PIT 20 - Aspromonte DENOMINAZIONE INTERVENTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIT 20 - Aspromonte DENOMINAZIONE INTERVENTO"

Transcript

1 PIT 20 - Aspromonte MISURA FONDO TIPOLOGIA DENOMINAZIONE 3.13.d FSE F Rete dei Servizi. Creazione di lavoro autonomo e nuova imprenditorialità femminile. Incentivi economici alle persone per il lavoro autonomo e per l avvio di nuove imprese nel territorio del PIT , ,00 Rete dei Servizi. Formazione di operatori per l attivazione di centri di servizio (Sportelli) polifunzionali rivolti allo sviluppo del territorio e alla ricerca e per la gestione di servizi alla scala intercomunale , , c FSE F Rete dei Servizi. Formazione per operatori attivi nei comparti strategici per lo sviluppo locale (turismo, agroalimentare,..) , ,00 Rete dei servizi. Sviluppo e competitività del territorio anche attraverso la gestione di servizi alla scala intercomunale: Azioni formative nell'ambito dell'opera di coordinamento, accompagnamento, implementazione e sviluppo del PIT anche attraverso este , , b FSE F Rete dei Servizi. Creazione di lavoro autonomo e nuova imprenditorialità giovanile. Incentivi economici alle persone per il lavoro autonomo e per l avvio di nuove imprese nel territorio del PIT , ,00 Rete dei Servizi. Formazione di operatori termali , ,00

2 DENOMINAZIONE 3.12.a FSE F Rete dei Servizi. Sperimentazione di politiche attive per il lavoro: emersione e sviluppo nel settore della produzione artigiana , , a FESR I Intervento complesso di valorizzazione a fini turistici dell area del m. Trepitò, compresa nel Parco Nazionale dell Aspromonte, attraverso la realizzazione di infrastrutture e la sistemazione di abitazioni da adibire anche ad ospitalità diffusa 2.01.a FESR I Recupero e qualificazione delle aree archeologiche del comune di Oppido Valorizzazione del patrimonio culturale presso il polo museale di palazzo Ruffo di SCIDO , ,00 Intervento di recupero e valorizzazione del castello normanno-svevo in una prospettiva di rivitalizzazione turistico-culturale del centro di SAN GIORGIO MORGETO Recupero e valorizzazione del S. Giovanni di Dio da destinare a centro culturale 4.04.g FESR I Realizzazione di un impianto sportivo , , , , , ,00

3 4.04.g FESR I DENOMINAZIONE Rete dell'ospitalità diffusa. Completamento e ammpliamento impianti sportivi per la realizzazione di un Polo Sportivo comprensoriale dell'area del centro storico di SANTA CRISTINA d Aspromonte Riqualificazione e recupero del centro storico ai fini della fruizione turistico-ambientale Intervento di sistemazione e valorizzazione dell area del centro urbano (zona adiacente la chiesa del Crocifisso) Riqualificazione del tessuto urbanistico con particolare riferimento alla valorizzazione dell'area adiacente il corso del fiume Formano e al recupero della chiesa di S. Maria della Montagna, ricadenti nel centro urbano Riqualificazione centro urbano Recupero di palazzo Gagliardi nel quadro del piano di riqualificazione del centro storico del centro storico Recupero di un edificio da adibire a centri servizi centro storico di Scido , ,00

4 DENOMINAZIONE Recupero della p.zza antistante il palazzo municipale e riqualificazione urbana Recupero dell ex carcere, da destinare a Centro Servizi area PIT, nel quadro della riqualificazione del centro urbano , , b FESR I 5.02.b FESR I 4.20.d SFOP R Riqualificazione dello spazio urbano adiacente la chiesa matrice Completamento di un Centro residenziale rivolto alla popolazione anziana Creazione di uno spazio polifunzionale per servizi innovativi agli anziani (servizi alla persona e alla comunità). Commercializzazione e trasformazione dei prodotti della pesca , , , , b FESR R SOSTEGNO ALLE IMPRESE - PACCHETTI INTEGRATI DI AGEVOLAZIONE (PIA) PER LO SVILUPPO DELLA COMPETITIVITA DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E DELLE IMPRESE ARTIGIANE , , c SFOP R 4.04.d FESR R Rete della promozione della tipicità locale, con particolare riferimento alla filiera dei prodot-ti ittici SERVIZI PER LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI TURISTICI LOCALI , , , , b FESR R Riqualificazione patrimonio edilizio privato da destinare a ricettività turistica nel quadro del recupero dei centri urbani , ,00

5 DENOMINAZIONE 7.01.b FESR S Assistenza Tecnica - I Fase , , b FESR S Assistenza Tecnica - II Fase , ,00 Legenda F = Formazione I = Infrastruttura R = Regimi di Aiuto S = Servizi

PIT 4 - Alto Ionio Cosentino DENOMINAZIONE INTERVENTO

PIT 4 - Alto Ionio Cosentino DENOMINAZIONE INTERVENTO PIT 4 - Alto Ionio Cosentino MISURA FONDO TIPOLOGIA 3.14 FSE F Programma di Formazione "Accoglienza e Qualità dei servizi del Sistema locale di Offerta Turistica dell'alto Jonio Cosentino" 1.338.000,00

Dettagli

MISURA PROGRAMMI DI RECUPERO E SVILUPPO URBANO

MISURA PROGRAMMI DI RECUPERO E SVILUPPO URBANO MISURA 5.1 - PROGRAMMI DI RECUPERO E SVILUPPO URBANO Asse prioritario di riferimento: Città Fondo strutturale interessato: FESR Settore di intervento: Città Codice di classificazione UE: 352, 317, 36 Obiettivi

Dettagli

Area Vasta AVELLINO SINTESI DEI LAVORI. UFFICIO STRATEGICO EUROPA

Area Vasta AVELLINO SINTESI DEI LAVORI. UFFICIO STRATEGICO EUROPA Area Vasta AVELLINO SINTESI DEI LAVORI E-mail: serviziostrategicoeuropa@gmail.com INDIVIDUAZIONE AREA VASTA STRUMENTI URBANISTICI STRATEGICI P.T.R. REGIONE CAMPANIA nel PTR si individuano 45 STS, Sistemi

Dettagli

19 ALTO BELICE CORLEONESE PA

19 ALTO BELICE CORLEONESE PA PIT N TITOLO DEL PIT PROVINCIA 19 ALTO BELICE CORLEONESE PA IDEA FORZA Caratteristiche Tra natura e prodotti tipici, un grande parco per il turismo e il tempo libero, indica una possibilità suggestiva.

Dettagli

MISURA 2.1 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE INTEGRATA DEL SISTEMA DEI

MISURA 2.1 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE INTEGRATA DEL SISTEMA DEI MISURA 2.1 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE INTEGRATA DEL SISTEMA DEI BENI CULTURALI Asse prioritario di riferimento: Risorse Culturali Fondo strutturale interessato: FESR Settore di intervento: Risorse culturali

Dettagli

PIT N. 6 TARANTO CHI CON CHI FA CHE COSA COME DOCUMENTAZIONE

PIT N. 6 TARANTO CHI CON CHI FA CHE COSA COME DOCUMENTAZIONE PIT N. 6 TARANTO CHI CON CHI FA CHE COSA COME DOCUMENTAZIONE SCHEDA DI INTERVENTO PIT 6 Denominazione soggetto Ambito territoriale Anno di inizio attività Soggetto gestore CHI PIT n. 6 Taranto Sviluppo

Dettagli

CRP - Sardegna FESR , , ,00 l adozione di soluzioni innovative

CRP - Sardegna FESR , , ,00 l adozione di soluzioni innovative PRS: Creare opportunità di lavoro favorendo la competitività delle imprese Allegato alla Delib. G.R. n 18/13 del 11.4. 3.1 Il sistema regionale dello sviluppo tecnologico e dell innovazione 3.1.1 Sostegno

Dettagli

Regione Campania Fondi Strutturali Comunitari Obiettivo 1 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE

Regione Campania Fondi Strutturali Comunitari Obiettivo 1 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE Regione Campania Fondi Strutturali Comunitari Obiettivo 1 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE 2000 2006 Napoli, Luglio 2000 1. L ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA...6 1.1 CONSIDERAZIONI SULL ECONOMIA DELLA

Dettagli

Linee di intervento, azioni e stato di attuazione

Linee di intervento, azioni e stato di attuazione Newsletter n.70 Dicembre 2009 Approfondimento_11 FESR PUGLIA 2007-2013 ASSE IV - VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE NATURALI E CULTURALI PER L ATTRATTIVITÀ E LO SVILUPPO Linee di intervento, azioni e stato di

Dettagli

DOTAZIONE FINANZIARIA ANNUALE RISERVA , ,00

DOTAZIONE FINANZIARIA ANNUALE RISERVA , ,00 ALLEGATO A) 1 - TRASFERIMENTO DI CONOSCENZE E AZIONI DI INFORMAZIONE 1.1 - SOSTEGNO AD AZIONI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E ACQUISIZIONE DI COMPETENZE 1.1.1 - SOSTEGNO PER ATTIVITÀ DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

Grande Attrattore Culturale Napoli

Grande Attrattore Culturale Napoli Grande Attrattore Culturale Napoli Infrastruttura Numero Denominazione Beneficiario Altre risorse Identificativo intervento Misura Risorse POR pubbliche Risorse private Costo totale I SPM CNA 006 Museo

Dettagli

PIT N. 2 AREA NORD BARESE

PIT N. 2 AREA NORD BARESE PIT N. 2 AREA NORD BARESE CHI CON CHI FA CHE COSA COME DOCUMENTAZIONE SCHEDA DI INTERVENTO PIT 2 Denominazione soggetto Ambito territoriale Anno di inizio attività Soggetto gestore CHI PIT n. 2 Area Nord

Dettagli

Vesevo (Parco Nazionale del Vesuvio )

Vesevo (Parco Nazionale del Vesuvio ) Vesevo (Parco Nazionale del Vesuvio ) Infrastrutture Numero Denominazione Beneficiario Altre risorse Identificativo intervento Misura Risorse POR pubbliche Risorse private Costo totale I 03 La realizzazione

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna

Regione Autonoma della Sardegna Repubblica Italiana Unione Europea Regione Autonoma della Sardegna PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE Versione del 10 novembre 2004 N 1999 IT 16 1 PO 010 1 INDICE Indice...1 1 Analisi della situazione di partenza...8

Dettagli

23 MAGAZZOLO PLATANI SICANI DELL AGRIGENTINO AG

23 MAGAZZOLO PLATANI SICANI DELL AGRIGENTINO AG PIT N TITOLO DEL PIT PROVINCIA 23 MAGAZZOLO PLATANI SICANI DELL AGRIGENTINO AG IDEA FORZA Caratteristiche L idea forza è rappresentata da un progetto di marketing territoriale basato sulla comunicazione

Dettagli

SCHEDA DI SINTESI DELLE LINEE STRATEGICHE E DELLA RELATIVA DOTAZIONE FINANZIARIA

SCHEDA DI SINTESI DELLE LINEE STRATEGICHE E DELLA RELATIVA DOTAZIONE FINANZIARIA SCHEDA DI SINTESI DELLE LINEE STRATEGICHE E DELLA RELATIVA DOTAZIONE FINANZIARIA A. Promozione di nuovi prodotti turistici LS 1 : CREAZIONI DELLE DESTINAZIONI E DEI PRODOTTI TURISTICI SOSTENIBILI AZIONI

Dettagli

Stato di avanzamento degli interventi infrastrutturali al 31/12/2007 PIT 8 - Serre Cosentine

Stato di avanzamento degli interventi infrastrutturali al 31/12/2007 PIT 8 - Serre Cosentine Stato di avanzamento degli interventi infrastrutturali al 31/12/2007 PIT 8 Serre Cosentine 8 FESR 1.10 a Comune di Castrolibero Parco fluviale e tematico del Torrente Campagnano nel comune di Castrolibero

Dettagli

declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate

declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate Il concetto di sviluppo rurale declino delle forme di agricoltura tradizionale valorizzazione delle tipicità produttive e delle produzioni biologicamente controllate necessità/opportunità di integrare

Dettagli

L AREA VASTA ED IL RUOLO DEI COMUNI STRATEGIE, PROGETTI E STATO DI ATTUAZIONE

L AREA VASTA ED IL RUOLO DEI COMUNI STRATEGIE, PROGETTI E STATO DI ATTUAZIONE L AREA VASTA ED IL RUOLO DEI COMUNI STRATEGIE, PROGETTI E STATO DI ATTUAZIONE CAPRIGLIA IRPINA, 5 GIUGNO 2017 E-mail: serviziostrategicoeuropa@gmail.com INDIVIDUAZIONE AREA VASTA STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Programma Operativo Regionale Campania FESR Carlo Neri

Programma Operativo Regionale Campania FESR Carlo Neri Programma Operativo Regionale Campania FESR 2007-2013 Carlo Neri Il Programma Operativo FESR si articola in: 7 Assi di intervento (di cui 5 settoriali, 1 territoriale e 1 di assistenza tecnica) 17 Obiettivi

Dettagli

PROGRAMMI INTEGRATI DI SVILUPPO URBANO PUC3 destinati ai Comuni con popolazione non superiore a abitanti

PROGRAMMI INTEGRATI DI SVILUPPO URBANO PUC3 destinati ai Comuni con popolazione non superiore a abitanti REGIONE UMBRIA GIUNTA REGIONALE DIREZIONE PROGRAMMAZIONE INNOVAZIONE COMPETITIVITA DELL UMBRIA SERVIZIO POLITICHE DELLA CASA E RIQUALIFICAZIONE URBANA SEZIONE RIQUALIFICAZIONE URBANA PROGRAMMI INTEGRATI

Dettagli

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2017/2019 DELL'AMMINISTRAZIONE Comune di Craco

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2017/2019 DELL'AMMINISTRAZIONE Comune di Craco SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2017/2019 DELL'AMMINISTRAZIONE QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI ARCO TEMPORALE DI VALIDITÀ DEL PROGRAMMA TIPOLOGIE RISORSE Disponibilità finanziaria

Dettagli

Dimensione finanziaria dei programmi:

Dimensione finanziaria dei programmi: Pianificazione territoriale per il territorio POLITICHE 17. Il Iniziativa comunitaria Urban Urban II (2000-2006) 70 programmi in Europa (città di almeno 20.000 ab.) 728 milioni di euro 10 programmi in

Dettagli

GAL GIAROLO LEADER. Animazione degli attori locali per la programmazione PSR 2007/13 MISURA 431 2b

GAL GIAROLO LEADER. Animazione degli attori locali per la programmazione PSR 2007/13 MISURA 431 2b GAL GIAROLO LEADER Animazione degli attori locali per la programmazione 2014-2020 PSR 2007/13 MISURA 431 2b L attività svolta dal GAL Giarolo nel periodo di programmazione 2007/2013 Piano Finanziario Rispetto

Dettagli

La progettazione integrata territoriale. Il PIT di Palermo

La progettazione integrata territoriale. Il PIT di Palermo La progettazione integrata territoriale Il PIT di Palermo 1 LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI STRUTTURALI 2000-2006: LIVELLI E STRUMENTI Livello nazionale: Quadro Comunitario di Sostegno (QCS) (2000) Livello

Dettagli

Sostegno alla valorizzazione economica dell innovazione attraverso la sperimentazione

Sostegno alla valorizzazione economica dell innovazione attraverso la sperimentazione Strategia PRS: Creare opportunità di lavoro favorendo la competitività delle imprese Programma di intervento: 3 - Competitività delle imprese Programmazione Unitaria Allegato 2 alla Delib. G.R. n 46/8

Dettagli

Stato di avanzamento degli interventi infrastrutturali al 31/12/2007 PIT 22 - Stretto

Stato di avanzamento degli interventi infrastrutturali al 31/12/2007 PIT 22 - Stretto Stato di avanzamento degli interventi infrastrutturali al 31/12/2007 PIT 22 Stretto Comune di Villa S. Percorso Naturalistico: SIC Costa Viola (sentieri Croce e Palombari) Laboratorio territoriale Mediterraneo

Dettagli

Estremi delibera Normativa di settore

Estremi delibera Normativa di settore Estremi delibera Normativa di settore Disposizioni attuative DGR di approvazione convenzione Oggetto Legge regionale 8 ottobre 197, n. Costituzione di fondi di rotazione regionali per la promozione di

Dettagli

Sezione I Identificazione della misura

Sezione I Identificazione della misura Sezione I Identificazione della misura 1. Misura 1.10 - Sostegno allo sviluppo di micro-imprenditorialità nei parchi regionali e nazionali 2. Fondo strutturale interessato FESR 3. Asse prioritario di riferimento

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO X LEGISLATURA ALLEGATI ALLA LEGGE REGIONALE RELATIVA A: LEGGE DI STABILITÀ REGIONALE 2016 Allegato 1 "Rifinanziamento delle leggi di spesa regionali con esclusione delle

Dettagli

REGIONE BASILICATA QUOTE DI STANZIAMENTI E DI IMPEGNI FINANZIATE DA MUTUO SUDDIVISE PER CAPITOLI ANNO 2010

REGIONE BASILICATA QUOTE DI STANZIAMENTI E DI IMPEGNI FINANZIATE DA MUTUO SUDDIVISE PER CAPITOLI ANNO 2010 QUOTE DI STANZIAMENTI E DI IMPEGNI FINANZIATE DA SUDDIVISE PER CAPITOLI ANNO 2010 0134.05 0134.07 0421.10 ACQUISIZIONE DI BENI MOBILI ED IMMOBILI capitale MANUTENZIONE STRAORDINARIA BENI REGIONALI capitale

Dettagli

Gli interventi connessi al turismo

Gli interventi connessi al turismo Proposta Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 Gli interventi connessi al turismo 26 novembre 2014 Euromeeting 2014 28/11/14 1 MISURE DIRETTAMENTE CONNESSE 6.4.1 DIVERSIFICAZIONE DELLE AZIENDE AGRICOLE

Dettagli

Programma Amministrativo Elezioni comunali 2015 Comune di San Lorenzo del Vallo

Programma Amministrativo Elezioni comunali 2015 Comune di San Lorenzo del Vallo Programma Amministrativo Elezioni comunali 2015 Comune di San Lorenzo del Vallo URBANISTICA - TERRITORIO AMBIENTE Recupero e ristrutturazione di edifici comunali, a mezzo di assegnazione di fondi europei,

Dettagli

ALLEGATO C2-3 - SETTORE LAVORI PUBBLICI PROGRAMMA 1 SVILUPPO DEL TERRITORIO

ALLEGATO C2-3 - SETTORE LAVORI PUBBLICI PROGRAMMA 1 SVILUPPO DEL TERRITORIO ALLEGATO C2-3 - SETTORE PROGRAMMA 1 SVILUPPO DEL TERRITORIO Progetto 1 - Edilizia scolastica Progetto 2 - Edilizia sportiva Progetto 3 - Parco urbano Progetto 4 - Recupero e valorizzazione Centro storico

Dettagli

OGLIASTRA COMUNE DI TORTOLÌ PROVINCIA DELL OGLIASTRA BANDO PROGETTI DI QUALITÀ 2005/2006 MISURA 5.1 TORTOLÌ PORTA DELL OGLIASTRA

OGLIASTRA COMUNE DI TORTOLÌ PROVINCIA DELL OGLIASTRA BANDO PROGETTI DI QUALITÀ 2005/2006 MISURA 5.1 TORTOLÌ PORTA DELL OGLIASTRA COMUNE DI TORTOLÌ PROVINCIA DELL OGLIASTRA BANDO PROGETTI DI QUALITÀ 2005/2006 MISURA 5.1 OGLIASTRA QUADRO TERRITORIALE URBANO DI RIFERIMENTO CONTESTO URBANO E STRATEGICO DEL PROGETTO PLANIMETRIE GENERALI

Dettagli

Certosa di Padula: per un sistema culturale- turistico del Vallo di Diano

Certosa di Padula: per un sistema culturale- turistico del Vallo di Diano Certosa di Padula: per un sistema culturale- turistico del Vallo di Diano Infrastrutture Identificativo intervento Misura Risorse POR pubbliche Risorse private Costo totale I ATL ATL 003 Ristrutturazione

Dettagli

9 ECOMUSEO del MEDITERRANEO SR

9 ECOMUSEO del MEDITERRANEO SR PIT N TITOLO DEL PIT PROVINCIA 9 ECOMUSEO del MEDITERRANEO SR IDEA FORZA Caratteristiche L idea forza che sottende il Progetto Integrato Territoriale Ecomuseo del Mediterraneo si concretizza nel rafforzamento

Dettagli

Abitare sostenibile e rigenerazione urbana: obiettivi, strumenti, pratiche. Angela Barbanente Assessore alla Qualità del Territorio Regione Puglia

Abitare sostenibile e rigenerazione urbana: obiettivi, strumenti, pratiche. Angela Barbanente Assessore alla Qualità del Territorio Regione Puglia Abitare sostenibile e rigenerazione urbana: obiettivi, strumenti, pratiche Angela Barbanente Assessore alla Qualità del Territorio L impegno della per la sostenibilità edilizia e urbana Concetti e parole

Dettagli

P.S.R REGIONE PUGLIA MISURA 19 APPROCCIO LEADER SSL STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE PARTECIPATA

P.S.R REGIONE PUGLIA MISURA 19 APPROCCIO LEADER SSL STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE PARTECIPATA P.S.R. 2014-2020 REGIONE PUGLIA MISURA 19 APPROCCIO LEADER SSL STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE PARTECIPATA LE AREE RURALI PUGLIESI PSR PUGLIA 2014-2020 IL COMMUNITY-LED LOCAL DEVELOPMENT : Il Community-led

Dettagli

PIT N. 3 AREA METROPOLITANA DI BARI

PIT N. 3 AREA METROPOLITANA DI BARI PIT N. 3 AREA METROPOLITANA DI BARI CHI CON CHI FA CHE COSA COME DOCUMENTAZIONE SCHEDA DI INTERVENTO PIT 3 CHI Denominazione soggetto PIT n. 3 - Area Metropolitana di Bari Consolidamento del polo di reti

Dettagli

La distribuzione dei Progetti Integrati Territoriali in Sicilia

La distribuzione dei Progetti Integrati Territoriali in Sicilia La distribuzione dei Progetti Integrati Territoriali in Sicilia Il contesto del Pit Nebrodi 21 comuni più occidentali della provincia di Messina(1.192 kmq, 60.000 abitanti) 1 Il contesto del Pit Nebrodi:

Dettagli

INVESTIMENTI TERRITORIALI INTEGRATI URBANI (ITI)

INVESTIMENTI TERRITORIALI INTEGRATI URBANI (ITI) INVESTIMENTI TERRITORIALI INTEGRATI URBANI (ITI) macerata in-nova 8.900.000,00 contributo totale fondi FESR + FSE 6.600.000,00 IN-NOVA MACERATA è una strategia di sviluppo urbano sostenibile finanzata

Dettagli

La crescita delle nuove abitazioni nel tessuto urbano. La riqualificazione e lo sviluppo del settore turistico

La crescita delle nuove abitazioni nel tessuto urbano. La riqualificazione e lo sviluppo del settore turistico La crescita delle nuove abitazioni nel tessuto urbano La riqualificazione e lo sviluppo del settore turistico La rifunzionalizzazione e lo sviluppo del settore della produzione La perequazione urbanistica

Dettagli

REGIONE BASILICATA RENDICONTO GENERALE PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012

REGIONE BASILICATA RENDICONTO GENERALE PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 REGIONALE 0132.01 SUPPORTO ALL'ATTIVITA' AMMINISTRATIVA E PARTECIPAZIONI ASSOCIATIVE corrente operativa 1.644.548,20 REGIONALE 0132.03 TRASFERIMENTI PER LE ATTIVITA' DELL'AUTORITA' DI BACINO corrente operativa

Dettagli

La Dirigente di Sezione

La Dirigente di Sezione Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 45 del 13-4-2017 18651 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE COMPETITIVITA E RICERCA DEI SISTEMI PRODUTTIVI 30 marzo 2017, n. 481 PO FESR 2014/2020 - Regolamento

Dettagli

PIST "MADONIE -TERMINI" - INDIVIDUAZIONE RESPONSABILI DEL PROCEDIMENTO

PIST MADONIE -TERMINI - INDIVIDUAZIONE RESPONSABILI DEL PROCEDIMENTO PIST "MADONIE -TERMINI" - INDIVIDUAZIONE RESPONSABILI DEL PROCEDIMENTO N. Op (*1) Titolo operazione Soggetto beneficiario Responsabile intervento Linea d'intervento Importo richiesto (*2) Importo eventuale

Dettagli

TERRE DI ECONOMIA INCLUSIVA

TERRE DI ECONOMIA INCLUSIVA Gruppo di Azione Locale VALLI DEL CANAVESE TERRE DI ECONOMIA INCLUSIVA 2014-2020 Tech To Mountain Ex Manifattura di Cuorgnè 12 ottobre 2017 ore 14.00 L'attività dello Sportello locale del Gal Lo Sportello

Dettagli

AZIONE Sintesi Piano di Sviluppo Locale Gal GardaValsabbia

AZIONE Sintesi Piano di Sviluppo Locale Gal GardaValsabbia AZIONE 2020 Sintesi Piano di Sviluppo Locale 2014 2020 Gal GardaValsabbia Il Programma di Sviluppo Rurale 2014 2020 di Regione Lombardia è il principale strumento di programmazione e finanziamento degli

Dettagli

Bando Offerta Turistica

Bando Offerta Turistica Bando Offerta Turistica ASSE III COMPETITIVITÀ DEI SISTEMI PRODUTTIVI Il presente avviso è finalizzato all implementazione dell Azione 3.3.4 Sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA DEL MIBACT TRA FONDI EUROPEI E RISORSE NAZIONALI

LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA DEL MIBACT TRA FONDI EUROPEI E RISORSE NAZIONALI LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA DEL MIBACT TRA FONDI EUROPEI E RISORSE NAZIONALI Segretariato Generale Servizio II Programmazione strategica nazionale e comunitaria Roma - 26 maggio 2016 Il Servizio II Programmazione

Dettagli

Confederazione delle Province e dei Comuni del Nord

Confederazione delle Province e dei Comuni del Nord ELENCO INVITI AD AUDIZIONI LOMBARDIA - ROMA Data: 11 settembre 2000 ore 11.30 MILANO Oggetto: Proposta di referendum n.0001 Proposta di deliberazione di indizione di referendum consultivo per il trasferimento

Dettagli

32 VALLE ALCANTARA PIT N TITOLO DEL PIT PROVINCIA IDEA FORZA. Caratteristiche. Obiettivi Recuperare e riqualificare il patrimonio ambientale

32 VALLE ALCANTARA PIT N TITOLO DEL PIT PROVINCIA IDEA FORZA. Caratteristiche. Obiettivi Recuperare e riqualificare il patrimonio ambientale PIT N TITOLO DEL PIT PROVINCIA 32 VALLE ALCANTARA ME IDEA FORZA Caratteristiche L idea forza è incentrata sulla valorizzazione, riqualificazione e fruizione del territorio della valle Alcantara e mira

Dettagli

Confederazione delle Province e dei Comuni del Nord

Confederazione delle Province e dei Comuni del Nord ELENCO INVITI AD AUDIZIONI LOMBARDIA - ROMA Data: 11 settembre 2000 ore 11.30 MILANO Oggetto: Proposta di referendum n.0001 Proposta di deliberazione di indizione di referendum consultivo per il trasferimento

Dettagli

1. Albergo diffuso del Monte Subasio

1. Albergo diffuso del Monte Subasio 1. Albergo diffuso del Monte Subasio Turismo sport e servizi; Innovazione nella gestione delle risorse economiche; Potenziamento dei beni pubblici e infrastrutture a fini turistici; Incentivazione del

Dettagli

INTESA PER L INTEGRAZIONE DELLE POLITICHE TERRITORIALI. Conferenza di presentazione

INTESA PER L INTEGRAZIONE DELLE POLITICHE TERRITORIALI. Conferenza di presentazione INTESA PER L INTEGRAZIONE DELLE POLITICHE TERRITORIALI Conferenza di presentazione Parma, 16 aprile 2009 Il DUP e la Politica Regionale Unitaria 2007-2013 Una sintesi di diverse programmazioni: europee,

Dettagli

Inserire titolo. Processi di rigenerazione in un contesto di marginalità sociale ed urbana. Paolo Formigoni. 5 aprile 2019.

Inserire titolo. Processi di rigenerazione in un contesto di marginalità sociale ed urbana. Paolo Formigoni. 5 aprile 2019. Processi di rigenerazione in un contesto di marginalità sociale ed urbana Inserire titolo Paolo Formigoni Luogo, Data 5 aprile 2019 Palazzo Lombardia Piazza Città di Lombardia 1, Milano Auditorium Testori

Dettagli

FONDI STRUTTURALI. la disciplina finanziaria necessaria per realizzare con successo l unione economica e monetaria;

FONDI STRUTTURALI. la disciplina finanziaria necessaria per realizzare con successo l unione economica e monetaria; FONDI STRUTTURALI P R E M E S S A Il 24 e 25 marzo 1999 il Consiglio europeo, riunitosi a Berlino, ha approvato l accordo politico sul pacchetto «Agenda 2000», che illustra le prospettive finanziarie per

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Settore 14 - Pianificazione territoriale, Programmazione, Urbanistica e Trasporti Ufficio del Piano

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Settore 14 - Pianificazione territoriale, Programmazione, Urbanistica e Trasporti Ufficio del Piano ROVINCIA I RGGIO CALABRIA Settore 14 - ianificazione territoriale, rogrammazione, Urbanistica e Trasporti Ufficio del iano OR FSR Titolo Importo Stato della progettazione 1 Realizzazione di parcheggi di

Dettagli

Tabella 3 matrice di autovalutazione sul livello di concorrenza dei singoli interventi e dell intera Proposta sugli obiettivi del Piano

Tabella 3 matrice di autovalutazione sul livello di concorrenza dei singoli interventi e dell intera Proposta sugli obiettivi del Piano Tabella 3 matrice di autovalutazione sul livello di concorrenza dei singoli interventi e dell intera Proposta sugli obiettivi del Piano interventi funzioni/ destinazioni d uso, Opere tensione abitativa

Dettagli

proposti dalla Regione Campania L applicazione del principio di integrazione: gli strumenti Metodi e strumenti per promuovere l integrazione fra

proposti dalla Regione Campania L applicazione del principio di integrazione: gli strumenti Metodi e strumenti per promuovere l integrazione fra Metodi e strumenti per promuovere l integrazione fra politiche di sviluppo locale L applicazione del principio di integrazione: gli strumenti proposti dalla Regione Campania Dario Cacace (INEA) 18 ottobre

Dettagli

PI PARCO REGIONALE DEI MONTI PICENTINI. Workshop La formazione nei Progetti Integrati Parchi Regionali

PI PARCO REGIONALE DEI MONTI PICENTINI. Workshop La formazione nei Progetti Integrati Parchi Regionali PI PARCO REGIONALE DEI MONTI PICENTINI Workshop La formazione nei Progetti Integrati Parchi Regionali Nusco (AV) 4 Aprile 2006 Acerno (SA) 6 Aprile 2006 Destinatari I soggetti del partenariato economico

Dettagli

Il quadro delle scelte strategiche della programmazione operativa

Il quadro delle scelte strategiche della programmazione operativa Il quadro delle scelte strategiche della programmazione operativa 2014-2020 1 La Strategia Europa 2020 COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPA 2020 Una strategia per una crescita intelligente, sostenibile

Dettagli

ASSEMBLEA PUBBLICA EX OSPEDALI RIUNITI LARGO BAROZZI VIA XXIV MAGGIO VIA STATUTO

ASSEMBLEA PUBBLICA EX OSPEDALI RIUNITI LARGO BAROZZI VIA XXIV MAGGIO VIA STATUTO ASSEMBLEA PUBBLICA EX OSPEDALI RIUNITI LARGO BAROZZI VIA XXIV MAGGIO VIA STATUTO SALA PARROCCHIALE SANTA LUCIA Bergamo, 23 novembre 2015 Comune di Bergamo Progetto Interventi di Riqualificazione Urbana

Dettagli

REGIONE CALABRIA REGOLAMENTO REGIONALE

REGIONE CALABRIA REGOLAMENTO REGIONALE REGIONE CALABRIA REGOLAMENTO REGIONALE MODIFICHE AL REGOLAMENTO REGIONALE N. 16 DEL 23 DICEMBRE 2015 Regolamento di organizzazione delle strutture della Giunta Regionale, così come modificato dal Regolamento

Dettagli

PI Minoranze linguistiche storiche arbërësh e croata. Accordo esecutivo di attuazione. Allegato 1. Caratteristiche del PI

PI Minoranze linguistiche storiche arbërësh e croata. Accordo esecutivo di attuazione. Allegato 1. Caratteristiche del PI PI Minoranze linguistiche storiche arbërësh e croata Accordo esecutivo di attuazione Allegato 1 Caratteristiche del PI Area di riferimento Comuni di: Acquaviva Collecroce, Campomarino, Montecilfone, Montemitro,

Dettagli

PIEMONTE 2020 Le priorità

PIEMONTE 2020 Le priorità PIEMONTE 2020 Le priorità PIEMONTE 2020 Le priorità Aggiornamento aprile 2012 gennaio 2011 Stampato su carta I settori strategici Education, Formazione e Mercato del Lavoro Energia Infrastrutture e Logistica

Dettagli

Articolo 4 Sostituzione degli allegati A e B al decreto del Presidente della Regione 141/2016 Articolo 5 Norma transitoria

Articolo 4 Sostituzione degli allegati A e B al decreto del Presidente della Regione 141/2016 Articolo 5 Norma transitoria Regolamento di modifica al regolamento di attuazione per le misure connesse agli investimenti del Programma di sviluppo rurale 2014-2020 della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, ai sensi dell articolo

Dettagli

La programmazione e la progettazione degli interventi per il PPR. a cura del Settore Piani e Programmi Regione Campania

La programmazione e la progettazione degli interventi per il PPR. a cura del Settore Piani e Programmi Regione Campania La programmazione 2007-2013 e la progettazione degli interventi per il PPR Impatti dei POR sugli Obiettivi di Servizio Il Parco Progetti Regionale è uno strumento di programmazione dei: Fondi Aree Sottoutilizzate

Dettagli

Concezioni innovative nella riqualificazione dei borghi storici: eco-efficienza e bioarchitettura

Concezioni innovative nella riqualificazione dei borghi storici: eco-efficienza e bioarchitettura TOOK MARCHE-CILENTO 2014-2015 Transfer Of Organised Knowledge PON Governance e Assistenza Tecnica giugno 2015 Concezioni innovative nella riqualificazione dei borghi storici: eco-efficienza e bioarchitettura

Dettagli

POR FESR : Relazione di attuazione annuale 2016

POR FESR : Relazione di attuazione annuale 2016 POR FESR 2014-2020: Relazione di attuazione annuale 2016 Torino, 21 giugno 2017 Giuliana Fenu PANORAMICA DELL'ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA OPERATIVO Il SIGECO è stato ultimato nel corso del 2016. La Direzione

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO LOCALE INTEGRATO

LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO LOCALE INTEGRATO LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO LOCALE INTEGRATO di Francesco Mantino Rete Rurale Nazionale (INEA) Obiettivi e metodi per la costruzione del PSR 2014-2020 Campobasso, 24 giugno 2013 Gli elementi

Dettagli

ALLEGATO A Programma Operativo FESR 2014-2020 di Regione Lombardia Obiettivo Specifico 3b.2 Consolidamento, modernizzazione e diversificazione dei sistemi produttivi territoriali Azioni III.3.b.2.1 e III.3.b.2.2

Dettagli

IL PIANO URBANISTICO COMUNALE Incontro pubblico di confronto per la definizione dei nuovi obiettivi urbanistici e ambientali

IL PIANO URBANISTICO COMUNALE Incontro pubblico di confronto per la definizione dei nuovi obiettivi urbanistici e ambientali IL PIANO URBANISTICO COMUNALE Incontro pubblico di confronto per la definizione dei nuovi obiettivi urbanistici e ambientali Sanremo, Palafiori 2 Marzo 2011 PROPOSTE DI OBIETTIVI Relatore : Arch. Marco

Dettagli

Agenda Digitale e Città Partecipate e Attraenti. L Asse 6 del POR FESR Emilia Romagna Diazzi Morena

Agenda Digitale e Città Partecipate e Attraenti. L Asse 6 del POR FESR Emilia Romagna Diazzi Morena Agenda Digitale e Città Partecipate e Attraenti. L Asse 6 del POR FESR Emilia Romagna 2014-2020 Diazzi Morena 26 febbraio 2015 Approvazione del POR Con decisione C (2015) 928 del 12/2/2015 la Commissione

Dettagli

POR FESR RELAZIONE ANNUALE 2015

POR FESR RELAZIONE ANNUALE 2015 POR FESR 2014-2020 RELAZIONE ANNUALE 2015 ALLEGATO I SINTESI PUBBLICA (ARTICOLO 50, PARAGRAFO 9, DEL REGOLAMENTO (UE) N. 1303/2013) Il Programma Operativo Regionale (POR) FESR Lombardia prevede investimenti

Dettagli

per uno sviluppo autopropulsivo nel sociale, nell economia, nella cultura

per uno sviluppo autopropulsivo nel sociale, nell economia, nella cultura Azioni proposte dalla CNA Provinciale di Taranto a supporto del sistema socioeconomico del territorio della provincia di Taranto all interno della piattaforma propositiva di area vasta per uno sviluppo

Dettagli

Civis Barbariae. Fonni Ollolai Oniferi Desulo Orotelli Orune Ottana Ovodda Teti Tiana

Civis Barbariae. Fonni Ollolai Oniferi Desulo Orotelli Orune Ottana Ovodda Teti Tiana Fonni Ollolai Oniferi Desulo Orotelli Orune Ottana Ovodda Teti Tiana 1 Inquadramento territoriale Il progetto pilota di qualità è riferito alla valorizzazione del patrimonio storico culturale ed ambientale

Dettagli

Aosta, città a misura di ogni cittadino

Aosta, città a misura di ogni cittadino Aosta, città a misura di ogni cittadino Per il rilancio economico, turistico e sociale di Aosta Capitale, due strumenti strategici: Il project financing realizzazione di opere pubbliche senza oneri finanziari

Dettagli

DECRETO N Del 22/03/2018

DECRETO N Del 22/03/2018 DECRETO N. 4069 Del 22/03/2018 Identificativo Atto n. 323 DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO Oggetto POR FESR 2014-2020 - AZIONE 3.A.1.1. ASSE III START UP DI IMPRESA IN VALCHIAVENNA BANDO APERTO IN

Dettagli

Città metropolitana di Roma Capitale

Città metropolitana di Roma Capitale Iniziative di mobilità della Città metropolitana di Roma Capitale Giampiero Orsini Direttore Dipartimento VI Pianificazione Territoriale Generale Città metropolitana di Roma Capitale Pianificazione della

Dettagli

QUADRO DI SINTESI PER CATEGORIE DI OPERE

QUADRO DI SINTESI PER CATEGORIE DI OPERE Scheda 1 QUADRO DI NTE PER CATEGORIE DI OPERE TIPOLOGIA DI INTERVENTO (TABELLA 1) Codice CATEGORIE DI OPERE (TABELLA 2) Codice FINALITA' E RISULTATI ATTE Fabbisogno espresso in valori Assoluti Risorse

Dettagli

Litorale Domitio. Infrastrutture

Litorale Domitio. Infrastrutture Litorale Domitio Infrastrutture I001 CCL CCL Sistemazione e valorizzazione CELLOLE 2.1 361.519,82 0,00 0,00 361.519,82 dell'area archeologica di Punta San Limato e del complesso storico-monumentale di

Dettagli

Schede descrittive delle azioni da realizzare

Schede descrittive delle azioni da realizzare Allegato A alla Delibera di Giunta Provinciale n. 154 del 6/7/2012 composto di n. 15 pagine Schede descrittive delle azioni da realizzare I Adattabilità Interventi formativi per l aggiornamento delle qualifiche

Dettagli

TAVOLO OPERATIVO AREA SERRE VIBONESI

TAVOLO OPERATIVO AREA SERRE VIBONESI Centri Storici e Borghi di Eccellenza Il territorio delle Serre Vibonesi possiede un patrimonio storico archeologico di elevato pregio, quali la Certosa e il Centro storico di Serra San Bruno, nonché la

Dettagli

REGIONE CAMPANIA NUCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICI POR - PROGETTI INTEGRATI

REGIONE CAMPANIA NUCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICI POR - PROGETTI INTEGRATI POR - PROGETTI INTEGRATI ESITO FINALE DELLA VALUTAZIONE DEL PROGETTO INTEGRATO PARCO REGIONALE ROCCAMONFINA FOCE GARIGLIANO PROPONENTE: ENTE PARCO ROCCAMONFINA FOCE GARIGLIANO Pagina 1 di 6 IL DELLA REGIONE

Dettagli

Tabella A REGIONE BASILICATA

Tabella A REGIONE BASILICATA Tabella A STANZIAMENTI AUTORIZZATI IN RELAZIONE A DISPOSIZIONI DI LEGGI REGIONALI LA CUI QUANTIFICAZIONE ANNUA E' DEMANDATA ALLA LEGGE DI BILANCIO Tabella A STANZIAMENTI AUTORIZZATI IN RELAZIONE A DISPOSIZIONI

Dettagli

REGIONE PUGLIA RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE PER MISSIONI

REGIONE PUGLIA RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE PER MISSIONI BILANCIO DI PREVISIONE 2016-2018 DELL'ANNO DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE 01 Missione 01 - Servizi istituzionali, generali e di gestione 150.801.840,93 03 Missione 03 - Ordine pubblico e sicurezza 9.175,20

Dettagli

REGIONE PUGLIA RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE PER MISSIONI

REGIONE PUGLIA RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE PER MISSIONI allegato 03 BILANCIO DI PREVISIONE 2019-2021 DELL'ANNO DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE 01 Missione 01 - Servizi istituzionali, generali e di gestione 176.677.776,06 03 Missione 03 - Ordine pubblico e sicurezza

Dettagli

ANIMAZIONE TERRITORIALE verso il nuovo PIANO DI SVILUPPO LOCALE PSR

ANIMAZIONE TERRITORIALE verso il nuovo PIANO DI SVILUPPO LOCALE PSR GAL LAGHI E MONTI DEL VCO Domodossola, Giovedì 15 Ottobre 2015 ore 21:00 ANIMAZIONE TERRITORIALE AMBITI TEMATICI PRIORITARI Alcuni ambiti tematici proposti dall Accordo di Partenariato si adattano maggiormente

Dettagli

Spese per missioni Dati di rendiconto anno 2016

Spese per missioni Dati di rendiconto anno 2016 1 2 3 4 5 Servizi istituzionali, generali e di gestione Giustizia Ordine pubblico e sicurezza Istruzione e diritto allo studio Tutela e valorizzazione dei beni e delle attività culturali 47.428.110,32

Dettagli

PIANO D AZIONE LOCALE (PdA)

PIANO D AZIONE LOCALE (PdA) PIANO D AZIONE LOCALE (PdA) LE TAPPE DEL PERCORSO PARTECIPATIVO INCONTRO DATA SEDE PARTECIPANTI Scenario workshop di lancio 18 luglio San Gavino 72 Analisi di contesto, SWOT 21 luglio Serramanna 46 Individuazione

Dettagli

13 Dal TURISMO TRADIZIONALE ad un Sistema TURISTICO LOCALE INTEGRATO

13 Dal TURISMO TRADIZIONALE ad un Sistema TURISTICO LOCALE INTEGRATO PIT N TITOLO DEL PIT PROVINCIA 13 Dal TURISMO TRADIZIONALE ad un Sistema TURISTICO LOCALE INTEGRATO ME IDEA FORZA Caratteristiche L idea forza del PIT riguarda la creazione di un sistema turistico integrato,

Dettagli

COMPOSIZIONE PER MISSIONI E PROGRAMMI DEL FONDO PLURIENNALE VINCOLATO DELL'ESERCIZIO 2016 DI RIFERIMENTO DEL BILANCIO

COMPOSIZIONE PER MISSIONI E PROGRAMMI DEL FONDO PLURIENNALE VINCOLATO DELL'ESERCIZIO 2016 DI RIFERIMENTO DEL BILANCIO Pagina 83 su Quota del rinviata con con con a e coperte dal 05 07 08 09 10 11 MISSIONE - Servizi istituzionali e generali, di gestione PROGRAMMA 1 - Organi istituzionali 49.156,30 12.675,22 36.481,08 4.88

Dettagli

SPECIALE IMPRESE 6 Novembre 2017

SPECIALE IMPRESE 6 Novembre 2017 SPECIALE IMPRESE 6 Novembre 2017 1 SCHEDA INFORMATIVA IL PO FESR SICILIA 2014-2020 PER LE IMPRESE: ECCO I BANDI PUBBLICATI E DI PROSSIMA PUBBLICAZIONE Bandi già pubblicati per oltre 380 milioni e avvisi

Dettagli

TIPO INTERVENTO 7.5.1

TIPO INTERVENTO 7.5.1 TIPO INTERVENTO 7.5.1 [ESTRATTO DEL TESTO INTEGRALE DEL PSR 2014-2020 DELLA REGIONE DEL VENETO] Infrastrutture e informazione per lo sviluppo del turismo sostenibile nelle aree rurali I testi fanno riferimento

Dettagli

REGIONE CAMPANIA NUCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICI POR - PROGETTI INTEGRATI

REGIONE CAMPANIA NUCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICI POR - PROGETTI INTEGRATI - INTEGRATI ESITO FINALE DELLA VALUTAZIONE DEL PROGETTO INTEGRATO CITTA DI AVELLINO PROPONENTE: COMUNE DI AVELLINO Pagina 1 di 7 CONSIDERATO: - quanto disposto dal cap. 6 del, dal paragrafo 1.E del CdP

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Art. 11 L.R. 2 AGOSTO 2005, N.12 Norme per le unioni di comuni e le comunità montane. Ambiti adeguati per l esercizio associato di funzioni. Misure di sostegno per i piccoli comuni. Assegnazione procedimenti

Dettagli

Semplificazione burocratico amministrativa (programma strategico per la semplificazione e la trasformazione digitale; Angeli Antiburocrazia) 7,8

Semplificazione burocratico amministrativa (programma strategico per la semplificazione e la trasformazione digitale; Angeli Antiburocrazia) 7,8 Semplificazione burocratico amministrativa (programma strategico per la semplificazione e la trasformazione digitale; Angeli Antiburocrazia) 7,8 milioni per la ricerca e l innovazione (Linea R&S per aggregazioni,

Dettagli

TIPO AVANZO CODICE UPB DESCRIZIONE UPB TOTALE TRASFERIMENTO

TIPO AVANZO CODICE UPB DESCRIZIONE UPB TOTALE TRASFERIMENTO A. DERIVANTI DA LEGGI NAZIONALI E PROGRAMMI COMUNITARI E QUOTE DI COFINANZIAMENTO REGIONALE 0132.01 SUPPORTO ALL'ATTIVITA' AMMINISTRATIVA E PARTECIPAZIONI ASSOCIATIVE corrente operativa 1.852.717,23 0132.03

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 6/29 DEL

DELIBERAZIONE N. 6/29 DEL Oggetto: Programmazione Unitaria 2014-2020. Strategia 2 "Creare opportunità di lavoro favorendo la competitività delle imprese". Programma di intervento: 3 - Competitività delle imprese. Contratti di Investimento:

Dettagli