IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE"

Transcript

1 Il POLITECNICO di BARI Dipartimento di Scienze dell Ingegneria Civile e dell Architettura promuove ed organizza IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE (istituito ai sensi dell art. 6 della Legge 341/1990 comma 2 lettera c) Corso di I II Livello e Modulo propedeutico Conforme alla D.G.P. di Bari n. 29 del 16/04/2013 Corso riconosciuto dalla Provincia di Bari D. D. n del 12/11/2013 III^ edizione 1

2 Il percorso formativo, secondo le nuove disposizioni contenute nella Delibera della Giunta della Provincia di Bari n. 29 del , è articolato su DUE ANNI, nel primo verrà erogato il Corso di I Livello (teorico, della durata di 120 ore), nel secondo verrà erogato il Corso di II Livello (pratico, della durata di 40 ore), seguito dall esame finale. Sempre secondo le nuove disposizioni, i diplomati provenienti da scuole medie superiori ad indirizzo tecnico (compresi coloro che sono in possesso del diploma di maturità scientifica) potranno accedere alla frequenza del Corso di I Livello solo dopo avere frequentato un corso propedeutico delle durata di 60 ore, inoltre per gli stessi il Corso di II Livello avrà una durata di 120 ore. Il percorso formativo del Corso di I livello (della durata di 120 ore) è rivolto (ai sensi dell art. 2, comma 2 del D.P.C.M. 31/03/98) ai possessori di diploma universitario o di diploma di laurea ad indirizzo scientifico, compresi i laureati in ingegneria ed architettura. I corsisti, a seguito del conseguimento delle idoneità nei diversi moduli del Corso di I livello, potranno proseguire il percorso formativo iscrivendosi al Corso di II Livello (della durata di 40 ore) che permetterà di completare la formazione, come richiesto dal D.G.P. n. 29 del , per conseguire l attestato di riconoscimento che consentirà l accesso all elenco dei tecnici competenti della Provincia di Bari. I diplomati provenienti da scuole medie superiori ad indirizzo tecnico, compresi coloro che sono in possesso del diploma di maturità scientifica, potranno accedere allo stesso percorso formativo dei laureati a condizione di aver preliminarmente frequentato un modulo propedeutico (della durata di 60 ore) e aver conseguito l idoneità. Il modulo propedeutico sarà programmato prima dell avvio del Corso di I Livello ma sarà attivato solo se sarà raggiunto un numero minimo di 18 partecipanti. Secondo quanto disposto dal D.G.P. n. 29 del il corso di II Livello per i diplomati avrà invece una durata di 120 ore. Il corso di formazione è organizzato dal Politecnico di Bari, Dipartimento di Scienze dell Ingegneria Civile e dell Architettura, Laboratorio di Fisica Tecnica, ed è conforme a quanto previsto dalla Delibera della Giunta della Provincia di Bari n. 29 del 16 aprile del

3 PRESENTAZIONE la sensibilità dell opinione pubblica per la qualità ambientale è crescente, in particolare nei riguardi dell inquinamento acustico, come in varie occasioni ha ribadito l Organizzazione Mondiale della Sanità. Il rumore, infatti, è uno degli inquinanti fisici più diffusi, che colpisce un elevata percentuale della popolazione mondiale, costretta a vivere nelle grandi aree urbanizzate e a convivere con livelli elevati di rumorosità, come quelli facilmente riscontrabili nei centri abitati, negli edifici residenziali e nei luoghi di lavoro; per contrastare l inquinamento acustico sono disponibili anche in Italia numerose norme tecniche e disposizioni di legge, tali da rispondere alle esigenze emergenti più diffuse sul territorio. In particolare sono stati individuati i diversi soggetti preposti al controllo e alla tutela delle condizioni acustiche ambientali; nel quadro normativo esistente è stata individuata la nuova figura professionale del tecnico competente in acustica ambientale che deve possedere i requisiti necessari per affrontare le complesse problematiche che l inquinamento acustico pone; le strutture didattiche in Italia non forniscono attualmente agli allievi le competenze specialistiche necessarie per affrontare la complessa problematica dell inquinamento acustico per gli aspetti fortemente multidisciplinari che caratterizzano le diverse applicazioni. Va considerato, infatti, che nella maggior parte delle Università italiane l'insegnamento dell'acustica occupa spazi marginali; solo in pochissimi Atenei questa disciplina è inserita a pieno titolo nei piani di studio per il conseguimento delle lauree in Ingegneria, Architettura e Fisica. Questi contributi formativi si rivelano, però, inadeguati di fronte alle molteplici problematiche pratiche, che vanno dall'insonorizzazione delle macchine, alla valutazione degli effetti del rumore sull'uomo, dalla riduzione del rumore prodotto dal traffico veicolare, alla progettazione e correzione degli spazi funzionali destinati all'ascolto. Gli attuali contributi formativi risultano pertanto insufficienti rispetto alle esigenze professionali del "Tecnico competente in acustica ambientale", la cui figura viene evidenziata nelle recenti disposizioni di legge in tema di inquinamento acustico dei luoghi di vita e di lavoro; 3

4 a fronte delle predette carenze il Politecnico di Bari ha ritenuto opportuno istituire il Corso di formazione per Tecnici competenti in acustica ambientale secondo i requisiti previsti dalle norme nazionali, regionali e provinciali vigenti. Il corso di formazione è in via di riconoscimento da parte della Provincia di Bari. FIGURA PROFESSIONALE Nel nuovo quadro di riferimento vengono definite le competenze necessarie all esercizio dell attività di Tecnico competente in acustica ambientale, che possono essere acquisite anche attraverso attività formative, quali corsi universitari di perfezionamento per laureati e corsi di formazione post diploma di elevato livello tecnico-scientifico. OBIETTIVI, CONTENUTI E ARTICOLAZIONE DEL CORSO Il corso di formazione per Tecnici competenti in acustica ambientale si pone l obiettivo fondamentale di fornire contenuti, metodi e criteri necessari per la soluzione dei problemi dell acustica ambientale sia per gli edifici e sia per il territorio come richiesto dalle norme vigenti. Tutto ciò permette di acquisire nel campo dell acustica le competenze opportune e necessarie per i progettisti, i direttori dei lavori, i tecnici d impresa e i funzionari degli uffici tecnici delle amministrazioni territoriali, che dovranno attuare i dispositivi normativi in vigore. In particolare il corso fornisce ai partecipanti la formazione teorica e pratica per poter svolgere i diversi compiti previsti per il tecnico competente in acustica ambientale: la valutazione del rumore in edilizia; la valutazione previsionale ed in opera dei requisiti acustici passivi degli edifici; la classificazione acustica del territorio ed i piani di risanamento acustico; la valutazione del clima e dell impatto acustico; la valutazione del disturbo da rumore negli ambienti abitativi; le bonifiche ambientali; 4

5 Il corso sarà organizzato come segue Il Modulo Propedeutico (riservato ai diplomati) ha una durata di 60 ore di lezioni teoriche e di due ore per la prova scritta al termine del modulo. La durata complessiva del corso propedeutico è di 62 ore. Alla fine del modulo è prevista una prova di verifica (scritta) di due ore dinanzi ad una commissione composta dal Direttore del Corso più due (2) docenti interni del corso, così come prevista nell allegato G D.G.P. n. 29 del 16 aprile del 2013 della Provincia di Bari. La partecipazione alla prova scritta del Modulo Propedeutico è subordinata ad una frequenza non inferiore al 90%. Solo coloro che avranno conseguito l idoneità potranno accedere al Corso del I livello. Il modulo, gli argomenti e la suddivisione delle ore sono specificati di seguito. Il Corso di I Livello è articolato in quattro moduli. Ogni modulo ha durata di 28 ore, tra lezioni ed esercitazioni e di due ore per la prova scritta al termine di ogni modulo. La durata complessiva del corso di I livello è di 120 ore. Alla fine di ogni modulo è prevista una prova di verifica (scritta) di due ore dinanzi ad una commissione composta dal Direttore del Corso più due (2) docenti interni del corso, così come prevista nell allegato G D.G.P. n. 29 del 16 aprile del 2013 della Provincia di Bari. La partecipazione alla prova scritta di ogni modulo è subordinata ad una frequenza non inferiore al 90%. Solo coloro che avranno conseguito l idoneità in tutti i moduli del Corso di I livello potranno accedere al Corso del II livello. I moduli, gli argomenti e la suddivisione delle ore sono specificati di seguito. Il Corso di II Livello è un corso pratico formativo articolato in un unico modulo. Il modulo ha la durata di 40 ore per coloro i quali sono in possesso (ai sensi dell art. 2, comma 2 del D.P.C.M. 31/03/98) di diploma universitario o di diploma di laurea ad indirizzo scientifico, compresi i laureati in ingegneria ed architettura, e di 120 ore per coloro i quali sono in possesso di diplomi provenienti da scuole medie superiori ad indirizzo tecnico, compresi coloro che sono in possesso del diploma di maturità scientifica. La partecipazione alla prova scritta e orale del modulo è subordinata ad una frequenza non inferiore al 90%. Il modulo, gli argomenti e la suddivisione delle ore sono specificati di seguito. 5

6 Alla fine del Corso di II Livello è previsto un esame finale, con una prova scritta e una orale per una durata complessiva di 4 ore, articolata su due giorni. Le prove d esame sono a cura del Servizio Formazione Professionale e Pubblica Istruzione Assessorato al Lavoro e Formazione Professionale della Provincia di Bari che nominerà la commissione d esame, secondo i requisiti previsti nell allegato G D.G.P. n. 29 del 16 aprile del 2013 della Provincia di Bari. Il superamento dell esame finale, dà diritto all iscrizione all apposito elenco dei Tecnici Competenti in Acustica Ambientale della Provincia di Bari. N.B. Coloro che intendono iscriversi in elenchi diversi da quello della Provincia di Bari dovranno preventivamente verificare che il presente percorso formativo sia approvato dagli uffici preposti al riconoscimento. SBOCCHI OCCUPAZIONALI Il percorso formativo presuppone un naturale sbocco occupazionale sia verso un'attività professionale autonoma sia verso un inserimento all'interno di imprese del settore come: Libero professionista Consulente esterno per le imprese del settore Consulente per le imprese sui luoghi di lavoro Consulente esterno di istituzioni pubbliche e private Consulente per la qualificazione del territorio Manager di imprese del settore e dirigente all interno delle istituzioni pubbliche e private DESTINATARI Il percorso formativo è rivolto a: professionisti ingegneri, architetti che svolgono attività libero professionale nel campo delle costruzioni, dell architettura e dell urbanistica e vogliono acquisire esperienze come tecnico competente in acustica e presentare domanda per iscriversi nell elenco provinciale. laureati in discipline scientifiche (compresi quelli di ingegneria e di architettura), che sono interessati ad acquisire strumenti operativi mediante un percorso formativo dai contenuti innovativi e pratici utili per l inserimento nel mondo del lavoro e che intendono diventare tecnici competenti in acustica. 6

7 diplomati e tecnici del settore provvisti del titolo di studio (indirizzo tecnico, compreso quello di maturità scientifica) che desiderano affrontare un percorso qualificante per migliorare la loro professione e che intendono diventare tecnici competenti in acustica. MODALITA DI AMMISSIONE Il percorso formativo, comprensivo del modulo propedeutico, dei quattro moduli del corso di I Livello, e del modulo 5 del corso di II Livello è a numero chiuso per garantire la qualità delle attività didattiche. E previsto un numero massimo di 25 partecipanti (giusta la delibera di Giunta Provinciale n. 20 del 25/02/2008) e l ammissione al corso avverrà (previa verifica del possesso dei requisiti minimi di accesso) esclusivamente sulla base dell ordine cronologico di invio delle domande di iscrizione. Il percorso formativo riservato ai soli diplomati provenienti dalle scuole superiori (corso propedeutico + corso di I Livello + corso di II Livello da 120 ore), sarà attivato esclusivamente se, fra i primi 25 iscritti, saranno presenti almeno 18 persone aventi necessità di frequentare tale modulo. Diversamente sarà attivato il percorso formativo standard (corso di I Livello + corso di II Livello da 40 ore). In ogni caso, nessun corso sarà avviato se non sarà raggiunto un numero minimo di 18 partecipanti. Modalità di iscrizione al corso: Le domande di iscrizione devono essere inviate a mezzo raccomandata postale con ricevuta di ritorno indirizzata a: Segreteria didattica del Politecnico di Bari, via Amendola 126/B Bari, o tramite PEC all indirizzo: Documentazione da inviare: 1. Domanda di iscrizione al corso; 2. Fotocopia di un documento di identità valido (carta di identità o passaporto); N.B: Le richieste di iscrizione al corso (corredate dei documenti) dovranno pervenire entro e non oltre il 31 maggio L ammissione al corso avverrà esclusivamente sulla base dell ordine cronologico di invio delle domande (farà fede il timbro postale). 7

8 A seguito della verifica del possesso dei requisiti minimi, si esaminerà il numero di domande di iscrizione pervenute dai diplomati provenienti da scuole medie superiori ad indirizzo tecnico, compresi coloro che sono in possesso del diploma di maturità scientifica, inclusi fra i primi 25 richiedenti. Se il numero delle domande di iscrizione dei diplomati dovesse essere inferiore a 18 il percorso formativo a loro riservato non potrà essere attivato e si procederà con la sola erogazione del percorso standard. L elenco degli iscritti sarà pertanto aggiornato includendo i soli possessori di diploma universitario o del diploma di laurea ad indirizzo scientifico, compresi i laureati in ingegneria ed architettura. L elenco degli ammessi al Corso Propedeutico sarà pubblicato sul sito web del corso, entro il 7 giugno 2014 gli stessi dovranno procedere, entro 4 giorni ( ), al pagamento della quota di iscrizione. N.B.: Nel caso in cui qualcuno degli ammessi non procedesse al pagamento della quota relativa al modulo propedeutico entro la data prevista e il numero effettivo dei partecipanti al modulo risultasse inferiore a 18, il modulo non sarà attivato e verranno restituite le eventuali quote a quanti avranno pagato nei termini. I partecipanti al modulo propedeutico che conseguiranno l idoneità potranno proseguire l attività formativa del corso di I livello, previo pagamento della relativa quota di iscrizione. Una volta concluso il modulo propedeutico e verificato il numero effettivo di quanti potranno procedere a seguire il Corso di I Livello, si procederà a verificare i requisiti minimi degli altri richiedenti e ad aggiornare l elenco dei 25 ammessi. Tale elenco sarà pubblicato sul sito del corso, entro il 18 luglio 2014 e gli ammessi dovranno procedere, entro 5 giorni (23 luglio 2014), al pagamento della quota di iscrizione. Il corso di I Livello + corso di II Livello sarà attivato solo dopo l avvenuto accertamento del versamento della quota di iscrizione da parte di almeno 18 persone. 8

9 Nel caso in cui il corso propedeutico non venga attivato per mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, si procederà immediatamente a verificare le condizioni per l attivazione del Corso di I Livello, con la pubblicazione sul sito del corso dell elenco degli ammessi entro il 20 giugno 2014, e il versamento delle quote di iscrizione entro i successivi 7 giorni ( ). In caso di rinuncia o mancato pagamento della quota di iscrizione entro i termini previsti, gli iscritti successivi ai primi 25 dell elenco (in numero pari ai posti resisi disponibili) saranno invitati a procedere con l iscrizione. Costi e modalità di pagamento Il percorso formativo riservato ai diplomati, composto da corso propedeutico, corso di I Livello e corso di II Livello da 120 ore ha un costo di 3.500,00 da versare come segue: 500,00 prima dell inizio (entro ) del Corso Propedeutico (codice rata CPR); 500,00 prima dell inizio (entro ) del Corso di I Livello (codice rata L11); 700,00 entro il (codice rata L12); 1.800,00 prima dell inizio del Corso di II Livello (codice rata L2D). Il percorso formativo riservato ai laureati, composto da corso di I Livello e corso di II Livello da 40 ore ha un costo di 1.800,00 da versare come segue: 500,00 prima dell inizio (entro ) del Corso di I Livello (codice rata L11), 700,00 entro (codice rata L12); 600,00 prima dell inizio del Corso di II Livello (codice rata L2L) (la data sarà comunicata appena sarà ufficializzata la programmazione del Corso di II Livello (L2L). I versamenti dovranno essere effettuati sul c/c del Politecnico di Bari IBAN IT76 J , specificando la causale Nome Cognome TCAA_2014 Codice Rata secondo le modalità precedentemente descritte, rispettando le scadenze stabilite. La ricevuta del bonifico che attesti l avvenuto pagamento dovrà essere tempestivamente trasmessa alla Segreteria didattica secondo le stesse modalità impiegate per l iscrizione. LA SEDE Le lezioni in aula si svolgeranno presso il Dipartimento di Scienze dell Ingegneria Civile e dell Architettura del Politecnico di Bari sito in Via Orabona, 4 Bari, saranno altresì previste esercitazioni di laboratorio ed esercitazioni pratiche in sito. 9

10 DURATA Modulo propedeutico Il percorso formativo si svolgerà di venerdì e sabato (4 ore al mattino e 4 al pomeriggio) nell arco di 1 mese per un totale di 62 ore articolate come segue: - 60 ore di lezioni frontali, 2 ore di prova scritta. Il corso del modulo propedeutico avrà inizio il e si concluderà con la prova finale il Corso di I Livello Il percorso formativo si svolgerà di venerdì e saranno utilizzati alcuni giorni di sabato per le sole esercitazione in laboratorio o in sito (4 ore al mattino e 4 al pomeriggio) nell arco di 4 mesi per un totale di 120 ore articolate come segue: - 72 ore di lezioni frontali, 40 ore di esercitazioni pratiche (esercitazione di laboratorio, prove sperimentali in sito e laboratorio, studio ed analisi di casi reali, lavori progettuali), 8 ore di prove scritte per i 4 moduli. Il corso avrà inizio il e si concluderà con la prova finale il Corso di II Livello Il corso pratico formativo per coloro i quali sono in possesso (ai sensi dell art. 2, comma 2 del D.P.C.M. 31/03/98) di diploma universitario o di diploma di laurea ad indirizzo scientifico, compresi i laureati in ingegneria ed architettura, si svolgerà di venerdì (4 ore al mattino e 4 al pomeriggio) nell arco di 2 mesi per un totale di 40 ore. Il Corso di II livello, presumibilmente, avrà inizio il e si concluderà con la prova finale il Il corso pratico formativo per coloro i quali sono in possesso di diplomi di scuola media superiore ad indirizzo tecnico, compresi coloro che sono in possesso del diploma di maturità scientifica, si svolgerà di venerdì e sabato (4 ore al mattino e 4 al pomeriggio) nell arco di 4 mesi per un totale di 120 ore. Il Corso di II livello, presumibilmente, avrà inizio il e si concluderà con la prova finale il PROGRAMMA DIDATTICO Modulo Propedeutico Il calendario del modulo propedeutico è indicativo e potrebbe essere soggetto a modifiche legate alle specifiche esigenze didattiche. 10

11 MODULO propedeutico: Matematica e Fisica 62 ore ; ; ; (4 h); (2 h prova scritta pomeriggio) Le lezioni si svolgeranno nelle giornate di: Venerdì dalle / Sabato dalle / Corso di I Livello La formazione in aula è orientata a fornire strumenti operativi mediante un percorso dai contenuti innovativi e pratici. Le lezioni si svolgeranno nelle giornate di: Venerdì dalle / Sabato dalle / (saranno impiegati solo alcuni giorni per le esercitazioni) Il calendario delle lezioni del corso di I Livello (a carattere formativo teorico) è indicativo e potrebbe essere soggetto a modifiche legate alle specifiche esigenze didattiche. Il corso sarà in ogni caso avviato a termine del modulo propedeutico. MODULO 1: Fondamenti di Acustica - 28 ore 12.09; 19.09; 26.09; 03.10; (4 h) (2 h prova scritta pomeriggio) MODULO 2: Il rumore nell ambiente esterno e il disinquinamento acustico - 28 ore MODULO 3: Il suono negli ambienti confinati 28 ore MODULO 4: La qualificazione acustica degli edifici 28 ore 10.10; 11.10; 17.10; (4 h) (2 h prova scritta pomeriggio) 31.10; 07.11; 08.11; (4 h) (2 h prova scritta pomeriggio) 28.11; 29.11; 05.12; (4 h) (2 h prova scritta pomeriggio) 11

12 Corso di II Livello Il corso pratico formativo è finalizzato a conseguire esperienza in campo con l esame di casi reali nei diversi settori dell acustica ambientale. Le lezioni si svolgeranno nelle giornate di: Venerdì dalle / *Sabato dalle / *(solo chi è in possesso di diplomi provenienti da scuole medie superiori ad indirizzo tecnico, compresi coloro che sono in possesso del diploma di maturità scientifica) Il calendario delle lezioni del corso di II Livello (a carattere formativo pratico) è indicativo e potrebbe essere soggetto a modifiche legate alle specifiche esigenze didattiche. Il corso sarà in ogni caso avviato nel secondo anno del percorso formativo. Percorso per i laureati MODULO 5: Attività formative di carattere pratico scelte fra quelle indicate nell All. G della D.G.P. n. 29 del ore ; ; ; ; ; (Esame finale) Percorso per i diplomati provenienti da scuole medie superiori MODULO 5: Attività formative di carattere pratico scelte fra quelle indicate nell All. G della D.G.P. n. 29 del ore ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; (Esame finale) Il programma potrà essere eventualmente modificato su indicazione del Comitato Tecnico-Scientifico, previo accordo con l Assessorato al Lavoro e Formazione Professionale, Servizio Formazione Professionale della Provincia di Bari. 12

13 MODULO propedeutico Per soli diplomati provenienti da scuole medie superiori ad indirizzo tecnico, compresi coloro che sono in possesso del diploma di maturità scientifica DISCIPLINA : Matematica e Fisica CONTENUTI Teoria Pratica Totale Fondamenti di matematica: Logaritmi; la funzione esponenziale; la funzione logaritmo; proprietà della funzione logaritmo; il decibel; operazioni con i decibel; somme di livelli sonori; somma logaritmica; differenze di livelli sonori Probabilità e statistica: definizione di probabilità; leggi della probabilità; distribuzioni di probabilità; indici di dispersione; campioni; incertezza; errori; il concetto di errore; errori casuali e sistematici; il concetto d'incertezza; valutazione dell'incertezza tipo; determinazione dell'incertezza tipo composta; determinazione dell'incertezza estesa; valutazione realistica e valutazione prudenziale; determinazione dell'incertezza tipo dei calcoli Richiami di matematica superiore: numeri complessi; limiti e derivate; serie numeriche; integrali; calcolo differenziale. Richiami di fisica generale: leggi del moto; lavoro ed energia cinetica; conservazione dell energia; gas perfetti; primo principio della termodinamica; secondo principio della termodinamica Totale ore MODULO Stage in azienda Attività collaterali e integrative Prova scritta 2 13

14 DISCIPLINA : MODULO N. 1 Fondamenti di Acustica CONTENUTI Teoria Pratica Totale Fondamenti di Acustica Grandezze fisiche per la descrizione del fenomeno acustico, equazioni del campo sonoro; onde piane nei mezzi fluidi; onde piane armoniche; pressione efficace; energia e livello sonoro; intensità acustica; densità di energia acustica; potenza acustica; caratterizzazione delle sorgenti sonore; tipologie di segnali; analisi in frequenza; il concetto di spettro; rappresentazione dello spettro in bande di ottava e di terzi di ottava. Propagazione del suono in campo libero sorgenti sonore in campo libero, direttività, divergenza e attenuazioni (assorbimento dell aria, effetto del suolo, barriere acustiche, vegetazione, condizioni meteo), la norma ISO 9613 Propagazione del suono negli ambienti confinati: il campo sonoro diffuso, l equazione del decadimento esponenziale e tempo di riverberazione, la formula di Eyring e la formula di Sabine, altre formule per la stima del tempo di riverberazione, il livello sonoro in campo riverberante e la distanza critica. La trasmissione del suono: propagazione del suono nei mezzi solidi, onde flessionali e radiazione sonora, coefficiente di trasmissione, potere fonoisolante e isolamento acustico, trasmissione attraverso elementi eterogenei, il potere fonoisolante di pareti monostrato, pareti composte e placcaggi acustici, trasmissione laterale e il potere fonoisolante apparente, la trasmissione dei suoni impattivi e il livello di calpestio, la limitazione dei rumori impattivi. Psicoacustica: fisiologia dell orecchio, percezione soggettiva (intensità, altezza e timbro), il livello di intensità soggettiva e intensità soggettiva, audiogramma normale, curve di

15 ponderazione, banda critica, Mascheramento, cenni sulla localizzazione binaurale Fondamenti di fonometria: strumentazione di misura, tipologie di microfoni e loro caratteristiche, il sistema di acquisizione, le costanti di tempo (fast, slow, impulse), il livello equivalente, ponderazione e filtri, caratteristiche dei filtri e norme di riferimento, calibrazione e taratura periodica. 4 4 Totale ore MODULO N Stage in azienda Attività collaterali e integrative Prova scritta 2 MODULO N. 2 DISCIPLINA : Il rumore nell ambiente esterno/disinquinamento acustico CONTENUTI Teoria Pratica Totale La normativa sul rumore ambientale: Il DPCM sui valori limite delle sorgenti, valore limite di emissione e immissione, criterio differenziale e sua applicabilità, valori di attenzione e di qualità, il Decreto 16 marzo 1998 e le tecniche di rilevamento e misurazione dell inquinamento acustico, misura del rumore in ambiente esterno e abitativo, misura del rumore prodotto dal traffico stradale, ferroviario e aeroportuale. Esercitazioni pratiche: analisi temporale o statistica, analisi in frequenza, individuazione delle componenti impulsive e tonali, misura dei livelli differenziali. Valutazione di impatto acustico e valutazione previsionale di impatto acustico: tecniche di modellazione campo di applicazione dei modelli, struttura generale dei modelli, modelli numerici manuali Esercitazione pratica con software 8 8 Pianificazione acustica territoriale: Principi di zonizzazione acustica del territorio,

16 riferimenti normativi, fasi principali per la definizione del piano, valutazione degli indici di priorità degli interventi, obiettivi dell attività di risanamento, tecniche e strategie per il risanamento. Totale ore MODULO Stage in azienda Attività collaterali e integrative Prova scritta 02 DISCIPLINA: MODULO n. 3 Il suono negli ambienti confinati CONTENUTI Teoria Pratica Totale Il suono negli ambienti confinati: l interazione onda-superficie: assorbimento, diffusione e diffrazione; Materiali fonoassorbenti: materiali porosi, pannelli vibranti; risuonatori di Helmholtz; modello ondulatorio della propagazione del suono; modi normali di risonanza; criteri per il corretto dimensionamento dei piccoli ambienti; modello dei raggi sonori; la risposta all impulso e il metodo delle immagini. Tecniche di misura del tempo di riverberazione: metodi basati sull interruzione del rumore stazionario; metodi basati sull emissione di segnali impulsivi; metodi basati sulla deconvoluzione di segnali deterministici (MLS, sweep sinusoidale); la norma ISO 3382 e le sue specifiche: caratteristiche delle sorgenti, caratteristiche dei microfoni; disposizione dei punti di misura nell ambiente; casi particolari; la misura del coefficiente di assorbimento acustico dei materiali in camera riverberante Esercitazione pratica in laboratorio 8 8 Il progetto acustico di un ambiente: criteri di valutazione delle caratteristiche acustiche degli ambienti; parametri acustici monoaurali e spaziali per la qualificazione delle

17 sale; ottimizzazione dell assorbimento acustico di un ambiente in funzione della destinazione d uso; il controllo della riverberazione per la limitazione del rumore emesso dalle macchine; modelli per la previsione del comportamento acustico delle sale; l auralizzazione come strumento progettuale e di verifica. Esercitazione numerica 4 4 Totale ore MODULO Stage in azienda Attività collaterali e integrative Prova scritta 2 MODULO n. 4 DISCIPLINA : La qualificazione acustica degli edifici CONTENUTI Teoria Pratica Totale Metodologie di misura e valutazione dei requisiti acustici passivi: inquadramento normativo (il DPCM e norme UNI di riferimento); la misura del potere fonoisolante e dell isolamento acustico per via aerea fra ambienti e per le facciate; misura del livello normalizzato di calpestio; determinazione degli indici di valutazione normalizzati, misura del rumore prodotto dagli impianti; redazione del rapporto di prova; la nuova norma sulla classificazione acustica degli edifici. 8 8 Esercitazioni pratiche in sito 8 8 Progettazione dei requisiti acustici passivi: analisi delle proprietà acustiche dei componenti edilizi; metodi normalizzati di calcolo dell isolamento acustico per via aerea fra unità abitative distinte e di facciata, e per il calcolo del livello di calpestio; accorgimenti e soluzioni pratiche per la limitazione della trasmissione attraverso l involucro edilizio. 8 8 Esercitazione pratica con software 4 4 Totale ore MODULO

18 Stage in azienda Attività collaterali e integrative Prova scritta 02 MODULO n. 5 DISCIPLINA : formazione pratica di acustica ambientale CONTENUTI (all. G D.G.P. n. 29 del 16 aprile del 2013 della Provincia di Bari) Laureati* Diplomati** a) Misurazioni in ambiente esterno ed abitativo e valutazione della conformità dei risultati ottenuti ai limiti di legge. d) Progettazione di interventi di bonifica in campo acustico. e) Redazione di relazioni previsionali di clima acustico. f) Esecuzione di studi di valutazione di impatto acustico. g) Misurazioni effettuate ai sensi del Titolo VIII del D.Lgs n. 81/ Totale ore MODULO Stage in azienda Attività collaterali e integrative Prova scritta 04 *(ai sensi dell art. 2, comma 2 del D.P.C.M. 31/03/98) diploma universitario o di diploma di laurea ad indirizzo scientifico, compresi i laureati in ingegneria ed architettura. ** diplomati provenienti da scuole medie superiori ad indirizzo tecnico, compresi coloro che sono in possesso del diploma di maturità scientifica 18

19 COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Prof. Ing. Francesco Martellotta - Direttore del corso Dott. Michele d Alba - Coordinatore didattico Prof. Ing. Ubaldo Ayr Componente Prof. Ing. Francesco Piccinnini Componente Prof. Ing. Francesco Ruggiero Componente Prof. Ing. Pietro Stefanizzi Componente DOCENTI Il corpo docente sarà composto da docenti universitari e da professionisti di comprovata esperienza, operanti nei diversi settori dell acustica e delle discipline affini. PATROCINI Il Corso ha ricevuto il patrocinio dalle seguenti istituzioni: Regione Puglia Assessorato Diritto allo studio e formazione Assessorato alla Qualità dell'ambiente Assessorato alla Qualità del Territorio Assessorato alla Sanità ANCI Puglia Direzione Regionale Puglia CNA di Bari 19

20 SEGRETERIA DEL CORSO Per informazioni sulle modalità di svolgimento del Corso e sulle opportunità che questo percorso formativo offre, contattare: Segreteria didattica La segreteria didattica del corso sarà operativa il martedì e il giovedì dalle ore e durante i giorni delle lezioni del corso Tel./Fax Sito web: 20

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO N. O. Barnaba- S. G. BOSCO di OSTUNI Sede centrale: N. O. Barnaba via C. Alberto,2 tel/fax 0831301527 Plesso S. G. Bosco Via G. Filangieri, 24 TEL./FAX 0831 332088 C.F. 90044950740

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

RECAPITO a mezzo raccomandata/telegramma (se diverso dalla residenza, indicare qui sotto):

RECAPITO a mezzo raccomandata/telegramma (se diverso dalla residenza, indicare qui sotto): Prot. n. di data Riservato all Ufficio Al Direttore Generale dell'università degli Studi di Trieste Ripartizione Reclutamento e Formazione Piazzale Europa, 1-34127 Trieste Il/la sottoscritto/a chiede di

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

PRESENTA. DOCUMENTAZIONE DI PREVISIONE DI IMPATTO ACUSTICO, ai sensi dell art. 8, c. 4 della legge n.447/95 e successive integrazioni.

PRESENTA. DOCUMENTAZIONE DI PREVISIONE DI IMPATTO ACUSTICO, ai sensi dell art. 8, c. 4 della legge n.447/95 e successive integrazioni. Al Sig.Sindaco del Comune di di... e pc. All'ARPA, Servizio Territoriale Distretto di.. Il sottoscritto nato a.il./.. /19. e residente a.in (Via, Piazza).n in qualità di titolare/legale rappresentante

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE DELIBERAZIONE DELLA DGR n 896 del 24/06/2003 Pubblicata sul Bur n 62 del 11/07/2003 2 OGGETTO: Legge n.447/1995 Legge quadro sull inquinamento acustico e legge regionale 14 novembre 2001, n.28 Norme per

Dettagli

L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015

L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015 L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015 Regolamento per l'istituzione di borse di studio Art. 1 - Scopi e destinatari

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO Legge Regionale n 12 del 20/03/1998 Disposizioni in materia di inquinamento acustico emanata da: Regione Liguria e pubblicata su: Bollettino. Uff. Regione n 6 del 15/04/1998

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI Dalla tecnica PSInSAR al nuovo algoritmo SqueeSAR : Principi, approfondimenti e applicazioni 30 Novembre - 1 Dicembre 2010 Milano Il corso è accreditato

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

LA NORMATIVA NAZIONALE SULL INQUINAMENTO ACUSTICO

LA NORMATIVA NAZIONALE SULL INQUINAMENTO ACUSTICO LA NORMATIVA NAZIONALE SULL INQUINAMENTO ACUSTICO PREMESSA LA LEGGE QUADRO N. 447 DEL 26/10/95 I DUE DECRETI APPLICATIVI PIU IMPORTANTI GLI ALTRI DECRETI SANZIONI E CONTROLLI IL CODICE CIVILE E IL CODICE

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

9 - RUMORE E INQUINAMENTO ACUSTICO. Premessa e fonte dati

9 - RUMORE E INQUINAMENTO ACUSTICO. Premessa e fonte dati 9 - RUMORE E INQUINAMENTO ACUSTICO Premessa e fonte dati La Legge 447 del 26/10/1995 definisce l inquinamento acustico come "l introduzione di rumore nell ambiente abitativo o nell ambiente esterno tale

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

tanhαl + i tan(ωl/v) 1 + i tanh αl tan(ωl/v). (10.1)

tanhαl + i tan(ωl/v) 1 + i tanh αl tan(ωl/v). (10.1) 10 - La voce umana Lo strumento a fiato senz altro più importante è la voce, ma è anche il più difficile da trattare in modo esauriente in queste brevi note, a causa della sua complessità. Vediamo innanzitutto

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Formula Weekend (Venerdì e Sabato) Con il patrocinio e la collaborazione

Dettagli

Parc Hotel Villa Immacolata

Parc Hotel Villa Immacolata SEMINARIO di presentazione del corso: USO EFFICIENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE: L AZIENDA E L ENERGY MANAGEMENT Pescara, 13 Marzo 2009 Segreteria organizzativa Centro Congressi Strada Comunale San Silvestro,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA RUMOROSE (L.R. n 89/98 art 2.2, D.R. n 77/2000 Parte 3 e L. 447/95) Il Dirigente GEOL. ROBERTO FERRARI Approvato con deliberazione del C.C. n. 14 del 13/02/2008 1 TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

I nostri corsi serali

I nostri corsi serali I nostri corsi serali del settore informatica Progettazione WEB WEB marketing Anno formativo 2014-15 L Agenzia per la Formazione, l Orientamento e il Lavoro Nord Milano nasce dall unione di importanti

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO «Quello Quello che per un uomo è "magia", per un altro è ingegneria». Robert Anson Heinlein ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA Corso di aggiornamento sulle Norme

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2 0 1 4 TERZA EDIZIONE R E G G I O E M I L I A When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA 24 ottobre 2013 WEB CONFERENCE LEZIONE LIVE IN VIDEOCONFERENZA PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per l aggiornamento professionale

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli