Candidato Sindaco Virginia Raggi

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Candidato Sindaco Virginia Raggi"

Transcript

1 Programma del Movimento 5 Stelle per il XII Municipio di Roma Elezioni Amministrative 2016 Candidato alla Presidenze del Consiglio Municipale Silvia Crescimanno Candidato Sindaco Virginia Raggi

2 Programma del Movimento 5 Stelle per il XII Municipio di Roma Elezioni Amministrative 2016 Il Municipio XII si estende per oltre 73 kmq e conta una popolazione di circa 143 mila abitanti. Il territorio comprende i quartieri di Monteverde (vecchio e nuovo), Porta Portese, Bravetta, Pisana, Colle Aurelio, Massimina e Castel di Guido, fino a toccare una parte del territorio di Maccarese. È caratterizzato dalla presenza di importanti Ville storiche, prima fra tutte Villa Pamphili, nonché da uno dei mercati più grandi e famosi d'europa, Porta Portese, il cui quartiere omonimo rappresenta la porta di accesso al centro di Roma. Punto focale del Municipio è il Forte Bravetta, luogo simbolo della Resistenza romana e patrimonio da tutelare e valorizzare. Il XII Municipio è famoso anche per la presenza, all'interno del suo territorio, dell' ex discarica di Malagrotta. Di seguito le nostre proposte per le Elezioni Amministrative 2016 al XII Municipio. TRASPARENZA AMMINISTRATIVA La trasparenza amministrativa deve essere uno dei fiori all'occhiello di una buona Amministrazione. I cittadini hanno il diritto di essere parte attiva dell'istituzione municipale, e di poter accedere liberamente alla consultazione di tutti gli atti prodotti dall'istituzione stessa. È altresì fondamentale restituire trasparenza all'interno dei bandi pubblici. 1. Pubblicazione sul sito istituzionale del Municipio XII di bilanci, verbali di Giunta, verbali di Commissione e di Consiglio, convocazione e relativi ordini del giorno delle commissioni consiliari. Streaming dei Consigli e delle commissioni consiliari. 2. Bandi pubblici trasparenti. 3. Censimento e pubblicazione sul sito istituzionale di aree, immobili, suoli, di proprietà del Municipio. 4. Bilancio partecipato e tavoli di concertazione con i cittadini per l'individuazione delle priorità del territorio. SPENDING REVIEW Una corretta gestione municipale non può prescindere da un'opera di riduzione delle spese, al fine di potenziare i servizi offerti garantendo maggiori risorse ove necessario. Una ridistribuzione delle risorse non potrà che migliorare la qualità della vita dei cittadini, che potranno usufruire di servizi pubblici attualmente carenti anche per la mancanza di fondi. 1. Trasferimento della sede municipale, attualmente ospitata presso una sede privata al costo di 643 mila euro annui, in una sede pubblica. LAVORI PUBBLICI Il Municipio ha il compito di garantire la corretta manutenzione delle strade del territorio, delle scuole e degli altri edifici pubblici, nonché la fruizione degli spazi da parte dei soggetti diversamente abili, mediante la completa rimozione delle barriere architettoniche. E' necessario porre particolare attenzione alla manutenzione della segnaletica orizzontale e verticale, all'illuminazione pubblica,al decoro e alla pulizia dei quartieri, nonché al monitoraggio degli interventi effettuati sul territorio. Bisognerà altresì provvedere ad un censimento delle strade per poter acquisire quelle non ancora iscritte a patrimonio, nonché mettere in atto interventi di bonifica dell'amianto presente presso gli edifici scolastici.

3 LAVORI PUBBLICI DECORO E ARREDO URBANO 1. Rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale. 2. Monitoraggio del sistema di illuminazione. 3. Strade e marciapiedi più puliti. 4. Controllo e sanzioni sulle affissioni abusive e sull'imbrattamento dei muri e degli edifici pubblici. MANUTENZIONE STRADE 1. Rifacimento del manto stradale, dei marciapiedi e dei cigli stradali ove necessario. 2. Pulizia regolare e programmata delle caditoie e dei tombini. 3. Monitoraggio e controllo degli interventi effettuati e sanzioni per le ditte in caso di lavori effettuati in maniera non adeguata. 4. Mappatura e censimento delle strade e acquisizione di quelle non ancora iscritte a patrimonio. MANUTENZIONE SCUOLE ED EDIFICI PUBBLICI 1. Interventi di bonifica dell'amianto presente negli edifici scolastici e negli edifici pubblici 2. Coordinamento del Municipio con gli organi competenti per il monitoraggio e la mappatura dell'amianto presente sul territorio. 3. Manutenzione ordinaria e straordinaria, sicurezza degli edifici. 4. Restituzione di una scuola media al quartiere Bravetta. RIMOZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE 1. Realizzazione di scivoli nei marciapiedi che ne sono attualmente privi. 2. Supervisione da parte della Polizia Locale al fine di mantenere tali scivoli praticabili mediante sanzioni amministrative per gli automobilisti che ne impediscono il passaggio. URBANISTICA Il territorio del Municipio XII ha subito, negli anni, numerosi interventi urbanistici che ne hanno molto spesso deturpato il paesaggio. Occorre quindi ribadire un fermo no ad ogni tipo di speculazione edilizia ed è necessario monitorare gli interventi urbanistici, al fine di renderli razionali e funzionali alla pubblica utilità e alla vita quotidiana dei cittadini. 1. No alle speculazioni edilizie. 2. Monitoraggio sulla realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria all'interno dei Piani di Zona. 3. Completamento delle opere incompiute all'interno del Municipio XII, come il PUP 308 (ex Parco Ghetanaccio) e il parcheggio di via Donna Olimpia. 4. Monitoraggio dei lavori di riconversione dell'ex Residence Bravetta. 5. Monitoraggio sul destino dell'ex Ospedale Forlanini, per scongiurare speculazioni edilizie e svendita del patrimonio pubblico. 6. Studio di fattibilità per la realizzazione di isole pedonali. VERDE PUBBLICO, AMBIENTE E RIFIUTI Il territorio del Municipio XII è caratterizzato da un consistente patrimonio paesaggistico che si estende dal centro alla periferia e che necessita di essere tutelato e valorizzato. La cura del verde non può prescindere, inoltre, da un attento monitoraggio del rischio idrogeologico e dalle corrette pratiche di raccolta differenziata e riduzione dei rifiuti. Una particolare attenzione sarà data, inoltre, all'inquinamento elettromagnetico sul territorio.

4 VERDE PUBBLICO, AMBIENTE E RIFIUTI 1. Monitoraggio alberature a rischio, ripiantumazione ove necessario, programmazione delle potature 2. Rigenerazione delle aree verdi in stato di abbandono. 3. Realizzazione di orti urbani gestiti dai cittadini. 4. Rifinanziamento per i lavori di riqualificazione di Largo Forlanini. 5. Prosecuzione del progetto MAVGA ( Monitoraggio Ambientale Valle Galeria). 6. Tutela Valle dei Casali. 7. Realizzazione dell'isola ecologica, individuazione di punti di raccolta per l'olio esausto. 8. Delocalizzazione delle stazioni radio base( SRB) che non rispettano la distanza minima da siti sensibili imposta dalla normativa vigente. 9. Riqualificazione del bosco di Massimina e dell' area verde del Forte Bravetta. 10. Nuova vita alle Ville storiche del territorio, Villa Pamphili e Villa Flora. 11. Valorizzare e restituire decoro presso la Tenuta di Castel di Guido. 12. Educazione ad una corretta raccolta differenziata e alla riduzione dei rifiuti. 13. Presa in carico, da parte del Municipio, della gestione del parco di via G. Vanni. 14. Studio e monitoraggio delle aree maggiormente interessate dal rischio idrogeologico, in particolare la Collina Ugo Bassi e via G. Solari. TRASPORTI PUBBLICI E MOBILITA' SOSTENIBILE Per migliorare il nostro Municipio occorre superare prima di tutto il divario che esiste tra i quartieri più centrali e quelli più periferici, garantendo a tutto il territorio un adeguato ed efficiente servizio di trasporto pubblico. Particolare attenzione sarà data, inoltre, a tutti i progetti relativi ad una mobilità sostenibile mediante l'utilizzo di mezzi ad inquinamento zero, per una migliore qualità dell'aria e dell'ambiente e per favorire un più virtuoso stile di vita. 1. Collegamento con mezzi pubblici delle aree più periferiche del Municipio XII, in particolare Colle Aurelio, Largo Quaroni e Massimina. 2. Realizzazione di percorsi ciclabili interconnessi tra loro e volti al raggiungimento di stazioni ferroviarie. e punti maggiormente frequentati dai cittadini, dotazione di rastrelliere per la sosta delle biciclette. Sostegno ai progetti di Bike Sharing e Scooter Sharing. 3. Potenziamento del servizio Piedibus. 4. Elaborazione del PGTU ( Piano Generale del Traffico Urbano) a livello municipale, per lo studio di una più razionale viabilità. 5. Realizzazione di Zone a 30 dotate di dissuasori di velocità per garantire maggiore sicurezza in particolare nei pressi di siti scolastici. 6. Lotta alla sosta selvaggia. POLITICHE SOCIALI Il Municipio ha il dovere di garantire un'adeguata ed efficiente assistenza alle fasce più deboli, mediante l'espletamento di servizi atti a migliorare la qualità della vita dei suoi utenti. Un governo responsabile tutela e protegge i propri cittadini combattendo l'isolamento sociale in tutte le sue forme e istituendo una rete efficiente di collaborazione tra le Istituzioni, le associazioni territoriali e le Forze dell'ordine, anche in relazione all'emergenza abitativa. 1. Nessuno deve rimanere indietro. Lotta al degrado sociale e all'isolamento. 2. Promozione di incontri e dibattiti per favorire l inclusione sociale. 3. Coordinamento del Municipio con le associazioni territoriali che operano nel settore dei servizi sociali.

5 4. Emergenza abitativa, istituzione di una tavolo tecnico con gli organi competenti per individuare le soluzioni più idonee al fine di garantire il diritto alla casa. 5. Abbattimento liste di attesa per i servizi sociali. 6. Potenziamento del servizio di assistenza domiciliare. 7. Promozione del diritto allo sport per gli utenti diversamente abili e per gli utenti indigenti. 8. Campagne di sensibilizzazione rivolte ad adulti e bambini relativamente all'educazione alimentare, alla lotta al bullismo e al cyber bullismo, alla violenza di genere. 9. Interventi in favore delle donne vittime di violenza, in stretta collaborazione con le Forze dell'ordine e le associazioni che operano nel settore. ASILI NIDO E SCUOLE DELL'INFANZIA Un Municipio responsabile deve essere in grado di garantire a tutti i cittadini un servizio pubblico efficiente. E' necessario quindi abbattere le liste di attesa per gli asili nido e le scuole materne, rendere attive e aperte al pubblico le strutture già completate, e contestualmente portare avanti i lavori negli edifici ancora in costruzione. 1. Abbattimento liste di attesa nidi e scuole dell'infanzia. 2. Apertura dell'asilo nido di Via Bettoni, via F. Aquilanti e scuola dell'infanzia di Via G. Ponti. Completamento dei lavori e apertura dell'asilo nido di Via L. Moretti. CULTURA E SPORT Il XII Municipio presenta un notevole patrimonio storico culturale, che necessita di essere preservato, valorizzato e messo a disposizione dei suoi abitanti. Allo stesso tempo è necessario incrementare e favorire l'accesso allo sport da parte di tutti i cittadini, tramite strutture pubbliche adeguate dislocate sul territorio. 1. Valorizzazione del patrimonio culturale presente nel Municipio. 2. Iniziative culturali presso il Forte Bravetta e la Tenuta di Castel di Guido. 3. Tutela e riqualificazione dell'area storica di Porta Portese, in particolare nell'area dell'arsenale Pontificio. 4. Sostegno alle iniziative e ai progetti di artisti e a istituzioni operanti nel territorio. 5. Individuazione e riqualificazione di spazi pubblici da affidare in concessione temporanea e gratuita ad associazioni non a scopo di lucro e comitati che operano nel XII Municipio. 6. Espletamento del bando per l'affidamento e la gestione dell'impianto sportivo di Via del Balzaretto 7. Rifinanziamento del progetto relativo alla palestra di via N. Garrone. SICUREZZA E LEGALITA' Un territorio sicuro è quello nel quale il cittadino percepisce di non essere solo. Le Istituzioni hanno il dovere di offrire un servizio efficiente per garantire la sicurezza e il rispetto della legalità da parte di tutti, mediante presidi dislocati sul territorio, anche nelle aree più periferiche. E' necessario inoltre difendere e tutelare il commercio da tutti quei comportamenti che eludono la legalità. 1. Controllo di aree sensibili quali stazioni ferroviarie ( stazione Trastevere, Aurelia e Quattro Venti) e parchi pubblici, mediante presidi di Polizia Locale. 2. Lotta all'abusivismo commerciale tramite controlli sulle rotazioni e sanzioni per i venditori abusivi. 3. Riordino del mercato domenicale di Porta Portese e lotta all'abusivismo. 4. Riqualificazione dell'area del Clivo Portuense. 5. Definizione della destinazione d'uso della Caserma Bellosguardo, e messa in sicurezza dell'area

6 circostante. 6. Ripristino della legalità a Villa Pamphili. 7. Maggiore controllo del territorio da parte della Polizia Locale. 8. Monitoraggio e intervento sul campo di Via della Monachina per il ripristino della legalità, del decoro e della sicurezza. 9. Presidi di sicurezza nelle aree più periferiche, in particolare nella zona di Massimina e Colle Aurelio. MERCATI RIONALI I mercati rionali del territorio rappresentano non solo un punto nevralgico a livello commerciale, ma anche un luogo di aggregazione sociale per l'intera comunità. E' fondamentale riqualificare i mercati esistenti al fine di restituire loro dignità e decoro, nonché salvaguardare i posti di lavoro degli esercenti, che spesso sono tenuti a lavorare in condizioni precarie e malsane. E' altresì urgente intervenire sulla messa in opera dei progetti non ancora avviati e sul completamento di quelli in itinere, nonché sulla realizzazione di mercati saltuari nelle aree più periferiche. 1. Riqualificazione del mercato di San Giovanni di Dio. 2. Realizzazione del mercato Capasso e riqualificazione di Piazza dei Visconti. 3. Intervento sul mercato di via Niccolini e sui banchi di via del Vascello. 4. Spostamento all'interno del Pup 308, così come previsto dal Piano Mercati, dei banchi attualmente dislocati presso Lungotevere degli Artigiani. 5. Regolamentazione del mercato settimanale di via della Massimilla e identificazione di un nuovo sito che possa ospitare un mercato saltuario. 6. Realizzazione di un mercato settimanale nel quartiere di Colle Aurelio. INNOVAZIONE TECNOLOGICA L'innovazione tecnologica ha il compito di snellire e rendere fluida la vita dei cittadini, semplificandone la quotidianità e garantendo lo scambio di informazioni in tempo reale. Un' Amministrazione al passo con i tempi favorisce una più veloce ed efficace comunicazione tra le Istituzioni e i cittadini, offrendo loro un orientamento relativo anche al mondo del lavoro. 1. Destinazione di uno spazio della sede municipale o altra sede comunale presente nel nostro municipio, per realizzare un'area Coworking dotata di WiFi libero, bacheca annunci, corsi di formazione finanziati dal Comune di Roma, seminari dedicati al mondo del lavoro, imprenditoria, Microcredito. 2. Creazione di app per favorire lo scambio di informazioni tra il cittadino e il Municipio. DIRITTI DEGLI ANIMALI Un Municipio attento alle esigenze dei suoi cittadini non puo' non tenere conto anche dei diritti degli animali e della tutela della biodiversità presente sul territorio. E' necessario garantire quindi interventi specifici affinchè venga favorita una serena convivenza delle diverse specie, e contestualmente sensibilizzare i cittadini al rispetto degli animali e delle loro esigenze. 1. Tutela della fauna sinantropa e sensibilizzazione al rispetto degli animali e alla prevenzione del randagismo con iniziative presso le scuole del territorio. 2. Realizzazione di aree cani recintate e attrezzate. Programma del Movimento 5 Stelle per il XII Municipio di Roma Elezioni Amministrative 2016

Cittadino melzese da sempre Perché ho deciso di impegnarmi nei Meetup?

Cittadino melzese da sempre Perché ho deciso di impegnarmi nei Meetup? AmministratiVe 2014 IL CANDIDATO SINDACO: STEFANO PALILLA Cittadino melzese da sempre Perché ho deciso di impegnarmi nei Meetup? Il MoVimento 5 Stelle arriva a Melzo nel 2011 Quale identità e quale futuro

Dettagli

PROGRAMMAZIONE TRIENNALE LAVORI PUBBLICI

PROGRAMMAZIONE TRIENNALE LAVORI PUBBLICI CITTA` DI FOLLONICA SETTORE 4 LAVORI PUBBLICI - PATRIMONIO MANUTENZIONI - PROTEZIONE CIVILE U.O.C. PROGRAMMAZIONE PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LAVORI PUBBLICI - PATRIMONIO PROGRAMMAZIONE TRIENNALE LAVORI

Dettagli

interventi di rinaturalizzazione degli argini. Riduzione inquinamento acustico e elettromagnetico (fino ad un massimo di punti 9).

interventi di rinaturalizzazione degli argini. Riduzione inquinamento acustico e elettromagnetico (fino ad un massimo di punti 9). DECRETO 16 gennaio 2003 Sostituzione dell'allegato tecnico del decreto 30 luglio 2002 "Migliore progetto per una citta' sostenibile delle bambine e dei bambini 2002" e "Iniziativa piu' significativa per

Dettagli

Comune di Augusta. Commissione Straordinaria

Comune di Augusta. Commissione Straordinaria Comune di Augusta Commissione Straordinaria Comune di Augusta Commissione Straordinaria PREFETTO: dr.ssa M.C. Librizzi SETTORI DI INTERVENTO ECONOMICO-FINANZIARIO APPARATO BUROCRATICO E GESTIONE DEL PERSONALE

Dettagli

Questionario conoscitivo sulla sicurezza percepita nel territorio dei comuni di Urgnano, Spirano e Pognano

Questionario conoscitivo sulla sicurezza percepita nel territorio dei comuni di Urgnano, Spirano e Pognano COMUNE DI URGNANO Via C. Battisti, 74 24059 URGNANO (BG) UFFICIO POLIZIA LOCALE Tel. 035.4871540 Fax 035.896746 polizialocale@urgnano.eu Questionario conoscitivo sulla sicurezza percepita nel territorio

Dettagli

Questionario di Consultazione Cittadini Preliminare di Piano. Questionario cittadini Q.2

Questionario di Consultazione Cittadini Preliminare di Piano. Questionario cittadini Q.2 Questionario di Consultazione Cittadini Preliminare di Piano Questionario cittadini Q.2 PROVINCIA DI SALERNO CONSULTAZIONE PUBBLICA DEL PIANO URBANISTICO COMUNALE L Amministrazione Comunale di Vibonati,

Dettagli

Valutazione Ambientale Strategica del PUC di Sanremo - Questionario B - VITA IN CITTA'

Valutazione Ambientale Strategica del PUC di Sanremo - Questionario B - VITA IN CITTA' Valutazione Ambientale Strategica del PUC di Sanremo - Questionario B - VITA IN CITTA' *Campo obbligatorio QUADRO 1. QUALITÀ' DELLA VITA A SANREMO E PROSPETTIVE DELLA CITTÀ' 1.1. Qual è l aspetto o la

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2016

BILANCIO DI PREVISIONE 2016 BILANCIO DI PREVISIONE 2016 1 Entrate Tributarie Bilancio di previsione 2016 Entrate correnti Titoli I II III (Totale. 18.454.730) 2016 24% 8.057.200,00 43% Trasferimenti 6.034.200,00 33% Entrate extra

Dettagli

SPORT E PERIFERIE AREE SPORT per i parchi di Roma. Roma, 20 luglio 2016

SPORT E PERIFERIE AREE SPORT per i parchi di Roma. Roma, 20 luglio 2016 AREE SPORT per i parchi di Roma Roma, 20 luglio 2016 La Legge 22/01/2016 n 9 Art. 15 D.L. 25/11/2015 Misure urgenti per favorire la realizzazione di impianti sportivi nelle periferie urbane Ai fini del

Dettagli

Piano Investimenti 2016

Piano Investimenti 2016 Piano Investimenti 2016 2016 Missione 01 Servizi istituzionali, generali e di gestione ATTIVITA' INFORMATIVE ATTIVITA' INFORMATIVE - PERIFERICHE ATTIVITA' INFORMATIVE - APPARATI DI TELECOMUNICAZIONE ATTIVITA'

Dettagli

Piazza e via Desiderio da Settignano

Piazza e via Desiderio da Settignano 50-Settignano NOME LUOGO CHE COSA C È OGGI Piazza e via Desiderio da Settignano 1 CHE COSA C E OGGI Situazione ed eventuali spunti emersi nell assemblea 2010 Riqualificazione piazza Niccolò Tommaseo con

Dettagli

GIUBILEO della misericordia PRIMO PIANO INTERVENTI DEL COMUNE DI ROMA. mercoledì 12 agosto 15

GIUBILEO della misericordia PRIMO PIANO INTERVENTI DEL COMUNE DI ROMA. mercoledì 12 agosto 15 GIUBILEO della misericordia PRIMO PIANO INTERVENTI DEL COMUNE DI ROMA Interventi ATAC Viabilità Aree verdi Ponti sul Tevere Accessi su rotaia Aree di pregio Viabilità di collegamento Collegamenti aree

Dettagli

SCHEMA PROGRAMMA DEI LAVORI PUBBLICI E OPERE PUBBLICHE. Piano Triennale Elenco annuale 2016 RELAZIONE ILLUSTRATIVA

SCHEMA PROGRAMMA DEI LAVORI PUBBLICI E OPERE PUBBLICHE. Piano Triennale Elenco annuale 2016 RELAZIONE ILLUSTRATIVA Comune di Roccastrada Settore 6 servizi tecnici opere pubbliche patrimonio ambiente manutenzioni SCHEMA PROGRAMMA DEI LAVORI PUBBLICI E OPERE PUBBLICHE Piano Triennale 2016 2018 Elenco annuale 2016 RELAZIONE

Dettagli

OGLIASTRA COMUNE DI TORTOLÌ PROVINCIA DELL OGLIASTRA BANDO PROGETTI DI QUALITÀ 2005/2006 MISURA 5.1 TORTOLÌ PORTA DELL OGLIASTRA

OGLIASTRA COMUNE DI TORTOLÌ PROVINCIA DELL OGLIASTRA BANDO PROGETTI DI QUALITÀ 2005/2006 MISURA 5.1 TORTOLÌ PORTA DELL OGLIASTRA COMUNE DI TORTOLÌ PROVINCIA DELL OGLIASTRA BANDO PROGETTI DI QUALITÀ 2005/2006 MISURA 5.1 OGLIASTRA QUADRO TERRITORIALE URBANO DI RIFERIMENTO CONTESTO URBANO E STRATEGICO DEL PROGETTO PLANIMETRIE GENERALI

Dettagli

LA CITTA DEI CITTADINI

LA CITTA DEI CITTADINI LA CITTA DEI CITTADINI Spazi di socialità, comunità (reali e virtuali), micro nidi, assistenza, banca del tempo, internet of things, internet of everything. MUDEC 9.4.2016 1 CHI È MM Luglio 1955 Giugno

Dettagli

EX MAGAZZINI DEL SALE DISAMPIERDARENA

EX MAGAZZINI DEL SALE DISAMPIERDARENA PROGRAMMA DI VALORIZZAZIONE EX MAGAZZINI DEL SALE DISAMPIERDARENA Attività relative al Programma di valorizzazione ex art. 5, comma 5 del D.Lgs.85/2010 Aprile 2016 Direzione Patrimonio, Demanio, Impiantistica

Dettagli

Assessore al turismo, politiche ambientali ed energetiche, politiche europee, eventi ed immagine della città, demanio marittimo.

Assessore al turismo, politiche ambientali ed energetiche, politiche europee, eventi ed immagine della città, demanio marittimo. Certificazione EMAS: le buone pratiche ambientali cambiano il turismo e la città Roberto Cantagalli Assessore al turismo, politiche ambientali ed energetiche, politiche europee, eventi ed immagine della

Dettagli

SCHEDA CENTRI DI COSTO

SCHEDA CENTRI DI COSTO SCHEDA CENTRI DI COSTO COMUNE DI TEMPIO PAUSANIA Allegato C SCHEDA CENTRI DI COSTO COMUNE DI TEMPIO PAUSANIA Allegato C F S PR CDC ANALITICA SETTORE 01 01 01 CONSIGLIO COMUNALE A.A. I.I. E PERSONALE 01

Dettagli

linee guida per la redazione del piano di governo del territorio

linee guida per la redazione del piano di governo del territorio linee guida per la redazione del piano di governo del territorio allegato A delibera C.C. n. 35 del 24/11/2008 24 novembre 2008 ORSENIGO paese più aperto e accessibile più sicuro e solidale più bello e

Dettagli

LA RIQUALIFICAZIONE DEL WATERFRONT DI ROMA

LA RIQUALIFICAZIONE DEL WATERFRONT DI ROMA LA RIQUALIFICAZIONE DEL WATERFRONT DI ROMA Intervento del Sindaco di Roma Capitale, Gianni Alemanno Ostia 15 Luglio 2011 LA NUOVA VISIONE DEL FUTURO DI OSTIA Il progetto del Waterfront di Roma segna un

Dettagli

Bilancio di Previsione 2015

Bilancio di Previsione 2015 Bilancio di Previsione 2015 Municipio Roma X Assessorato Bilancio e Personale Relazione Assessore Storri Il quadro di riferimento: anno 2013 Completa gestione in dodicesimi approvazione a fine anno (dicembre)

Dettagli

G1 Interventi di razionalizzazione del sistema fognario cittadino

G1 Interventi di razionalizzazione del sistema fognario cittadino G1 Interventi di razionalizzazione del sistema fognario cittadino Comune di Napoli Gli interventi sul sistema di smaltimento delle acque reflue sono stati concepiti e progettati in relazione alle esigenze

Dettagli

SPESE PER MISSIONI, PROGRAMMI E MACROAGGREGATI

SPESE PER MISSIONI, PROGRAMMI E MACROAGGREGATI E Esercizio finanziario 2014 1 Missione 1 Servizi istituzionali, generali e di gestione 1.01 Organi istituzionali 1.02 Segreteria generale 1.930,65 1.930,65 1.03 Gestione economica, finanziaria, programmazione

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2014

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 BILANCIO DI PREVISIONE 2014 1 Entrate correnti Titoli I II III Tributarie 1.285.065,00 Contributi e trasferimenti correnti 97.700,00 Extratributarie 582.100,00 2 Entrate correnti Titoli I II III ENTRATE

Dettagli

Direzione. Sindaco. Direttore. Segretario Generale. Generale COMUNE DI NOVARA. Legalità. Trasparenza. Funzioni attinenti la Segreteria e l Avvocatura

Direzione. Sindaco. Direttore. Segretario Generale. Generale COMUNE DI NOVARA. Legalità. Trasparenza. Funzioni attinenti la Segreteria e l Avvocatura Segreteria Autorizzazioni permessi Sanzioni e Contenzioso Infortunistica Stradale economica giuridica del personale reti Marketing territoriale Sviluppo e valorizzazione risorse umane Servizi a supporto

Dettagli

Milano contro il gioco d azzardo patologico

Milano contro il gioco d azzardo patologico Milano contro il gioco d azzardo patologico Il PROGETTO Con Decreto del Dirigente dell Unità Operativa Strumenti per il Controllo del Territorio n. 1934 del 13 Marzo 2015 della Direzione Generale Territorio,

Dettagli

ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE DI GENOVA

ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE DI GENOVA ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE DI GENOVA Progetto Integrato PRA MARINA PERCORSI DEFINITI DAL VERDE SEQUENZA GIOCHI D ACQUA E RIQUALIFICAZIONE DEL PARCO DI PONENTE NUOVO SPAZIO PER RIVITALIZZAZIONE COMMERCIALE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INVESTIMENTI 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INVESTIMENTI 2015-2017 Comune di Fiorano Modenese FIORANO GESTIONI PATRIMONIALI S.r.l. BILANCIO DI PREVISIONE 2015 PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INVESTIMENTI 2015-1 PROGRAMMA -- 01 EQUITA' SOCIALE E ATTUAZIONE DEGLI ARTT. 3 E 4

Dettagli

PROVINCIA DI VENEZIA Settore edilizia ACCORDO DI PROGRAMMA PER L AMPLIAMENTO E LA RISTRUTTURAZIONE DELLA CASERMA DELLA POLIZIA STRADALE DI MESTRE

PROVINCIA DI VENEZIA Settore edilizia ACCORDO DI PROGRAMMA PER L AMPLIAMENTO E LA RISTRUTTURAZIONE DELLA CASERMA DELLA POLIZIA STRADALE DI MESTRE PROVINCIA DI VENEZIA Settore edilizia ACCORDO DI PROGRAMMA PER L AMPLIAMENTO E LA RISTRUTTURAZIONE DELLA CASERMA DELLA POLIZIA STRADALE DI MESTRE Premesso che: - la Provincia di Venezia possiede, in via

Dettagli

Aosta, città a misura di ogni cittadino

Aosta, città a misura di ogni cittadino Aosta, città a misura di ogni cittadino Per il rilancio economico, turistico e sociale di Aosta Capitale, due strumenti strategici: Il project financing realizzazione di opere pubbliche senza oneri finanziari

Dettagli

La mia decisione di candidarmi a Sindaco di Petronà nasce dall esigenza. di apportare un contributo di cambiamento alla storia politica della nostra

La mia decisione di candidarmi a Sindaco di Petronà nasce dall esigenza. di apportare un contributo di cambiamento alla storia politica della nostra La mia decisione di candidarmi a Sindaco di Petronà nasce dall esigenza di apportare un contributo di cambiamento alla storia politica della nostra cittadina. La mia candidatura rappresenta un atto di

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 5. Le esigenze prioritarie emerse nei quartieri di Zona 5 più prossimi al

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 5. Le esigenze prioritarie emerse nei quartieri di Zona 5 più prossimi al Sintesi degli incontri di ascolto di Zona 5 Porta Vigentina, San Gottardo, Bocconi Le esigenze prioritarie emerse nei quartieri di Zona 5 più prossimi al centro riguardano interventi puntuali di arredo

Dettagli

Comune di Calatafimi Segesta P.I C.F

Comune di Calatafimi Segesta P.I C.F P.I. 6100817 - C.F. 8050812 ESERCIZIO FINANZIARIO 28 Pagina 1/6 Im e ti 1 1 1 1 1 1 1 108 109 110 100 MISSIONE - Servizi istituzionali e generali, di gestione Organi istituzionali 9.18 120.2,79 129.242,79

Dettagli

Comune di Calatafimi Segesta P.I C.F

Comune di Calatafimi Segesta P.I C.F P.I. 6100817 - C.F. 8050812 ESERCIZIO FINANZIARIO 26 Pagina 1/6 Im e ti 1 1 1 1 1 1 1 108 109 110 100 MISSIONE - Servizi istituzionali e generali, di gestione Organi istituzionali 9.18 119.913,12 129.093,12

Dettagli

SPESE PER MISSIONI, PROGRAMMI E MACROAGGREGATI SPESE CORRENTI - PREVISIONI DI COMPETENZA Esercizio Finanziario 2016

SPESE PER MISSIONI, PROGRAMMI E MACROAGGREGATI SPESE CORRENTI - PREVISIONI DI COMPETENZA Esercizio Finanziario 2016 Im e tasse 01 MISSIONE 01 - Servizi istituzionali, generali e di gestione 01 Organi istituzionali 0,00 1.200,00 28.455,00 0,00 0,00 0,00 0,00 14.000,00 43.655,00 02 Segreteria generale 32.,00 0,00 64.919,00

Dettagli

Comune di Albairate 9 Progetti

Comune di Albairate 9 Progetti Comune di Albairate 9 Progetti Scheda di progetto 1/9 Ufficio TECNICO Nome del progetto PISTA CICLABILE ALBAIRATE / ABBIATEGRASSO Destinatari del progetto abitanti dei Comuni limitrofi Descrizione del

Dettagli

Allegato e) al Rendiconto - Spese per macroaggregati REGIONE BASILICATA N BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA Parte I

Allegato e) al Rendiconto - Spese per macroaggregati REGIONE BASILICATA N BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA Parte I 6000 N. 30 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA - 5-8-24 Parte I 11 MISSIONE Servizi istituzionali e generali, di gestione e di controllo Gestione economica, finanziaria, programmazione e provveditorato Gestione

Dettagli

PIANO NAZIONALE PER LA RIQUALIFICAZIONE SOCIALE E CULTURALE DELLE AREE URBANE DEGRADATE. COMUNE DI CORIGLIANO CALABRO Scheda Progetto

PIANO NAZIONALE PER LA RIQUALIFICAZIONE SOCIALE E CULTURALE DELLE AREE URBANE DEGRADATE. COMUNE DI CORIGLIANO CALABRO Scheda Progetto PIANO NAZIONALE PER LA RIQUALIFICAZIONE SOCIALE E CULTURALE DELLE AREE URBANE DEGRADATE COMUNE DI CORIGLIANO CALABRO Scheda Progetto Piano Nazionale per la Riqualificazione sociale e culturale delle aree

Dettagli

Rassegna stampa. Gennaio - febbraio A cura di Frontiere

Rassegna stampa. Gennaio - febbraio A cura di Frontiere Rassegna stampa Gennaio - febbraio 2015 A cura di Frontiere www.frontiereprogetti.com Nuove piazze a Borso e Crespano: investimento da 800mila euro Il restyling dei due centri storici punta al ripristino

Dettagli

COME LA CITTÀ CAMBIA CON L INTRODUZIONE DI UN SISTEMA INNOVATIVO: IL TRAM SU GOMMA a Padova

COME LA CITTÀ CAMBIA CON L INTRODUZIONE DI UN SISTEMA INNOVATIVO: IL TRAM SU GOMMA a Padova COME LA CITTÀ CAMBIA CON L INTRODUZIONE DI UN SISTEMA INNOVATIVO: IL TRAM SU GOMMA a Padova M. Antonio Conte Direttore Generale APS Holding S.p.A. Padova L impatto di un opera infrastrutturale in una citta

Dettagli

ROMA CAPITALE MUNICIPIO ROMA IX EUR

ROMA CAPITALE MUNICIPIO ROMA IX EUR ROMA CAPITALE MUNICIPIO ROMA IX EUR PROGRAMMA PARTECIPATO DI GOVERNO 2016 SINTETICO 1 CANDIDATO PORTAVOCE PRESIDENTE Dario D Innocenti CANDIDATI PORTAVOCE CONSIGLIERI Marco Cerisola Vincenzo Maisano Alessandra

Dettagli

Rassegna Stampa Pon Sicurezza Agosto 2010

Rassegna Stampa Pon Sicurezza Agosto 2010 Rassegna Stampa Pon Sicurezza 02-06 Agosto 2010 Quotidiani 3 agosto 2010 3 agoto 2010 3 agosto 2010 3 agosto 2010 3 agosto 2010 2 agosto 2010 6 agosto 2010 6 agosto 2010 Web www.virgilio.it 2 agosto 2010

Dettagli

COMUNE DI GENOVA. Progetto Integrato PRA MARINA

COMUNE DI GENOVA. Progetto Integrato PRA MARINA COMUNE DI GENOVA Progetto Integrato PRA MARINA 2 1. Parco Lungo 2. Mercato a 0 Km 1.5 Riqualificazione piazza Sciesa 3.1 Parcheggio di Interscambio 3.2 Approdo Nave bus 4. Accesso al Parco di Ponente 5.

Dettagli

Un pezzo di Bologna torna alla città

Un pezzo di Bologna torna alla città Un pezzo di Bologna torna alla città Mercato Navile nasce la Nuova Bologna A ridosso della città storica, oltre il fascio dei binari, dunque vicino alla nuova stazione Alta Velocità, nei pressi della sede

Dettagli

Roma, Casa della Trasparenza 22 settembre sport & sostenibilità

Roma, Casa della Trasparenza 22 settembre sport & sostenibilità Roma, Casa della Trasparenza 22 settembre 2015 sport & sostenibilità DELIBERAZIONE N 132 APPROVATA DALL ASSEMBLEA CAPITOLINA IL 22 DICEMBRE 2014 Per tutte le opere relative al progetto di realizzazione

Dettagli

COMUNE DI GORLA MAGGIORE REGOLAMENTO COMMISSIONE GOVERNO DEL TERRITORIO E AMBIENTE

COMUNE DI GORLA MAGGIORE REGOLAMENTO COMMISSIONE GOVERNO DEL TERRITORIO E AMBIENTE COMUNE DI GORLA MAGGIORE REGOLAMENTO COMMISSIONE GOVERNO DEL TERRITORIO E AMBIENTE Approvato con delibera C.C. n del 2015 1 Sommario Art.1 - Istituzione... 3 Art.2 - Funzioni... 3 Art. 3 - Nomina- composizione-durata...

Dettagli

Questionario per la Valutazione Contingente

Questionario per la Valutazione Contingente Questionario per la Valutazione Contingente Dati sull intervistato (cittadino) Anni Professione Luogo di residenza Località di lavoro/studio Titolo di studio Dati sull intervistato (Impresa) Dimensione

Dettagli

AMBIENTE PROTEZIONE CIVILE

AMBIENTE PROTEZIONE CIVILE PRESENTAZIONE Struttura Lavori Pubblici, Patrimonio e Ambiente AMBIENTE PROTEZIONE CIVILE Incontro del 22 luglio 2014 ORGANIGRAMMA STRUTTURA LAVORI PUBBLICI PATRIMONIO E AMBIENTE Dirigente Area Tecnica

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE - 2011

BILANCIO DI PREVISIONE - 2011 ultimo Pag. 1 -------- S P E S A ------------- TITOLO I. SPESE CORRENTI. FUNZIONE 1 - AMMINISTRAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO SERVIZIO 1 - ORGANI ISTITUZIONALI, PARTECIPAZIONE E DECENTRAMENTO 1.604.068,04

Dettagli

CITTADINANZA ATTIVA. Pianificazione Consapevole e Condivisa CONSULTAZIONE PUBBLICA

CITTADINANZA ATTIVA. Pianificazione Consapevole e Condivisa CONSULTAZIONE PUBBLICA COMUNE DI NOVOLI ASSESSORATO ALL URBANISTICA UFFICIO DEL PIANO Coord.Resp. Arch. Giuseppe Chiriatti PIANO URBANISTICO GENERALE URBANISTICA PARTECIPATA Per uno sviluppo condiviso del nostro Territorio A

Dettagli

VERDE SICURO? UNA QUESTIONE DI METODO 21 novembre 2013, Orto Botanico di Napoli

VERDE SICURO? UNA QUESTIONE DI METODO 21 novembre 2013, Orto Botanico di Napoli VERDE SICURO? UNA QUESTIONE DI METODO 21 novembre 2013, Orto Botanico di Napoli Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani, L. n 10/2013: cosa significa per i Comuni? Dott.ssa for. Francesca Ceres

Dettagli

CITTA METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE

CITTA METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA PROGETTO PER LA VALORIZZAZIONE DI AMBIENTI SCOLASTICI - AREA ESTERNA - ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE " GAETANO DE SANCTIS" VIA CASSIA N 931 1 RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

Dettagli

BILANCIO SPESA D`INVESTIMENTO INIZIALE 2015 ASSESTATO 2015

BILANCIO SPESA D`INVESTIMENTO INIZIALE 2015 ASSESTATO 2015 Entrata/Uscita Titolo (S) U (Uscita) 02 (SPESE IN CONTO CAPITALE ) 01.01 (Organi istituzionali) Piano Finanz. 3.01.01.03.000 Acquisizioni di partecipazioni e conferimenti di capitale in altre imprese Totale

Dettagli

MOBILITA SOSTENIBILE SCUOLA 21 FOPPA IN PISTA

MOBILITA SOSTENIBILE SCUOLA 21 FOPPA IN PISTA MOBILITA SOSTENIBILE SCUOLA 21 FOPPA IN PISTA COS E è quella forma di mobilità rispettosa delle persone e dell'ambiente in cui si vive. Essa promuove forme di trasporto (persone e merci) che non danneggiano

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE. - l'implementazione a regime dei servizi di car sharing sia a flusso libero che tradizionali;

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE. - l'implementazione a regime dei servizi di car sharing sia a flusso libero che tradizionali; Direzione NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA' Direttore TARTAGLIA VINCENZO Classificazione DIREZIONALE Servizio Descrizione dettagliata dell'obiettivo DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILIT' Dirigente TARTAGLIA

Dettagli

Comune di Robecco sul Naviglio. 6 Progetti

Comune di Robecco sul Naviglio. 6 Progetti Comune di Robecco sul Naviglio 6 Progetti Scheda di progetto 1/6 Assessorato Politiche Sociali BRUNO SCIASCIA Agenda 21 La consapevolezza Tutti i cittadini Elaborazione dei prodotti editoriali (depliant,

Dettagli

I Comuni e lo sviluppo Sostenibile: L appello dell ASviS ai Candidati Sindaci

I Comuni e lo sviluppo Sostenibile: L appello dell ASviS ai Candidati Sindaci I Comuni e lo sviluppo Sostenibile: L appello dell ASviS ai Candidati Sindaci www.asvis.it @ AsvisItalia Il modello di sviluppo attuale non è sostenibile Siamo ad un bivio storico e la direzione che prenderemo

Dettagli

Oggetto: Emendamenti al bilancio sperimentale di previsione 2014-2016 e relativi allegati

Oggetto: Emendamenti al bilancio sperimentale di previsione 2014-2016 e relativi allegati COMUNE DI BRESCIA Gruppo Consiliare Movimento Stelle P.G. 82/4 Brescia, 27 gennaio 204 Alla cortese attenzione del Presidente del Consiglio comunale Prof. Giuseppe Ungari Oggetto: Emendamenti al bilancio

Dettagli

CURRICULUM VITAE. campani cristiana architetto

CURRICULUM VITAE. campani cristiana architetto CURRICULUM VITAE campani cristiana architetto campani cristiana architetto via a.volta,1 42100 reggio emilia Tel: 0522-305655 / 347-5849169 email: ic.group@libero.it dati personali stato civile: divorziata

Dettagli

RAPPORTO SULLO STATO DEGLI SPAZI VERDI

RAPPORTO SULLO STATO DEGLI SPAZI VERDI RAPPORTO SULLO STATO DEGLI SPAZI VERDI Borgata Centro IL RUOLO DEGLI SPAZI VERDI URBANI I parchi e i giardini sono elementi essenziali per la vivibilità delle città. Il loro incremento e il loro miglioramento

Dettagli

Il programma Crea-Attiva-Mente si sviluppa attraverso due direttrici principali:

Il programma Crea-Attiva-Mente si sviluppa attraverso due direttrici principali: [ CICLOATTIVI ] Il programma Crea-Attiva-Mente si sviluppa attraverso due direttrici principali: Progetto Mente locale, per il recupero degli immobili a servizio del TPL e la valorizzazione della rete

Dettagli

PROSPETTO DELLE SPESE DI BILANCIO PER MISSIONI, PROGRAMMI E MACROAGGREGATI SPESE CORRENTI - PREVISIONI DI COMPETENZA

PROSPETTO DELLE SPESE DI BILANCIO PER MISSIONI, PROGRAMMI E MACROAGGREGATI SPESE CORRENTI - PREVISIONI DI COMPETENZA COMUNE DI AGRATE CONTURBIA (NO) Data 9/03/2016 Pag. 1 SPESE CORRENTI - PREVISIONI DI COMPETENZA - Esercizio finanziario 2016 Imposte e Trasf. Fondi Altre Rimborsi Altre Redditi da tasse a Acquisto Trasferim.

Dettagli

CATALOGO OFFERTA FORMATIVA DEL CEA CENTRO IDEA Anno scolastico 2011/2012

CATALOGO OFFERTA FORMATIVA DEL CEA CENTRO IDEA Anno scolastico 2011/2012 Servizio Ambiente Centro Idea - Partecipazione CATALOGO OFFERTA FORMATIVA DEL CEA CENTRO IDEA Anno scolastico 2011/2012 EDUCARE ALLA SOSTENIBILITA Viale Alfonso I d Este 17-44123 Ferrara Tel. 0532 744670

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'USO DEI PARCHI E DEI GIARDINI DI PROPRIETA' COMUNALE

REGOLAMENTO PER L'USO DEI PARCHI E DEI GIARDINI DI PROPRIETA' COMUNALE REGOLAMENTO PER L'USO DEI PARCHI E DEI GIARDINI DI PROPRIETA' COMUNALE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 13 del 21.04.2010 Articolo 1. PARCHI E GIARDINI DI PROPRIETA COMUNALE - UBICAZIONE

Dettagli

Piano triennale per l attuazione del piano nazionale scuola digitale

Piano triennale per l attuazione del piano nazionale scuola digitale Piano triennale per l attuazione del piano nazionale scuola digitale Animatore digitale d istituto triennio 2016-2019 docente Scafuto Teresa Premessa Il nostro istituto al fine di sviluppare e di migliorare

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 0 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizio 0. 03 Gestione economica, finanziaria, programmazione, provveditorato e controllo di

Dettagli

PGTU. Il nuovo Piano Generale del Traffico Urbano di Roma. L impegno del Partito Democratico nei territori. Realizzato il 9 dicembre 2014

PGTU. Il nuovo Piano Generale del Traffico Urbano di Roma. L impegno del Partito Democratico nei territori. Realizzato il 9 dicembre 2014 PGTU Il nuovo Piano Generale del Traffico Urbano di Roma L impegno del Partito Democratico nei territori Realizzato il 9 dicembre 2014 nome file: 141209-pgtu-e-pd.ppt 1 Indice 1. Cos è il PGTU 2. PD e

Dettagli

STUDIO DI CONSULENZA SOCIETARIA E TRIBUTARIA CASTELLANO

STUDIO DI CONSULENZA SOCIETARIA E TRIBUTARIA CASTELLANO AREA FISCALE E SOCIETARIA - RISTRUTTURAZIONI AZIENDALI- trasformazioni-fusioni-scissioni-conferimenti- - FISCALITA INTERNAZIONALE - TAX LEGAL - MERGER & ACQUISITION - GESTIONI PATRIMONI - TRUST COMPANY

Dettagli

SICUREZZA E POLIZIA MUNICIPALE

SICUREZZA E POLIZIA MUNICIPALE SICUREZZA STRADALE SICUREZZA E POLIZIA MUNICIPALE Studio di fattibilità interventi infrastrutturali per la sicurezza stradale Presenza agenti negli attraversamenti pedonali aree mercato e scuole Segnalazione

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 32 DEL REGIONE UMBRIA

LEGGE REGIONALE N. 32 DEL REGIONE UMBRIA LEGGE REGIONALE N. 32 DEL 27-04-1990 REGIONE UMBRIA Misure per favorire l' inserimento dei nomadi nella società e per la tutela della loro identità e del loro patrimonio culturale. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE

Dettagli

Accordo per la riqualificazione e lo sviluppo dell ambito della stazione ferroviaria di Crema e dell interscambio modale

Accordo per la riqualificazione e lo sviluppo dell ambito della stazione ferroviaria di Crema e dell interscambio modale Accordo per la riqualificazione e lo sviluppo dell ambito della stazione ferroviaria di Crema e dell interscambio modale C.RE.M.A. 2020 C.rescita RE.sponsabile M.obilità A.mbiente Le strategie: INTERSCAMBIO

Dettagli

Verso il Piano d azione per il Parco Agro paesaggistico metropolitano Gruppo Tematico di Agenda 21

Verso il Piano d azione per il Parco Agro paesaggistico metropolitano Gruppo Tematico di Agenda 21 Verso il Piano d azione per il Parco Agro paesaggistico metropolitano Gruppo Tematico di Agenda 21 MATRICI Sottogruppo Pratiche Agricole Finalità Obiettivi Azioni Attori Tempi Risorse Agricoltura Biologica

Dettagli

CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE POLITICHE DELLA SOSTA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE. giovedì 26 marzo 2015// Centro Studi PIM - Villa Scheibler

CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE POLITICHE DELLA SOSTA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE. giovedì 26 marzo 2015// Centro Studi PIM - Villa Scheibler POLITICHE DELLA SOSTA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE giovedì 26 marzo 2015// Centro Studi PIM - Villa Scheibler 1994-2014: vent anni di sosta Evoluzione della mobilità nella Città di Lodi a cura di Carlo

Dettagli

27_06_2016 IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE

27_06_2016 IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE 27_06_2016 IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE COS È IL PAES Impegno volontario e unilaterale per contribuire al superamento degli obiettivi minimi adottati dalla UE entro il 2020: - riduzione

Dettagli

COMUNE DI CONCORDIA SAGITTARIA CITTA' METROPOLITANA DI VENEZIA BILANCIO DI PREVISIONE

COMUNE DI CONCORDIA SAGITTARIA CITTA' METROPOLITANA DI VENEZIA BILANCIO DI PREVISIONE DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE AG00 AGDE AREA AFFARI GENERALI servizi demografici Totale previsione di competenza 0101 01 Organi istituzionali 1 Servizi istituzionali e generali e di gestione 0101 01 Organi

Dettagli

SETTORE ISTRUZIONE, SPORT, POLITICHE GIOVANILI E COMUNICAZIONE

SETTORE ISTRUZIONE, SPORT, POLITICHE GIOVANILI E COMUNICAZIONE SETTORE ISTRUZIONE, SPORT, POLITICHE GIOVANILI E COMUNICAZIONE Asili nido Scuola materna 12.860,00 11.034,04 85 11.034,04 5.285,10 47 tempestivi Istruzione elementare 20.400,00 18.323,63 89 18.323,63 8.488,24

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra il. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) Comune di Lamezia Terme (CZ)

PROTOCOLLO D INTESA. tra il. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) Comune di Lamezia Terme (CZ) PROTOCOLLO D INTESA tra il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) E Comune di Lamezia Terme (CZ) Progetti di impiego dei beni confiscati alla criminalità

Dettagli

Città di Monopoli URP - Servizi di comunicazione ai cittadini. Programma Triennale delle Opere Pubbliche

Città di Monopoli URP - Servizi di comunicazione ai cittadini. Programma Triennale delle Opere Pubbliche Città di Monopoli URP - Servizi di comunicazione ai cittadini Programma Triennale delle Opere Pubbliche La Giunta Comunale ha adottato lo schema del Programma Triennale delle Opere Pubbliche per il periodo

Dettagli

Bilancio di previsione 2009

Bilancio di previsione 2009 Comune di Sommacampagna Bilancio di previsione 2009 Mercoledì 10 Dicembre 2009 Sala Consiliare di Sommacampagna PREMESSA Il bilancio di previsione del 2009 è un bilancio di fine mandato Sono confermati

Dettagli

I BANDI A FAVORE DEL PATRIMONIO RURALE:

I BANDI A FAVORE DEL PATRIMONIO RURALE: GAL Alta Marca Trevigiana Programma di Sviluppo Locale 2007-2013 I BANDI A FAVORE DEL PATRIMONIO RURALE: Misura 323/a AZIONI 2 3-4 SCADENZA 26 GIUGNO 2012 Misura 323/a AZIONE 2 Recupero, riqualificazione

Dettagli

Servizi sociali e abitativi. Dati riferiti al 2015.

Servizi sociali e abitativi. Dati riferiti al 2015. ASSESSORATO ALLA COMUNITÀ E ALLE FAMIGLIE Servizi sociali e abitativi. Dati riferiti al 2015. Sostegno al reddito e lotta alla povertà - Erogazione di contributi economici per 610.000 (551 nuclei con minori,

Dettagli

Comune di Scaldasole

Comune di Scaldasole MISSIONI, PROGRAMMI E MACROAGGREGATI E - PREVISIONI DI COMPETENZA (Anno 2016) in breve 01 MISSIONE 1 - Servizi istituzionali, generali e di gestione 01 Organi istituzionali 02 Segreteria generale 03 Gestione

Dettagli

Comune di Dairago Piano dei Servizi L.R. 12/05 art. 9 ATTREZZATURE DI INTERESSE COLLETTIVO - AIC

Comune di Dairago Piano dei Servizi L.R. 12/05 art. 9 ATTREZZATURE DI INTERESSE COLLETTIVO - AIC ATTREZZATURE DI INTERESSE - AIC SCHEDA AIC 1 Attrezzatura socio-assistenziale - centro anziani... 1 SCHEDA AIC 2-3-4-5 Municipio Biblioteca Comando Polizia Locale - sede del Corpo Bandistico... 2 SCHEDA

Dettagli

La nostra casa comune

La nostra casa comune La nostra casa comune Che cosa può fare la politica locale per migliorare le condizioni ambientali? Quali risorse può mettere in campo per sensibilizzare i cittadini al benessere comune? Ecologia L ecologia,

Dettagli

QUADRO DI SINTESI PER CATEGORIE DI OPERE

QUADRO DI SINTESI PER CATEGORIE DI OPERE PROGRAMMAZIONE TRIENNALE 2004/ Scheda 1 QUADRO DI NTE PER CATEGORIE DI OPERE TIPOLOGIA DI INTERVENTO (TABELLA 1) Codice CATEGORIE DI OPERE (TABELLA 2) Codice FINALITA' E RISULTATI ATTE Fabbisogno espresso

Dettagli

Gli interventi connessi al turismo

Gli interventi connessi al turismo Proposta Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 Gli interventi connessi al turismo 26 novembre 2014 Euromeeting 2014 28/11/14 1 MISURE DIRETTAMENTE CONNESSE 6.4.1 DIVERSIFICAZIONE DELLE AZIENDE AGRICOLE

Dettagli

Fonte: Val Seriana. Dalla valle del tessile a quella dei supermercati di Matteo Gaddi

Fonte: Val Seriana. Dalla valle del tessile a quella dei supermercati di Matteo Gaddi L assetto morfologico del territorio di albino mette in evidenza alcune emergenze significative sia dal punto di vista funzionale che architettonico, tali da costituire un sistema di riferimento e di identità

Dettagli

Scheda di Sintesi Intervento

Scheda di Sintesi Intervento COMUNE DI CASERTA DOCUMENTO DI ORIENTAMENTO STRATEGICO ALLEGATO 5) Scheda di Sintesi Intervento Codice dell intervento : HS 2.4 SEZIONE I: IDENTIFICAZIONE DELL INTERVENTO TITOLO PROGETTO: PROGRAMMA REGIONALE

Dettagli

COMUNE DI QUARTO D ALTINO CITIZEN SATISFACTION 2009

COMUNE DI QUARTO D ALTINO CITIZEN SATISFACTION 2009 COMUNE DI QUARTO D ALTINO CITIZEN SATISFACTION 2009 IL CAMPIONE Chi è stato intervistato? Campione rappresentativo dell universo di riferimento pari a 400 cittadini maggiorenni estratti casualmente Il

Dettagli

, ,00

, ,00 Interventi urgenti per il risanamento della viabilità cittadina lotto III 10.000.000,00 È prevista la riqualificazione della viabilità dell'intero territorio comunale Interventi urgenti per il risanamento

Dettagli

Gli archivi amministrativi per il calcolo degli indicatori specifici nel Bes delle province

Gli archivi amministrativi per il calcolo degli indicatori specifici nel Bes delle province Gli archivi amministrativi per il calcolo degli indicatori specifici nel Bes delle province Paola D Andrea - Ufficio Statistica della Provincia di Pesaro e Urbino Cuspi Coordinamento degli Uffici di Statistica

Dettagli

Convegno: la rigenerazione delle aree dismesse Avv. Federico Vanetti DLA Piper Milano - AUDIS 2 dicembre 2009

Convegno: la rigenerazione delle aree dismesse Avv. Federico Vanetti DLA Piper Milano - AUDIS 2 dicembre 2009 Incentivi per il recupero dei brownfields: possibilità di scomputare i costi di bonifica dagli oneri di urbanizzazione Convegno: la rigenerazione delle aree dismesse Avv. Federico Vanetti DLA Piper Milano

Dettagli

Capitolo 10. Stima delle aree fabbricabili

Capitolo 10. Stima delle aree fabbricabili Capitolo 10 Stima delle aree fabbricabili 10.1 Stima delle aree fabbricabili Per area edificabile (o fabbricabile) si intende una porzione di terreno atta alla costruzione di un fabbricato civile o industriale.

Dettagli

Revisione degli indicatori di realizzazione e di risultato approvata dal CdS. PON FESR Ambienti per l apprendimento

Revisione degli indicatori di realizzazione e di risultato approvata dal CdS. PON FESR Ambienti per l apprendimento Revisione degli indicatori di realizzazione e di risultato approvata dal CdS Nota apertura procedura scritta: Prot./AOODGAI/3694 del 20 marzo 2012 Nota chiusura procedura scritta: Prot./AOODGAI/6117 dell

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE ALLEGATO N. 9 al D. Lgs. 118/2011. (art. 11, c. 1 lett. a) e c. 3)

BILANCIO DI PREVISIONE ALLEGATO N. 9 al D. Lgs. 118/2011. (art. 11, c. 1 lett. a) e c. 3) DI PREVISIONE 2016-2018 ALLEGATO N. 9 al D. Lgs. 118/2011 (art. 11, c. 1 lett. a) e c. 3) ELENCO DEI PRO PETTI CONTENUTI NELL ALLEGATO 9 AL D. LG. 118/2011 9/1 - DI PREVISIONE - PROSPETTO DELLE ENTRATE

Dettagli

Enti locali e politiche per la sostenibilità 29 novembre 2011 Trento

Enti locali e politiche per la sostenibilità 29 novembre 2011 Trento Enti locali e politiche per la sostenibilità 29 novembre 2011 Trento La carta Audis ed il progetto Eco Quartieri www.gbcitalia.org Obiettivi della proposta Ecoquartieri Riequilibrare i centri urbani restituendogli

Dettagli

La percezione della sicurezza stradale. Novembre 2015

La percezione della sicurezza stradale. Novembre 2015 La percezione della sicurezza stradale Novembre 2015 Metodologia 2 Universo di riferimento Cittadini italiani Numerosità campionaria Mille, disaggregati per sesso, età ed area di residenza Margine di errore

Dettagli

L'accesso è libero tanto agli Enti pubblici che ai privati, con un aiuto, a seconda dei casi, che varia fra l'80% ed il 100 %.

L'accesso è libero tanto agli Enti pubblici che ai privati, con un aiuto, a seconda dei casi, che varia fra l'80% ed il 100 %. Con la presente comunico, sperando di fare cosa gradita, che da parte della Regione Liguria è stato dato avvio alle procedure di presentazione delle domande di aiuto e pagamento relative alla Misura 216

Dettagli

INTESA PER L INTEGRAZIONE DELLE POLITICHE TERRITORIALI. Conferenza di presentazione

INTESA PER L INTEGRAZIONE DELLE POLITICHE TERRITORIALI. Conferenza di presentazione INTESA PER L INTEGRAZIONE DELLE POLITICHE TERRITORIALI Conferenza di presentazione Parma, 16 aprile 2009 Il DUP e la Politica Regionale Unitaria 2007-2013 Una sintesi di diverse programmazioni: europee,

Dettagli

COMUNE DI MONTECORICE

COMUNE DI MONTECORICE Questionario n. 1 Famiglie e Cittadini 1 COMUNE DI MONTECORICE PIANO URBANISTICO COMUNALE CONSULTAZIONI PER LA DEFINIZIONE CONDIVISA DEGLI OBIETTIVI E DELLE SCELTE STRATEGICHE DELLA PIANIFICAZIONE PER

Dettagli