Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati"

Transcript

1 Analisi mensile dei principali eventi e previsioni sui mercati globali 22 ottobre 2014 Analisi dei Mercati Crediamo che i mercati stiano reagendo in modo esagerato considerato lo stato di salute dei fondamentali. Diversi indicatori tecnici indicano una ripresa nel breve termine. Brusca correzione di mercato non giustificata dallo stato di salute dei fondamentali Crediamo in una ripresa economica globale graduale La caduta del prezzo del petrolio e di altre commodity dà impulso ai consumi Rendimenti delle obbligazioni decennali a livelli bassi; si attende un rimbalzo Reazione esagerata dei mercati Obbligazionario Rendimenti decennali (previsione a 3 mesi) US 2.5% Zona Euro 1.0% Giappone 0.6% Crediti Investment Grade = Crediti High Yield + Debito paesi emergenti Valute forti - Valute locali - positivi (+), neutrali (=), negativi (-) Azionario Energetici = Materiali - Industriali = Beni di consumo voluttuari + Beni di prima necessità - Sanitari = Finanziari + Tecnologici + Telecomunicazioni - Servizi di pubblica utilità = positivo (+), neutrale (=), negativo (-) Regioni Stati Uniti + Europa = Giappone + Mercati emergenti - positive (+), neutrali (=), negative (-) Fonte: ING Investment Management, 22 ottobre 2014 L outlook economico globale è diventato leggermente più incerto ma rimane positivo. La crescita degli utili è in ripresa specialmente negli Stati Uniti e, nel 2015, in Europa e la politica monetaria continua ad essere accomodante, in parte grazie alla bassa inflazione. Fino ad ora, per gli asset rischiosi, ottobre è stato un mese deludente. Sono state vendute azioni, commodity e le obbligazioni più rischiose mentre i rendimenti dei titoli obbligazionari a 10 anni sono scesi bruscamente. L aumento dell avversione al rischio è stato innescato da una serie di notizie negative. In Europa la BCE ha deluso molti analisti rivelando pochi dettagli sulle nuove misure di stimolo e allo stesso tempo sono stati pubblicati alcuni numeri peggiori del previsto, anche riguardo la Germania. Il mood della riunione annuale tenuta dall FMI è stato pessimo e c è stata l impressione che, negli ultimi due anni, i mercati fossero andati troppo avanti rispetto al trend economico. I mercati sono in grado di creare la propria realtà; se il pessimismo persiste e si diffonde e le condizioni finanziarie continuano a deteriorarsi, l effetto sull economia reale potrebbe essere negativo. Tuttavia, non pensiamo che gli attivi di rischio siano diventati troppo costosi. Gli indicatori lasciano pensare che la spinta alla crescita economica non sia cambiata. I consumi globali negli ultimi mesi hanno preso slancio e riceveranno ulteriore sostegno grazie al forte calo del prezzo del greggio e di altre commodity. La caduta dei tassi d interesse è positiva per il mercato immobiliare, in quanto si traduce in mutui a tasso inferiore. Anche le aziende sono in buone condizioni e disposte a investire. Crediamo che i mercati stiano reagendo in modo esagerato e vediamo pochi argomenti a sostegno della brusca correzione. Alcuni indicatori tecnici suggeriscono una ripresa a breve termine. Manteniamo le posizioni overweight azionarie e immobiliari.

2 1. Economia: crescita economica globale stabile Trend economici divergenti a livello geografico Prevediamo una ripresa economica globale graduale L economia USA è resistente L inflazione della zona euro rimarrà a 0% per un po Tendenze economiche in ulteriore divergenza Un trend evidente degli ultimi mesi è dato dall ulteriore divergenza delle performance a livello geografico. L economia americana continua a comportarsi bene, mentre gli indicatori economici della zona Euro sono in (leggero) ribasso. La spinta economica nei mercati emergenti è stata debole tutto l anno ma recentemente ha incontrato forti venti contrari causati dai deludenti indicatori cinesi. Gli indicatori giapponesi mostrano un quadro eterogeneo; le aziende stanno investendo e il mercato del lavoro è in miglioramento ma i consumi si stanno riprendendo meno del previsto a causa dell aumento dell IVA in aprile. L FMI taglia le previsioni di crescita L FMI ha modificato al ribasso le proprie previsioni di crescita dell economia globale, sostenendo che tale rischio è aumentato a partire dalla primavera, in parte a causa delle tensioni geopolitiche. L FMI ha tagliato le proprie previsioni di crescita per il 2014 al 3,3%, -0,4% rispetto alle previsioni di aprile. Per il 2015, l FMI prevede un accelerazione della crescita pari al 3,8%, mentre la precedente stima si attestava al 4%. Per la zona Euro l FMI prevede una crescita dell 1,3% nel 2015, -0,2% rispetto ad aprile. Crescita economica globale stabile Gli indicatori economici globali non ci danno ragione di modificare la previsione di una ripresa graduale dell economia globale. A settembre l indice PMI globale, un indicatore affidabile della crescita economica, è diminuito leggermente da 55,1 a 54,9 punti, dopo essere stato a 55 punti per quattro mesi. Questo dato è coerente con il livello di più alto di attività economica degli ultimi tre anni e mezzo. Ad agosto, produzione industriale inferiore al previsto Sebbene il sotto-indice per il settore dei servizi sia sceso leggermente, rimane ben al di sopra del settore manifatturiero. Anche quest ultimo ha perso leggermente, anche se i dati principali sulla produzione industriale globale hanno dipinto un quadro più pessimistico. A settembre i due indici sono stati decisamente peggiori del previsto in ogni aspetto. In particolare la Germania (-4% rispetto a luglio) e il Giappone hanno mostrato un calo marcato. Solo il tempo ci dirà se si tratta di un fenomeno passeggero o strutturale. I dati a livello industriale e aziendale indicano un rimbalzo dei numeri di settembre. Ci attendiamo che la produzione industriale globale si riprenda a un livello corrispondente all indice PMI. L economia US in chiara posizione di leadership L economia americana è di gran lunga la più resistente. Il suo quadro fondamentale è chiaro: gli squilibri macroeconomici e le incertezze politiche sono diminuiti sensibilmente e l economia sta beneficiando di un piano che si basa sull allentamento della stretta fiscale e su una politica di alleggerimento monetario sostenuta. Di conseguenza il settore privato sarà in grado di aumentare la spesa (in relazione al reddito). I dati dell ultimo periodo confermano il quadro. Dopo due mesi di crescita peggiore del previsto, a settembre il numero di posti di lavoro è cresciuto di unità. Inoltre, le cifre sugli ultimi due mesi sono state modificate al rialzo di posti di lavoro. La crescita occupazionale degli ultimi sei mesi si attesta a unità, una cifra davvero positiva. Il mercato del lavoro rimane un importante pilastro a sostegno dei consumatori, anche se gli aumenti salariali faticano a decollare, rimanendo al 2% circa. Gli altri driver dell economia americana sono gli investimenti aziendali e il mercato immobiliare, entrambi in solida crescita. Mercato immobiliare US di nuovo in crescita dopo un temporaneo ribasso La FED non aumenterà i tassi prima dell estate 2015 La conferma della bassa crescita dei salari e l attesa diminuzione dell inflazione dei prossimi mesi, in buona parte dovuta alla brusca caduta dei prezzi dell energia, rinforza l idea che per il momento la FED non aumenterà i tassi d interesse ufficiali. Ci attendiamo un primo aumento nel terzo trimestre del L inflazione della zona Euro rimarrà bassa per un po Gli indicatori dell attività economica nella zona Euro continuano nel loro graduale declino. A settembre l indice PMI per la regione è sceso da 52,5 a 52,3 punti, un livello corrispondente a una crescita economica dello 0,2%. A settembre l inflazione si è assestata sullo 0,3% su base annua, mentre l inflazione core (esclusi i prezzi di energia e alimenti) si è fermata allo 0,8%. Visto il forte calo del prezzo del greggio è probabile che l inflazione rimanga vicina allo 0% per un po di tempo. I mercati finanziari sono sempre più preoccupati che l inflazione continui a rimanere sotto l obiettivo del 2% della BCE. Insieme al perdurare della bassa crescita economica, la pressione affinché la BCE ING INVESTMENT MANAGEMENT ANALISI DEI MERCATI 2

3 proroghi i propri programmi di acquisto, aumenterà nei prossimi mesi. 2. Azionario: aumento brusco e marcato dell avversione al rischio Debolezza nei dati economici, specialmente nella zona Euro Leggera delusione dopo la riunione di ottobre della BCE Crescita economica e utili deludenti in Europa Dividendi interessanti, specialmente in Europa Gli investitori riducono il rischio Le prese di profitto, specialmente a fine settembre, hanno generato una brusca caduta dei mercati azionari. I titoli europei e giapponesi hanno sofferto di più anche a causa della crescente incertezza sulla crescita economica. L incertezza sulle politiche da seguire ha svolto un ruolo primario in entrambe le regioni. I mercati hanno spostato la data in cui si attendono che la BCE cominci ad acquistare titoli governativi nel Svariati fattori tecnici di mercato, inclusa la spinta economica, sono attualmente negativi. Mentre gli indicatori economici in Europa e Giappone sono peggiori del previsto, i mercati emergenti hanno riservato alcune sorprese positive. Le cifre sulle esportazioni cinesi, ad esempio, sono state migliori del previsto. I settori ciclici sono quelli che perdono di più Il focus degli investitori sulla riduzione dell esposizione al rischio nei propri portafogli ha influito particolarmente sui settori azionari ciclici. Di questi, il settore delle commodity, in particolare degli energetici, ha subito il colpo più forte. Vista la caduta del prezzo del greggio non c è da stupirsi. L enfasi degli investitori sulle crescenti incertezze li ha resi ciechi al minor prezzo del greggio. Dopo tutto un prezzo più basso dà impulso alla spesa delle famiglie e ha un effetto positivo sui costi delle aziende. Le incertezze, ie sulla crescita degli utili, continuano a crescere. Vento contrario previsto per gli utili US Prendendo in considerazione gli utili per azione, la aziende americane hanno dimostrato una robusta crescita. Per contro, gli utili societari in Europa sono stati assolutamente peggiori del previsto. Il quadro, tuttavia, potrebbe cambiare. Lo slancio degli utili in America è al momento il più negativo di tutte le regioni. Gli analisti stanno tagliando le loro previsioni sugli utili per le aziende e prevedono un periodo di venti contrari causato dalla forza del dollaro. In tal modo si genererà una pressione sui margini per la società americane sui mercati delle esportazioni. Siamo convinti che queste pressioni sui margini si faranno sentire a partire da gennaio 2015, quindi nei numeri relativi al IV trimestre. In contrasto, le società europee votate alle esportazioni trarranno profitto dal dollaro forte (tasso di cambio euro debole/dollaro). Le aziende europee miglioreranno gli utili con il tempo? Le valutazioni delle società europee sono circa il 15% superiori alla media. Ciò non dovrebbe causare timori, in quanto non si tratta di una sopravvalutazione eccessiva. Tuttavia, un problema si potrebbe verificare se la crescita degli utili dovesse continuare ad essere peggiore del previsto e il mercato continuasse ad essere deluso delle azioni della BCE. Le valutazioni diventeranno un problema se i mercati dovessero entrare in una fase in cui gli utili americani fossero peggiori del previsto e quelli europei non si fossero ripresi in misura sufficiente da dare fiducia al mercato. Nell attesa di segnali che indichino un cambio positivo negli indicatori e negli utili societari europei, manteniamo una posizione neutrale sugli azionari del vecchio continente. Un chiaro segno di consenso sul programma di acquisto di titoli di stato da parte del consiglio direttivo della BCE potrebbe spingerci a passare ad una posizione sovrappesata. Per quanto riguarda l azionario in Giappone e Stati Uniti manteniamo un leggero overweight. L azionario offre un notevole rapporto prezzo/dividendo A fine settembre l azionario globale ha offerto un rapporto prezzo/dividendo del 2,5% e quello dei mercati emergenti il 2,8%. Per il comparto americano e giapponese i rendimenti sono stati pari a 2,0% e 1,8% rispettivamente. L azionario europeo ha il rapporto più interessante (3,3%). A metà settembre il differenziale tra il rapporto prezzo/dividendo in Europa e il rendimento sui crediti era di 136 punti base, il valore più alto da anni. Segnali tecnici indicano un pessimismo eccessivo Sul breve termine alcuni fattori tecnici di mercato indicano un calo eccessivamente accentuato dei prezzi, a livelli di ipervendita. La volatilità del mercato, la fuga dei capitali dai mercati azionari e la sempre maggiore avversione al rischio sembrano confermare lo scenario. Volatilità in aumento a livelli dell estate 2012 Per quanto riguarda i fondamentali, l economia americana sta mostrando una crescita superiore alla media. Nei trimestri a seguire, la crescita degli utili societari in Europa, Giappone e mercati emergenti sarà spinta dal dollaro forte. I solidi bilanci societari forniscono ulteriore supporto, insieme ad aziende che utilizzano la liquidità in parte a beneficio degli ING INVESTMENT MANAGEMENT ANALISI DEI MERCATI 3

4 azionisti (riacquisto azioni, aumento dei dividendi). In generale, ci attendiamo un ulteriore ripresa, seppur graduale, dell economia globale. Così facendo, presumiamo che l economia della zona Euro riceva impulso grazie all acquisto di titoli di stato da parte della BCE. Bassa correzione nei mercati obbligazionari 3. Obbligazioni: i rendimenti tedeschi ai minimi storici Drastica riduzione dei rendimenti sui titoli decennali americani e tedeschi Correzione sui titoli rischiosi meno estrema del previsto Preferenza per titoli denominati in euro ABS europei avvantaggiati dalle misure della BCE Il brusco calo dei rendimenti US e tedeschi è una reazione eccessiva Dopo un breve rialzo nella prima metà di settembre, i rendimenti dei titoli decennali hanno continuato nel percorso di ribasso del Un brusco calo è stato particolarmente visibile tra il 7 e 15 ottobre. Ci sono alcune spiegazioni plausibili per il calo dei rendimenti decennali tedeschi. Gli indicatori peggiori del previsto nella zona Euro, la persistente e (molto) bassa inflazione e la previsione che la BCE si affiderà all acquisto di titoli governativi sono argomenti che sostengono rendimenti in calo o bassi. Tuttavia, riteniamo che il nuovo record dello 0,7% dei rendimenti tedeschi del 15 ottobre sia eccessivamente ridotto. Il brusco calo dei rendimenti governativi decennali in America è più difficile da spiegare. L economia americana sta mostrando una crescita sopra la media e chiari segni di miglioramento. D altro canto l inflazione si sta abbassando e la tendenza dovrebbe continuare nei prossimi mesi, principalmente a seguito del calo drastico dei prezzi dell energia. Di conseguenza, seppure parzialmente, i mercati si aspettano che la FED posticipi la data in cui intende alzare i tassi d interesse ufficiali. A giudicare dai future dei Fed Funds, la data è stata posticipata dal II al IV trimestre del Un altra ragione per il calo dei rendimenti è l aumento repentino dell avversione al rischio, che ha spinto gli investitori a lanciarsi in massa verso lidi sicuri, quali i titoli di stato tedeschi e americani. I titoli di alta qualità sono pochi e la domanda rimane alta, anche per i fondi sovrani. Crediamo che il recente calo dei rendimenti sia eccessivo e ci attendiamo un rimbalzo sul breve termine e un leggero aumento sia dei titoli governativi tedeschi sia di quelli americani sul medio termine. Correzione dei titoli a rischio relativamente controllata L aumento dell avversione al rischio ha generato una correzione dei mercati delle obbligazioni rischiose. Tuttavia la correzione è stata meno estrema rispetto ai mercati azionari. Anche se i differenziali sono aumentati, i ritorni non sono diminuiti in corrispondenza del calo dei rendimenti (vedi grafico). Ciò non toglie che ci siano alcune variazioni degne di nota. I titoli decennali spagnoli, i crediti europei investment grade e il debito dei mercati emergenti in valuta forte hanno tenuto abbastanza bene. I crediti high yield e il debito dei mercati emergenti in valuta locale, invece, hanno perso terreno. Correzione piuttosto eccessiva sugli High Yield I titoli High Yield hanno visto un flusso abbondante di capitali in uscita, in parte perchè molti investitori avevano posizioni sovrappesate piuttosto ampie in questa asset class. Ciò nonostante le valutazioni sono interessanti, mentre il quadro dei fondamentali è per lo più immutato. Il numero di default attesi rimane storicamente basso. Inoltre, la politica monetaria della BCE è un driver per i titoli High Yield europei. Il rischio principale di queste obbligazioni è la bassa liquidità del mercato. Per quanto riguarda l Europa, sui crediti investment grade, titoli asset backed (ABS) e titoli di stato periferici della zona Euro rimaniamo positivi. Queste classi di attivi stanno beneficiando delle misure annunciate dalla BCE. 4. Azionari immobiliari: overweight In una logica di ricerca di rendimento da parte degli investitori, quest anno i titoli immobiliari hanno superato la performance di altre classe di attivi. Hanno beneficiato dal calo dei rendimenti sui titoli decennali. Tuttavia, rimangono vulnerabili all aumento dei tassi d interesse. La volatilità, quindi, potrebbe aumentare se gli investitori cominceranno a speculare sull aumento dei tassi d interesse negli Stati Uniti. Tuttavia un aumento graduale dei tassi d interesse dovuto al perdurare della ripresa non deve per forza essere un fatto negativo. La nostra posizione sul comparto immobiliare è overweight. ING INVESTMENT MANAGEMENT ANALISI DEI MERCATI 4

5 5. Commodity: neutrali La posizione sulle commodity è neutrale. Il miglioramento della domanda globale è positivo ma le commodity sono vulnerabili al calo della domanda in Cina. L indebolimento degli indicatori economici cinesi è quindi un fattore negativo. I rischi politici rimangono presenti ma fino ad ora non hanno generato una pressione significativa al rialzo sui prezzi. Il calo del prezzo del greggio ha proseguito dopo che la International Energy Association (IEA) ha tagliato le proprie previsioni sulla crescita della domanda di petrolio. La diminuzione della crescita economica in Cina continua a rappresentare la principale minaccia al settore delle commodity. AVVERTENZE Le informazioni contenute nel presente documento sono state predisposte esclusivamente a scopo informativo e non costituiscono in nessun modo un offerta di sottoscrizione o di vendita, sollecitazione o raccomandazione all investimento. Questa comunicazione e le informazioni in essa contenute sono frutto di un accurata selezione, tuttavia non si rilasciano dichiarazioni o garanzie, espresse o implicite, in ordine alla loro accuratezza o completezza. Le informazioni contenute nel presente documento sono inoltre soggette a modifica senza preavviso. Né ING Investment Management né qualunque altra società o unità appartenente al Gruppo ING o qualunque dei suoi funzionari,amministratori o dipendenti si assumono alcuna responsabilità in relazione alle informazioni o indicazioni qui fornite. Si declina ogni responsabilità per eventuali perdite subite a seguito dell utilizzo di questa pubblicazione o dell affidamento fatto dal lettore sul suo contenuto nell assunzione di decisioni di investimento. ING Asset Management B.V. Milan Branch è la filiale Italiana della ING Asset Management BV registrata presso l Autorità di vigilanza olandese sui mercati finanziari (Autoriteit Financiële Markten) di Amsterdam. Questa comunicazione e le informazioni in essa contenute hanno, infine, carattere riservato e non possono essere assolutamente copiate, riprodotte, distribuite o trasferite a qualunque soggetto senza il preventivo consenso scritto di ING Investment Management. ING INVESTMENT MANAGEMENT ANALISI DEI MERCATI 5

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo No. 5 - Settembre 2013 2 I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo Con il mercato obbligazionario

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 16 marzo 2015 S.A.F.

Dettagli

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds Relazione Semestrale al 30.06.2013 Fondo ADVAM Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 1.903.000 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA

Dettagli

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10 Alternative Spot Dic 2013 L outlook di Hedge Invest per il 2014 Scenario macroeconomico: la visione per il 2014 EUROZONA Prevediamo ancora pressioni al ribasso sulla crescita a breve termine, a causa di

Dettagli

La crescita accelera nella seconda metà del 2013

La crescita accelera nella seconda metà del 2013 Approfondimento mensile sulla situazione attuale e sui probabili sviluppi dei mercati globali 21 agosto 2013 Analisi dei Mercati L outlook di mercato è positivo, grazie ai solidi indicatori economici e

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 6 giugno A cura dell

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 30/04/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 1. QUADRO MACROECONOMICO INTERNAZIONALE Negli ultimi mesi del 2011 si è verificato un peggioramento delle prospettive di crescita nelle principali economie

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

Schroder ISF EURO Short Term Bond

Schroder ISF EURO Short Term Bond Pagina 1 Indice Review su mercato e fondo pag. 2 Il mercato Il fondo Cosa ci aspettiamo dal mercato e dal fondo pag. 3 Uno sguardo al mercato Le scelte strategiche I risultati di pag. 4 Descrizione del

Dettagli

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti:

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: MARKET OUTLOOK 2016 Cosa ci lascia in eredità il 2015 L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: - La fine della politica dei tassi zero in USA - L avvio del QE in Europa

Dettagli

Le imprese in questo nuovo scenario.

Le imprese in questo nuovo scenario. Banche credito tassi - imprese: un nuovo scenario Le imprese in questo nuovo scenario. 1 Mercoledì 26 ottobre 2011, ore 16.00 Palazzo Bonin - Corso Palladio 13 Vicenza Aspetti fondamentali del nuovo scenario:

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 5 - Maggio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

View. Fideuram Investimenti. 12 ottobre 2015

View. Fideuram Investimenti. 12 ottobre 2015 12 ottobre 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 Scenario macroeconomico Confermiamo di non aver apportato revisioni significative

Dettagli

ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie. Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds

ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie. Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds 1 Sintesi Gli attuali squilibri Le prospettive Le strategie nelle varie asset class 2 Gli

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 86 MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il 29 giugno

Dettagli

L economia australiana brilla sulle altre

L economia australiana brilla sulle altre L economia australiana brilla sulle altre 28 marzo 2011 Le stime sulla crescita per molti paesi sviluppati hanno subito una flessione a causa della tragedia che continua a investire il Gippone, uno dei

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica Veloce e Fragile Le dinamiche dell economia britannica 2 maggio, 2011 Rimbalzo nel primo trimestre per il Regno Unito? Come è già stato precedentemente sottolineato, l economia britannica è un economia

Dettagli

CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa. Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015

CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa. Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015 CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015 Cfa Society: +56,8 pt Italy sentiment in maggio, fiducia confermata 2015-05-04

Dettagli

La crisi iniziata nel 2007

La crisi iniziata nel 2007 La crisi iniziata nel 2007 In questa lezione: Analizziamo lo scoppio della crisi finanziaria. Studiamo l effetto della crisi finanziaria sull economia reale. 300 L origine della Crisi Nell autunno del

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 2 LUGLIO 2015 Il momento del commercio mondiale segna un miglioramento ad aprile 2015, ma i volumi delle importazioni e delle esportazioni sembrano muoversi in direzioni

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 10 Febbraio 2014 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Le prime settimane dell anno sono state caratterizzate

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 8 agosto A cura dell

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo.

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo. ARCA FOCUS Outlook dei mercati IV Trimestre 2015 1 Indice Outlook di lungo periodo Mercati Azionari 3 Outlook di lungo periodo Mercati Obbligazionari 4 Outlook di medio periodo Opportunità e rischi 5 Outlook

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 4 aprile 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 4 aprile 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 4 aprile A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono unicamente

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI

INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI Mercoledì 18 marzo 2015, ore 17.00 Camera di Commercio, Sala Arancio, Via Tonale 28/30 - Lecco Materiale a cura di: Direzione Studi e Ricerche,

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

Focus Market Strategy

Focus Market Strategy Valute emergenti: rand, lira e real 30 luglio 2015 Atteso un recupero verso fine anno Contesto di mercato Il comparto delle valute emergenti è tornato nuovamente sotto pressione negli ultimi mesi complice

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 80 MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti,

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 7 luglio A cura dell

Dettagli

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA MERCATO MONETARIO E MERCATO OBBLIGAZIONARIO La scorsa settimana ha visto un andamento differenziato dei tassi tra area euro ed area dollaro: se infatti quelli

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 11 novembre A cura

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 31/03/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

Il Rapporto sulla Stabilità Finanziaria. Fabio Panetta Vice Direttore Generale - Banca d Italia. Università Bocconi, 18 Novembre 2014

Il Rapporto sulla Stabilità Finanziaria. Fabio Panetta Vice Direttore Generale - Banca d Italia. Università Bocconi, 18 Novembre 2014 Il Rapporto sulla Stabilità Finanziaria Fabio Panetta Vice Direttore Generale - Banca d Italia Università Bocconi, 18 Novembre 2014 Indice o La congiuntura o Il mercato immobiliare o I mercati finanziari

Dettagli

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato No. 10 giugno 2015 N. 10 giugno 2015 2 Le principali Banche Centrali hanno aumentato complessivamente di oltre 6.000 miliardi

Dettagli

Outlook dei mercati. I Trimestre 2015 ARCA FOCUS

Outlook dei mercati. I Trimestre 2015 ARCA FOCUS ARCA FOCUS Outlook dei mercati I Trimestre 2015 Ad uso esclusivo dei Soggetti Collocatori, vietata la diffusione alla clientela. Il presente documento ha semplice scopo informativo. 1 Indice Outlook di

Dettagli

Lo Spunto Finanziario 02 Aprile 2010

Lo Spunto Finanziario 02 Aprile 2010 Lo Spunto Finanziario 02 Aprile 2010 Il primo trimestre dell'anno si chiude in maniera positiva così come dimostrano i dati esposti nelle due tabelle sottostanti. Tali dati mostrano con sorpresa l'outperform

Dettagli

MC Capital Ltd Consulenza Finanziaria & Gestione di Portafoglio

MC Capital Ltd Consulenza Finanziaria & Gestione di Portafoglio Newsletter mercati e valute 22 febbraio 2013 Le minute dell ultima riunione della Federal Reserve mostrano divergenze all interno della Banca Centrale Usa sul piano di stimoli monetari a sostegno dell

Dettagli

IL CONTESTO Dove Siamo

IL CONTESTO Dove Siamo IL CONTESTO Dove Siamo INFLAZIONE MEDIA IN ITALIA NEGLI ULTIMI 60 ANNI Inflazione ai minimi storici oggi non è più un problema. Tassi reali a: breve termine (1-3 anni) vicini allo 0 tassi reali a medio

Dettagli

06/14. Anthilia Capital Partners SGR. Analisi di scenario Maggio Giugno 2014 2011

06/14. Anthilia Capital Partners SGR. Analisi di scenario Maggio Giugno 2014 2011 06/14 Anthilia Capital Partners SGR Analisi di scenario Maggio Giugno 2014 2011 Giugno 2014 Analisi di scenario Mercati 19/06/2014 2 Analisi di scenario Giudizi sintetici Azionario US Europa Giappone Emergenti

Dettagli

Previsioni di Mercato Raiffeisen

Previsioni di Mercato Raiffeisen Previsioni di Mercato Raiffeisen di Raiffeisen Capital Management per Cassa Raiffeisen di Brunico Marzo 2015 Rischio? Quale rischio? Le prime settimane dell anno nuovo sono state caratterizzate dai temi

Dettagli

2014/2015: Retrospettiva e prospettive future. Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio

2014/2015: Retrospettiva e prospettive future. Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio 2014/2015: Retrospettiva e prospettive future Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio Retrospettiva 2014 La comunicazione relativa a una riduzione solo graduale degli acquisti di

Dettagli

L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015

L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015 COMUNICATO STAMPA L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015 Le azioni mantengono la fiducia degli investitori

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

Analisi Settimanale 31.10.2015. sabato 31 ottobre 2015-1 -

Analisi Settimanale 31.10.2015. sabato 31 ottobre 2015-1 - Analisi Settimanale 31.10.2015 sabato 31 ottobre 2015-1 - Le pagelle delle banche centrali In questa settimanale vogliamo fare un analisi delle banche centrali, alla luce del loro operato e dei loro target.

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 5 maggio 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 5 maggio 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. maggio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono unicamente

Dettagli

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti - Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR; Luca Mezzomo - Responsabile

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

La situazione dell investitore è chiaramente scomoda e occorre muoversi su due fronti:

La situazione dell investitore è chiaramente scomoda e occorre muoversi su due fronti: Analisti e strategisti di mercato amano interpretare le dinamiche dei mercati azionari in termini di fasi orso, fasi toro, cercando una chiave interpretativa dei mercati, a dimostrazione che i prezzi non

Dettagli

8a+ Investimenti Sgr. Latemar

8a+ Investimenti Sgr. Latemar 8a+ Investimenti Sgr Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Latemar RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 Sede Legale: Varese, Piazza Monte Grappa 4 Tel 0332-251411 Telefax 0332-251400 Capitale

Dettagli

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale No. 4 - Giugno 2013 Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Nelle ultime settimane si sono verificati importanti

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 Marzo 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010

Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010 Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010 Debiti sovrani PRIMA, Crescita o Recessione DOPO. L' incertezza Continua? 1) In scia ai timori di una ricaduta dell'economia globale sta proseguendo la "fuga dal rischio"

Dettagli

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente Cosa ci dobbiamo aspettare dai mercati obbligazionari nel 2015? Intervista a Paul Read (Co-Head di Invesco Fixed Interest Henley Gestore di Invesco Euro Corporate Bond, Invesco Pan European High Income

Dettagli

Portafogli Modello Giugno 2014

Portafogli Modello Giugno 2014 Portafogli Modello Giugno 2014 Investment Advisory 10 Giugno 2014 Milano Indice Commento Generale (p. 3) Portafoglio Obbligazionario (p. 4) Portafoglio Bilanciato (p. 6) Portafoglio Azionario (p. 8) Ranking

Dettagli

Outlook dei mercati. III Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo.

Outlook dei mercati. III Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo. ARCA FOCUS Outlook dei mercati III Trimestre 2015 1 Indice Outlook di lungo periodo Mercati Azionari 3 Outlook di lungo periodo Mercati Obbligazionari 4 Outlook di medio periodo Opportunità e rischi 5

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 1 Gennaio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 1 Gennaio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 1 Gennaio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Considerazioni riassuntive degli indicatori analizzati

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 4 settembre 2015 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Previsioni di Mercato Raiffeisen

Previsioni di Mercato Raiffeisen Previsioni di Mercato Raiffeisen di Raiffeisen Capital Management per Cassa Raiffeisen di Brunico Gennaio/Febbraio 2015 Si preferiscono gli USA L inizio dell anno è cautamente positivo se parliamo dei

Dettagli

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net Analisi Settimanale dei rcati Visita il nuovo network di social trading di etoro: openbook.etoro.com Performance deludenti per i titoli e le materie prime a più alto rischio dal momento che questa settimana

Dettagli

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 VALORI % Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 Abbiamo alle spalle ancora un anno difficile per le famiglie La propensione al risparmio delle famiglie italiane ha evidenziato un ulteriore

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Piano Economico Finanziario 2008 e previsioni anni 2009 e 2010 Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Indice Scenario & Previsioni PIANO ANNUALE 2008 1Fonti di finanziamento 2Impieghi 3Ricavi 4Costi

Dettagli

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds Relazione Semestrale al 30.06.2014 Fondo ADVAM Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 2.200.000 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 1 Gennaio 214 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

MERCATI-Ambrosetti A.M. SIM: commento giugno 2015, stabile l esposizione azionaria complessiva

MERCATI-Ambrosetti A.M. SIM: commento giugno 2015, stabile l esposizione azionaria complessiva Data Pubblicazione 04/06/2015 Sito Web www.impresamia.com MERCATI-Ambrosetti A.M. SIM: commento giugno 2015, stabile l esposizione azionaria complessiva Commento mensile di Giugno 2015 a firma di Alessandro

Dettagli

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Aprile - giugno 2015

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Aprile - giugno 2015 Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Aprile - giugno 2015 Euro/dollaro Dopo aver toccato il livello minimo negli ultimi dodici anni, nel secondo trimestre

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 2 Aprile 2014 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico La politica monetaria nelle economie avanzate sta

Dettagli

I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio?

I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio? I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio? 14 marzo, 2011 Dovrebbe essere sufficiente dire che il più grande fondo obbligazionario mondiale, Pimco, ha deciso di uscire dal mercato

Dettagli

Il contesto attuale e le prospettive dei mercati

Il contesto attuale e le prospettive dei mercati Il contesto attuale e le prospettive dei mercati Petrolio, progressivo rialzo... Brent dal 2010 Fonte: Bloomberg 2 Tassi, in aumento l interbancario... Euribor 3 mesi e tasso Bce a confronto Fonte: Bloomberg

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 10 febbraio 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Il programma di Quantitative Easing finalmente

Dettagli

ILR con. Posizione. attuale.

ILR con. Posizione. attuale. ILR con il gestore G. Spinola del 16/04/15 Trend vs. Msci World Dal lancio ( 15/02/93 ) al 16/04/15. Posizione attuale. 63% %* in Azioni (profilo di rischio teoricoo del portafoglio mediamente in lineaa

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 13 gennaio 2015 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

Fondo Monetario Internazionale e Italia

Fondo Monetario Internazionale e Italia Fondo Monetario Internazionale e Italia (analisi della Public Information Notice del 13/11/2003) Antonio Forte Tutti i diritti sono riservati INTRODUZIONE Nell ambito della funzione di sorveglianza svolta

Dettagli

View. Fideuram Investimenti. 10 marzo 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari

View. Fideuram Investimenti. 10 marzo 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari 10 marzo 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Nel corso delle ultime settimane abbiamo rivisto al

Dettagli

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI Economie divergenti

Dettagli

Comitato Investimenti 11.1.2016

Comitato Investimenti 11.1.2016 Comitato Investimenti 11.1.2016 1 SNAPSHOT Il 2016 non dovrebbe presentare delle sorprese nell'euro-zona, con ciò il Comitato Investimenti intende un rialzo dei rendimenti, perché l'inflazione è modesta

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 31/7/1 Pagina 1 Questa

Dettagli

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Ottobre 2014 Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Eurozona Previsioni "La ripresa nella zona euro sta perdendo impulso, la crescita del PIL si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 12 maggio 2016 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 Scenario macroeconomico Dopo la revisione al ribasso apportata alle stime

Dettagli

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Mercati e Valute, 10 aprile 2015 Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Nel primo trimestre dell anno, il forte calo dell Euro nei confronti del Dollaro USA ha reso più attraenti

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 10 novembre 2015 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A.

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. Relazione Semestrale al 30.06.2015 FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO Kairos Income Kairos Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via San Prospero 2, 20121 Milano Tel 02.777181

Dettagli

TASSI DI CAMBIO AVVENIMENTI DI QUESTA SETTIMANA. Analisi Settimanale dei Mercati

TASSI DI CAMBIO AVVENIMENTI DI QUESTA SETTIMANA. Analisi Settimanale dei Mercati Il vulcano ha eruttato durante la settimana poiché i problemi di solvibilità del debito nella periferia dell Europa hanno creato il panico in tutto il mondo ed i mercati finanziari hanno avuto comportamenti

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 2012 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell Eurozona (Giugno 2014)

Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell Eurozona (Giugno 2014) RESeT INTERNAZIONALE Fondo Monetario Internazionale FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE ED. IT. DI ALDO CARBONE 19 Giugno 2014 Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 8 agosto 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 3 marzo A cura dell

Dettagli