ALLEGATO. DATA SCADENZA Definitivo STATO --- pubblico 1/9. Legenda

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLEGATO. DATA SCADENZA Definitivo STATO --- pubblico 1/9. Legenda"

Transcript

1 SERVIZI INGEGNERIA DI ALLEGATO C LINEAMENTI METODOLOGICI PER LA VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DEGLI OPERATORI ECONOMICI 25 novembre 21 Stato: Bozza, In Approvazione, Documento al documento 1/9

2 1. PRINCIPI DELLA VALUTAZIONE La valutazione economico-finanziaria vienee condotta mediante tecniche di analisi del Bilancio con riferimento alle gestioni consuntivate e mira a valutare l affidabilità sul piano economico-finanziarioo delle imprese fornitrici ed appaltatrici. Tali accertamenti vengono condotti sulla base di un corpo documentale comprendente una scheda. informativa e i bilanci civili degli ultimi quattro esercizi amministrativi corredati dagli allegati di rito: verbali assemblee ordinarie e straordinarie, ecc. L analisi di bilancio viene sostanzialmente condotta con la tecnica per indici ( ratios analysis). 2. DOCUMENTI E TITOLI DA PRESENTARE I documenti da presentare saranno: per le società di capitali: copia dichiarataa conforme all originale (ai sensi del DPR 445/2000) dei Bilanci degli ultimi quattro esercizi, redatti ai sensi degli artt e ss. Cod. civ. comprensivi i della Nota integrativa, della Relazione degli Amministratori, di quella dei Sindaci ove prevista, del verbale dell Assemblea di approvazione e dell eventuale verbale dell Assemblea straordinaria tenutasi per la copertura di perdite, nonché dell indicazione dettagliata di eventuali immobilizzazioni finanziarie in società controllate e/o collegate (art cod. civ), se nonn presente nel Bilancio. Il tutto corredato della relativaa nota di deposito. Qualora il bilancio venga redatto in forma abbreviata, dovrà essere allegato il dettaglio di debiti e crediti specificando la loro natura (se commerciale o finanziaria) e la loro scadenza (a breve o a medio-lungo termine, cioè entro l esercizio successivo o oltre l esercizio successivo). per le società di persone e le imprese individuali: copia dichiarata conforme all originale (ai sensi del DPR 445/2000) dei Bilanci degli ultimi quattro esercizi, con stati patrimoniali e conti economici completi del dettaglio di debiti e crediti, con distinzione tra commerciali o finanziari e per scadenza (a breve o a medio-lungo termine, cioè entro l esercizio successivo o oltre l esercizio successivo), corredata della relativa nota di deposito. Qualora nonn vengonoo presentati i Bilanci, perché i Ricavi sonoo inferiori a (art. 18 DPR 600/1973), devonoo essere forniti i Modelli Unici completi di tutti gli allegati (ivi compreso quello degli Studi di settore ) e relativi ai redditi prodotti negli ultimi quattro esercizi, corredati della relativa ricevuta di presentazione. per i consorzi di cooperative, consorzi di imprese artigiane e consorzi stabili: stessa documentazione richiesta alle società di capitali. Si precisa che per i consorzi costituiti da meno di quattro anni, dalla presentazione della domanda di qualificazione (quindi con Bilancii mancanti), devonoo essere forniti oltre ai Bilanci disponibili del Consorzio anche i Bilanci di tutti i consorziati relativi agli ultimi quattro esercizi. In tutti i casi, compreso il rinnovo, dovrà essere riempito il modello in formato Excel, predisposto o dalla Sogin, con i dati dei Bilanci degli ultimi quattro esercizi. Per il consorzio dovrà essere predisposto sempre il suddetto modello in formato Excel e nel caso di costituzione recentee (carenza di Bilanci consorziali) dovranno essere riempiti tanti modelli quanti sono i consorziati e sempre per gli ultimi quattro esercizi. Si precisa che la documentazione presentata dopoo il 30 giugno dovrà contenere, pena la sospensione della procedura di qualificazione, il Bilancio dell anno precedente a quello di presentazione della domanda stessa. Stato: Bozza, In Approvazione, Documento 2/9

3 3. RICLASSIFICAZIONE DEI BILANCI E CALCOLOO DEGLI INDICATORI Allo scopo di poter disporre di significativi indicatori atti alla valutazione d impresa, i dati dei bilancii civilistici vengono riclassificati 1 secondo definiti schemi di Stato patrimoniale (esposto con criterii finanziari a liquidità ed esigibilità crescenti ) e di Conto economico (espostoo per tipo di gestione: caratteristica, non caratteristica, finanziaria, ecc.). La propedeutica ed indispensabile attività di riclassificazione di bilancio permette di disporre di dati del tutto omogenei per le varie imprese al fine di garantire un procedimentoo di qualificazione, per l aspetto economico-finanziario, uniforme e, nei limiti di quanto consentito da una disciplina quale l analisi finanziaria, oggettivo. Lo schema di riclassificazione dello Stato patrimoniale, di tipo finanziario, è a sezioni divise e contrapposte giacché favorisce l analisi dell equilibrio finanziario dell impresa. Per il Conto economico si è adottato oltre a uno schema per tipologia di gestione anche quello a valore aggiunto perché con la conseguente distribuzione ai fattori della produzione si favorisce l analisi dell economicità della gestione industriale aziendale. Inoltre, lo schema a valore aggiunto permette di trattare più compiutamente le imprese a ciclo produttivo pluriennale, quali risultano in buona parte di quelle operanti con SOGIN. 4. REQUISITI ECONOMICO-FINANZIARI DI RIFERIMENTO I principali requisiti economico-finanziari richiesti per la qualificazione dell impresa sono: affidabilità valutata con riferimento alle gestioni consuntivate, utilizzando le tecnichee dell analisii di bilancio per indici; dimostrata e documentata disponibilità di mezzi finanziari. Le impresee debbono anche essere contraddistinte dalla loro potenzialità produttiva, misurata da parametri economici. Tutti i predetti requisiti, che debbono permanere nel periodo di validità della qualificazione, sonoo accertati mediante il corpo documentale presentato. 5. PRINCIPALI MODALITÀ PER LA VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIAA D IMPRESA 5.1 Lineamenti metodologici I requisiti economico-finanziari sopra indicati vengono accertati mediante una metodologia basataa sull impiego delle tecniche dell analisi di bilancio. Per accertare l affidabilità dell impresa ma praticamente anche per verificare l esistenza di una quota significativa di valore aggiunto e la disponibilità di mezzi finanziari si procede, di norma, alla verifica dello stato di salute dell impresa medesima attraverso l analisi economico- finanziaria di quattro bilanci consecutivi riclassificati. Uno strumento software elabora tali dati e calcolaa significativi indicatori: valori patrimoniali di sintesi, tassi di sviluppo e quozienti di redditività, di produttività, di gestione circolante, di struttura finanziaria, ecc. 1 L analisi di bilancio comporta, per quanto fattibile, la messa in atto del cosiddetto procedimento di normalizzazione del bilancio che tra l altro prevede, oltre alla riclassificazione, la verifica sia dell attendibilità dei dati sia del corretto uso dei principi contabili. Stato: Bozza, In Approvazione, Documento 3/9

4 Sulla base delle predette elaborazioni, previa illustrazione del profilo aziendale ed esame della capacità di sviluppo dei principali fattori produttivi e risultati economici, si procede all analisi dei principali aspetti (o aree di ndagini) dell impresa: situazione economico-reddituale (redditività ed efficienza del capitale, economicità e produttività del lavoro, struttura del Conto economico);efficienza operativa, struttura dell attivo (capitale investito); situazione finanziaria (in termini di struttura del capitale di finanziamento, di equilibrio finanziario e di autofinanziamento). Si possono anche prenderee in considerazione elementi successivi all ultimo Bilancio purché adeguatamente documentati con atti ufficiali (quali, ad esempio, bilanci semestrali per società quotate in Borsa e/o bilanci straordinari). Si prendono infine in considerazione gli elementi di riferimento extra-bilancio (cioè elementi qualitativi quali: visure camerali, protesti, attestazioni bancarie, procedure concorsuali in atto, profiloo storico, assetti proprietari, gruppo di appartenenza, coerenza con i criterii di politica industriale della SOGIN, ecc.). In base a tutti i suddetti elementi si determinerà il definitivo giudizio circa l affidabilità economico-finanziaria dell impresa indagata e sulla base delle elaborazioni citate e degli altri elementi appena richiamati l analista di bilancio redigerà un Rapporto di valutazione. 5.2 Elementi di analisi per la determinazione dello stato di affidabilità Come accennato, allo scopo di determinare lo stato di salute dell impresa si analizzano i principali aspetti aziendali degli ultimi quattro esercizi amministrativi, si procederà: all analisi del trend dei ricavi, del trend dell utile netto nonché il rapporto dell utile netto stesso con il patrimonio netto e il capitale investito; all analisi strutturale dell attivo e del passivo, con particolare riferimento alla consistenza delle immobilizzazioni tecniche, alle rimanenze (e ai lavori in corso per le imprese con produzione pluriennale), alla liquidità e ai debiti a breve; all analisi strutturale del capitale di finanziamento, con particolare riferimento allaa consistenza del patrimonio netto, di quello permanente, dell indebitamento finanziario a breve termine; si analizzano altresì taluni quozienti coinvolgenti valori di Conto economico; all analisi dell equilibrio finanziario di medio-lungo e breve termine; in sostanza si verificano solidità e solvibilità dell impresa. 5.3 Tecnica di valutazione Fermo restando i lineamenti metodologici sopra esplicitati, allo scopo di rendere il più possibile oggettiva per quanto consentito da una disciplina quale l analisi di bilancio la valutazione economico-finanziaria dell impresa, di norma si procede alla valutazione stessa ricorrendoo all ausilio di un algoritmo. Il suddetto algoritmo, da considerare come ulteriore strumento di lavoro a supportoo dell analista, ha in particolare la funzione di assegnare all impresa un punteggio congruentee con il giudizio qualitativo formulato; naturalmente, nel contempo, lo stesso algoritmoo rappresenta anche una guida operativa tendentee ad omogeneizzare quanto più possibile le valutazioni. Il procedimento prevede che in primis si identifichino gli indici più rappresentativi delle varie aree esaminate ed esposte al punto 5.2, poi ad essi vengono assegnati pesi correlati all importanza che ogni areaa assume nella definizione della affidabilità economico-finanziaria; Stato: Bozza, In Approvazione, Documento 4/9

5 importanza a sua volta commisurata, in stretto rapporto alle consolidate esperienzee acquisite, con gli obiettivi SOGIN. Dai rendiconti annuali presentati unitamente alla domanda di qualificazione vengonoo enucleati, per ciascun esercizio, i seguenti otto indicatori di bilancio di natura patrimoniale e reddituale 2 : 1) ROE = Utile netto d esercizio rapportato al Patrimonio netto; 2) ROI = Utile netto operativo rapportato al Totale delle Attività (Capitale investito totale); 3) ROS = Risultato operativo rapportato alle Vendite dell esercizio; 4) Indice di rotazione degli impieghi = Vendite dell esercizio rapportate al Totale delle Attività; 5) Indice di indipendenza finanziaria = Patrimonioo netto rapportato al Totale delle Attività; 6) 1 indice di liquidità (quick ratio) = (Attività circolanti Rimanenze) rapportate alle Passività circolanti oppure (Liquidità immediate + Liquidità differite) rapportate alle Passività correnti; 7) 2 indice di liquidità (current ratio) = Attività circolanti rapportate alle Passività circolanti; 8) 3 indice di liquidità (immediata) = Liquidità immediata rapportata alle Passività circolanti. A ciascuno degli indicatori sopraelencati verrà attribuito un peso che nel campione attribuisce l importanza dell indice stesso (peso variabile da uno a tre). 1) ROE peso = 1 2) ROI peso = 2 3) ROS peso = 1 4) Indice di rotazione degli impieghi peso = 1 5) Indice di indipendenza finanziaria peso = 3 6) 1 indice di liquidità (quick ratio) peso = 2 7) 2 indice di liquidità (current ratio) peso = 3 8) 3 indice di liquidità (immediata) peso = 3 Mentree il giudizio che sarà dato all indice dipenderà dai valori che esso assumerà rispetto a valori tipici che di seguito vengono riportati. In particolare, Il giudizio dovrebbe essere attribuito confrontando lo scostamento tra il valore dell indice e quello ideale che lo stesso dovrebbe avere perché la società generi redditività o piuttosto abbia una solidità finanziaria, ecc, ma poiché l impresa è influenzata da vari fattori (mercati finanziari, settore merceologico, ecc.) allora l indice calcolato viene inquadrato dentro intervalli che saranno rappresentativi di vari gradi di giudizi. In linea di principio la situazione ideale è rappresentataa dal giudizio maggiore o uguale a 3, di seguito gli intervalli di riferimento adottati per i vari indici: 2 La scelta del numero e della tipologia degli indicatori segnaletici è ovviamente legata alle evoluzioni disciplinari e ai risultati conseguitii con l esperienza. SOGIN, quindi, si riserva la facoltà di aggiornare la griglia degli indici secondo necessità, nel qual caso provvedendo a darne opportuna informazione ai soggetti interessati. Stato: Bozza, In Approvazione, Documento 5/9

6 1) ROE e 2) ROI: indice <= 0,,0 giudizio = 1 0,0 < indice <= 0,,1 giudizio = 2 0,1 < indice <= 0,,2 giudizio = 3 indice > 0, 2 giudizio = 4 3) ROS: indice <= 0,00 giudizio = 1 0,00 < indice <= 0,05 giudizio = 2 0,05 < indice <= 0,10 giudizio = 3 indice > 0,10 giudizio = 4 4) indice di rotazione degli impieghi: indice <= 0,,5 giudizio = 1 0,5 < indice <= 1,,0 giudizio = 2 1,0 < indice <= 2,,0 giudizio = 3 indice > 2, 0 giudizio = 4 5) indice di indipendenza finanziaria: indice <= 0,15 giudizio = 1 0,15 < indice <= 0,25 giudizio = 2 0,25 < indice <= 0,35 giudizio = 3 indice > 0,35 giudizio = 4 6) 1 indice di liquidità (quick ratio): indice <= 0,,8 giudizio = 1 0,8 < indice <= 0,,9 giudizio = 2 0,9 < indice <= 1,,0 giudizio = 3 indice > 1, 0 giudizio = 4 7) 2 indice di liquidità (current ratio): indice <= 1,,0 giudizio = 1 1,0 < indice <= 1,,4 giudizio = 2 1,4 < indice <= 1,,8 giudizio = 3 indice > 1,8 giudizio = 4 Stato: Bozza, In Approvazione, Documento 6/9

7 8) 3 indice di liquidità (liquidità immediata): indice <= 0,05 giudizio = 1 0,05 < indice <= 0,15 giudizio = 2 0,15 < indice <= 0,25 giudizio = 3 indice > 0,25 giudizio = 4 Il punteggio sintetico finale, Rating, per ciascun esercizio esaminato viene determinato come media pesata dei giudizi ottenuti adottando i pesi assegnati (si veda sopra) ai singoli indici. Il suddetto punteggio (Rating, R) vienee confrontato con una serie di valori che definiscono la rischiosità dell azienda sottoposta a valutazione: 0,00 < R <= 0,45 0,45 < R <= 0,90 0,90 < R <= 1,35 1,35 < R <= 1,80 1,80 < R <= 2,25 R > 2,25 totalmente negativa (1 punto) posizione a rischio (2 punti) solvibilità debole (3 punti) solvibilità sotto allaa media (4 punti) solvibilità media (5 punti) solvibilità massima (6 punti) Il valore di riferimento della soglia di accettabilità è fissato in R maggiore di 1,35, che corrisponde ad un punteggio di 4. In linea di massima, il soggetto che negli ultimi due esercizi avrà ottenuto un punteggio maggiore o uguale a 4 sarà definito idoneo, dal punto di vista economico-finanziario. L impresa che nell ultimo esercizio di riferimento abbia conseguito un punteggio di 4 e nel penultimo un punteggio di 3 viene declassato d ufficio ad una classe di lavori di importoo inferiore. Mentree la presenza di un punteggio di 3 nell ultimo esercizio e di 4 nel penultimo comporterà la non ammissione all albo fornitore. Ovviamente la presenza di un punteggio di 3 negli ultimi due esercizi comporterà sempre la non ammissione all albo fornitori. Esempio esplicativo (dove Anno X è l anno di cui è disponibile l ultimo Bilancio): Esercizio Impresa Rossi Impresa Bianchi Impresa Neri Impresa Verdi Anno X Anno X Azioni Ammesso all Albo fornitori Ammesso all Albo fornitori ma declassato d ufficio Non ammesso all Albo fornitori Non ammesso all Albo fornitori Stato: Bozza, In Approvazione, Documento 7/9

8 Si precisa che la scelta del numero e della tipologia degli indicatori segnaletici è ovviamente e legata ai risultati conseguiti con l esperienza. SOGIN, quindi, si riserva la facoltà di aggiornare la griglia degli indici secondo necessità, nel qual caso provvedendoo a darne opportuna informazione ai soggetti interessati. 6. VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DI CONSORZI Di norma la valutazione dello stato di salute economico-finanziarioo dei consorzi vienee effettuata con le medesime modalità delle singole imprese di cui al punto 5.3. E chiaro che se il Consorzio nonn presenta la documentazione consortile richiesta (ad esempio: recentee costituzione), allora la valutazione sarà effettuata con riferimento alle singole imprese e pertanto riguarderà la pluralità dei soggetti associati (mandataria, mandanti, ecc.). Il giudizio complessivo sul Consorzio, da sintetizzarsi con la medesima terminologia unificata e applicata alle imprese (da totalmentee negativa, 1 punto, a solvibilità massima, 6 punti), viene assegnato in correlazione al giudizio riportato dal consorzio stesso o dalle singole imprese, tenuto anche contoo del ruolo economico e tecnico esercitato dalla forma associativa. 7. DOCUMENTAZIONE PER LA VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA Documenti da presentare, copie dichiarate conformi all originale ai sensi del DPR 445/2000: società di capitali: - Bilancio degli ultimi quattro esercizi, redatti ai sensi degli artt e ss. cod. civ., di norma esso include la Nota integrativa e la Relazione degli Amministratori (relazione di gestione); - relazione dei Sindaci (ove prevista); - verbale dell Assemblea di approvazione; - verbale dell eventuale Assemblea straordinaria tenutasi per la copertura di perdite; - relativa nota di deposito; - se non presente in Bilancio, indicazione dettagliata di eventuali immobilizzazionii finanziarie in società controllate e/ /o collegatee (art cod. civ); - se non presente in Bilancio ordinario o nel caso di Bilancio redatto in forma abbreviata, dettaglio di debiti e crediti specificando la loro natura (se commerciale o finanziaria) e la loro scadenza (a brevee o a medio-lungo termine, cioè entro l esercizio successivo o oltre l esercizio successivo). società di persone e imprese individuali: - Bilanci degli ultimi quattro esercizi (comprensivi di Nota integrativa e Relazione degli Amministratori), se i Ricavi sono superiori a (art. 18 DPR 600/1973) ; - se non presente in Bilancio, dettaglio di debiti e crediti, con distinzione tra commerciali o finanziari e per scadenza (a breve o a medio-lungo o termine, cioè entro l esercizio successivo e oltre l esercizio successivo); - relativa nota di deposito; Stato: Bozza, In Approvazione, Documento 8/9

9 - Modelli Unici completi di tutti gli allegati (ivi compresoo quello degli Studi di settore ), relativi ai redditi prodotti negli ultimi quattro esercizi, qualora nonn vengono presentati i Bilanci, se i Ricavi sono inferiori a (art. 18 DPR 600/1973); - relativa ricevuta di presentazione. consorzi di cooperative, consorzi di impresee artigiane e consorzi stabili: - Bilancio degli ultimi quattro esercizi, redatti ai sensi degli artt e ss. cod. civ.; - Nota integrativa; - Relazione degli Amministratori (relazione di gestione); - Relazione dei Sindaci (ove prevista); - verbale dell Assemblea di approvazione; - verbale dell eventuale Assemblea straordinaria tenutasi per la copertura di perdite; - Relativa nota di deposito; - se non presente in Bilancio, indicazione dettagliata di eventuali immobilizzazionii finanziarie in società controllate e/ /o collegatee (art cod. civ); - se non presente in Bilancio, dettaglio di debiti e crediti specificando la loro natura (se commerciale o finanziaria) e la loro scadenza (a breve o a medio-lungo termine, cioè entro l esercizio successivo e oltre l esercizio successivo). Si precisa che per i consorzi costituiti da meno di quattro anni dallaa presentazione della domanda di qualificazione (quindi con documentazione mancante), devono essere forniti i documenti, previsti per le società di capitale, da parte di tutti i consorziati per quegli anni in cui è carente il consorzio stesso. In tutti i suddetti casi dovrà essere riempito il modello in formato Excel, predisposto dallaa Sogin e con i dati degli ultimi quattro esercizi (nel caso del consorzio carente di documentazione, dovranno essere riempiti tanti modelli in formato Excel quanti sono i consorziati e per gli anni mancanti). Nel caso di rinnovo dovranno essere presentati solo il cartaceo dei Bilanci necessari allaa copertura dei quattro esercizi richiesti, tenendo conto di quelli già presentati alla Sogin all atto della qualificazione. In ogni caso il suddetto modello in formato Excel dovrà essere sempree riempito con i dati degli ultimi quattro esercizi. Stato: Bozza, In Approvazione, Documento 9/99

LA LETTURA DEL BILANCIO ANALISI E INDICI DI BILANCIO

LA LETTURA DEL BILANCIO ANALISI E INDICI DI BILANCIO LA LETTURA DEL BILANCIO ANALISI E INDICI DI BILANCIO Prof R Bauer Strumenti di analisi e lettura del bilancio: L analisi di bilancio può essere condotta con : A) la riclassificazione degli schemi di bilancio;

Dettagli

Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello

Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello Abstract La relazione sulla gestione costituisce uno dei principali documenti allegati al bilancio d esercizio, il

Dettagli

Principali indici di bilancio

Principali indici di bilancio Principali indici di bilancio Descrizione Il processo di valutazione del merito creditizio tiene conto di una serie di indici economici e patrimoniali. L analisi deve sempre essere effettuata su un arco

Dettagli

MODELLI DI VALUTAZIONE PER LE PMI

MODELLI DI VALUTAZIONE PER LE PMI MODELLI DI VALUTAZIONE PER LE PMI Al fine di ottenere un rating sempre più rispondente alla concreta realtà aziendale l impresa può adottare correttivi in grado di modificare la PD. Se la netta specificazione

Dettagli

Indici di Bilancio. Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo. Milano-Bicocca University All rights reserved

Indici di Bilancio. Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo. Milano-Bicocca University All rights reserved Indici di Bilancio Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo Milano-Bicocca University All rights reserved Milano, marzo 2012 Gli indici di bilancio I dati desumibili dal bilancio possono essere trasformati

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario Gli indici di bilancio Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo

L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo Partendo dal bilancio di verifica della società TWENTY SpA si effettui un analisi delle tre dimensioni della: - Liquidità - Solidità - Redditività STATO PATRIMONIALE

Dettagli

PROCEDURA DI IDONEITA' ECONOMICO FINANZIARIA PER CLASSI D IMPORTO 5 E 6

PROCEDURA DI IDONEITA' ECONOMICO FINANZIARIA PER CLASSI D IMPORTO 5 E 6 SISTMA DI QUALIFICAZION DI PRSTATORI DI SRVIZI DI SUPPORTO AI GRUPPI DI PROGTTAZION ITALFRR S.p.A. ALLGATO 3 PROCDURA DI IDONITA CONOMICO-FINANZIARIA SQ001 RV. 1 di 6 PROCDURA DI IDONITA' CONOMICO FINANZIARIA

Dettagli

SANITASERVICE ASL TA S.R.L. UNIPERSONALE

SANITASERVICE ASL TA S.R.L. UNIPERSONALE SANITASERVICE ASL TA S.R.L. UNIPERSONALE VIALE VIRGILIO 31-74121 - TARANTO (TA) Codice fiscale: 02775310739 Capitale sociale sottoscritto Euro 100.000 parte versata Euro 100.000 Registro Imprese n 02775310739

Dettagli

Riclassificazione del bilancio e analisi con indici

Riclassificazione del bilancio e analisi con indici Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 23 Riclassificazione del bilancio e analisi con indici Risultati attesi Saper fare: riclassificare lo Stato patrimoniale e il Conto economico;

Dettagli

La dinamica economica, patrimoniale e finanziaria di impresa

La dinamica economica, patrimoniale e finanziaria di impresa Università degli Studi di Torino Laboratorio "Internazionalizzazione delle imprese: strategie di mercato e di investimento Le dinamiche economiche, patrimoniali e finanziarie dell impresa Massimo Battuello

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

Procedura di valutazione economico-finanziaria

Procedura di valutazione economico-finanziaria Allegato 6 Direzione Acquisti Procedura di valutazione economico-finanziaria INDICE 1. PREMESSA...3 2. LOGICHE E PRINCIPI DI BASE DELLA PROCEDURA...3 3. PROCEDURA DI VALUTAZIONE...3 3.1. INDICI DI BILANCIO...3

Dettagli

GLI SCHEMI DI RICLASSIFICAZIONE

GLI SCHEMI DI RICLASSIFICAZIONE GLI SCHEMI DI RICLASSIFICAZIONE Si differenziano soprattutto per il trattamento delle poste patrimoniali. Il criterio della liquidità/esigibilità: attività in ordine di liquidità decrescente, passività

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO SITUAZIONE SITUAZIONE FINANZIARIA E PATRIMONIALE FINANZIARIA ELASTICITA DEGLI INVESTIMENTI MARGINI

ANALISI DI BILANCIO SITUAZIONE SITUAZIONE FINANZIARIA E PATRIMONIALE FINANZIARIA ELASTICITA DEGLI INVESTIMENTI MARGINI ANALISI DI BILANCIO INDICI FINANZIARI INDICI DI ROTAZIONE E DURATA SITUAZIONE ECONOMICA SITUAZIONE ANALISI DINAMICA SITUAZIONE E R.O.E. INDEBITAMENTO FINANZIARIO INDICI DI REDDITIVITA SOLIDITA MARGINI

Dettagli

Le analisi di bilancio per indici

Le analisi di bilancio per indici Riclassificazione e interpretazione Le analisi di bilancio per indici di Silvia Tommaso - Università della Calabria Obiettivo delle analisi di bilancio è quello di ottenere informazioni adeguate a prendere

Dettagli

PROCEDURA PER LA VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA in vigore dal 01/08/2012

PROCEDURA PER LA VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA in vigore dal 01/08/2012 Direzione Acquisti - 30 luglio 2012 PROCEDURA PER LA VALUTAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA in vigore dal 01/08/2012 1. PREMESSA Scopo della presente procedura è definire i criteri che Trenitalia S.p.A. utilizza

Dettagli

Bilancio di esercizio

Bilancio di esercizio Barbara Scozzi bscozzi@poliba.it Contabilità direzionale Strumenti tecnico-contabili di supporto a rilevazione, organizzazione e interpretazione delle informazioni economico-finanziarie Budget Contabilità

Dettagli

LA RELAZIONE SULLA GESTIONE E GLI INDICATORI DI RISULTATO FINANZIARI. Roma, 2 marzo 2010 Prof. Fabrizio Di Lazzaro

LA RELAZIONE SULLA GESTIONE E GLI INDICATORI DI RISULTATO FINANZIARI. Roma, 2 marzo 2010 Prof. Fabrizio Di Lazzaro LA RELAZIONE SULLA GESTIONE E GLI INDICATORI DI RISULTATO FINANZIARI Roma, 2 marzo 2010 Prof. Fabrizio Di Lazzaro Direttiva 2003/51/CE D.Lgs. 32/2007 Le società di capitali italiane sono tenute a seguire

Dettagli

L analisi di bilancio. Gli indici

L analisi di bilancio. Gli indici L analisi di bilancio Gli indici L analisi nel tempo e nello spazio L analisi di bilancio mediante indici deve sempre basarsi su confronti critici: Nel tempo: occorre osservare una serie storica di indici

Dettagli

I soggetti interessati all analisi (alcuni esempi)

I soggetti interessati all analisi (alcuni esempi) Finalità dell analisi di bilancio Obiettivo principale Diagnosticare in tempi rapidi lo stato di salute di un impresa (redditività, solvibilità, solidità) Per formulare giudizi sull evoluzione delle performance

Dettagli

Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali

Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali Traccia di Economia aziendale di Emanuele Perucci Il candidato, dopo aver sinteticamente illustrato le varie forme di finanziamento

Dettagli

1. Analisi di Bilancio

1. Analisi di Bilancio ANALISI DI BILANCIO 1. Analisi di Bilancio 1.1. La riclassificazione dei prospetti di bilancio: lo Stato Patrimoniale I dati di Stato Patrimoniale sono stati riclassificati con l obiettivo di sottoporli

Dettagli

L analisi del bilancio di esercizio

L analisi del bilancio di esercizio L analisi del bilancio di esercizio 1 Le Fasi A. Raccolta dei dati di bilancio B. Riclassificazione del bilancio C. Determinazione ed utilizzo di uno schema di analisi D. Interpretazione dei risultati

Dettagli

INDIRIZZO ECONOMICO GIURIDICO CLASSE A017 - n. 2

INDIRIZZO ECONOMICO GIURIDICO CLASSE A017 - n. 2 INDIRIZZO ECONOMICO GIURIDICO CLASSE A017 - n. 2 l) Le riserve di capitale: a) costituiscono autofinanziamento per l impresa b) derivano da sottovalutazione di elementi dell attivo c) costituiscono una

Dettagli

RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO

RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO Lo schema del conto del patrimonio previsto dal D.P.R n. 194/96 è strutturato a sezioni divise e contrapposte e presenta un impostazione in cui le attività sono

Dettagli

PARTE TEORICA. A questi margini relativi alla parte consolidata dello stato patrimoniale corrispondono i seguenti, per la parte corrente:

PARTE TEORICA. A questi margini relativi alla parte consolidata dello stato patrimoniale corrispondono i seguenti, per la parte corrente: SOLUZIONE ESAME DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE Indirizzo Giuridico Economico Aziendale (Testo valevole per i corsi di ordinamento e per i corsi sperimentali del progetto Sirio ) Tema di economia aziendale

Dettagli

ALFA BETA SRL. Report Analitico. - Riclassificazione finanziaria Stato Patrimoniale - Riclassificazione Conto Economico a Valore aggiunto

ALFA BETA SRL. Report Analitico. - Riclassificazione finanziaria Stato Patrimoniale - Riclassificazione Conto Economico a Valore aggiunto Report Analitico RICLASSIFICAZIONI - Riclassificazione finanziaria Stato Patrimoniale - Riclassificazione Conto Economico a Valore aggiunto PROFILI DI ANALISI PER INDICI - A) Analisi dello sviluppo, dei

Dettagli

TAVOLA DEI PRINCIPALI INDICI DI BILANCIO

TAVOLA DEI PRINCIPALI INDICI DI BILANCIO SOMMARIO ANALISI STRUTTURALE ANALISI PER INDICI TAVOLA DEI PRINCIPALI INDICI DI BILANCIO Disposizioni varie Negli ultimi anni un numero sempre maggiore di operatori, interni e esterni all'azienda, ha rivolto

Dettagli

King Bilanci. Gestione Bilanci e Fondo Imposte

King Bilanci. Gestione Bilanci e Fondo Imposte King Bilanci Gestione Bilanci e Fondo Imposte Gestione Bilanci e Fondo Imposte... 3 L elaborazione innovativa dei bilanci e Fiscalità Integrata... 3 I moduli scalabili di KING BILANCI... 4 L innovazione

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO

L ANALISI DI BILANCIO L ANALISI DI BILANCIO Teoria e caso su Personal Computer Prof. Massimo Saita Direttore Istituto di Economia, Amministrazione e Politica Aziendale Facoltà di Economia Università degli Studi di Milano-Bicocca

Dettagli

Il bilancio di esercizio: dott. prof. Donato Toma Studio Toma - NDC Campobasso, 19 luglio 2008

Il bilancio di esercizio: dott. prof. Donato Toma Studio Toma - NDC Campobasso, 19 luglio 2008 Il bilancio di esercizio: approccio di base alla sua analisi dott. prof. Donato Toma Studio Toma - NDC Campobasso, 19 luglio 2008 Il Bilancio di esercizio PRINCIPI CONTABILI, CRITERI DI VALUTAZIONE ED

Dettagli

I modulo - Bilancio ed indicatori -

I modulo - Bilancio ed indicatori - I modulo - Bilancio ed indicatori - sommario INTRODUZIONE INTRODUZIONE Basics Basicssul sul bilancio bilancio Il Il bilancio bilancio XYZ XYZ e le le riclassificazioni riclassificazionidegli degli schemi

Dettagli

ESERCITAZIONE DI PREPARAZIONE ALL ESAME SCRITTO. Data una SpA con le seguenti situazioni patrimoniali negli anni 2006 e 2007

ESERCITAZIONE DI PREPARAZIONE ALL ESAME SCRITTO. Data una SpA con le seguenti situazioni patrimoniali negli anni 2006 e 2007 ESERCITAZIONE DI PREPARAZIONE ALL ESAME SCRITTO Esercizio n 1: Data una SpA con le seguenti situazioni patrimoniali negli anni 2006 e 2007 STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2006 STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2007

Dettagli

La valutazione del rischio d impresa mediante l analisi di bilancio

La valutazione del rischio d impresa mediante l analisi di bilancio La valutazione del rischio d impresa mediante l analisi di bilancio di Silvia Tommaso (*) Si propone una simulazione di analisi quantitativa attraverso l esame dei prospetti di stato patrimoniale e conto

Dettagli

ESERCITAZIONE PER I CORSI DELLA PROF.SSA VALENTINA DELLA CORTE. Analisi di Bilancio Dott. Alessio Piras

ESERCITAZIONE PER I CORSI DELLA PROF.SSA VALENTINA DELLA CORTE. Analisi di Bilancio Dott. Alessio Piras ESERCITAZIONE PER I CORSI DELLA PROF.SSA VALENTINA DELLA CORTE Analisi di Bilancio Dott. Alessio Piras BILANCIO: - STATO PATRIMONIALE - CONTO ECONOMICO - NOTA INTEGRATIVA STATO PATRIMONIALE ATTIVO - PASSIVO

Dettagli

LE ANALISI DI BILANCIO COMPLESSO DI TECNICHE DI TIPO QUANTITATIVO, BASATO SU UNO O PIÙ

LE ANALISI DI BILANCIO COMPLESSO DI TECNICHE DI TIPO QUANTITATIVO, BASATO SU UNO O PIÙ LE ANALISI DI BILANCIO COMPLESSO DI TECNICHE DI TIPO QUANTITATIVO, BASATO SU UNO O PIÙ BILANCI, VOLTO ALL INTERPRETAZIONE SISTEMATICA DEI DATI CONTABILI, AL FINE DI STUDIARE PARTICOLARI ASPETTI DELLA GESTIONE

Dettagli

Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo Igea

Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo Igea tema 14 Controllo di gestione; costi di produzione per commessa. Bilancio con dati a scelta, budget e Nota integrativa. Analisi di bilancio per indici. Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo

Dettagli

Indici di Bilancio. Formazione per Consiglieri di Amministrazione CFT. Firenze 12 Novembre 2013. Indici di Bilancio: Leonardo Caponetti 1

Indici di Bilancio. Formazione per Consiglieri di Amministrazione CFT. Firenze 12 Novembre 2013. Indici di Bilancio: Leonardo Caponetti 1 Indici di Bilancio Formazione per Consiglieri di Amministrazione CFT Firenze 12 Novembre 2013 Indici di Bilancio: Leonardo Caponetti 1 INDICE Obiettivi dell Analisi Fasi per la determinazione degli Indici

Dettagli

ANALISI PER INDICI. PREREQUISITO: ciò che è già stato trattato nei vari corsi di ragioneria

ANALISI PER INDICI. PREREQUISITO: ciò che è già stato trattato nei vari corsi di ragioneria ANALISI PER INDICI PREREQUISITO: ciò che è già stato trattato nei vari corsi di ragioneria ANALISI PER INDICI TRASFORMA I NUMERI ASSOLUTI DELL ANALISI PER MARGINI IN NUMERI RELATIVI RATIO = RAPPORTI MOLTO

Dettagli

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE TERZA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE TERZA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE TERZA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali Professore a contratto Dottore di ricerca in Economia Aziendale

Dettagli

Sintesi dello stato patrimoniale riclassificato - Serie A TIM 30/06/1998 30/06/1999 30/06/2000 30/06/2001 30/06/2002 30/06/2003 30/06/2004

Sintesi dello stato patrimoniale riclassificato - Serie A TIM 30/06/1998 30/06/1999 30/06/2000 30/06/2001 30/06/2002 30/06/2003 30/06/2004 Centro Studi Nota metodologica L analisi si riferisce ai dati di sintesi relativi alla situazione economico-finanziaria della Serie A TIM e della Serie B TIM e compara i dati a partire dalla stagione 1997-1998

Dettagli

Applicazione n. 2. Analisi della solidità e della liquidità

Applicazione n. 2. Analisi della solidità e della liquidità Applicazione n. 2 Analisi della solidità e della liquidità Alfa S.p.A. Bilancio separato al 31.12.2010 Stato patrimoniale 31.12.2010 31.12.2009 Attività non correnti Immobili, impianti e macchinari 7.418.159

Dettagli

ALFA BETA SRL. Report Sintetico

ALFA BETA SRL. Report Sintetico Report Sintetico Trend su base biennale dei principali indici di bilancio Confronto con trend della media di settore registrata nel medesimo periodo Legenda: Anno 1 (2008) > Data inizio: 01/01/2008 - Data

Dettagli

OSSERVATORIO UNIONCAMERE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI. Deposito del bilancio d'esercizio nel registro delle imprese

OSSERVATORIO UNIONCAMERE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI. Deposito del bilancio d'esercizio nel registro delle imprese OSSERVATORIO UNIONCAMERE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI Deposito del bilancio d'esercizio nel registro delle imprese Anche quest'anno le società di capitali stanno per depositare i loro

Dettagli

OSSERVATORIO UNIONCAMERE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI. Deposito del bilancio d'esercizio nel registro delle imprese Anno 2010

OSSERVATORIO UNIONCAMERE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI. Deposito del bilancio d'esercizio nel registro delle imprese Anno 2010 OSSERVATORIO UNIONCAMERE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI Deposito del bilancio d'esercizio nel registro delle imprese Anno 2010 Anche quest'anno le società di capitali stanno per depositare

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DELLO STATO PATRIMONIALE a cura Giuseppe Polli giuseppe_polli@virgilio.it

LA RICLASSIFICAZIONE DELLO STATO PATRIMONIALE a cura Giuseppe Polli giuseppe_polli@virgilio.it LA RICLASSIFICAZIONE DELLO STATO PATRIMONIALE a cura Giuseppe Polli giuseppe_polli@virgilio.it è disponibile un semplice ed utilissimo software sull analisi di bilancio predisposto dall autore in vendita

Dettagli

Riclassificazione di bilancio

Riclassificazione di bilancio Riclassificazione di bilancio Riclassificazione di bilancio a. Cos è b. Finalità c. Criteri 2 1 a. Cos è Operazione di predisposizione dei dati di bilancio per l analisi economico-finanziaria e patrimoniale

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 41 13.11.2013 Analisi di bilancio Analisi per indici, per margini e rendiconto finanziario Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie In moltissimi

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario La riclassificazione del bilancio d esercizio Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it Il bilancio pubblico Il Bilancio è il documento contabile in cui trovano rappresentazione

Dettagli

L analisi delle condizioni di economicità

L analisi delle condizioni di economicità Università degli Studi di Sassari Dipartimento di Scienze economiche e aziendali Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza Corso di Economia Aziendale Prof.ssa Lucia Giovanelli giovanel@uniss.it L analisi

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ GENERALE E

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ GENERALE E WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ GENERALE E IL BILANCIO D ESERCIZIO A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO LE NOZIONI DI CONTABILITÀ GENERALE E BILANCIO

Dettagli

ANALISI DELLA STRUTTURA FINANZIARIA a cura Giuseppe Polli

ANALISI DELLA STRUTTURA FINANZIARIA a cura Giuseppe Polli ANALISI DELLA STRUTTURA FINANZIARIA a cura Giuseppe Polli PRIMA PARTE clicca QUI per accedere direttamente alla seconda parte dell'intervento... 1 INTRODUZIONE Da un punto di vista ragionieristico lo Stato

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO Riclassificati e indici

ANALISI DI BILANCIO Riclassificati e indici ANALISI DI BILANCIO Riclassificati e indici 1 Sommario Introduzione Introduzione La Riclassificazione del Conto Economico La Riclassificazione dello Stato Patrimoniale L Analisi di Bilancio tramite Quozienti

Dettagli

Riclassificazione del bilancio

Riclassificazione del bilancio Riclassificazione del bilancio 02 2015-2016 Vedere sussidio didattico sul bilancio SIGNIFICATO DI RICLASSIFICAZIONE DEI DOCUMENTI DEL BILANCIO raggruppare i valori presenti nei documenti di bilancio in

Dettagli

BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO

BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO La riclassificazione del bilancio Lo schema di bilancio attualmente utilizzato nell'unione Europea non soddisfa interamente le esigenze degli analisti. E'

Dettagli

1.3. Le analisi di bilancio nell azienda di oggi pag. 7 1.4. La struttura del volume pag. 11

1.3. Le analisi di bilancio nell azienda di oggi pag. 7 1.4. La struttura del volume pag. 11 1. Le analisi di bilancio: note evolutive ed introduttive 1.1. Introduzione pag. 3 1.2. Le analisi di bilancio nella tradizione degli studi economicoaziendali italiani pag. 3 1.3. Le analisi di bilancio

Dettagli

Autofinanziamento e aspetto finanziario della gestione

Autofinanziamento e aspetto finanziario della gestione 74 ESERCIZIO 6 INDIRIZZO Igea Mercurio Classe 5ª Autofinanziamento e aspetto finanziario della gestione di GIULIANO PAGANIN L attività aziendale può essere sostenuta attraverso le fonti, generatrici di

Dettagli

PROGRAMMA EBCL LIVELLO A CORSO AVANZATO (60 ORE)

PROGRAMMA EBCL LIVELLO A CORSO AVANZATO (60 ORE) PROGRAMMA EBCL LIVELLO A CORSO AVANZATO (60 ORE) MODULO 1 REDAZIONE DEL BILANCIO Saper leggere un bilancio d esercizio (Stato Patrimoniale e Conto Economico). Conoscere e analizzare gli elementi fondamentali

Dettagli

Syllabus. Livello A. Vers. 1.0. Pag. 1. EBCL International - EBCL-Italia

Syllabus. Livello A. Vers. 1.0. Pag. 1. EBCL International - EBCL-Italia Syllabus Vers. 1.0 Livello A Pag. 1 Indice dei moduli MODULO 1: Redazione del Bilancio 3 MODULO 2: Analisi di Bilancio 5 MODULO 3: Analisi dei Costi 6 MODULO 4: Elementi di Diritto Commerciale 7 Pag. 2

Dettagli

CL Produzioni Animali

CL Produzioni Animali CL Produzioni Animali Anno Accademico 2012-13 Analisi dell efficienza aziendale 1 2 ! Analisi dell efficienza aziendale Lo strumento contabile, il bilancio ed i conti settoriali sono mezzi idonei ad evidenziare

Dettagli

I BILANCI COME STRUMENTO DI COMUNICAZIONE AZIENDALE

I BILANCI COME STRUMENTO DI COMUNICAZIONE AZIENDALE I BILANCI COME STRUMENTO DI COMUNICAZIONE AZIENDALE 1 Bilancio e comunicazione aziendale Vi sono diverse tipologie di bilanci: Obbligatori: quando sono previsti da norme di legge (bilancio d esercizio,

Dettagli

Ragioneria Generale e Applicata a.a. 2010-2011. Esercitazione: il calcolo degli indici di bilancio

Ragioneria Generale e Applicata a.a. 2010-2011. Esercitazione: il calcolo degli indici di bilancio Esercitazione: il calcolo degli indici di bilancio 1 Di seguito si presentano i prospetti riclassificati di Stato patrimoniale e di Conto economico desunti dal Bilancio della società Alfa S.p.A. relativi

Dettagli

Linee guida e schemi di redazione dei bilanci di esercizio degli Enti non profit

Linee guida e schemi di redazione dei bilanci di esercizio degli Enti non profit ENTI NON PROFIT Linee guida e schemi di redazione dei D I L U C A P A G L I O T T A 1. Introduzione Dopo aver esaminato in un recente intervento (vedi Notizie Sintesi n. 265 di Dicembre 2008, pag. 2) gli

Dettagli

(da rilasciarsi dal soggetto avente la legale rappresentanza)

(da rilasciarsi dal soggetto avente la legale rappresentanza) DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI (Tutela dei dati personali e Assenza conflitti di interesse) - IMPRESE SINGOLE - (anche ai sensi del Testo Unico - DPR 28 Dicembre 2000 n. 445) (da rilasciarsi dal soggetto

Dettagli

L analisi di bilancio con particolare riferimento all area finanziaria (2' parte)

L analisi di bilancio con particolare riferimento all area finanziaria (2' parte) Pagina 1 di 5 STAMPA L'ARTICOLO SALVA L'ARTICOLO L analisi di bilancio con particolare riferimento all area finanziaria (2' parte) l analisi di bilancio: strutturale, per indici, per flussi (a cura Dott.

Dettagli

7. Dalla Crisi di Wallstreet al Bilancio

7. Dalla Crisi di Wallstreet al Bilancio 7. Dalla Crisi di Wallstreet al Bilancio 7.1 Introduzione Una delle conseguenze più rilevanti sotto il profilo economico, del primo conflitto mondiale, è stata la crisi di Wallstreet; la quale trova fondamento

Dettagli

Gli indici di bilancio per le analisi finanziarie

Gli indici di bilancio per le analisi finanziarie Gli indici di bilancio per le analisi finanziarie Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) Mc Graw-Hill 2001, cap. 5 1 GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze

Dettagli

Struttura e contenuto del bilancio d esercizio

Struttura e contenuto del bilancio d esercizio Struttura e contenuto del bilancio d esercizio Che cos è il bilancio? 1. E il documento sul quale confluiscono le rilevazioni sistemiche effettuate tramite la CO.GE. 2. E il documento attraverso il quale

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DELLO S.P. SECONDO IL CRITERIO FINANZIARIO

LA RICLASSIFICAZIONE DELLO S.P. SECONDO IL CRITERIO FINANZIARIO LA RICLASSIFICAZIONE DELLO S.P. SECONDO IL CRITERIO FINANZIARIO Università degli Studi Bari " Aldo Moro" - DISEMM Cdl Magistrale in Economia e Commercio Analisi di bilancio e controllo di gestione a.a.

Dettagli

Riclassificazione del bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio

Riclassificazione del bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio Riclassificazione del bilancio Vedere sussidio didattico sul bilancio RAGIONI DELLA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE raggruppare i valori delle attività e delle passività in poche

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO II

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO II Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO II Nota integrativa, relazione sulla gestione e altri documenti di bilancio Nota integrativa: funzione e riferimenti Funzione: La funzione

Dettagli

Aspetto economico. operativa operativa. Indice di redditività globale Reddito Netto Patrimonio Netto. Grado ind.to ROI TIGEC 2 10% 30%

Aspetto economico. operativa operativa. Indice di redditività globale Reddito Netto Patrimonio Netto. Grado ind.to ROI TIGEC 2 10% 30% Aspetto finanziario Aspetto economico Grado Grado di di indebitamento indebitamento Cap. Cap. Investito Investito Patr. Patr.. Netto Netto Indice Indice di di redditività redditività operativa operativa

Dettagli

L ANALISI PER INDICI

L ANALISI PER INDICI L ANALISI PER INDICI 1. Gli indici di bilancio Dopo aver riclassificato il bilancio d esercizio è possibile calcolare partendo dai dati dello Stato Patrimoniale e del Conto economico alcuni indicatori,

Dettagli

Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale

Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale Sintesi di Stato Patrimoniale Attivo 31.12.2011 31.12.2012

Dettagli

IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE

IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE Newsletter Phedro settembre 2007 IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE IL BUDGET ECONOMICO Il budget economico deriva dal consolidamento dei budget settoriali e dei costi programmati per il successivo

Dettagli

LABORATORIO DI BUSINESS PLAN

LABORATORIO DI BUSINESS PLAN Facoltà di Scienze Manageriali Corso di Laurea Specialistica 64/S in Management e sviluppo socioeconomico LABORATORIO DI BUSINESS PLAN La valutazione della fattibilità economico-finanziaria del progetto

Dettagli

LEGGERE E ANALIZZARE IL BILANCIO D ESERCIZIO

LEGGERE E ANALIZZARE IL BILANCIO D ESERCIZIO B2corporate Maurizio Nizzola LEGGERE E ANALIZZARE IL BILANCIO D ESERCIZIO La lettura e la corretta interpretazione del bilancio d esercizio è di fondamentale importanza per valutare l andamento economico

Dettagli

RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO

RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO Lo schema del conto del patrimonio previsto dal D.P.R n. 194/96 è strutturato a sezioni divise e contrapposte e presenta un impostazione in cui le attività sono

Dettagli

L analisi delle performance economiche e finanziarie delle imprese turistiche

L analisi delle performance economiche e finanziarie delle imprese turistiche L analisi delle performance economiche e finanziarie delle imprese turistiche da Marketing e performance delle imprese turistiche (Pencarelli, 2001) Annalisa Sentuti -1- Indice 1. Aspetti generali 2. La

Dettagli

Indice Introduzione XIII Capitolo 1 Il bilancio di esercizio: normativa e principi contabili nazionali

Indice Introduzione XIII Capitolo 1 Il bilancio di esercizio: normativa e principi contabili nazionali Introduzione XIII Capitolo 1 Il bilancio di esercizio: normativa e principi contabili nazionali 1 1.1 Le funzioni del bilancio di esercizio 3 1.2 Il quadro normativo nazionale 4 1.2.1 I postulati del bilancio

Dettagli

EBCL-MOD29A REV 1.1 08/02/2007 PAG 1 DI 12. Syllabus EBC*L Livello A Versione 1.1

EBCL-MOD29A REV 1.1 08/02/2007 PAG 1 DI 12. Syllabus EBC*L Livello A Versione 1.1 A EBCL-MOD29A REV 1.1 08/02/2007 PAG 1 DI 12 Syllabus EBC*L Livello A Versione 1.1 Indice dei moduli MODULO 1: Redazione del Bilancio 3 MODULO 2: Analisi di Bilancio 6 MODULO 3: Analisi dei Costi 8 MODULO

Dettagli

NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C.

NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C. NORME ORGANIZZATIVE INTERNE DELLA F.I.G.C. Parte II LE FUNZIONI TITOLO VI. N.O.I.F.- CONTROLLI SULLA GESTIONE ECONOMICA FINANZIARIA DELLE LEGHE E DELLE SOCIETÀ PROFESSIONISTICHE Art. 77 Organi delle Licenze

Dettagli

A cosa serve l l analisi analisi di di bilancio bilancio?

A cosa serve l l analisi analisi di di bilancio bilancio? A cosa serve l analisi di bilancio? Potenzialità informative Patrimoniale Percezione della rigidità/elasticità degli impieghi Percezione del grado di indebitamento Grado di finanziamento immobilizzazioni

Dettagli

Valutazione delle imprese assicurative

Valutazione delle imprese assicurative Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Finanza e Statistica Valutazione delle imprese assicurative V Parte:

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO. Riclassificazione e indici di bilancio 1

ANALISI DI BILANCIO. Riclassificazione e indici di bilancio 1 ANALISI DI BILANCIO Consiste nell analisi dei risultati aziendali mediante indici costruiti sulle informazioni contenute nel bilancio. Include indici di struttura finanziaria e indici di redditività. Riclassificazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. 1.2 Riclassificazione e Analisi di Bilancio per Indici

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. 1.2 Riclassificazione e Analisi di Bilancio per Indici UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Economia ed Organizzazione Aziendale (7,5 CFU) Allievi Meccanici prof. Michele Meoli 1.2 Riclassificazione e Analisi di Bilancio per Indici Sommario della lezione

Dettagli

L analisi di Bilancio

L analisi di Bilancio Università degli Studi di Sassari Dipartimento di Scienze economiche e aziendali Corso di laurea in Giurisprudenza Corso di Economia Aziendale Prof.ssa Lucia Giovanelli giovanel@uniss.it L analisi di Bilancio

Dettagli

SOLUZIONE ESAME DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE

SOLUZIONE ESAME DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE SOLUZIONE ESAME DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE Indirizzo Giuridico Economico Aziendale (Testo valevole per i corsi di ordinamento e per i corsi sperimentali del progetto Sirio ) Tema di economia aziendale

Dettagli

4.1 La rilevazione delle operazioni di gestione

4.1 La rilevazione delle operazioni di gestione Dispensa lezione 4 Contabilità Il bilancio d esercizio 4.1 La rilevazione delle operazioni di gestione Abbiamo visto che la gestione di un impresa si compie tramite una serie di operazioni tra loro coordinate.

Dettagli

Analisi di Bilancio per flussi

Analisi di Bilancio per flussi Analisi di Bilancio per flussi Premessa L analisi della situazione economica, patrimoniale e finanziaria dell azienda attraverso il bilancio si conclude con l analisi dei movimenti di risorse finanziarie

Dettagli

Risultati ed andamento della gestione

Risultati ed andamento della gestione Risultati ed andamento della gestione L esercizio 2011 si chiude con un risultato economico positivo, in quanto la distribuzione dei dividendi di Equitalia Nord ha consentito - insieme ai benefici fiscali

Dettagli

Programma di Economia aziendale a.s. 2014/2015 classe 5 C S.I.A.

Programma di Economia aziendale a.s. 2014/2015 classe 5 C S.I.A. Programma di Economia aziendale a.s. 2014/2015 classe 5 C S.I.A. I ASPETTI ECONOMICO-AZIENDALI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI Concetto di produzione industriale Le aree della gestione La contabilità generale:

Dettagli

Il bilancio per non addetti

Il bilancio per non addetti Il bilancio per non addetti Analisi di bilancio Relazione del Dr. Luca De Stefani info@studiodestefani.com Analisi di bilancio Il bilancio d esercizio non Å sufficiente ad esprimere tutte le informazioni

Dettagli

IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET

IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET Il sistema di pianificazione aziendale integrato. 1. Scenari ambientali, previsionali generali, bilanci passati Riferimenti ambientali Posizionamento strategico

Dettagli

ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE

ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE Sessione ordinaria 2006 Seconda prova scritta ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE Tema di: ECONOMIA AZIENDALE La funzione finanza

Dettagli

Tipi di analisi di bilancio

Tipi di analisi di bilancio Prima di introdurre i diversi metodi di valutazione delle aziende si ritiene utile riprendere le nozioni base dell'analisi di bilancio, nozioni necessarie per quantificare le grandezze che verranno poi

Dettagli

Relazione sulla gestione Bilancio ordinario al 31/12/2014

Relazione sulla gestione Bilancio ordinario al 31/12/2014 COLFERT S.P.A. Sede legale: VIA DEI MILLE N. 32 - FRESCADA PREGANZIOL (TV) Iscritta al Registro Imprese di TREVISO C.F. e numero iscrizione: 00401460266 Iscritta al R.E.A. di TREVISO n. 120644 Capitale

Dettagli