SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil"

Transcript

1 SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA PARTI CONTRAENTI Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil DATA DI STIPULA 3 febbraio 2008 FINALITÀ rinnovo e unificazione: - CCNL 2 febbraio 04 Federturismo-Confindustria - CCNL 16 ottobre 03 Aica (catene alberghiere) COEFFICIENTI Divisore giornaliero: 26 Orario: 172/40 ore settimanali MENSILITÀ 14 mensilità (13^ in occasione del Natale e 14^ con la retribuzione del mese di luglio) SCATTI ANZIANITÀ 6 triennali (vedere tabella) FERIE 26 giorni lavorativi. La settimana è considerata di 6 giorni. RIDUZIONE ORARIO 104 ore annue per gli alberghi. 108 ore annue per stabilimenti balneari. Conservazione del posto per 180 giorni per anno. Trattamento economico: MALATTIA - Alberghi - Carenza (primi 3 giorni) 100% a carico datore lavoro.dal 4 al 20 giorno: integrazione dell indennità erogata dall INPS da parte del datore di lavoro fino al raggiungimento del 75% della retribuzione giornaliera.dal 21 giorno in poi: integrazione dell indennità erogata dall INPS da parte del datore di lavoro fino al raggiungimento del 100% della retribuzione giornaliera. - Pubblici Esercizi e Stabilimenti Balneari - Carenza (primi 3 giorni) 100% a carico datore di lavoro (solo se la malattia supera i cinque giorni).dal 4 giorno in poi: 80% da corrispondersi dall INPS. Conservazione del posto per 180 giorni nell anno solare.trattamento economico: INFORTUNIO - Alberghi - Intera retribuzione nel giorno dell infortunio e 60% della stessa per i 3 giorni successivi. - Pubblici Esercizi e Stabilimenti Balneari - Integrazione dell indennità corrisposta dall INAIL fino a raggiungere il 100% della retribuzione sin dal giorno in cui si verifica l infortunio. MATERNITÀ Durante l astensione obbligatoria la lavoratrice ha diritto, per un periodo di 5 mesi, ad una integrazione dell indennità INPS fino a raggiungere il 100% della retribuzione giornaliera. CONGEDO MATRIMONIALE Il personale, che non sia in periodo di prova, ha diritto ad un congedo straordinario retribuito di quindici giorni di calendario per contrarre matrimonio. PERMESSI PER LUTTO In caso di comprovata disgrazia a familiari legati da stretto vincolo di parentela o di affinità, il lavoratore avrà diritto ad un congedo straordinario retribuito la cui durata sarà rapportata alle reali esigenze di assenza, con un limite massimo di cinque giorni di calendario. Tale congedo potrà essere prolungato sino ad un limite massimo di ulteriori tre giorni di calendario in relazione alla distanza del luogo da raggiungere.

2 Le Parti concordano un nuovo impianto di classificazione che ritengono maggiormente rispondente alle esigenze di valorizzazione delle professionalità dell Industria Turistica, in coerenza con le esigenze organizzative di accresciuta competitività sui mercati. Il predetto impianto, viene di seguito riportato e sinteticamente semplificato: AREA A Ai sensi e per gli effetti della legge 190 del 13 maggio 1985 e successive modifiche ed integrazioni, appartengono a questa area i lavoratori con la qualifica di Quadro che, pur non appartenendo alla categoria dei dirigenti di cui agli articoli 6 e 34 del R.D.L. n del 1 luglio 1926, siano in possesso di elevate conoscenze teoriche e pratiche e di ampia conoscenza dei processi gestionali aziendali, nell ambito di indirizzi generali fissati dalla Direzione aziendale da cui dipendono, svolgono con continuità, autonomia e ampia discrezionalità funzioni direttive, di pianificazione coordinamento e controllo di importanti attività aziendali, nonché lavoratori che, al più elevato livello di professionalità, svolgono funzioni di notevole interesse aziendale. L area è suddivisa, sulla base della diversa e maggiore complessità e dimensione dell azienda, ovvero delle funzioni svolte, in due categorie di inquadramento denominate A1 (ex QA) e A2 (ex QB), le cui declaratorie ed i relativi profili sono puntualmente definiti nell ambito dei singoli settori di applicazione del presente CCNL. CLASSIFICAZIONE PROFESSIONALE AREA B Appartengono a questa area professionale i lavoratori che, in possesso di approfondite conoscenze teoriche e pratiche e di specifica conoscenza dei processi operativi, svolgono, nell ambito di direttive superiori definite, funzioni di elevato contenuto professionale, comportanti sia iniziativa che adeguata autonomia operativa, nonché lavoratori che svolgono importanti mansioni specialistiche nei vari settori dell attività aziendale. L area è suddivisa, sulla base della diversa e maggiore complessità e dimensione dell azienda, ovvero della prevalenza delle funzioni svolte, in due categorie di inquadramento denominate B1 (ex 1 liv) e B2 (ex 2 liv), le cui declaratorie ed i relativi profili sono puntualmente definiti nell ambito dei singoli settori di applicazione del presente CCNL. AREA C Appartengono a questa area professionale i lavoratori che, in possesso di adeguate conoscenze teoriche e pratiche, acquisite anche per il tramite di specifici corsi di formazione professionale, svolgono, nell ambito di procedure organizzative definite, con autonomia adeguata alla categoria attribuita, operazioni specialistiche in uno o più settori di attività (attività di concetto, o prevalentemente tali). Appartengono inoltre a tale area i lavoratori che, in possesso di consolidate esperienze specialistico-gestionali e/o funzionali, possono anche svolgere attività di coordinamento di altri lavoratori. L area è suddivisa, sulla base della diversa e maggiore complessità e dimensione dell azienda, ovvero delle funzioni svolte, in tre categorie di inquadramento denominate C1 (ex 3 liv), C2 (ex 4 liv) e C3 (ex 5 liv), le cui declaratorie ed i relativi profili sono puntualmente definiti nell ambito dei singoli settori di applicazione del presente CCNL. AREA D Appartengono a questa area professionale i lavoratori che, nel quadro di istruzioni ricevute, di normative e/o prassi aziendali, svolgono operazioni semplici e ausiliarie che richiedono sufficienti capacità tecnico-pratiche ed elementari conoscenze professionali. L area è suddivisa, sulla base della diversa e maggiore complessità e dimensione dell azienda, ovvero delle funzioni svolte, in due categorie di inquadramento denominate D1 (ex 6s e 6 liv) e D2 (ex 7 liv), le cui declaratorie ed i relativi profili sono puntualmente definiti nell ambito dei singoli settori di applicazione del presente CCNL. Tutti i lavoratori inquadrati nel 6 livello vengono trasferiti nell area D, al livello D1 (ex 6 super), ed acquisiscono i trattamenti economici del nuovo riferimento. AREA A LIVELLI E QUALIFICHE Appartengono a questa area i lavoratori con la qualifica di Quadro. L area è suddivisa sulla base delle dimensioni dell azienda e delle funzioni svolte in due categorie: A1 (ex QA) A2 (ex QB)

3 AREA B L area è suddivisa sulla base delle dimensioni dell azienda e sulla base delle mansioni svolte in due categorie: B1 (ex 1 livello)b2 (ex 2 livello) AREA C L area è suddivisa sulla base delle dimensioni dell azienda e sulla base delle mansioni svolte in tre categorie: C1 (ex 3 livello) C2 (ex 4 livello)c3 (ex 5 livello) AREA D L area è suddivisa sulla base delle dimensioni dell azienda e sulla base delle mansioni svolte in due categorie: D1 (ex 6S e 6 livello) D2 (ex 7 livello) La durata del periodo di prova è stabilita nelle seguenti misure: AREA EX LIVELLO GIORNI A1 A2 Ex Quadri A e B 180 B1 Ex 1 livello 150 PERIODO DI PROVA B2 Ex 2 livello 75 C1 Ex 3 livello 45 C2 C3 Ex 4 e 5 livello 30 D1 Ex 6 S e 6 livello 20 D2 Ex 7 livello 15 Tanto per il caso di licenziamento quanto per quello di dimissioni i termini di preavviso sono i seguenti: PREAVVISO LIVELLO TRA 0 e 5 ANNI DI SERVIZIO COMPIUTI OLTRE I 5 E FINO AI 10 ANNI DI SERVIZIO COMPIUTI OLTRE I 10 ANNI DI SERVIZIO COMPIUTI A1 e A2 4 mesi 5 mesi 6 mesi B1 2 mesi 3 mesi 4 mesi B2 e C1 1 mese 45 giorni 2 mesi

4 C2 e C3 20 giorni 30 giorni 45 giorni D1 e D2 15 giorni 20 giorni 20 giorni Durante il periodo di preavviso per licenziamento, il dipendente avrà diritto ad un permesso straordinario di due ore giornaliere per le pratiche relative alla ricerca di altra occupazione. Retribuzione Totale Lorda (Paga Base + Contingenza) AREA (ex livelli) Al 31 dicembre 2007 Dal 1 gennaio 2008 A1 (ex QA) 1.728, ,58 A2 (ex QB) 1.600, ,34 B1 (ex 1 ) 1.490, ,41 B2 (ex 2 ) 1.362, ,18 C1 (ex 3 ) 1.285, ,24 C2 (ex 4 ) 1.212, ,59 C3 (ex 5 ) 1.137, ,00 TRATTAMENTO ECOMOMICO D1 (ex 6 S) 1.093, ,21 D1 (ex 6 ) 1.078, ,62 D2 (ex 7 ) 1.010, ,04 Dal 1 luglio 2008 Dal 1 luglio 2009 A1 (ex QA) 1.888, ,84 A2 (ex QB) 1.748, ,32 B1 (ex 1 ) 1.629, ,89 B2 (ex 2 ) 1.489, ,36 C1 (ex 3 ) 1.404, ,22 C2 (ex 4 ) 1.325, ,59 C3 (ex 5 ) 1.243, ,90

5 D1 (ex 6 S) 1.195, ,29 D1 (ex 6 ) 1.178, ,06 D2 (ex 7 ) 1.104, ,70 AREA 1 maggio febbraio febbraio 2009 INDENNITÀ DI FUNZIONE QUADRI A1 (ex categoria A) 46,48 60,00 75,00 A2 (ex categoria B) 41,32 55,00 70,00 AREA (ex Livelli) Valore scatto A1 (ex QA) 40,80 A2 (ex QB) 39,25 B1 (ex 1 ) 37,70 B2 (ex 2 ) 36,15 C1 (ex 3 ) 34,86 SCATTI DI ANZIANITÀ C2 (ex 4 ) 33,05 C3 (ex 5 ) 32,54 D1 (ex 6 S) 31,25 D1 (ex 6 ) 30,99 D2 (ex 7 ) 30,47 In occasione della maturazione del nuovo scatto, l importo degli scatti maturati è calcolato in base ai suddetti valori senza la liquidazione di arretrati per gli scatti maturati per il periodo pregresso. Limite individuale annuo 260 ore MAGGIORAZIONI E STRAORDINARI Lavoro straordinario diurno 30% Lavoro straordinario notturno 60% (svolto tra le ore ventiquattro e le ore sei)

6 Maggiorazione per lavoro notturno 25% Maggiorazione per lavoro notturno (per personale con qualifica notturno ) 12% (in quanto della specificità delle loro prestazioni si è già tenuto conto ai fini dell inquadramento e dei relativi livelli retributivi) Maggiorazione per lavoro festivo 20% Maggiorazione per lavoro domenicale 10% (con riposo settimanale in giornata diversa dalla domenica) FESTIVITÀ DATA Capodanno 1 gennaio Epifania 6 gennaio Lunedì di Pasqua Mobile Anniversario della Liberazione 25 aprile Festa del Lavoro 1 maggio FESTIVITÀ Festa della Repubblica 2 giugno Assunzione 15 agosto Ognissanti 1 novembre Immacolata Concezione 8 dicembre Santo Natale 25 dicembre Santo Stefano 26 dicembre Santo Patrono Differente per ogni città Le Parti hanno disciplinato l apprendistato professionalizzante, i cui tratti salienti sono i seguenti: SFERA DI APPLICAZIONE APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZA NTE Il contratto di apprendistato professionalizzante può essere instaurato con giovani di età da 18 a29 anni e fino al giorno antecedente il compimento del trentesimo anno di età. È ammessa anche la stipula con giovani che abbiano compiuto 17 anni di età e siano in possesso di una qualifica ex Legge 28 marzo 2003, n. 53. Possono essere assunti con contratto di apprendistato professionalizzante i lavoratori destinati a svolgere le mansioni proprie delle figure professionali inquadrate nei seguenti livelli: B2 ex 2 livello

7 C1 C2 C3 D1 ex 3 livello ex 4 livello ex 5 livello ex 6 super e 6 livello DURATA La durata del contratto di apprendistato è determinata nelle seguenti misure massime in relazione alle qualifiche da conseguire: - 54 mesi per inquadramento finale in B2 (ex 2 livello) - 54 mesi per inquadramento finale in C1 (ex 3 livello) - 48 mesi per inquadramento finale in C2 (ex 4 livello) - 42 mesi per inquadramento finale in C3 (ex 5 livello) - 30 mesi per inquadramento finale in D1 (ex 6 S livello) - 30 mesi per inquadramento finale in D1 (ex 6 livello) Nelle imprese di viaggi e turismo e congressi le Parti hanno stabilito di innalzare a 54 mesi la durata dell apprendistato per le figure professionali inquadrate in C2. TRATTAMENTO ECONOMICO Il rapporto di apprendistato sarà ripartito in due periodi: - nel primo periodo l inquadramento sarà di un livello inferiore a quello di destinazione finale. - nel secondo periodo l inquadramento sarà uguale a quello di destinazione finale. CATEGORIA DESTINAZIONE FINALE DURATA TOTALE MESI PRIMO PERIODO (durata) SECONDO PERIODO (durata) B2 (ex 2 liv.) 54 C1 (30 mesi) B2 (24 mesi) C1 (ex 3 liv.) 54 C2 (30 mesi) C1 (24 mesi) C2 (ex 4 liv.) 48 C3 (26 mesi) C2 (22 mesi) C3 (ex 5 liv.) 42 D1 (24 mesi) C3 (18 mesi) D1 (ex 6 S e 6 liv.) 30 D2 (18 mesi) D1 (12 mesi) ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA A decorrere dal 1 luglio 2008, il contributo dovuto ai fondi di assistenza sanitaria integrativa è pari a 10,00 euro mensili. Le parti concordano che gli obblighi previsti relativamente al Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti da aziende dell industria turistica sono da riferirsi al FONTUR. A decorrere dal 1 gennaio 2008, saranno iscritti al fondo FONTUR anche gli apprendisti. PREVIDENZA COMPLEMENTARE Il fondo di previdenza complementare di riferimento è il Marco Polo. Contribuzione: TIPOLOGIA LAVORATORI QUOTA T.F.R. CONTRIBUTO LAVORATORE CONTRIBUT O AZIENDA

8 Lavoratori occupati dopo il 28/4/ % 0,55% (misura minima per avere diritto al contributo del datore di lavoro. Il lavoratore può fissare liberamente una misura maggiore) 0,55% Lavoratori già occupati al 28/4/ % (il avoratore può scegliere di versare una quota superiore, pari all intero flusso) 0,55% (misura minima per avere diritto al contributo del datore di lavoro. Il lavoratore può fissare liberamente una misura maggiore) 0,55% SOSTEGNO AL REDDITO Le Parti concordano di destinare, con decorrenza 1 aprile 2008, la quota dello 0,25 % di paga base e contingenza per 14 mensilità, totalmente a carico delle imprese, al finanziamento del sostegno al reddito dei lavoratori coinvolti in processi di ristrutturazione e/o riorganizzazione aziendale interessati da periodi di sospensione dell attività. La quota è accantonata in un apposito fondo, denominato Fondo Sostegno al Reddito, costituito presso l Ente Bilaterale Nazionale dell Industria Turistica.

Ccnl Lavoro Domestico

Ccnl Lavoro Domestico Ccnl Lavoro Domestico Parti contraenti Parti contraenti FIDALDO, DOMINA Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil, Federcolf Data CCNL 01/02/2007 Rinnovo economico 20/01/2009 parte economica Decorrenza

Dettagli

Sommario PREMESSA AL CCNL... 23. TITOLO I - VALIDITÀ E SFERA DI APPLICAZIONE... 24 Articolo 1... 24 Articolo 2... 26 Articolo 3...

Sommario PREMESSA AL CCNL... 23. TITOLO I - VALIDITÀ E SFERA DI APPLICAZIONE... 24 Articolo 1... 24 Articolo 2... 26 Articolo 3... FEDERTURISMO Assotravel Astoi Ucina Unai Unionparchi CONFINDUSTRIA CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DELL INDUSTRIA TURISTICA Testo Ufficiale 2 febbraio 2004 Proprietà

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL SETTORE TURISMO RINNOVATO IL 27.07.2007

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL SETTORE TURISMO RINNOVATO IL 27.07.2007 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL SETTORE TURISMO RINNOVATO IL 27.07.2007 1. Prescrizioni generali Il CCNL disciplina i rapporti di lavoro tra le aziende sotto indicate

Dettagli

Turismo Industria. Turismo Industria. Decorrenza. Stipula

Turismo Industria. Turismo Industria. Decorrenza. Stipula Parti contraenti Turismo Industria Stipula Decorrenza Scadenza economica normativa Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, 9.7.200..200 30.4.203 30.4.203 - Fisascat-Cisl,Uiltucs-Uil Area/ Livello

Dettagli

decorrenze Scadenze 1/10/84 30/09/87 1/04/88 31/03/91 15/07/92 15/07/95 16/07/96 15/07/2000 8/03/2001 7/3/2005 1/03/2007 28/02/2011

decorrenze Scadenze 1/10/84 30/09/87 1/04/88 31/03/91 15/07/92 15/07/95 16/07/96 15/07/2000 8/03/2001 7/3/2005 1/03/2007 28/02/2011 SINTESI CCNL LAVORO DOMESTICO decorrenze Scadenze 1/10/84 30/09/87 1/04/88 31/03/91 15/07/92 15/07/95 16/07/96 15/07/2000 8/03/2001 7/3/2005 1/03/2007 28/02/2011 Indice della Sintesi Contrattuale Artt.

Dettagli

CASSA EDILE DI MUTUALITA E DI ASSISTENZA DI NOVARA FASCICOLO TABELLE

CASSA EDILE DI MUTUALITA E DI ASSISTENZA DI NOVARA FASCICOLO TABELLE CASSA EDILE DI MUTUALITA E DI ASSISTENZA DI NOVARA FASCICOLO TABELLE Percentuali contributive - Percentuali accantonamento Coefficienti malattia e infortunio IN VIGORE DAL MESE DI DICEMBRE 2012 2 TABELLE

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Domestici Sindacato SLI

Domestici Sindacato SLI Domestici Sindacato SLI Colf e Badanti conviventi e non conviventi (TESTO DEFINITIVO MODIFICATO CON L ASSEMBLEA DEL 06 marzo 2014) (Dal 01/03/2013 Al 28/02/2016) CCNL 16/2/2013 Verbale di stipula e decorrenza

Dettagli

FORMAZIONE - week end CORSO BASE PAGHE E CONTRIBUTI

FORMAZIONE - week end CORSO BASE PAGHE E CONTRIBUTI FORMAZIONE - week end ROMA 2011 Calendario didattico: sabato 05/marzo - domenica 06/marzo sabato 12/marzo - domenica 13/marzo sabato 19/marzo - domenica 20/marzo sabato 26/marzo - domenica 27/marzo Docenti:

Dettagli

Sintesi ccnl quadri del Terziario

Sintesi ccnl quadri del Terziario Sintesi ccnl quadri del Terziario Parti contraenti Confcommercio,, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil Data di stipula 26.02.2011 Decorrenza 01.01.2011 Scadenza parte normativa/economica 31.12.2013 DECLARATORIA

Dettagli

Fonti normative...pag. 10 Il contratto collettivo di categoria...» 10 Sfera di applicazione...» 10 Decorrenza e durata...» 11

Fonti normative...pag. 10 Il contratto collettivo di categoria...» 10 Sfera di applicazione...» 10 Decorrenza e durata...» 11 INDICE Sezione Prima - ASPETTI CONTRATTUALI Fonti normative...pag. 10 Il contratto collettivo di categoria...» 10 Sfera di applicazione...» 10 Decorrenza e durata...» 11 Le caratteristiche dei lavoratori

Dettagli

Le spettanze di una collaboratrice familiare

Le spettanze di una collaboratrice familiare Le spettanze di una collaboratrice familiare La retribuzione base, per una collaboratrice familiare deve essere concordata rispettando i seguenti minimi contrattuali: Minimi contrattuali in vigore dal

Dettagli

ACCONCIATURA ED ESTETICA Accordo di rinnovo contrattuale 8 settembre 2014

ACCONCIATURA ED ESTETICA Accordo di rinnovo contrattuale 8 settembre 2014 Modena, 29 dicembre 2014 ACCONCIATURA ED ESTETICA Accordo di rinnovo contrattuale 8 settembre 2014 PARTI CONTRAENTI CNA Unione benessere e sanità, Confartigianato Benessere Acconciatori, Confartigianato

Dettagli

GRAFICA ED EDITORIA (INDUSTRIA)

GRAFICA ED EDITORIA (INDUSTRIA) GRAFICA ED EDITORIA (INDUSTRIA) G Data: Decorrenza: 28 MARZO 2008 1 ipotesi di accordo 30 maggio 2011 11 Scadenza normativa: Scadenza economica: 31 marzo 2013 31 marzo 2013 Parti firmatarie Associazione

Dettagli

Sintesi ccnl quadri del Terziario

Sintesi ccnl quadri del Terziario Sintesi ccnl quadri del Terziario Parti contraenti Confcommercio, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil Data di stipula 30.03.2015 Decorrenza 01.04.2015 Scadenza parte normativa/economica 31.12.2017

Dettagli

QUESITI - Programma merci Serie MCN - Elementi di diritto sociale - Nazionale

QUESITI - Programma merci Serie MCN - Elementi di diritto sociale - Nazionale QUESITI - Programma merci Serie MCN - Elementi di diritto sociale - Nazionale MCN001 Secondo il CCNL Logistica, Spedizione e Trasporto Merci, l'impresa che intende chiedere il risarcimento dei danni al

Dettagli

AREA MECCANICA, INSTALLAZIONE DI IMPIANTI, ORAFI, ARGENTIERI E AFFINI, ODONTOTECNICI

AREA MECCANICA, INSTALLAZIONE DI IMPIANTI, ORAFI, ARGENTIERI E AFFINI, ODONTOTECNICI AREA MECCANICA, INSTALLAZIONE DI IMPIANTI, ORAFI, ARGENTIERI E AFFINI, ODONTOTECNICI Parti contraenti Stipula Decorrenza SETTORE METALMECCANICA E INSTALLAZIONE DI IMPIANTI SETTORE ORAFI, ARGENTIERI ED

Dettagli

CCNL LAVORATORI DOMESTICI CON DECORRENZA DAL 1 LUGLIO 2013 AL 31 DICEMBRE

CCNL LAVORATORI DOMESTICI CON DECORRENZA DAL 1 LUGLIO 2013 AL 31 DICEMBRE Indice IL CONTRATTO DI LAVORO - LE CATEGORIE - I CONTRIBUTI INPS - IL PERIODO DI PROVA - LA TREDICESIMA MENSILITÀ I GIORNI FESTIVI - GLI SCATTI DI ANZIANITÀ - LE FERIE - VITTO E ALLOGGIO - L ORARIO DI

Dettagli

APPRENDISTATO. Il collegamento tra l'apprendistato sul luogo di lavoro e la formazione esterna è reso possibile dalla presenza di un tutore.

APPRENDISTATO. Il collegamento tra l'apprendistato sul luogo di lavoro e la formazione esterna è reso possibile dalla presenza di un tutore. APPRENDISTATO Contratto di apprendistato L apprendistato è uno speciale rapporto di lavoro in base al quale l impresa si impegna a impartire o a far impartire all apprendista assunto alle sue dipendenze

Dettagli

FASCICOLO TABELLE SOCIETA DI LAVORO INTERINALE

FASCICOLO TABELLE SOCIETA DI LAVORO INTERINALE CASSA EDILE DI MUTUALITA E DI ASSISTENZA DI NOVARA FASCICOLO TABELLE SOCIETA DI LAVORO INTERINALE Percentuali contributive - Percentuali accantonamento Coefficienti malattia e infortunio IN VIGORE DAL

Dettagli

Turismo (Confcommercio/Confesercenti)

Turismo (Confcommercio/Confesercenti) Parti contraenti Stipula Decorrenza Scadenza Rinnovo economica normativa economico Federalberghi, Fipe, Fiavet, Faita, Federreti, Confcommercio, 27.7.2007..2006 3.2.2009 3.2.2009 Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl,

Dettagli

Data e ora di elaborazione: 15-feb-12 23:26. Vertenza. Lavoro BIANCHI MARIO. Datore: ROSSI MARIA. Dipendente:

Data e ora di elaborazione: 15-feb-12 23:26. Vertenza. Lavoro BIANCHI MARIO. Datore: ROSSI MARIA. Dipendente: Data e ora di elaborazione: 15-feb-12 23:26 Vertenza di Lavoro Datore: Dipendente: BIANCHI MARIO ROSSI MARIA Riepilogo conteggio Dati anagrafici Datore Dipendente Denominazione BIANCHI MARIO Anagrafica

Dettagli

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale IL METODO DEL COSTO STANDARD di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale Il datore di lavoro ha necessità di conoscere in via preventiva quale sarà il costo del personale che occupa

Dettagli

IL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO

IL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO IL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO Introduzione al mondo del lavoro di cura L inquadramento (Minimi contrattuali in vigore PER L ANNO 2011) LIVELLO TABELLA A CONVIVENTI TABELLA B CONVIVENTI PART-TIME TABELLA

Dettagli

SOMMARIO. Nota sull Autore... Introduzione...

SOMMARIO. Nota sull Autore... Introduzione... SOMMARIO Nota sull Autore... Introduzione... XIII XV Capitolo 1 Il rapporto di lavoro domestico 1.1 Fonti normative... 3 1.2 Nozione e caratteristiche... 5 1.3 Ambito della prestazione lavorativa... 7

Dettagli

Qui di seguito in estrema sintesi i punti salienti dell intervento che verranno. L argomento assegnato, funzionale al prossimo rinnovo contrattuale, è

Qui di seguito in estrema sintesi i punti salienti dell intervento che verranno. L argomento assegnato, funzionale al prossimo rinnovo contrattuale, è BREVE SINTESI DELL INTERVENTO PROGRAMMATO PER IL CONVEGNO DEL 16.03.13 Qui di seguito in estrema sintesi i punti salienti dell intervento che verranno in quella sede espressi in modo organico. L argomento

Dettagli

Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore (inferiori a 25 h settimanali)

Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore (inferiori a 25 h settimanali) Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore (inferiori a 25 h settimanali) Minimi contrattuali in vigore dal 1/1/2016 al 31/12/2016 Livello Profilo Tabella A C Non Conviventi Paga Oraria A Colf

Dettagli

Sintesi rinnovo CCNL Somministrazione (27/9/2013)

Sintesi rinnovo CCNL Somministrazione (27/9/2013) DIRITTI SINDACALI Delegato Regionale di Agenzia (DRA) - Il rappresentante nazionale di Agenzia viene sostituito dal delegato regionale: 1 delegato per O.S. per ogni Agenzia con almeno 150 lavoratori in

Dettagli

SINTESI CONTRATTO LAVORO DOMESTICO - VALIDITA 1.3.2007-28.2.2011 (la sintesi non esaurisce tutti i contenuti del CCNL)

SINTESI CONTRATTO LAVORO DOMESTICO - VALIDITA 1.3.2007-28.2.2011 (la sintesi non esaurisce tutti i contenuti del CCNL) SINTESI CONTRATTO LAVORO OMESTICO - VALIITA 1.3.2007-28.2.2011 (la sintesi non esaurisce tutti i contenuti del CCNL) MALATTIA Anzianità di servizio Conservazione del posto per 365 giorni decorrenti dall

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DI STUDI PROFESSIONALI CONTABILI

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DI STUDI PROFESSIONALI CONTABILI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DI STUDI PROFESSIONALI CONTABILI Premessa La LAIT, di concerto con la CONFTERZIARIO e d intesa con le controparti sindacali, ha promosso il presente

Dettagli

Conoscere la busta paga Solo alcune informazioni utili

Conoscere la busta paga Solo alcune informazioni utili Conoscere la busta paga Solo alcune informazioni utili La busta paga La busta paga è il prospetto che indica la somma che il lavoratore percepisce come compenso per un determinato periodo di lavoro. Essa

Dettagli

Il giorno 24 luglio 2008, in Roma. tra. Premesso che

Il giorno 24 luglio 2008, in Roma. tra. Premesso che ACCORDO PER IL PASSAGGIO DEI QUADRI DIRETTIVI E DEL PERSONALE DELLE AREE PROFESSIONALI DELLA CASSA DEPOSIT I E PRESTITI SOCIETÀ PER AZIONI AL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I QUADRI DIRETTIVI

Dettagli

SOMMARIO. Nota sull Autore... Introduzione...

SOMMARIO. Nota sull Autore... Introduzione... Sommario SOMMARIO Nota sull Autore... Introduzione... XIII XV Capitolo 1 Rapporto di lavoro domestico 1.1 Fonti normative... 3 1.2 Nozione e caratteristiche... 5 1.3 Ambito della prestazione lavorativa...

Dettagli

Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i dipendenti da istituti di vigilanza privata

Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i dipendenti da istituti di vigilanza privata Normal 0 14 CCNL 02.05.2006 Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i dipendenti da istituti di vigilanza privata Epigrafe Scadenze contrattuali Verbale di stipula Testo del C.C.N.L. - Premessa Art.

Dettagli

CIRCOLARE n. 28 bis / 2013. RINNOVO CCNL METALMECCANICI CONFAPI del 29/07/2013

CIRCOLARE n. 28 bis / 2013. RINNOVO CCNL METALMECCANICI CONFAPI del 29/07/2013 Terrazzini & partners consulenti del lavoro p.i./c.f. 05505810969 www.terrazzini.it Via Campanini n.6 20124 Milano Via Marsala n.29 26900 Lodi Via De Amicis n.10 27029 Vigevano t. +39 02 6773361 f. +39

Dettagli

Oggetto: Stesura definitiva CCNL Metalmeccanico - Aziende Industriali.

Oggetto: Stesura definitiva CCNL Metalmeccanico - Aziende Industriali. INFORMATIVA PAGHE N. 1/14 Assago, 23 Gennaio 2014 Alle Aziende Clienti Settore Metalmeccanico Oggetto: Stesura definitiva CCNL Metalmeccanico - Aziende Industriali. Riferimenti: CCNL Metalmeccanico Aziende

Dettagli

La giusta soluzione in tempi brevi. Chiamaci subito allo: 328 2964969

La giusta soluzione in tempi brevi. Chiamaci subito allo: 328 2964969 In questo documento, abbiamo riportato alcuni passaggi del CCNL(contratto nazionale) del lavoro domestico, in particolare ciò che riguarda le figure di badante e colf/baby-sitter, in modo da fornire una

Dettagli

Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore

Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore Minimi contrattuali in vigore dal 1/1/2015 al 31/12/2015 Livello Profilo Tabella A C Non Conviventi Paga Oraria A Colf senza esperienza 4,51 A Super Baby

Dettagli

ACCORDO AZIENDALE INTEGRATIVO DELL ACCORDO DI CONFLUENZA AL CCNL AUTORIMESSE E NOLEGGIO AUTO

ACCORDO AZIENDALE INTEGRATIVO DELL ACCORDO DI CONFLUENZA AL CCNL AUTORIMESSE E NOLEGGIO AUTO ACCORDO AZIENDALE INTEGRATIVO DELL ACCORDO DI CONFLUENZA AL CCNL AUTORIMESSE E NOLEGGIO AUTO Addì 2 maggio 2007 Tra ACI Global SpA, rappresentata dalla Dott.ssa I. Galmozzi e dalla Dott.ssa N. Caprioli,

Dettagli

Massimo De Luca LAVORO DOMESTICO

Massimo De Luca LAVORO DOMESTICO Massimo De Luca LAVORO DOMESTICO Fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15% di ciascun volume/fascicolo di periodico dietro pagamento alla SIAE del compenso previsto

Dettagli

Tuccio Rag. Emanuele

Tuccio Rag. Emanuele Commercialista Consulente del Lavoro Revisore Contabile Via Verga, 16 GELA (CL) Tel. 0933-911496 e-mail: emtucci@gmail.com CORSO DI FORMAZIONE ENNA BASSA 31-05-2011 Con il patrocinio di FEMCA CISL SICILIA

Dettagli

RINNOVO CONTRATTUALE: AREA CHIMICA CERAMICA (ARTIGIANATO)

RINNOVO CONTRATTUALE: AREA CHIMICA CERAMICA (ARTIGIANATO) INFORMATIVA N. 230 18 GIUGNO 2015 Contrattuale RINNOVO CONTRATTUALE: AREA CHIMICA CERAMICA (ARTIGIANATO) Ipotesi di accordo del 10 giugno 2015 In data 10 giugno 2015, tra CONFARTIGIANATO Chimica, Gomma,

Dettagli

LAVORATORI TEMPORANEI IN PAGE PERSONNEL INTERIM & SPECIALIZED RECRUITMENT

LAVORATORI TEMPORANEI IN PAGE PERSONNEL INTERIM & SPECIALIZED RECRUITMENT LAVORATORI TEMPORANEI IN PAGE PERSONNEL INTERIM & SPECIALIZED RECRUITMENT BENVENUTO IN PAGE PERSONNEL Siamo orgogliosi che tu faccia parte dei lavoratori somministrati di Page Personnel e ti ringraziamo

Dettagli

Dott.ssa Margareth Stefanelli

Dott.ssa Margareth Stefanelli IL RAPPORTO DI LAVOR0 NORME CHE TUTELANO IL DIRITTO DEL LAVORO Leggi del lavoro Norme Costituzionali Codice Civile Leggi Speciali Direttive Comunitarie Tutela della maternità Lavoro minorile Integrità

Dettagli

Portieri e custodi. Portieri e custodi. Stipula

Portieri e custodi. Portieri e custodi. Stipula Parti contraenti Portieri e custodi Stipula Decorrenza Scadenza economica normativa Rinnovo economico Confederazione italiana della proprietà edilizia (Confedilizia) 2..202..203 3.2.204 3.2.204 - e Filcams-Cgil,

Dettagli

L apprendistato. Prof. Avv. Angelo Pandolfo. Milano, ottobre 2012

L apprendistato. Prof. Avv. Angelo Pandolfo. Milano, ottobre 2012 L apprendistato Prof. Avv. Angelo Pandolfo Milano, ottobre 2012 Definizione Natura del contratto contratto di lavoro a tempo indeterminato contratto con contenuto formativo e di apprendimento volto all

Dettagli

CASSA EDILE DI MUTUALTA ED ASSISTENZA DELLA PROVINCIA DI NUORO. regolamento prestazioni

CASSA EDILE DI MUTUALTA ED ASSISTENZA DELLA PROVINCIA DI NUORO. regolamento prestazioni CASSA EDILE DI MUTUALTA ED ASSISTENZA DELLA PROVINCIA DI NUORO regolamento prestazioni 9 10 DIRITTO ALLE PRESTAZIONI Hanno diritto alle prestazioni della Cassa Edile di Nuoro gli operai dipendenti di imprese

Dettagli

Lavoratori Domestici e Collaboratori Familiari

Lavoratori Domestici e Collaboratori Familiari Lavoratori Domestici e Collaboratori Familiari di Luciano Alberti Le formule presenti in questo testo sono disponibili online e sono personalizzabili. Le istruzioni per scaricare i file relativi sono riportate

Dettagli

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l.

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Con l'ipotesi di accordo 14 gennaio 2014 le Parti stipulanti (Anfida, Anigas, Assogas, Confindustria Energia, Federestrattiva, Federutility con Filctem-Cgil, Femca-Cisl,

Dettagli

straordinaria, della Chiesa, della Sacrestia, del sagrato e delle altre pertinenze;

straordinaria, della Chiesa, della Sacrestia, del sagrato e delle altre pertinenze; CONTRATIO COI.LETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I SACRISTI ADDml AL CULTO DIPENDENTI DA ENTI ECCLESIASTICI Art. 1- Definizione l. Ai fini della presente normativa si definisce sacrìsta il lavoratore in possesso

Dettagli

PIATTAFORMA RINNOVO CCNL LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE

PIATTAFORMA RINNOVO CCNL LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE PIATTAFORMA RINNOVO CCNL LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE Premessa Quanto realizzato fino ad oggi ha reso evidente come sia difficile affrontare in maniera separata i temi contrattuali rendendo, invece,

Dettagli

Circolare Informativa n 37/2012. Scadenze CCNL SETTEMBRE 2012

Circolare Informativa n 37/2012. Scadenze CCNL SETTEMBRE 2012 Circolare Informativa n 37/2012 Scadenze CCNL SETTEMBRE 2012 e-mail: info@cafassoefigli.it - www.cafassoefigli.it Pagina 1 di 16 INDICE 1) Area Chimica Ceramica pag. 3 2) Metalmeccanica Artigianato (Contratti

Dettagli

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro * aggiornato al 19.05.2011 CHE COS È è un documento obbligatorio che

Dettagli

Studi Professionali, Accordo rinnovo CCNL - 1.10.1999-30.09.2003

Studi Professionali, Accordo rinnovo CCNL - 1.10.1999-30.09.2003 Studi Professionali, Accordo rinnovo CCNL - 1.10.1999-30.09.2003 VERBALE DI ACCORDO Il giorno 24 ottobre 2001, presso la sede della FEDERNOTAI in Roma, Via Flaminia 162 Tra Consilp-Confprofessioni rappresentata

Dettagli

Il Trattamento di Fine Rapporto

Il Trattamento di Fine Rapporto Il Trattamento di Fine Rapporto Principi generali La Tassazione 1 Nozione di T.f.r. Riferimenti normativi Soggetti beneficiari Base imponibile Retribuzione Utile Periodi Utili Accantonamento Rivalutazione

Dettagli

TABELLA DI CONFRONTO NORMATIVA UBI BANCA - UBISS E RISPETTIVE PREVISIONI DI ARMONIZZAZIONE

TABELLA DI CONFRONTO NORMATIVA UBI BANCA - UBISS E RISPETTIVE PREVISIONI DI ARMONIZZAZIONE UBI BANCA 35-45 km A/R 1.900 1.900 Una tantum mobilità 46-55 km A/R 56-65 km A/R 66-80 km A/R 2.200 2.500 3.200 2.200 2.500 3.200 già recepito dall accordo di Gruppo del 14/08/2007 81-100 km A/R 3.800

Dettagli

COME SI COMPONE LA BUSTA PAGA. Dipartimento Comunicazione Formazione Servizi Sindacali

COME SI COMPONE LA BUSTA PAGA. Dipartimento Comunicazione Formazione Servizi Sindacali COME SI COMPONE LA BUSTA PAGA Dipartimento Comunicazione Formazione Servizi Sindacali MINIMO TABELLARE + INDENNITA DI VACANZA CONTRATTUALE + INDENNITA DI CONTINGENZA = RETRIBUZIONE BASE Redattore ordinario

Dettagli

La retribuzione globale annua di cui al presente articolo viene erogata in 14 (quattordici) mensilità

La retribuzione globale annua di cui al presente articolo viene erogata in 14 (quattordici) mensilità TITOLO XXX Trattamento economico Articolo 7 NORMALE RETRIBUZIONE La normale retribuzione del lavoratore è costituita dalle voci sotto indicate alle lettere a), b), c) e d), nonché da tutti gli altri elementi

Dettagli

CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A

CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A CGIL CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A cura di: Staff Formazione Ufficio Vertenze Confederale CGIL LIGURIA Versione integrale 1 2 LE LEGGI DELLO STATO ED I CONTRATTI DI LAVORO DETTANO LE NORME CHE DISCIPLINANO

Dettagli

Progetto Network Scuola Impresa La contrattualistica del lavoro

Progetto Network Scuola Impresa La contrattualistica del lavoro AGENDA In contratto di lavoro in Telecom Italia Sicurezza 1 Contrattazione: la vigenza Principali istituti Lo stato dell arte in Telecom Italia Principali temi trattati nel 1 livello di contrattazione

Dettagli

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 LEZIONE ANALISI DELLA RETRIBUZIONE DOTT. GIUSEPPE IULIANO Indice 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 1 Definizione di cedolino paga

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

TUTELE PER I LAVORATORI DOMESTICI

TUTELE PER I LAVORATORI DOMESTICI TUTELE PER I LAVORATORI DOMESTICI Sono quei lavoratori che prestano la loro attività esclusivamente per le necessità familiari del datore di lavoro e del suo nucleo familiare. Rientrano in questa categoria:

Dettagli

SIR JAMES HENDERSON SCHOOL S.R.L.

SIR JAMES HENDERSON SCHOOL S.R.L. CONTRATTO AZIENDALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DOCENTE, TECNICO, AMMINISTRATIVO, AUSILIARIO SIR JAMES HENDERSON SCHOOL S.R.L. 1 gennaio 2010 31 agosto 2013 1 CONTRATTO AZIENDALE DI LAVORO PER IL PERSONALE

Dettagli

IL NUOVO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEGLI ADDETTI AI SERVIZI DOMESTICI

IL NUOVO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEGLI ADDETTI AI SERVIZI DOMESTICI IL NUOVO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEGLI ADDETTI AI SERVIZI DOMESTICI Incontro di formazione per Dirigenti provinciali e regionali Acli Colf - 22 marzo 2014 a cura di Avv. Federica Suardi

Dettagli

A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga

A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga * aggiornato al 20 luglio 2009 CHE COS È è un documento obbligatorio

Dettagli

Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga.

Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga. Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga. Obbligo della retribuzione globale di fatto. Come abbiamo detto, la tredicesima si calcola sulla base della retribuzione

Dettagli

CONTRATTI DI LAVORO TIPOLOGIE E DIFFERENZE

CONTRATTI DI LAVORO TIPOLOGIE E DIFFERENZE CONTRATTI DI LAVORO TIPOLOGIE E DIFFERENZE COS È? Il contratto individuale di lavoro è un accordo tra un datore di lavoro (impresa individuale, società, associazione, studio professionale, etc.) ed un

Dettagli

NEWSLETTER LAVORO 02 2015

NEWSLETTER LAVORO 02 2015 AVVOCATI COMMERCIALISTI CONSULENTI del LAVORO NEWSLETTER LAVORO 02 2015 Normativa lavoro 1. Jobs Act: approvazione decreto contratto tutele crescenti e novità in via di approvazione 2. Stabilizzazione

Dettagli

Contratto tipo di lavoro

Contratto tipo di lavoro Contratto tipo di lavoro tra la Dr.ssa/il Dr. med. e la Sig.ra si stipula il seguente contratto di lavoro. Durata del contratto, periodo di prova 1. L assistente di studio medico (in seguito: assistente)

Dettagli

TABELLA PREAVVISI. Dimissioni - CCNL Impiegati Agricoli (Aziende Agricole)

TABELLA PREAVVISI. Dimissioni - CCNL Impiegati Agricoli (Aziende Agricole) TABELLA PREAVVISI - CCNL Impiegati Agricoli (Aziende Agricole) Impiegati - inferiore a 2 anni di anzianità: 1 2 3 Categoria 2 4 5 6 Categoria - 1 mese Impiegati dai 2 ai 5 anni di anzianità: 1 2 3 Categoria

Dettagli

SINTESI DEL NUOVO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO SULLA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO ENTRATO IN VIGORE IL 1 MARZO 2007

SINTESI DEL NUOVO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO SULLA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO ENTRATO IN VIGORE IL 1 MARZO 2007 SINTESI DEL NUOVO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO SULLA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO ENTRATO IN VIGORE IL 1 MARZO 007 ASSUNZIONE CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO O DETERMINATO. L

Dettagli

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli.it Napoli, lì 2 agosto

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DEL TERZIARIO, DELLA DISTRIBUZIONE E DEI SERVIZI

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DEL TERZIARIO, DELLA DISTRIBUZIONE E DEI SERVIZI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DEL TERZIARIO, DELLA DISTRIBUZIONE E DEI SERVIZI si è addivenuti alla stipulazione del presente contratto collettivo di lavoro per i dipendenti

Dettagli

ACCORDO NAZIONALE DI RIORDINO DELLA DISCIPLINA DEL CONTRATTO DI APPRENDISTATO PER I DIPENDENTI DA IMPRESE DELLA DISTRIBUZIONE COOPERATIVA

ACCORDO NAZIONALE DI RIORDINO DELLA DISCIPLINA DEL CONTRATTO DI APPRENDISTATO PER I DIPENDENTI DA IMPRESE DELLA DISTRIBUZIONE COOPERATIVA ACCORDO NAZIONALE DI RIORDINO DELLA DISCIPLINA DEL CONTRATTO DI APPRENDISTATO PER I DIPENDENTI DA IMPRESE DELLA DISTRIBUZIONE COOPERATIVA Il giorno 13 giugno 2012 in Roma presso la sede di Lega Coop si

Dettagli

QUANTO MI COSTA LA COLF

QUANTO MI COSTA LA COLF Quanto mi costa la colf? NEWS QUANTO MI COSTA LA COLF Chi decide di assumere una colf (o una badante) deve sostenere una serie di costi, che vanno dal corrispettivo della prestazione (con eventuali indennità

Dettagli

Rinnovo del CCNL per i dipendenti da aziende del terziario della distribuzione e dei servizi.

Rinnovo del CCNL per i dipendenti da aziende del terziario della distribuzione e dei servizi. Circolare n.3/2011 Rinnovo del CCNL per i dipendenti da aziende del terziario della distribuzione e dei servizi. Il 6 aprile 2011 la Confcommercio insieme alla Fisascat Cisl e la Uiltucs Uil ha sottoscritto

Dettagli

LOGISTICA, TRASPORTO MERCI E SPEDIZIONE

LOGISTICA, TRASPORTO MERCI E SPEDIZIONE LOGISTICA, TRASPORTO MERCI E SPEDIZIONE 2 a Edizione Fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15% di ciascun volume/fascicolo di periodico dietro pagamento alla

Dettagli

o LA PRESTAZIONE PUÒ ESSERE RESA A FAVORE DI UNA PERSONA, DI UN GRUPPO FAMILIARE O DI UNA COMUNITÀ STABILE SENZA FINE DI LUCRO.

o LA PRESTAZIONE PUÒ ESSERE RESA A FAVORE DI UNA PERSONA, DI UN GRUPPO FAMILIARE O DI UNA COMUNITÀ STABILE SENZA FINE DI LUCRO. 13 01 2010 o E UN RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO; o LA PRESTAZIONE DEL LAVORATORE È FINALIZZATA AL FUNZIONAMENTO DELLA VITA FAMILIARE; o LA PRESTAZIONE PUÒ ESSERE RESA A FAVORE DI UNA PERSONA, DI UN GRUPPO

Dettagli

Istituzioni socio-assistenziali (UNEBA)

Istituzioni socio-assistenziali (UNEBA) Istituzioni socio-assistenziali (UNEBA) Scadenza Parti contraenti Stipula Decorrenza Rinnovo economica normativa economico Uneba, Fisascat-Cisl, Fp-Cgil, Uiltucs-Uil, Fp-Cisl 8.5.203..200 3.2.202 3.2.202

Dettagli

CONTRATTO DI APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE

CONTRATTO DI APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE FAC SIMILE Tra le seguenti parti: CONTRATTO DI APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE - Signor/signora, Codice fiscale [ ], nato/a a [ ] il [ ], residente in [ ], via [ ] (di seguito per brevità: il lavoratore

Dettagli

Il contratto di solidarietà è stato introdotto con la legge n. 863/84 (Vedasi anche D.M. n. 31445/2002).

Il contratto di solidarietà è stato introdotto con la legge n. 863/84 (Vedasi anche D.M. n. 31445/2002). GUIDA AL CONTRATTO DI SOLIDARIETA DIFENSIVO, che si applica alle imprese che hanno diritto alla CIGS (di seguito CDS.) a cura della FILCAMS-CGIL Nazionale aggiornata al 27 aprile 2009. Il contratto di

Dettagli

1. Disciplina organica dei contratti di lavoro: la revisione della normativa in tema di mansioni ;

1. Disciplina organica dei contratti di lavoro: la revisione della normativa in tema di mansioni ; Gentili Clienti Loro Sedi CIRCOLARE N.10/2015 Prot. 10/circ/15 Bollate, 29/06/2015 Oggetto: Recenti novità e disposizioni Sommario Jobs Act decreti attuativi pubblicati in gazzetta: 1. Disciplina organica

Dettagli

SLIDE DICEMBRE 2014 IL CEDOLINO PAGA. Luisella Fontanella Dottore Commercialista Esperta in Diritto del Lavoro

SLIDE DICEMBRE 2014 IL CEDOLINO PAGA. Luisella Fontanella Dottore Commercialista Esperta in Diritto del Lavoro 1 IL CEDOLINO PAGA Luisella Fontanella Dottore Commercialista Esperta in Diritto del Lavoro 2 IL CEDOLINO PAGA È un prospetto che indica tutti gli elementi che compongono la retribuzione e le singole trattenute

Dettagli

Foglio Informativo AnSe

Foglio Informativo AnSe Foglio Informativo AnSe Anno 2014 - Numero 5 4 settembre 2014 Anno13 - Numero 2013 Sommario: Lavoratori domestici ANSE Associazione Nazionale Seniores Enel Viale Regina Margherita, 125-00198 ROMA Tel.

Dettagli

FERIE, FESTIVITA, BANCA ORE

FERIE, FESTIVITA, BANCA ORE FERIE, FESTIVITA, BANCA ORE FERIE Nel corso di ogni anno solare il lavoratore ha diritto ad un periodo di ferie durante il quale decorre l' intero trattamento economico. La durata delle ferie e' stabilita

Dettagli

LAVORO DOMESTICO LAVORATORI COMUNITARI ED EXTRACOMUNITARI

LAVORO DOMESTICO LAVORATORI COMUNITARI ED EXTRACOMUNITARI LAVORO DOMESTICO LAVORATORI COMUNITARI ED EXTRACOMUNITARI Fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15% di ciascun volume/fascicolo di periodico dietro pagamento

Dettagli

COLF CONFEDILIZIA - non conviventi; DOMEST. CONFEDILIZIA - non conviventi; PERS. DOM. CONFEDILIZIA - non conviventi; Scheda del : 14/04/2014

COLF CONFEDILIZIA - non conviventi; DOMEST. CONFEDILIZIA - non conviventi; PERS. DOM. CONFEDILIZIA - non conviventi; Scheda del : 14/04/2014 Page 1 of 6 COLF CONFEDILIZIA - ; DOMEST. CONFEDILIZIA - ; PERS. DOM. CONFEDILIZIA - ; Scheda del : 14/04/2014 INFORMAZIONI Parti Stipulanti 01/07/1996 FIDALDO; DOMINA; FEDERCOLF; FILCAMS-CGIL; FISASCAT-CISL;

Dettagli

Principali istituti previsti dal Contratto Integrativo Aziendale in vigore per i dipendenti di UBI Banca

Principali istituti previsti dal Contratto Integrativo Aziendale in vigore per i dipendenti di UBI Banca Principali istituti previsti dal Contratto Integrativo Aziendale in vigore per i dipendenti di UBI Banca Parte Economica Agevolazioni lavoratori studenti Università: esame Permessi retribuiti: giorno dell'esame

Dettagli

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro CHE COS È E' un documento obbligatorio che indica la retribuzione,

Dettagli

ART. 12 - APPRENDISTATO

ART. 12 - APPRENDISTATO ART. 12 - APPRENDISTATO In attesa che diventi esecutiva la nuova normativa sull apprendistato ai sensi del D. Lgs. n. 276/2003, continua ad applicarsi quanto previsto dall art. 12 del precedente C.C.N.L.

Dettagli

Commercio (Confcommercio/Confesercenti)

Commercio (Confcommercio/Confesercenti) Commercio (Confcommercio/Confesercenti) Parti contraenti Stipula Decorrenza Scadenza economica normativa Rinnovo economico Confcommercio/Confesercenti, Fisascat-Cisl, 26.2.2011 (Confcommercio) 1.1.2011

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n.163, concernente Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle

Dettagli

PRONTUARIO ALCUNE QUESTIONI DI CARATTERE GENERALE

PRONTUARIO ALCUNE QUESTIONI DI CARATTERE GENERALE CGIL FP CGIL FUNZIONE PUBBLICA FEDERAZIONE PROVINCIALE DI NUORO Via Oggiano, 15 08100 N U O R O - Tel. 0784/37639 Fax 0784/35853 CONGEDI PARENTALI FAMILIARI FORMATIVI PERMESSI PER LAVORATORI DISABILI GRAVI

Dettagli

Il trattamento di fine rapporto o indennità di liquidazione (Articolo 2120, Codice Civile; art. 1, legge 297/82)

Il trattamento di fine rapporto o indennità di liquidazione (Articolo 2120, Codice Civile; art. 1, legge 297/82) R.S.U. Siae Microelettronica Il trattamento di fine rapporto o indennità di liquidazione (Articolo 2120, Codice Civile; art. 1, legge 297/82) La materia in questione é regolata da leggi e dal contratto

Dettagli

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali Udine, 13 agosto 2014 CCNL Area Tessile-Moda, il 25 luglio 2014 sottoscritto il rinnovo del contratto (per i settori TAC, pulitintolavanderia e occhialeria)

Dettagli

Incontro tecnico di approfondimento per l applicazione del nuovo CCNL Assofarm 2013 Allegato 1

Incontro tecnico di approfondimento per l applicazione del nuovo CCNL Assofarm 2013 Allegato 1 Incontro tecnico di approfondimento per l applicazione del nuovo CCNL Assofarm 2013 Allegato 1 Roma, 23 settembre 2013 Passaggio da CCNL 2007 a CCNL 2013 (per chi non ha adottato il regolamento) B1. Salvaguardia

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli