La Cittadinanza europea e i gemellaggi di Città

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Cittadinanza europea e i gemellaggi di Città"

Transcript

1 La Cittadinanza europea e i gemellaggi di Città Bruxelles, 28 novembre 2012 Emilio Verrengia Segretario Generale Aggiunto A.I.C.C.R.E. Vice Presidente del Congresso dei Poteri locali e regionali del Consiglio d Europa d

2 Costruire una cittadinanza europeo dal basso attraverso i gemellaggi di Città

3 Che cosa è un Gemellaggio? un atto formale di cooperazione firmato dai rappresentanti locali di 2 comuni che *aderiscano ad un obiettivo politico comune *siano d accordo sul modo di attuazione

4 Il Gemellaggio è Non limitato nel tempo A vocazione pluridisciplinare Aperto a tutte le fasce di categorie che rappresentano la popolazione Una risorsa di apprendimento Un mezzo di sensibilizzazione europea Un quadro di iniziative e di azioni MUOVERSI PER APPRENDERE APPRENDERE PER CAPIRE CAPIRE PER AGIRE

5 Per intraprendere un Gemellaggio Ricercare un partner Attivare il Comitato di gemellaggio Approvare la delibera comunale Prevedere voce in bilancio Attuare un incontro preliminare Individuare la data di ufficializzazione Preparare la domanda di sovvenzione GIURAMENTO DELLA FRATERNITA

6 Ricerca partner

7 Gemellaggi italiani con Comuni europei diviso per paese (1)

8 Gemellaggi italiani con Comuni europei diviso per paese (2)

9 ll programma «Europa per i Cittadini» Obiettivi generali: Partecipazione dei cittadini Sviluppare un identit identità europea Promuovere un senso di appartenenza all Unione Europea tra i cittadini Promuovere tolleranza e comprensione reciproca dei cittadini europei

10 Contenuto del programma 4 Azioni 1. Cittadinanza attiva per l Europal 2. Società civile attiva per l Europal 3. Insieme per Europa (non disponibile quest anno) 4. Memoria europea attiva

11 Contenuto del programma Azione 1: Cittadini attiva per l l Europa Partecipazione diretta dei cittadini tramite : Gemellaggio tra Città Progetti dei cittadini

12 Contenuto del programma Gemellaggio tra Città: : 2 azioni previsti 1.1 Incontri fra cittadini nell ambito del gemellaggio tra Città; 1.2 Reti di città gemellate su tematiche specifici (Conferenze, Seminari)

13 Chiedere una sovvenzione alla Commissione Europea per: un incontro di preparazione ad un gemellaggio fra comuni (incontri fra cittadini) la formalizzazione di un gemellaggio fra comuni (incontri fra cittadini) uno scambio fra cittadini all interno di un gemellaggio già esistente (incontri fra cittadini) l organizzazione di una Conferenza tematica o un seminario di formazione (reti di città gemellate)

14 Realizzazione Obiettivi generali : 1. dare ai cittadini l opportunitl opportunità di interagire e partecipare alla costruzione di un Europa sempre più vicina, democratica e aperta al mondo, unita nella sua diversità culturale; 2. sviluppare un identit identità europea fondata su valori, storia e cultura comune; 3. promuovere un senso di appartenenza all Unione europea tra i cittadini; 4. promuovere la tolleranza e la comprensione reciproca dei cittadini europei, rispettando e valorizzando la diversità culturale e linguistica.

15 Realizzazione Obiettivi specifici riunire persone di tutta Europa affinché condividano e scambino esperienze, opinioni e valori e operino per costruire il proprio futuro; 2. Promuovere iniziative, dibattiti e riflessioni in materia di cittadinanza e democrazia, valori condivisi, storia e cultura comune; 3. Rendere l idea l dell Europa più tangibile per i suoi cittadini, promuovendo realizzazioni e valori europei 4. Incoraggiare l interazione l tra i cittadini di tutti i paesi partecipanti, contribuendo al dialogo interculturale, mettendo in evidenza la diversità e l unitl unità dell Europa

16 Realizzazione Temi annuali 2012: Anno europeo per l invecchiamento attivo 2013: Anno europeo dei cittadini

17 Incontri fra cittadini Criteri di ammissibilità: Candidati ammissibili Il Comune La sua Associazione di gemellaggio o il suo Comitato di gemellaggio avente status giuridico

18 Incontro fra cittadini Azioni ammissibili Azioni nel quadro di accordi di gemellaggi esistenti o da concludersi entro 2 anni Azioni che coinvolgono almeno 2 paesi, di cui almeno uno è Stato membro Azioni che coinvolgono: per incontri bilaterali: almeno 25 partecipanti per incontri multilaterali: almeno 25 partecipanti, minimo 5 partecipanti per comune

19 Scadenze presentazione domande sovvenzione 2013 Azione 1.1: Incontri fra cittadini 01/02/13: Azioni dal 1 giugno 2013 al 28 febbraio /06/13: Azioni dal 1 ottobre 2013 al 30 giugno 2014

20 Azione 1.2 Reti di citta gemellate (seminari e conferenza) Le rete tematiche tra le città gemellate devono presentare 4 caratteristiche: Integrare una serie di attività incentrate su argomenti di interesse comune da affrontare nel contesto delle priorità del programma rilevanti per l integrazione l europea; Produrre strumenti di comunicazione nel contesto degli eventi allo scopo di promuovere reti tematiche strutturate e sostenibili e divulgare i risultati Avere un gruppo di destinatari ben definito e coinvolgere i cittadini della comunità attiva Devono servire da punto di partenza per iniziative ed azioni future tra le città coinvolte

21 Azione 1.2 rete tematico tra le citta gemellate (seminari e conferenza) Candidati ammissibili Comuni e comitati di gemellaggi avente status giuridico Governi locali e regionali Associazioni che rappresentano le autorità locali Il progetto deve includere tre eventi sulla stessa tematica organizzati in uno dei paesi partner partecipanti al progetto

22 Azione 1.2 rete tematico tra le citta gemellate (seminari e conferenza) Criteri quantitativi Preparare una presentazione chiara e dettagliata del programma della conferenza o seminario Illustrare l impatto l che gli eventi avranno sulla futura cooperazione tra le città Utilizzare vari metodi di attuazione del programma (conferenze, dibattiti, discussioni, seminari ecc.) Concentrare l attenzione l sul valore informativo ed educativo del contenuto del programma Discuttere sulle politiche europee e la loro attuazione Invitare esperti in qualità di relatore Spiegare quale visibilità otteranno gli eventi

23 Scadenze presentazione domande sovvenzione 2013 Azioni 1.2: Reti tematiche 1/02/2013: : inizio azioni fra 1 giugno 2013 e il 31 dicembre 2013

24 Bilancio : 215 M Azione 1: minimo 45 % della dotazione complessiva Gemellaggi di Città : 14 Mio

25 I 27 Stati membri Paesi ammessi La Croazia L Albania Ex Repubblica di Jugoslavia / Macedonia Bosnia Erzegovina Montenegro

26 Realizzazione La guida e la modulistica del programma «Europa per i cittadini» sono pubblicati sul sito:

27 A.I.C.C.R.E. Cittadinanza europea, gemellaggi e relazioni transnazionali Per ulteriori informazioni : A.I.C.C.R.E Piazza di Trevi Roma tel: 06/ int. 222 e

Il Programma "Europa per i cittadini«

Il Programma Europa per i cittadini« Il Programma "Europa per i cittadini«gemellaggi di città 2007-2013 Marijke Vanbiervliet Direttore Relazioni internazionali, Cittadinanza europea e Gemellaggi A.I.C.C.R.E. Vanbiervliet@aiccre.it Che cosa

Dettagli

Europa per i cittadini 2007-2013

Europa per i cittadini 2007-2013 Europa per i cittadini 2007-2013 Il Programma ha come scopo primario la promozione della cittadinanza europea attiva, ovvero il coinvolgimento diretto dei cittadini e delle organizzazioni della società

Dettagli

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency Gioventù in Azione 2007-2013 2013 Gioventù in Azione è: Un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile

Dettagli

Gioventù in Azione 2007-2013

Gioventù in Azione 2007-2013 Gioventù in Azione 2007-2013 Gioventù in Azione Un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile Opera nel

Dettagli

PROGRAMMA GIOVENTU IN AZIONE 2007-2013

PROGRAMMA GIOVENTU IN AZIONE 2007-2013 1 PROGRAMMA GIOVENTU IN AZIONE 2007-2013 Gioventù in Azione è il programma istituito dall Unione Europea appositamente per i giovani: l obiettivo è di infondere nei giovani europei un senso di cittadinanza

Dettagli

Settore: Giovani Nome bando: Programma gioventù in azione Destinatari:

Settore: Giovani Nome bando: Programma gioventù in azione Destinatari: Settore: Giovani Nome bando: Programma gioventù in azione Destinatari: organizzazioni senza scopo di lucro o non governative. organismi pubblici locali e/o regionali. gruppi giovanili informali. enti attivi

Dettagli

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Antonella Buja Coordinatrice Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena Le diverse tipologie

Dettagli

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a presentare proposte

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a presentare proposte EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura Invito a presentare proposte EACEA 29/2015 : Sostegno a favore di progetti di cooperazione europei Attuazione del regime del sottoprogramma Cultura Europa

Dettagli

Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato

Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato Dott.ssa Rita Sassu ECP Europe for Citizens Point Lucca, 25 febbraio 2012 Anno Europeo del Volontariato Volontariato: Libera scelta Libera

Dettagli

LE OPPORTUNITA PER GLI INVESTIMENTI AMBIENTALI: FOCUS BALCANI 21 NOVEMBRE -ASSOLOMBARDA FOCUS BULGARIA E ROMANIA IL CONTESTO POLITICO-ECONOMICO 2007: Ingresso di Bulgaria e Romania nell Unione Europea

Dettagli

Gioventù in Azione 2007-2013 2013 Gioventù in Azione è: Un programma a comunitario o per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale e le iniziative locali Opera nel campo dell

Dettagli

Youth in Action Programma 2007-2013 EACEA

Youth in Action Programma 2007-2013 EACEA Un programma europeo per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile E lo strumento di attuazione del Libro Bianco sulla gioventù

Dettagli

PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013

PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013 PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013 Il Background del Programma LLP Dichiarazione di Bologna (1999): costruzione di uno spazio europeo dell istruzione superiore Consiglio di Lisbona (2000):

Dettagli

L area dei Balcani è al centro delle attività della Cooperazione Italiana.

L area dei Balcani è al centro delle attività della Cooperazione Italiana. L AZIONE DELLA COOPERAZIONE ITALIANA NEI BALCANI Progetti di Institutional Capacity Building L area dei Balcani è al centro delle attività della Cooperazione Italiana. Dopo la sanguinosa guerra che ha

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA C 333/12 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 10.12.2010 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA Invito a presentare proposte EAC/57/10 Programma «Gioventù in azione» 2007-2013 (2010/C

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento LIFELONG LEARNING PROGRAMME Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento permanente, o Lifelong Learning Programme (LLP), è stato istituito con decisione del Parlamento europeo e del

Dettagli

POAT. Europa per i Cittadini. Presentare una proposta di progetto. Comune di Agrigento Giovedì 14 Maggio 2015

POAT. Europa per i Cittadini. Presentare una proposta di progetto. Comune di Agrigento Giovedì 14 Maggio 2015 POAT PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA Linea 3 - Ambito 1 Azioni a supporto della partecipazione ai programmi comunitari a gestione diretta e al lavoro in

Dettagli

Gioventù in Azione 2007-2013 Scambi giovanili, iniziative giovani e progetti giovani e democrazia AZIONE 1. Bari, 5 giugno 2012

Gioventù in Azione 2007-2013 Scambi giovanili, iniziative giovani e progetti giovani e democrazia AZIONE 1. Bari, 5 giugno 2012 Gioventù in Azione 2007-2013 Scambi giovanili, iniziative giovani e progetti giovani e democrazia AZIONE 1 Bari, 5 giugno 2012 Contesto di riferimento Programma GiA, obiettivi, azioni, priorità GIA: 5

Dettagli

CULTURA 2007. Andrea Pignatti. Andrea Pignatti

CULTURA 2007. Andrea Pignatti. Andrea Pignatti Presentazione Programma Piacenza, 15 luglio 2010 Programmi a gestione decentrata Programmi a gestione diretta Fondi Strutturali Le tipologie di finanziamento UE OGGI Obiettivo Convergenza Obiettivo Competitività

Dettagli

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il trattato UE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Articolo 149 Contribuire allo sviluppo della qualità dell istruzione

Dettagli

Interreg MED 2014-2020

Interreg MED 2014-2020 Interreg MED 2014-2020 http://interreg-med.eu/en/first-call-for-project-proposals/ Lo scorso 23 giugno a Marsiglia si è aperto ufficialmente il programma di cooperazione transnazionale Interreg MED. Queste

Dettagli

DECISIONE N. 1719/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO DEL CONSIGLIO. Gioventù Azione 2007-2013

DECISIONE N. 1719/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO DEL CONSIGLIO. Gioventù Azione 2007-2013 DECISIONE N. 1719/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO DEL CONSIGLIO Gioventù in Azione 2007-2013 GIOVENTU IN AZIONE 2007 2007-20132013 è un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 anni promuove la mobilità

Dettagli

22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43

22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43 22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43 IV (Atti adottati prima del 1 o dicembre 2009, in applicazione del trattato CE, del trattato UE e del trattato Euratom) DECISIONE DEL CONSIGLIO

Dettagli

L Europa fai da te Guida Pratica allo Sviluppo e Gestione di Progetti

L Europa fai da te Guida Pratica allo Sviluppo e Gestione di Progetti L Europa fai da te Guida Pratica allo Sviluppo e Gestione di Progetti Project Number: 2011-4026/001-001 1 2 Licenza Questa pubblicazione fa parte del progetto SOLE ed è finanziato con il sostegno della

Dettagli

III.2 Condizioni finanziarie e contrattuali specifiche relative al finanziamento di progetti

III.2 Condizioni finanziarie e contrattuali specifiche relative al finanziamento di progetti RETTIFICA della guida al programma "Europa per i cittadini" CAPITOLO I INTRODUZIONE I.4 Temi prioritari del Programma "Europa per i cittadini" I temi permanenti (pagina 6-8) sono sostituiti da: Priorità

Dettagli

EUROREGIONE ADRIATICA JADRANSKA EUROREGIJA JADRANSKA EVROREGIJA EURO RAJONI ADRIATIK. Gennaro Di Gregorio. www.adriaticeuroregion.

EUROREGIONE ADRIATICA JADRANSKA EUROREGIJA JADRANSKA EVROREGIJA EURO RAJONI ADRIATIK. Gennaro Di Gregorio. www.adriaticeuroregion. EUROREGIONE ADRIATICA JADRANSKA EUROREGIJA JADRANSKA EVROREGIJA EURO RAJONI ADRIATIK Gennaro Di Gregorio L Euroregione Adriatica: un contributo all integrazione europea Cooperazione transfrontaliera: esperienze

Dettagli

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Premessa La Carta di qualità di cui si parla in questa scheda è stata elaborata da ONG e associazioni di 5 regioni italiane nel corso del

Dettagli

with the support of 15 maggio 2006 DRAFT (12) 47 Posizione ufficiale Associazione delle Agenzie della Democrazia Locale 2006-2009

with the support of 15 maggio 2006 DRAFT (12) 47 Posizione ufficiale Associazione delle Agenzie della Democrazia Locale 2006-2009 15 maggio 2006 DRAFT (12) 47 Posizione ufficiale Associazione delle Agenzie della Democrazia Locale 2006-2009 Il programma delle Agenzie della Democrazia Locale come attore per la Pace e la Democrazia

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

SEMINARIO PROVINCIALE FORMAZIONE DI BASE COERENZA, PERTINENZA, DISSEMINAZIONE: TRE PUNTI CHIAVE. Liceo Scientifico G.

SEMINARIO PROVINCIALE FORMAZIONE DI BASE COERENZA, PERTINENZA, DISSEMINAZIONE: TRE PUNTI CHIAVE. Liceo Scientifico G. SEMINARIO PROVINCIALE FORMAZIONE DI BASE COERENZA, PERTINENZA, DISSEMINAZIONE: TRE PUNTI CHIAVE QUANDO UN PROGETTO E PERTINENTE? E COERENTE CON GLI OBIETTIVI E LE PRIORITA STABILITE DALL UE RISPONDE ALLE

Dettagli

Click toeditmaster titlestyle

Click toeditmaster titlestyle LifelongLearningProgramme: opportunità per vivere l Europa Servizio istruzione, università e ricerca Centro risorse per l istruzione e l orientamento Punto di diffusione per il FVG delle rete Euroguidance

Dettagli

Opportunità di finanziamento per la cooperazione culturale: il programma europeo Cultura. Alessia Franchini Area della Ricerca Università di Bologna

Opportunità di finanziamento per la cooperazione culturale: il programma europeo Cultura. Alessia Franchini Area della Ricerca Università di Bologna Opportunità di finanziamento per la cooperazione culturale: il programma europeo Cultura Alessia Franchini Area della Ricerca Università di Bologna Contenuti Il contesto: l Agenda europea per la cultura

Dettagli

Una panoramica sull organizzazione dei Programmi di finanziamento a gestione diretta dell Unione Europea. Marco Canton

Una panoramica sull organizzazione dei Programmi di finanziamento a gestione diretta dell Unione Europea. Marco Canton Una panoramica sull organizzazione dei Programmi di finanziamento a gestione diretta dell Unione Europea Marco Canton Politiche UE Programmi Assistenza Esterna Programmi Tematici Gestione centralizzata

Dettagli

Trentino Sviluppo e la rete Enterprise Europe Network

Trentino Sviluppo e la rete Enterprise Europe Network Trentino Sviluppo e la rete Enterprise Europe Network Servizi a supporto dell internazionalizzazione European Commission Enterprise and Industry La rete Enterprise Europe Network La competitività europea

Dettagli

Pietro Michelacci Agenzia nazionale Lifelong Learning Programme Italia Faenza, 20 marzo 2012

Pietro Michelacci Agenzia nazionale Lifelong Learning Programme Italia Faenza, 20 marzo 2012 Il programma Lifelong Learning: un ventaglio di opportunità per una scuola in dimensione europea Pietro Michelacci Agenzia nazionale Lifelong Learning Programme Italia Faenza, 20 marzo 2012 1 Gli obiettivi

Dettagli

QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA

QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA Caratteristiche generali 0 I R M 1 Leadership e coerenza degli obiettivi 2. Orientamento ai risultati I manager elaborano e formulano una chiara mission. Es.: I manager

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA 22.9.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 286/23 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA Invito a presentare proposte Programma Cultura (2007-2013) Implementazione del programma:

Dettagli

EUROPEAID: Europa e USA: conoscere l Europa 2015-2017. Horizon 2020: Europa in un mondo che cambia: società inclusive, innovative e riflessive

EUROPEAID: Europa e USA: conoscere l Europa 2015-2017. Horizon 2020: Europa in un mondo che cambia: società inclusive, innovative e riflessive EUROPEAID: Europa e USA: conoscere l Europa 2015-2017 EuropeAid/136813/DD/ACT/US Descrizione: La Commissione europea Delegazione USA ha lanciato un bando che ha l obiettivo di promuovere, all interno delle

Dettagli

Il Programma EU per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020)

Il Programma EU per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) Il Programma EU per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) KA1 - Mobilità degli individui per l apprendimento Agenzia Nazionale LLP Seminario on line 12 14 Febbraio 2014 Scrivere

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

Parte II b Spiegazione di ciascuna azione

Parte II b Spiegazione di ciascuna azione PROGRAMMA DI AZIONE COMUNITARIA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE GUIDA PER IL CANDIDATO 2012 PARTE II B Programma d azione per l apprendimento permanente guida per il candidato 2012 Parte II b Spiegazione

Dettagli

Torino, 11 giugno 2014 Barbara Masserelli. Agenzia Erasmus+, INDIRE Firenze

Torino, 11 giugno 2014 Barbara Masserelli. Agenzia Erasmus+, INDIRE Firenze Torino, 11 giugno 2014 Barbara Masserelli Agenzia Erasmus+, INDIRE Firenze Focus su Istruzione scolastica Attività Mobilità per l'apprendimento per il personale della scuola; Partenariati Strategici per

Dettagli

Il contributo del Programma Leonardo da Vinci al Lifelong Learning e le prospettive per la nuova fase di programmazione

Il contributo del Programma Leonardo da Vinci al Lifelong Learning e le prospettive per la nuova fase di programmazione From the Lifelong Learnig Programme to Erasmus for All Investing in high quality education and training Istituto di Istruzione Superiore Crescenzi Pacinotti di Bologna 24 maggio 2013 Il contributo del

Dettagli

FormezPa Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l ammodernamento delle PA

FormezPa Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l ammodernamento delle PA FormezPa Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l ammodernamento delle PA Avviso pubblico per la selezione di esperti per il Segretariato Tecnico Congiunto presso la Regione Abruzzo del Programma

Dettagli

Articolo 12 - Fissazione dei prezzi Le Parti consentono ai vettori aerei di fissare liberamente i prezzi sulla base di una libera e equa concorrenza.

Articolo 12 - Fissazione dei prezzi Le Parti consentono ai vettori aerei di fissare liberamente i prezzi sulla base di una libera e equa concorrenza. DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELL ACCORDO SULLO SPAZIO AEREO COMUNE TRA L UNIONE EUROPEA E I SUOI STATI MEMBRI, DA UN LATO, E LA GEORGIA, DALL ALTRO LATO, CON ALLEGATI, FATTO A BRUXELLES

Dettagli

1. Il ruolo della pianificazione nella gestione del progetto

1. Il ruolo della pianificazione nella gestione del progetto 11 1. Il ruolo della pianificazione nella gestione del progetto Poiché ciascun progetto è un processo complesso ed esclusivo, una pianificazione organica ed accurata è indispensabile al fine di perseguire

Dettagli

DISTRETTO DI ECONOMIA SOLIDALE CARTA DEGLI INTENTI

DISTRETTO DI ECONOMIA SOLIDALE CARTA DEGLI INTENTI DISTRETTO DI ECONOMIA SOLIDALE CARTA DEGLI INTENTI MODENA, GIUGNO 2006 Pagina 1 di 6 Premessa Questo documento nasce dalla volontà di formalizzare l avvio di una rete di soggetti operanti, a vario titolo,

Dettagli

IPA ADRIATIC CBC PROGRAMME

IPA ADRIATIC CBC PROGRAMME IPA ADRIATIC CBC PROGRAMME Prospettive future per la regione Adriatica nella Cooperazione Territoriale Europea L Aquila 14 Aprile 2014 Avv. Paola Di Salvatore Autorità di Gestione Programma IPA Adriatic

Dettagli

NEWSLETTER "EUREKA" - ANNO 0 n 03 del 11.04.2008

NEWSLETTER EUREKA - ANNO 0 n 03 del 11.04.2008 NEWSLETTER "EUREKA" - ANNO 0 n 03 del 11.04.2008 Nuovi bandi Azione preparatoria MEDIA International L «azione preparatoria MEDIA International» mira a esaminare e testare le attività di cooperazione tra

Dettagli

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento

Dettagli

FormezPa Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l ammodernamento delle PA

FormezPa Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l ammodernamento delle PA FormezPa Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l ammodernamento delle PA Avviso pubblico per la selezione di esperti per il Segretariato Tecnico Congiunto presso la Regione Abruzzo del Programma

Dettagli

INVITO A PRESENTARE CANDIDATURE

INVITO A PRESENTARE CANDIDATURE Il presente invito è stato pubblicato in data 08/06/2010 con scadenza prevista per il 15/06/2010. La graduatoria provvisoria degli ammessi alle due scuole estive sarà pubblicata in data 20/06/2010 e la

Dettagli

Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali

Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali Firenze, 18 dicembre 2012 Prot. n. 127477 - Ai Presidi di Facoltà - Ai Direttori di Dipartimento e p.c. Ai Segretari Amministrativi

Dettagli

IN ITINER@ BANDO DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO MONUMENTALE DEDICATO A VISITE ED ITINERARI

IN ITINER@ BANDO DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO MONUMENTALE DEDICATO A VISITE ED ITINERARI IN ITINER@ BANDO DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO MONUMENTALE DEDICATO A VISITE ED ITINERARI Criteri generali Obiettivi del bando Il bando intende promuovere la vocazione turistico-culturale dei Comuni

Dettagli

ELENCO CANDIDATI AMMESSI AL CORSO DI LAUREA IN ASSISTENZA SANITARIA ANNO ACCADEMICO 2015/2016 - PROVA DEL 04/09/2015

ELENCO CANDIDATI AMMESSI AL CORSO DI LAUREA IN ASSISTENZA SANITARIA ANNO ACCADEMICO 2015/2016 - PROVA DEL 04/09/2015 1 1378453 AMMESSO 73,30 NO NO NO 2 1365216 AMMESSO 70,40 NO NO NO 3 1393634 AMMESSO 69,50 NO NO NO 4 1362442 AMMESSO 69,30 NO NO NO 5 1359398 AMMESSO 69,30 NO NO NO 6 1393999 AMMESSO 69,20 NO NO NO 7 1375313

Dettagli

Il ruolo della Regione Puglia nei Programmi Interreg

Il ruolo della Regione Puglia nei Programmi Interreg UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA Assessorato al Mediterraneo Il ruolo della Regione Puglia nei Programmi Interreg Tirana, 15-16 maggio 2006 Hotel Mondial 1 Obiettivo generale della Puglia Promozione dell

Dettagli

Europa, sostegno ed. ecomusei. Interessa? Partecipazione e reti. Con chi? In che ambiti? Con chi? Punti critici

Europa, sostegno ed. ecomusei. Interessa? Partecipazione e reti. Con chi? In che ambiti? Con chi? Punti critici Europa, sostegno ed Partecipazione e reti ecomusei Interessa? Cagliero, Maggi, Retilunghe. Gli ecomusei e l integrazione europea In che ambiti? Con chi? Cagliero, Maggi, Retilunghe. Gli ecomusei e l integrazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI EMBLEMATICHE DELLA FONDAZIONE CARIPLO

REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI EMBLEMATICHE DELLA FONDAZIONE CARIPLO REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI EMBLEMATICHE DELLA FONDAZIONE CARIPLO 1. Finalità degli interventi emblematici 2 2. Ammontare delle assegnazioni e soggetti destinatari 2 3. Aree filantropiche di pertinenza

Dettagli

Fiumi e cittadini: Restauro funzionale e sviluppo sostenibile del fiume Idro

Fiumi e cittadini: Restauro funzionale e sviluppo sostenibile del fiume Idro Fiumi e cittadini: Restauro funzionale e sviluppo sostenibile del fiume Idro Otranto, 6 Novembre 2006 Castello di Otranto PIC INTERREG III A Transfrontaliero Adriatico Obiettivo generale promuovere lo

Dettagli

Antenna Europe Direct della Regione Lombardia. europedirect@regione.lombardia.it www.europedirect.regione.lombardia.it

Antenna Europe Direct della Regione Lombardia. europedirect@regione.lombardia.it www.europedirect.regione.lombardia.it Antenna Europe Direct della Regione Lombardia europedirect@regione.lombardia.it www.europedirect.regione.lombardia.it La rete Europe Direct Rete ufficiale dei centri di informazione della Commissione europea.

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE E MUSICALE S. Rosa da Viterbo Viterbo, 4 Marzo 2014

LICEO DELLE SCIENZE UMANE E MUSICALE S. Rosa da Viterbo Viterbo, 4 Marzo 2014 SEMINARIO DI FORMAZIONE LICEO DELLE SCIENZE UMANE E MUSICALE S. Rosa da Viterbo Viterbo, 4 Marzo 2014 Presentazione delle ambasciatrici e-twinning Francoise Altamura, Roberta. M. Delle Monache, Grazia

Dettagli

CARTA DI INTENTI DELLA RETE ITALIANA DEI SISTEMI TERRITORIALI PER LO SVILUPPO UMANO ~ LA COOPERAZIONE

CARTA DI INTENTI DELLA RETE ITALIANA DEI SISTEMI TERRITORIALI PER LO SVILUPPO UMANO ~ LA COOPERAZIONE CARTA DI INTENTI DELLA RETE ITALIANA DEI SISTEMI TERRITORIALI PER LO SVILUPPO UMANO ~ LA COOPERAZIONE Nell'ambito dei lavori del 3 Forum "Territori in rete per lo sviluppo umano", che si è svolto a Sassari

Dettagli

BREVE GUIDA AI CANALI DI FINANZIAMENTO EUROPEI PROGRAMMAZIONE 2007-2013

BREVE GUIDA AI CANALI DI FINANZIAMENTO EUROPEI PROGRAMMAZIONE 2007-2013 BREVE GUIDA AI CANALI DI FINANZIAMENTO EUROPEI PROGRAMMAZIONE 2007-2013 BREVE GUIDA AI CANALI DI FINANZIAMENTO EUROPEI PROGRAMMAZIONE 2007-2013 A cura di Ciessevi indice Prefazione del Presidente 5 Lino

Dettagli

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a formulare proposte

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a formulare proposte EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura Invito a formulare proposte EAC/S16/2013 : Progetti di cooperazione europea EAC/S18/2013: Reti europee EAC/S17/2013 : Piattaforme europee EAC/S19/2013

Dettagli

Europa per i Cittadini

Europa per i Cittadini Direzione Sede di Bruxelles Europa per i Cittadini Seminario Strategico di presentazione dei Programmi LIFE e Europa per i Cittadini, INTESA PROGRAMMATICA D AREA (IPA) TERRE ALTE DELLA MARCA TREVIGIANA

Dettagli

Convenzione europea sull equivalenza dei periodi di studi universitari

Convenzione europea sull equivalenza dei periodi di studi universitari Traduzione 1 Convenzione europea sull equivalenza dei periodi di studi universitari 0.414.31 Conclusa a Parigi il 15 dicembre 1956 Approvata dall Assemblea federale il 6 marzo 1991 2 Istrumento di ratificazione

Dettagli

Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste

Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste Slide 1 Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste Slide 2 Obiettivi specifici A. Sostenere coloro che partecipano ad attività di formazione e formazione continua nell

Dettagli

EUROINFORMAZIONI. Lettera informativa della Delegazione italiana - Gruppo PPE/DE SPECIALE BANDI UE 20 OTTOBRE 2006

EUROINFORMAZIONI. Lettera informativa della Delegazione italiana - Gruppo PPE/DE SPECIALE BANDI UE 20 OTTOBRE 2006 On. Aldo PATRICIELLO Deputato al Parlamento Europeo Gruppo del Partito popolare europeo EUROINFORMAZIONI Lettera informativa della Delegazione italiana - Gruppo PPE/DE SPECIALE BANDI UE 20 OTTOBRE 2006

Dettagli

LA CARTA DI ANCONA Approvato all unanimità il 30/04/1999

LA CARTA DI ANCONA Approvato all unanimità il 30/04/1999 LA CARTA DI ANCONA Approvato all unanimità il 30/04/1999 La Carta di Ancona approvata dai Sindaci che, il 29-30 aprile del 1999, hanno dato vita al Forum permanente delle città dell Adriatico e dello Ionio.

Dettagli

Accordo europeo relativo al trasporto internazionale su strada delle merci pericolose (ADR)

Accordo europeo relativo al trasporto internazionale su strada delle merci pericolose (ADR) Traduzione 1 Accordo europeo relativo al trasporto internazionale su strada delle merci pericolose (ADR) 0.741.621 Conchiuso a Ginevra, il 30 settembre 1957 Approvato dall Assemblea federale il 4 dicembre

Dettagli

L Europa in linea Newsletter d informazione sui programmi di finanziamento europeo per il settore pubblico e no profit

L Europa in linea Newsletter d informazione sui programmi di finanziamento europeo per il settore pubblico e no profit L Europa in linea Newsletter d informazione sui programmi di finanziamento europeo per il settore pubblico e no profit Anno III - Num. 13-2006 Corsi di Europrogettazione 29-30-31 gennaio 2007 6-7-8 febbraio

Dettagli

Direzione generale Istruzione e cultura TEMPUS. Guida per i candidati. PARTE 1 Informazioni generali. Commissione europea

Direzione generale Istruzione e cultura TEMPUS. Guida per i candidati. PARTE 1 Informazioni generali. Commissione europea Direzione generale Istruzione e cultura TEMPUS Guida per i candidati PARTE 1 Informazioni generali Commissione europea Commissione europea Direzione generale Istruzione e cultura http://europa.eu.int/comm/dgs/education_culture

Dettagli

Agenzia esecutiva per l istruzione, gli audiovisivi e la cultura COMMISSIONE EUROPEA GUIDA AL PROGRAMMA PROGRAMMA CULTURA (2007 2013)

Agenzia esecutiva per l istruzione, gli audiovisivi e la cultura COMMISSIONE EUROPEA GUIDA AL PROGRAMMA PROGRAMMA CULTURA (2007 2013) PROGRAMMA CULTURA Agenzia esecutiva per l istruzione, gli audiovisivi e la cultura COMMISSIONE EUROPEA GUIDA AL PROGRAMMA PROGRAMMA CULTURA (2007 2013) Maggio 2010 Direzione generale dell Istruzione e

Dettagli

DOCUMENTO FINALE TAVOLO DI LAVORO SULL IMPRENDITORIA FEMMINILE. Premessa

DOCUMENTO FINALE TAVOLO DI LAVORO SULL IMPRENDITORIA FEMMINILE. Premessa TAVOLO DI LAVORO SULL IMPRENDITORIA FEMMINILE DOCUMENTO FINALE Premessa Oggi, giovedì 25 maggio 2006 a Durazzo (Albania), in occasione della VI edizione del Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico

Dettagli

EUROPA CREATIVA E SPORTELLO REGIONALE CULTURA E CREATIVITA. Andrea Pignatti

EUROPA CREATIVA E SPORTELLO REGIONALE CULTURA E CREATIVITA. Andrea Pignatti EUROPA CREATIVA E SPORTELLO REGIONALE CULTURA E CREATIVITA Europa Creativa Sottoprogramma Cultura: i primi bandi per il settore culturale e creativo nella nuova programmazione europea Andrea Pignatti Bologna,

Dettagli

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive, Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento

Dettagli

Agiamo oggi per l Europa del domani Programma Europa per i cittadini 2007-2013

Agiamo oggi per l Europa del domani Programma Europa per i cittadini 2007-2013 Agiamo oggi per l Europa del domani Programma Europa per i cittadini 2007-2013 Commissione europea Europe Direct è un servizio a vostra disposizione per aiutarvi a trovare le risposte ai vostri interrogativi

Dettagli

PROGETTO BUILD SEE IL PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE SOUTH EAST EUROPE (SEE)

PROGETTO BUILD SEE IL PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE SOUTH EAST EUROPE (SEE) PROGETTO BUILD SEE IL PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE SOUTH EAST EUROPE (SEE) ll programma di cooperazione Europa Sud Orientale discende dalla divisione del precedente Interreg III B Cadses in

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Association of European Border Regions (AEBR) Membro dell AEBR dal 1985 (La Regione Friuli Venezia Giulia sulla mappa delle Aree di Cooperazione transfrontaliere

Dettagli

dr.ssa PALMINA ROMANO promano@studioamconsulting.it - tel 349.3594459 - www.studioamconsulting.it.

dr.ssa PALMINA ROMANO promano@studioamconsulting.it - tel 349.3594459 - www.studioamconsulting.it. LE FONTI DI FINANZIAMENTO PUBBLICO E PRIVATO PER IL TERZO SETTORE: ANALISI DELLE OPPORTUNITÀ, DELLE FONTI D INFORMAZIONE, GUIDA ALLA LETTURA DEI BANDI. dr.ssa PALMINA ROMANO promano@studioamconsulting.it

Dettagli

I FINANZIAMENTI COMUNITARI

I FINANZIAMENTI COMUNITARI Giornata di Studio Le opportunità europee sulla Cultura: il programma Cultura 2007 1 I FINANZIAMENTI COMUNITARI IL CONTESTO INEUROPA - www.ineuropa.info 1 Programmi Comunitari sulla cultura dopo il 2006

Dettagli

Convenzioni Internazionali CROAZIA DOMANDA PENSIONE DI VECCHIAIA RESIDENTI ITALIA

Convenzioni Internazionali CROAZIA DOMANDA PENSIONE DI VECCHIAIA RESIDENTI ITALIA CROAZIA DOMANDA PENSIONE DI VECCHIAIA RESIDENTI ITALIA VO1/AP02 con moduli allegati: pagamento presso banca o poste italiane, certificati estera, dichiarazione reddituale, dichiarazione cessazione attività

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA 28.10.2014 C 382/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA INVO A PRESENTARE PROPOSTE EACEA/31/2014 Programma Erasmus+, azione chiave 3: sostegno alle riforme delle politiche Cooperazione

Dettagli

3URSRVWDGLGHFLVLRQHGLILQDQ]LDPHQWRDLVHQVLGHOODUWLFROR%GHO ELODQFLR 3URJUDPPDGLERUVHGLVWXGLR8(&LQD

3URSRVWDGLGHFLVLRQHGLILQDQ]LDPHQWRDLVHQVLGHOODUWLFROR%GHO ELODQFLR 3URJUDPPDGLERUVHGLVWXGLR8(&LQD IB/1043/99IT (EN) COMMISSIONE EUROPEA DIREZIONE GENERALE I RELAZIONI ESTERNE: POLITICA COMMERCIALE, RELAZIONI CON L AMERICA SETTENTRIONALE, L ESTREMO ORIENTE, L AUSTRALIA E LA NUOVA ZELANDA Direzione F

Dettagli

Calls for Proposals: Meccanismo e. opportunità

Calls for Proposals: Meccanismo e. opportunità Calls for Proposals: Meccanismo e opportunità Punti principali Gestione dei programmi Caratteristiche di una sovvenzione (grant) Procedure di selezione (calls for proposals) Valutazione delle proposte

Dettagli

PROGRAMMA REGIONALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO E LE ATTIVITA DI PARTENARIATO INTERNAZIONALE 2010-2013. Legge regionale 30 ottobre 2000, n.

PROGRAMMA REGIONALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO E LE ATTIVITA DI PARTENARIATO INTERNAZIONALE 2010-2013. Legge regionale 30 ottobre 2000, n. PROGRAMMA REGIONALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO E LE ATTIVITA DI PARTENARIATO INTERNAZIONALE 2010-2013 Legge regionale 30 ottobre 2000, n.19 1 INDICE Introduzione...pag. 3 Obiettivi e linee di indirizzo

Dettagli

DICEMBRE 2011 FINANZIAMENTI EUROPEI NEWSLETTER INFORMATIVA DELL ASSOCIAZIONE FOCUS EUROPE

DICEMBRE 2011 FINANZIAMENTI EUROPEI NEWSLETTER INFORMATIVA DELL ASSOCIAZIONE FOCUS EUROPE DICEMBRE 2011 FINANZIAMENTI EUROPEI NEWSLETTER INFORMATIVA DELL ASSOCIAZIONE FOCUS EUROPE SOMMARIO AMBIENTE... 3 PROGRAMMA LIFE +: SOVVENZIONI ALLE ONG ATTIVE NEL CAMPO AMBIENTALE... 3 COOPERAZIONE EUROPEAID...

Dettagli

STRATEGIA EU 2020 Dotazione finanziaria

STRATEGIA EU 2020 Dotazione finanziaria STRATEGIA EU 2020 Dotazione finanziaria PROGRAMMI A GESTIONE DIRETTA 900 MILIARDI DI EURO IN 7 ANNI Direzioni Generali Commissione Europea PROGRAMMI A GESTIONE INDIRETTA 351 MILIARDI DI EURO IN 7 ANNI

Dettagli

Vademecum per organizzare un evento CaffExpo

Vademecum per organizzare un evento CaffExpo Vademecum per organizzare un evento CaffExpo 1 - Cosa è CaffExpo Nato da un idea del Centro di Ricerca sull agricoltura sostenibile OPERA e sviluppato grazie al contributo importante di altri centri di

Dettagli

A regola d ARTE. Manuale di lavoro RENA

A regola d ARTE. Manuale di lavoro RENA A regola d ARTE Manuale di lavoro RENA Che cos è RENA? Intelligenza collettiva al servizio dell Italia La Rete per l eccellenza nazionale (RENA) è un associazione indipendente e plurale, animata da giovani

Dettagli

Rete Interregionale per lo Sviluppo Territoriale e l Integrazione Sudamericana

Rete Interregionale per lo Sviluppo Territoriale e l Integrazione Sudamericana PROGETTO DI RICERCA-AZIONE ISTITUTO ITALO-LATINO AMERICANO (IILA) CENTRO STUDI DI POLITICA INTERNAZIONALE (CeSPI) Rete Interregionale per lo Sviluppo Territoriale e l Integrazione Sudamericana Studio di

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE. FRANCESCO SAVERIO NITTI di NAPOLI

PROTOCOLLO D INTESA. tra ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE. FRANCESCO SAVERIO NITTI di NAPOLI Prot. 5594/D1l PROTOCOLLO D INTESA tra ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE di NAPOLI e L ASSEMPLEA PARLAMENTARE DEL MEDITERRANEO con sede a MALTA 1 PROTOCOLLO D INTESA tra ISTITUTO DI ISTRUZIONE

Dettagli

Rapporto sull intervento a livello nazionale, transnazionale e sistemico

Rapporto sull intervento a livello nazionale, transnazionale e sistemico OSSERVATORIO Interregionale sulla Cooperazione allo Sviluppo PARTENARIATI TERRITORIALI ITALIA-BALCANI Valutazione strategica della cooperazione decentrata sostenuta dall art. 7 della legge 84/01, linea

Dettagli

Lezione n. 2.1 Il Programma Youth in Action

Lezione n. 2.1 Il Programma Youth in Action Lezione n. 2.1 Il Programma Youth in Action Giovanni Casula giovanni.casula@focuseurope.it Luca Bortolussi luca.bortolussi@focuseurope.it CORSO DI FORMAZIONE Youth For Europe 1988 Trattato di Maastricht

Dettagli

REGOLAMENTO sulla MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE INDIVIDUALE

REGOLAMENTO sulla MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE INDIVIDUALE ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

Strumento per il dialogo Euromed e scambio delle migliori pratiche

Strumento per il dialogo Euromed e scambio delle migliori pratiche 2015/S 040-067755 Strumento per il dialogo Euromed e scambio delle migliori pratiche Bando di gara relativo a un appalto di servizi Ubicazione partner mediterranei Algeria, Egitto, Giordania, Israele,

Dettagli

Risoluzione del Parlamento europeo sulla situazione dell integrazione regionale nei Balcani occidentali

Risoluzione del Parlamento europeo sulla situazione dell integrazione regionale nei Balcani occidentali Risoluzione del Parlamento europeo sulla situazione dell integrazione regionale nei Balcani occidentali Il Parlamento europeo, viste le relazioni annuali della Commissione europea sul processo di stabilizzazione

Dettagli

Turismo e cultura. Politiche giovanili e wellness

Turismo e cultura. Politiche giovanili e wellness Verbale Direttivo Data: Martedì 08 09 2015 h. 11.00-14.00 Labirinto, Via Milazzo Pesaro PRESENTI: G. di Bari, M. Tomassini, PP. Inserra, A. Albertini, C. Gretter, G. Travella, ORDINE DEL GIORNO SINTESI

Dettagli