Malattie a trasmissione sessuale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Malattie a trasmissione sessuale"

Transcript

1 Malattie a trasmissione sessuale 1

2 Definizione Sono infezioni che colpiscono sia gli organi genitali che altre parti del corpo e che si trasmettono mediante i rapporti sessuali con persone infette. 2

3 Inquadramento La sigla MST ha preso origine all inizio degli anni 70 e con tale termine viene indicato lo specifico tipo di trasmissione. Esse comprendono più di 50 patologie e 25 sindromi, causate da una trentina di microrganismi. Sono in costante aumento e assumono la configurazione di patologie emergenti a diffusione epidemica. Più colpita è l età giovanile (85 % dei casi al di sotto dei 25 anni di età). 3

4 Cure e rischi Quasi tutte le MST sono guaribili. Alcune non si possono guarire ma migliorano con le cure Se non sono curate, le MST possono portare gravi conseguenze, come sterilità, dolori che non passano o tumori. Inoltre, avere una MST aumenta il rischio di prendere l HIV e, al contrario, curare le MST diminuisce il rischio di infettarsi con l HIV. 4

5 MST nel mondo Secondo le stime dell OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) le MST hanno una incidenza annua di 333 milioni di casi escludendo l AIDS. L incidenza delle MST nel mondo è in continuo aumento, grazie anche alla maggiore mobilità e all aumento della tendenza ad avere rapporti sessuali con più partners. L OMS ha incluso la lotta alle MST tra le assolute priorità di salute pubblica. 5

6 MST in Italia Nel nostro paese si stima che ogni anno vengano contagiati circa 2.5 milioni di giovani adolescenti (tra i 13 e i 19 anni). 6

7 Motivi della diffusione esplosione demografica dopo la II guerra mondiale aumento del volume del traffico internazionale e della velocità dei trasporti aumentata attività sessuale tra i giovani anticipo dell età del primo rapporto aumentato numero di adulti single nuovi metodi anticoncezionali ignoranza della materia difficoltà/ritrosia di diagnosi per alcune MST automedicazione ritenuta sufficiente 7

8 MST tra le donne Si evidenzia negli ultimi anni un aumento considerevole soprattutto tra le ragazze tra i 15 e i 19 anni Nelle donne, qualunque sia la MST, le prime manifestazioni cliniche passano inosservate in circa il 90% dei casi. L entità relativa dei sintomi può variare notevolmente nelle diverse infezioni e nei diversi casi, e va considerata anche l estrema variabilità della percezione della sintomatologia soggettiva. 8

9 MST e gravidanza Nella donna vi è anche uno stretto rapporto tra MST e rischio di cancro degli organi genitali (utero, ovaie), oltre che un rischio di compromissione degli organi riproduttivi. Il danno alla riproduzione può produrre la comparsa di sterilità, ovvero complicazioni della gravidanza, con aborti e gravidanze extrauterine,ed anche la trasmissione di infezioni tra madre e feto. 9

10 Contagio e sintomi Quando ci si infetta, i sintomi possono apparire subito (entro 2 5 giorni ), oppure dopo settimane, mesi oppure anni. Alcuni disturbi possono scomparire e poi ritornare. Anche senza sintomi chi ha una MST può trasmetterla quando ha rapporti sessuali con un altra persona. 10

11 Sintomi delle MST In generale le MST producono un quadro di sintomi comuni, che comprendono uno o più dei seguenti: prurito bruciori arrossamenti piccole escrescenze vescicole ulcere anomale secrezioni genitali 11

12 Andare dal medico? SI, senza esitazione. Molti dei sintomi prima elencati possono essere causati da altre malattie che non sono trasmesse sessualmente. Solo il medico può aiutare a inquadrare esattamente la situazione, e prescrivere la cura adatta. ANDARCI SUBITO E UN DOVERE!!!! 12

13 Conseguenze In assenza di terapia queste infezioni possono persistere per lunghi periodi dando talora luogo ad infezioni croniche e potenziali danni irreversibili. La presenza di un'infezione genitale aumenta la probabilità di contagiarsi con il virus HIV (il 9.5% dei soggetti con MST è anche HIV positivo). 13

14 Prevenzione delle MST Comportamenti sessuali responsabili: sapere cosa si rischia per rapporti non protetti con persone non conosciute, e quindi essere informati e non aver vergogna di usare o chiedere l uso del condom (preservativo). Misure di identificazione delle persone infette: in dubbio, rivolgersi sempre al medico. Meglio sapere che ignorare! 14

15 MST e condom L uso del condom di latex protegge, creando una barriera fisica al contagio. I condom sono una barriera impermeabile per i germi che causano le MST. Per la migliore protezione si devono usare correttamente per tutti i rapporti sessuali, dall inizio alla fine del rapporto. 15

16 Attenzione!!! L uso corretto del condom protegge da tutte le MST, ma, in ogni caso, occorre fare attenzione a partner occasionali, e ricorrere al medico assieme al partner abituale anche solo in caso di sospetto di MST. Evitare le MST è possibile!!! 16

17 Terapia Fortunatamente per la maggior parte di queste malattie sono oggi disponibili terapie semplici ed efficaci a base di antibiotici e antivirali. Proprio perché queste infezioni si trasmettono attraverso i rapporti sessuali, è fondamentale che anche il partner effettui controlli, anche in assenza di sintomi specifici. 17

18 Papilloma virus (HPV) E un virus sessualmente trasmissibile, e produce la MST più frequente, che diventa anche un problema di coppia (i due partner si ricontagiano a vicenda) Il Pailloma presenta rischio di tumori collo dell utero (nella donna secondo per frequenza solo al tumore della mammella), vagina, vulva, pene, ano, bocca. Si può prevenire: educazione sanitaria, trattamento e counselling individuale e di coppia, screening, oggi vaccinazione per le donne sotto i 12 anni. 18

19 EPATITE VIRALE B E una malattia infettiva causata da un virus chiamato HBV che colpisce il fegato. Si manifesta dopo un periodo di incubazione di 2 6 mesi dall infezione con la comparsa di inappetenza, malessere generale, febbre e nausea. Nella maggioranza dei casi (circa il 90 % ) l infezione acuta è asintomatica. Il 10 % di tutte le infezioni, sintomatiche e non, cronicizza e può evolvere verso quadri clinici di grave compromissione epatica, quali epatite cronica, cirrosi epatica ed epatocarcinoma. Si trasmette venendo a contatto con liquidi biologici quali sangue e suoi derivati, sperma e liquidi vaginali infetti, la trasmissione può avvenire anche da madre infetta al bambino durante la gravidanza.

20 A maggior rischio sono: coloro che hanno rapporti sessuali con partner infetti; i tossicodipendenti; gli operatori sanitari; i bambini nati da madre HbsAg positiva. Si può prevenire adottando comportamenti corretti: usare il preservativo nei rapporti sessuali con partner sconosciuto o portatore di HbsAg evitare lo scambio di siringhe usate evitare lo scambio di oggetti personali quali spazzolino da denti, forbicine, rasoi, tagliaunghie, siringhe riutilizzabili in caso di tatuaggi, fori alle orecchie o in altre parti del corpo, pratiche estetiche che prevedono l uso di aghi, accertarsi delle condizioni igieniche e pretendere l uso di aghi usa e getta.

21 Esiste un vaccino reso obbligatorio con una legge del 1991 per tutti i nuovi nati, inoltre la vaccinazione è offerta gratuitamente e raccomandata alle persone appartenenti a categorie a rischio. Il virus è presente in tutto il mondo, si stima che nel mondo i portatori di HbsAg siano circa 350 milioni. È una malattia presente su tutto il territorio italiano, abbiamo circa 2 milioni di portatori cronici del virus. Un milione all anno sono i morti per patologie correlate all HBV. L infezione è più frequente tra i 15 e i 24 anni e la percentuale di cronicizzazione aumenta con il diminuire dell età di infezione.

22 EPATITE C La causa più frequente di malattia cronica del fegato, di cirrosi e di epatocarcinoma, complicanze che ogni anno in Italia sono responsabili della morte di persone. L infezione da HCV spesso cronicizza a causa dell alta propensione del virus a persistere, eludendo l attacco del sistema immunitario. La cirrosi epatica rappresenta il quadro clinico evolutivo più frequentemente osservato con una latenza di sviluppo che può essere di pochi anni dall esposizione ad alcuni decenni. Il rischio e la velocità di progressione sono influenzati sia da fattori genetici dell ospite, che dall età al momento dell infezione, dall uso di alcool, dalla presenza di coinfezioni con altri virus epatitici o con HIV. in Italia il virus dell epatite C colpisce oltre due milioni di persone.

23 E una malattia infettiva causata da un virus chiamato HCV che colpisce il fegato. L epatite C, dopo un periodo di incubazione che va da due settimane ai sei mesi, si manifesta con una sintomatologia sfumata, in modo più subdolo rispetta all epatite B con nausea, affaticamento, perdita di appetito, cefalea e, a volte, febbre e dolori addominali e può, molto frequentemente, cronicizzare ed evolvere verso quadri clinici di grave compromissione epatica. L epatite C può decorrere anche senza sintomatologia. E una malattia che si trasmette venendo a contatto con liquidi biologici quali sangue e suoi derivati infetti; il rischio di trasmissione con rapporti sessuali, per gli operatori sanitari durante l assistenza medico-chirurgica, da madre infetta al bambino durante la gravidanza, è basso.

24 A maggior rischio sono i tossicodipendenti. I politrasfusi e gli emodializzati, inoltre appartenevano, in passato alle categorie più a rischio di infezione attraverso le trasfusioni di sangue e/o emoderivati. L epatite può essere prevenuta adottando corretti comportamenti quali: usare il preservativo se si hanno molteplici partner sessuali evitare lo scambio di siringhe usate evitare lo scambio di oggetti personali quali spazzolino da denti, forbicine, rasoi, tagliaunghie, siringhe riutilizzabili in caso di tatuaggi, fori alle orecchie o in altre parti del corpo, pratiche estetiche che prevedono l uso di aghi, accertarsi delle condizioni igieniche e pretendere l uso di aghi usa e getta. Non esiste ancora un vaccino disponibile.

25 EPATITE VIRALE C Il virus è diffuso in tutto il mondo ed è presente su tutto il territorio nazionale. Si stima un numero di portatori in tutto il mondo di circa In Europa l epatite C interessa 8,9 milioni di persone, circa individui muoiono di complicazioni da epatite C ogni anno. Circa il 25% dei pazienti non trattati svilupperà una forma irreversibile di cirrosi epatica. Molti pazienti sono asintomatici per molti anni. TRASMISSIONE VERTICALE DEL VIRUS DELL EPATITE C La trasmissione può avvenire in utero, per via transplacentare in qualsiasi momento durante la gravidanza, al parto o nel periodo postnatale. L infezione da HCV materna non è una controindicazione alla gravidanza

MINISTERO DELLA SANITÀ

MINISTERO DELLA SANITÀ Le epatiti virali MINISTERO DELLA SANITÀ DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE MALATTIE INFETTIVE E PROFILASSI INTERNAZIONALE CONSIGLI SULLA PREVENZIONE DI ALCUNE MALATTIE INFETTIVE una raccolta di schede informative

Dettagli

se la conosci, la previeni!

se la conosci, la previeni! EPATITE se la conosci, la previeni! HEALTHY FOUNDATION HEALTHY FOUNDATION Epatiti, cosa sono? 2 L epatite, o meglio le epatiti sono tra le malattie infettive più comuni e gravi del mondo. Si tratta di

Dettagli

Epatiti virali. Capitolo 8

Epatiti virali. Capitolo 8 Epatiti virali Capitolo 8 L epatite virale è un infiammazione del fegato causata da virus. Ad oggi i principali virus dell epatite conosciuti sono: virus epatite A (HAV), virus epatite B (HBV), virus epatite

Dettagli

Malattie da virus a trasmissione parenterale

Malattie da virus a trasmissione parenterale Malattie da virus a trasmissione parenterale Epatite B Eziologia Il virus dell epatite B appartiene alla famiglia Hepadnaviridae, genere Orthohepadnavirus. HBV è una particella sferica di 42 nm di diametro.

Dettagli

Breve viaggio alla scoperta delle Malattie Sessualmente Trasmissibili

Breve viaggio alla scoperta delle Malattie Sessualmente Trasmissibili Breve viaggio alla scoperta delle Malattie Sessualmente Trasmissibili Materiale elaborato con la supervisione della dott.ssa Barbara Ricciardi dai partecipanti al corso di formazione per volontari Comunicare

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE TATUAGGIO E PIERCING: ASPETTI DI SICUREZZA. Modena 29 giugno 2009

CORSI DI FORMAZIONE TATUAGGIO E PIERCING: ASPETTI DI SICUREZZA. Modena 29 giugno 2009 CORSI DI FORMAZIONE TATUAGGIO E PIERCING: ASPETTI DI SICUREZZA Modena 29 giugno 2009 CENNI DI EPIDEMIOLOGIA E PREVENZIONE DELLE PRINCIPALI INFEZIONI TRASMISSIBILI PER VIA PARENTERALE Epatite B Epatite

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale Pionieri Toscana HIV EPATITI MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI

CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale Pionieri Toscana HIV EPATITI MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale Pionieri Toscana HIV EPATITI MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI Corso Aspiranti Pionieri CRI Pisa San Frediano a Settimo 8 Nov. 2006 Monitore C.R.I. SPINELLI

Dettagli

LE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI

LE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI LE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI LE MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE CHE COSA SONO Sono malattie che vengono trasmesse da una persona all'altra prevalentemente per contatto sessuale. Vengono anche

Dettagli

Prof. Pippi Luigi Specialista in Malattie Infettive luigipippi@libero.it

Prof. Pippi Luigi Specialista in Malattie Infettive luigipippi@libero.it 1 Prof. Pippi Luigi Specialista in Malattie Infettive luigipippi@libero.it EPATITE DA HBV Introduzione... 1 Epidemiologia... 2 Modalità e vie di trasmissione... 2 Patogenesi... 3 Clinica... 4 Diagnosi...

Dettagli

Dr. Giuliana Battistini Servizio Igiene Pubblica AUSL Parma

Dr. Giuliana Battistini Servizio Igiene Pubblica AUSL Parma Tattoo e piercing La protezione dell operatore Parma 18 marzo 2013 Dr. Giuliana Battistini Servizio Igiene Pubblica AUSL Parma Tutti i pazienti possono essere portatori di microorganismi trasmissibili

Dettagli

4USA IL PRESERVATIVO 4SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV

4USA IL PRESERVATIVO 4SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV 4USA IL PRESERVATIVO 4SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV conosci 1/2 Ho 21 anni, sono una ragazza carina Con l ultimo ragazzo è durata tre mesi e, ahimè, ci sono stati rapporti non protetti...ora

Dettagli

MAR A TIN I A N Z AM A INA N TO T CLASSE 3 A

MAR A TIN I A N Z AM A INA N TO T CLASSE 3 A L AIDS MARTINA ZAMINATO CLASSE 3 A ANNO SCOLASTICO 2012/2013 AIDS e HIV: sintomi - cause - test - trasmissione Introduzione AIDS (Acquired Immune Deficiency Syndrome) sta per sindrome da immunodeficienza

Dettagli

Capitolo 6 infezione da hiv e aids sindrome da immunodeficienza acquisita SIDA acquired immune defi- ciency syndrome AIDS hiv

Capitolo 6 infezione da hiv e aids sindrome da immunodeficienza acquisita SIDA acquired immune defi- ciency syndrome AIDS hiv Infezione da HIV e AIDS Capitolo 6 La sindrome da immunodeficienza acquisita (SIDA) o acquired immune deficiency syndrome (AIDS) è una malattia del sistema immunitario umano causata dal virus dell immunodeficienza

Dettagli

sintomi,decorso coinfezioni

sintomi,decorso coinfezioni 2007 L epatite è un infiammazione del fegato; se è causata da un virus l epatite può essere trasmessa da una persona all altra.invece l epatite non è contagiosa se ha origine da abuso di alcool o medicamenti,

Dettagli

dott. Giovanni Garozzo

dott. Giovanni Garozzo Le epatiti virali 3 Cara donatrice e caro donatore, tra gli esami che obbligatoriamente vengono eseguiti in occasione della iscrizione all AVIS e in occasione di ogni donazione vi è la ricerca e degli

Dettagli

LE INFEZIONI OSCURE : ACCENDI LA LUCE! ТЁМНЫЕ ИНФЕКЦИИ - ЗАЖГИ СВЕТ! LAS INFECCIONES OSCURAS ENCIENDE LA LUZ! AS INFECÇÕES ESCURAS: LIGAS A LUZ!

LE INFEZIONI OSCURE : ACCENDI LA LUCE! ТЁМНЫЕ ИНФЕКЦИИ - ЗАЖГИ СВЕТ! LAS INFECCIONES OSCURAS ENCIENDE LA LUZ! AS INFECÇÕES ESCURAS: LIGAS A LUZ! LE INFEZIONI OSCURE : ACCENDI LA LUCE! ТЁМНЫЕ ИНФЕКЦИИ - ЗАЖГИ СВЕТ! LAS INFECCIONES OSCURAS ENCIENDE LA LUZ! AS INFECÇÕES ESCURAS: LIGAS A LUZ! J + a cura di Prof. Maria Rita Gismondo Под редакцией профессора

Dettagli

HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo

HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo HIV-AIDS Un emergenza da non dimenticare A livello globale, l epidemia di HIV-AIDS pare essersi stabilizzata. Il tasso di nuove infezioni è in costante diminuzione dalla

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

LE INFEZIONI SESSUALMENTE TRASMESSE:

LE INFEZIONI SESSUALMENTE TRASMESSE: LE INFEZIONI SESSUALMENTE TRASMESSE: la conoscenza è il primo passo per combatterle www.aslbrescia.it A cura dell Azienda Sanitaria Locale di Brescia Servizio Medicina del Disagio Ambulatorio Malattie

Dettagli

Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C!

Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C! Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C! L Epatite C può essere trasmessa attraverso: L uso comune di aghi e siringhe L uso comune di filtri, cucchiai e acqua al momento del consumo di droghe

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

INFEZIONI A TRASMISSIONE SESSUALE

INFEZIONI A TRASMISSIONE SESSUALE Grafica: Pablo Comunicazione Gennaio 2014 info: Numero Verde 800 033033 Giorni feriali dalle ore 8,30 alle ore 17,30 sabato dalle ore 8,30 alle ore 13,30 HTTP://GUIDASERVIZI.SALUTER.IT SCRIVENDO NEL CAMPO

Dettagli

Credi che la PPE sia la pipì di ET e che MTS sia l acronimo di Matriosche Terroriste Siberiane..?

Credi che la PPE sia la pipì di ET e che MTS sia l acronimo di Matriosche Terroriste Siberiane..? Credi che la PPE sia la pipì di ET e che MTS sia l acronimo di Matriosche Terroriste Siberiane..? Non hai la più pallida idea di come si possa contrarre (e che cosa sia) la Chlamydia? Pensi che l AIDS

Dettagli

Introduzione. Prof. Pippi Luigi Specialista in Malattie Infettive luigipippi@libero.it

Introduzione. Prof. Pippi Luigi Specialista in Malattie Infettive luigipippi@libero.it 1 Prof. Pippi Luigi Specialista in Malattie Infettive luigipippi@libero.it EPATITE DA HCV Introduzione... 1 Epidemiologia... 2 Patogenesi... 2 Modalità e vie di trasmissione... 3 Sintomatologia ed evoluzione...

Dettagli

Prevenire i tumori del collo uterino INFORMAZIONI PER TUTTE LE DONNE

Prevenire i tumori del collo uterino INFORMAZIONI PER TUTTE LE DONNE Prevenire i tumori del collo uterino INFORMAZIONI PER TUTTE LE DONNE Indice Prefazione... 01 01 INTRODUZIONE... 03 Una grande sfida... 03 02 DOMANDE E RISPOSTE... 05 Quale è la causa del tumore del collo

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 novembre 2001, n.465 Regolamento che stabilisce le condizioni nelle quali è obbligatoria la vaccinazione antitubercolare, a norma dell'articolo 93, comma 2, della

Dettagli

LE MALATTIE A TRASMISSION E SESSU ALE

LE MALATTIE A TRASMISSION E SESSU ALE LE MALATTIE A TRASMISSION E SESSU ALE Opuscolo Informativo Associazione Universitaria Koiné ONLUS LE MALATTIE A TRASMISSONE SESSUALE (MTS) Le malattie a trasmissione sessuale (MTS) sono causate da batteri,

Dettagli

IL PAPILLOMA VIRUS E LA CAMPAGNA VACCINALE. Sandra Fabbri Fondazione ONLUS Attilia Pofferi

IL PAPILLOMA VIRUS E LA CAMPAGNA VACCINALE. Sandra Fabbri Fondazione ONLUS Attilia Pofferi IL PAPILLOMA VIRUS E LA CAMPAGNA VACCINALE Sandra Fabbri Fondazione ONLUS Attilia Pofferi LA COMUNICAZIONE SULLA VACCINAZIONE CHIAREZZA E CONDIVISIONE DEGLI OBIETTIVI DI SANITÀ PUBBLICA SUL VACCINO CONTRO

Dettagli

MALATTIE SESSUALMENTE TRASMESSE, HIV/AIDS E ECTOPARASSiTOSI

MALATTIE SESSUALMENTE TRASMESSE, HIV/AIDS E ECTOPARASSiTOSI MALATTIE SESSUALMENTE TRASMESSE, HIV/AIDS E ECTOPARASSiTOSI DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO CENTRO DI RIFERIMENTO HIV MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE CRH-MTS Milano - viale Jenner 44 Tel. 02 89578.9871

Dettagli

Quali le patologie epatiche più frequenti?

Quali le patologie epatiche più frequenti? ANNAROSA FLOREANI 136 DONNE CON FEGATO Vi sono differenze tra i sessi? Tra i due sessi non vi sono differenze strutturali, ma nel corso della vita il fegato può subire modificazioni funzionali. È noto

Dettagli

Dati epidemiologici sulle patologie della sfera sessuale in adolescenza. Luisa Mondo

Dati epidemiologici sulle patologie della sfera sessuale in adolescenza. Luisa Mondo Dati epidemiologici sulle patologie della sfera sessuale in adolescenza Luisa Mondo I.S.T. INFEZIONI SESSUALMENTE TRASMISSIBILI Sono infezioni che si contraggono attraverso rapporti sessuali con persone

Dettagli

Progetto pilota ROMAINFORMA: Sportello Informativo per la tutela della salute e per la prevenzione delle epatiti B e C.

Progetto pilota ROMAINFORMA: Sportello Informativo per la tutela della salute e per la prevenzione delle epatiti B e C. Progetto pilota ROMAINFORMA: Sportello Informativo per la tutela della salute e per la prevenzione delle epatiti B e C. Data inizio: Novembre 2006 Durata: 2 anni Dove: Comune di Roma Soggetto proponente:

Dettagli

La rosolia nella donna in gravidanza

La rosolia nella donna in gravidanza La rosolia nella donna in gravidanza ROSOLIA Trasmissione materno-fetale Trasmissione transplacentare Nel corso della fase viremica con o senza manifestazioni cliniche L infezione fetale dopo reinfezione

Dettagli

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

LA VACCINAZIONE CONTRO IL PAPILLOMAVIRUS UMANO (HPV) S.S. Pediatria Territoriale Servizio di Medicina Scolastica

LA VACCINAZIONE CONTRO IL PAPILLOMAVIRUS UMANO (HPV) S.S. Pediatria Territoriale Servizio di Medicina Scolastica LA VACCINAZIONE CONTRO IL PAPILLOMAVIRUS UMANO (HPV) S.S. Pediatria Territoriale Servizio di Medicina Scolastica LO SCREENING Uno dei principali obiettivi della medicina è diagnosticare una malattia il

Dettagli

La speranza, una grande speranza, era che il declino

La speranza, una grande speranza, era che il declino Epatite Cronica B, malattia sommersa Intervista a Mario Rizzetto L Epatite Cronica B può causare cicatrici e sovvertimento nella struttura epatica, portando a cirrosi e tumore epatico La speranza, una

Dettagli

L infezione con l HIV, l epatite B e l epatite C non sono solo pericolosi per la Vostra

L infezione con l HIV, l epatite B e l epatite C non sono solo pericolosi per la Vostra Cara coppia L infezione con l HIV, l epatite B e l epatite C non sono solo pericolosi per la Vostra salute, ma possono anche nuocere alla salute del Vostro partner o del Vostro bambino. In occasione delle

Dettagli

Novembre 2010 - Workshop

Novembre 2010 - Workshop Novembre 2010 - Workshop LE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI L illusione della sicurezza. Per tutte le malattie sessualmente trasmesse, inutile dirlo, l unica forma di prevenzione sicura al 100% (oltre

Dettagli

Patologia infettiva oculare coesistente

Patologia infettiva oculare coesistente Azienda Ospedaliera Pediatrica SANTOBONO PAUSILIPON ANNUNZIATA S.S.D. Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi ed il Trattamento della Retinopatia della Prematurità Direttore dott. Salvatore Capobianco

Dettagli

Esami di qualificazione biologica su ogni donazione

Esami di qualificazione biologica su ogni donazione Esami di qualificazione biologica su ogni donazione HCV Ab, HCV-RNA (da giugno 2002) HIV 1-2 Ab, HIV1-RNA (da giugno 2008) HBsAg, HBV-DNA (da giugno 2008) Sierodiagnosi per la lue Decreto Ministro della

Dettagli

Unità Semplice di MST (Malattie Sessualmente Trasmissibili) Responsabile Dott. Andrea Barelli

Unità Semplice di MST (Malattie Sessualmente Trasmissibili) Responsabile Dott. Andrea Barelli Unità Semplice di MST (Malattie Sessualmente Trasmissibili) Responsabile Dott. Andrea Barelli Azienda ULSS12 Veneziana U.O. di Malattie Infettive e Tropicali Dip. Medicina Clinica Ospedale dell Angelo

Dettagli

HIV e AIDS. Corso Ed. Sessualita` e Prevenzione MST Bresso, 5-8 gennaio 2011. Emanuele Biolcati Gruppo Pionieri di Torino

HIV e AIDS. Corso Ed. Sessualita` e Prevenzione MST Bresso, 5-8 gennaio 2011. Emanuele Biolcati Gruppo Pionieri di Torino Corso Ed. Sessualita` e Prevenzione MST Bresso, 5-8 gennaio 2011 Emanuele Biolcati Gruppo Pionieri di Torino Parleremo di... Introduzione HIV Definizione Metodi di contagio Test AIDS Statistiche 2 Commenti

Dettagli

EPATITE C. Cosa sapere? Cosa fare? Infezione causata dal virus dell epatite C trasmesso attraverso il sangue di soggetti già infetti

EPATITE C. Cosa sapere? Cosa fare? Infezione causata dal virus dell epatite C trasmesso attraverso il sangue di soggetti già infetti imp epatite 26-05-2003 14:00 Pagina 1 EPATITE C Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia Direzione regionale della Sanità e delle Politiche Sociali Cosa sapere? Infezione causata dal virus dell epatite C

Dettagli

LE MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE:

LE MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE: LE MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE: consapevolezza dei giovani milanesi i quaderni della salute 11 a cura dell Assessorato alla Salute INDICE LE MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE pag. 2 LE PIÙ COMUNI MALATTIE

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

La salute in carcere. Prevenzione e riduzione delle malattie trasmissibili in carcere. per il personale penitenziario

La salute in carcere. Prevenzione e riduzione delle malattie trasmissibili in carcere. per il personale penitenziario La salute in carcere Prevenzione e riduzione delle malattie trasmissibili in carcere Informazioni per il personale penitenziario Indice Questa pubblicazione è disponibile nelle seguenti lingue: Tedesco

Dettagli

La salute in carcere. Prevenzione e riduzione delle malattie trasmissibili in carcere. per il personale penitenziario

La salute in carcere. Prevenzione e riduzione delle malattie trasmissibili in carcere. per il personale penitenziario La salute in carcere Prevenzione e riduzione delle malattie trasmissibili in carcere Informazioni per il personale penitenziario Questa pubblicazione è disponibile nelle seguenti lingue: Tedesco Francese

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

DEFINIZIONE DEGLI STRUMENTI PREVENTIVI PER LE IST

DEFINIZIONE DEGLI STRUMENTI PREVENTIVI PER LE IST Linee Guida per la gestione del paziente con infezione sessualmente trasmessa (IST). Italia, SIMAST 2010. DEFINIZIONE DEGLI STRUMENTI PREVENTIVI PER LE IST La prevenzione delle IST si rivolge ad un comportamento,

Dettagli

malattie sessualmente trasmissibili

malattie sessualmente trasmissibili malattie sessualmente trasmissibili prevenzione, diagnosi e terapia a cura di Tiziano Cappelletto, ginecologo in collaborazione con Giampaolo Contemori, andrologo Sandro Pasquinucci, infettivologo Patrizio

Dettagli

Una recrudescenza delle malattie sessualmente trasmesse?

Una recrudescenza delle malattie sessualmente trasmesse? Salute Maria Bruna Pasticci Una recrudescenza delle malattie sessualmente trasmesse? Con il termine di malattie sessualmente trasmesse (MST) o si definiscono tutte le patologie che possono essere acquisite

Dettagli

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Ref. 123 / 2009 Reparto di Medicina della Riproduzione Servicio de Medicina de la Reproducción Gran Vía Carlos III 71-75 08028 Barcelona Tel.

Dettagli

Patologia infettiva oculare coesistente

Patologia infettiva oculare coesistente Azienda Ospedaliera Pediatrica SANTOBONO PAUSILIPON ANNUNZIATA S.S.D. Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi ed il Trattamento della Retinopatia della Prematurità Direttore dott. Salvatore Capobianco

Dettagli

LE IDONEITÀ DIFFICILI

LE IDONEITÀ DIFFICILI LE IDONEITÀ DIFFICILI Il giudizio di idoneità in operatori sanitari HBV, HCV, HIV positivi Giantommaso Pagliaro - AO Ordine Mauriziano di Torino - APAMIL APAMIL - Associazione Piemontese e Aostana di Medicina

Dettagli

INFEZIONI DA CITOMEGALOVIRUS Epidemiologia

INFEZIONI DA CITOMEGALOVIRUS Epidemiologia INFEZIONI DA CITOMEGALOVIRUS Infezione primaria: Quasi sempre asintomatica Talora sindrome mononucleosica Riattivazione Nel soggetto normale Nei pazienti trapiantati Nei pazienti con infezione da HIV Infezione

Dettagli

Safe Book... 3 La tua salute... 3 La tua libertà... 3 La conoscenza della tua sessualità... 4 L informazione sulla tua vita sessuale...

Safe Book... 3 La tua salute... 3 La tua libertà... 3 La conoscenza della tua sessualità... 4 L informazione sulla tua vita sessuale... Safe Book... 3 La tua salute... 3 La tua libertà... 3 La conoscenza della tua sessualità... 4 L informazione sulla tua vita sessuale... 4 Le Malattie a Trasmissione Sessuale... 4 Indicazioni valide per

Dettagli

Epatite. cause conseguenze e prevenzione

Epatite. cause conseguenze e prevenzione Epatite cause conseguenze e prevenzione L importante in breve sull epatite Cos è l epatite e quali sono le conseguenze di questa malattia? L epatite è una infiammazione del fegato provocata dal virus dell

Dettagli

MST Malattie. Sessualmente Trasmissibili. Proteggi l Amore

MST Malattie. Sessualmente Trasmissibili. Proteggi l Amore MST Malattie Sessualmente Trasmissibili Proteggi l Amore Assessorato alle Politiche sociali, per la salute e per la sicurezza delle persone Programma territoriale della provincia di Modena Comunicazione

Dettagli

Fino al 1970 era possibile fare solo una diagnosi. 1970. Blumberg identifica l antigene Australia nei

Fino al 1970 era possibile fare solo una diagnosi. 1970. Blumberg identifica l antigene Australia nei STORIA DELL IDENTIFICAZIONE DEI VIRUS CHE CAUSANO EPATITE 1 Fino al 1970 era possibile fare solo una diagnosi generica di epatite, pur essendo distinti due tipi sul piano epidemiologico. 1970. Blumberg

Dettagli

Screening e diagnosi precoce delle principali patologie infettive correlate all uso delle sostanze stupefacenti

Screening e diagnosi precoce delle principali patologie infettive correlate all uso delle sostanze stupefacenti Centro Operativo AIDS WORKSHOP Progetto DTPI Screening e diagnosi precoce delle principali patologie infettive correlate all uso delle sostanze stupefacenti Linee di indirizzo DPA e Ministero della Salute

Dettagli

UNI-A.T.E.Ne.O. Ivana Torretta

UNI-A.T.E.Ne.O. Ivana Torretta UNI-A.T.E.Ne.O. Ivana Torretta Anno Accademico 10/ 11 MEDICINA GENERALE, BIOLOGIA, SANITA 1. La salute delle ossa: come mantenerla, come recuperarla 2. Esami (quasi) normali ma mi dicono che son malato:

Dettagli

QUESITI RIVOLTI AGLI ESPERTI DELL UNITÀ OPERATIVA TELEFONO VERDE AIDS

QUESITI RIVOLTI AGLI ESPERTI DELL UNITÀ OPERATIVA TELEFONO VERDE AIDS QUESITI RIVOLTI AGLI ESPERTI DELL UNITÀ OPERATIVA TELEFONO VERDE AIDS 800.861.061 Reparto Epidemiologia Dipartimento Malattie Infettive, Parassitarie e Immunomediate Istituto Superiore di Sanità QUESITI

Dettagli

SEIEVA - Sistema epidemiologico integrato epatite virale acuta

SEIEVA - Sistema epidemiologico integrato epatite virale acuta SEIEVA - Sistema epidemiologico integrato epatite virale acuta Dati al 31 dicembre 2013 STRUTTURE COMPETENTI Sezione Attuazione Programmazione Sanitaria Settore Promozione e Sviluppo Igiene e Sanità Pubblica

Dettagli

HIV = Human Immunodeficiency Virus HCV = Hepatitis C Virus

HIV = Human Immunodeficiency Virus HCV = Hepatitis C Virus HIV, HCV e SESSO HIV = Human Immunodeficiency Virus HCV = Hepatitis C Virus Fonti Quanto qui scritto è stato ispirato dalle seguenti fonti: http://i-base.info/guides/hepc/hiv-hcv-and-sex http://i-base.info/guides/hepc/hepatitis-c-transmission

Dettagli

Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others. www.euro.who.int/influenza

Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others. www.euro.who.int/influenza Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others www.euro.who.int/influenza INFLUENZA A(H1N1) COSA E QUESTA NUOVA INFLUENZA 1. Cosa è l Influenza A(H1N1)? L influenza A(H1N1) è un nuovo virus influenzale

Dettagli

L EPATITE C. Fonte: Documento inter societario SIMG AISF SIMIT sul virus dell epatite C, 2009

L EPATITE C. Fonte: Documento inter societario SIMG AISF SIMIT sul virus dell epatite C, 2009 L EPATITE C Infezione da HCV e fattori di rischio L Epatite C è un infiammazione del fegato causata da un virus della famiglia Flaviviridae appartenente al genere hepacavirus (HCV) che attacca l organo,

Dettagli

NON ABBASSIAMO LA GUARDIA FREEDAY TEST HCV HIV

NON ABBASSIAMO LA GUARDIA FREEDAY TEST HCV HIV NON ABBASSIAMO LA GUARDIA FREEDAY TEST HIV HCV HIV COSA VUOL DIRE HIV Human Immunodeficiency Virus Human = l uomo è il bersaglio del virus Immunodeficiency = virus che causa un deficit delle difese immunitarie

Dettagli

HPV UN PROBLEMA PER POCHI O UN RISCHIO CONCRETO PER TUTTI? LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI

HPV UN PROBLEMA PER POCHI O UN RISCHIO CONCRETO PER TUTTI? LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI HPV UN PROBLEMA PER POCHI O UN RISCHIO CONCRETO PER TUTTI? LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI 10 Fondazione Umberto Veronesi - Piazza Velasca 5, 20122

Dettagli

CAPECITABINA (Xeloda)

CAPECITABINA (Xeloda) CAPECITABINA (Xeloda) 1 POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

a cura della sezione di Torino Il Lichen Orale

a cura della sezione di Torino Il Lichen Orale Il Lichen Orale 1. Che cosa e il lichen planus? 2. E una malattia trasmissibile o infettiva? 3. Quali distretti corporei può colpire? 4. Quali sono gli aspetti clinici della malattia quando colpisce il

Dettagli

Per avere un. fegato sano. Un organo tuttofare. Chi lo minaccia. La prevenzione aiuta. Gli esami utili. Consigli utili

Per avere un. fegato sano. Un organo tuttofare. Chi lo minaccia. La prevenzione aiuta. Gli esami utili. Consigli utili 27 Per avere un fegato sano Un organo tuttofare Chi lo minaccia La prevenzione aiuta Gli esami utili Consigli utili Realizzazione: Editoriale Giornalidea Stampa: Elcograf Industria Grafica 2010 Perché

Dettagli

Dr. Nunzio Minniti Centro di diagnosi e cura della Sterilità Clinica del Mediterraneo Ragusa

Dr. Nunzio Minniti Centro di diagnosi e cura della Sterilità Clinica del Mediterraneo Ragusa MALATTIE SESSUALMENTE TRASMESSE Dr. Nunzio Minniti Centro di diagnosi e cura della Sterilità Clinica del Mediterraneo Ragusa MTS Comprendono un gruppo di patologie infettive che hanno come via contagio

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Esposizione accidentale a materiali biologici potenzialmente contaminati con agenti patogeni trasmissibili per via ematica

Esposizione accidentale a materiali biologici potenzialmente contaminati con agenti patogeni trasmissibili per via ematica S.S. Medico pagina 1 di 12 1. Titolo e descrizione sintetica... 1 2. Titolo... 1 3. Descrizione sintetica... 1 4. Responsabile della procedura... 1 5. Obiettivi... 2 6. Ambito di Applicazione... 2 7. Documenti

Dettagli

Profilassi Malattie Infettive MORBILLO - PAROTITE - ROSOLIA

Profilassi Malattie Infettive MORBILLO - PAROTITE - ROSOLIA Profilassi Malattie Infettive MORBILLO - PAROTITE - ROSOLIA Il morbillo nel mondo Epidemia di morbillo in Campania del 2002 Stimati circa 40.000 casi Eguale distribuzione per sesso Incidenza più elevata

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

EPATITI: UN EMERGENZA SOMMERSA

EPATITI: UN EMERGENZA SOMMERSA EPATITI: UN EMERGENZA SOMMERSA Indice Autori... pag. V 1. Introduzione e obiettivi...» 1 2. Lo scenario delle epatiti B e C in Italia...» 9 2.1 Epidemiologia dei virus epatitici HBV e HCV...» 9 2.2 Una

Dettagli

Piacere e salute sessuale

Piacere e salute sessuale Piacere e salute sessuale «Baciare è sicuro?» «Posso contrarre un infezione con i sex toys?» «Anche il mio partner ha bisogno di una terapia?» «Quando devo fare un test?» Vivere la sessualità e rimanere

Dettagli

Il ruolo del Telefono Verde AIDS nella prevenzione dell infezione da HIV e delle IST

Il ruolo del Telefono Verde AIDS nella prevenzione dell infezione da HIV e delle IST VENTICINQUE ANNI DI ATTIVITÀ DEL TELEFONO VERDE AIDS E IST DELL ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ: DAL COUNSELLING TELEFONICO ALL INTERVENTO IN RETE Il ruolo del Telefono Verde AIDS nella prevenzione dell infezione

Dettagli

Fase 1 - evidenze scientifiche e best practice PATOLOGIA INFETTIVA STATO DEL PROGETTO AL 7 GIUGNO 2012

Fase 1 - evidenze scientifiche e best practice PATOLOGIA INFETTIVA STATO DEL PROGETTO AL 7 GIUGNO 2012 Fase 1 - evidenze scientifiche e best practice 1 PATOLOGIA INFETTIVA STATO DEL PROGETTO AL 7 GIUGNO 2012 2 PREVALENZA HIV L assunzione di droga per via venosa è responsabile del 30% delle infezioni al

Dettagli

INFEZIONE DA HIV ED AIDS WWW.SLIDETUBE.IT

INFEZIONE DA HIV ED AIDS WWW.SLIDETUBE.IT INFEZIONE DA HIV ED AIDS HIV 1 ed HIV 2 appartengono alla famiglia dei Retroviridae, genere lentovirus. L infezione da HIV provoca nell ospite una progressiva compromissione delle difese immunitarie, soprattutto

Dettagli

Epatiti virali. Dott.ssa Pamela Di Giovanni. Cosa si intende per epatiti

Epatiti virali. Dott.ssa Pamela Di Giovanni. Cosa si intende per epatiti Epatiti virali Dott.ssa Pamela Di Giovanni Cosa si intende per epatiti Stato di malattia del fegato caratterizzato essenzialmente da due elementi: infiammazione, cioè afflusso nel fegato di una elevata

Dettagli

PRINCIPALI MST O IST

PRINCIPALI MST O IST PRINCIPALI MST O IST Cancroide o Ulcera molle... 4 Cause... 4 Trasmissione... 4 Sintomi e segni... 4 Complicanze... 5 Cancroide e HIV... 5 Diagnosi e cura... 5 Che fare con il/i partner?... 5 Prevenzione...

Dettagli

AIDS e dintorni: le malattie a trasmissione sessuale (MTS) HIV e AIDS

AIDS e dintorni: le malattie a trasmissione sessuale (MTS) HIV e AIDS Specialista in Medicina Legale Via Ragusa 4 20125 Milano Tel. 02 66 809 704 mariocorcelli@fastwebnet.it Articolo tratto dal sito: www.medico-legale.it Titolo: AIDS e dintorni: le malattie a trasmissione

Dettagli

Il CLPS (Coordinamento Ligure Persone Sieropositive) è un associazione di volontariato

Il CLPS (Coordinamento Ligure Persone Sieropositive) è un associazione di volontariato ERGA EDIZIONI 1 Il CLPS (Coordinamento Ligure Persone Sieropositive) è un associazione di volontariato nata nel 1989 da un gruppo di persone sieropositive. Dal 1994 è iscritta al Registro Regionale del

Dettagli

Malattia di Behçet. Cosa il paziente deve conoscere. Sintomi,, Cause e Trattamento

Malattia di Behçet. Cosa il paziente deve conoscere. Sintomi,, Cause e Trattamento Malattia di Behçet Cosa il paziente deve conoscere Sintomi,, Cause e Trattamento Che cosa è la Malattia di Behçet I sintomi di questa malattia sono stati descritti per la prima volta nel 500 prima di Cristo

Dettagli

INDICAZIONI PER IL CONTROLLO E PREVENZIONE DELLE MALATTIE INFETTIVE NELLE SCUOLE. Inserimento al nido

INDICAZIONI PER IL CONTROLLO E PREVENZIONE DELLE MALATTIE INFETTIVE NELLE SCUOLE. Inserimento al nido Servizio Igiene e Sanità Pubblica INDICAZIONI PER IL CONTROLLO E PREVENZIONE DELLE MALATTIE INFETTIVE NELLE SCUOLE Il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell Azienda ULSS 9 di Treviso, ha ritenuto opportuno

Dettagli

Danila Bassetti, MD. Responsabile Struttura Semplice Sierologia Autoimmunità U.O. Microbiologia Virologia Ospedale S.

Danila Bassetti, MD. Responsabile Struttura Semplice Sierologia Autoimmunità U.O. Microbiologia Virologia Ospedale S. Il Laboratorio di SieroImmunologia e le urgenze infettive: la patologia materno fetale e gli incidenti professionali a rischio di infezioni emotrasmesse Danila Bassetti, MD Responsabile Struttura Semplice

Dettagli

HERPES SIMPLEX Herpes zoster Mollusco contagioso Verruche giovanili Verruche volgari Verruche plantari Condilomi acuminati. Dermatosi da virus

HERPES SIMPLEX Herpes zoster Mollusco contagioso Verruche giovanili Verruche volgari Verruche plantari Condilomi acuminati. Dermatosi da virus HERPES SIMPLEX Un virus, per indurre uno stato di malattia, deve entrare in una cellula ed ivi moltiplicarsi. Questo avviene nell epidermide, strato più esterno della cute, dove la componente cellulare

Dettagli

La prevenzione per proteggere la salute

La prevenzione per proteggere la salute La prevenzione per proteggere la salute Progetto OSPEDALE CULTURALMENTE COMPETENTE, ASSOCIAZIONI, MEDIATORI CULTURALI: SINERGIE PER L ACCESSO AI SERVIZI E PER L INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI Co-finanziato

Dettagli

L'epatite virale acuta è un processo necrotico infiammatorio del fegato indotto da virus, dovuto alla risposta immune.

L'epatite virale acuta è un processo necrotico infiammatorio del fegato indotto da virus, dovuto alla risposta immune. L'epatite virale acuta è un processo necrotico infiammatorio del fegato indotto da virus, dovuto alla risposta immune. Virus Epatici Maggiori HAV,HBV,HCV,HDV,HEV Virus Epatici Minori EBV, CMV,HSV Alterazioni

Dettagli

IL TUMORE DEL COLLO DELL UTERO E ALTRE PATOLOGIE DA PAPILLOMAVIRUS (HPV)

IL TUMORE DEL COLLO DELL UTERO E ALTRE PATOLOGIE DA PAPILLOMAVIRUS (HPV) int + cop HPV ok 04 05 09:-a 4-05-2009 16:32 Pagina 1 IL TUMORE DEL COLLO DELL UTERO E ALTRE PATOLOGIE DA PAPILLOMAVIRUS (HPV) Mario Sideri, Umberto Veronesi int + cop HPV ok 04 05 09:-a 4-05-2009 16:32

Dettagli

CARTELLA CLINICA PER IL DONATORE DI SANGUE OMOLOGO

CARTELLA CLINICA PER IL DONATORE DI SANGUE OMOLOGO CARTELLA CLINICA PER IL DONATORE DI SANGUE OMOLOGO MODULO DI ACCETTAZIONE E CONSENSO ALLA DONAZIONE Cognome.. Nome.. Professione.. M F Nato a... (Prov.) il. Codice Fiscale Residente in. Via... N.. Cap

Dettagli

LE CONOSCENZE SUL TEMA HIV E LA RAPPRESENTAZIONE DEL MALATO INDAGINE SULLA POPOLAZIONE ITALIANA

LE CONOSCENZE SUL TEMA HIV E LA RAPPRESENTAZIONE DEL MALATO INDAGINE SULLA POPOLAZIONE ITALIANA LE CONOSCENZE SUL TEMA HIV E LA RAPPRESENTAZIONE DEL MALATO INDAGINE SULLA POPOLAZIONE ITALIANA GfK Eurisko Milano, 29 Settembre 2014 Premessa e obiettivi dell indagine Verificare presso la popolazione

Dettagli

Infezione da Hbv: implicazioni per la salute pubblica

Infezione da Hbv: implicazioni per la salute pubblica Premessa Si stima che oggi in Italia vivano circa due milioni di persone affette da infezione cronica da virus epatici e di queste circa 600.000 sarebbero portatori del virus dell epatite B (HBV). Le epatiti

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

IDROSSIUREA (Oncocarbide)

IDROSSIUREA (Oncocarbide) IDROSSIUREA (Oncocarbide) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per

Dettagli

Il vaccino per il Papillomavirus. Un nuovo, importante strumento per difendere la salute della donna

Il vaccino per il Papillomavirus. Un nuovo, importante strumento per difendere la salute della donna Il vaccino per il Papillomavirus Un nuovo, importante strumento per difendere la salute della donna 1 Il Papillomavirus Il Papillomavirus Umano (Human Papilloma Virus o HPV) è un virus molto comune, infatti

Dettagli

FAQ Influenza stagionale

FAQ Influenza stagionale Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 17.09.2013 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli