Il Decreto Semplificazioni: Semplificazioni in materia di rimborsi IVA (art. 13)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Decreto Semplificazioni: Semplificazioni in materia di rimborsi IVA (art. 13)"

Transcript

1 STUDIO COMMERCIALISTA BUSCEMI Viale Monte Nero, MILANO Tel. 02/ (R.A.) Fax 02/ pec: Prot. Circolare n. 001/2015 Milano, 24 gennaio 2015 ALLE SOCIETA IN INDIRIZZO LORO SEDI Oggetto: Legge di Stabilità 2015 (L. 23/12/2014, n. 190) Semplificazioni fiscali (D.Lgs 21/11/2014, n. 175) La Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (qui di seguito: Legge di Stabilità 2015) è entrata in vigore il 1 gennaio 2015, ed ha introdotto (con i suoi 735 commi contenuti nell unico articolo) significative modifiche in materia tributaria. Il Decreto Legislativo 21/11/2014, n. 175 (qui di seguito: Decreto Semplificazioni), entrato in vigore il 13 dicembre 2014, contiene una serie di semplificazioni fiscali in attuazione dei principi previsti nella Riforma fiscale del Con la presente circolare iniziamo a fornire i primi chiarimenti delle modifiche introdotte in materia IVA da entrambi i provvedimenti. IVA Il Decreto Semplificazioni: Semplificazioni in materia di rimborsi IVA (art. 13) Con decorrenza 13/12/2014, sono state introdotte le seguenti semplificazioni in materia di rimborso dei crediti IVA: Abolita la garanzia fidejussoria per i seguenti rimborsi: o Credito di importo non superiore a ,00 euro; o Credito di importo superiore a ,00 euro, da soggetti non a rischio che presentano la dichiarazione annuale o trimestrale munita del visto di conformità e allegando una dichiarazione sostitutiva di atto notorio con cui si attesti che: rispetto alle risultanze contabili: Il patrimonio netto non è diminuito di oltre il 40%; La consistenza degli immobili a patrimonio non si sia ridotta di oltre il 40%; L attività non è cessata e non si è ridotta per effetto di cessioni di aziende o di ramo d aziende; nell anno precedente la richiesta non sono state cedute azioni o quote della società stessa per un ammontare superiore al 50% del capitale sociale, qualora la richiesta di rimborso sia presentata da società di capitali non quotate. o sono stati eseguiti i versamenti dei contributi previdenziali e assicurativi. I crediti di importo superiore a ,00 euro, chiesti a rimborso da soggetti a rischio 1, sono erogati previa 1 Sono soggetti a rischio e coloro che: - esercitano l attività da meno di 2 anni; - nei2 anniantecedentila richiesta dirimborsosono statioggetto diavvisidiaccertamento e/o rettifica da cuirisulti, per ciascunanno,una differenzatra importi accertatie importidovuti (o dicreditidichiarati) superiore al: o 10% degliimportidichiaratise inferioria euro ,00; o 5% degli importi dichiarati se superano euro ma non euro ,00; o 1% degliimportidichiarati, o comunque a euro ,00, se gliimportidichiaratisonosuperioria euro ,00; - presentano la dichiarazione o l istanza a rimborso senza ilvisto diconformità o nonpresentano la dichiarazione sostitutiva diatto dinotorietà; COD. FISC.: BSC NNN 50E25 F231P P.IVA:

2 prestazione di idonea garanzia. Per effetto di tali modifiche nel quadro VX del modello della dichiarazione IVA i campi riservati ai contribuenti virtuosi sono stati sostituti dal nuovo campo Esonero Garanzia e sono state introdotte le dichiarazioni sostitutive di atto notorio necessarie per attestare la condizione di operatività e la solidità patrimoniale. Allineamento ai fini IVA-Registro della definizione prima casa (art. 33) La c.d. prima casa gode di particolari agevolazioni fiscali sia ai fini IVA (4%) che ai fini dell Imposta di registro (2%). Purtroppo però, relativamente ai requisiti oggettivi previsti ai fini dell Imposta di Registro, la nota II-bis all articolo 1 della tariffa, parte prima, allegata al testo unico dell imposta di registro, approvato con DPR 131/86, prevede che l agevolazione si renda applicabile alle case di abitazione non di lusso mentre ai fini IVA, il punto n. 21, della tabella A, parte seconda, allegata al DPR 633/72, fa riferimento alle case di abitazione non di lusso secondo i criteri di cui al decreto del Ministero dei lavori pubblici 2 agosto Le due definizioni sono ovviamente differenti. Con l articolo 33 del Decreto Semplificazioni è stata allineata la predetta nozione di prima casa con la conseguenza che dal 13 dicembre 2014, l aliquota IVA del 4% non si applica più in relazione alle abitazioni classificate nelle seguenti categorie catastali anche se sono utilizzate come prima casa : A/1 Abitazioni di tipo signorile; A/8 Abitazioni in ville; A/9 Castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici. Legge di Stabilità 2015 : Ampliamento del reverse charge Con la Legge di Stabilità 2015, è stato ampliato l ambito applicativo del c.d. reverse charge ovvero inversione contabile. La portata dell ampliamento non è ancora molto chiara. Nell attesa dei chiarimenti che dovranno essere forniti dall Agenzia delle Entrate, con la presente cerchiamo di illustrare il meccanismo dell inversione contabile sul piano pratico. Vediamo quindi di cosa si tratta. Dal 1 gennaio 2008, allo scopo di contrastare i fenomeni di evasione e di frode fiscale dell IVA nel settore dell edilizia, venne stabilito che gli obblighi di assolvimento dell IVA per le prestazioni di servizi, compresa la manodopera, rese dal subappaltatore fossero trasferiti all appaltatore (articolo 17, comma 6, lettera a) del DPR 633/72), così che il subappaltatore era ed è tenuto ad emettere le fatture all appaltatore senza applicazione dell IVA, specificando che si tratta di operazione soggetta a reverse charge (o inversione contabile) ex art. 17, comma 6, DPR 633/72 con l applicazione dell IVA a carico del destinatario. Fino al 31/12/2014, le cessioni e le prestazioni soggette al regime del reverse charge erano le seguenti (tutte previste nel citato articolo 17, comma 6): - richiedono il rimborso del credito a seguito della cessazionedell attività. Il Ministero delle Finanze individuerà con appositi decreti le categorie di contribuenti per i quali i rimborsi saranno eseguiti in via prioritaria. COD. FISC.: BSC NNN 50E25 F231P P.IVA:

3 a) alle prestazioni di servizi, compresa la prestazione di manodopera, rese nel settore edile da soggetti subappaltatori nei confronti delle imprese che svolgono l attività di costruzione o ristrutturazione di immobili ovvero nei confronti dell appaltatore principale o di un altro subappaltatore. a-bis) alle cessioni di fabbricati o di porzioni di fabbricato strumentali e per le imprese costruttrici, anche abitativi per le quali nel relativo atto il cedente abbia espressamente manifestato l'opzione per l'imposizione; b) alle cessioni di apparecchiature terminali per il servizio pubblico radiomobile terrestre di comunicazioni, nonché dei loro componenti ed accessori; c) alle cessioni di personal computer e dei loro componenti ed accessori; d) alle cessioni di materiali e prodotti lapidei, direttamente provenienti da cave e miniere. Con l art. 1, comma 629, lett. a), della Legge n. 190/2014, è stato esteso l'ambito applicativo del reverse charge (inversione contabile) di cui all articolo 17, c.6. del DPR 633/72, rendendolo ora applicabile anche: a-ter) alle prestazioni di servizi di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative ad edifici; d-bis) ai trasferimenti di quote di emissioni di gas a effetto serra definite all'articolo 3 della direttiva 2003/87/CEdel Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 ottobre 2003, e successive modificazioni, trasferibili ai sensi dell'articolo 12 della medesima direttiva 2003/87/CE, e successive modificazioni; d-ter) ai trasferimenti di altre unità che possono essere utilizzate dai gestori per conformarsi alla citata direttiva 2003/87/CE e di certificati relativi al gas e all'energia elettrica; d-quater) alle cessioni di gas e di energia elettrica a un soggetto passivo-rivenditore ai sensi dell'articolo 7-bis, comma 3, lettera a); d-quinquies) alle cessioni di beni effettuate nei confronti degli ipermercati (codice attività ), supermercati (codice attività ) e discount alimentari (codice attività ). Con le modifiche introdotte dalla Legge di Stabilità 2015, si passa, quindi, dalla sola applicazione del reverse charge nel subappalto in edilizia, a tutte le prestazioni di servizi individuate non più in base alla qualifica soggettiva del prestatore (subappaltatore) e del committente (costruttore, ristrutturatore e appaltatore) ma in base alla qualifica oggettiva, ovvero: a tutte le prestazioni di servizi di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative ad edifici. Quindi anche agli appalti e ai contratti d opera affidati da qualsiasi soggetto IVA (tutti i tipi di società, anche cooperative, imprese, artigiani, professionisti, lavoratori autonomi con partita IVA, ecc.). Di conseguenza, il reverse charge non si applica alle forniture di beni. Il meccanismo del reverse charge non si applica nelle predette prestazioni di servizi fornite a persone fisiche o a soggetti che operano non in regime IVA, come i condomini. Le stesse prestazioni non rientrano nel campo del reverse charge se non sono relative agli edifici. Sono infatti escluse, per esempio, le pulizie di un cantiere, gli interventi di bonifica, di perforazione, trivellazione, le pulizie di strade, stadi, ecc. Si chiarisce che per edificio si intende qualsiasi costruzione coperta isolata da vie o spazi vuoti, oppure separata da altre costruzioni mediante muri che si elevano, senza soluzione di continuità, dalle fondamenta al tetto, che disponga di uno o più accessi sulla via, e possa avere una o più scale autonome. COD. FISC.: BSC NNN 50E25 F231P P.IVA:

4 Sono quindi compresi sia i fabbricati civili che quelli ad uso industriale, commerciale, artigianale, nonché le singole parti di essi come ad esempio: appartamenti, uffici, negozi, box, Nella relazione tecnica del comma 629, dell articolo 1, della Legge di Stabilità, è riferito che le predette modifiche sono giustificate dal fatto che nei settori delle prestazioni di servizi di pulizia (codice ATECO2007: 81.2) e nelle prestazioni di servizi di demolizione, installazione di impianti e di completamento di edifici (codice ATECO2007: 43) si è riscontrata una forte propensione ad omettere la fatturazione o a non versare l IVA. Pertanto, per individuare con precisione (si fa per dire) le prestazioni di servizi per le quali dal 1 gennaio 2015 si rende obbligatoria l applicazione del reverse charge, occorre aver riguardo ai codici ATECO2007. Nella tabella allegata (sub A) abbiamo evidenziato i codici per i quali si rende obbligatoria l applicazione del reverse charge. Per evitare errori e sanzioni è opportuno che i committenti abbiano riguardo sia agli effettivi lavori da far eseguire che ai codici di attività dichiarati al Registro delle Imprese e che possono essere verificati dal certificato o dalla visura camerale. Con la seguente tabella cercheremo di fornire esempi pratici per rendere più comprensibile l ambito applicativo del reverse charge: Prestazioni Lavori di pulizia degli uffici Installazione o manutenzione su impianto idraulico, elettrico e per la distribuzione del gas in un edificio Lavori di Tinteggiatura, intonacatura e stuccatura in un edificio (anche singoli appartamenti) Rivestimento di pavimenti e di muri Posa in opera di infissi, arredi, controsoffitti e pareti mobili Installazione, riparazione e manutenzione di ascensori Appaltatore o subappaltatore Committente Reverse charge Impresa o lav. Collaboratore occasionale Impresa o lav. Impresa o lav. Impresa o lav. Impresa Impresa Art. 17, comma 6, DPR 633/72 Impresa, prof.sta, lav. autonomo Si lett. a-ter Tutti NO Non fattura Impresa, prof.sta, lav. autonomo lett. a-ter Impresa, prof.sta, lav. autonomo lett. a-ter Impresa, prof.sta, lav. lett. a-ter Impresa, prof.sta, lav. lett. a-ter Impresa, prof.sta, lav. lett. a-ter Fornitura di un ascensore, caldaia, ecc) Impresa Tutti NO Fattura con IVA Costruzione di un edificio Impresa Tutti NO Fattura con IVA Costruzione di un edificio Impresa Impresa in subappalto lett. a Come funziona il meccanismo del reverse charge L appaltatore, il subappaltatore o il prestatore d opera, emettere le fatture all appaltatore (committente) senza applicazione dell IVA, specificando che si tratta di operazione soggetta a reverse charge (o inversione contabile) ex art. 17, comma 6, DPR 633/72 con l applicazione dell IVA a carico del destinatario. Il Committente che riceve la fattura con la predetta specificazione deve: integrarla (anche a penna) con l indicazione: o dell aliquota propria dei servizi ricevuti; o del relativo ammontare dell IVA COD. FISC.: BSC NNN 50E25 F231P P.IVA:

5 In pratica scriverà: Integrazione IVA: aliquota del...% - ammontare dell IVA euro... registrarla: o sia nel registro IVA delle vendite; o che nel registro IVA degli acquisti. Attenzione: per i termini della registrazione è preferibile osservare quelli previsti per le fatture emesse che, come è noto, sono più brevi di quelli previsti per le fatture dei fornitori. Pertanto, dopo l integrazione, la fattura con l operazione soggetta a reverse charge deve essere registrata entro il mese di ricevimento ovvero anche successivamente, ma comunque entro 15 giorni dal ricevimento e con riferimento al relativo mese. A livello contabile, quindi, i sistemi informativi devono recepire il meccanismo del reverse charge con conseguente registrazione della fattura ricevuta, previa integrazione dell aliquota e dell importo dell IVA, sia nel registro IVA degli acquisti che in quello delle fatture emesse in modo da rendere l imposta neutrale. Il Reverse Charge nella grande distribuzione La lettera d-quinquies) aggiunta al sesto comma dell articolo 17 del DPR 633/72, prevede l applicazione del reverse charge (inversione contabile) alle cessioni di beni effettuate nei confronti: degli ipermercati (codice attività ); dei supermercati (codice attività ); dei discount alimentari (codice attività ). Il comma 632, dell articolo 1 della Legge di Stabilità 2015, stabilisce che per la grande distribuzione l applicazione del reverse charge è subordinata al rilascio, da parte del Consiglio dell Unione europea, di una deroga ai sensi dell art. 395 della direttiva comunitaria 2006/112/CE. Pertanto, fino a quando non sarà concessa la deroga, il meccanismo del reverse charge nella grande distribuzione rimarrà sospeso. Applicazione temporanea del reverse charge Per le operazioni di cui alle lettere da d-bis a d-quinquies ( trasferimenti di quote di emissioni di gas, cessione di gas e di energia elettrica e grande distribuzione), il meccanismo del reverse charge si rende applicabile per un periodo di quattro anni (fino al 31/12/2018), salvo proroghe. SANZIONI Per le violazioni in materia di reverse charge si rendono applicabili le sanzioni previste dall articolo 6, comma 9-bis, del D.Lgs 471/97. È prevista la sanzione dal 100 al 200% dell IVA, con un minimo di euro 258,00, nel caso in cui il committente non assolva l imposta relativa agli acquisti mediante il meccanismo del reverse charge e il cedente o prestatore addebiti irregolarmente l IVA in fattura senza effettuare il relativo versamento. È prevista la sanzione ridotta al 3%, con un minimo di euro 258,00, nel caso in cui l IVA sia stata comunque assolta, anche se in modo irregolare. Professionisti ed imprese hanno chiesto la non applicazione delle sanzioni per il primo periodo del COD. FISC.: BSC NNN 50E25 F231P P.IVA:

6 SPLIT PAYMENT Sempre con il comma 629, dell articolo 1, della Legge di Stabilità 2015, è stato aggiunto l articolo 17-ter al D.P.R. 633/72, che introduce il così detto split payment, ovvero una particolare modalità di pagamento dell IVA relativa alle operazioni effettuate nei confronti della Pubblica Amministrazione. Tale nuovo articolo stabilisce che: per le cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate nei confronti: dello Stato; degli organi dello Stato ancorché dotati di personalità giuridica; degli enti pubblici territoriali e dei consorzi tra essi costituiti ai sensi dell'articolo 31 del testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, e successive modificazioni; delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura; degli istituti universitari; delle aziende sanitarie locali; degli enti ospedalieri; degli enti pubblici di ricovero e cura aventi prevalente carattere scientifico; degli enti pubblici di assistenza e beneficenza e di quelli di previdenza. per i quali lo Stato ed i predetti enti pubblici non sono debitori d'imposta ai sensi delle disposizioni in materia di IVA, l'imposta è in ogni caso versata dai medesimi (Stato ed enti pubblici) secondo modalità e termini che verranno fissati con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze. La norma è già in vigore ma il decreto del MEF non è stato ancora emanato. Lo split payment di cui al nuovo articolo 17-ter del DPR 633/72, non si applica nei casi le cessioni e le prestazioni rientrano nel regime di reverse charge. La Comunicazione IVA è stata abolita (ma dal 2016) Con il comma 641, dell articolo 1, della Legge di Stabilità 2015, è stato stabilito che, dal 2016: la dichiarazione relativa all anno 2015 deve essere presentata nel corso del mese di febbraio dell anno successivo (ciò vuol dire che non si presenta più con il modello Unico); è abrogata la comunicazione annuale dei dati Iva (art. 8-bis del D.P.R. n. 322/1998). Per la dichiarazione IVA relativa all anno 2014, rimane invariata la modalità e la tempistica di prima ovvero: La dichiarazione IVA (con il modello Unico) entro la data del 30 settembre 2015; La comunicazione dei dati IVA entro il 28 febbraio 2015 (prorogato al 2 marzo perché il 28/2 cade di sabato) Aumento delle aliquote IVA La Legge di Stabilità 2015, ai commi 718 e 719 dell articolo 1, prevede misure di copertura per il caso (molto probabile) non fosse possibile raggiungere gli obiettivi perseguiti dalla medesima legge, mediante l aumento delle aliquote IVA e segnatamente: l aumento previsto % 12% 13% 22% 24% 25% 25,5% Sempre in materia di aliquote IVA merita di essere segnalato il comma 667 della Legge di Stabilità 2015 che finalmente equipara ai fini IVA i libri in formato elettronico (e-book), che erano soggetti all aliquota IVA del 22%, con i libri in formato cartaceo, che hanno l aliquota del 4%. COD. FISC.: BSC NNN 50E25 F231P P.IVA:

7 Dal 1 gennaio 2015, per tutte le pubblicazioni, a prescindere dal mezzo di comunicazione, si rende applicabile l aliquota IVA nella misura del 4%. Rimanendo a Vostra disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento, cogliamo l occasione per salutarvi con viva cordialità. All. sub A) Codici di attività ATECO Studio Buscemi COD. FISC.: BSC NNN 50E25 F231P P.IVA:

8 Codici di attività ATECO LAVORI DI COSTRUZIONE SPECIALIZZATI Reverse charge 43.1 DEMOLIZIONE E PREPARAZIONE DEL CANTIERE EDILE Demolizione (1) Demolizione (1) Demolizione (1) Preparazione del cantiere edile Preparazione del cantiere edile e sistemazione del terreno Preparazione del cantiere edile e sistemazione del terreno Trivellazioni e perforazioni Trivellazioni e perforazioni Trivellazioni e perforazioni 43.2 INSTALLAZIONE DI IMPIANTI ELETTRICI, IDRAULICI ED ALTRI LAVORI DI COSTRUZIONE E INSTALLAZIONE Installazione di impianti elettrici Installazione di impianti elettrici ed elettronici (inclusa manutenzione e riparazione) Installazione di impianti elettrici in edifici o in altre opere di costruzione (inclusa manutenzione e riparazione) (1) Installazione di impianti elettronici (inclusa manutenzione e riparazione) (1) Installazione impianti di illuminazione stradale e dispositivi elettrici di segnalazione, illuminazione delle piste degli aeroporti (inclusa manutenzione e riparazione) Installazione di impianti idraulici, di riscaldamento e di condizionamento dell'aria (1) Installazione di impianti idraulici, di riscaldamento e di condizionamento dell'aria (inclusa manutenzione e riparazione) (1) Installazione di impianti idraulici, di riscaldamento e di condizionamento dell'aria (inclusa manutenzione e riparazione) in edifici o in altre opere di costruzione (1) Installazione di impianti per la distribuzione del gas (inclusa manutenzione e riparazione) Installazione di impianti di spegnimento antincendio (inclusi quelli integrati e la manutenzione e riparazione) Installazione di impianti di depurazione per piscine (inclusa manutenzione e riparazione) (2) Installazione di impianti di irrigazione per giardini (inclusa manutenzione e riparazione) (2) Altri lavori di costruzione e installazione (3) Altri lavori di costruzione e installazione (3) Installazione, riparazione e manutenzione di ascensori e scale mobili NO NO COD. FISC.: BSC NNN 50E25 F231P P.IVA:

9 Lavori di isolamento termico, acustico o antivibrazioni Altri lavori di costruzione e installazione nca (1) 43.3 COMPLETAMENTO E FINITURA DI EDIFICI Intonacatura Intonacatura e stuccatura Intonacatura e stuccatura Posa in opera di infissi Posa in opera di infissi, arredi, controsoffitti, pareti mobili e simili Posa in opera di casseforti, forzieri, porte blindate Posa in opera di infissi, arredi, controsoffitti, pareti mobili e simili Rivestimento di pavimenti e di muri Rivestimento di pavimenti e di muri Rivestimento di pavimenti e di muri Tinteggiatura e posa in opera di vetri Tinteggiatura e posa in opera di vetri Tinteggiatura e posa in opera di vetri Altri lavori di completamento e di finitura degli edifici (4) Altri lavori di completamento e di finitura degli edifici (4) Attività non specializzate di lavori edili (muratori) (4) Altri lavori di completamento e di finitura degli edifici nca (4) Pulizia a vapore, sabbiatura e attività simili per pareti esterne di edifici 81 ATTIVITÀ DI SERVIZI PER EDIFICI E PAESAGGIO Reverse charge 81.2 ATTIVITÀ DI PULIZIA E DINFESTAZIONE Pulizia generale (non specializzata) di edifici Pulizia generale (non specializzata) di edifici Pulizia generale (non specializzata) di edifici Attività di pulizia specializzata di edifici Attività di pulizia specializzata di edifici Attività di sterilizzazione di attrezzature medico sanitarie NO Altre attività di pulizia specializzata di edifici Altre attività di pulizia (6) Servizi di disinfestazione (6) Servizi di disinfestazione (6) Attività di pulizia nca NO Pulizia e lavaggio di aree pubbliche, rimozione di neve e ghiaccio NO Altre attività di pulizia nca NO (1) solo con riferimento agli edifici (2) Solo se fanno partedegli edifici. Sul punto non è chiaro se vi è obbligonoppureno. L'agenziadelle Entratedovràfornire i necessarichiarimenti (3) solo perl'installazione (4) Escluse le nuove costruzioni (5) Esclusala pulizia di impianti e macchinari (6) solo con riferimento alle attivitàdi pulizia degli edifici COD. FISC.: BSC NNN 50E25 F231P P.IVA:

Prot. Circolare n. 011/2015 Milano, 11 maggio 2015 ALLE SOCIETÀ IN INDIRIZZO LORO SEDI

Prot. Circolare n. 011/2015 Milano, 11 maggio 2015 ALLE SOCIETÀ IN INDIRIZZO LORO SEDI STUDIO COMMERCIALISTA BUSCEMI Viale Monte Nero, 17 20135 MILANO Tel. 02/54.100.190 (R.A.) Fax 02/54.100.511 www.studiobuscemi.it e-mail: info@studiobuscemi.it pec: studiobuscemi@legalmail.it Prot. Circolare

Dettagli

S T U D I O D I S P I R I T O. MARIO DI SPIRITO Dottore Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Tribunale di Roma

S T U D I O D I S P I R I T O. MARIO DI SPIRITO Dottore Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Tribunale di Roma S T U D I O D I S P I R I T O CONSULENZA FISCALE SOCIETARIA E CONTABILE MARIO DI SPIRITO Dottore Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Tribunale di Roma Circolare n.3 del 12/02/2015

Dettagli

REVERSE CHARGE APPROFONDIMENTO

REVERSE CHARGE APPROFONDIMENTO REVERSE CHARGE APPROFONDIMENTO (testo aggiornato al 27/02/2015) A CURA DI: MARCO SIGAUDO Sommario REVERSE CHARGE - APPROFONDIMENTO... 3 SERVIZI DI PULIZIA NEGLI EDIFICI (art. 17, comma 6. lettera a-ter,

Dettagli

Reverse charge: dal 01.01.2015 esteso a nuovi servizi

Reverse charge: dal 01.01.2015 esteso a nuovi servizi Ai gentili clienti Loro sedi Reverse charge: dal 01.01.2015 esteso a nuovi servizi Premessa Come noto, il reverse charge è un meccanismo di applicazione dell IVA volto a porre l obbligo dell assolvimento

Dettagli

Reverse Charge 2015 I SETTORI DI NUOVA INTRODUZIONE: GENERALITA

Reverse Charge 2015 I SETTORI DI NUOVA INTRODUZIONE: GENERALITA Reverse Charge 2015 La legge di stabilità ha previsto una estensione dell'applicazione dell'iva con il meccanismo del reverse charge: coinvolti, dal 1 gennaio 2015, gli installatori di impianti e i servizi

Dettagli

Circolare N. 5 del 14 Gennaio 2015

Circolare N. 5 del 14 Gennaio 2015 Circolare N. 5 del 14 Gennaio 2015 Reverse charge - dal 01.01.2015 esteso a nuovi servizi Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, alla luce delle modifiche apportate dalla legge di

Dettagli

Studio Paolo Simoni. Dottori Commercialisti Associati CIRCOLARE N. 19/2015 REVERSE CHARGE NEL SETTORE EDILE E NELLE CESSIONI DI PALLETS

Studio Paolo Simoni. Dottori Commercialisti Associati CIRCOLARE N. 19/2015 REVERSE CHARGE NEL SETTORE EDILE E NELLE CESSIONI DI PALLETS Dott. Paolo Simoni Dott. Grazia Marchesini Dott. Alberto Ferrari Dott. Federica Simoni Rag. Lidia Gandolfi Dott. Francesco Ferrari Dott. Enrico Ferra Dott. Agostino Mazziotti Bologna, 03/04/2015 Ai Signori

Dettagli

CIRCOLARE FEBBRAIO 2015

CIRCOLARE FEBBRAIO 2015 CIRCOLARE FEBBRAIO 2015 Novità 2015 in materia di IVA: reverse charge e split payment Gentile cliente! Come anticipato nella nostra circolare di gennaio 2015 a partire dal 1 gennaio 2015 sono entrate in

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Novità nell applicazione del regime di inversione contabile ai fini IVA 1. Premesse e decorrenza La Legge di Stabilità 2015 ha esteso

Dettagli

Reverse charge - estensione a nuove fattispecie nel settore edile: i primi chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Reverse charge - estensione a nuove fattispecie nel settore edile: i primi chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Reverse charge - estensione a nuove fattispecie nel settore edile: i primi chiarimenti dell Agenzia delle Entrate L Agenzia delle Entrate, con la Circolare n. 14/E del 27 marzo 2015 (la Circolare ), ha

Dettagli

CNA Servizi Imola S.c.r.l.

CNA Servizi Imola S.c.r.l. Reverse charge per servizi di pulizia, demolizione, installazione impianti e completamento di edifici prime indicazioni operative Per effetto delle modifiche apportate all'art. 17, D.P.R. n 633/72, il

Dettagli

Estensione del reverse charge in ambito IVA. Chiarimenti della Agenzia delle Entrate

Estensione del reverse charge in ambito IVA. Chiarimenti della Agenzia delle Entrate Sommario Estensione del reverse charge in ambito IVA. Chiarimenti della Agenzia delle Entrate 15.2015 Aprile 1. PREMESSA... 2 2. SETTORE EDILE... 2 2.1 Ambito oggettivo... 2 2.1.1 Servizi di pulizia...

Dettagli

D AZEGLIO SERVIZI SRL

D AZEGLIO SERVIZI SRL D AZEGLIO SERVIZI SRL Consulenza alle imprese Bologna, lì 4 febbraio 2015 AI CLIENTI LORO INDIRIZZI CIRCOLARE N. 5/2015 Oggetto: Legge di Stabilità 2015 e novità IVA: il reverse charge La Legge di Stabilità

Dettagli

Nuove casistiche di applicazione del reverse charge Iva

Nuove casistiche di applicazione del reverse charge Iva Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Orso Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa Arianna Bazzacco Dott.ssa Sofia Bertolo Dott.

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2015 NOVITA IN MERITO ALL ESTENSIONE DEL REVERSE CHARGE NEL SETTORE EDILE, I CHIARIMENTI DELLA CIRCOLARE MINISTERIALE N

LEGGE DI STABILITA 2015 NOVITA IN MERITO ALL ESTENSIONE DEL REVERSE CHARGE NEL SETTORE EDILE, I CHIARIMENTI DELLA CIRCOLARE MINISTERIALE N Milano, 1 aprile 2015 CIRCOLARE N. 12/2015 LEGGE DI STABILITA 2015 NOVITA IN MERITO ALL ESTENSIONE DEL REVERSE CHARGE NEL SETTORE EDILE, I CHIARIMENTI DELLA CIRCOLARE MINISTERIALE N. 14/E DEL 27 MARZO

Dettagli

Circolare N. 49 del 1 Aprile 2015

Circolare N. 49 del 1 Aprile 2015 Circolare N. 49 del 1 Aprile 2015 Il nuovo reverse charge in edilizia: chiarimenti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che la Legge di stabilità 2015, integrando l'articolo 17 del decreto

Dettagli

Estensione del reverse charge in ambito IVA - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Estensione del reverse charge in ambito IVA - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Rossi danelli GIUSSANI Dottori Commercialisti Associati ANDREA ROSSI Dottore Commercialista PAOLO DANELLI Dottore Commercialista STEFANO GIUSSANI Dottore Commercialista Estensione del reverse charge in

Dettagli

Reverse charge: pubblicata la Circolare ministeriale

Reverse charge: pubblicata la Circolare ministeriale Reverse charge: pubblicata la Circolare ministeriale Finalmente è stata pubblicata dall Agenzia delle Entrate la circolare n. 14/E del 27 marzo che chiarisce alcuni punti in merito all estensione del meccanismo

Dettagli

C.A.F. Imprese C.N.A. Massa Carrara S.r.l.

C.A.F. Imprese C.N.A. Massa Carrara S.r.l. REVERSE CHARGE ULTIMI CHIARIMENTI CIRCOLARE N. 14/E DEL 27/03/2015 RIFERIMENTI NORMATIVI: Art. 1, Commi da 629 a 633, Legge 23/12/2014 n. 190 Art. 17 DPR 633/72 Art. 74, comma 7, DPR 633/72 Circolare Agenzia

Dettagli

GUIDA AL REVERSE CHARGE : IL PUNTO DOPO LA LEGGE DI STABILITA' N.190-2014

GUIDA AL REVERSE CHARGE : IL PUNTO DOPO LA LEGGE DI STABILITA' N.190-2014 GUIDA AL REVERSE CHARGE : IL PUNTO DOPO LA LEGGE DI STABILITA' N.190-2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa normativa generale L'inversione contabile (o reverse charge) è una particolare modalità di assolvimento

Dettagli

IL NUOVO REVERSE CHARGE IN EDILIZIA

IL NUOVO REVERSE CHARGE IN EDILIZIA Studio Benetti e Associati Srl Via Zanon, 6 Quinto Vicentino (VI) Tel. 0444 17822 Fax 0444 1782299 Via Del Ponte 191 Marola di Torri di Quartesolo (VI) Tel. 0444 17822 Fax 0444 1782599 Vicenza Business

Dettagli

Oggetto: LA CIRCOLARE ESPLICATIVA DELL AGENZIA DELLE ENTRATE IN TEMA DI REVERSE CHARGE

Oggetto: LA CIRCOLARE ESPLICATIVA DELL AGENZIA DELLE ENTRATE IN TEMA DI REVERSE CHARGE Danilo Cortesi A tutti i Clienti Loro sedi Ravenna, 30/04/2015 Circolare informativa n. 8/2015 Oggetto: LA CIRCOLARE ESPLICATIVA DELL AGENZIA DELLE ENTRATE IN TEMA DI REVERSE CHARGE Con la Circolare n.14/e

Dettagli

Oggetto: Estensione del reverse charge Primi orientamenti ANCE.

Oggetto: Estensione del reverse charge Primi orientamenti ANCE. CIRCOLARE N. 039 Bergamo, 30 gennaio 2015 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: Estensione del reverse charge Primi orientamenti ANCE. Dal 1 gennaio 2015, è operativa l estensione del meccanismo dell

Dettagli

Legge di stabilità 2015 Parte I IVA. Modena Videocomunicazione del 16 gennaio 2015

Legge di stabilità 2015 Parte I IVA. Modena Videocomunicazione del 16 gennaio 2015 Legge di stabilità 2015 Parte I IVA Modena Videocomunicazione del 16 gennaio 2015 IVA: Novità della Legge di Stabilità 2015 ARGOMENTI IVA TRATTATI DALLA LEGGE DI STABILITÀ 2015: Cessioni di beni ad amministrazioni

Dettagli

Il nuovo reverse charge in edilizia: chiarimenti

Il nuovo reverse charge in edilizia: chiarimenti Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo reverse charge in edilizia: chiarimenti Premessa La Legge di stabilità 2015 ha disposto, come noto, l'estensione del meccanismo di assolvimento dell'iva mediante inversione

Dettagli

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circolare

Dettagli

Novità IVA:nuove casistiche di Reverse Charge e introduzione dello Split Payment nei rapporti con la Pubblica Amministrazione

Novità IVA:nuove casistiche di Reverse Charge e introduzione dello Split Payment nei rapporti con la Pubblica Amministrazione Curno, 21 gennaio 2015 Novità IVA:nuove casistiche di Reverse Charge e introduzione dello Split Payment nei rapporti con la Pubblica Amministrazione La Legge di stabilità interviene allargando la casistica

Dettagli

IL MECCANISMO DEL REVERSE CHARGE: COSA E CAMBIATO DAL 2015

IL MECCANISMO DEL REVERSE CHARGE: COSA E CAMBIATO DAL 2015 IL MECCANISMO DEL REVERSE CHARGE: COSA E CAMBIATO DAL 2015 Andrea Cecchetto Dottore Commercialista in Montecchio Maggiore (VI) Commissione Formazione UGDCEC Vicenza Matilde Fiammelli - Dottore Commercialista

Dettagli

IN FORMAZIONE FEBBRAIO 2015

IN FORMAZIONE FEBBRAIO 2015 IN FORMAZIONE FEBBRAIO 2015 LE PRINCIPALI NOVITA 1. REVERSE CHARGE 2. LE DICHIARAZIONI D INTENTO E L UTILIZZO DEL PLAFOND 1. REVERSE CHARGE Il meccanismo del reverse charge, previsto dall'articolo 17,

Dettagli

Split Payment e Reverse Charge

Split Payment e Reverse Charge Frascati 27 marzo 2015 Split Payment e Reverse Charge LO SPLIT PAYMENT - INTRODUZIONE La disciplina della scissione dei pagamenti (SPLIT PAYMENT) persegue la finalità di arginare l evasione da riscossione

Dettagli

SPLIT PAYMENT E REVERSE CHARGE Le novità 2015

SPLIT PAYMENT E REVERSE CHARGE Le novità 2015 SPLIT PAYMENT E REVERSE CHARGE Le novità 2015 a cura di Marco Zandonà - Direttore Fiscalità Edilizia ANCE Cagliari, 20 marzo 2015 Focus su Nuovo meccanismo dello «split payment» nei rapporti con le PA

Dettagli

COMUNE DI CHIARI. Provincia di Brescia. Prot. N. 4180 Chiari, 18/02/2015 AI FORNITORI DEL COMUNE DI CHIARI ALL ALBO PRETORIO

COMUNE DI CHIARI. Provincia di Brescia. Prot. N. 4180 Chiari, 18/02/2015 AI FORNITORI DEL COMUNE DI CHIARI ALL ALBO PRETORIO COMUNE DI CHIARI Provincia di Brescia P.za Martiri della Libertà n. 26 CHIARI (BS) CAP 25032 - C.F. 00606990174 - P.I. 00572640985 Tel 03070081 Fax 030712011 Prot. N. 4180 Chiari, 18/02/2015 AI FORNITORI

Dettagli

Newsletter. Legale - Fiscale Diritto delle società e fiscalità d'impresa. Edizione Speciale. 13 aprile 2015

Newsletter. Legale - Fiscale Diritto delle società e fiscalità d'impresa. Edizione Speciale. 13 aprile 2015 Newsletter Legale - Fiscale Diritto delle società e fiscalità d'impresa Edizione Speciale 13 aprile 2015 Nuove ipotesi di reverse charge: i chiarimenti dell Agenzia Nuove ipotesi di reverse charge: i chiarimenti

Dettagli

MGP studio tributario e societario

MGP studio tributario e societario MGP studio tributario e societario Dott. Marco Giuliani * Dott. Guido Pignanelli * Dott. Walter Bonzi * Dott. Giuseppe Panagia * Dott. Roberto Cardone * Dott. Gianluca Di Fresco * In collaborazione con:

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 24 26.01.2015 Novità : reverse charge e split payment Le casistiche in cui si applica l uno o l altro meccanismo di assolvimento dell imposta

Dettagli

Ampliato il reverse charge. DDL di Stabilità 2015

Ampliato il reverse charge. DDL di Stabilità 2015 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 362 09.12.2014 Ampliato il reverse charge DDL di Stabilità 2015 Categoria: Finanziaria Sottocategoria: 2015 Per contrastare ulteriormente l attuazione

Dettagli

NOVITA IVA ARGOMENTI. M.O.S.S. Dichiarazioni d intento Estensione Reverse Charge Split Payment. Mevio Martelli

NOVITA IVA ARGOMENTI. M.O.S.S. Dichiarazioni d intento Estensione Reverse Charge Split Payment. Mevio Martelli NOVITA IVA Mevio Martelli ARGOMENTI M.O.S.S. Dichiarazioni d intento Estensione Reverse Charge Split Payment 1 M.O.S.S. M.O.S.S. (MINI ONE STOP SHOP) Regolamento 967/2012 Regolamento 815/2012 Provvedimento

Dettagli

Legge di Stabilità 2015 Novità IVA e Ravvedimento operoso. Estensione del reverse charge. Split payment. Riformato l istituto del ravvedimento operoso

Legge di Stabilità 2015 Novità IVA e Ravvedimento operoso. Estensione del reverse charge. Split payment. Riformato l istituto del ravvedimento operoso Circolare n. 2/2015 Legge di Stabilità 2015 Novità IVA e Ravvedimento operoso In sintesi: Estensione del reverse charge Split payment Riformato l istituto del ravvedimento operoso Dal 01.01.2015 il sistema

Dettagli

STUDIO DE STEFANO CONSULENZA TRIBUTARIA E SOCIETARIA DOTT. FRANCESCO DE STEFANO Dottore Commercialista

STUDIO DE STEFANO CONSULENZA TRIBUTARIA E SOCIETARIA DOTT. FRANCESCO DE STEFANO Dottore Commercialista CONSULENZA TRIBUTARIA E SOCIETARIA DOTT. FRANCESCO DE STEFANO Dottore Commercialista Monza, 13 febbraio 2015 CIRCOLARE DELLO STUDIO Nr. 1504 FD Fonti: Legge, prassi, circolare professionista 2/2015 Soluzioni24-Il

Dettagli

Reverse charge: estensione al settore edile

Reverse charge: estensione al settore edile Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 45 11.02.2015 Reverse charge: estensione al settore edile Casi pratici Categoria: IVA Sottocategoria: Reverse charge Per le prestazioni di servizi

Dettagli

Bologna, 5 febbraio 2015. Circolare n. 05/2015. Oggetto: le novità in tema di Split Payment e Reverse Charge

Bologna, 5 febbraio 2015. Circolare n. 05/2015. Oggetto: le novità in tema di Split Payment e Reverse Charge Dott. Rag. Giorgio Palmeri Rag. Tiberio Frascari Dott. Fabio Ceroni Dott. Carlo Bacchetta Dott. Filippo Foresti Dott. Mariangela Frascari Dott. Marta Lambertucci Dott. Lorenzo Nadalini Dott. Valentina

Dettagli

www.alexpander.it REVERSE CHARGE

www.alexpander.it REVERSE CHARGE REVERSE CHARGE Il reverse charge è un meccanismo di inversione contabile che consiste nel far ricadere l obbligo di fatturazione dell IVA sul soggetto acquirente, mediante emissione di autofattura, in

Dettagli

Reverse charge, novità 2015 e primi chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Reverse charge, novità 2015 e primi chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Circolare n. 7 del 7 aprile 2015 Reverse charge, novità 2015 e primi chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Indice 1. Principi generali e novità 2015 2. Estensione del reverse charge nel settore edile

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 27 marzo 2015

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 27 marzo 2015 CIRCOLARE N. 14/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 marzo 2015 OGGETTO: Reverse charge Estensione a nuove fattispecie nel settore edile, energetico, nonché alle cessioni di pallets recuperati ai cicli

Dettagli

DETRAZIONE PER INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA

DETRAZIONE PER INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA 1 BONUS FISCALI DETRAZIONE PER INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA - Proroga della detrazione 65% al 31/12/2015 - Estesa l agevolazione ad altre tipologie di interventi: dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2015

LEGGE DI STABILITA 2015 Pag.1 di 7 LEGGE DI STABILITA PER IL 2015 (Legge n. 190 del 23.12.2014): LE PRINCIPALI NOVITA FISCALI - 1^ PARTE N. 1 del 23 gennaio 2015 Gentilissimo Cliente, con la legge di stabilità per il 2015 il

Dettagli

CIRCOLARE DELLO STUDIO SPLIT PAYMENT SULLA FATTURAZIONE ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E NOVITA IN MATERIA DI REVERSE CHARGE

CIRCOLARE DELLO STUDIO SPLIT PAYMENT SULLA FATTURAZIONE ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E NOVITA IN MATERIA DI REVERSE CHARGE Avv. GIORGIO ASCHIERI* Rag. Comm. SIMONETTA BISSOLI* Dott. Comm. MARCO GHELLI* Dott. Comm. ALBERTO MION* Dott. Comm. ALBERTO RIGHINI* Avv. ANTONIO RIGHINI* Dott. MONICA SECCO* Avv. ORNELLA BERTOLAZZI Avv.

Dettagli

Studio Contrino Rag. Gaspare - Seregno via Santuario n. 70 - Tel. (0362) 220979 Fax 328187

Studio Contrino Rag. Gaspare - Seregno via Santuario n. 70 - Tel. (0362) 220979 Fax 328187 OGGETTO: Circolare approfondimento Seregno, li 28 aprile 2010 IL REVERSE CHARGE IN EDILIZIA - ART. 17 c. 6 lett. a) Dpr 633/72 Il reverse charge (o inversione contabile) interessa per ora il solo settore

Dettagli

A cura di Giovanni Valcarenghi

A cura di Giovanni Valcarenghi A cura di Giovanni Valcarenghi L evoluzione normativa 01.01.2007 01.10.2007 26.06.2012 01.01.2015 Subappalti (e sub contratti d opera) in edilizia Art. 17 co. 6 / a Talune cessione fabbricati strumentali

Dettagli

Prot. n. 3/2015 Roma, 23/01/2015 REVERSE CHARGE PULIZIE, DEMOLIZIONI, INSTALLAZIONE IMPIANTI E COMPLETAMENTO EDIFICI

Prot. n. 3/2015 Roma, 23/01/2015 REVERSE CHARGE PULIZIE, DEMOLIZIONI, INSTALLAZIONE IMPIANTI E COMPLETAMENTO EDIFICI Prot. n. 3/2015 Roma, 23/01/2015 Alle Associazioni del sistema Confimi e alle relative Imprese associate REVERSE CHARGE PULIZIE, DEMOLIZIONI, INSTALLAZIONE IMPIANTI E COMPLETAMENTO EDIFICI La legge di

Dettagli

Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015

Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015 Circolare N. 7 del 16 Gennaio 2015 Rapporti con la PA - dal 01.01.2015 l IVA non viene incamerata dal privato ma versata dall ente pubblico (Legge di stabilita per il 2015 - art. 1 commi 629, 630, 632

Dettagli

In particolare vogliamo esaminare più da vicino ciò che riguarda i primi due settori interessati dalle novità.

In particolare vogliamo esaminare più da vicino ciò che riguarda i primi due settori interessati dalle novità. CIRCOLARE 1/2015 Temi: + Ampliamento Reverse Charge + Dichiarazioni d'intento + Aumento della ritenuta + Prestazioni relative ad edifici + Archivio VIES + Buoni pasti elettronici + Split Payment + Elenchi

Dettagli

STUDIO TASSI. Sondrio, 5 gennaio 2015. A tutti i Sigg. Clienti LORO SEDI. loro indirizzi e-mail CIRCOLARE N. 1/2015. Oggetto: Le novità del 2015

STUDIO TASSI. Sondrio, 5 gennaio 2015. A tutti i Sigg. Clienti LORO SEDI. loro indirizzi e-mail CIRCOLARE N. 1/2015. Oggetto: Le novità del 2015 Sondrio, 5 gennaio 2015 A tutti i Sigg. Clienti LORO SEDI loro indirizzi e-mail CIRCOLARE N. 1/2015 Oggetto: Le novità del 2015 La legge di Stabilità per l anno 2015 ha portato una serie di rilevanti novità.

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Reverse charge in edilizia

Reverse charge in edilizia Dr. Anton Pichler Dr. Walter Steinmair Dr. Helmuth Knoll Sparkassenstraße 18 Via Cassa di Risparmio I-39100 Bozen Bolzano T 0471.306.411 F 0471.976.462 E info@interconsult.bz.it I www.interconsult.bz.it

Dettagli

Roma, 23 dicembre 2010. Prot. n.

Roma, 23 dicembre 2010. Prot. n. CIRCOLARE N. 59/E Roma, 23 dicembre 2010 Direzione Centrale Normativa Settore Imposte Indirette Ufficio Iva Prot. n. OGGETTO: Applicabilità del meccanismo dell inversione contabile o reverse charge alle

Dettagli

Studio Amministrativo Associato Verga

Studio Amministrativo Associato Verga dott. Massimo Verga commercialista revisore contabile rag. Giovanni Bozzini consulente del lavoro revisore contabile Spett.le Cliente Cadorago, 12/01/2015 Circolare informativa n. 1/2015 FISCALE / Oggetto

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 3 0 g e n n a i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5

C i r c o l a r e d e l 3 0 g e n n a i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5 C i r c o l a r e d e l 3 0 g e n n a i o 2 0 1 5 P a g. 1 di 5 Circolare numero 11/2015 Oggetto SPLIT PAYMENT Sommario Rapporti con la PA: dal 01.01.2015 l IVA non viene incamerata dal fornitore privato

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

LE PRINCIPALI NOVITA' FISCALI DELLA LEGGE DI STABILITA' 2015 E DEL. DLgs SEMPLIFICAZIONI 175/2014

LE PRINCIPALI NOVITA' FISCALI DELLA LEGGE DI STABILITA' 2015 E DEL. DLgs SEMPLIFICAZIONI 175/2014 STUDIO BORLETTO dott. Alfio Via Santa Maria n 23 10060 SCALENGHE (TO) Circolare n. 1 del 07/01/2015 Informativa per la clientela dello Studio Borletto LE PRINCIPALI NOVITA' FISCALI DELLA LEGGE DI STABILITA'

Dettagli

ESTENSIONE APPLICAZIONE REVERSE CHARGE

ESTENSIONE APPLICAZIONE REVERSE CHARGE Bergamo, gennaio 2015 CIRCOLARE N. 2/Consulenza aziendale OGGETTO: Finanziaria 2015 Recentemente è stata pubblicata sulla G.U. la legge 23-12-2014 n 90 (c.d. finanziaria 2015) che contiene numerosi provvedimenti

Dettagli

News Ambientale n. 13

News Ambientale n. 13 Studio Legale Perrelli & Associés member of News Ambientale n. 13 La Legge di stabilità italiana 2015 e l applicabilità del reverse charge allo scambio di quote di emissione di gas ad effetto serra, comparazioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 9/2015 Reggio nell Emilia, lì 31/3/2015. Ai Signori ed alle Società in indirizzo OGGETTO:

CIRCOLARE N. 9/2015 Reggio nell Emilia, lì 31/3/2015. Ai Signori ed alle Società in indirizzo OGGETTO: CIRCOLARE N. 9/2015 Reggio nell Emilia, lì 31/3/2015 Via G. Gutenberg, 3 42124 - Reggio Emilia Tel. +39.0522.271220 Fax +39.0522.271432 info@studiobaldi.it studiobaldi.it Cod. Fisc. e P.IVA 00734370356

Dettagli

Comunicazione e dichiarazione IVA 2015 con analisi delle ultime novità in tema di IVA. dott. Stefano Setti

Comunicazione e dichiarazione IVA 2015 con analisi delle ultime novità in tema di IVA. dott. Stefano Setti Comunicazione e dichiarazione IVA 2015 con analisi delle ultime novità in tema di IVA dott. Stefano Setti 1 La nuova Dichiarazione d'intento 2 L'adempimento in breve L'adempimento Ambito soggettivo Modalità

Dettagli

ALLE SOCIETÀ IN INDIRIZZO LORO SEDI

ALLE SOCIETÀ IN INDIRIZZO LORO SEDI STUDIO COMMERCIALISTA BUSCEMI Viale Monte Nero, 17 20135 MILANO Tel. 02/54.100.190 (R.A.) Fax 02/54.100.511 www.studiobuscemi.it e-mail: studiobuscemi@legalmail.it Prot. Circolare n. 14/2013 Milano, 04

Dettagli

Quesiti su reverse charge e split payment

Quesiti su reverse charge e split payment Confederazione Nazionale dell Artigianato e della Piccola e Media Impresa POLITICHE FISCALI E SOCIETARIE DIREZIONE POLITICHE FISCALI Quesiti su reverse charge e split payment REVERSE CHARGE Applicazione

Dettagli

Circolare del 23/12/2010 n. 59 - Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa

Circolare del 23/12/2010 n. 59 - Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa Circolare del 23/12/2010 n. 59 - Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa Applicabilità del meccanismo dellinversione contabile o reverse charge alle cessioni di telefoni cellulari e microprocessori

Dettagli

le prestazioni di servizi di: In appalto subappalto

le prestazioni di servizi di: In appalto subappalto INFO Dal 01-01-2015 servizi di -pulizia -installazione d'impianti -lavori di completamento applicano il reverse charge.doc 1 / 5 IL REVERSE CHARGE: LE NOVITA DAL 2015 I nuovi settori di attività interessati

Dettagli

Novità IVA 2015 Split payment Dichiarazione di intento. Latina 04 maggio 2015 Dott. Gianluca Galatà

Novità IVA 2015 Split payment Dichiarazione di intento. Latina 04 maggio 2015 Dott. Gianluca Galatà Novità IVA 2015 Split payment Dichiarazione di intento Latina 04 maggio 2015 Dott. Gianluca Galatà Split Payment - Normativa Art. 1, commi da 629 a 633, L. 23/12/2014 n. 190 (legge di stabilità 2015) Introduce

Dettagli

Il subappalto in edilizia: la corretta fatturazione

Il subappalto in edilizia: la corretta fatturazione FISCALITÀ Il subappalto in edilizia: la corretta fatturazione di Stefano Setti Questo numero contiene una nuova rubrica, curata in collaborazione con il gruppo editoriale Wolters Kluwer Italia, leader

Dettagli

Va osservato in primo luogo che nel caso in esame il riferimento è rappresentato dal fabbricato e non dai beni immobili in genere.

Va osservato in primo luogo che nel caso in esame il riferimento è rappresentato dal fabbricato e non dai beni immobili in genere. Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 147 08.05.2015 Manutenzione impianti relativi ad edifici I nodi applicativi del Reverse charge - C.M. 14/E/2015 Categoria: IVA Sottocategoria:

Dettagli

Split Payment. Fatturazione PA e Split Payment: cosa sapere e come fare. ANTONIO GRASSO Commissione Diritto Tributario Nazionale ODCEC Milano S.A.F.

Split Payment. Fatturazione PA e Split Payment: cosa sapere e come fare. ANTONIO GRASSO Commissione Diritto Tributario Nazionale ODCEC Milano S.A.F. S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Fatturazione PA e Split Payment: cosa sapere e come fare Split Payment Commissione Diritto Tributario Nazionale ODCEC Milano ODCEC Milano, 26 febbraio 2015

Dettagli

c) degli Enti pubblici territoriali e dei consorzi tra essi costituiti ( ex art.31 T.U. di cui al DLGS 18/8/2000 N. 267)

c) degli Enti pubblici territoriali e dei consorzi tra essi costituiti ( ex art.31 T.U. di cui al DLGS 18/8/2000 N. 267) SCISSIONE DEI PAGAMENTI IVA : THE SPLIT PAYMENT. La lettera b), comma 629, art.1 della di Legge Stabilità 2015, introduce lo split payment ovvero la scissione dei pagamenti ai fini IVA, con il nuovo articolo

Dettagli

ESTENSIONE REVERSE CHARGE

ESTENSIONE REVERSE CHARGE Saluzzo, lì 12 gennaio 2015 Egr. CLIENTE Prot. n. 01/15/FISC LA LEGGE FINANZIARIA 2015 E stata pubblicata sulla G.U. 29/12/2014 la Finanziaria 2015 (Legge n. 190/2014) c.d. Legge di stabilità 2015, ed

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 Legge di Stabilità 2015

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 Legge di Stabilità 2015 NOTA OPERATIVA SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 Legge di Stabilità 2015 Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per

Dettagli

REVERSE CHARGE IN EDILIZIA: I CHIARIMENTI DELLE ENTRATE

REVERSE CHARGE IN EDILIZIA: I CHIARIMENTI DELLE ENTRATE Circolare N. 62 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 14 settembre 2007 REVERSE CHARGE IN EDILIZIA: I CHIARIMENTI DELLE ENTRATE Come noto (si veda la circolare 070119 CF ), dal 2007, alle prestazioni

Dettagli

NUOVI CHIARIENTI dall AGENZIA delle ENTRATE in materia di SPLIT PAYMENT

NUOVI CHIARIENTI dall AGENZIA delle ENTRATE in materia di SPLIT PAYMENT CCT_CAL REG_CCT 16/06/2015 0003517 P Trento, 16 giugno 2015 CD/lb CIRCOLARE FISCALE N. 4/2015 Agli Enti Soci LL.SS. OGGETTO: nuovi chiarimenti dall Agenzia delle Entrate; reverse charge: nuovi chiarimenti

Dettagli

Il nuovo reverse charge in edilizia: chiarimenti

Il nuovo reverse charge in edilizia: chiarimenti Saronno, 02 aprile 2015 A tutti i Signori Clienti loro sedi Oggetto: Circolare del 10.01.2015 Il nuovo reverse charge in edilizia: chiarimenti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc - 00169 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc - 00169 Roma Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc - 00169 Roma VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE CD Modulo Versione Run Time ebridge 02.43.00 Modulo Base 01.85.01 Modulo Base Contabile 02.08.02 Contabilità

Dettagli

Studio Dott. Begni & Associati news 03 / 2015

Studio Dott. Begni & Associati news 03 / 2015 Oggetto: LO SPLIT PAYMENT E LE FATTURE EMESSE AGLI ENTI PUBBLICI DALL 01.01.2015 Nell ambito della Finanziaria 2015 è contenuto un nuovo metodo antievasione per il versamento dell IVA all Erario, in base

Dettagli

Sono disponibili i seguenti aggiornamenti: Riferimenti Normativi

Sono disponibili i seguenti aggiornamenti: Riferimenti Normativi Tipo Comunicazione Informativa Numero 001/SAI Data 09/02/2015 A Aziende Diogene Contabilità Area Contabilità Settore Reverse Charge Split Payment Oggetto Aggiornamenti software Sono disponibili i seguenti

Dettagli

I DIVERSI AMBITI DI APPLICAZIONE DEL REVERSE CHARGE

I DIVERSI AMBITI DI APPLICAZIONE DEL REVERSE CHARGE I DIVERSI AMBITI DI APPLICAZIONE DEL REVERSE CHARGE A CURA DEL DOTT. PIERLUIGI CAPUANO Con l accezione reverse charge ci si riferisce, in ambito tributario, al meccanismo dell'inversione contabile che

Dettagli

Cedente/prestatore soggetto passivo IVA Non residente ma con: stabile organizzazione rappresentante fiscale identificazione diretta.

Cedente/prestatore soggetto passivo IVA Non residente ma con: stabile organizzazione rappresentante fiscale identificazione diretta. Premessa PREMESSA Nella disciplina IVA è previsto l obbligo di documentare le operazioni (cessioni di beni e prestazioni di servizi) mediante l emissione della fattura. Ai sensi dell articolo 21, comma

Dettagli

ARES COMUNE DI MOSSA. Agenzia Regionale per. l Edilizia Sostenibile INCENTIVI FISCALI. Martedì 19 novembre 2013 Mossa. Relatore ing.

ARES COMUNE DI MOSSA. Agenzia Regionale per. l Edilizia Sostenibile INCENTIVI FISCALI. Martedì 19 novembre 2013 Mossa. Relatore ing. ARES Agenzia Regionale per l Edilizia Sostenibile COMUNE DI MOSSA INCENTIVI FISCALI Martedì 19 novembre 2013 Mossa Relatore ing. Claudio Degano LE ALIQUOTE IVA IN EDILIZIA GLI INTERVENTI EDILIZI SOGGIACIONO

Dettagli

Estensione del Reverse charge. Casi pratici risolti

Estensione del Reverse charge. Casi pratici risolti Estensione del Reverse charge. Casi pratici risolti N. 20 26.05.2015 Casi pratici risolti ESTENSIONE REVERSE CHARGE Con la Circolare 14/E del 27.03.2015, l Agenzia delle Entrate ha fornito i primi chiarimenti

Dettagli

LO SPLIT PAYMENT ED I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

LO SPLIT PAYMENT ED I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE LO SPLIT PAYMENT ED I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Come noto la Finanziaria 2015 ha introdotto uno specifico metodo di versamento dell IVA, c.d. split payment, applicabile alle cessioni

Dettagli

L APPLICAZIONE DELL IVA E DELL IMPOSTA DI REGISTRO PER LE CESSIONI DI FABBRICATI

L APPLICAZIONE DELL IVA E DELL IMPOSTA DI REGISTRO PER LE CESSIONI DI FABBRICATI L APPLICAZIONE DELL IVA E DELL IMPOSTA DI REGISTRO PER LE CESSIONI DI FABBRICATI Sommario Introduzione... 2 Il principio generale di esenzione dall Iva... 2 La nozione di impresa costruttrice... 3 Fabbricati

Dettagli

Notiziario Breve n. 1

Notiziario Breve n. 1 SOMMARIO w In evidenza Pag. 1 w Principali adempimenti mese di febbraio 2015 Pag. 1 w Nuovo regime forfetario per persone fisiche dal 2015 Pag. 2 w Nuovo reverse charge relativo a edifici Pag. 6 In evidenza

Dettagli

I SERVIZI GENERICI RICEVUTI DA OPERATORI NON RESIDENTI

I SERVIZI GENERICI RICEVUTI DA OPERATORI NON RESIDENTI Circolare n. 05 del 21 febbraio 2011 A tutti i Clienti Loro sedi I SERVIZI GENERICI RICEVUTI DA OPERATORI NON RESIDENTI Come noto, dal 2010, sono state introdotte rilevanti novità in materia di territorialità

Dettagli

Novità tributarie Il punto di vista STS

Novità tributarie Il punto di vista STS Studio Tributario e Societario Novità tributarie Il punto di vista STS Novità IVA Dott. Amedeo Domanti Agenda Le principali novità IVA introdotte dalla Legge di Stabilità 2015 e dal d.lgs. «semplificazioni

Dettagli

Modello Iva 2014: cessione di immobili con reverse charge

Modello Iva 2014: cessione di immobili con reverse charge Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 33 30.01.2014 Modello Iva 2014: cessione di immobili con reverse charge Categoria: Iva Sottocategoria: Dichiarazione L art. 17, comma 6, lett.

Dettagli

Network for Value. A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi. Informatore n 1 del 11 gennaio 2013. Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013

Network for Value. A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi. Informatore n 1 del 11 gennaio 2013. Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013 A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi Informatore n 1 del 11 gennaio 2013 Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013 PREMESSA Al fine di recepire il contenuto della direttiva 2010/45/UE, la L. 24.12.2012

Dettagli

TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI. Imposte dal 1 gennaio 2014

TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI. Imposte dal 1 gennaio 2014 TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI dal 1 gennaio 2014 1. NORME 1.1. DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2011, n. 23 Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale. (GU n.67 del 23-3-2011 )

Dettagli

Studio Professionale di Consulenza Societaria Tributaria Legale

Studio Professionale di Consulenza Societaria Tributaria Legale Ai Gentili Clienti Loro sedi Milano, 13 luglio 2012 Oggetto: TAX NEWSLETTER N. 8/2012 NOVITA FISCALI SUGLI IMMOBILI DETENUTI DA IMPRESE: LE NUOVE REGOLE PER IL BONUS SUL RISPARMIO ENERGETICO E LA NUOVA

Dettagli

Iva e fisco. Enti Locali NUMERO ANNO III. 22 Split payment tendenziali riflessi positivi sulla liquidità dell Ente Locale

Iva e fisco. Enti Locali NUMERO ANNO III. 22 Split payment tendenziali riflessi positivi sulla liquidità dell Ente Locale Iva e fisco Enti Locali NUMERO 4 ANNO III Settimanale di aggiornamento e approfondimento professionale per gli operatori degli Enti Locali Aprile 2015 5 Iva il reverse charge sulle forniture afferenti

Dettagli

IVA 2015. Tra semplificazioni e austerità sotto il controllo UE. pagina 1 di 58. Prof. Renato Portale dottore commercialista

IVA 2015. Tra semplificazioni e austerità sotto il controllo UE. pagina 1 di 58. Prof. Renato Portale dottore commercialista IVA 2015 Tra semplificazioni e austerità sotto il controllo UE pagina 1 di 58 Novità IVA 2015 Split payment Inversione contabile Rimborsi Esportatore abituale Vies Contribuenti forfettari Commercio elettronico

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

IVA CESSIONI E LOCAZIONI DI FABBRICATI CHIARIMENTI DALL AGENZIA

IVA CESSIONI E LOCAZIONI DI FABBRICATI CHIARIMENTI DALL AGENZIA IVA CESSIONI E LOCAZIONI DI FABBRICATI CHIARIMENTI DALL AGENZIA In questa Circolare 1. Premessa 2. Locazione di fabbricati regime fiscale 3. Modalità di esercizio dell opzione 4. Locazione regime transitorio

Dettagli

Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione

Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione Al fine di recepire il contenuto della direttiva 2010/45/UE, la L. 24.12.2012 n. 228 (legge di stabilità 2013) introduce numerose novità in materia

Dettagli

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2012

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2012 NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2012 1 IVA NEL SETTORE IMMOBILIARE La separazione delle attività. L'articolo 57 del Dl 1/2012 ha introdotto, per le imprese di costruzione, la possibilità di separare

Dettagli