II. Il matrimonio nella Gaudium et Spes e la sua interpretazione postconciliare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "II. Il matrimonio nella Gaudium et Spes e la sua interpretazione postconciliare"

Transcript

1 II. Il matrimonio nella Gaudium et Spes e la sua interpretazione postconciliare 1. Il contesto Nei numeri della Costituzione Pastorale Gaudium et Spes troviamo i punti principali in cui il Concilio tratta di matrimonio e famiglia 1. Questo testo di GS non è marginale all intento del concilio, perché in esso appaiono con singolare forza punti cruciali del dibattito conciliare: l essenza dell amore, l importanza della corporalità e degli affetti, l apertura dell ambito personale verso la società, la connessione con la natura, la centralità di Cristo che assume l amore umano Per capire il testo conciliare dobbiamo analizzare il suo contesto prossimo. Sullo sfondo della riflessione conciliare troviamo l enciclica di Pio XI Casti Connubii. È un testo dedicato al matrimonio, preoccupato dalla liberalizzazione della sessualità, soprattutto dentro del matrimonio, che preparava ormai la rivoluzione sessuale. Di fondo c è anche l affermazione che il matrimonio non può essere sottratto all autorità della Chiesa in quanto è una realtà sacra. Si vuole contestare chi farebbe del matrimonio una realtà mondana, soggetta solo al potere dello Stato. Per questo Casti Connubii dice all inizio che il matrimonio non è all arbitrio dell uomo; ma è creato da Dio e stabilito secondo la natura. L uomo partecipa con la sua libertà nel dare il consenso, ma la sua libertà non tocca l oggetto e le leggi del consenso, istituiti da Dio. Casti Connubii presenta la dottrina sul matrimonio secondo i tre beni agostiniani, con un rilievo singolare dato alla procreazione, fine primario del matrimonio. Come vedremo, Gaudium et Spes riprende punti importanti di Casti Connubii; la novità è soprattutto nell approccio pastorale, di dialogo con il mondo moderno, che fa spostare accenti e scoprire prospettive nuove. Un punto essenziale sarà far capire come la presenza di Dio nell amore umano, le sue regole e la natura della sua creazione, possono scoprirsi dal di dentro dell esperienza dell amore. Come abbiamo ormai segnalato, questo nuovo linguaggio è possibile anche grazie a una trasformazione della Modernità, che ha abbandonato le forme rigide del razionalismo, per cercare anche la dimensione del mistero nella sua visione dell uomo e del mondo. Un punto centrale del Vaticano II è che la Chiesa può stabilire questo dialogo senza bisogno di uscire dal suo centro, che è Cristo nella sua vita, morte e risurrezione, nella sua presenza sacramentale; e tutto questo perché in Lui abbiamo la rivelazione dell humanum nel suo centro più profondo. Un prima schema sul matrimonio, la famiglia e la castità, appare dall inizio del concilio all interno dello schema XVII, in cui si parlava della relazione Chiesa mondo. Questo fatto (l inclusione della parte sulla famiglia nello schema XVII) sarà poi importante: si testimonierà così, nella nuova prospettiva dei segni dei tempi presa da Gaudium et Spes, che la famiglia è il primo luogo di contatto tra Chiesa e società. Il primo luogo di cui la Chiesa ha bisogno per dare culto a Dio è la famiglia, perché la 1 A questi testi si deve aggiungere anche Lumen Gentium 11b, la cui analisi lasciamo per un altro momento. Per i testi del concilio, cf. il textus recognitus di GS negli Atti del Concilio: tomo IV, vol. IV, parte VI, pp. 421ss; il matrimonio appare a partire da IV, VI, 474; cf. textus denuo recognitus: IV, VII, 329ss. I modi appaiono a partire da p Cf. anche IV, VII, 765ss, sessio pubblica IX. Gli schemi preparatori importanti sono: Lovaina (schema XVII), Zurigo (schema XIII), Ariccia.

2 famiglia contiene il genoma dell esperienza umana e della fede cristiana. Gli schemi successivi si aggiungeranno dopo allo Schema XIII, che costituirà il centro della Gaudium et Spes. Nelle discussioni conciliari appariranno spesso due correnti in contrapposizione. La prima, più personalista, si centra sull amore coniugale per rendere più accessibile all uomo contemporaneo la dottrina della Chiesa sul matrimonio. La seconda, sospettosa del soggettivismo della corrente personalista, preferisce una via istituzionale, oggettiva, i cui criteri possano mostrarsi e condividersi con altri e abbiano così una valenza sociale più chiara. Appaiono in questo contesto due questioni che centrano le discussioni nella preparazione dei testi: a) La prima si domanda se è necessario l amore per il matrimonio. b) La seconda gira intorno al rapporto tra l amore coniugale e la procreazione nel contesto della domanda sulla contraccezione e il controllo delle nascite. a) Può sembrare ovvio che l amore faccia parte della definizione del matrimonio. Infatti il concilio definirà la famiglia come comunità di vita e amore. La questione, tuttavia, non è immediata. C era chi obiettava a questa tendenza dicendo che l amore non poteva durare per tutta una vita. Dovremo dire che, morto l amore, muore anche il vincolo matrimoniale? Come si potrebbe allora difendere l indissolubilità del matrimonio? D altra parte, c era chi, come il vescovo di Yakharta, faceva presente la differenza tra la tradizione occidentale e quella orientale: voi vi sposate perché vi amate, noi ci amiamo perché ci siamo sposati. Il matrimonio, quindi, può dirsi propter amorem in un doppio senso: sposarsi a causa dell amore, sposarsi per riuscire ad amarsi in modo pieno. La tradizione teologica ha insistito sul consenso che fonda il matrimonio, ma non sull amore, che sembra qualcosa molto più difficile di costatare e definire. Pietro Lombardo dirà, per esempio, nelle Sentenze, che un matrimonio è valido se c è il consenso comune, e che continua ad essere valido quamvis amor ad hoc attraxerit, anche se l amore attira verso di esso (Pietro Lombardo, Sentenze IV, d. XXX, 4). In questo caso l amore è considerato una delle cause minus honestae per il matrimonio. Da quanto abbiamo detto è chiaro che c è di fondo una domanda sull essenza dell amore. Il concilio cercherà di chiarire la questione con una piccola fenomenologia dell amore (GS 49) e il tema resta aperto a uno studio posteriore. Il problema, infatti, di non considerare l amore, è che senza affettività non c è possibilità di formare un unità di vita con l altro; senza affettività non c è quindi neanche possibilità di promettere, di arrivare ad un vincolo indissolubile; senza amore si può sostenere che Dio fa il vincolo, ma si dovrà dire che lo fa dal di fuori, senza tener conto dell amore umano e la sua struttura, che tende a durare. b) Il secondo problema riguarda la relazione tra l amore coniugale e la procreazione. La dottrina tradizionale, ribadita in Casti Connubii, afferma che fine primario del matrimonio è la procreazione ed educazione dei figli; fine secondario, il mutuo aiuto che ambedue gli sposi si scambiano a vicenda. La dottrina dei fini derivava dei tre beni agostiniani (fides, proles, sacramentum) quando, nel Medioevo, si fece la connessione con le quattro cause di Aristotele (causa formale, efficiente, finale, materiale). Lo sviluppo poco a poco si è centrato sulla causa finale, dimenticando le altre. L obiezione presentata alla dottrina tradizionale affermava che, se l enfasi si mette sulla procreazione, sembra che vada trascurato il livello della persona per sottolineare soltanto la dimensione naturale della conservazione della specie. Il Concilio, alla fine, preferisce un vocabolario diverso, non perché veda una rottura con la prospettiva anteriore, ma

3 perché pensa sia meglio cambiare il modo di parlare (un vocabolario tecnico non andrebbe bene per una costituzione pastorale, che vuole appunto il dialogo con il mondo moderno; il linguaggio dei fini primario e secondario potrebbe essere frainteso). Questo cambiamento del linguaggio porterà, però, ad un approfondimento della questione, che aiuti a porre in modo più chiaro la connessione tra i diversi aspetti del matrimonio. Inoltre, il Concilio insisteva sulla non contraddizione tra la procreazione e l amore coniugale (GS 51). Come vedremo, ci sarà di nuovo bisogno di una riflessione sull essenza dell amore per riuscire a portare nuova luce sul dibattito. 2. Punti principali di GS Una volta presentata la visione di insieme passiamo ad analizzare in concreto i numeri del Concilio che qui ci interessano. GS 47 comincia parlando dei problemi del matrimonio e la famiglia nel mondo attuale. Si sottolinea che matrimonio e famiglia sono centrali, sia per la società, sia per la Chiesa. Appare così con forza la posizione centrale del matrimonio e la famiglia per il dialogo della Chiesa con il mondo. Come abbiamo ormai detto, il fatto che il discorso sul matrimonio sia stato incluso dall inizio nello schema XVII (poi schema XIII che diventa Gaudium et Spes), mostra l importanza della famiglia come punto centrale in cui confluiscono diverse prospettive. Tra i problemi citati appaiono prima quelli che minacciano l istituzione matrimoniale (poligamia, divorzio, amore libero) e dopo quelli che, vissuti all interno del matrimonio, sono contrari al vero amore coniugale (egoismo, edonismo, uso del matrimonio contro la generazione). Un paragrafo afferma che, anche se sembra che ci siano difficoltà di isolamento del matrimonio dalle realtà sociali, questo può tornare vantaggioso in quanto mette più in rilievo l essenziale del matrimonio e la famiglia 2. È importante non capire ingenuamente quest ottimismo. Non può voler dire (come fa Schillebeeckx nell introduzione al suo libro sul Matrimonio) che la famiglia, una volta tolte le connessioni con la società, torna adesso con più chiarezza a valorizzare se stessa, come se questi vincoli sociali fossero distrazioni del compito essenziale della famiglia. Appunto perché il matrimonio e la famiglia hanno una natura relazionale, chiamata ad uscire da sé; appunto per questo, togliere queste relazioni è togliere anche la natura stessa del matrimonio e la famiglia. L ottimismo si deve capire piuttosto, in modo propriamente cristiano, alla luce dell azione di Dio, che continua ad operare nel posto più adatto alla sua azione, all interno dei vincoli familiari 3. 2 Profundae immutationes societatis hodiernae, non obstantibus difficultatibus inde prorumpentibus, saepe saepius veram eiusdem instituti indolem vario modo manifestant 3 Un altro esempio: nota Bernhard Häring (commento al Concilio in Lexikon für Theologie und Kirche III, 426) che prima i bambini erano per la famiglia, oggi la famiglia è per i bambini. Possiamo domandarci se si può vedere in questo sguardo qualcosa di positivo. Non è vero che ambedue le cose devono matenersi (la famiglia per i bambini, i bambini per la famiglia)? Non capita appunto che, quando si dimentica la ricchezza che i bambini sono per la società, si finisce per perdere interesse ad essi?

4 Il numero 48 è dedicato alla santità del matrimonio e la famiglia. È importante che il primo punto sia una riflessione sul matrimonio come realtà sacra, istituita da Dio e non dall uomo. Si vede così la proposta del concilio che coglie nel matrimonio una via di pienezza, un cammino verso la santità. Riprende qui il Concilio la prima parte dell enciclica Casti Connubii, parlando dei diversi modi di agire di Dio e dell uomo nel matrimonio. L azione di Dio è istituire il matrimonio, le sue leggi, la sua natura; l azione dell uomo è il consenso irrevocabile della mutua donazione. In questo contesto si parla del matrimonio come comunità di vita e amore: si fa vedere così che il consorzio di tutta la vita non può darsi senza amore, e che l amore non è un semplice sentimento che passa, ma un modo nuovo di vivere per l altro. La presenza di Dio nel matrimonio (Deus, auctor matrimonii) suscita la domanda di come mettere insieme l azione di Dio e l azione dell uomo. Soltanto un antropologia dell amore, che considera l affettività incarnata dell uomo come apertura al mondo, agli altri, a Dio, sarà capace di presentare l armonia tra Dio e l uomo nel consenso matrimoniale. Il Concilio aggiunge che l analisi dell amore coniugale, insieme al bene dei figli, fa vedere la necessità della fedeltà e dell indissolubilità matrimoniale. Questo significa che l analisi dell amore umano, dal di dentro dell esperienza del dono, esige sia il solo per te, sia il per sempre ; e questo, sia per il bene dei figli (che hanno bisogno di stabilità nella loro educazione e di chiarezza nel riconoscere la figura paterna e materna), sia anche per l indole dell unione dei coniugi 4. La seconda parte del numero 48 parla del sacramento in quanto istituito da Cristo. Il Salvatore prende una realtà che, dalla Creazione, era sacra e istituita dal Padre, e la benedice in modo singolare. Il testo parla di un amore di molti aspetti (multiforme), volendo sottolineare la ricchezza di questo amore. Se una versione anteriore del testo comparava Cristo con l uomo e la Chiesa con la donna, il testo definitivo compara soltanto gli amori, senza specificare la connessione diretta: l amore di Cristo e della Chiesa viene messo in connessione con l amore tra l uomo e la donna. La sacramentalità è vista qui, secondo il senso cristocentrico di tutto il Concilio, come incontro con Cristo, che viene verso gli sposi e rimane con loro. È probabile l influsso di Schillebeeckx in questo testo (cf. il suo Cristo, sacramento dell incontro con Dio). Cristo viene verso gli sposi e rimane con loro perché gli sposi possano amarsi con fedeltà perpetua. L accento cristologico è messo in rilievo anche quando si dice che l amore degli sposi è assunto nell amore divino. L assunzione dell umanità da parte di Gesù include anche l assunzione dell amore umano. Non si dice semplicemente, come era corrente, che il patto coniugale è stato elevato, ma si adopera un vocabolario più vicino alla cristologia: un assunzione nell amore divino. In questo senso si può capire la frase, presa da Casti connubii, in cui si dice che gli sposi, con il sacramento, sono fatti più forti e quasi consecrati. La discussione conciliare sulla frase si è limitata a restare vicina a Casti connubii, per evitare ambiguità nel modo di capire la frase. La consacrazione degli sposi viene definita secondo la sacramentalità del matrimonio. Casti Connubii insisteva così nell aspetto sacro del 4 Quae intima unio, utpote mutua duarum personarum donatio, sicut et bonum liberorum, plenam coniugum fidem exigunt atque indissolubilem eorum unitatem urgent.

5 matrimonio, che non può considerarsi semplicemente mondano, privato del mistero. Riguardo al rapporto di questa consacrazione con altri tipi di consacrazione, bisognerebbe studiare i diversi sacramenti per poter distinguere i diversi tipi di consacrazione (battesimale, ordine sacerdotale ). La differenza può cercarsi nel rapporto della consacrazione con l eschaton, con la pienezza definitiva escatologica, che non appare nello stesso modo nel matrimonio che in altri sacramenti (Battesimo, Ordine). Il testo afferma anche che nel matrimonio si manifesta la presenza di Cristo e la vera natura della Chiesa. Se è vero che Cristo illumina l amore umano, risulta anche vero l altro aspetto: nell amore umano si può adesso vedere il volto di Cristo e quello della Chiesa. Quest ultimo aspetto è interessante. Per capire cosa è la Chiesa, dice il Concilio, bisogna guardare la famiglia. La domanda sull essere della Chiesa, sulla sua definizione, che è stata centrale in tutto il Concilio, riceve dalla famiglia una luce particolare. Tutto questo ci aiuta a vedere come non è solo che la famiglia è chiesa domestica, ma anche la Chiesa può vedersi come grande famiglia. Nella famiglia si custodisce un elemento essenziale di quella communio che il Sinodo di 1985 ha visto come chiave per capire la Chiesa. GS 49 sviluppa una fenomenologia dell amore. Vediamo qui di fondo la grande domanda sulla verità dell amore, che sarà decisiva nella ricezione del concilio. L influsso del personalismo aiuta a capire l amore che si dirige da una persona ad un altra persona, che integra la volontà e l affetto, includendo così il corpo e l anima dell uomo. A questo punto si dice che il Signore sanat, perficit et elevat l amore. Questi tre termini erano adoperati normalmente dalla teologia per parlare del rapporto tra natura e grazia. La grazia guarisce le ferite del peccato; porta a pienezza l esperienza profonda dell uomo; eleva a una nuova altezza ciò che l uomo è. La novità di questo punto è che tutto ciò si dice, non semplicemente della natura umana, ma dell amore umano. Il matrimonio può illuminare la relazione tra natura e grazia appunto perché prende l approccio dell amore. È l amore che è stato sanato, perfezionato, elevato. GS 50 completa questa visione includendo il tema della fecondità. Il Concilio vuole sottolineare la complementarietà degli aspetti unitivo e procreativo, che non possono opporsi. Il linguaggio dei fini non si adopera, perché si preferisce un linguaggio non tecnico, tenendo conto del carattere pastorale del testo. Il numero 51 parlerà appunto del rapporto tra ambedue gli aspetti. È importante notare che in tutto il modo di parlare di paternità responsabile appare anche la sottolineatura della generosità. Si potrebbe dire che la responsabilità, come capacità di rispondere ad una chiamata divina che ha in conto la partecipazione dell uomo, ha come prima e più originaria caratteristica la gratitudine e, quindi, la generosità. Non è una questione di un semplice calcolo o della ricerca di sicurezze (ogni figlio che si riceve in famiglia va al di là dei calcoli e fa agli sposi andare al di là delle loro prospettive), ma di una paternità responsabilmente generosa o generosamente responsabile. Finalmente è necessario mettere di rilievo le riflessioni di GS 52 sul ruolo sociale della famiglia. Questo è un aspetto decisivo, che Santo Tommaso d Acquino ha ripreso con chiarezza nella sua sintesi teologica, quando parla del officium naturae del matrimonio e del officium civilitatis, cioè, la sua natura sociale necessaria per edificare la società (cf. S.Th. Supplementum, q. 42, a.2).

6 3. Punti centrali del concilio e prospettive aperte Possiamo riassumere nei seguenti punti i dibattiti fondamentali in sede conciliare: a) La famiglia appare come il primo luogo scelto per il dialogo tra la Chiesa e il mondo. La famiglia è luogo di sintesi delle diverse prospettive sulla vita umana e del rapporto tra mondo e Chiesa. Gli sviluppi posteriori (in Giovanni Paolo II e Benedetto XVI) ci mostreranno la famiglia come via della Chiesa perché via in cui l uomo sviluppa la sua piena vocazione. b) Il testo di Gaudium et Spes ha il merito di mettere in primo piano la discussione sull amore. Sarà la chiave per pensare il nesso tra amore e verità. c) È importante la discussione sui due fini del matrimonio. Gli uni insistevano sulla procreazione, perché vedevano nell introduzione del tema dell amore una tendenza verso il soggettivismo. Gli altri volevano mettere in rilievo l amore, e il linguaggio dei fini e della procreazione sembrava loro una cosificazione della persona. Vedremo a questo riguardo l importanza di riflettere sulla connessione tra amore e natura. d) È importante notare anche la riflessione sulla sacramentalità del matrimonio in chiave cristologica (incontro con Cristo, che trova gli sposi e rimane con loro; cf. Schillebeeckx). Quello che è assunto da Cristo è l amore matrimoniale; e in questo modo la famiglia riflette la natura della Chiesa, Sposa di Cristo. Il matrimonio ha come cornice la dottrina più ampia del Concilio sulla relazione tra Cristo e l uomo, e il modo in cui Cristo porta a pienezza l esperienza umana Evoluzione dopo il Concilio, Il Concilio apre allora una strada che lo sviluppo posteriore prenderà. Ecco i punti principali aperti alla riflessione postconciliare: - Bisogno di portare avanti un analisi approfondita sulla verità dell amore. Dopo la Modernità, che ha concepito l amore separato dalla ragione e la ragione divisa dall amore, è essenziale mettere insieme ambedue. Altrimenti l amore è incapace di offrire senso alla vita; e il senso che la ragione offre rimane freddo e distante. Si pone allora la domanda sull ordine dell amore. - Sarà necessaria anche una riflessione sul rapporto tra amore e natura. Il personalismo poteva tendere a trascurare questo aspetto, soprattutto se si metteva una distinzione troppo stretta tra il mondo della persona e il mondo delle cose. L amore, per preservare il suo ordine, deve integrare in sé la natura. Dopo il concilio questo punto diventerà chiave anche per la sua portata sociale, con l esplosione dell ideologia del gender. - L amore, unito alla verità, diventa capace di illuminare l ambito sociale. Questa apertura dell amore verso la costruzione della vita pubblica diventerà essenziale davanti alle politiche che regolano la famiglia. 5 Sul tema della grazia del matrimonio, cf. G. Baldanza, La grazia del sacramento del matrimonio. Contributo per la riflessione teologica, Centro Liturgico Vincenziano, Roma 1993,

7 - Il matrimonio e la famiglia appaiono come punto di connessione tra fede e vita, tra Chiesa e società. Possiamo allora dire che è la chiave per la nuova evangelizzazione. Quest ultimo punto, in quanto mette in contatto l esperienza umana e la rivelazione, diventa la chiave per la nostra presentazione. L analisi adoperata ci consente di cogliere la prospettiva giusta per presentare il matrimonio. L elemento essenziale sarà il rapporto tra la pienezza di Gesù (sacramento della nuova Legge) e l inizio nella creazione. In questo modo lo studio del matrimonio offre una visione della persona alla luce dell amore, un amore che trova in Cristo la sua pienezza.

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE. Documento preparatorio

SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE. Documento preparatorio SINODO DEI VESCOVI III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE Documento preparatorio Città del Vaticano 2013 I Il Sinodo: famiglia ed evangelizzazione

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA?

QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA? QUAL È LA CONCEZIONE DEL MATRIMONIO E DELLA FAMIGLIA NELLA FEDE CRISTIANA? Che cos'è il matrimonio? È quella speciale comunione di vita e d'amore tra un uomo e una donna, in cui si attuano particolari

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

POSIZIONE MATRIMONIALE

POSIZIONE MATRIMONIALE Mod. I Prot. n. DIOCESI DI PARROCCHIA Via Comune Cap Provincia POSIZIONE MATRIMONIALE GENERALITÀ Fidanzato Fidanzata Cognome e nome 1 Luogo e data di nascita Luogo e data di battesimo Religione Stato civile

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

Incontrare il Signore in famiglia.

Incontrare il Signore in famiglia. temi pastorali Incontrare il Signore in famiglia. GIAMPAOLO DIANIN* Padova Se la fede è la storia di un grande amore, è nella famiglia - in cui oggi si vive una sorta di indifferenza - che essa deve essere

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

ANNUNCIO E CATECHESI PER LA VITA CRISTIANA

ANNUNCIO E CATECHESI PER LA VITA CRISTIANA Conferenza Episcopale Italiana Commissione Episcopale per la dottrina della fede, l annuncio e la catechesi ANNUNCIO E CATECHESI PER LA VITA CRISTIANA Lettera alle comunità, ai presbiteri e ai catechisti

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

La donna, custode dell essere umano

La donna, custode dell essere umano La donna, custode dell essere umano Breve Introduzione alla Lettera apostolica Mulieris dignitatem Joseph Card. Ratzinger L Osservatore Romano 1 ottobre 1988 Chi vuol leggere e capire nel senso giusto

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia

CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia Il Credo del Popolo di Dio è una Professione di Fede che Paolo VI ha formulato e presentato il 30 giugno

Dettagli

Segretariato per i non cristiani Pentecoste 1984 INTRODUZIONE

Segretariato per i non cristiani Pentecoste 1984 INTRODUZIONE Segretariato per i non cristiani Pentecoste 1984 L ATTEGGIAMENTO DELLA CHIESA DI FRONTE AI SEGUACI DI ALTRE RELIGIONI (Riflessioni e orientamenti su dialogo e missione) Una tappa nuova INTRODUZIONE 1.

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994).

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). Giovanni 1:18 Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). (1) Introduzione (2) Esegesi e analisi testo (3) Contributi di vari studiosi

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

La santità al femminile

La santità al femminile Chiavari, 25 settembre 2010. La santità al femminile Introduzione Prima di parlare di santità al femminile, vorrei dedicare la prima parte della nostra riflessione alla santità e alla sua condizione nella

Dettagli

La fede cristiana in Dio uno e trino

La fede cristiana in Dio uno e trino 1 La fede cristiana in Dio uno e trino Luis F. Ladaria La fede nel Dio uno e trino costituisce il principio e il culmine della fede cristiana, la prima verità dalla quale scaturiscono e nella quale si

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio Preghiera per le vocazioni Ti preghiamo, Signore, perché continui ad assistere e arricchire la tua Chiesa con il dono delle vocazioni. Ti preghiamo perché molti vogliano accogliere la tua voce e rallegrino

Dettagli

TESARIO PER LA PROVA ORALE DI BACCALAUREATO

TESARIO PER LA PROVA ORALE DI BACCALAUREATO TESARIO PER LA PROVA ORALE DI BACCALAUREATO 1. Piacque a Dio nella sua bontà e sapienza rivelare se stesso e far conoscere il mistero della sua volontà mediante il quale gli uomini per mezzo di Cristo,

Dettagli

LETTERA DEI VESCOVI PER LA RICONSEGNA DEL TESTO IL RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI

LETTERA DEI VESCOVI PER LA RICONSEGNA DEL TESTO IL RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI LETTERA DEI VESCOVI PER LA RICONSEGNA DEL TESTO IL RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI 1. Il rinnovamento della catechesi, pubblicato nel 1970 sotto la spinta del Concilio Vaticano II, ha segnato decisamente,

Dettagli

Il Vangelo della famiglia in un mondo globalizzato

Il Vangelo della famiglia in un mondo globalizzato Il Vangelo della famiglia in un mondo globalizzato Mons. Vincenzo Paglia Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia Tra pochi mesi si riunirà a Roma il Sinodo Ordinario dei Vescovi su La Vocazione

Dettagli

SCHEDA I PRINCIPALI DOCUMENTI MAGISTERIALI SULLA PREPARAZIONE AL MATRIMONIO

SCHEDA I PRINCIPALI DOCUMENTI MAGISTERIALI SULLA PREPARAZIONE AL MATRIMONIO SCHEDA I PRINCIPALI DOCUMENTI MAGISTERIALI SULLA PREPARAZIONE AL MATRIMONIO Documenti del Concilio Vaticano II Costituzione dogmatica Lumen gentium (21 novembre 1964) n. 11 Dichiarazione Gravissimum educationis

Dettagli

Lo statuto teologico dell embrione

Lo statuto teologico dell embrione Lo statuto teologico dell embrione ----- + Jean LAFFITTE ----- 22 marzo 2014 ----- Mi sia permesso, nel momento di introdurre questa riflessione, di evocare un ricordo personale. Si tratta di quando iniziò,

Dettagli

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione.

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Eugenio e Chiara Guggi (tramite le parole di Benedetto XVI) Il laico dev essere

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE 1 Reverendissimo P. Abate, Reverendi Presbiteri, Diaconi, Religiosi, Reverende Religiose, cari Seminaristi, amati fedeli Laici, siamo convocati nella Chiesa Cattedrale,

Dettagli

Come far Funzionare un Matrimonio

Come far Funzionare un Matrimonio Come far Funzionare un Matrimonio Fonte www.zammerumaskil.com/ 7 PUNTI FONDAMENTALI PER FAR "FUNZIONARE UN MATRIMONIO" I nuclei di morte PSICO-RELAZIONALI nella vita di coppia I NUCLEI DI MORTE SPIRITUALI

Dettagli

Linee orientative per la gestione dei beni negli Istituti di vita consacrata e nelle Società di vita apostolica

Linee orientative per la gestione dei beni negli Istituti di vita consacrata e nelle Società di vita apostolica Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più (Lc 12, 48) Linee orientative

Dettagli

LA PREPARAZIONE DEI FIDANZATI AL MATRIMONIO

LA PREPARAZIONE DEI FIDANZATI AL MATRIMONIO Arcidiocesi di Siena - Colle Val d Elsa - Montalcino UFFICIO DIOCESANO PER LA PASTORALE FAMILIARE Ti fidanzerò con me nella fedeltà e tu conoscerai il Signore (Dal libro del profeta Osea 2,22) La Vergine

Dettagli

MARIA DA PARTE SUA SERBAVA TUTTE QUESTE COSE MEDITANDOLE NEL SUO CUORE

MARIA DA PARTE SUA SERBAVA TUTTE QUESTE COSE MEDITANDOLE NEL SUO CUORE MARIA DA PARTE SUA SERBAVA TUTTE QUESTE COSE MEDITANDOLE NEL SUO CUORE (Lc 2,19): LA DIMENSIONE ECCLESIALE DEL DISCEPOLATO DI MARIA IN ALCUNI DOCUMENTI ECCLESIALI (Conferenza 2 febbraio 2008 ore 16) INTRODUZIONE

Dettagli

Benedetto XVI e i movimenti Il discorso ai vescovi portoghesi

Benedetto XVI e i movimenti Il discorso ai vescovi portoghesi Benedetto XVI e i movimenti Il discorso ai vescovi portoghesi dal Notiziario n. 21/2010 del Pontificio Consiglio per i Laici Negli ultimi mesi il Santo Padre è intervenuto ripetutamente a proposito dei

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Ad gentes 1 www.olir.it

Ad gentes 1 www.olir.it DECRETO Ad gentes SULL ATTIVITÀ MISSIONARIA DELLA CHIESA PROEMIO 1. Inviata per mandato divino alle genti per essere «sacramento universale di salvezza» la Chiesa, rispondendo a un tempo alle esigenze

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Guardare al Cristo trafitto, luogo da cui emergono la vita e l amore Indicazioni per una morale fondamentale

Guardare al Cristo trafitto, luogo da cui emergono la vita e l amore Indicazioni per una morale fondamentale Guardare al Cristo trafitto, luogo da cui emergono la vita e l amore Indicazioni per una morale fondamentale È al cuore che si trova il centro; è per questo che il cuore divino-umano è oggetto di un culto

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE PACE E SALUTE NEL SIGNORE GESÙ

GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE PACE E SALUTE NEL SIGNORE GESÙ GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE AI PRESBITERI E AI DIACONI AI FRATELLI E ALLE SORELLE DI VITA CONSACRATA AI FEDELI LAICI E A TUTTI GLI UOMINI E LE DONNE DI BUONA VOLONTÀ DI QUESTA NOSTRA

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Synod2014. Sabato, 18.10.2014 N. 0771. Pubblicazione: Immediata. Sommario:

Synod2014. Sabato, 18.10.2014 N. 0771. Pubblicazione: Immediata. Sommario: Synod2014 Sabato, 18.10.2014 N. 0771 Pubblicazione: Immediata Sommario: Ë Synod14-15ª Congregazione generale: Discorso del Santo Padre Francesco per la conclusione della III Assemblea generale straordinaria

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE UNO DEI SOLDATI GLI COLPÌ IL FIANCO CON LA LANCIA E SUBITO NE USCÌ SANGUE ED ACQUA NASCITA DEL SACRAMENTO CHIESA NELLA MOLTEPLICITA DEI SUOI DONI DI SALVEZZA. 1. TESTO

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

DIRETTORIO PER IL MINISTERO E LA VITA DEI PRESBITERI

DIRETTORIO PER IL MINISTERO E LA VITA DEI PRESBITERI CONGREGAZIONE PER IL CLERO DIRETTORIO PER IL MINISTERO E LA VITA DEI PRESBITERI NUOVA EDIZIONE ISBN Cpyright LEV 2 PRESENTAZIONE Il fenomeno della secolarizzazione, cioè la tendenza a vivere la vita in

Dettagli

Omelia. «Voi siete nel mondo, ma non del mondo. Voi siete per il mondo!»

Omelia. «Voi siete nel mondo, ma non del mondo. Voi siete per il mondo!» 1 Omelia «Voi siete nel mondo, ma non del mondo. Voi siete per il mondo!» Concelebrazione eucaristica in occasione del 30 o anniversario di fondazione della Comunità «Shalom» Summit Hotel, Roma, Sabato

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Diocesi di Gubbio In Gesù Cristo uomini nuovi

Diocesi di Gubbio In Gesù Cristo uomini nuovi Diocesi di Gubbio In Gesù Cristo uomini nuovi In cammino verso l Assemblea Diocesana 1 PRESENTAZIONE Dal 9 al 13 novembre 2015 si celebrerà a Firenze il 5 Convegno della Chiesa Italiana dal tema In Gesù

Dettagli

Stato, Chiese e pluralismo confessionale

Stato, Chiese e pluralismo confessionale Maria Fausta Maternini (ordinario di Diritto ecclesiastico nella Facoltà di Giurisprudenza dell Università degli Studi di Trieste) Matrimonio civile e matrimonio religioso SOMMARIO: 1. Il matrimonio rapporto

Dettagli

ANDATE ANCHE VOI A LAVORARE NELLA MIA VIGNA. (Mt 20, 7)

ANDATE ANCHE VOI A LAVORARE NELLA MIA VIGNA. (Mt 20, 7) Michele Castoro Arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo ANDATE ANCHE VOI A LAVORARE NELLA MIA VIGNA (Mt 20, 7) Lettera pastorale alla Chiesa di Manfredonia - Vieste - San Giovanni Rotondo

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

LETTERA DEL PAPA GIOVANNI PAOLO II ALLE FAMIGLIE

LETTERA DEL PAPA GIOVANNI PAOLO II ALLE FAMIGLIE Carissime Famiglie! LETTERA DEL PAPA GIOVANNI PAOLO II ALLE FAMIGLIE 1. La celebrazione dell'anno della Famiglia mi offre la gradita occasione di bussare alla porta della vostra casa, desideroso di salutarvi

Dettagli

Relazione del Cardinale Walter Kasper presentata al concistoro straordinario sul tema della famiglia (02/14)

Relazione del Cardinale Walter Kasper presentata al concistoro straordinario sul tema della famiglia (02/14) Relazione del Cardinale Walter Kasper presentata al concistoro straordinario sul tema della famiglia (02/14) In questo anno internazionale della famiglia, Papa Francesco ha invitato la Chiesa a celebrare

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Credi nel Signore Gesù e sarai salvato tu e la tua famiglia. (At 16,31)

Credi nel Signore Gesù e sarai salvato tu e la tua famiglia. (At 16,31) Credi nel Signore Gesù e sarai salvato tu e la tua famiglia (At 16,31) Piano Pastorale e Agenda Diocesana 2013-2014 Prot. N. 29E/13 29 giugno 2013 Cari amici, la Chiesa che è in Salerno Campagna Acerno,

Dettagli

La fraternità auten,ca è nella gioia e bandisce la tristezza Fanano 2 luglio 2015

La fraternità auten,ca è nella gioia e bandisce la tristezza Fanano 2 luglio 2015 La fraternità auten,ca è nella gioia e bandisce la tristezza Fanano 2 luglio 2015 «La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù. Coloro che si lasciano salvare

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000

Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000 Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000 Facoltà di assolvere da tutte le censure non riservate e non dichiarate L.V.D. XCI (2000) pp. 127-131 per tutto l anno Santo L anno giubilare in corso ha come

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

RIFLESSIONE SULL AVVENTO. Auguri per un sereno Santo Natale apportatore di pace e gioia a voi e ai vostri cari RALLEGRATEVI NEL SIGNORE

RIFLESSIONE SULL AVVENTO. Auguri per un sereno Santo Natale apportatore di pace e gioia a voi e ai vostri cari RALLEGRATEVI NEL SIGNORE RIFLESSIONE SULL AVVENTO Auguri per un sereno Santo Natale apportatore di pace e gioia a voi e ai vostri cari RALLEGRATEVI NEL 20 SIGNORE INTRODUZIONE Accogliamo dal Signore un nuovo Anno di grazia, di

Dettagli

TESTO PROVVISORIO ESC

TESTO PROVVISORIO ESC Convegno Internazionale San Josemaría e il pensiero teologico Roma, 14-15-16 novembre 2013 TRA CARISMA E DIRITTO: LA VITA DI UN SANTO Prof. Gaetano Lo Castro 1. Non legislatore: san Josemaría non apparteneva

Dettagli

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 Dal Vangelo secondo Giovanni 9, 1.6-9.13-17.34-38 In quel tempo, Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita. Sputò per terra, fece del fango con la saliva, spalmò

Dettagli

INCONTRI NEOPROFESSI OSF - MONZA 19 OTTOBRE 2013

INCONTRI NEOPROFESSI OSF - MONZA 19 OTTOBRE 2013 INCONTRI NEOPROFESSI OSF - MONZA 19 OTTOBRE 2013 Interventi -------------------------------------------------------------------------------------------------------- FRANCESCO E LA CHIESA DEL SUO TEMPO

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

SANTA MESSA PER GLI SPOSI LA SANTA MESSA

SANTA MESSA PER GLI SPOSI LA SANTA MESSA ANA MEA PER GLI POI LA ANA MEA L Eucaristia è il cuore e il culmine della vita cristiana, poiché in essa Cristo associa la sua Chiesa e tutti i suoi membri al proprio sacrificio di lode e di rendimento

Dettagli

Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale

Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Dall italiano al linguaggio della logica proposizionale Enunciati atomici e congiunzione In questa lezione e nelle successive, vedremo come fare

Dettagli

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE.

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. Oh Dio, suscita in noi la volontà di andare incontro con le buone opere al tuo Cristo che viene, perchè egli ci chiami

Dettagli

IL VOLTO MISSIONARIO DELLE PARROCCHIE IN UN MONDO CHE CAMBIA

IL VOLTO MISSIONARIO DELLE PARROCCHIE IN UN MONDO CHE CAMBIA Numeri 5/6 1 luglio 2004 IL VOLTO MISSIONARIO DELLE PARROCCHIE IN UN MONDO CHE CAMBIA Nota pastorale dell Episcopato italiano Introduzione Pag. 129 I. Comunicare e vivere il Vangelo tra la gente in un

Dettagli