II. Il matrimonio nella Gaudium et Spes e la sua interpretazione postconciliare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "II. Il matrimonio nella Gaudium et Spes e la sua interpretazione postconciliare"

Transcript

1 II. Il matrimonio nella Gaudium et Spes e la sua interpretazione postconciliare 1. Il contesto Nei numeri della Costituzione Pastorale Gaudium et Spes troviamo i punti principali in cui il Concilio tratta di matrimonio e famiglia 1. Questo testo di GS non è marginale all intento del concilio, perché in esso appaiono con singolare forza punti cruciali del dibattito conciliare: l essenza dell amore, l importanza della corporalità e degli affetti, l apertura dell ambito personale verso la società, la connessione con la natura, la centralità di Cristo che assume l amore umano Per capire il testo conciliare dobbiamo analizzare il suo contesto prossimo. Sullo sfondo della riflessione conciliare troviamo l enciclica di Pio XI Casti Connubii. È un testo dedicato al matrimonio, preoccupato dalla liberalizzazione della sessualità, soprattutto dentro del matrimonio, che preparava ormai la rivoluzione sessuale. Di fondo c è anche l affermazione che il matrimonio non può essere sottratto all autorità della Chiesa in quanto è una realtà sacra. Si vuole contestare chi farebbe del matrimonio una realtà mondana, soggetta solo al potere dello Stato. Per questo Casti Connubii dice all inizio che il matrimonio non è all arbitrio dell uomo; ma è creato da Dio e stabilito secondo la natura. L uomo partecipa con la sua libertà nel dare il consenso, ma la sua libertà non tocca l oggetto e le leggi del consenso, istituiti da Dio. Casti Connubii presenta la dottrina sul matrimonio secondo i tre beni agostiniani, con un rilievo singolare dato alla procreazione, fine primario del matrimonio. Come vedremo, Gaudium et Spes riprende punti importanti di Casti Connubii; la novità è soprattutto nell approccio pastorale, di dialogo con il mondo moderno, che fa spostare accenti e scoprire prospettive nuove. Un punto essenziale sarà far capire come la presenza di Dio nell amore umano, le sue regole e la natura della sua creazione, possono scoprirsi dal di dentro dell esperienza dell amore. Come abbiamo ormai segnalato, questo nuovo linguaggio è possibile anche grazie a una trasformazione della Modernità, che ha abbandonato le forme rigide del razionalismo, per cercare anche la dimensione del mistero nella sua visione dell uomo e del mondo. Un punto centrale del Vaticano II è che la Chiesa può stabilire questo dialogo senza bisogno di uscire dal suo centro, che è Cristo nella sua vita, morte e risurrezione, nella sua presenza sacramentale; e tutto questo perché in Lui abbiamo la rivelazione dell humanum nel suo centro più profondo. Un prima schema sul matrimonio, la famiglia e la castità, appare dall inizio del concilio all interno dello schema XVII, in cui si parlava della relazione Chiesa mondo. Questo fatto (l inclusione della parte sulla famiglia nello schema XVII) sarà poi importante: si testimonierà così, nella nuova prospettiva dei segni dei tempi presa da Gaudium et Spes, che la famiglia è il primo luogo di contatto tra Chiesa e società. Il primo luogo di cui la Chiesa ha bisogno per dare culto a Dio è la famiglia, perché la 1 A questi testi si deve aggiungere anche Lumen Gentium 11b, la cui analisi lasciamo per un altro momento. Per i testi del concilio, cf. il textus recognitus di GS negli Atti del Concilio: tomo IV, vol. IV, parte VI, pp. 421ss; il matrimonio appare a partire da IV, VI, 474; cf. textus denuo recognitus: IV, VII, 329ss. I modi appaiono a partire da p Cf. anche IV, VII, 765ss, sessio pubblica IX. Gli schemi preparatori importanti sono: Lovaina (schema XVII), Zurigo (schema XIII), Ariccia.

2 famiglia contiene il genoma dell esperienza umana e della fede cristiana. Gli schemi successivi si aggiungeranno dopo allo Schema XIII, che costituirà il centro della Gaudium et Spes. Nelle discussioni conciliari appariranno spesso due correnti in contrapposizione. La prima, più personalista, si centra sull amore coniugale per rendere più accessibile all uomo contemporaneo la dottrina della Chiesa sul matrimonio. La seconda, sospettosa del soggettivismo della corrente personalista, preferisce una via istituzionale, oggettiva, i cui criteri possano mostrarsi e condividersi con altri e abbiano così una valenza sociale più chiara. Appaiono in questo contesto due questioni che centrano le discussioni nella preparazione dei testi: a) La prima si domanda se è necessario l amore per il matrimonio. b) La seconda gira intorno al rapporto tra l amore coniugale e la procreazione nel contesto della domanda sulla contraccezione e il controllo delle nascite. a) Può sembrare ovvio che l amore faccia parte della definizione del matrimonio. Infatti il concilio definirà la famiglia come comunità di vita e amore. La questione, tuttavia, non è immediata. C era chi obiettava a questa tendenza dicendo che l amore non poteva durare per tutta una vita. Dovremo dire che, morto l amore, muore anche il vincolo matrimoniale? Come si potrebbe allora difendere l indissolubilità del matrimonio? D altra parte, c era chi, come il vescovo di Yakharta, faceva presente la differenza tra la tradizione occidentale e quella orientale: voi vi sposate perché vi amate, noi ci amiamo perché ci siamo sposati. Il matrimonio, quindi, può dirsi propter amorem in un doppio senso: sposarsi a causa dell amore, sposarsi per riuscire ad amarsi in modo pieno. La tradizione teologica ha insistito sul consenso che fonda il matrimonio, ma non sull amore, che sembra qualcosa molto più difficile di costatare e definire. Pietro Lombardo dirà, per esempio, nelle Sentenze, che un matrimonio è valido se c è il consenso comune, e che continua ad essere valido quamvis amor ad hoc attraxerit, anche se l amore attira verso di esso (Pietro Lombardo, Sentenze IV, d. XXX, 4). In questo caso l amore è considerato una delle cause minus honestae per il matrimonio. Da quanto abbiamo detto è chiaro che c è di fondo una domanda sull essenza dell amore. Il concilio cercherà di chiarire la questione con una piccola fenomenologia dell amore (GS 49) e il tema resta aperto a uno studio posteriore. Il problema, infatti, di non considerare l amore, è che senza affettività non c è possibilità di formare un unità di vita con l altro; senza affettività non c è quindi neanche possibilità di promettere, di arrivare ad un vincolo indissolubile; senza amore si può sostenere che Dio fa il vincolo, ma si dovrà dire che lo fa dal di fuori, senza tener conto dell amore umano e la sua struttura, che tende a durare. b) Il secondo problema riguarda la relazione tra l amore coniugale e la procreazione. La dottrina tradizionale, ribadita in Casti Connubii, afferma che fine primario del matrimonio è la procreazione ed educazione dei figli; fine secondario, il mutuo aiuto che ambedue gli sposi si scambiano a vicenda. La dottrina dei fini derivava dei tre beni agostiniani (fides, proles, sacramentum) quando, nel Medioevo, si fece la connessione con le quattro cause di Aristotele (causa formale, efficiente, finale, materiale). Lo sviluppo poco a poco si è centrato sulla causa finale, dimenticando le altre. L obiezione presentata alla dottrina tradizionale affermava che, se l enfasi si mette sulla procreazione, sembra che vada trascurato il livello della persona per sottolineare soltanto la dimensione naturale della conservazione della specie. Il Concilio, alla fine, preferisce un vocabolario diverso, non perché veda una rottura con la prospettiva anteriore, ma

3 perché pensa sia meglio cambiare il modo di parlare (un vocabolario tecnico non andrebbe bene per una costituzione pastorale, che vuole appunto il dialogo con il mondo moderno; il linguaggio dei fini primario e secondario potrebbe essere frainteso). Questo cambiamento del linguaggio porterà, però, ad un approfondimento della questione, che aiuti a porre in modo più chiaro la connessione tra i diversi aspetti del matrimonio. Inoltre, il Concilio insisteva sulla non contraddizione tra la procreazione e l amore coniugale (GS 51). Come vedremo, ci sarà di nuovo bisogno di una riflessione sull essenza dell amore per riuscire a portare nuova luce sul dibattito. 2. Punti principali di GS Una volta presentata la visione di insieme passiamo ad analizzare in concreto i numeri del Concilio che qui ci interessano. GS 47 comincia parlando dei problemi del matrimonio e la famiglia nel mondo attuale. Si sottolinea che matrimonio e famiglia sono centrali, sia per la società, sia per la Chiesa. Appare così con forza la posizione centrale del matrimonio e la famiglia per il dialogo della Chiesa con il mondo. Come abbiamo ormai detto, il fatto che il discorso sul matrimonio sia stato incluso dall inizio nello schema XVII (poi schema XIII che diventa Gaudium et Spes), mostra l importanza della famiglia come punto centrale in cui confluiscono diverse prospettive. Tra i problemi citati appaiono prima quelli che minacciano l istituzione matrimoniale (poligamia, divorzio, amore libero) e dopo quelli che, vissuti all interno del matrimonio, sono contrari al vero amore coniugale (egoismo, edonismo, uso del matrimonio contro la generazione). Un paragrafo afferma che, anche se sembra che ci siano difficoltà di isolamento del matrimonio dalle realtà sociali, questo può tornare vantaggioso in quanto mette più in rilievo l essenziale del matrimonio e la famiglia 2. È importante non capire ingenuamente quest ottimismo. Non può voler dire (come fa Schillebeeckx nell introduzione al suo libro sul Matrimonio) che la famiglia, una volta tolte le connessioni con la società, torna adesso con più chiarezza a valorizzare se stessa, come se questi vincoli sociali fossero distrazioni del compito essenziale della famiglia. Appunto perché il matrimonio e la famiglia hanno una natura relazionale, chiamata ad uscire da sé; appunto per questo, togliere queste relazioni è togliere anche la natura stessa del matrimonio e la famiglia. L ottimismo si deve capire piuttosto, in modo propriamente cristiano, alla luce dell azione di Dio, che continua ad operare nel posto più adatto alla sua azione, all interno dei vincoli familiari 3. 2 Profundae immutationes societatis hodiernae, non obstantibus difficultatibus inde prorumpentibus, saepe saepius veram eiusdem instituti indolem vario modo manifestant 3 Un altro esempio: nota Bernhard Häring (commento al Concilio in Lexikon für Theologie und Kirche III, 426) che prima i bambini erano per la famiglia, oggi la famiglia è per i bambini. Possiamo domandarci se si può vedere in questo sguardo qualcosa di positivo. Non è vero che ambedue le cose devono matenersi (la famiglia per i bambini, i bambini per la famiglia)? Non capita appunto che, quando si dimentica la ricchezza che i bambini sono per la società, si finisce per perdere interesse ad essi?

4 Il numero 48 è dedicato alla santità del matrimonio e la famiglia. È importante che il primo punto sia una riflessione sul matrimonio come realtà sacra, istituita da Dio e non dall uomo. Si vede così la proposta del concilio che coglie nel matrimonio una via di pienezza, un cammino verso la santità. Riprende qui il Concilio la prima parte dell enciclica Casti Connubii, parlando dei diversi modi di agire di Dio e dell uomo nel matrimonio. L azione di Dio è istituire il matrimonio, le sue leggi, la sua natura; l azione dell uomo è il consenso irrevocabile della mutua donazione. In questo contesto si parla del matrimonio come comunità di vita e amore: si fa vedere così che il consorzio di tutta la vita non può darsi senza amore, e che l amore non è un semplice sentimento che passa, ma un modo nuovo di vivere per l altro. La presenza di Dio nel matrimonio (Deus, auctor matrimonii) suscita la domanda di come mettere insieme l azione di Dio e l azione dell uomo. Soltanto un antropologia dell amore, che considera l affettività incarnata dell uomo come apertura al mondo, agli altri, a Dio, sarà capace di presentare l armonia tra Dio e l uomo nel consenso matrimoniale. Il Concilio aggiunge che l analisi dell amore coniugale, insieme al bene dei figli, fa vedere la necessità della fedeltà e dell indissolubilità matrimoniale. Questo significa che l analisi dell amore umano, dal di dentro dell esperienza del dono, esige sia il solo per te, sia il per sempre ; e questo, sia per il bene dei figli (che hanno bisogno di stabilità nella loro educazione e di chiarezza nel riconoscere la figura paterna e materna), sia anche per l indole dell unione dei coniugi 4. La seconda parte del numero 48 parla del sacramento in quanto istituito da Cristo. Il Salvatore prende una realtà che, dalla Creazione, era sacra e istituita dal Padre, e la benedice in modo singolare. Il testo parla di un amore di molti aspetti (multiforme), volendo sottolineare la ricchezza di questo amore. Se una versione anteriore del testo comparava Cristo con l uomo e la Chiesa con la donna, il testo definitivo compara soltanto gli amori, senza specificare la connessione diretta: l amore di Cristo e della Chiesa viene messo in connessione con l amore tra l uomo e la donna. La sacramentalità è vista qui, secondo il senso cristocentrico di tutto il Concilio, come incontro con Cristo, che viene verso gli sposi e rimane con loro. È probabile l influsso di Schillebeeckx in questo testo (cf. il suo Cristo, sacramento dell incontro con Dio). Cristo viene verso gli sposi e rimane con loro perché gli sposi possano amarsi con fedeltà perpetua. L accento cristologico è messo in rilievo anche quando si dice che l amore degli sposi è assunto nell amore divino. L assunzione dell umanità da parte di Gesù include anche l assunzione dell amore umano. Non si dice semplicemente, come era corrente, che il patto coniugale è stato elevato, ma si adopera un vocabolario più vicino alla cristologia: un assunzione nell amore divino. In questo senso si può capire la frase, presa da Casti connubii, in cui si dice che gli sposi, con il sacramento, sono fatti più forti e quasi consecrati. La discussione conciliare sulla frase si è limitata a restare vicina a Casti connubii, per evitare ambiguità nel modo di capire la frase. La consacrazione degli sposi viene definita secondo la sacramentalità del matrimonio. Casti Connubii insisteva così nell aspetto sacro del 4 Quae intima unio, utpote mutua duarum personarum donatio, sicut et bonum liberorum, plenam coniugum fidem exigunt atque indissolubilem eorum unitatem urgent.

5 matrimonio, che non può considerarsi semplicemente mondano, privato del mistero. Riguardo al rapporto di questa consacrazione con altri tipi di consacrazione, bisognerebbe studiare i diversi sacramenti per poter distinguere i diversi tipi di consacrazione (battesimale, ordine sacerdotale ). La differenza può cercarsi nel rapporto della consacrazione con l eschaton, con la pienezza definitiva escatologica, che non appare nello stesso modo nel matrimonio che in altri sacramenti (Battesimo, Ordine). Il testo afferma anche che nel matrimonio si manifesta la presenza di Cristo e la vera natura della Chiesa. Se è vero che Cristo illumina l amore umano, risulta anche vero l altro aspetto: nell amore umano si può adesso vedere il volto di Cristo e quello della Chiesa. Quest ultimo aspetto è interessante. Per capire cosa è la Chiesa, dice il Concilio, bisogna guardare la famiglia. La domanda sull essere della Chiesa, sulla sua definizione, che è stata centrale in tutto il Concilio, riceve dalla famiglia una luce particolare. Tutto questo ci aiuta a vedere come non è solo che la famiglia è chiesa domestica, ma anche la Chiesa può vedersi come grande famiglia. Nella famiglia si custodisce un elemento essenziale di quella communio che il Sinodo di 1985 ha visto come chiave per capire la Chiesa. GS 49 sviluppa una fenomenologia dell amore. Vediamo qui di fondo la grande domanda sulla verità dell amore, che sarà decisiva nella ricezione del concilio. L influsso del personalismo aiuta a capire l amore che si dirige da una persona ad un altra persona, che integra la volontà e l affetto, includendo così il corpo e l anima dell uomo. A questo punto si dice che il Signore sanat, perficit et elevat l amore. Questi tre termini erano adoperati normalmente dalla teologia per parlare del rapporto tra natura e grazia. La grazia guarisce le ferite del peccato; porta a pienezza l esperienza profonda dell uomo; eleva a una nuova altezza ciò che l uomo è. La novità di questo punto è che tutto ciò si dice, non semplicemente della natura umana, ma dell amore umano. Il matrimonio può illuminare la relazione tra natura e grazia appunto perché prende l approccio dell amore. È l amore che è stato sanato, perfezionato, elevato. GS 50 completa questa visione includendo il tema della fecondità. Il Concilio vuole sottolineare la complementarietà degli aspetti unitivo e procreativo, che non possono opporsi. Il linguaggio dei fini non si adopera, perché si preferisce un linguaggio non tecnico, tenendo conto del carattere pastorale del testo. Il numero 51 parlerà appunto del rapporto tra ambedue gli aspetti. È importante notare che in tutto il modo di parlare di paternità responsabile appare anche la sottolineatura della generosità. Si potrebbe dire che la responsabilità, come capacità di rispondere ad una chiamata divina che ha in conto la partecipazione dell uomo, ha come prima e più originaria caratteristica la gratitudine e, quindi, la generosità. Non è una questione di un semplice calcolo o della ricerca di sicurezze (ogni figlio che si riceve in famiglia va al di là dei calcoli e fa agli sposi andare al di là delle loro prospettive), ma di una paternità responsabilmente generosa o generosamente responsabile. Finalmente è necessario mettere di rilievo le riflessioni di GS 52 sul ruolo sociale della famiglia. Questo è un aspetto decisivo, che Santo Tommaso d Acquino ha ripreso con chiarezza nella sua sintesi teologica, quando parla del officium naturae del matrimonio e del officium civilitatis, cioè, la sua natura sociale necessaria per edificare la società (cf. S.Th. Supplementum, q. 42, a.2).

6 3. Punti centrali del concilio e prospettive aperte Possiamo riassumere nei seguenti punti i dibattiti fondamentali in sede conciliare: a) La famiglia appare come il primo luogo scelto per il dialogo tra la Chiesa e il mondo. La famiglia è luogo di sintesi delle diverse prospettive sulla vita umana e del rapporto tra mondo e Chiesa. Gli sviluppi posteriori (in Giovanni Paolo II e Benedetto XVI) ci mostreranno la famiglia come via della Chiesa perché via in cui l uomo sviluppa la sua piena vocazione. b) Il testo di Gaudium et Spes ha il merito di mettere in primo piano la discussione sull amore. Sarà la chiave per pensare il nesso tra amore e verità. c) È importante la discussione sui due fini del matrimonio. Gli uni insistevano sulla procreazione, perché vedevano nell introduzione del tema dell amore una tendenza verso il soggettivismo. Gli altri volevano mettere in rilievo l amore, e il linguaggio dei fini e della procreazione sembrava loro una cosificazione della persona. Vedremo a questo riguardo l importanza di riflettere sulla connessione tra amore e natura. d) È importante notare anche la riflessione sulla sacramentalità del matrimonio in chiave cristologica (incontro con Cristo, che trova gli sposi e rimane con loro; cf. Schillebeeckx). Quello che è assunto da Cristo è l amore matrimoniale; e in questo modo la famiglia riflette la natura della Chiesa, Sposa di Cristo. Il matrimonio ha come cornice la dottrina più ampia del Concilio sulla relazione tra Cristo e l uomo, e il modo in cui Cristo porta a pienezza l esperienza umana Evoluzione dopo il Concilio, Il Concilio apre allora una strada che lo sviluppo posteriore prenderà. Ecco i punti principali aperti alla riflessione postconciliare: - Bisogno di portare avanti un analisi approfondita sulla verità dell amore. Dopo la Modernità, che ha concepito l amore separato dalla ragione e la ragione divisa dall amore, è essenziale mettere insieme ambedue. Altrimenti l amore è incapace di offrire senso alla vita; e il senso che la ragione offre rimane freddo e distante. Si pone allora la domanda sull ordine dell amore. - Sarà necessaria anche una riflessione sul rapporto tra amore e natura. Il personalismo poteva tendere a trascurare questo aspetto, soprattutto se si metteva una distinzione troppo stretta tra il mondo della persona e il mondo delle cose. L amore, per preservare il suo ordine, deve integrare in sé la natura. Dopo il concilio questo punto diventerà chiave anche per la sua portata sociale, con l esplosione dell ideologia del gender. - L amore, unito alla verità, diventa capace di illuminare l ambito sociale. Questa apertura dell amore verso la costruzione della vita pubblica diventerà essenziale davanti alle politiche che regolano la famiglia. 5 Sul tema della grazia del matrimonio, cf. G. Baldanza, La grazia del sacramento del matrimonio. Contributo per la riflessione teologica, Centro Liturgico Vincenziano, Roma 1993,

7 - Il matrimonio e la famiglia appaiono come punto di connessione tra fede e vita, tra Chiesa e società. Possiamo allora dire che è la chiave per la nuova evangelizzazione. Quest ultimo punto, in quanto mette in contatto l esperienza umana e la rivelazione, diventa la chiave per la nostra presentazione. L analisi adoperata ci consente di cogliere la prospettiva giusta per presentare il matrimonio. L elemento essenziale sarà il rapporto tra la pienezza di Gesù (sacramento della nuova Legge) e l inizio nella creazione. In questo modo lo studio del matrimonio offre una visione della persona alla luce dell amore, un amore che trova in Cristo la sua pienezza.

CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani)

CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani) CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani) IL SACRAMENTO DELL AMORE EUCARESTIA Nell Eucarestia il segno

Dettagli

La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO IN PORTOGALLO II, COSTA RICA, NICARAGUA I, PANAMA, EL SALVADOR I, GUATEMALA I, HONDURAS, BELIZE, HAITI

La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO IN PORTOGALLO II, COSTA RICA, NICARAGUA I, PANAMA, EL SALVADOR I, GUATEMALA I, HONDURAS, BELIZE, HAITI La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO IN PORTOGALLO II, COSTA RICA, NICARAGUA I, PANAMA, EL SALVADOR I, GUATEMALA I, HONDURAS, BELIZE, HAITI INCONTRO CON LE FAMIGLIE CRISTIANE DI PANAMA OMELIA DI GIOVANNI PAOLO

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE

LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE S I N O D O D E I V E S C O V I III A S S E M B L E A G E N E R A L E S T R A O R D I N A R I A LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE DOCUMENTO PREPARATORIO CITTA DEL VATICANO

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Il sacramento del Matrimonio

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Il sacramento del Matrimonio ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Il sacramento del Matrimonio 4 IL SACRAMENTO DEL MATRIMONIO "Vivere il matrimonio come sacramento richiede alcuni impegni che voglio mantenere: la fedeltà,

Dettagli

www.stephankampowski.com/corsi.html

www.stephankampowski.com/corsi.html Introduzione alla teologia moral fondamentale Prof. Stephan Kampowski Email: kampowski@istitutogp2.it Ufficio: 06 698 95 539 Dopo la lezione le diapositive saranno disponibile qui: www.stephankampowski.com/corsi.html

Dettagli

PONTIFICIO E CONCILIARE. A - FONTI BIBLICO-EVANGELICHE

PONTIFICIO E CONCILIARE. A - FONTI BIBLICO-EVANGELICHE Avv. Rotale Michela Nacca Patrono Stabile dei Tribunali del Vicariato di Roma IL MATRIMONIO NELL'INSEGNAMENTO CRISTIANO: ESSENZA E FINI. I PARTE Per una conveniente trattazione del tema sembra necessario

Dettagli

Teologia Fondamentale Domande per la preparazione dell esame orale

Teologia Fondamentale Domande per la preparazione dell esame orale Teologia Fondamentale Domande per la preparazione dell esame orale Lo studente è tenuto a rispondere alle domande qui presentate, preparando un esposizione orale ordinata di circa 5 minuti per ciascuna

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Indice. Introduzione... 5

Indice. Introduzione... 5 ECCOCI signore_eccoci signore 26/10/10 12.56 Pagina 199 Indice Introduzione.......................................... 5 Alcuni interrogativi.................................... 7 La lettura della tradizione................................

Dettagli

IL LUOGO DELLLA PRESENZA

IL LUOGO DELLLA PRESENZA Il Cammino sulla Spiritualità familiare si articola in due anni durante i quali lavoreremo alla costruzione della Chiesa domestica seguendo lo schema: la famiglia ad intra e la famiglia ad extra. IL LUOGO

Dettagli

TEMATICHE PER L ESAME DI BACCALAUREATO IN TEOLOGIA PER L ANNO ACCADEMICO 2010-2011

TEMATICHE PER L ESAME DI BACCALAUREATO IN TEOLOGIA PER L ANNO ACCADEMICO 2010-2011 TEMATICHE PER L ESAME DI BACCALAUREATO IN TEOLOGIA PER L ANNO ACCADEMICO 2010-2011 TEMATICA FONDAMENTALE La Rivelazione cristiana di Dio: - L idea di rivelazione nel Concilio Vaticano I e nel Concilio

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE. Documento preparatorio

SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE. Documento preparatorio SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE Documento preparatorio Città del Vaticano 2013 I Il Sinodo: famiglia ed evangelizzazione

Dettagli

Sin dalla nostra nascita, la camera da letto è testimone della nostra vita, delle nostre trasformazioni, delle gioie e dei dolori.

Sin dalla nostra nascita, la camera da letto è testimone della nostra vita, delle nostre trasformazioni, delle gioie e dei dolori. CAMPO FAMIGLIE 2010 SI SEPPE CHE GESU ERA IN CASA LA CAMERA DA LETTO Luogo dell intimità Quando preghi entra nella tua camera Mt. 6,6 IL SIGNIFICATO ANTROPOLOGICO Sin dalla nostra nascita, la camera da

Dettagli

Le domande per il Sinodo sulla famiglia del 2015

Le domande per il Sinodo sulla famiglia del 2015 Le domande per il Sinodo sulla famiglia del 2015 La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo Al termine della III Assemblea Generale Straordinaria del Sinodo dei Vescovi su Le sfide

Dettagli

LA FAMIGLIA, OSPEDALE DA CAMPO

LA FAMIGLIA, OSPEDALE DA CAMPO ANTONIO SPADARO (ed.) LA FAMIGLIA, OSPEDALE DA CAMPO Dibattito biblico, teologico e pastorale sul matrimonio nei contributi degli scrittori de La Civiltà Cattolica 383 QUERINIANA Indice Editoriale, di

Dettagli

LINEAMENTA. Domande per la recezione e l approfondimento della Relatio Synodi

LINEAMENTA. Domande per la recezione e l approfondimento della Relatio Synodi SINODO DEI VESCOVI XIV ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo LINEAMENTA Città del Vaticano 2014 Domande per la recezione e l approfondimento

Dettagli

BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO

BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO Il patto matrimoniale con cui l uomo e la donna stabiliscono di vivere insieme per tutta la vita, per sua natura ordinato al bene dei coniugi ed alla procreazione

Dettagli

Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato

Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato Diocesi di Savona Noli Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Giustizia e Pace Salvaguardia del Creato 30/11/2014 1 IL DISCERNIMENTO Adattamento de Il discernimento. Una comunità cristiana

Dettagli

I fidanzati e la chiamata all amore

I fidanzati e la chiamata all amore I fidanzati e la chiamata all amore Intervento tenuto il giorno 10 gennaio presso la Parrocchia della SS Trinità in Altamura Quando un giovane e una giovane si innamorano e si orientano alla scelta di

Dettagli

Prospettiva teologica: Il cammino della fede Don Nunzio Capizzi

Prospettiva teologica: Il cammino della fede Don Nunzio Capizzi 1 Prospettiva teologica: Il cammino della fede Don Nunzio Capizzi 1. Considerazioni sulla mentalità di fede 1. Le affermazioni di OP 39 e DB 38 possono essere considerate su uno sfondo più ampio, recentemente

Dettagli

Schema del cammino GG e giovani

Schema del cammino GG e giovani Schema del cammino GG e giovani Professione di fede GIOVANISSIMI La dignità della persona umana La vocazione cristiana Una chiesa di discepoli GIOVANI Una chiesa di inviati Prima, seconda e terza superiore

Dettagli

LEI E LUI... UNA SINFONIA?

LEI E LUI... UNA SINFONIA? CHRISTIAN-M. STEINER LEI E LUI... UNA SINFONIA? Verso nuove dimensioni di vita nuziale e familiare Edizione e traduzione a cura di Stefano Testa Bappenheim Presentazione di Arturo Cattaneo 2009, Marcianum

Dettagli

Appello ai Padri sinodali

Appello ai Padri sinodali Il dibattito che ha preceduto il recente Sinodo straordinario sulla Famiglia e il suo svolgimento hanno dato poco spazio a noi laici, coppie sposate nel Signore che vivono in prima persona la fede e l

Dettagli

TERZA CATECHESI: LA VOCAZIONE CONIUGALE

TERZA CATECHESI: LA VOCAZIONE CONIUGALE TERZA CATECHESI: LA VOCAZIONE CONIUGALE Oggi dobbiamo riflettere su una dimensione profonda della vita coniugale. Prima però di cominciare dobbiamo fare un piccolo sforzo di memoria nel ricordare ciò che

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

DAL BATTESIMO AL MATRIMONIO

DAL BATTESIMO AL MATRIMONIO DAL BATTESIMO AL MATRIMONIO (R. Bonetti) 1. Perché prima della celebrazione del sacramento del Matrimonio viene richiesto il certificato di Battesimo? Solo per dichiarare un'appartenenza cristiana ed espletare

Dettagli

SAN GIUSTO MARTIRE. Omelia. +Giampaolo Crepaldi. Arcivescovo-Vescovo di Trieste. 3 novembre 2010

SAN GIUSTO MARTIRE. Omelia. +Giampaolo Crepaldi. Arcivescovo-Vescovo di Trieste. 3 novembre 2010 SAN GIUSTO MARTIRE Omelia +Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo di Trieste 3 novembre 2010 Distinte Autorità civili e militari, fratelli e sorelle, bratije in sestre, 1. La Chiesa di Trieste onora e

Dettagli

Questionario per la preparazione del Sinodo ordinario sulla famiglia

Questionario per la preparazione del Sinodo ordinario sulla famiglia Diocesi di Reggio Emilia Guastalla Questionario per la preparazione del Sinodo ordinario sulla famiglia Premessa Dal 4 al 25 Ottobre 2015 avrà luogo la XIV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi

Dettagli

Dal «celebrare» all «essere» sacramento delle nozze

Dal «celebrare» all «essere» sacramento delle nozze Dal «celebrare» all «essere» sacramento delle nozze CORSI PER FIDANZATI: PREPARARE A CELEBRARE BENE UN RITO O PREPARARE AD UNA NUOVA IDENTITÀ? Mons. Carlo Rocchetta Direttore del Centro di Pastorale Familiare

Dettagli

Facoltà di Teologia I CICLO. TESARIO ANNO III 1 semestre 2013 2014. Anno III: L uomo in Cristo. Roma, dicembre 2013

Facoltà di Teologia I CICLO. TESARIO ANNO III 1 semestre 2013 2014. Anno III: L uomo in Cristo. Roma, dicembre 2013 Anno III: L uomo in Cristo TP1024 Esegesi Biblica: Salmi e Scritti Sapienzali 3 TP1025 Fondamenti di Antropologia Teologica 5 TP1026 Escatologia Cristiana 7 Facoltà di Teologia I CICLO TESARIO ANNO III

Dettagli

1. Una comunità con la gioia di crescere e di operare con entusiasmo a vantaggio di tutti

1. Una comunità con la gioia di crescere e di operare con entusiasmo a vantaggio di tutti Il Vescovo di Crema Alla Comunità Cristiana che è in Casaletto Vaprio, al parroco, don Achille Viviani, ai membri del consiglio pastorale, alle catechiste, ai diversi gruppi impegnati. Sono passate alcune

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

Preghiera alla Santa Famiglia Gesù, Maria e Giuseppe, in voi contempliamo lo splendore dell amore vero, a voi con fiducia ci rivolgiamo.

Preghiera alla Santa Famiglia Gesù, Maria e Giuseppe, in voi contempliamo lo splendore dell amore vero, a voi con fiducia ci rivolgiamo. La Missione della Famiglia Rog: le nuove sfide a cui la famiglia è chiamata nell annuncio del Vangelo. Spunti di riflessione per le tracce mensili a partire dagli Esercizi Spirituali di Morlupo 2014 Preghiera

Dettagli

Settembre 2014: Nello Spirito Santo pienezza di vita ADORAZIONE EUCARISTICA

Settembre 2014: Nello Spirito Santo pienezza di vita ADORAZIONE EUCARISTICA PREGHIERA IN PREPARAZIONE AL CONVEGNO DI SACROFANO 2015 Per la Grazia del Sacramento del Matrimonio. Quale unità e relazione degli sposi: con il Vescovo pastore e sposo della Chiesa, tra le coppie di sposi,

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

TESTO DELLA RELATIO SYNODI PRIMA PARTE L ascolto: il contesto e le sfide sulla famiglia. PRIMA PARTE L ascolto: il contesto e le sfide sulla famiglia

TESTO DELLA RELATIO SYNODI PRIMA PARTE L ascolto: il contesto e le sfide sulla famiglia. PRIMA PARTE L ascolto: il contesto e le sfide sulla famiglia 1. Domande per le Comunità parrocchiali (parroci/sacerdoti, commissione parr., gruppi famiglie, consiglio pastorale, ecc.): 3, 6, 7-11, 12, 21, 22, 28, 29, 30, 46 TESTO DELLA RELATIO SYNODI PRIMA PARTE

Dettagli

LA CONIUGALITA : dono, sacramento e condizione

LA CONIUGALITA : dono, sacramento e condizione LA CONIUGALITA : dono, sacramento e condizione [Reggio Emilia: 10-01-2015] Ho pensato di parlarvi della coniugalità. Lo si può fare da diversi punti di vista. Ho scelto di farlo dal punto di vista della

Dettagli

BASI FONDAMENTALI DELLA SPIRITUALITÀ CONIUGALE

BASI FONDAMENTALI DELLA SPIRITUALITÀ CONIUGALE BASI FONDAMENTALI DELLA SPIRITUALITÀ CONIUGALE A cura di p.raimondo Bardelli 1 - La famiglia è una comunità. L alleanza coniugale genera la prima comunità naturale voluta dal Creatore (Gen. 2,24-25). Essa

Dettagli

DAL «CELEBRARE» ALL «ESSERE» SACRAMENTO DELLE NOZZE

DAL «CELEBRARE» ALL «ESSERE» SACRAMENTO DELLE NOZZE DAL «CELEBRARE» ALL «ESSERE» SACRAMENTO DELLE NOZZE DISCERNIMENTO: QUALI CRITERI PER VALUTARE UNA RECIPROCA IDONEITA VERSO IL TUTTO E IL PER SEMPRE fr. Marco Vianelli ofm Giudice presso il Tribunale ecclesiastico

Dettagli

TEMA 25. Il matrimonio

TEMA 25. Il matrimonio TEMA 25. Il matrimonio L intima comunità di vita e di amore coniugale tra uomo e donna è sacra, ed è strutturata in base a leggi stabilite dal Creatore, che non dipendono dall arbitrio umano. «Il patto

Dettagli

7-6-2012 LA FAMIGLIA: VIA PER LA CONVERSIONE PASTORALE DELLE NOSTRE COMUNITÀ

7-6-2012 LA FAMIGLIA: VIA PER LA CONVERSIONE PASTORALE DELLE NOSTRE COMUNITÀ 1 7-6-2012 Premesse. LA FAMIGLIA: VIA PER LA CONVERSIONE PASTORALE 1) Due direttrici di fondo. DELLE NOSTRE COMUNITÀ 1a) Vocazione, sacramento, comunione, missione, ministero. 1b) La spiritualità coniugale

Dettagli

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE?

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? Quando si ha l inseminazione e la fecondazione artificiali omologhe? Quando lo spermatozoo e l ovulo provengono dalla stessa

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI PREGHIAMO Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo: sentiamo il peso delle nostre debolezze, ma siamo tutti riuniti nel tuo nome; vieni a noi,

Dettagli

RILEGGENDO LA LETTERA ALLE FAMIGLIE DI GIOVANNI PAOLO II / 4. La dignità della procreazione

RILEGGENDO LA LETTERA ALLE FAMIGLIE DI GIOVANNI PAOLO II / 4. La dignità della procreazione RILEGGENDO LA LETTERA ALLE FAMIGLIE DI GIOVANNI PAOLO II / 4 La dignità della procreazione Non è sicuramente casuale che Giovanni Paolo II, nella Lettera alle famiglie, cominci a trattare della procreazione

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

Liturgia. Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli

Liturgia. Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli Liturgia Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli C è un piacere nel credere e del credere insieme La fede non è solo un offerta

Dettagli

APPARTENENZA AD UNA CHIESA SUI IURIS

APPARTENENZA AD UNA CHIESA SUI IURIS APPARTENENZA AD UNA CHIESA SUI IURIS Introduzione. La questione dell appartenenza di un fedele ad una Chiesa sui iuris, per la Chiesa cattolica, era e continua ad essere un tema importante (sia dal punto

Dettagli

P.Angelo Urru O.P. Conferenza nel convento di San Domenico di Cagliari - 13/II/2001

P.Angelo Urru O.P. Conferenza nel convento di San Domenico di Cagliari - 13/II/2001 P.Angelo Urru O.P. Conferenza nel convento di San Domenico di Cagliari - 13/II/2001 I sacramenti della crescita e dello sviluppo della comunità cristiana Il tema che mi è stato proposto esigerebbe una

Dettagli

1. una scelta responsabile

1. una scelta responsabile 1.a tappa : preparazione al Battesimo Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 1. una scelta responsabile Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Coloro che li sentivano raccontare

Dettagli

Vi darò un cuore nuovo, metterò dentro di voi uno spirito nuovo (cfr. Ez 36,26) : Vi occuperete della pastorale familiare

Vi darò un cuore nuovo, metterò dentro di voi uno spirito nuovo (cfr. Ez 36,26) : Vi occuperete della pastorale familiare Vi darò un cuore nuovo, metterò dentro di voi uno spirito nuovo (cfr. Ez 36,26) : Vi occuperete della pastorale familiare (don Paolo Gentili testo NON rivisto dall autore) Una finestra di luce: il Vangelo

Dettagli

SINTESI DEI DOCUMENTI CONCILIARI

SINTESI DEI DOCUMENTI CONCILIARI SINTESI DEI DOCUMENTI CONCILIARI 1. LE QUATTRO COSTITUZIONI CONCILIARI La Costituzione dogmatica sulla Chiesa Questo documento, il più solenne di tutto il Concilio, comincia con le parole «Lumen gentium»

Dettagli

"Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni" Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale

Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale "Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni" Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale Uno dei catechismi più invidiati nel mondo redatto da una delle

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

L insegnamento della Chiesa sulla famiglia dalla Familiaris Consortio ad oggi

L insegnamento della Chiesa sulla famiglia dalla Familiaris Consortio ad oggi XX Assemblea Plenaria del Pontificio Consiglio per la Famiglia ------ L insegnamento della Chiesa sulla famiglia dalla Familiaris Consortio ad oggi ----- S.E. Mons. Jean Laffitte Villa Aurelia, 29 novembre

Dettagli

L insegnamento della Chiesa sulla famiglia dalla Familiaris Consortio ad oggi. Eminenze, Eccellenze, Cari Membri e Consultori, Cari amici,

L insegnamento della Chiesa sulla famiglia dalla Familiaris Consortio ad oggi. Eminenze, Eccellenze, Cari Membri e Consultori, Cari amici, XX Assemblea Plenaria del Pontificio Consiglio per la Famiglia ------ L insegnamento della Chiesa sulla famiglia dalla Familiaris Consortio ad oggi ----- S.E. Mons. Jean Laffitte Villa Aurelia, 29 novembre

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

Il Santo Viaggio AMORE! Illusione o Verità? (XVIII incontro) CONOSCERSI PER CAPIRE - CAPIRE PER AMARE. Valore della sessualità umana:

Il Santo Viaggio AMORE! Illusione o Verità? (XVIII incontro) CONOSCERSI PER CAPIRE - CAPIRE PER AMARE. Valore della sessualità umana: Il Santo Viaggio AMORE! Illusione o Verità? (XVIII incontro) CONOSCERSI PER CAPIRE - CAPIRE PER AMARE Valore della sessualità umana: E lecita la fecondazione extracorporea? Quando una coppia non riesce

Dettagli

La professione della fede cristiana. o Simbolo della fede. o Credo

La professione della fede cristiana. o Simbolo della fede. o Credo La professione della fede cristiana o Simbolo della fede o Credo Introduzione Papa Benedetto XVI, nel suo viaggio in Germania, nell omelia alla Spianata dell Islinger Feld a Regensburg, il 12 settembre

Dettagli

14 Politiche familiari adeguate sono necessarie alla vita familiare come condizione di un avvenire vivibile, armonioso e degno.

14 Politiche familiari adeguate sono necessarie alla vita familiare come condizione di un avvenire vivibile, armonioso e degno. INTRODUZIONE 1 l obiettivo della vita coniugale non è solamente vivere insieme per sempre, ma amarsi per sempre! Gesù ristabilisce così l ordine originario ed originante. [ ] solo alla luce della follia

Dettagli

Potere regale. Il cristiano esercita il potere regale nel dominio di sé sulle passioni, impegnandosi ad un cammino di conversione verso Cristo.

Potere regale. Il cristiano esercita il potere regale nel dominio di sé sulle passioni, impegnandosi ad un cammino di conversione verso Cristo. Potere regale Il cristiano esercita il potere regale nel dominio di sé sulle passioni, impegnandosi ad un cammino di conversione verso Cristo. dieci sviluppo aumentare l amore comandamenti doni di Dio

Dettagli

Arcidiocesi di Sorrento Castellammare di Stabia

Arcidiocesi di Sorrento Castellammare di Stabia Arcidiocesi di Sorrento Castellammare di Stabia ORIENTAMENTI E NORME PER LA CELEBRAZIONE DEL MATRIMONIO NELLA DIOCESI DI SORRENTO - CASTELLAMMARE DI STABIA La Chiesa che è in Sorrento-Castellammare di

Dettagli

CONSEGNA DELLE LINEE PASTORALI 2010 2011 Chiesa Cattedrale 5 settembre 2010 ITALO CASTELLANI arcivescovo. Lectio Divina (1 Pt.

CONSEGNA DELLE LINEE PASTORALI 2010 2011 Chiesa Cattedrale 5 settembre 2010 ITALO CASTELLANI arcivescovo. Lectio Divina (1 Pt. CONSEGNA DELLE LINEE PASTORALI 2010 2011 Chiesa Cattedrale 5 settembre 2010 ITALO CASTELLANI arcivescovo Lectio Divina (1 Pt.2,1-5; 3,15) Vocazione e missione della comunità cristiana: il cammino degli

Dettagli

SACRAMENTO DEL MATRIMONIO CRISTIANO. LITURGIA E RITO Vivere il matrimonio da cristiani consapevoli.

SACRAMENTO DEL MATRIMONIO CRISTIANO. LITURGIA E RITO Vivere il matrimonio da cristiani consapevoli. SACRAMENTO DEL MATRIMONIO CRISTIANO LITURGIA E RITO Vivere il matrimonio da cristiani consapevoli. Introduzione L educazione all amore e l accompagnamento dei fidanzati nel loro percorso, sembrano oggi

Dettagli

Riflessioni sul Matrimonio

Riflessioni sul Matrimonio Don Elio Arcostanzo Riflessioni sul Matrimonio Utili per tutti... Parrocchia Gesù Adolescente 2009 Indice Indice Pag. 1 Premessa Pag. 2 Che cos è il matrimonio Pag. 3 Alcuni aspetti del matrimonio Pag.

Dettagli

Diario del e dal Sinodo/30 DEL MATRIMONIO CIVILE E DELLE CONVIVENZE 20 ottobre

Diario del e dal Sinodo/30 DEL MATRIMONIO CIVILE E DELLE CONVIVENZE 20 ottobre Diario del e dal Sinodo/30 DEL MATRIMONIO CIVILE E DELLE CONVIVENZE 20 ottobre Il Sinodo ormai si è concluso. Il grande flusso informativo dei quotidiani, delle televisioni, dei blog si è placato. Il Sinodo

Dettagli

ESAME DI BACCALAUREATO: NORME E TESARIO (FTER)

ESAME DI BACCALAUREATO: NORME E TESARIO (FTER) STUDIO TEOLOGICO S. ANTONIO BOLOGNA affiliato alla Facoltà Teologica dell Emilia-Romagna ESAME DI BACCALAUREATO: NORME E TESARIO (FTER) 40125 Bologna (Italy) Via G. Guinizelli, 3 tel. 051.309.864 - fax

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Redenzione ( polútrwsij) Liberazione ( leuqeroàn)

Redenzione ( polútrwsij) Liberazione ( leuqeroàn) TESI XVI L interpretazione sacrificale della morte di Gesù Cristo in croce costituisce il compimento della teologia veterotestamentaria ed è la critica d ogni culto sacrificale post Iesum crucifixum. La

Dettagli

Giovanni Paolo II. MeMorIa e IdentItà. Introduzione di. Joseph ratzinger Benedetto XVI

Giovanni Paolo II. MeMorIa e IdentItà. Introduzione di. Joseph ratzinger Benedetto XVI Giovanni Paolo II MeMorIa e IdentItà Introduzione di Joseph ratzinger Benedetto XVI Proprietà letteraria riservata 2005 Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2005 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

IL SACRAMENTO DEL MATRIMONIO. Dal Catechismo della Chiesa Cattolica. Terza parte (1638-1658)

IL SACRAMENTO DEL MATRIMONIO. Dal Catechismo della Chiesa Cattolica. Terza parte (1638-1658) IL SACRAMENTO DEL MATRIMONIO Dal Catechismo della Chiesa Cattolica Terza parte (1638-1658) Gli effetti del sacramento del Matrimonio 1638 Dalla valida celebrazione del matrimonio sorge tra i coniugi un

Dettagli

Unione Fisica = Riattualizzazione del Sacramento del Matrimonio

Unione Fisica = Riattualizzazione del Sacramento del Matrimonio Unione Fisica = Riattualizzazione del Sacramento del Matrimonio Gruppo Brescia-Bergamo-Brianza Intercomunione delle Famiglie Capriolo, 22 Febbraio 2009 1 Riferimenti Bibliografici Corso Famiglie 2005:

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

Sono parole che volentieri riprendo con voi, sicuro che aiuteranno la nostra fede e la nostra vita anche per il futuro.

Sono parole che volentieri riprendo con voi, sicuro che aiuteranno la nostra fede e la nostra vita anche per il futuro. Ci ritroviamo in Cattedrale per celebrare la santa Messa di ringraziamento per il dono di Papa Benedetto XVI ed anche per pregare per la Chiesa chiamata, per la responsabilità dei cardinali, ad eleggere

Dettagli

COLLANA TEOLOGIA 5 COLLANA DIRETTA DAL PROF. LIVIO MELINA

COLLANA TEOLOGIA 5 COLLANA DIRETTA DAL PROF. LIVIO MELINA COLLANA TEOLOGIA 5 COLLANA DIRETTA DAL PROF. LIVIO MELINA ALAIN MATTHEEUWS Amarsi per donarsi Il sacramento del matrimonio Prefazione di JEAN-LOUIS BRUGUÈS Traduzione a cura di Paolo Caena, Revisione

Dettagli

La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO IN TOGO, COSTA D'AVORIO II, CAMERUN I, REPUBBLICA CENTRO-AFRICANA, ZAIRE II, KENYA II, MAROCCO

La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO IN TOGO, COSTA D'AVORIO II, CAMERUN I, REPUBBLICA CENTRO-AFRICANA, ZAIRE II, KENYA II, MAROCCO La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO IN TOGO, COSTA D'AVORIO II, CAMERUN I, REPUBBLICA CENTRO-AFRICANA, ZAIRE II, KENYA II, MAROCCO SANTA MESSA PER I GIOVANI E CELEBRAZIONE DI 25 MATRIMONI OMELIA DI GIOVANNI

Dettagli

CURIA VESCOVILE. di Civitavecchia-Tarquinia. Civitavecchia, 18 settembre 2014. Ai Rev.mi Parroci

CURIA VESCOVILE. di Civitavecchia-Tarquinia. Civitavecchia, 18 settembre 2014. Ai Rev.mi Parroci CURIA VESCOVILE di Civitavecchia-Tarquinia Il Vicario Episcopale per la Pastorale Civitavecchia, 18 settembre 2014 Ai Rev.mi Parroci Ai Rev.mi Assistenti di Movimenti, Gruppi, Associazioni Ecclesiali Ai

Dettagli

Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale. Piazza Duomo 1-81100 Caserta. Tel.Fax 0823/322493. Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta.

Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale. Piazza Duomo 1-81100 Caserta. Tel.Fax 0823/322493. Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta. Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale Piazza Duomo 1-81100 Caserta Tel.Fax 0823/322493 Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta.org Pastorale Familiare Sito web. : www.famigliadifamiglie.it e-mail

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli

POSIZIONE MATRIMONIALE

POSIZIONE MATRIMONIALE Mod. I Prot. n. DIOCESI DI PARROCCHIA Via Comune Cap Provincia POSIZIONE MATRIMONIALE GENERALITÀ Fidanzato Fidanzata Cognome e nome 1 Luogo e data di nascita Luogo e data di battesimo Religione Stato civile

Dettagli

COME ACCOMPAGNARE I RAGAZZI ED I GIOVANI NELL EDUCAZIONE AFFETTIVA ED AL MATRIMONIO

COME ACCOMPAGNARE I RAGAZZI ED I GIOVANI NELL EDUCAZIONE AFFETTIVA ED AL MATRIMONIO COME ACCOMPAGNARE I RAGAZZI ED I GIOVANI NELL EDUCAZIONE AFFETTIVA ED AL MATRIMONIO Premessa: Dalla ricerca La preparazione dei fidanzati al matrimonio ed alla famiglia oggi in Italia, commissionata dalla

Dettagli

Oggi... tutta la Chiesa fa festa perché l nostr dolcissim

Oggi... tutta la Chiesa fa festa perché l nostr dolcissim Oggi...... tutta la Chiesa fa festa perché l nostr dolcissim entra a far parte della famiglia di Dio Mamma.. Papà.. La Madrina... Il Padrino... Insieme al parroco l... accompagnano verso la conoscenza

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE a.s. 2014-15 Disciplina: RELIGIONE Prof. Sergio Garavaglia Classe 2 A

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE a.s. 2014-15 Disciplina: RELIGIONE Prof. Sergio Garavaglia Classe 2 A LICEO SCIENTIFICO STATALE "Donato Bramante" Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) MPI: MIPS25000Q - Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97290566 Sito: www.liceobramante.gov.it - E-mail: mips25000qistruzione.it

Dettagli

ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA. di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009

ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA. di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009 ESPERIENZE PARROCCHIALI DI INIZIAZIONE CRISTIANA di Don Giuseppe Nevi Direttore dell Ufficio Famiglia di Cremona 23-24 settembre 2009 1 Il Rituale ispiratore Rito dell iniziazione cristiana degli adulti,

Dettagli

1^ INCONTRO CATECHESI DEGLI ADULTI 2015-2016 EDUCARSI AL PENSIERO DI CRISTO

1^ INCONTRO CATECHESI DEGLI ADULTI 2015-2016 EDUCARSI AL PENSIERO DI CRISTO 1^ INCONTRO CATECHESI DEGLI ADULTI 2015-2016 EDUCARSI AL PENSIERO DI CRISTO PREMESSA Lungi da me Satana! Tu non pensi secondo Dio ma secondo gli uomini! Basterebbe questa frase di Gesù per dire l importanza

Dettagli

3. Rito della benedizione senza la Messa

3. Rito della benedizione senza la Messa 3. Rito della benedizione senza la Messa INIZIO 500. Quando la comunità è già riunita, si può cantare il Salmo 33 (34) o eseguire un altro canto adatto. Terminato il canto, tutti si fanno il segno della

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PETRITOLI CURRICOLO IN VERTICALE DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2013/2014 SCUOLA DELL INFANZIA.

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PETRITOLI CURRICOLO IN VERTICALE DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2013/2014 SCUOLA DELL INFANZIA. Campi di esperienza IL SE E L ALTRO ISTITUTO COMPRENSIVO DI PETRITOLI CURRICOLO IN VERTICALE DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2013/2014 SCUOLA DELL INFANZIA Traguardi per lo sviluppo delle Obiettivi

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa?

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Il matrimonio cristiano chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Antonio Tavilla IL MATRIMONIO CRISTIANO chi si sposa in chiesa sa quello che fa? religione e spiritualità www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Liceo Marco Foscarini - Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) A.S. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA

Liceo Marco Foscarini - Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) A.S. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA RELIGIONE CATTOLICA L insegnamento della religione cattolica (Irc) risponde all esigenza di riconoscere nei percorsi scolastici il valore della cultura religiosa e il contributo che i principi del cattolicesimo

Dettagli

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998)

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Senigallia, 6 gennaio 1998 Solennità dell Epifania Ai Parroci Ai Rettori di Chiese Ai Religiosi A tutti i Sacerdoti Oggetto: Celebrazione del Matrimonio Cari

Dettagli