Candidato Sindaco Virginia Raggi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Candidato Sindaco Virginia Raggi"

Transcript

1 Programma del Movimento 5 Stelle per il XII Municipio di Roma Elezioni Amministrative 2016 Candidato alla Presidenze del Consiglio Municipale Silvia Crescimanno Candidato Sindaco Virginia Raggi

2 Programma del Movimento 5 Stelle per il XII Municipio di Roma Elezioni Amministrative 2016 Il Municipio XII si estende per oltre 73 kmq e conta una popolazione di circa 143 mila abitanti. Il territorio comprende i quartieri di Monteverde (vecchio e nuovo), Porta Portese, Bravetta, Pisana, Colle Aurelio, Massimina e Castel di Guido, fino a toccare una parte del territorio di Maccarese. È caratterizzato dalla presenza di importanti Ville storiche, prima fra tutte Villa Pamphili, nonché da uno dei mercati più grandi e famosi d'europa, Porta Portese, il cui quartiere omonimo rappresenta la porta di accesso al centro di Roma. Punto focale del Municipio è il Forte Bravetta, luogo simbolo della Resistenza romana e patrimonio da tutelare e valorizzare. Il XII Municipio è famoso anche per la presenza, all'interno del suo territorio, dell' ex discarica di Malagrotta. Di seguito le nostre proposte per le Elezioni Amministrative 2016 al XII Municipio. TRASPARENZA AMMINISTRATIVA La trasparenza amministrativa deve essere uno dei fiori all'occhiello di una buona Amministrazione. I cittadini hanno il diritto di essere parte attiva dell'istituzione municipale, e di poter accedere liberamente alla consultazione di tutti gli atti prodotti dall'istituzione stessa. È altresì fondamentale restituire trasparenza all'interno dei bandi pubblici. 1. Pubblicazione sul sito istituzionale del Municipio XII di bilanci, verbali di Giunta, verbali di Commissione e di Consiglio, convocazione e relativi ordini del giorno delle commissioni consiliari. Streaming dei Consigli e delle commissioni consiliari. 2. Bandi pubblici trasparenti. 3. Censimento e pubblicazione sul sito istituzionale di aree, immobili, suoli, di proprietà del Municipio. 4. Bilancio partecipato e tavoli di concertazione con i cittadini per l'individuazione delle priorità del territorio. SPENDING REVIEW Una corretta gestione municipale non può prescindere da un'opera di riduzione delle spese, al fine di potenziare i servizi offerti garantendo maggiori risorse ove necessario. Una ridistribuzione delle risorse non potrà che migliorare la qualità della vita dei cittadini, che potranno usufruire di servizi pubblici attualmente carenti anche per la mancanza di fondi. 1. Trasferimento della sede municipale, attualmente ospitata presso una sede privata al costo di 643 mila euro annui, in una sede pubblica. LAVORI PUBBLICI Il Municipio ha il compito di garantire la corretta manutenzione delle strade del territorio, delle scuole e degli altri edifici pubblici, nonché la fruizione degli spazi da parte dei soggetti diversamente abili, mediante la completa rimozione delle barriere architettoniche. E' necessario porre particolare attenzione alla manutenzione della segnaletica orizzontale e verticale, all'illuminazione pubblica,al decoro e alla pulizia dei quartieri, nonché al monitoraggio degli interventi effettuati sul territorio. Bisognerà altresì provvedere ad un censimento delle strade per poter acquisire quelle non ancora iscritte a patrimonio, nonché mettere in atto interventi di bonifica dell'amianto presente presso gli edifici scolastici.

3 LAVORI PUBBLICI DECORO E ARREDO URBANO 1. Rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale. 2. Monitoraggio del sistema di illuminazione. 3. Strade e marciapiedi più puliti. 4. Controllo e sanzioni sulle affissioni abusive e sull'imbrattamento dei muri e degli edifici pubblici. MANUTENZIONE STRADE 1. Rifacimento del manto stradale, dei marciapiedi e dei cigli stradali ove necessario. 2. Pulizia regolare e programmata delle caditoie e dei tombini. 3. Monitoraggio e controllo degli interventi effettuati e sanzioni per le ditte in caso di lavori effettuati in maniera non adeguata. 4. Mappatura e censimento delle strade e acquisizione di quelle non ancora iscritte a patrimonio. MANUTENZIONE SCUOLE ED EDIFICI PUBBLICI 1. Interventi di bonifica dell'amianto presente negli edifici scolastici e negli edifici pubblici 2. Coordinamento del Municipio con gli organi competenti per il monitoraggio e la mappatura dell'amianto presente sul territorio. 3. Manutenzione ordinaria e straordinaria, sicurezza degli edifici. 4. Restituzione di una scuola media al quartiere Bravetta. RIMOZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE 1. Realizzazione di scivoli nei marciapiedi che ne sono attualmente privi. 2. Supervisione da parte della Polizia Locale al fine di mantenere tali scivoli praticabili mediante sanzioni amministrative per gli automobilisti che ne impediscono il passaggio. URBANISTICA Il territorio del Municipio XII ha subito, negli anni, numerosi interventi urbanistici che ne hanno molto spesso deturpato il paesaggio. Occorre quindi ribadire un fermo no ad ogni tipo di speculazione edilizia ed è necessario monitorare gli interventi urbanistici, al fine di renderli razionali e funzionali alla pubblica utilità e alla vita quotidiana dei cittadini. 1. No alle speculazioni edilizie. 2. Monitoraggio sulla realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria all'interno dei Piani di Zona. 3. Completamento delle opere incompiute all'interno del Municipio XII, come il PUP 308 (ex Parco Ghetanaccio) e il parcheggio di via Donna Olimpia. 4. Monitoraggio dei lavori di riconversione dell'ex Residence Bravetta. 5. Monitoraggio sul destino dell'ex Ospedale Forlanini, per scongiurare speculazioni edilizie e svendita del patrimonio pubblico. 6. Studio di fattibilità per la realizzazione di isole pedonali. VERDE PUBBLICO, AMBIENTE E RIFIUTI Il territorio del Municipio XII è caratterizzato da un consistente patrimonio paesaggistico che si estende dal centro alla periferia e che necessita di essere tutelato e valorizzato. La cura del verde non può prescindere, inoltre, da un attento monitoraggio del rischio idrogeologico e dalle corrette pratiche di raccolta differenziata e riduzione dei rifiuti. Una particolare attenzione sarà data, inoltre, all'inquinamento elettromagnetico sul territorio.

4 VERDE PUBBLICO, AMBIENTE E RIFIUTI 1. Monitoraggio alberature a rischio, ripiantumazione ove necessario, programmazione delle potature 2. Rigenerazione delle aree verdi in stato di abbandono. 3. Realizzazione di orti urbani gestiti dai cittadini. 4. Rifinanziamento per i lavori di riqualificazione di Largo Forlanini. 5. Prosecuzione del progetto MAVGA ( Monitoraggio Ambientale Valle Galeria). 6. Tutela Valle dei Casali. 7. Realizzazione dell'isola ecologica, individuazione di punti di raccolta per l'olio esausto. 8. Delocalizzazione delle stazioni radio base( SRB) che non rispettano la distanza minima da siti sensibili imposta dalla normativa vigente. 9. Riqualificazione del bosco di Massimina e dell' area verde del Forte Bravetta. 10. Nuova vita alle Ville storiche del territorio, Villa Pamphili e Villa Flora. 11. Valorizzare e restituire decoro presso la Tenuta di Castel di Guido. 12. Educazione ad una corretta raccolta differenziata e alla riduzione dei rifiuti. 13. Presa in carico, da parte del Municipio, della gestione del parco di via G. Vanni. 14. Studio e monitoraggio delle aree maggiormente interessate dal rischio idrogeologico, in particolare la Collina Ugo Bassi e via G. Solari. TRASPORTI PUBBLICI E MOBILITA' SOSTENIBILE Per migliorare il nostro Municipio occorre superare prima di tutto il divario che esiste tra i quartieri più centrali e quelli più periferici, garantendo a tutto il territorio un adeguato ed efficiente servizio di trasporto pubblico. Particolare attenzione sarà data, inoltre, a tutti i progetti relativi ad una mobilità sostenibile mediante l'utilizzo di mezzi ad inquinamento zero, per una migliore qualità dell'aria e dell'ambiente e per favorire un più virtuoso stile di vita. 1. Collegamento con mezzi pubblici delle aree più periferiche del Municipio XII, in particolare Colle Aurelio, Largo Quaroni e Massimina. 2. Realizzazione di percorsi ciclabili interconnessi tra loro e volti al raggiungimento di stazioni ferroviarie. e punti maggiormente frequentati dai cittadini, dotazione di rastrelliere per la sosta delle biciclette. Sostegno ai progetti di Bike Sharing e Scooter Sharing. 3. Potenziamento del servizio Piedibus. 4. Elaborazione del PGTU ( Piano Generale del Traffico Urbano) a livello municipale, per lo studio di una più razionale viabilità. 5. Realizzazione di Zone a 30 dotate di dissuasori di velocità per garantire maggiore sicurezza in particolare nei pressi di siti scolastici. 6. Lotta alla sosta selvaggia. POLITICHE SOCIALI Il Municipio ha il dovere di garantire un'adeguata ed efficiente assistenza alle fasce più deboli, mediante l'espletamento di servizi atti a migliorare la qualità della vita dei suoi utenti. Un governo responsabile tutela e protegge i propri cittadini combattendo l'isolamento sociale in tutte le sue forme e istituendo una rete efficiente di collaborazione tra le Istituzioni, le associazioni territoriali e le Forze dell'ordine, anche in relazione all'emergenza abitativa. 1. Nessuno deve rimanere indietro. Lotta al degrado sociale e all'isolamento. 2. Promozione di incontri e dibattiti per favorire l inclusione sociale. 3. Coordinamento del Municipio con le associazioni territoriali che operano nel settore dei servizi sociali.

5 4. Emergenza abitativa, istituzione di una tavolo tecnico con gli organi competenti per individuare le soluzioni più idonee al fine di garantire il diritto alla casa. 5. Abbattimento liste di attesa per i servizi sociali. 6. Potenziamento del servizio di assistenza domiciliare. 7. Promozione del diritto allo sport per gli utenti diversamente abili e per gli utenti indigenti. 8. Campagne di sensibilizzazione rivolte ad adulti e bambini relativamente all'educazione alimentare, alla lotta al bullismo e al cyber bullismo, alla violenza di genere. 9. Interventi in favore delle donne vittime di violenza, in stretta collaborazione con le Forze dell'ordine e le associazioni che operano nel settore. ASILI NIDO E SCUOLE DELL'INFANZIA Un Municipio responsabile deve essere in grado di garantire a tutti i cittadini un servizio pubblico efficiente. E' necessario quindi abbattere le liste di attesa per gli asili nido e le scuole materne, rendere attive e aperte al pubblico le strutture già completate, e contestualmente portare avanti i lavori negli edifici ancora in costruzione. 1. Abbattimento liste di attesa nidi e scuole dell'infanzia. 2. Apertura dell'asilo nido di Via Bettoni, via F. Aquilanti e scuola dell'infanzia di Via G. Ponti. Completamento dei lavori e apertura dell'asilo nido di Via L. Moretti. CULTURA E SPORT Il XII Municipio presenta un notevole patrimonio storico culturale, che necessita di essere preservato, valorizzato e messo a disposizione dei suoi abitanti. Allo stesso tempo è necessario incrementare e favorire l'accesso allo sport da parte di tutti i cittadini, tramite strutture pubbliche adeguate dislocate sul territorio. 1. Valorizzazione del patrimonio culturale presente nel Municipio. 2. Iniziative culturali presso il Forte Bravetta e la Tenuta di Castel di Guido. 3. Tutela e riqualificazione dell'area storica di Porta Portese, in particolare nell'area dell'arsenale Pontificio. 4. Sostegno alle iniziative e ai progetti di artisti e a istituzioni operanti nel territorio. 5. Individuazione e riqualificazione di spazi pubblici da affidare in concessione temporanea e gratuita ad associazioni non a scopo di lucro e comitati che operano nel XII Municipio. 6. Espletamento del bando per l'affidamento e la gestione dell'impianto sportivo di Via del Balzaretto 7. Rifinanziamento del progetto relativo alla palestra di via N. Garrone. SICUREZZA E LEGALITA' Un territorio sicuro è quello nel quale il cittadino percepisce di non essere solo. Le Istituzioni hanno il dovere di offrire un servizio efficiente per garantire la sicurezza e il rispetto della legalità da parte di tutti, mediante presidi dislocati sul territorio, anche nelle aree più periferiche. E' necessario inoltre difendere e tutelare il commercio da tutti quei comportamenti che eludono la legalità. 1. Controllo di aree sensibili quali stazioni ferroviarie ( stazione Trastevere, Aurelia e Quattro Venti) e parchi pubblici, mediante presidi di Polizia Locale. 2. Lotta all'abusivismo commerciale tramite controlli sulle rotazioni e sanzioni per i venditori abusivi. 3. Riordino del mercato domenicale di Porta Portese e lotta all'abusivismo. 4. Riqualificazione dell'area del Clivo Portuense. 5. Definizione della destinazione d'uso della Caserma Bellosguardo, e messa in sicurezza dell'area

6 circostante. 6. Ripristino della legalità a Villa Pamphili. 7. Maggiore controllo del territorio da parte della Polizia Locale. 8. Monitoraggio e intervento sul campo di Via della Monachina per il ripristino della legalità, del decoro e della sicurezza. 9. Presidi di sicurezza nelle aree più periferiche, in particolare nella zona di Massimina e Colle Aurelio. MERCATI RIONALI I mercati rionali del territorio rappresentano non solo un punto nevralgico a livello commerciale, ma anche un luogo di aggregazione sociale per l'intera comunità. E' fondamentale riqualificare i mercati esistenti al fine di restituire loro dignità e decoro, nonché salvaguardare i posti di lavoro degli esercenti, che spesso sono tenuti a lavorare in condizioni precarie e malsane. E' altresì urgente intervenire sulla messa in opera dei progetti non ancora avviati e sul completamento di quelli in itinere, nonché sulla realizzazione di mercati saltuari nelle aree più periferiche. 1. Riqualificazione del mercato di San Giovanni di Dio. 2. Realizzazione del mercato Capasso e riqualificazione di Piazza dei Visconti. 3. Intervento sul mercato di via Niccolini e sui banchi di via del Vascello. 4. Spostamento all'interno del Pup 308, così come previsto dal Piano Mercati, dei banchi attualmente dislocati presso Lungotevere degli Artigiani. 5. Regolamentazione del mercato settimanale di via della Massimilla e identificazione di un nuovo sito che possa ospitare un mercato saltuario. 6. Realizzazione di un mercato settimanale nel quartiere di Colle Aurelio. INNOVAZIONE TECNOLOGICA L'innovazione tecnologica ha il compito di snellire e rendere fluida la vita dei cittadini, semplificandone la quotidianità e garantendo lo scambio di informazioni in tempo reale. Un' Amministrazione al passo con i tempi favorisce una più veloce ed efficace comunicazione tra le Istituzioni e i cittadini, offrendo loro un orientamento relativo anche al mondo del lavoro. 1. Destinazione di uno spazio della sede municipale o altra sede comunale presente nel nostro municipio, per realizzare un'area Coworking dotata di WiFi libero, bacheca annunci, corsi di formazione finanziati dal Comune di Roma, seminari dedicati al mondo del lavoro, imprenditoria, Microcredito. 2. Creazione di app per favorire lo scambio di informazioni tra il cittadino e il Municipio. DIRITTI DEGLI ANIMALI Un Municipio attento alle esigenze dei suoi cittadini non puo' non tenere conto anche dei diritti degli animali e della tutela della biodiversità presente sul territorio. E' necessario garantire quindi interventi specifici affinchè venga favorita una serena convivenza delle diverse specie, e contestualmente sensibilizzare i cittadini al rispetto degli animali e delle loro esigenze. 1. Tutela della fauna sinantropa e sensibilizzazione al rispetto degli animali e alla prevenzione del randagismo con iniziative presso le scuole del territorio. 2. Realizzazione di aree cani recintate e attrezzate. Programma del Movimento 5 Stelle per il XII Municipio di Roma Elezioni Amministrative 2016

descizione attività centro di costo

descizione attività centro di costo PEG 204 AREA ORGANIZZATIVA Polizia Locale CENTRO DI COSTO POLIZIA 3.0 RIF PROGRAMMA RRpp 8.05.0 RESPONSABILE DI SERVIZO Vincenzo Cannarozzo descizione attività centro di costo La Polizia Locale costituisce

Dettagli

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI LETTERA AI CITTADINI Cari concittadini, il presente lavoro è redatto per approfondire la conoscenza degli interventi previsti

Dettagli

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità

AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità «Decentramento e Municipalità: i casi di Bologna, Napoli, Roma»

Dettagli

COMUNE DI EMPOLI PROGRAMMA PLURIENNALE DEGLI INVESTIMENTI 2005-2007

COMUNE DI EMPOLI PROGRAMMA PLURIENNALE DEGLI INVESTIMENTI 2005-2007 COMUNE DI EMPOLI PROGRAMMA PLURIENNALE DEGLI INVESTIMENTI 2005-2007 Programma 1 SERVIZI GENERALI Acquisto II tranche vecchio ospedale per attività comunali e circondariali mutuo 594.000 Acquisto III tranche

Dettagli

PROGETTO Decora il tuo quartiere giocando

PROGETTO Decora il tuo quartiere giocando PROGETTO Decora il tuo quartiere giocando Presentazione L Associazione Culturale Vivere In, operante nel territorio del Municipio Roma XII del Comune di Roma, intende realizzare un Progetto Pilota in collaborazione

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009. Sommario

MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009. Sommario REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009 1º SUPPLEMENTO ORDINARIO Sommario Anno XXXIX - N. 89 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - 45% - art. 2, comma 20/b -

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

Premessa percorso municipale, Conferenza Urbanistica Cittadina, Carta dei valori municipali parte generale schede progetto

Premessa percorso municipale, Conferenza Urbanistica Cittadina,  Carta dei valori municipali parte generale  schede progetto Premessa Il percorso municipale, che porterà alla Conferenza Urbanistica Cittadina, prevede la raccolta dei materiali progettuali, riguardanti tutta l area municipale, da acquisire nel corso delle riunioni

Dettagli

epart la Soluzione che avvicina la PA ai Cittadini Ing. Alberto Muritano Founder & CEO di Posytron

epart la Soluzione che avvicina la PA ai Cittadini Ing. Alberto Muritano Founder & CEO di Posytron epart la Soluzione che avvicina la PA ai Cittadini Ing. Alberto Muritano Founder & CEO di Posytron Il Social Network dei Cittadini che Partecipano + La Soluzione gestionale in Cloud per le PA locali Ing.

Dettagli

Comitato di Quartiere Monteverde Nuovo

Comitato di Quartiere Monteverde Nuovo Comitato di Quartiere Monteverde Nuovo Bus, Tram, Treni FS, e Ferrovie inerenti il XII Municipio La tabella in allegato dettaglia le 48 linee di bus diurne, le 5 notturne, l unico tram e le 4 ferrovie

Dettagli

TITOLARIO MUNICIPIO CON UFFICIO UNICO ENTRATE

TITOLARIO MUNICIPIO CON UFFICIO UNICO ENTRATE 1 Per La definizione dei Titoli si è fatto riferimento alle competenze delegate ai Municipi da parte del Consiglio Comunale prendendo come riferimento il Regolamento del Decentramento Amministrativo nel

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici IV Incontro di ascolto in Zona 1 CAM Falcone e Borsellino - corso Garibaldi, 27 24 settembre 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici IV Incontro di ascolto in Zona 1 CAM Falcone e Borsellino - corso Garibaldi, 27 24 settembre 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici IV Incontro di ascolto in Zona 1 CAM Falcone e Borsellino - corso Garibaldi, 27 24 settembre 2015 All incontro hanno preso parte 34 persone, di cui 19 donne e

Dettagli

TANTI QUARTIERI, UNA CITTÀ ARACELI SAN FRANCESCO SANT ANDREA

TANTI QUARTIERI, UNA CITTÀ ARACELI SAN FRANCESCO SANT ANDREA TANTI QUARTIERI, UNA CITTÀ ARACELI SAN FRANCESCO SANT ANDREA INDICAZIONI UTILI PER LA LETTURA DELLE SCHEDE La scheda è divisa in due parti. Nella prima parte sono elencati gli interventi realizzati nei

Dettagli

Municipio Roma XVI U.O.A. Il Dirigente

Municipio Roma XVI U.O.A. Il Dirigente Municipio Roma XVI U.O.A. Il Dirigente AVVISO PUBBLICO PER L ORGANIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONI SOCIO-CULTURALI- COMMERCIALI E MERCATINI DI NATALE SU AREE PUBBLICHE ANNO 2011 E intendimento del Municipio

Dettagli

IL VERDE PUBBLICO A CATANIA MANUTENZIONE, CONDIVISIONE, COINVOLGIMENTO DEI CITTADINI, OPPORTUNITA' MANCATE

IL VERDE PUBBLICO A CATANIA MANUTENZIONE, CONDIVISIONE, COINVOLGIMENTO DEI CITTADINI, OPPORTUNITA' MANCATE IL VERDE PUBBLICO A CATANIA MANUTENZIONE, CONDIVISIONE, COINVOLGIMENTO DEI CITTADINI, OPPORTUNITA' MANCATE IL VERDE PUBBLICO: INDICATORE DI CIVILTA' E FONTE DI OPPORTUNITA' La cura del verde pubblico è

Dettagli

Centro Storico. Gruppo di lavoro G5 - Centro Storico. Programma Politico 2014 2019. Referente gruppo:

Centro Storico. Gruppo di lavoro G5 - Centro Storico. Programma Politico 2014 2019. Referente gruppo: Centro Storico Gruppo di lavoro G5 - Centro Storico Referente gruppo: Angelo Esposto Candidato Portavoce Consigliere angelo2013@outlook.it Membri Gruppo: Patrizio Monarca Lucio Bernetti Leonardo Rinaldi

Dettagli

Bilancio di previzione 2013/2015 - Vincoli di destinazione BILANCIO 2013

Bilancio di previzione 2013/2015 - Vincoli di destinazione BILANCIO 2013 PROVENTI SANZIONI AMMINISTRATIVE CODICE DELLA STRADA CAP. 0301080 Sanzioni amministrative CDS" 300.000,00 CAP. 0301085 Sanzioni amministrative CDS - arretrati" 50.000,00 TOTALE 350.000,00 Importo da vincolare

Dettagli

Programma Amministrativo - Movimento Cinque Stelle Comune di Lacchiarella

Programma Amministrativo - Movimento Cinque Stelle Comune di Lacchiarella Programma Amministrativo - Movimento Cinque Stelle Comune di Lacchiarella Capitoli del programma: 1. Innovazione, trasparenza e ammodernamento dell amministrazione 2. Ambiente, valorizzazione del territorio

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE - ESERCIZIO 2010

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE - ESERCIZIO 2010 Pag. 1 OPERATORI: PO04 LAVORI PUBBLICI OBIETTIVI: POLIZIA MUNICIPALE Attuazione del Servizio di vigilanza stradale, previsione, verifica ed aggiornamenti della segnaletica orizzontale e verticale. Adeguamento

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA Vignate Elezioni Amministrative 25 maggio 2014 PREMESSA Vignate SI Cambia non è solo il nome più o meno originale della lista con cui ci presenteremo

Dettagli

COMUNE DI MALEO PROVINCIA DI LODI

COMUNE DI MALEO PROVINCIA DI LODI COMUNE DI MALEO PROVINCIA DI LODI PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI SUL TERRITORIO COMUNALE DI MALEO (Ai sensi Titolo II del Regolamento Comunale sulla Pubblicità) Approvato con Deliberazione

Dettagli

Domande Domande 1. Sesso F M 2. Età < 10 10-15 15-17 > 17 3. Classe e scuola frequentata 4. In quale zona o frazione abiti? 5. Ti senti sicuro nella città in cui vivi?, sempre Abbastanza Poco

Dettagli

7. CONCLUSIONI E MODALITA DI ATTUAZIONE

7. CONCLUSIONI E MODALITA DI ATTUAZIONE 7. CONCLUSIONI E MODALITA DI ATTUAZIONE Il Comune di Brugherio ha affidato al Centro Studi Traffico di Milano l incarico per la redazione del Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU), che rappresenta

Dettagli

#davvero PROGRAMMA www.tuasaronno.it

#davvero PROGRAMMA www.tuasaronno.it insieme si può fare #davvero AMMINISTRATIVE 2015 PROGRAMMA #davvero Tu@saronno Tu@Saronno nasce all inizio del 2009 come vera realtà civica e ha come unico riferimento ideologico la Costituzione della

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici II Incontro di ascolto in Zona 5 presso CAM Via Verro 87 9 settembre 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici II Incontro di ascolto in Zona 5 presso CAM Via Verro 87 9 settembre 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici II Incontro di ascolto in Zona 5 presso CAM Via Verro 87 9 settembre 2015 All incontro hanno preso parte 31 persone, di cui 18 donne e 13 uomini, tutti molto

Dettagli

Presentazione della richiesta per la realizzazione di interventi di riqualificazione territoriale e di adeguamento del sistema della mobilità

Presentazione della richiesta per la realizzazione di interventi di riqualificazione territoriale e di adeguamento del sistema della mobilità Presentazione della richiesta per la realizzazione di interventi di riqualificazione territoriale e di adeguamento del sistema della mobilità connessi alla realizzazione di un intervento a carattere commerciale

Dettagli

Luogo residenza prov. c.a.p. Indirizzo n. Tel. Fax e-mail

Luogo residenza prov. c.a.p. Indirizzo n. Tel. Fax e-mail Al dirigente del sesto settore del Comune di Termini Imerese Oggetto: Richiesta modifica temporanea della disciplina vigente di circolazione o di sosta. Cognome nome Luogo di nascita Data di nascita Luogo

Dettagli

C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O

C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O Q U E S T I O N A R I O C O N O S C I T I V O P A R T E C I P A Z I O N E

Dettagli

IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO

IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO Popolazione/Inhabitants 1,800,000 1,700,000 1,600,000 1,500,000 1,400,000 1,300,000 1,200,000 1,100,000 1,000,000 Residenti a Milano

Dettagli

Primo Incontro di ascolto in Zona 2

Primo Incontro di ascolto in Zona 2 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Primo Incontro di ascolto in Zona 2 Cascina Cattabrega,via Trasimeno 49 20 luglio 2015 All incontro hanno preso parte 36 persone. I partecipanti sono stati 25

Dettagli

COMUNE DI NOVARA Mappa strategica 2012-2014 PROGRAMMI LA CITTA SICURA E SERENA LA CITTA SI PRENDE CURA DELLA CITTA LA SCUOLA CASA APERTA PER TUTTI

COMUNE DI NOVARA Mappa strategica 2012-2014 PROGRAMMI LA CITTA SICURA E SERENA LA CITTA SI PRENDE CURA DELLA CITTA LA SCUOLA CASA APERTA PER TUTTI COMUNE DI NOVARA Mappa strategica 2012-2014 PROGRAMMI L AMMINISTRAZION E SEMPLICE E PARTECIPATA LA CITTA CHE SI MUOVE LA CITTA SICURA E SERENA LA CITTA PER IL TEMPO LIBERO LA CITTA CHE GUARDA AL FUTURO:

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici I Incontro di ascolto in Zona 3 presso Circolo ACLI Milan Noeuva, via Pascoli 4 22 luglio 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici I Incontro di ascolto in Zona 3 presso Circolo ACLI Milan Noeuva, via Pascoli 4 22 luglio 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici I Incontro di ascolto in Zona 3 presso Circolo ACLI Milan Noeuva, via Pascoli 4 22 luglio 2015 All incontro hanno partecipato 40 persone registrate (più alcuni

Dettagli

PROGRAMMA GENERALE DELLE OPERE PUBBLICHE del triennio 2011-2013

PROGRAMMA GENERALE DELLE OPERE PUBBLICHE del triennio 2011-2013 scheda 1 Quadro dei lavori e degli interventi necessari sulla base del programma del Sindaco Importo complessivo Eventuale OGGETTO DEI LAVORI di spesa dell'opera finanziaria Realizzazione nuovo accesso

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL BILANCIO PARTECIPATO 2015. Capo I - Disposizioni generali

REGOLAMENTO COMUNALE DEL BILANCIO PARTECIPATO 2015. Capo I - Disposizioni generali Comune di c Caronno Pertusella Provincia di Varese Iniziativa del Sindaco di Caronno Pertusella coordinata da Marco Giudici: Assessore Bilancio, Tributi, Attività Economiche Produttive, Tempo Libero. REGOLAMENTO

Dettagli

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA COMUNE DI GENOVA P.O.R. LIGURIA (2007-2013) ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE PROPONENTE GENOVA PROGETTO INTEGRATO SAMPIERDARENA I Progetti Integrati nel

Dettagli

LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI

LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI Il bilancio di previsione si articola in Programmi che corrispondono ai grandi temi di attività di cui il comune si occupa. Ogni programma è suddiviso

Dettagli

Cinque anni passati e la sfida per i cinque anni futuri

Cinque anni passati e la sfida per i cinque anni futuri Cinque anni passati e la sfida per i cinque anni futuri E un resoconto ampio quello che attiene ai cinque anni (2009-2013) della prima amministrazione guidata da Paolo Lucchi, così come è dettagliato il

Dettagli

COMUNE DI ORTONA Pagina 1

COMUNE DI ORTONA Pagina 1 COMUNE DI ORTONA Pagina 1 1 Titolo I - spese correnti 101 funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 10101 organi istituzionali, partecipazione e decentramento 1010102 acquisto di

Dettagli

ARGOMENTI PROPOSTI. - Progettazione per lotti e fruibilità progressiva

ARGOMENTI PROPOSTI. - Progettazione per lotti e fruibilità progressiva Municipio 1 Centro Est Caserma Gavoglio, una rigenerazione urbana di interesse del quartiere e della città: esame delle principali tematiche 20 giugno 2015, dalle ore 09:30 alle ore 13:30, Scuola Duca

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014 TERRITORIO Potenziamento delle strutture sul territorio : Realizzazione di progetti ex novo e di ristrutturazione affiancati da richieste di assegnazione di fondi europei,

Dettagli

PREMESSA Piano Strutturale

PREMESSA Piano Strutturale PREMESSA il Comune ha avviato la procedura di revisione ed aggiornamento del Piano Strutturale, il documento che disegna il futuro del territorio, sia per il suo sviluppo, sia per la sua tutela. Per permettere

Dettagli

Varie. Suggerimenti forniti di competenza del Corpo dei Vigili Urbani

Varie. Suggerimenti forniti di competenza del Corpo dei Vigili Urbani Nella seguente tabella sono inoltre trascritti i suggerimenti/indicazioni più significative in quanto utili sia per l individuazione di punti di debolezza nei processi in esame, sia quale feedback per

Dettagli

Quartiere San Donato

Quartiere San Donato Quartiere San Donato P.G. N.: 45884/2013 N. O.d.G.:.: 9/2013 Data Seduta : 28/02/2013 Data Pubblicazione :01/03/2013 Data Esecutività : 28/02/2013 Immediatamente Esecutivo Oggetto: LINEE DI INDIRIZZO E

Dettagli

Programma Partito Democratico di Pergine Elezioni amministrative 2009

Programma Partito Democratico di Pergine Elezioni amministrative 2009 Secondo noi amministrare una città vuol dire: PENSARE AI BISOGNI DI TUTTI AGIRE IN MODO TRASPARENTE INTRECCIARE RAGIONAMENTI DIVERSI IN UNA SINTESI COMUNE PORSI OBIETTIVI DI BENESSERE SOCIALE LAVORARE

Dettagli

PROGETTO CITTA SICURA: aggiornamento sugli interventi realizzati e su quelli in corso

PROGETTO CITTA SICURA: aggiornamento sugli interventi realizzati e su quelli in corso PROGETTO CITTA SICURA: aggiornamento sugli interventi realizzati e su quelli in corso Il Progetto Città sicura, coerentemente alle delibere regionali di attuazione della L.R. 38/2001, viene aggiornato

Dettagli

Proposta di Riqualificazione Largo Somalia. Comitato Largo Somalia www.largosomalia.org

Proposta di Riqualificazione Largo Somalia. Comitato Largo Somalia www.largosomalia.org Proposta di Riqualificazione Largo Somalia Situazione Attuale nterventi Urgenti Progetto Riqualificazione 2 Via Villa Chigi Via Anerio Via Animuccia Via Capocci Via Martucci Via Mancinelli GARAGE Via Marchetti

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Terzo Incontro di ascolto in Zona 5 ARCI Conca Fallata 15 settembre 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Terzo Incontro di ascolto in Zona 5 ARCI Conca Fallata 15 settembre 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Terzo Incontro di ascolto in Zona 5 ARCI Conca Fallata 15 settembre 2015 All incontro hanno preso parte 31 persone, di cui 15 donne e 16 uomini, tutti molto coinvolti

Dettagli

RISORSE ED OBIETTIVI SUDDIVISI PER TAVOLI TEMATICI Trascrizione degli appunti sulle tavole

RISORSE ED OBIETTIVI SUDDIVISI PER TAVOLI TEMATICI Trascrizione degli appunti sulle tavole RISORSE ED OBIETTIVI SUDDIVISI PER TAVOLI TEMATICI Trascrizione degli appunti sulle tavole 1- PATRIMONIO AMBIENTALE E CULTURALE 1. VILLA BLANC 4 ha di parco e 30.000 mc di edifici, destinati da PRG a Verde

Dettagli

il Comune in comune Carlo Nannetti Programma elettorale di Lastra a Signa un cittadino sindaco Elezioni Amministrative 6-7 giugno 2009

il Comune in comune Carlo Nannetti Programma elettorale di Lastra a Signa un cittadino sindaco Elezioni Amministrative 6-7 giugno 2009 significa governare con i cittadini. La partecipazione democratica è un valore da estendere, perché: il Comune in comune Lastra a Signa Elezioni Amministrative 6-7 giugno 2009 Programma elettorale di Carlo

Dettagli

La rete ciclabile nel quadrante Nord-Est di Roma. Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2013

La rete ciclabile nel quadrante Nord-Est di Roma. Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2013 La rete ciclabile nel quadrante Nord-Est di Roma Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2013 La rete ciclabile nel quadrante Nord-Est di Roma 1. L occasione III Municipio: apertura della linea metro

Dettagli

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it Il piano generale di sviluppo 2010-2014 1 Cos è il piano generale di sviluppo Uno degli strumenti di programmazione e di rendicontazione finanziaria di mandato Citato (solamente citato) in due norme sull

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DELLA LISTA

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DELLA LISTA FAR RIVIVERE IL CENTRO DEL PAESE agevolare il transito pedonale su tutto l asse viario elevare il decoro del verde e degli spazi pubblici rinnovare gli arredi urbani. Da molti anni a questa parte le scelte

Dettagli

ANVU ARS NOSTRA VIS URBIS

ANVU ARS NOSTRA VIS URBIS L'ANVU E LA SICUREZZA STRADALE..IDEE PEDALABILI 2012.. RAPOLANO TERME SIENA 27 ottobre 2012 Organizzata dal Bici Club Terre di Siena, si è svolto a Rapolano Terme (SI) un seminario in cui si è discusso

Dettagli

COMUNE DI SCARLINO Provincia di Grosseto

COMUNE DI SCARLINO Provincia di Grosseto COMUNE DI SCARLINO Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MANIFESTAZIONI RICORRENTI Il presente Regolamento ha lo scopo di definire gli ambiti autorizzatori e gli aspetti connotativi

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 6. Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 6. Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Terzo incontro di ascolto in Zona 6 Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16 15 Settembre 2015 Il terzo incontro di ascolto con i cittadini della

Dettagli

Ordinanza Dirigenziale

Ordinanza Dirigenziale Settore Presidenza e comunicazione istituzionale Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo Ordinanza Dirigenziale Raccolta Generale n.7567/2015 del 07/09/2015 Prot. n.225648/2015 del 07/09/2015

Dettagli

SOMMARIO DEGLI INTERVENTI

SOMMARIO DEGLI INTERVENTI L azione della Regione Lazio per la riqualificazione turistica del litorale SOMMARIO DEGLI INTERVENTI La Regione interviene sulla riqualificazione del litorale mediante tre strumenti principali: la Legge

Dettagli

Tratto di ciclabile monodirezionale esistente in sede stradale

Tratto di ciclabile monodirezionale esistente in sede stradale Tratto di ciclabile monodirezionale esistente in sede stradale Separata dal flusso viario, da migliorare con interventi localizzati e mirati sulla segnaletica orizzontale e verticale, posa di manto bituminoso

Dettagli

Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI

Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI AGRICOLTURA COMMERCIO TURISMO ARTIGIANATO In questi anni l Amministrazione Comunale ha portato avanti l azione

Dettagli

Curriculum vitae Informazioni personali. LUOGO E DATA DI NASCITA ROMA, 6 Febbraio 1965

Curriculum vitae Informazioni personali. LUOGO E DATA DI NASCITA ROMA, 6 Febbraio 1965 Curriculum vitae Informazioni personali COGNOME GAUDIO NOME RODOLFO LUOGO E DATA DI NASCITA ROMA, 6 Febbraio 1965 AMMINISTRAZIONE ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA INCARICO ATTUALE Dirigente dell Unità di Gestione

Dettagli

AREA DI RISCHIO Macro Processi Processi Tipologia del procedimenti Valutazione del Rischio. concessione suolo. pubblico permanente.

AREA DI RISCHIO Macro Processi Processi Tipologia del procedimenti Valutazione del Rischio. concessione suolo. pubblico permanente. Catalogo processi, tipologia dei procedimenti e valutazione del rischio area: PROVVEDIMENTI AMPLIATIVI DELLA SFERA GIURIDICA DEI DESTINATARI PRIVI DI EFFETTO ECONOMICO DIRETTO ED IMMEDIATO PER IL DESTINATARIO

Dettagli

DOCUMENTO del gruppo La città accessibile

DOCUMENTO del gruppo La città accessibile DOCUMENTO del gruppo La città accessibile TITOLO DELLA PROPOSTA: Bella e accessibile Follonica /problemi di ieri e di oggi Fino al 1836 poco più di uno stradello collegava il primo forno fusorio, Forno

Dettagli

L ITALIA CHE VERRA SARONNO 2015

L ITALIA CHE VERRA SARONNO 2015 PROGRAMMA DI GESTIONE E GOVERNO DEL COMUNE DI SARONNO DA PARTE DEL GRUPPO L ITALIA CHE VERRA SARONNO 2015 Premesso che il candidato Sindaco del Gruppo L ITALIA CHE VERRA, Luciano Francesco Silighini Garagnani

Dettagli

BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLE AREE DI PARCHEGGIO A PAGAMENTO. Comune di Desio febbraio 2013

BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLE AREE DI PARCHEGGIO A PAGAMENTO. Comune di Desio febbraio 2013 BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLE AREE DI PARCHEGGIO A PAGAMENTO. Comune di Desio febbraio 2013 CONTENUTI DEL NUOVO BANDO La regolamentazione della sosta a pagamento

Dettagli

Acquisto arredamenti e attrezzature reinvestimento quote ammort. 0004 Magnani Fabrizio 500,00 avanzo 500,00 avanzo 13

Acquisto arredamenti e attrezzature reinvestimento quote ammort. 0004 Magnani Fabrizio 500,00 avanzo 500,00 avanzo 13 Funzione 01 - FUNZIONI GENERALI DI AMMINISTRAZIONE GESTIONE E DI CONTROLLO Servizio 101 - Organi Istituzionali Acquisto arredamenti e attrezzature 0001 Moretti Antonella 500,00 avanzo 500,00 avanzo 13

Dettagli

COMUNE DI NAPOLI DIPARTIMENTO AMBIENTE. ORDINANZA SINDACALE Disposizioni urgenti per ridurre le conseguenze dell'emergenza rifiuti I L S I N D A C O

COMUNE DI NAPOLI DIPARTIMENTO AMBIENTE. ORDINANZA SINDACALE Disposizioni urgenti per ridurre le conseguenze dell'emergenza rifiuti I L S I N D A C O COMUNE DI NAPOLI DIPARTIMENTO AMBIENTE ORDINANZA SINDACALE Disposizioni urgenti per ridurre le conseguenze dell'emergenza rifiuti I L S I N D A C O Premesso che: la richiesta di provvedimenti straordinari

Dettagli

La Città dei Bambini di F. Tonucci

La Città dei Bambini di F. Tonucci La Città dei Bambini di F. Tonucci Il progetto "La città dei bambini" nasce a Fano nel maggio 1991. Rifiutando una interpretazione di tipo educativo o semplicemente di supporto ai bambini, il progetto

Dettagli

CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI

CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 7 DEL 27 FEBBRAIO 2007 1 INDICE CAPO I OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

Imprenditorialità e patti per l'occupazione Integrazione sociale e servizi sociali Gestione e miglioramento delle risorse naturali Crotone

Imprenditorialità e patti per l'occupazione Integrazione sociale e servizi sociali Gestione e miglioramento delle risorse naturali Crotone Programma Urban II: 114,8 milioni di per dieci città italiane (Carrara, Caserta, Crotone, Genova, Milano, Misterbianco, Mola di Bari, Pescara, Taranto e Torino) Carrara Il programma riguarda una superficie

Dettagli

9 Destinare le aree inedificate alla creazione di interventi che promuovano l identità e l aggregazione del quartiere.

9 Destinare le aree inedificate alla creazione di interventi che promuovano l identità e l aggregazione del quartiere. SNTESI QUARTIERI CHIAVRIS, PADERNO, MOLIN NUOVO, ANCONA AVVERTENZE GENERALI Si precisa che i report degli incontri della fase di ascolto sono stati elaborati sulla base delle annotazioni che l Ufficio

Dettagli

COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO

COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO MODELLO ORGANIZZATIVO Gnnaio 2015 Giunta Comunal Consiglio Comunal Ufficio di Gabintto Corpo di Polizia Local SINDACO Avvocatura O.I.V. SEGRETARIO GENERALE Gar Contratti Informatica

Dettagli

DI COSA SI TRATTA. Gli obbiettivi: salvaguardare il patrimonio verde costituito da Parco Increa e prevenire ulteriori danni ambientali,

DI COSA SI TRATTA. Gli obbiettivi: salvaguardare il patrimonio verde costituito da Parco Increa e prevenire ulteriori danni ambientali, DI COSA SI TRATTA E un piano che nasce dalla volontà dall Amministrazione Comunale per iniziare a regolamentare e riqualificare la fruizione di Parco Increa, ormai soggetto a continui utilizzi non consoni,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE DISTESE ESTERNE DELLE ATTIVITà IN SEDE FISSA NEL COMUNE DI CASALGRANDE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE DISTESE ESTERNE DELLE ATTIVITà IN SEDE FISSA NEL COMUNE DI CASALGRANDE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE DISTESE ESTERNE DELLE ATTIVITà IN SEDE FISSA NEL COMUNE DI CASALGRANDE Art. 1. CONTENUTI E SCOPO DEL REGOLAMENTO 1. Nell ambito della riqualificazione del centro di

Dettagli

Tavolo: VERDE URBANO

Tavolo: VERDE URBANO Contributi dai cittadini Tavolo: VERDE URBANO 24 0 5 Più verde in città a) Preservare e Aumentare il Verde comune in città. b) Se un albero va tagliato per qualunque motivo automaticamente se ne pianta

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno Sintesi degli incontri di ascolto di Zona 4 Molise Calvairate, Ortomercato Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno spazio di aggregazione, di promozione culturale e di documentazione,

Dettagli

QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA

QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA Scuola Classe Età Sesso. 1. Dove abiti? 2. Come sei venuto oggi a scuola? A piedi In bicicletta In autobus (urbano) In automobile In autobus (extraurbano) Altro.

Dettagli

PRESENTAZIONE CRONOPROGRAMMA DEL SINDACO SULLA SICUREZZA E LA QUALITA DELLA VITA URBANA. (come previsto dalla delibera CC n. 139/23.03.

PRESENTAZIONE CRONOPROGRAMMA DEL SINDACO SULLA SICUREZZA E LA QUALITA DELLA VITA URBANA. (come previsto dalla delibera CC n. 139/23.03. PRESENTAZIONE CRONOPROGRAMMA DEL SINDACO SULLA SICUREZZA E LA QUALITA DELLA VITA URBANA (come previsto dalla delibera CC n. 139/23.03.2015) Di intesa con l atto di indirizzo del Consiglio comunale, l Amministrazione

Dettagli

Programma RiprendiAMOci Faenza del candidato Emanuele Visani sostenuto dal Comitato Faventia

Programma RiprendiAMOci Faenza del candidato Emanuele Visani sostenuto dal Comitato Faventia Programma RiprendiAMOci Faenza del candidato Emanuele Visani sostenuto dal Comitato Faventia LEGALITÀ È SICUREZZA Degrado: STOP ALL ILLEGALITÀ POLIZIA URBANA : Approvazione di un nuovo regolamento, potenziamento

Dettagli

Art. 1 Descrizione dei servizi

Art. 1 Descrizione dei servizi Spett. Società Coop. Sociale FUTURA Via Redipuglia snc 20010 Bareggio (MI) Invio mezzo fax al n. 02.90.27.87.84 Pero, 14.06 2013 Protocollo n. 8601/2013 Oggetto: richiesta presentazione di progetto, finalizzata

Dettagli

progetto obiettivo resp codice obiettivo gestionale indicatori e target

progetto obiettivo resp codice obiettivo gestionale indicatori e target progetto obiettivo resp codice obiettivo gestionale indicatori e target miglioramento della sicurezza 2.01.01 rotatoria XXV Aprile: approvazione progetto esecutivo entro il 30/4/2015, avvio dei lavori

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI SCHEMA PROGRAMMA DEI LAVORI PUBBLICI E OPERE PUBBLICHE PIANO TRIENNALE 2006 2007 2008 ELENCO ANNUALE 2006

SETTORE LAVORI PUBBLICI SCHEMA PROGRAMMA DEI LAVORI PUBBLICI E OPERE PUBBLICHE PIANO TRIENNALE 2006 2007 2008 ELENCO ANNUALE 2006 Comune di Follonica SETTORE LAVORI PUBBLICI il Comune di follonica è certificato ISO 14.001/96 SCHEMA PROGRAMMA DEI LAVORI PUBBLICI E OPERE PUBBLICHE PIANO TRIENNALE 2006 2007 2008 ELENCO ANNUALE 2006

Dettagli

Per una città più sostenibile SEMINARIO NAZIONALE PROGETTO EUROPEO TIDE

Per una città più sostenibile SEMINARIO NAZIONALE PROGETTO EUROPEO TIDE Per una città più sostenibile NUMERI E CRITICITA Congestione: 135 milioni di ore perse = - 1,5 miliardi di euro/anno Sicurezza stradale: 15.782 incidenti 20.670 feriti 154 morti circa 1,3 miliardi di euro/anno

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO -TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 - Principi ed oggetto del regolamento... 3 Art. 2 Definizioni e Normativa

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI. (Artt. 22, 26 e 27 del Codice della Strada Art. 46 del relativo Regolamento di esecuzione)

REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI. (Artt. 22, 26 e 27 del Codice della Strada Art. 46 del relativo Regolamento di esecuzione) REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI (Artt. 22, 26 e 27 del Codice della Strada Art. 46 del relativo Regolamento di esecuzione) Testo Approvato con Deliberazione C.C. n. 151 del 18/12/2004 Modificato

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE LINEE GUIDA TESTO IN BOZZA PRESENTATO AL TAVOLO

PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE LINEE GUIDA TESTO IN BOZZA PRESENTATO AL TAVOLO . COMUNE DI BOLOGNA PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE LINEE GUIDA TESTO IN BOZZA PRESENTATO AL TAVOLO DI PROGRAMMAZIONE PARTECIPATA Pagina 1 Capo 1 : lineamenti generali Art. 1. - Obiettivi

Dettagli

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 Presentazione Programma Amministrativo Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 FILOSOFIA E PRINCIPI ISPIRATORI DELLA LISTA N.1 INSIEME PER DIANO - al servizio della

Dettagli

Progetti per la riduzione del traffico e la mobilità sostenibile

Progetti per la riduzione del traffico e la mobilità sostenibile Seminario L impatto ambientale delle emissioni in atmosfera Progetti per la riduzione del traffico e la mobilità sostenibile Ing. Antonio Mazzon Comune di Palermo 1 FINALITÀ E OBIETTIVI L obiettivo di

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015 Il quarto incontro di ascolto con i cittadini della zona

Dettagli

DIRE IL VERO, FARE SUL SERIO. L IMPEGNO CHE SERVE PER CAMBIARE DAVVERO.

DIRE IL VERO, FARE SUL SERIO. L IMPEGNO CHE SERVE PER CAMBIARE DAVVERO. PROGRAMMA ELETTORALE DEL CANDIDATO SINDACO LORELLA PERETTI E LISTE: PD PER ARZIGNANO, LISTA CIVICA PERETTI SINDACO, NOSTRARZIGNANO E ARZIGNANO AL CENTRO DIRE IL VERO, FARE SUL SERIO. L IMPEGNO CHE SERVE

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO VERBALE RELATIVO AGLI ACCORDI PER LA PROPAGANDA ELETTORALE IN OCCASIONE DELLE ELEZIONI REGIONALI DEL 31 MAGGIO 2015.

COMUNE DI TRIGGIANO VERBALE RELATIVO AGLI ACCORDI PER LA PROPAGANDA ELETTORALE IN OCCASIONE DELLE ELEZIONI REGIONALI DEL 31 MAGGIO 2015. COMUNE DI TRIGGIANO VERBALE RELATIVO AGLI ACCORDI PER LA PROPAGANDA ELETTORALE IN OCCASIONE DELLE ELEZIONI REGIONALI DEL 31 MAGGIO 2015. L anno duemilaquindici il giorno tredici del mese di maggio alle

Dettagli

BASE PROGRAMMATICA DELLA COALIZIONE PER IL RINNOVAMENTO DEL COMUNE DI CIVIDALE DEL FRIULI 2015-2020

BASE PROGRAMMATICA DELLA COALIZIONE PER IL RINNOVAMENTO DEL COMUNE DI CIVIDALE DEL FRIULI 2015-2020 ELEZIONI COMUNALI DI CIVIDALE DEL FRIULI DOMENICA 31 MAGGIO 2015 Candidato Sindaco: MASSIMO MARTINA Liste a sostegno: Partito Democratico Cittadini per Massimo Martina Sindaco Alternativa Libera Cividale

Dettagli

LINEE GUIDA PER L AFFIDAMENTO IN ADOZIONE DI AREE APPARTENENTI AL PATRIMONIO COMUNALE Allegato alla Determina Dirigenziale n. 579 del 10.10.2013.

LINEE GUIDA PER L AFFIDAMENTO IN ADOZIONE DI AREE APPARTENENTI AL PATRIMONIO COMUNALE Allegato alla Determina Dirigenziale n. 579 del 10.10.2013. LINEE GUIDA PER L AFFIDAMENTO IN ADOZIONE DI AREE APPARTENENTI AL PATRIMONIO COMUNALE Allegato alla Determina Dirigenziale n. 579 del 10.10.2013. Indice Articolo 1 - Oggetto Articolo 2 - Affidamento in

Dettagli

cambiare Roma: 2 fasi, un solo obiettivo

cambiare Roma: 2 fasi, un solo obiettivo cambiare Roma: 2 fasi, un solo obiettivo La cosa migliore del futuro è che arriva un giorno alla volta (Abraham Lincoln) la nuova fase dell azione di governo 2 anni per cambiare i modi di governare la

Dettagli

COMUNE DI SAN QUIRICO D ORCIA PROVINCIA DI SIENA

COMUNE DI SAN QUIRICO D ORCIA PROVINCIA DI SIENA COMUNE DI SAN QUIRICO D ORCIA PROVINCIA DI SIENA Regolamento concernente l'uso del suolo pubblico, l'apposizione di insegne, arredi e simili, nonché, per l'installazione d'antenne e parabole ART. 1 - Ambito

Dettagli

COMUNE DI OSNAGO PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI OSNAGO PROVINCIA DI LECCO SETTORE 3 Polizia Locale SETTORE 3 POLIZIA LOCALE RESPONSABILE: Galbusera Gabriele CENTRO DI RESPONSABILITA UFFICIO POLIZIA LOCALE La Polizia Locale agisce quotidianamente con attività di prevenzione e

Dettagli

RISOLUZIONE. Oggetto: Inclusione del Municipio Roma VII nel programma di raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani.

RISOLUZIONE. Oggetto: Inclusione del Municipio Roma VII nel programma di raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani. RISOLUZIONE Oggetto: Inclusione del Municipio Roma VII nel programma di raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani. Premesso che: la Direttiva 2008/98/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del

Dettagli

Preambolo. a) SVILUPPARE L'USO DELLA BICICLETTA QUALE MEZZO DI TRASPORTO ALTERNATIVO AI MEZZI MOTORIZZATI; b) AGEVOLARE IL TRAFFICO CICLISTICO.

Preambolo. a) SVILUPPARE L'USO DELLA BICICLETTA QUALE MEZZO DI TRASPORTO ALTERNATIVO AI MEZZI MOTORIZZATI; b) AGEVOLARE IL TRAFFICO CICLISTICO. REGIONE: PIEMONTE LEGGE REGIONALE 17 APRILE 1990, n. 33 (G.U. n. 040 SERIE SPECIALE N. 3 del 13/10/1990 - BU n. 017 del 24/04/1990) INTERVENTI PER LA PROMOZIONE DELLA BICICLETTA COME MEZZO DI TRASPORTO,

Dettagli