PIT 20 - Aspromonte DENOMINAZIONE INTERVENTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIT 20 - Aspromonte DENOMINAZIONE INTERVENTO"

Transcript

1 PIT 20 - Aspromonte MISURA FONDO TIPOLOGIA DENOMINAZIONE 3.13.d FSE F Rete dei Servizi. Creazione di lavoro autonomo e nuova imprenditorialità femminile. Incentivi economici alle persone per il lavoro autonomo e per l avvio di nuove imprese nel territorio del PIT , ,00 Rete dei Servizi. Formazione di operatori per l attivazione di centri di servizio (Sportelli) polifunzionali rivolti allo sviluppo del territorio e alla ricerca e per la gestione di servizi alla scala intercomunale , , c FSE F Rete dei Servizi. Formazione per operatori attivi nei comparti strategici per lo sviluppo locale (turismo, agroalimentare,..) , ,00 Rete dei servizi. Sviluppo e competitività del territorio anche attraverso la gestione di servizi alla scala intercomunale: Azioni formative nell'ambito dell'opera di coordinamento, accompagnamento, implementazione e sviluppo del PIT anche attraverso este , , b FSE F Rete dei Servizi. Creazione di lavoro autonomo e nuova imprenditorialità giovanile. Incentivi economici alle persone per il lavoro autonomo e per l avvio di nuove imprese nel territorio del PIT , ,00 Rete dei Servizi. Formazione di operatori termali , ,00

2 DENOMINAZIONE 3.12.a FSE F Rete dei Servizi. Sperimentazione di politiche attive per il lavoro: emersione e sviluppo nel settore della produzione artigiana , , a FESR I Intervento complesso di valorizzazione a fini turistici dell area del m. Trepitò, compresa nel Parco Nazionale dell Aspromonte, attraverso la realizzazione di infrastrutture e la sistemazione di abitazioni da adibire anche ad ospitalità diffusa 2.01.a FESR I Recupero e qualificazione delle aree archeologiche del comune di Oppido Valorizzazione del patrimonio culturale presso il polo museale di palazzo Ruffo di SCIDO , ,00 Intervento di recupero e valorizzazione del castello normanno-svevo in una prospettiva di rivitalizzazione turistico-culturale del centro di SAN GIORGIO MORGETO Recupero e valorizzazione del S. Giovanni di Dio da destinare a centro culturale 4.04.g FESR I Realizzazione di un impianto sportivo , , , , , ,00

3 4.04.g FESR I DENOMINAZIONE Rete dell'ospitalità diffusa. Completamento e ammpliamento impianti sportivi per la realizzazione di un Polo Sportivo comprensoriale dell'area del centro storico di SANTA CRISTINA d Aspromonte Riqualificazione e recupero del centro storico ai fini della fruizione turistico-ambientale Intervento di sistemazione e valorizzazione dell area del centro urbano (zona adiacente la chiesa del Crocifisso) Riqualificazione del tessuto urbanistico con particolare riferimento alla valorizzazione dell'area adiacente il corso del fiume Formano e al recupero della chiesa di S. Maria della Montagna, ricadenti nel centro urbano Riqualificazione centro urbano Recupero di palazzo Gagliardi nel quadro del piano di riqualificazione del centro storico del centro storico Recupero di un edificio da adibire a centri servizi centro storico di Scido , ,00

4 DENOMINAZIONE Recupero della p.zza antistante il palazzo municipale e riqualificazione urbana Recupero dell ex carcere, da destinare a Centro Servizi area PIT, nel quadro della riqualificazione del centro urbano , , b FESR I 5.02.b FESR I 4.20.d SFOP R Riqualificazione dello spazio urbano adiacente la chiesa matrice Completamento di un Centro residenziale rivolto alla popolazione anziana Creazione di uno spazio polifunzionale per servizi innovativi agli anziani (servizi alla persona e alla comunità). Commercializzazione e trasformazione dei prodotti della pesca , , , , b FESR R SOSTEGNO ALLE IMPRESE - PACCHETTI INTEGRATI DI AGEVOLAZIONE (PIA) PER LO SVILUPPO DELLA COMPETITIVITA DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E DELLE IMPRESE ARTIGIANE , , c SFOP R 4.04.d FESR R Rete della promozione della tipicità locale, con particolare riferimento alla filiera dei prodot-ti ittici SERVIZI PER LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI TURISTICI LOCALI , , , , b FESR R Riqualificazione patrimonio edilizio privato da destinare a ricettività turistica nel quadro del recupero dei centri urbani , ,00

5 DENOMINAZIONE 7.01.b FESR S Assistenza Tecnica - I Fase , , b FESR S Assistenza Tecnica - II Fase , ,00 Legenda F = Formazione I = Infrastruttura R = Regimi di Aiuto S = Servizi

Sezione I Identificazione della misura

Sezione I Identificazione della misura Capitolo 2 - Misura 1.11 Sezione I Identificazione della misura 1. Misura 1.11 - Promozione di una forza lavoro competente e di nuova imprenditorialità a supporto della protezione e valorizzazione del

Dettagli

Beneficiario Operazioni ammissibili a finanziamento Importo finanziato Tipologia PISL provincia

Beneficiario Operazioni ammissibili a finanziamento Importo finanziato Tipologia PISL provincia CZ RC VV totale Tipologia Contrasto allo Spopolamento Qualità della Sistemi Produttivi Locali Sistemi Turistici Locali Borghi di Eccellenza Totale Importo 1.981.676,60 1.425.000,00 900.000,00 600.000,00

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

Barbara Schiavon Servizio Governo dell'integrazione socio sanitaria e delle politiche per la non autosufficienza

Barbara Schiavon Servizio Governo dell'integrazione socio sanitaria e delle politiche per la non autosufficienza Barbara Schiavon Servizio Governo dell'integrazione socio sanitaria e delle politiche per la non autosufficienza - assistenza domiciliare e domiciliare integrata - assegno di cura e di sostegno - ospitalit

Dettagli

Valorizzazione e recupero del patrimonio locale nelle Politiche di Sviluppo

Valorizzazione e recupero del patrimonio locale nelle Politiche di Sviluppo GIORNATE BANDIERA ARANCIONE 2011 Progetto di Sviluppo Sostenibile: economia, Valorizzazione e recupero del patrimonio locale nelle Politiche di Sviluppo identità, integrazione. Il QTR/P individua i Territori

Dettagli

5.1 Organizzazione delle fonti di finanziamento e coinvolgimento del settore privato

5.1 Organizzazione delle fonti di finanziamento e coinvolgimento del settore privato 5. IL PIANO FINANZIARIO 5.1 Organizzazione delle fonti di finanziamento e coinvolgimento del settore privato La predisposizione del piano finanziario per il POR della Basilicata è stata effettuata sulla

Dettagli

Comune di Valentano Provincia (VT) Scheda riepilogativa dei Lavori Pubblici per Categoria

Comune di Valentano Provincia (VT) Scheda riepilogativa dei Lavori Pubblici per Categoria per Categoria Altra edilizia pubblica 5 - Completamento museo 420.000,00 0,00 0,00 8 - Museo, messa a norma e antincendio 0,00 103.550,00 0,00 22 - Museo, riscaldamento 0,00 0,00 60.000,00 37 - Ristrutturazione

Dettagli

PATRIMONIO VALORIZZABILE AREE 22%

PATRIMONIO VALORIZZABILE AREE 22% PATRIMONIO VALORIZZABILE FABBRICATI 33% PATRIMONIO NON VALORIZZABLILE 45% PATRIMONIO VALORIZZABILE AREE 22% FABBRICATI VALORE ATTUALE 10.800.000 RICAVI NETTI DA IN PARTECIPAZIONE CON CASSA DD&PP O ALTRI

Dettagli

Da Invitalia finanziamenti a tasso zero per imprese femminili e giovanili

Da Invitalia finanziamenti a tasso zero per imprese femminili e giovanili Da Invitalia finanziamenti a tasso zero per imprese femminili e giovanili L operazione «Autoimprenditorialit à» del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) riparte: a partire dalle ore 12.00 di mercoledì

Dettagli

PO-FESR 2007-2013 Obiettivo Operativo 3.2.2 Linea di intervento 3.2.2.4

PO-FESR 2007-2013 Obiettivo Operativo 3.2.2 Linea di intervento 3.2.2.4 PO-FESR 2007-2013 Obiettivo Operativo 3.2.2 Linea di intervento 3.2.2.4 Azioni congiunte di tutela, sviluppo sostenibile e promozione imprenditoriale del sistema della Rete Ecologica Siciliana Premessa

Dettagli

Rimini Startup 15 dicembre 2015 COOWEB AGEVOLAZIONI, BANDI E CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO 15 DICEMBRE 2015 - COOWEB

Rimini Startup 15 dicembre 2015 COOWEB AGEVOLAZIONI, BANDI E CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO 15 DICEMBRE 2015 - COOWEB Rimini Startup 15 dicembre 2015 COOWEB AGEVOLAZIONI, BANDI E CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO 15 DICEMBRE 2015 - COOWEB PRINCIPALI TIPOLOGIE DI AGEVOLAZIONE Credito d imposta Detassazione redditi Finanziamenti

Dettagli

Totale programma 1 - servizi generali 813.500,00 220.500,00 220.500,00

Totale programma 1 - servizi generali 813.500,00 220.500,00 220.500,00 PROGRAMMA DI INVESTIMENTO 2008-2010 Intervento Cap. descrizione 2008 2009 2010 Programma 1: Servizi generali 2010501 7260 Manutenzione straordinaria immobili di proprietà comunale 40.000,00 40.000,00 40.000,00

Dettagli

Orientamenti per il POR del Veneto,

Orientamenti per il POR del Veneto, Orientamenti per il POR del Veneto, parte FESR 2014 2020 Venezia, 23 settembre 2013 Assessorato al Bilancio e agli Enti Locali Segreteria Generale della Programmazione Direzione Programmazione Orientamenti

Dettagli

Programma operativo regionale POR CreO FESR 2014-2020

Programma operativo regionale POR CreO FESR 2014-2020 Programma operativo regionale POR CreO FESR 2014-2020 Obiettivo Investimenti per la Crescita e l Occupazione Siena, 27 marzo 2015 Monica Bartolini, Ilaria Buselli Ufficio Autorità di Gestione POR FESR

Dettagli

PROSPETTO DELLE SPESE DI BILANCIO PER MISSIONI, PROGRAMMI E MACROAGGREGATI SPESE CORRENTI - PREVISIONI DI COMPETENZA Esercizio finanziario 2013

PROSPETTO DELLE SPESE DI BILANCIO PER MISSIONI, PROGRAMMI E MACROAGGREGATI SPESE CORRENTI - PREVISIONI DI COMPETENZA Esercizio finanziario 2013 SPESE CORRENTI - PREVISIONI DI COMPETENZA Redditi da lavoro dipendente Imposte e tasse a carico Acquisto di beni e servizi Trasferimenti Trasferimenti di tributi Fondi perequativi Interessi passivi redditi

Dettagli

UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA

UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA Dipartimento per le Pari Opportunità P O N A T A S O B. 1 -- M II S. 1. 2 SS ee r vv i zz i oo dd i ss uu pp pp oo r t oo pp ee r l aa ss ss i ss t ee

Dettagli

REGIONE BASILICATA BILANCIO DI PREVISIONE ANNO FINANZIARIO 2011

REGIONE BASILICATA BILANCIO DI PREVISIONE ANNO FINANZIARIO 2011 ALLEGATO 10 REGIONE BASILICATA BILANCIO DI PREVISIONE ANNO FINANZIARIO 2011 Elenco dei Capitoli di Spesa aventi carattere di Investimento Finanziati con ricorso all'indebitamento Descrizione 0134.07 MANUTENZIONE

Dettagli

Bilancio di Previsione Pluriennale 2009-2011. Quadro Generale Riassuntivo

Bilancio di Previsione Pluriennale 2009-2011. Quadro Generale Riassuntivo Riepilogo delle Spese Correnti,di Investimento, in Annualità e Rimborso Prestiti SPESE CORRENTI 01 0111 SERVIZI ORGANI GENERALI ESECUTIVI E DELLE LEGISLATIVI AMMINISTRAZI ONI PUBBLICHE 0131 POLITICHE DEL

Dettagli

5 PIANO FINANZIARIO 5.1 ORGANIZZAZIONE DELLE FONTI DI FINANZIAMENTO E COINVOLGIMENTO DEL SETTORE

5 PIANO FINANZIARIO 5.1 ORGANIZZAZIONE DELLE FONTI DI FINANZIAMENTO E COINVOLGIMENTO DEL SETTORE 5 PIANO FINANZIARIO 5.1 ORGANIZZAZIONE DELLE FONTI DI FINANZIAMENTO E COINVOLGIMENTO DEL SETTORE PRIVATO La nuova fase di programmazione, attivata dal QCS 2000-2006, impegna tutti i soggetti coinvolti

Dettagli

Istituto Professionale di Stato Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera con Convitto Annesso Corso Serale Via Leopardi, 4 88068

Istituto Professionale di Stato Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera con Convitto Annesso Corso Serale Via Leopardi, 4 88068 Istituto Professionale di Stato Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera con Convitto Annesso Corso Serale Via Leopardi, 4 88068 Soverato (Catanzaro) Tel. 096725642 Fax 0967521620 codice

Dettagli

COMUNE DI NOVARA Mappa strategica 2012-2014 PROGRAMMI LA CITTA SICURA E SERENA LA CITTA SI PRENDE CURA DELLA CITTA LA SCUOLA CASA APERTA PER TUTTI

COMUNE DI NOVARA Mappa strategica 2012-2014 PROGRAMMI LA CITTA SICURA E SERENA LA CITTA SI PRENDE CURA DELLA CITTA LA SCUOLA CASA APERTA PER TUTTI COMUNE DI NOVARA Mappa strategica 2012-2014 PROGRAMMI L AMMINISTRAZION E SEMPLICE E PARTECIPATA LA CITTA CHE SI MUOVE LA CITTA SICURA E SERENA LA CITTA PER IL TEMPO LIBERO LA CITTA CHE GUARDA AL FUTURO:

Dettagli

PIA Turismo - Aiuti alle grandi imprese e alle PMI per programmi integrati di investimento

PIA Turismo - Aiuti alle grandi imprese e alle PMI per programmi integrati di investimento PIA Turismo - Aiuti alle grandi imprese e alle PMI per programmi integrati di investimento FINALITÀ Destagionalizzazione dei flussi turistici RISORSE DISPONIBILI Euro 15 milioni BENEFICIARI Grande impresa

Dettagli

Curriculum vitae. Silvano Macculi. Via Trento, 15 Botrugno (LE) Telefono 0836-992346 Cell. 335 5307377. Fax 0836-993493. studiomacculi@yahoo.

Curriculum vitae. Silvano Macculi. Via Trento, 15 Botrugno (LE) Telefono 0836-992346 Cell. 335 5307377. Fax 0836-993493. studiomacculi@yahoo. Curriculum vitae Nome Indirizzo Silvano Macculi Via Trento, 15 Botrugno (LE) Telefono 0836-992346 Cell. 335 5307377 Fax 0836-993493 e-mail studiomacculi@yahoo.it Nazionalità Italiana Data di nascita 13-04-1966

Dettagli

COMUNE DI UDINE AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI UDINE AVVISO PUBBLICO REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA POR FESR 2007-2013 - COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE ASSE 4 SVILUPPO TERRITORIALE ATTIVITÀ 4.1.A SUPPORTO ALLO SVILUPPO URBANO COMUNE DI UDINE AVVISO PUBBLICO

Dettagli

Dati Personali CURRICULUM VITAE. Istruzione. Nome e Cognome Alberto Ditta. Data di Nascita 18/01/1951. Luogo di nascita Mazara del Vallo (TP)

Dati Personali CURRICULUM VITAE. Istruzione. Nome e Cognome Alberto Ditta. Data di Nascita 18/01/1951. Luogo di nascita Mazara del Vallo (TP) CURRICULUM VITAE Dati Personali Nome e Cognome Alberto Ditta di Nascita 18/01/1951 Luogo di nascita (TP) Codice fiscale DTT LRT 51A18 F061V Residenza Via Giuseppe Toniolo, 44/A 91026 (TP) Recapito telefonico

Dettagli

Previsioni programmatiche sull imprenditoria femminile e di impatto per le Pari Opportunità

Previsioni programmatiche sull imprenditoria femminile e di impatto per le Pari Opportunità Task Force P.O. Sicilia PON ATAS Mis. I.2 Ob. 1 e APQ Previsioni programmatiche sull imprenditoria femminile e di impatto per le Pari Opportunità PO FSE e PO FESR - ricognizione su obiettivi, linee di

Dettagli

Elenco per priorità generale

Elenco per priorità generale Comune di Isola Delle Femmine Elenco per priorità generale Triennio di riferimento 2009-2011 Reti distribuzione energia elettrica e gas Interventi volti all'autoproduzione energetica per i seguenti edifici

Dettagli

Contabilità Analitica per Missione Programma D.Lgs. 118/2011 Costi

Contabilità Analitica per Missione Programma D.Lgs. 118/2011 Costi Contabilità Analitica per Missione Programma D.Lgs. 118/2011 Costi 01 Servizi istituzionali, generali e di gestione 01 Organi istituzionali Beni e servizi costo: 157.246,06 Beni e servizi costo: 16.519.667,82

Dettagli

CONSIDERAZIONI GENERALI

CONSIDERAZIONI GENERALI CONSIDERAZIONI GENERALI Un marchio di fabbrica nazionale Una straordinaria concentrazione di valori artistici, storici e paesaggistici caratterizza in modo singolare il nostro Paese nel mondo. Non di soli

Dettagli

UNIVERSITA IUAV VENEZIA - DPPAC - Corso di Laurea Magistrale in Architettura e Innovazione - a.a. 2013-2014

UNIVERSITA IUAV VENEZIA - DPPAC - Corso di Laurea Magistrale in Architettura e Innovazione - a.a. 2013-2014 Densità e Ibridazione. Il Laboratorio Integrato assume come tema il ridisegno di una parte della città storica consolidata attraverso la questione della dotazione infrastrutturale. Per infrastrutture si

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE RIVOLTI A DONNE E FINALIZZATI A FORMARE OPERATRICI DI BED & BREAKFAST E IMPRENDITRICI NEL SETTORE DELL ARTIGIANATO ARTISTICO

CORSI DI FORMAZIONE RIVOLTI A DONNE E FINALIZZATI A FORMARE OPERATRICI DI BED & BREAKFAST E IMPRENDITRICI NEL SETTORE DELL ARTIGIANATO ARTISTICO ALLEGATO 1 Schede analitiche dei singoli interventi comprensive delle eventuali indicazioni e orientamenti generali e delle prescrizioni dell Autorità di gestione regionale (punto 1.c), art.13 del Bando)

Dettagli

ProgrammazioneUnitaria2014-2020. Creareopportunità dilavoro favorendolacompetitività delleimprese DIRETTIVE ATTUAZIONE

ProgrammazioneUnitaria2014-2020. Creareopportunità dilavoro favorendolacompetitività delleimprese DIRETTIVE ATTUAZIONE ProgrammazioneUnitaria2014-2020 Creareopportunità dilavoro favorendolacompetitività delleimprese DIRETTIVE ATTUAZIONE INCENTIVI IMPRESE Stato attuazione procedure Programmazione Unitaria COMPETITIVITA

Dettagli

Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio

Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio Fondi strutturali 2014-2020 Guida pratica Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio State progettando i Programmi Operativi che plasmeranno

Dettagli

SEGRETERIA DELLA GIUNTA REGISTRO SEDUTE DEL 16/12/2013

SEGRETERIA DELLA GIUNTA REGISTRO SEDUTE DEL 16/12/2013 Assessorato proponente: PRESIDENZA 1 610100 PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE " INDIRIZZI VOLTI A FAVORIRE IL SUPERAMENTO DEL PRECARIATO DI CUI AL D.L. 31 AGOSTO 2013, N.101 CONVERTITO IN LEGGE 30 OTTOBRE 2013,

Dettagli

COMUNE DI SAN GIULIANO DI PUGLIA. La ricostruzione di San Giuliano di Puglia

COMUNE DI SAN GIULIANO DI PUGLIA. La ricostruzione di San Giuliano di Puglia La ricostruzione di San Giuliano di Puglia Cronologia avvenimenti 11.32 GIOVEDÌ 31 OTTOBRE 2002: un terremoto di 5,4 gradi della scala Richter fa tremare il Molise. La zona più colpita è San Giuliano di

Dettagli

Art. 6.10. Ambito del polo scolastico Art. 6.10 bis. Ambito Bertanella

Art. 6.10. Ambito del polo scolastico Art. 6.10 bis. Ambito Bertanella DELIBERA 1. DI ADOTTARE la variante parziale al P.S.C. consistente nella modifica delle classificazioni delle aree Bertanella (tav. 2) e Golf (tav. 1B) e della normativa (artt. 6.10 6.10 bis 6.19-7.4.4);

Dettagli

Programma Partito Democratico di Pergine Elezioni amministrative 2009

Programma Partito Democratico di Pergine Elezioni amministrative 2009 Secondo noi amministrare una città vuol dire: PENSARE AI BISOGNI DI TUTTI AGIRE IN MODO TRASPARENTE INTRECCIARE RAGIONAMENTI DIVERSI IN UNA SINTESI COMUNE PORSI OBIETTIVI DI BENESSERE SOCIALE LAVORARE

Dettagli

Comune di Galzignano Terme (Prov. Pd)

Comune di Galzignano Terme (Prov. Pd) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di Galzignano Terme (Prov. Pd) Votazioni del giorno 26 e 27 maggio

Dettagli

PIT VALLE DEI TEMPLI INTERVENTO N 22 (A.P.)

PIT VALLE DEI TEMPLI INTERVENTO N 22 (A.P.) ALLEGATO 1 Schede analitiche dei singoli interventi comprensive delle eventuali indicazioni e orientamenti generali e delle prescrizioni dell Autorità di gestione regionale (punto 1.c), art.13 del Bando)

Dettagli

Strategia Nazionale per le Aree Interne nella Regione Marche

Strategia Nazionale per le Aree Interne nella Regione Marche Strategia Nazionale per le Aree Interne nella Regione Marche Roma, 08 Luglio 2015 Mauro Terzoni Dirigente Politiche Comunitarie e Autorità di gestione FESR e FSE Regione Marche Area MC Area Pilota Area

Dettagli

Seduta pubblica antimeridiana n. 213 venerdì 20 luglio 2007 SINTESI DELLA SEDUTA

Seduta pubblica antimeridiana n. 213 venerdì 20 luglio 2007 SINTESI DELLA SEDUTA Seduta pubblica antimeridiana n. 213 venerdì 20 luglio 2007 SINTESI DELLA SEDUTA Richieste di iscrizione di nuovi punti all ordine del giorno Sono state presentate n. 45 richieste di iscrizione nuovi punti

Dettagli

COMUNE PROV. INDIRIZZO DESCRIZIONE

COMUNE PROV. INDIRIZZO DESCRIZIONE REGIONE PIEMONTE BU33 20/08/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 13 luglio 2015, n. 13-1729 Piano regionale delle alienazioni e valorizzazioni del patrimonio immobiliare - Proposta di nuove destinazioni

Dettagli

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 Presentazione Programma Amministrativo Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 FILOSOFIA E PRINCIPI ISPIRATORI DELLA LISTA N.1 INSIEME PER DIANO - al servizio della

Dettagli

Fondo MICROCREDITO FSE. P.O. Campania FSE 2007-2013

Fondo MICROCREDITO FSE. P.O. Campania FSE 2007-2013 Fondo MICROCREDITO FSE P.O. Campania FSE 2007-2013 Finalità del Fondo Microcredito FSE La Regione Campania ha istituito il Fondo Microcredito FSE con una dotazione finanziaria di 65 milioni di euro incrementabile

Dettagli

REGIONE LAZIO COMPLEMENTO DI PROGRAMMAZIONE DOCUP OBIETTIVO 2 2000-06

REGIONE LAZIO COMPLEMENTO DI PROGRAMMAZIONE DOCUP OBIETTIVO 2 2000-06 REGIONE LAZIO COMPLEMENTO DI PROGRAMMAZIONE DOCUP OBIETTIVO 2 2000-06 4 dicembre 2001 modificato dal CdS del 2 aprile 2004 e dal CdS del 24 giugno 2004 PARTE GENERALE... 3 LA STRATEGIA DEL DOCUP: DAGLI

Dettagli

SOMMARIO. Presentazione Il progetto Il risultato

SOMMARIO. Presentazione Il progetto Il risultato SOMMARIO Presentazione Il progetto Il risultato PARTE I - Identità Le origini del nome La storia Ragusa patrimonio dell umanità Le persone Il territorio L amministrazione - Gli organi di governo - La struttura

Dettagli

PARIFICAZIONE DEL RENDICONTO GENERALE DELLA REGIONE LOMBARDIA ESERCIZIO 2014 RELAZIONE ALLEGATA. Dott. Andrea Luberti

PARIFICAZIONE DEL RENDICONTO GENERALE DELLA REGIONE LOMBARDIA ESERCIZIO 2014 RELAZIONE ALLEGATA. Dott. Andrea Luberti SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA PARIFICAZIONE DEL RENDICONTO GENERALE DELLA REGIONE LOMBARDIA ESERCIZIO 2014 RELAZIONE ALLEGATA VOLUME V L AREA ECONOMICA E I FONDI EUROPEI Dott. Andrea

Dettagli

COMUNE di BRACIGLIANO BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2010 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1

COMUNE di BRACIGLIANO BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2010 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA 1 TITOLO I ENTRATE TRIBUTARIE 1 1 Categoria 01 - IMPOSTE 1010020 I.C.I 354.100,00 374.003,00 6.731,37 367.271,63 1010021

Dettagli

IL PERCORSO DI DEFINIZIONE DEL POR MARCHE FESR 2014/2020

IL PERCORSO DI DEFINIZIONE DEL POR MARCHE FESR 2014/2020 IL PERCORSO DI DEFINIZIONE DEL POR MARCHE FESR 2014/2020 Paola Giorgi, Assessore regionale alle Politiche Comunitarie Evento di lancio Por Fesr 14/20 Macerata, 25/03/2015 Le novità del POR Marche FESR

Dettagli

Elenco Bandi per la materia: Industria

Elenco Bandi per la materia: Industria Circolare dell 11 gennaio 10 Spett.li Il nostro Studio è lieto di comunicarvi le opportunità riguardanti: Elenco Bandi per la materia: Industria Regione Veneto - Bando di Gara - Scade il: 15/02/2010 Programma

Dettagli

Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato

Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato Dott.ssa Elena Iacoviello Dipartimento Presidenza Ufficio Turismo Terziario Promozione Integrata 1 Gli Obiettivi Tematici R.A.

Dettagli

Avviso pubblico n. 2/2015 - Finanziamento di strutture e interventi sociali e sociosanitari per soggetti beneficiari privati OBIETTIVI Favorire,

Avviso pubblico n. 2/2015 - Finanziamento di strutture e interventi sociali e sociosanitari per soggetti beneficiari privati OBIETTIVI Favorire, Avviso pubblico n. 2/2015 - Finanziamento di strutture e interventi sociali e sociosanitari per soggetti beneficiari privati OBIETTIVI Favorire, attraverso il supporto agli investimenti di organizzazioni

Dettagli

Prima di fare una breve presentazione della pubblicazione desidero fornire alcuni elementi di contesto e di prospettiva:

Prima di fare una breve presentazione della pubblicazione desidero fornire alcuni elementi di contesto e di prospettiva: 1 La pubblicazione I Fondi europei e il turismo raccoglie alcune schede delle Regioni del Sud con le quali viene rappresentato il ruolo dei Fondi comunitari nell innescare processi di sviluppo turistico

Dettagli

SCHEDA DI RILEVAMENTO

SCHEDA DI RILEVAMENTO SCHEDA DI RILEVAMENTO Comune di Calcio Provincia di Bergamo Patrimonio edilizio di antica formazione SCHEDA DI RILEVAMENTO Data 28/07/2003 1 2 3 3 LOCALITA : N. UNITA DI ISOLATO 23 Via P.ZZA GIROLAMO SILVESTRI

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO PROGRAMMA AMMINISTRATIVO (Da affiggere all Albo Pretorio del Comune di Sapri ai sensi dell art. 71 comma 2 e art. 73 comma 2 D.Lgs. 267/2000) Lista Insieme per Sapri Candidato Sindaco Vito D Agostino 1

Dettagli

AGIRE POR Sviluppo locale orientato alle pari opportunità Sardegna Calabria Pacchetti Integrati di Agevolazione (PIA) Turismo e beni culturali BANDO

AGIRE POR Sviluppo locale orientato alle pari opportunità Sardegna Calabria Pacchetti Integrati di Agevolazione (PIA) Turismo e beni culturali BANDO Presidenza del Consiglio dei Ministr Dipartimento per i Diritti le Pari Opportun CALABRIA AGIRE POR Sviluppo locale orientato alle pari opportunità Sardegna Calabria Pacchetti Integrati di Agevolazione

Dettagli

COMUNE DI UMBERTIDE ORGANIGRAMMA Allegato D G.C. N. 250 DEL 23/11/2012 S I N D A C O SEGRETARIO GENERALE 5^ SETTORE 4^ SETTORE

COMUNE DI UMBERTIDE ORGANIGRAMMA Allegato D G.C. N. 250 DEL 23/11/2012 S I N D A C O SEGRETARIO GENERALE 5^ SETTORE 4^ SETTORE S I N D A C O SERVIZIO Polizia Municipale SEGRETARIO GENERALE VICE SEGRETARIO GENERALE 1^ SETTORE 2^ SETTORE 3^ SETTORE 4^ SETTORE 5^ SETTORE 6^ SETTORE 7^ SETTORE 8^ SETTORE SEGRETERIA, AFFARI GENERALI

Dettagli

Canali di finanziamento e buone pratiche in corso di realizzazione

Canali di finanziamento e buone pratiche in corso di realizzazione Progetto D.A.R.E. Bio Difesa dell Ambiente, Risparmio energetico, Edilizia sostenibile Canali di finanziamento e buone pratiche in corso di realizzazione IV Forum plenario dell Agenda 21 del Comune di

Dettagli

PATTO TERRITORIALE DELLA VALLE DEL CHIESE

PATTO TERRITORIALE DELLA VALLE DEL CHIESE Allegato parte integrante Criteri di coerenza per la selezione della progettualità privata ALLEGATO B) PATTO TERRITORIALE DELLA VALLE DEL CHIESE CRITERI DI COERENZA PER LA SELEZIONE DELLA PROGETTUALITA

Dettagli

COMITATO DI SORVEGLIANZA POR 2000/2006. Palermo, Castello Utveggio 27 novembre 2008 SINTESI DELLE DECISIONI

COMITATO DI SORVEGLIANZA POR 2000/2006. Palermo, Castello Utveggio 27 novembre 2008 SINTESI DELLE DECISIONI Presidenza della Regione Siciliana Dipartimento regionale della Programmazione COMITATO DI SORVEGLIANZA POR 2000/2006 Palermo, Castello Utveggio 27 novembre 2008 SINTESI DELLE DECISIONI 1. Approvazione

Dettagli

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI LETTERA AI CITTADINI Cari concittadini, il presente lavoro è redatto per approfondire la conoscenza degli interventi previsti

Dettagli

Accordo di Programma Quadro

Accordo di Programma Quadro UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PROGRAMMA DI INTERVENTI DI INFRASTRUTTURAZIONE E SERVIZI CORRELATI ALLO SVILUPPO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE (Legge Regionale 28 dicembre

Dettagli

Elenco presenze/assenze Comune di Castelnovo ne' Monti Mese di febbraio 2012

Elenco presenze/assenze Comune di Castelnovo ne' Monti Mese di febbraio 2012 Mese di febbraio 2012 Affari generali 92 96,84 3 3,16 0 0,00 95 Bilancio 86 89,58 6 6,25 4 4,17 96 Istituto musicale 21 67,74 5 16,13 5 16,13 31 LL.PP., Patrimonio e Ambiente 174 91,10 17 8,90 0 0,00 191

Dettagli

'Ez año BU 5. Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 25 OTTOBRE 2011

'Ez año BU 5. Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 25 OTTOBRE 2011 L_ 1 `_ -F ' f. _ L/ 1 I BU 5 'Ez año Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 ELEZIONI DEL 15 E 16 MAGGIQ 2011 25 OTTOBRE 2011 ai. H/ úiscúíü"'7.7 i ÈL É' i ceurnonssrnn RIBOLDI SINDACO

Dettagli

Un modello di sviluppo territoriale turistico e culturale: dall'analisi strategica al modello operativo. Fabio Guerra. Roma, 27 febbraio 2015

Un modello di sviluppo territoriale turistico e culturale: dall'analisi strategica al modello operativo. Fabio Guerra. Roma, 27 febbraio 2015 Un modello di sviluppo territoriale turistico e culturale: dall'analisi strategica al modello operativo Fabio Guerra Roma, 27 febbraio 2015 Argomenti trattati: Programmazione strategica: - La definizione

Dettagli

La modifica è conseguenza delle mutate condizioni dei mercati finanziari rispetto all epoca della formazione del bilancio 2009.

La modifica è conseguenza delle mutate condizioni dei mercati finanziari rispetto all epoca della formazione del bilancio 2009. D.L. N.457 Modifiche e integrazioni alla L.R. 24.12.2008 n. 43 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (Legge finanziaria 2009). Articolo 1 L articolo stabilisce

Dettagli

Mutuo. quota interessi annuale dovuta. quota capitale annuale dovuta. quota totale annuale dovuta

Mutuo. quota interessi annuale dovuta. quota capitale annuale dovuta. quota totale annuale dovuta 225 226 Denominazione Contributo LF n. 488/2001 sintetica dell'opera / tipologia 52.72 LF n. 488/2001 art. 45, comma 1 2002 2019 OlO-Opere strategiche, edilizia ed interventi speciali e 7188-' PER GLI

Dettagli

ELENCO MISURE E SOTTOMISURE ATTIVATE - AZIONI PUBBLICHE. Amministrazione. Dipartimento Regionale Pubblica Istruzione Dipartimento Regionale Formazione

ELENCO MISURE E SOTTOMISURE ATTIVATE - AZIONI PUBBLICHE. Amministrazione. Dipartimento Regionale Pubblica Istruzione Dipartimento Regionale Formazione ELENCO MISURE E SOTTOMISURE ATTIVATE - AZIONI PUBBLICHE Allegato A PIT Alcesti 2.02.d Sistematizzazione e divulgazione delle conoscenze Dipartimento Beni Culturali FESR 160.000,00 3.02 Orientamento, informazione,

Dettagli

INFOPLUS - Bando n 2372541

INFOPLUS - Bando n 2372541 AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI DESTINATI AD INIZIATIVE PER LA PROMOZIONE ECONOMICA E SOCIALE NEL PARCO NAZIONALE DELL ASPROMONTE. ANNO 2015 In esecuzione alla Determina Direttoriale

Dettagli

ALLEGATO al Dossier di Candidatura SEZIONE C Scheda Intervento: 7. Interventi per il sostegno alle attività economiche

ALLEGATO al Dossier di Candidatura SEZIONE C Scheda Intervento: 7. Interventi per il sostegno alle attività economiche CITTÀ di BIELLA MEDAGLIA D ORO AL VALORE MILITARE MEDAGLIA D ARGENTO AL MERITO CIVILE Progetto Integrato di Sviluppo Urbano ALLEGATO al Dossier di Candidatura SEZIONE C Scheda Intervento: 7. Interventi

Dettagli

L INFORMZIONE CONTINUA SU TUTTO IL TERRITORIO REGIONALE Sportelli territoriali per il cittadino

L INFORMZIONE CONTINUA SU TUTTO IL TERRITORIO REGIONALE Sportelli territoriali per il cittadino .9 PERIODICO DI INFORMAZIONE SULLE OPPORTUNITÀ DEL POR FESR IN FRIULI VENEZIA GIULIA INVESTIAMO NEL NOSTRO FUTURO STATO DI ATTUAZIONE DEL POR Tutti i dati con un clic L INFORMZIONE CONTINUA SU TUTTO IL

Dettagli

Il territorio della BAT e la programmazione 2014-2020: una strategia per la crescita e l occupazione

Il territorio della BAT e la programmazione 2014-2020: una strategia per la crescita e l occupazione European Association of Local and Regional Initiatives for Economic Development, Employment and Solidarity Il territorio della BAT e la programmazione 2014-2020: una strategia per la crescita e l occupazione

Dettagli

linee guida per lo sviluppo del progetto strategico: "BRISIGHELLA NUOVA 2.0 - COMUNITÀ OSPITALE" Sabato 1 Dicembre 2012

linee guida per lo sviluppo del progetto strategico: BRISIGHELLA NUOVA 2.0 - COMUNITÀ OSPITALE Sabato 1 Dicembre 2012 linee guida per lo sviluppo del progetto strategico: "BRISIGHELLA NUOVA 2.0 - COMUNITÀ OSPITALE" Sabato 1 Dicembre 2012 VERSO LA COMUNITÀ OSPITALE DI BRISIGHELLA concept La Comunità Ospitale è un luogo

Dettagli

bilancio di previsione 2015/2017 {2015}

bilancio di previsione 2015/2017 {2015} bilancio di previsione / {} 2 Nessun aumento dei tributi Investimenti in nuove opere per 1 milione di euro Contenimento della spesa corrente di funzionamento mantenendo il turnover dei dipendenti Rafforzamento

Dettagli

CLAN - Cultural Local Area Network. Un progetto pilota per il sistema urbano Asti Città Museo

CLAN - Cultural Local Area Network. Un progetto pilota per il sistema urbano Asti Città Museo Città di Asti CLAN - Cultural Local Area Network Un progetto pilota per il sistema urbano Asti Città Museo Genova, 18 giugno 2015 Presenta: Michela Rota, Politecnico di Torino Città di Asti CLAN - Cultural

Dettagli

Lista "CAMBIARE Pollena Trocchia" MAIONE ALDO SINDACO Programma amministrativo

Lista CAMBIARE Pollena Trocchia MAIONE ALDO SINDACO Programma amministrativo (9 Lista "CAMBIARE Pollena Trocchia" MAIONE ALDO SINDACO Programma amministrativo L'attività amministrativa deve essere improntato a trasparenza e spirito di servìzìo, con due obiettìvì strategìci centrali:

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 66 del 13 dicembre 2005

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 66 del 13 dicembre 2005 Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 66 del 13 dicembre 2005 LEGGE REGIONALE N. 21 del 5 dicembre 2005 RIORDINO NORMATIVO ED ABROGAZIONE ESPRESSA DI LEGGI TACITAMENTE ABROGATEO PRIVE DI EFFICACIA

Dettagli

Area in Località Serro di Tavola Artt. 1 e 4 Prot. n 6942 del 19/05/1984 *

Area in Località Serro di Tavola Artt. 1 e 4 Prot. n 6942 del 19/05/1984 * Immobili sottoposti a tutela con specifico provvedimento Elenco delle aree archeologiche trasmesso della Soprintendenza per i beni archeologici della Calabria (SI --> *) Bova Castello di Bova nel centro

Dettagli

Finanziamenti Europei 2014-2020 Prospettive e investimenti. Rielaborazione delle presentazioni di Valentino Piana, Paola Giorgi e Mauro Terzoni

Finanziamenti Europei 2014-2020 Prospettive e investimenti. Rielaborazione delle presentazioni di Valentino Piana, Paola Giorgi e Mauro Terzoni Finanziamenti Europei 2014-2020 Prospettive e investimenti Rielaborazione delle presentazioni di Valentino Piana, Paola Giorgi e Mauro Terzoni Fondi FESR 2014-2020 L edilizia nel contesto europeo Gli undici

Dettagli

Comunità Ospitali. gente che ama ospitare

Comunità Ospitali. gente che ama ospitare Comunità Ospitali gente che ama ospitare Cos'è una Comunità Ospitale? La Comunità Ospitale è un luogo e una destinazione in cui gli ospiti/turisti si sentono Cittadini seppure temporanei identificandosi

Dettagli

Il Ruolo Digitale della PA nel Turismo

Il Ruolo Digitale della PA nel Turismo Il Ruolo Digitale della PA nel Turismo Andrea Lamperti 28 Maggio 2015 Forum PA Il mercato complessivo del Turismo 49 mld +1% 49,5 mld ** * Dati stimati 2013 2014* ** Elaborazione dell Osservatorio su dati

Dettagli

Tabella 1 Piano Finanziario per Assi Prioritari e Settori di Intervento e per Fonti di Finanziamento.

Tabella 1 Piano Finanziario per Assi Prioritari e Settori di Intervento e per Fonti di Finanziamento. Tabella 1 Piano Finanziario per Assi Prioritari e Settori di e per Fonti di Finanziamento. Anno 2010 I Asse I - Ricerca Scientifica, Innovazione Tecnologica e Società dell'informazione 10,00% 299.824.005

Dettagli

L ARMONIZZAZIONE DELLA CONTABILITA PUBBLICA COME STRUMENTO DI GOVERNANCE TRA I DIVERSI LIVELLI ISTITUZIONALI

L ARMONIZZAZIONE DELLA CONTABILITA PUBBLICA COME STRUMENTO DI GOVERNANCE TRA I DIVERSI LIVELLI ISTITUZIONALI L ARMONIZZAZIONE DELLA CONTABILITA PUBBLICA COME STRUMENTO DI GOVERNANCE TRA I DIVERSI LIVELLI ISTITUZIONALI Gli schemi del bilancio «armonizzato». La Classificazione delle entrate e delle spese. Le variazioni.

Dettagli

Complemento di Programmazione

Complemento di Programmazione REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE RELAZIONI INTERNAZIONALI, COMUNITARIE

Dettagli

Le potenzialità localizzative

Le potenzialità localizzative Le potenzialità localizzative La ricognizione delle potenzialità localizzative nell'area livornese ha un duplice obiettivo: individuare le aree già pronte che si prestano ad essere promosse nel breve termine

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE N.03/2009 AGLI ENTI ASSOCIATI DELLA LOMBARDIA - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA Contributi per manifestazioni

Dettagli

COMUNE DI PIACENZA. Piacenza 2016-2017. Incontro di verifica programmazione interventi. Teatro municipale di Piacenza

COMUNE DI PIACENZA. Piacenza 2016-2017. Incontro di verifica programmazione interventi. Teatro municipale di Piacenza Piacenza - Incontro di verifica programmazione interventi Teatro municipale di Piacenza 5 gennaio FEB/MAR PIANO STRUTTURALE COMUNALE approvazione definitiva e impostazione primo POC - Piano Operativo Comunale

Dettagli

ELENCO DELLE PROPOSTE AMMESSE A FINANZIAMENTO

ELENCO DELLE PROPOSTE AMMESSE A FINANZIAMENTO REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana PRESIDENZA DIPARTIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE PROMOZIONE DI PROPOSTE DI RIQUALIFICAZIONE URBANA E MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA DELLA VITA NEI COMUNI CON POPOLAZIONE

Dettagli

PUC3 COMUNE DI PARRANO. Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3

PUC3 COMUNE DI PARRANO. Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3 PUC3 COMUNE DI PARRANO Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3 Interventi per la rivitalizzazione e rifunzionalizzazione delle aree urbane e dei centri storici Riqualificazione dell insediato storico

Dettagli

Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 PROVINCIA DI BOLOGNA

Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 PROVINCIA DI BOLOGNA Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 PROVINCIA DI BOLOGNA Scheda sintetica del bando relativo alle attività: Attività IV. 2.1: Sostegno alla qualificazione delle attività di servizi a supporto

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FESR 2007-2013 CCI N 2007 IT 161 PO 008 (Settembre 2012) 1/372 4.5.2. Patrimonio Culturale 4.5.2.1. Obiettivo Specifico

Dettagli

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia Tabella 6: della Società dell Informazione, Asse I - Infrastruttura a banda larga 1. Completamento della copertura a banda larga degli Enti pubblici e dei siti strategici per l erogazione di servizi di

Dettagli

Perugia 30 Novembre 2012. Le Politiche industriali della Regione Umbria: nuove misure di incentivazione

Perugia 30 Novembre 2012. Le Politiche industriali della Regione Umbria: nuove misure di incentivazione Perugia 30 Novembre 2012 Le Politiche industriali della Regione Umbria: nuove misure di incentivazione Direzione Regionale Programmazione, Innovazione e Competitività dell Umbria Coordinamento Area Imprese

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

POR FESR 2014-2020 Regolamento del Concorso di idee FORME DI SVILUPPO

POR FESR 2014-2020 Regolamento del Concorso di idee FORME DI SVILUPPO POR FESR 2014-2020 Regolamento del Concorso di idee FORME DI SVILUPPO 1. Finalità e tematiche L oggetto del concorso è l ideazione di un immagine rappresentativa del Programma Operativo Regionale Investimenti

Dettagli

SCHEDA TECNICA-CURRICULUM VITAE

SCHEDA TECNICA-CURRICULUM VITAE SCHEDA TECNICA-CURRICULUM VITAE arch. Luca Frigerio Scheda relativa alla seguente categorie di incarico: 1 Tipologia Progettazione e direzione lavori edilizia residenziale pubblica e sociale per gli aspetti

Dettagli

IL PROGETTO DEL DATA BASE DINAMICO DELLA PROGETTUALITÀ PROVINCIALE

IL PROGETTO DEL DATA BASE DINAMICO DELLA PROGETTUALITÀ PROVINCIALE IL PROGETTO DEL DATA BASE DINAMICO DELLA PROGETTUALITÀ PROVINCIALE 1 FINALITÀ 1.1 Premessa Una delle fasi del percorso metodologico che porterà alla predisposizione del Piano strategico provinciale è quella

Dettagli

Manovra anticongiunturale

Manovra anticongiunturale Manovra anticongiunturale INTERVENTI A FAVORE DELLA CASA 9 aprile 2009 Le dimensioni del settore (costruzione installazione impianti) Situazione 2007 Imprese industriali con più di 10 dipendenti N Impresee

Dettagli

COMITATO DI DISTRETTO DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO

COMITATO DI DISTRETTO DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO del LINEA D AZIONE 6 SCHEDA PROGETTO n. 6.3 PROGRAMMA DI SVILUPPO del TITOLO DEL PROGETTO PROGRAMMA DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO. Pagina 1 di 7 del

Dettagli

Articolo 1 Oggetto del Regolamento

Articolo 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DELL IMPOSTA DI SOGGIORNO NELL UNIONE DI COMUNI VALDARNO E VALDISIEVE (Approvato con Delibera del Consiglio dell Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve n. 41 del 30/06/2011

Dettagli