KDiff3 è uno strumento per verificare differenze ed eseguire fusioni tra file e directory, il quale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "KDiff3 è uno strumento per verificare differenze ed eseguire fusioni tra file e directory, il quale"

Transcript

1 Manuale di KDiff3 Joachim Eibl <joachim.eibl at gmx.de> Traduzione della documentazione -2004: Stelvio Rosset Aggiornamento e revisione della traduzione : Andrea Celli Revisione ( ) Copyright Joachim Eibl Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with senza sezioni non modificabili, with senza testi di copertina, and with senza testo di quarta di copertina. A copy of the license is included in la sezione intitolata "GNU Free Documentation License". KDiff3 è uno strumento per verificare differenze ed eseguire fusioni tra file e directory, il quale confronta e fonde due o tre file di testo o directory in ingresso, mostra le loro differenze riga per riga o carattere per carattere(!), fornisce semplici automatismi per fonderli, possiede un editor per la risoluzione dei conflitti di fusione, rende trasparente la rete con l uso di KIO, permette di nascondere o mostrare le differenze costituite da spazi bianchi o commenti, supporta l Unicode, UTF-8 e altre codifiche. Questo documento descrive la versione di KDiff3. Sommario 1. Introduzione Un altra interfaccia per confrontare file? Schermate e caratteristiche Altre caratteristiche Indicazione delle differenze per riga e per carattere Vedere le differenze di spazi bianchi a colpo d occhio Confronto tra tre file Comoda fusione di due o tre file di input Inoltre Confronto e fusione tra file Opzioni della riga di comando Confronta 2 file: Fondi 2 file: Confronta 3 file: 1

2 Fondi 3 file: Caso particolare: File con lo stesso nome Riga di comando per avviare il confronto e la fusione tra directory: Per maggiori informazioni sulle opzioni della riga di comando usa: Dialogo di apertura file Incolla e trascina l input Capire le informazioni della finestra di ingresso Operazione di fusione e la finestra di modifica del risultato Navigazione e modifica Selezione, Copia ed Incolla Salvataggio Ricerca Stringhe Opzioni Tipo di caratteri Colori Impostazioni dell editor Impostazioni di verifica & fusione Fusione di directory Opzioni locali e per la lingua Varie Configurazione delle scorciatoie da tastiera Comandi per il preprocessore Basi del sed Esempi di utilizzi di sed in KDiff3 Precedenze nel preprocessare i dati Attenzione 3. Comparazione e fusione di directory con KDiff3 Introduzione Avviare la comparazione o la fusione di directory Compara/Fondi due directory: Compara/Fondi tre directory: Mostra informazioni Colonna del nome Le colonne A/B/C e lo schema dei colori La colonna dell operazione La colonna di stato La colonna delle statistiche Avviare una fusione Opzioni per comparare e fondere directory Altre funzioni Schermo intero/diviso Comparare o fondere un singolo file 4. Argomenti vari Trasparenza di rete con KIO Gli slave KIO Come scrivere gli URL Possibilità di KIO-Slaves Usare KDiff3 come un KPart 2

3 5. Domande e risposte 6. Riconoscimenti e Licenza A. Installazione Come procurarsi KDiff3 Requisiti Compilazione ed installazione Capitolo 1. Introduzione Sommario Un altra interfaccia per confrontare file? Schermate e caratteristiche Altre caratteristiche Indicazione delle differenze per riga e per carattere Vedere le differenze di spazi bianchi a colpo d occhio Confronto tra tre file Comoda fusione di due o tre file di input Inoltre... Un altra interfaccia per confrontare file? Per la comparazione dei file esistono numerosi strumenti grafici. Perché dovresti scegliere KDiff3? Lascia che ti spieghi perché l ho scritto. KDiff3 è nato perché dovevo eseguire una difficile fusione tra file. La fusione è necessaria quando molte persone, in un progetto, lavorano sugli stessi file. La fusione può essere piuttosto automatica, quando gli strumenti di fusione non solo permettono la modifica dei nuovi file ("rami") ma anche del file originale ("base"). Lo strumento per la fusione sceglierà automaticamente solo le modifiche eseguite all interno di un ramo. Quando più persone cambiano le stesse righe, allora lo strumento di fusione trova un conflitto che dovrà essere risolto manualmente. In quel caso la fusione era difficile in quanto uno aveva cambiato molte cose e corretto l indentazione in molti punti. Inoltre, un altro aveva variato molto testo in alcuni file, dando luogo a molti conflitti durante l operazione di fusione. Lo strumento che utilizzai mostrava solamente le righe variate, ma non cosa era cambiato all interno di esse. Inoltre non c era nessuna informazione riguardo la variazione di indentazione. La fusione era un piccolo incubo. Così fu l inizio. La prima versione poteva mostrare le differenze all interno di una riga e la differenza degli spazi bianchi. Successivamente molte altre caratteristiche furono introdotte per aumentarne l utilità. Per esempio, se vuoi comparare velocemente alcuni testi, è possibile copiarne il contenuto negli appunti e quindi incollarlo in una finestra di KDiff3. Una caratteristica che ha richiesto un grosso sforzo è stata la comparazione tra directory e la funzione di fusione, le quali hanno trasformato il programma in un vero e proprio navigatore di file. 3

4 Spero che KDiff3 sia utile anche a te. Divertiti! Joachim Eibl (2003) Schermate e caratteristiche Questa schermata mostra la differenza tra due file di testo (Usando una versione recente di KDiff3): È supportata la fusione di tre file. Questa è particolarmente utile se due persone variano indipendentemente il codice. Il file originale (il file base) è utilizzato per aiutare KDiff3 a selezionare automaticamente i cambiamenti da salvare. Sotto le finestre che evidenziano le differenze una finestra di modifica ti permetterà di risolvere i conflitti riscontrati, mostrandone il risultato ottenuto. Potrai inoltre modificare il risultato delle operazioni. Questa schermata mostra il risultato della fusione di tre file in ingresso: 4

5 KDiff3 aiuta anche a comparare e fondere intere directory. Questa schermata mostra KDiff3 durante una fusione di directory: 5

6 Altre caratteristiche Indicazione delle differenze per riga e per carattere Sfruttando le possibilità dei monitor grafici a colori, KDiff3 evidenzia accuratamente quali sono le differenze. Quando avrai la necessità di fare molte revisioni di codice, apprezzerai questo aiuto. Vedere le differenze di spazi bianchi a colpo d occhio Saranno visibili spazi e tabulatori che risultano diversi. Quando le righe differiscono solamente di uno spazio bianco questo potrà essere subito visibile nella colonna di sommario posizionata sul lato sinistro. Non dovrai più preoccuparti quando qualcuno cambia l indentazione! 6

7 Confronto tra tre file Analizza tre file e verifica dove differiscono. Le finestre sinistra/centrale/destra si chiamano A/B/C ed hanno rispettivamente il colore /blu/verde/magenta. Se per una riga due file sono uguali ed un altro è diverso, il colore mostrerà quello diverso. Il colore rosso significa che tutti i file sono diversi. Comoda fusione di due o tre file di input KDiff3 può essere usato per fondere due o tre file di ingresso ed automaticamente fonde quanto è possibile. Il risultato è presentato in una finestra di modifica dove molti conflitti possono essere risolti con un semplice clic del mouse: Selezionando i pulsanti A/B/C dalla barra si seleziona la sorgente che deve essere utilizzata. È possibile selezionare più di un file sorgente. Dato che questa finestra è un editor anche i conflitti che hanno bisogno di ulteriori correzioni possono essere qui risolti senza bisogno di un altro strumento. Inoltre... Pulsanti per la navigazione veloce. Un clic del mouse nella colonna di sommario sincronizzerà tutte le finestre per mostrare la stessa posizione. Seleziona e copia da una qualsiasi finestra ed incolla nella finestra del risultato della fusione. Colonna riassuntiva, che mostra dove sono i cambiamenti ed i conflitti. È possibile modificare i colori secondo le tue preferenze personali. Dimensione della tabulazione modificabile. Opzione per inserire spazi invece che tabulatori. È possibile aprire i file comodamente dalla finestra di dialogo oppure specificandoli sulla riga di comando. 7

8 Ricerca stringhe in tutto il testo della finestra. Trova (Ctrl-F) e Trova Successivo (F3) Mostra il numero di riga per ogni riga. Incolla dagli appunti o trascina il testo nella finestra di KDiff3. Trasparenza di rete tramite KIO. Può essere utilizzato come visualizzatore delle differenze in Kdevelop 3. Accapo per righe lunghe. Supporto per l Unicode, UTF-8 e altri codec. Supporto per le lingue scritte da destra a sinistra.... Capitolo 2. Confronto e fusione tra file Sommario Opzioni della riga di comando Confronta 2 file: Fondi 2 file: Confronta 3 file: Fondi 3 file: Caso particolare: File con lo stesso nome Riga di comando per avviare il confronto e la fusione tra directory: Per maggiori informazioni sulle opzioni della riga di comando usa: Dialogo di apertura file Incolla e trascina l input Capire le informazioni della finestra di ingresso Operazione di fusione e la finestra di modifica del risultato Navigazione e modifica Selezione, Copia ed Incolla Salvataggio Ricerca Stringhe Opzioni Tipo di caratteri Colori Impostazioni dell editor Impostazioni di verifica & fusione Fusione di directory Opzioni locali e per la lingua Varie Configurazione delle scorciatoie da tastiera Comandi per il preprocessore Basi del sed Esempi di utilizzi di sed in KDiff3 8

9 Precedenze nel preprocessare i dati Attenzione Opzioni della riga di comando Confronta 2 file: kdiff3 file1 file2 Fondi 2 file: kdiff3 file1 file2 -m kdiff3 file1 file2 -o outputfile Confronta 3 file: kdiff3 file1 file2 file3 Fondi 3 file: kdiff3 file1 file2 file3 -m kdiff3 file1 file2 file3 -o outputfile Da notare che file1 potrebbe essere trattato come base di file2 e file3. Caso particolare: File con lo stesso nome Se tutti i file hanno lo stesso nome ma si trovano in directory diverse, è possibile specificare solamente il nome del primo file. Es.: kdiff3 dir1/filename dir2 dir3 Riga di comando per avviare il confronto e la fusione tra directory: Non cambia molto, ma ora lavoriamo su delle directory. kdiff3 dir1 dir2 kdiff3 dir1 dir2 -o destdir kdiff3 dir1 dir2 dir3 kdiff3 dir1 dir2 dir3 -o destdir Per maggiori informazioni su confronto e fusione tra directory leggi qui. Per maggiori informazioni sulle opzioni della riga di comando usa: kdiff3 --help Opzioni: -m, --merge Fondi l input. -b, --base file Fissa il file di base. Per compatibilità con alcuni programmi. -o, --output file File di output. Implica -m. Es.: -o nuovofile.txt --out file File di output (Per compatibilità con alcuni programmi). --auto Senza GUI se tutti i conflitti possono essere risolti automaticamente (richiede -o file) --qall Non risolve i conflitti automaticamente. (Per compatibilità...) --L1 alias1 Sostituzione del nome visibile per file input 1 (base). --L2 alias2 Sostituzione del nome visibile per file input 2. --L3 alias3 Sostituzione del nome visibile per file input 3. -L, --fname alias Sostituzione del nome visibile alternativo. Da specificare per ogni input. -u Non ha effetti. Per compatibilità con alcuni programmi. 9

10 Dialogo di apertura file Poiché devono essere selezionati molti file, il programma ha un particolare dialogo di apertura file: Il dialogo di apertura file permette di digitare il nome del file, di selezionare un file con il navigatore ("File...") o di scegliere i file più recenti da una lista a comparsa. Quando aprirai nuovamente il dialogo di selezione dei file vi troverai i nomi dei file in uso. Il nome del terzo file non è richiesto. Se il campo per "C" rimane vuoto, le operazioni di confronto riguarderanno solo due file. Puoi anche selezionare una directory con "Directory...". Se per A è specificata una directory allora sarà automaticamente attivata la comparazione/fusione di directory. Se A specifica un file ma B e C o l output specifica una directory, allora KDiff3 utilizza il nome del file di A nella directory specificata. Se viene selezionato "Fusione", allora l opzione "Output" diverrà modificabile. Ma non è richiesto di specificare subito il nome del file in uscita. Potrai specificarlo successivamente. L opzione "Configura..." apre un menu di opzioni, in modo che tu possa impostare le varie opzioni prima di avviare l analisi. Incolla e trascina l input Molte volte vuoi comparare parti di testo che non sono un file. KDiff3 permette anche di incollare testo dagli appunti nella finestra di verifica delle differenze selezionata. L analisi delle differenze apparirà immediatamente. Nel dialogo di selezione file non avrai la necessità di specificare i file, potrai semplicemente chiudere con l opzione "Annulla". È possibile utilizzare il trascinamento: prendi un file dal file manager o seleziona un testo da un editor e trascinalo dentro una finestra di verifica. Qual è l idea? Alcune volte un file contiene due funzioni simili, ma per controllarne il grado di similitudine sarebbe dispendioso se tu dovessi prima creare due file e quindi ricaricarli. Ora puoi semplicemente copiare, incollare e comparare la sola parte di interesse. 10

11 Nota: Attualmente non è possibile trascinare qualsiasi cosa all interno di KDiff3. Puoi solo portare qualcosa nella finestra di verifica delle differenze. Attenzione: Alcuni editor interpretano il trascinamento in altri programmi come operazioni di taglia (invece che copia) ed incolla. In tal caso i dati originali andrebbero quindi persi. Capire le informazioni della finestra di ingresso Sopra ad ogni finestra di testo c è una "riga informativa". Queste righe contengono una lettera "A", "B" o "C", il nome del file ed il numero della prima riga visibile nella finestra. (Nota che "C" è opzionale). Ogni riga informativa appare con colori diversi. (Se i percorsi sono troppo lunghi, è possibile muovere il mouse sulla riga informativa e un suggerimento visualizzerà l intero nome). Alle tre finestre di input sono assegnate le lettere "A", "B" e "C". "A" è colorata di blu, "B" di verde e "C" di rosso. Questi sono i colori predefiniti, ma puoi cambiarli dal menu delle impostazioni. Quando si trova una differenza allora il colore mostra quale file di ingresso differisce. Quando entrambi gli altri file di input differiscono il colore utilizzato per evidenziare questo sarà il rosso ("Colore di conflitto" nelle impostazioni). Questo schema di colori è molto utile nel caso di tre file di ingresso, che discuteremo nella prossima sezione (Fusione). A sinistra di ogni testo è posizionata la "colonna di sommario". Se ci sono differenze su una riga, la colonna di sommario mostrerà il colore corrispondente. Nel sommario le differenze di soli spazi bianchi saranno evidenziate con una griglia. Per i linguaggi di programmazione in cui non è importante la posizione degli spazi bianchi è molto utile notare a colpo d occhio se qualcosa di importante è stato variato. (In C/C++ lo spazio bianco è importante solamente all interno delle stringhe, commenti, istruzioni per il preprocessore e solo in altre situazioni molto particolari). La linea verticale che separa la colonna di sommario ed il testo è interrotta se il file di input non presenta righe in questo punto. Quando è attivato il ritorno a capo questa linea verticale apparirà punteggiata in corrispondenza delle righe che vanno a capo. 11

12 Sul lato destro, a sinistra della barra di scorrimento, è presente una colonna informativa. Essa mostra sinteticamente la colonna di sommario dell ingresso "A". Differenze e conflitti sono visibili a colpo d occhio. Quando vengono utilizzate solo due finestre di input, tutte le differenze appaiono in rosso, in quanto ogni differenza è un conflitto. Un rettangolo nero incornicia la parte visibile dell input. Per file di ingresso molto lunghi, quando il numero delle righe è maggiore dell altezza, in pixel, della colonna di sommario, molte righe di ingresso condividono un unica riga di sommario. Un conflitto qui ha priorità sulle semplici differenze, che hanno priorità sui "non-cambiamenti". In tal modo così nessuna differenza o conflitto viene perso. Con un clic sopra questa colonna di sommario, il testo corrispondente verrà visualizzato. Operazione di fusione e la finestra di modifica del risultato Anche la finestra di modifica del risultato della fusione (sotto la finestra di ingresso) ha una riga informativa sovrastante che mostra "Output:", il nome del file e "[Modificato]" se qualcosa è stato variato. Normalmente essa contiene del testo creato dagli automatismi della fusione, ma spesso conterrà anche dei conflitti.!!! Il salvataggio è disabilitato fino a quando tutti i conflitti non sono risolti!!! (Usa l opzione "Vai al precedente/prossimo conflitto non risolto" per ricercare i conflitti rimanenti). Se i file di ingresso sono solodue, ogni differenza è un conflitto che deve essere risolto manualmente. Con tre file di input il primo è considerato come base, mentre il secondo ed il terzo contengono le modifiche. Quando in qualche riga solo il file B o il file C presenta una differenza, ma non entrambi, allora il file modificato sarà automaticamente selezionato. Solo quando B e C hanno delle differenze sulle stesse righe il programma si accorgerà del conflitto il quale dovrà essere risolto manualmente. Quando B e C coincidono, ma differiscono con A, allora sarà selezionato C. La finestra di modifica del risultato di fusione ha anche una colonna di sommario sulla sinistra. Essa mostra la lettera dell input da dove la riga è stata selezionata o nulla se tutte le tre sorgenti hanno la stessa riga. Per i conflitti essa mostra un punto interrogativo "?" e la riga mostra "<Conflitto nel fondere>", tutto in rosso. Dato che risolvere conflitti riga per riga richiede molto tempo, le righe sono 12

13 raggruppate per gruppi con le stesse caratteristiche di differenza e conflitto. Saranno separati solo i conflitti di spazi bianchi dai conflitti di spazi non bianchi in modo da facilitare la fusione dei file in cui l indentazione, su molte righe, cambia. Quando si fa clic sulla colonna di sommario con il tasto sinistro del mouse in una finestra, il gruppo appartenente a quella riga sarà selezionato in tutte le finestre e la parte iniziare del gruppo sarà visualizzata. (Questo potrebbe coinvolgere un posizionamento automatico nella finestra se l inizio del gruppo non è visibile). Questo gruppo diverrà quindi il "gruppo corrente". Esso è visualizzato con il "Colore di fondo per questo intervallo corrente" e una barra nera apparirà sul lato sinistro del testo. I pulsanti di selezione dell ingresso contengono le lettere "A", "B" e "C" nella barra dei pulsanti sotto la barra dei menu. Quando si fa un clic su un pulsante di selezione dell ingresso, le righe di questo input saranno aggiunte alla fine del gruppo selezionato se questo gruppo non conteneva già tale testo. Altrimenti le righe di questo file di ingresso saranno rimosse. Inoltre puoi modificare direttamente qualsiasi riga. La colonna di sommario mostrerà "m" su ogni riga che hai modificato. Alcune volte, quando una riga viene rimossa dalla fusione automatica o da una modifica manuale, e non rimangono altre righe nel gruppo, allora apparirà in questa riga il messaggio <Riga origine mancante>. Questa posizione verrà mantenuta dal gruppo nel caso tu cambiassi idea e volessi sezionare qualche altro sorgente. Questo testo non verrà reimmesso nel file salvato o in altre selezioni che desideri copiare ed incollare. Il testo "<Fondi conflitti>" apparirà negli appunti se copi ed incolli del testo contenente questa riga. Fai comunque attenzione nell eseguire tale operazione. La normale fusione partirà per la risoluzione automatica di semplici conflitti. Ma il menu "Fondi" permette alcune azioni per altre comuni necessità. Se devi selezionare lo stesso sorgente per molti conflitti, potrai selezionare sempre "A", "B" o "C", o solamente per i conflitti non risolti restanti, o per i conflitti di spazi bianchi non risolti. Se vuoi decidere tu stesso ogni singola differenza "Considera le differenze come conflitti". O se vuoi ritornare all opzione automatica di KDiff3 seleziona "Risolvi automaticamente i conflitti semplici". KDiff3 riavvierà quindi la fusione. Per azioni che cambiano le tue precedenti modifiche KDiff3 ti chiederà la conferma prima di procedere. Nota: Quando scegliendo un sorgente per conflitti non risolti di spazi bianchi e le opzioni "Ignora numeri" o "Ignora commenti C/C++" sono utilizzate allora variazioni nei numeri o nei commenti saranno anch essi trattati come spazi bianchi. Navigazione e modifica È possibile navigare con le barre di scorrimento, con il mouse oppure con l uso dei tasti. Se fai clic dentro una finestra potrai usare i pulsanti del cursore sinistra, destra, alto, basso, pagina successiva, pagina precedente, inizio, fine, ctrl-inizio, ctrl-fine come per gli altri programmi. La colonna descrittiva dopo la barra di scorrimento verticale del file di ingresso può anche essere utilizzata per la navigazione facendo clic su questa. È possibile utilizzare la rotellina del mouse solo per scorrere su e giù. 13

14 Per modificare il risultato della fusione di file puoi utilizzare solamente i tasti di modifica. Puoi invertire la modalità di inserimento e sovrascrittura con il tasto insert. (la modalità di inserimento è quella predefinita). Premendo il pulsante sinistro del mouse dentro una colonna di sommario saranno aggiornate tutte le finestre, che mostreranno l inizio dello stesso gruppo di righe (come spiegato nella sezione "Fusione"). La barra dei pulsanti contiene inoltre altri pulsanti di navigazione con i quali è possibile saltare alla corrente/prima/ultima differenza, alla prossima/precedente differenza (ctrl-giù/ctrl-su), al prossimo/precedente conflitto (ctrl-pgdown/ctrl-pgup), o al prossimo/precedente conflitto non risolto. Nota che per KDiff3 un "conflitto" che non è stato automaticamente risolto all inizio della fusione permane "conflitto"anche se risolto. Quindi la necessità di distinguere "conflitti non risolti". C è anche un pulsante "Vai automaticamente al prossimo conflitto non risolto dopo aver selezionato la fonte" (Avanzamento automatico). Selezionandolo quando un sorgente è selezionato, KDiff3 salterà automaticamente alla selezione del prossimo conflitto non risolto. Questo può aiutare quando scegli solamente un unico file di ingresso. Quando hai bisogno di entrambi i sorgenti, o vuoi modificare dopo la selezione, vorrai probabilmente disattivarlo. Prima di procedere al prossimo conflitto non risolto KDiff3 mostrerà l effetto della tua scelta per un breve periodo. Questo tempo è modificabile nell impostazione di Verifica & Fusione: È possibile specificare la "Pausa nell avanzamento automatico" in millisecondi tra 0 e Suggerimento: Stanco di troppi Clic? - Quando ci sono molti conflitti usa un tempo basso di avanzamento automatico e le scorciatoie Ctrl-1/2/3 per selezionare A/B/C. Selezione, Copia ed Incolla La finestre dell ingresso non mostra un cursore, così le selezioni devono essere fatte con il mouse, fai clic con il tasto sinistro all inizio, e, mantenendolo premuto, muoversi fino a fine selezione, dove dovrai rilasciare il tasto. Con un doppio clic è possibile selezionare una unica parola. Nella finestra del risultato è possibile selezionare anche tramite la tastiera, mantenendo il tasto "shift" e muovendosi con i tasti del cursore. Per copiare negli appunti è necessario premere il pulsante "Copia" (Ctrl-C o Ctrl-Ins). Ma esiste anche l opzione "Copia automatica". Se attiva, ogni volta che si seleziona del testo esso verrà copiato immediatamente e non dovrai esplicitarlo. Presta però attenzione all utilizzo perché i contenuti degli appunti potrebbero accidentalmente essere distrutti. "Taglia" (Ctrl-X o Shift-Delete) copia il testo selezionato negli appunti e lo elimina, mentre "Incolla" (Ctrl-V o Shift-Insert) inserisce il testo contenuto negli appunti nella posizione corrente o in sostituzione all attuale selezione. Salvataggio Il salvataggio sarà permesso solamente quando tutti i conflitti saranno risolti. Se il file esiste e l opzione "File di copia" è abilitata allora il file esistente sarà rinominato con estensione ".orig", ma se tale file esiste sarà rimosso. All uscita o all avvio di un altra analisi delle differenze se il risultato non è stato ancora salvato KDiff3 richiederà se si vuole salvare, annullare o procedere senza salvare. (KDiff3 non intercetta nessun segnale. Quindi se si esegue un "kill" di KDiff3 tutti i dati saranno persi). 14

15 I terminatori di riga sono salvati secondo il metodo tradizionale del sistema operativo. Per i sistemi Unix la riga termina con il solo carattere "\n", mentre per i sistemi Win32 ogni riga termina con i caratteri ritorno a capo + nuova riga "\r\n". KDiff3 non mantiene il terminatore originale del file, quindi non utilizzare KDiff3 con i file binari. Ricerca Stringhe È possibile ricercare una stringa in ogni finestra di KDiff3. Il comando "Ricerca..." (Ctrl-F) nel menu di Modifica apre un dialogo che permette di specificare la stringa da ricercare. È anche possibile selezionare la finestra sulla quale fare la ricerca. La ricerca partirà sempre dall inizio. Usare il comando "Ricerca successivo" (F3) per la prossima occorrenza. Se decidi di cercare su più finestre allora la ricerca sarà dall alto al basso nella prima finestra, poi dall alto al basso nella seconda, ecc. Opzioni Le opzioni e la lista del file recenti saranno memorizzate all uscita del programma, e ricaricate quando verrà avviato. (Menu Impostazioni->Configura KDiff3...) Tipo di caratteri Seleziona un tipo carattere a larghezza fissa. (in alcuni sistemi questo dialogo potrebbe presentare anche la selezione della larghezza del font, ma non è consigliabile usarla). Corsivo per le differenze: Selezionando questo, le differenze di testo saranno rappresentate con il tipo di carattere scelto ma in stile corsivo. Se il tipo di carattere non supporta il corsivo l opzione non avrà effetto. Colori Colore primo piano: Normalmente nero. Colore di fondo: Normalmente bianco. Colore di fondo per le differenze: Colore A: Colore B: Normalmente grigio chiaro. Normalmente blu scuro. Normalmente verde scuro. 15

16 Colore C: Normalmente magenta scuro. Colore per i conflitti: Normalmente rosso. Colore di sfondo per questo intervallo corrente: Normalmente giallo chiaro. Colore di sfondo per questo intervallo: Normalmente giallo scuro. Su sistemi con soli 16 o 256 colori alcuni colori non sono disponibile nella forma originale. In tali sistemi l opzione "Predefiniti" selezionerà un colore puro. Impostazioni dell editor I Tab inseriscono spazi: Se questo è disabilitato e viene premuto il tasto di tabulazione, un carattere tabulatore verrà inserito, altrimenti verranno inseriti un numero appropriato di caratteri. Dimensione di Tab: Può essere modificato per le tue necessità. Il predefinito è 8. Rientro automatico: Quando premi Invio o Return verrà utilizzata, per la nuova riga, l indentazione della riga precedente. Copia automaticamente la selezione: Ogni selezione è immediatamente copiata negli appunti quando attiva e non sarà necessario esplicitare la copia. Tipo di fine riga: Quando salvi un file puoi decidere il modo con cui vengono terminate le righe. La modalità preimpostata è quella abituale del sistema operativo in uso. Usa la codifica locale: Per la visualizzazione di caratteri non ASCII. Puoi provare a cambiarla se alcuni caratteri della tua lingua non vengono visualizzati correttamente. 16

17 Impostazioni di verifica & fusione Quando si comparano dei file, KDiff3 prima proverà a confrontare le righe che sono uguali in tutti i file di ingresso. Solo durante questa fase potrebbe ignorare gli spazi bianchi. La seconda fase confronta ogni riga. In tale fase gli spazi bianchi non saranno ignorati. Inoltre durante la fusione gli spazi bianchi non saranno ignorati. Mantieni il ritorno a capo (CR): Alcuni editor (in alcuni sistemi) salvano il ritorno a capo \r e avanzamento riga \n mentre altri salvano solamente il ritorno a capo \n. Normalmente KDiff3 ignora il ritorno a capo, ma quando i file non hanno la stessa dimensione potrebbero comunque risultare uguali dopo una verifica parallela. Quando l opzione è abilitata allora il ritorno a capo è reso visibile ma trattato come uno spazio bianco. Questa opzione deve essere disattivata durante la fusione. Normalmente disabilitata. Ignora i numeri: Normalmente disabilitato. I caratteri numerici ( 0-9,., - ) saranno ignorati nella prima parte dell analisi nella quale viene fatta la verifica delle righe. Nel risultato delle differenze saranno tuttavia mostrate, ma sono trattate come spazi bianchi. Ignora commenti C/C++: Normalmente disabilitato. Le variazioni nei commenti saranno trattati come variazioni degli spazi bianchi. Ignora maiuscole: Normalmente disabilitato. I caratteri che differiscono solo per essere maiuscoli o minuscoli (come "A" e "a") saranno trattati come le variazioni nel numero di spazi bianchi. Comandi del preprocessore Vedi la prossima sezione. Comando del preprocessore per confrontare righe: Vedi la prossima sezione. Ricerca approfondita: Ricerca approfondita per ricercare la più piccola differenza (Normalmente attiva). Questo sarà probabilmente utile per file complicati e lunghi. E lento per file molto lunghi. Pausa nell avanzamento automatico (ms): Quando l opzione di auto avanzamento automatico è attiva si specifica quando lungo mostrare il risultato delle selezione prima di saltare al prossimo conflitto non risolto. Trattamento predefinito degli spazi bianchi nel fondere 2 file: 17

18 Automaticamente risolve tutti i conflitti di spazi bianchi scegliendo lo specifico file (Scelta manuale predefinita). Utile se lo spazio bianco non è importante in molti file. Se hai bisogno di questo solo occasionalmente è meglio usare "Scegli A/B/C per tutti i conflitti non risolti di spazio bianco" nel menu di fusione. Nota che se hai abilitato l opzione "Ignora numeri" o "Ignora commenti C/C++" allora questa auto selezione verrà applicata anche per i conflitti nei numeri o nei commenti. Fusione di directory Queste opzioni sono considerate con la scansione delle directory e la manipolazione della fusione: Vedi Directory Comparazione/Fusione Documentazione per maggiori dettagli. Tuttavia qui esiste una opzione che è anche rilevante per il salvataggio di singoli file: File di backup: Quando viene salvato un file ed esiste una versione meno recente, la versione originale sarà rinominata con l estensione ".orig". Se già esiste una versione con estensione ".orig" questa verrà eliminata senza una copia di riserva. Opzioni locali e per la lingua Lingua: Cambia la lingua usata per l interfaccia utente. Le modifiche a questa opzione non hanno effetto immediato sul programma. Devi chiudere Kdiff3 e riavviarlo affinché la lingua venga cambiata. Questa opzione non è disponibile nella versione KDE di KDiff3 perché la lingua viene cambiata tramite le impostazioni globali di KDE. Usa la stessa codifica per tutto: Le opzioni di codifica che seguono possono essere fissate separatamente per ogni voce o, se questa opzione è attivata, il primo valore vale per tutti. Codifica locale: Davanti al selettore di codec appare una nota che ti dice quale è la codifica locale. Non è modificabile, serve solo a ricordarti quale è la codifica locale nel caso che tu non lo sapessi già. tuttavia devi selezionarla. Codifica per i file A/B/C: Cambia la codifica dei file in ingresso. Ha effetto sulla visualizzazione dei caratteri speciali. Poiché puoi aggiustare separatamente le codifiche, potrai confrontare e fondere file prodotti con codifiche diverse. Codifica per i file fusione e salvataggio: Quando avrai modificato un file, potrai scegliere con quale codifica salvarlo sul disco fisso. Codifica per i file sottoposti al preprocessore: 18

19 Quando definisci un preprocessore questo deve essere in grado di operare sulla codifica in uso. Ad esempio i tuoi file sono 16-bit-unicode e il tuo preprocessore può operare solo su file 8-bit-ascii. Con questa opzione puoi definire la codifica del risultato del preprocessore. Lingue scritte da destra a sinistra: Varie Alcune lingue sono scritte sa destra a sinistra. Quando questa opzione è attivata KDiff3 scrive i testi da destra a sinistra nelle finestre per il confronto e per la fusione. Nota che se avvii KDiff3 da riga di comando con l opzione "--reverse", anche tutta l interfaccia grafica sarà scritta da destra a sinistra. Questa è una potenzialità fornita da Qt. Questa documentazione è stata scritta pensando che l opzione "Lingue scritte da destra a sinistra" e l aspetto grafico "reverse" non siano attivati. Altrimenti alcuni riferimenti a "destra" e "sinistra" dovranno essere scambiati per utilizzare correttamente queste opzioni. (Queste opzioni ed azioni sono disponibile nei menu o nelle barre dei pulsanti). Mostra i numeri di riga: Puoi selezionare se, per il file di ingresso, il numero di riga deve essere visualizzato. Mostra anche le differenze date da spazi e tabulatori: Alcune volte la visualizzazione degli spazi e dei tabulatori disturba. È possibile eliminarla. Mostra spazio bianco: Disabilita questo per sopprimere ogni evidenziazione di spazi bianchi cambiati nel testo o nelle colonne di sommario (Nota che questo è anche applicato a cambiamenti nei numeri o nei commenti se sono attive le opzioni "Ignora numeri" o "Ignora commenti C/C++"). Opzioni di impaginazione: Queste opzioni sono disponibili solo quando si confrontano tre file. Nella modalità normale tutte le differenze vengono mostrate in una colonna riassuntiva con colori codificati. Però, a volte, potrebbe servirti evidenziare solo le differenze tra due dei tre file. Selezionando confronto di "A con B", "A con C" o "B con C" si aprirà, a fianco di quella normale, una seconda colonna riassuntiva con le informazioni richieste. A capo nelle finestre delle differenze: Le righe più lunghe della larghezza della finestra vengono mostrate su più righe. Mostra finestra A/B/C: Alle volte vuoi usare meglio lo spazio dello schermo per righe lunghe. Nascondere le finestre che non sono importanti (Nel menu di Finestra). Inverti orientamento divisione: 19

20 Inverti tra la finestra delle differenze e le altre (A a sinistra di B a sinistra di C) o sopra le altre (A sopra B sopra C). Questo potrebbe anche aiutare in presenza di molte righe (Nel menu di Finestra). Avviare velocemente una fusione: Alcune volte stai visualizzando le differenze e decidi di fondere. "Fondi il file corrente" nel menu di Directory funziona anche solo comparando due file. Un solo clic ed inizia la fusione che utilizza, come predefinito, il nome del file dell ultimo file considerato (Quando questo è utilizzato per far ripartire la fusione, allora il nome del file di output sarà mantenuto). Configurazione delle scorciatoie da tastiera Attualmente solo la versione KDE supporta la configurazione personalizzata dei tasti scorciatoia. (Menu Impostazioni->Configurazione Scorciatoie...) Comandi per il preprocessore Kdiff3 prevede due opzioni per il preprocessore. Comandi del preprocessore Quando un file viene letto, esso sarà inoltrato come ingresso a questo comando esterno. Il risultato del comando sarà considerato al posto del file originale. Potrai scrivere un tuo preprocessore in base alle tue esigenze. Utilizzalo per tagliare parti di file che disturbano, o per correggere automaticamente l indentazione, ecc. Comando del preprocessore per confrontare righe: Quando un file viene letto, esso viene trattato da questo comando esterno. Se viene specificato un comando come preprocessore (vedi sopra), allora l uscita dal preprocessore è anche l ingresso del preprocessore che confronta le righe. Il risultato sarà usato durante la fase di analisi delle righe coincidenti. Puoi scrivere un tuo preprocessore personalizzato che risolva le tue esigenze. Ogni riga in ingresso deve avere una riga corrispondente in uscita. L idea è quella di permettere la maggior flessibilità possibile nell impostare il risultato del confronto. Purtroppo ciò richiede l uso di un programma esterno, e molti utenti non hanno voglia di scriversene uno. La buona notizia è che molto spessosed o perl sono perfettamente in grado di svolgere il lavoro richiesto. Un semplice esempio con un file di testo: prendi il file a.txt (6 righe): aa ba ca da ea fa e il file b.txt (3 righe): 20

21 cg dg eg Senza un preprocessore appariranno le seguenti righe affiancate: aa - cg ba - dg ca - eg da ea fa Probabilmente non era quello che desideravi, poiché la prima lettera contiene l informazione realmente interessante. Per aiutare l algoritmo di confronto ad ignorare la seconda lettera potremmo usare come preprocessore un comando che rimpiazzi riga per riga "g" con "a": sed s/g/a/ Con questo comando il risultato del confronto sarà: aa ba ca - cg da - dg ea - eg fa Internamente l algoritmo di confronto usa i file elaborati riga per riga dal preprocessore, ma sullo schermo il file non appare modificato. Un preprocessore normale avrebbe cambiato anche i dati visualizzati. Basi del sed Questa sezione spiega sommariamente alcune possibilità elementari di sed. Per maggiori informazioni vedi info:/sed o Puoi trovare una versione di sed precompilata per Windows a nota che gli esempi che seguono danno per scontato che l eseguibile di sed sia in una directory della variabile di ambiente PATH. Se non fosse vero, dovrai specificare il percorso completo dell eseguibile. Nota anche che negli esempi si usano le virgolette semplici ( ), che non funzionano in Windows. Sotto Windows dovrai usare al loro posto le virgolette doppie ("). In questo paragrafo userò solo il comando di sed per sostituire.: sed s/espr_regolare/nuovo_testo/flag Prima di usare un nuovo comando in Kdiff3 sarebbe meglio provarlo in una console. Per farlo è utile il comando echo. Ad esempio: echo abracadabra sed s/a/o/ -> obracadabra Questo esempio mostra un semplicissimo comando sed che sostituisce la prima occorrenza di "a" con "o". Se tu volessi sostituire tutte le occorrenze, ti basterebbe aggiungere il flag "g": 21

22 echo abracadabra sed s/a/o/g -> obrocodobro Il simbolo " " è il comando "pipe" che incanala l uscita dal comando precedente nell ingresso del comando successivo. Se vuoi fare una prova su un file più lungo, puoi usare cat nei sistemi di tipo Unix o type in sistemi di tipo Windows. sed opererà una sostituzione riga per riga. cat nome_file sed opzioni Esempi di utilizzi di sed in KDiff3 Ignorare altri tipi commenti Attualmente KDiff3 riconosce solo i commenti di C/C++. Usando il preprocessore per il confronto delle righe in ingresso puoi fare in modo che altri tipi di commento vengano ignorati. basterà convertirli in commenti di tipo C/C++. Ad esempio, per ignorare commenti che iniziano con "#", potresti convertirli in "//". Tieni presente che dovrai anche attivare l opzione "Ignora i commenti C/C++" affinché il trucco funzioni. Un appropriato comando per preprocessore le righe potrebbe essere: sed s/#/\/\// Poiché per sed il carattere "/" ha un significato speciale, è necessario porre un carattere "\" prima di ogni "/" nella stringa del nuovo testo. Spesso il carattere "\" è richiesto per aggiungere o togliere un significato speciale a certi caratteri. La virgoletta semplice ( ) all inizio e alla fine del comando di sostituzione è molto importante qui. Altrimenti la shell cercherebbe di interpretare cerci caratteri speciali (ad es. #, $ or \ ) prima di passarli a sed. Tieni presente che in Windows devi usare le virgolette doppie (") a questo scopo. Windows sostituisce altri caratteri come "%", quindi è meglio fare qualche prova. Ignorare distinzione maiuscole/minuscole Usa questo comando per preprocessare le righe in modo da convertire tutto in maiuscolo: sed s/\(.*\)/\u\1/ ".*" è un espressione regolare che corrisponde con tutte le stringhe e, in questo contesto, con tutti i caratteri della riga. Il "\1" nella stringa di sostituzione rappresenta il testo trovato in corrispondenza al contenuto della prima coppia di parentesi "\(" e "\)". La "\U" converte in maiuscolo il testo inserito. Ignorare le keyword per il controllo della versione CVS ed altri sistemi per il controllo delle versioni utilizzano molte parole chiave per inserire stringhe generate automaticamente (info:/cvs/keyword substitution). Esse seguono lo schema comune "$KEYWORD testo generato$". A questo punto ci serve un comando per il preprocessore che rimuova solo il testo generato: sed s/\$\(revision\ Author\ Log\ Header\ Date\).*\$/\$\1\$/ Le "\ " separano le possibili parole chiave. Puoi modificare questa lista in base alle tue esigenze. La "\" prima del "$" è necessaria, altrimenti il "$" verrebbe interpretato come "fine della riga". 22

23 Nel provare sed potrai incominciare a capire ed apprezzare queste strane "espressioni regolari". Esse sono particolarmente utili perché molti altri programmi utilizzano cose molto simili. Ignorare i numeri Attualmente c è un opzione interna che permette di ignorare i numeri. Però è utile vedere come lo si può fare con un comando per il preprocessore. sed s/[ ]//g Ogni carattere compreso tra le parentesi quadre verrà riconosciuto e sostituito con nulla. Ignorare alcune colonne A volte un testo è formattato molto rigorosamente e contiene delle colonne che tu vuoi ignorare, mentre ci sono altre colonne che tu vuoi esaminare. Nel seguente esempio le prime 5 colonne (ciascuna di un carattere) verranno ignorate, poi vengono salvate 10 colonne, ignorate altre cinque e salvato il resto della riga. sed s/...\(...\)...\(.*\)/\1\2/ Ogni punto "." rappresenta un carattere. "\1" e "\2" nella stringa del nuovo testo indicano il contenuto della prima e seconda coppia "\(" e "\)", ossia il testo da preservare. Combinare piùsostituzioni A volte, potresti voler applicare contemporaneamente diverse sostituzioni. In tal caso basta usare un punto e virgola ";" per separarle l una dall altra. Ad esempio: echo abracadabra sed s/a/o/g;s/\(.*\)/\u\1/ -> OBROCODOBRO Utilizzare perl invece di sed Invece di sed potresti voler utilizzare un altro comando, ad esempio perl. perl -p -e s/espr_regolar/nuovo_testo/flags Ma in perl alcuni particolari sono differenti. Nota, ad esempio, che mentre sed vuole "\(" e "\)", in perl serve un più semplice "(" e ")", non precedute da \. Esempio: sed s/\(.*\)/\u\1/ perl -p -e s/(.*)/\u\1/ Precedenze nel preprocessare i dati I dati sono incanalati (piped) attraverso tutti i preprocessori interni ed esterni nel seguente ordine: Preprocessore normale, Preprocessore esterno riga per riga, 23

24 Ignorare differenze maiuscolo/minuscolo (tutto in maiuscolo), Individuare commenti C/C++: Ignorare i numeri, Ignorare spazi bianchi, I dati, dopo essere passati dal preprocessore normale saranno utilizzati sia per essere mostrati che fusi. Le altre operazioni modificano solo i dati visti dall algoritmo che controlla le differenze tra le righe corrispondenti. Nei rari casi in cui si usa il preprocessore normale bisogna tener presente che il preprocessore sul contenuto delle righe utilizza l uscita del preprocessore normale come proprio ingresso. Attenzione I comandi per il preprocessore sono spesso utilissimi ma, come succede con ogni opzione che modifichi i vostri testi o che nasconda automaticamente certe differenze, potrebbero farti sfuggire differenze significative o, nel peggiore dei casi, distruggere dati importanti. Per questa ragione, se durante una fusione è in funzione un comando del preprocessore normale, KDiff3 ti chiederà se vuoi disattivarlo. Però non ti avviserà se è attivo un comando del preprocessore sul contenuto delle righe. La fusione non sarà completata se prima non saranno risolti tutti i conflitti. Se hai disabilitato "Mostra gli spazi bianchi" anche le differenze che son state rimosse con il preprocessore sul contenuto delle righe saranno del tutto invisibili. Se il bottone "Salva" rimane disattivato durante una fusione (perché sussistono dei conflitti), assicurati di aver attivato "Mostra gli spazi bianchi". Se poi non vorrai sistemare manualmente le differenze meno importanti, potrai azionare "Scegli [A B C] per per risolvere tutti i conflitti di spazi bianchi" nel menu "Fondi". Capitolo 3. Comparazione e fusione di directory con KDiff3 Sommario Introduzione Avviare la comparazione o la fusione di directory Compara/Fondi due directory: Compara/Fondi tre directory: Mostra informazioni Colonna del nome Le colonne A/B/C e lo schema dei colori La colonna dell operazione La colonna di stato La colonna delle statistiche Avviare una fusione Opzioni per comparare e fondere directory Altre funzioni Schermo intero/diviso Comparare o fondere un singolo file 24

25 Introduzione Spesso i programmatori devono modificare molti file nelle directory per realizzare i loro scopi. Per questo KDiff3 permette anche di comparare e fondere intere directory ricorsivamente! Anche se comparare e fondere le directory sembra abbastanza ovvio, ci sono molti dettagli che bisogna considerare. Il più importante è il fatto che ora molti file potrebbero essere coinvolti in ogni operazione. Se non hai creato copia di riserva dei dati originali, può essere molto difficile se non impossibile recuperare lo stato originale. Quindi prima di avviare una fusione assicurati che i tuoi dati siano sicuri e sia possibile un recupero. Se crei un archivio o usi un sistema di controllo versioni è una tua decisione, ma anche gli esperti programmatori ed integratori hanno bisogno dei vecchi sorgenti prima o poi. E nota che anche se io (autore di KDiff3) cerco di fare del mio meglio, non posso garantire che non ci siano errori. In accordo con la licenza GNU-GPL NON CI SONO GARANZIE alcuna per questo programma. Quindi attenzione e ricordate: Errare è umano, ma per incasinare davvero tutto è necessario un computer. Questo è quello che questo programma può fare per te: KDiff legge e compara due o tre directory ricorsivamente,... fa particolare attenzione ai file simbolici,... permette di selezionare i file con un doppio clic del mouse,... per ogni elemento propone una operazione di fusione, che puoi cambiare prima di avviare la fusione delle directory,... permette la simulazione della fusione e visualizza le azioni che dovrebbero essere fatte, senza eseguirle,... permette di fondere, e permette l intervento manuale quando questo è necessario,... ti permette di avviare l operazione selezionata per tutti gli elementi (tasto F7) o per l elemento selezionato (tasto F6),... permette di continuare la fusione dopo l interazione manuale con il tasto F7,... opzionalmente crea una copia di riserva, con l estensione ".orig",... Avviare la comparazione o la fusione di directory Questa operazione è molto simile alla comparazione e fusione di un file. È necessario specificare le directory nella riga di comando o nel dialogo di selezione file. 25

26 Compara/Fondi due directory: kdiff3 dir1 dir2 kdiff3 dir1 dir2 -o destdir Se nessuna directory è stata specificata, KDiff3 utilizzerà dir2. Compara/Fondi tre directory: kdiff3 dir1 dir2 dir3 kdiff3 dir1 dir2 dir3 -o destdir Quando tre directory vengono fuse allora dir1 verrà utilizzata come base della fusione. Se nessuna directory di destinazione è stata specificata, KDiff3 utilizzerà dir3 come directory di destinazione per la fusione. Si noti che solamente la comparazione inizia automaticamente, non la fusione. Per questo tu devi prima selezionare un elemento del menu o il tasto F7 (Ulteriori dettagli di seguito). Mostra informazioni Durante la lettura delle directory un messaggio informativo appare per notificare lo stato di avanzamento. Se annulli l operazione di scansione, solamente i file che sono stati comparati fino a quel momento saranno riportati. Quando la scansione del directory è stata completata KDiff3 mostra una lista dei risultati della sinistra, ed i dettagli dell elemento attualmente selezionato sulla destra: 26

27 Colonna del nome Ogni file e directory trovato durante la scansione è mostrato qui in un albero. Puoi selezionare un elemento facendo clic con il mouse. Normalmente le directory sono collassate. È possibile espanderle e collassarle con un clic su "+"/"-" o con un doppio clic sull elemento o usando i tasti sinistra/destra. Il menu "Directory" contiene inoltre due azioni "Chiudi sottodirectory" e "Apri sottodirectory" con le quali puoi collassare o espandere tutte le directory in una sola volta. Se fai doppio clic sopra un file allora la comparazione verrà avviata e apparirà la finestra di verifica file. L immagine nella colonna riflette il tipo di file nella prima directory ("A"). Può essere una di queste: File normale Directory normale (Immagine della directory) Collegamento ad un file (Immagine del file con una freccia di collegamento) Collegamento ad una directory (Immagine della directory con una freccia di collegamento) Se il tipo di file è diverso nelle altre directory allora questo è visibile nelle colonne A/B/C e nella finestra che mostra i dettagli dell elemento selezionato. Nota che in questo caso nessuna operazione di fusione potrà essere selezionata automaticamente. Quando la fusione partirà l utente sarà informato di questo problema. Le colonne A/B/C e lo schema dei colori Come si può vedere, nell immagine sopra, i colori rosso, verde, giallo e nero sono utilizzati nelle colonne A/B/C. Nero: Questo elemento non esiste in questa directory. Verde: Elemento più recente. Giallo: Più vecchio del verde, più recente del rosso. 27

La finestra di Avvio di Excel

La finestra di Avvio di Excel Con Excel si possono fare molte cose, ma alla base di tutto c è il foglio di lavoro. Lavorare con Excel significa essenzialmente immettere numeri in un foglio di lavoro ed eseguire calcoli sui numeri immessi.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Roberto Giacomelli. Guida tematica alla riga di comando. g u It

Roberto Giacomelli. Guida tematica alla riga di comando. g u It Roberto Giacomelli Guida tematica alla riga di comando b g u It Gruppo Utilizzatori b b Italiani di b TEX 2014/03/14 v.1.2.3 Associati anche tu al g u It Fai click per associarti L associazione per la

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Il Tutorial per BlueJ

Il Tutorial per BlueJ Il Tutorial per BlueJ Versione 1.4 per BlueJ Versione 1.2.x Michael Kölling Mærsk Institute University of Southern Denmark Tradotto in italiano da Vito Di Viggiano, Orlando Demauro, Gianluca Leo, Gianpaolo

Dettagli

Guida di Riferimento

Guida di Riferimento Guida di Riferimento Capitoli 1: STATISTICA: Panoramica Generale 1 2: Esempi Passo-Passo 9 Analitici 11 Gestione dei Dati 79 Installazioni Enterprise 107 3: Interfaccia Utente 139 4: Output delle Analisi

Dettagli

QuestBase. Crea, gestisci, analizza questionari, test, esami e sondaggi. Guida introduttiva

QuestBase. Crea, gestisci, analizza questionari, test, esami e sondaggi. Guida introduttiva QuestBase Crea, gestisci, analizza questionari, test, esami e sondaggi Guida introduttiva Hai poco tempo a disposizione? Allora leggi soltanto i capitoli evidenziati in giallo, sono il tuo bignami! Stai

Dettagli

Lezione 1. 1 All inizio di ogni capitolo vengono indicati gli obiettivi della lezione sotto forma di domande la cui risposta è lo scopo

Lezione 1. 1 All inizio di ogni capitolo vengono indicati gli obiettivi della lezione sotto forma di domande la cui risposta è lo scopo Lezione 1 Obiettivi della lezione: 1 Cos è un calcolatore? Cosa c è dentro un calcolatore? Come funziona un calcolatore? Quanti tipi di calcolatori esistono? Il calcolatore nella accezione più generale

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

ipod nano Guida alle funzionalità

ipod nano Guida alle funzionalità ipod nano Guida alle funzionalità 1 Indice Capitolo 1 4 Nozioni di base di ipod nano 5 Panoramica su ipod nano 5 Utilizzare i controlli di ipod nano 7 Disabilitare i controlli di ipod nano 8 Utilizzare

Dettagli

NONNI SU INTERNET. Guida pratica all uso del PC. Fondazione Mondo Digitale

NONNI SU INTERNET. Guida pratica all uso del PC. Fondazione Mondo Digitale Nonni su Internet NONNI SU INTERNET Guida pratica all uso del PC Fondazione Mondo Digitale Guida pratica all uso del PC Questo manuale è a cura della Fondazione Mondo Digitale, con la supervisione del

Dettagli

per Scanner Serie 4800/2400

per Scanner Serie 4800/2400 Agosto, 2003 Guida d installazione e guida utente per Scanner Serie 4800/2400 Copyright 2003 Visioneer. Tutti i diritti riservati. La protezione reclamata per il copyright include tutte le forme, gli aspetti

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

Mosè Giordano, Pietro Giuffrida. git commit -m"l A TEX" Una guida introduttiva a Git per progetti LATEX. g u It

Mosè Giordano, Pietro Giuffrida. git commit -ml A TEX Una guida introduttiva a Git per progetti LATEX. g u It Mosè Giordano, Pietro Giuffrida git commit -m"l A TEX" GIT 4 LATEX Una guida introduttiva a Git per progetti LATEX b g u It Gruppo Utilizzatori b b Italiani di b TEX v.1.0 del 2013/10/29 Licenza d uso

Dettagli

Programmare Con wxdev-c++

Programmare Con wxdev-c++ Programmare Con wxdev-c++ Uso di wxdev-c++ per la Programmazione ed il Debugging Elementi di Programmazione C e C++ Uso delle wxwidgets con wxdev-c++ Risposte a Domande Frequenti Codice Sorgente Disponibile

Dettagli

Non tutto, ma un po di tutto

Non tutto, ma un po di tutto ALFREDO MANGIA Non tutto, ma un po di tutto Nozioni fondamentali per conoscere e usare un foglio di calcolo. Corso di alfabetizzazione all informatica Settembre 2004 SCUOLA MEDIA GARIBALDI Genzano di Roma

Dettagli

GUIDA PROVVISORIA: versione 1.0.5 ATTENZIONE: Non tutte le features sono ancora elencate in questa guida. Saranno inserite di volta in volta dopo la

GUIDA PROVVISORIA: versione 1.0.5 ATTENZIONE: Non tutte le features sono ancora elencate in questa guida. Saranno inserite di volta in volta dopo la GUIDA PROVVISORIA: versione 1.0.5 ATTENZIONE: Non tutte le features sono ancora elencate in questa guida. Saranno inserite di volta in volta dopo la pubblicazione dei componenti. Invitiamo gli utenti a

Dettagli

ipod shuffle Manuale Utente

ipod shuffle Manuale Utente ipod shuffle Manuale Utente 1 Indice Capitolo 1 3 Informazioni su ipod shuffle Capitolo 2 5 Nozioni di base di ipod shuffle 5 Panoramica su ipod shuffle 6 Utilizzare i controlli di ipod shuffle 7 Collegare

Dettagli

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n. 1x1 qs-stat Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.: PD-0012 Copyright 2010 Q-DAS GmbH & Co. KG Eisleber Str. 2 D - 69469 Weinheim

Dettagli

Introduzione a STATA. Silvia Sartorelli. Dipartimento di Scienze Statistiche Università di Padova

Introduzione a STATA. Silvia Sartorelli. Dipartimento di Scienze Statistiche Università di Padova Introduzione a STATA Silvia Sartorelli Dipartimento di Scienze Statistiche Università di Padova Indice 1 Struttura e sintassi 3 1.1 Introduzione.............................. 3 1.2 Indicazioni tipografiche........................

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

GUIDA alla stesura finale della TESI

GUIDA alla stesura finale della TESI GUIDA alla stesura finale della TESI qualche consiglio utile Ascoltando da più di trent anni le Vostre domande relative all impaginazione della tesi, abbiamo pensato che la nostra professionalità acquisita

Dettagli

Gestione Fascicoli Guida Utente

Gestione Fascicoli Guida Utente Gestione Fascicoli Guida Utente Versione 2.3 Guida Utente all uso di Gestione Fascicoli AVVOCATI Sommario Premessa... 4 Struttura... 5 Pagamento fascicoli... 9 Anagrafica Avvocati... 17 1.1 Inserimento

Dettagli

OJS in un ora. Introduzione a Open Journal Systems Versione 2.1. OJS in un ora. Ultimo aggiornamento: maggio 2007

OJS in un ora. Introduzione a Open Journal Systems Versione 2.1. OJS in un ora. Ultimo aggiornamento: maggio 2007 OJS in un ora Introduzione a Open Journal Systems Versione 2.1 Ultimo aggiornamento: maggio 2007 OJS in un ora 1 Open Journal Systems è un iniziativa di ricerca sviluppata dal Public Knowledge Project

Dettagli