SUA - RD RELAZIONE SULL ATTIVITA DI RICERCA SVOLTA NELL ANNO 2012 IL DIPARTIMENTO DI SCIENZE DI BASE E FONDAMENTI:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SUA - RD RELAZIONE SULL ATTIVITA DI RICERCA SVOLTA NELL ANNO 2012 IL DIPARTIMENTO DI SCIENZE DI BASE E FONDAMENTI:"

Transcript

1 SUA - RD RELAZIONE SULL ATTIVITA DI RICERCA SVOLTA NELL ANNO 2012 IL DIPARTIMENTO DI SCIENZE DI BASE E FONDAMENTI: Matematica, Informatica, Fisica, Chimica, Epistemologia e Storia della Scienza A - Obiettivi della ricerca del Dipartimento Obiettivo e fondamento culturale di tutta l attività di ricerca del Dipartimento è lo studio scientifico dei sistemi complessi ed il simultaneo sviluppo degli strumenti operativi che ne consentano l analisi al fine di produrre opportuni modelli interpretativi sintetici. Accanto e come conseguenza di questa ricerca di base si sviluppa un ampia gamma di applicazioni rivolte al territorio, all industria, alla didattica. In maniera sintetica i filoni di ricerca con i principali obiettivi di medio e lungo termine possono così elencarsi: Modellizzazione stocastica e metodi numerici in biomatematica e biologia computazionale: Modellizzazione stocastica nelle neuro-scienze; applicazioni delle equazioni differenziali stocastiche nelle bioscienze, Ecologia: Ontogenesi dei paesaggi, Ecofield ed eco-semiotica, Soundscape come indicatore della complessità ecologica (definizione di indici originali sul campo ) Fisica Fondamentale: Astroparticles: Ricerca di Onde Gravitazionali con detectos ground-based: Partecipazione all esperimento internazionale Virgo, per la costruzione del detector di seconda generazione (responsabilità costruttive di fibre monolitiche in silice a basso rumore termico; simulazione e modellizzazione del rumore termico), sviluppo di algoritmi per l analisi dei dati Ricerca di Onde Gravitazionali con detectors space-based: partecipazione all esperimento LISA PF, test per il futuro detector spaziale con la responsabilità relativa a progettazione e simulazione di charging legato alla presenza di particelle (cosmiche e solari) Sviluppo di modelli di sorgenti per Onde Gravitazionali (precesione di dischi di accrescimento in NS) Nuovi detectors per Onde Gravitazionali e misure di microforze: modellizzazione di interferometri atomici High Energy Physics: Ricerca nell'ambito della fisica sperimentale delle particelle elementari. Partecipazione all'esperimento LHCb al CERN. Studio del decadimento del mesone Bc Fisica Terrestre: Modellizzazione di fenomeni geodinamici globali (con particolare riguardo alla glacio-isostasia), modellizzazione delle variazioni di livello marino Applicazioni geofisiche della visco-elasticità lineare, deformazioni post sismiche, reologia del mantello Paleomagnetismo; magnetismo nelle rocce Fisica del Vulcanismo: aspetti termici, reologici e dinamici dei flussi di lava; formazione, caratteristiche ed evoluzione dei tubi di lava. Fisica Ambientale: 1

2 Studi teorici sulla struttura della turbolenza atmosferica; struttura e parametrizzazioni dello strato limite atmosferico; misure e parametrizzazioni degli scambi di energia e di massa tra vegetazione ed atmosfera; modelli di dispersione di inquinanti reattivi in atmosfera a differenti scale spaziotemporali; modelli teorico-numerici della PDF (Probability Density Function) della concentrazione di inquinanti nell atmosfera terrestre; valutazione, controllo e protezione dell ambiente. Chimica Ambientale e Chimica dell Ambiente finalizzata ai Beni Culturali: Studi archeometrici e diagnostici finalizzati alla caratterizzazione dei materiali, dello stato di conservazione e dei metodi di intervento su beni culturali (superfici policrome e lapidee naturali e artificiali). Interazione ambiente manufatti (indoor, outdoor). Nuove tecnologie per la documentazione dei Beni Culturali finalizzate al restauro: Rilevamento ed elaborazione dati 3D per ricostruzioni virtuali dei Beni culturali; Gestione dati con tecnologie GIS per documentazione e valorizzazione dei Beni Culturali Restauro: Applicazioni e sperimentazione di nuovi materiali Valutazione, controllo e protezione ambientale: Monitoraggio e risanamento ambientale di componenti/comparti in sistemi complessi. Gestione integrata e sostenibile di risorse, rifiuti e residui (liquidi e solidi, urbani ed industriali). Valorizzazione energetica (biometanazione) di biomasse e residui organici. Analisi (assoluta e comparativa) di rischio per siti contaminati Storia della Scienza e della Strumentazione Scientifica: Valorizzazione dell Umanesimo Scientifico in Urbino alla Corte dei Montefeltro; Le testimonianze scientifiche dell Ottocento urbinate; Riproduzione in realtà virtuale del patrimonio scientifico d interesse storico Bioinformatica: Progettazione di algoritmi e metodi computazionali per l'analisi di genomi; analisi di reti biologiche mediante algoritmi di teoria dei grafi. Elaborazione elettronica dei segnali: Sviluppo e analisi di filtri adattativi; filtri non lineari; elaborazione di segnali audio; controllo attivo del rumore; equalizzazione acustica di ambienti Modellazione e verifica di sistemi software: definizione, studio e lo sviluppo di metodologie formali e strumenti automatici basati su algebre di processi, equivalenze comportamentali e logiche modali e temporali per la rappresentazione di modelli qualitativi e quantitativi di architetture e sistemi software e per l'analisi di proprietà di correttezza, affidabilità, efficienza e sicurezza Networking: Modelli e tecniche per l'accesso ad Internet attraverso infrastrutture condivise; wireless sensor networks, algoritmi di routing energy-aware, ottimizzazione del consumo energetico di sistemi embedded Chimica Supramolecolare e Ricerca Industriale Applicata: Design di Metallo-recettori; Sensori chimici e studi di interazione recettore-substrato in matrici complesse. Sviluppo di agenti antineoplastici. Recupero industriale di metalli preziosi. Modelli computazionali della mente: Portata dei teoremi di Goedel per la filosofia della mente. Macchine di Gandy Epistemologia delle Scienze Naturali: Rapporto fra spazio e materia nella fisica contemporanea. Il problema del continuo e del discreto; Fondamenti della meccanica quantistica e problemi aperti in microfisica Gnoseologia: Realismo metafisico e realismo scientifico. In particolare analisi degli argomenti esplicazionistici e ruolo delle predizioni innovative nella difesa di entrambe le forme di realismo 2

3 Storia della Filosofia: La questione del significato, alla luce di una logica del nonsense che eluda gli opposti o si formi al di là di essi e della logica formale, tenendo conto della logica cinese della scuola buddhista Chan/Zen. In particolare, verso una ecologia della mente nella prospettiva del nonsuono, oltre la sonorità e il silenzio Filosofia pratica: L Uomo nella sua dimensione morale B - I risultati della ricerca del Dipartimento B1 - Prodotti della ricerca Si veda l allegato elenco delle pubblicazioni. Numero complessivo di pubblicazioni nell anno di riferimento (2012): 183 n. 116 Articoli su rivista (con referees) n. 4 Altro n. 37 Contributo in Atti di convegno n. 15 Contributo in volume (Capitolo o Saggio) n. 4 Curatela n. 2 Monografia o trattato scientifico n. 1 Nota a sentenza n. 3 Poster n. 1 Recensione B2 - Responsabilità scientifiche, editoriali e pubblicistiche Responsabilità scientifica a livello di intero progetto o di unità di ricerca locale di progetti di ricerca internazionali e nazionali, ammessi al finanziamento sulla base di bandi competitivi che prevedano la revisione tra pari n.5 PRIN Referente: Prof. Flavio Vetrano Coordinatore Nazionale del progetto Sviluppo di interferometri ottici ultra low-loss in regime ponderomotivo per la riduzione del rumore quantistico in rivelatori di onde gravitazionali e rivelazione ultrasensibile di piccole forze in sistemi micromeccanici, bando PRIN , in collaborazione con altre otto università italiane, l INFN, e con il supporto esterno di centri di ricerca internazionali (Caltech, MIT, Max Planck Institut, LMA-Lyon, OCA Nice, Lomonosov Moscow University-Russian Academy of Science, School of Science of Kyoto University) ( ) Referente: Dott.Luca Lanci Coordinatore Nazionale del progetto approvato nel bando PRIN 2009 Variabilità temporale e provenienza delle polveri eoliche in Antartide nel tardo Quaternario: un approccio multi-parametrico con l utilizzo di metodologie innovative Referente: Prof. Vieri Fusi Responsabilità dell Unità di ricerca dell Università di Urbino del progetto approvato nel bando PRIN 2009 Nuovi chemiosensori molecolari per il riconoscimento e la segnalazione di cationi di metalli di transizione e specie anioniche d'interesse biologico 3

4 Referente: Dott.ssa Margherita Carletti Responsabilità dell Unità di ricerca dell Università di Urbino del progetto approvato nel bando PRIN 2009 Modellizzazione stocastica e con ritardi nelle neuroscienze Referente: Dott. Elvio Moretti Responsabilità dell Unità di ricerca dell Università di Urbino del progetto approvato nel bando PRIN 2008 Petra, Shawbak e la TransGiordania meridionale fra stagione crociata e rifondazione. archeologia di una frontiera mediterranea n.1 FIRB Referente: Dott.ssa Marica Branchesi Coordinatore Nazionale del progetto nel bando PRIN 2008 Nuove prospettive sull'universo violento: la fisica degli oggetti compatti svelata dalle osservazioni congiunte di onde gravitazionali e radiazione elettromagnetica n.5 Progetti Europei Referente: Prof.ssa Michela Maione Responsabilità dell Unità di ricerca dell Università di Urbino del progetto approvato nell ambito del programma FP6 ACCENT Atmospheric Composition Change: the European Network of Excellence Referente: Prof. Alessandro Bogliolo Responsabilità dell Unità di ricerca dell Università di Urbino del progetto approvato nell ambito del programma FP7 ULOOP - User-centric Wireless Local Loop Referente: Prof. Giorgio Spada Responsabilità dell Unità di ricerca dell Università di Urbino del progetto approvato nell ambito del programma FP7 Ice2Sea - Estimating the future contribution of continental ce to sea-level rise Referente: Prof.ssa Michela Maione Responsabilità dell Unità di ricerca dell Università di Urbino del progetto approvato nell ambito del programma FP7 Accent Plus - Atmospheric Composition Change, the European Network, Policy Support and Science Referente: Prof. Umberto Giostra Responsabilità dell Unità di ricerca dell Università di Urbino del progetto approvato nell ambito del programma LIFE+ ENA - Eco-Design per la Nautica n.3 Progetti (MIUR/altri ministeri/altri enti) Referente: Prof.ssa Laura Baratin Responsabilità dell Unità di ricerca dell Università di Urbino del progetto approvato nell ambito del programma MIUR-CII Progetto CooperLink 2010 Internazionalizzazione Libano Referente: Dott.ssa Maria Letizia Amadori Responsabilità dell Unità di ricerca dell Università di Urbino del progetto approvato nell ambito del programma MIUR-CETMA Blu-ArcheOsys - Tecnologie innovative e sistemi avanzati a supporto dell'archeologia subaquea Referente: Prof.ssa Michela Maione Responsabilità dell Unità di ricerca dell Università di Urbino del progetto approvato dal DESS del SSR-ASL Roma Metodi per la valutazione integrata dell impatto ambientale e sanitario (VIIAS) dell inquinamento atmosferico 4

5 Altri progetti esterni coordinati da membri del DiSBeF Referente: Prof. Umberto Giostra Coordinatore nazionale programma bandiera RITMARE (MIUR) SP6 Referente: prof. Flavio Vetrano Membro del Core Team del progetto europeo ACES (Atomic Clock Ensemble in Space) che coordina il working group per il settore Relativity and Fundamental Physics (http://www.esa.int/our_activities/human_spaceflight/human_spaceflight_research/ato mic_clock_ensemble_in_space_aces) Coordinamento di network internazionali di ricerca Referente: Prof. Flavio Vetrano Membro del Roadmap Committee del GWIC (Gravitational Wave International Committee), comitato internazionale ristretto in carica per coordinare e redigere la roadmap mondiale delle ricerche sui detectors per onde gravitazionali su base trentennale ( https://gwic.ligo.org/roadmap/ ) Referente: Prof. Gino Tarozzi Coordinamento del network internazionale di ricerca su Archimedes in the Renaissance: The Origins of Modernity tra le seguenti istituzioni e centri di ricerca: Max-Planck-Institut für Wissenschaftsgeschichte di Berlino; Indiana University, Department of History and Philosophy of Science; Università degli Studi di Genova; Dipartimento di Scienze per l Architettura (DSA); Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, Dipartimento di Scienze di Base e Fondamenti (DiSBeF); Università di Pisa: Dipartimento di Matematica; Centro Interuniversitario di Ricerca in Filosofia e Fondamenti della Fisica (CIRFIS); Biblioteca Oliveriana di Pesaro; Centro Internazionale di Studi "Urbino e la Prospettiva"; Biblioteca Leonardiana & Museo Leonardiano, Vinci; University of Southern California, Dornsife College of Letters, Arts, and Sciences; Centre Jean Pépin UPR 76 CNRS; UMR 8630 Syrte Observatoire CNRS; Edizione nazionale dell'opera matematica di Francesco Maurolico; Osaka Prefecture University, Department of Human Sciences; Université François-Rabelais, Tours; Centre d'études Supérieures de la Renaissance; Università di Bologna: Dipartimento di Filosofia; Il network si propone come obiettivo la promozione di ricerche, lo sviluppo di progetti, e l organizzazione di convegni di storia della scienza, della tecnica e delle arti. Nel 2012 ha promosso un convegno internazionale a Urbino dal 6 al 7 ottobre su I Barocci a Urbino tra Arte e Scienza. Referente: Dott. Fabio Tatano Da Maggio 2012 Chairman dell ETSC, European Technical and Scientific Committee dell EWA, European Water Association (Associazione Tecnico-Scientifica con l obiettivo di promuovere lo sviluppo e l avanzamento della scienza e della pratica nella gestione integrata di acque ed acque di rifiuto a livello europeo). Referente: Prof. Alberto Carini Membro dell'apsipa (Asia Pacific Signal and Information Processing Association) Technical Committee on Information Processing Theory and Applications Prof.ssa Laura Baratin Coordinamento dell Euro-Mediterranean Observatory on Cultural Heritage EMO un osservatorio dell EMUNI, con sede a Urbino, che sviluppa buone pratiche, nel settore dei beni culturali, nell ambito della formazione a diversi livelli avvalendosi delle esperienze dei singoli paesi. Attività del 2012:primo rapporto sullo stato dell arte e predisposizione della scheda informativa per le Università euro-mediterranee. 5

6 Coordinamento e responsabilità di istituzioni di ricerca nazionali e/o internazionali Referente: Dott. Andrea Viceré il DiSBeF, nella persona del Dott. Andrea Viceré si occupa di coordinare il gruppo Virgo di Firenze e Urbino, presso l'european Gravitational Observatory di Cascina (PI). Il gruppo nel 2012 ha coinvolto 5 ricercatori e professori dell'università di Urbino e dell'infn, un tecnico laureato e due borsisti post-doctoral, e ha potuto avvalersi di un finanziamento da parte dell'infn di Euro, dedicato alla costruzione del rivelatore Advanced Virgo. Referenti: Prof. Gino Tarozzi, Prof. Vinceno Fano Direzione del Centro interuniversitario di ricerca in Filosofia e Fondamenti della Fisica degli atenei di: Alma mater studiorum Bologna, Insubria, Salento, Urbino Carlo Bo, con sede amministrativa presso il Dipartimento di Scienze di Base e Fondamenti (http://www.uniurb.it/filosofia/icephy/index.htm) Referente: Prof. Vincenzo Fano Centro di Semiotica e Morfologia dell Università di Urbino - Referente di Ateneo (http://semiotica.uniurb.it/) Membro del Direttivo della Società Italiana di Logica e filosofia delle scienze Referente: Dott.ssa Catia Grimani Responsabile dell'istituto Nazionale di Fisica Nucleare presso la Sezione di Firenze per l'esperimento LISA-PF Referente: Prof. Umberto Giostra Direttore tecnico-scientifico del Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Fisica dell Atmosfera e delle Idrosfere (CINFAI) Membro dello Steering Committee sulla Ricerca Ambientale (SCRA) del MIUR Direzione di riviste, collane editoriali, enciclopedie e trattati di riconosciuto prestigio Referente: Prof. Gino Tarozzi Direzione della rivista filosofica Isonomia (http://isonomia.uniurb.it/) Referente: Prof. Vincenzo Fano Direttore della collana di libri Libri di base di Filosofia, Liguori. Referente: Prof. Alessandro Bogliolo Editor in chief of the International Journal on Advances in Internet Technology (ISSN: ) Partecipazione a comitati editoriali di riviste, collane editoriali, enciclopedie e trattati Referente: Prof. Almo Farina Editor del Journal of Mediterranean Ecology Referente: Prof. Gino Tarozzi Partecipazione al comitato scientifico della collana Epistemologia dell Editore Angeli (http://www.francoangeli.it/area_pdfdemo/490.97_demo.pdf) 6

7 Referente: Prof.ssa Laura Piccioni Nomina nel Conselho Editorial di Sapere Aude Revista de Filosofia ( Pontificia Universidade Catòlica de Minas Gerais, Belo Horizonte) ISSN: (http://periodicos.pucminas.br/index.php/sapereaude/article/view/3501/3975) Referente: Prof. Giorgio Spada Associate Editor del Journal of Geophysical Research (Solid Earth) dell'american Geophysical Union. Referente: Dott. Mario Alai Comitato scientifico (collaboratore) di APhEx - Portale Italiano di Filosofia Analitica Comitato scientifico di RIFAJ - Rivista Italiana di Filosofia Analitica Junior Consiglio scientifico di Isonomia Epistemologica Referente: Prof. Alberto Carini Membro dell'editorial Board della rivista Signal Processing edita da Elsevier, Amsterdam, The Netherlands. Referente: Dott.ssa Catia Grimani Membro dell'editorial Board of International Journal of Physical Sciences Referente: Prof. Almo Farina International Journal of Ecodynamics Agribusiness Paesaggio & Ambiente Journal of Biosemiotics Biodiversità mediterranea Journal of Landscape Ecology Journal of Marine and Island Cultures Referente: Dr. Maria Letizia Amadori Membro effettivo comitato editoriale Byrsa Rivista di arte, cultura e archeologia del Mediterraneo punico, Agorà edizione. Referente: Dott. Fabio Tatano Collaboratore di redazione delle riviste tecnico-scientifiche: IA Ingegneria Ambientale, Protezione dell Ambiente Energie Rinnovabili (ISSN ) RS Rifiuti Solidi (ISSN ). Referente: Prof. Alessandro Bogliolo Editorial Board Member of The Scientific World Journal (ISSN: ) Referente: Prof.ssa Laura Baratin Comitato editoriale della Collana Lineamenti di restauro e conservazione dei Beni culturali, edita da Il prato, Padova Comitato editoriale della rivista QuotidianoArte ( ) nella nuova rubrica sulla formazione Partecipazione a comitati di programma di congressi internazionali Referente: Prof. Gino Tarozzi partecipazione al comitato promotore e organizzatore dei congressi internazionali The Legacy of Alan Turing (https://sites.google.com/a/uniurb.it/turingcentenary/home/contacts) Perspectives on Science and Metaphysics, First Barcelona-Urbino Meeting, Urbino, 2-3 November,

8 Workshop The relations between Quantum Physics and Statistics", Aprile 2012, Max Planck Institute for the History of Science Berlino Referente: Prof. Alberto Carini Membro del comitato tecnico di IWAENC International Workshop on Acoustic Signal Enhancement, RWTH Aachen University, September 4-6, 2012, Aachen, Germany. Referente: Prof.ssa Laura Piccioni Neurophilosophy of Sleeping and Dreaming, Prof. Claude Debru (Académie des Sciences- Ecole Normale Supérieure Université Paris VII) - 3 aprile 2012 Urbino Referente: Prof. Giorgio Spada Co-organizer of the international Workshop on Sea Level Changes into MIS 5: from observations to predictions, April , Palma de Mallorca, Spain. Referente: Dott. Alessandro Aldini Comitati di programma: QASA 2012: International Workshop in Quantitative Aspects in Security Assurance, September, 2012, Pisa, Italia QAPL 2012: 10th Workshop on Quantitative Aspects of Programming Languages, March 2012, Tallinn, Estonia Co-chair: FOSAD 2012: International School on Foundations of Security Analysis and Design, Bertinoro, Italia Referente: Dott. Valerio Freschi Membro del Technical Program Committee della conferenza internazionale: 7th Learning and Intelligent OptimizatioN Conference, LION 7. Referente: Dott. Mario Alai Membro del Comitato Scientifico e Organizzativo di: The Legacy of A.M. Turing, congresso annuale dell Académie Internationale de Philosophie des Sciences, Urbino, settembre Membro del Comitato Scientifico e Organizzativo di Perspectives on Science and Metaphysics. First Barcelona Urbino Meeting. Università di Urbino Referente: Dott.ssa Catia Grimani Membro del comitato scientifico internazionale del quinto Simposio ASTROD (ASTROD 5) su Astrodinamica a laser, test nello spazio della relatività e della astronomia delle onde gravitazoinali. Tenutosi a Bangalore (India) l'11-13 luglio Referente: Prof. Almo Farina Membro del comitato organizzatore del Seminario I paesaggi sonori UNISCAPE, Firenze, 14 giugno 2012 Referente: Dott. Fabio Tatano Membro International Scientific Advisory Committee Urban Water 2012, 1st International Conference on the Design, Construction, Maintenance, Monitoring and Control of Urban Water Systems, April 2012, New Forest, UK. Organizzazione scientifica di 16th International Symposium on Sustainable Water Management New Solutions for New Problems, 8-9 May 2012, IFAT ENTSORGA 2012, Monaco di Baviera, D. Membro International Scientific Advisory Committee Waste Management 2012, 6th International Conference on Waste Management and the Environment, 4 6 July 2012, New Forest, UK. 8

9 Referente: Prof. Marco Bernardo PC member 2nd Joint Working IEEE/IFIP Conference on Software Architecture and European Conference on Software Architecture (WICSA/ECSA 2012) PC member 9th European Performance Engineering Workshop (EPEW 2012) PC member 3rd ACM International Symposium on Architecting Critical Systems (ISARCS 2012) PC member 12th International School on Formal Methods for the Design of Computer, Communication and Software Systems: Model-Driven Engineering (SFM-12:MDE) PC member 10th International Workshop on Quantitative Aspects of Programming Languages (QAPL 2012) Referente: Prof. Alessandro Bogliolo Member:IEEE Workshop on User-Centric Networking 2012 Member:IEEE Wireless Communications and Networking Conference, 2012 Member:IEEE International Conference on Connected Vehicles and Expo, 2012 Member:International Conference on Sensor Technologies and Applications, 2012 Member:International Conference on Access Networks, 2012 Partecipazione ad accademie riconosciute a livello nazionale e/o internazionale Referente: Prof. Gino Tarozzi Assesseur dell'académie Internationale de Philosophie des Sciences (AIPS), rue Marie de Bourgogne 8, 1050 Bruxelles (http://www.lesacademies.org/index.html) Membro effettivo dell Acadèmie Internationale de Philosophie des Sciences (AIPS), Bruxelles Socio corrispondente della New York Academy of Sciences, dell Accademia delle scienze dell'istituto di Bologna e dell Accademia nazionale di scienze, lettere e arti di Modena. Referente: Prof. Vincenzo Fano Socio corrispondente dell Academie des Philosophie des Sciences Presidente dell Associazione Africa e Mediterraneo, che pubblica un importante rivista di antropologia: (http://www.africaemediterraneo.it/rivista/presentazione.shtm) Referente: Dott. Fabio Tatano Componente Working Group CLEAR, Consortium for Landfill Emissions Abatement Research dell IWWG, International Waste Working Group. Conseguimento di premi e riconoscimenti per l attività scientifica Referenti: Prof. Alessandro Aldini, Alessandro Bogliolo Best paper award Model Checking of Trust-Based User-Centric Cooperative Networks" 4th International Conference on Advances in Future Internet (AFIN2012), IARIA pp , Rome (Italy), August Referente: Dott.ssa Maria Letizia Amadori Premio Frontino Montefeltro al Catalogo La città Ideale. L utopia del Rinascimento a Urbino tra Piero della Francesca e Raffaello in cui è presente il contributo della dr.ssa M.L. Amadori Referente: Prof. Alessandro Bogliolo Premio IARIA fellowship, riconoscimento dell International Academy, Research and Industry Association per il contributo scientifico agli eventi dell associazione. 9

10 Referente: Prof.ssa Laura Baratin Conseguimento del premio per il migliore contributo scientifico al 3D-ARCH'2013 3D Virtual Reconstruction and Visualization of Complex Architectures 5th Intenational Workshop dall International Society for Photogrammetry and Remote Sensing (ISPRS) C Risorse disponibili C1 Finanziamenti per la ricerca Fondi per la ricerca, disponibili nell anno precedente, distinti per tipologia: da bandi competitivi nazionali e internazionali, da contratti conto terzi, da fondi liberi di Ateneo. PROGETTI MIUR - PRIN 1 PRIN 2010 Titolo: Sviluppo di interferometri ottici ultra low-loss in regime ponderomotivo per la riduzione del rumore quantistico in rivelatori di onde gravitazionali e rivelazione ultrasensibile di piccole forze in sistemi micromeccanici Responsabile dell Unità di Ricerca dell Università di Urbino: Prof. Flavio Vetrano Coordinatore Nazionale: Università di Urbino Contributo per attività di ricerca (MIUR): ,00 Costo ritenuto congruo: Riscossione 2012: ,00 2 PRIN 2009 Titolo: Nuovi chemiosensori molecolari per il riconoscimento e la segnalazione di cationi di metalli di transizione e specie anioniche d'interesse biologico Responsabile dell Unità di Ricerca dell Università di Urbino: Prof. Fusi Vieri Coordinatore Nazionale: Università di Bologna Contributo per attività di ricerca (MIUR) Costo ritenuto congruo: Riscossione 2012 (saldo 50%): ,00 3 PRIN 2009 Titolo: Modellizzazione stocastica e con ritardi nelle neuroscienze Responsabile dell Unità di Ricerca dell Università di Urbino: Dott.ssa Margherita Carletti Coordinatore Nazionale: Università di Trento Contributo per attività di ricerca (MIUR) Costo ritenuto congruo: Riscossione 2012 (saldo 50%): 9.370,00 4 PRIN 2009 Titolo: Variabilità temporale e provenienza delle polveri eoliche in Antartide nel tardo Quaternario: un approccio multi-parametrico con l utilizzo di metodologie innovative Responsabile dell Unità di Ricerca dell Università di Urbino: Dott. Luca Lanci Coordinatore Nazionale: Università di Urbino Contributo per attività di ricerca (MIUR): ,00 Costo ritenuto congruo: ,00 10

11 Riscossione 2012 (saldo): 0 5 PRIN 2008 Titolo: Petra, Shawbak e la TransGiordania meridionale fra stagione crociata e rifondazione. archeologia di una frontiera mediterranea Responsabile dell Unità di Ricerca dell Università di Urbino: Dott. Elvio Moretti Coordinatore Nazionale: Università di Firenze Contributo per attività di ricerca (MIUR) PROGETTI MIUR - FIRB 1 Titolo: Nuove prospettive sull'universo violento: la fisica degli oggetti compatti svelata dalle osservazioni congiunte di onde gravitazionali e radiazione elettromagnetica Responsabile dell Unità di Ricerca dell Università di Urbino: Dott.ssa Marica Branchesi Coordinatore Nazionale: Università di Urbino Contributo per attività di ricerca (MIUR) ,00 Riscossione 2012: ,00 FP7 - SEVENTH FRAMEWORK PROGRAMME 1 Titolo: ACCENT Atmospheric Composition Change: the European Network of Excellence Ente Finanziatore: Commissione Europea Responsabile della Ricerca: Prof.ssa Michela Maione Importo finanziato: ,00 Finanziamento EU: ,59 Riscossione 2012: ,49 2 Titolo: ULOOP User-centric Wireless Local Loop - Grant Agreement n Ente Finanziatore: Commissione Europea Responsabile della Ricerca: Prof. Alesssandro Bogliolo Importo finanziato: Finanziamento EU: Riscossione 2012: 98, Titolo: Ice2Sea Estimating the future contribution of continental ce to sea-level rise Grant Agreement n Ente Finanziatore: Commissione Europea Responsabile della Ricerca: Prof. Giorgio Spada Importo finanziato: Finanziamento EU: Riscossione 2012: Titolo: Accent Plus Atmospheric Composition Change, the European Network, Policy Support and Science - Grant Agreement n Ente Finanziatore: Commissione Europea Responsabile della Ricerca: Prof.ssa Michela Maione Importo finanziato: Finanziamento EU:

12 ALTRI PROGETTI EUROPEI 1 LIFE + Environment Policy and Governance 2009 Titolo: ENA - Eco-Design per la Nautica Ente Finanziatore: Commissione Europea Responsabile della Ricerca: Prof. Umberto Giostra Importo finanziato: Finanziamento EU: Riscossione 2012 (anticipo saldo Ateneo): ,00 ATTIVITA COMMERCIALE - CONTO TERZI 1 Titolo: Indagini scientifiche su tabernacolo bronzeo Responsabile della Ricerca: Dott.ssa Maria Letizia Amadori Nome della Ditta/Ente: Il Compasso di Michele Papi & C. s.n.c. Riscossione 2012: 2.520,00 2 Titolo: Convenzione per attività in conto terzi per attività di restauro Responsabile della Ricerca: Prof.ssa Baratin Nome della Ditta/Ente: Gian Franco Giannini Guazzugli Riscossione 2012: 1.300,00 3 Titolo: Accordo quadro Valutazione delle ricadute al suolo contaminanti Responsabile della Ricerca: Prof. Umberto Giostra Nome della Ditta/Ente: SAIPEM spa Importo Complessivo: Riscossione 2012: Titolo: Convenzione per attività conto terzi per lo svolgimento di lezioni teorico-pratiche inquinamento atmosferico e cambiamenti climatici presso scuole pesaresi. Responsabile della Ricerca: Prof.ssa Michela Maione Nome della Ditta/Ente: Comune di Pesaro Riscossione 2012: Titolo: Verifica e certificazione delle versioni del sistema Biglietteria On Line della GOSTEC s.n.c. di Fano Responsabile della Ricerca: Prof. Marco Bernardo Nome della Ditta/Ente: GOSTEC s.n.c. Importo Complessivo: a prestazione Riscossione 2012: Titolo: Convenzione per attività conto terzi su "Metodologie di studio e applicazioni del sistema faunistico nell elaborazione della rete Ecologica Marche" con Studio Helix Associati Responsabile della Ricerca: Prof. Almo Farina Nome della Ditta/Ente: Studio Helix Associati di Perna e Consoli. Riscossione 2012: 4.132,23 7 Titolo: Convezione per attività in conto terzi per studii sulla chiesa di San Pietro in Valle Responsabile della Ricerca: Dott.ssa Maria Letizia Amadori Nome della Ditta/Ente: Comune di Fano Riscossione 2012: ,00 12

13 8 Titolo: Analisi e studi Responsabile della Ricerca: Dott. Luca Lanci Nome della Ditta/Ente: The University of Western Australia Riscossione 2012: 2.034,99 CONTRATTI DI RICERCA 1 Titolo: Ricerca su Astroparticle Responsabile della Ricerca: Prof. Flavio Vetrano Nome della Ditta/Ente: INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) Riscossione 2012: Titolo: Contributo di ricerca relativa a monitoraggio, quantificazione e valutazione delle emissioni diffuse di biogas da discarica per rifiuti non pericolosi Responsabile della Ricerca: Dott. Ing. Fabio Tatàno Nome della Ditta/Ente: Aset S.p.A. Riscossione 2012: 5.000,00 3 Titolo: Contributo alla ricerca Festival della Felicità Responsabile della Ricerca: Prof. Vincenzo Fano Nome della Ditta/Ente: Omnia Comunicazione s.r.l. Riscossione 2012: 8.000,00 4 Titolo: Studio dei sistemi integrabili e delle varietà di Frobenius associati ai gruppi di Coxeter Responsabile della Ricerca: Prof. Renzo Lupini Nome della Ditta/Ente: SISSA - Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste Importo Complessivo: 9.506,60 Riscossione 2012: 4.753,30 5 Titolo: Contributo al funzionamento del Centro Interuniversitario di Ricerca in Filosofia e Fondamenti della Fisica Responsabile della Ricerca: Prof. Gino Tarozzi Nome della Ditta/Ente: Università del Salento Riscossione 2012: 1.000,00 6 Titolo: Convenzione per contributo di ricerca relativa a Messa a Punto di Metodologie e loro Verifica per l Analisi Multifrequenziale dei Paesaggi Sonori Responsabile della Ricerca: Prof. Almo Farina Nome della Ditta/Ente: CONISMA (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare) Riscossione 2012: ,00 7 Titolo: Convenzione per contributo di ricerca relativa allo studio dello sviluppo dell umanesimo scientifico urbinate Responsabile della Ricerca: Prof. Gino Tarozzi Nome della Ditta/Ente: Centro Internazionale di Studi Urbino e la Prospettiva Riscossione 2012: 1.000,00 13

14 8 Titolo: Convenzione operativa n.2 per sviuppo di servizi di connessione, informazione online e promozione del centro commercial naturale nell ambito del protocollo d intesa per la realizzazione di infrastrutture e l erogazione di servizi wireless sul territorio del Comune di Urbino. Responsabile della Ricerca: Prof. Alessandro Bogliolo Nome della Ditta/Ente: Comune di Urbino Riscossione 2012: 6.500,00 9 Titolo: Convenzione per contributo di ricerca relativa alla quantificazione delle sorgenti di emissione di gas serra antropogenici con modellistica inversa Responsabile della Ricerca: Prof. ssa Michela Maione Nome della Ditta/Ente: CNR-ISAC Importo complessivo: ,00 10 Titolo: Analisi e sviluppo dell umanesimo scientifico urbinate Responsabile della Ricerca: Prof. Gino Tarozzi Nome della Ditta/Ente: Accademia Raffaello Importo complessivo: 2.000,00 FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PESARO (FCRP) Contributi straordinari per manifestazioni di rilevante interesse scientifico 1 Titolo: AGAGE Workshop del network internazionale AGAGE Responsabile della Ricerca: Prof.ssa Michela Maione Nome della Ditta/Ente: Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro Importo finanziamento: 2.000,00 2 Titolo: I Barocci a Urbino tra Arte e Scienza Responsabile della Ricerca: Prof. Vincenzo Fano Nome della Ditta/Ente: Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro Importo finanziamento: 1.500,00 Progetti speciali 3 Titolo: Didattica Interdottorale - Il mese dell Alta Formazione Responsabile della Ricerca: Prof. Vincenzo Fano Nome della Ditta/Ente: Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro Importo finanziamento: 2.000,00 4 Titolo: Gabinetto di Fisica: Museo Urbinate della Scienza e della Tecnica Responsabile della Ricerca: Prof. Roberto Mantovani Nome della Ditta/Ente: Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro Riscossione 2012 (recupero anticipo DiSBeF): 5.000,00 14

15 5 Titolo: La città ideale Responsabile della Ricerca: Dott.ssa Maria Letizia Amadori Nome della Ditta/Ente: Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro Riscossione 2012 (recupero anticipo Ateneo): ,00 6 Titolo: Strumentazione Scientifica laboratorio Restauro Responsabile della Ricerca: Prof.ssa Laura Baratin Nome della Ditta/Ente: Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro Riscossione 2011 (recupero anticipo Ateneo): ,00 7 Titolo: Pensando di Sera 2 Responsabile della Ricerca: Prof. Vincenzo Fano Nome della Ditta/Ente: Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro Riscossione 2011 (recupero spese di Ateneo): 2.500,00 Bando interno Titolo: SmartRoadSense Responsabile della Ricerca: Prof. Alessandro Bogliolo Nome della Ditta/Ente: Ateneo - FCRP Importo finanziamento: ,00 9 Titolo: La bioetica con i caregiver: alleanza terapeutica e qualità di vita Responsabile della Ricerca: Prof.ssa Laura Piccioni Nome della Ditta/Ente: Ateneo - FCRP Importo finanziamento: 9.500,00 10 Titolo: I registri meteorologici di Alessandro Serpieri Responsabile della Ricerca: Prof. Vincenzo Fano Nome della Ditta/Ente: Ateneo - FCRP Importo finanziamento: ,00 11 Titolo: Design, sintesi, caratterizzazione e applicazione di nuove molecole di interesse farmaceutico e/o per il monitoraggio ambientale, biologico e agroalimentare Responsabile della Ricerca: Prof. Vieri Fusi Nome della Ditta/Ente: Ateneo - FCRP Importo finanziamento: ,00 12 Titolo: La filiera della bioenergia: potenziale di biometanazione da biomasse peculiari in territorio di Pesaro-Urbino Responsabile della Ricerca: Dott. Ing. Fabio Tatàno Nome della Ditta/Ente: Ateneo - FCRP Importo finanziamento: ,00 15

16 MIUR, ALTRI MINISTERI, ALTRI ENTI 1 MIUR - COOPERAZIONE INTERUNIVERSITARIA INTERNAZIONALE (CII) Titolo: Progetto CooperLink 2010 Internazionalizzazione Libano Responsabile della Ricerca: Prof.ssa Laura Baratin Totale: MIUR CETMA Titolo: Blu-ArcheOsys - Tecnologie innovative e sistemi avanzati a supporto dell'archeologia subaquea Responsabile della Ricerca: Dott.ssa Maria Letizia Amadori Totale: ,00 3 Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario - Regionale dell Azienda Sanitaria Locale Roma Titolo: Metodi per la valutazione integrata dell impatto ambientale e sanitario (VIIAS) dell inquinamento atmosferico Responsabile della Ricerca: Prof.ssa Michela Maione Totale: ATENEO - finanziamenti istituzionali 1 Titolo: Attribuzione CdA 2011 per assegni di ricerca (Dotazione + quota ex 5 %o) Importo Finanziato: ,48 2 Titolo: Recupero 17% Turnover per assegni di ricerca Importo Finanziato: ,10 3 Titolo: Dotazione ordinaria contributo ricerca 2011 Importo Finanziato: ,66 ATENEO - finanziamenti provenienti da strutture universitarie esterne al Dipartimento 1 Titolo: Assegno di ricerca SSD M-FIL/02-M-STO/05 Responsabile della Ricerca: Prof. Gino Tarozzi Importo finanziato: da Facoltà di Lettere 2 Titolo: Assegno di ricerca SSD CHIM/12-SPS/10 Responsabile della Ricerca: Prof.ssa Michela Maione Importo finanziato: ,01 da Facoltà di Sociologia 3 Titolo: Assegno di ricerca SSD ICAR/17-ICAR/06 Responsabile della Ricerca: Dott. Elvio Moretti Importo finanziato: 5.410,00 4 Titolo: Assegno di ricerca SSD L-ART/04 Responsabile della Ricerca: Prof. Bruno Zanardi Importo finanziato: 5.000,00 da Dipartimento di Scienze dell Uomo Importo finanziato: 4.120,00 da Facoltà di Lettere 16

17 5 Titolo: Assegno di ricerca SSD MAT/07 Responsabile della Ricerca: Prof. Renzo Lupini Importo finanziato: 9.560,15 da Facoltà di Scienze e Tecnologie C2 - Infrastrutture Per lo svolgimento delle proprie attività istituzionali di ricerca, spesso correttamente e proficuamente collegate alla attività didattica, il Dipartimento si avvale di infrastrutture avanzate che, per la natura stessa di ricerca fortemente sperimentale, possono indicarsi genericamente come laboratori. Le infrastrutture interne sono rese disponibili, talvolta in condivisione di spesa e d uso con altri Dipartimenti, direttamente dall Ateneo; le infrastrutture interne sono rese disponibili alla ricerca dipartimentale tramite opportuni strumenti giuridici, riconducibili a Convenzioni di vario tipo. Le più importanti infrastrutture vengono di seguito elencate e brevemente descritte. Referente: Luca Lanci ALP/RIRM - Il Centro Interuniversitario di Magnetismo delle Rocce riunisce ricercatori da 6 sedi universitarie nazionali e strumentazioni scientifiche sotto una gestione amministrativa comune. Le Università coinvolte sono: Milano, Roma3, Torino, Urbino, Parma e Chieti. La sede del Laboratorio è a Peveragno (CN) in una zona lontana da disturbi elettromagnetci. L attività scientifica del Centro spazia in tutte le maggiori applicazioni del paleomagnetismo e magnetismo delle rocce. Dalla magnetostratigrafia, che utilizza le inversioni del campo magnetico terrestre come metodo di datazione, la vulcanologia studiando i meccanismi di flusso e le temperature di messa in posto di unità piroclastiche, la Tettonica. con lo studio dell'evoluzione tettonica dell area Mediterranea e dell Asia, le variazioni paleosecolari del campo magnetico terrestre da materiale archeologico e da sedimenti naturali, il Magnetismo ambientale. Con studi sulle proprietà magnetiche del particolato atmosferico raccolto da stazioni di monitoraggio dell aria in città ad alto tasso di inquinamento e lo studio del particolato atmosferico intrappolato nelle carote di ghiaccio Antartico.I responsabili scientifici delle varie sedi sono: Giovanni Muttoni (Università di Milano); Massimo Mattei (Università Roma 3); Elena Zanella (Università di Torino); Luca Lanci (Università di Urbino); Marco Roveri (Università di Parma); Sara Satolli (Università di Cheti) Referente: Dott.ssa Catia Grimani Laboratorio attrezzato presso la Sezione INFN di Firenze (Sesto Fiorentino; FI) riservato all'esperimento LISA Pathfinder e finalizzato allo sviluppo di un doppio pendolo di torsione per la misura di deboli forze. Referente: Prof. Almo Farina Il laboratorio di ecologia del paesaggio sonoro si compone di una serie strumentale rappresentata da: #3 SongmeterSM1, # 20 Zoomn H4, # 50 Digital Recorders USB, diverso software per analisi del suono (Raven, SigView, SoundRuler, Avisoft, Seewave). Questo laboratorio opera da anni nel campo della ricerca sulla soundscape ecology ed ha per obiettivi la ricerca di nuovi indici quantitativi per l analisi del soundscape. Per questo ha prodotto negli anni passati un plug-in (Soundscapemeter) per il calcolo della complessità degli ambienti sonici. Il laboratorio opera inoltre nella ricerca di sistemi di monitoraggio acustico a basso costo e di rilievi in ambienti marini in collaborazione con l Università di Ancona. 17

18 Referente: Prof. Mauro Micheloni Laboratorio di Risonanza Magnetica Nucleare (NMR) e Spettrometria: Il Laboratorio è dotato di varie strumentazioni scientifiche tra le quali le principali sono: Apparecchiatura NMR Brucher AVANCE 200, equipaggiata con sonda multinucleare e temperatura variabile; Spettrofluorimetro Varian Modello Eclipse; Spettrofotometro FT-IR modello FTIR-8300PC con accessorio per riflettanza totale tipo orizzontale; due sistemi potenziometrici Metrohm automatici accoppiati a un sistema spettrofotometrico UV-VIS Varian Cary 50 equipaggiato con fibre ottiche e temperatura variabile; Spettrofotometri modello UV-VIS Varian modello Cary 100 equipaggiato con temperatura variabile e spettrofotometro PG Instruments modello T9 2+ Referente: Prof.ssa Michela Maione Grazie a un accordo con l ISAC-CNR, da diversi anni sono stati installati strumenti per le misure in continuo dei gas serra presso il laboratorio remoto di Monte Cimone (Modena). La strumentazione è interamente gestita e controllata dal personale del DiSBeF e, in collaborazione con l'isac-cnr, sono utilizzati per la caratterizazione della composizione chimico-fisica dell'atmosfera ai fini dello studio dei cambiamenti climatici. Le misure effettuate dal DiSBeF hanno contribuito ad accrescere le rilevanza internazionale della stazione Italiana, promuovendo e collaborando a svariati progetti di ricerca finanziati dalla CE, nonchè alla promozione della stazione da parte del WMO-GAW (World Meteorological Organization-Global Atmosphere Watch) come stazione di riferimento globale. Referente: Dott. Andrea Viceré Laboratorio attrezzato presso la Sezione INFN di Firenze (Sesto Fiorentino;FI) riservato all'esperimento Virgo e finalizzato allo sviluppo di facilities per la produzione di fibre monolitiche e studi di thermal noise Referente: Dott. Fabio Tatano Impianto a scala di laboratorio-banco (denominabile BO-ASET, Biological Organic Anaerobic System for Energy Technologies ) per la conduzione di test sperimentali di biometanazione da residui e rifiuti organici selezionati, predisposto logisticamente in collaborazione (mediante apposito Accordo Tecnico-Scientifico) con il laboratorio di analisi ambientali dell azienda pubblica ambientale ASET SpA (Fano, PU) e finanziato con contributo a progetto (anno 2012) della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro. Sinteticamente, trattasi di no. 3 linee in parallelo costituite da n. 3 bioreattori in vetro pyrex dotati di appositi alloggiamenti/aperture e disposti su agitatori magnetici (piastre) riscaldanti, e con relativi dispositivi accoppiati di misura del biometano/biogas prodotto (sistema volumetrico cosiddetto a spostamento di liquido). La dettagliata caratterizzazione chimico-fisica dei digestati prodotti rientra nella collaborazione scientifica attivata con il Gruppo di Ricerca (e relativo ed apposito laboratorio di analisi strumentali avanzate) in Chimica dei Materiali e dell Ambiente del Dipartimento di Ingegneria E. Ferrari dell Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Referente: Prof.ssa Laura Baratin Laboratori di Restauro del Dipartimento per la parte di acquisizione dei dati mediante camere digitali (Rollei metric) e sistemi 3d (image master); i dati sono poi elaborati tramite software dedicati (Z-MAP, Lupus, ecc.) in opportune PC farm condivise dell Ateneo. 18

19 C3 Personale di ricerca Personale docente e ricercatori universitari: 37 Professori Ordinari: 4 Professori Associati: 12 Ricercatori Universitari: 20 Ricercatori a Tempo Determinato: 1 Dottorandi: 14 Assegnisti: 16 Collaboratori a progetto (di ricerca/supporto alla ricerca): 19 Personale tecnico: 10 Personale Amministrativo: 3 D Attività di terza missione e altre attività D1 Attività di terza missione partecipazione alla creazione di spin-off Nessuna sviluppo, impiego e commercializzazione di brevetti Referenti: Prof. Vieri Fusi e Dott. Mirco Fanelli ID Brevetto: WO/2010/ Titolo: "Derivati di [(3-Idrossi-4-Piron-2-Il)Metil]Amina e loro uso come farmaci antineoplastici" entrate da attività di servizio Referente: Prof. Alessandro Bogliolo Affiancamento al management aziendale di BAX per l'utilizzo di terminali mobili multitouch in ambito domotico. La Provincia di Pesaro e Urbino, in linea con quanto contenuto nel P.O.R. Marche FSE ob , ha promosso azioni di affiancamento al management aziendale per la realizzazione di progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzati allo sviluppo della competitività ed alla crescita economica del tessuto imprenditoriale locale. Il DiSBeF ha affiancato il management della BAX srl, ditta che si occupa della progettazione e realizzazione di impianti domotici, ai fini dello studio e dell implementazione di un framework per il controllo e la gestione di impianti domotici avanzati attraverso dispositivi mobili multi-touch. Importo: ,00 Riscossione 2012: 0 attività di divulgazione scientifica e culturale Referente: Dott. Roberto Mantovani Visite guidate con brevi seminari scientifici divulgativi a scolaresche delle Scuole di tutta Italia (su prenotazione) al Museo Universitario del DiSBeF: il Gabinetto di Fisica: Museo Urbinate della Scienza e della Tecnica (attività svolta continuativamente nel periodo scolastico) Refente: Dott. Filippo Martelli 19

20 Nel 2012 il DiSBeF, nella persona del Dott. Filippo Martelli, ha la direzione scientifica del Museo del Balì di Saltara (PU). Il Museo è un moderno "science centre" che, oltre ad una serie di postazioni interattive, con le quali il pubblico può sperimentare direttamente molti fenomeni fisici, offre attività laboratoriali alle scuole di ogni ordine grado, proponendo oltre 50 laboratori durante i quali gli animatori scientifici illustrano in maniera coinvolgente alcuni esperimenti scientifici. La presenza di un planetario ottico, con una grande cupola del diametro di 8 metri, e di un osservatorio astronomico dotato di numerosi strumenti, tra i quali anche telescopi solari muniti di appositi filtri, fanno della struttura un punto di riferimento per la divulgazione astronomica al pubblico generico, che può altresì usufruire di periodici cicli di conferenze, durante le quali sono affrontati in maniera divulgativa molti temi di ricerca, coinvolgendo spesso anche docenti dell'università di Urbino. Tra studenti e pubblico il Museo accoglie più di visitatori all'anno, ponendosi così ai vertici della divulgazione scientifica in Italia. Referente: Prof. Flavio Vetrano o Seminari divulgativi tenuti il 29 Agosto 2012 agli Studenti delle Scuole Superiori (ed ai rispettivi docenti) partecipanti alle Olimpiadi della Fisica: Lineamenti storici della Scienza in Urbino La Fisica in Urbino oggi Referente: Prof. Flavio Vetrano Seminario divulgativo sulla scienza ottocentesca in Italia, tenuto il 7 giugno 2012: Tra cielo e terra: la Scienza di Padre Alessandro Serpieri Referente: Prof. Alessandro Bogliolo Convegno nazionale NeutralAccess 2012: l'equilibrio tra intervento normativo e libero mercato per lo sviluppo della rete è stato il tema dell'edizione 2012 di NeutralAccess, il convegno sulle reti di accesso che è svolto il 18 giugno 2012 a Roma, presso la Sala della Mercede di Palazzo Marini. attività di formazione degli adulti e aggiornamento professionale Referente: Dott. Filippo Martelli Il Museo del Balì è inoltre un ente accreditato dal MIUR per la formazione degli insegnanti e a tal proposito organizza ogni anno specifici corsi di formazione per i docenti delle scuole di ogni ordine e grado. Nel 2012 si è curata la formazione degli insegnanti di scuola secondaria di secondo grado sui temi della ricerca contemporanea in Fisica. altre attività di terza missione (scavi archeologici, poli museali e altro) Referente: Dott. Roberto Mantovani Gabinetto di Fisica: Museo urbinate della Scienza e della Tecnica. Quale struttura universitaria è la più antica istituzione scientifica dell'università di Urbino. Essa annovera alcuni studi, una biblioteca, un archivio, alcuni depositi e un museo, visitabile dal pubblico, locato nel piano nobile del settecentesco Palazzo degli Scolopi, in piazza della Repubblica. Il Museo è strutturato in due sale, la sala Alessandro Serpieri che raccoglie una tra le più importanti collezioni universitarie di strumentazione storicoscientifica presenti nel nostro Paese e la sala Federico da Montefeltro, dedicata allo studiolo del Duca Federico da Montefeltro, dove sono riprodotti i più antichi strumenti scientifici che si conoscano in Urbino. Oltre ad una attività museale il Gabinetto di Fisica attualmente sviluppa e promuove mostre, convegni e ricerche attinenti alla Storia della Scienza focalizzati in particolare ad evidenziare il ruolo che hanno avuto gli strumenti scientifici nello sviluppo del pensiero scientifico dall Umanesimo al XIX secolo. Referente: Prof. Alessandro Bogliolo 20

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Breve Introduzione Questo è un documento di lavoro per la composizione delle schede SUA-RD 2011, 2012 e 2013. In questa prima sezione vengono rapidamente ricapitolate

Dettagli

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G.

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale G. CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM FRANCO FRATTOLILLO Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Rummo" di Benevento, con votazione 60/60.

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II*

CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II* CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II* Indice 1. Informazioni generali 2. Parte I: obiettivi, gestione e risorse del Dipartimento

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Versione 1.1 2 dicembre 2014 Sommario 1 Introduzione... 3 2 Cosa devono fare docenti, ricercatori,

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO è il resoconto di uno studio completo e originale, con struttura ben definita e costante: rappresenta il punto finale di una ricerca (in inglese: paper, article) STRUTTURA

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013 Consultazione Pubblica per l istituzione dell Anagrafe Nazionale Nominativa dei Professori e dei Ricercatori e delle Pubblicazioni Scientifiche (ANPRePS) Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici 1. Introduzione Vengono oggi pubblicate sul sito dell ANVUR e 3 tabelle relative alle procedure dell abilitazione scientifica nazionale

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

si riunisce telematicamente il giorno 13 maggio 2015 alle ore 17.30 per la stesura della relazione finale.

si riunisce telematicamente il giorno 13 maggio 2015 alle ore 17.30 per la stesura della relazione finale. PROCEDUM VALUTATIVA DI CHIAMATA RISERVATA PER I.A COPERTUM DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE ORDINARIO AI SENSI DELL',ART. 24 CO. 6 DEL -A LEGGE N.240l2010 - PER IL SETTORE CONCORSUALE 10/G1, SETTORE SCIENTIFICO

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) SCHEDA TERZA MISSIONE Indice Parte III: Terza missione Sezione I I.1 - PROPRIETÀ INTELLETTUALE I.1.a - Brevetti

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE».

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE». Federcongressi&eventi è l associazione delle imprese e dei professionisti che lavorano nell industria italiana dei convegni, congressi ed eventi: un industria che dà lavoro a 287.741 persone, di cui 190.125

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA

UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA SVILUPPO DI METODI DECONVOLUTIVI PER L INDIVIDUAZIONE DI SORGENTI INDIPENDENTI

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840 Assessorat des Ouvrages Publics de la protection des sols et du logement public Assessorato Opere Pubbliche, Difesa del Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica Premessa Le fondamentali indicazioni riportate

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

RADIANCE & TOOLS Progettare con la luce naturale Corso base

RADIANCE & TOOLS Progettare con la luce naturale Corso base RADIANCE & TOOLS Progettare con la luce naturale Corso base FORMARSI PER NON FERMARSI WEITERBILDUNG FÜR WEITERDENKER RADIANCE & TOOLS Progettare con la luce naturale Corso base Il processo di progettazione

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192)

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) Gazzetta Ufficiale N. 244 del 18 Ottobre 2010 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) La Camera dei deputati ed il Senato

Dettagli

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica Descrizione della pratica 1. Identificazione Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica ISIS A. GRAMSCI-J.M. KEYNES Nome della pratica/progetto Consumare meno per consumare tutti Persona referente

Dettagli