Soluzioni. Capitolo 2 (, 0 3] [2.1] A B = {1, 3, 4, 6, 7, 8}, A B = {4, 7}, A\B = {1, 3, 6}, B\A = {8}.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Soluzioni. Capitolo 2 (, 0 3] [2.1] A B = {1, 3, 4, 6, 7, 8}, A B = {4, 7}, A\B = {1, 3, 6}, B\A = {8}."

Transcript

1 Soluzioni Capitolo [.] A B = {,,,, 7, 8}, A B = {, 7}, A\B = {,, }, B\A = {8}. [.] I) [, 0] V) VI) V [, 0] (, 0) V IX) [, 00) X) ( [, ],(, 00) (, 00) (, 0 + ) (, 0 ], ), (, 0 + ) [.] B\A = {} {b = n +, n N, n < } A\B = {, }, (A\B) A = {(, ), (, ), (, ), (, ), (, ), (, ), (, ), (, )} [.7] I) B [, ) B = {,, } B = (0, ) [.8] I) = y = y V) = ( y 7) = y + = y [.9] La funzion data non è invrtibil su tutto l ass ral, com si può vdr graficamnt. Il più grand intrvallo contnnt = su cui f è inittiva è [0, + ). Pr appartnnt a tal intrvallo, f () y = y. [.0] La funzion data non è invrtibil su tutto l ass ral, com si può vdr graficamnt. Il più grand intrvallo contnnt = 0 su cui f è inittiva è [, + ). Pr appartnnt a tal intrvallo, f () y = y. [.] La funzion data non è invrtibil su tutto l ass ral, com si può vdr graficamnt. Il più grand intrvallo contnnt = su cui f è inittiva è [, ). Pr appartnnt a tal intrvallo, f () y = y. [.] Com si vd dal grafico, f è inittiva su R prtanto ammtt invrsa [.] f [g() = ( ) + = + g[ f() = ( + ) = [.] f [g() = ( ) = + g[ f() = ( ) = f [ f() = ( ) = ( ) g[g() = ( ) =

2 Soluzioni agli srcizi [.] [.] f [ g ( )] = g[()] f = + 7 g[ g( )] = f [()] f = ( + + ), s < 0 f [ g ( )] = * ( r + ), s $ 0 g[()] f = π,! R ( ), s # [.7] f [ g ( )] = * g[()] f, s >, s < 0 [.8] f [ g ( )] = * g[()] f, s $ 0, s # # = *, altrov Z, ] = [( ), ], \ s < 0 s 0 # < s $ f [ g ( )] g[()] f [.9] 7 ; 8 [.0] 8 7 ; 7 [.] I) funzion inittiva; funzion non inittiva; non è una funzion; V) funzion non inittiva; non è una funzion; VI) funzion inittiva. [.] I) inittiva; inittiva; non inittiva. [.] Euro

3 Soluzioni agli srcizi [.] L aliquota è dl 8% [.] I maschi sono il % dlla popolazion total [.]..80 (con una minima approssimazion) [.7] 8% [.8] 90,0% [.9] Approssimativamnt il % [.0] 9,% [.] 79.0 Kg. Capitolo [.] y = + [.] y = + [.] y = + [.] y = + [.] y = [.] y = + [.7] y = + [.8] f () = [.9] f () = + + [.0] f () = [.] f () = + 8 [.] f () = + 7 [.] 7 f () = 9 + [.] vrtic: b 87, l; 8 intrszion ass y:( 0, 7) [.] vrtic: b 7, l; intrszion ass y:( 0, )

4 Soluzioni agli srcizi [.] vrtic: b 8, ; l intrszion ass y:( 0, ; ) intrszioni ass :( 7, 0) (-, 0) [.7] vrtic: b ;, l intrszion ass y:( 0, ; ) intrszioni ass :(, 0) (, 0) 8 [.8] (, 0) b, [.9] l 9 = = [.0] cntro di simmtria: ^, h [.] cntro di simmtria: b, l - - [.] cntro di simmtria: b 0, l

5 Soluzioni agli srcizi [.] cntro di simmtria: b, l - - [.] Grafico [.] Grafico [.] I) pari pari dispari pari V) pari VI) dispari V pari V dispari IX) pari X) né pari né dispari [.9] I) strttamnt crscnt né crscnt né dcrscnt strttamnt dcrscnt [.] I) (, 0),( 0, ),(, + ) V) R VI) V V IX) (, ], [, + ) X) XI) X X XV) XVI) XV XIX) X XV XX) [.] I) f () = + + (, 0], [, + ) (, 0 ), (, + ) (, 0 ), (, + ) (, ),(, ),( +, + ) (, 0], [, + ) c 7 7, E, ; +, + m (, + ) ;, m, ; +, m (, 0] f () = log + log( ) (-, +) (, + ) (-,0), (0, + ) (0, + ) (, ),(, 0),(, + ) (, + ) (, ), (, + ) (, + ) f () = log + [.] {} 0 [.] I) (, ] [, + ) V) :, + l (, ), (, + ) (, 0 8], [ 0, 8]

6 Soluzioni agli srcizi [.] Du soluzioni [.] Du soluzioni [.7] Una soluzion [.8] Una soluzion [.9] La disquazion è soddisfatta pr < < 0 >.. Nl grafico sotto riportato, y = grigia. è la curva [.0] La disquazion è soddisfatta pr >.. Nl grafico sotto riportato y = è la curva grigia. 8 0 [.] f () = 0. L quazion f () = 0 è risolta pr =, =, =. [.] f () = 0. L quazion f () = 0 è risolta pr =, =-. [.] = [.] (,, ) (-,-,- ) [.] = 0 [.] = = + [.7] = 0 [.8] = [.9] m $ [.0] < t <

7 Soluzioni agli srcizi 7 [.] I) $ 0 7 impossibil V) # $ VI) # V V IX) < < X) < XI) X X X 7 7 XV) # $ XVI) < > + XV! < < R < [.] I) pr k = 0, 8k pr k > 0, # + k pr k = 8, pr 8 < k < 0, infin pr k < 8, la disquazion non è mai soddisfatta pr k # 0, disquazion impossibil pr k > 0, > > $ = k # # + + 8k k k k < < + k #7! # R < < $ > 8k $ + + k [.] [.] { n! N : n= 0, n=, n =, n =, n > } (, ), (, ) [.] I) # 0 < < 7 < < + 7 < < #8 $ V) < < < < > VI ) 7 7 # < 0, 0 < # V < # # 8 V < 0 < < >

8 8 Soluzioni agli srcizi [.] I) # < 9 < < # < > 7 [.7] I)! R # # # # V) VI) V V IX) < # 0 # < X) # XI) X impossibil [.8] I) # # = 0 # V) > 0 VI) V impossibil V IX)! R X) 0 # # log XI) X X X XV) XVI) XV 0 < # $ XV 0 < # XIX) XX) $ < $ > 0 < < < < < < < < [.9] I) 0 < # α $ β con 0 < α < $ α # # # # > < α < 0 > + con > 0 # # (, ], b, + l! 0 < < (, 7 ), ( 7+, + ) < $ < β < > $ $ $ 0 # < # >α con 0 < α < V) # α > con > log < α < 7 π π [.0] I) 0 # < π π < < π < < 0 < < π π < < π 0 # # π π < < π π π π [.] # <, < # π π # < π

9 Soluzioni agli srcizi 9 Capitolo [.] I) infi = min I =, supi = ma I = infi = min I =, inf I = a, [.] infa = min A = 0, supa = maa = inf B = inf ( A + B) =,, sup B = $ $ sup I = supi = ma I = b sup ( A + B) = $ $ [.] sup( A A) = ma( A A) =, inf( A A) = min( A A) = 0 [.] sup ( A + B) =, inf( A + B) = min ( A + B) = [.] infa = min A =, infb= min B=, sup [.] sup A =+ infa = min A = supb= ma B= inf B= min B= 0 infc = min C = [.7] I) maggioranti:, minoranti: maggioranti:, minoranti: maggioranti: C = ma C =, :, + l, minoranti: maggioranti:, minoranti: [.8] I) min f () =, min f () =, min f () =, sup A = sup B =+ inf C = sup C = 0 ma f () = 0 ma f () = 0 ma f () = (, 0] (, 0] [.9] sup =+, inf = 0 [.0] I) intrni: (, 8), accumulazion: [, 8], frontira: intrni: (, ), accumulazion: [, ], frontira: intrni: (, 7), accumulazion: [, 7], frontira: {, 8} {, 7} {, } [.] I) intrni: (, 0), ( 0, ), accumulazion: [, ], frontira: {, 0, }, isolati: intrni: (, ), accumulazion: [, ], frontira: & : N {0} {,}, isolati: n n! 0, & : n n! N {0} 0

10 0 Soluzioni agli srcizi [.] L intrvallo I non è né aprto né chiuso; I è chiuso; I non è né aprto né chiuso. [.] I) né aprto né chiuso né aprto né chiuso chiuso [.] L insim A è chiuso, B è aprto. [.] [.] [.7] [.8] 0 7 [.9] I) = = = [.0] I) 7 9 = = = V) = VI) =0, = 7 < < < <! (, ), (, + )! [, ),(, ],[, ),(, + ] = = 8 = [.] I) <, < < +, [.] I) > # #! [, ),(, 7),(, 7 + ) = # # > + $ [.] I) <, < < 0, 0 < < > < # # 0 V)! b, l, (, )! (, + ) [.] I) α < < con α < < 0 < < 0 con [.] I) <α >β con < α < 0 # 0 $ α con < α < < α < 0 < < < α < < β < α # # β con < α < < β <

11 Soluzioni agli srcizi [.] I) 0 < # α $ β con 0 < α < < β < α < < β >γ con < α < < < + < β < γ < [.7] I grafici sono: I) [.8] I grafici sono: I)

12 Soluzioni agli srcizi [.9] Il grafico è: [.0] Il grafico è: [.] Il grafico è: [.] Il grafico è: [.] Il grafico è: [.] Il grafico è: [.] Il grafico è: [.] Il grafico è:

13 Soluzioni agli srcizi [.7] Il grafico è: [.8] Il grafico è: 0-0 [.9] Il grafico è: - 0 [.0] I grafici sono: I) [.] Grafico I) [.] Grafico [.] Grafico

14 Soluzioni agli srcizi Capitolo [.] 0 [.] lim " + f () = ; lim " f () =+ [.] [.] 0 [.7] 0 [.8] [.9] + lim "!f () = 0 ; lim lim f () = lim + f () ; " " + f () = lim f () =+. " " La rtta y = 0 è asintoto orizzontal pr "!, l rtt = sono asintoti vrticali. [.0] Pr smpio sn f () = + [.] Pr smpio f () = +! [.] La lim "! f () = 0 ; lim " 0! f () =!. La rtta di quazion y = 0 è asintoto orizzontal pr "! ; la rtta di quazion = 0 è asintoto vrtical pr " 0! [.] lim "!f () =. La rtta di quazion y = è asintoto orizzontal pr "! [.] lim "! = 0 + ; lim " 0! =+. La rtta di quazion y = 0 è asintoto orizzontal pr "!, mntr la rtta di quazion = 0 è asintoto vrtical pr " 0! + [.] lim " + b l = 0 lim " b l =+ [.] lim + = 0 "! + La rtta di quazion y = 0 è asintoto orizzontal pr "! [.7] y =- è asintoto orizzontal pr "!, = 0 è asintoto vrtical pr 0 "!

15 Soluzioni agli srcizi [.8] y = è asintoto orizzontal pr "!, = è asintoto vrtical pr "! [.9] Non ci sono asintoti orizzontali, né vrticali. [.0] y = 0 è asintoto orizzontal pr " ; = è asintoto vrtical pr " [.] Pr smpio f () = [.] Pr smpio f () = \ ] +, s $ 0 [.] Pr smpio [ [.] Pr smpio f () = ( ) ] +, s < 0 \ Capitolo [.] I) = 0 è un punto di discontinuità di prima spci; = è punto di discontinuità liminabil. [.] = 0 è punto di discontinuità di sconda spci. [.] [.] = è punto di discontinuità liminabil; =è punto di discontinuità di sconda spci; = 0è punto di discontinuità di prima spci. a = [.] a = log b = log [.] a = pr ogni b! R [.7] [.8] [.9] a a = b= b n = Pr smpio: n = n, f () = *, s! Q s! R Q [.0] [.] L ipotsi dl torma di Wirstrass non sono soddisfatt poiché l intrvallo (0, ) non è chiuso. Sì, sono soddisfatt l ipotsi dl torma di Wirstrass.

16 Soluzioni agli srcizi [.] [.] [.] [.] [.] [.7] [.8] [.9] a = ; valor massimo: ; valor minimo: c, s 0 # # Sì, ad smpio f () = *, s < # Sono soddisfatt l ipotsi dl torma dgli zri nll intrvallo considrato, in particolar la funzion ammtt tr zri: =, =, = I) + ; 0; ; ; V) ; VI) I) ; ; ; + 0 I) ; ; 0; + ; V) + ; VI) ; V 7; V 0 + [.0] I) + ; ; ; + ; V) ; VI) + [.] I) 0; [.] I) + ; ; + [.] I) ; [.] Il limit non sist. [.] I) ; ; 8 [.] [.7] I) ; la funzion data non è un infinitsimo; [.8] I) ; ; [.] [.] I) la funzion data è infinito di ordin infrior risptto a y = + ; la funzion data y = + sono infiniti dllo stsso ordin I) La funzion data è un infinitsimo di ordin suprior risptto a y = ; y = cos è pr " 0 un infinitsimo non confrontabil con y = [.] La rlazion non è vra. [.] La rlazion è vra. [.] La rlazion non è vra. [.] La rlazion è vra. [.7] [.8] I) = è asintoto vrtical pr " ; = è asintoto vrtical pr " + ; = è asintoto vrtical pr " ; non c è nssun asintoto vrtical I) y = è asintoto obliquo pr " + y = è asintoto obliquo pr " ; y = è asintoto obliquo pr " + ; la funzion non ha asintoti obliqui.

17 Soluzioni agli srcizi 7 [.] [.] [.] [.0] [.] [.] a = ; valor massimo: ; valor minimo: c, s 0 # # Sì, ad smpio f () = *, s < # Sono soddisfatt l ipotsi dl torma dgli zri nll intrvallo considrato, in particolar la funzion ammtt tr zri: =, =, = Pr smpio: Pr smpio: f () = + + [.] Pr smpio: f () = + + I) la rtta di quazion y = è asintoto orizzontal pr " + ; la rtta di quazion y = 0 è asintoto orizzontal pr " ; la rtta di quazion = 0 è asintoto vrtical pr " 0; la rtta di quazion y = è asintoto orizzontal pr " + ; la rtta di quazion = è asintoto vrtical pr " ; la rtta di quazion = è asintoto vrtical pr " +. f () = + + [.] Grafico [.] Grafico [.] Grafico I) Capitolo 7 [7.] I) () = () = + log log l V) f () = os VI) () = + + () = () = ( + ) [7.] [7.] I) f () = 7 f () = sn ; V) f () = tg + + tg VI) I) f () = () = ( log + ) loglog + l < F log l l log log + () = ( + ) ( log ) V) f () VI) l = $ ( ) = log () = 7 ( ) l 7 cos sn () = log () = cos + sn + () = ( os ) $ log + log log

18 8 Soluzioni agli srcizi [7.] I) f () l = () = + + π () =cosb l V) VI) () =7( + ) () = () = tg os [7.] I) () = + + () = $ + sn sncos ( + sn ) ( ) + () = ( + ) () = 9 V) VI) f () s l = n ccos tg m + + () = _ + i [7.7] I), () = * +,, () = * +, Z ], ], () = [ ] +, ], s < 0 > s 0 < < s < > 7 s < < 7 s < s < < 0 s 0 < < s > + + () = ( + )( ) V) Z ], () = [ ], \ VI) ( ) = + s < 0 s 0 < < [7.8] () = [7.9] () 0 = 7 [7.0] b l π = π [7.] y = + [7.] y = [7.] y = [7.] y = 9 9 [7.] y = log + b 8 log l( ) [7.] y [7.7] = + () = + 7; l( ) = ; ll () = 0 [7.8] () cos log sn ; = $ $ $ $ $ $ f () c os log sn cos ll = log cos [7.9] [7.0] () = ; + l + () = ( + ) () = + ; l () = ; ll () = + 8

19 Soluzioni agli srcizi 9 [7.] () = ; f () ll = + ; ll () = 8 + [7.] 7 () = ( + 7) ; l () = ; ( + 7) ll () = ( + 7) [7.] a = b = [7.] a = b= [7.] a = b = [7.] a = b = log [7.7] a! R b = [7.8] a = b= [7.] Pr smpio: I) f () = ; f () = ; f () = + [7.] Grafico I) [7.] Grafico Capitolo 8 [8.] [8.] [8.] [8.] [8.] [8.] [8.7] [8.8] [8.9] Sì, sono soddisfatt l ipotsi dl torma di Roll. Sì, sono soddisfatt l ipotsi dl torma di Roll, c = 0. Sì, sono soddisfatt l ipotsi dl torma di Lagrang, c =. Sì, sono soddisfatt l ipotsi dl torma di Lagrang, c = 0. 7 I) 0 P (; ) = + 7( ) + ( ) P (; ) = + 0( ) + ( ) ( ) P (; ) ( )( ) ( ) = P (; ) = + ( + )( + ) + ( + ) + ( + ) [8.0] [8.] [8.] I) 0 I) 0 0 I) V) VI)

20 0 Soluzioni agli srcizi [8.] [8.] [8.] I) 0 + V) 0 VI) I) log [8.] [8.7] Pr a = il limit val, pr a > il limit è infinito mntr pr val 0. a = a < [8.8] = è punto di massimo assoluto. [8.9] = è minimo assoluto. [8.0] Non sistono strmanti. [8.] = 0 è massimo rlativo, = è massimo assoluto, = è minimo assoluto. [8.] [8.] [8.] [8.] [8.] = è di massimo assoluto, = 0 è minimo assoluto, = è massimo rlativo. = 0 è massimo assoluto, = è minimo rlativo. = La funzion è crscnt nll intrvallo ( 7, 7+ ), pr! mntr è dcrscnt pr <7 pr > 7+ con! La funzion è crscnt pr > 0 mntr dcrsc pr < 0. [8.7] mntr dcrsc nll in- La funzion è crscnt nll intrvallo trvallo (, ) (, +) [8.8] La funzion è crscnt pr > 0 mntr dcrsc pr < 0 [8.9] a! [0, + ) [8.0] [8.] = b, D

21 Soluzioni agli srcizi [8.] I) [8.] I) 0, 0

22 Soluzioni agli srcizi [8.] I) [8.] I) V)

23 Soluzioni agli srcizi [8.] I) V) VI) V

24 Soluzioni agli srcizi Capitolo 9 [9.] [9.] [9.] [9.] [9.] I) V) + VI) I) log + V) log log + log VI) V I) V) VI) V IX) cos X) XI) X I) I) 7 8 log log log log( + + 7) log ( ) 8 + log + ( + ) + ( + ) + ( + ) 7 log log + + log + log + log + log + V X X arcsn tg cotg log log log( + ) log + 7 ( + ) 7 7 log ( + ) + log log + log + ( + log ) [9.] I) log( 7) arctg c + + ] g log + 0 log log( + ) + arctg ( ) log 0 + log + V) VI) log + log + 7 log V 9 log 9 + log +

25 Soluzioni agli srcizi [9.7] [9.8] I) log + + arctg I) + + log + + log + arctg ( 7 ) log log log + 9 V) + log log VI) + + log + log + [9.9] I) ( + ) + b+ l b log log + l log log 9 + V) ( + ) ( + ) VI) log 9 V ( arctg + arctg ) V sn cos + [9.0] log log log I) log( + ) + arctg log log log log V) cos + sn VI) ( sn os ) [9.] I) + log( + ) arctg cos log cos _ ( ) + i log log( ) c V) + + VI) arcsn ( log ) [9.] I) + log 0 + log( + 7) cos + + V) + + log VI) log (+ + ) + +

26 Soluzioni agli srcizi [9.] [9.] [9.] [9.] [9.7] [9.8] [9.9] [9.0] [9.] [9.] [9.] [9.] arctg V) + log sn os I) cos ( + ) F () = ( ) + 7 F () = 7 + F () = log + log log + F () = log + log F () = F () = F () = log ( + ) + ( log log + ) F () F () = + π f () = log + fb π l = + = + cotg + tg arcsn Capitolo 0 [0.] [0.] [0.] [0.] [0.] [0.] I) 0 V) VI) I) + log log log log 9 9 log 7 7 ( ) 7 log

27 Soluzioni agli srcizi 7 [0.7] [0.8] [0.9] log( + ) I) + 8 log ( log + log ) 7 V) VI) 9 7 log7 log log + log [0.0] 0 [0.] 8 [0.] [0.] [0.] =, =, = ; log [0.] =, =, = ; log Z ], s 0 # < [0.] ] 7 F () = [, [0.7] s # < ] ] 9 + 8, s # # \ [0.8] R [0.9] [0.0] (, +) [0.] Z ], ] F () = [, ] ] sn + π, \ (, ) F ( ) < 0 s 0 # < s # < π s π # # 8 [0.] I) 0 [0.] I) log( + ) log( ) [0.] = è massimo rlativo; = è minimo rlativo [0.] = è massimo rlativo; = = sono punti di minimo rlativo [0.] = è massimo rlativo; = è minimo rlativo

28 8 Soluzioni agli srcizi [0.7] y = [0.8] [0.9] 7 y = ( ) [0.0] [0.] 7 P (; ) = ( ) 00 ( ) [0.] y = 0 ( ) P (; ) = ( 7 + ) P (; ) = ( ) [0.] P (; 0) = + + [0.] c =! [0.] c = 0 [0.] c= ( log ( ) ) [0.7] I) V) VI) V π [0.8] I) log divrgnt π log 9 V) π VI) log [0.9] [0.0] I) intgrabil non intgrabil non intgrabil non intgrabil V) non intgrabil I) intgrabil non intgrabil non intgrabil intgrabil V) non intgrabil VI) non intgrabil [0.] k < 0 [0.] k = Capitolo [.] I) divrgnt convrgnt convrgnt divrgnt V) convrgnt VI) divrgnt

29 Soluzioni agli srcizi 9 [.] I ) II ) V ) VI ) sn = : + n + D n, somma: s n = : + + n + n + D n +, somma: s s n = n = : n, somma: D + : n D +, somma: sn = : + n D n +, somma: s n n = : + + n + D n +, somma: 8 8 [.] I) [.] I) divrgnt V) VI) V 0 ( ) 9 7 [.] k < 8 k > 0 ; pr k = la somma è 8 [.] k < ; pr k = la somma è [.7] k k > ; la somma è [.8] k = 8 [.9] [.0] [.] [.] I) divrgnt divrgnt divrgnt divrgnt V) divrgnt VI) divrgnt I) convrgnt divrgnt convrgnt convrgnt V) divrgnt VI) convrgnt I) convrgnt convrgnt convrgnt convrgnt V) convrgnt VI) convrgnt I) convrgnt convrgnt divrgnt convrgnt V) divrgnt VI) divrgnt

30 0 Soluzioni agli srcizi [.] [.] [.] I) convrgnt divrgnt convrgnt divrgnt V) convrgnt VI) divrgnt V convrgnt I) convrgnt convrgnt irrgolar convrgnt V) convrgnt VI) convrgnt I) convrgnza smplic ma non assoluta convrgnza smplic assoluta convrgnza smplic assoluta convrgnza smplic assoluta V) convrgnza smplic ma non assoluta VI) convrgnza smplic ma non assoluta [.] Pr α > β = 0 [.7] I) la sri è divrgnt pr 0 # k < < k #, convrgnt pr d è irrgolar pr convrg pr ogni < k < k! R k < 0 vrg pr k <, < k < + irrgolar pr # k < + # k < VI) convrg pr k = ; divrg pr 0 < k < ; V convrg pr # k # mntr divrg pr k < k > k > + ; convrg pr k > divrg pr k # convrg pr k < V) la sri è divrgnt pr < k # < k # + ; conè [.8] [.9] Convrg pr Convrg pr < k < ; non convrg pr ; la sua somma non è mai k $ [.0] k = I) k = 0 k < k > 0 k < Capitolo [.] I) V) VI) V V

31 Soluzioni agli srcizi [.] I) V) VI) V V [.] [.] Non sono soddifatt l ipotsi dl torma di sistnza unicità poiché fyl ( t, y) non è continua. I) = y c t ( y + ) + t = c V) VI) ( y + ) ( t ) = c V y = arctg t VIII ) y + log y t + log t + = c y = 0 t IX) y = c t + 9 t X) y = t t + 8t y = t log t y ( y ) t + t = c y = c [.] I) y = t y = t π y = bt + l t y = V) y = t + log( t + ) t [.] y = + [.] log tr = k [.7] I) t V) t + c t t t t c + ( sn t 9 cos t) t + t VI) c c t t ( + t) t + t + t + t [.8] t t I) t + t + t c + t V) c VI) c + t sn t t c + t t t t ( c + ) [.9] tc t

32 Soluzioni agli srcizi [.0] y = t ( t ) I) t y = ( + sn ( t) cos ( t)) t + y = + = + pr V) y = ( sn t t cos t ) VI) V t y = ( t + )( + log( t + )) y t y = t t! (, 0) [.] I) V) VI) [.] [.] [.] [.] [.] [.7] I) n n b 8 8 c l n + n + n + 8 c + n + 9 Non sist. n b c l ( ) + b 9 9 c l n + 7 Capitolo [.] I) primo trzo quadrant primo trzo quadrant, assi sclusi l insim di punti situati al di sopra dlla bisttric dl primo dl trzo quadrant punti strni alla circonfrnza di cntro (0, 0) raggio r = V) tutti i punti di ad sclusion dll ass VI) tutti i punti di R ad sclusion dlla bisttric dl primo dl trzo quadrant V R {( 0, 0)} R

33 Soluzioni agli srcizi [.] I) y O y ###### y y V) VI) y y ############# [.] [.] y y z = z = 0 z = z = 0

34 Soluzioni agli srcizi [.] [.] y z = 0 z = z = y z = z = z = [.7] [.8] y y z = z = z = z = z = z = [.9] [.0] [.] I) non sist non sist 0 0 V) VI) La funzion è continua nll origin. La funzion è discontinua nll origin. [.] I) f (, ) = 0 l (, 0) = fyl (, 0) = (, ) = (, ) = 8 V) y VI) ( 0, ) = 0 fyl ( 0, ) = ( 0, ) = 8 fyl ( 0, ) = (, 0) = 0 fyl (, 0) = log [.] 7 [.] [.] 9 0 [.] [.7] 7 0 log 0 + [.8] g l (0) = 0 [.9] g l (0) = 0 [.0] gl ( 0) = [.] gl ( ) = [.] 8

35 Soluzioni agli srcizi [.] [.] [.] [.] 9 [.7] (0, 0) (, 9) [.8] (0, 0), (0, ), b, 0 l, b, l, b, 0 l, b, l [.9] (0, 0), (0, ), (, 0), (, ) [.0] (, 0), con! R,, l [.] (, 0), l (, 0) [.] (0, 0), d, 0 n d, 0n [.] Il punto (, ) è un minimo rlativo. [.] Non sistono strmanti. [.] Il punto b, l è un massimo rlativo. [.] [.7] Non sistono strmanti. Il punto (0, 0) è un minimo rlativo. [.8] I punti (0, y) con y! R sono di minimo assoluto. [.9] Il punto (, 0) è un massimo rlativo. [.] I punti (0, ) (0, ) sono di massimo assoluto. [.] Non sistono punti di minimo. [.] Il punto b, 0l è di minimo assoluto. [.] I punti _, i _, i sono di minimo assoluto; il punto (0, ) è di massimo rlativo. [.7] Il punto b, l è di minimo assoluto. [.8] I punti c c 9, m 9, m sono di minimo assoluto. [.9] Il punto b 8 9, l è di massimo assoluto. [.0] Il punto d d, 7 7 n, n è di minimo assoluto. 7 7 è di massimo assoluto mntr il punto

36 Soluzioni agli srcizi [.] [.] [.] [.] [.] [.] Il punto d d, n, n è di massimo assoluto. è di minimo assoluto mntr il punto I punti (, 0) con! R (, y) con y $ 0 sono di minimo assoluto. I punti ( +, y), (, y) con y > 0 (, 0) sono minimi assoluti. Il punto (, 0) è di massimo assoluto mntr (0, 0) è di minimo assoluto. Il punto (, 0) è minimo assoluto mntr (, ) è di massimo assoluto. Il punto (0, ) è di massimo assoluto mntr il punto (, 0) è di minimo assoluto. [.7] Il punto b 0, 0 l è di massimo assoluto mntr il punto b 0, 0 l è di minimo assoluto. [.8] Il punto (, ) è di massimo assoluto mntr mntr il punto minimo assoluto. (, 0) è di Capitolo [.] + y = (, ) [.] [.] Non sono linarmnt dipndnti. [.] [.] + z = (, ) z = (0, 7) z y = (, 0) Sono linarmnt dipndnti. [.] + y = (,, 7) + z = (,, ) z = (,, ) z y = (,, ) Sono linarmnt dipndnti. Sono linarmnt dipndnti. [.7] = [.8] = + [.9] = + [.0] = + [.] Impossibil. [.] = + [.] 9 t = [.] t = [.] t = [.] L coppi I). [.0] Sono sottospazi vttoriali gli insimi A, D, F. [.] R {(, ): = } [.] R {(, ): = }

37 Soluzioni agli srcizi 7 [.] ( z, z, z) [.] t = t = [.] t = [.7] Punti intrni: (, ) (, ) punti strni: (0, 0) punti di frontira: (0, ) d, n [.8] Punti intrni: (0, 0) b, l punti strni: (, ), (, ), (0, ) punti di frontira: (0, ) (, ) [.9] [.0] Gli insimi A, B, C sono costituiti da soli punti di frontira, non hanno punti intrni l insim di punti strni è dato dai loro complmntari. L insim D è un aprto di, dunqu tutti i suoi punti sono intrni; i punti di frontira sono R {! R : = } A non è né aprto né chiuso B è chiuso C non è né aprto né chiuso. $ [.] y = [.] d(, y ) = = y = $ [.] y = 9 [.] d(, y ) = 77 = y = 7 $ y = 8 d(, y ) = = y = $ y = d(, y ) = = y = 8 Capitolo [.] R S AB = S S T R V SW A = SW SW T X V W 8W W X A R V S0W + B T = SW S7W T X BC =? R S 0 AB C = S S7 T V W W 9W X

38 8 Soluzioni agli srcizi [.] [.] [.] 7 AB = = G 7 R S 9 AB = S S T R S0 AB = S S 0 T V W W 7W X V W W W X R S BA = S S T R S BA = S S T R S BA = S S T 9 V W W W X V W W W X V W 0W W X [.] dt A = [.] dt B = dt C = dt A = 0 dt B = dt C = [.7] α! d, F α! d0, F dt D = [.8] R S A = S S 0 T V W W W X B non ammtt invrsa R S S C = S S S T V W W W W W X [.9] R S 0 S A S = S S S T 0 V W W W 0W W 0W X R S S S S 7 B = S S S S 9 T V W W W W 7 W W W W X [.0] A è invrtibil pr α! 0 α! B è invrtibil pr 7! 7 α! C è invrtibil pr α! 0 α! D è invrtibil pr α! [.] α! R [.] [.] 9 7 [.] > H > H = 9 G

39 Soluzioni agli srcizi 9 R V [.] S [.] 0W S W S W T X [.7] R V S W S W S W S W S T W X [.8] R S S S T R S S S S S S T V W W W X V W W W W W W X [.9] [.0] [.] [.] r ( A ) = r ( B ) = pr α! 0 α!, r ( A ) =, mntr pr α = 0 α =, pr α! α!, r ( B ) =, mntr pr α = α =, pr α! α!, r ( C ) =, mntr pr α = α =, R V S W A + A T S W dt A = S 8W T X Il sistma ammtt infinit soluzioni dlla forma r ( A ) = r ( B ) = r ( C ) = R V S0W = S0W S0W T X b 9 z z 7, 7, z l [.] Il sistma ammtt infinit soluzioni dlla forma b z + z +,, zl [.] [.] [.] b 7 8, 7, l 7 Il sistma ammtt infinit soluzioni dlla forma R V S 8 W C = S W S 0 0 0W T X infinit b z + t z t,, z, tl [.7] Pr pr pr k! 0, k! una sola soluzion k = 0 impossibil k = infinit soluzioni

40 0 Soluzioni agli srcizi [.8] Pr pr pr pr k!, k!! solo la soluzion nulla k = infinit soluzioni dlla forma k = k = + infinit soluzioni dlla forma infinit soluzioni dlla forma ^, 0, 0h _ 0, y, yi _ 0, y, yi [.9] Pr k! 0 la soluzion è c k k + +,, m k k k pr k = 0 impossibil [.0] Pr pr pr k!, k! la soluzion è c k +,, m k + k + k + k = infinit soluzioni dlla forma ^ z, z, zh k = impossibil [.] Pr k! infinit soluzioni dlla forma c ky + y k + 9, y,, k + k + m pr k = impossibil [.] k =! 0 k = [.] k = 0 [.] Infinit soluzioni pr ogni k! R [.] Pr k! impossibil pr k = infinit soluzioni [.] Pr k! 0 infinit soluzioni dlla forma c k z + k z + k,, zm k k pr k = 0 impossibil [.7] Pr k! impossibil pr k = infinit soluzioni dlla forma ( y, y, y) [.8] Pr k! 0 k! la soluzion è pr pr k = 0 infinit soluzioni dlla forma k = impossibil c k k + k k k,, m k + k k (0, z, z)

41 Soluzioni agli srcizi [.8] [.9] Pr pr pr k!, k!! solo la soluzion nulla k = infinit soluzioni dlla forma k = infinit soluzioni dlla forma ^, 0, 0h _ 0, y, yi pr k = + infinit soluzioni dlla forma _ 0, y, yi Pr k! 0 k! la soluzion è pr pr k = 0 infinit soluzioni dlla forma k = impossibil c + k, m k + k + (, ) [.0] [.] Pr k! k! la soluzion è pr pr k = impossibil k = infinit soluzioni dlla forma Impossibil k! R d ( k k ),, n ( k + )( k ) k + k + c y + y +, y, m R V SW [.] S 9W [.] S W T X = G 9 [.] Pr pr a!, N ( f ) = {0} a, N ( f = ) = {(, y )! R : y = } Capitolo [.] [.] [.] ( 0, 0) = fyl ( 0, 0) = 0 I) b 7, 0, l ^, 8, h V) ^9,, 0h VI) ^,, 0h ^,, + h ^,, h [.] [.] [.] [.7] 7 +

42 Soluzioni agli srcizi [.8] [.9] [.0] [.] [.] [.] I) z V) VI) d d 9d dy d z ( ) d + ( ) d y + d z d + dy + d z d f (0,, ) = d dy + d d z d f (,, ) = d + d y + d d y + d d z + d yd z 9 d f (, 0, ) = d + d y + d z + d d y + d d z d f (,, ) = 8d d y + d z + 8d d y + d yd z P ( 0, g = yz + z d + d y + d z d + dz [.] [.] ( + y z) P ( 0; ) = + y z I) R V S 0 0 W S 0 0W S 0 W T X R V S0 W S 9W S 9 W T X R V S S 0W S0 0 W T X V) VI) R S S S S 0 T R S0 S S0 T R S0 S S T V 0W W 0 W 0W X V 0W 0 W 0W X V W 0 W 0W X [.] (0, 0, 0), (,, 0) (,, 0) [.7] b,, l [.0] Non è un strmant. [.] b, 0 l è minimo assoluto. [.] (0, 0, 0) è minimo assoluto. [.] Non sistono strmanti. [.] (0,, 0) è minimo rlativo. [.] b, 0, l è massimo rlativo. [.] (, 0, 0) è minimo rlativo. [.7] (0, 0, 0) è minimo rlativo. [.8] b, 0, 0l è minimo rlativo. [.9] ^,, 0h è minimo rlativo.

Studio di funzione. R.Argiolas

Studio di funzione. R.Argiolas Studio di unzion R.Argiolas Introduzion Prsntiamo lo studio dl graico di alcun unzioni svolt durant l srcitazioni dl corso di analisi matmatica I assgnat nll prov scritt. Ringrazio anticipatamnt tutti

Dettagli

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI UNIVR Facoltà di Economia Corso di Matmatica finanziaria 008/09 ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI Domini di funzioni di du variabili Esrcizio a f, = log +. L unica condizion di sistnza è data dalla disquazion

Dettagli

INTEGRALI DOPPI Esercizi svolti

INTEGRALI DOPPI Esercizi svolti INTEGRLI OPPI Esrcizi svolti. Calcolar i sgunti intgrali doppi: a b c d f g h i j k y d dy, {, y :, y }; d dy, {, y :, y }; + y + y d dy, {, y :, y }; y d dy, {, y :, y }; y d dy, {, y :, y + }; + y d

Dettagli

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO EUROSCUOLA ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI BIANCHI SCUOLE PARITARIE PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO CLASSI MATERIA PROF. QUARTA TURISMO Matmatica Andra Brnsco Làvor ANNO SCOLASTICO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE IV Geometri. ORGANIZZAZIONE MODULARE (Divisa in unità didattiche) MODULO TITOLO DEL MODULO ORE PREVISTE A Richiami di algebra 15

PROGRAMMAZIONE IV Geometri. ORGANIZZAZIONE MODULARE (Divisa in unità didattiche) MODULO TITOLO DEL MODULO ORE PREVISTE A Richiami di algebra 15 PROGRAMMAZIONE IV Gomtri ORGANIZZAZIONE MODULARE (Divisa in unità didattich) MODULO TITOLO DEL MODULO ORE PREVISTE A Richiami di algbra 15 B Rcupro di trigonomtria C Funzioni rali a variabil ral 12 D Limiti

Dettagli

DERIVATE. h Geometricamente è il coefficiente angolare della retta secante congiungente i punti della curva di ascissa x. y = in un punto x.

DERIVATE. h Geometricamente è il coefficiente angolare della retta secante congiungente i punti della curva di ascissa x. y = in un punto x. DERIVATE OBIETTIVI MINIMI: Conoscr la dinizion di drivata d il suo siniicato omtrico Sapr calcolar smplici drivat applicando la dinizion Conoscr l drivat dll unzioni lmntari Conoscr l rol di drivazion

Dettagli

Corso di Laurea in Economia Matematica per le applicazioni economiche e finanziarie. Esercizi 4

Corso di Laurea in Economia Matematica per le applicazioni economiche e finanziarie. Esercizi 4 Corso di Laura in Economia Matmatica pr l applicazioni conomich finanziari Esrcizi 4 Vrificar s l sgunti funzioni, nll intrvallo chiuso indicato, soddisfano l ipotsi dl torma di Roll, in caso affrmativo,

Dettagli

Prof. Fernando D Angelo. classe 5DS. a.s. 2007/2008. Nelle pagine seguenti troverete una simulazione di seconda prova su cui lavoreremo dopo le

Prof. Fernando D Angelo. classe 5DS. a.s. 2007/2008. Nelle pagine seguenti troverete una simulazione di seconda prova su cui lavoreremo dopo le Pro. Frnando D Anglo. class 5DS. a.s. 007/008. Nll pagin sgunti trovrt una simulazion di sconda prova su cui lavorrmo dopo l vacanz di Pasqua. Pr mrcoldì 6/03/08 guardat il problma 4 i qusiti 1 8 9-10.

Dettagli

Svolgimento dei temi d esame di Matematica Anno Accademico 2015/16. Alberto Peretti

Svolgimento dei temi d esame di Matematica Anno Accademico 2015/16. Alberto Peretti Svolgimnto di tmi d sam di Matmatica Anno Accadmico 05/6 Albrto Prtti April 06 A Prtti Svolgimnto di tmi d sam di Matmatica AA 05/6 PROVA INTERMEDIA DI MATEMATICA I part Vicnza, 04//05 Domanda Scomporr

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

ESAMI DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO PIANO NAZIONALE DI INFORMATICA SCIENTIFICO BROCCA Sessione 2002 seconda prova scritta Tema di MATEMATICA

ESAMI DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO PIANO NAZIONALE DI INFORMATICA SCIENTIFICO BROCCA Sessione 2002 seconda prova scritta Tema di MATEMATICA ESAMI DI STATO DI LIEO SIENTIFIO PIANO NAZIONALE DI INFORMATIA SIENTIFIO BROA Sssion 00 sconda prova scritta Tma di MATEMATIA Il candidato risolva uno di du problmi 5 di 0 qusiti dl qustionario. PROBLEMA

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

Studiare la seguente funzione ( è richiesto lo studio di f ( x ) e la ricerca degli eventuali asintoti obliqui ) :

Studiare la seguente funzione ( è richiesto lo studio di f ( x ) e la ricerca degli eventuali asintoti obliqui ) : Ystudio Corsi lzioni d srcizi on lin di Matmatica, Statica Scinza dll costruzioni www.studio.it/sit. Dominio : Poichè la unzion è pari, lo studio vin itato al smipiano dll asciss positiv. Intrszion assi

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione UNITÀ FUNZINI E LR RAPPRESENTAZINE Tst di autovalutazion 0 0 0 0 0 50 60 70 80 90 00 n Il mio puntggio, in cntsimi, è n Rispondi a ogni qusito sgnando una sola dll 5 altrnativ. n Confronta l tu rispost

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

0 < a < 1 a > 1. In entrambi i casi la funzione y = a x si può studiare per punti e constatare che essa presenta i seguenti andamenti y.

0 < a < 1 a > 1. In entrambi i casi la funzione y = a x si può studiare per punti e constatare che essa presenta i seguenti andamenti y. INTRODUZIONE Ossrviamo, in primo luogo, ch l funzioni sponnziali sono dlla forma a con a costant positiva divrsa da (il caso a è banal pr cui non sarà oggtto dl nostro studio). Si possono allora vrificar

Dettagli

SESSIONE ORDINARIA 2012 CORSI SPERIMENTALI

SESSIONE ORDINARIA 2012 CORSI SPERIMENTALI PROBLEMA SESSIONE ORDINARIA 0 CORSI SPERIMENTALI Sia ( x) ln ( x) ln x sia ( x) ln ( x) ln x.. Si dtrmino i domini di di.. Si disnino, nl mdsimo sistma di assi cartsiani ortoonali Oxy, i raici di di..

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

METODO DEGLI ELEMENTI FINITI

METODO DEGLI ELEMENTI FINITI Dal libro di tsto Zinkiwicz Taylor, Capitolo 14 pag. 398 Il mtodo dgli lmnti finiti fornisc una soluzion approssimata dl problma lastico; tal approssimazion driva non dall avr discrtizzato il dominio in

Dettagli

Le coniche e la loro equazione comune

Le coniche e la loro equazione comune L conich la loro quazion comun L conich com ombra di una sra Una sra ch tocca il piano π nl punto F è illuminata da una sorgnt puntiorm S. Nl caso dlla igura l'ombra dll sra risulta una suprici dlimitata

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 2012

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 2012 ESAME DI STAT DI LICE SCIENTIFIC CRS SPERIMENTALE P.N.I. 0 Il candidato risolva uno di du problmi di 0 qusiti in cui si articola il qustionario. PRBLEMA Dlla funzion f, dfinita pr 0, si sa ch è dotata

Dettagli

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica Drivat dll funzioni di più variabili Indic Drivat parziali Rgol di drivazion 5 3 Drivabilità continuità 7 4 Diffrnziabilità 7 5 Drivat scond torma

Dettagli

Funzioni lineari e affini. Funzioni lineari e affini /2

Funzioni lineari e affini. Funzioni lineari e affini /2 Funzioni linari aini In du variabili l unzioni linari sono dl tipo a b l unzioni aini sono dl tipo a b c Il graico di una unzion linar è un piano passant pr l origin il graico di una unzion ain è un piano.

Dettagli

APPUNTI DI CALCOLO NUMERICO

APPUNTI DI CALCOLO NUMERICO APPUNTI DI CALCOLO NUMERICO Mawll Equazioni non linari: probla di punto isso Sisti di quazioni non linari Introduzion Il probla di punto isso è un probla ch si prsnta spsso in oltissi applicazioni Esso

Dettagli

Ing. Gestionale Ing. Informatica Ing. Meccanica Ing. Tessile. Cognome Nome Matricola

Ing. Gestionale Ing. Informatica Ing. Meccanica Ing. Tessile. Cognome Nome Matricola Ing Gstional Ing Informatica Ing Mccanica Ing Tssil Cognom Nom Matricola Univrsità dgli Studi di Brgamo Scondo Compitino di Matmatica II ) Si considri la matric 2 3 3 2 Si calcolino gli autovalori gli

Dettagli

Appunti sulle disequazioni frazionarie

Appunti sulle disequazioni frazionarie ppunti sull disquazioni frazionari Sono utili l sgunti dfinizioni Una disquazion fratta o frazionaria è una disquazion nlla qual l incognita compar in qualch suo dnominator. Una disquazion razional è una

Dettagli

Trasformate di Laplace e risoluzione di sistemi lineari di Equazioni Differenziali Ordinarie

Trasformate di Laplace e risoluzione di sistemi lineari di Equazioni Differenziali Ordinarie Trasformat di Laplac risoluzion di sistmi linari di Equazioni Diffrnziali Ordinari Flaviano Battlli 1 Trasformat di Laplac di funzioni a valori in R Una funzion f : R R si dic un original o anch L-trasformabil,

Dettagli

ISTITUTO MAGISTRALE MARIA IMMACOLATA di San Giovanni Rotondo (FG) INDIRIZZO: PEDAGOGICO

ISTITUTO MAGISTRALE MARIA IMMACOLATA di San Giovanni Rotondo (FG) INDIRIZZO: PEDAGOGICO ISTITUTO MAGISTRALE MARIA IMMACOLATA di San Giovanni Rotondo (FG) INDIRIZZO: PEDAGOGICO ORGANIZZAZIONE MODULARE DEI CONTENUTI DI MATEMATICA DEL BIENNIO FINALITÀ Acquisir rigor spositivo prcision di linguaggio

Dettagli

INTEGRALI. 1. Integrali indefiniti

INTEGRALI. 1. Integrali indefiniti INTEGRALI. Intgrli indiniti Si un unzion ontinu in [, ]. Un unzion F dinit ontinu in [, ], drivil in ], [, disi primitiv di in [, ] s F, ], [. Tormi. S F è un primitiv di in [, ] llor nh G F, on R, è un

Dettagli

Forza d interesse. Università degli Studi di Catania Facoltà di Economia D.E.M.Q.

Forza d interesse. Università degli Studi di Catania Facoltà di Economia D.E.M.Q. Fora d intrss Univrsità dgli Studi di Catania Facoltà di Economia D.E.M.Q. Fora d intrss Lgg di capitaliaion a du variabili Opraion finaniaria : -C + C C+ Intrss prodotto in [ + ] da un capital C invstito

Dettagli

( ) ESERCIZI PROPOSTI. y x. cos x y. x y. c cos. xlog. x y. ctg 2. sin 1. x + 1. ctgx. c sin = + ( ) 1 = + ( ) ( )

( ) ESERCIZI PROPOSTI. y x. cos x y. x y. c cos. xlog. x y. ctg 2. sin 1. x + 1. ctgx. c sin = + ( ) 1 = + ( ) ( ) ESERCIZI PROPOSTI I) Dtrminar l intgral gnral dll sgunti quazioni diffrnziali linari dl primo ordin (fr..): ) ' ) ' ) ) ' os ' 5) ' 6) 7) tg ' ' 8) ' ( + log ) 9) ' ) ) log sin os [ log ] ' + ' sin ( +

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 2011

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. 2011 ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO SPERIMENTALE P.N.I. Il candidato risolva uno di du problmi 5 di qusiti in cui si articola il qustionario. PROBLEMA Sia f la funzion dfinita sull insim R di numri

Dettagli

Esercizio 1. Cov(X,Y)=E(X,Y)- E(X)E(Y).

Esercizio 1. Cov(X,Y)=E(X,Y)- E(X)E(Y). Esrcizi di conomtria: sri 4 Esrcizio Siano, Z variabili casuali distribuit scondo la lgg multinomial di paramtri n, p, p, p p p.. Calcolar la Covarianza tra l variabili d. Soluzion Dat du variabili dinit

Dettagli

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue Capitolo 4 Tcnich pr la ricrca dll primitiv dll funzioni continu Nl paragrafo.7 abbiamo dato la dfinizion di primitiva di una funzion f avnt pr dominio un intrvallo I; abbiamo visto ch s F 0 è una primitiva

Dettagli

PROPORZIONI. Cosa possiamo dire di esse? Che la superficie della figura A sta alla superficie della figura B come 4 sta a 6.

PROPORZIONI. Cosa possiamo dire di esse? Che la superficie della figura A sta alla superficie della figura B come 4 sta a 6. Corso di laura: BIOLOGIA Tutor: Floris Marta PRECORSI DI MATEMATICA PROPORZIONI Ossrvar l sgunti figur: Cosa possiamo dir di ss? Ch la suprfici dlla figura A sta alla suprfici dlla figura B com sta a 6.

Dettagli

Unità didattica: Grafici deducibili

Unità didattica: Grafici deducibili Unità didattica: Grafici dducibili Dstinatari: Allivi di una quarta lico scintifico PNI tal ud è insrita nllo studio dll funzioni rali di variabil ral. Programmi ministriali dl PNI: Dal Tma n 3 funzioni

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albri di coprtura minimi Albro di coprtura (spanning tr) Dato un grafo G=(V, E, w) non orintato, connsso psato, un albro di coprtura di G è un sottografo X=(V, T) tal ch X è un albro (quindi connsso) T

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE XXV APRILE LICEO CLASSICO ANDREA DA PONTEDERA classi 5A-5B PROGRAMMA DI MATEMATICA

ISTITUTO SUPERIORE XXV APRILE LICEO CLASSICO ANDREA DA PONTEDERA classi 5A-5B PROGRAMMA DI MATEMATICA ISTITUTO SUPERIORE XXV APRILE LICEO CLASSICO ANDREA DA PONTEDERA classi 5A-5B PROGRAMMA DI MATEMATICA PRIMA PARTE Intervallo limitato di numeri reali Dati due numeri reali a e b, con a

Dettagli

SUPERFICIE CONVENZIONALE VENDIBILE

SUPERFICIE CONVENZIONALE VENDIBILE CATASTO (*) Utilizza suprfici catastal (si COMPRAVENDITA DI IMMOBILI RESIDENZIALI UNIFAMILIARI NORMA UNI 10750 (**) Utilizza suprfici convnzional vndibil (si MERCATO DI MODENA (***) (si R/2 A/7 Abitazioni

Dettagli

Matematica. Indice lezione. (Esercitazioni) dott. Francesco Giannino dott. Valeria Monetti. Funzione esponenziale

Matematica. Indice lezione. (Esercitazioni) dott. Francesco Giannino dott. Valeria Monetti. Funzione esponenziale Mtmtic (Esrcitzioni) Equzioni Disquzioni sponnzili - ritmich dott. Frncsco Ginnino dott. Vlri Montti Indic lzion Funzion sponnzil Equzioni disquzioni sponnzili Funzion ritmo Equzioni disquzioni ritmich

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

Lezione 5. Analisi a tempo discreto di sistemi ibridi. F. Previdi - Controlli Automatici - Lez. 5 1

Lezione 5. Analisi a tempo discreto di sistemi ibridi. F. Previdi - Controlli Automatici - Lez. 5 1 Lzion 5. nalisi a tmpo discrto di sistmi ibridi F. Prvidi - Controlli utomatici - Lz. 5 Schma dlla lzion. Introduzion 2. nalisi a tmpo discrto di sistmi ibridi 3. utovalori di un sistma a sgnali campionati

Dettagli

Quale quantità produrre? Massimizzazione del profitto e offerta concorrenziale. Il significato della concorrenza. Il significato della concorrenza

Quale quantità produrre? Massimizzazione del profitto e offerta concorrenziale. Il significato della concorrenza. Il significato della concorrenza Qual quantità produrr? Massimizzazion dl profitto offrta concorrnzial In ch modo l imprsa scgli il livllo di produzion ch massimizza il profitto. Com l sclt di produzion dll singol imprs contribuiscono

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

Mercato del lavoro. Tasso di partecipazione alla forza lavoro = (Forza lavoro/popolazione civile) 100

Mercato del lavoro. Tasso di partecipazione alla forza lavoro = (Forza lavoro/popolazione civile) 100 Mrcato dl lavoro Popolazion civil Forza lavoro (FL) Inattivi (bambini, pnsionati, casalinghi, studnti) Occupati () Disoccupati (U) Tasso di partcipazion alla forza lavoro (Forza lavoro/popolazion civil)

Dettagli

Calcolo di integrali. max. min. Laboratorio di Calcolo B 42

Calcolo di integrali. max. min. Laboratorio di Calcolo B 42 Calcolo di intgrali Supponiamo di dovr calcolar l intgral di una funzion in un intrvallo limitato [ min, ma ], di conoscr il massimo d il minimo dlla funzion in tal intrvallo. S gnriamo n punti uniformmnt

Dettagli

P I A N O D I L A V O R O

P I A N O D I L A V O R O ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: Amministrazion, Finanza Markting/IGEA Costruzioni, Ambint Trritorio/Gomtri Lico Linguistico/Linguistico

Dettagli

LIMITI DI FUNZIONI. arbitrariamente vicino a L, scegliendo x sufficientemente vicino a x 0, con x x 0.

LIMITI DI FUNZIONI. arbitrariamente vicino a L, scegliendo x sufficientemente vicino a x 0, con x x 0. 55. Limiti al finito (ossia per ) LIMITI DI FUNZIONI Limite finito per f ( ) L R Il ite di f () per tendente a è L se è possibile rendere il valore di f () vicino a L, scegliendo sufficientemente vicino

Dettagli

COGNOME e NOME: FIRMA: MATRICOLA:

COGNOME e NOME: FIRMA: MATRICOLA: Anno Accademico 203/ 204 Corsi di Analisi Matematica I (Proff A Villani e F Faraci) Prova d Esame del giorno 6 febbraio 204 Prima prova scritta (compito A) Non sono consentiti formulari, appunti, libri

Dettagli

PROPORZIONI. Cosa possiamo dire di esse? Che la superficie della figura A sta alla superficie della figura B come 4 sta a 6.

PROPORZIONI. Cosa possiamo dire di esse? Che la superficie della figura A sta alla superficie della figura B come 4 sta a 6. Corso di laura: BIOLOGIA Tutor: Floris Marta PRECORSI DI MATEMATICA PROPORZIONI Ossrvar l sgunti figur: Cosa possiamo dir di ss? Ch la suprfici dlla figura A sta alla suprfici dlla figura B com sta a 6.

Dettagli

Analisi Matematica I DISEQUAZIONI Risposte Pagina Es. 1 Es. 2 Es. 3 Es. 4 Es. 5 1

Analisi Matematica I DISEQUAZIONI Risposte Pagina Es. 1 Es. 2 Es. 3 Es. 4 Es. 5 1 Analisi Matematica I DISEQUAZIONI Risposte Pagina Es. Es. Es. 3 Es. 4 Es. 5 AVVERTENZA: Scrivere le risposte scelte nello spazio in alto a destra. In ogni esercizio una sola risposta è corretta. Esercizio.

Dettagli

Compact-1401. Compact-1401. Listino prezzi F6 Marzo 2013 MICRON

Compact-1401. Compact-1401. Listino prezzi F6 Marzo 2013 MICRON Listino przzi F6 Marzo 013 UNI EN 1401 act-1401 UNI EN 1401 Carbonato di calcio,5 MICRON Tubi di PVC-U pr condott fognari civili d industriali costruiti scondo UNI EN 1401 GRESINTEX DALMINE RESINE Tubi

Dettagli

Corso di Analisi Matematica Limiti di funzioni

Corso di Analisi Matematica Limiti di funzioni Corso di Analisi Matematica Limiti di funzioni Laurea in Informatica e Comunicazione Digitale A.A. 2013/2014 Università di Bari ICD (Bari) Analisi Matematica 1 / 39 1 Definizione di ite 2 Il calcolo dei

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

Lezione 2. Richiami di aerodinamica compressibile. 2.1 Gas ideale. 2.2 Velocità del suono. 2.3 Grandezze totali

Lezione 2. Richiami di aerodinamica compressibile. 2.1 Gas ideale. 2.2 Velocità del suono. 2.3 Grandezze totali Lzion 2 Richiami di arodinamica comprssibil In qusto corso si considrano acquisit alcun nozioni di bas di trmodinamica di gas arodinamica comprssibil quali i conctti di gas idal nrgia intrna ntalpia ntropia

Dettagli

PROVA EDOMETRICA A.A

PROVA EDOMETRICA A.A PROA EDOMETRICA La prova domtrica riproduc in laboratorio l condizioni di consolidazion monodimnsional PROA A INCREMENTO DI CARICO (IL) La consolidazion monodimnsional è simulata applicando una squnza

Dettagli

TAVOLA DEI DEI NUCLIDI. Numero di protoni Z. Numero di neutroni N.

TAVOLA DEI DEI NUCLIDI. Numero di protoni Z. Numero di neutroni N. TVOL DEI DEI UCLIDI umro di protoni Z www.nndc.bnl.gov umro di nutroni TVOL DEI DEI UCLIDI www.nndc.bnl.gov TVOL DEI DEI UCLIDI Con il trmin nuclid si indicano tutti gli isotopi conosciuti di lmnti chimici

Dettagli

y = x 3 infinitesimo per x 3 lim = l 0 allora f(x) è dello stesso ordine di g(x), ossia tendono a DEF. Una funzione y = f(x) si dice infinitesimo per

y = x 3 infinitesimo per x 3 lim = l 0 allora f(x) è dello stesso ordine di g(x), ossia tendono a DEF. Una funzione y = f(x) si dice infinitesimo per INFINITI ED INFINITESIMI. ASINTOTI DI UNA FUNZIONE. GRAFICO PROBABILE DI UNA FUNZIONE. TEOREMI SULLE FUNZIONI CONTINUE ESERCIZI SULLA CONTINUITA E SULLA CLASSIFICAZIONE DELLE DISCONTINUITA DI UNA FUNZIONE

Dettagli

Concavità verso il basso (funzione concava) Si dice che in x0 il grafico della funzione f(x) abbia la concavità rivolta verso il basso, se esiste

Concavità verso il basso (funzione concava) Si dice che in x0 il grafico della funzione f(x) abbia la concavità rivolta verso il basso, se esiste CONCAVITA E CONVESSITA DI UNA FUNZIONE. FLESSI. SCHEMA GENERALE PER LO STUDIO DI FUNZIONE. FUNZIONI RAZIONALI E IRRAZIONALI INTERE E FRATTE. TEOREMA DI DE L HOSPITAL CON APPLICAZIONI AI LIMITI. 1 Concavit{

Dettagli

ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE

ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE Sia I un intervallo di R e siano a = inf(i) R { } e b = sup(i) R {+ }; i punti di I diversi dagli estremi a e b, ( e quindi appartenenti all intervallo aperto

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE Esrcitazioni dl corso di trasmissioni numrich - Lzion 4 6 Fbbraio 8 ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENE I du sgnali passa basso di figura sono utilizzati pr la trasmission di simboli binari quiprobabili

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea

Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 68/4 Gazztta ufficial dll'union uropa 15.3.2016 REGOLAMENTO DELEGATO (UE) 2016/364 DELLA COMMISSIONE dal 1 o luglio 2015 rlativo alla classificazion dlla prstazion di prodotti da costruzion in rlazion

Dettagli

Esercizi di Analisi Matematica I

Esercizi di Analisi Matematica I Esercizi di Analisi Matematica I Andrea Corli e Alessia Ascanelli gennaio 9 Indice Introduzione iii Nozioni preliminari. Fattoriali e binomiali..................................... Progressioni..........................................

Dettagli

Soddisfazione sulla valutazione della didattica da parte degli studenti. Anno accademico: 2014/2015

Soddisfazione sulla valutazione della didattica da parte degli studenti. Anno accademico: 2014/2015 Soddisfazion sulla valutazion dlla da part dgli studnti Anno accadmico: 2014/2015 Rapporto statistico pr Tipologia di Corso Laura Trinnal Indagin sulla soddisfazion dgli studnti sulla Numro insgnamnti

Dettagli

Corso di laurea: Ingegneria Civile Programma di Fondamenti di Analisi Matematica I a.a. 2011/2012 Docenti: Fabio Paronetto e Fabio Ancona

Corso di laurea: Ingegneria Civile Programma di Fondamenti di Analisi Matematica I a.a. 2011/2012 Docenti: Fabio Paronetto e Fabio Ancona Corso di laurea: Ingegneria Civile Programma di Fondamenti di Analisi Matematica I a.a. 2011/2012 Docenti: Fabio Paronetto e Fabio Ancona Gli argomenti denotati con un asterisco tra parentesi sono stati

Dettagli

Successioni numeriche

Successioni numeriche 08//05 uccssioi umrich uccssioi umrich Dfiizio U succssio è u fuzio ch d ogi umro turl ssoci u umro rl 0 : 0 : Es. 08//05 uccssioi umrich Dfiizio Il it dll succssio ch ch covrg d ) si idic è il umro rl

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEI PRODOTTI DA COSTRUZIONE

CLASSIFICAZIONE DEI PRODOTTI DA COSTRUZIONE ALLEGATO A CLASSIFICAZIONE DEI PRODOTTI DA COSTRUZIONE Quando la condizion di uso final di un prodotto da costruzion è tal da contribuir alla gnrazion alla propagazion dl fuoco dl fumo all intrno dl local

Dettagli

COGNOME e NOME: FIRMA: MATRICOLA:

COGNOME e NOME: FIRMA: MATRICOLA: Anno Accademico 04/ 05 Corsi di Analisi Matematica I Proff. A. Villani, R. Cirmi e F. Faraci) Prova d Esame del giorno 6 febbraio 05 Prima prova scritta compito A) Non sono consentiti formulari, appunti,

Dettagli

ESERCIZI SULLA CONVEZIONE

ESERCIZI SULLA CONVEZIONE Giorgia Mrli matr. 97 Lzion dl 4//0 ora 0:0-:0 ESECIZI SULLA CONVEZIONE Esrcizio n Considriamo un tubo d acciaio analizziamo lo scambio trmico complto, ossia qullo ch avvin sia all intrno sia all strno

Dettagli

Quaderni del Dipartimento di Matematica Università degli Studi di Parma. Francesca Fiorenzi ALBERO BINARIO LIBERO. Novembre 1996 n.

Quaderni del Dipartimento di Matematica Università degli Studi di Parma. Francesca Fiorenzi ALBERO BINARIO LIBERO. Novembre 1996 n. Quadrni dl Dipartimnto di Matmatica Univrsità dgli Studi di Parma Francsca Fiornzi ALBERO BINARIO LIBERO Novmbr 1996 n. 153 1 2 Francsca Fiornzi ALBERO BINARIO LIBERO SOMMARIO Un albro binario libro è

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

MATEMATICA GENERALE CLAMM AA 15-16

MATEMATICA GENERALE CLAMM AA 15-16 MATEMATICA GENERALE CLAMM AA 5-6 PROGRAMMA PARTE ALGEBRA LINEARE () Sistemi lineari e matrici: sistemi triangolari; a scala e loro risolubilità; matrice dei coefficienti e vettore dei termini noti; vettore

Dettagli

LE FRAZIONI LE FRAZIONI. La frazione è un operatore che opera su una qualsiasi grandezza e che da come risultato una grandezza omogenea a quella data.

LE FRAZIONI LE FRAZIONI. La frazione è un operatore che opera su una qualsiasi grandezza e che da come risultato una grandezza omogenea a quella data. LE FRAZIONI La frazion è un oprator ch opra su una qualsiasi grandzza ch da com risultato una grandzza omogna a qulla data. AB (Il sgmnto AB è stato diviso i tr parti sono stat prs du) Una frazion è scritta

Dettagli

LINEE GUIDA DEL BILANCIO SOCIALE CONFRONTO CON STANDARD INTERNAZIONALI

LINEE GUIDA DEL BILANCIO SOCIALE CONFRONTO CON STANDARD INTERNAZIONALI INNOVAZIONE E ACCOUNTABILITY NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE Polo Multifunzional RGS Sala Confrnz Roma 22 april 2008 LINEE GUIDA DEL BILANCIO SOCIALE CONFRONTO CON STANDARD INTERNAZIONALI Onna Gabrovc

Dettagli

LA CURVA DI OFFERTA AGGREGATA, IL MODELLO COMPLETO AD AS

LA CURVA DI OFFERTA AGGREGATA, IL MODELLO COMPLETO AD AS Modulo 7 1 LA CURVA DI OFFERTA AGGREGATA, IL MODELLO COMLETO AD 1. Dfinizion 2. Il caso noclassico 3. Il caso kynsiano 4. Il caso intrmdio 5. Il modllo AD - l politich di stabilizzazion 5.a olitica fiscal

Dettagli

Esame di maturità scientifica, corso di ordinamento a. s

Esame di maturità scientifica, corso di ordinamento a. s Problema 1 Esame di maturità scientifica, corso di ordinamento a. s. -4 Sia f la funzione definita da: f()=- Punto 1 Disegnate il grafico G di f()=-. La funzione f()=- è una funzione polinomiale (una cubica).

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

PARTE 1: Elementi di base. Simboli e operazioni sugli insiemi. Simboli logici. Prodotto cartesiano.

PARTE 1: Elementi di base. Simboli e operazioni sugli insiemi. Simboli logici. Prodotto cartesiano. PROGRAMMA di Analisi Matematica 1 A.A. 2008-2009, canale 1, prof.: Francesca Albertini, Claudio Marchi Ingegneria gestionale, meccanica e meccatronica, Vicenza Testo Consigliato: Analisi Matematica, M.

Dettagli

Analisi Matematica T1 (prof.g.cupini) (CdL Ingegneria Edile Polo Ravenna) REGISTRO DELLE LEZIONI A.A

Analisi Matematica T1 (prof.g.cupini) (CdL Ingegneria Edile Polo Ravenna) REGISTRO DELLE LEZIONI A.A Analisi Matematica T1 (prof.g.cupini) (CdL Ingegneria Edile Polo Ravenna) REGISTRO DELLE LEZIONI A.A.2012-2013 (Grazie agli studenti del corso che comunicheranno eventuali omissioni o errori) 25 SETTEMBRE

Dettagli

Serie 240 Valvola pneumatica Tipo e Tipo Valvola a tre vie Tipo 3244

Serie 240 Valvola pneumatica Tipo e Tipo Valvola a tre vie Tipo 3244 Sri 240 Valvola pnumatica Tipo 3244-1 Tipo 3244-7 Valvola a tr vi Tipo 3244 Vrsion DIN ANSI Applicazion Valvola misclatric o dviatric pr procssi impianti Diamtro nominal DN 15 1 ½ 6 Prssion nominal PN

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

PNI 2014 SESSIONE STRAORDINARIA - QUESITI QUESITO 1

PNI 2014 SESSIONE STRAORDINARIA - QUESITI QUESITO 1 www.matefilia.it PNI 0 SESSIONE STRAORDINARIA - QUESITI QUESITO Un gruppo di attivisti antinucleari ha organizzato una marcia di protesta verso un sito scelto per la costruzione di una centrale termonucleare.

Dettagli

Elenco moduli Argomenti Strumenti / Testi Letture / Metodi. partecipazione degli alunni. 2 Completamento equazioni e disequazioni.

Elenco moduli Argomenti Strumenti / Testi Letture / Metodi. partecipazione degli alunni. 2 Completamento equazioni e disequazioni. Pagina 1 di 5 DISCIPLINA: MATEMATICA E LABORATORIO INDIRIZZO: IGEA CLASSE: IV FM DOCENTE : Cornelio Terreni Elenco moduli Argomenti Strumenti / Testi Letture / Metodi 1 Matematica RIPASSO e COMPLETAMENTO:

Dettagli

Fisica Generale L-B - Prof. M. Villa. CdL in Ing. Elettronica e dell Automazione. I Parziale 25 Maggio Compito A

Fisica Generale L-B - Prof. M. Villa. CdL in Ing. Elettronica e dell Automazione. I Parziale 25 Maggio Compito A Fisica Gnral L-B - Prof. M. Villa CdL in Ing. Elttronica dll Automazion I Parzial 5 Maggio 006 Compito A In una rgion di spazio è prsnt un potnzial lttrostatico dato da V (x, y, z) = α(x y ) con α costant

Dettagli

Allegato D - ELENCO DEI COSTI - COMPUTO DEI SERVIZI E. Settore Tecnico DETERMINAZIONE DELL'IMPORTO D'APPALTO

Allegato D - ELENCO DEI COSTI - COMPUTO DEI SERVIZI E. Settore Tecnico DETERMINAZIONE DELL'IMPORTO D'APPALTO C I T T À DI SQUILLACE -Prov. di Catanzaro- (Piazza Municipio, 1 88069 SQUILLACE- tl. 0961/912040-fax 0961/914019) -mail:utsquillac@libro.it-partita I.V.A 00182160796) Sttor Tcnico PROGETTO DI IGIENE URBANA

Dettagli

Aspettative, produzione e politica economica

Aspettative, produzione e politica economica Lzion 18 (BAG cap. 17) Aspttativ, produzion politica conomica Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia 2 1 L aspttativ la curva IS Dividiamo il tmpo in du priodi: 1. un priodo corrnt

Dettagli

ARGOMENTI SETTIMANA 1.

ARGOMENTI SETTIMANA 1. Programma di Analisi Matematica 1 (Canale ICM) svolto per lezioni - A. Languasco - A. Benvegnù 1 Date d esame: 24/1/217, aule P3-Lu3-Lu4; ore 9.-12.; 24/2/217, aule P3-Lu3-Lu4; ore 9.- 12.; 28/6/217, aule

Dettagli

0.06 100 + (100 100)/4 (100 + 2 100)/3

0.06 100 + (100 100)/4 (100 + 2 100)/3 A. Prtti Svolgimnto di tmi d sam di MDEF A.A. 5/ PROVA CONCLUSIVA DI MATEMATICA pr l DECISIONI ECONOMICO-FINANZIARIE Vicnza, 5// ESERCIZIO. Trovar una prima approssimazion dl tasso di rndimnto a scadnza

Dettagli

Matematica Prima prova parziale

Matematica Prima prova parziale Matematica Prima prova parziale Università di Verona - Laurea in Biotecnologie A.I. - A.A. 007/08 lunedì 9 novembre 007 Tema A () Disegnare i seguenti sottoinsiemi di R; dire se sono sup./inf. itati; calcolarne

Dettagli

Frazioni. 8 Esercizi di Analisi Matematica Versione Argomenti: Operazioni sulle frazioni Tempo richiesto: Completare la seguente tabella: a b

Frazioni. 8 Esercizi di Analisi Matematica Versione Argomenti: Operazioni sulle frazioni Tempo richiesto: Completare la seguente tabella: a b 8 Esercizi di Analisi Matematica ersione 2006 razioni Argomenti: Operazioni sulle frazioni Difficoltà: Tempo richiesto: Completare la seguente tabella: a b a + b a b 1/3 1/2 1/3 1/2 1/3 1/2 a b a a + b

Dettagli

Antenne e Telerilevamento. Esonero I ESONERO ( )

Antenne e Telerilevamento. Esonero I ESONERO ( ) I ESONERO (28.6.21) ESERCIZIO 1 (15 punti) Si considri un sistma ricvnt oprant alla frqunza di 13 GHz, composto da un antnna a parabola a polarizzazion linar con un rapporto fuoco-diamtro f/d=.3, illuminata

Dettagli

Listino prezzi PE 10 Gennaio 2008. Dalmineres PEbd DN 40 PN 10 PER ACQUA POTABILE - POLIETILENE 100% VERGINE. Tubi di polietilene

Listino prezzi PE 10 Gennaio 2008. Dalmineres PEbd DN 40 PN 10 PER ACQUA POTABILE - POLIETILENE 100% VERGINE. Tubi di polietilene Listino przzi PE 10 Gnnaio 8 Dalmin rsin GAS 103 UNI ISO 4437 - modif. D.M. 11/99 PE 80 Ø75 S5 M.O.P. 5 bar - UNI EN 1555 - POLIETILENE 100% VERGINE Dalmin rsin 103 UNI EN 121 - Ø90x8,2 PN 12,5 SDR 11

Dettagli

STABILITÀ DELL EQILIBRIO 5. Tensione critica e snellezza. Al carico critico euleriano (1) N cr =

STABILITÀ DELL EQILIBRIO 5. Tensione critica e snellezza. Al carico critico euleriano (1) N cr = Tnsion critica snllzza Al carico critico ulriano STABILITÀ DELL EQILIBRIO 5 π EI cr () l do l è la lunghzza libra di inflssion corrispondnt alla smilunghzza d onda dlla sinusoid formata dalla lina lastica,

Dettagli

INTEGRALI Test di autovalutazione

INTEGRALI Test di autovalutazione INTEGRALI Test di autovalutazione. L integrale ln 6 è uguale a (a) vale 5 2 (b) (c) (d) 4 5 vale ln 256 2 è negativo 2 5 + 4 5 2 5 + 4 5 d d 2. È data la funzione = e 2. Allora: (a) se F() è una primitiva

Dettagli