REGOLAMENTO DEL COMITATO DI PARTECIPAZIONE SDS PISANA (ALLEGATO A - VERBALE DEL ) TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO DEL COMITATO DI PARTECIPAZIONE SDS PISANA (ALLEGATO A - VERBALE DEL ) TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI"

Transcript

1 Allegato 2 delib. 3_2011 REGOLAMENTO DEL COMITATO DI PARTECIPAZIONE SDS PISANA (ALLEGATO A - VERBALE DEL ) TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 FINALITA DEL REGOLAMENTO 1. Il presente Regolamento ha lo scopo di assicurare il regolare funzionamento del Comitato di Partecipazione della Società della Salute Zona Pisana (di seguito chiamato Comitato ) istituito ai sensi ai sensi dell art. 71 undecies della LR 40 del 2005 e dell art. 17 dello Statuto della Società della Salute della Zona Pisana (di seguito chiamata SdS ) ART. 2 NOMINA DEL COMITATO 1. il Comitato viene nominato dall Assemblea dei Soci della SdS, fra coloro che hanno presentato domanda di partecipazione e abbiano i requisiti previsti dal bando 2. Il Comitato rimane in carica per l intera durata della validità del Piano Integrato di Salute, al termine del quale l'assemblea dei Soci della SdS può rinnovare il Comitato presente ovvero provvedere alla pubblicazione di un nuovo bando. 3. La presentazione della domanda di iscrizione al Comitato non è soggetta a termine ed è possibile per tutta la durata dello stesso. 4. In caso di adesione al Comitato successiva alla sua istituzione, la relativa adesione deve comunque essere approvata dall Assemblea dei Soci della SdS. 5. Con deliberazione dell Assemblea dei Soci della SdS vengono stabilite le modalità di iscrizione al Comitato. ART. 3 ORGANIZZAZIONE DEL COMITATO 1. Il comitato si avvale per la propria attività del supporto organizzativo e amministrativo della SdS 2. I componenti del Comitato svolgono la propria attività a titolo gratuito. 3. La SdS mette a disposizione del Comitato idonei locali per le riunioni. 4. Il Comitato ha sede presso la sede legale della SdS. 1

2 TITOLO II ORGANI ART 4 ORGANI DEL COMITATO 1. Sono organi DEL COMITATO: L Assemblea; Il/La Presidente; L Esecutivo. ART. 5 L ASSEMBLEA 1. L Assemblea del Comitato è composta dai rappresentanti dei soggetti che abbiano presentato domanda e che siano stati nominati dall Assemblea dei Soci della SdS. 2. L Assemblea esprime le proprie decisioni a maggioranza semplice dei presenti. 3. Il/la Presidente presiede l assemblea e cura la redazione di un verbale di assemblea. 4. Le votazioni avvengono in modo palese e per alzata di mano salvo nel caso in cui ciò implichi un apprezzamento discrezionale su una persona/organizzazione facente parte dell Assemblea e/o una valutazione sull operato da questa svolto 5. Qualora se ne veda l utilità possono essere invitati all assemblea rappresentati di organi di partecipazione afferenti ad altri enti pubblici e /o privati le cui finalità siano coerenti con quelle espresse dalla normativa di livello regionale relativa alle Società della Salute, con i principi espressi nello Statuto della SdS Pisana e con il presente regolamento. ART. 6 IL/LA PRESIDENTE 1. Il/La Presidente del Comitato è eletto/a, in prima istanza, a maggioranza dei 2/3 [arrotondato per difetto] dei componenti e in seconda istanza a maggioranza assoluta dei componenti l Assemblea. 2. Il/la Presidente dura in carica tre anni e può essere revocato con votazione a maggioranza dei componenti. Il Comitato può promuovere azione di revoca del Presidente su mozione che raccolga i 2/3 [arrotondato per difetto] degli iscritti. Entro 15 giorni dalla revoca si deve provvedere alla elezione del/della nuovo/a Presidente. 3. Il/la Presidente non può ricoprire lo stesso incarico per due mandati consecutivi 4. Il/la Presidente rappresenta il Comitato ed assicura il buon andamento dei lavori, convoca l Assemblea del Comitato, redige l ordine del giorno e cura il verbale. 5. Il/la Presidente convoca e presiede l esecutivo. 6. Il/la Presidente è coadiuvato da due vicepresidenti eletti/e tra i membri dell esecutivo che lo/la coadiuvano e, In caso di impedimento, la/lo sostituiscono. 7. Il/la Presidente è invitato/a all Assemblea dei Soci della SdS alla quale partecipa senza diritto di voto; in caso di impedimento vedi art. 6 c.6 del presente regolamento 2

3 ART 7 L ESECUTIVO 1. Il /la presidente è coadiuvato da un esecutivo composto da 8 membri scelti tra i componenti dell Assemblea che abbiano presentato la propria candidatura. L Esecutivo dovrà rappresentare le diverse componenti presenti nel Comitato 2. I membri dell Esecutivo sono eletti/e in prima istanza, a maggioranza dei 2/3 [arrotondato per difetto] dei componenti e in seconda istanza a maggioranza assoluta dei componenti l Assemblea. 3. Il/la Presidente, sentiti i membri dell esecutivo, può organizzare i lavori in maniera assembleare allo scopo di rendere più partecipato il processo decisionale. 4. L esecutivo elegge al proprio interno due vicepresidenti con le funzioni di cui all art. 8 c. 6 del presente regolamento 5. I membri dell esecutivo dopo 3 assenze consecutive non giustificate decadono automaticamente dalla carica. Il/la Presidente convoca l assemblea per le elezioni del membro o dei membri decaduti entro 30 giorni TITOLO III FUNZIONI DEL COMITATO ART. 8 FUNZIONI DEL COMITATO 1. Il comitato è un organismo di partecipazione e consultazione della SdS. 2. Ai sensi dell articolo Art. 71 undecies commi 2 e 3 della LRT n. 40 del 2005 sono compiti del comitato di partecipazione: a) avanzare proposte per la predisposizione degli atti di programmazione e governo generale; b) esprimere parere sulla proposta di PIS e sullo schema di relazione annuale della società della salute entro trenta giorni dal loro ricevimento; c) esprimere pareri sulla qualità e quantità delle prestazioni erogate e sulla relativa rispondenza tra queste ed i bisogni dell utenza, nonché sull efficacia delle informazioni fornite agli utenti e su ogni altra tematica attinente al rispetto dei diritti dei cittadini ed alla loro dignità; d) redigere, anche formulando specifiche osservazioni e proposte, un proprio rapporto annuale sulla effettiva attuazione del PIS e sullo stato dei servizi locali, che è trasmesso agli organi della società della salute, alle organizzazioni sindacali e alle altre parti sociali. 3. Il Comitato ha inoltre il potere di accedere ai dati statistici di natura epidemiologica e di attività che costituiscono il quadro di riferimento degli interventi sanitari e sociali della zona-distretto e richiedere specifiche analisi e approfondimenti al direttore della società della salute. 3

4 ART. 9 MODALITA OPERATIVA DEL COMITATO DI PARTECIPAZIONE 1. Per quanto riguarda le funzioni di cui all art. 8, c. 2, p. a il comitato di partecipazione fa pervenire di norma le proprie proposte per la predisposizione degli atti di programmazione e governo generale all Assemblea dei Soci della SdS entro il mese di Ottobre dell anno precedente a quello per il quale si programma. 2. Per quanto riguarda le funzioni di cui all art. 8, c. 2, p. b il Comitato deve ricevere la Proposta di Piano Integrato di Salute e lo schema di relazione annuale della SdS di norma almeno 30 giorni prima della sua approvazione. 3. Per quanto riguarda le funzioni di cui all art. 8, c. 2, p. d il Comitato trasmette di norma il proprio rapporto annuale sull effettiva attuazione del PIS entro il mese di aprile dell anno successivo a quello cui ci si riferisce e comunque dopo la definizione del bilancio consuntivo da parte della SdS 4. Per quanto riguarda le funzioni di cui all art. 8, c. 2, p. d il Comitato può presentare all Assemblea dei Soci della SdS specifici rapporti nel corso dell anno con l obiettivo di renderli disponibili nel corso delle Agorà della Salute di cui all art. 71 undecies comma 9 della LRT 40/2005 e s.m.i. 5. In particolare, prima della pausa estiva la Consulta del terzo settore, il Comitato di partecipazione e la SdS iniziano a collaborare alla predisposizione dell Agorà della Salute di cui all art. 71 undecies comma 9 della LRT 40/2005 e s.m.i. allo scopo di predisporre elementi conoscitivi per l apertura del successivo ciclo di programmazione. 6. Il materiale prodotto dal Comitato di Partecipazione viene sottoposto alla Presidenza della SdS e alla Direzione della SdS per l opportuno inserimento nell Ordine del Giorno dell Assemblea dei soci. Lo staff della Direzione ne cura la pubblicazione sul sito internet della SdS. ART 10 FUNZIONI DELL' ASSEMBLEA 1. L Assemblea del Comitato si riunisce almeno due volte l anno allo scopo di approvare quanto previsto all Art. 8 c L Assemblea esprime parere rispetto alle proposte di modifica del presente regolamento 3. Qualora 1/3 dei componenti del Comitato ne faccia richiesta scritta, il/la Presidente è tenuto a convocare la seduta. 4. La data di convocazione dell Assemblea del Comitato deve essere comunicata con un preavviso minimo di 7 gg. salvo urgenze che verranno adeguatamente motivate nel verbale e deve contenere: o la data e l ora di convocazione; o il luogo dove è convocata l Assemblea; o l ordine del giorno. ART. 11 ORDINE DEL GIORNO 1. L Ordine del Giorno è predisposto dal Presidente e deve indicare gli argomenti in discussione nella seduta. 2. Qualora 1/3 [arrotondato per difetto] dei componenti del Comitato avanzi richiesta scritta per l inserimento di un argomento all o.d.g., il/la Presidente è tenuto ad aggiungere tale punto all o.d.g. 4

5 ART. 12 REDAZIONE E PUBBLICAZIONE DEI VERBALI 1. La verbalizzazione delle sedute dell assemblea e dell esecutivo è effettuata dal Segretario verbalizzante, individuato di volta in volta dal/dalla Presidente. 2. Il verbale deve contenere espressamente la data e l ora di inizio della seduta, i membri presenti, nonché gli eventuali invitati alla seduta stessa. 3. Deve inoltre contenere l o.d.g. posto in discussione e gli eventuali altri argomenti che vengono trattati. 4. Nel verbale devono essere sinteticamente indicati i vari interventi e l esito della discussione evidenziando il numero dei voti favorevoli, contrari e astenuti. 5. Nello stesso verbale, deve essere indicata l ora in cui la seduta stessa è stata dichiarata sciolta dal Presidente. 6. I verbali delle sedute sono raccolti a cura del/della Presidente. Copia di ciascun verbale viene trasmesso ai Membri del Comitato, al Presidente della SdS, al Direttore della SdS e al suo staff che ne cura la pubblicazione sul sito internet della SdS. ART. 13 ENTRATA IN VIGORE 1. Il presente Regolamento entra in vigore dopo parere favorevole da parte dell Assemblea del Comitato espresso dai 2/3 [arrotondato per difetto] dei presenti con votazione palese e approvazione dell'assemblea dei soci della SDS. 5

Statuto della Associazione ONG Italiane. (approvato dall Assemblea straordinaria del 19 luglio 2013)

Statuto della Associazione ONG Italiane. (approvato dall Assemblea straordinaria del 19 luglio 2013) Statuto della Associazione ONG Italiane (approvato dall Assemblea straordinaria del 19 luglio 2013) Art. 1 - Denominazione e sede È costituita, con sede in Roma, l Associazione denominata Associazione

Dettagli

ISTITUZIONE CONSULTA GIOVANILE ED APPROVAZIONE REGOLAMENTO

ISTITUZIONE CONSULTA GIOVANILE ED APPROVAZIONE REGOLAMENTO ISTITUZIONE CONSULTA GIOVANILE ED APPROVAZIONE REGOLAMENTO ART. 1 ISTITUZIONE La Consulta Giovanile Comunale è istituita dal Comune di Torino di Sangro con deliberazione del Consiglio Comunale n. 5 del

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DI DIREZIONE

REGOLAMENTO AZIENDALE DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DI DIREZIONE SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA REGOLAMENTO AZIENDALE DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DI DIREZIONE Articolo 1 Costituzione

Dettagli

CONSULTA AMBIENTE E TERRITORIO STATUTO CONSULTA AMBIENTE E TERRITORIO

CONSULTA AMBIENTE E TERRITORIO STATUTO CONSULTA AMBIENTE E TERRITORIO CONSULTA AMBIENTE E TERRITORIO STATUTO Art. 1 Istituzione I Comuni di...istituiscono e fondano la CONSULTA AMBIENTE E TERRITORIO La Consulta ha la propria sede istituzionale presso il municipio del Comune,

Dettagli

Circolo Ricreativo Ateneo Dannunziano

Circolo Ricreativo Ateneo Dannunziano Circolo Ricreativo Ateneo Dannunziano Il sottoscritto Costantino Tiziano ZUCCARINI, in qualità di legale rappresentante dell intestata Associazione, in esecuzione della deliberazione dell Assemblea dei

Dettagli

AGESCI Regione Lombardia REGOLAMENTO DELL ASSEMBLEA REGIONALE PER DELEGATI

AGESCI Regione Lombardia REGOLAMENTO DELL ASSEMBLEA REGIONALE PER DELEGATI AGESCI Regione Lombardia REGOLAMENTO DELL ASSEMBLEA REGIONALE PER DELEGATI Aprile 2006 Premessa L Assemblea Regionale delegata è attualmente disciplinata dall art.39 dello Statuto AGESCI e a livello regionale

Dettagli

STATUTO. Art. 1 - COSTITUZIONE. 1. Nell ambito dell Associazione Nazionale Alpini (di seguito A.N.A.) sezione di Trento è

STATUTO. Art. 1 - COSTITUZIONE. 1. Nell ambito dell Associazione Nazionale Alpini (di seguito A.N.A.) sezione di Trento è STATUTO Art. 1 - COSTITUZIONE 1. Nell ambito dell Associazione Nazionale Alpini (di seguito A.N.A.) sezione di Trento è costituita l Associazione di volontariato denominata "PROTEZIONE CIVILE A.N.A. TRENTO"

Dettagli

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT

REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT REGOLAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT INDICE Titolo I - Premessa... 2 Art. 1 Finalità... 2 Art. 2 Ambito di applicazione... 2 Art. 3 Definizioni... 2 Titolo II Organi del dipartimento e

Dettagli

Progetto di Regolamento del Circolo PD di Bruxelles

Progetto di Regolamento del Circolo PD di Bruxelles Progetto di Regolamento del Circolo PD di Bruxelles Approvato dall Assemblea del Circolo PD di Bruxelles il XXX PREAMBOLO Il presente Regolamento (in prosieguo: "Regolamento PD Bruxelles") ha per scopo

Dettagli

COMUNE DI ESCALAPLANO

COMUNE DI ESCALAPLANO COMUNE DI ESCALAPLANO Provincia di Cagliari STATUTO CONSULTA GIOVANI DI ESCALAPLANO CAPO I NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI FONTI NORMATIVE Le disposizioni contenute nel presente statuto trovano il loro

Dettagli

REGOLAMENTO. PER L ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI e FONDAZIONI (APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.

REGOLAMENTO. PER L ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI e FONDAZIONI (APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI e FONDAZIONI (APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 21 DEL 02/08/07) INDICE ARTICOLO 1 - FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FINALITA ARTICOLO

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE CAPITOLO 1 - GENERALITA Il presente regolamento è redatto in base all art. 42

Dettagli

FORUM DEI GIOVANI CITTA DI AVELLINO REGOLAMENTO

FORUM DEI GIOVANI CITTA DI AVELLINO REGOLAMENTO FORUM DEI GIOVANI CITTA DI AVELLINO REGOLAMENTO INDICE ARTICOLO 1 ISTITUZIONE ARTICOLO 2 - IMPEGNI DELL AMMINISTRAZIONE ARTICOLO 3 - FINALITA DEL FORUM ARTICOLO 4 - AREE DI INTERESSE ARTICOLO 5 COMPETENZE

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM. Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM. Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12 REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12 dicembre 2013, disciplina la composizione e la nomina, le modalità di

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER GLI ORGANI COLLEGIALI

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER GLI ORGANI COLLEGIALI REGOLAMENTO D ISTITUTO PER GLI ORGANI COLLEGIALI (Revisione 2 del 30 giugno 2008) 1. PREMESSA In sintonia con la Legge 10 marzo 2000, n. 62 (articolo 1, comma 4, lettera c) e con il Centro Salesiano don

Dettagli

COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO

COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO STATUTO ART. 1 - COSTITUZIONE E FINALITA Il COMITATO GENITORI MONTEOLIMPINO dei PLESSI

Dettagli

Statuto della associazione senza scopo di lucro Genitori del 2 Circolo

Statuto della associazione senza scopo di lucro Genitori del 2 Circolo Statuto della associazione senza scopo di lucro Genitori del 2 Circolo Articolo 1 - Costituzione E costituita l associazione Genitori del 2 Circo lo. Essa ha struttura democratica ed è indipendente da

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Jean-Baptiste De La Salle - ONLUS

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Jean-Baptiste De La Salle - ONLUS STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Jean-Baptiste De La Salle - ONLUS DENOMINAZIONE E SEDE Art. 1 E costituita l Associazione denominata Jean-Baptiste De La Salle - ONLUS, ai sensi del Decreto Legislativo n. 460

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE. ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE. ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA 1) Denominazione E costituita, ai sensi degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile una Associazione senza scopo di lucro denominata

Dettagli

Regolamento Consulta Provinciale degli Studenti di Palermo TITOLO I NORME GENERALI CAPO I PRINCIPI GENERALI

Regolamento Consulta Provinciale degli Studenti di Palermo TITOLO I NORME GENERALI CAPO I PRINCIPI GENERALI Regolamento Consulta Provinciale degli Studenti di Palermo TITOLO I NORME GENERALI CAPO I PRINCIPI GENERALI Art.1 - Istituzione della Consulta La Consulta Provinciale delle studentesse e degli studenti

Dettagli

Comune di Montagnareale Provincia di Messina

Comune di Montagnareale Provincia di Messina REGOLAMENTO PER LA NOMINA ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE PER L ESAME DELLE NORME REGOLAMENTARI DELL ENTE INDICE Art. 1 - Oggetto del regolamento- definizioni. Art. 2 - Composizione,

Dettagli

STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI COMUNALE DI SANTA MARIA A VICO

STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI COMUNALE DI SANTA MARIA A VICO STATUTO DEL FORUM DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI COMUNALE DI SANTA MARIA A VICO Art. 1 Istituzione ed impegni dell Amministrazione Comunale Il Consiglio Comunale di Santa Maria a Vico, riconosciuta

Dettagli

STATUTO dell Associazione denominata retescuole

STATUTO dell Associazione denominata retescuole STATUTO dell Associazione denominata retescuole ARTICOLO 1: COSTITUZIONE 1. Ai sensi degli art. 36 e 37 del Codice Civile e seguenti e della Legge n.383/2000, è costituita l Associazione denominata Retescuole.

Dettagli

Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza Passione tenace per la prevenzione efficace

Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza Passione tenace per la prevenzione efficace STATUTO AIAS (approvato nell Assemblea Straordinaria dell 11/12/12 presso Aula Morandi FAST Milano) Art. 1 Costituzione e denominazione 1. L Associazione Italiana fra Addetti alla Sicurezza, denominata

Dettagli

CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI del COMUNE di BORGOFORTE STATUTO. Art. 1 COSTITUZIONE E SCOPO

CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI del COMUNE di BORGOFORTE STATUTO. Art. 1 COSTITUZIONE E SCOPO CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI del COMUNE di BORGOFORTE STATUTO Art. 1 COSTITUZIONE E SCOPO 1. E costituita con sede legale a Borgoforte, in via Parmense n.26, la Consulta delle Associazioni del Comune di

Dettagli

PROVINCIA DI LECCE. Regolamento per l istituzione della. CONSULTA PROVINCIALE delle Associazioni di VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

PROVINCIA DI LECCE. Regolamento per l istituzione della. CONSULTA PROVINCIALE delle Associazioni di VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE PROVINCIA DI LECCE Regolamento per l istituzione della CONSULTA PROVINCIALE delle Associazioni di VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Regolamento Consulta Provinciale delle Associazioni di Volontariato di

Dettagli

Milk è un associazione non lucrativa, i cui associati possono essere persone fisiche, associazioni, imprese o società.

Milk è un associazione non lucrativa, i cui associati possono essere persone fisiche, associazioni, imprese o società. Art.1 COSTITUZIONE Milk è un associazione non lucrativa, i cui associati possono essere persone fisiche, associazioni, imprese o società. Art.2 DURATA L associazione ha durata illimitata. Art.3 OBBLIGHI

Dettagli

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como ASSESSORATO ALLE POLITICHE GIOVANILI ASSESSORATO ALLA PARTECIPAZIONE STATUTO DELLA CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI CAPO I - NORME ISTITUTIVE E ATTRIBUZIONI Art. 1 - Istituzione...

Dettagli

Art. 1. Ragione sociale

Art. 1. Ragione sociale Art. 1 Ragione sociale Sotto la ragione sociale SOS Ticino è costituita un associazione ai sensi dell art. 60 e segg. del Codice Civile svizzero con sede sociale a Lugano. Scopo Art. 2 SOS Ticino è un

Dettagli

ISTITUTO TUMORI Giovanni Paolo II ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO. Deliberazione del Direttore Generale n.

ISTITUTO TUMORI Giovanni Paolo II ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO. Deliberazione del Direttore Generale n. ISTITUTO TUMORI Giovanni Paolo II ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO Via Orazio Flacco, 65 70100 Bari Deliberazione del Direttore Generale n. 653 del registro OGGETTO: DIREZIONE. PRESA

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE FOTOGRAFICA "FURIO DEL FURIA"

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE FOTOGRAFICA FURIO DEL FURIA STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE FOTOGRAFICA "FURIO DEL FURIA" DENOMINAZIONE - SEDE - AFFILIAZIONE - AZIONE -SCOPI Art. 1 Il 01 Gennaio 1977 si costituisce l Associazione Fotografica "Furio Del Furia" con sede

Dettagli

DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI E DEL PERSONALE Settore Affari Generali Unità Operativa Legale

DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI E DEL PERSONALE Settore Affari Generali Unità Operativa Legale DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI E DEL PERSONALE Settore Affari Generali Unità Operativa Legale LB/eg D.R. Rep. n. 608/2012 Prot. n. 21738 del 06.12.2012 Tit. I cl. 3 Oggetto: Emanazione del Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI DEL VOLONTARIATO ANIMALISTA

REGOLAMENTO CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI DEL VOLONTARIATO ANIMALISTA REGOLAMENTO CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI DEL VOLONTARIATO ANIMALISTA (approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 10 del 24.2.2011) 1 Indice Articolo 1 - Istituzione Articolo 2 Insediamento Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA Art. 1 - FUNZIONI e ATTIVITA del COMITATO Il Comitato Consultivo Misto (in sigla CCM), dell Azienda

Dettagli

Regolamento Forum dei Giovani di Albanella

Regolamento Forum dei Giovani di Albanella Regolamento Forum dei Giovani di Albanella ARTICOLO 1 - ISTITUZIONE ARTICOLO 2 - IMPEGNI DELL'AMMINISTRAZIONE ARTICOLO 3 - FINALITA' ARTICOLO 4 - AREE DI INTERESSE ARTICOLO 5 - COMPETENZE ARTICOLO 6 -

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE PRAUGRANDE

STATUTO ASSOCIAZIONE PRAUGRANDE Indice generale Art.1 Costituzione e sede...1 Art.2 Durata dell Organizzazione...1 Art.3 Carattere dell Organizzazione...1 Art.4 Scopi dell Organizzazione...1 Art.5 Requisiti dei soci...2 Art.6 Ammissione

Dettagli

TEATRO DI PSICODRAMMA

TEATRO DI PSICODRAMMA ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE TEATRO DI PSICODRAMMA STATUTO Art 1 Denominazione e sede E costituita, in conformità al Codice Civile, alla L. 383/00, alla L. R. n. 28/96 come modificata dalla L.R.

Dettagli

Statuto dell Associazione ALUMNI. della Facoltà di Giurisprudenza dell Università degli Studi di Trento

Statuto dell Associazione ALUMNI. della Facoltà di Giurisprudenza dell Università degli Studi di Trento Statuto dell Associazione ALUMNI della Facoltà di Giurisprudenza dell Università degli Studi di Trento TITOLO I COSTITUZIONE, SEDE, SCOPO, ARTICOLAZIONE E DURATA... 2 ART.1 DENOMINAZIONE e SEDE... 2 ART.

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO DENOMINATA GRUPPO DI VOLONTARIATO CIVILE SQUADRA ANTINCENDIO DI FARA IN SABINA

STATUTO ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO DENOMINATA GRUPPO DI VOLONTARIATO CIVILE SQUADRA ANTINCENDIO DI FARA IN SABINA STATUTO ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO DENOMINATA GRUPPO DI VOLONTARIATO CIVILE SQUADRA ANTINCENDIO DI FARA IN SABINA TITOLO I Art. 1 Costituzione 1. E costituita l organizzazione di volontariato denominata

Dettagli

COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Provincia di Brescia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO

COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Provincia di Brescia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Provincia di Brescia STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO 1 STATUTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNALE DEL COMUNE DI TREVISO BRESCIANO Art. 1 Istituzione

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE L ALBERO DI ANTONIA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE L ALBERO DI ANTONIA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE L ALBERO DI ANTONIA SEDE, COSTITUZIONE, DURATA, OGGETTO SOCIALE ART. 1) 1. E costituita l Associazione denominata L Albero di Antonia ART. 2) 1. L Associazione ha sede legale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL FORUM DEI GIOVANI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL FORUM DEI GIOVANI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL FORUM DEI GIOVANI Approvato con deliberazione consiliare n. 34 del 10.10.2008 Art. 1- Istituzione 1. Il Consiglio Comunale di Pontecagnano Faiano aderendo

Dettagli

Approvato dall Assemblea

Approvato dall Assemblea S T A T U T O Approvato dall Assemblea del 13 giugno 2013 Articolo 1 Costituzione Fra le Associazioni, i Collegi e le Sezioni Edili della Lombardia, aderenti ad ANCE - successivamente denominate Associazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO Art. 1 Finalità Il presente Regolamento ha per oggetto le norme di funzionamento del Comitato Esecutivo di Slow Food Italia. Art. 2 Il Comitato Esecutivo.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE SCUOLE (Strutture di raccordo ex art. 2, comma 2, lett. c) della Legge n. 240/2010)

REGOLAMENTO DELLE SCUOLE (Strutture di raccordo ex art. 2, comma 2, lett. c) della Legge n. 240/2010) REGOLAMENTO DELLE SCUOLE (Strutture di raccordo ex art. 2, comma 2, lett. c) della Legge n. 240/2010) emanato con D.R. n. 192 del 27 febbraio 2014 INDICE Art. 1 Istituzione 2 Pag. Art. 2 Attribuzioni 2

Dettagli

Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni REGOLAMENTO

Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni REGOLAMENTO Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni REGOLAMENTO Art. 1 Costituzione Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità,

Dettagli

STATUTO della ASSOCIAZIONE RUDOLF STEINER PER LA PEDAGOGIA

STATUTO della ASSOCIAZIONE RUDOLF STEINER PER LA PEDAGOGIA STATUTO della ASSOCIAZIONE RUDOLF STEINER PER LA PEDAGOGIA ART. 1 È costituita l Associazione di promozione sociale denominata ASSOCIAZIONE RUDOLF STEINER PER LA PEDAGOGIA con sede in Rovereto Via Stazione,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DELLA AZIENDA USL DI BOLOGNA ART. 1 - COSTITUZIONE In attuazione del comma 2 dell'art. 14 del D.L.vo 502/92 e dell'art. 16 della L.R. 19/94,

Dettagli

STATUTO CONSORZIO SOCIETÀ DELLA SALUTE ZONA PISANA

STATUTO CONSORZIO SOCIETÀ DELLA SALUTE ZONA PISANA STATUTO CONSORZIO SOCIETÀ DELLA SALUTE ZONA PISANA TITOLO I. NORME GENERALI Art. 1 Denominazione, natura, ambito territoriale 1. Il presente Statuto stabilisce le norme sull organizzazione e il funzionamento

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DELL'ASSOCIAZIONE (CAAL)

ATTO COSTITUTIVO DELL'ASSOCIAZIONE (CAAL) ATTO COSTITUTIVO DELL'ASSOCIAZIONE COMITATO AMBIENTALISTA ALTRO LIDO (CAAL) Premesso che nel mese di settembre dell anno 2008 le associazioni Associazione Pax in Aqua, Associazione Rocchetta e dintorni,

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE A.Ma.Me.mi Associazione Malattie Metaboliche Memi ONLUS

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE A.Ma.Me.mi Associazione Malattie Metaboliche Memi ONLUS STATUTO DELL ASSOCIAZIONE A.Ma.Me.mi Associazione Malattie Metaboliche Memi ONLUS DENOMINAZIONE E SEDE Art. 1) E costituita l Associazione denominata A.Ma.Me.mi Associazione Malattie Metaboliche Memi ONLUS,

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI CAGLIARI (Circoscrizioni dei Tribunali Cagliari e Lanusei)

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI CAGLIARI (Circoscrizioni dei Tribunali Cagliari e Lanusei) ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI CAGLIARI (Circoscrizioni dei Tribunali Cagliari e Lanusei) Regolamento delle attivit e per il funzionamento del Consiglio dell Ordine dei

Dettagli

PROVINCIA DI CAGLIARI. Consulta Provinciale delle Associazioni delle Persone con Disabilità REGOLAMENTO

PROVINCIA DI CAGLIARI. Consulta Provinciale delle Associazioni delle Persone con Disabilità REGOLAMENTO PROVINCIA DI CAGLIARI Consulta Provinciale delle Associazioni delle Persone con Disabilità REGOLAMENTO Art. 1 Sono costituiti presso la Provincia di Cagliari l Elenco provinciale delle Associazioni delle

Dettagli

STATUTO NUOVA CASSA SANITARIA

STATUTO NUOVA CASSA SANITARIA STATUTO NUOVA CASSA SANITARIA In attuazione di quanto previsto dal verbale di accordo del 21/11/2007, tra la Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. e le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rappresentanze

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA Costituzione e denominazione dell Associazione art. 1 E costituita una Associazione scientifico-culturale

Dettagli

STATUTO. Associazione ANCeSCAO Lazio Coordinamento Regionale del Lazio dell Associazione nazionale centri Sociali, Comitati Anziani e Orti

STATUTO. Associazione ANCeSCAO Lazio Coordinamento Regionale del Lazio dell Associazione nazionale centri Sociali, Comitati Anziani e Orti STATUTO Associazione ANCeSCAO Lazio Coordinamento Regionale del Lazio dell Associazione nazionale centri Sociali, Comitati Anziani e Orti Articolo1 COSTITUZIONE E costituita l Associazione ANCeSCAO Lazio,

Dettagli

Regolamento del Forum Comunale Giovani

Regolamento del Forum Comunale Giovani COMUNE DI CASTELVENERE Provincia di Benevento ------ Regolamento del Forum Comunale Giovani 1 INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9 - Art. 10 - Art. 11 -

Dettagli

ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE

ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE STATUTO ANDISU ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE E costituita l Associazione Nazionale degli Organismi per il Diritto allo Studio Universitario (A.N.DI.S.U.). Di essa possono far parte tutti gli organismi

Dettagli

A.N.F. ASSOCIAZIONE NAZIONALE FORENSE SEDE DI ROMA. Statuto della Sede Romana dell Associazione Nazionale Forense

A.N.F. ASSOCIAZIONE NAZIONALE FORENSE SEDE DI ROMA. Statuto della Sede Romana dell Associazione Nazionale Forense A.N.F. ASSOCIAZIONE NAZIONALE FORENSE SEDE DI ROMA Statuto della Sede Romana dell Associazione Nazionale Forense Art. 1 Disposizioni generali E costituita in Roma, con sede legale presso il Tribunale Civile,

Dettagli

STATUTO CONSORZIO SOCIETÀ DELLA SALUTE ZONA PISANA

STATUTO CONSORZIO SOCIETÀ DELLA SALUTE ZONA PISANA STATUTO CONSORZIO SOCIETÀ DELLA SALUTE ZONA PISANA TITOLO I. NORME GENERALI Art. 1 Denominazione, natura, ambito territoriale 1. Il presente Statuto stabilisce le norme sull organizzazione e il funzionamento

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Elaborazione Ufficio Servizi Culturali Ottobre 2007 INDICE Art. 1 Principi ispiratori Art. 2 Consulta delle Associazioni Art. 3 Finalità ed attività Art. 4

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI INDICE ART. 1 Forum dei Giovani Finalità pag. 3 ART. 2 Principi programmatici pag. 3 ART. 3 Compiti del Forum pag. 3 ART. 4 Pareri pag. 4 ART. 5 Soci

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE Simple Function Point Association

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE Simple Function Point Association STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE Simple Function Point Association Art. 1 Denominazione E costituita l Associazione denominata Simple Function Point Association, che potrà anche essere individuata con la denominazione

Dettagli

STATUTO. Accademia Forense Europea

STATUTO. Accademia Forense Europea STATUTO Accademia Forense Europea ***** PARTE PRIMA COSTITUZIONE SCOPI SOCI Art. 1 COSTITUZIONE 1) E costituita in data 7 febbraio 2012 l associazione culturale Accademia Forense Europea (in acronimo A.F.E.)

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ARCHÉ. È costituita l Associazione denominata Arché O.N.L.U.S., con sede legale in Milano. Il Consiglio

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ARCHÉ. È costituita l Associazione denominata Arché O.N.L.U.S., con sede legale in Milano. Il Consiglio I. COSTITUZIONE, FINALITÀ, MODALITÀ STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ARCHÉ Art. 1 COSTITUZIONE È costituita l Associazione denominata Arché O.N.L.U.S., con sede legale in Milano. Il Consiglio Direttivo ha la

Dettagli

AS.SO.DIP. STATUTO SOCIALE

AS.SO.DIP. STATUTO SOCIALE STATUTO SOCIALE ART. 1 E' costituita l'«associazione dei soci ed obbligazionisti dipendenti della Banca Popolare di Puglia e Basilicata», in sigla «AS.SO.DIP.» con sede in Altamura Possono farne parte

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CIRCOLO RICREATIVO DELLA COOPERAZIONE TRENTINA. Articolo 1

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CIRCOLO RICREATIVO DELLA COOPERAZIONE TRENTINA. Articolo 1 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CIRCOLO RICREATIVO DELLA COOPERAZIONE TRENTINA Articolo 1 Si costituisce il Circolo Dipendenti della Federazione Trentina della Cooperazione con sede sociale presso la Federazione

Dettagli

ASSOCIAZIONE ARTINSCENA STATUTO

ASSOCIAZIONE ARTINSCENA STATUTO ASSOCIAZIONE ARTINSCENA STATUTO I. Denominazione, Sede e Scopi Art. 1 Sotto la denominazione "Associazione ARTINSCENA", di seguito citata come ARTINSCENA, si costituisce un'associazione a durata illimitata

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE SIETAR ITALIA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE SIETAR ITALIA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE SIETAR ITALIA CAPITOLO I Nome, scopo, e domicilio dell associazione 1. Nome ed affiliazioni 1.1 L Associazione SIETAR Italia (associazione culturale per l educazione,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI COMUNE DI CUTROFIANO Provincia di L E C C E REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 39 del 04-12-2014 1 PRINCIPI GENERALI Il presente Regolamento

Dettagli

ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI

ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI Regolamento delle Strutture di base Approvato dal Consiglio nazionale del 4-5 luglio 2008 (modificato dal Consiglio nazionale del 19-20 giugno 2009) Regolamento

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DONATORI VOLONTARI DI SANGUE DELL OSPEDALE PEDIATRICO BAMBINO GESU -IRCCS

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DONATORI VOLONTARI DI SANGUE DELL OSPEDALE PEDIATRICO BAMBINO GESU -IRCCS STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DONATORI VOLONTARI DI SANGUE DELL OSPEDALE PEDIATRICO BAMBINO GESU -IRCCS SOMMARIO Articolo 1 - Costituzione...1 Articolo 2 Disciplina applicabile...1 Articolo 3 - Sede...1 Articolo

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE GENITORI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO MASCAGNI

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE GENITORI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO MASCAGNI STATUTO DELL ASSOCIAZIONE GENITORI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO MASCAGNI Art. 1 - Denominazione - Sede E' costituita, ai sensi delle legge 383/00, l associazione di promozione sociale denominata Associazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNALE Città di Racconigi ASSESSORATO ALLE POLITICHE GIOVANILI COMUNE DI RACCONIGI REGOLAMENTO DELLA CONSULTA GIOVANILE COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 42 del 25.10.2011 1 Art. 1 - Istituzione È

Dettagli

ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI

ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI ASSOCIAZIONI CRISTIANE LAVORATORI ITALIANI Regolamento delle Strutture di base Approvato dal Consiglio nazionale del 13 settembre 2012 Regolamento delle Strutture provinciali Approvato dal Consiglio nazionale

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE. Dell Associazione Italiana Osteogenesi Imperfetta ONLUS

REGOLAMENTO GENERALE. Dell Associazione Italiana Osteogenesi Imperfetta ONLUS REGOLAMENTO GENERALE Dell Associazione Italiana Osteogenesi Imperfetta ONLUS Il Consiglio Direttivo (C.D.) dell Associazione Italiana Osteogenesi Imperfetta (AS.IT.O.I.) propone il presente regolamento

Dettagli

CITTÁ DI CASTELLAMMARE DI STABIA

CITTÁ DI CASTELLAMMARE DI STABIA CITTÁ DI CASTELLAMMARE DI STABIA REGOLAMENTO UNICO IN TEMA DI ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI, COMITATO DEI GARANTI DELLA PARTECIPAZIONE, FORUM CIVICO. Approvato con delibere di Consiglio adottata dal

Dettagli

STATUTO FEDERAZIONE COORDINAMENTI DI VOLONTARIATO SICILIANO (VOL.SI.)

STATUTO FEDERAZIONE COORDINAMENTI DI VOLONTARIATO SICILIANO (VOL.SI.) STATUTO FEDERAZIONE COORDINAMENTI DI VOLONTARIATO SICILIANO (VOL.SI.) Articolo 1 (Costituzione Denominazione Sede) 1. È costituita la Federazione Coordinamenti di Volontariato Siciliano, in breve VOL.SI.,

Dettagli

FEDERAZIONE TRA LE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DELLE PERSONE CON DISABILITA STATUTO E REGOLAMENTO

FEDERAZIONE TRA LE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DELLE PERSONE CON DISABILITA STATUTO E REGOLAMENTO FEDERAZIONE TRA LE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DELLE PERSONE CON DISABILITA STATUTO E REGOLAMENTO Avvertenze: Il presente testo contiene alternativamente gli articoli dello Statuto della Federazione e del Regolamento.

Dettagli

REGOLAMENTO INFORMATICA SOLIDALE ONLUS. Premessa

REGOLAMENTO INFORMATICA SOLIDALE ONLUS. Premessa REGOLAMENTO INFORMATICA SOLIDALE ONLUS Premessa Il Regolamento è un documento interno all'associazione, approvato dal Consiglio Direttivo e da questo modificabile, in ogni momento, con le maggioranze previste

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE ASSOCIAZIONE BIBLIOTECA VIVENTE BOLOGNA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE ASSOCIAZIONE BIBLIOTECA VIVENTE BOLOGNA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE ASSOCIAZIONE BIBLIOTECA VIVENTE BOLOGNA TITOLO I Disposizioni generali Art. 1. Denominazione e sede ASSOCIAZIONE BIBLIOTECA VIVENTE BOLOGNA (B.V.BO.) è,

Dettagli

M.A.S.C.I. R E G I O N E CAMPANIA

M.A.S.C.I. R E G I O N E CAMPANIA M.A.S.C.I. R E G I O N E CAMPANIA REGOLAMENTO REGIONALE Articolo 1 Finalità Il presente Regolamento Regionale del M.A.S.C.I. della Regione Campania, redatto in attuazione dell'art. 9 dello Statuto Nazionale

Dettagli

Università della Terza Età di Novara. Statuto dell'associazione

Università della Terza Età di Novara. Statuto dell'associazione Università della Terza Età di Novara Statuto dell'associazione Art. 1 Denominazione 1. Con atto Rep. Gen. n. 88820/7871, in data 23 dicembre 1982, è stata costituita, ai sensi dell'art. 36 e segg. Cod.

Dettagli

Regolamento della Consulta delle Associazioni del Comune di Villa d Almè. Adozione testo definitivo del 02/05/2014

Regolamento della Consulta delle Associazioni del Comune di Villa d Almè. Adozione testo definitivo del 02/05/2014 Regolamento della Consulta delle Associazioni del Comune di Villa d Almè Adozione testo definitivo del 02/05/2014 Art.1 RIFERIMENTI ALLO STATUTO COMUNALE 1 Il presente Regolamento si ispira al Titolo III

Dettagli

STATUTO DEL FORUM GIOVANI DELLA PROVINCIA DI GORIZIA

STATUTO DEL FORUM GIOVANI DELLA PROVINCIA DI GORIZIA STATUTO DEL FORUM GIOVANI DELLA PROVINCIA DI GORIZIA PREMESSA Le organizzazioni e associazioni giovanili, intese come organizzazioni e associazioni composte in prevalenza da giovani di età compresa tra

Dettagli

Statuto dell Associazione Culturale Fatti d Arte

Statuto dell Associazione Culturale Fatti d Arte Sede legale: via Bertoni, 224 Faenza (RA) C.F.: 90033970394 P.I.: 02527530394 www.fattidarteassociazione.it info@fattidarteassociazione.it Statuto dell Associazione Culturale Fatti d Arte Sede, costituzione,

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE Art.1- Costituzione E istituito, ai sensi dell art. 3 lettera J dello Statuto della Provincia, un Comitato di Coordinamento denominato CONSULTA

Dettagli

STATUTO DI SPEÌRA CIRCOLO OLISTICO EVOLUTIVO E CREATIVO

STATUTO DI SPEÌRA CIRCOLO OLISTICO EVOLUTIVO E CREATIVO STATUTO DI SPEÌRA CIRCOLO OLISTICO EVOLUTIVO E CREATIVO Art. 1 Costituzione, Logo, Sede e Durata 1. Nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana ed in ossequio a quanto previsto dalle norme

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE RUBY ITALIA

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE RUBY ITALIA STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE RUBY ITALIA Denominazione e sede Art. 1) Ai sensi degli artt. 36 e seguenti del Codice Civile, della legge n.383 del 7 dicembre 2000 e del decreto legislativo 4 dicembre 1997

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE Sui passi di Pollicino - ONLUS

STATUTO ASSOCIAZIONE Sui passi di Pollicino - ONLUS STATUTO ASSOCIAZIONE Sui passi di Pollicino - ONLUS TITOLO I. DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO 1. Costituzione È costituita una Associazione avente le caratteristiche di organizzazione non lucrativa di utilità

Dettagli

Comune di Tivoli Città Metropolitana di Roma Capitale

Comune di Tivoli Città Metropolitana di Roma Capitale ALLEGATO Comune di Tivoli Città Metropolitana di Roma Capitale REGOLAMENTO DI COSTITUZIONE, ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA DEI COMITATI DI QUARTIERE, DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI DI

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991)

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) CAPO I DELLA COSTITUZIONE E DEL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE ART. 1 Insediamento del Consiglio - Entrata in carica

Dettagli

STATUTO DEL CIRCOLO RICREATIVO TRA GLI ISCRITTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA.

STATUTO DEL CIRCOLO RICREATIVO TRA GLI ISCRITTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA. STATUTO DEL CIRCOLO RICREATIVO TRA GLI ISCRITTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DI ROMA E PROVINCIA. DENOMINATO ALOA Associazione Ludica Ordine Architetti Costituzione

Dettagli

REGOLAMENTO SOCIALE REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO C.U.S. TRENTO

REGOLAMENTO SOCIALE REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO C.U.S. TRENTO REGOLAMENTO SOCIALE REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO C.U.S. TRENTO 1 TITOLO I DEFINIZIONE Art. 1- Definizione 1. Il Regolamento Sociale contiene le norme di attuazione dello Statuto del C.U.S. Trento

Dettagli

C.C.V. BS REGOLAMENTO

C.C.V. BS REGOLAMENTO ALLEGATO PROVINCIA DI BRESCIA COMITATO DI COORDINAMENTO DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DELLA PROTEZIONE CIVILE C.C.V. BS REGOLAMENTO Art. 1 Costituzione Le Organizzazioni presenti sul territorio

Dettagli

STATUTO AUTORITA D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO

STATUTO AUTORITA D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO All. n. 2 delibera n. 01/09 STATUTO AUTORITA D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO INDICE Articolo 1 Costituzione e denominazione Articolo 2 Durata e Sede Articolo 3 Finalità Articolo 4 Funzioni Articolo

Dettagli

AZZURRA Associazione Malattie Rare O.N.L.U.S. ART. 1

AZZURRA Associazione Malattie Rare O.N.L.U.S. ART. 1 Esente da imposta di bollo e di registro ai sensi dell art. 8, c. 1 della L. 266/91 S T A T U T O AZZURRA Associazione Malattie Rare O.N.L.U.S. ART. 1 Denominazione - Sede Col nome di AZZURRA Associazione

Dettagli

STATUTO Associazione EX ALLLEVI ITIS BARSANTI

STATUTO Associazione EX ALLLEVI ITIS BARSANTI STATUTO Associazione EX ALLLEVI ITIS BARSANTI Via Mauro Leone, 105 80038 Pomigliano d Arco (NA) PARTE GENERALE Art. 1. E costituita la Associazione Ex Allievi ITIS Barsanti di Pomigliano d Arco, (di seguito

Dettagli

STATUTO ANCI CALABRIA

STATUTO ANCI CALABRIA STATUTO ANCI CALABRIA 1 Art. 1 Costituzione, denominazione, sede 1. E'costituita l'associazione Regionale dei Comuni della Calabria nello spirito di unità nazionale e nella peculiare tradizione democratica

Dettagli