ESITO CHIAMATE NUMERO VERDE AVIS TOSCANA. Anni

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESITO CHIAMATE NUMERO VERDE AVIS TOSCANA. Anni 2001-2002"

Transcript

1 CONVENZIONE TIROCINIO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO CON L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE - FACOLTA DI LETTERE ESITO CHIAMATE NUMERO VERDE AVIS TOSCANA Anni Firenze, Marzo 2004 Elaborazione Dati: Stagista Valentina Nocentini Coordinamento: Donata Marangio

2 Esito chiamate anni 2001/2002 L'indagine svolta sull'esito delle chiamate al Numero Verde effettuate da varie località dalla Toscana nel biennio ha avuto un esito positivo. AVIS Regionale Toscana - Assemblea Regionale

3 Tabella n.1 Esito Presentazioni anni Azienda Sanitaria Chiamate Presentazioni % Presentazioni (Analisi) AZ. SANITARIA 1 MASSA CARRARA ,00% AZ. SANITARIA 2 LUCCA, 12 VIAREGGIO ,45% AZ. SANITARIA 3 PISTOIA ,63% AZ. SANITARIA 4 PRATO ,41% AZ. SANITARIA 5 PISA, AZ. OSPEDALIERA PISANA ,00% AZ. SANITARIA 6 LIVORNO ,00% AZ. SANITARIA 7 SIENA, AZ. OSPEDALIERA SENESE ,33% AZ. SANITARIA 8 AREZZO ,00% AZ. SANITARIA 9 GROSSETO ,67% AZ. SANITARIA 10 FIRENZE, AZ. OSP. CAREGGI E MEYER ,02% AZ. SANITARIA 11 EMPOLI ,00% TOTALE AZIENDE SANITARIE TOSCANE ,39% LEGENDA: Presentazioni (Analisi) = Sulla base delle chiamate ricevute nel biennio , numero di utenti aspiranti donatori che si sono presentati ai Centri Trasfusionali ed hanno effettuato almeno la visita medica

4 Tabella n.2- Esito Iscrizioni anni Azienda Sanitaria Presentazioni Donazioni Iscrizioni Iscrizioni altre % Iscrizioni (Analisi) Avis associazioni Avis AZ. SANITARIA 1 MASSA CARRARA ,00% AZ. SANITARIA 2 LUCCA, 12 VIAREGGIO ,00% AZ. SANITARIA 3 PISTOIA ,65% AZ. SANITARIA 4 PRATO ,77% AZ. SANITARIA 5 PISA, AZ. OSPEDALIERA PISANA ,23% AZ. SANITARIA 6 LIVORNO ,33% AZ. SANITARIA 7 SIENA, AZ. OSPEDALIERA SENESE ,14% AZ. SANITARIA 8 AREZZO ,35% AZ. SANITARIA 9 GROSSETO ,33% AZ. SANITARIA 10 FIRENZE, AZ. OSP. CAREGGI E MEYER ,78% AZ. SANITARIA 11 EMPOLI ,29% TOTALE AZIENDE SANITARIE TOSCANE ,67% LEGENDA: Donazioni = Numero di utenti del Numero Verde che hanno effettuato la donazione dopo la visita ai Centri Trasfusionali Iscrizioni AVIS = Numero dei donatori che si sono iscritti ad AVIS, dopo aver effettuato la donazione, tra coloro che si sono presentati ai Centri Trasfusionali Iscrizioni altre Associazioni = Numero di donatori che non si sono iscritti ad AVIS, ma ad altre associazioni

5 Quante presentazioni? Il 60,39% degli aspiranti donatori che hanno chiamato nei due anni si sono presentati nei centri trasfusionali per effettuare le prime visite e analisi. AVIS Regionale Toscana - Assemblea Regionale

6 Rapporto Presentazioni/Chiamate anni 2001/2002 Totale Chiamate = Presentazioni pari al 60,39% delle Chiamate Presentazioni (Analisi)

7 Quante iscrizioni? L'82,67% di quanti hanno effettuato almeno la visita medica ha donato e si è iscritto ad Avis. AVIS Regionale Toscana - Assemblea Regionale

8 Rapporto Iscrizioni /Presentazioni anni 2001/2002 Totale Presentazioni = 375 6% Altri 11% Inidonei 310 Iscrizioni AVIS pari all''83% delle Presentazioni Iscrizioni Avis Iscrizioni altre associazioni Inidonei

9 E il risultato del 2003? Ad oggi il dato sulle presentazioni e donazioni non può ritenersi definitivo, perché spesso tra una chiamata ed una presentazione intercorrono molti mesi. AVIS Regionale Toscana - Assemblea Regionale

10 Buone premesse... Fino ad oggi, comunque, l'indagine sull'esito nel 2003 risulta ancora più "incoraggiante". Su un totale di 499 aspiranti donatori, 276 (il 55%) si sono presentati ai centri trasfusionali e di essi, 222 (l 80%) ha donato e si è iscritto ad Avis. AVIS Regionale Toscana - Assemblea Regionale

11 Monitoraggio delle Presentazioni e delle Iscrizioni relative alle Chiamate 2003 al 31/03/04 Totali Chiamate = Presentazioni pari al 55% delle Chiamate Presentazioni (Analisi) Totale Presentazioni = Iscrizioni pari all' 80% delle Presentazioni Iscrizioni Avis AVIS Regionale Toscana - Assemblea Regionale

12 LAVORO DI GRUPPO Il ruolo delle sezioni AVIS è molto importante per recuperare persone che, pur avendo dichiarato il proprio interesse alla donazione, per svariate ragioni non si sono presentate. AVIS Regionale Toscana - Assemblea Regionale

13 ???????????? Con un forte impegno delle sezioni nel coinvolgere, seguire ed assistere gli aspiranti donatori, si auspica di raggiungere quota 70% nella percentuale di presentazioni, con la quasi totalità di nuovi donatori iscritti ad Avis. AVIS Regionale Toscana - Assemblea Regionale

14 THE END AVIS Regionale Toscana - Assemblea Regionale

RMN e TAC Tempi medi di Attesa e numero di prenotazioni a Livello Regionale - ANNI 2012-2014

RMN e TAC Tempi medi di Attesa e numero di prenotazioni a Livello Regionale - ANNI 2012-2014 Tempi medi di Attesa e numero di a Livello Regionale - ANNI 2012-2014 I dati dell'anno 2014 sono aggiornati fino al mese di: Settembre Raggruppamento Numero prestazioni 2012 2013 2014 entro 30 gg entro

Dettagli

A cura del Laboratorio Management e Sanità. Responsabile scientifico del progetto: Prof.ssa Sabina Nuti. Referente: Francesca Sanna

A cura del Laboratorio Management e Sanità. Responsabile scientifico del progetto: Prof.ssa Sabina Nuti. Referente: Francesca Sanna Sistema di Valutazione della Performance della Sanità Toscana Indagine di clima Interno Ausl 3 Pistoia Questionario Responsabili Anno 2012 A cura del Laboratorio Management e Sanità Responsabile scientifico

Dettagli

La partecipazione dei cittadini: l esperienza della Regione Toscana

La partecipazione dei cittadini: l esperienza della Regione Toscana CESVOT Associazione Voglia di vivere Conoscere per scegliere: orientarsi in salute e sanità Corso di formazione per volontari La partecipazione dei cittadini: l esperienza della Regione Toscana Pistoia,

Dettagli

Continuità Ospedale-territorio in Pronto Soccorso: una esperienza nella Azienda USL 3 Pistoia. Dott.ssa Turco Lucia Direttore Sanitario Azienda USL 3

Continuità Ospedale-territorio in Pronto Soccorso: una esperienza nella Azienda USL 3 Pistoia. Dott.ssa Turco Lucia Direttore Sanitario Azienda USL 3 Continuità Ospedale-territorio in Pronto Soccorso: una esperienza nella Azienda USL 3 Pistoia Dott.ssa Turco Lucia Direttore Sanitario Azienda USL 3 Continuità Ospedale -Territorio in Pronto Soccorso Obiettivo

Dettagli

A cura del Laboratorio Management e Sanità. Responsabile scientifico del progetto: Prof.ssa Sabina Nuti. Referente: Francesca Sanna

A cura del Laboratorio Management e Sanità. Responsabile scientifico del progetto: Prof.ssa Sabina Nuti. Referente: Francesca Sanna Sistema di Valutazione della Performance della Sanità Toscana Indagine di clima Interno Ausl 6 Livorno Questionario Dipendenti Anno 2012 A cura del Laboratorio Management e Sanità Responsabile scientifico

Dettagli

46 Brigata Aerea Pisa

46 Brigata Aerea Pisa Riservato a tutti i dipendenti della: 46 Brigata Aerea Pisa Riservato a tutti i :CARABINIERI Della Reg. Toscana Riservato a tutti i dipendenti: Aeroporto Militare Firenze ISMA Riservato a tutti i dipendenti:

Dettagli

828 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 2 del 14.1.2015

828 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 2 del 14.1.2015 828 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 2 del 14.1.2015 Direzione Generale Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Area di Coordinamento Politiche di Solidarietà Sociale e Integrazione

Dettagli

ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ARS TOSCANA

ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ARS TOSCANA DOTT. GIOVANNI BARBAGLI Presidente ARS Toscana ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ARS TOSCANA Dai valori e dai principi generali del Piano sanitario regionale toscano all organizzazione dell offerta

Dettagli

Sistema Trasfusionale Toscano PROGRAMMAZIONE ATTIVITA TRASFUSIONALI Anno 2012

Sistema Trasfusionale Toscano PROGRAMMAZIONE ATTIVITA TRASFUSIONALI Anno 2012 Allegato A Sistema Trasfusionale Toscano PROGRAMMAZIONE ATTIVITA TRASFUSIONALI Anno 2012 Il Sistema Trasfusionale Toscano è un sistema complesso che costituisce un efficiente modello di rete i cui nodi

Dettagli

Convegno HIV ed AIDS in Toscana: un'epidemia sotto controllo? Firenze, 29 novembre 2012

Convegno HIV ed AIDS in Toscana: un'epidemia sotto controllo? Firenze, 29 novembre 2012 Convegno HIV ed AIDS in Toscana: un'epidemia sotto controllo? Firenze, 29 novembre 2012 IL SISTEMA DI MONITORAGGIO HIV/AIDS IN TOSCANA E IL NUOVO APPLICATIVO WEB Fabio Voller Osservatorio di Epidemiologia,

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 09-11-2015 (punto N 26 ) Delibera N 1061 del 09-11-2015 Proponente STEFANIA SACCARDI DIREZIONE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

La Regione Toscana contro il dolore. Il controllo e la cura del dolore sono diritti del cittadino

La Regione Toscana contro il dolore. Il controllo e la cura del dolore sono diritti del cittadino La Regione Toscana contro il dolore Il controllo e la cura del dolore sono diritti del cittadino Indice Insieme per curare il dolore inutile Misurare il dolore Controllare il dolore La morfina non è una

Dettagli

SEZIONE I. CONSIGLIO REGIONALE - Deliberazioni. 2 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 25 del 20.6.2007

SEZIONE I. CONSIGLIO REGIONALE - Deliberazioni. 2 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 25 del 20.6.2007 2 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 25 del 20.6.2007 SEZIONE I CONSIGLIO REGIONALE - Deliberazioni DELIBERAZIONE 16 maggio 2007, n. 54 Piano faunistico-venatorio 2007-2010. Il

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 06-10-2014 (punto N 20 ) Delibera N 822 del 06-10-2014 Proponente LUIGI MARRONI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

Partita IVA Codice fiscale Importo Tipol ogia debit o corr ente o capit ale

Partita IVA Codice fiscale Importo Tipol ogia debit o corr ente o capit ale PROSPETTO 2: Piano dei pagamenti dei debiti certi liquidi ed esigibili ai sensi del DLgs 35/2013 convertito in legge il 6 giugno 2013 n. 64 - Per classi di debito. Azienda Numero fattura Data fattura Data

Dettagli

VERBALE INCONTRO DI COORDINAMENTO REGIONALE HPH DEL GIORNO 22.06.2006

VERBALE INCONTRO DI COORDINAMENTO REGIONALE HPH DEL GIORNO 22.06.2006 VERBALE INCONTRO DI COORDINAMENTO REGIONALE HPH DEL GIORNO 22.06.2006 Il giorno 22 giugno 2006, tra le ore 10.00 e le ore 13.00, a Firenze, presso la Sala del Caminetto dell AOU Meyer di Firenze, si è

Dettagli

Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T di Prato. Tab.5.15: Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T di Prato per classi di età

Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T di Prato. Tab.5.15: Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T di Prato per classi di età Tab.5.14: Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T di Prato Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T di Prato Nuovi utenti 72 48 44 51 106 133 Proporzione di maschi (nuovi utenti) 93% 92% 86% 78% 84%

Dettagli

Violenza di genere in provincia di Siena Le domande di aiuto ai Centri Antiviolenza. Evoluzione del fenomeno e dinamiche recenti

Violenza di genere in provincia di Siena Le domande di aiuto ai Centri Antiviolenza. Evoluzione del fenomeno e dinamiche recenti Provincia di Siena Osservatorio Sociale Provinciale Violenza di genere in provincia di Siena Le domande di aiuto ai Centri Antiviolenza. Evoluzione del fenomeno e dinamiche recenti Moreno Toigo (OPS Siena)

Dettagli

Istituto Tumori Toscano ITT

Istituto Tumori Toscano ITT Istituto Tumori Toscano ITT Il percorso normativo Azione Progr. per l oncologia 1998 P.S.R. Istituzione Coordinamento Rete Oncologica 2001 P.S.R. 2002 Istituto Toscano Tumori Istituzione delle UU.OO. di

Dettagli

ALLEGATO 1bis Centri Regionali specialistici idonei al rilascio dello specifico Piano Terapeutico AIFA per i farmaci a base di:

ALLEGATO 1bis Centri Regionali specialistici idonei al rilascio dello specifico Piano Terapeutico AIFA per i farmaci a base di: ALLEGATO 1bis Centri Regionali specialistici idonei al rilascio dello specifico Piano Terapeutico AIFA per i farmaci a base di: Ex Nota AIFA N. 9 bis Principio Attivo: CLOPIDOGREL Azienda USL 1 Massa Carrara

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 08-10-2013 (punto N 15 ) Delibera N 816 del 08-10-2013 Proponente LUIGI MARRONI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

SUBTOTALE 201,44 4,03 18,61 26,45 59,23 88,95 0,00 4,17 15,82

SUBTOTALE 201,44 4,03 18,61 26,45 59,23 88,95 0,00 4,17 15,82 PRATO - IMPORTO RENDICONTATO RIVERSAMENTI NETTI RIFERITI ADA CODICE ACCERTAMENTI ESISTENTI IMPUTAZIONE SU N. DEBITORE A RESIDUO (COLONNA A) ACC. SU CAP. 10 IMPORTO RENDICONTATO RIVERSAMENTI NETTI RILEVAZIONE

Dettagli

ALLEGATO 1bis Centri Regionali specialistici idonei al rilascio dello specifico Piano Terapeutico AIFA per i farmaci a base di:

ALLEGATO 1bis Centri Regionali specialistici idonei al rilascio dello specifico Piano Terapeutico AIFA per i farmaci a base di: ALLEGATO 1bis Centri Regionali specialistici idonei al rilascio dello specifico Piano Terapeutico AIFA per i farmaci a base di: Ex Nota AIFA N. 9 bis Principio Attivo: CLOPIDOGREL Azienda USL 1 Massa Carrara

Dettagli

Organizzazione del 118 Toscana

Organizzazione del 118 Toscana Organizzazione del 118 Toscana Sistema 118 in Toscana Sistema complesso ed integrato d.p.r. 27 marzo 1992 la creazione di un sistema di Emergenza Urgenza Sanitaria strutturato: Fase di Allarme e prima

Dettagli

Il Sistema Con-Trat-To

Il Sistema Con-Trat-To Il Sistema Con-Trat-To (Contro la Tratta in Toscana) Un sistema regionale per il contrasto della tratta e del traffico di esseri umani Regione Toscana - Area di Coordinamento Politiche Sociali di tutela,

Dettagli

ALLEGATO 1bis Centri Regionali specialistici idonei al rilascio dello specifico Piano Terapeutico AIFA per i farmaci a base di:

ALLEGATO 1bis Centri Regionali specialistici idonei al rilascio dello specifico Piano Terapeutico AIFA per i farmaci a base di: ALLEGATO 1bis Centri Regionali specialistici idonei al rilascio dello specifico Piano Terapeutico AIFA per i farmaci a base di: Ex Nota AIFA N. 9 bis Principio Attivo: CLOPIDOGREL Azienda USL 1 Massa Carrara

Dettagli

ADISCO IN TOSCANA BANCHE IN TOSCANA

ADISCO IN TOSCANA BANCHE IN TOSCANA ADISCO IN TOSCANA BANCHE IN TOSCANA Sezione Regionale Toscana O.N.L.U.S. Via del Lazzeretto 168/15 59100 Prato (PO) C.P. 340 Tel. e fax 0574.540002 - Cell. 335.1341929 e-mail: segreteria@ adiscotoscana.it

Dettagli

Toscana. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Toscana. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Toscana N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Bologna - Firenze 6581 Bologna Centrale 06:15 Prato Centrale 11521 Bologna Centrale 06:40 Prato Centrale 6599 Bologna Centrale

Dettagli

L impegno del Pronto Soccorso dell AOUP nell accoglienza delle vittime di violenza Dr. Eugenio Orsitto Direttore D.E.U.

L impegno del Pronto Soccorso dell AOUP nell accoglienza delle vittime di violenza Dr. Eugenio Orsitto Direttore D.E.U. L impegno del Pronto Soccorso dell AOUP nell accoglienza delle vittime di violenza Dr. Eugenio Orsitto Direttore D.E.U. CODICE ROSA. GESTIONE DELLE VITTIME DI VIOLENZA: UN PERCORSO DALL OSPEDALE AL TERRITORIO

Dettagli

Toscana. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note

Toscana. N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Toscana N. treno Stazione di partenza Ora part. Stazione di arrivo Note Linea Bologna - Firenze 6581 Bologna Centrale 06:15 Prato Centrale 11521 Bologna Centrale 06:40 Prato Centrale Si effettua nei lavorativi

Dettagli

Le cooperative sociali in provincia di Lucca

Le cooperative sociali in provincia di Lucca PROVINCIA DI LUCCA SERVIZIO POLITICHE GIOVANILI, SOCIALI E SPORTIVE Le cooperative sociali in provincia di Risultati della rilevazione online 20 Alcune statistiche 202 Le Le cooperative sociali in provincia

Dettagli

IL PERCORSO NASCITA :

IL PERCORSO NASCITA : IL PERCORSO NASCITA : RISULTATI DELLO STUDIO IN TOSCANA Veronica Casotto, Marina Cuttini, Eva Buiatti Osservatorio di Epidemiologia, Agenzia Regionale di Sanità della Toscana Irene Genovese Unità Funzionale

Dettagli

Violenza di genere in provincia di Siena Le domande di aiuto ai Centri Antiviolenza. Evoluzione del fenomeno e dinamiche recenti

Violenza di genere in provincia di Siena Le domande di aiuto ai Centri Antiviolenza. Evoluzione del fenomeno e dinamiche recenti Provincia di Siena Osservatorio Sociale Provinciale Violenza di genere in provincia di Siena Le domande di aiuto ai Centri Antiviolenza. Evoluzione del fenomeno e dinamiche recenti Moreno Toigo (OPS Siena)

Dettagli

SOCIETA TOSCANA AEROPORTI SPA. SOCIETA AEROPORTO TOSCANO GALILEO GALILEI (S.A.T.) S.p.A.

SOCIETA TOSCANA AEROPORTI SPA. SOCIETA AEROPORTO TOSCANO GALILEO GALILEI (S.A.T.) S.p.A. Capitale Sociale SOCIETA TOSCANA AEROPORTI SPA Toscana Aeroporti S.p.A. rende nota la nuova composizione del capitale sociale al 1 giugno 2015 (interamente sottoscritto e versato), a seguito dell efficacia

Dettagli

Per i diritti dei cittadini. una rete a sostegno dei più deboli

Per i diritti dei cittadini. una rete a sostegno dei più deboli Per i diritti dei cittadini una rete a sostegno dei più deboli Una rete per i diritti un servizio per i cittadini Cesvot e Difensore civico regionale hanno siglato nel 2011 un protocollo d intesa con l

Dettagli

I servizi minimi garantiti per legge, nei soli giorni feriali, sono individuati per linea,numero di treno e orario effettivo di partenza.

I servizi minimi garantiti per legge, nei soli giorni feriali, sono individuati per linea,numero di treno e orario effettivo di partenza. Servizi minimi garantiti del trasporto locale nelle fasce orarie di maggiore frequentazione ( dalle ore 06.00 alle ore 09.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00 dei giorni feriali) I servizi minimi garantiti

Dettagli

Gruppo Arezzo 5 ANDATA RITORNO. Stazione di Partenza: Treno speciale n 31380. Partenza ore: 11,35 Arrivo a Viareggio: 15,29. Treno speciale n 31391

Gruppo Arezzo 5 ANDATA RITORNO. Stazione di Partenza: Treno speciale n 31380. Partenza ore: 11,35 Arrivo a Viareggio: 15,29. Treno speciale n 31391 Gruppo Arezzo 5 AREZZO Treno speciale n 31380 Partenza ore: 11,35 Arrivo a Viareggio: 15,29 Treno speciale n 31391 Partenza ore: 16,30 Arrivo a Arezzo: 20,05 Gruppo Arezzo 8 AREZZO Treno speciale n 31380

Dettagli

DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI SOLIDARIETA'

DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI SOLIDARIETA' REGIONE TOSCANA-GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI SOLIDARIETA' AREA DI COORDINAMENTO SANITA' SETTORE MEDICINA PREDITTIVA-PREVENTIVA Il Dirigente Responsabile/ Il Responsabile

Dettagli

Elaborazione dati: Simone Becciolini Si ringraziano per la collaborazione Coordinamento: Donata Marangio Claudia Martelli e Maurizio Ferrini

Elaborazione dati: Simone Becciolini Si ringraziano per la collaborazione Coordinamento: Donata Marangio Claudia Martelli e Maurizio Ferrini QUESTIONARIO VALUTAZIONE SODDISFAZIONE Elaborazione dati: Simone Becciolini Si ringraziano per la collaborazione Coordinamento: Donata Marangio Claudia Martelli e Maurizio Ferrini MAM 03 - Maggio 2007

Dettagli

2/3 - Cantieri di Cittadinanza: educare alla legalità e costruire partecipazione

2/3 - Cantieri di Cittadinanza: educare alla legalità e costruire partecipazione Regione Toscana Bando 2014 Contributi regionali per la promozione della cultura della legalità democratica www.regione.toscana.it/bandolegalita Progetti di educazione alla legalità offerti alle scuole

Dettagli

Le politiche regolative regionali in materia di offerta cinematografica

Le politiche regolative regionali in materia di offerta cinematografica Consiglio Regionale della Toscana Settembre 007 Note informative sull attuazione delle politiche regionali n. 8 a cura del Settore Analisi della normazione Le politiche regolative regionali in materia

Dettagli

TEMPI DI ATTESA DIAGNOSTICA: RMN, TAC

TEMPI DI ATTESA DIAGNOSTICA: RMN, TAC TEMPI DI ATTESA DIAGNOSTICA: RMN, TAC Anno 2014 Gennaio - Dicembre La Delibera G.R.T. n.867 del 20.11.2006 ha stabilito che le Aziende sanitarie sono tenute a garantire entro un tempo massimo di attesa

Dettagli

TRIO Scuola Sicura un esperienza innovativa

TRIO Scuola Sicura un esperienza innovativa TRIO Scuola Sicura un esperienza innovativa Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema Roberto Bandinelli Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema Formazione alla

Dettagli

Guida ai servizi sanitari per l emergenza-urgenza in Toscana

Guida ai servizi sanitari per l emergenza-urgenza in Toscana Regione Toscana Guida ai servizi sanitari per l emergenza-urgenza in Toscana Informazioni e numeri utili Lucca Montecatini Terme Fiesole Pistoia Firenze In occasione dei Mondiali di ciclismo 2013 Toscana,

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 07-04-2015 (punto N 80 ) Delibera N 509 del 07-04-2015 Proponente LUIGI MARRONI STEFANIA SACCARDI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA

Dettagli

Affidamento familiare: uno sguardo d insieme sulla realtà umbra

Affidamento familiare: uno sguardo d insieme sulla realtà umbra Affidamento familiare: uno sguardo d insieme sulla realtà umbra Un Percorso nell Affido Seminario di Restituzione Istituto Degli Innocenti, Firenze, 21 giugno 2011 A cura di: Servizio Affidi Comune di

Dettagli

Coordinatore GdL Siti Web per ESTAR. Docente corsi di programmazione componenti JoomlaHost.it e Joomla.it

Coordinatore GdL Siti Web per ESTAR. Docente corsi di programmazione componenti JoomlaHost.it e Joomla.it Coordinatore GdL Siti Web per ESTAR Docente corsi di programmazione componenti JoomlaHost.it e Joomla.it mail: info@davidfrassi.it sito: http://www.davidfrassi.it twitter: https://twitter.com/davidfrassi

Dettagli

260 26.3.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 13

260 26.3.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 13 260 26.3.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 13 Direzione Generale Politiche Territoriali e Ambientali Area di Coordinamento Prevenzione Integrata degli Inquinamenti e Programmazione

Dettagli

Sezione 5: La Formazione

Sezione 5: La Formazione Sezione 5: La Formazione La formazione Quest'azienda offre opportunitã di formazione Risposte (1 - totalmente in disaccordo, 5 - totalmente d'accordo) (a) Asl 1 Massa Carrara 142 9,59% 249 16,82% 383 25,88%

Dettagli

TEMPI DI ATTESA DIAGNOSTICA: ECOGRAFIA ADDOME e ECOCOLOR DOPPLER

TEMPI DI ATTESA DIAGNOSTICA: ECOGRAFIA ADDOME e ECOCOLOR DOPPLER TEMPI DI ATTESA DIAGNOSTICA: ECOGRAFIA ADDOME e ECOCOLOR DOPPLER Anno 2014 Gennaio - Dicembre La Delibera G.R.T. n.867 del 20.11.2006 ha stabilito che le Aziende sanitarie sono tenute a garantire entro

Dettagli

Cesvot insieme a Crescit per promuovere il Servizio Civile Regionale nelle associazioni. SERVIZIO CIVILE

Cesvot insieme a Crescit per promuovere il Servizio Civile Regionale nelle associazioni. SERVIZIO CIVILE Cesvot insieme a Crescit per promuovere il Servizio Civile Regionale nelle associazioni. SERVIZIO CIVILE Cesvot insieme a CRESCIT per promuovere il SERVIZIO CIVILE REGIONALE nelle Associazioni foto di

Dettagli

PIANO STRATEGICO PROVINCIALE PER LA

PIANO STRATEGICO PROVINCIALE PER LA PIANO STRATEGICO PROVINCIALE PER LA RIDUZIONE DEL RANDAGISMO CANINO http://www.ibriwolf.it/ PIANO STRATEGICO PROVINCIALE per la RIDUZIONE del RANDAGISMO CANINO documento di pianificazione di carattere

Dettagli

COMUNE di EMPOLI. Servizio Edilizia Privata. Comune di Bagno a Ripoli. comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it. Comune di Barberino di Mugello

COMUNE di EMPOLI. Servizio Edilizia Privata. Comune di Bagno a Ripoli. comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it. Comune di Barberino di Mugello COMUNE di EMPOLI Servizio Edilizia Privata Empoli, 07/07/2015 A: Comune di Bagno a Ripoli comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it Comune di Barberino di Mugello barberino-di-mugello@postacert.toscana.it

Dettagli

17.2.2010 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 7 DELIBERAZIONE 8 febbraio 2010, n. 122

17.2.2010 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 7 DELIBERAZIONE 8 febbraio 2010, n. 122 17.2.2010 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 7 DELIBERAZIONE 8 febbraio 2010, n. 122 D.G.R. n. 316/2007 relativa all accordo per la riduzione delle emissioni inquinanti e la prevenzione

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 476 DEL 05/05/2016

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 476 DEL 05/05/2016 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 476 DEL 05/05/2016 Il Direttore Generale, Dott. Enrico Desideri su proposta della struttura aziendale Direttore Amministrativo adotta la seguente deliberazione: OGGETTO:

Dettagli

Comitato ARCI Tipo di Attività Descrizione Note Siena. Pistoia. Cecina

Comitato ARCI Tipo di Attività Descrizione Note Siena. Pistoia. Cecina Comitato ARCI Tipo di Attività Descrizione Note Siena -Lingua e Cultura italiana per donne straniere. -Danze e culture straniere. -Festival dei Popoli 4 giorni. -Presentazioni della Costituzione italiana

Dettagli

AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE: IL RUOLO DEL CREDITO AGRARIO

AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE: IL RUOLO DEL CREDITO AGRARIO Convegno CREDITO E PICCOLA IMPRESA Grosseto, 4 aprile 23 AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE: IL RUOLO DEL CREDITO AGRARIO Silvia Scaramuzzi Dipartimento di Scienze Economiche - Università di Firenze Agricoltura

Dettagli

Gestione del personale della scuola, servizi informatici e comunicazione

Gestione del personale della scuola, servizi informatici e comunicazione ALLEGATO A - ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE Il modulo di accettazione è stato predisposto per permettere agli aspiranti di esprimere nel massimo dettaglio possibile le proprie preferenze, anche nel caso

Dettagli

I DETERMINANTI DELL INFORTUNISTICA STRADALE TRA I GIOVANI TOSCANI

I DETERMINANTI DELL INFORTUNISTICA STRADALE TRA I GIOVANI TOSCANI La salute ai tempi della crisi XXXVI Congresso Annuale AIE Bari, 29 ottobre 2012 I DETERMINANTI DELL INFORTUNISTICA STRADALE TRA I GIOVANI TOSCANI Innocenti F, Voller F Settore Servizi Sociali Integrati

Dettagli

Epidemiologia dell ictus e della frattura di femore (in Toscana)

Epidemiologia dell ictus e della frattura di femore (in Toscana) Epidemiologia dell ictus e della frattura di femore (in Toscana) Dr. Alessandro Barchielli Unità di epidemiologia Asl 10 Firenze alessandro.barchielli@asf.toscana.it Causa principale di non autosufficienza

Dettagli

Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita

Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita A cura del Centro Studi Confindustria Toscana Qualche dato generale Gli investimenti diretti dall estero in Italia Secondo i dati dell Ufficio Italiano

Dettagli

1,5% Infrastrutture di base Indice di infrastrutture economiche

1,5% Infrastrutture di base Indice di infrastrutture economiche PRATO Valori medi 21-25 della media 1999-23 e 2-24. (Italia = 1) Umano e le politiche per migliorare il (Siemens-Ambrosetti, 23) Lucca, Siena, PratoArezzo, Livorno Massa Carrara, Pistoia Pisa Grosseto

Dettagli

PROCEDURE DI MOBILITA' AI SENSI DELL'ART. 30 DEL D.LGS. 165/2001 Situazione al mese di GENNAIO 2015 DECRETO ESITO PROCEDURA

PROCEDURE DI MOBILITA' AI SENSI DELL'ART. 30 DEL D.LGS. 165/2001 Situazione al mese di GENNAIO 2015 DECRETO ESITO PROCEDURA PROCEDURE DI MOBILITA' AI SENSI DELL'ART. 30 DEL D.LGS. 165/2001 Situazione al mese di GENNAIO 2015 PROCEDURA DI MOBILITA' DECRETO INDIZIONE DECRETO ESITO PROCEDURA SITUAZIONE AL 31.01.2015 Costo procedura

Dettagli

ELENCO DELLE STRUTTURE PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO TOSCANA

ELENCO DELLE STRUTTURE PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO TOSCANA Convenzioni CESIPc Tirocinio pagina 1 ELENCO DELLE STRUTTURE PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO REGIONE: TOSCANA Pagina Denominazione 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27

Dettagli

LA RICERCA EDIT: la rilevazione FABIO VOLLER

LA RICERCA EDIT: la rilevazione FABIO VOLLER LA RICERCA EDIT: la rilevazione FABIO VOLLER DALL Infortunistica stradale Attività e indicatori prodotti DALL ANALISI ANALISI DESCRITTIVA DEGLI EVENTI E DELLE CONSEGUENZE ALLA DESCRIZIONE ANALITICA DELL

Dettagli

I numeri del fotovoltaico in provincia di Pistoia

I numeri del fotovoltaico in provincia di Pistoia Premessa: I numeri del fotovoltaico in provincia di Pistoia Le schede seguenti si basano sui dati ufficiali forniti dal Gestore Servizi Elettrici alla data del 08/04/2011: questi dati sono da considerarsi

Dettagli

GRAVIDANZA E PARTO IN CIFRE

GRAVIDANZA E PARTO IN CIFRE GRAVIDANZA E PARTO IN CIFRE A cura di Monica Da Frè Settore Epidemiologia dei servizi sociali integrati Osservatorio di Epidemiologia ARS Toscana Estratto dalla Relazione sanitaria regionale 2006-2008

Dettagli

I percorsi assistenziali riabilitativi degli anziani con frattura di femore

I percorsi assistenziali riabilitativi degli anziani con frattura di femore La chirurgia dell anca Strumenti e metodi di valutazione della qualità dell assistenza Firenze, 4 aprile 2006 I percorsi assistenziali riabilitativi degli anziani con frattura di femore Paolo Francesconi

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze.

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. CURRICULUM VITAE Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. Titolo di Studio: Laurea Economia e Commercio conseguita il 17.04.1973 presso l Università

Dettagli

Archivio regionale dei neonati gravi pretermine Dati 2011 Convegno Regionale SIN Toscana Prato, 30 Novembre 2012

Archivio regionale dei neonati gravi pretermine Dati 2011 Convegno Regionale SIN Toscana Prato, 30 Novembre 2012 Archivio regionale dei neonati gravi pretermine Dati 2011 Convegno Regionale SIN Toscana Prato, 30 Novembre 2012 Franca Rusconi (1,2), Monia Puglia (2), Silvia Agostiniani (1) Livia Drovandi (1) (1) Unità

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 19-02-2014 (punto N 21 ) Delibera N 113 del 19-02-2014 Proponente VITTORIO BUGLI GIANFRANCO SIMONCINI ANNA RITA BRAMERINI ANNA MARSON

Dettagli

PROGETTI AZIENDALI DGR 1234/2014. Accanto al cittadino:sviluppo di azioni per l'accoglienza,

PROGETTI AZIENDALI DGR 1234/2014. Accanto al cittadino:sviluppo di azioni per l'accoglienza, USL 1 di Massa e Carrara USL 2 di Lucca USL 3 di Pistoia Usl 4 di Prato USL 5 di Pisa USL 6 di Livorno USL 7 di Siena USL 8 di Arezzo USL 9 di Grosseto USL 10 di Firenze USL 11 di Empoli Usl 12 di Viareggio

Dettagli

Le novità del nuovo regolamento D.P.G.R.T. 18 dicembre 2013 75/R

Le novità del nuovo regolamento D.P.G.R.T. 18 dicembre 2013 75/R Le novità del nuovo regolamento D.P.G.R.T. 18 dicembre 2013 75/R Lucca 30 Maggio 2014 Ing. Irene Chirizzi REGIONE TOSCANA Direzione Generale Diritti di cittadinanza e coesione sociale Settore Prevenzione

Dettagli

LA BANCA DEL LATTE MATERNO: UN ESPERIENZA DI RETE Barbini C., Falesi M., Chiarucci C., Polese A., Strambi M. Dipartimento di Pediatria, Ostetricia e Medicina della Riproduzione Università degli Studi di

Dettagli

«dalla valutazione del rischio alla presa in carico» Firenze, Villa la Quiete, 30 marzo 2015

«dalla valutazione del rischio alla presa in carico» Firenze, Villa la Quiete, 30 marzo 2015 «dalla valutazione del rischio alla presa in carico» Firenze, Villa la Quiete, 30 marzo 2015 Dott.ssa Graziella Franchi Direzione Sanitaria Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi Il Codice Rosa è un

Dettagli

Allattamento e posizione nel sonno nei primi 6 mesi di vita: l indagine nei centri vaccinali

Allattamento e posizione nel sonno nei primi 6 mesi di vita: l indagine nei centri vaccinali Allattamento al seno e prevenzione della SIDS: il monitoraggio degli interventi regionali di implementazione Firenze 8 maggio 2012 Allattamento e posizione nel sonno nei primi 6 mesi di vita: l indagine

Dettagli

Esempio redazione di notula ex L.143/1949 per prestazioni professionali antecedenti al DL 24 gennaio 2012 n. 1

Esempio redazione di notula ex L.143/1949 per prestazioni professionali antecedenti al DL 24 gennaio 2012 n. 1 Esempio redazione di notula ex L.143/1949 per prestazioni professionali antecedenti al DL 24 gennaio 2012 n. 1 Arch. Maurizio Merciai, membro C.C.T.N. 1 C A R T A I N T E S T A T A Spett.le. via n.c. cod.

Dettagli

Corso per la costruzione di unità di competenza sui Cambiamenti climatici e la risorsa acqua

Corso per la costruzione di unità di competenza sui Cambiamenti climatici e la risorsa acqua Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Corso per la costruzione di unità di competenza sui Cambiamenti climatici e la risorsa acqua Il corso previsto dalla DGR 962/2012 con la collaborazione

Dettagli

Obiettivo ESITI. 0,83% OSP.SS.GIACOMO E CRISTOFORO DI MASSA IMA: proporzione di ricoveri successivi entro 2 giorni 0,83% OSPEDALE SANTA CROCE

Obiettivo ESITI. 0,83% OSP.SS.GIACOMO E CRISTOFORO DI MASSA IMA: proporzione di ricoveri successivi entro 2 giorni 0,83% OSPEDALE SANTA CROCE Allegato n.5 Obiettivo ESITI Sottosettore Gestione delle criticità mediante analisi delle problematiche di esito e raggiungimento dei risultati statisticamente rappresentativi non al di sotto della media

Dettagli

i rapporti tra gli organi della direzione politica e la dirigenza;

i rapporti tra gli organi della direzione politica e la dirigenza; 78 16.10.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 42 Vista la Deliberazione Giunta Regionale n. 1260 del 28.12.2012 Approvazione bilancio gestionale per l esercizio finanziario 2013 e Bilancio

Dettagli

ATTUAZIONE ANNUALITÀ 2014 PIANO DI FORMAZIONE MUSICALE ANNO 2014

ATTUAZIONE ANNUALITÀ 2014 PIANO DI FORMAZIONE MUSICALE ANNO 2014 Allegato n. 3 AVVISO PROGETTO REGIONALE PROMOZIONE DELLA CULTURA MUSICALE: EDUCAZIONE E FORMAZIONE DI BASE ALLA MUSICA E AL CANTO CORALE, AI SENSI DELLA L.R. N. 21/2010 - TESTO UNICO DELLA CULTURA 2012-2015

Dettagli

Dato atto allegato 1- Verbali di pre- accordo con gli enti)

Dato atto allegato 1- Verbali di pre- accordo con gli enti) ALLEGATO A) INTESA TRA LA REGIONE TOSCANA E GLI ENTI LOCALI PER LA DEFINIZIONE DELLA RETE DEI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE, DELL ATTRIBUZIONE DELLE RISORSE E DEI CRITERI DI PREMIALITA PER GLI ENTI

Dettagli

su donazione e trapianto Dove e come dare il consenso alla donazione Centri trapianto di organi Numeri utili

su donazione e trapianto Dove e come dare il consenso alla donazione Centri trapianto di organi Numeri utili LEGGOFACILE su donazione e trapianto Dove e come dare il consenso alla donazione Centri trapianto di organi Numeri utili DONAZIONE di cellule staminali emopoietiche DONAZIONE di organi e tessuti PERCHÉ

Dettagli

Famiglie. Evoluzione del numero di famiglie residenti in Toscana

Famiglie. Evoluzione del numero di famiglie residenti in Toscana Famiglie La società pratese negli ultimi anni è stata sottoposta a profonde trasformazioni; la prima struttura sociale a subire delle modificazioni è la famiglia, che tende a ridurre le sue dimensioni

Dettagli

L ospedalizzazione ed i percorsi assistenziali riabilitativi degli anziani con ictus in Toscana

L ospedalizzazione ed i percorsi assistenziali riabilitativi degli anziani con ictus in Toscana Volterra, 17 maggio 2007 L ospedalizzazione ed i percorsi assistenziali riabilitativi degli anziani con ictus in Toscana Paolo Francesconi ARS Osservatorio Epidemiologia 1. L Ospedalizzazione nella fase

Dettagli

Ai sensi e per gli effetti degli art. 46 e 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 445/2000 la sottoscritta Simona Carli dichiara quanto segue:

Ai sensi e per gli effetti degli art. 46 e 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 445/2000 la sottoscritta Simona Carli dichiara quanto segue: C U R R I C U L U M V I T A E Ai sensi e per gli effetti degli art. 46 e 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 445/2000 la sottoscritta Simona Carli dichiara quanto segue: INFORMAZIONI PERSONALI

Dettagli

La promozione dell azienda agrituristica Il punto di vista di un Tour Operator Farm Holidays

La promozione dell azienda agrituristica Il punto di vista di un Tour Operator Farm Holidays La promozione dell azienda agrituristica Il punto di vista di un Tour Operator Farm Holidays Andrea Mazzanti Agriturismo Villa Tombolina Montemaggiore al Metauro (PU) 19 Novembre 2008 Agriturismo in Italia

Dettagli

Bando di gara per la fornitura di gas metano per l anno termico 2012/13 alla Società Consortile Energia Toscana CAPITOLATO SPECIALE DI GARA

Bando di gara per la fornitura di gas metano per l anno termico 2012/13 alla Società Consortile Energia Toscana CAPITOLATO SPECIALE DI GARA 1. OGGETTO DELLA GARA Bando di gara per la fornitura di gas metano per l anno termico 2012/13 alla Società Consortile Energia Toscana CAPITOLATO SPECIALE DI GARA Fornitura di circa 25 milioni di Smc/anno,

Dettagli

Convegno internazionale: "Ausili e soluzioni per la qualità della vita in una società che cambia: sfide e opportunità" - Bologna 16 Dicembre 2010

Convegno internazionale: Ausili e soluzioni per la qualità della vita in una società che cambia: sfide e opportunità - Bologna 16 Dicembre 2010 LA RETE TERRITORIALE DEI LABORATORI AZIENDALI PER GLI AUSILI DELLA REGIONE TOSCANA Marco Tagliaferri ISTITUZIONE, ATTIVAZIONE E SVILUPPO Settore Servizi alla Persona sul Territorio PSR 1999 2001 le aziende

Dettagli

PIANO DEI CENTRI DI COSTO E DI RICAVO

PIANO DEI CENTRI DI COSTO E DI RICAVO PIANO DEI CENTRI DI COSTO E DI RICAVO codice descrizione CENTRI FUNZIONALI ORGANI CDA PRESIDENTE REVISORI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PRESIDENTE COLLEGIO REVISORI STAFF DIRETTORE GEN1001 GEN1002 GEN1003

Dettagli

Osservatorio regionale Carta dei Servizi pubblici sanitari - 2010

Osservatorio regionale Carta dei Servizi pubblici sanitari - 2010 14 Osservatorio regionale Carta dei Servizi pubblici sanitari - 2010 Regione Toscana Diritti Valori Innovazione Sostenibilità Osservatorio regionale Carta dei Servizi pubblici sanitari - 2010 14 A cura

Dettagli

Oggetto: situazione finanziaria province informativa presso la Corte dei conti

Oggetto: situazione finanziaria province informativa presso la Corte dei conti ALLEGATO 1 Il Direttore Generale Firenze, lì 27 aprile 2015 Prot. n.: 38-2015 Allegati n: 4 Alla c.a. del Presidente del Consiglio delle Autonomie Locali della Toscana Marco Filippeschi SUA SEDE Oggetto:

Dettagli

SCHEDA DELLA PROVINCIA DI FIRENZE

SCHEDA DELLA PROVINCIA DI FIRENZE SCHEDA DELLA Convegno IL NUOVO TRIO PER LA TOSCANA DOMANI La formazione a distanza per lo sviluppo 15 gennaio 2010 Firenze Palazzo dei Congressi Introduzione La seguente scheda è finalizzata alla presentazione

Dettagli

Decreto Dirigenziale del responsabile della struttura 'Provveditorato' nr. 59 del 10/06/2015

Decreto Dirigenziale del responsabile della struttura 'Provveditorato' nr. 59 del 10/06/2015 Decreto Dirigenziale del responsabile della struttura 'Provveditorato' nr. 59 del 10/06/2015 Proponente: Dott.ssa Daniela Masini Settore Provveditorato Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione

Dettagli

PARTE VI LA VALUTAZIONE INTERNA

PARTE VI LA VALUTAZIONE INTERNA PARTE VI LA VALUTAZIONE INTERNA a cura di Sabina Nuti La valutazione interna riguarda la verifica della soddisfazione del personale che opera nelle strutture del sistema sanitario regionale. Alcune aziende

Dettagli

La Toscana al 6 Censimento Generale

La Toscana al 6 Censimento Generale na regione Toscana ilità diritti Valori innovazione sostenibilità La Toscana al 6 Censimento Generale dell Agricoltura Risultati Provvisori La Toscana al 6 Censimento Generale dell Agricoltura Risultati

Dettagli

Progetto sui comportamenti a rischio di IST:

Progetto sui comportamenti a rischio di IST: Progetto sui comportamenti a rischio di IST: studio nel Centro fiorentino Cipriani F., Silvestri C., Alice B. Osservatorio di Epidemiologia - ARS Toscana www.ars.toscana.it francesco.cipriani@ars.toscana.it

Dettagli

La malattia di Parkinson

La malattia di Parkinson Seminario La neurologia delle cronicità nell Area Vasta Toscana Centro: dai dati alle decisioni Firenze, 23 novembre 2016 AUDITORIUM Ente Cassa Risparmio di Firenze (CRF) - via Folco Portinari 5, Firenze

Dettagli

ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e Cognome. Martina Fondi

ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e Cognome. Martina Fondi ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e Cognome Martina Fondi 1) Attività libero professionali svolte presso lo studio professionale: - in via Romito e Serpe 8, Pistoia da Gennaio 2006 - in via Romana, Lucca da Gennaio

Dettagli

EDUCARSI AL FUTURO. Questionario di gradimento per le Consulte Provinciali degli Studenti

EDUCARSI AL FUTURO. Questionario di gradimento per le Consulte Provinciali degli Studenti Allegato n. 1 EDUCARSI AL FUTURO Questionario di gradimento per le Consulte Provinciali degli Studenti Ai Presidenti delle Consulte Provinciali degli Studenti di: Ancona, Arezzo, Bari, Bergamo, Bologna,

Dettagli