20 anni. Dal 1 gennaio 2012 la pensione di anzianià non esiserà più. Sarà sosiuia dalla pensione anicipaa. Non basano più i 40 anni ma ce ne vogliono per l anno e 1 mese per le donne e 42 e 1 mese per gli uomini. I requisii, olre ad essere soggei all adeguameno alla speranza di via (per l anno 2013 pari a 3 mesi), sono aumenai di un mese per l anno 2013 e di un uleriore mese a decorrere dal (Fone: INPS) Per quano riguarda il dao del 2012 si è inolre fao riferimeno ai dai diffusi da INPS relaivi ai primi re rimesri del 2012, che documenano un calo delle pensioni liquidae della misura di un erzo del oale rispeo al

7 Sima pensioni per i dipendeni privai descrizione seori pens2013 pens2014 pens2015 pens2016 pens2017 Esrazione di minerali Indusrie alimenari, delle bevande e del abacco Indusrie essili, dell'abbigliameno e delle calzaure Indusrie del legno e del mobile Indusrie della cara, caroecnica e sampa Indusrie chimiche, farmaceuiche e perolifere Indusrie della gomma e delle maerie plasiche Indusrie della lavorazione dei minerali non mealliferi Indusrie meallurgiche e dei prodoi in meallo Indusrie della fabbricazione di macchinari e arezzaure e dei mezzi di ras Indusrie eleriche, eleroniche, oiche e medicali Lavori di impiano ecnico: riparazione, manuenzione e insallazione Indusrie dei beni per la casa, per il empo libero e alre manifauriere Public uiliies (energia, gas, acqua, ambiene) Cosruzioni Commercio e riparazione di auoveicoli e moocicli Commercio all'ingrosso Commercio al deaglio Servizi di alloggio e risorazione; servizi urisici Servizi di rasporo, logisica e magazzinaggio Servizi dei media e della comunicazione Servizi informaici e delle elecomunicazioni Servizi avanzai di supporo alle imprese Servizi finanziari e assicuraivi Servizi operaivi di supporo alle imprese e alle persone Isruzione e servizi formaivi privai Sanià, assisenza sociale e servizi saniari privai Servizi culurali, sporivi e alri servizi alle persone La sima delle uscie per pensionameno per gli indipendeni Noo il numero indipendeni per singolo anno di eà e per sesso, si è simao un flusso di uscia per pensionameno dal 2011 in avani applicando un coefficiene di uscia allo sock di indipendeni, disinamene per sesso, nelle diversi classi di eà e nei diversi seori. Si è parii dalle pensioni liquidae nel 2011 per classe di eà e genere di fone INPS: ETA F M TOT da 40 a da 50 a da 55 a da 60 a da 65 a da 70 a e olre non riparibili 1. 1 TOTALE Suboale

8 Quese ulime sono sae riparie per singolo anno di eà anche enendo in debia considerazione i dai sulle pensioni di fone FL Applicando i dai così oenui sui relaivi sock per eà, genere e seore, ricosruii uilizzando i dai sulla sruura per eà sempre di fone FL (anno 2011), si sono oenui i assi di pensionameno: Anno per eà Tasso di pensionameno FEMMINE Tasso di pensionameno MASCHI 54 0,1% 0,3% 55 2,6% 4,1% 56 2,8% 5,4% 57 3,7% 5,6% 58 4,6% 5,9% 59 5,5% 6,2% 60 11,8% 3,9% 61 28,1% 4,0% 62 37,5% 4,2% 63 56,3% 4,4% 64 75,0% 4,6% 65 82,5% 5,2% 66 82,5% 11,4% 67 82,5% 19,0% 68 82,5% 28,5% 69 82,5% 57,0% ,5% 91,2% 80 e olre convenzionalmene 100% convenzionalmene 100% I assi di pensionameno per eà del 2011 così oenui sono sai enui fissi solo nel 2011 per ricalcolare le uscie per pensionameno di quell'anno, moliplicandoli per i rispeivi sock di riferimeno al 31/12/2010: convenzionalmene vengono fai uscire subio dal mercao del lavoro ui gli indipendeni over 80 (e queso provoca un aumeno fiizio delle uscie per pensionameno nel 2011, rispeo a quelle effeivamene verificaesi, dal momeno che vengono fae uscire ue nello sesso anno le persone appareneni a quese classi). Le ipoesi adoae per la previsione dei assi di pensionameno previsi per gli indipendeni dal 2012 al 2017 sono sae cosruie manenendo come riferimeno quelle già implemenae per i dipendeni privai. 8

9 Sima pensioni per gli indipendeni descrizione seori pens2013 pens2014 pens2015 pens2016 pens2017 Esrazione di minerali Indusrie alimenari, delle bevande e del abacco Indusrie essili, dell'abbigliameno e delle calzaure Indusrie del legno e del mobile Indusrie della cara, caroecnica e sampa Indusrie chimiche, farmaceuiche e perolifere Indusrie della gomma e delle maerie plasiche Indusrie della lavorazione dei minerali non mealliferi Indusrie meallurgiche e dei prodoi in meallo Indusrie della fabbricazione di macchinari e arezzaure e dei mezzi di ras Indusrie eleriche, eleroniche, oiche e medicali Lavori di impiano ecnico: riparazione, manuenzione e insallazione Indusrie dei beni per la casa, per il empo libero e alre manifauriere Public uiliies (energia, gas, acqua, ambiene) Cosruzioni Commercio e riparazione di auoveicoli e moocicli Commercio all'ingrosso Commercio al deaglio Servizi di alloggio e risorazione; servizi urisici Servizi di rasporo, logisica e magazzinaggio Servizi dei media e della comunicazione Servizi informaici e delle elecomunicazioni Servizi avanzai di supporo alle imprese Servizi finanziari e assicuraivi Servizi operaivi di supporo alle imprese e alle persone Isruzione e servizi formaivi privai Sanià, assisenza sociale e servizi saniari privai Servizi culurali, sporivi e alri servizi alle persone Le sime sono sae effeuae disinamene per singola regione e engono perano cono della specifica sruura per eà dei lavoraori dipendeni (e indipendeni) rilevabile dagli universi INPS e FL. La sima delle uscie per moralià Per quano riguarda le uscie per moralià si sono uilizzai i assi di moralià per sesso e per eà del 2009, sempre di fone ISTAT, a livello nazionale. Essi sono sai enui fissi e sono sai uilizzai per simare le uscie per moralià dal 2013 al 2017 (moliplicandoli di anno in anno per i rispeivi sock di riferimeno). Le suddee sime sono sae successivamene riparie a livello regionale. 9

10 Sima moralià per i dipendeni privai descrizione seori mor2013 mor2014 mor2015 mor2016 mor2017 Esrazione di minerali Indusrie alimenari, delle bevande e del abacco Indusrie essili, dell'abbigliameno e delle calzaure Indusrie del legno e del mobile Indusrie della cara, caroecnica e sampa Indusrie chimiche, farmaceuiche e perolifere Indusrie della gomma e delle maerie plasiche Indusrie della lavorazione dei minerali non mealliferi Indusrie meallurgiche e dei prodoi in meallo Indusrie della fabbricazione di macchinari e arezzaure e dei mezzi di ras Indusrie eleriche, eleroniche, oiche e medicali Lavori di impiano ecnico: riparazione, manuenzione e insallazione Indusrie dei beni per la casa, per il empo libero e alre manifauriere Public uiliies (energia, gas, acqua, ambiene) Cosruzioni Commercio e riparazione di auoveicoli e moocicli Commercio all'ingrosso Commercio al deaglio Servizi di alloggio e risorazione; servizi urisici Servizi di rasporo, logisica e magazzinaggio Servizi dei media e della comunicazione Servizi informaici e delle elecomunicazioni Servizi avanzai di supporo alle imprese Servizi finanziari e assicuraivi Servizi operaivi di supporo alle imprese e alle persone Isruzione e servizi formaivi privai Sanià, assisenza sociale e servizi saniari privai Servizi culurali, sporivi e alri servizi alle persone Sima moralià per gli indipendeni descrizione seori mor2013 mor2014 mor2015 mor2016 mor2017 Esrazione di minerali Indusrie alimenari, delle bevande e del abacco Indusrie essili, dell'abbigliameno e delle calzaure Indusrie del legno e del mobile Indusrie della cara, caroecnica e sampa Indusrie chimiche, farmaceuiche e perolifere Indusrie della gomma e delle maerie plasiche Indusrie della lavorazione dei minerali non mealliferi Indusrie meallurgiche e dei prodoi in meallo Indusrie della fabbricazione di macchinari e arezzaure e dei mezzi di ras Indusrie eleriche, eleroniche, oiche e medicali Lavori di impiano ecnico: riparazione, manuenzione e insallazione Indusrie dei beni per la casa, per il empo libero e alre manifauriere Public uiliies (energia, gas, acqua, ambiene) Cosruzioni Commercio e riparazione di auoveicoli e moocicli Commercio all'ingrosso Commercio al deaglio Servizi di alloggio e risorazione; servizi urisici Servizi di rasporo, logisica e magazzinaggio Servizi dei media e della comunicazione Servizi informaici e delle elecomunicazioni Servizi avanzai di supporo alle imprese Servizi finanziari e assicuraivi Servizi operaivi di supporo alle imprese e alle persone Isruzione e servizi formaivi privai Sanià, assisenza sociale e servizi saniari privai Servizi culurali, sporivi e alri servizi alle persone

11 Il fabbisogno complessivo Il fabbisogno derivane dalle uscie per pensionameno e per moralià è sao sommao nella componene di replacemen demand. Sommando algebricamene anche la componene di expansion demand (o spesso più esaamene poremmo dire di reducion demand ) si perviene, al ermine di quesa fase, alla definizione per ciascun seore di quello che possiamo chiamare il fabbisogno complessivo. 3. LA STIMA DELLE ENTRATE PER SETTORE Oenue le previsioni dei fabbisogni oali per seore, si è giuni nella fase per la quale le serie soriche Excelsior cosiuiscono la fone essenziale. Si precisa innanziuo che si dispone: per i dipendeni privai degli archivi compaibili relaivi alle indagini sui seori privai (agricolura esclusa) per gli indipendeni delle serie soriche esio delle sime sui lavoraori auonomi (imprendiori e professionisi). Si è opao per applicare la riparizione per professione e iolo di sudio alle enrae e non al fabbisogno, poiché le suddee serie soriche Excelsior si riferiscono a quesa variabile e non ano al fabbisogno. In alre parole, essendo il fabbisogno ricavao da una somma algebrica della quale una componene assume spesso valori negaivi, non pare correo uilizzare la riparizione delle enrae, le quali sicuramene engono cono anche, almeno in pare, della mobilià iner e inraseoriale. Perano è sao innanziuo necessario pervenire ad una sima delle enrae per seore di aivià. Dal processo precedene si prendono per seore e anno: sock, saldo, asso di variazione (saldo su sock), replacemen e asso di sosiuzione (replacemen su sock), separaamene per dipendeni e indipendeni; quesi ulimi sono calcolai come differenza, per ciascun seore, ra oale e dipendeni. Per gli sock dell anno 2012 si dispone sia del dao Excelsior sia di quello di fone conabilià nazionale, usao per la previsione degli scenari. Poiché il dao Excelsior presena olre 2 milioni di dipendeni in meno (differenza che si disribuisce in modo non uniforme sui vari seori) e 1 milione di indipendeni in meno, per avere dei flussi coereni con le proiezioni anche per il 2012 si sono sceli i valori di sock della conabilià nazionale. Da Excelsior si ricavano, sempre per seore e anno: enrae e asso di enraa (T.E.) della serie sorica Per gli indipendeni si uilizzano, sempre per seore e anno, i dai degli imprendiori e dei liberi professionisi per gli anni

12 Passo 1 Si simano i assi di enraa per seore e anno per il periodo Il asso di enraa di ciascun anno è dao dalla media mobile dei precedeni 7 assi (ad es: per il 2013 dalla media dei T.E ; per il 2014 dalla media dei T.E e così via). Poiché la media mobile per sua naura ende a neuralizzare le oscillazioni convergendo verso un valore, il valore della media viene correo applicando il asso di variazione (T.V.) previso. Di conseguenza il T.E sarà oenuo dalla media dei T.E T.V. 2013; il 2014 dalla media dei T.E T.V e così via. In sosanza si ipoizza che il asso di enraa non dipenda solo dalla media (endenza) degli anni precedeni, ma che aumeni o decresca anche in funzione del saldo di variazione previso nell anno. Si applica la sessa procedura per gli indipendeni a parire dalla serie sorica Passo 2 Nell applicare la formula si verifica che i assi di enraa oenui per seore e anno siano coereni con il asso di sosiuzione (T.S.) previso. In realà queso passaggio è conesuale al calcolo del T.E. in quano il asso risulane concorrerà alla deerminazione dei T.E. per gli anni segueni. Concreamene, se il T.E. oenuo risula inferiore al asso di sosiuzione si usa ques ulimo come asso di enraa; in al modo le enrae risulani incorporeranno almeno il replacemen simao e non poranno mai risulare negaive. Passo 3 Sulla base dei T.E. si simano le enrae previse per seore e anno. Passo 4: Applicando i saldi alle enrae si oengono le uscie e il relaivo asso di uscia. Quesi dai non sono sreamene necessari, ma compleano la quadraura complessiva dei dai. Riparizione enrae e fabbisogni per regione A queso puno abbiamo le enrae previse per seore e anno (e scenario). Ora è necessario suddividere quese sesse enrae, uniamene alle uscie, in modo da oenere i saldi per regione, primo passaggio per calcolare un fabbisogno neo disino erriorialmene. Per ogni seore e anno si deermina la disribuzione cardine delle enrae (e delle uscie) per erriorio a parire dalla serie sorica di Excelsior facendo la media mobile della quoa relaiva di ciascuna regione. Deerminae enrae e uscie si oiene il saldo previso per ogni anno in capo a ciascuna regione. Tali saldi, sommai al replacemen simao per ciascuna regione, danno la spaccaura del fabbisogno neo per erriorio. 12

13 La procedura si aricola a queso puno in successive fasi, al fine di riparire le enrae per professione e ioli di sudio. Innanziuo occorre far riferimeno a basi dai Excelsior compaibili ra loro e con la sruura delle enrae previse a livello generale per i diversi anni. Il raameno di compaibilià delle basi dai Excelsior Come deo, per uilizzare le dinamiche rilevae da Excelsior occorre rendere compaibili le diverse basi dai ra di loro, per neuralizzarle dalle variazioni inervenue nelle diverse rilevazioni, e rispeo alla sruura del modello previsivo di derivazione dai dai della conabilià nazionale. Nello specifico le operazioni di compaibilià svole in alra azione del progeo - avvengono per le professioni, i ioli di sudio e i seori. Per quano riguarda le professioni il problema riguarda la compaibilià inerna ra le diverse annualià di Excelsior a causa delle variazioni inervenue sul dizionario delle professioni Excelsior e sull assegnazione delle singole voci elemenari alle caegorie previse dalla classificazione ISTAT Anche per i ioli di sudio si raa di ricercare la compaibilià inerna ra le diverse annualià di Excelsior, a causa delle variazioni inervenue sulla classificazione dei ioli di sudio propria di Excelsior e sull assegnazione delle singole voci elemenari agli indirizzi uilizzai per l esposizione dei dai. Infine, per quano riguarda i seori esise un problema di compaibilià ra l aricolazione uilizzaa da Excelsior e quella derivaa dalla conabilià nazionale e uilizzaa dal modello per la sima generale dei fabbisogni. In ui i casi i problemi di compaibilià sono sai risoli applicando, di vola in vola, delle regole punuali o delle abelle di conversione. A queso puno, oenua la migliore compaibilià possibile ra la serie sorica dei dai Excelsior e i dai del modello, è possibile procedere alle operazioni per qualificare l evoluzione dei fabbisogni in ermini di professioni e ioli di sudio secondo la disribuzione seoriale e errioriale. Deaglio enrae per professione Le enrae per seore e regione cosiuiscono anche il fabbisogno assoluo di cui, sempre sfruando la serie sorica delle annualià di Excelsior, si vuole ipoizzare la composizione per gruppo professionale e iolo di sudio (indirizzo). Per oenere la riparizione di quesi dai per professione e iolo di sudio si applica la procedura classica. Infai, che sia un fabbisogno neo o la somma delle enrae, conceualmene abbiamo sempre un numero da disaggregare secondo una disribuzione cardine simaa a parire dalla serie sorica di Excelsior. Si è adoao il calcolo della media mobile dell incidenza di ogni gruppo professionale nelle diverse annualià di Excelsior sia per i dipendeni sia per i lavoraori auonomi. Per la componene dei dipendeni pubblici si veda l ulimo paragrafo. 13

14 Deaglio enrae per iolo e indirizzo di sudio Anche per i ioli di sudio il puno di parenza uilizzao sono sae le enrae per seore, regione e anno. Per la sima si è adoaa la media mobile delle quoe di incidenza di ciascun indirizzo di sudio per seore e regione in modo da incorporare cere endenze cole dalla serie sorica di Excelsior, adoaando la disribuzione dall indagine Forze Lavoro per livelli e ioli di isruzione. 14

15 4. LA METODOLOGIA DI STIMA PER LA DETERMINAZIONE DEGLI STOCK E DEI FLUSSI DI PERSONALE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE NEL 2013/2017 La meodologia si basa sugli archivi dello sock del personale occupao nella Pubblica Amminisrazione a fine 2012, sui quali si è proceduo ad effeuare previsioni per il quinquennio successivo, fino al Il primo passo è sao quello di simare le uscie di personale per ognuno dei 5 anni in oggeo. Si è perano calcolao il asso di uscia relaivo ai pensionameni annui, enendo cono delle nuove normaive di legge delineae nel corso del 2012 che regolano i flussi di uscia per moivi pensionisici legai al superameno di una soglia di eà variabile a seconda dell anno (e comunque sempre superiore ai 66 anni di eà). Per oenere queso asso si è ricosruia - a parire dai dai fornii dalla Ragioneria Generale dello Sao (RGS) e relaivi alle classi di eà quinquennali del personale pubblico, disinamene per ogni comparo e successivamene inegrai con quelli dell Indagine sulle Forze di Lavoro, Isa - la piramide per eà (annuale) relaiva ai re macroseori di aivià, al fine di oenere, per ciascun anno dal 2013 al 2017, il numero di pensionameni. Per ogni anno è saa calcolaa la classe di eà che raggiunge i requisii pensionisici, enendo cono anche delle frazioni di anno quando la normaiva preveda il raggiungimeno di una paricolare eà (per esempio 66 anni e 3 mesi oppure 66 anni e 7 mesi). Calcolao così il numero di uscie annue per ciascuno dei compari e il relaivo asso di pensionameno (che sulla base delle riforme pensionisiche vede un rallenameno del flusso in uscia nei primi anni e una maggior quoa di pensionameni alla fine del periodo esaminao nella previsione), sono sai deerminai anche gli alri assi del modello previsivo per la sima delle uscie, ovvero i assi relaivi alle resani cause (dimissioni, decessi, alri moivi), arrivando quindi alla quanificazione del personale in uscia in ogni anno, disinamene per le re Aeco che ineressano la Pubblica Amminisrazione. Successivamene si è simao il flusso di enrae, enendo cono, per ciascuno dei compari pubblici, di aluni parameri regolani il flusso in relazione alle uscie dell anno precedene nel medesimo comparo. Anche in queso caso, come nelle previsioni effeuae per il 2012, si è fao riferimeno sia alle disposizioni della Legge 133/ in origine DL 112/08, che fissava specifici parameri regolaivi delle assunzioni di personale, disinamene per ogni comparo, parameri via via aggiornai in base ad aggiunive disposizioni di legge ed in paricolare di quelle previse dalle annuali Leggi Finanziarie - sia del probabile effeo delle riforme per la Pubblica Amminisrazione inrodoe nel 2012 e che regolano uleriormene i flussi di personale in enraa. Il asso di pensionameno precedenemene definio al fine di oenere i flussi in uscia (successivamene suddivise anche a livello regionale) ha permesso di oenere il valore delle uscie sesse per replacemen nel modello previsivo (sempre con riferimeno ai re macro-compari pubblici), valore che, sommao algebricamene al saldo dell anno di riferimeno (enrae-uscie), ha permesso di simare il fabbisogno, alra variabile consideraa nel modello, i cui valori si discosano da quelli relaivi alle enrae in senso sreo. 15

16 Di seguio si ripora il quadro sinoico con gli elemeni uilizzai per la sima delle enrae in ogni singolo comparo e con i relaivi parameri che rapporano le enrae alle uscie. I valori relaivi ai singoli compari sono sai successivamene aggregai nei re macrocompari (ovvero le Aeco 84, 85 e 86) che riguardano il seore pubblico. Quadro sinoico dei parameri applicai, per comparo della P.A., relaivi alle previsioni delle enrae di personale per il modello previsivo dal 2013 al 2017 Compari Regioni ed Auonomie Locali enrae =0,2 uscie 2012 enrae =0,2 uscie 2013 enrae =0,2 uscie 2014 enrae =0,33 uscie 2015 enrae =0,33 uscie 2016 Scuola (*) enrae =0,33 uscie 2012 enrae =0,5 uscie 2013 enrae =0,5 uscie 2014 enrae =0,75 uscie 2015 enrae =0,75 uscie 2016 Universià enrae =0,25 uscie 2012 enrae =0,25 uscie 2013 enrae =0,25 uscie 2014 enrae =0,25 uscie 2015 enrae =0,25 uscie 2016 Servizio Saniario Nazionale enrae =0,5 uscie 2012 enrae =0,5 uscie 2013 enrae =0,5 uscie 2014 enrae =0,667 uscie 2015 enrae =0,667 uscie 2016 Miniseri, Agenzie e Presidenza enrae =0,2 uscie 2012 enrae =0,2 uscie 2013 enrae =0,2 uscie 2014 enrae =0,25 uscie 2015 enrae =0,25 uscie 2016 Aziende Auonome enrae =0,2 uscie 2012 enrae =0,2 uscie 2013 enrae =0,2 uscie 2014 enrae =0,25 uscie 2015 enrae =0,25 uscie 2016 Corpi di Polizia enrae =0,33 uscie 2012 enrae =0,33 uscie 2013 enrae =0,33 uscie 2014 enrae =0,5 uscie 2015 enrae =0,5 uscie 2016 Forze Armae enrae =0,33 uscie 2012 enrae =0,33 uscie 2013 enrae =0,33 uscie 2014 enrae =0,33 uscie 2015 enrae =0,33 uscie 2016 Magisraura enrae =0,33 uscie 2012 enrae =0,33 uscie 2013 enrae =0,33 uscie 2014 enrae =0,33 uscie 2015 enrae =0,33 uscie 2016 Carriera Diplomaica e Prefeizia enrae =0,33 uscie 2012 enrae =0,33 uscie 2013 enrae =0,33 uscie 2014 enrae =0,33 uscie 2015 enrae =0,33 uscie 2016 Eni Pubblici non Economici enrae =0,2 uscie 2012 enrae =0,2 uscie 2013 enrae =0,2 uscie 2014 enrae =0,33 uscie 2015 enrae =0,33 uscie 2016 Eni di ricerca enrae =0,2 uscie 2012 enrae =0,2 uscie 2013 enrae =0,2 uscie 2014 enrae =0,5 uscie 2015 enrae =0,5 uscie 2016 (*): si è fao riferimeno a norme miniseriali e ad alre informazioni che deerminano il saldo di personale La deerminazione dei flussi di uscia e di enraa ha quindi porao alla deerminazione del saldo annuale e dello sock a fine anno per ognuno dei re macrocompari dal 2013 al Seguendo lo sviluppo del modello, si è poi proceduo alla disaggregazione dei valori relaivi alle enrae per gruppo professionale e livello di isruzione, come illusrao successivamene. La previsione delle enrae in complesso per gruppi professionali Si è provveduo a disaggregare le enrae sesse per gruppi professionali per il quinquennio In assenza di informazioni punuali (non disponibili nelle elaborazioni RGS), per la disaggregazione delle previsioni di enraa per gruppi professionali per il periodo sono sai presi in considerazione i dai elemenari rilevai dall Isa con le indagini sulle Forze di Lavoro (FDL), relaive all anno 2010 e I dai di ciascuna rilevazione rimesrale sono sai elaborai in modo da oenere un valore eorico medio annuo, valore che può essere considerao rappresenaivo della riparizione per gruppi professionali dello sock di occupai nella Pubblica Amminisrazione. Sulla base delle rilevazioni Isa - Forze di Lavoro e dei relaivi dai elemenari è sao possibile quanificare alcune caraerisiche occupazionali del personale impiegao nella Pubblica Amminisrazione, riparie per le aivià ricomprese nell Aeco 84 (Pubblica amminisrazione e difesa), 85 (Isruzione) e 86 (Sanià). 16

17 Nello specifico per ciascuna delle re divisioni di aivià sono sae valorizzae, con una adeguaa elaborazione, le informazioni riguardani l apparenenza del personale impiegao nella Pubblica Amminisrazione per divisione professionale (dopo aver riclassificao i codici uilizzai per la rilevazione 2010 con quelli relaivi alla nuova classificazione ISTAT 2011, a 2 cifre e a 3 cifre), sia con riferimeno ai dipendeni a empo indeerminao che ai dipendeni a empo deerminao; ali informazioni sono riferie alla consisenza in complesso del personale e al segmeno di personale occupao nella P.A. da 2 anni o meno. Le sime relaive alle assunzioni della Pubblica Amminisrazione per gruppi di professioni sono sae effeuae per il personale a empo indeerminao, prendendo a riferimeno i dai elemenari dell indagine sulle Forze di Lavoro inegrai con le informazioni disponibili rilevae direamene dalla RGS (Sanià) oppure reperibili nei sisemi informaivi di singoli eni (Minisero dell Isruzione e alri). Per le assunzioni a empo indeerminao si è seguia la seguene procedura: 1. le assunzioni regisrae dalla RGS (depurae dai rasferimeni inerni) sono sae riparie nelle caegorie Aeco 84, 85 e 86 (le Aeco 75, 80 e 85 della precedene classificazione) e sono sae proporzionae in base al peso professionale ricavabile dai dai FDL relaivi al personale che ha iniziao a lavorare nei diversi compari della Pubblica Amminisrazione da meno di 2 anni (supponendo che ale dao possa essere una proxy della composizione delle enrae più receni). 2. definia la composizione per gruppi professionali delle assunzioni (sempre relaivamene al personale a empo indeerminao), sono sae simae le relaive assunzioni per gruppi professionali sulla base dei dai endenziali (senza perciò considerare i vincoli previsi dalle norme finanziarie) dal 2013 al Occorre precisare che la composizione per gruppi professionali iene cono dei diversi pesi ricavabili dalle informazioni elemenari dell indagine Forze di Lavoro relaivi a coloro che hanno dichiarao un inserimeno nella Pubblica Amminisrazione negli ulimi 2 anni (cioè oenue araverso l applicazione di un differenziale annuo, dao da una frazione della differenza ra la composizione percenuale dei dai relaivi alla disaggregazione iniziao a lavorare per l auale daore di lavoro da meno di 2 anni e la composizione dei dai oali di caegoria, ipoizzando che ale differenza cauri il rend di cambiameno nella composizione del personale della Pubblica Amminisrazione per professione). 3. i valori così deerminai sono sai confronai con le assunzioni relaive alle professioni deagliaamene rilevae all inerno dei dai RGS (quali ad esempio veerinari, farmacisi, biologi, medici, infermieri del Sisema Saniario Nazionale, professori e ricercaori universiari, doceni di scuola maerna, elemenare, doceni di religione, collaboraori scolasici ). Nel caso in cui, per alcuni gruppi professionali Isa, le assunzioni simae sulla base dei pesi proporzionai dall indagine Isa risulassero superiori a quelle rilevae dalla RGS e riconducibili alla classificazione Isa, si è operao in modo ale da allineare il valore di ali divisioni professionali al dao RGS. 4. infine, la composizione delle assunzioni per gruppi professionali così oenua in modo endenziale è saa reificaa in modo ale da ener cono delle 17

18 norme e dei vincoli finanziari, correggendola nei casi in cui i vincoli agissero in maniera espliciamene differene per alcune caegorie di personale. L uleriore scomposizione professionale sulla base della classificazione ISTAT 2011 a 3 digi è saa oenua disaggregando i dai oenui con il meodo sopra descrio, uilizzando il peso percenuale di ciascuna sooclasse a 3 digi, secondo i dai dell Indagine Forze di Lavoro 2011 Isa, ponderando maggiormene, anche in queso caso, il segmeno dei soggei che hanno dichiarao un inserimeno nella Pubblica Amminisrazione negli ulimi 2 anni. Le nuove scomposizioni sono cioè oenue araverso l applicazione di un differenziale annuo, dao da una frazione della differenza ra la composizione percenuale dei dai relaivi alla disaggregazione iniziao a lavorare per l auale daore di lavoro da meno di 2 anni e la composizione dei dai oali di caegoria, ipoizzando che ale differenza cauri il rend di cambiameno nella composizione del personale della Pubblica Amminisrazione per professione. Previsioni relaive alle enrae disaggregae per livelli di isruzione Anche per la disaggregazione delle assunzioni della Pubblica Amminisrazione per livelli di isruzione e indirizzi di sudio per il periodo si è fao riferimeno ai dai elemenari dell Indagine Isa sulle Forze di Lavoro (2010 e 2011) per le re Aeco del comparo pubblico. I dai disponibili sono sai successivamene inegrai con informazioni ricavabili dai dai RGS (per esempio, nel caso di assunzioni di medici, vi è la cerezza di un livello di isruzione corrispondene alla laurea per l indirizzo di sudio riconducibile all area saniaria). La procedura seguia è simile a quella uilizzaa per le divisioni professionali uilizzando nella faispecie le informazioni disponibili relaive ai ioli di sudio (in queso caso non è sao possibile un confrono ra le sime originae dai dai dell indagine Isa sulle Forze di Lavoro con le informazioni fornie dalla RGS sulle assunzioni sempre per iolo di sudio, fao salvo alcune eccezioni). La RGS infai fornisce esclusivamene dai sulla consisenza del personale ripario per i segueni livelli di isruzione: a. pos laurea b. laurea c. diploma di scuola media superiore d. scuola dell obbligo Quesi livelli non sono auomaicamene comparabili con quelli rilevai dall indagine Isa sulle Forze di Lavoro, ovvero: - laurea, pos laurea, diploma universiario o laurea breve - diploma di maurià - diploma di qualifica professionale - licenza media inferiore - licenza elemenare - nessun iolo 18

19 L iniziale composizione delle assunzioni per livelli di isruzione è saa in alcuni casi correa in modo ale da oenere valori compaibili con il peso di alcune specifiche professioni, in paricolare per quelle dove vi è una srea associazione ra figure professionali e livello di isruzione (ad esempio la figura del medico e la laurea in medicina). Si è peralro enuo cono che per lo svolgimeno di alcune aivià all inerno della Pubblica Amminisrazione la normaiva in ao richiede livelli di isruzione superiori rispeo a quelli precedenemene richiesi (è il caso, ad esempio, degli insegnani nelle scuole dell infanzia e primarie, oppure di alune caegorie paramediche e infermierisiche per le quali il livello di isruzione corrispondene al diploma è sao innalzao al livello corrispondene a quello universiario). Anche in queso caso occorre precisare che la composizione per livelli di isruzione e indirizzi di sudio iene cono dei diversi pesi ricavabili dalle informazioni elemenari dell indagine Forze di Lavoro relaivi a coloro che hanno dichiarao un inserimeno nella Pubblica Amminisrazione negli ulimi 2 anni (cioè oenue araverso l applicazione di un differenziale annuo, dao da una frazione della differenza ra la composizione percenuale dei dai relaivi alla disaggregazione iniziao a lavorare per l auale daore di lavoro da meno di 2 anni e la composizione dei dai oali di caegoria, ipoizzando che ale differenza cauri il rend di cambiameno nella composizione del personale della Pubblica Amminisrazione per livello di isruzione). Previsioni relaive alla disaggregazione delle enrae a livello regionale Per ricosruire la composizione regionale dei movimeni di personale (in enraa e in uscia) nella Pubblica Amminisrazione si è fao riferimeno alla composizione regionale dello sock dei dipendeni per ognuno dei compari, aggregando il dao nelle re Aeco (84, 85 e 86). Ques ulimo dao è sao considerao per una serie di anni, così da cogliere l evoluzione del peso dei diversi compari nelle singole regioni, oenendo di conseguenza un quadro dinamico della sruura della Pubblica Amminisrazione (per comparo) a livello regionale e si è quindi ipoizzao che ale composizione segua il medesimo rend nel periodo previsionale. I relaivi valori errioriali e il peso di ogni comparo sono sai quanificai: sulla base dei dai fornii dalla RGS per regione e comparo o soocomparo sulla base di sime provinciali a parire da dai regionali fornii dalla RGS uilizzando alre foni saisiche nazionali (Miniseri, ecc.) uilizzando foni saisiche locali in assenza di dai RGS Per ciascuna regione sono sai quindi calcolai i dai relaivi allo sock per ogni anno considerao, uilizzando il peso dinamico di ogni soocomparo della Pubblica Amminisrazione a livello regionale, ed analogamene con queso meodo sono sae disaggregae le enrae per gruppo professionale e livello di isruzione a parire dal 2013 e fino al

20 APPENDICE METODOLOGICA SUL MODELLO ECONOMETRICO UTILIZZATO Il VECM è sosanzialmene un Vecor Auoregressive model (VAR) risreo che sfrua appieno le proprieà di non sazionarieà delle serie soriche (si veda l appendice per maggiori deagli). Infai se le variabili considerae sono non sazionarie ma coinegrae il VECM sfrua la relazione di coinegrazione come resrizione di lungo periodo vincolando il comporameno delle variabili endogene a convergere verso la loro relazione di coinegrazione permeendo aggiusameni di breve periodo. Il ermine di coinegrazione è definio error correcion, dao che le deviazioni rispeo alla relazione di lungo periodo sono corree gradualmene da una serie di aggiusameni di breve periodo. Si consideri un generico sisema con K variabili e p riardi. Un VECM può essere espresso nel seguene modo: y = αβy 1 + p i= 1 Γ y i i + v + ε Dove y è un veore K 1di variabili, α, β e v sono veori K 1 di parameri e Γ è una marice K K di parameri. Nell espressione precedene β definisce i parameri dell equazione di coinegrazione menre α rappresena il coefficiene di aggiusameno, ovvero la velocià con cui le singole variabili riornano verso il proprio valore di equilibrio (definio dalla relazione di coinegrazione). Rispeo ad un semplice VAR il VECM risula maggiormene efficiene dao che, in presenza di una relazione di coinegrazione ra le variabili il VAR è misspecificao. Cenni su coinegrazione e VECM Un processo socasico è inegrao di ordine d, e si denoa con I( d ), se deve x è I( d ), essere differenziao d vole per divenare sazionario. Perano, se I 0, cioè sazionario. è ( ) d x Si noi che se x è Id ( ) e z αx βy Più in generale: = + è ( ) I e. y è I( e ), dove e z I de is max (, ) > d, la combinazione lineare Tuavia, se esise una combinazione lineare delle serie soriche che è di ordine di inegrazione minore di quello della serie con l ordine di inegrazione più alo, le serie sono coinegrae. Nell esempio bivariao, se sia x che y sono I (1), ma esise un paramero β ale per cui y β x è I (0), allora x e y sono coinegrae, e ( 1, β ) è il veore di conegrazione. 20

La vischiosità dei depositi a vista durante la recente crisi finanziaria: implicazioni in una prospettiva di risk management

La vischiosità dei depositi a vista durante la recente crisi finanziaria: implicazioni in una prospettiva di risk management La vischiosià dei deposii a visa durane la recene crisi finanziaria: implicazioni in una prospeiva di risk managemen Igor Gianfrancesco Camillo Gilibero 31/01/1999 31/07/1999 31/01/2000 31/07/2000 31/01/2001

Dettagli

Lezione n.12. Gerarchia di memoria

Lezione n.12. Gerarchia di memoria Lezione n.2 Gerarchia di memoria Sommario: Conceo di gerarchia Principio di localià Definizione di hi raio e miss raio La gerarchia di memoria Il sisema di memoria è molo criico per le presazioni del calcolaore.

Dettagli

tp = 0 P + t r a 0 P Il modello di crescita aritmetico deriva dalla logica del tasso di interesse semplice

tp = 0 P + t r a 0 P Il modello di crescita aritmetico deriva dalla logica del tasso di interesse semplice Eserciazione 7: Modelli di crescia: arimeica, geomerica, esponenziale. Calcolo del asso di crescia e del empo di raddoppio. Popolazione sabile e sazionaria. Viviana Amai 03/06/200 Modelli di crescia Nella

Dettagli

L ipotesi di rendimenti costanti di scala permette di scrivere la (1) in forma intensiva. Ponendo infatti c = 1/L, possiamo scrivere

L ipotesi di rendimenti costanti di scala permette di scrivere la (1) in forma intensiva. Ponendo infatti c = 1/L, possiamo scrivere DIPRTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE Modello di Solow (1) 1 a. a. 2015-2016 ppuni dalle lezioni. Uso riservao Maurizio Zenezini Consideriamo un economia (chiusa e senza inerveno dello sao) in cui viene prodoo

Dettagli

Sviluppare una metodologia di analisi per valutare la convenienza economica di un nuovo investimento, tenendo conto di alcuni fattori rilevanti:

Sviluppare una metodologia di analisi per valutare la convenienza economica di un nuovo investimento, tenendo conto di alcuni fattori rilevanti: Analisi degli Invesimeni Obieivo: Sviluppare una meodologia di analisi per valuare la convenienza economica di un nuovo invesimeno, enendo cono di alcuni faori rilevani: 1. Dimensione emporale. 2. Grado

Dettagli

Osservabilità (1 parte)

Osservabilità (1 parte) eoria dei sisemi - Capiolo 9 sservabilià ( pare) Inroduzione al problema della osservabilià: osservazione e ricosruzione. Sai indisinguibili e sai non osservabili...3 Soospazi di osservabilià e non osservabilià

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI. L approccio time series per l analisi e la previsione della disoccupazione sarda

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI. L approccio time series per l analisi e la previsione della disoccupazione sarda UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE MASTER IN STATISTICA APPLICATA L approccio ime series per l analisi e la previsione della disoccupazione sarda Relaore: Prof. Paolo Maana

Dettagli

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI

A.A. 2013/14 Esercitazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI A.A. 2013/14 Eserciazione - IRPEF TESTO E SOLUZIONI Esercizio 1 - IRPEF Il signor X, che vive solo e non ha figli, ha percepio, nel corso dell anno correne, i segueni reddii: - Reddii da lavoro dipendene

Dettagli

RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO

RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO RISPOSTA NEL DOMINIO DEL TEMPO Nel dominio del empo le variabili sono esaminae secondo la loro evoluzione emporale. Normalmene si esamina la risposa del sisema a un segnale di prova canonico, cioè si sollecia

Dettagli

La previsione della domanda nella supply chain

La previsione della domanda nella supply chain La previsione della domanda nella supply chain La previsione della domanda 1 Linea guida Il ruolo della prerevisione nella supply chain Le caraerisiche della previsione Le componeni della previsione ed

Dettagli

Economia e gestione delle imprese - 01

Economia e gestione delle imprese - 01 Economia e gesione delle imprese - 01 L impresa come organizzazione che crea valore Leve di creazione di ricchezza e responsabilià sociale Prima pare : L impresa che crea valore 1. L impresa 2. L evoluzione

Dettagli

La valutazione d azienda: conciliazione tra metodo diretto ed indiretto

La valutazione d azienda: conciliazione tra metodo diretto ed indiretto Valuazione d azienda La valuazione d azienda: conciliazione ra meodo direo ed indireo di Maeo Versiglioni (*) e Filippo Riccardi (**) La meodologia maggiormene uilizzaa per la valuazione d azienda, è quella

Dettagli

Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendite mensili di shampoo

Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendite mensili di shampoo Media Mobile di ampiezza k (k pari) Esempio: Vendie mensili di shampoo Mese y 1 266,0 2 145,9 3 183,1 4 119,3 5 180,3 6 168,5 7 231,8 8 224,5 9 192,8 10 122,9 11 336,5 12 185,9 1 194,3 2 149,5 3 210,1

Dettagli

SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO

SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO SCELTE INTERTEMPORALI E DEBITO PUBBLICO Lo sudio delle poliiche economiche con il modello IS-LM permee di analizzare gli effei di breve periodo delle decisioni di poliica fiscale e monearia del governo.

Dettagli

Apertura nei Mercati Finanziari

Apertura nei Mercati Finanziari Lezione 20 (BAG cap. 6.2, 6.4-6.5 e 18.5-18.6) La poliica economica in economia apera Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Aperura nei Mercai Finanziari 1) Gli invesiori possono

Dettagli

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo)

velocità angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un intervallo di tempo) V A = AMPIEZZA = lunghezza di V A ALTERNATA Proiezione di V X ISTANTE = velocià angolare o pulsazione (gradi /s oppure rad/s) (angolo percorso da V in un inervallo di empo) DEVE ESSERE COSTANTE Angolo

Dettagli

Economia e gestione delle imprese - 07. Sommario. Liquidità e solvibilità

Economia e gestione delle imprese - 07. Sommario. Liquidità e solvibilità Economia e gesione delle imprese - 07 Obieivi: Descrivere i processi operaivi della gesione finanziaria nel coneso aziendale. Analizzare le decisioni di invesimeno. Analizzare le decisioni di finanziameno.

Dettagli

Argomenti trattati. Rischio e Valutazione degli investimenti. Teoria della Finanza Aziendale. Costo del capitale

Argomenti trattati. Rischio e Valutazione degli investimenti. Teoria della Finanza Aziendale. Costo del capitale Teoria della Finanza Aziendale Rischio e Valuazione degli invesimeni 9 1-2 Argomeni raai Coso del capiale aziendale e di progeo Misura del bea Coso del capiale e imprese diversificae Rischio e flusso di

Dettagli

ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES

ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES ESEMPI DI ESERCIZI SU IRPEF ED IRES 1. Irpef 1) Dopo avere definio il conceo di progressivià delle impose, si indichino le modalià per la realizzazione di un sisema di impose progressivo. 2) Il signor

Dettagli

I mercati dei beni e i mercati finanziari in economia aperta

I mercati dei beni e i mercati finanziari in economia aperta I mercai dei beni e i mercai finanziari in economia apera Economia apera Mercai dei beni: l opporunià per i consumaori e le imprese di scegliere ra beni nazionali e beni eseri. Mercai delle aivià finanziarie:

Dettagli

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2013/14

Università di Pisa - Polo della Logistica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Anno Accademico: 2013/14 Universià di isa - olo della Logisica di Livorno Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sisemi Logisici Anno Accademico: 03/4 CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO Docene: Marino Lupi

Dettagli

Questioni di Economia e Finanza

Questioni di Economia e Finanza Quesioni di Economia e Finanza (Occasional Papers) La grande disribuzione organizzaa e l indusria alimenare in Ialia di Eliana Viviano (coordinaore), Luciana Aimone Gigio, Emanuela Ciapanna, Daniele Coin,

Dettagli

In questo caso entrambi i gruppi chiedono copertura completa: q = d = 100.

In questo caso entrambi i gruppi chiedono copertura completa: q = d = 100. Soluzione dell Esercizio 1: Assicurazioni a) In un mercao perfeamene concorrenziale, deve valere la condizione di profii aesi nulli: E(P)=0. E possibile mosrare che ale condizione implica che l impresa

Dettagli

La volatilità delle attività finanziarie

La volatilità delle attività finanziarie 4.30 4.5 4.0 4.5 4.0 4.05 4.00 3.95 3.90 3.85 3.80 3.75 3.70 3.65 3.60 3.55 3.50 3.45 3.40 3.35 3.30 3.5 3.0 3.5 3.0 3.05 3.00.95.70.65.60.55.50.45.40.35.30.5.0.5.0.05.00.95.90.85.80.75.70.65.60.55.50.45.40.35.30.5.0.5.0.05.00

Dettagli

1.7. Il modello completo e le sue proprietà

1.7. Il modello completo e le sue proprietà La Teoria Generale 1 1.7. Il modello compleo e le sue proprieà Il ragionameno svolo fino a queso puno è valido per un livello dao del salario nominale e dei prezzi. Le grandezze preseni nel modello, per

Dettagli

Operazioni finanziarie. Operazioni finanziarie

Operazioni finanziarie. Operazioni finanziarie Operazioni finanziarie Una operazione finanziaria è uno scambio di flussi finanziari disponibili in isani di empo differeni. Disinguiamo ra: operazioni finanziarie in condizioni di cerezza, quando ui gli

Dettagli

4 La riserva matematica

4 La riserva matematica 4 La riserva maemaica 4.1 Inroduzione La polizza, come si è viso, viene cosruia in modo da essere in equilibrio auariale alla daa di sipula = 0 e rispeo alla base ecnica del I ordine: se X è il flusso

Dettagli

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE)

flusso in uscita (FU) Impresa flusso in entrata (FE) Analisi degli invesimeni Il bilancio è una sinesi a poseriori della siuazione di un'azienda. La valuazione degli invesimeni è un enaivo di valuare a priori la validià delle scele dell'azienda. L'invesimeno

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 2007 2008 Prova dell 8 febbraio 2008. Esercizio 1 (6 punti)

MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 2007 2008 Prova dell 8 febbraio 2008. Esercizio 1 (6 punti) MATEMATICA FINANZIARIA A.A. 007 008 Prova dell 8 febbraio 008 Nome Cognome Maricola Esercizio (6 puni) La vendia raeale di un bene di valore 000 prevede il pagameno di rae mensili posicipae cosani calcolae

Dettagli

TECNICA DELLE ASSICURAZIONI

TECNICA DELLE ASSICURAZIONI TECNICA DELLE ASSICURAZIONI E DELLE FORME PENSIONISTICHE Prof. Annamaria Olivieri a.a. 25/26 Esercizi: eso. Una socieà di calcio si impegna a risarcire con 5 euro il proprio allenaore, in caso di licenziameno

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO. Sergio Rech

LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO. Sergio Rech LA MODELLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONVERSIONE DELL ENERGIA NEL MERCATO LIBERO Sergio Rech Diparimeno di Ingegneria Indusriale Universià di Padova Mercai energeici e meodi quaniaivi: un pone ra Universià

Dettagli

METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA. www.lvproject.com. Dott. Lotti Nevio

METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA. www.lvproject.com. Dott. Lotti Nevio METODI DECISIONALI PER L'AZIENDA www.lvprojec.com Do. Loi Nevio Generalià sui sisemi dinamici. Variabili di sao, di ingresso, di uscia. Sisemi discrei. Sisemi lineari. Paper: Dynamic Modelling Do. Loi

Dettagli

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria

Università di Napoli Parthenope Facoltà di Ingegneria Universià di Napoli Parenope Facolà di Ingegneria Corso di Comunicazioni Elerice docene: Prof. Vio Pascazio a Lezione: 7/04/003 Sommario Caraerizzazione energeica di processi aleaori Processi aleaori nel

Dettagli

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche

LEZIONE 3 INDICATORI DELLE PRINCIPALI VARIABILI MACROECONOMICHE. Argomenti trattati: definizione e misurazione delle seguenti variabili macroecomiche LEZIONE 3 INDICATORI DELLE RINCIALI VARIABILI MACROECONOMICHE Argomeni raai: definizione e misurazione delle segueni variabili macroecomiche Livello generale dei prezzi, Tasso d inflazione, π IL nominale,

Dettagli

Direzione Sistemi informativi Servizio statistica e toponomastica. Bollettino mensile di Statistica

Direzione Sistemi informativi Servizio statistica e toponomastica. Bollettino mensile di Statistica Direzione Sisemi informaivi Servizio saisica e oponomasica Bolleino mensile di Saisica Seembre 2013 Sisema Saisico Nazionale Comune di Firenze Ufficio Comunale di Saisica Direzione Sisemi informaivi Servizio

Dettagli

ITI GALILEO FERRARIS S. GIOVANNI LA PUNTA APPUNTI DI TELECOMUNICAZIONI PER IL 5 ANNO IND. ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI

ITI GALILEO FERRARIS S. GIOVANNI LA PUNTA APPUNTI DI TELECOMUNICAZIONI PER IL 5 ANNO IND. ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI ITI GALILEO FERRARIS S. GIOVANNI LA PUNTA APPUNTI DI TELECOMUNICAZIONI PER IL 5 ANNO IND. ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI Prof. Ing. R. M. Poro A cura della TELECOMUNICAZIONI Con il ermine elecomunicazioni

Dettagli

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta Lezione 11 (BAG cap. 10) Inflazione, produzione e crescia della monea Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Tre relazioni ra produzione, disoccupazione e inflazione Legge di Okun

Dettagli

La matrice di contabilità sociale (SAM): uno strumento per la valutazione IPI, 2009

La matrice di contabilità sociale (SAM): uno strumento per la valutazione IPI, 2009 La marice di conabilià sociale (SAM): uno srumeno per la valuazione IPI, 2009 Sono vieae le riproduzioni del eso, dei dai e dei conenui informaici dei CD allegai non auorizzai dall IPI con qualsiasi mezzo

Dettagli

INTERBANCA Codice ISIN IT0004041478

INTERBANCA Codice ISIN IT0004041478 REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZNAR INTERBANCA 2006/2011 Discoun Dynamic Index 24 fino a EUR 250.000.000 Ar. 1 - TITOLI Il presio obbligazionario Inerbanca 2006/2011 Discoun Dynamic Index 24 fino a EUR

Dettagli

Differenziazione di prodotto e qualità in monopolio

Differenziazione di prodotto e qualità in monopolio Economia Indusriale Capiolo 7 Differenziazione di prodoo e qualià in monopolio Beoni Michela Gallizioli Giorgio Gaverina Alessandra Rai Nicola Signori Andrea AGENDA Concei di differenziazione vericale

Dettagli

BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI DELLA PROVINCIA DI PISA IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO

BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI DELLA PROVINCIA DI PISA IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI DELLA PROVINCIA DI PISA IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO Aricolo 1 Scela del conraene La Provincia di Pisa inende procedere all espleameno

Dettagli

2. Politiche di gestione delle scorte

2. Politiche di gestione delle scorte deerminisica variabile nel empo Quando la domanda viaria nel empo, il problema della gesione dell invenario divena preamene dinamico. e viene deo di lo-sizing. Consideriamo il caso in cui la domanda pur

Dettagli

MODELLI AFFLUSSI DEFLUSSI

MODELLI AFFLUSSI DEFLUSSI MODELLI AFFLUSSI DEFLUSSI Al ecnico si presenano moli casi in cui non è sufficiene la deerminazione delle massime porae ramie i crieri di similiudine idrologica, precedenemene esposi. Si ciano, a iolo

Dettagli

Esercitazione n 2. Morganti Nicola Matr. 642686. Molla ad elica cicilindrica

Esercitazione n 2. Morganti Nicola Matr. 642686. Molla ad elica cicilindrica ar. 64686 olla ad elica cicilindrica Eserciazione n 9 In figura è rappresenao un basameno sospeso anivibrane di una macchina nella quale viene originaa una forza perurbane alernaa sinusoidale di inensià

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO SIMULAZIONE DELLA II PROVA A.S. 014-15 Indirizzo: SCIENTIFICO Tema di: MATEMATICA 1 Nome del candidao Classe Il candidao risolva uno dei due problemi; il problema da

Dettagli

Introduzione all analisi quantitativa dei beni pubblici. Italo M. Scrocchia

Introduzione all analisi quantitativa dei beni pubblici. Italo M. Scrocchia Diparimeno di Scienze Economiche, Maemaiche e Saisiche Universià degli Sudi di Foggia Inroduzione all analisi quaniaiva dei beni pubblici Ialo M. Scrocchia Quaderno n. 27/2008 Esemplare fuori commercio

Dettagli

L'UTILIZZO DI TRADING RULES IN MODELLI A CAMBIAMENTO DI REGIME (SWITCHING REGIMES)

L'UTILIZZO DI TRADING RULES IN MODELLI A CAMBIAMENTO DI REGIME (SWITCHING REGIMES) L'UTILIZZO DI TRADING RULES IN MODELLI A CAMBIAMENTO DI REGIME (SWITCHING REGIMES) Monica Billio Universià Ca Foscari e GRETA, Venezia Michele Paron GRETA, Venezia Inroduzione. Moli meodi di analisi ecnica

Dettagli

x ( x, x,..., x ) (8.5, 10.3, 9.6, 8.7, 11.2, 9.9, 7.9, 10, 9, 11.1)

x ( x, x,..., x ) (8.5, 10.3, 9.6, 8.7, 11.2, 9.9, 7.9, 10, 9, 11.1) Serie Sorice e Processi Socasici Federico Andreis Inroduzione Desiderando inrodurre inuiivamene il conceo di serie sorica basa fare riferimeno a qualsiasi fenomeno misurabile ce varia nel empo e la cui

Dettagli

Fabio Grasso LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: I PROFILI TECNICI

Fabio Grasso LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: I PROFILI TECNICI Fabio Grasso Direore Diparimeno di Scienze Saisiche Presidene Area Didaica delle Scienze Saisiche, Auariali e Finanziarie Universià degli Sudi di Roma La Sapienza LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: I PROFILI

Dettagli

I confronti alla base della conoscenza

I confronti alla base della conoscenza I confroni alla ase della conoscenza Un dao uaniaivo rae significao dal confrono con alri dai Il confrono è la prima e più immediaa forma di analisi dei dai I confroni Daa una grandezza G, due suoi valori

Dettagli

V AK. Fig.1 Caratteristica del Diodo

V AK. Fig.1 Caratteristica del Diodo 1 Raddrizzaore - Generalià I circuii raddrizzaori uilizzano componeni come i Diodi che presenano la caraerisica di unidirezionalià, cioè permeono il passaggio della correne solo in un verso. In figura

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

Introduzione all analisi delle serie storiche e dei metodi di previsione

Introduzione all analisi delle serie storiche e dei metodi di previsione Inroduzione all analisi delle serie soriche e dei meodi di previsione Indice. Capiolo inroduivo,. Inroduzione.2 Fasi di un analisi di previsione e sruura delle dispense 2. Meodi e srumeni di base, 5 2.

Dettagli

Buono Fruttifero Postale P70

Buono Fruttifero Postale P70 Foglio Informaivo delle principali caraerisiche dei Buoni Fruiferi Posali e Regolameno del presio Pare I - Informazioni sull'emiene e sul Collocaore Emiene: Cassa deposii e presii socieà per azioni (di

Dettagli

FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013

FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 FEARS Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia 2007-2013 in applicazione del Regolameno Comunià Europea n. 1698 del 2005, aricolo 43 1. DEFINIZIONE 2.

Dettagli

L indotto del Giubileo Straordinario della Misericordia Analisi di impatto economico

L indotto del Giubileo Straordinario della Misericordia Analisi di impatto economico L indoo del Giubileo Sraordinario della Misericordia Analisi di impao economico Roma, 13 luglio 2015 Team di ricerca: Prof. Giuseppe Ciccarone (Sapienza Universià di Roma) Prof. Giovanni Di Barolomeo (Sapienza

Dettagli

Provincia di Treviso

Provincia di Treviso Treviso, 21 dicembre 2004 OGGETTO: Gesione rifiui urbani e assimilai Servizio pubblico inegraivo di gesione rifiui speciali Adempimeni relaivi alla compilazione di formulari di idenificazione, regisri

Dettagli

INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornato il 2-2-2007)

INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornato il 2-2-2007) INDICATORI PER IL MERCATO AZIONARIO (aggiornao il 2-2-2007). Obievi della rilevazione Negli anni 60 Mediobanca avviò la rilevazione sisemaca dei corsi delle azioni quoae in Borsa, ideando un indice con

Dettagli

1.7. Il modello completo e le sue proprietà

1.7. Il modello completo e le sue proprietà Macroeconomia neoclassica 1 1.7. Il modello compleo e le sue proprieà Disponiamo ora di ui gli elemeni necessari a rappresenare il modello compleo e l equilibrio. I dai del modello sono: 1. numero degli

Dettagli

TEMPUS PECUNIA EST COLLANA DI MATEMATICA PER LE SCIENZE ECONOMICHE FINANZIARIE E AZIENDALI

TEMPUS PECUNIA EST COLLANA DI MATEMATICA PER LE SCIENZE ECONOMICHE FINANZIARIE E AZIENDALI TEPUS PECUNIA EST COLLANA DI ATEATICA PER LE SCIENZE ECONOICHE FINANZIARIE E AZIENDALI 3 Direore Bearice VENTURI Universià degli Sudi di Cagliari Comiao scienifico Umbero NERI Universiy of aryland Russel

Dettagli

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia.

Anche sugli impianti in esercizio è possibile intervenire attuando una serie di soluzioni in grado di ridurre sensibilmente il consumo di energia. Risparmio Energeico Risparmio Energeico per Scale e Tappei Mobili La riduzione dei consumi di energia proveniene dalle foni fossili non rinnovabili (perolio, carbone) è una delle priorià assolue, insieme

Dettagli

5 LA MATRICE DEI FLUSSI DI FONDI

5 LA MATRICE DEI FLUSSI DI FONDI 94 Capiolo V 5 LA MATRICE DEI FLUSSI DI FONDI Ricapioliamo brevemene la srada percorsa ino a qui. Siamo parii nel primo capiolo analizzando una semplice economia di barao con re ageni. In queso coneso

Dettagli

REGIONE LIGURIA Piano di risanamento e tutela della qualità dell aria e per la riduzione dei gas serra

REGIONE LIGURIA Piano di risanamento e tutela della qualità dell aria e per la riduzione dei gas serra Piano di risanameno e uela della qualià dell aria e per la riduzione dei gas serra REGIONE LIGURIA Piano di risanameno e uela della qualià dell aria e per la riduzione dei gas serra 1 Piano di risanameno

Dettagli

del segnale elettrico trifase

del segnale elettrico trifase Rappresenazione del segnale elerico rifase Gli analizzaori di poenza e di energia Qualisar+ consenono di visualizzare isananeamene le caraerisiche di una ree elerica rifase. Rappresenazione emporale I

Dettagli

Modulo. Muri di sostegno

Modulo. Muri di sostegno odulo uri di sosegno. - Generalià sui muri di sosegno pag.. Azioni saice sul muro pag. 5. Azioni provocae dal sisma pag. 7.4 - Verifice pag..4. - Verifice del complesso muro + fondazione pag. 4.4. - Verifica

Dettagli

I possibili schemi di Partenariato Pubblico Privato

I possibili schemi di Partenariato Pubblico Privato OSSERVATORIO collegameno ferroviario Torino-Lione Collegameno ferroviario Torino-Lione I possibili schemi di Parenariao Pubblico Privao Torino, 30 Oobre 2007 Unià Tecnica Finanza di Progeo 1 PPP: analisi

Dettagli

UNITà E. Biblioteca di Telepass + 2 biennio TOMO 3 ESERCIZIO. La contabilità generale: le operazioni d esercizio 1/11

UNITà E. Biblioteca di Telepass + 2 biennio TOMO 3 ESERCIZIO. La contabilità generale: le operazioni d esercizio 1/11 Biblioeca di Telepass + 2 biennio TOMO 3 UNITà E La conabilià generale: le operazioni d esercizio Cosiuzione di azienda, acquisi e vendie: scriure in P.D. Tuorial ESERCIZIO In daa 27 marzo 20.. il signor

Dettagli

SELEZIONE DI UN PORTAFOGLIO MEDIANTE LA FORZA RELATIVA

SELEZIONE DI UN PORTAFOGLIO MEDIANTE LA FORZA RELATIVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA, ECONOMIA E FINANZA SELEZIONE DI UN PORTAFOGLIO MEDIANTE LA FORZA RELATIVA RELATORE: Ch.mo Prof. Francesco

Dettagli

IL DIMENSIONAMENTO DEGLI IMPIANTI IDROSANITARI Vasi d espansione e accumuli

IL DIMENSIONAMENTO DEGLI IMPIANTI IDROSANITARI Vasi d espansione e accumuli FOCUS TECNICO IL DIMENSIONAMENTO DEGLI IMIANTI IDROSANITARI asi d espansione e accumuli RODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA Due sono i sisemi normalmene uilizzai per produrre acqua calda saniaria: quello

Dettagli

Terminologia relativa agli aggregati

Terminologia relativa agli aggregati N. 17 I/10 Terminologia relaiva agli aggregai Schede ecniche Edilizia Genio civile 1 Presupposi Con l'inroduzione delle Norme europee (EN) riguardani gli aggregai, la erminologia finora uilizzaa è saa

Dettagli

Bilancio dello Stato e Debito pubblico. Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 Università Bocconi a.a. 2012-2013 Dott.ssa Simona Scabrosetti

Bilancio dello Stato e Debito pubblico. Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 Università Bocconi a.a. 2012-2013 Dott.ssa Simona Scabrosetti Bilancio dello Sao e Debio pubblico Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 Universià Bocconi a.a. 2012-2013 Do.ssa Simona Scabrosei Il bilancio dello Sao Due versioni alernaive: - bilancio di previsione:

Dettagli

Analisi delle serie storiche: modelli ARCH e GARCH. Prof. M. Ferrara

Analisi delle serie storiche: modelli ARCH e GARCH. Prof. M. Ferrara Analisi delle serie soriche: modelli ARCH e GARCH Prof. M. Ferrara 1 Scele di porafoglio Markowiz ci insegna che i parameri decisionali fondamenali per operare scele di porafoglio sono: Media Varianza

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

L ECONOMIA E IL LAVORO DENTRO LA CRISI

L ECONOMIA E IL LAVORO DENTRO LA CRISI L ECONOMIA E IL LAVORO DENTRO LA CRISI MARIANO BELLA DIRETTORE UFFICIO STUDI CONFCOMMERCIO CERNOBBIO, 22 MARZO 2013 L inonazione delle aese di ciadini, lavoraori e imprese, non è cero favoria dall auale

Dettagli

Un po di teoria. cos è un condensatore?

Un po di teoria. cos è un condensatore? Sudio sperimenale del processo di carica e scarica di un condensaore cos è un condensaore? Un po di eoria Un condensaore è un sisema di due conduori affacciai, dei armaure, separai da un isolane. Esso

Dettagli

Finanza pubblica in Italia

Finanza pubblica in Italia Finanza pubblica in Ialia Aggregazioni di eni pubblici Nelle saisiche e nei documeni ufficiali di poliica economica si fa riferimeno a deerminae aggregazioni di eni pubblici. Tali aggregazioni possono

Dettagli

Analisi e valutazione degli investimenti

Analisi e valutazione degli investimenti Analisi e valuazione degli invesimeni Indice del modulo L analisi degli invesimeni e conceo di invesimeno Il valore finanziario del empo e aualizzazione Capializzazione e aualizzazione Il coso opporunià

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE FACOLTÀ DI ECONOMIA FEDERICO CAFFÈ

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE FACOLTÀ DI ECONOMIA FEDERICO CAFFÈ UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE FACOLTÀ DI ECONOMIA FEDERICO CAFFÈ CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO Tesi di laurea IL RUOLO DELL ESPANSIONE DELLA DOMANDA DI CONSUMI NELLA CRESCITA ECONOMICA: ALCUNE

Dettagli

INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO E CRITERI PER LA DETERMINAZIONE

INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO E CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DCO 29/11 CRITERI PER LA DEFINIZIONE DELLE TARIFFE PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PER IL PERIODO 20 2015 INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROCEDIMENTO

Dettagli

Biblioteca di Telepass + 2 biennio TOMO 4. Il portafoglio salvo buon fine: accreditato diretto in c/c e gestione mediante il Conto Anticipi

Biblioteca di Telepass + 2 biennio TOMO 4. Il portafoglio salvo buon fine: accreditato diretto in c/c e gestione mediante il Conto Anticipi Biblioeca di Telepass + biennio TOMO UNITÀ I I prodoi bancari: il fi do e i fi nanziameni alla clienela Il porafoglio salvo buon fine: accrediao direo in c/c e gesione mediane il Cono nicipi Tuorial ESERCIZIO

Dettagli

La programmazione aggregata nella supply chain. La programmazione aggregata nella supply chain 1

La programmazione aggregata nella supply chain. La programmazione aggregata nella supply chain 1 La programmazione aggregaa nella supply chain La programmazione aggregaa nella supply chain 1 Linea guida Il ruolo della programmazione aggregaa nella supply chain Il problema della programmazione aggregaa

Dettagli

LA DINAMICA DEL DEBITO PUBBLICO. UN ANALISI DEL CASO ITALIANO, 1980-1996

LA DINAMICA DEL DEBITO PUBBLICO. UN ANALISI DEL CASO ITALIANO, 1980-1996 Liuc Papers n. 33, Serie Economia e Impresa 8, seembre 1996 LA DINAMICA DEL DEBITO PUBBLICO. UN ANALISI DEL CASO ITALIANO, 1980-1996 Angelo Marano Inroduzione Le dimensioni anomale che il debio pubblico

Dettagli

L integrazione europea e il mercato del lavoro: un analisi teorica ed empirica in un contesto insider/outsider

L integrazione europea e il mercato del lavoro: un analisi teorica ed empirica in un contesto insider/outsider L inegrazione europea e il mercao del lavoro: un analisi eorica ed empirica in un coneso insider/ousider Michela Marinoia Doorao in Scienze Economiche Universià degli Sudi di Milano Via Conservaorio, 7

Dettagli

STUDIO DELL ASIMMETRIA DELLE

STUDIO DELL ASIMMETRIA DELLE Universià degli Sudi di Padova FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE STATISTICHE, ECONOMICHE, FINANZIARIE E AZIENDALI TESI DI LAUREA STUDIO DELL ASIMMETRIA DELLE DISTRIBUZIONI

Dettagli

Giorgio Porcu. Appunti di SISTEMI. ITI Elettronica Classe QUINTA

Giorgio Porcu. Appunti di SISTEMI. ITI Elettronica Classe QUINTA Giorgio Porcu Appuni di SSTEM T Eleronica lasse QUNTA Appuni di SSTEM T Eleronica - lasse QUNTA 1. TEORA DE SSTEM SSTEMA ollezione di elemeni che ineragiscono per realizzare un obieivo. l ermine è applicabile

Dettagli

Città di Palermo SETTORE BILANCIO E TRIBUTI

Città di Palermo SETTORE BILANCIO E TRIBUTI ALLEGAO B ESO EMENDAO Città di Palermo SEORE BILANCIO E RIBUI BILANCIO DI PREVISIONE PLURIENNALE 201-2016 Elaborato dalla SISPI S.p.a. - Sistema Palermo informatica BILANCIO PLURIENNALE 201-2016 PAGINA

Dettagli

Corso di Economia del Lavoro Daniele Checchi Blanchard-Amighini-Giavazzi cap.4 anno 2014-15

Corso di Economia del Lavoro Daniele Checchi Blanchard-Amighini-Giavazzi cap.4 anno 2014-15 Corso i Economia el Lavoro Daniele Checchi Blanchar-Amighini-Giavazzi cap.4 anno 2014-15 I MERCATI FINANZIARI Esise una grane varieà i aivià finanziarie. Il risparmiaore eve scegliere in quali forme eenere

Dettagli

La parità tra i tassi di interesse: una verifica empirica

La parità tra i tassi di interesse: una verifica empirica UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA ECONOMIA E FINANZA Tesi di laurea La parià ra i assi di ineresse: una verifica empirica Relaore: CH.MO PROF.

Dettagli

= 1,4 (rischiosità sistematica)

= 1,4 (rischiosità sistematica) Analisi degli invesimeni n.b.: ui i valori moneari sono in euro Nel corso del 4 al managemen della socieà MPRESA vengono proposi due invesimeni alernaivi. Nel seguio vengono fornie informazioni in merio

Dettagli

4 Il Canale Radiomobile

4 Il Canale Radiomobile Pare IV G. Reali: Il canale radiomobile 4 Il Canale Radiomobile 4.1 INTRODUZIONE L evoluzione fondamenale nella filisofia di progeo delle rei di comunicazione indoor è il passaggio dalla modalià di rasmissione

Dettagli

Questioni di Economia e Finanza

Questioni di Economia e Finanza Quesioni di Economia e Finanza (Occasional Papers) Alla ricerca dei capiali perdui: una sima delle aivià all esero non dichiarae dagli ialiani di Valeria Pellegrini e Enrico Tosi Luglio 2011 Numero 97

Dettagli

Previsione della domanda e ottimizzazione delle scorte di magazzino della CAME s.p.a.

Previsione della domanda e ottimizzazione delle scorte di magazzino della CAME s.p.a. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA E TECNOLOGIE INFORMATICHE RELAZIONE FINALE Previsione della domanda e oimizzazione delle score di magazzino

Dettagli

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE Durane un erreoo, le oscillazioni del erreno di fondazione provocano nelle sovrasani sruure delle oscillazioni forzae. Quando il erreoo si arresa, i ovieni della sruura

Dettagli

Un modello econometrico multifattoriale dell Indice Comit generale della Borsa di Milano

Un modello econometrico multifattoriale dell Indice Comit generale della Borsa di Milano WORKING PAPER n. 00.08 Novembre 2000 Un modello economerico mulifaoriale dell Indice Comi generale della Borsa di Milano Renaa Bonfiglio 1 Paolo Guderzo 2 1 Unicredio di Milano 2 Universià Cà Foscari di

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DI IMBRAGATURA A CATENA PER AGGANCIARE, ACCORCIARE, SOLLEVARE

SISTEMA INTEGRATO DI IMBRAGATURA A CATENA PER AGGANCIARE, ACCORCIARE, SOLLEVARE SISTEMA INTEGRATO DI IMBRAGATURA A CATENA PER AGGANCIARE, ACCORCIARE, SOLLEVARE Isruzioni e manuenzione nuovo grado +, con poraa maggioraa del 5% rispeo al radizionale grado ; allungameno minimo a roura

Dettagli

Facoltà di Agraria - Università di Sassari Anno Accademico 2004-2005. Analisi Costi e Benefici

Facoltà di Agraria - Università di Sassari Anno Accademico 2004-2005. Analisi Costi e Benefici Facolà di Agraria - Universià di Sassari Anno Accademico 004-005 Dispense Corso di Pianificazione e Difesa del erriorio Docene: Luciano Guierrez Analisi Cosi e Benefici. Inroduzione. Decisioni individuali

Dettagli

Lezione 10. (BAG cap. 9) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia

Lezione 10. (BAG cap. 9) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Lezione 10 (BAG cap. 9) Il asso naurale di disoccupazione e la curva di Phillips Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia In queso capiolo Inrodurremo uno degli oggei più conosciui

Dettagli

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2012 Analitico

CONTO DI BILANCIO GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2012 Analitico COMUNE DI PIARIO Prov. (BG) CONO DI BILANCIO GESIONE DELLE SPESE - Anno 2012 Analitico Residui (A) allo Residui (B) Residui (C) Residui (D=B+C) (E=A-D) Competenza (F) otale (M) otale (N) Res. al 31/12

Dettagli

Metodi stocastici per l individuazione di casi di Manipolazione e di insider trading

Metodi stocastici per l individuazione di casi di Manipolazione e di insider trading Approfondimeni l Regulaion Meodi socasici per l individuazione di casi di Manipolazione e di insider rading Marcello Minenna presena un modello probabilisico per l individuazione di possibili fenomeni

Dettagli