R.S.U. Almaviva Finance

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "R.S.U. Almaviva Finance"

Transcript

1 Indice 1 BUSTA PAGA - AREA A BUSTA PAGA - AREA B Minimo Tabellare Scatti di anzianità Elemento Retributivo Indennità di Funzione IVC E.D.R Superminimo non assorbibile Superminimo di livello Super. Pass. Cat Salario Professionale Superminimo Assorbibile Totale BUSTA PAGA - AREA C Retribuzione ordinaria Retribuzioni variabili Permessi Contrattuali Buoni Pasto Trasferta Italia/Estero Ore Viaggio Forfait (Voce in completamento) Ore Viaggio (Voce in completamento) Viaggi Rimborso Km extraurban Rimborso Km urbano Tredicesima mensilità Voce : Una Tantum exacc Retribuzioni straordinarie Maggioraz.Prestaz Ind.Rep.Fer.appl.Manag Ind. Rep.Feriale Indennità oraria Lav Sabato 7A/7Q (Voce in completamento ) Premio di produzione Premio di produzione parte fissa Premio produzione - parte variabile Trattenute variabili Sciopero Rec. Anticipo Viaggi ( voce in completamento) Voce:Fiom-Fim Voce: Permessi L voce : assistenza sanitaria Gestione TFR Voce : Imponibile Tfr Smobilizzo TFR %sul Tfrmes Quota TFR Fdo Tesor. INP Rec. Fondo garanzia 0,20 c/azienda Rec. Fondo garanzia Tes. INP c/azienda Pag. 1

2 3.7 Gestione Fondo Cometa Voce : Imponibile Cometa Voce :Ctr c/ Azienda Cometa Voce :Ctr Dip Cometa Gestione INPS Previdenziale non arrot Voce : Inail Azienda V.T Voce : Contributo Fap Voce : Contributo Fap Aggiuntivo Gestione IRPEF Imposta sost. D.L.93/ Imponibile fiscale mese Imposta lorda Reddito presunto annuo Totale detrazioni Irpef cod Imponibile fiscale A.p Irpef cod Imponibile Irpef anno - Voce presente solo nella busta di dicembre Imposta Lorda annua - Voce presente solo nella busta di dicembre Detrazioni spettanti - Voce presente solo nella busta di dicembre Irpef Trattenuta azienda- Voce presente solo nella busta di dicembre Irpef a conguaglio - Voce presente solo nella busta di dicembre Gestione IRPEF Regionale Add.Reg.comp rata Add Reg Agg rata Add. Reg Comp da Dovuta Voce presente solo nella busta di dicembre Add. Reg Comp da Dovuta - Voce presente solo nella busta di dicembre Add. Reg Agg. Dovuta - Voce presente solo nella busta di dicembre Add. Reg Agg. da Trattare - Voce presente solo nella busta di dicembre Gestione IRPEF Comunale Acconto add.com.agg. Rat Add. Com.Agg.rata Add. Com. Agg. Dovuta - Voce presente solo nella busta di dicembre Acconto Add. Com. Agg. Tratt - Voce presente solo nella busta di dicembre Add. Com. Agg. Da Trattare - Voce presente solo nella busta di dicembre Gestione Fiscale Altre voci Ctr.Fiscal.ded.D.l. 124/ Totale ritenute sociali Gestione Assenze Ferie godute gg Perm contrattuale fruito BUSTA PAGA - AREA D voce : ritenute totali voce : competenze totali voce :netto da pagare Voce : rol (Voce in completamento) voce : Rip.compensativi (Voce in completamento) BUSTA PAGA - AREA E Pag. 2

3 5.1 Imp.fiscale imposta lorda Detrazioni godute imposta netta giorni voce : altre detr voce : altre Figli Pag. 3

4 1 BUSTA PAGA - AREA A Area anagrafica lavoratore ed azienda Almaviva Finance Codice fiscale Pos.inps Pos Inail Inail N matricola Cod.e Nominativo Codice Fiscale Data emissione Mese di competenza Pog cedolino Data di nascita Data assunzione Anzianità Cessazione N scatti anz. Prossimo scatto Qualifica Livello Contratto 002 Metalmeccanici Luogo Prestazione Rep/Cod Tipo Rapporto % Part Tme Scadenza contratto Pag. 4

5 2 BUSTA PAGA - AREA B Area dedicata ai minimi contrattuali Ore Lav Gg Lav 26 Ore ret Gg ret Set ret Minimo Tabel Scatti di an Superm.Assor E.D.R. Super Livell Salario Prof Elemento retributivo Superminimo per Passaggio di Categoria Indennità di Funzione Superm.non Assor Totale Di seguito l elenco delle voci che è possibile trovare in questa sezione, con alcune utili indicazioni seguite poi dalla descrizione dettagliata di ciascuna voce. Per precisione si rammenta che la presenza o meno sui singoli cedolini, di alcune voci, dipende dal Livello Contrattuale, dall Azienda di provenienza, dall Anzianità maturata/riconosciuta e in alcuni casi dalle Politiche Aziendali in merito a riconoscimenti ad personam. Per ogni voce è fornito il dettaglio di tali informazioni. ELEMENTI RETRIBUTIVI Sempre presente Riferimento Minimo Tabellare SI CCNL Scatti Anzianita SI CCNL Elemento Retributivo 7 Livelli CCNL Indennità di funzione Solo Quadri CCNL IVC NO CCNL E.D.R. SI CCNL Superminimo Non Assorbibile NO Da contrattazione collettiva Superminimo di Livello SI Accordo del 1992 Accordo del 1995 Superminimo Passaggio Cat. Tutti?? Da italsiel???? Salario Professionale NO PER COMITSIEL Accordo 1998 Superminimo Assorbibile NO Ad Personam Pag. 5

6 2.1 Minimo Tabellare Si tratta di un istituto retributivo definito dal Contratto Nazionale di Lavoro dei Metalmeccanici Industria Privata. In base alla mansione che svolgono e alla loro qualifica professionale, i lavoratori sono oggetto di una classificazione per categorie ad ognuna delle quali corrisponde un minimo contrattuale. Qui di seguito la tabella dei minimi contrattuali per categoria così come risultano a seguito del rinnovo contrattuale realizzato il 20 gennaio Categoria Minimo Contrattuale da 1/1/2008 Minimo Contrattuale da 1/1/2009 Minimo Contrattuale da 1/9/ , , , , , , , , , , , , , , ,56 5s 1.552, , , , , , , , ,83 N.B. : Con la retribuzione marzo 2008, saranno corrisposti 267 a titolo di "Una Tantum". TASSATA la tassazione applicata a una tantum è separata La tassazione separata è un tipo di tassazione che permette di tassare determinati redditi applicando un aliquota media calcolata in base agli anni di contribuzione e al montante maturato. In questo caso il reddito non verrà cumulato e tassato insieme ad altri redditi, evitandosi l applicazione delle aliquote più alte. Pag. 6

7 2.2 Scatti di anzianità Ogni lavoratore, per ciascun biennio di anzianità di servizio maturato nella medesima categoria, avrà diritto ad un "aumento periodico di anzianità" più comunemente definito "scatto". Per quanto riguarda il numero massimo di scatti di anzianità maturabili occorre fare una distinzione: i lavoratori già in servizio fino a tutto il 16 luglio 1979, e contestualmente con qualifica di impiegato alla medesima data, hanno diritto ad un massimo di 12 scatti biennali, mentre quelli assunti successivamente ne possono maturare fino a 5. I lavoratori con qualifica di operaio hanno sempre avuto e continuano ad avere la possibilità di maturare fino a 5 scatti. L'importo di ciascuno scatto venne fissato in cifra al valore in essere al 31/12/1998; tale valore fu poi ricontrattato finché, a decorrere dal 1 gennaio 2001, l'importo di ogni scatto ha assunto il valore riportato nella tabella che segue: CATEGORIE IMPORTI 1 18, , , , ,64 5s 32, , ,96 ATTENZIONE: per i lavoratori già in servizio alla data del 16 luglio 1979, il valore degli scatti è quello indicato nella tabella che segue: CATEGORIE valore scatti maturati prima del valore scatti maturati dall' al valore scatti maturati dal 2 24, : 11, : 21, , : 12, : 25, , : 12, : 26, , : 13, : 29,64 5s 35, : 13, : 32, , : 15, : 36, , : 15, : 40,96 Per quanto riguarda i passaggi da una categoria all'altra superiore, valgono le seguenti regole: Viene conservato il numero di scatti maturato e si prosegue a maturarne ulteriori fino al numero massimo previsto (5 o 12, come sopra specificato). Il valore degli scatti già maturati viene ragguagliato a quello previsto per la categoria di arrivo. Il conseguimento della qualifica di Quadro non modifica nulla per quanto riguarda gli scatti di anzianità. Pag. 7

8 2.3 Elemento Retributivo Da CCNL Disciplina generale, sezione terza art.4 Ccnl 2003 IMPIEGATI livello -7 59,39 Invertito con precedente? 2.4 Indennità di Funzione Da CCNL Disciplina generale, sezione terza art.4 Ccnl 2003 QUADRI 114,00 Invertito con successivo? 2.5 IVC Indennità di vacanza contrattuale in vigore dal 1 ottobre 2007 Riportiamo di seguito la tabella con i valori dell indennità di vacanza contrattuale che, secondo la disciplina contrattuale, sono stati corrisposti a decorrere dal 1 ottobre 2007, essendo infatti scaduto il Ccnl da tre mesi, nella misura del 30% del tasso di inflazione programmata fissato dal Dpef 2006 nel 2%. L importo totale (somma sui 3 mesi) è stato scalato dall una tantum (che era originariamente di 300 euro) corrisposta con lo stipendio di marzo Federmeccanica Unionmeccanica Minimi in vigore Tasso inflazione programmata 2007 = 2 + Cooperative da marzo 2007 * (30%) = 0,60% Paga oraria ,02 11,35 0, ,14 10,36 0, ,83 9,57 0, s ,10 8,92 0, ,56 8,39 0, ,05 7,87 0, ,75 7,57 0, ,88 6,92 0, ,10 6,35 0,0367 Pag. 8

9 2.6 E.D.R. L'Elemento Distinto della Retribuzione, pari a 10,33, è stato introdotto a parziale recupero della perdita dell'indennità di Contingenza in conseguenza di quanto pattuito con il protocollo del 31 luglio 1992 fra CGIL-CISL-UIL e Confindustria. 2.7 Superminimo non assorbibile Si tratta di retribuzione derivanti da contrattazioni collettive probabilmente derivanti da fusioni di rami d azienda corrisposta ad alcuni lavoratori impattati. L obbiettivo fù salvaguardare le retribuzioni dei lavoratori in fase di integrazione e adeguamento di contratti di forme diverse, come quella tra il commercio e i metalmeccanici fusione banksiel e un ramo d azienda di datasystem. 2.8 Superminimo di livello La contrattazione integrativa aziendale ha prodotto questo istituto retributivo che è diversamente valorizzato in base all'inquadramento di categoria; con l accordo del 92 e del 95 Accordo del 92 Accordo del 95 Per chi ass dopo 95 Oggi in busta QUADRI 527,31 52,69 580,00 IMPIEGATI livello ,57 44,75 390,15 Livello 6 217,47 35,75 253,22 livello 5S 170,51 26,14 196,65 livello 5 134,68 19,65 153,65 livello 4 106,69 18,50 125, Super. Pass. Cat Questa voce è presente per i soli lavoratori che arrivano da Italsiel Pag. 9

10 2.10 Salario Professionale La contrattazione integrativa aziendale ha prodotto questo istituto retributivo che è diversamente valorizzato in base all'inquadramento di categoria; con l accordo del 98 Livello Salario professionale (accordo del 98) Salario professionale (accordo del 98) Livello Lire Euro Master Progettista Esperto full job Esperto junior Tecnico full job Tecnico junior Superminimo Assorbibile Si tratta di retribuzione corrisposta unilateralmente dall'azienda in base a criteri e per quantità da essa stessa definite Totale Và sommato : Minimo Tabel + Scatti anzianità + Superminimo Assorbibile + Superminimo non assorbibile+ E.D.R. + Super Livell + Salario professionale + Sup. per passaggio di cat. + Elemento retributivo + Indennità di Funzione + IVC Pag. 10

11 3 BUSTA PAGA - AREA C * Retribuzione ordinaria Perm.Contr.Fruite hh Sciopero Buoni pasto Ferie godute 26,0000 9, ,9999 9,9999 9, , , , , , ,99 999,99 99, ,99 99, Maggioraz.Prestaz.30% Maggioraz.Prestaz.25% Ore Addizionali 5% Imponibile Cometa Viaggi Rec.Antic.Viaggi 9,9999 9,9999 9,9999 9, , , ,99 9,99 9,99 9,99 999,99 999, C01 V01 V11 Ind.Rep.Fer.appl.Manag. Ind Reperib. Feriale Ind.Reperib. Telefonica Una Tantum exacc Fiom-Fim Previdenziale non arrot. Inail Azienda V.T. 99,9999 9,9999 9,9999 9, , , , , , ,99 999,99 999,99 999,99 99,99 V14 Imponibile Tfr 9999, I01 I03 I11 I15 I16 I21 I48 H06 H12 H38 H30 H36 Contributo Fap Contributo Fap Aggiuntivo Ctr.Fiscal.ded.D.l. 124/9 Ctr c/ Azienda Cometa ***c/azienda Ctr Dip Cometa Smobilizzo TFR %sul Tfrmes Rec. Fondo garanzia 0,20 *** c/azienda Totale ritenute sociali Imponibile fiscale mese Imponibile fiscale A.p. Imposta lorda Reddito presunto annuo Totale detrazioni Irpef cod Irpef cod Add.Reg.comp rata Add Reg Agg rata Acconto add.com.agg. Rat Add. Com.Agg.rata Acc.add.com.Agg Dovute 9,4900 1,000 9,9999 9, ,9999 0, , , , , , , , , , , , , , , , ,99 267,00 999, ,99 999,99 99,99-99,99-999,99-9,99 999,99-99,99-999,99-999,99-999,99-999,99-999,99-999,99-999,99- Pag. 11

12 3.1 Retribuzione ordinaria Il dato base viene calcolato : 012 Retribuzione ordinaria 1,000 99, ,999 Nella colonna ore/gg/num viene riportato Ggl av Dato base è calcolato = Retribuzione ordinaria / 173 giorni Dato figurativo = Dato Base X ore/gg/num 3.2 Retribuzioni variabili Permessi Contrattuali 025 Perm.Contr.Fruite hh 9,9999 8, , Buoni Pasto 8,27 ticket definito da accordo integrativo del Buoni pasto 9,9999 8, ,99 Buoni pasto Nel campo ORE/GG/NUM sono n ticket consegnati il mese precedente Nel campo viene DATO BASE impostato l importo di 8,27 Nel campo viene calcolato ORE/GG/NUM X DATO BASE Il dato non è interamente figurativo Ricordiamo che l importo per legge fino a 5,29 non è tassato ed è figurativo. Mentre la quota eccedente cioè 2,98 Concorre a fare reddito ed è base imponibile per la tassazione irpef ed ai fini pensionistici ed al calcolo del TFR Pag. 12

13 3.2.3 Trasferta Italia/Estero Diaria Forfettaria da integrativo viene applicato CATEGORIE Di SPESA Vitto - prima colazione (*) - pranzo - cena - Massimale giornaliero LIMITI MASSIMO 3,6 23,50 41,50 62,00 Soggiorno - Pernottamento 3 stelle/1 cat (**) Viaggio - Treno - Aereo - Auto personale Tariffa 1 classe Classe turistica (***) Lit/Km come da tariffe allegate * Solo per trasferte plurigiornaliere nel caso non sia compresa nel trattamento di pernottamento ** Di norma alberghi convenzionati e/o prenotati tramite la Società. *** Business Class per voli intercontinentali Metodo di tassazione delle cifre in oggetto: Pernottamento (sempre rimborsato) Rimborso analitico Vitto DIARIA A.F. ITALIA QUOTA ESENTE DIARIA A.F. ESTERO QUOTA ESENTE SI NO (2 pasti pagati dal dip.) 51,65 30,99 solo piè lista 51,65 SI 1 pasto (1 pasto pagato dal dip.) 28,41 15,49 solo piè lista 25,82 SI 2 pasti (nessun pasto pagato dal dip.) 15,50 15,49 21,00 25,82 NO NO (2 pasti pagati dal dip.) 46,49 46,48 solo piè lista 77,47 NO 1 pasto (1 pasto pagato dal dip.) 23,24 30,99 solo piè lista 51,65 NO 2 pasti (nessun pasto pagato dal dip.) 10,50 30,99 15,50 51,65 Spese non documentabili 15,49 25,82 Pag. 13

14 3.2.4 Ore Viaggio Forfait (Voce in completamento) Da integrativo : Al personale inquadrato nella categoria 7 a e 7Q, in relazione al maggior impegno prestato dal personale in oggetto in occasione di trasferte che comportano, per motivi di distanza e di esigenze di servizio, la necessità di effettuare il viaggio fuori dall orario di lavoro, verrà riconosciuto un importo forfettario di 12,00= all ora (fruibili per un minimo di 1 ora e per multipli di mezza ora) Ore Viaggio (Voce in completamento) Da integrativo : Al personale inquadrato fino alla 6 a categoria per il tempo di viaggio preventivamente approvato dal responsabile diretto, in base ai mezzi di trasporto dallo stesso autorizzati per raggiungere la località di destinazione e viceversa, sarà corrisposto un importo pari all 85% della normale retribuzione per le ore eccedenti il normale orario giornaliero di lavoro, con esclusione di qualsiasi maggiorazione per lavoro straordinario, notturno e festivo o maggiori prestazioni Viaggi Per le spese Viaggio anticipate dall azienda: treno taxi aereo mezzi pubblici le voci da prendere in considerazione sono le seguenti N.S. Pie' di lista Viaggi Rec.Antic.Viaggi 999,99 999,99 999,99- La somma delle 3 voci deve dare Rimborso Km extraurban Sono le some dovute per l uso della propria auto per lavoro nelle aree extraurbane 562 Rimb.Km extraurban 99,99 Il calcolo viene elaborato in base alle norme dettate dall integrativo con Nel Comune e zone limitrofe di cui al punto 1 (oggetto di tassazione) Fuori dal Comune (non soggetto a tassazione) 0,46 0,28 Per le aree extraurbane L importo non è soggetto a tassazione per cui non và a sommarsi all imponibile fiscale mese Rimborso Km urbano Pag. 14

15 563 Rimb.Km urbano 99,99 Viene calcolato come sopra ma l importo sarà soggetta a tassazione irpef e deve essere incluso nell imponibile fiscale mese Tredicesima mensilità In base a quanto previsto dal vigente Contratto Nazionale di Lavoro, viene corrisposta, nel mese di dicembre, una mensilità aggiuntiva di valore pari a quello della retribuzione mensile di fatto percepita Voce : Una Tantum exacc Una Tant. Exacc ,99 L'importo forfetario lordo di 267,00 euro, a copertura del periodo 1 luglio - 31 dicembre 2007, è dovuto a tutti i lavoratori in forza in una data compresa tra il 20 gennaio e il 29 febbraio L'adozione di tale riferimento temporale per individuare i lavoratori aventi diritto a questa erogazione, insieme alla specificazione che la durata del rapporto può essere anche non consecutiva, determina che l'una tantum deve essere riconosciuta ai lavoratori sia con contratto di lavoro a tempo indeterminato che a tempo determinato alle due seguenti condizioni: che abbiano in corso, in una data compresa tra il 20 gennaio ed il 29 febbraio, un rapporto di lavoro e che nel periodo 1 luglio - 31 dicembre 2007 abbiano avuto uno o più rapporti di lavoro. Per quanto riguarda i lavoratori con contratto di somministrazione, le aziende interessate provvederanno a comunicare alla società di somministrazione, così come previsto dall art. 21, D. Lgs. 10 settembre 2003, n. 276, che l'accordo di rinnovo 20 gennaio 2008 ha stabilito l'erogazione di una somma una tantum a titolo di arretrato retributivo per il periodo 1 luglio - 31 dicembre L una tantum dovrà essere corrisposta con la retribuzione erogata nel corso del mese di marzo 2008, indipendentemente dal momento in cui viene pagata la retribuzione di competenza del mese di marzo. Nel caso di risoluzione del rapporto antecedente al momento di pagamento dell una tantum, questa sarà erogata in cumulo con le altre competenze dovute. L importo dell'una tantum dovrà essere registrato a libro paga con apposita voce (ad esempio: una tantum ex accordo ) ed andrà assoggettato ai contributi assicurativi e previdenziali in cumulo con la retribuzione afferente il mese di erogazione. Per quanto riguarda il trattamento fiscale dell'una tantum, sulla base della Risoluzione dell'agenzia delle Entrate del 16 marzo 2004, n. 43/E, riteniamo che essa possa essere assoggettabile a tassazione separata. L'importo dell'una tantum tiene già conto di tutti i riflessi sugli istituti di retribuzione diretta ed indiretta, di origine legale o contrattuale; le parti hanno, inoltre, espressamente escluso tale importo dalla base di calcolo del trattamento di fine rapporto. L'una tantum deve essere ragguagliata a tante quote mensili (pari a 44,50 euro) 1 per quanti sono i mesi interi, anche riguardanti periodi di lavoro non consecutivi, per i quali è stata corrisposta la retribuzione a carico dell azienda nel periodo 1 luglio - 31 dicembre A questi effetti la frazione di mese superiore ai quindici giorni viene considerata come mese intero. L'erogazione non compete in relazione ai periodi mensili nei quali si è verificata una sospensione della prestazione senza diritto alla retribuzione (ad esempio, servizio militare, aspettativa, assenza facoltativa post-partum, ecc.). Sono, invece, utili ai fini della maturazione dell'una tantum, le giornate di assenza dal lavoro per malattia, infortunio, gravidanza e uerperio e congedo matrimoniale che abbiano dato luogo al pagamento di indennità a carico dell'istituto competente e/o di integrazione a carico delle aziende. Sono altresì utili i periodi di sospensione del rapporto di lavoro e di riduzione dell'orario per intervento della Cassa integrazione guadagni, sia essa ordinaria che straordinaria, e per riduzione dell'orario di lavoro settimanale per contratti di olidarietà. Per quanto riguarda l'orientamento degli Istituti previdenziali circa le modalità operative da seguire per l'inserimento delle quote di una tantum nella retribuzione integrabile o nella base di calcolo delle diverse indennità erogate nel periodo 1 luglio- 31 dicembre 2007, riteniamo applicabili i criteri già adottati dall'inps nelle precedenti occasioni. Comunque, in attesa di conferma da parte degli uffici competenti, ci riserviamo di inviare specifiche comunicazioni in materia. I n conclusione, con particolare riferimento a problemi applicativi che dovessero sorgere, si ricorda che: _ l'una tantum non compete ai lavoratori assunti a partire dal 1 gennaio che non abbiano prestato servizio nel periodo 1 luglio dicembre 2007; _ l'una tantum non compete ai lavoratori comunque assunti a partire dal 1 ma rzo 2008; _ non compete ai lavoratori il cui rapporto di lavoro sia cessato, ovvero siano stati promossi dirigenti, antecedentemente al 20 gennaio 2008; 1 In proposito si precisa che i ratei mensili di una tantum sono tutti pari a 44,50 in quanto l'indennità di vacanza contrattuale è stata scomputata dall'importo lordo in modo forfettario. Pag. 15

16 3.3 Retribuzioni straordinarie Maggioraz.Prestaz. 486 Maggioraz.Prestaz.25% Maggioraz.Prestaz.30% Maggioraz.Prestaz.50% Ore Addizionali 5% 9,9999 9,9999 9,9999 9,9999 9, , , , ,99 99,99 99,99 99,99 Sono gli straordinari e maggiorazioni e sono disciplinati dal ccnl da per : 25% e 50% definito dal contratto nazionale del lavoro capitolo- disciplina speciale parte terza art. 7 Per le ore effettuate dai lavoratori fino al 6 Livello che lavorano fino al completamento delle 8 ore giornaliere 5% Definito dall accordo integrativo del 2003 Nel campo ore/gg/num vengono inserite le ore effettuate Dato base Vengono calcolate [ ( (Totale - EDR) /173 ORE ( Definito da CCNL) ) X (xx%) : 100 ] + (Totale ) /173 ORE ( Definito da CCNL) Competenze Re/gg/num X Dato Base Pag. 16

17 3.3.2 Ind.Rep.Fer.appl.Manag. Indennità di reperibilità in application managment.l indennità giornaliera viene definita dall accordo integrativo Firmato il nel 2003 (Reperibilità in Application Management) 585 Ind.Rep.Fer.appl.Manag 9, , ,99 Nel campo ore/gg/num viene riportato il numero dei giorni effettuati in reperibilità Nel dato base viene inserito l importo definito da integrativo Feriale 41,50 Festivo 52,00 Speciale 67,50 L indennità è comprensiva di una prestazione di telelavoro e/o telefonica complessiva di 30 minuti. Ogni giornata di reperibilità ricadente nell ultima settimana di dicembre (vigilia 31 dicembre ) e la prima dell anno (1 gennaio) darà diritto a 1,5 ore di riposo supplementare compensativo. Nelle competenze viene il Calcolo : Indennità giornaliera X gg. in reperibilità Ind. Rep.Feriale 585 ind. Rep.Feriale Ind.Reperib.Telefonica 9,9999 9, , , ,99 99,99 Nel campo ore/gg/num n giorni o n chiamate Nel dato base viene inserito quanto definito dal contratto integrativo e Per quanto attiene il trattamento economico per il personale.interessato, viene stabilita una indennità di 25,00 lordi per ogni giornata in reperibilità. Tale indennità viene elevata a 35,00 lordi qualora la reperibilità cada nelle giornate di sabato e domenica e a 45,00 lordi qualora cada nelle giornate di Natale, Capodanno e Pasqua, oltre che nelle vigilie di Natale e Capodanno. In caso di chiamata telefonica durante la reperibilità, viene riconosciuta una indennità di 11,00 lordi per ogni intervento In caso di rientro sul posto di lavoro e/o di prestazioni di lavoro a distanza, oltre all'indennità di reperibilità, viene riconosciuto il pagamento delle ore effettivamente lavorate nella misura della normale retribuzione oraria maggiorata del 50% Nelle competenze il Calcolo : Indennità giornaliera X gg. in reperibilità N.B. L indennità giornaliera viene definita dall accordo integrativo Firmato il nel 2003 Pag. 17

18 3.3.4 Indennità oraria Lav Sabato 7A/7Q (Voce in completamento ) Premio di produzione Viene erogato a giugno di ogni anno secondo quanto definito dall Accordo del 03 febbraio del Si compone di due parti: Parte Fissa i cui importi sono predefiniti per ciascun Livello Contrattuale; tale importo è sempre riconosciuto (cfr. dettaglio voce Premio di produzione Parte Fissa) Parte Variabile importo variabile calcolato ogni anno sulla base di un algoritmo definito bell Accordo del 03 febbraio 2003; tale importo può anche essere pari a zero (cfr. dettaglio voce Premio di produzione Parte Variabile) Premio di produzione parte fissa Gli importi definiti nell Accordo del 03 febbraio del 2003 tengono conto del Livello di Inquadramento. Di seguito è riportata la relativa tabella di riferimento premio fisso (annuo) QUADRI 864,40 IMPIEGATI livello 7 864,40 livello-6 774,70 livello 5S 693,15 livello 5 636,10 livello 4 570, Premio produzione - parte variabile In riferimento all accordo stipulato il 03 febbraio del 2003 il premio di produzione vairabile Viene calcolato In riferimento ai principali indici di bilancio di redditività a produttività così definiti : Margine operativo Lordo Redditività = = Mol % Valore della produzione Valore aggiunto Produttività = : n risorse medie aziendali nell anno di riferimento 1000 PREMIO DI RISULTATO MOl V.P. 13,00% 14,00% 14,50% 15,00% 15,5,0% 16,00% 16,50% ' 80% 100% 105% 110% 115% 120% 125% VA : AA.PP ,00 68,00 72,00 80,00 84, Produttività 30% % Valore Premio base =100% Premio - Redditività = 70% del valore del Premio base Premio - Produttività = 30% del valore del Premio base Premio extra +5% al solo superamento del 17,00% del'indicatore di redditività e dell'indice 88,00 dell'indicatore di produttività Esempio: MOLI VA = 15,4% Premio per indicatore redditività = ( 2.685,57* x 70%) x 114,00% = 2.143,08 VA / 1000 : AA.PP. = 73,50 ~ Premio per indicatore produttività = ( 2.685,57* x 30%)111,87% = 901,30 P.R. Totale = 2.143, ,30 = 3.044,38 = 113,36% del Premio base (*) Premio base corrispondente alla 6 categoria Base di calcolo per livello Pag. 18

19 Categoria Premio Base Q 3.088, , ,57 100% 5S 2.402, , , Trattenute variabili Sciopero 002 Sciopero 9,000 99, ,99- Nel campo ORE/GG/NUM viene inserito il n delle giornate di sciopero effettuate ne mese precedente Nel campo DATO BASE viene inserito il calcolo paga giornaliera Dato base è calcolato = Totale / 173 ore Nel campo viene calcolato la detrazione ORE/GG/NUM X DATO BASE Rec. Anticipo Viaggi ( voce in completamento) Voce:Fiom-Fim Si devolve alla propria sigla sindacale di riferimento 1 % del minimo tabellare di riferimento per livello Il calcolo è applicato anche sulla 13esima. Nella nostra busta paga viene calcolata sulla base delle 12 mensilità Pag. 19

20 3.4.4 Voce: Permessi L.104 Sono composte da 2 voci : * A C Ass. giustif. L.104 Perm.mens.lav.hand.c/INP 9,9 9,9 99, , ,99-999,99 Le due voci in dare e in avere nelle competenze devono essere uguali E sono calcolate ORE - le ore espresse in sessantesimi sono trasformate in centesimi (es = ((7x60) + 36)/60)= 7,6 Dato Base - sommando tutte le voci che concorrono al reddito Retribuzione ordinaria X 13 mensilità + premio produzione parte fissa / 12 mesi X 173 ore mensli (da ccnl) Totale competenze Ore x dato base 3.5 voce : assistenza sanitaria Oggetto: Nuova Polizza Sanitaria Data: 05/06/2007 Destinatari: Dipendenti delle Società AlmavivA SpA, AlmavivA Finance SpA, AlmavivA Sud e TSF. Da oggi è disponibile all interno dell intranet aziendale, nell area Assistenza Sanitaria (http://www.inalmaviva.it/assistenza_sanitaria ) la Polizza Sanitaria 2007, ad adesione facoltativa, rivolta ai dipendenti (impiegati e quadri) delle società AlmavivA SpA, AlmavivA Finance SpA, AlmavivA Sud e TSF. La polizza comprende diversi pacchetti che sono il risultato della contrattazione integrativa che ciascuna azienda ha condotto nel corso degli anni, per cui non tutte le opzioni sono disponibili a tutti i dipendenti. Pag. 20

21 In particolare il pacchetto TSF è dedicato ai soli dipendenti di TSF ed il pacchetto integrativo A è disponibile per i soli dipendenti della società AlmavivA SpA. Per una più agevole lettura della polizza è disponibile, nella medesima Area, una tabella sinottica che sintetizza in maniera più schematica le prestazioni coperte con relative franchigie e massimali. Per un corretto utilizzo della polizza è opportuno tener presente i seguenti punti: La Polizza Sanitaria aziendale si basa su un concetto di mutualità reciproca tra i dipendenti per cui non è possibile aderire e disdire la polizza più volte nel corso del tempo. Una volta che viene data la disdetta non è più possibile effettuare una nuova adesione. La polizza non copre esami diagnostici a scopo di mero controllo (es: check-up preventivi o visite di controllo) ma solo relativi a prescrizioni mediche da cui si evinca una patologia, presunta o accertata. L unica eccezione è costituita dagli esami fatti nei 90 giorni precedenti o successivi a ricoveri o interventi chirurgici come descritto dai punti 11/A-A.1 (garanzia base), 11/F-F.1 (pacchetto A), 11/M-M.1 (pacchetto TSF); Per una oggettiva impossibilità di rappresentare tutte le possibili declinazioni di tipologie di prestazioni molto vaste (es: gli esami endoscopici o la diagnostica radiologica) e per comprendere gli eventuali nuovi esami acquisiti da parte della scienza medica, la polizza non elenca tutte le prestazioni diagnostiche coperte. Qualora l esame di cui aveste bisogno non fosse tra quelli esplicitamente menzionati Vi suggeriamo di verificarne con il callcenter ( ) l effettiva rimborsabilità. Relativamente alle Prestazioni Dirette a causa di un errore nella stesura finale del testo da parte della Compagnia non è stato esplicitato all Art. 23 A.3 il caso di non ricovero. In continuità con la precedente polizza la rimessa diretta (con conseguente esborso della sola franchigia) è ammessa anche per i casi di non ricovero con le stesse modalità di presa in carico da parte di Newmed previste per il caso di ricovero. Pag. 21

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l.

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Con l'ipotesi di accordo 14 gennaio 2014 le Parti stipulanti (Anfida, Anigas, Assogas, Confindustria Energia, Federestrattiva, Federutility con Filctem-Cgil, Femca-Cisl,

Dettagli

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps Numero 75 Gennaio 2014 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps L'INPS ha pubblicato, con propria circolare n^7 del 17/01/2014, le tabelle per

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

MANUALE SU LA BUSTA PAGA

MANUALE SU LA BUSTA PAGA MANUALE SU LA BUSTA PAGA Il presente volume non esaurisce tutte le tematiche inerenti alla busta paga, si pone solo come supporto al modulo formativo. Per maggiori e più precisi riferimenti rifarsi al

Dettagli

LA BUSTA PAGA FISAC CGIL

LA BUSTA PAGA FISAC CGIL La tua Busta Paga INDICE Ad Personam 8 Ad Personam Ex Art. 66 8 Ad Personam Inquadramento Superiore 8 Anzianità: Assegno Mensile 6 Anzianità: Premio 14 Apprendisti 21 Arretrati 14 Assistenza Sanitaria:

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

Tabelle retributive CASE DI CURA TABELLE RETRIBUTIVE DI ALCUNI CCNL

Tabelle retributive CASE DI CURA TABELLE RETRIBUTIVE DI ALCUNI CCNL TABELLE RETRIBUTIVE DI ALCUNI CCNL Tabelle retributive Una volta trovato il salario lordo, per calcolare il netto vedere IN FONDO Casa di cura Commercio Edilizia Metalmeccanica Pulizie Telecomunicazioni

Dettagli

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA PARTI CONTRAENTI Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil DATA DI STIPULA 3 febbraio 2008 FINALITÀ

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 All'interno: Importo pensioni base; Bonus di 154,94; Quattordicesima sulle pensioni basse; Integrazione al trattamento minimo e integrazione

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15)

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 8 - Pagina bianca Edizione 03.2015 Documento sul regime

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI 5 2008 l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI INDICE 1. IL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 2 La definizione 2 I redditi assimilati al lavoro dipendente

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Obblighi contributivi Calcolo dei contributi Con l instaurazione del rapporto di lavoro, sorge anche l obbligazione

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Salvatore Martorelli 0 Le regole e il sistema di calcolo delle pensioni INPS I vertiginosi cambiamenti nella normativa sulle pensioni

Dettagli

GUIDA ALLA BUSTA PAGA

GUIDA ALLA BUSTA PAGA GUIDA ALLA BUSTA PAGA Le principali voci che compongono la busta paga ed i riferimenti normativi (legge e CCNL) a cura di Doriana Chiarentin e Mario Bay UILCA PADOVA LA BUSTA PAGA La Busta Paga è il documento

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 MINIMI ED ALTRI ISTITUTI ECONOMICI 130 euro al 5 livello; 112 euro al 3 livello; 132 euro in media Tranche: 1/1/ 13 35 euro; 1/1/ 14 45 euro; 1/1/ 15 50 euro Conglobamento

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0 DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA MODELLO PA04 EDIZIONE AGGIORNATA AL TRIENNIO 2010 2012 SEMPLIFICATO PER LE SCUOLE EDIZIONE Novembre 2010 1.0 1 COMPILAZIONE MOD. PA04 SEMPLIFICATO INDICAZIONI

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Definizione Riposi compensativi La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell accantonamento, su di un conto

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

TITOLO IV RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 120 RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

TITOLO IV RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 120 RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE TITOLO IV RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 120 RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE I Consorzi, ove ritengano di avvalersi della facoltà di ricorrere a rapporti di lavoro a tempo parziale ai sensi

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER LE AZIENDE CHE SVOLGONO ATTIVITÀ NEL SETTORE DEL TURISMO

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER LE AZIENDE CHE SVOLGONO ATTIVITÀ NEL SETTORE DEL TURISMO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER LE AZIENDE CHE SVOLGONO ATTIVITÀ NEL SETTORE DEL TURISMO Premessa Le Parti, nel predisporre questo nuovo contratto collettivo per le aziende del turismo, hanno

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE Giugno 2014 I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE a cura di G. Marcante Da 24 a 48 mesi di attesa! come è possibile? Premessa L art. 1, commi 484 e 485 della

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer Il presente documento non ha la pretesa di essere

Dettagli

IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA. FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012

IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA. FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012 IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012 Art. 2 - Procedure per il rinnovo del CCNL PARTE PRIMA Titolo I Il sistema delle relazioni sindacali

Dettagli

Oggetto: Stesura definitiva CCNL Metalmeccanico - Aziende Industriali.

Oggetto: Stesura definitiva CCNL Metalmeccanico - Aziende Industriali. INFORMATIVA PAGHE N. 1/14 Assago, 23 Gennaio 2014 Alle Aziende Clienti Settore Metalmeccanico Oggetto: Stesura definitiva CCNL Metalmeccanico - Aziende Industriali. Riferimenti: CCNL Metalmeccanico Aziende

Dettagli

Circolare n. 1 del 20/01/2015

Circolare n. 1 del 20/01/2015 Circolare n. 1 del 20/01/2015 Inviato da adminweb il 19 Gennaio 2015 SERVIZIO ENTRATE CONTRIBUTIVE Circolare n. 1 del 20/01/2015 e p.c. A TUTTE LE AZIENDE E LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ISCRITTE Loro Sedi

Dettagli

Richiamoallearmi. Fonti normative. Conservazione del posto. Periodo di prova. Indennità economica

Richiamoallearmi. Fonti normative. Conservazione del posto. Periodo di prova. Indennità economica Richiamoallearmi Fonti normative Conservazione del posto Periodo di prova Indennità economica Il richiamo alle armi era regolato, per i dipendenti dallo Stato, dalla legge 3.5.1955, n. 370, recante norme

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 59 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE Approvato con D.G.P. in data 19.4.2012

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 «Trattamento di fine rapporto e istituzione dei fondi pensione dei pubblici dipendenti». (Gazzetta Ufficiale n. 111 del 15 maggio 2000

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Riflettori su... La disciplina del trattamento di fine rapporto di Pietro DE FELICE SOMMARIO

Riflettori su... La disciplina del trattamento di fine rapporto di Pietro DE FELICE SOMMARIO Riflettori su... La disciplina del trattamento di fine rapporto di Pietro DE FELICE SOMMARIO - Aspetti civilistici dell istituto introdotto, per i dipendenti del comparto privato, nel 1982; - Le circostanze

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori

ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori Giugno 2014 La legge di riforma del mercato del lavoro approvata il 28 Giugno 2012 (L.92/2012) ha introdotto

Dettagli

HELP 03 RIMBORSI SPESE

HELP 03 RIMBORSI SPESE a cura di Flavio Chistè RIMBORSI SPESE RIMBORSI SPESE Nella gestione ordinaria degli enti non commerciali accade spesso che vengano erogate delle somme ai collaboratori, ai professionisti e ai dipendenti

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AD INTEGRAZIONE DEL CCNL PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEGLI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI STIPULATO IL

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AD INTEGRAZIONE DEL CCNL PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEGLI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI STIPULATO IL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AD INTEGRAZIONE DEL CCNL PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEGLI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI STIPULATO IL 16.2.1999 A seguito del parere favorevole espresso in data

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL.

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL. VERBALE DI RIUNIONE II giorno 18 febbraio 2005 la Banca di Roma S.p.A. e la Rappresentanza Sindacale Aziendale UGL Credito dell'unità Produttiva Riscossione Tributi della Provincia di Frosinone si sono

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi IL TRATTAMENTO FISCALE DEI COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI 1 Inquadramento degli amministratori persone fisiche: a. rapporto di collaborazione b. amministratore e lavoro dipendente c. amministratore e lavoro

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli

COLLABORATORI DOMESTICI STRANIERI

COLLABORATORI DOMESTICI STRANIERI Istituto Nazionale Previdenza Sociale COLLABORATORI DOMESTICI STRANIERI Regolazione del rapporto di lavoro A cura di Coordinamento e Supporto alle attività connesse al Fenomeno Migratorio Marzo 2007 INDICE

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013

I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013 Dicembre 2013 I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013 Con l approssimarsi della fine dell anno abbiamo ritenuto opportuno predisporre, a supporto degli Utenti, una specifica circolare riepilogativa sugli aspetti

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto

Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto Il presente Regolamento disciplina le procedure per la trasformazione del

Dettagli

La malattia nel contratto collettivo nazionale di lavoro dei metalmeccanici

La malattia nel contratto collettivo nazionale di lavoro dei metalmeccanici Sintesi operative Paghe e contributi La malattia nel contratto collettivo nazionale di lavoro dei metalmeccanici a cura di Massimiliano Tavella Dottore commercialista - Cultore della materia presso la

Dettagli

Contratti di Solidarietà Difensivi

Contratti di Solidarietà Difensivi Manuale Operativo Contratti di Solidarietà Difensivi (SOL) UR1206125000 Wolters Kluwer Italia S.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

CONTRIBUTI FIGURATIVI

CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI COSA SONO: I contributi determinano il diritto e l'importo della pensione. SI SUDDIVIDONO IN: - mensili - settimanali - giornalieri Un anno, composto di 12 mesi, comporterà 12 contributi mensili

Dettagli

Sommario. Definizione 3

Sommario. Definizione 3 Sommario Definizione 3 1. Contratto di solidarietà difensivo 4 1.1 Contenuto del contratto 7 1.2 Riflessi sul rapporto di lavoro 15 1.3 codici autorizzazione Inps 17 2. Contratto di solidarietà espansivo

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

.. OMISSIS. Art. 2. (Armonizzazione)

.. OMISSIS. Art. 2. (Armonizzazione) Legge 8 agosto 1995, n. 335. Riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare... OMISSIS Art. 2. (Armonizzazione).. OMISSIS 26. A decorrere dal 1 gennaio 1996, sono tenuti all'iscrizione

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PART TIME PER IL PERSONALE DEL COMPARTO DEL S.S.N.

REGOLAMENTO SUL PART TIME PER IL PERSONALE DEL COMPARTO DEL S.S.N. REGOLAMENTO SUL PART TIME PER IL PERSONALE DEL COMPARTO DEL S.S.N. ART.1 Finalità L Azienda U.L.S.S. 20, alla luce delle nuove disposizioni legislative e contrattuali, con il presente regolamento supera

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81)

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Mod. 4 bis - Prest. DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53 d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18 comma 1 lettera r d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Alla Sede INAIL INAIL TIMBRO DI ARRIVO Data di spedizione

Dettagli