Una corsa sfrenata verso il successo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una corsa sfrenata verso il successo"

Transcript

1 1 Una corsa sfrenata verso il successo Quello fu il giorno più triste della mia vita. Quando arrivai al lavoro, dopo aver passato un raro weekend lungo con i miei figli a ridere e passeggiare in montagna, trovai due enormi uomini della sicurezza curvi sopra la mia scrivania di mogano, nel mio tanto invidiato ufficio. Avvicinandomi in fretta, riuscii a vedere che stavano frugando fra i miei documenti e sbirciando fra i preziosi file del mio laptop, ignari del fatto che li avessi sorpresi. Alla fine, uno dei due si accorse che ero lì, con il volto rosso di collera e le mani tremanti alla vista di una tale, imperdonabile, invasione. Con un espressione che non rivelava nessuna traccia d emozione, mi guardò e pronunciò poche parole che mi colpirono come un calcio in pieno petto: «Signor Franklin, siete stato licenziato. Dobbiamo accompagnarla immediatamente al di fuori dell edificio». Con quella semplice comunicazione, dall essere il vicepresidente senior della società di software a più rapida crescita del continente, divenni un uomo senza futuro. E, credetemi, presi molto male il mio licenziamento. Il fallimento era un concetto a me estraneo, un esperienza che non sapevo assolutamente gestire. Al college ero stato il classico giovane promettente, quello con voti perfetti, belle ragazze in-

2 14 LEZIONI DI LEADERSHIP DAL MONACO CHE VENDETTE LA SUA FERRARI torno a sé e un futuro senza limiti. Facevo sport, ero stato eletto rappresentante di classe e trovavo anche il tempo di condurre una trasmissione di jazz estremamente popolare alla radio del campus. Tutti ritenevano che avessi talento e che fossi destinato ad avere grande successo. Un giorno avevo sentito uno dei miei vecchi professori dire a un collega: «Se avessi la possibilità di vivere un altra volta, vorrei rinascere Peter Franklin». Badate bene: il mio talento non era poi così naturale come credevano tutti. La vera fonte dei miei successi era la mia severa etica del lavoro, e il desiderio quasi ossessivo di vincere. Mio padre era venuto in questo Paese molti anni prima come immigrato senza un centesimo e con il desiderio profondo di una vita più tranquilla, felice e prospera per la sua giovane famiglia. Aveva modificato il nostro cognome e ci aveva sistemati in un appartamento di tre stanze nella zona rispettabile di una piccola città, iniziando a lavorare instancabilmente come operaio industriale a salario minimo, un impiego che avrebbe conservato per i successivi quarant anni di vita. E benché non avesse nessun tipo d istruzione formale, posso dire di non aver mai trovato un uomo più saggio di lui per lo meno fino a poco tempo fa, quando ho incontrato un essere umano straordinario, una persona che dovreste davvero conoscere tutti e di cui prometto che fra poco dirò qualcosa in più. E dopo non sarete più gli stessi. Il sogno che mio padre nutriva per me era semplice: voleva che avessi un istruzione di primo livello in una scuola di primo livello. Così mi sarei assicurato una carriera di spicco e una giusta retribuzione, o almeno questo era quello che credeva lui. Era sua ferma convinzione che una base di conoscenze personali ben articolata rappresentasse il fonda-

3 UNA CORSA SFRENATA VERSO IL SUCCESSO 15 mento di una vita di successo. «Non importa cosa accade, Peter, nessuno potrà mai toglierti l istruzione. La conoscenza sarà sempre la tua migliore amica, non importa dove andrai o cosa farai» spesso mi diceva alla fine della cena, dopo un altra estenuante giornata di 14 ore passata in quella fabbrica a cui dedicava la maggior parte della sua vita. Mio padre era un grand uomo. Ed era anche un grande narratore. Nella sua terra d origine, gli anziani usavano le parabole per trasmettere ai loro giovani un sapere accumulato nei secoli, e così anche lui aveva portato con sé, in questa terra d adozione, quella ricca tradizione. Dal giorno in cui mia madre morì improvvisamente mentre gli preparava il pranzo, nella nostra misera cucina, fino a quando io e mio fratello diventammo adolescenti, mio padre ci accompagnò sempre verso notti piene di sogni con una qualche storia deliziosa, in cui c era immancabilmente una lezione di vita. Una di quelle che ricordo meglio racconta di un vecchio agricoltore che, sul letto di morte, aveva chiesto ai suoi tre figli di riunirsi accanto a lui. «Figli miei aveva detto la morte è vicina e presto esalerò il mio ultimo respiro. Ma prima di farlo, devo condividere con voi un segreto. Nel campo dietro casa nostra c è un magnifico tesoro. Scavate a fondo e lo troverete. Non dovrete preoccuparvi mai più del denaro.» Una volta morto il padre, i figli erano corsi al campo e avevano iniziato a scavare con grande foga. Avevano scavato per molte ore, continuando per diversi giorni. Non era sfuggita loro nemmeno una zolla, dal momento che erano ricorsi a tutte le loro energie. Ma non erano riusciti a trovare nessun tesoro. Alla fine si erano arresi, maledicendo il padre per averli ingannati e chiedendosi perché avesse voluto prendersi gioco di loro in quel modo. L autunno successivo,

4 16 LEZIONI DI LEADERSHIP DAL MONACO CHE VENDETTE LA SUA FERRARI però, quello stesso campo aveva fruttato un raccolto talmente abbondante che l intera comunità non aveva mai visto nulla di simile. I tre figli erano diventati ricchi, e non si erano dovuti preoccupare mai più del denaro. Fu così che da mio padre imparai il potere dell impegno, dell essere diligenti e del lavorare duramente. Al tempo del college, sgobbavo giorno e notte, desideroso di rimanere nella lista dei migliori e realizzare i sogni che mio padre aveva per me. Così, vincevo una borsa di studio dopo l altra, e in più alla fine di ogni mese mandavo diligentemente un piccolo assegno al mio vecchio padre con una parte della paga del mio lavoro part-time. Era un semplice segno di ringraziamento per tutto quello che lui aveva fatto per me. Quando giunse il momento di entrare nel mondo del lavoro, mi fu offerta una posizione manageriale remunerativa nel campo dell high-tech, il settore al quale puntavo. La società si chiamava Digitech Software Strategies ed era proprio il posto in cui tutti avrebbero voluto lavorare. Si trattava, infatti, di una società di enorme successo, e gli esperti prevedevano che la sua crescita fulminea sarebbe continuata, così che mi sentivo davvero onorato di essere stato scelto per far parte della sua ambiziosa squadra. Dopo aver accettato senza indugi l offerta, iniziai a lavorare ottanta ore a settimana, per dimostrare di meritarmi ogni centesimo dell alto salario che guadagnavo. Non potevo immaginare che, sette anni dopo, quella stessa società mi avrebbe umiliato come mai in vita mia. I primi anni alla Digitech furono belli. Lo furono davvero. Mi feci dei buoni amici, imparai moltissimo e scalai rapidamente le diverse posizioni dirigenziali. Divenni una vera e propria star, riconosciuta da tutti, il giovane dalla mente acuta, che sapeva lavorare sodo e mostrava sincera devozione

5 UNA CORSA SFRENATA VERSO IL SUCCESSO 17 alla società. Benché non mi fosse mai stato insegnato come gestire e dirigere le persone, gli altri continuavano a promuovermi, affidandomi incarichi di responsabilità sempre più importanti. Non c è dubbio, però, che la cosa migliore che mi accadde alla Digitech Software Strategies fu incontrare Samantha, la donna che sarebbe diventata mia moglie. Anche lei era una giovane manager brillante, incredibilmente bella, e con un cervello formidabile. Dopo esserci incontrati alla festa di Natale, ci piacemmo subito e iniziammo presto a passare insieme quel po di tempo libero che avevamo. Fin dal primo giorno Samantha fu la mia maggiore sostenitrice, credeva veramente nel mio potenziale e nel mio talento. «Peter, diventerai direttore generale» mi diceva spesso, con un sorriso tenero. «So che hai quel che serve.» Sfortunatamente, non tutti la pensavano allo stesso modo. O forse sì. Il direttore generale della Digitech Software dirigeva la società come un dittatore. Uomo fattosi da sé, con un una vena maligna, aveva un ego pari alla sua elevatissima retribuzione. Quando avevo iniziato a lavorare con lui, era educato, benché riservato. Ma allorché cominciarono a spargersi le voci sulle mie capacità e sulle mie ambizioni, divenne freddo e cominciò a comunicare con me attraverso brevi scritti, quando la situazione avrebbe richiesto invece qualcosa di meno formale. Samantha lo definiva «ometto stupido e insicuro», ma rimaneva il fatto che era lui ad avere il potere. Il vero potere. E forse pensava che arrivando a posizioni manageriali più elevate l avrei fatto sfigurare. O forse si ritrovava troppo in me e non gli piaceva quel che vedeva. Devo ammettere, comunque, che anche io avevo le mie debolezze. Per prima cosa, un carattere molto irascibile. Se qualcosa andava storto nel momento sbagliato, in me mon-

6 18 LEZIONI DI LEADERSHIP DAL MONACO CHE VENDETTE LA SUA FERRARI tava una rabbia che non riuscivo a controllare. Non sapevo da dove venisse, ma era lì. E non era affatto una risorsa utile nel lavoro. Ammetto anche che, pur ritenendo di essere una persona fondamentalmente corretta, non sono il massimo quando si tratta dell arte di gestire le persone. Come ho detto, non ho mai ricevuto una preparazione alla leadership e agivo solamente in base all istinto. Spesso sentivo anche che non tutti nella mia squadra condividevano la mia etica del lavoro e la mia dedizione all eccellenza, il che mi portava alla frustrazione. Sì, strillavo contro le persone. Sì, mi assumevo molte più responsabilità di quante fossi in grado di gestire. Sì, avrei dovuto passare molto più tempo a costruire rapporti interpersonali e a coltivare la lealtà. Ma c erano sempre troppi piccoli incendi da spegnere e non mi sembrava mai di avere abbastanza tempo per occuparmi di ciò che necessitava un miglioramento. Ero come un marinaio che passa tutto il suo tempo a buttare fuori l acqua dalla sua barca invece che fermarsi ad aggiustare il buco nello scafo. Al meglio, ero miope. E così arrivò il giorno in cui venni licenziato. I mesi successivi furono davvero i più bui della mia vita. Grazie a Dio avevo Samantha e i bambini intorno a me. Fecero del loro meglio per risollevarmi il morale e incoraggiarmi a raccogliere i pezzi della mia carriera, non più di successo. Ma quei mesi di inattività mi dimostrarono che l autostima è collegata al lavoro. Quando si è a un ricevimento la prima, inevitabile, domanda è: «Dunque cosa fai per vivere?». All inizio della partita di golf settimanale, i miei compagni chiedevano sempre: «Novità lavorative, Peter?». Il portinaio del nostro palazzo di lusso, un maestro della chiacchiera, chiedeva regolarmente se le cose andavano bene in ufficio. Non avendo più un lavoro, non avevo più risposte.

7 UNA CORSA SFRENATA VERSO IL SUCCESSO 19 Passai dall alzarmi al mattino e correre alla fermata della metropolitana, con la mente piena d idee, allo svegliarmi intorno a mezzogiorno in una stanza buia, piena di bottiglie di Heineken vuote, pacchetti di Marlboro e maleodoranti contenitori di gelato Häagen Dazs. Smisi di leggere il «Wall Street Journal» e mi rifugiai in romanzi di spionaggio scadenti, vecchie edizioni economiche di western e giornali spazzatura che svelavano che Oprah era un alieno ed Elvis era ancora vivo e gestiva un McDonald sulla West Coast. Non riuscivo ad affrontare la realtà. Semplicemente non volevo pensare troppo, né fare molto. Un dolore paralizzante pervadeva il mio corpo e il mio letto a baldacchino mi pareva il luogo migliore in cui stare, ben nascosto sotto le coperte. Poi, un giorno, ricevetti una telefonata. Era un vecchio amico del college che si era costruito un ottima reputazione come una delle migliori menti del mondo del software. Mi disse che aveva appena lasciato il suo lavoro come programmatore capo di una grande società e che si stava preparando ad avviare un azienda sua. Mi ricordo ancora che disse di avere quella che definì «un idea eccezionale» per una nuova linea di software e di aver bisogno di un socio di cui potersi fidare. Io ero la sua prima scelta. «È un opportunità per costruire qualcosa di grande, Peter» disse con il suo tipico entusiasmo. «Andiamo. Sarà divertente.» Una parte di me non aveva la fiducia necessaria per rispondere di sì. Avviare una nuova attività non è mai facile, specialmente nel settore dell high-tech. E se avessimo fallito? Per di più, la mia situazione finanziaria era un caos. Come vicepresidente senior della Digitech Software ero pagato bene e avevo un tenore di vita che mio padre aveva potuto solo sognare. Guidavo una BMW nuova fiammante, mentre Samantha aveva la sua Mercedes. I bambini frequentavano

8 20 LEZIONI DI LEADERSHIP DAL MONACO CHE VENDETTE LA SUA FERRARI una scuola privata e trascorrevano l estate in un prestigioso campo di vela. Il costo del mio golf club da solo ammontava al reddito annuale di molti dei miei amici. Ora, senza nessun lavoro, le fatture non pagate andavano aumentando e con esse molte promesse infrante. Non era il momento ideale per sognare un attività in proprio. Dall altra parte, il mio saggio padre mi aveva sempre detto che «nulla ti può sconfiggere a meno che non sia tu a sconfiggere te stesso». Avevo bisogno di questa opportunità per risollevarmi dall oscurità che aveva avvolto la mia vita. Avevo bisogno di una ragione per svegliarmi al mattino. Avevo bisogno di ritrovare quella passione e quella sensazione di avere uno scopo che provavo al college, quando credevo di essere inarrestabile e che il mondo fosse veramente un posto pieno di possibilità illimitate. Avevo abbastanza intuito per sapere che la vita ci fa dei regali, di tanto in tanto. Il successo arriva a chi li riconosce e li accetta. Così dissi di sì. Chiamammo pomposamente la società GlobalView Software Solutions e mettemmo su bottega in un piccolissimo ufficio di un complesso industriale malandato. Io ero il direttore generale e il mio socio si era nominato presidente. Non avevamo dipendenti, né mobilio, né denaro. Ma avevamo una grande idea. E così iniziammo a lanciare il nostro software sul mercato. Fortunatamente, il mercato rispose con entusiasmo. Presto Samantha venne a lavorare con noi, e assumemmo altri dipendenti. I nostri innovativi prodotti iniziarono a essere venduti a un ritmo eccezionale e i profitti s impennarono rapidamente. In quel primo anno di attività la rivista «Business Success» ci inserì in un elenco delle società a maggior crescita del Paese. Mio padre era orgogliosissimo. Mi ricordo ancora che venne in ufficio con un enorme cesto di frutta per festeggiare il nostro successo, nono-

9 UNA CORSA SFRENATA VERSO IL SUCCESSO 21 stante all epoca avesse 86 anni. Le lacrime gli rigavano il volto quando mi guardò e mi disse: «Figlio mio, tua madre sarebbe stata molto felice oggi». Sono passati più di undici anni e noi abbiamo continuato a mantenere il nostro ritmo di crescita velocissimo. La GlobalView Software Solutions oggi è una società da due miliardi di dollari con 2500 dipendenti e otto sedi sparse nel mondo. Ci siamo trasferiti in una sede internazionale, un complesso di gran classe con strutture produttive all avanguardia, tre piscine di dimensioni olimpiche e un anfiteatro per meeting ed eventi aziendali. Il mio socio non si occupa più delle attività quotidiane della società e passa la gran parte del suo tempo nella sua isola privata dei Caraibi, o a scalare le montagne del Nepal. Samantha ha lasciato la guida della società qualche anno fa per dedicarsi alla scrittura, sua grande passione, e al volontariato. Per quanto riguarda me, sono ancora il direttore generale, ma ora ho delle responsabilità enormi che consumano la maggior parte del mio tempo. Duemilacinquecento persone dipendono da me per vivere, e molte altre migliaia si affidano alla nostra società per ottenere prodotti e servizi che li aiutano nella loro vita quotidiana. Purtroppo, mio padre è morto due anni dopo la creazione della società, e benché avesse sempre pensato che sarei diventato un uomo di enorme successo, credo che nemmeno lui potesse immaginare che saremmo arrivati dove siamo oggi. Mi manca molto ma, con tutto quello che ho da fare, ho poco tempo per riflettere sul passato. Lavoro ancora tanto, circa ottanta ore nelle settimane più impegnative. In questi anni non mi sono mai preso una vera vacanza, e sono ancora energico, ambizioso e competitivo come il giorno in cui iniziai a lavorare, ventitreenne, alla Digitech Software Stra-

10 22 LEZIONI DI LEADERSHIP DAL MONACO CHE VENDETTE LA SUA FERRARI tegies. Fino a quando, poco tempo fa, non ho avuto la fortuna di incontrare un insegnante molto speciale, ho continuato a cercare di fare troppe cose e di gestire fin nei più piccoli dettagli ogni aspetto della società. Sapevo che era una debolezza, ma sembrava che non mi impedisse di avere successo. Fino a quell incontro memorabile, del quale vi parlerò con maggiori dettagli, conservavo il mio caratteraccio, caratteristica che anzi peggiorava con l aumentare delle pressioni, cresciute assieme al lavoro. E benché fosse passato del tempo, avevo ancora problemi a gestire e a motivare la gente. Oh, certo, i miei dipendenti mi ascoltavano. Ma ciò accadeva non perché volessero farlo semplicemente, dovevano. Non avevano nessun senso di lealtà nei miei confronti e nessuna vera dedizione per la società. La ragione per cui eseguivano gli ordini che davo loro dalla mia lussuosa suite dirigenziale sembrava essere la paura, più che il rispetto. Pareva che tutto il mio potere derivasse solamente dalla mia posizione. E sapevo che si trattava di una brutta posizione. Permettetemi di raccontarvi un po di più delle sfide che dovevo affrontare come leader di una società a rapida crescita in questi giorni turbolenti e in continuo cambiamento. Nonostante l espansione della nostra attività, il morale era sprofondato. Avevo sentito che alcune persone dicevano in giro che eravamo cresciuti troppo velocemente e che i guadagni erano divenuti più importanti delle persone. Altri si lamentavano di essere costretti a lavorare troppo duramente e senza risorse sufficienti a sostenerli. Altri ancora affermavano che lo stress dei grandissimi cambiamenti che dovevano affrontare ogni giorno, dalle innovazioni nelle tecnologie a nuove strutture burocratiche, provocavano loro giramenti di testa e tremori. C era poca fiducia, bassa produttività e an-

11 UNA CORSA SFRENATA VERSO IL SUCCESSO 23 cor meno creatività. E da quanto riuscivo a dedurre, quasi tutti nell azienda credevano che la colpa dei problemi fosse tutta di una persona, cioè mia. L opinione generale era semplicemente che non sapevo dirigere. Benché la GlobalView Software Solutions continuasse a crescere, gli indicatori iniziarono a mostrare che, dopo molti anni, ci stavamo avviando verso la nostra prima fase di perdita. Anche se i nostri programmi continuavano a essere venduti, stavamo perdendo quote di mercato. Il nostro personale non era più così innovativo e ispirato come lo era nei primi tempi. Come risultato, i nostri prodotti non erano più precisi e unici. Per dirla in modo semplice: pareva che ai dipendenti non gliene importasse più nulla. E sapevo che, se avessi permesso che questo atteggiamento mentale continuasse, avrei decretato la fine della nostra società. I segni dell apatia erano ovunque. Gli uffici erano disorganizzati e le persone costantemente in ritardo. Alle feste natalizie venivano in pochi, e il lavoro di squadra era praticamente inesistente. Il conflitto era la normalità, e l iniziativa era poca. Persino il nostro nuovo impianto industriale iniziava a dare segni di cattivo stato e trascuratezza, con i pavimenti un tempo splendenti ormai ricoperti di immondizia e sudiciume. Sorprendentemente, però, ora tutto è cambiato. La GlobalView Software Solutions è di nuovo una società eccellente. E so che stiamo migliorando ancora. La nostra azienda è stata trasformata grazie all applicazione di una formula di leadership molto speciale, consegnatami da un uomo davvero speciale. Questo sistema semplice, eppure straordinariamente efficace, ha riportato quell entusiasmo che un tempo pervadeva l intera società, ha ispirato i nostri dipendenti spingendoli verso nuove vette d impegno, ha aumentato

12 24 LEZIONI DI LEADERSHIP DAL MONACO CHE VENDETTE LA SUA FERRARI moltissimo la produttività e fatto impennare i nostri guadagni ben oltre i miei sogni più sfrenati. I nostri dipendenti sono diventati estremamente leali e devoti a una visione condivisa del futuro. Lavorano come una squadra dinamica e altamente competente. Ancora meglio, amano venire al lavoro, e io amo lavorare con loro. Tutti noi sappiamo di aver scoperto qualcosa di magico, e sappiamo che ci stiamo dirigendo verso qualcosa di veramente grande. Poco tempo fa, la rivista «Business Success» mi ha messo in copertina. Il titolo diceva semplicemente: Il miracolo della GlobalView: come una società può diventare grande. Dunque, qual è questa formula miracolosa e antica che mi ha regalato la gloria nel mondo degli affari? Chi è il saggio che ha rivoluzionato la nostra società e mi ha mostrato come diventare quel leader visionario richiesto da quest epoca di grande confusione? So, con tutto il mio cuore, che le risposte a queste domande cambieranno anche il vostro modo di essere leader, oltre che il vostro modo di vivere. È giunto il tempo che le scopriate.

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI!

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! sono un ragazzo di sedici anni trasferito da quasi due anni in Germania e ho avuto la strana idea di esporre un libro sulla vita di ognuno di noi.. A me personalmente non

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Parco naturale La Mandria

Parco naturale La Mandria Parco naturale La Mandria La favola di Rosa Ciao bambini io sono Turcet, il topolino che vive qui al Castello! Quando ero piccolo mio Nonno Topone mi raccontò la storia del Re Vittorio Emanuele e della

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

Grafico del livello di attività per 90 giorni

Grafico del livello di attività per 90 giorni Grafico del livello di attività per giorni "Gli agenti immobiliari di Successo fanno quello che gli agenti immobiliari normali non amano fare." Salvatore Coddetta. Il lavoro di agente immobiliare è quello

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed.

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed. Cristiano Carli BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com I ed. marzo 2014 Copertina: Giulia Tessari about me giulia.tessari@gmail.com DISCLAIMER

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro)

Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro) Qual è il tuo approccio al lavoro? Che tipo sei? Come affronti le sfide che riguardano in lavoro? (e quindi anche un colloquio di lavoro) Rispondi alle seguenti domande indicando quale risposta è più vicino

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete Una cosa sola è certa del mio futuro... VOGLIO avere dei figli! il diabete non

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Un altro anno di crescita per Media Vending

Un altro anno di crescita per Media Vending edia Vending Un altro anno di crescita per edia Vending e i t e n d i v R l I e r c a t o d d e l V e n d i n g edia Vending è una dinamica rivendita che da alcuni anni opera con successo nella Provincia

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita)

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) Credevo di essere pronta a questa esperienza. Credevo di essere pronta a passare un intero mese dall altra

Dettagli

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione

CORSO ALLENATORI 2 livello. Fare sport: tra tradizione e innovazione Fare sport: tra tradizione e innovazione Lo sai papa, che quasi mi mettevo a piangere dalla rabbia, quando ti sei arrampicato alla rete di recinzione, urlando contro l arbitro? Io non ti avevo mai visto

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale Discorso indiretto - o n 1 Trasformare il discorso diretto in indiretto 1. "Che cosa fai?". Mi chiese che cosa. 2. "Sono venuto a saperlo per caso". Disse a saperlo per caso. 3. "Per favore, telefoni a

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO

CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO Dal fallimento al successo La storia di un uomo che affronta la vita, estratto del libro in anteprima È il 1990: ho 42 anni e sono praticamente fallito. Sono con l acqua

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi La grande quercia del bosco era molto vecchia. Nella corteccia del tronco e dei rami, i solchi lasciati dal tempo erano profondi. Non sapeva ancora quanto le

Dettagli

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore 2013 ad est dell equatore vico orto, 2 80040 pollena trocchia (na) www.adestdellequatore.com info@adestdellequatore.com [uno] Milano. Un ufficio

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Copyright 2010 Tiziana Cazziero

Copyright 2010 Tiziana Cazziero Voltare Pagina Copyright 2010 Tiziana Cazziero Tiziana Cazziero VOLTARE PAGINA Romanzo Al mio compagno, la persona che mi sopporta nei miei momenti bui. PRIMA PARTE Buongiorno mamma. Buongiorno a te

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

MENTRE I TRE SI AVVICINAVANO ALLA ANDAVANO NELLA STESSA DIREZIONE: «NEI PERICOLI È MEGLIO ESSERE IN «E SE CI TROVIAMO IN UNA BATTAGLIA?

MENTRE I TRE SI AVVICINAVANO ALLA ANDAVANO NELLA STESSA DIREZIONE: «NEI PERICOLI È MEGLIO ESSERE IN «E SE CI TROVIAMO IN UNA BATTAGLIA? CAPITOLO XXX MENTRE I TRE SI AVVICINAVANO ALLA VALLE, TROVARONO COMPAGNI CHE ANDAVANO NELLA STESSA DIREZIONE: «TANTA GENTE ATTIRA I SOLDATI. POVERO ME!» BORBOTTAVA DON ABBONDIO. «NEI PERICOLI È MEGLIO

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

L albero di cachi padre e figli

L albero di cachi padre e figli L albero di cachi padre e figli 1 Da qualche parte a Nagasaki vi era un bell albero di cachi che faceva frutti buonissimi. Per quest albero il maggior piacere era vedere i bambini felici. Era il 9 agosto

Dettagli

Un compleanno speciale

Un compleanno speciale Testo teatrale ideato dalla classe 5D Un compleanno speciale ATTO UNICO Sceneggiatura a cura di Monica Maglione. Coreografia: Elisa Cattaneo / Alessandro Riela. Musiche: Papi, Sexy Back. Narratore: Davide

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli