R.S.U. Almaviva Finance

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "R.S.U. Almaviva Finance"

Transcript

1 Indice 1 BUSTA PAGA - AREA A BUSTA PAGA - AREA B Minimo Tabellare Scatti di anzianità Elemento Retributivo Indennità di Funzione IVC E.D.R Superminimo non assorbibile Superminimo di livello Super. Pass. Cat Salario Professionale Superminimo Assorbibile Totale BUSTA PAGA - AREA C Retribuzione ordinaria Retribuzioni variabili Permessi Contrattuali Buoni Pasto Trasferta Italia/Estero Ore Viaggio Forfait (Voce in completamento) Ore Viaggio (Voce in completamento) Viaggi Rimborso Km extraurban Rimborso Km urbano Tredicesima mensilità Voce : Una Tantum exacc Retribuzioni straordinarie Maggioraz.Prestaz Ind.Rep.Fer.appl.Manag Ind. Rep.Feriale Indennità oraria Lav Sabato 7A/7Q (Voce in completamento ) Premio di produzione Premio di produzione parte fissa Premio produzione - parte variabile Trattenute variabili Sciopero Rec. Anticipo Viaggi ( voce in completamento) Voce:Fiom-Fim Voce: Permessi L voce : assistenza sanitaria Gestione TFR Voce : Imponibile Tfr Smobilizzo TFR %sul Tfrmes Quota TFR Fdo Tesor. INP Rec. Fondo garanzia 0,20 c/azienda Rec. Fondo garanzia Tes. INP c/azienda Pag. 1

2 3.7 Gestione Fondo Cometa Voce : Imponibile Cometa Voce :Ctr c/ Azienda Cometa Voce :Ctr Dip Cometa Gestione INPS Previdenziale non arrot Voce : Inail Azienda V.T Voce : Contributo Fap Voce : Contributo Fap Aggiuntivo Gestione IRPEF Imposta sost. D.L.93/ Imponibile fiscale mese Imposta lorda Reddito presunto annuo Totale detrazioni Irpef cod Imponibile fiscale A.p Irpef cod Imponibile Irpef anno - Voce presente solo nella busta di dicembre Imposta Lorda annua - Voce presente solo nella busta di dicembre Detrazioni spettanti - Voce presente solo nella busta di dicembre Irpef Trattenuta azienda- Voce presente solo nella busta di dicembre Irpef a conguaglio - Voce presente solo nella busta di dicembre Gestione IRPEF Regionale Add.Reg.comp rata Add Reg Agg rata Add. Reg Comp da Dovuta Voce presente solo nella busta di dicembre Add. Reg Comp da Dovuta - Voce presente solo nella busta di dicembre Add. Reg Agg. Dovuta - Voce presente solo nella busta di dicembre Add. Reg Agg. da Trattare - Voce presente solo nella busta di dicembre Gestione IRPEF Comunale Acconto add.com.agg. Rat Add. Com.Agg.rata Add. Com. Agg. Dovuta - Voce presente solo nella busta di dicembre Acconto Add. Com. Agg. Tratt - Voce presente solo nella busta di dicembre Add. Com. Agg. Da Trattare - Voce presente solo nella busta di dicembre Gestione Fiscale Altre voci Ctr.Fiscal.ded.D.l. 124/ Totale ritenute sociali Gestione Assenze Ferie godute gg Perm contrattuale fruito BUSTA PAGA - AREA D voce : ritenute totali voce : competenze totali voce :netto da pagare Voce : rol (Voce in completamento) voce : Rip.compensativi (Voce in completamento) BUSTA PAGA - AREA E Pag. 2

3 5.1 Imp.fiscale imposta lorda Detrazioni godute imposta netta giorni voce : altre detr voce : altre Figli Pag. 3

4 1 BUSTA PAGA - AREA A Area anagrafica lavoratore ed azienda Almaviva Finance Codice fiscale Pos.inps Pos Inail Inail N matricola Cod.e Nominativo Codice Fiscale Data emissione Mese di competenza Pog cedolino Data di nascita Data assunzione Anzianità Cessazione N scatti anz. Prossimo scatto Qualifica Livello Contratto 002 Metalmeccanici Luogo Prestazione Rep/Cod Tipo Rapporto % Part Tme Scadenza contratto Pag. 4

5 2 BUSTA PAGA - AREA B Area dedicata ai minimi contrattuali Ore Lav Gg Lav 26 Ore ret Gg ret Set ret Minimo Tabel Scatti di an Superm.Assor E.D.R. Super Livell Salario Prof Elemento retributivo Superminimo per Passaggio di Categoria Indennità di Funzione Superm.non Assor Totale Di seguito l elenco delle voci che è possibile trovare in questa sezione, con alcune utili indicazioni seguite poi dalla descrizione dettagliata di ciascuna voce. Per precisione si rammenta che la presenza o meno sui singoli cedolini, di alcune voci, dipende dal Livello Contrattuale, dall Azienda di provenienza, dall Anzianità maturata/riconosciuta e in alcuni casi dalle Politiche Aziendali in merito a riconoscimenti ad personam. Per ogni voce è fornito il dettaglio di tali informazioni. ELEMENTI RETRIBUTIVI Sempre presente Riferimento Minimo Tabellare SI CCNL Scatti Anzianita SI CCNL Elemento Retributivo 7 Livelli CCNL Indennità di funzione Solo Quadri CCNL IVC NO CCNL E.D.R. SI CCNL Superminimo Non Assorbibile NO Da contrattazione collettiva Superminimo di Livello SI Accordo del 1992 Accordo del 1995 Superminimo Passaggio Cat. Tutti?? Da italsiel???? Salario Professionale NO PER COMITSIEL Accordo 1998 Superminimo Assorbibile NO Ad Personam Pag. 5

6 2.1 Minimo Tabellare Si tratta di un istituto retributivo definito dal Contratto Nazionale di Lavoro dei Metalmeccanici Industria Privata. In base alla mansione che svolgono e alla loro qualifica professionale, i lavoratori sono oggetto di una classificazione per categorie ad ognuna delle quali corrisponde un minimo contrattuale. Qui di seguito la tabella dei minimi contrattuali per categoria così come risultano a seguito del rinnovo contrattuale realizzato il 20 gennaio Categoria Minimo Contrattuale da 1/1/2008 Minimo Contrattuale da 1/1/2009 Minimo Contrattuale da 1/9/ , , , , , , , , , , , , , , ,56 5s 1.552, , , , , , , , ,83 N.B. : Con la retribuzione marzo 2008, saranno corrisposti 267 a titolo di "Una Tantum". TASSATA la tassazione applicata a una tantum è separata La tassazione separata è un tipo di tassazione che permette di tassare determinati redditi applicando un aliquota media calcolata in base agli anni di contribuzione e al montante maturato. In questo caso il reddito non verrà cumulato e tassato insieme ad altri redditi, evitandosi l applicazione delle aliquote più alte. Pag. 6

7 2.2 Scatti di anzianità Ogni lavoratore, per ciascun biennio di anzianità di servizio maturato nella medesima categoria, avrà diritto ad un "aumento periodico di anzianità" più comunemente definito "scatto". Per quanto riguarda il numero massimo di scatti di anzianità maturabili occorre fare una distinzione: i lavoratori già in servizio fino a tutto il 16 luglio 1979, e contestualmente con qualifica di impiegato alla medesima data, hanno diritto ad un massimo di 12 scatti biennali, mentre quelli assunti successivamente ne possono maturare fino a 5. I lavoratori con qualifica di operaio hanno sempre avuto e continuano ad avere la possibilità di maturare fino a 5 scatti. L'importo di ciascuno scatto venne fissato in cifra al valore in essere al 31/12/1998; tale valore fu poi ricontrattato finché, a decorrere dal 1 gennaio 2001, l'importo di ogni scatto ha assunto il valore riportato nella tabella che segue: CATEGORIE IMPORTI 1 18, , , , ,64 5s 32, , ,96 ATTENZIONE: per i lavoratori già in servizio alla data del 16 luglio 1979, il valore degli scatti è quello indicato nella tabella che segue: CATEGORIE valore scatti maturati prima del valore scatti maturati dall' al valore scatti maturati dal 2 24, : 11, : 21, , : 12, : 25, , : 12, : 26, , : 13, : 29,64 5s 35, : 13, : 32, , : 15, : 36, , : 15, : 40,96 Per quanto riguarda i passaggi da una categoria all'altra superiore, valgono le seguenti regole: Viene conservato il numero di scatti maturato e si prosegue a maturarne ulteriori fino al numero massimo previsto (5 o 12, come sopra specificato). Il valore degli scatti già maturati viene ragguagliato a quello previsto per la categoria di arrivo. Il conseguimento della qualifica di Quadro non modifica nulla per quanto riguarda gli scatti di anzianità. Pag. 7

8 2.3 Elemento Retributivo Da CCNL Disciplina generale, sezione terza art.4 Ccnl 2003 IMPIEGATI livello -7 59,39 Invertito con precedente? 2.4 Indennità di Funzione Da CCNL Disciplina generale, sezione terza art.4 Ccnl 2003 QUADRI 114,00 Invertito con successivo? 2.5 IVC Indennità di vacanza contrattuale in vigore dal 1 ottobre 2007 Riportiamo di seguito la tabella con i valori dell indennità di vacanza contrattuale che, secondo la disciplina contrattuale, sono stati corrisposti a decorrere dal 1 ottobre 2007, essendo infatti scaduto il Ccnl da tre mesi, nella misura del 30% del tasso di inflazione programmata fissato dal Dpef 2006 nel 2%. L importo totale (somma sui 3 mesi) è stato scalato dall una tantum (che era originariamente di 300 euro) corrisposta con lo stipendio di marzo Federmeccanica Unionmeccanica Minimi in vigore Tasso inflazione programmata 2007 = 2 + Cooperative da marzo 2007 * (30%) = 0,60% Paga oraria ,02 11,35 0, ,14 10,36 0, ,83 9,57 0, s ,10 8,92 0, ,56 8,39 0, ,05 7,87 0, ,75 7,57 0, ,88 6,92 0, ,10 6,35 0,0367 Pag. 8

9 2.6 E.D.R. L'Elemento Distinto della Retribuzione, pari a 10,33, è stato introdotto a parziale recupero della perdita dell'indennità di Contingenza in conseguenza di quanto pattuito con il protocollo del 31 luglio 1992 fra CGIL-CISL-UIL e Confindustria. 2.7 Superminimo non assorbibile Si tratta di retribuzione derivanti da contrattazioni collettive probabilmente derivanti da fusioni di rami d azienda corrisposta ad alcuni lavoratori impattati. L obbiettivo fù salvaguardare le retribuzioni dei lavoratori in fase di integrazione e adeguamento di contratti di forme diverse, come quella tra il commercio e i metalmeccanici fusione banksiel e un ramo d azienda di datasystem. 2.8 Superminimo di livello La contrattazione integrativa aziendale ha prodotto questo istituto retributivo che è diversamente valorizzato in base all'inquadramento di categoria; con l accordo del 92 e del 95 Accordo del 92 Accordo del 95 Per chi ass dopo 95 Oggi in busta QUADRI 527,31 52,69 580,00 IMPIEGATI livello ,57 44,75 390,15 Livello 6 217,47 35,75 253,22 livello 5S 170,51 26,14 196,65 livello 5 134,68 19,65 153,65 livello 4 106,69 18,50 125, Super. Pass. Cat Questa voce è presente per i soli lavoratori che arrivano da Italsiel Pag. 9

10 2.10 Salario Professionale La contrattazione integrativa aziendale ha prodotto questo istituto retributivo che è diversamente valorizzato in base all'inquadramento di categoria; con l accordo del 98 Livello Salario professionale (accordo del 98) Salario professionale (accordo del 98) Livello Lire Euro Master Progettista Esperto full job Esperto junior Tecnico full job Tecnico junior Superminimo Assorbibile Si tratta di retribuzione corrisposta unilateralmente dall'azienda in base a criteri e per quantità da essa stessa definite Totale Và sommato : Minimo Tabel + Scatti anzianità + Superminimo Assorbibile + Superminimo non assorbibile+ E.D.R. + Super Livell + Salario professionale + Sup. per passaggio di cat. + Elemento retributivo + Indennità di Funzione + IVC Pag. 10

11 3 BUSTA PAGA - AREA C * Retribuzione ordinaria Perm.Contr.Fruite hh Sciopero Buoni pasto Ferie godute 26,0000 9, ,9999 9,9999 9, , , , , , ,99 999,99 99, ,99 99, Maggioraz.Prestaz.30% Maggioraz.Prestaz.25% Ore Addizionali 5% Imponibile Cometa Viaggi Rec.Antic.Viaggi 9,9999 9,9999 9,9999 9, , , ,99 9,99 9,99 9,99 999,99 999, C01 V01 V11 Ind.Rep.Fer.appl.Manag. Ind Reperib. Feriale Ind.Reperib. Telefonica Una Tantum exacc Fiom-Fim Previdenziale non arrot. Inail Azienda V.T. 99,9999 9,9999 9,9999 9, , , , , , ,99 999,99 999,99 999,99 99,99 V14 Imponibile Tfr 9999, I01 I03 I11 I15 I16 I21 I48 H06 H12 H38 H30 H36 Contributo Fap Contributo Fap Aggiuntivo Ctr.Fiscal.ded.D.l. 124/9 Ctr c/ Azienda Cometa ***c/azienda Ctr Dip Cometa Smobilizzo TFR %sul Tfrmes Rec. Fondo garanzia 0,20 *** c/azienda Totale ritenute sociali Imponibile fiscale mese Imponibile fiscale A.p. Imposta lorda Reddito presunto annuo Totale detrazioni Irpef cod Irpef cod Add.Reg.comp rata Add Reg Agg rata Acconto add.com.agg. Rat Add. Com.Agg.rata Acc.add.com.Agg Dovute 9,4900 1,000 9,9999 9, ,9999 0, , , , , , , , , , , , , , , , ,99 267,00 999, ,99 999,99 99,99-99,99-999,99-9,99 999,99-99,99-999,99-999,99-999,99-999,99-999,99-999,99-999,99- Pag. 11

12 3.1 Retribuzione ordinaria Il dato base viene calcolato : 012 Retribuzione ordinaria 1,000 99, ,999 Nella colonna ore/gg/num viene riportato Ggl av Dato base è calcolato = Retribuzione ordinaria / 173 giorni Dato figurativo = Dato Base X ore/gg/num 3.2 Retribuzioni variabili Permessi Contrattuali 025 Perm.Contr.Fruite hh 9,9999 8, , Buoni Pasto 8,27 ticket definito da accordo integrativo del Buoni pasto 9,9999 8, ,99 Buoni pasto Nel campo ORE/GG/NUM sono n ticket consegnati il mese precedente Nel campo viene DATO BASE impostato l importo di 8,27 Nel campo viene calcolato ORE/GG/NUM X DATO BASE Il dato non è interamente figurativo Ricordiamo che l importo per legge fino a 5,29 non è tassato ed è figurativo. Mentre la quota eccedente cioè 2,98 Concorre a fare reddito ed è base imponibile per la tassazione irpef ed ai fini pensionistici ed al calcolo del TFR Pag. 12

13 3.2.3 Trasferta Italia/Estero Diaria Forfettaria da integrativo viene applicato CATEGORIE Di SPESA Vitto - prima colazione (*) - pranzo - cena - Massimale giornaliero LIMITI MASSIMO 3,6 23,50 41,50 62,00 Soggiorno - Pernottamento 3 stelle/1 cat (**) Viaggio - Treno - Aereo - Auto personale Tariffa 1 classe Classe turistica (***) Lit/Km come da tariffe allegate * Solo per trasferte plurigiornaliere nel caso non sia compresa nel trattamento di pernottamento ** Di norma alberghi convenzionati e/o prenotati tramite la Società. *** Business Class per voli intercontinentali Metodo di tassazione delle cifre in oggetto: Pernottamento (sempre rimborsato) Rimborso analitico Vitto DIARIA A.F. ITALIA QUOTA ESENTE DIARIA A.F. ESTERO QUOTA ESENTE SI NO (2 pasti pagati dal dip.) 51,65 30,99 solo piè lista 51,65 SI 1 pasto (1 pasto pagato dal dip.) 28,41 15,49 solo piè lista 25,82 SI 2 pasti (nessun pasto pagato dal dip.) 15,50 15,49 21,00 25,82 NO NO (2 pasti pagati dal dip.) 46,49 46,48 solo piè lista 77,47 NO 1 pasto (1 pasto pagato dal dip.) 23,24 30,99 solo piè lista 51,65 NO 2 pasti (nessun pasto pagato dal dip.) 10,50 30,99 15,50 51,65 Spese non documentabili 15,49 25,82 Pag. 13

14 3.2.4 Ore Viaggio Forfait (Voce in completamento) Da integrativo : Al personale inquadrato nella categoria 7 a e 7Q, in relazione al maggior impegno prestato dal personale in oggetto in occasione di trasferte che comportano, per motivi di distanza e di esigenze di servizio, la necessità di effettuare il viaggio fuori dall orario di lavoro, verrà riconosciuto un importo forfettario di 12,00= all ora (fruibili per un minimo di 1 ora e per multipli di mezza ora) Ore Viaggio (Voce in completamento) Da integrativo : Al personale inquadrato fino alla 6 a categoria per il tempo di viaggio preventivamente approvato dal responsabile diretto, in base ai mezzi di trasporto dallo stesso autorizzati per raggiungere la località di destinazione e viceversa, sarà corrisposto un importo pari all 85% della normale retribuzione per le ore eccedenti il normale orario giornaliero di lavoro, con esclusione di qualsiasi maggiorazione per lavoro straordinario, notturno e festivo o maggiori prestazioni Viaggi Per le spese Viaggio anticipate dall azienda: treno taxi aereo mezzi pubblici le voci da prendere in considerazione sono le seguenti N.S. Pie' di lista Viaggi Rec.Antic.Viaggi 999,99 999,99 999,99- La somma delle 3 voci deve dare Rimborso Km extraurban Sono le some dovute per l uso della propria auto per lavoro nelle aree extraurbane 562 Rimb.Km extraurban 99,99 Il calcolo viene elaborato in base alle norme dettate dall integrativo con Nel Comune e zone limitrofe di cui al punto 1 (oggetto di tassazione) Fuori dal Comune (non soggetto a tassazione) 0,46 0,28 Per le aree extraurbane L importo non è soggetto a tassazione per cui non và a sommarsi all imponibile fiscale mese Rimborso Km urbano Pag. 14

15 563 Rimb.Km urbano 99,99 Viene calcolato come sopra ma l importo sarà soggetta a tassazione irpef e deve essere incluso nell imponibile fiscale mese Tredicesima mensilità In base a quanto previsto dal vigente Contratto Nazionale di Lavoro, viene corrisposta, nel mese di dicembre, una mensilità aggiuntiva di valore pari a quello della retribuzione mensile di fatto percepita Voce : Una Tantum exacc Una Tant. Exacc ,99 L'importo forfetario lordo di 267,00 euro, a copertura del periodo 1 luglio - 31 dicembre 2007, è dovuto a tutti i lavoratori in forza in una data compresa tra il 20 gennaio e il 29 febbraio L'adozione di tale riferimento temporale per individuare i lavoratori aventi diritto a questa erogazione, insieme alla specificazione che la durata del rapporto può essere anche non consecutiva, determina che l'una tantum deve essere riconosciuta ai lavoratori sia con contratto di lavoro a tempo indeterminato che a tempo determinato alle due seguenti condizioni: che abbiano in corso, in una data compresa tra il 20 gennaio ed il 29 febbraio, un rapporto di lavoro e che nel periodo 1 luglio - 31 dicembre 2007 abbiano avuto uno o più rapporti di lavoro. Per quanto riguarda i lavoratori con contratto di somministrazione, le aziende interessate provvederanno a comunicare alla società di somministrazione, così come previsto dall art. 21, D. Lgs. 10 settembre 2003, n. 276, che l'accordo di rinnovo 20 gennaio 2008 ha stabilito l'erogazione di una somma una tantum a titolo di arretrato retributivo per il periodo 1 luglio - 31 dicembre L una tantum dovrà essere corrisposta con la retribuzione erogata nel corso del mese di marzo 2008, indipendentemente dal momento in cui viene pagata la retribuzione di competenza del mese di marzo. Nel caso di risoluzione del rapporto antecedente al momento di pagamento dell una tantum, questa sarà erogata in cumulo con le altre competenze dovute. L importo dell'una tantum dovrà essere registrato a libro paga con apposita voce (ad esempio: una tantum ex accordo ) ed andrà assoggettato ai contributi assicurativi e previdenziali in cumulo con la retribuzione afferente il mese di erogazione. Per quanto riguarda il trattamento fiscale dell'una tantum, sulla base della Risoluzione dell'agenzia delle Entrate del 16 marzo 2004, n. 43/E, riteniamo che essa possa essere assoggettabile a tassazione separata. L'importo dell'una tantum tiene già conto di tutti i riflessi sugli istituti di retribuzione diretta ed indiretta, di origine legale o contrattuale; le parti hanno, inoltre, espressamente escluso tale importo dalla base di calcolo del trattamento di fine rapporto. L'una tantum deve essere ragguagliata a tante quote mensili (pari a 44,50 euro) 1 per quanti sono i mesi interi, anche riguardanti periodi di lavoro non consecutivi, per i quali è stata corrisposta la retribuzione a carico dell azienda nel periodo 1 luglio - 31 dicembre A questi effetti la frazione di mese superiore ai quindici giorni viene considerata come mese intero. L'erogazione non compete in relazione ai periodi mensili nei quali si è verificata una sospensione della prestazione senza diritto alla retribuzione (ad esempio, servizio militare, aspettativa, assenza facoltativa post-partum, ecc.). Sono, invece, utili ai fini della maturazione dell'una tantum, le giornate di assenza dal lavoro per malattia, infortunio, gravidanza e uerperio e congedo matrimoniale che abbiano dato luogo al pagamento di indennità a carico dell'istituto competente e/o di integrazione a carico delle aziende. Sono altresì utili i periodi di sospensione del rapporto di lavoro e di riduzione dell'orario per intervento della Cassa integrazione guadagni, sia essa ordinaria che straordinaria, e per riduzione dell'orario di lavoro settimanale per contratti di olidarietà. Per quanto riguarda l'orientamento degli Istituti previdenziali circa le modalità operative da seguire per l'inserimento delle quote di una tantum nella retribuzione integrabile o nella base di calcolo delle diverse indennità erogate nel periodo 1 luglio- 31 dicembre 2007, riteniamo applicabili i criteri già adottati dall'inps nelle precedenti occasioni. Comunque, in attesa di conferma da parte degli uffici competenti, ci riserviamo di inviare specifiche comunicazioni in materia. I n conclusione, con particolare riferimento a problemi applicativi che dovessero sorgere, si ricorda che: _ l'una tantum non compete ai lavoratori assunti a partire dal 1 gennaio che non abbiano prestato servizio nel periodo 1 luglio dicembre 2007; _ l'una tantum non compete ai lavoratori comunque assunti a partire dal 1 ma rzo 2008; _ non compete ai lavoratori il cui rapporto di lavoro sia cessato, ovvero siano stati promossi dirigenti, antecedentemente al 20 gennaio 2008; 1 In proposito si precisa che i ratei mensili di una tantum sono tutti pari a 44,50 in quanto l'indennità di vacanza contrattuale è stata scomputata dall'importo lordo in modo forfettario. Pag. 15

16 3.3 Retribuzioni straordinarie Maggioraz.Prestaz. 486 Maggioraz.Prestaz.25% Maggioraz.Prestaz.30% Maggioraz.Prestaz.50% Ore Addizionali 5% 9,9999 9,9999 9,9999 9,9999 9, , , , ,99 99,99 99,99 99,99 Sono gli straordinari e maggiorazioni e sono disciplinati dal ccnl da per : 25% e 50% definito dal contratto nazionale del lavoro capitolo- disciplina speciale parte terza art. 7 Per le ore effettuate dai lavoratori fino al 6 Livello che lavorano fino al completamento delle 8 ore giornaliere 5% Definito dall accordo integrativo del 2003 Nel campo ore/gg/num vengono inserite le ore effettuate Dato base Vengono calcolate [ ( (Totale - EDR) /173 ORE ( Definito da CCNL) ) X (xx%) : 100 ] + (Totale ) /173 ORE ( Definito da CCNL) Competenze Re/gg/num X Dato Base Pag. 16

17 3.3.2 Ind.Rep.Fer.appl.Manag. Indennità di reperibilità in application managment.l indennità giornaliera viene definita dall accordo integrativo Firmato il nel 2003 (Reperibilità in Application Management) 585 Ind.Rep.Fer.appl.Manag 9, , ,99 Nel campo ore/gg/num viene riportato il numero dei giorni effettuati in reperibilità Nel dato base viene inserito l importo definito da integrativo Feriale 41,50 Festivo 52,00 Speciale 67,50 L indennità è comprensiva di una prestazione di telelavoro e/o telefonica complessiva di 30 minuti. Ogni giornata di reperibilità ricadente nell ultima settimana di dicembre (vigilia 31 dicembre ) e la prima dell anno (1 gennaio) darà diritto a 1,5 ore di riposo supplementare compensativo. Nelle competenze viene il Calcolo : Indennità giornaliera X gg. in reperibilità Ind. Rep.Feriale 585 ind. Rep.Feriale Ind.Reperib.Telefonica 9,9999 9, , , ,99 99,99 Nel campo ore/gg/num n giorni o n chiamate Nel dato base viene inserito quanto definito dal contratto integrativo e Per quanto attiene il trattamento economico per il personale.interessato, viene stabilita una indennità di 25,00 lordi per ogni giornata in reperibilità. Tale indennità viene elevata a 35,00 lordi qualora la reperibilità cada nelle giornate di sabato e domenica e a 45,00 lordi qualora cada nelle giornate di Natale, Capodanno e Pasqua, oltre che nelle vigilie di Natale e Capodanno. In caso di chiamata telefonica durante la reperibilità, viene riconosciuta una indennità di 11,00 lordi per ogni intervento In caso di rientro sul posto di lavoro e/o di prestazioni di lavoro a distanza, oltre all'indennità di reperibilità, viene riconosciuto il pagamento delle ore effettivamente lavorate nella misura della normale retribuzione oraria maggiorata del 50% Nelle competenze il Calcolo : Indennità giornaliera X gg. in reperibilità N.B. L indennità giornaliera viene definita dall accordo integrativo Firmato il nel 2003 Pag. 17

18 3.3.4 Indennità oraria Lav Sabato 7A/7Q (Voce in completamento ) Premio di produzione Viene erogato a giugno di ogni anno secondo quanto definito dall Accordo del 03 febbraio del Si compone di due parti: Parte Fissa i cui importi sono predefiniti per ciascun Livello Contrattuale; tale importo è sempre riconosciuto (cfr. dettaglio voce Premio di produzione Parte Fissa) Parte Variabile importo variabile calcolato ogni anno sulla base di un algoritmo definito bell Accordo del 03 febbraio 2003; tale importo può anche essere pari a zero (cfr. dettaglio voce Premio di produzione Parte Variabile) Premio di produzione parte fissa Gli importi definiti nell Accordo del 03 febbraio del 2003 tengono conto del Livello di Inquadramento. Di seguito è riportata la relativa tabella di riferimento premio fisso (annuo) QUADRI 864,40 IMPIEGATI livello 7 864,40 livello-6 774,70 livello 5S 693,15 livello 5 636,10 livello 4 570, Premio produzione - parte variabile In riferimento all accordo stipulato il 03 febbraio del 2003 il premio di produzione vairabile Viene calcolato In riferimento ai principali indici di bilancio di redditività a produttività così definiti : Margine operativo Lordo Redditività = = Mol % Valore della produzione Valore aggiunto Produttività = : n risorse medie aziendali nell anno di riferimento 1000 PREMIO DI RISULTATO MOl V.P. 13,00% 14,00% 14,50% 15,00% 15,5,0% 16,00% 16,50% ' 80% 100% 105% 110% 115% 120% 125% VA : AA.PP ,00 68,00 72,00 80,00 84, Produttività 30% % Valore Premio base =100% Premio - Redditività = 70% del valore del Premio base Premio - Produttività = 30% del valore del Premio base Premio extra +5% al solo superamento del 17,00% del'indicatore di redditività e dell'indice 88,00 dell'indicatore di produttività Esempio: MOLI VA = 15,4% Premio per indicatore redditività = ( 2.685,57* x 70%) x 114,00% = 2.143,08 VA / 1000 : AA.PP. = 73,50 ~ Premio per indicatore produttività = ( 2.685,57* x 30%)111,87% = 901,30 P.R. Totale = 2.143, ,30 = 3.044,38 = 113,36% del Premio base (*) Premio base corrispondente alla 6 categoria Base di calcolo per livello Pag. 18

19 Categoria Premio Base Q 3.088, , ,57 100% 5S 2.402, , , Trattenute variabili Sciopero 002 Sciopero 9,000 99, ,99- Nel campo ORE/GG/NUM viene inserito il n delle giornate di sciopero effettuate ne mese precedente Nel campo DATO BASE viene inserito il calcolo paga giornaliera Dato base è calcolato = Totale / 173 ore Nel campo viene calcolato la detrazione ORE/GG/NUM X DATO BASE Rec. Anticipo Viaggi ( voce in completamento) Voce:Fiom-Fim Si devolve alla propria sigla sindacale di riferimento 1 % del minimo tabellare di riferimento per livello Il calcolo è applicato anche sulla 13esima. Nella nostra busta paga viene calcolata sulla base delle 12 mensilità Pag. 19

20 3.4.4 Voce: Permessi L.104 Sono composte da 2 voci : * A C Ass. giustif. L.104 Perm.mens.lav.hand.c/INP 9,9 9,9 99, , ,99-999,99 Le due voci in dare e in avere nelle competenze devono essere uguali E sono calcolate ORE - le ore espresse in sessantesimi sono trasformate in centesimi (es = ((7x60) + 36)/60)= 7,6 Dato Base - sommando tutte le voci che concorrono al reddito Retribuzione ordinaria X 13 mensilità + premio produzione parte fissa / 12 mesi X 173 ore mensli (da ccnl) Totale competenze Ore x dato base 3.5 voce : assistenza sanitaria Oggetto: Nuova Polizza Sanitaria Data: 05/06/2007 Destinatari: Dipendenti delle Società AlmavivA SpA, AlmavivA Finance SpA, AlmavivA Sud e TSF. Da oggi è disponibile all interno dell intranet aziendale, nell area Assistenza Sanitaria (http://www.inalmaviva.it/assistenza_sanitaria ) la Polizza Sanitaria 2007, ad adesione facoltativa, rivolta ai dipendenti (impiegati e quadri) delle società AlmavivA SpA, AlmavivA Finance SpA, AlmavivA Sud e TSF. La polizza comprende diversi pacchetti che sono il risultato della contrattazione integrativa che ciascuna azienda ha condotto nel corso degli anni, per cui non tutte le opzioni sono disponibili a tutti i dipendenti. Pag. 20

21 In particolare il pacchetto TSF è dedicato ai soli dipendenti di TSF ed il pacchetto integrativo A è disponibile per i soli dipendenti della società AlmavivA SpA. Per una più agevole lettura della polizza è disponibile, nella medesima Area, una tabella sinottica che sintetizza in maniera più schematica le prestazioni coperte con relative franchigie e massimali. Per un corretto utilizzo della polizza è opportuno tener presente i seguenti punti: La Polizza Sanitaria aziendale si basa su un concetto di mutualità reciproca tra i dipendenti per cui non è possibile aderire e disdire la polizza più volte nel corso del tempo. Una volta che viene data la disdetta non è più possibile effettuare una nuova adesione. La polizza non copre esami diagnostici a scopo di mero controllo (es: check-up preventivi o visite di controllo) ma solo relativi a prescrizioni mediche da cui si evinca una patologia, presunta o accertata. L unica eccezione è costituita dagli esami fatti nei 90 giorni precedenti o successivi a ricoveri o interventi chirurgici come descritto dai punti 11/A-A.1 (garanzia base), 11/F-F.1 (pacchetto A), 11/M-M.1 (pacchetto TSF); Per una oggettiva impossibilità di rappresentare tutte le possibili declinazioni di tipologie di prestazioni molto vaste (es: gli esami endoscopici o la diagnostica radiologica) e per comprendere gli eventuali nuovi esami acquisiti da parte della scienza medica, la polizza non elenca tutte le prestazioni diagnostiche coperte. Qualora l esame di cui aveste bisogno non fosse tra quelli esplicitamente menzionati Vi suggeriamo di verificarne con il callcenter ( ) l effettiva rimborsabilità. Relativamente alle Prestazioni Dirette a causa di un errore nella stesura finale del testo da parte della Compagnia non è stato esplicitato all Art. 23 A.3 il caso di non ricovero. In continuità con la precedente polizza la rimessa diretta (con conseguente esborso della sola franchigia) è ammessa anche per i casi di non ricovero con le stesse modalità di presa in carico da parte di Newmed previste per il caso di ricovero. Pag. 21

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 LEZIONE ANALISI DELLA RETRIBUZIONE DOTT. GIUSEPPE IULIANO Indice 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 1 Definizione di cedolino paga

Dettagli

IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA

IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA IL CALCOLO DELLA BUSTA PAGA REQUISITI DELLA BUSTA PAGA Corrispettività: deve trattarsi di importi che trovano causa diretta ed indiretta nel rapporto di lavoro; Onerosità: la prestazione di lavoro subordinato

Dettagli

LA BUSTA PAGA. ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella

LA BUSTA PAGA. ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella ODPF Istituto Santachiara Centro di Formazione Professionale Stradella Corso: 2^ Operatore dei servizi all impresa Materia: Tecnica ed Economia Aziendale LA BUSTA PAGA ANNO FORMATIVO 2012/2013 La busta

Dettagli

CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A

CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A CGIL CORSO CONFEDERALE LA BUSTA PAGA A cura di: Staff Formazione Ufficio Vertenze Confederale CGIL LIGURIA Versione integrale 1 2 LE LEGGI DELLO STATO ED I CONTRATTI DI LAVORO DETTANO LE NORME CHE DISCIPLINANO

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE Ufficio Stipendi. A) Scaglioni I.R.PE.F. Dal 1/1/2007. Tabella A TABELLA VALIDA PER L'ANNO 2010

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE Ufficio Stipendi. A) Scaglioni I.R.PE.F. Dal 1/1/2007. Tabella A TABELLA VALIDA PER L'ANNO 2010 Tabella A UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE Ufficio Stipendi TABELLA VALIDA PER L'ANNO 2010 A) Scaglioni I.R.PE.F. Dal 1/1/2007 Fasce retributive mensili Aliquote da 0,00 a 1.250,00 23 da 1.250,01 a 2.333,33

Dettagli

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 MEMORIE NUMERICHE 1 Redditi lavoro dipendente e assimilati (Cas. 1) 2 Assegni periodici corrisposti dal coniuge (Cas. 5) 3-18 Caselle da 11 a 26 19 Altri datori - Imponibile

Dettagli

Gli emolumenti del personale della scuola

Gli emolumenti del personale della scuola Gli emolumenti del personale della scuola Di salvatore buonandi La retribuzione complessiva dei dipendenti della scuola è costituita da indennità di varia natura, di cui alcune concorrono con lo stipendio

Dettagli

I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali

I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali UniSalute per l Azienda: un know-how all avanguardia Soluzioni flessibili e innovative in linea con

Dettagli

IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI

IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE ESEMPI A cura di Alessandra Gerbaldi 1 LA BUSTA PAGA NEL CASO DI LAVORO STRAORDINARIO Di seguito si ipotizza il caso di un lavoratore, dipendente di azienda che applica

Dettagli

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA 1 COS È LA BUSTA PAGA è un documento obbligatorio (Legge 5 gennaio 1953, n. 4) che indica la retribuzione, le ritenute fiscali e previdenziali che il lavoratore

Dettagli

Tuccio Rag. Emanuele

Tuccio Rag. Emanuele Commercialista Consulente del Lavoro Revisore Contabile Via Verga, 16 GELA (CL) Tel. 0933-911496 e-mail: emtucci@gmail.com CORSO DI FORMAZIONE ENNA BASSA 31-05-2011 Con il patrocinio di FEMCA CISL SICILIA

Dettagli

COME LEGGERE LA BUSTA PAGA

COME LEGGERE LA BUSTA PAGA COME LEGGERE LA BUSTA PAGA Vediamo come si legge in pratica una busta paga, come individuare gli elementi della retribuzione, i vari tipi di trattenute, il loro calcolo e la loro interpretazione fino a

Dettagli

Fatti i conti in... BUSTA PAGA

Fatti i conti in... BUSTA PAGA DIRITTO LAVORO Fatti i conti in... BUSTA PAGA I risultati dell indagine condotta da Jobadvisor qualche mese fa e pubblicati nell edizione di ottobre indicano che per la grande maggioranza dei neolaureati

Dettagli

La retribuzione globale annua di cui al presente articolo viene erogata in 14 (quattordici) mensilità

La retribuzione globale annua di cui al presente articolo viene erogata in 14 (quattordici) mensilità TITOLO XXX Trattamento economico Articolo 7 NORMALE RETRIBUZIONE La normale retribuzione del lavoratore è costituita dalle voci sotto indicate alle lettere a), b), c) e d), nonché da tutti gli altri elementi

Dettagli

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale IL METODO DEL COSTO STANDARD di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale Il datore di lavoro ha necessità di conoscere in via preventiva quale sarà il costo del personale che occupa

Dettagli

decorrenze Scadenze 1/10/84 30/09/87 1/04/88 31/03/91 15/07/92 15/07/95 16/07/96 15/07/2000 8/03/2001 7/3/2005 1/03/2007 28/02/2011

decorrenze Scadenze 1/10/84 30/09/87 1/04/88 31/03/91 15/07/92 15/07/95 16/07/96 15/07/2000 8/03/2001 7/3/2005 1/03/2007 28/02/2011 SINTESI CCNL LAVORO DOMESTICO decorrenze Scadenze 1/10/84 30/09/87 1/04/88 31/03/91 15/07/92 15/07/95 16/07/96 15/07/2000 8/03/2001 7/3/2005 1/03/2007 28/02/2011 Indice della Sintesi Contrattuale Artt.

Dettagli

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE la comunicazione richiede tutti i dati già presenti nelle certificazioni rilasciate ai dipendenti. In particolare i

Dettagli

VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE

VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE a1 a2 a3 a4 a5 a6 a7 A Retribuzione: Paga base Indennità contingenza Scatti anzianità Sperminimo individuale Lavoro straordinario Altri elementi imponibili ai fini

Dettagli

La busta paga Gli elementi indispensabili per il riconoscimento sono Gli elementi retributivi contrattuali sono

La busta paga Gli elementi indispensabili per il riconoscimento sono Gli elementi retributivi contrattuali sono La busta paga La legge prevede che la busta paga deve contenere tutti gli elementi utili perché diventi comprensibile e identificabile per il lavoratore interessato. Gli elementi indispensabili per il

Dettagli

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro CHE COS È E' un documento obbligatorio che indica la retribuzione,

Dettagli

40 - PREVIDENZA COMPLEMENTARE E INTEGRATIVA

40 - PREVIDENZA COMPLEMENTARE E INTEGRATIVA 40 - PREVIDENZA COMPLEMENTARE E INTEGRATIVA 40.1 NOZIONI GENERALI I numerosi interventi legislativi in materia di previdenza e le varie fusioni aziendali, hanno reso necessaria una continua contrattazione

Dettagli

LE TREDICESIME DEL 2009 * * * effetto degli ammortizzatori sociali attivati dalle aziende a seguito della crisi mondiale.

LE TREDICESIME DEL 2009 * * * effetto degli ammortizzatori sociali attivati dalle aziende a seguito della crisi mondiale. Roma, 21 dicembre 2009 LE TREDICESIME DEL 2009 * * * Nelle famiglie stanno per arrivare le tredicesime, un flusso di danaro che sempre di più verrà utilizzato per soddisfare bisogni primari a discapito

Dettagli

Vademecum Imposta Sostitutiva agli elementi retributivi soggetti all agevolazione fiscale per gli anni 2008/09/10 per i delegati

Vademecum Imposta Sostitutiva agli elementi retributivi soggetti all agevolazione fiscale per gli anni 2008/09/10 per i delegati Vademecum Imposta Sostitutiva agli elementi retributivi soggetti all agevolazione fiscale per gli anni 2008/09/10 per i delegati CAAF CGIL CGIL UMBRIA tassazione agevolata al 10% Lavoro Notturno Lavoro

Dettagli

Deduzioni per familiari a carico

Deduzioni per familiari a carico Deduzioni per familiari a carico Definizione di familiare a carico e condizioni in base alle quali viene riconosciuta la deduzione. Sono considerati familiari a carico dal punto di vista fiscale: il coniuge

Dettagli

Come leggere la busta paga

Come leggere la busta paga Come leggere la busta paga Indice Che cosa è pag. 3 A cosa serve pag. 4 La struttura della busta paga pag. 5 Intestazione (dati ditta dati anagrafici e contrattuali lavoratore) pag. 6 Corpo della Busta

Dettagli

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro * aggiornato al 19.05.2011 CHE COS È è un documento obbligatorio che

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Rdl 1955/1956 e 1957 del 10.9.1923

Rdl 1955/1956 e 1957 del 10.9.1923 Lo straordinario Questa materia e' regolata da leggi e dal contratto nazionale. Le normative che riassumiamo si applicano ai lavoratori metalmeccanici dell'industria (contratti Federmeccanica e Confapi).

Dettagli

IL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO

IL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO IL RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO Introduzione al mondo del lavoro di cura L inquadramento (Minimi contrattuali in vigore PER L ANNO 2011) LIVELLO TABELLA A CONVIVENTI TABELLA B CONVIVENTI PART-TIME TABELLA

Dettagli

Vademecum. Guida alla lettura della busta paga PRATICA LAVORO 2/2011 - INSERTO. Riferimenti normativi e nozione. Soggetti interessati.

Vademecum. Guida alla lettura della busta paga PRATICA LAVORO 2/2011 - INSERTO. Riferimenti normativi e nozione. Soggetti interessati. Guida alla lettura della busta paga Riferimenti normativi e nozione R.D.L. 10 settembre 1923, n. 1955 R.D.L. 28 agosto 1924, n. 1422 (*) L. 5 gennaio 1953, n. 4, art. 1 D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797, artt.

Dettagli

44 - PREVIDENZA COMPLEMENTARE

44 - PREVIDENZA COMPLEMENTARE 44 - PREVIDENZA COMPLEMENTARE 44.1 NOZIONI GENERALI I numerosi interventi legislativi in materia di previdenza e le varie riorganizzazioni e ristrutturazione del Gruppo Sanpaolo, hanno reso necessaria

Dettagli

N E W S L E T T E R Area Risorse Umane

N E W S L E T T E R Area Risorse Umane N E W S L E T T E R Area Risorse Umane SPECIALE BUSTA PAGA CHIARA Numero 10-29 ottobre 2002 Questo numero speciale della N E W S L E T T E R tratta un tema molto tecnico e da addetti ai lavori, ma che

Dettagli

Le pensioni pagano l'irpef

Le pensioni pagano l'irpef Le pensioni pagano l'irpef Le pensioni sono equiparate ai redditi da lavoro dipendente e quindi sono soggette a tassazione. L'Inps si sostituisce al fisco ed effettua sulle pensioni una ritenuta alla fonte

Dettagli

LA RETRIBUZIONE IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE

LA RETRIBUZIONE IMPONIBILE PREVIDENZIALE E FISCALE LA RETRIBUZIONE PREVIDENZIALE E FISCALE Esempi pratici a cura di Alessandra Gerbaldi xx 1 SCHEDA SINTETICA DEGLI IMPONIBILI PREVIDENZIALI E FISCALI Di seguito si riporta una scheda sintetica (Esempio A),

Dettagli

Le modifiche fiscali ALIQUOTE. DEDUZIONI

Le modifiche fiscali ALIQUOTE. DEDUZIONI Meno tasse per tutti avevano promesso. Tremonti: è in credito con il fisco, ai lavoratori e pensionati benefici irrisori che saranno vanificati con l aumento delle imposte locali e ticket. Le modifiche

Dettagli

LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO. Come leggere la Busta Paga

LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO. Come leggere la Busta Paga LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO Come leggere la Busta Paga ANNO 2016 Le GUIDE della Fondazione Studi A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei

Dettagli

Come leggere la Busta Paga. G.I. G.I. Formazione

Come leggere la Busta Paga. G.I. G.I. Formazione Come leggere la Busta Paga G.I. G.I. Formazione Formazione La Busta Paga Cos è A Cosa Serve Come è Composta COS E La Busta Paga è il prospetto che indica la retribuzione che il lavoratore percepisce per

Dettagli

Anno 2013 N. RF148. La Nuova Redazione Fiscale ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO

Anno 2013 N. RF148. La Nuova Redazione Fiscale ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO Anno 2013 N. RF148 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO ASSICURAZIONI VITA - PRESTAZIONI COME CAPITALE O RENDITA IN UNICO RIFERIMENTI D.LGS. 47/2000; D.LGS.

Dettagli

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO I contribuenti che possiedono redditi di lavoro dipendente,

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 6 II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 E. Scritture relative

Dettagli

Circolare Informativa n 13/2014. Scadenze CCNL FEBBRAIO 2014

Circolare Informativa n 13/2014. Scadenze CCNL FEBBRAIO 2014 Circolare Informativa n 13/2014 Scadenze CCNL FEBBRAIO 2014 Pagina 1 di 11 INDICE 1) Abbigliamento e confezioni Aziende industriali pag.3 2) Alimentari PMI pag.3 3) Autotrasporti merci e logistica pag.3

Dettagli

Aggiornamento settembre 2012

Aggiornamento settembre 2012 ESODI SULLA BASE DELL ACCORDO DEL 2 GIUGNO 2012 Aggiornamento settembre 2012 INDICE 1. Incentivi pag. 3 2. Assistenza Sanitaria pag. 4 3. Fondo pensione di gruppo pag. 4 4. Ulteriori norme per il personale

Dettagli

10. L'irpef: aliquote e detrazioni

10. L'irpef: aliquote e detrazioni 1 di 7 21/05/2010 16.56 10. L'irpef: aliquote e detrazioni Dal 1 gennaio 2007 è in vigore un nuovo sistema di determinazione dell'irpef che, rispetto al precedente, è caratterizzato da: nuovi scaglioni

Dettagli

Guida alla lettura della busta paga

Guida alla lettura della busta paga Guida alla lettura della busta paga La busta paga è un documento che deve essere obbligatoriamente consegnato dal datore di lavoro al lavoratore dipendente al fine di certificare la retribuzione e le ritenute

Dettagli

Trattamento Economico del personale tecnico amministrativo e calcolo dello stipendio mensile

Trattamento Economico del personale tecnico amministrativo e calcolo dello stipendio mensile Strumento utile alla lettura del Cedolino Stipendi Trattamento Economico Fonti normative Le fonti normative che regolano il trattamento economico del personale in servizio presso le Università si differenziano

Dettagli

Documento sul Regime Fiscale

Documento sul Regime Fiscale FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLA HEWLETT- PACKARD ITALIANA S.r.l. E DI ALTRE SOCIETA DEL GRUPPO HEWLETT-PACKARD Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 1538 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato

Dettagli

6. CONTABILITA GENERALE

6. CONTABILITA GENERALE 6. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI GESTIONE SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 1 E. Scritture relative al lavoro dipendente Definizione Il lavoro rappresenta un fattore della produzione che contabilmente

Dettagli

A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga

A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga * aggiornato al 20 luglio 2009 CHE COS È è un documento obbligatorio

Dettagli

Risoluzione n. 114/E

Risoluzione n. 114/E Risoluzione n. 114/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 23 maggio 2003 Oggetto: Istanza d interpello Articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Fondo integrativo Sanitario Dirigenti delle

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA 2015

CERTIFICAZIONE UNICA 2015 CERTIFICAZIONE UNICA 201 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI -ter e -quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 199, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 201 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO

Dettagli

COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO. ProfessionistiScuola.it

COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO. ProfessionistiScuola.it COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO Numero Partita = è il numero identificativo di Partita di Spesa Fissa del dipendente. È importante indicare tale numero identificativo ogni volta che si debba

Dettagli

Documento sul regime fiscale

Documento sul regime fiscale Fondo Scuola Espero FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DELLA SCUOLA iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 145 Documento sul regime fiscale (depositato presso la Covip

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) I fondi pensione, istituiti

Dettagli

FON.TE. FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL TERZIARIO (COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI)

FON.TE. FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL TERZIARIO (COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI) FON.TE. FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL TERZIARIO (COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo

Dettagli

Fondo di solidarietà Credito

Fondo di solidarietà Credito BANCA POPOLARE DI MILANO Documenti: conoscere per decidere Fondo di solidarietà Credito Il fondo eroga prestazioni a favore dei lavoratori di aziende facenti parte di gruppi creditizi o che applicano i

Dettagli

Ccnl Lavoro Domestico

Ccnl Lavoro Domestico Ccnl Lavoro Domestico Parti contraenti Parti contraenti FIDALDO, DOMINA Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil, Federcolf Data CCNL 01/02/2007 Rinnovo economico 20/01/2009 parte economica Decorrenza

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DEL FONDO PENSIONE PREVICOOPER

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DEL FONDO PENSIONE PREVICOOPER PREVICOOPER FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE NAZIONALE A CAPITALIZZAZIONE DEI DIPENDENTI DELLE IMPRESE DELLA DISTRIBUZIONE COOPERATIVA DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DEL FONDO PENSIONE PREVICOOPER Approvato

Dettagli

MODULI DI DETRAZIONI FISCALI

MODULI DI DETRAZIONI FISCALI Le detrazioni sono riconosciute se il percipiente dichiara di avervi diritto, indica le condizioni di spettanza e si impegna a comunicare tempestivamente le eventuali variazioni. La dichiarazione deve

Dettagli

II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE

II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE CONTABILITA GENERALE 19 II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 29 novembre 2005 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 E. Scritture relative

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) I fondi pensione, istituiti in

Dettagli

Filctem Michelin: Formazione Sindacale. La Busta Paga. di Guarino Antonino nino.guarino@alice.it

Filctem Michelin: Formazione Sindacale. La Busta Paga. di Guarino Antonino nino.guarino@alice.it 1 La Busta Paga di Guarino Antonino nino.guarino@alice.it Indice: Che Legge La Regola? Quali Informazioni Contiene? 2 Cos è La Busta Paga? Le Voci Economiche Elementi Fissi e Variabili A Cosa Serve? Contributi

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 1 Approvato dal Consiglio di Amministrazione il 27 marzo 2015 Sommario REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI... 3 Contributi versati fino al 31 dicembre 2006... 3 Contributi versati

Dettagli

IMPLEMENTAZIONI. STCOLF: Stampe Colf Il comando STCOLF racchiude le seguenti opzioni: 1. Stampa brogliaccio bollettini; 2. Stampa bollettini.

IMPLEMENTAZIONI. STCOLF: Stampe Colf Il comando STCOLF racchiude le seguenti opzioni: 1. Stampa brogliaccio bollettini; 2. Stampa bollettini. TB1502: Tabella contributi Colf La Tabella contributi Colf viene creata dal comando di conversione (successivamente verrà aggiornata con l aggiornamento delle tabelle fisse) e contiene gli elementi da

Dettagli

Circolare INPS del 12 aprile 2002 n. 77 Liquidazione delle pensioni in competenza dell esercizio 2002 Con circolare n. 211 del 29 novembre 2001 è

Circolare INPS del 12 aprile 2002 n. 77 Liquidazione delle pensioni in competenza dell esercizio 2002 Con circolare n. 211 del 29 novembre 2001 è Circolare INPS del 12 aprile 2002 n. 77 Liquidazione delle pensioni in competenza dell esercizio 2002 Con circolare n. 211 del 29 novembre 2001 è stata messa a disposizione delle Sedi la funzione di acquisizione,

Dettagli

ALIQUOTE IRPEF 2009. Tavola:Detrazione per redditi di lavoro dipendente in vigore per l'anno 2008

ALIQUOTE IRPEF 2009. Tavola:Detrazione per redditi di lavoro dipendente in vigore per l'anno 2008 Scaglioni reddito 2009 Aliquota Irpef lordo da 0 a 15.000 23% 23% del reddito da 15.000,01 a 28.000 da 28.000,01 a 55.000 da 55.000,01 a 75.000 27% 38% 41% oltre 75.000 43% 3.450 + 27% sulla parte eccedente

Dettagli

IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli

IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli Ecco qui di seguito, una sintesi della normativa generale che regola le operazioni relative al conguaglio di fine anno.

Dettagli

Legge finanziaria per il 2005: novità fiscali in materia di IRPEF

Legge finanziaria per il 2005: novità fiscali in materia di IRPEF di Pietro Ghigini docente di Economia aziendale Legge finanziaria per il 2005: novità fiscali in materia di IRPEF Premessa Approvata sul filo di lana, evitando per un soffio che i lavori parlamentari scivolassero

Dettagli

ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale

ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale Durata: 60 ore Inizio corso: da definire Sede: Corso Raffaello 17/D - Torino Docente: dottore consulente del lavoro con esperienza consolidata

Dettagli

1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE BYBLOS FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DELLE AZIENDE ESERCENTI L INDUSTRIA DELLA CARTA E DEL CARTONE, DELLE AZIENDE GRAFICHE

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI. Requisiti del lavoratore

SCHEMA DI SINTESI. Requisiti del lavoratore SCHEMA DI SINTESI L intervento (articolo 4, commi da 1 a 7-ter, della legge n. 92 del 28 giugno 2012, così come modificata dalla legge n. 221 del 17 dicembre 2012, di conversione del decreto legge n. 179

Dettagli

La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi

La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale È stato approvato con provvedimento dell Agenzia delle Entrate del 15 gennaio 2014 Prot.5131-2014

Dettagli

Certificazione dei redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati Novità Modello CUD 2014

Certificazione dei redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati Novità Modello CUD 2014 n 07 del 14 febbraio 2014 circolare n 143 del 13 febbraio 2014 referente BERENZI/mr Certificazione dei redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati Novità Modello CUD 2014 Con il Provvedimento

Dettagli

AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa relativa al fondo pensione aperto a contribuzione definita

Dettagli

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Piergiorgio Mondini 17-18-19 febbraio 2015 Addizionali

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali INTERPELLO N. 24/2010 Roma, 9 giugno 2010 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali DIREZIONE GENERALE PER L ATTIVITÀ ISPETTIVA Alla CONFAPI Via della Colonna Antonina n. 52 00186 Roma Prot. 25/I/0010267

Dettagli

NEWSLETTER LAVORO 02 2015

NEWSLETTER LAVORO 02 2015 AVVOCATI COMMERCIALISTI CONSULENTI del LAVORO NEWSLETTER LAVORO 02 2015 Normativa lavoro 1. Jobs Act: approvazione decreto contratto tutele crescenti e novità in via di approvazione 2. Stabilizzazione

Dettagli

DETRAZIONI PER CARICHI DI FAMIGLIA

DETRAZIONI PER CARICHI DI FAMIGLIA DETRAZIONI PER CARICHI DI FAMIGLIA A decorrere dal 1 gennaio 2007 le deduzioni per oneri di famiglia previste dall art. 12 del TUIR sono sostituite dalle detrazioni per carichi di famiglia (art. 1, co.

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO DI PREVIDENZA MARIO NEGRI FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I DIRIGENTI DI AZIENDE DEL TERZIARIO, DI SPEDIZIONE E TRASPORTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della

Dettagli

FONDO PENSIONE PER IL PERSONALE DELLA BANCA POPOLARE DI ANCONA E DELLE SOCIETA CONTROLLATE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

FONDO PENSIONE PER IL PERSONALE DELLA BANCA POPOLARE DI ANCONA E DELLE SOCIETA CONTROLLATE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE PER IL PERSONALE DELLA BANCA POPOLARE DI ANCONA E DELLE SOCIETA CONTROLLATE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare

Dettagli

RISOLUZIONE N. 186/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso. Roma, 25 luglio 2007

RISOLUZIONE N. 186/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso. Roma, 25 luglio 2007 RISOLUZIONE N. 186/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 25 luglio 2007 OGGETTO: Trattamento fiscale applicabile alle prestazioni erogate dal fondo integrativo dell ENEL ai propri dipendenti

Dettagli

QUANTO MI COSTA LA COLF

QUANTO MI COSTA LA COLF Quanto mi costa la colf? NEWS QUANTO MI COSTA LA COLF Chi decide di assumere una colf (o una badante) deve sostenere una serie di costi, che vanno dal corrispettivo della prestazione (con eventuali indennità

Dettagli

DOCUMENTO FISCALE. Sede legale: Piazza Cola di Rienzo n.80a 00192 Roma C.F. 97151420581 tel. 0636006135 0636086392 fax 063214994 fondapi@fondapi.

DOCUMENTO FISCALE. Sede legale: Piazza Cola di Rienzo n.80a 00192 Roma C.F. 97151420581 tel. 0636006135 0636086392 fax 063214994 fondapi@fondapi. FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DIPENDENTI DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ASSOCIAZIONE RICONOSCIUTA D.M. LAVORO 5.6.2001 - ISCRIZIONE ALBO FONDI PENSIONE N 116 DOCUMENTO FISCALE

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE FONDO PENSIONE (iscritto al n. 1137 della Sezione Speciale I dei Fondi Preesistenti dell Albo Covip) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

Dettagli

FONDO PENSIONE MEDICI Iscritto all'albo COVIP con il n 1337

FONDO PENSIONE MEDICI Iscritto all'albo COVIP con il n 1337 mod. C/P01 (Rev. Nov 2010) FONDO PENSIONE MEDICI C/P01 - PENSIONAMENTO RICHIESTA DI PRESTAZIONE PENSIONISTICA Da compilarsi e sottoscrivere a cura dell'aderente Il Sottoscritto.. nato a.. (prov....) il...

Dettagli

LA BUSTA PAGA DELL OPERAIO EDILE

LA BUSTA PAGA DELL OPERAIO EDILE LA BUSTA PAGA DELL OPERAIO EDILE A cura del GRUPPO SULLE PROBLEMATICHE DEL LAVORO dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Torino, Ivrea e Pinerolo Relatore dottoressa Luisella

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Per informazioni: 800.316.181 infoclienti@postevita.it

Dettagli

CCNL LAVORATORI DOMESTICI CON DECORRENZA DAL 1 LUGLIO 2013 AL 31 DICEMBRE

CCNL LAVORATORI DOMESTICI CON DECORRENZA DAL 1 LUGLIO 2013 AL 31 DICEMBRE Indice IL CONTRATTO DI LAVORO - LE CATEGORIE - I CONTRIBUTI INPS - IL PERIODO DI PROVA - LA TREDICESIMA MENSILITÀ I GIORNI FESTIVI - GLI SCATTI DI ANZIANITÀ - LE FERIE - VITTO E ALLOGGIO - L ORARIO DI

Dettagli

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro PROGRAMMA CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro 1. Collocamento ordinario 2. Collocamento obbligatorio 3. Adempimenti collegati

Dettagli

1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) ARCO FONDO NAZIONALE PENSIONE FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DEL LEGNO, SUGHERO, MOBILE ARREDAMENTO, BOSCHIVI/FORESTALI, LATERIZI E MANUFATTI IN CEMENTO, LAPIDEI, MANIGLIE

Dettagli

aggiornato al 31 luglio 2014

aggiornato al 31 luglio 2014 aggiornato al 31 luglio 2014 Regime fiscale applicabile ai lavoratori iscritti a una forma pensionistica complementare dopo il 31 dicembre 2006 e ai contributi versati, a partire dal 1 gennaio 2007, dai

Dettagli

LEGGERE LA BUSTA PAGA

LEGGERE LA BUSTA PAGA LEGGERE LA BUSTA PAGA Maria Elisa Caldera Consulente del Lavoro Iscritta al n 839 dell'ordine Provinciale di Brescia info@calderaconsulenzalavoro.it Programma di Lavoro Busta paga: Cos'è A cosa serve Le

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

Il Calcolo dei contributi:

Il Calcolo dei contributi: Il Calcolo dei contributi: Tabella di calcolo dei contributi La La utile al calcolo del TFR La quota di TFR da versare al Fondo Cometa La tredicesima e la quattordicesima mensilità Il caso di cassa integrazione

Dettagli

SE VUOI ASSUMERE UNA ASSISTENTE FAMILIARE PER TE O PER UN FAMILIARE.

SE VUOI ASSUMERE UNA ASSISTENTE FAMILIARE PER TE O PER UN FAMILIARE. IMPEGNATIVA DEL NUOVO DATORE DI LAVORO SE VUOI ASSUMERE UNA ASSISTENTE FAMILIARE PER TE O PER UN FAMILIARE. per mancato perfezionamento procedura di regolarizzazione Il Commissariato del governo per la

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Per informazioni: 800.316.181 infoclienti@postevita.it

Dettagli

PrevAer Fondo Pensione

PrevAer Fondo Pensione Pagina 1 di 5 Documento sul Regime Fiscale aggiornato al 27 marzo 2015 Regime fiscale applicabile ai lavoratori iscritti a una forma pensionistica complementare dopo il 31 dicembre 2006 e ai contributi

Dettagli

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione di assegni per il nucleo familiare al personale dipendente

Dettagli

Le detrazioni per il coniuge e per i figli a carico spettano anche se questi non convivono con il contribuente o non risiedono in Italia.

Le detrazioni per il coniuge e per i figli a carico spettano anche se questi non convivono con il contribuente o non risiedono in Italia. 2. LE DETRAZIONI IRPEF >> LE DETRAZIONI PER I FAMILIARI A CARICO QUANDO E A CHI SPETTANO I contribuenti che hanno familiari a carico, in possesso di un reddito complessivo non superiore a 2.840,51 euro,

Dettagli

PREVIMODA. Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 117. Sezioni

PREVIMODA. Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 117. Sezioni Previmoda Fondo Pensione a capitalizzazione per i lavoratori dell industria tessile-abbigliamento, delle calzature e degli altri settori industriali del sistema moda. Documento PREVIMODA FONDO PENSIONE

Dettagli