Qual è il ruolo del bilancio d esercizio?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Qual è il ruolo del bilancio d esercizio?"

Transcript

1

2 Qual è il ruolo del bilancio d esercizio?

3 (1/4) Il ruolo del bilancio d esercizio Il bilancio d esercizio è un documento di derivazione contabile avente lo scopo di rappresentare la situazione patrimoniale e finanziaria dell impresa al termine del periodo amministrativo e il risultato economico dell esercizio Inteso come Determina e rappresenta REDDITO PRODOTTO NEL PERIODO L accrescimento che, in determinato periodo di tempo, il capitale subisce per effetto della gestione CAPITALE DI FUNZIONAMENTO Fondo di valori attribuiti agli elementi del patrimonio rappresentato dall insieme dei beni e servizi a disposizione dell impresa per lo svolgimento della gestione

4 (2/4) Il ruolo del bilancio d esercizio: nozione di capitale di funzionamento Il capitale di funzionamento è costituito dalle attività, dalle passività e dal patrimonio netto di un azienda. Le attività rappresentano il valore dei beni e dei diritti a disposizione dell azienda per lo svolgimento della propria attività. Le passività rappresentano il valore dei debiti accumulati a vario titolo dall azienda per procurarsi risorse finanziarie. Il patrimonio netto, dato dalla differenza tra le attività e le passività, costituisce, invece, il valore del finanziamento apportato a titolo di proprietà.

5 (3/4) Il ruolo del bilancio d esercizio Strumento di conoscenza della gestione e dei suoi risultati per i responsabili dell amministrazione aziendale DUE FUNZIONI E uno strumento di comunicazione che svolge una funzione informativa di grande rilievo nei confronti dei diversi soggetti che a vario titolo sono interessati nell azienda e al suo andamento.

6 (4/4) Il ruolo del bilancio d esercizio Il bilancio di esercizio è il documento ufficiale e pubblico con cui tutte le categorie di soggetti interessati possono ottenere informazioni sugli andamenti patrimoniali, finanziari ed economici di una società Esso non deve limitarsi a rappresentare un momento di ideale stasi della gestione ma deve essere in grado anche di fornire informazioni circa le prospettive future dell impresa

7 Significati del bilancio SIGNIFICATI RAGIONERISTI Riscontro contabile Rappresentazione della ricchezza disponibile e delle variazioni subite per effetto della gestione Valutazione della gestione e dello stato di salute dell azienda SIGNIFICATI GIURIDICI Tutela dei creditori e dei terzi Rendicontazione degli amministratori ai soci Costituzione di una base per la determinazione del carico tributario Supporto gestionale Base informativa a beneficio dei soggetti esterni l bilancio è un obbligo da rispettare

8 La valenza informativa esterna L impresa non è un affare privato L impresa come centro di interessi convergenti La teoria degli stakeholder Dal bilancio come strumento di comportamento al bilancio come strumento di informazione Regole di chiarezza, Correttezza e attendibilità

9 Azionisti Stato Istituti di credito Clienti e fornitori Stakeholders Dipendenti Dipendenti Risparmiat ori Obbligazio nisti

10 PIRAMIDE DELLE REGOLE (1) Postulati Art c.c. Principi di bilancio art bis c.c. Disposizioni inerenti le strutture del bilancio artt e ss. Disposizioni inerenti le valutazioni di bilancio art. 2426

11 POSTULATI DEL BILANCIO D ESERCIZIO

12 Il bilancio d esercizio e la legge Attuazione IV Direttiva D. Lgs. 127/91 Adeguamento del codice civile ANCHE DAL PUNTO DI VISTA GIURIDICO BILANCIO COME STRUMENTO D INFORMAZIONE PER DETERMINARE Reddito prodotto nel periodo Correlato Capitale di funzionamento

13 (1/6) Postulati : Art c.c. Infatti. NORME GENERALI Clausola generale (art c.c.) Il Bilancio d esercizio deve essere redatto con CHIAREZZA e deve rappresentare in modo VERITIERO e CORRETTO la situazione patrimoniale e finanziaria della società e il risultato economico dell esercizio.

14 (2/6) Postulati : Art c.c. Chiarezza Riguarda la sua intelligibilità da parte di persone che siano dotate di una media cultura contabile: quindi, non un impossibile chiarezza in senso assoluto, ma una chiarezza che, per chi possiede la nozioni contabili necessarie, consenta di comprendere come si è formato il reddito e qual è il valore del patrimonio aziendale

15 (3/6) Postulati : Art c.c. La chiarezza significa: rispetto degli schemi di bilancio indicazione di tutte le poste divieto di compensare le voci note informative aggiuntive Rendere comprensibile il bilancio ad ogni soggetto di media cultura

16 (4/6) Postulati : Art c.c. Verità e Correttezza Non intese come ricerca di una verità oggettiva, che per le note incertezze che caratterizzano le valutazione di fine periodo è impossibile raggiungere, ma come comportamento in buona fede da parte dei redattori del bilancio, i quali devono operare correttamente le stime e le iscrizioni delle varie voci seguendo le norme di legge e i principi contabili.

17 (5/6) Postulati : Art c.c. Veridicità Le informazioni devono essere: Reali Comprovabili (Nota integrativa) Tendenti alla verità se soggette a stima Valutazione di processo e di risultato

18 (6/6) Postulati : Art c.c. Correttezza La correttezza va vista: Nei singoli processi di valutazione Negli atteggiamenti dei redattori Nell attendibilità e nella verificabilità La correttezza non va disgiunta dalla chiarezza e dalla veridicità

19 : art c.c. Esprime il fine del bilancio art bis c.c. Punti fondamentali che devono essere osservati nel processo di formazione dei conti annuali.

20 PRINCIDI DI REDAZIONE: PRUDENZA Art bis c.c. punto 1) No utili sperati La valutazione delle voci di bilancio deve essere fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell attività. Nelle valutazioni di bilancio non si deve tener conto degli utili sperati, cioè degli incrementi patrimoniali che non siano certi e durevoli, mentre si devono far concorrere alla formazione del reddito di periodo tutti i costi, gli oneri e le perdite anche se incerti o soltanto probabili.

21 PRINCIDI DI REDAZIONE: PRUDENZA Art bis c.c. punto 2) Si possono indicare esclusivamente gli utili realizzati alla data di chiusura dell esercizio. Solo utili realizzati L epoca entro cui deve essersi verificato il realizzo è la chiusura dell esercizio: ciò conduce a escludere gli utili che al momento in cui si redige il bilancio non sono più incerti, ma che lo erano alla fine del periodo amministrativo.

22 PRINCIDI DI REDAZIONE: PRUDENZA Art bis c.c. punto 4) Sì rischi e perdite di competenza Si deve tener conto dei rischi e delle perdite di competenza dell esercizio, anche se conosciute dopo la chiusura di questo. I rischi e le perdite che si devono far concorrere alla formazione del risultato economico non sono quelli noti o temuti alla chiusura dell esercizio, ma anche quelli la cui conoscenza si è avuta tra la fine dell esercizio del bilancio.

23 PRINCIDI DI REDAZIONE: CONTINUITA AZIENDALE Art bis c.c. punto 1) Le valutazioni vanno eseguite nel presupposto di funzionamento, il che significa fondamentalmente due cose: Going Concern Che le valutazioni di bilancio non devono riferirsi a ipotesi di liquidazioni né di cessione; Che le valutazioni vanno effettuate avendo presenti le presumibili evoluzioni future della gestione e i programmi operativi ai quali parteciperanno i beni che sono oggetto di valutazione

24 PRINCIPIO DELLA FUNZIONE ECONOMICA Art bis c.c. punto 1) SOSTANZA Rappresenta la vera natura del fatto gestionale FORMA Riguarda l origine del fatto gestionale che può essere, ad es, contrattuale o legislativa Per la contabilizzazione, la valutazione e l esposizione in bilancio Si devono cogliere gli aspetti SOSTANZIALI e non solo quelli FORMALI degli eventi sottostanti Conoscere la SOSTANZA economica Considerare gli aspetti FORMALI

25 PRINCIDI DI REDAZIONE: COMPETENZA ECONOMICA Art bis c.c. Punto 3) Ricavo realizzato Costo correlato al ricavo realizzato Si deve tener conto dei proventi e degli oneri di competenza dell esercizio, indipendentemente dalla data dell incasso o del pagamento. Il reddito di periodo va determinato attribuendo economicamente i costi e i ricavi all esercizio cui si riferiscono economicamente e non a quello in cui esse hanno la loro manifestazione finanziaria. L applicazione pratica si basa sul principio di correlazione tra costi e ricavi.

26 Quando un costo o un ricavo è di competenza?

27 RICAVO REALIZZATO COSTO DI COMPETENZA RICAVO DI COMPETENZA Principio di realizzazione (non incasso) Il completamento del processo produttivo Passaggio sostanziale del titolo di proprietà BENI - spedizione SERVIZI erogazione effettiva e fatturabilità COSTO CORRELATO AL RICAVO REALIZZATO PER: Associazione di causa ad effetto tra costi e ricavi Ripartizione dell utilità pluriennale su base razionale in mancanza di più diretta associazione Imputazione diretta dovuta a perdite di utilità o funzionalità del costo Costi sostenuti in un es. che esauriscono la loro utilità nell esercizio stesso

28 PRINCIPIO DELLA VALUTAZIONE SEPARATA Art bis c.c. Punto 5) In base ad esso gli elementi eterogenei ricompresi nelle singole voci dello schema di bilancio devono essere valutate separatamente, adottando il criterio più idoneo per ciascun elemento

29 COSTANZA CRITERI DI VALUTAZIONE Art bis c.c. Punto 6) I criteri di valutazione non possono essere modificati da un esercizio all altro. In questo modo si garantisce l omogeneità e la continuità nell applicazione delle norme con cui esso viene composto, il che è anche un indispensabile premessa per la comparabilità dei bilanci nel tempo.

30 PIRAMIDE DELLE REGOLE (2) Norme civilistiche Principi contabili nazionali Principi contabili internazionali (Ias/Ifrs)

31 I principi contabili nazionali Ai fini della rappresentazione veritiera e corretta della situazione aziendale, il bilancio deve essere redatto rispettando le norme di legge che ne disciplinano la formazione e applicando i corretti PRINCIPI CONTABILI, i quali svolgono una funzione integrativa e interpretativa delle norme stesse.

32 I principi contabili nazionali I principi contabili e di bilancio sono norme tecniche di ragioneria che, avendo l autorevole sostegno e l avallo della dottrina più avanzata e di qualificati esperti amministrativi, sono accettate e applicate come vincolanti dagli operatori contabili

33 I principi contabili nazionali PRINCIPI CONTABILI GENERALI APPLICATI Riguardano il bilancio d esercizio nel suo insieme Si riferiscono ai criteri di contabilizzazione, valutazione e iscrizione di singole voci del bilancio

34 Altri principi di redazione: integrazione dei postulati Periodicità Omogeneità Utilità del bilancio e completezza dell informazione Neutralità Significatività e rilevanza Conformità del processo di formazione ai corretti principi contabili Il costo come criterio base nella valutazione Funzione informativa e completezza della n.i. Verificabilità dell informazione Divieto di compensi di partite

35 Procedimento contabile di preparazione del bilancio Procedimento di formazione del bilancio - Individuazione dei fatti economicoamministrativi; - Analisi dei fatti amministrativi; - Determinazione in valori di conto dei fatti amministrativi; - Identificazione dei conti da imputare; - Registrazione dei fatti amministrativi; - Predisposizione del bilancio di verifica e dei valori registrati per trasformali da valori di conti in valori di bilancio; - Preparazione dei prospetti componenti il bilancio

36 GRAZIE PER L ATTENZIONE

a.a. 2012-2013 Economia Applicata all Ingegneria 1 Docente: Prof. Ing. Donato Morea Lezione n. 11 del 13.11.2012

a.a. 2012-2013 Economia Applicata all Ingegneria 1 Docente: Prof. Ing. Donato Morea Lezione n. 11 del 13.11.2012 Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria --------------------------------------------------------------------- --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

IL BILANCIO DI ESERCIZIO

IL BILANCIO DI ESERCIZIO IL BILANCIO DI ESERCIZIO CHE COS E UN BILANCIO Il bilancio è un insieme di documenti che illustrano la situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell impresa a tutti i soggetti interessati. CHI

Dettagli

Il Bilancio di esercizio

Il Bilancio di esercizio Il Bilancio di esercizio Il bilancio d esercizio è il fondamentale documento contabile che rappresenta la situazione patrimoniale e finanziaria dell impresa al termine di un periodo amministrativo e il

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE I CRITERI DI VALUTAZIONE APPLICABILI NELLA COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO 1 IL BILANCIO DI ESERCIZIO DOCUMENTO CHE EVIDENZIA, PER CIASCUN ESERCIZIO, IL CAPITALE

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

Il sistema di bilancio delle imprese di assicurazione secondo la normativa italiana

Il sistema di bilancio delle imprese di assicurazione secondo la normativa italiana Il sistema di bilancio delle imprese di assicurazione secondo la normativa italiana Decreto Legislativo n. 173 del 16 maggio 1997 pubblicato sulla G.U. 21 giugno 1997 emanato in relazione alla Legge delega

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità aziendale Novembre 2013 Indice 1. Introduzione 2. La responsabilità della Direzione 3. La responsabilità del revisore 4. Gli indicatori per valutare la continuità

Dettagli

Finalità e destinatari di un bilancio IAS

Finalità e destinatari di un bilancio IAS Finalità e destinatari di un bilancio IAS di Paolo Moretti Iproblemi applicativi derivanti dall introduzione dei principi IAS/IFRS nel nostro ordinamento sono molteplici a motivo soprattutto delle differenti

Dettagli

Regolamento di contabilità

Regolamento di contabilità Regolamento di contabilità Approvato con atto del Consiglio di Amministrazione n. 25 del 14/09/2012 14/09/2012 Pag. 1 Articolo 1 Oggetto del Regolamento INDICE Articolo 2 Documenti obbligatori Articolo

Dettagli

IL BILANCIO D ESERCIZIO I PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO

IL BILANCIO D ESERCIZIO I PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO IL BILANCIO D ESERCIZIO documento aziendale di sintesi, di derivazione contabile, rivolto a vari destinatari, che rappresenta in termini consuntivi e con periodicità annuale le modalità di determinazione

Dettagli

QUADRO SISTEMATICO PER LA PREPARAZIONE E LA PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DEGLI ENTI NON PROFIT

QUADRO SISTEMATICO PER LA PREPARAZIONE E LA PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DEGLI ENTI NON PROFIT QUADRO SISTEMATICO PER LA PREPARAZIONE E LA PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DEGLI ENTI NON PROFIT Ottobre 2010 BOZZA PER CONSULTAZIONE Si prega di inviare eventuali osservazioni non oltre il 15 gennaio 2011

Dettagli

I BILANCI COME STRUMENTO DI COMUNICAZIONE AZIENDALE

I BILANCI COME STRUMENTO DI COMUNICAZIONE AZIENDALE I BILANCI COME STRUMENTO DI COMUNICAZIONE AZIENDALE 1 Bilancio e comunicazione aziendale Vi sono diverse tipologie di bilanci: Obbligatori: quando sono previsti da norme di legge (bilancio d esercizio,

Dettagli

FINALITA E POSTULATI DEL BILANCIO D ESERCIZIO

FINALITA E POSTULATI DEL BILANCIO D ESERCIZIO FINALITA E POSTULATI DEL BILANCIO D ESERCIZIO PREMESSA Il bilancio d esercizio è il documento che rappresenta la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica di un impresa in funzionamento. Assolve

Dettagli

La continuità aziendale

La continuità aziendale La continuità aziendale Corso di revisione aziendale anno accademico 2011-2012 Università degli Studi di Bergamo Prof.ssa Stefania Servalli 1 PRINCIPI DI BILANCIO PRINCIPI FONDAMENTALI art. 2423 CHIAREZZA

Dettagli

Allegato 1. - Regole di contabilità generale -

Allegato 1. - Regole di contabilità generale - Allegato 1 - Regole di contabilità generale - Capitolo 1 - Struttura di bilancio e relativi aspetti contabili Il D.Lgs 30 giugno 1993, n.270 relativo al Riordinamento degli Istituti Zooprofilattici a norma

Dettagli

BILANCIO: ASPETTI GIURIDICI

BILANCIO: ASPETTI GIURIDICI ART. 2423, C. 2: Il bilancio deve essere redatto con CHIAREZZA e deve rappresentare in modo VERITIERO e CORRETTO la situazione patrimoniale e finanziaria della società e il risultato economico dell esercizio

Dettagli

Il bilancio di esercizio: dott. prof. Donato Toma Studio Toma - NDC Campobasso, 19 luglio 2008

Il bilancio di esercizio: dott. prof. Donato Toma Studio Toma - NDC Campobasso, 19 luglio 2008 Il bilancio di esercizio: approccio di base alla sua analisi dott. prof. Donato Toma Studio Toma - NDC Campobasso, 19 luglio 2008 Il Bilancio di esercizio PRINCIPI CONTABILI, CRITERI DI VALUTAZIONE ED

Dettagli

FONDI RUSTICI S.P.A. A SOCIO UNICO Codice fiscale 02108740503 BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2013

FONDI RUSTICI S.P.A. A SOCIO UNICO Codice fiscale 02108740503 BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2013 FONDI RUSTICI S.P.A. A SOCIO UNICO Codice fiscale 02108740503 Partita iva 02108740503 VIA MARCONI 5-56037 PECCIOLI PI Numero R.E.A 181649 Registro Imprese di PISA n. 02108740503 Capitale Sociale 9.000.000,00

Dettagli

CRED.IT SOCIETA' FINANZIARIA SPA. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011

CRED.IT SOCIETA' FINANZIARIA SPA. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011 CRED.IT SOCIETA' FINANZIARIA SPA Codice fiscale 10954791009 Partita iva 10954791009 VIA FRATTINA 89-00187 ROMA RM Numero R.E.A. 1267202 Registro Imprese di ROMA n. 10954791009 Capitale Sociale 1.500.000,00

Dettagli

START SRL. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013

START SRL. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013 START SRL Codice fiscale 05135710480 Partita iva 05135710480 VIA TOGLIATTI 6-50032 BORGO SAN LORENZO FI Numero R.E.A. 522757 Registro Imprese di FIRENZE n. 05135710480 Capitale Sociale 70.187,00 di cui

Dettagli

Le politiche di bilancio alla luce della crisi economico-finanziaria

Le politiche di bilancio alla luce della crisi economico-finanziaria Le politiche di bilancio alla luce della crisi economico-finanziaria Valter Cantino Università degli Studi di Torino Dottore Commercialista La comunicazione delle politiche di bilancio 1. Analisi retrospettiva

Dettagli

Ragioneria Generale e Applicata

Ragioneria Generale e Applicata IL BILANCIO Cosa è il bilancio? 1. E il documento che si redige il 31/12 di ogni anno sul quale confluiscono le rilevazioni sistemiche effettuate tramite la CO.GE. Si tratta del c.d. bilancio ordinario

Dettagli

Manuale delle procedure amministrativo. contabili finalizzate alla elaborazione dei flussi. informativi necessari alla redazione del bilancio

Manuale delle procedure amministrativo. contabili finalizzate alla elaborazione dei flussi. informativi necessari alla redazione del bilancio REGIONE SICILIANA AZIENDA OSPEDALIERO- UNIVERSITARIA POLICLINICO VITTORIO EMANUELE CATANIA Manuale delle procedure amministrativo contabili finalizzate alla elaborazione dei flussi informativi necessari

Dettagli

Struttura e contenuto del bilancio d esercizio

Struttura e contenuto del bilancio d esercizio Struttura e contenuto del bilancio d esercizio Che cos è il bilancio? 1. E il documento sul quale confluiscono le rilevazioni sistemiche effettuate tramite la CO.GE. 2. E il documento attraverso il quale

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI PER GLI ENTI NON PROFIT

PRINCIPI CONTABILI PER GLI ENTI NON PROFIT PRINCIPI CONTABILI PER GLI ENTI NON PROFIT PRINCIPIO N. 1 QUADRO SISTEMATICO PER LA PREPARAZIONE E LA PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DEGLI ENTI NON PROFIT Maggio 2011 A cura del Tavolo tecnico per l elaborazione

Dettagli

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO TERZO IL BILANCIO D ESERCIZIO SOMMARIO: 1. I principi fondamentali. - 2. Forma e contenuti del bilancio d esercizio. - 3. Lo stato patrimoniale. 4. Il conto economico. - 5. La nota integrativa.

Dettagli

Nota integrativa nel bilancio abbreviato

Nota integrativa nel bilancio abbreviato Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 120 23.04.2014 Nota integrativa nel bilancio abbreviato Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie La redazione del bilancio in forma

Dettagli

GALEN SOC. MUTUA COOP.VA / FONDO SANITARIO INTEGRATIVO - Bilancio al 31/12/2013

GALEN SOC. MUTUA COOP.VA / FONDO SANITARIO INTEGRATIVO - Bilancio al 31/12/2013 GALENO SOC. MUTUA COOP.VA/ FONDO SANITARIO INTEGRATIVO. Sede in: VIA G.BATTISTA DE ROSSI N.12-00161 - ROMA (RM) Codice fiscale: 04273791006 Partita IVA: 04273791006 Capitale sociale: Euro 272.428,00 Capitale

Dettagli

La valutazione del presupposto della continuità aziendale nei Principi di revisione e contabili nazionali ed internazionali

La valutazione del presupposto della continuità aziendale nei Principi di revisione e contabili nazionali ed internazionali La valutazione del presupposto della continuità aziendale nei Principi di revisione e contabili nazionali ed internazionali di FABIO TAVANI (BDO) Situazione attuale delle norme sulla continuità aziendale

Dettagli

LA NOTA INTEGRATIVA GLI ALLEGATI AL BILANCIO

LA NOTA INTEGRATIVA GLI ALLEGATI AL BILANCIO LA NOTA INTEGRATIVA E GLI ALLEGATI AL BILANCIO NOTA INTEGRATIVA ART. 2423 comma 1 del Codice Civile: GLI AMMINISTRATORI DEVONO REDIGERE IL BILANCIO DI ESERCIZIO, COSTITUITO DALLO STATO PATRIMONIALE, DAL

Dettagli

3. Il reddito imponibile fiscale

3. Il reddito imponibile fiscale 3. Il reddito imponibile fiscale 3.1 Principi di determinazione del reddito d impresa 3.1.1 Il principio della dipendenza del reddito imponibile dal risultato di bilancio In ogni sistema tributario, al

Dettagli

L ordine del giorno, pubblicato nei termini e modi di legge, in data 6 luglio 2015, è il seguente:

L ordine del giorno, pubblicato nei termini e modi di legge, in data 6 luglio 2015, è il seguente: SINTESI SOCIETA DI INVESTIMENTI E PARTECIPAZIONI S.p.A. Sede in Milano, Via Carlo Porta n. 1 Capitale sociale sottoscritto e versato Euro 721.060,67 Registro delle Imprese di Milano n. 00849720156 Sito

Dettagli

abase Revisioni Fondazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Forlì-Cesena

abase Revisioni Fondazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Forlì-Cesena CRISI DI IMPRESA E CONTINUITA AZIENDALE: LA DIAGNOSI ATTRAVERSO L ANALISI FINANZARIA, I DOVERI E POTERI DEGLI AMMINISTRATORI E DEI SINDACI, LA FORMAZIONE DEL GIUDIZIO DEL REVISORE Fondazione dei Dottori

Dettagli

SCRITTURE CONTABILI E BILANCIO D'ESERCIZIO

SCRITTURE CONTABILI E BILANCIO D'ESERCIZIO Corso di Ragioneria applicata Relatore: Dott. Andrea Fidanza 15 febbraio 2013 Mail: andrea@fidanzastudio.it Internet: www.fidanzastudio.it Cosa intendiamo quando parliamo di bilancio? basta iniziare a

Dettagli

Il bilancio come biglietto da visita dell impresa. 17 marzo 2010

Il bilancio come biglietto da visita dell impresa. 17 marzo 2010 Il bilancio come biglietto da visita dell impresa 17 marzo 2010 Bankit, Consob ed Isvap chiedono alle società quotate di dare informazioni più trasparenti e chiare nei propri bilanci marzo 2010 2 Carosio,

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA

REGOLAMENTO DI CONTABILITA Allegato 1 REGOLAMENTO DI CONTABILITA (Ai sensi della Legge Regionale 12/3/03, n. 2 - articolo 25, comma 12 e della Deliberazione della Giunta della Regione Emilia-Romagna n. 279 del 12/3/07) Approvato

Dettagli

" COPIA CORRISPONDENTE AI DOCUMENTI CONSERVATI PRESSO LA SOCIETA ". ***

 COPIA CORRISPONDENTE AI DOCUMENTI CONSERVATI PRESSO LA SOCIETA . *** " Imposta di bollo assolta in modo virtuale tramite la Camera di Commercio di Reggio Emilia, Autorizzazione n.10/e del 15/02/2001 emanata dall'ufficio delle Entrate di Reggio Emilia ". " COPIA CORRISPONDENTE

Dettagli

Contabilità generale e contabilità analitica

Contabilità generale e contabilità analitica 1/5 Contabilità generale e contabilità analitica La sfida della contabilità analitica è di produrre informazioni sia preventive che consuntive. Inoltre questi dati devono riferirsi a vari oggetti (prodotti,

Dettagli

PROGETTO OIC: NUOVO PRINCIPIO CONTABILE NAZIONALE SU RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO ED INFORMATIVA DI BILANCIO PROF. ALBERTO TRON

PROGETTO OIC: NUOVO PRINCIPIO CONTABILE NAZIONALE SU RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO ED INFORMATIVA DI BILANCIO PROF. ALBERTO TRON PROGETTO OIC: NUOVO PRINCIPIO CONTABILE NAZIONALE SU RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO ED INFORMATIVA DI BILANCIO PROF. ALBERTO TRON Presidente del Comitato Tecnico ANDAF Finance Reporting Standard Amministratore

Dettagli

Al 31.12.2008, il valore durevole della partecipazione ammonta a 65.000

Al 31.12.2008, il valore durevole della partecipazione ammonta a 65.000 ESERCIZIO N 1 Il 17 giugno 2007, l impresa Pacos ha acquistato l intero pacchetto azionario dell impresa Pam ad un prezzo di 60.000. Il consiglio di amministrazione della Pacos ha deciso di considerare

Dettagli

NOTA INTEGRATIVA ABBREVIATA AL BILANCIO CHIUSO IL 31/12/2010

NOTA INTEGRATIVA ABBREVIATA AL BILANCIO CHIUSO IL 31/12/2010 Premessa NOTA INTEGRATIVA ABBREVIATA AL BILANCIO CHIUSO IL 31/12/2010 La presente Nota Integrativa è parte integrante del Bilancio d'esercizio redatto in conformità alle norme del Codice Civile e ai principi

Dettagli

PARCO NATURALE REGIONALE DELLE ALPI LIGURI (Provincia Imperia) REGOLAMENTO DI CONTABILITA ECONOMICO-PATRIMONIALE

PARCO NATURALE REGIONALE DELLE ALPI LIGURI (Provincia Imperia) REGOLAMENTO DI CONTABILITA ECONOMICO-PATRIMONIALE REGOLAMENTO DI CONTABILITA ECONOMICO-PATRIMONIALE TITOLO I DOCUMENTI CONTABILI E GESTIONE DEL BILANCIO Articolo 1 Contabilità economico-patrimoniale L Ente Parco adotta, quale sistema di rilevazione dei

Dettagli

Spettabile Reconta Ernst & Young S.p.A. Via della Chiusa 2 20123 Milano. Milano, 26 giugno 2013

Spettabile Reconta Ernst & Young S.p.A. Via della Chiusa 2 20123 Milano. Milano, 26 giugno 2013 Spettabile Reconta Ernst & Young S.p.A. Via della Chiusa 2 20123 Milano Milano, 26 giugno 2013 Con riferimento all incarico di revisione contabile ai sensi dell art. 14 del D. Lgs. 27.1.2010 n.39 e dell

Dettagli

Brescia, 9 febbraio 2015. www.pirolapennutozei.it

Brescia, 9 febbraio 2015. www.pirolapennutozei.it Brescia, 9 febbraio 2015 OIC 12 COMPOSIZIONE E SCHEMI DEL BILANCIO DI ESERCIZIO www.pirolapennutozei.it PRELIMINARY REMARKS L OIC (Organismo Italiano di Contabilità) ha elaborato una nuova edizione dell

Dettagli

NOVITA BILANCIO DI ESERCIZIO 2014

NOVITA BILANCIO DI ESERCIZIO 2014 NOVITA BILANCIO DI ESERCIZIO 2014 a cura di Maria Chiara Ronzani - Area Fiscale APINDUSTRIA VICENZA 30/01/2015 - Sala Convegni Apindustria Vicenza 1 Sommario DEPOSITO BILANCIO E NOTA INTEGRATIVA IN FORMATO

Dettagli

Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013

Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013 AMBRA-AGENZIA PER LA MOBILITA DEL BACINO DI RAVENNA SRL Codice fiscale 02143780399 Partita iva 02143780399 VIALE DELLA LIRICA 21-48124 RAVENNA RA Numero R.E.A. 175498 Registro Imprese di Ravenna n. 02143780399

Dettagli

TURISMO TORINO E PROVINCIA CODICE ETICO

TURISMO TORINO E PROVINCIA CODICE ETICO TURISMO TORINO E PROVINCIA CODICE ETICO INDICE INTRODUZIONE AL CODICE ETICO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 PRINCIPI E NORME DI RIFERIMENTO... 4 ART. 1 PRINCIPI GENERALI... 4 ART. 2 PRINCIPIO DI LEGALITA

Dettagli

Principi generali o postulati

Principi generali o postulati Allegato 1 (previsto dall articolo 3, comma 1) Principi generali o postulati 1. Principio dell'annualità 2. Principio dell'unità 3. Principio dell'universalità 4. Principio dell'integrità 5. Principio

Dettagli

LE GUIDE DI BANCOPASS. Primi passi nel bilancio d esercizio

LE GUIDE DI BANCOPASS. Primi passi nel bilancio d esercizio LE GUIDE DI BANCOPASS Primi passi nel bilancio d esercizio 1 Sommario 1. Il Bilancio d Esercizio (BdE)... 3 Che cos è?... 3 Quali sono i principi cardine per redigere il BdE?... 3 Qual è la finalità?...

Dettagli

GALEN SOC. MUTUA COOP.VA / FONDO SANITARIO INTEGRATIVO - Bilancio al 31/12/2014

GALEN SOC. MUTUA COOP.VA / FONDO SANITARIO INTEGRATIVO - Bilancio al 31/12/2014 GALENO SOC. MUTUA COOP.VA/ FONDO SANITARIO INTEGRATIVO. Sede in: VIA G.BATTISTA DE ROSSI N.12-00161 - ROMA (RM) Codice fiscale: 04273791006 Partita IVA: 04273791006 Capitale sociale: Euro 272.428,00 Capitale

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA

REGOLAMENTO DI CONTABILITA G.R.A.L. s.c.a r.l. Gestione Risorse Alieutiche Lagunari REGOLAMENTO DI CONTABILITA TESTO APPROVATO DALL ASSEMBLEA DEI SOCI NELLA SEDUTA DEL 7 NOVEMBRE 2012. 1 REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ CAPO PRIMO FINALITÀ

Dettagli

IL PRINCIPIO DELLA CONTINUITÀ AZIENDALE ART. 2423 BIS C.C.

IL PRINCIPIO DELLA CONTINUITÀ AZIENDALE ART. 2423 BIS C.C. N.B. IL PRINCIPIO DELLA CONTINUITÀ AZIENDALE ART. 2423 BIS C.C. la valutazione deve essere fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell attività occorre prendere in considerazione

Dettagli

Contabilità e bilancio (Contabilità Generale & Analitica) Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo

Contabilità e bilancio (Contabilità Generale & Analitica) Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo Contabilità e bilancio (Contabilità Generale & Analitica) Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo Milano, 21 gennaio 2013 CONTABILITÀ La contabilità Generale (Co.Ge.) è un sistema informativo che tiene

Dettagli

Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 AMBRA-AGENZIA PER LA MOBILITA DEL BACINO DI RAVENNA SRL Codice fiscale 02143780399 Partita iva 02143780399 VIALE DELLA LIRICA 21-48124 RAVENNA RA Numero R.E.A. 175498 Registro Imprese di Ravenna n. 02143780399

Dettagli

Dott. Luca Castagnetti

Dott. Luca Castagnetti La valutazione economica della consistenza ottimale del fondo patrimoniale rispetto allo sviluppo degli obiettivi dichiarati nel Programma del Contratto di rete. Dott. Luca Castagnetti Introduzione Il

Dettagli

Capitolo 1 Z La valutazione delle aziende

Capitolo 1 Z La valutazione delle aziende Edizioni Simone - Vol. 37/1 Compendio di ragioneria applicata e tecnica professionale Capitolo 1 Z La valutazione delle aziende Sommario Z 1. Introduzione. - 2. Metodo reddituale. - 3. Metodo patrimoniale.

Dettagli

ESERCIZI SULLE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI E FINANZIARIE

ESERCIZI SULLE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI E FINANZIARIE ESERCIZI SULLE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI E FINANZIARIE Oneri pluriennali Il candidato, sulla base dei seguenti dati, determini l utile distribuibile. Spese di impianto 5.000. STATO PATRIMONIALE t Capitale

Dettagli

I PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI OIC

I PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI OIC COLLEGIO SINDACALE CON REVISIONE LEGALE NELLE PMI I PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI OIC 3 luglio 2014 Prof. Claudio Sottoriva Università Cattolica del S. Cuore di Milano I principi contabili: natura, portata

Dettagli

IISS BOSELLI ALBERTI PERTINI CLASSE 4G PROVA STRUTTURATA DI ECONOMIA AZIENDALE. Questionario: Il bilancio d'esercizio

IISS BOSELLI ALBERTI PERTINI CLASSE 4G PROVA STRUTTURATA DI ECONOMIA AZIENDALE. Questionario: Il bilancio d'esercizio IISS BOSELLI ALBERTI PERTINI CLASSE 4G PROVA STRUTTURATA DI ECONOMIA AZIENDALE Questionario: Il bilancio d'esercizio 1. Il bilancio d'esercizio delle società di capitali: a) è composto dallo Stato patrimoniale

Dettagli

Bilancio delle imprese di assicurazione a.a. 2005-2006. Evoluzione della normativa relativa al bilancio delle compagnie di assicurazione in Italia

Bilancio delle imprese di assicurazione a.a. 2005-2006. Evoluzione della normativa relativa al bilancio delle compagnie di assicurazione in Italia Evoluzione della normativa relativa al bilancio delle compagnie di assicurazione in Italia Evoluzione della normativa e della prassi relativa al Bilancio delle assicurazioni Periodi significativi: dal

Dettagli

Corso di Contabilità Pubblica - Finalità, contenuti e limiti informativi dei bilancio dell esercizio

Corso di Contabilità Pubblica - Finalità, contenuti e limiti informativi dei bilancio dell esercizio Corso di Contabilità Pubblica - Finalità, contenuti e limiti informativi dei bilancio dell esercizio Scuola di Specializzazione per le professioni legali - Università Degli Studi Di Roma «Tor Vergata»

Dettagli

VENEZIAFIERE IN LIQUIDAZIONE S.P.A. BILANCIO AL 31/12/2013 STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/2013 31/12/2012

VENEZIAFIERE IN LIQUIDAZIONE S.P.A. BILANCIO AL 31/12/2013 STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/2013 31/12/2012 VENEZIAFIERE IN LIQUIDAZIONE S.P.A. P. IVA 02935370276 SAN POLO 2120 30100 VENEZIA VE Capitale Sociale Euro 300.000,00 I.v. Iscritta alla C.C.I.A.A di VENEZIA R.E.A. n. 250788 Iscritta al Registro Imprese

Dettagli

COLLEGIO I.P.A.S.V.I. DELLA PROVINCIA DI PISA

COLLEGIO I.P.A.S.V.I. DELLA PROVINCIA DI PISA COLLEGIO I.P.A.S.V.I. DELLA PROVINCIA DI PISA Sede in SAN GIULIANO TERME, Via P.Metastasio - La Fontina 17 Cod. Fiscale 80006830501 Nota Integrativa al bilancio di esercizio chiuso al 31/12/2014 redatta

Dettagli

CONSORZIO POLO TECNOLOGICO MAGONA. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c.

CONSORZIO POLO TECNOLOGICO MAGONA. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c. Sede in CECINA - VIA MAGONA, ND Fondo consortile Euro 186.000 di cui versato Euro 172.114 Iscritta alla C.C.I.A.A. di LIVORNO Codice Fiscale e N. iscrizione Registro Imprese 01228620496 Partita IVA: 01228620496

Dettagli

Principi contabili. I conti d ordine 2. I CONTI D ORDINE NELLA LEGISLAZIONE

Principi contabili. I conti d ordine 2. I CONTI D ORDINE NELLA LEGISLAZIONE Suppl. n. 48/97 Pag. 5667 Principi contabili I conti d ordine Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e Consiglio Nazionale dei Ragionieri - Documento (PCB) n. 22 della Commissione per la Statuizione

Dettagli

INDICE. I. Il bilancio di esercizio della società per azioni nell evoluzione della legislazione, della dottrina e della giurisprudenza...

INDICE. I. Il bilancio di esercizio della società per azioni nell evoluzione della legislazione, della dottrina e della giurisprudenza... INDICE Abbreviazioni... p. XIII I. Il bilancio di esercizio della società per azioni nell evoluzione della legislazione, della dottrina e della giurisprudenza...» 1 01. I dati terminologici e normativi...»

Dettagli

Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista

Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista Il candidato illustri il processo di liquidazione delle società di capitali soffermandosi sugli adempimenti civilistici, contabili e fiscali antecedenti

Dettagli

Capitolo Nono I gruppi di imprese ed il bilancio consolidato

Capitolo Nono I gruppi di imprese ed il bilancio consolidato Capitolo Nono I gruppi di imprese ed il bilancio consolidato 1. IL GRUPPO DI IMPRESE I gruppi aziendali rappresentano una delle forme più intense di concentrazione aziendale realizzate mediante l instaurazione

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 09 05.03.2014 Il rendiconto finanziario nel nuovo OIC 10 Aggiornamento principi contabili Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Aggiornamento

Dettagli

Il bilancio delle società di capitali

Il bilancio delle società di capitali Il bilancio delle società di capitali RIMANENZE La voce comprende: - le merci: i prodotti che l impresa acquista per la rivendita; - le materie prime: le materie e le sostanze che sono destinate ad entrare

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Sede distaccata di Assisi Corso di Laurea in Economia internazionale del Turismo

Università degli Studi di Perugia Sede distaccata di Assisi Corso di Laurea in Economia internazionale del Turismo Università degli Studi di Perugia Sede distaccata di Assisi Corso di Laurea in Economia internazionale del Turismo Corso di ECONOMIA AZIENDALE E RAGIONERIA APPLICATA ALLE IMPRESE TURISTICHE ESERCIZI TERZA

Dettagli

Bilancio Economico Pluriennale 2014 2015-2016

Bilancio Economico Pluriennale 2014 2015-2016 Regione Calabria Azienda Sanitaria Provinciale Cosenza Il Direttore Generale Bilancio Economico Pluriennale 2014 2015-2016 Il Direttore Generale Dott. Gianfranco Scarpelli RELAZIONE AL BILANCIO PLURIENNALE

Dettagli

FORMAZIONE APS 2012 PRINCIPIO CONTABILE N. 1 PROSPETTO DI RENDICONTO RENDICONTAZIONE SOCIALE

FORMAZIONE APS 2012 PRINCIPIO CONTABILE N. 1 PROSPETTO DI RENDICONTO RENDICONTAZIONE SOCIALE FORMAZIONE APS 2012 PRINCIPIO CONTABILE N. 1 PROSPETTO DI RENDICONTO RENDICONTAZIONE SOCIALE Cesena - Forlì, 14/21 aprile 2012 Dott.ssa Rosanna D Amore Dottore Commercialista Revisore Contabile Cesena

Dettagli

GAL OLTREPO' MANTOVANO SOC.CONS.ARL

GAL OLTREPO' MANTOVANO SOC.CONS.ARL GAL OLTREPO' MANTOVANO SOC.CONS.ARL Sede in PIAZZA PIO SEMEGHINI 1-46026 QUISTELLO (MN) Codice Fiscale 02277540205 - Numero Rea MN 000000239049 P.I.: 02277540205 Capitale Sociale Euro 27.200 i.v. Forma

Dettagli

LIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE

LIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE LIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE ----------------------- NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO D'ESERCIZIO 2013 PREMESSA Il Bilancio che viene sottoposto alla vostra approvazione è costituito dallo

Dettagli

Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c.

Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c. UIL CAMPANIA e NAPOLI Sede in Napoli Piazzale Immacolatella Nuova, 5 Codice Fiscale: 95002620631 Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 -

Dettagli

Regolamento di contabilità

Regolamento di contabilità Regolamento di contabilità Approvato con delibera n. 255 del 1 dicembre 2014 CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 (Denominazioni e oggetto) 1. Ai sensi del presente Regolamento si intendono per: a) Ministro,

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere CORSO DI ECONOMIA AZIENDALE Lezione 12: Il Bilancio d esercizio. Principi di redazione e schema di bilancio secondo la legislazione italiana

Dettagli

OIC 10: La redazione del rendiconto finanziario Sintesi delle principali novità

OIC 10: La redazione del rendiconto finanziario Sintesi delle principali novità OIC 10: La redazione del rendiconto finanziario Sintesi delle principali novità L OIC ha deciso di dedicare al rendiconto finanziario un apposito principio contabile tenuto conto della sua valenza informativa.

Dettagli

Nota integrativa e Relazione sulla Gestione al bilancio chiuso il 31/12/2014 (Art. 33 del Regolamento di Amministrazione e Contabilità dell Ente)

Nota integrativa e Relazione sulla Gestione al bilancio chiuso il 31/12/2014 (Art. 33 del Regolamento di Amministrazione e Contabilità dell Ente) ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIMINI Palazzo di Giustizia Via Carlo Alberto dalla Chiesa, n. 11 47923 RIMINI RN Tel. 0541.389924 Fax 0541.395029 C.F.: 82012430409 E-mail: info@avvocati.rimini.it Sito Internet:

Dettagli

Iter di formazione del bilancio

Iter di formazione del bilancio Iter di formazione del bilancio Redazione e approvazione del bilancio di esercizio Art. 2423, primo comma, del Codice civile Gli amministratori devono redigere il bilancio di esercizio, costituito dallo

Dettagli

DECRETO n. 7 del 09/01/2013

DECRETO n. 7 del 09/01/2013 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

SILA SVILUPPO AGENZIA PERMANENTE PER L'O

SILA SVILUPPO AGENZIA PERMANENTE PER L'O SILA SVILUPPO AGENZIA PERMANENTE PER L'O Sede in SPEZZANO DELLA SILA Codice Fiscale 02328170788 - Numero Rea COSENZA 157898 P.I.: 02328170788 Capitale Sociale Euro 42.400 i.v. Forma giuridica: SOCIETA'

Dettagli

SEMINARIO DI STUDI Il controllo nelle società di capitali Napoli, 17 giugno 2011

SEMINARIO DI STUDI Il controllo nelle società di capitali Napoli, 17 giugno 2011 Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Napoli Associazione Italiana Manager e Professionisti d Azienda Associazione Nazionale Dottori Commercialisti SEMINARIO DI STUDI Il controllo

Dettagli

COSTI DI IMPIANTO E AMPLIAMENTO

COSTI DI IMPIANTO E AMPLIAMENTO 3 COSTI DI IMPIANTO E AMPLIAMENTO Attivo SP B.I.1 Prassi Documento OIC n. 12; Documento OIC n. 24; IAS n. 38 Giurisprudenza Trib. Napoli 24.2.2000; Cass. 28.8.2004 n. 17210; Cass. 11.1.2006 n. 377 1 PREMESSA

Dettagli

APPUNTI DI RAGIONERIA

APPUNTI DI RAGIONERIA Università La Sapienza sede di Latina Facoltà di Economia Cattedra di RAGIONERIA a.a. 2013-2014 APPUNTI DI RAGIONERIA Dispensa n. 12: I Debiti Il presente materiale è di ausilio alla didattica frontale

Dettagli

CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Bilancio al 31/12/2014 CONSORZIO ENERGIA LIGURIA

CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Bilancio al 31/12/2014 CONSORZIO ENERGIA LIGURIA CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Sede legale: VIA PESCHIERA 16 GENOVA (GE) Iscritta al Registro Imprese di GENOVA C.F. e numero iscrizione 01323550994 Iscritta al R.E.A. di Genova n. 400879 Capitale Sociale sottoscritto

Dettagli

7. Dalla Crisi di Wallstreet al Bilancio

7. Dalla Crisi di Wallstreet al Bilancio 7. Dalla Crisi di Wallstreet al Bilancio 7.1 Introduzione Una delle conseguenze più rilevanti sotto il profilo economico, del primo conflitto mondiale, è stata la crisi di Wallstreet; la quale trova fondamento

Dettagli

Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello

Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello Abstract La relazione sulla gestione costituisce uno dei principali documenti allegati al bilancio d esercizio, il

Dettagli

Indice degli argomenti

Indice degli argomenti Indice degli argomenti Introduzione.. XIX Capitolo 1 Panorama dei principi e delle norme sul bilancio annuale 1 PARTE PRIMA L aspetto formale del bilancio Capitolo 2 La chiarezza formale del bilancio 2.1

Dettagli

LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC

LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PRINCIPIO OIC 10 SUL RENDICONTO FINANZIARIO LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC IDA D ALESSIO 24 APRILE 2015 Rispetto al precedente OIC 12: Cambiamenti

Dettagli

Associazione Intercomunale per Esercizio Sociale Consorzio per i Servizi alla Persona REGOLAMENTO DI CONTABILITA E GESTIONE PATRIMONIALE

Associazione Intercomunale per Esercizio Sociale Consorzio per i Servizi alla Persona REGOLAMENTO DI CONTABILITA E GESTIONE PATRIMONIALE Associazione Intercomunale per Esercizio Sociale Consorzio per i Servizi alla Persona REGOLAMENTO DI CONTABILITA E GESTIONE PATRIMONIALE SOMMARIO Art. 1 - Principi generali Pag. 3 Art. 2 - Esercizi Pag.

Dettagli

COSTI DI RICERCA E SVILUPPO

COSTI DI RICERCA E SVILUPPO 4 COSTI DI RICERCA E SVILUPPO Attivo SP B.I.2 Prassi Documento OIC 12; Documento OIC 16; Documento OIC 24; Guida all applicazione dell impairment test dello IAS 36 1 PREMESSA La voce B.I.2 dello Stato

Dettagli

ORDINE DEI MEDICI VETERINARI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA RENDICONTO GENERALE

ORDINE DEI MEDICI VETERINARI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA RENDICONTO GENERALE ORDINE DEI MEDICI VETERINARI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA RENDICONTO GENERALE BILANCIO D ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 RELAZIONE DEL TESORIERE AL BILANCIO CONSUNTIVO 2014 Dalle risultanze del Rendiconto

Dettagli

FANCY PIXEL SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

FANCY PIXEL SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro FANCY PIXEL SRL Sede in VIA SARAGAT N.1 FERRARA FE Codice Fiscale 01910420387 - Numero Rea P.I.: 01910420387 Capitale Sociale Euro 20.000 Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA Settore di

Dettagli

OIC 22 Conti d ordine - Sintesi dei principali interventi

OIC 22 Conti d ordine - Sintesi dei principali interventi OIC 22 Conti d ordine - Sintesi dei principali interventi Sono state razionalizzate e inserite ex novo le definizioni di garanzie prestate e ricevute, impegni, beni di terzi presso la società, beni della

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI RIMINI REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA'

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI RIMINI REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA' AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI RIMINI REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA' Approvato con Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 25 del 17.12.2001 1 CAPO I FINALITA E CONTENUTO

Dettagli

Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014

Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014 ASSOCIAZIONE PORTOFRANCO MILANO ONLUS Sede Legale: MILANO Viale Papiniano 58. Registro Regionale Persone Giuridiche Private presso R.E.A. CCIAA Milano n. 2345 Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014

Dettagli

A.G.T. MULTISERVIZI S.R.L. Sede in VIA ROMA 197 95030 GRAVINA DI CATANIA (CT) Capitale sociale euro 80.000,00 i.v.

A.G.T. MULTISERVIZI S.R.L. Sede in VIA ROMA 197 95030 GRAVINA DI CATANIA (CT) Capitale sociale euro 80.000,00 i.v. Reg. Imp. 04307560872 Rea. 287152 A.G.T. MULTISERVIZI S.R.L. Sede in VIA ROMA 197 95030 GRAVINA DI CATANIA (CT) Capitale sociale euro 80.000,00 i.v. Relazione del Revisore Unico esercente attività di revisione

Dettagli

14 La revisione in caso di liquidazione di società

14 La revisione in caso di liquidazione di società 14 La revisione in caso di liquidazione di società 14.1 Introduzione Questo capitolo costituisce la logica progressione degli effetti della grave mancanza di continuità aziendale analizzati nel capitolo

Dettagli