Capitolo 4 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolo 4 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ"

Transcript

1 Pagina 1 di 14 Capitolo 4 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ 4.1 REQUISITI GENERALI IDENTIFICAZIONE DEI PROCESSI PROCESSI IN OUTSOURCING 4.2 REQUISITI RELATIVI ALLA DOCUMENTAZIONE GENERALITA MANUALE DELLA QUALITA TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI DOCUMENTI TENUTA SOTTO CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI 4.3- ALLEGATO DESCRIZIONE DELLE MODIFICHE In questo capitolo si fa riferimento alle seguenti procedure: PS Controllo dei documenti e dei dati PS Gestione dei documenti di registrazione della Qualità aprile 2011 Rev. Data Descrizione revisione Redatto Verificato Approvato

2 Pagina 2 di REQUISITI GENERALI Il Laboratorio Prove Materiali (LPM) dell ITIS Magistri Cumacini ha definito, documentato ed attuato il proprio Sistema Gestione per la Qualità in accordo con i requisiti prescritti dalla norma UNI ISO 9001:2008 Requisiti, integrata con la norma EN 17025:2005, punti 4 e 5 (vedi tabella di conversione allegata). Tale sistema viene costantemente tenuto aggiornato per migliorarne l efficacia e per adeguarlo ai cambiamenti delle normative cogenti e delle aspettative dei clienti del Laboratorio. Per questo il Sistema di Gestione Qualità (SGQ) dell LPM : Individua le aspettative implicite ed esplicite del cliente; Determina i processi necessari per il Sistema Gestione Qualità; Stabilisce la sequenza e le interazioni tra i processi; Stabilisce i criteri ed i metodi necessari per garantire l efficace funzionamento e il controllo dei processi realizzati all interno del Laboratorio. Stabilisce le modalità per la disposizione delle risorse e delle informazioni necessarie per supportare il funzionamento e il monitoraggio dei processi; Attua le azioni necessarie per conseguire i risultati pianificati ed il miglioramento continuo dei processi.

3 Pagina 3 di IDENTIFICAZIONE DEI PROCESSI I processi identificati nel SGQ del LPM, possono distinguersi in : Principali, che forniscono valore aggiunto all organizzazione Di supporto, necessari per la realizzazione dei processi principali, ma che non forniscono direttamente valore aggiunto Di miglioramento, che favoriscono il miglioramento continuo del SGQ I Processi Principali identificati e descritti nella documentazione del SGQ sono i seguenti : Gestione Commerciale (Cap 7.2) Comunicazione con il cliente (Cap 7.2.3) Erogazione del servizio (Cap 7.5) I processi di Supporto identificati e descritti nella documentazione del SGQ sono : Gestione documentazione (Cap 4.2) Approvvigionamenti (Cap 7.4) Gestione risorse umane (Cap 6.2) Gestione infrastrutture (Cap 6.3) Gestione sicurezza (Cap 6.4) I processi di Miglioramento identificati e descritti nella documentazione del SGQ sono: Riesame della Direzione (Cap 5.6) Soddisfazione del cliente (Cap 8.2.1) Controllo NC (Cap 8.3) Verifiche (Cap 8.2.2) Miglioramento continuo (Cap 8.5) Nel seguente grafico sono riportate le interazioni tra i suddetti processi

4 REQUISITI DEL CLIENTE SODDISFAZIONE DEL CLIENTE MANUALE QUALITÀ Pagina 4 di 14 MIGLIORAMENTO CONTINUO RIESAME DELLA DIREZIONE GESTIONE NC MISURAZIONI ANALISI MIGLIORAMENT0 VERIFICHE ISPETTIVE MONITORAGGIO SODDISFAZIONE PROCESSI DI MIGLIORAMENTO GESTIONE DOCUMENTAZIONE CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI APPROVVIGION AMENTI GESTIONE RISORSE UMANE GESTIONE INFRASTRUTTUR E SICUREZZA Processi in outsourcing PROCESSI DI SUPPORTO

5 Pagina 5 di 14 Non sussistono processi erogati in tale modalità, sia per la politica interna sia per le indicazioni normative contenute nella C.M. 7617dell 8 settembre REQUISITI RELATIVI ALLA DOCUMENTAZIONE GENERALITÀ Per descrivere il proprio Sistema di Gestione per la Qualità il LPM ha elaborato e diffuso una serie di documenti che sono di seguito descritti in funzione del loro grado di definizione e del loro livello di divulgazione. POLITICA QUALITÀ MANUALE QUALITÀ MANSIONARI E ORGANIGRAMMI PROCEDURE GESTIONALI PROCEDURE DI SISTEMA PROCEDURE OPERATIVE METODI DI PROVA PIANI QUALITÀ IL MANUALE é stato realizzato seguendo lo schema della normativa UNI EN ISO 9001:2008 integrato con la norma EN 17025:2005, allo scopo di descrivere struttura organizzativa, processi, risorse e responsabilità per la gestione della qualità. IL MANUALE, pur descrivendo chiaramente responsabilità e compiti, evita i dettagli operativi sulle attività che sono viceversa oggetto di Procedure Gestionali, Procedure di Sistema, Procedure Operative, Metodi di Prova, Mansionari e di altri documenti applicativi. LE PROCEDURE GESTIONALI definiscono modalità di gestione e le responsabilità specifiche per le principali attività del Laboratorio, in particolare per quelle necessarie alla gestione della qualità. LE PROCEDURE DI STEMA definiscono le modalità operative per la gestione del SGQ del LPM. Tale documentazione è obbligatoria in riferimento alla norma UNI EN ISO 9001:2008. LE PROCEDURE OPERATIVE definiscono le modalità operative per la conduzione di attività di carattere tecnico che se svolte in modo non corretto possono compromettere il servizio di prova. Fanno parte di questa tipologia di documenti le Procedure di Taratura e le Procedure di Manutenzione. I METODI DI PROVA definiscono le modalità operative per la conduzione di prove. Nei casi in cui l esecuzione della prova è definita attraverso Leggi, Regolamenti o Normative Tecniche, questi documenti costituiscono la guida e il supporto alla PO.

6 Pagina 6 di 14 PIANI QUALITÀ sono in genere utilizzati per descrivere e gestire attività nuove o che, per specifiche esigenze del cliente non possono essere gestite come descritto dal MANUALE e PROCEDURE. I MANSIONARI descrivono la distribuzione di compiti, responsabilità e autorità sulla struttura organizzativa interna. Contenuto e modalità di gestione della documentazione del sistema qualità sono descritti in PO la documentazione del sistema qualità è redatta a cura del RGQ e verificata e approvata dal DS.

7 Pagina 7 di MANUALE DELLA QUALITA La redazione del Manuale della Qualità -MQ- spetta al Responsabile Gestione Qualità, che ha il compito di distribuirne copia alle funzioni ed ai destinatari indicati nella lista di distribuzione (copie ufficiali) e di tenerlo aggiornato in modo che rifletta la situazione reale dell Istituto, tenendo conto delle varianti organizzative avvenute. La verifica e l approvazione sono di competenza, rispettivamente, del Direttore del Laboratorio e del DS. La gestione di questo documento è definita in dettaglio nella procedura PS La pianificazione della qualità del Laboratorio viene globalmente garantita attraverso l emissione di documentazione operativa specifica per ogni attività, come descritta da MANUALE e da PROCEDURE. La pianificazione dell attività di prova è documentata in particolare attraverso le PROCEDURE OPERATIVE, I METODI DI PROVA E LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO. Le PO, parte fondamentale del Sistema Qualità, sono conservate ciascuna in un fascicolo. Nello stesso sono raccolte le Norme di riferimento e la Modulistica occorrente per l effettuazione della prova.. A corredo delle macchine di prova è stato realizzato per ognuna, un raccoglitore contenente le istruzioni tecniche necessarie all uso e alla manutenzione della medesima. Nel caso in cui le risorse e la documentazione a disposizione del Laboratorio non risultino adeguate alle esigenze della singola attività, prima dell avvio della stessa il DIR in collaborazione con le funzioni tecniche definisce e attua gli adeguamenti e aggiornamenti necessari.

8 Pagina 8 di TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI DOCUMENTI Il controllo sulle attività di emissione, distribuzione, archiviazione e di modifica di documenti e dati permette di garantire l utilizzo solo di documenti verificati, approvati e aggiornati. Il controllo della documentazione é in particolare applicato alle seguenti le tipologie di documenti: Documenti del sistema qualità; Politica Qualità; Manuale Qualità; Mansionari e Organigrammi; Procedure Gestionali; Metodi di Prova; Procedure Operative; Modulistica; Piani Qualità; Normativa tecnica, leggi e regolamenti; documenti contrattuali ; documenti per la gestione delle risorse documenti di registrazione della qualità. La gestione della documentazione del sistema qualità è definita e descritta in PS La gestione della documentazione e dei dati relativi alle attività è descritta nelle sezioni seguenti. a) EMISSIONE Il controllo sull'emissione si basa principalmente sulle attività di redazione, verifica e approvazione dei singoli documenti. La redazione consiste nell elaborazione del testo e del contenuto del documento ed é affidata alle funzioni del LPM con il criterio della competenza sull'argomento. Per tutte le tipologie di documenti sono stabiliti i contenuti minimi e i criteri di compilazione. La verifica consiste in una valutazione globale di adeguatezza del documento attraverso il controllo della correttezza, della completezza e dell applicabilità del documento. La verifica è affidata alle funzioni del LPM con il criterio della competenza per tipologia di documento e viene documentata con la firma della copia originale del documento.

9 Pagina 9 di 14 L approvazione consiste nell'autorizzazione all'applicazione del contenuto del documento; è affidata alle funzioni del LPM con il criterio di competenza sulla tipologia di documento e con quello della responsabilità sulle attività coinvolte. L approvazione della documentazione viene documentata con la firma della copia originale del documento. Il controllo dello stato di revisione della documentazione del sistema é garantito attraverso gli INDICI GENERALI, disponibili per ogni tipologia di documento, che riportano almeno i seguenti dati: stato di revisione; descrizione dell aggiornamento. Modalità di avviso aggiornamento (asterisco e barratura laterale per la parte testuale, incremento della numerazione dell edizione per il completo rifacimento, incremento della numerazione per la versione per limitati cambiamenti). Gli INDICI GENERALI sono in particolare disponibili per: Manuale Qualità; Mansionari e Organigrammi; Procedure Gestionali; Procedure di Sistema; Procedure Operative; Metodi di Prova; Normativa; Modulistica. Lo stato di revisione della normativa viene tenuto sotto controllo attraverso un archivio che viene aggiornato all'arrivo di ciascuna norma e viene verificato almeno una volta all'anno sulla base dei cataloghi degli enti di certificazione. b) DISTRIBUZIONE Vengono distribuite fotocopie dell originale firmato; ogni distribuzione viene registrata con l identificazione del destinatario e con la data di consegna. La distribuzione interna dei documenti del sistema qualità è sempre CONTROLLATA; ciò significa che in caso di aggiornamento, la funzione responsabile della distribuzione garantisce il ritiro della copia obsoleta e la distribuzione della nuova versione. Le copie obsolete ritirate vengono distrutte.

10 Pagina 10 di 14 La distribuzione esterna dei documenti del sistema qualità deve essere autorizzata dalla Direzione Generale e può avvenire sia in forma CONTROLLATA che in forma NON CONTROLLATA. In questo secondo caso non è garantito l'inoltro automatico delle revisioni in caso di aggiornamento e le copie di documenti distribuite in questo modo sono identificate in prima pagina con la dicitura DISTRIBUZIONE NON CONTROLLATA. c) ARCHIVIAZIONE L archivio di riferimento é costituito dalla raccolta della copia originale su carta che riporta le firme per redazione, verifica e approvazione. L'archiviazione delle copie originali in stato di validità viene effettuata separatamente dalle copie originali obsolete. Il periodo minimo di archiviazione delle copie originali dei documenti del sistema, é di 30 anni a partire dalla data in cui il documento é diventato obsoleto in quanto sostituito da una nuova versione o eliminato. Il periodo minimo di archiviazione per le registrazione é definito in 5 anni. d) NORME L'aggiornamento della normativa di riferimento per la qualità e la sicurezza viene controllato con cadenza almeno annuale dal RGQ attraverso cataloghi o altre pubblicazioni degli enti di normazione. La raccolta di normative, leggi e regolamenti é gestita e archiviata presso il LPM a cura del DIR e dello Sperimentatore (SP); lo stato di revisione della normativa è descritto dall'indice GENERALE DELLA NORMATIVA.

11 Pagina 11 di TENUTA SOTTO CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI I documenti necessari a dimostrare il conseguimento della qualità richiesta e a verificare l efficace funzionamento del Sistema Gestione Qualità sono identificati ed elencati nella procedura PS 4.2.4, che descrive appunto la gestione dei documenti di registrazione della qualità. Tali registrazioni comprendono: rapporti dei riesami del Sistema Gestione Qualità da parte della Direzione (5.6.1); registrazioni dell aggiornamento e della formazione del personale (6.2.1); registrazioni necessarie a fornire fiducia sulla conformità dei processi (7.1) risultati dei riesami dei requisiti (7.2.2); documentazione relativa alla scelta e valutazione dei fornitori (7.4.1); registrazioni relative alla rintracciabilità (7.5.3); registrazioni relative alla preservazione della proprietà del cliente (7.5.4); documentazione relativa alle verifiche ispettive interne (8.2.2); tutti i monitoraggi e le misurazioni (8.2.3); relazione annuale del Dirigente Scolastico al Consiglio di Istituto (8.2.4); moduli di trattamento delle non conformità e dei reclami (8.3.1); moduli di trattamento delle azioni correttive (8.5.2); moduli di trattamento delle azioni preventive.(8.5.3). Nella suddetta procedura sono specificate le modalità di registrazione e di archiviazione, nonché i tempi di conservazione di tali documenti. Poiché le registrazioni sono finalizzate a fornire evidenza dello stato dei processi, tramite apposite attività di controllo, esse sono congruenti con tali finalità, vale a dire contengono le necessarie informazioni ed evidenziano l effettivo avvenuto svolgimento di tali attività. I documenti vengono conservati in forma originale o riprodotti con qualsiasi sistema affidabile (fotocopie, supporti magnetici) purché si rispettino le norme di sicurezza conosciute. Durante le verifiche ispettive interne si dovrà verificare lo stato di conservazione dei documenti inerenti la qualità. I documenti di registrazione della qualità sono conservati per un periodo di 1-3 anni dalla data di prima compilazione, in rispondenza a quanto previsto dalla PS 4.2.4, salvo diversa indicazione nelle Procedure di Sistema o diverse disposizioni di legge. La documentazione di registrazione della qualità è costituita dai documenti necessari a dare evidenza della conformità delle lavorazioni effettuate. Nel sistema qualità del LPM vengono in particolare considerate registrazioni della qualità i documenti descritti nella tabella che segue.

12 Sistema qualità e risorse Controlli di prove Contrattuale MANUALE QUALITÀ Pagina 12 di 14 TIPO DI REGISTRAZIONE DOCUMENTO REGISTRAZIONE FUNZIONE DI ARCHIVIO (RIFERIMENTO) MINIMO DI CONSERVAZIONE (ANNI) RAPPORTO QUALIFICA FORNITORI RUT + RQS 5 SCHEDA FORNITORI RUT + RQS 5 (***) ELENCO FORNITORI QUALIFICATI RUT + RQS 5 BUONO D'ORDINE RUT 30 OFFERTE DI FORNITORI ACCETTATE RUT 30 LISTINO RAM 5 PROSPETTI COMPARATIVI RUT 30 CAPITOLATI DI APPALTO RUT 30 (***) CERTIFICATO DI PROVA SP + RAM 30 RAPPORTO DI PROVA SP + RAM 30 RICHIESTA DI PROVA RAM 30 FOGLIO DI LAVORO RAM 30 VERBALE DI ACCETTAZIONE BIANCO CLIENTE VERBALE DI ACCETTAZIONE VERDE RAM 30 VERBALE DI ACCETTAZIONE GIALLO SP 30 REGISTRO DELLE PROVE SP 30 RIESAME DELLA DIREZIONE DG / DIR 30 ORGANIGRAMMA DEL PERSONALE RAM 30 MANUALE QUALITÀ RQS 5 (***) PIANI DELLA QUALITÀ RQS / DIR 30 (***) PROCEDURE GESTIONALI RQS 5 (***) PROCEDURE OPERATIVE RQS 5 (***) METODI DI PROVA DIR 5 (***) ISTRUZIONI OPERATIVE RQS 30 (***) ISTRUZIONI DI SICUREZZA RQS 30 (***) SCHEDE DEL PERSONALE RAM 30 (****) SCHEDE CORSO RQS / DIR 5 SCHEDE PIANIFICAZIONE CORSO RQS / DIR 5 REGISTRO DIDATTICO RQS / DIR 30 SCHEDE APPARECCHIATURA SP 30 (**) ELENCO APPARECCHIATURE SP 30 REGISTRAZIONE DISTRIBUZIONE DOCUMENTI RQS 5 RAPPORTO NON CONFORMITÀ E AZIONI CORRETTIVE RQS 5 REGISTRO NON CONFORMITA PROVE SP 30 REGISTRO NON CONFORMITA SISTEMA QUALITA RQS 30 RECLAMI RQS 5 REGISTRO RECLAMI RQS 30 RAPPORTO DI AZIONE CORRETTIVA E PREVENTIVA RQS 5 REGISTRO DELLE AZIONI CORRETTIVE E RQS PREVENTIVE 30

13 Sistema qualità e risorse MANUALE QUALITÀ Pagina 13 di 14 TIPO DI REGISTRAZIONE DOCUMENTO REGISTRAZIONE ARCHIVIO FUNZIONE DI (RIFERIMENTO) MINIMO DI CONSERVAZIONE (ANNI) RAPPORTO DI MANUTENZIONE SP 30 RAPPORTO DI TARATURA RAM + SP 30 SCHEDA INTERVENTI SP 30 REGISTRO VISITATORI DIR 30 RAPPORTO ANALISI SODDISFAZIONE RQS 5 CLIENTE PIANO DI VERIFICHE INTERNE RQS 5 PIANO DI VERIFICHE FORNITORI RQS 5 RAPPORTO DI VERIFICA ISPETTIVA RQS 5 Note: (*) eventuali DEROGHE sono archiviate in allegato alle registrazioni delle attività di cui sono oggetto (**) oltre la data di fine utilizzo (***) oltre la data di eliminazione del documento/versione di riferimento (****) oltre la data di fine rapporto

14 Pagina 14 di ALLEGATO DESCRIZIONE DELLE MODIFICHE DATA REV. PR PAR DESCRIZIONE HOLD DESCRIZIONE NEW

SISTEMA QUALITA. Pagina 1 di 8. GESTIONE DELLE REGISTRAZIONI DELLA QUALITA. Rev. Data Descrizione revisione Redatto Verificato Approvato

SISTEMA QUALITA. Pagina 1 di 8. GESTIONE DELLE REGISTRAZIONI DELLA QUALITA. Rev. Data Descrizione revisione Redatto Verificato Approvato Pagina 1 di 8. GESTIONE DELLE REGISTRAZIONI DELLA QUALITA 1 08/04/2011 Rev. Data Descrizione revisione Redatto Verificato Approvato Pagina 2 di 8 INDICE 1.0 SCOPO 2.0 NORME E DOCUMENTI DI RIFERIMENTO 3.0

Dettagli

Manuale del Sistema di Gestione Integrato per la Qualità e l Ambiente INDICE

Manuale del Sistema di Gestione Integrato per la Qualità e l Ambiente INDICE Pag. 1 di 8 SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO PER LA QUALITÀ E L AMBIENTE INDICE 1. Requisiti generali... 2 2. Requisiti relativi alla documentazione... 3 2.1... 3 2.2 Procedure... 3 2.3 Istruzioni Operative...

Dettagli

CAPITOLO 7 GESTIONE DEI PROCESSI

CAPITOLO 7 GESTIONE DEI PROCESSI CAPITOLO 7 GESTIONE DEI PROCESSI 7.1 GENERALITA 7.2 PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DEI PROCESSI 7.3 RESPONSABILITA ED AUTORITA RELATIVE AI PROCESSI Pagina 51 di 76 7.1 GENERALITÁ Nel presente capitolo l Istituto

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITA SISTEMA GESTIONE QUALITA SISTEMA GESTIONE QUALITA

MANUALE DELLA QUALITA SISTEMA GESTIONE QUALITA SISTEMA GESTIONE QUALITA Revisione Data Capitolo/Paragrafo Modifiche modificato 01 10/06/03 4.1 Interazione dei processi 02 13/06/04 4.2.3 Adeguamento linee guida regionali 03 03/10/09 4.1 Nuovo logo, Pitagora, tabella A e tabella

Dettagli

Istituto Tecnico Aeronautico di Stato. Francesco De Pinedo 1. Roma - Via F. Morandini, 30 - Tel PG01 Audit Interni

Istituto Tecnico Aeronautico di Stato. Francesco De Pinedo 1. Roma - Via F. Morandini, 30 - Tel PG01 Audit Interni PG01 Audit Interni Redazione Verifica Approvazione RSQ Firma Data DSGA Firma Data DIRS Firma Data Stato delle Revisioni Num. Data Descrizione 00 24/03/2005 Emissione 01 06/03/2006 Inserito modulo Lista

Dettagli

MANUALE per la QUALITA dell Istituto

MANUALE per la QUALITA dell Istituto MANUALE per la QUALITA dell Istituto secondo la NORMA UNI EN ISO 9004:2009 COPIA OPERATIVA (CONTROLLATA) N n. b. copia controllata è una copia che viene aggiornata con continuità anche dopo la distribuzione

Dettagli

Redatto in conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2008. Sezioni Rev. Data NOTE SINTETICHE 0. Sommario RGQ D.

Redatto in conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2008. Sezioni Rev. Data NOTE SINTETICHE 0. Sommario RGQ D. Redatto in conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2008 Sezioni Rev. Data NOTE SINTETICHE 0. Sommario 11 27.06.2011 1. Introduzione 08 27.06.2011 2. Sistema di gestione per la qualità 04 01.09.2009 3. Responsabilità

Dettagli

GESTIONE E ORGANIZZAZIONE DELLE VERIFICHE ISPETTIVE INTERNE. INTERNE.

GESTIONE E ORGANIZZAZIONE DELLE VERIFICHE ISPETTIVE INTERNE. INTERNE. Titolo INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITA 4. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ 5. INDICATORI DI PROCESSO 6. RIFERIMENTI 7. ARCHIVIAZIONI 8. TERMINOLOGIA ED ABBREVIAZIONI 9. DOCUMENTI DI

Dettagli

TENUTA SOTTO CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI

TENUTA SOTTO CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI PROCEDURA Sistema di gestione per la qualità TENUTA SOTTO CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI Rev Descrizione Data Redazione Verifica Approvazione Emissione Soggetto Staff qualità RSGQ SG 02 Terza emissione

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE QUALITÀ PER I LABORATORI DI ANALISI SENSORIALE DELL'OLIO DI OLIVA VERGINE - CHECKLIST

SISTEMA DI GESTIONE QUALITÀ PER I LABORATORI DI ANALISI SENSORIALE DELL'OLIO DI OLIVA VERGINE - CHECKLIST REQUISITI DI SISTEMA Cap. Norma Argomento Controllo C NC 4.1 Organizzazione Verificare la ragione sociale e l'indipendenza dell'organizzazione Verificare le responsabilità reali dell'organizzazione Verificare

Dettagli

PROCEDURA DI GESTIONE DELLE VERIFICHE ISPETTIVE INTERNE

PROCEDURA DI GESTIONE DELLE VERIFICHE ISPETTIVE INTERNE PROCEDURA DI GESTIONE DELLE VERIFICHE ISPETTIVE INTERNE EMESSA DA: VERIFICATA DA: APPROVATA DA: (Responsabile Piani di Audit) (Responsabile del Gruppo Qualità) (Dirigente Scolastico) Doc.:.PQ03 Rev.: 4

Dettagli

2 CAMPO DI APPLICAZIONE

2 CAMPO DI APPLICAZIONE INDICE 1 SCOPO 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 3 SCHEMA DI AUDIT 4 QUALIFICA PER AUDIT 5 CONDUZIONE DELL AUDIT INTERNO 5.1 Audit svolto da personale dell Organizzazione 5.2 Audit svolto da Esterni all'organizzazione

Dettagli

PIANIFICAZIONE STRATEGICA REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE STATO DELLE REVISIONI

PIANIFICAZIONE STRATEGICA REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE STATO DELLE REVISIONI REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE REDAZIONE VERIFICA APPROVAZIONE RGQ RGQ DG STATO DELLE REVISIONI REV. N. REVISIONATI DESCRIZIONE REVISIONE DATA 0 - Prima Emissione 31.01.2006 1 Eliminazione ALL. N. 3

Dettagli

PROCEDURA VERIFICHE ISPETTIVE INTERNE

PROCEDURA VERIFICHE ISPETTIVE INTERNE VERIFICHE ISPETTIVE INTERNE Pag. 1/7 PROCEDURA VERIFICHE ISPETTIVE INTERNE LISTA DELLE REVISIONI REV/ED DATA REDATTO VERIFICATO APPROVATO 0/0 16.02.04 1/0 31.05.04 VERIFICHE ISPETTIVE INTERNE Pag. 2/7

Dettagli

SCHEDA FORNITORE. Distributore Entrambi Su commessa Servizi. (Provincia) (Fax) (Provincia) (Fax) Qualifica. Indice di revisione; data revisione

SCHEDA FORNITORE. Distributore Entrambi Su commessa Servizi. (Provincia) (Fax) (Provincia) (Fax) Qualifica. Indice di revisione; data revisione N scheda Produttore Data Certificazione SGQ? Distributore Entrambi Su commessa Servizi Nominativo e settore merceologico Indirizzo Sede Legale: Sede Operativa: Nominativo Responsabile (Via - Città) (Cap)

Dettagli

Responsabilità della Direzione INDICE SCOPO CAMPO DI APPLICAZIONE RIFERIMENTI NORMATIVI FIGURE E RESPONSABILITÀ...

Responsabilità della Direzione INDICE SCOPO CAMPO DI APPLICAZIONE RIFERIMENTI NORMATIVI FIGURE E RESPONSABILITÀ... PROCEDURA GESTIONALE Pro231_02 Pagina 1 di 6 INDICE INDICE... 1 1 SCOPO... 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3 RIFERIMENTI NORMATIVI... 2 4 FIGURE E RESPONSABILITÀ... 2 5 DEFINIZIONI... 2 6 MODALITÀ OPERATIVE...

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA PER MANUTENZIONI E VERIFICHE PERIODICHE DELLE APPARECCHIATURE BIOMEDICALI

ISTRUZIONE OPERATIVA PER MANUTENZIONI E VERIFICHE PERIODICHE DELLE APPARECCHIATURE BIOMEDICALI Rev. 0 del 15/02/2011 Pagina 1 di 12 Istruzione Operativa ISTRUZIONE OPERATIVA PER MANUTENZIONI E VERIFICHE PERIODICHE DELLE APPARECCHIATURE BIOMEDICALI Adottata dall Azienda USL 3 di Pistoia a far data

Dettagli

XV Corso - Convegno sull attuazione dei principi di Buona Pratica di Laboratorio. Roma 21 dicembre 2010

XV Corso - Convegno sull attuazione dei principi di Buona Pratica di Laboratorio. Roma 21 dicembre 2010 XV Corso - Convegno sull attuazione dei principi di Buona Pratica di Laboratorio. Roma 21 dicembre 2010 La Buona Pratica di Laboratorio e la norma ISO 17025: due sistemi a Luciana Croci Istituto Superiore

Dettagli

Controllo della documentazione e delle. registrazioni

Controllo della documentazione e delle. registrazioni Procedura PQ-SGEQ-CDOC Rev. Data Descrizione Elaborazione: 0 03/11/2003 Prima emissione. RSGQ Approvazione: Dirigente Scolastico Pag.1/7 1. Scopo e campo d applicazione Scopo della presente procedura è

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO Monitoraggio dei processi e di salute e sicurezza sul lavoro

SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO Monitoraggio dei processi e di salute e sicurezza sul lavoro 1. DISTRIBUZIONE A tutti i membri dell organizzazione ING. TOMMASO 2. SCOPO La presente procedura definisce i criteri e le attività necessarie per il monitoraggio della soddisfazione dei Clienti (Utenti,

Dettagli

MODULO 1 INTRODUZIONE AL SISTEMA INTEGRATO

MODULO 1 INTRODUZIONE AL SISTEMA INTEGRATO Ente/Agenzia di Formazione (Indirizzo, Telefono, Fax, E.Mail, Sito Web, Referente del Seminario / Corso). Titolo del Corso e Durata (in ore). Obiettivi Formativi e Programma Didattico. ATON SRL Via Spagna,

Dettagli

In altri termini cos è

In altri termini cos è Qualità Qualità?... Treviso, 20 ottobre 2012 Scuola di formazione delle AVIS del Triveneto Slide n. 2 Qualità è.. In altri termini cos è L insieme delle caratteristiche di un prodotto / servizio che lo

Dettagli

C.so Garibaldi, n Roma (RM) Tel Fax Procedure del sistema di gestione qualità

C.so Garibaldi, n Roma (RM) Tel Fax Procedure del sistema di gestione qualità Organizzazione AZIENDA s.p.a. C.so Garibaldi, n. 56-00195 oma (M) Tel. 0612345678 - Fax. 0612345678 Web : www.nomeazienda.it E-Mail : info@nomeazienda.it Qualità UNI EN ISO 9001:2015 del sistema di gestione

Dettagli

Comune Fabriano. Protocollo Generale, Servizio Progettazione, Servizio Edilizia Privata. Progetto di Certificazione secondo le norme ISO 9000

Comune Fabriano. Protocollo Generale, Servizio Progettazione, Servizio Edilizia Privata. Progetto di Certificazione secondo le norme ISO 9000 Comune Fabriano Protocollo Generale, Servizio Progettazione, Servizio Edilizia Privata Progetto di Certificazione secondo le norme ISO 9000 Formazione per auditor interni 25 maggio 2009 1 SOMMARIO Il significato

Dettagli

Gestione delle risorse

Gestione delle risorse Pag. 1 di 5 REVISIONI N REV. DATA APPROV DESCRIZIONE RIFERIMENTO PARAGRAFO RIFERIMENTO PAGINA 00 03.03.05 1 A EMISSIONE TUTTI TUTTE Sommario 6 Gestione delle Risorse 6.1 Messa a Disposizione delle Risorse

Dettagli

IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITA SECONDO LA NORMA ISO 9001:2000

IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITA SECONDO LA NORMA ISO 9001:2000 IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITA SECONDO LA NORMA ISO 900:2000 Dott. Milko Zanini Ufficio Qualità corso qualità avanzato interno re. 0 del 09- -2005 Qualità: Insieme delle proprietà e delle caratteristiche

Dettagli

Concetti generali e introduzione alla norma UNI EN ISO 9001/2008

Concetti generali e introduzione alla norma UNI EN ISO 9001/2008 Concetti generali e introduzione alla norma UNI EN ISO 9001/2008 1 1. Qualità e SGQ 2 Cosa è la Qualità Qual è di qualità migliore? Una Fiat Panda Una Ferrari 3 Definizione di qualità: Il grado in cui

Dettagli

PROCEDURA GESTIONALE PG 003 GESTIONE DEL SERVIZIO/PRODOTTO NON CONFORME

PROCEDURA GESTIONALE PG 003 GESTIONE DEL SERVIZIO/PRODOTTO NON CONFORME del 01/02/2016 Pag. 1 di 6 INDICE DELLE REVISIONI Numero Data Descrizione Paragrafi Pagine Variati Variate 00 01/02/2016 Prima emissione Tutti Tutte RESPONSABILITA ELABORAZIONE VERIFICA APPROVAZIONE DATA

Dettagli

4.0 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ E PER L AMBIENTE

4.0 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ E PER L AMBIENTE MQ02 MQA SEZ. 4 4.0 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ E PER L AMBIENTE 4 Sistema di Gestione per la Qualità e per l Ambiente 4.1 REQUISITI GENERALI Il sistema di gestione della qualità e dell ambiente

Dettagli

PG-SGSL 12 Gestione delle registrazioni

PG-SGSL 12 Gestione delle registrazioni Redatta da Data Firma RSPP GRSGSL Verificata da GRSGSL Emissione autorizzata da DL / DG Aggiornamenti e Revisioni Revisione n Oggetto Data 1.0 Prima Stesura 15 aprile 2015 L originale firmato del documento

Dettagli

4.10 PROVE, CONTROLLI E COLLAUDI

4.10 PROVE, CONTROLLI E COLLAUDI Unione Industriale 55 di 94 4.10 PROVE, CONTROLLI E COLLAUDI 4.10.1 Generalità Il fornitore deve predisporre e mantenere attive procedure documentate per le attività di prova, controllo e collaudo allo

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLE AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLE AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE Pagina 1 di 8 REGIONE TOSCANA PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLE AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE DISTRIBUZIONE CONTROLLATA NON CONTROLLATA COPIA N DESTINATARIO 00 15-12-2014 Prima emissione Rev. Data Descrizione

Dettagli

Gestione delle Visite Ispettive Interne

Gestione delle Visite Ispettive Interne Procedura PQ-SGEQ-VISP Gestione delle Visite Ispettive Interne Rev. Data Descrizione Elaborazione: 0 03/11/2003 Prima emissione. RSGQ Approvazione: Dirigente Scolastico PQ-SGEQ-VISP Rev 0 Gestione delle

Dettagli

PROCEDURA PER LA CONDUZIONE DEGLI AUDIT INTERNI

PROCEDURA PER LA CONDUZIONE DEGLI AUDIT INTERNI Documento: PRO-14Q Pagina 1 di 9 PROCEDURA PER LA CONDUZIONE DEGLI AUDIT INTERNI DISTRIBUZIONE CONTROLLATA NON CONTROLLATA COPIA N DESTINATARIO 00 15-12-2014 Prima emissione Rev. Data Descrizione Redatto

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 9

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 9 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 9 INDICE REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO Pianificazione della realizzazione del prodotto Determinazione dei requisiti relativi al prodotto Riesame dei requisiti relativi al prodotto

Dettagli

ACCREDITAMENTO LABORATORI DI ANALISI UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005. Dr.ssa Eletta Cavedoni Cosmolab srl Tortona

ACCREDITAMENTO LABORATORI DI ANALISI UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005. Dr.ssa Eletta Cavedoni Cosmolab srl Tortona ACCREDITAMENTO LABORATORI DI ANALISI UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005 Dr.ssa Eletta Cavedoni Cosmolab srl Tortona UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005 Titolo: Requisiti generali per la competenza dei laboratori

Dettagli

IL PARTNER PER LA TRANQUILLITÀ DELLA TUA AZIENDA

IL PARTNER PER LA TRANQUILLITÀ DELLA TUA AZIENDA Pag. 1 di 1 IL PARTNER PER LA TRANQUILLITÀ DELLA TUA AZIENDA 03 00 Aggiornamento ISO 9001:2008 13/01/2009 RSGQ DIR Ed. Rev. Descrizione Data Verificato Approvato NOTA Il presente manuale è stato riedito

Dettagli

Manuale di Gestione per la Qualità

Manuale di Gestione per la Qualità Manuale di Gestione per la Qualità Norma UNI EN ISO 9001 Copia assegnata a: Personale interno Modalità di distribuzione: Controllata Non controllata Redazione e Verifica responsabile qualità ing. Giulio

Dettagli

File Rev. Emissione Sezione Titolo Pagina Sez-4.doc 1 21/02/09 IV Sistema di Gestione per la Qualità 1 di 1

File Rev. Emissione Sezione Titolo Pagina Sez-4.doc 1 21/02/09 IV Sistema di Gestione per la Qualità 1 di 1 Sez-4.doc 1 21/02/09 IV Sistema di Gestione per la Qualità 1 di 1 I N D I C E 4.0 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA 4.0.1 Requisiti generali 4.0.2 Documentazione del Sistema di Gestione per la Qualità

Dettagli

Valutazione e Controllo Fornitori

Valutazione e Controllo Fornitori PROCEDURA PGSA 02 Valutazione e Controllo Rev. Data Oggetto Redatto da Approvato da 01 30/09/212 Prima emissione Resp. RSGSA Direzione Copia controllata n ( Questa copia è controllata, registrata e soggetta

Dettagli

Revisione n 8 del 24/02/2014 Pag. 1 di 5

Revisione n 8 del 24/02/2014 Pag. 1 di 5 Revisione n 8 del 24/02/2014 Pag. 1 di 5 INDICE 1 SCOPO... 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3 RIFERIMENTI... 2 4 RESPONSABILITA... 2 5 PROCESSO DI QUALIFICAZIONE... 2 5.1 Fornitori storici... 2 5.2 Fornitore

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITA Sistema di gestione per la Qualità

MANUALE DELLA QUALITA Sistema di gestione per la Qualità Terza Edizione Revisione 00 Data: 28.10.2011 Pag. 1 di 10 04.01 GENERALITÀ 04.02 RIFERIMENTI 04.03 REQUISITI GENERALI (p.to 4.1 norma) 04.04 REQUISITI RELATIVI ALLA DOCUMENTAZIONE (p.to 4.2.1 norma) 04.05

Dettagli

PG-SGSL 03 Definizione degli obiettivi e dei programmi

PG-SGSL 03 Definizione degli obiettivi e dei programmi Redatta da Data Firma RSPP Verificata da Emissione autorizzata da DL / DG Aggiornamenti e Revisioni Revisione n Oggetto Data 1.0 Prima Stesura 15 aprile 2015 L'originale firmato del documento e la copia

Dettagli

PG05 Approvvigionamenti

PG05 Approvvigionamenti PG05 Approvvigionamenti Redazione Verifica Approvazione RSQ Firma Data DSGA Firma Data DIR Firma Data Stato delle Revisioni Num. Data Descrizione 00 01-06-05 Emissione 01 08-06-09 Gestione outsourcing

Dettagli

Capitolo 5 RESPONSABILITÀ DELLA DIREZIONE

Capitolo 5 RESPONSABILITÀ DELLA DIREZIONE Pagina 1 di 9 Capitolo 5 RESPONSABILITÀ DELLA DIREZIONE 5.1 - IMPEGNO DELLA DIREZIONE 5.2 - ATTENZIONE FOCALIZZATA AL CLIENTE 5.3 - POLITICA PER LA QUALITA 5.4 - PIANIFICAZIONE 5.4.1 - OBIETTIVI PER LA

Dettagli

PG07 Azioni Correttive e Preventive

PG07 Azioni Correttive e Preventive PG07 Azioni Correttive e Preventive Redazione Verifica Approvazione RSQ Firma Data DSAG Firma Data DIRS Firma Data delle Revisioni Num. Data Descrizione 01 07/11/06 Modificati riferimenti alla modulistica

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE INDAGINI DI CUSTOMER SATISFACTION MEASUREMENT (CSM) Revisione Descrizione della modifica Elaborazione Verifica Approvazione

REGOLAMENTO DELLE INDAGINI DI CUSTOMER SATISFACTION MEASUREMENT (CSM) Revisione Descrizione della modifica Elaborazione Verifica Approvazione REGOLAMENTO DELLE INDAGINI DI CUSTOMER SATISFACTION MEASUREMENT (CSM) Revisione Descrizione della modifica Elaborazione Verifica Approvazione 0 NUOVA EMISSIONE C. Vestrella D. Borsani CV/DB 1 Revisione

Dettagli

SCELTA, VALUTAZIONE E CONTROLLO DEI FORNITORI

SCELTA, VALUTAZIONE E CONTROLLO DEI FORNITORI Titolo del SCELTA, VALUTAZINE E CNTRLL DEI FRNITRI Emesso il: 1.03.20 SCELTA, VALUTAZINE E CNTRLL DEI FRNITRI Pagina 1 di 6 Titolo del SCELTA, VALUTAZINE E CNTRLL DEI FRNITRI Emesso il: 1.03.20 I N D I

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE PER LA QUALITA

MANUALE DI GESTIONE PER LA QUALITA Copia N 00 Assegnata a: Indice del manuale DESCRIZIONE DELL'AZIENDA... 3 MISSION (politica per la qualità)... 3 ORGANIGRAMMA... 4 PROCESSI AZIENDALI E LORO INTERAZIONE... 5 Procedure e correlazione con

Dettagli

Procedura per la progettazione di interventi formativi

Procedura per la progettazione di interventi formativi di interventi formativi Livello di revisione: 7 N. pagina: 1/6 Ministero dell'economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Servizio Dipartimentale per gli Affari Generali, il Personale e la qualità

Dettagli

Segreterie Studenti: Illustrazione del Sistema per la Qualità. Simona Tosi Unità Qualità 19 gennaio 2010

Segreterie Studenti: Illustrazione del Sistema per la Qualità. Simona Tosi Unità Qualità 19 gennaio 2010 Segreterie Studenti: Illustrazione del Sistema per la Qualità Simona Tosi Unità Qualità 19 gennaio 2010 Norma di riferimento: UNI EN ISO 9001 - Certificazione rivolta alla soddisfazione degli utenti (studenti).

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ SIF CAPITOLO 03 (ED.03) TERMINI E DEFINIZIONI

MANUALE DELLA QUALITÀ SIF CAPITOLO 03 (ED.03) TERMINI E DEFINIZIONI INDICE 3.1 Termini e Definizioni 3.2 Acronimi 3.3 Modifiche Redatto da Controllato ed approvato da Ida Ceserani Achille Caputi Data 24 aprile 2008 Pagina 1 di 6 3.1 Termini e definizioni Nel Manuale della

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE AZIENDE SANITARIE

SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE AZIENDE SANITARIE SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE AZIENDE SANITARIE PG 05 Riesame e miglioramento del sistema Fornisce le indicazioni in merito alla gestione del riesame e del miglioramento del SGS. La revisione

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLE NON CONFORMITÀ

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLE NON CONFORMITÀ REGIONE TOSCANA Documento: PRO-15Q Pagina 1 di 6 REGIONE TOSCANA PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLE NON CONFORMITÀ DISTRIBUZIONE CONTROLLATA NON CONTROLLATA COPIA N DESTINATARIO 00 15-12-2014 Prima emissione

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ

MANUALE DELLA QUALITÀ MANUALE DELLA QUALITÀ (UNI-EN-ISO 9001:2008) S.O.F.I. Scuola di osteopatia franco italiana APPROVATO DA Stefano Brunetti FUNZIONE Direzione didattica FIRMA DATA 1.9.2015 revisione data motivo copia destinatario

Dettagli

ISO 9001:2015 LA STRUTTURA DELLA NORMA

ISO 9001:2015 LA STRUTTURA DELLA NORMA ISO 9001:2015 LA STRUTTURA DELLA NORMA ISO 9001:2015 LA STRUTTURA DELLA NORMA 1 Scopo e campo di applicazione 2 Riferimenti normativi 3 Termini e definizioni 4 Contesto dell organizzazione 5 Leadership

Dettagli

PROCEDURE QUARS Gestione sistemi integrati

PROCEDURE QUARS Gestione sistemi integrati Procedure QUARS» Indice dettagliato dei contenuti del pacchetto PROCEDURE QUARS Gestione sistemi integrati Qualità Ambiente Sicurezza Resp. Sociale Kit di strumenti con manuale, procedure, istruzioni e

Dettagli

TENUTA SOTTO CONTROLLO DELLA DOCUMENTAZIONE E DEI DATI E DELLE REGISTRAZIONI Procedura PRO. 05 REV.00 del Pag. 1 di 12

TENUTA SOTTO CONTROLLO DELLA DOCUMENTAZIONE E DEI DATI E DELLE REGISTRAZIONI Procedura PRO. 05 REV.00 del Pag. 1 di 12 REV.00 del 10.01.10 Pag. 1 di 12 SEZIONE 04 NORMA UNI EN ISO 9001.2008 PROCEDURA GESTIONALE 05 Attività di gestione documenti TENUTA SOTTO CONTROLLO DELLE REGISTRAZIONI Indice: 1.0 SCOPO 2.0 CAMPO DI APPLICAZIONE

Dettagli

PROCEDURA VALUTAZIONE FORNITORI INDICE PN 09. STATO FIRMA DATA Approvato Presidente Nazionale Dott. G. Finzi Data di applicazione:

PROCEDURA VALUTAZIONE FORNITORI INDICE PN 09. STATO FIRMA DATA Approvato Presidente Nazionale Dott. G. Finzi Data di applicazione: Rev. 3 Pag. 1 di 7. INDICE 1 Scopo...2 2 Campo di applicazione...2 3 Terminologia e abbreviazioni...2 4 Responsabilità...2 5 Modalità esecutive...3 5.1 Generalità... 3 5.2 Valutazione iniziale... 3 5.3

Dettagli

I.I.S.S. A. VESPUCCI Gallipoli Pag. 1/7

I.I.S.S. A. VESPUCCI Gallipoli Pag. 1/7 I.I.S.S. A. VESPUCCI Gallipoli Pag. 1/7 Indice 1.Scopo e campo di applicazione... 2 2.Responsabilità... 2 3. Modalità operative... 2 3.1 Pianificazione della progettazione e dello sviluppo... 2 3.2 Elementi

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ

MANUALE DELLA QUALITÀ A PPROFONDIMENTI MANUALE DELLA QUALITÀ Data: 01/02/2001 CAPITOLO 0 Rev. 1 Introduzione Codice: MQ 0 Redazione RQ Verifica AU Approvazione AU MANUALE DELLA QUALITÀ CAPITOLO 0 - INTRODUZIONE INDICE 01. Indice

Dettagli

STRUMENTI PER COMPETERE: IL DISCIPLINARE TECNICO CERTIFICATO LINEE GUIDA

STRUMENTI PER COMPETERE: IL DISCIPLINARE TECNICO CERTIFICATO LINEE GUIDA STRUMENTI PER COMPETERE: IL DISCIPLINARE TECNICO CERTIFICATO Progetto ideato con la collaborazione di Segreteria organizzativa a cura di: LINEE GUIDA PREMESSA Con la presente iniziativa la Camera di Commercio

Dettagli

SCHEMA. Mandato CEN M/120 Prodotti metallici per impieghi strutturali e loro accessori.

SCHEMA. Mandato CEN M/120 Prodotti metallici per impieghi strutturali e loro accessori. SCHEMA per la certificazione del controllo della produzione in fabbrica ai fini della marcatura CE di prodotti in acciai da bonifica da costruzione cui alla norma UNI EN 10343:2009 0 STORIA Edizione 0

Dettagli

GESTIONE DEGLI AUDIT INTERNI

GESTIONE DEGLI AUDIT INTERNI Pagina 1 di 6 INDICE: 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITÁ 4. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÁ 4.1 Pianificazione degli Audit 4.2 Preparazione degli Audit 4.3 Esecuzione degli Audit 4.4 Documentazione

Dettagli

Manuale di gestione della Qualità

Manuale di gestione della Qualità Sommario: 7. Realizzazione del servizio 7.1. Pianificazione della realizzazione del servizio 7.2. Processi relativi al cliente 7.3. Progettazione e sviluppo 7.4. Approvvigionamento 7.5. Erogazione dei

Dettagli

Check List per audit interni

Check List per audit interni Pagina: 1 ANNO SCOLASTICO RIFERIMENTO AL PIANO DELLE VERIFICHE ISPETTIVE INTERNE DEL Comunicazione Progettazione e erogazione attività curricolare Progettazione e erogazione attività elettive Gestione

Dettagli

INDICE CAPITOLO 1: NORMAZIONE, CERTIFICAZIONE E ACCREDITAMENTO... 15

INDICE CAPITOLO 1: NORMAZIONE, CERTIFICAZIONE E ACCREDITAMENTO... 15 INDICE... 1 INTRODUZIONE... 9 CAPITOLO 1: NORMAZIONE, CERTIFICAZIONE E ACCREDITAMENTO... 15 1.1 LE NORME E LA NORMAZIONE... 15 1.2 GI ENTI DI NORMAZIONE... 23 1.2.1 ISO: International Organization for

Dettagli

GESTIONE DEL SISTEMA SICUREZZA OHSAS CON L UTILIZZO DI QUALIBUS CASO DI STUDIO Q061

GESTIONE DEL SISTEMA SICUREZZA OHSAS CON L UTILIZZO DI QUALIBUS CASO DI STUDIO Q061 GESTIONE DEL SISTEMA SICUREZZA OHSAS 18001 CON L UTILIZZO DI QUALIBUS CASO DI STUDIO Q061 Rev. 3 Febbraio 2014 Sommario Il caso studio riguarda l utilizzo degli applicativi di Qualibus per la gestione

Dettagli

Oggetto Progetto Responsabile di progetto GESTIONE DELLA MODIFICA

Oggetto Progetto Responsabile di progetto GESTIONE DELLA MODIFICA DIREZIONE EMITTENTE Oggetto Progetto Responsabile di progetto GESTIONE DELLA MODIFICA RICHIESTA DI MODIFICA Cliente richiedente Documento di riferimento (eventuale) Data della richiesta Data di scadenza

Dettagli

Il sistema qualità la qualità in un azienda di servizi riflessioni sulla qualità nell attivit attività del Medico Competente

Il sistema qualità la qualità in un azienda di servizi riflessioni sulla qualità nell attivit attività del Medico Competente Qualità nella prevenzione Applicazione del Sistema Qualità (ISO 9002) in una società di servizi per la prevenzione e sicurezza del lavoro Il sistema qualità la qualità in un azienda di servizi riflessioni

Dettagli

SISTEMA QUALITA PG 01. Edizione PROCEDURE GESTIONALI. Pagina 1 di 16

SISTEMA QUALITA PG 01. Edizione PROCEDURE GESTIONALI. Pagina 1 di 16 Pagina 1 di 16 PG-01.1 PG-01.2 PG-01.3 PG-01.4 PG-01.5 PG-01.6 PG-01.7 PG-01.8 PG-01.9 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE RIFERIMENTI DEFINIZIONI CRITERI DI PIANIFICAZIONE ATTUAZIONE E REGISTRAZIONE AGGIORNAMENTO

Dettagli

L applicazione del SISTEMA di GESTIONE per la QUALITA ISO 9001:2000 nella Provincia di Forlì-Cesena

L applicazione del SISTEMA di GESTIONE per la QUALITA ISO 9001:2000 nella Provincia di Forlì-Cesena L applicazione del SISTEMA di GESTIONE per la QUALITA ISO 9001:2000 nella Provincia di Forlì-Cesena Febbraio 2006 Barbara Ballardini Responsabile Gestione Qualità ITER PROVINCIA DI FORLI -CESENA 1) APRILE

Dettagli

Syllabus Start rev. 1.03

Syllabus Start rev. 1.03 Syllabus Start rev. 1.03 Modulo 1 Concetti di base della qualità e della soddisfazione del cliente Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 1 di EQDL Start, Concetti di base della qualità e della soddisfazione

Dettagli

Titolo: SELEZIONE ED ASSUNZIONE DEL PERSONALE CARONNO PERTUSELLA METANO srl Unipersonale

Titolo: SELEZIONE ED ASSUNZIONE DEL PERSONALE CARONNO PERTUSELLA METANO srl Unipersonale Pagina: i Titolo: CARONNO PERTUSELLA METANO srl Unipersonale Rev. Data Descrizione Approvato - 31/03/16 Prima emissione Presidente Consiglio di Amministrazione File: CPM02 rev.-.doc Pagina: ii INDICE FRONTESPIZIO

Dettagli

PROCEDURE 9001: DEMO WINPLE.IT

PROCEDURE 9001: DEMO WINPLE.IT Organizzazione AZIENDA s.p.a. C.so Garibaldi, n. 56-00195 oma (M) Tel. 0612345678 - Fax. 0612345678 Web : www.nomeazienda.it E-Mail : info@nomeazienda.it Qualità UNI EN ISO 9001:2015 del sistema di gestione

Dettagli

I passi per la certificazione del Sistema di Gestione dell Energia in conformità alla norma ISO Giovanni Gastaldo Milano, 4 ottobre 2011

I passi per la certificazione del Sistema di Gestione dell Energia in conformità alla norma ISO Giovanni Gastaldo Milano, 4 ottobre 2011 del Sistema di Gestione dell Energia in conformità alla norma ISO 50001 Giovanni Gastaldo Milano, 4 ottobre 2011 Un SISTEMA PER LA GESTIONE DELL ENERGIA CERTIFICATO è utile alle Organizzazioni che intendono:

Dettagli

PROGETTO QUALITÀ NELLA SCUOLA

PROGETTO QUALITÀ NELLA SCUOLA PROGETTO QUALITÀ NELLA SCUOLA Obiettivi specifici Il progetto e le iniziative da avviare nell anno 2006 sono riferite al Protocollo d intesa firmato il 31.05.2001 tra i Partner: Camera di Commercio, Provincia,

Dettagli

MOD.1 SCHEDA QUALIFICA FORNITORI

MOD.1 SCHEDA QUALIFICA FORNITORI Revisione n. 0 Pag. 1 di 8 MOD.1 Revisione n. 0 Pag. 2 di 8 Data: La presente scheda di valutazione viene utilizzata dalla Fondazione G.B. Bietti allo scopo di raccogliere le informazioni preliminari necessarie

Dettagli

Regolamento particolare per la certificazione dei sistemi di gestione ambientale

Regolamento particolare per la certificazione dei sistemi di gestione ambientale Regolamento particolare per la certificazione dei sistemi di gestione ambientale In vigore dal 20/02/2016 GLOBE S.R.L. Via Governolo 34 10128 TORINO Tel 011/59/5863 Fax 011/ 5681344 www.byglobe.it email:

Dettagli

NORMATIVA DEL SISTEMA DEI FORNITORI DI PRODOTTI PER L INFRASTRUTTURA

NORMATIVA DEL SISTEMA DEI FORNITORI DI PRODOTTI PER L INFRASTRUTTURA NORMATIVA DEL SISTEMA DEI FORNITORI DI PRODOTTI PER L INFRASTRUTTURA Indice Articolo 1 Istituzione del Sistema di qualificazione Articolo 2 Documentazione correlata e modelli di dichiarazioni Articolo

Dettagli

F. GALBIATI LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA UNI EN ISO 9001

F. GALBIATI LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA UNI EN ISO 9001 F. GALBIATI LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA UNI EN ISO 9001 ENTE NAZIONALE ITALIANO DI UNIFICAZIONE ASSOCIAZIONE PRIVATA SENZA SCOPO DI LUCRO, FONDATA NEL 1921 E RICONOSCIUTA NEL 1955 CON IL DPR 1522

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ SEZIONE 4.1: REQUISITI GENERALI

MANUALE DELLA QUALITÀ SEZIONE 4.1: REQUISITI GENERALI MANUALE GESTIONE QUALITÀ SEZ. 4.1 REV. 06 Pagina 1/8 MANUALE DELLA QUALITÀ Rif.to: UNI EN ISO 9001:2008 PARTE 4: SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ SEZIONE 4.1: REQUISITI GENERALI SOMMARIO A Scopo B Campo

Dettagli

SELEZIONE E ASSUNZIONE DEL PERSONALE

SELEZIONE E ASSUNZIONE DEL PERSONALE SELEZIONE E ASSUNZIONE DEL PERSONALE OBIETTIVO E CAMPO DI APPLICAZIONE CPM riconosce la centralità delle risorse umane nella convinzione che il più rilevante fattore di successo di ogni impresa è garantito

Dettagli

Matrice delle Revisioni: Rev.00 del /01/2016 Prima emissione. Approvato da RL. Elaborato da RGQ/RGS. Rev. Data Motivo della Revisione

Matrice delle Revisioni: Rev.00 del /01/2016 Prima emissione. Approvato da RL. Elaborato da RGQ/RGS. Rev. Data Motivo della Revisione Procedura 07.02/03 Transizione alla norma UNI EN ISO 9001:2015 Matrice delle Revisioni: 00 01/01/2016 Prima emissione Rev. Data Motivo della Revisione Elaborato da RGQ/RGS Approvato da RL Pagina 1 di 5

Dettagli

MOTIVO DELLA DIFFUSIONE NOTA OPERATIVA

MOTIVO DELLA DIFFUSIONE NOTA OPERATIVA MOTIVO DELLA DIFFUSIONE Nuova emissione Sostituisce la procedura del :... NOTA OPERATIVA Questa diffusione sostituisce ed annulla eventuali edizioni precedenti che devono essere considerate superate e

Dettagli

Offerta Formativa. La Norma ISO 9001:2000. Principi, contenuti, applicazioni ed evidenze oggettive

Offerta Formativa. La Norma ISO 9001:2000. Principi, contenuti, applicazioni ed evidenze oggettive Scheda n 1 Titolo del corso Offerta Formativa La Norma ISO 9001:2000 Principi, contenuti, applicazioni ed evidenze oggettive Obiettivo del corso Il corso si propone di trasmettere ai partecipanti tutte

Dettagli

ISO 9001:2008. Progettazione della Certificazione ISO 9001:2008. Ing. Nicola Cappuccio www.studiocappuccio.net

ISO 9001:2008. Progettazione della Certificazione ISO 9001:2008. Ing. Nicola Cappuccio www.studiocappuccio.net ISO 9001:2008 Progettazione della Certificazione ISO 9001:2008 Ing. Nicola Cappuccio www.studiocappuccio.net 1. La Certificazione ISO 9001:2008: Significato e Campi di Applicazione... 2 1.1. Significato

Dettagli

GESTIONE RISORSE UMANE

GESTIONE RISORSE UMANE 1 di 5 1. SCOPO Scopo della presente procedura è definire la gestione delle risorse umane del Comune, in termini di competenze, addestramento e qualificazione necessari per raggiungere i seguenti obiettivi:

Dettagli

PROCEDURA DI SISTEMA 10 GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE

PROCEDURA DI SISTEMA 10 GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE Pagina 1 di 5 INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITÀ 4. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ 5. INDICATORI DI PROCESSO 6. RIFERIMENTI 7. ARCHIVIAZIONE 8. TERMINOLOGIA ED ABBREVIAZIONI 9. ALLEGATI

Dettagli

Seminari / Corsi / Percorsi formativi INDICE

Seminari / Corsi / Percorsi formativi INDICE INDICE Come realizzare un Sistema di Gestione per la Qualità conforme alla norma ISO 9001:2008... 2 Come realizzare sistemi di gestione ambientale secondo la norma ISO 14001:2004... 3 Come realizzare sistemi

Dettagli

Stazione Unica Appaltante Sezione Osservatorio

Stazione Unica Appaltante Sezione Osservatorio Corso base di formazione Il Sistema di Governo del ciclo del contratto pubblico nella PA secondo la normativa internazionale UNI EN ISO 9000:2005 CATANZARO LIDO, 11 e 12 marzo 2010 Il Corso è organizzato

Dettagli

REGOLAMENTO ISPEZIONI IN MODALITA MISTERY CLIENT. Revisione Descrizione della modifica Elaborazione Verifica Approvazione

REGOLAMENTO ISPEZIONI IN MODALITA MISTERY CLIENT. Revisione Descrizione della modifica Elaborazione Verifica Approvazione REGOLAMENTO ISPEZIONI IN MODALITA MISTERY CLIENT Revisione Descrizione della modifica Elaborazione Verifica Approvazione 0 NUOVA EMISSIONE C. Vestrella D. Borsani CV/DB 1 Inserimento rilevazioni C. Vestrella

Dettagli

PO 09 RECLAMI INDICE. Redige RGQ Roberto Grampa. Verifica e Approva Direttore Lorenzo Orsenigo. PO 09 08/11/2013 Pag. 1 di 5

PO 09 RECLAMI INDICE. Redige RGQ Roberto Grampa. Verifica e Approva Direttore Lorenzo Orsenigo. PO 09 08/11/2013 Pag. 1 di 5 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... Pag. 2 2. PROCESSI E DOCUMENTI CORRELATI... Pag. 2 3. RESPONSABILITA... Pag. 2 4. GESTIONE DEL RECLAMO... Pag. 2 4.1. RICEZIONE DELLA SEGNALAZIONE... Pag. 3 4.2.

Dettagli

LICEO ETTORE MAJORANA - ROMA. SEZIONE 8 - MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO 8.1 Generalità

LICEO ETTORE MAJORANA - ROMA. SEZIONE 8 - MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO 8.1 Generalità 8.1 Generalità Il SGQ descritto dal presente Manuale prevede un insieme strutturato di monitoraggi, misurazioni, analisi e verifiche, al fine di creare la base informativa necessaria per realizzare i processi

Dettagli

SERVIZI SPECIALISTICI LEGALI E TECNICO- SISTEMISTICI PER ADEGUAMENTO ATTIVITÀ AL CODICE DELLA PRIVACY.

SERVIZI SPECIALISTICI LEGALI E TECNICO- SISTEMISTICI PER ADEGUAMENTO ATTIVITÀ AL CODICE DELLA PRIVACY. SERVIZI SPECIALISTICI LEGALI E TECNICO- SISTEMISTICI PER ADEGUAMENTO ATTIVITÀ AL CODICE DELLA PRIVACY. Il presente documento ha lo scopo di illustrare in dettaglio i servizi legali ed informatici specialistici

Dettagli

Syllabus start rev. 1.03

Syllabus start rev. 1.03 Syllabus start rev. 1.03 Modulo 1 Concetti di base della Qualità Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 1 di EQDL Start, Concetti di base della qualità e della soddisfazione del cliente, e fornisce

Dettagli

GESTIONE DEI PROGRAMMI DI AUDIT

GESTIONE DEI PROGRAMMI DI AUDIT Procedura del Sistema di Gestione della Qualità e Accreditamento Pagina 1 di 6 SOMMARIO 1. SCOPO 2. GENERALITÀ E DESCRIZIONE DEL PROCESSO 3. APPLICABILITÀ 4. TERMINI E DEFINIZIONI 5. RIFERIMENTI 6. RESPONSABILITÀ

Dettagli

QUALIFICAZIONE SENSORI DI VELOCITA ATTIVI E PASSIVI

QUALIFICAZIONE SENSORI DI VELOCITA ATTIVI E PASSIVI E QUALITA DI SISTEMA Apparecchiature di Segnalamento Identificazione 375603 Rev. 00 Pagina 1 di 9 Viale Spartaco Lavagnini, 58 50129 FIRENZE QUALIFICAZIONE SENSORI DI VELOCITA Il presente documento è di

Dettagli

Adeguamento alla norma europea EN ISO 9001/2008 Modifica paragrafo 4.1 Preparazione Verifica Approvazione

Adeguamento alla norma europea EN ISO 9001/2008 Modifica paragrafo 4.1 Preparazione Verifica Approvazione Pag. 1 di pag. 6 NORME UNI EN ISO 9001:2008 GESTIONE LE E DEI TRASFERIMENTI INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITA 4. PROCEDURA 4.1 Iscrizioni 4.2 Trasferimenti 4.3 Cambi di sezione

Dettagli

Il processo di produzione viene governato e tenuto sotto controllo tramite l'utilizzo dei seguenti documenti:

Il processo di produzione viene governato e tenuto sotto controllo tramite l'utilizzo dei seguenti documenti: EV.04 del 10.01.09 Pag. 1 di 7 7.1 SCOPO Questa Sezione definisce criteri e modalità generali per il controllo del processo di produzione, vale a dire del complesso di attività tecnologiche che concorrono

Dettagli