GUIDA DELLO STUDENTE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA DELLO STUDENTE"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Facoltà di Ingegneria GUIDA DELLO STUDENTE Vol. I Corsi di Laurea di primo livello (Nuovo Ordinamento) Anno Accademico

2 L Università di Pavia, in collaborazione con l ISU, ha istituito una Banca dati dei laureati, diplomati e dottori di ricerca dell Ateneo per favorire il loro inserimento nel mondo del lavoro. I dati e il curriculum vengono inseriti nella Banca dati su richiesta di chi cerca lavoro al termine degli studi.

3 INDICE Corsi di laurea di primo livello (nuovo ordinamento)... 7 Introduzione... 7 Il nuovo ordinamento degli studi in ingegneria... 7 Premessa... 7 I Corsi di Laurea e i Corsi di Laurea Specialistica... 9 Le Classi dei Corsi di Studio in Ingegneria... 9 Obiettivi generali dei Corsi di Laurea e di Laurea Specialistica... 9 I requisiti di ammissione ai Corsi di Laurea e di Laurea Specialistica I Crediti formativi universitari e la durata dei Corsi di Studio Le tipologie delle attività formative Il regolamento didattico di Ateneo I Regolamenti didattici dei Corsi di Studio e i percorsi formativi Note informative per gli studenti dei corsi di laurea La Facoltà e i corsi di Laurea Corso di studio in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Corso di studio in Ingegneria per la Protezione Idro-geologica Corso di studio in Ingegneria Biomedica Corso di studio in Ingegneria Civile Corso di studio in Ingegneria Edile - Architettura Corso di studi in Ingegneria Elettrica Corso di studio in Ingegneria Elettronica Corso di Laurea in Ingegneria Energetica Corso di studio in Ingegneria Informatica Corso di studio in Ingegneria Meccanica Norme per la didattica (estratto dal Regolamento della Facoltà di Ingegneria) Biblioteca della Facoltà di Ingegneria Centro Linguistico Consorzio universitario mantovano Museo della Tecnica Elettrica Informazioni pratiche Piani degli studi Corso di studi per la Laurea in Ingegneria biomedica Corso di studi per la Laurea in Ingegneria Civile Corso di studi per la Laurea in Ingegneria Edile - Architettura Corso di studi per la Laurea in Ingegneria Elettrica Corso di studi per la Laurea in Ingegneria Elettronica Corso di studi per la Laurea in Ingegneria Energetica Corso di studi per la Laurea in Ingegneria Informatica (sede di Pavia) Corso di studi per la Laurea in Ingegneria Informatica (sede di Mantova) Corso di studi per la Laurea in Ingegneria Meccanica Corso di studi per la Laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio (sede di Pavia) Corso di studi per la Laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio (sede di Mantova). 76 Corso di studi per la Laurea in Ingegneria per la Protezione Idro-geologica... 77

4 Insegnamenti e programmi Analisi Matematica Analisi Matematica Analisi Matematica A (ca) Analisi Matematica A (ii) Analisi Matematica A (MN) Analisi Matematica B (ca) Analisi Matematica B (ii) Analisi Matematica B (MN) Architettura e composizione architettonica 1 - Laboratorio progettuale Architettura e composizione architettonica 2 - Laboratorio progettuale Architettura e composizione architettonica 3 - Laboratorio progettuale Architettura e composizione architettonica Architettura tecnica 1 - Laboratorio progettuale Architettura tecnica 2 - Laboratorio progettuale Architettura tecnica e tipologie edilizie Automatica Bioingegneria Biomeccanica Calcolatori elettronici Calcolatori elettronici (MN) Calcolo numerico Calcolo numerico (ee) Calcolo numerico (MN) Campi elettromagnetici Chimica Chimica Chimica (ea) Chimica (MN) Chimica e Biomateriali Controlli automatici Conversione elettromeccanica Costruzioni Idrauliche Urbane Diritto urbanistico + Legislazione delle oo.pp. + Sociologia Disegno dell architettura 1 - Laboratorio progettuale Disegno dell architettura 2 - Laboratorio applicazioni cad Economia applicata all ingegneria Economia applicata all Ingegneria (MN) Economia dell ambiente Economia dell ambiente (MN) Economia ed estimo civile Elaborazione di dati biomedici Elementi di elettronica di potenza Elementi di informatica Elementi di informatica (MN) Elementi di statistica Elettronica Elettronica I Elettronica I (MN)

5 Elettronica II A (Circuiti e Sistemi Elettronici) Elettronica II B (Progettazione Elettronica) Elettrotecnica Scuola di etica Etica fondamentale (36 ore - Almo Collegio Borromeo) Bioetica ed etica medica (36 ore - Almo Collegio Borromeo) Etica ed economia (36 ore - Almo Collegio Borromeo) Etica ambientale (36 ore Almo Collegio Borromeo) Fisica 1 A (ca) Fisica 1 A (ii) Fisica 1 A (MN) Fisica 1 B Fisica 1 B (MN) Fisica generale Fisica 1 C (ca) Fisica 1 C Fisica 1 C (MN) Fisica II Fisica II (MN) Fisica matematica (ca) Fisica matematica (ee) Fisica matematica (MN) Fisica tecnica (ca) Fisica tecnica (ea) Fisica tecnica (ee) Fisica tecnica (MN) Fondamenti di automatica Fondamenti di idraulica (ee) + (ca) Fondamenti di idraulica (MN) Fondamenti di impianti elettrici Fondamenti di informatica (ii) Fondamenti di informatica (MN) Fondamenti di informatica - Laboratorio (ii) Fondamenti di informatica - Laboratorio (MN) Fondamenti di informatica ii Fondamenti di informatica II (MN) Fondamenti di scienza delle costruzioni Fondamenti di scienza delle costruzioni (MN) Fotogrammetria Geografia fisica ed elementi di geomorfologia Geologia applicata Geologia applicata (MN) Geometria Geometria e algebra (ca) Geometria e algebra (ii) Geometria e algebra (MN) Geotecnica Geotecnica (ea) Geotecnica (MN)

6 Gestione aziendale Gestione della qualità Identificazione dei modelli e analisi dei dati (ii) Identificazione dei modelli e analisi dei dati (MN) Idraulica A Idraulica applicata (Idraulica B) Idraulica applicata (MN) Idrologia Idrologia (MN) Informatica grafica Informatica medica Ingegneria sanitaria-ambientale Ingegneria sanitaria-ambientale (MN) Introduzione all analisi dei sistemi Introduzione all analisi dei sistemi (MN) Introduzione alle scienze della terra a Introduzione alle scienze della terra b Istituzioni di Logica Macchine e azionamenti elettrici Materiali per l ingegneria elettrica Meccanica applicata alle macchine Meccanica razionale Metodi matematici Principi e applicazioni di elettrotecnica Progetto di strutture Recupero e conservazione degli edifici Restauro architettonico - Laboratorio progettuale Reti di calcolatori (MN) Reti logiche Reti logiche (MN) Scienza dei Materiali Scienza delle costruzioni Scienza delle costruzioni A Scienza delle costruzioni B Scienze biologiche e fisiologiche Sistemi Informativi Sanitari Sistemi operativi Storia dell architettura 1 (Laboratorio progettuale) Tecnica delle costruzioni (Laboratorio progettuale) Tecnica urbanistica (Laboratorio progettuale) Tecniche redazionali (MN) Tecnologia degli elementi costruttivi - Organizzazione del cantiere Teoria dei segnali (MN) Teoria dei sistemi Topografia Topografia e tecniche cartografiche Urbanistica Indice dei docenti

7 CORSI DI LAUREA DI PRIMO LIVELLO (NUOVO ORDINAMENTO) INTRODUZIONE La presente guida è rivolta agli studenti iscritti o che intendono iscriversi alla Facoltà di Ingegneria dell Università di Pavia. con riferimento ai Corsi di Laurea del nuovo ordinamento introdotto dalla riforma degli studi universitari (Laurea di primo livello, inquadrata nel sistema cosiddetto 3+2). La guida viene aggiornata ogni anno. La continua evoluzione del sapere scientifico e tecnico comporta, infatti, la necessità di una continua revisione dell offerta formativa. Di anno in anno tale aggiornamento si esprime con l attivazione di nuovi Corsi di Studio, con l attivazione di nuovi e lo spegnimento di vecchi insegnamenti, nonché con la loro riarticolazione nei contenuti e nelle propedeuticità in nuovi percorsi formativi. A questo quadro di continua evoluzione si aggiunge anche quest anno il profondo cambiamento introdotto dalla riforma degli studi universitari che modifica l intero sistema formativo universitario italiano orientandolo al raggiungimento dei seguenti tre obiettivi: i) riduzione degli abbandoni e dei tempi effettivi per il conseguimento dei titoli di studio; ii) formazione di figure professionali sempre più adeguate alle esigenze del mondo del lavoro; iii) armonizzazione dei percorsi formativi a livello europeo. In accordo con i decreti ministeriali per l attuazione del Nuovo Ordinamento degli studi, la presente edizione della guida riporta le decisioni prese dagli Organi Accademici, in particolare di anticipare all anno accademico 2000/2001 l attivazione graduale del Nuovo Ordinamento. Con l anno accademico 2000/2001 è stato infatti attivato il primo anno di corso in base al Nuovo Ordinamento, mentre gli altri anni di corso sono rimasti organizzati secondo l Ordinamento esistente. Con l anno accademico saranno organizzati secondo il nuovo ordinamento il primo e il secondo anno di corso per la maggior parte dei corsi di studio. Vengono inoltre introdotti i crediti formativi per mezzo dei quali è valutato l impegno globale dell allievo per ogni insegnamento. Le immatricolazioni, infine, sono fatte a seguito di un test attitudinale che indicherà a ciascun allievo gli eventuali debiti formativi da soddisfare entro il primo anno di studi universitari. Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere a: COR - via Sant Agostino 8, Pavia, Tel: /210/296 Ripartizione Studenti - Via S.Agostino 1, Pavia, Tel /286 Presidenza di Ingegneria - Via Ferrata 1, Pavia, Tel /701/770 CUM - via Frattini 7, Mantova, Tel: IL NUOVO ORDINAMENTO DEGLI STUDI IN INGEGNERIA Premessa Come detto nell introduzione, la Facoltà di Ingegneria di Pavia dà attuazione al Nuovo Ordinamento didattico (N.O.) degli studi in Ingegneria secondo le disposizioni del recente D.M. 3/11/ 99, n.509 Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei (nel seguito denominato RAU) - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2/1/00 - e secondo le indicazioni dei decreti ministeriali attuativi del N.O. del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e tecnologica. I titoli di studio conseguibili Nelle Università Italiane i decreti attuativi del N.O. indicati in premessa prevedono, al termine dei corrispondenti Corsi di Studio, il rilascio dei seguenti titoli di studio: 7

8 Tabella I: Titoli di Studio e corrispondenti Corsi di Studio TITOLO DI STUDIO CORRISPONDENTE CORSO DI STUDIO Laurea (L) (titolo di 1 livello) Laurea Specialistica (LS) (titolo di 2 livello) Diploma di Specializzazione (DS) Dottorato di Ricerca (DR) Master Universitario di 1 livello Master Universitario di 2 livello Corso di Laurea Corso di Laurea Specialistica Corso di Diploma di Specializzazione Corso di Dottorato di ricerca Corso di Master di 1 livello Corso di Master di 2 livello Schema I: percorsi formativi previsti dalla Scuola Media superiore 1 anno 2 anno Termine per soddisfare eventuali obblighi formativi aggiuntivi 3 anno Laurea (L) - 1 livello 1 anno 2 anno Master 1 liv. Laurea Specialistica (LS) - 2 livello Dipl. di spec. (DS) 1 anno 2 anno 3 anno Master 2 liv. Dottorato di Ricerca (DR) 8

9 I Corsi di Laurea e i Corsi di Laurea Specialistica Presso la Facoltà di Ingegneria di Pavia sono previsti i seguenti Corsi di Studio di 1 e 2 livello per conseguire rispettivamente la Laurea in Ingegneria e la Laurea Specialistica in Ingegneria: Tabella II: Corsi di Laurea e di Laurea Specialistica a.a. 2001/02 Corsi di studio di 1 livello (Laurea) Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Ingegneria per la Protezione idrogeologica Ingegneria Biomedica Ingegneria Civile Ingegneria Elettronica Ingegneria Elettrica Ingegneria Energetica Ingegneria Informatica Ingegneria Meccanica Corsi di studio di 2 livello (Laurea Specialistica) Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Ingegneria Biomedica Ingegneria Civile Ingegneria Edile-Architettura (1) Ingegneria Elettronica Ingegneria Elettrica Ingegneria Informatica (1) Corso di studio quinquennale riconosciuto dall Unione Europea (Cfr. G.U. delle Comunità Europee C 351/40 del 4/12/99) Le Classi dei Corsi di Studio in Ingegneria I Corsi di studio dello stesso livello comunque denominati, ma aventi gli stessi obiettivi formativi, sono raggruppati in classi di appartenenza, denominate nel seguito Classi. Per i corsi di studio di primo livello sopra elencati, le classi sono: Ingegneria Civile Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Ingegneria per la Protezione Idrogeologica Ingegneria Industriale Ingegneria Elettrica Ingegneria Energetica Ingegneria Meccanica Ingegneria dell Informazione Ingegneria Biomedica Ingegneria Elettronica Ingegneria Informatica Architettura e Ingegneria Edile Ingegneria Edile-Architettura All interno di una Classe i vari Corsi di Studio si differenziano per denominazione, per obiettivi formativi specifici e per la scelta dettagliata delle attività formative. I titoli di Studio conseguiti al termine dei Corsi di Studio dello stesso livello, appartenenti alla stessa Classe, hanno identico valore legale (RAU, art. 4, comma 3). Obiettivi generali dei Corsi di Laurea e di Laurea Specialistica Obiettivo dei Corsi di Studio per il conseguimento della Laurea (Laurea di 1 livello) è di assicurare un adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, nonché l acquisizione di specifiche conoscenze professionali (RAU, art. 3, comma 4). Nel caso dei Corsi di Studio in Ingegneria, obiettivo formativo generale è quello di formare figure professionali con 9

10 preparazione di livello universitario, in grado di recepire e gestire l innovazione, coerentemente allo sviluppo scientifico e tecnologico, in termini di competenza spendibili nei profili professionali aziendali medio-alti e di capacità progettuali, negli ambiti disciplinari caratterizzanti la classe di appartenenza. Ciò comporta una solida formazione di base negli ambiti disciplinari che definiscono la classe di appartenenza del corso di studio, rivolta in particolare agli aspetti metodologico-operativi. Obiettivo dei Corsi di Studio per il conseguimento della Laurea Specialistica (Laurea di 2 livello) è di fornire una formazione di livello avanzato per l esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici (RAU, art. 3 comma 5). Nel caso dei Corsi di Studio in Ingegneria, obiettivo formativo generale è quello di formare figure professionali di elevata preparazione culturale, qualificate per impostare, svolgere e gestire attività di progettazione anche complesse e per promuovere e sviluppare l innovazione negli ambiti disciplinari caratterizzanti la classe di appartenenza. Ciò comporta una solida formazione di base negli ambiti disciplinari che definiscono la classe di appartenenza del corso di studio, che approfondisca, oltre agli aspetti metodologico-operativi, anche quelli teorico-scientifici. I requisiti di ammissione ai Corsi di Laurea e di Laurea Specialistica Per essere ammessi ad un Corso di Studio di 1 livello per il conseguimento della Laurea occorre essere in possesso di un Diploma di scuola Secondaria Superiore o di altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo (RAU, art. 6 comma1). Ai fini dell accesso alla Facoltà di Ingegneria di Pavia è prevista una verifica del possesso di un adeguata preparazione iniziale attraverso una prova obbligatoria, che si svolgerà, per gli studenti di Ingegneria edile / architettura, martedì 4 settembre alle ore 8.30, e per gli altri studenti lunedì 3 settembre 2001 alle ore Il RAU precisa (art.6, comma 1) che se la verifica non è positiva vengono indicati specifici obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare nel primo anno di corso. Per essere ammessi ad un Corso di Studio di 2 livello per il conseguimento della Laurea Specialistica occorre essere in possesso della Laurea, ovvero di altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo. Prevista una verifica del possesso dei requisiti curriculari e dell adeguatezza della preparazione personale, salvo nel caso di provenienza da Corsi di Studio di 1 livello (Laurea) che permettono il passaggio al corrispondente Corso di Studio di 2 livello (Laurea Specialistica) senza debiti formativi (Cfr. tabella 3). Tabella III: Corsi di Laurea e corrispondenti corsi di Laurea Specialistica ai quali è possibile accedere senza debiti formativi CORSI DI LAUREA che permettono il passaggio al corrispondente corso di Laurea Specialistica senza debiti formativi (*) Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Ingegneria Biomedica Ingegneria Civile Ingegneria Elettronica Ingegneria Elettrica Ingegneria Informatica CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Ingegneria Biomedica Ingegneria Civile Ingegneria Elettronica Ingegneria Elettrica Ingegneria Informatica 10

11 I Crediti formativi universitari e la durata dei Corsi di Studio Per credito formativo universitario, nel seguito denominato credito, si intende la misura della quantità di lavoro di apprendimento, compreso lo studio individuale, richiesto ad uno studente per l acquisizione delle conoscenze ed abilità nelle attività formative previste nei Corsi di Studio. Al credito corrispondono 25 ore di lavoro per lo studente (RAU, art.5 comma 1). La quantità media di lavoro di apprendimento svolto in un anno da uno studente impegnato a tempo pieno negli studi universitari è convenzionalmente fissata in 60 crediti (RAU, art.5 comma 2), pari quindi a 1500 ore di lavoro all anno. I crediti corrispondenti a ciascuna attività formativa sono acquisiti dallo studente con il superamento dell esame o di altra forma di verifica (RAU, art.5 comma 4). La valutazione del profitto viene espressa mediante una votazione in trentesimi per gli esami, in centodecimi per la prova finale, con eventuale lode (RAU, art.11 comma 7, lettera d). Il numero di crediti da acquisire per conseguire i vari titoli di studio, i crediti totali comprensivi di quelli già acquisiti per l accesso ai relativi corsi di studio, nonché le durate normali per conseguire i titoli (valutate tenendo conto che ad un anno corrispondono 60 crediti) e infine le durate totali comprensive di quelle richieste per conseguire il titolo di studio necessario per l accesso, sono raccolti nella seguente tabella: Tabella IV: Crediti e durate normali degli studi per conseguire i Titoli (Cfr. schema I) titolo di studio crediti durata normale in anni da acquisire totali per il titolo totali Laurea Laurea Specialistica Diploma di Specializzazione Dottorato di Ricerca Master di 1 Livello Master di 2 Livello Le tipologie delle attività formative Le attività formative indispensabili per conseguire gli obiettivi formativi qualificanti ciascuna Classe sono raggruppate (RAU, art.10, comma 1) nelle sei tipologie sinteticamente sotto descritte: a) attività formative in uno o più ambiti disciplinari (insieme di discipline) relativi alla formazione di base; b) attività formative in uno o più ambiti disciplinari caratterizzanti la Classe; c) attività formative in uno o più ambiti disciplinari affini o integrativi di quelli di cui in b); d) attività formative autonomamente scelte dallo studente; e) attività formative per la preparazione della prova finale (per il conseguimento del titolo di studio) e, con riferimento alla Laurea, per la verifica della conoscenza della lingua straniera; f) attività formative, non previste nei casi precedenti, utili per l inserimento nel mondo del lavoro, per agevolare le scelte professionali, tra cui, in particolare i tirocini formativi e di orientamento. Le tipologie delle forme didattiche organizzate o previste al fine di assicurare la formazione culturale e professionale degli studenti sono costituite da lezioni, da esercitazioni attive e passive, da attività di laboratorio nelle sue varie forme (informatico, sperimentale), dai progetti, dai seminari, dalle visite, dal tirocinio, dalle tesi, dagli esami, nonché dal tutorato e dall orientamento. Nel seguito sono date sintetiche caratterizzazioni di alcune delle tipologie didattiche indicate: 11

12 Tabella V: Tipologie delle forme didattiche Lezioni (ex cathedra) Esercitazioni Laboratorio Laboratorio Progettuale Seminari Visite Tirocinio Tesi Esame Lo studente assiste ad una lezione ed elabora autonomamente i contenuti ricevuti. Si sviluppano applicazioni che consentono di chiarire i contenuti delle lezioni. Non si aggiungono contenuti rispetto alle lezioni. Tipicamente le esercitazioni sono associate alle lezioni e non esistono autonomamente. Nelle esercitazioni passive lo sviluppo delle applicazioni è effettuato dal Docente; in quelle attive l allievo sviluppa le applicazioni con la supervisione del Docente. Attività assistite che prevedono l interazione dell allievo con strumenti, apparecchiature o pacchetti sw applicativi. Attività in cui l allievo deve, a partire da specifiche, elaborare una soluzione progettuale. Il lavoro viene seguito da un tutor esperto, ma lo sviluppo deve essere lasciato in gran parte all autonomia dell allievo eventualmente organizzato in gruppi. Attività in cui l allievo deve partecipare a incontri in cui verranno discusse tematiche senza che sia prevista una fase di verifica di apprendimento. Attività di presenza dell allievo in un contesto produttivo o di ricerca interno/esterno. Attività di presenza operativa dell allievo in un contesto produttivo esterno. Sono previsti: un attività da svolgere, un tutor esterno responsabile della guida dell allievo ed un tutor accademico che abbia funzione di garanzia dell allievo rispetto ad utilizzazioni improprie. Il tirocinio si conclude con una relazione tecnica descrittiva dell attività svolta. Attività di sviluppo di un progetto o di una ricerca originale svolta sotto la guida di uno o più Relatori. Attività intesa ad accertare il grado di preparazione degli allievi. Può essere organizzata anche con prove in itinere con modalità definite dal Docente ed approvate dal Consiglio di Corso di Studio. Per ciascuna ora di attività didattica delle varie tipologie formative sopra indicate è stabilito dal Senato accademico uno standard di impegno in ore per lo studente. Il regolamento didattico di Ateneo In coerenza con le disposizioni dei decreti ministeriali attuativi del N.O., il Regolamento didattico di Ateneo determina la denominazione e gli obiettivi formativi dei Corsi di Studio, il quadro generale delle attività formative da inserire nei curricula, i crediti assegnati a ciascuna attività formativa, nonché le caratteristiche della prova finale per il conseguimento del titolo di studio e disciplina gli aspetti di organizzazione dell attività didattica comuni ai Corsi di Studio (programmazione, coordinamento, verifica dei risultati delle attività formative, procedure per lo svolgimento degli esami e verifiche finali, valutazione della preparazione iniziale degli studenti, etc.). 12

13 I Regolamenti didattici dei Corsi di Studio e i percorsi formativi Per ciascun Corso di Studio è deliberato dalla competente struttura didattica il rispettivo Regolamento didattico che specifica tutti gli aspetti organizzativi del Corso di Studio. In particolare il Regolamento didattico del Corso di Studio determina l elenco degli insegnamenti del Corso, le articolazioni in moduli, i crediti e le eventuali propedeuticità degli insegnamenti, i curricula offerti agli studenti e le regole dei piani di studio individuali, le tipologie delle forme didattiche, gli eventuali obblighi di frequenza, etc. Pur nelle loro differenziazioni, i diversi Corsi di Laurea della Facoltà di Ingegneria hanno una struttura organizzativa caratteristica che prevede, generalmente dopo il secondo anno di corso (in alcuni casi nel corso del secondo anno), l offerta di diversificati percorsi formativi (curricula) così da consentire il conseguimento della Laurea con varie caratterizzazioni professionali (Cfr. Schema II). In ogni caso tra tali percorsi formativi è sempre previsto ne esista almeno uno che consenta di accedere senza debiti formativi al corrispondente corso di studio di 2 livello per conseguire la laurea specialistica. Anche gli altri percorsi formativi consentono di proseguire gli studi del corrispondente (o altro) Corso di Studio di 2 livello, ma con un debito formativo (stabilito dal Consiglio di Corso di Studio di arrivo ), che in ogni caso non potrà superare i 60 crediti. I Regolamenti didattici dei Corsi di Studio sono soggetti a revisione periodica, in particolare Schema II: percorsi formativi all interno dei Corsi di laurea dalla Scuola Media superiore Termine per soddisfare eventuali obblighi formativi aggiuntivi 1 anno 2 anno accesso diretto ai Corsi di laurea Specialistica senza debiti formativi etc. 3 anno 3 anno 3 anno al 2 livello al 2 livello Debiti=0 debito max di 60 crediti 1 anno alla professione 2 anno Laurea (L) - 1 livello Laurea Specialistica (LS) - 2 livello per quanto riguarda il numero di crediti assegnati ad ogni insegnamento o altra attività formativa. I piani individuali di studio. Ogni studente deve annualmente presentare il proprio piano individuale di studio per l anno di corso al quale si iscrive, in conformità con il rispettivo Regolamento didattico del Corso di Studio. 13

14 I Corsi di Studio nelle diverse sedi della Facoltà di Ingegneria La Facoltà è articolata su due Sedi, una a Pavia in Via Ferrata 1 ed una in Mantova, in Via Frattini 7. Presso la sede pavese sono attivi tutti i Corsi di Laurea di cui alla Tabella II, presso la sede mantovana sono attivi i Corsi di Laurea in Ingegneria Informatica e in Ingegneria per l Ambiente e per il Territorio. Alcuni insegnamenti si tengono presso sedi di collegi universitari, come specificato nei paragrafi relativi ai singoli insegnamenti. 14

15 NOTE INFORMATIVE PER GLI STUDENTI DEI CORSI DI LAUREA 1. LA FACOLTÀ E I CORSI DI LAUREA 1.1. L organizzazione della Facoltà e dei Corsi di Laurea La Facoltà di Ingegneria dell Università di Pavia è articolata in Corsi di Laurea secondo il vecchio ordinamento (5 anni), in corsi di Laurea di primo livello (3 anni) e corsi di laurea specialistica (2 anni aggiuntivi) e in Corsi di Diploma Universitario. Questi ultimi, introdotti nell ordinamento universitario nazionale con la Legge 341/90 e attivati presso la Facoltà a partire dall anno accademico 1992/93, con il Nuovo Ordinamento didattico saranno gradualmente disattivati; essi sono illustrati in un apposito fascicolo di note informative. I Corsi di Laurea della Facoltà di Ingegneria dell Università di Pavia si suddividono in quattro classi: Ingegneria Civile e Ambientale, Ingegneria dell Informazione, Ingegneria Industriale e Architettura e Ingegneria Edile. Come già detto introducendo il Nuovo Ordinamento, in base ad esso, con l a.a. 2001/2002 sono attivati il 1 e il 2 anno per i corsi di laurea: Classe delle lauree in Ingegneria Civile e Ambientale: - Ingegneria Civile - Ingegneria per l Ambiente e per il Territorio Classe delle lauree in Ingegneria dell Informazione: - Ingegneria Biomedica - Ingegneria Elettronica - Ingegneria Informatica Classe delle lauree in Ingegneria Industriale: - Ingegneria Elettrica - Ingegneria Energetica Il corso di laurea in Ingegneria Edile-Architettura, riconosciuto a livello della Unione Europea (Gazzetta Ufficiale del ), per l a.a. 2001/2002 rimane articolato in cinque anni e conferisce la Laurea specialistica in Ingegneria Edile-Architettura. È invece è attivato solo il 1 anno di corso per i corsi di laurea in: Ingegneria Meccanica (classe Ingegneria Industriale) Ingegneria per la Protezione Idrogeologica (classe Ingegneria Civile e Ambientale) Gli insegnamenti successivi al 2 anno di corso sono invece organizzati in base all Ordinamento esistente e riguardano i Corsi di laurea: Settore Civile: - Ingegneria Civile Settore dell Informazione: - Ingegneria Elettronica - Ingegneria Informatica Settore Industriale: - Ingegneria Elettrica Corsi di Laurea Intersettoriali: - Ingegneria per l Ambiente e per il Territorio 15

16 Per i corsi di Diploma Universitario, terzo anno, vedere il volume II di questa Guida dello Studente, che contiene anche i riferimenti ai corsi del vecchio ordinamento. Le principali informazioni sui contenuti disciplinari e sulle prospettive di occupazione di questi Corsi di Laurea sono date più avanti. Qui di seguito invece si riportano alcune informazioni generali, valide per tutti i Corsi di Laurea della Facoltà. Come già detto, le immatricolazioni al 1 anno di corso, organizzato in base al Nuovo Ordinamento, richiedono che l allievo abbia sostenuto una prova attitudinale obbligatoria (redazione scritta di testo a risposta multipla), da svolgersi nelle date precedentemente indicate. La prova ha carattere selettivo solo per il corso di Laurea in Ingegneria Edile-Architettura: in questo corso la graduatoria sarà redatta in base ai risultati del test o nel caso di parità di punteggio, la priorità verrà data al candidato più giovane di età. Il numero massimo di posti disponibili per il 1 anno di Corso di Laurea in Ingegneria Edile-Architettura è di 140. I candidati che risulteranno in posizione utile nella graduatoria dovranno procedere all immatricolazione entro il giorno 30 settembre Chi, pur risultando in graduatoria in posizione utile, per qualsivoglia motivo non si sarà immatricolato entro il termine suddetto, perderà il diritto di immatricolarsi al Corso di Laurea in Ingegneria Edlile-Architettura. Nel caso che il giorno 30 settembre, allo scadere del periodo per l immatricolazione, risultino ancora posti vacanti, si provvederà, entro il 16 ottobre 2000, a completare i contingenti disponibili accettando le domande di quei candidati idonei che sono utilmente collocati in graduatoria. Gli insegnamenti possono essere di durata intera o di durata ridotta. Gli insegnamenti di durata intera corrispondono a un annualità, quelli di durata ridotta a mezza annualità. Il calendario delle lezioni è organizzato su base semestrale. Il primo semestre va dall inizio di Ottobre alla fine di Gennaio, il secondo dall inizio di Marzo alla fine di Giugno (le date esatte di inizio e di fine dei semestri sono stabilite anno per anno). Alla fine di ogni semestre e nel mese di Settembre si tengono le sessioni d esame di profitto. Nei periodi di svolgimento delle lezioni, in cui gli studenti regolari non possono sostenere esami, si tengono apposite sessioni d esame riservate agli studenti fuori corso e ripetenti. 16

17 CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO Titoli rilasciati Laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio: 3 anni Laurea Specialistica in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio: ulteriori 2 anni Dottorato di Ricerca in Ingegneria Civile: ulteriori 3 anni Presentazione generale Le attività umane hanno comportato, soprattutto negli ultimi decenni, uno sfruttamento sempre più intenso e talvolta irrazionale delle risorse ambientali. Ciò ha creato e acutizzato numerosi problemi (inquinamento dell acqua, dell aria, del suolo; dissesto idrogeologico; vulnerabilità degli ambienti antropizzati nei confronti delle calamità naturali) per la cui soluzione la società, oggi sempre più protesa al miglioramento della qualità della vita e della sicurezza, sta impiegando e continuerà ad impiegare rilevanti risorse. Per operare concretamente su queste problematiche è necessaria una nuova professionalità che si avvalga di un approfondita conoscenza delle più avanzate metodologie e tecnologie disponibili e che presenti una nuova apertura e sensibilità nei confronti delle diverse discipline (anche non ingegneristiche) che studiano l ambiente. L esigenza di riconoscere la figura professionale dell ingegnere ambientale e di realizzarne la formazione è stata recepita dal DPR 20/05/89 che, nel disciplinare l ordinamento didattico degli studi di ingegneria, ha istituito il nuovo Corso di Laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio. Il D.M. 04/08/2000 Determinazione delle classi delle lauree universitarie ha poi associato nella stessa classe i Corsi di Laurea in Ingegneria ambientale e quelli in Ingegneria civile riconoscendo che ogni opera di Ingegneria civile presenta problemi di interazione con l ambiente in cui è collocata e che quindi le due culture (quella più settoriale orientata all opera e quella più interdisciplinare orientata all analisi delle compatibilità ambientali) devono integrarsi. Gli attuali Corsi di Laurea e di Laurea Specialistica in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio (rispettivamente di durata triennale e biennale) sostituiscono, a seguito del riordino degli studi di Ingegneria e con una radicale riorganizzazione dei percorsi formativi, l omonimo Corso di Laurea (di durata quinquennale) attivato presso la Facoltà di Ingegneria di Pavia dal Il Corso di Laurea (triennale) appartiene alla Classe delle Lauree in Ingegneria civile e ambientale e il titolo di studio conseguito ha lo stesso valore legale dei titoli conseguibili attraverso Corsi di Laurea appartenenti alla stessa Classe (ad esempio: Ingegneria civile). Obiettivi formativi Il Corso di Laurea è finalizzato alla formazione di figure professionali capaci di operare concretamente, a livello progettuale, realizzativo e gestionale, nei settori dell Ingegneria ambientale e della difesa del suolo. Il Piano degli studi è strutturato in modo che l allievo ingegnere, oltre ad acquisire un adeguata formazione nelle discipline di base (matematica, fisica, chimica e informatica) e nelle discipline ingegneristiche tipiche della Classe (Fisica tecnica, Idraulica, Costruzioni idrauliche, Scienza e Tecnica delle Costruzioni, Topografia) acquisisca anche una formazione di tipo professionalizzante per quanto riguarda in particolare: - l analisi dei fenomeni di inquinamento e controllo della qualità dell ambiente; - la progettazione e gestione delle opere idrauliche (acquedotti, fognature, impianti per il trattamento delle acque) attinenti il ciclo dell acqua in ambito urbano; - la progettazione e gestione di sistemi per lo smaltimento dei rifiuti; - la progettazione delle opere idrauliche per la sistemazione dei bacini idrografici. I contenuti professionalizzanti saranno affrontati già a partire dal secondo anno e saranno ulteriormente rafforzati dai moduli di laboratorio e di esercitazioni pratiche (alcune delle quali con spiccato contenuto progettuale) e dal tirocinio finale che verrà svolto presso uffici della pubblica amministrazione o aziende pubbliche o private operanti nel settore della salvaguardia ambientale. La formazione è completata con insegnamenti nel campo dell Economia, dell Estimo e del Diritto amministrativo. 17

18 La preparazione fornita nel Corso di Laurea consente inoltre di proseguire eventualmente gli studi fino al conseguimento della Laurea Specialistica. Il Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio (di durata biennale) ha lo scopo di approfondire e completare la preparazione per quanto riguarda alcuni aspetti teorici delle discipline di base e di fornire competenze più specifiche in particolari settori applicativi riguardanti le problematiche connesse con la qualità dell ambiente, il rischio sismico, il rischio idraulico e geologico. La formazione specialistica si concretizzerà con la redazione di una Tesi di Laurea svolta presso un Laboratorio di ricerca universitario o esterno. Sbocchi professionali I principali sbocchi professionali per gli ingegneri ambientali sono: - la libera professione, svolta individualmente o in società di Ingegneria, nel campo della pianificazione, progettazione, direzione lavori, collaudo di opere pubbliche e nel campo della consulenza, attività di monitoraggio, analisi di impatto ambientale; - l impiego in imprese operanti in ambito nazionale e internazionale nella costruzione e manutenzione di opere civili, impianti e infrastrutture (sistemi idrici, impianti idroelettrici, sistemi di bonifica e di protezione delle piene, collettamenti e impianti di trattamento di reflui urbani e industriali, impianti di trattamento di rifiuti solidi); - l impiego in aziende, enti, consorzi e agenzie di gestione di opere e servizi (aziende municipalizzate, consorzi di bonifica e irrigazione, consorzi acquedottistici, consorzi di depurazione); - l impiego in studi professionali e in Società di Ingegneria operanti nel campo della progettazione, direzione lavori e collaudo di opere e nella valutazione degli impatti e delle compatibilità ambientali di piani ed opere; - l impiego in uffici pubblici di pianificazione, progettazione e gestione di sistemi urbani e territoriali (Comuni, Province, Regioni,...); - l impiego in enti di controllo e di salvaguardia ambientale (Agenzie per l Ambiente, Autorità di Bacino, ASL,...). Laboratori didattici L attività didattica si avvale dei seguenti laboratori: Laboratorio numerico Il Corso di Laurea dispone di un laboratorio numerico atto ad ospitare fino a 20 studenti. Il Laboratorio utilizza dei Personal Computer collegati ad una rete locale gestita da un server dal quale è poi possibile accedere alla rete di Ateneo e a calcolatori che montano software specifici per i diversi settori disciplinari. La rete locale dispone di software grafici (Autocad) e di codici strutturali agli elementi finiti (SAP 2000). Tramite un elaboratore Unix in rete è possibile accedere a codici di Computer Aided Design CAD (MARC). Laboratorio sperimentale di Meccanica strutturale Il Laboratorio sperimentale dispone di una macchina di prova universale biassiale (trazione e torsione) con relativi estensometri per il controllo del dispositivo. L attrezzatura è completata da hardware e software per l acquisizione dei dati. In un area didattica dedicata si dispone inoltre di un tavolo vibrante che consente una didattica di avanguardia in tema di meccanica delle vibrazioni, dinamica delle strutture e risposta di sistemi strutturali ad eccitazione alla base, nonché di controllo attivo, semi attivo e passivo. Laboratorio numerico di Idraulica Il Corso di Laurea dispone di un laboratorio numerico, al servizio di studenti e tesisti, attrezzato con tutte le apparecchiature informatiche che, attraverso la simulazione e la visualizzazione di flussi complessi per mezzo di algoritmi avanzati, consentono il confronto con i risultati sperimentali e la loro interpretazione quantitativa. 18

19 Laboratorio sperimentale di Idraulica È attrezzato con dispositivi sperimentali atti a illustrare i principi di base dell Idraulica e con i principali strumenti di comune impiego tecnico per la misura della pressione, della velocità e della portata nelle correnti in pressione. Il laboratorio dispone di due canalette basculanti e articolate (progettate per visualizzare e quantificare il moto delle correnti a superficie libera) e di un ampio corredo di misuratori di portata. Modelli di macchine idrauliche consentono la comprensione dei principi di funzionamento delle macchine e la determinazione delle loro caratteristiche. Una anemometro laser doppler di ultima generazione consente agli studenti di realizzare misure specialistiche in flussi turbolenti e un parco di mulinelli attrezzati con dispostivi di brandeggio permette di eseguire misure di velocità e di portata sia in laboratorio, sia in campagna in fiumi e canali. Laboratorio sperimentale di Ingegneria sanitaria-ambientale Con questa definizione si intende, più che un unica struttura fisica, una serie di impianti realizzati in scala ridotta e un insieme di apparecchiature scientifiche che vengono utilizzate, a seconda delle necessità, presso varie strutture dell Università o presso impianti reali, in modo da agire in parallelo con la gestione ordinaria degli stessi. Vengono effettuate sperimentazioni sui trattamenti innovativi di acque di approvvigionamento e di depurazione dei reflui, sulla degradazione dei rifiuti smaltiti in discarica controllata, sulla depurazione dei fumi prodotti da inceneritori per rifiuti urbani, sulla rimozione degli odori da aria esausta. Articolazione indicativa dei primi tre anni di corso Nei primi tre anni di corso sono previsti i seguenti insegnamenti: 1 anno: Analisi matematica A, Geometria e algebra, Fisica 1A, Elementi di informatica, Chimica, Analisi matematica B, Fisica matematica, Fisica 1C, Geologia applicata, Economia ed estimo. 2 anno: Calcolo numerico, Fondamenti di scienza delle costruzioni, Fondamenti di idraulica, Topografia e tecniche cartografiche, Ingegneria sanitaria-ambientale, Fisica tecnica, Idraulica applicata, Idrologia, Geotecnica, Principi di ingegneria elettrica (o Identificazione dei modelli e analisi dei dati). 3 anno: Fondamenti di tecnica delle costruzioni, Acquedotti e fognature A e B, Impianti di trattamento, Sistemazione dei bacini idrografici, Ecologia applicata, Diritto amministrativo. Al 3 anno, lo studente può inoltre scegliere fra alcune attività finalizzate ad un più rapido inserimento nel mondo del lavoro, quali tirocinio presso Aziende/Enti pubblici o privati operanti nel settore, insegnamento di Fenomeni di inquinamento tenuto in lingua inglese, insegnamenti di tecniche redazionali, seminari professionalizzanti. 19

20 CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA PER LA PROTEZIONE IDRO-GEOLOGICA Titoli rilasciati Laurea in Ingegneria per la Protezione Idro-geologica: 3 anni Laurea specialistica in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio: ulteriori 2 anni Dottorato di ricerca in Ingegneria Civile: ulteriori 3 anni Presentazione generale La fragilità del territorio nazionale e la crescente pressione antropica che porta zone urbane e industriali e infrastrutture ad occupare aree a rischio di alluvionamento, inondazione e frana, richiede che venga aumentato il livello di protezione contro le calamità naturali. Le recenti leggi in materia di difesa del suolo (L. 183/89 e L. 267/98) e di protezione civile (L. 225/92) prendono atto di tale situazione prevedendo il finanziamento di attività di manutenzione del territorio, di realizzazione di opere di difesa, di individuazione delle situazioni di rischio e di pianificazione dell uso del suolo, di attivazione e di gestione dei servizi di protezione civile. Anche l attuale riordino delle competenze di gestione del territorio tra la Amministrazione dello Stato e le Amministrazioni locali, in primo luogo Regioni e Province, rende necessaria la formazione di una figura professionale di cultura interdisciplinare capace di fornire quelle prestazioni che ora sono richieste a laureati di diverso tipo. Le Facoltà promotrici, Facoltà di Scienze MFN e Facoltà di Ingegneria, già preparano tecnici votati alla difesa del suolo formandoli secondo differenti obiettivi: la prima prepara alle attività di riconoscimento e descrizione delle problematiche e di supporto alla progettazione, con il Corso di studio in Geologia del Territorio; la seconda prepara alla progettazione e alla realizzazione delle opere, con il Corso di studio in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio. Esse ritengono pertanto utile fornire una offerta didattica che integri, con il corso di laurea triennale, la preparazione specialistica offerta da ciascuna delle due Facoltà onde dotare lo specialista degli strumenti per analizzare il territorio sollecitato dalla antropizzazione e gestire gli interventi di difesa dalle inondazioni e alluvionamenti. L Università di Pavia, unico tra tutti gli Atenei della Lombardia, possiede al suo interno le competenze e le risorse didattiche necessarie ad avviare un Corso di studio di queste caratteristiche. Un Corso di studio interfacoltà avente queste caratteristiche non è mai stato attivato da altre Università; esso costituirà un esempio pilota di sperimentazione didattica per le altre sedi che volessero riprendere questa iniziativa. Al conseguimento della laurea è prevista la possibilità che lo studente prosegua il suo percorso di studio verso la Laurea specialistica in: - Ingegneria per la protezione idro - geologica; - Ingegneria per l Ambiente e il Territorio; - Geologia Applicata. Obiettivi formativi Obiettivo del corso è formare gli studenti nei settori: - della Ingegneria Civile per fornire le conoscenze di base richieste per: l analisi dei rischi naturali, la progettazione di opere di difesa dalle alluvioni e inondazioni e la valutazione della mutua influenza tra suolo e strutture. - della Geologia Applicata per fornire le competenze tecnico - operative per l impiego di metodi di indagine sperimentale utili all analisi delle situazioni di pericolo idrogeologico, alla caratterizzazione dei siti e all acquisizione dei dati necessari per l individuazione e l analisi dei rischi connessi. La interazione tra i docenti di diverse aree disciplinari sarà particolarmente utile per impartire ai discenti gli elementi necessari per operare a supporto della pianificazione territoriale con: produzione di studi di settore, gestione di Sistemi informativi territoriali, studi per la valutazione dell impatto antropico. I laureati saranno in grado di utilizzare la lingua inglese e riceveranno, con insegnamenti 20

21 seminariali, nozioni: di cultura d impresa, tecniche redazionali, organizzazione di cantiere, legislazione urbanistica e dei lavori pubblici. Sbocchi professionali Gli Enti pubblici per la gestione del territorio (Regioni, Province, Autorità di Bacino, uffici territoriali del Ministero dei Lavori Pubblici) richiedono abitualmente le competenze professionali fornite dal proposto Corso di studio. La progettazione di interventi strutturali e non strutturali viene ormai diffusamente affidata a studi professionali o a società di ingegneria; questa attività richiede le competenze fornite da questa nuova laurea e che attualmente sono acquisite con esperienze di lavoro di parecchi anni. I laureati formati dal proposto Corso di studio eserciteranno preferibilmente nelle regioni del bacino padano. Poiché questo tipo di competenze è specialmente richiesto nelle regioni attualmente meno attrezzate nei servizi di progettazione e di gestione di interventi di difesa del suolo si ritiene che i laureati troveranno sbocchi occupazionali su tutto il territorio nazionale. Le possibilità di impiego sono da ravvisarsi in: - Studi professionali di ingegneria civile e associati di pianificazione territoriale; - Società informatiche nel campo della cartografia e della gestione territoriale; - Servizi per la gestione del territorio delle Regioni e delle Provincie; - Servizi tecnici di Enti pubblici territoriali: Autorità di bacino, Magistrato per il Po, Provveditorati delle OO PP; - Imprese pubbliche e private per la progettazione e la gestione di infrastrutture; - Enti di ricerca. Laboratori didattici Essendo la didattica mutuata in gran parte dai Corsi di studio paralleli gli studenti si avvarranno delle strutture già disponibili per tali Corsi presso il polo didattico della Facoltà di Ingegneria e le aule del Dipartimento di Scienze della Terra. Oltre alle aule, ai laboratori e alle strutture dei Dipartimenti di Scienze della Terra, di Ingegneria Idraulica e Ambientale e di Meccanica Strutturale, sono anche disponibili quelle facenti capo al Centro di Ricerca sulle Acque. Laboratorio di Fotointerpretazione Il laboratorio di fotointerpretazione è dotato di apparecchi ottici che consentono di esaminare immagini fotografiche stereoscopiche della superficie terrestre, ottenendone una visione tridimensionale. Ciò permette di identificare gli oggetti geologici e valutare il loro significato in rapporto all ambiente circostante. È in progetto il potenziamento delle attrezzature del laboratorio, attraverso l acquisizione di un sistema di restituzione digitale stereoscopico che offre notevoli vantaggi per la ricerca. Tale sistema si è dimostrato assai valido anche sia la didattica che per la ricerca scientifica. Laboratorio G.I.S. È utilizzato per l integrazione di database eterogenei, provenienti dai rilievi sul campo, dalla cartografia storica e dal Remote Sensing, finalizzata alla valutazione e alla visualizzazione dell impatto di grandi opere e della vulnerabilità di specifiche risorse. Consente l elaborazione e la produzione di cartografia tematica, con procedure informatizzate. Laboratorio di Geologia tecnica Iscritto all Albo dei laboratori di ricerca altamente qualificati ai sensi della legge 46/82. Iscritto all EOTEC-European Organisation for Testing and Certification. È dotato delle normali attrezzature per la caratterizzazione geotecnica delle terre e delle rocce nonché delle attrezzature di campagna per prospezioni geofisiche leggere (geoelettrica, geosismica, elettromagnetica). Laboratorio di Idrogeologia Il laboratorio di idrologia dispone di strumentazioni adatte ad effettuare misure di portata sui corsi d acqua con metodologie classiche (mulinello idrometrico) e mediante l uso di traccianti 21

22 chimici e fluorescenti. Per analisi idrometeorologiche dispone di apparecchiature per la registrazione delle temperature, della barometria, delle piogge e dei battenti idrici (deflussi). Per analisi in pozzi dispone di pompe di tipo diversi per le prove di pompaggio ed il prelievo dei campioni. È dotato inoltre di strumentazioni per l analisi dei principali parametri chimico-fisici delle acque. Laboratorio numerico Il Corso di Laurea dispone di un laboratorio numerico atto ad ospitare fino a 20 studenti. Il Laboratorio utilizza dei Personal Computer collegati ad una rete locale gestita da un server dal quale è poi possibile accedere alla rete di Ateneo e a calcolatori che montano software specifici per i diversi settori disciplinari. La rete locale dispone di software grafici (Autocad) e di codici strutturali agli elementi finiti (SAP 2000). Tramite un elaboratore Unix in rete è possibile accedere a codici di Computer Aided Design CAD (MARC). Laboratorio numerico di Idraulica Il Corso di Laurea dispone di un laboratorio numerico, al servizio di studenti e tesisti, attrezzato con tutte le apparecchiature informatiche che, attraverso la simulazione e la visualizzazione di flussi complessi per mezzo di algoritmi avanzati, consentono il confronto con i risultati sperimentali e la loro interpretazione quantitativa. Laboratorio sperimentale di Idraulica È attrezzato con dispositivi sperimentali atti a illustrare i principi di base dell Idraulica e con i principali strumenti di comune impiego tecnico per la misura della pressione, della velocità e della portata nelle correnti in pressione. Il laboratorio dispone di due canalette basculanti e articolate (progettate per visualizzare e quantificare il moto delle correnti a superficie libera) e di un ampio corredo di misuratori di portata. Modelli di macchine idrauliche consentono la comprensione dei principi di funzionamento delle macchine e la determinazione delle loro caratteristiche. Una anemometro laser doppler di ultima generazione consente agli studenti di realizzare misure specialistiche in flussi turbolenti e un parco di mulinelli attrezzati con dispostivi di brandeggio permette di eseguire misure di velocità e di portata sia in laboratorio, sia in campagna in fiumi e canali. Articolazione indicativa dei primi tre anni di corso Nei primi tre anni di corso sono previsti i seguenti insegnamenti: 1 anno: Analisi matematica A, Geometria e Algebra, Fisica 1 A, Elementi di Informatica, Chimica, Analisi matematica B, Fisica 1 C, Geografia fisica ed Elementi di Geomorfologia, Introduzione alle Scienze della Terra, Economia ed Estimo. 2 anno: Cartografia tecnica, Fondamenti di Scienza delle Costruzioni, Fondamenti di Idraulica, Topografia e Tecniche cartografiche, Fondamenti di Geologia applicata, Fisica tecnica, Idraulica fluviale, Idrologia, Indagini geognostiche e geofisiche leggere, Principi di Ingegneria elettrica (oppure Ingegneria sanitaria-ambientale, Rocce e corpi sedimentari, Rilevamento geologico tecnico con Elementi di Fotogeologia). 3 anno: Fondamenti di Tecnica delle Costruzioni, Geotecnica A, Idrogeologia e Idrochimica, Sistemazione dei Bacini idrografici, Geotecnica B, Diritto amministrativo, Accertamento della lingua straniera, Geologia ambientale (oppure Ecologia applicata, Materiali da costruzione e cave). Al 3 anno, lo studente può inoltre scegliere fra alcune attività finalizzate ad un più rapido inserimento nel mondo del lavoro, quali tirocinio presso Aziende/Enti pubblici o privati operanti nel settore. 22

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: L-7 Ingegneria civile e ambientale NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DM 270/2004 DIPARTIMENTO DI RIFERIMENTO CAD DI RIFERIMENTO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici pubblici e privati Classe di laurea L-14 DM 270/2004, art. 12 R.D.A. art. 5 RIDD

Dettagli

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile 50 Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile Denominazione del corso di studio: Ingegneria Civile Classe di appartenenza: Ingegneria Civile n 28/S Obiettivi formativi Profilo

Dettagli

30/S - Classe delle lauree specialistiche in ingegneria delle telecomunicazioni. Data di attivazione 29/05/2003

30/S - Classe delle lauree specialistiche in ingegneria delle telecomunicazioni. Data di attivazione 29/05/2003 Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi de L'AQUILA 30/S - Classe delle lauree specialistiche in ingegneria delle telecomunicazioni Data di attivazione 29/05/2003 Data

Dettagli

LAUREA IN FISICA APPLICATA

LAUREA IN FISICA APPLICATA LAUREA N FSCA APPLCATA Obiettivi formativi specifici l Corso di laurea in Fisica Applicata ha il fine di: offrire una preparazione orientata a fornire una buona capacità di operare in alcuni ambiti professionali

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN OTTICA E OPTOMETRIA

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN OTTICA E OPTOMETRIA REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN OTTICA E OPTOMETRIA Art. 1 Denominazione e classe di appartenenza E istituito presso l Universita degli Studi di Torino, Facolta di Scienze Matematiche, Fisiche

Dettagli

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea classe LM-23 in Ingegneria Civile conforme al D.M. 270 (anno di prima immatricolazione 2010/2011)

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea classe LM-23 in Ingegneria Civile conforme al D.M. 270 (anno di prima immatricolazione 2010/2011) 3 Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea classe LM-23 in Ingegneria Civile conforme al D.M. 270 (anno di prima immatricolazione 2010/2011) Denominazione del corso di studio: Ingegneria Civile Classe di

Dettagli

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea classe LM-23 in Ingegneria Civile conforme al D.M. 270

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea classe LM-23 in Ingegneria Civile conforme al D.M. 270 47 Denominazione del corso di studio: Ingegneria Civile Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea classe LM-2 in Ingegneria Civile conforme al D.M. 270 Classe di appartenenza: Ingegneria Civile LM-2 Obiettivi

Dettagli

Obiettivi formativi specifici

Obiettivi formativi specifici Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Civile Classe: 28/S Facoltà: Ingegneria Numero di crediti necessari per il conseguimento del titolo: 300 Corso di Laurea i cui crediti sono integralmente riconosciuti:

Dettagli

Classe delle lauree specialistiche in Ingegneria Biomedica

Classe delle lauree specialistiche in Ingegneria Biomedica guida della facoltà di ingegneria a.a. 2008-2009 147 Classe delle lauree specialistiche in ngegneria Biomedica CORSO D LAUREA N NGEGNERA BOMEDCA Referente del Corso di Laurea Prof. Andrea Corvi Tel. 055/4796506

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECOLOGIA

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECOLOGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECOLOGIA LAUREA SPECIALISTICA DELLA CLASSE 6/S - BIOLOGIA Nuovo ordinamento didattico

Dettagli

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea interclasse L-7/L-23 in Ingegneria Civile e dei Sistemi Edilizi conforme al D.M. 270

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea interclasse L-7/L-23 in Ingegneria Civile e dei Sistemi Edilizi conforme al D.M. 270 11 Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea interclasse L-7/L-23 in Ingegneria Civile e dei Sistemi Edilizi conforme al D.M. 270 Denominazione del corso di studio: Ingegneria Civile e dei Sistemi Edilizi

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2007/2008

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2007/2008 UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali - Como Corso di Laurea Specialistica in Scienze Ambientali Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO

Dettagli

Università degli studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Magistrale in INFORMATICA

Università degli studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Magistrale in INFORMATICA Università degli studi di Milano Bicocca Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Magistrale in INFORMATICA Offerta formativa Il (classe LM-18) ha, di norma, durata di due anni.

Dettagli

30/S-Classe delle lauree specialistiche in ingegneria delle telecomunicazioni Nome del corso. Ingegneria delle Telecomunicazioni

30/S-Classe delle lauree specialistiche in ingegneria delle telecomunicazioni Nome del corso. Ingegneria delle Telecomunicazioni Università Università degli studi di Genova Classe 30/S-Classe delle lauree specialistiche in ingegneria delle telecomunicazioni Nome del corso Telecomunicazioni Modifica di Telecomunicazioni (codice=27462)

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea in Economia aziendale

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea in Economia aziendale UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA Corso di laurea in Economia aziendale Classe di laurea n. L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale DM 270/2004 (trasformata),

Dettagli

Laurea Specialistica in Ingegneria civile

Laurea Specialistica in Ingegneria civile Laurea Specialistica in Ingegneria civile Classe n 28S (Ingegneria) Didattica Ordinamento 2000 Sede di Roma Ordine degli Studi 2007-08 Articolo 1. Obiettivi formativi Il Corso di Laurea specialistica ha

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN RELAZIONI INTERNAZIONALI

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN RELAZIONI INTERNAZIONALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN RELAZIONI INTERNAZIONALI 1. Il presente Regolamento specifica gli aspetti organizzativi del corso di laurea specialistica in Relazioni internazionali

Dettagli

Corso di Laurea in Fisica (LB23, Classe L-30)

Corso di Laurea in Fisica (LB23, Classe L-30) Corso di Laurea in Fisica (LB23, Classe L-30) Informazioni generali Il Corso di laurea in Fisica è attivato ai sensi del DM 270/04, ha la durata di 3 anni e non prevede accesso a numero programmato. L

Dettagli

Area Ingegneristica Università degli Studi Niccolò Cusano

Area Ingegneristica Università degli Studi Niccolò Cusano Area Ingegneristica Università degli Studi Niccolò Cusano Offerta formativa DUE LAUREE TRIENNALI Ingegneria Civile Ingegneria Industriale 5 curricula: Agroindustriale Biomedica Elettronica Gestionale Meccanica

Dettagli

- Premessa. - Obiettivi Formativi

- Premessa. - Obiettivi Formativi - Premessa La presentazione del corso di laurea che seguira e relativa al corso di laurea in Fisica riformato in base al DM 270/2004, in vigore a partire dall anno accademico 2009-2010. Per completezza

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN PROSPEZIONI GEOLOGICHE E CARTOGRAFIA

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN PROSPEZIONI GEOLOGICHE E CARTOGRAFIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN PROSPEZIONI GEOLOGICHE E CARTOGRAFIA 1. Obiettivi formativi I laureati nel corso di Laurea Specialistica in Prospezioni geologiche e cartografia acquisiranno: - un elevata

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA INFORMATICA TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI E COMUNI

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA INFORMATICA TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI E COMUNI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA INFORMATICA TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI E COMUNI Art. 1 Denominazione - Classe di appartenenza Titolo 1. E' istituito presso

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea ECONOMIA ED AMMINISTRAZIONE DELLE IMPRESE

Regolamento Didattico del Corso di Laurea ECONOMIA ED AMMINISTRAZIONE DELLE IMPRESE Regolamento Didattico del Corso di Laurea ECONOMIA ED AMMINISTRAZIONE DELLE IMPRESE L-18 Classe delle Lauree in Scienze dell Economia e della Gestione Aziendale in Art. 1 Istituzione Il Dipartimento di

Dettagli

Data del DM di approvazione del ordinamento 19/12/2003 didattico. Data del DR di emanazione del ordinamento 19/01/2004 didattico

Data del DM di approvazione del ordinamento 19/12/2003 didattico. Data del DR di emanazione del ordinamento 19/01/2004 didattico Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BOLOGNA Data del DM di approvazione del ordinamento 19/12/2003 didattico Data del DR di emanazione del ordinamento 19/01/2004

Dettagli

Matematica, informatica e statistica 40 ING-INF/05 : SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI

Matematica, informatica e statistica 40 ING-INF/05 : SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI Scheda informativa Università Classe Nome del corso Politecnico di TORINO 30/S - Classe delle lauree specialistiche in ingegneria delle telecomunicazioni Data del DM di approvazione del ordinamento 28/02/2003

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 Premesse e finalità 1. Il Corso

Dettagli

Per l'accesso al corso di laurea magistrale sono altresì richiesti i seguenti requisiti curriculari:

Per l'accesso al corso di laurea magistrale sono altresì richiesti i seguenti requisiti curriculari: SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA E POLITICA ECONOMICA Premessa : Il Corso di Laurea Magistrale in Economia e Politica Economica

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN Scienze per la formazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA CORSO DI LAUREA IN TECNOLOGIE FORESTALI E AMBIENTALI REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA CORSO DI LAUREA IN TECNOLOGIE FORESTALI E AMBIENTALI REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ CORSO DI LAUREA IN TECNOLOGIE FORESTALI E AMBIENTALI REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 Premesse e finalità 1. Il Corso di laurea

Dettagli

84/S-Classe delle lauree specialistiche in scienze economico-aziendali Nome del corso

84/S-Classe delle lauree specialistiche in scienze economico-aziendali Nome del corso Università Università degli studi di Genova Classe 84/S-Classe delle lauree specialistiche in scienze economico-aziendali Nome del corso Marketing e comunicazione Codice interno dell'ateneo 1740 Data del

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GEOLOGICHE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GEOLOGICHE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GEOLOGICHE Il corso di Laurea si articola in tre anni e la laurea si consegue con l acquisizione di 180 crediti (vedi paragrafo 6). Il percorso didattico

Dettagli

Laurea in D.M. 270/04 SCUOLA DI INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA SCUOLA DI INGEGNERIA DEI SISTEMI SCUOLA DI ARCHITETTURA E SOCIETÀ LAUREA MAGISTRALE IN

Laurea in D.M. 270/04 SCUOLA DI INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA SCUOLA DI INGEGNERIA DEI SISTEMI SCUOLA DI ARCHITETTURA E SOCIETÀ LAUREA MAGISTRALE IN Laurea in D.M. 270/04 LAUREA MAGISTRALE IN (D.M. 270/04) I nuovi scenari La sfida ambientale Le potenzialità della tecnologia Le dinamiche dell innovazione 2 Queste sfide richiedono: Nuove abilità e aggregazioni

Dettagli

GESTIONE DELLE IMPRESE,

GESTIONE DELLE IMPRESE, Piano di studio del corso di Laurea SPECIALISTICA in Ingegneria Edile a.a. 10/11 curriculum GESTIONE DELLE IMPRESE D.M. 509/99 l sottoscritt,, Matr., iscritt per l a.a. 2010/11 al II anno in corso della

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali - Como Corso di Laurea Specialistica in Scienze Ambientali Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO

Dettagli

Corso di Laurea in INGEGNERIA CIVILE ORIENTAMENTO PROFESSIONALIZZANTE GESTIONALE a.a. 2005-06

Corso di Laurea in INGEGNERIA CIVILE ORIENTAMENTO PROFESSIONALIZZANTE GESTIONALE a.a. 2005-06 Corso di Laurea in INGEGNERIA CIVILE ORIENTAMENTO PROFESSIONALIZZANTE GESTIONALE a.a. 200-06 I ANNO Calcolo 1 MAT/03-0 a-1 10 CAD f 4 Chimica CHIM/07 a-2 6 Calcolo 2 MAT 03-0 a-1 10 Diritto IUS/01-10 c-2

Dettagli

Corso di laurea magistrale in ECONOMIA E FINANZA

Corso di laurea magistrale in ECONOMIA E FINANZA Corsi di laurea magistrale attivati Guida della Facoltà di Economia a.a. 00- Classe: LM-77 Scienze economico-aziendali. Sede: Venezia. Corso di laurea magistrale in ECONOMA E FNANZA Obiettivi formativi:

Dettagli

Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea Magistrale in Scienza dei Materiali

Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea Magistrale in Scienza dei Materiali Università degli studi di Milano Bicocca Scuola di Scienze Corso di Laurea Magistrale in Scienza dei Manifesto annuale degli studi A.A. 015/016 Nell anno accademico 015/016 i due anni della Laurea Magistrale

Dettagli

Corso di laurea triennale in SOCIOLOGIA (dm 270/04) ORDIN. 2010

Corso di laurea triennale in SOCIOLOGIA (dm 270/04) ORDIN. 2010 Corso di laurea triennale in 14518 SOCIOLOGIA (dm 270/04) ORDIN. 2010 DESCRIZIONE DELL ORDINAMENTO DIDATTICO E DEI REGOLAMENTI PREVISTI INDICE Obiettivi formativi 1 Capacità professionali 2 Criteri di

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze Chimiche Per capire e migliorare il mondo intorno a noi

Corso di Laurea in Scienze Chimiche Per capire e migliorare il mondo intorno a noi [Percorso: Facoltà di... > Offerta Formativa > Corsi di Laurea > Corso di Laurea in Scienze Chimiche] Corso di Laurea in Scienze Chimiche Per capire e migliorare il mondo intorno a noi Il Corso di Laurea

Dettagli

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN FISICA

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN FISICA ANNO ACCADEMICO 2001/2002 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN FISICA Manifesto e piano di studio Il Corso di Studi per il conseguimento della Laurea triennale in Fisica richiede l acquisizione di 180 crediti

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale classe LM-23 in Ingegneria Civile

Corso di Laurea Magistrale classe LM-23 in Ingegneria Civile UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MESSINA Università degli Studi di Messina UNMECLE Dipartimento di Ingegneria Civile, informatica, Edile, Ambientale e Matematica Applicata Prot. n. - del / / Tit./Cl. / - Fascicolo

Dettagli

Data del DM di approvazione del ordinamento 01/10/2002 didattico. Data del DR di emanazione del ordinamento 04/03/2003 didattico

Data del DM di approvazione del ordinamento 01/10/2002 didattico. Data del DR di emanazione del ordinamento 04/03/2003 didattico Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BOLOGNA Data del DM di approvazione del ordinamento 01/10/2002 didattico Data del DR di emanazione del ordinamento 04/03/2003

Dettagli

I Nuovi Corsi di Laurea in Informatica. La laurea triennale (classe L-31) L

I Nuovi Corsi di Laurea in Informatica. La laurea triennale (classe L-31) L I Nuovi Corsi di Laurea in Informatica La laurea triennale (classe L-31) L Obiettivi La progettazione del nuovo Corso di Laurea è avvenuto seguendo una serie di linee-guida, che ne costituiscono altrettanti

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze Geologiche (classe L-34)

Corso di Laurea in Scienze Geologiche (classe L-34) Corso di Laurea in Scienze Geologiche (classe L-34) Anno Accademico 2016/17 Il Dipartimento di Scienze della Terra e dell Ambiente Il corso di Laurea in Scienze Geologiche afferisce al Dipartimento di

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE Corso di laurea magistrale in Comunicazione integrata per le imprese e le organizzazioni Classe di laurea magistrale

Dettagli

Laurea Triennale in Economia e Commercio A.A

Laurea Triennale in Economia e Commercio A.A Laurea Triennale in Economia e Commercio A.A. 2015-16 1. Obiettivi del corso Il corso di laurea in Economia e Commercio offre una solida preparazione di base di carattere multidisciplinare, appropriata

Dettagli

Laurea Triennale in Economia e Commercio

Laurea Triennale in Economia e Commercio Laurea Triennale in Economia e Commercio 1. Obiettivi del corso Il corso di laurea in Economia e Commercio offre una solida preparazione di base di carattere multidisciplinare, appropriata sia per l ingresso

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA POLITECNICA E DELLE SCIENZE DI BASE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA POLITECNICA E DELLE SCIENZE DI BASE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA POLITECNICA E DELLE SCIENZE DI BASE DIPARTIMENTO DI FISICA SEDE: COMPLESSO UNIVERSITARIO DI MONTE S. ANGELO GUIDA DELLO STUDENTE CORSO DI LAUREA IN OTTICA

Dettagli

10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso. Ingegneria gestionale

10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso. Ingegneria gestionale Università Università degli studi di Genova Classe 10-Classe delle lauree in ingegneria industriale Nome del corso Ingegneria gestionale Modifica di Ingegneria gestionale (codice=11974) Denominazione inglese

Dettagli

SCIENZE BIOLOGICHE. Corso di Laurea in. (classe L-13)

SCIENZE BIOLOGICHE. Corso di Laurea in. (classe L-13) Corso di Laurea in SCIENZE BIOLOGICHE (classe L-13) Corso di Laurea in Scienze Biologiche (LB02, Classe L-13) Informazioni generali Il Corso di Laurea in Scienze Biologiche è attivato ai sensi del DM 270/04,

Dettagli

Corso di laurea triennale in Economia e gestione dello sviluppo locale, delle aziende pubbliche e nonprofit

Corso di laurea triennale in Economia e gestione dello sviluppo locale, delle aziende pubbliche e nonprofit Corso di laurea triennale in Economia e gestione dello sviluppo locale, delle aziende pubbliche e nonprofit Classe di appartenenza: 17 - Classe delle lauree in Scienze dell'economia e della Gestione Aziendale.

Dettagli

MATEMATICA. Corso di Laurea in. (classe L-35)

MATEMATICA. Corso di Laurea in. (classe L-35) Corso di Laurea in MATEMATICA (classe L-35) Corso di Laurea in Matematica (LB04, Classe L-35) Informazioni generali Il Corso di Laurea in Matematica è attivato ai sensi del DM 270/04, ha la durata di tre

Dettagli

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN FISICA

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN FISICA ANNO ACCADEMICO 2002/2003 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN FISICA Manifesto e piano di studio Il Corso di Studi per il conseguimento della Laurea triennale in Fisica richiede l acquisizione di 180 crediti

Dettagli

Corso di laurea magistrale in SCIENZE SOCIALI APPLICATE (DM 270/04) ORDIN cod ORDIN cod ORDIN cod.

Corso di laurea magistrale in SCIENZE SOCIALI APPLICATE (DM 270/04) ORDIN cod ORDIN cod ORDIN cod. Corso di laurea magistrale in SCIENZE SOCIALI APPLICATE (DM 270/04) ORDIN. 2010 cod. 14594 ORDIN. 2011 cod. 15319 ORDIN. 2012 cod. 16088 DESCRIZIONE DELL ORDINAMENTO DIDATTICO E DEI REGOLAMENTI PREVISTI

Dettagli

Scienze e tecniche psicologiche PSICOLOGIA

Scienze e tecniche psicologiche PSICOLOGIA Scienze e tecniche psicologiche PSICOLOGIA PSICOLOGIA CORSO DI LAUREA Scienze e Tecniche Psicologiche CORSO DI LAUREA MAGISTRALE Psicologia COR Via Sant Agostino, 8 27100 PAVIA - Tel. +39 0382 984218 -

Dettagli

Università degli Studi di Brescia Facoltà di Ingegneria

Università degli Studi di Brescia Facoltà di Ingegneria REGOLAMENTO DI FACOLTA PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI STAGE ESTERNO E PROGETTO FORMATIVO INTERNO NELL AMBITO DEI PIANI DI STUDIO DEI CORSI DI LAUREA DI PRIMO LIVELLO (in ordinamento ex D.M. 270/04)

Dettagli

STUDENTI PROVENIENTI DA ALTRI CORSI DI LAUREA DELLA SAPIENZA. Aggiornato al 09/11/2010. Facoltà di Ingegneria Corso di laurea in Ing.

STUDENTI PROVENIENTI DA ALTRI CORSI DI LAUREA DELLA SAPIENZA. Aggiornato al 09/11/2010. Facoltà di Ingegneria Corso di laurea in Ing. SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA CONSIGLIO D AREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA Via Eudossiana, 18-00184 Roma STUDENTI PROVENIENTI DA ALTRI CORSI DI LAUREA DELLA SAPIENZA Aggiornato al 09/11/2010 Facoltà di Ingegneria

Dettagli

Manifesto Annuale degli Studi A.A. 2013/2014

Manifesto Annuale degli Studi A.A. 2013/2014 UNIVERSITA DEL SALENTO Manifesto Annuale degli Studi A.A. 2013/2014 UNIVERSITA DEL SALENTO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2013/2014 Corsi di Laurea - ai sensi del DM 270/04 - Accesso Programmato o ECONOMIA

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Prot. AOODGPER. 3570 IL DIRETTORE GENERALE VISTA la legge 23 dicembre 1998, n, 448, art. 26; VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 21 dicembre 2007, n. 260 recante il regolamento di riorganizzazione

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA Sequenza di processo Area di Attività Qualificazione regionale Referenziazioni della qualificazione SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE

Dettagli

Università degli studi di Roma La Sapienza

Università degli studi di Roma La Sapienza D.R. n. 001108 Ateneo Federato in Scienze delle Politiche Pubbliche e Sanitarie (SPPS) Facoltà di Medicina e Chirurgia I ANNO ACCADEMICO 2008-2009 Bando relativo alle modalità di ammissione al percorso

Dettagli

57/S - Classe delle lauree specialistiche in programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali

57/S - Classe delle lauree specialistiche in programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di MILANO 57/S - Classe delle lauree specialistiche in programmazione e gestione delle politiche e dei Data del DM di approvazione

Dettagli

MATEMATICA. Corso di Laurea magistrale in. (classe LM-40)

MATEMATICA. Corso di Laurea magistrale in. (classe LM-40) Corso di Laurea magistrale in MATEMATICA (classe LM-40) Corso di Laurea Magistrale in Matematica (LM39, Classe LM-40) Informazioni generali Il Corso di Laurea Magistrale in Matematica è attivato ai sensi

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SERVIZIO SOCIALE E POLITICHE SOCIALI. ARTICOLO 1 Definizioni

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SERVIZIO SOCIALE E POLITICHE SOCIALI. ARTICOLO 1 Definizioni REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SERVIZIO SOCIALE E POLITICHE SOCIALI ARTICOLO 1 Definizioni 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: a) per Facoltà, la Facoltà di Lettere

Dettagli

Pos. AG Decreto n. 259 IL RETTORE

Pos. AG Decreto n. 259 IL RETTORE Pos. AG Decreto n. 259 IL RETTORE VISTA la legge 9 maggio 1989, n. 168; VISTA la legge 19 novembre 1990, n. 341; VISTA la legge 15 maggio 1997, n. 127; il decreto del Presidente della Repubblica 27 gennaio

Dettagli

ALLEGATO 1 STRUTTURA DELLA PROVA DI SELEZIONE AL CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA (150 POSTI)

ALLEGATO 1 STRUTTURA DELLA PROVA DI SELEZIONE AL CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA (150 POSTI) ALLEGATO 1 STRUTTURA DELLA PROVA DI SELEZIONE AL CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA (150 POSTI) La prova di selezione per l accesso al Corso di Laurea in Informatica del 7 settembre sarà articolata in tre

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN BIOLOGIA AGRO-ALIMENTARE E DELLA NUTRIZIONE (CLASSE 6/S DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN BIOLOGIA) MANIFESTO DEGLI STUDI - A.A.

LAUREA SPECIALISTICA IN BIOLOGIA AGRO-ALIMENTARE E DELLA NUTRIZIONE (CLASSE 6/S DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN BIOLOGIA) MANIFESTO DEGLI STUDI - A.A. LAUREA SPECIALISTICA IN BIOLOGIA AGRO-ALIMENTARE E DELLA NUTRIZIONE (CLASSE 6/S DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN BIOLOGIA) MANIFESTO DEGLI STUDI - A.A. 2009/2010 Obiettivi Formativi Specifici Questa laurea

Dettagli

L Università di Padova fu fondata nel 1222

L Università di Padova fu fondata nel 1222 . L Università di Padova fu fondata nel 1222 Nel 1399 si separò in Università degli Artisti, dediti alle arti liberali, e in Università dei Giuristi fino alla riunificazione del 1806. La Facoltà di Scienze

Dettagli

Manifesto degli Studi per l a. a. 2004/2005. Corso di Laurea specialistica in AMMINISTRAZIONI E POLITICHE PUBBLICHE (APP)

Manifesto degli Studi per l a. a. 2004/2005. Corso di Laurea specialistica in AMMINISTRAZIONI E POLITICHE PUBBLICHE (APP) Manifesto degli Studi per l a. a. 2004/2005 Corso di Laurea specialistica in AMMINISTRAZIONI E POLITICHE PUBBLICHE (APP) Classe di appartenenza Accesso Scienze delle pubbliche amministrazioni (Classe 71/S)

Dettagli

L Università di Padova fu fondata nel 1 222

L Università di Padova fu fondata nel 1 222 . L Università di Padova fu fondata nel 1 222 Nel 1 399 si separò in Università degli Artisti, dediti alle arti liberali, e in Università dei Giuristi fino alla riunificazione del 1806. La Facoltà di Scienze

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE IN BIOINGEGNERIA - LM_21 LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA DELLE LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA ELETTRONICA PER

LAUREA MAGISTRALE IN BIOINGEGNERIA - LM_21 LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA DELLE LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA ELETTRONICA PER Collegio Didattico di Ingegneria Elettronica LAUREA MAGISTRALE IN BIOINGEGNERIA - LM_21 LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA DELLE TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE E DELL INFORMAZIONE - LM_27 LAUREA MAGISTRALE

Dettagli

Regolamento didattico dei Corsi di formazione pre-accademica

Regolamento didattico dei Corsi di formazione pre-accademica Regolamento didattico dei Corsi di formazione pre-accademica Generalità Il presente regolamento disciplina, ai sensi delle leggi vigenti, delle disposizioni ministeriali e delle direttive dello Statuto

Dettagli

DEAMS ESAME DI LAUREA TRIENNALE

DEAMS ESAME DI LAUREA TRIENNALE Consiglio di Facoltà del 12 maggio 2011 Con integrazione Consiglio di Dipartimento del 12/9/2013 e 10/7/2014 Regolamento didattico del corso di studio In vigore per tutti i Corsi di laurea triennali a

Dettagli

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E INTERNAZIONALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INTERNAZIONALI INTERNATIONAL STUDIES (Classe LM-52 Relazioni

Dettagli

Obiettivi per l Internazionalizzazione Piano Performance, Programmazione Triennale

Obiettivi per l Internazionalizzazione Piano Performance, Programmazione Triennale Incontro con i responsabili accademici erasmus, Roma 15 maggio 2014 Obiettivi per l Internazionalizzazione Piano Performance, Programmazione Triennale Piano performance Sapienza 2014/2016 Supportare la

Dettagli

BOZZA di Decreto attuativo del comma 632 dell'art. 1 della L. n. 296 del 27 dicembre 2006 (finanziaria 2007)

BOZZA di Decreto attuativo del comma 632 dell'art. 1 della L. n. 296 del 27 dicembre 2006 (finanziaria 2007) BOZZA di Decreto attuativo del comma 632 dell'art. 1 della L. n. 296 del 27 dicembre 2006 (finanziaria 2007) VISTA la Legge, art. 1, comma 632, riguardante la riorganizzazione dei centri territoriali permanenti

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Informazioni generali Classe L 33 Facoltà di afferenza ECONOMIA Presidente Consiglio di Coordinamento Didattico Prof. Garofalo Antonio Docenti di riferimento: Prof. Floro Ernesto CAROLEO Prof. Francesca

Dettagli

I4H LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CHIMICA

I4H LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CHIMICA I4H LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CHIMICA Offerta valida per gli studenti immatricolati nell a.a. 2013/2014 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: LM-22 - Ingegneria Chimica NORMATIVA DI RIF.:

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E DI SECONDO LIVELLO. Articolo 1 Ambito di applicazione.. p.2 Articolo 2 Finalità. p.2 Articolo 3 Attività formative p.

MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E DI SECONDO LIVELLO. Articolo 1 Ambito di applicazione.. p.2 Articolo 2 Finalità. p.2 Articolo 3 Attività formative p. REGOLAMENTO MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E DI SECONDO LIVELLO INDICE Articolo 1 Ambito di applicazione.. p.2 Articolo 2 Finalità. p.2 Articolo 3 Attività formative p.2 Articolo 4 Requisiti e modalità di

Dettagli

Studiare Ingegneria Informatica a Bologna ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA

Studiare Ingegneria Informatica a Bologna ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA Studiare Ingegneria Informatica a Bologna ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA Università a Bologna: 1088 D.C. Ingegneria a Bologna: 1877 D.C. Ingegneria Informatica a Bologna: 1992 D.C. www.ing.unibo.it

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA DEI MATERIALI (classe delle Lauree Magistrali in Ingegneria Meccanica LM-33)

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA DEI MATERIALI (classe delle Lauree Magistrali in Ingegneria Meccanica LM-33) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA DEI MATERIALI (classe delle Lauree Magistrali in Ingegneria Meccanica LM-33) 1. Perché studiare i materiali? Svariati esempi della vita comune dimostrano

Dettagli

OTTICA E OPTOMETRIA. Corso di Laurea in. (classe L-30)

OTTICA E OPTOMETRIA. Corso di Laurea in. (classe L-30) Corso di Laurea in OTTICA E OPTOMETRIA (classe L-30) Corso di Laurea in Ottica e Optometria (LB24, Classe L-30) Informazioni generali Il Corso di laurea in Ottica e Optometria è attivato ai sensi del DM

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali - Como Corso di Laurea in Matematica Sede del corso: Como

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali - Como Corso di Laurea in Matematica Sede del corso: Como UNIVERSIT DEGLI STUDI DELL INSURI Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali - omo orso di Laurea in Matematica Sede del corso: omo MNIFESTO DEGLI STUDI NNO DEMIO 2009/2010 Presentazione del orso.

Dettagli

Scienze della Mediazione Linguistica

Scienze della Mediazione Linguistica ALLEGATO - B - Laurea triennale in Scienze della Mediazione Linguistica Percorso in Governo delle Amministrazioni, Internazionalizzazione e Sicurezza. CLASSE DI LAUREA L -12 - D. M. 270/2004 DM del 12/03/2010

Dettagli

Facoltà di Ingegneria. Manifesto degli studi conforme al D.M. 509

Facoltà di Ingegneria. Manifesto degli studi conforme al D.M. 509 Facoltà di Ingegneria Manifesto degli studi conforme al D.M. 509 Denominazione del corso di studio: Ingegneria Edile Classe di appartenenza: n. 4 - Scienze dell Architettura e dell Ingegneria Edile Obiettivi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN COMUNICAZIONE DI MASSA PUBBLICA E ISTITUZIONALE TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE UNIVERSITÀ DELLA CALABRIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA, ECOLOGIA E SCIENZE DELLA TERRA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA (LM-6 Classe delle lauree magistrali in Biologia) Manifesto degli Studi A.A. 2014/2015

Dettagli

GLOSSARIO PER CAPIRNE DI PIÙ: L UNIVERSITÀ DALL A ALLA Z ANNO ACCADEMICO L anno accademico ha inizio il 1 ottobre e termina a settembre dell anno

GLOSSARIO PER CAPIRNE DI PIÙ: L UNIVERSITÀ DALL A ALLA Z ANNO ACCADEMICO L anno accademico ha inizio il 1 ottobre e termina a settembre dell anno GLOSSARIO PER CAPIRNE DI PIÙ: L UNIVERSITÀ DALL A ALLA Z ANNO ACCADEMICO L anno accademico ha inizio il 1 ottobre e termina a settembre dell anno successivo (le lezioni però, per alcuni corsi, iniziano

Dettagli

COLLEGIO DEI DOCENTI, CONSIGLIO DI ISTITUTO, COMITATO DI VALUTAZIONE, DIRIGENTE SCOLASTICO, RSU DOPO LA LEGGE 107/15

COLLEGIO DEI DOCENTI, CONSIGLIO DI ISTITUTO, COMITATO DI VALUTAZIONE, DIRIGENTE SCOLASTICO, RSU DOPO LA LEGGE 107/15 COLLEGIO DEI DOCENTI, CONSIGLIO DI ISTITUTO, COMITATO DI VALUTAZIONE, DIRIGENTE SCOLASTICO, RSU DOPO LA LEGGE 107/15 ARGOMENTO AZIONE LEGGE DI RIFERIMENTO ORGANO COMPETENTE Prerogativa didattica Impiego

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE - SEDE DI PADOVA (CLASSE L-19 / D.M. 270/2004)

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE - SEDE DI PADOVA (CLASSE L-19 / D.M. 270/2004) CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE - SEDE DI PADOVA (CLASSE L-1 / D.M. 270/2004) DESCRIZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO Il corso di studio, per gli studenti che si immatricolano

Dettagli

Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia FULLPRINT

Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia  FULLPRINT Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia www.unipv.eu FULLPRINT Chimica e Tecnologia Farmaceutiche (CTF) Farmacia FARMACIA e CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE FARMACIA e CHIMICA E

Dettagli

Conservatorio Licinio Refice Regolamento Didattico dei Corsi di Base. Art. 1) Premesse. Art. 2) organizzazione dei corsi di base

Conservatorio Licinio Refice Regolamento Didattico dei Corsi di Base. Art. 1) Premesse. Art. 2) organizzazione dei corsi di base Conservatorio Licinio Refice Regolamento Didattico dei Corsi di Base Art. 1) Premesse Il Conservatorio di Musica L. Refice di Frosinone istituisce e organizza i Corsi di Base con l obiettivo di fornire

Dettagli

CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE CTF

CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE CTF Corso di Studio in CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE CTF DIPARTIMENTO DI SCIENZE CHIMICHE E FARMCEUTICHE OFFERTA FORMATIVA Offerta formativa (www.unife.it/farmacia/lm.ctf) # Laurea Magistrale in Chimica

Dettagli

ALLEGATO 2 COORTE 2016 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE - SEDE DI PADOVA (CLASSE L-19 / D.M.

ALLEGATO 2 COORTE 2016 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE - SEDE DI PADOVA (CLASSE L-19 / D.M. ALLEGATO 2 COORTE 201 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE - SEDE DI PADOVA (CLASSE L-1 / D.M. 270/2004) DESCRIZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO Il corso di studio, per gli studenti

Dettagli

ISCRIVERSI AD INGEGNERIA ALLA SAPIENZA

ISCRIVERSI AD INGEGNERIA ALLA SAPIENZA VERS_9 ISCRIVERSI AD INGEGNERIA ALLA SAPIENZA La FACOLTA DI INGEGNERIA CIVILE E INDUSTRIALE dell Università di Roma La Sapienza il 6 luglio 2015 apre le iscrizioni per l A.A. 2015-16 ai Corsi di Laurea

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in Giurisprudenza

Corso di Laurea Specialistica in Giurisprudenza hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Giurisprudenza Como Corso di Laurea Specialistica in Giurisprudenza Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 Presentazione

Dettagli

Università degli studi di Palermo

Università degli studi di Palermo SENATO ACCADEMICO Seduta del 26 gennaio 2010 OMISSIS N. 2 Proposta di modifica del Regolamento Didattico di Ateneo artt. 16 e 23 RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO VISTO il Regolamento Didattico

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche

Regolamento didattico del Corso di Laurea magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali Regolamento didattico del Corso di Laurea magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche Capo I ATTIVITA DIDATTICA Titolo I Ordinamento didattico Art. 1

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE SCUOLA DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA SEDE DI RAVENNA Via Tombesi dall 0va LA SCUOLA: PERCORSO FORMATIVO: LAUREA (+3 anni) LAUREA MAGISTRALE (+2anni) Dottorato di ricerca

Dettagli