Isola Pedonale Navigli

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Isola Pedonale Navigli"

Transcript

1 Isola Pedonale Navigli Come Lega Nord stiamo studiando una soluzione condivisa, che concili i desideri e le esigenze di residenti, gestori di locali serali e le varie attività diurne, affinché la realizzazione di un Isola Pedonale non arrechi disturbo ma trovi aspetti positivi in tutti gli attori dell area. La presente bozza, definita dopo diversi incontri con i residenti, serve a voi per apportare i vostri contributi (con un colore diverso dal nero), rinviandoci il tutto. ESTENSIONE DELL ISOLA PEDONALE 1) Come raffigurato di seguito, non si condivide la pedonalizzazione di tutta l area oggi interessata dalla ZTL, ma ci si limita alla sola via Corsico, via Casale e Alzaia Naviglio Grande.

2 2) Quando parliamo di Isola Pedonale intendiamo un area con l opportuno arredo urbano da isola pedonale (es. si veda via Dante) non quello che accade tutte le estati sui Navigli dove basta chiudere più vie perché diventino isola pedonale. ARREDO URBANO 1) Si deve usare una diversa pavimentazione per distinguere gli spazi che devono restare sempre liberi per permettere il passaggio dei mezzi di soccorso da quelle parti utilizzabili per manifestazioni o altro (come la posa di banchetti, tavolini, espositori, ecc.) PARCHEGGIO e ACCESSO 1) Garantire la presenza di parcheggi riservati ai disabili residenti domiciliati all interno dell Isola Pedonale e dove non possibile la loro realizzazione nelle immediate vie limitrofe (legge n.104 del ); 2) Presenza di stalli per la sosta temporanea, dei residenti-domiciliati per il carico/scarico, in prossimità dei passi carrai all interno dell Isola Pedonale, regolati da disco orario (es. 10 minuti); 3) Presenza di spazi per il carico/scarico merci per le attività commerciali - artigianali(secondo il codice della strada); 4) I fornitori (per la consegna di merci/beni), delle sole attività presenti all interno dell Isola Pedonale, potranno accedere alla stessa, secondo un regolamentato (orari e modalità da definite *), solo dopo aver segnalato (es. con sms, mail, fax o numero verde) agli uffici della Polizia Locale di Zona la loro presenza e la relativa motivazione. La segnalazione può essere fatta anche dalle attività che vengono rifornite. * ad esempio: Il carico/scarico merci per le attività commerciali avvenga dalle ore alle ore utilizzando gli appositi spazi 5) Le ditte di pronto intervento (idraulici, elettricisti, ecc.) potranno accedere all Isola Pedonale solo dopo aver segnalato (es. con sms, mail, fax o numero verde) agli uffici della Polizia Locale di Zona la loro presenza e la relativa motivazione. La segnalazione può essere fatta anche dai residenti-domiciliati che li hanno chiamati. N.B.: le ditte di pronto intervento se non possono sostare nei cortili interni possono utilizzare gli stalli per la sosta temporanea dei residenti-domiciliati per lo stretto tempo necessario al carico e scarico dell attrezzatura. 6) Garantire l accesso, ad ogni ora, a tutti i mezzi di soccorso (ambulanze, vigili del fuoco, ecc) compresi i veicoli dei medici in servizio, quelli per il trasporto dei portatori di handicap e i taxi;

3 7) Vietato l accesso all Isola Pedonale a tutti i veicoli dei non residenti-domiciliati, ad esclusione di quanto detto al punto 4), 5) e 6); 8) Permessi temporanei per accedere all Isola Pedonale in deroga al punto 7) saranno rilasciati in base alle leggi e normative vigenti; 9) Controllare con telecamere gli accessi all Isola Pedonale; 10) Le vie limitrofe all Isola Pedonale dovranno avere strisce gialle e blu utilizzabili gratuitamente dai soli residenti-domiciliati dell ambito Navigli; 11) Il Comune si deve attivare per agevolare la sottoscrizione di convenzioni tra i parcheggi presenti al di fuori (ma nei pressi) dell Isola Pedonale, i gestori dei locali, le attività commerciali presenti nell Isola Pedonale e i loro clienti oltre che per i residenti-domiciliati; 12) Non verranno applicati oneri di urbanizzazione e costi di costruzione a tutte le nuove realizzazioni, di soli posti auto e/o box, interni a edifici esistenti nell Isola Pedonale

4 13) Vengono individuati nella planimetria dei luoghi dove realizzare nuovi parcheggi o posteggi, nello specifico: - in via G. Segantini, realizzazione di parcheggio a raso davanti alla stecca di nuove abitazioni realizzate nell ex area sieroterapico. Da rendere disponibile ai residenti con strisce gialle - in p.zza Arcole, realizzazione di un parcheggio interrato dove realizzare anche box per i residenti - nello scalo ferroviario di porta Genova, realizzazione di un silos con molti posti auto per i frequentatori della zona Navigli e degli eventi legati alla Moda in via Tortona e limitrofe - nello scalo ferroviario di porta Genova, realizzazione di un piazzale attrezzato che possa essere utilizzato come parcheggio per i soli residenti (strisce gialle) quando non utilizzato come area di mercato (spostamento in loco del Papiniano e/o della Fiera di Sinigalia) CONTROLLO DEL RISPETTO DELLE REGOLE 1) Realizzare una postazione fissa in uso alla Polizia Urbana, o altra forza pubblica (anche a rotazione), a presidio strategico dell Isola Pedonale, dove i cittadini abbiano la certezza di trovare sempre qualcuno che possa far intervenire i soccorsi idonei all evenienza. Dotare la postazione di un numero di telefono diretto a disposizione dei residenti-domiciliati; 2) Istituire un servizio continuativo di vigilanza da effettuarsi con più pattuglie, a piedi o in bicicletta, all interno e all esterno dell Isola Pedonale, tutti i giorni dalla mattina con un estensione di due ore successive alla chiusura dei locali; 3) Istituire gli Angeli del Sonno, organizzati direttamente dai gestori delle attività aperte nelle ore serali, il cui unico obiettivo è quello di girare nell Isola Pedonale operando da deterrente verso possibili situazioni di disagio o di disturbo (sia per chi frequenta l area che per chi vi deve vivere). Gli stessi hanno un filo diretto con le forze dell ordine che ad una loro chiamata devono intervenire subito. 4) i locali che tengono aperto nelle ore serali dovranno avere gli impianti di diffusione della musica tarati dall Arpa con degli stabilizzatori che impediscano al volume di superare i valori impostati (se non manomessi). 5) Installare all interno dell Isola Pedonale dei fonometri fissi (come le centraline che rilevano l inquinamento per intenderci) e all esterno delle stesse dei fonometri mobili (posti a seconda delle lamentele o delle richieste pervenute alla Polizia Locale). Quando i valori medi di soglia vengono superati nelle ore serali per due giorni consecutivi, subito, scattano i controlli a tappeto su tutte le attività da parte degli uffici comunali (o altri enti) competenti.

5 6) Divieto di diffondere musica all esterno dei locali e all interno dei plateatici; 7) Realizzare un data base delle segnalazioni ricevute, nell ambito Isola Pedonale, e gli esiti delle stesse. Pubblico e accessibile dal portale del Comune di Milano, salvaguardando la Privacy delle persone. 8) Istituire una Commissione Monitoraggio Comunale, che verifichi l andamento e il rispetto del regolamento istituito per la gestione dell Isola Pedonale e delle leggi e norme in essere, composta da residenti, gestori, esponenti politici di maggioranza e opposizione come da tecnici comunali e della polizia locale. PLATEATICO 1) Nell Isola Pedonale non possono essere concessi plateatici che superino le luci delle vetrine dell attività che li richiede e che vadano a ridurre o rendere problematico l intervento dei mezzi di soccorso (ambulanze, mezzi dei vigili del fuoco, ecc.) (Regolamento Tosap); 2) Nell isola pedonale non possono essere concessi plateatici a nessun tipo di venditore ambulante se non all interno di feste o manifestazioni organizzate, come ad esempio il Mercatone dell Antiquariato; 3) La concessione dei plateatici è subordinata alla verifica in loco - da parte delle competenti autorità - che l occupazione degli spazi non costituisca ostacolo al passaggio dei veicoli dei residenti e non favorisca l ostruzione di passi carrai, l accesso a proprietà private e l uso delle piste ciclabili. 4) I plateatici possono essere utilizzati solo nelle ore autorizzate e le attrezzature (ad es: ombrelloni, sedie e tavolini) nelle altre ore verranno rimosse dal suolo pubblico. 5) I costi del plateatico sono pari a quelli applicati nel resto della città

REGOLAMENTO ATTIVITA E INIZIATIVE SULL AREA NAVIGLI

REGOLAMENTO ATTIVITA E INIZIATIVE SULL AREA NAVIGLI Milano, 15/2/2008 REGOLAMENTO ATTIVITA E INIZIATIVE SULL AREA NAVIGLI 1. Premesse... 2 2. Intenti dei sottoscrittori... 3 3. Richiedente... 4 4. Rapporti Richiedente Utilizzatore... 4 5. Costi per il plateatico...

Dettagli

ASSESSORATO MOBILITÁ, TRASPORTI E AMBIENTE Interventi di potenziamento del trasporto pubblico e di modifiche della viabilitä.

ASSESSORATO MOBILITÁ, TRASPORTI E AMBIENTE Interventi di potenziamento del trasporto pubblico e di modifiche della viabilitä. ASSESSORATO MOBILITÁ, TRASPORTI E AMBIENTE Interventi di potenziamento del trasporto pubblico e di modifiche della viabilitä. In occasione dell edizione 2009 dei Saloni l assessorato alla MobilitÄ, Trasporti

Dettagli

Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate

Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate Provincia di Vicenza Regolamento Comunale d'utilizzo delle aree verdi ed attrezzate (approvato con deliberazione consiliare n. 28 del 13.03.2007) FINALITA Il presente regolamento ha lo scopo di salvaguardare,

Dettagli

COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI Lecco, 21 Maggio 2009 Ufficio Viabilita N 129 R.O. SR.gf

COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI Lecco, 21 Maggio 2009 Ufficio Viabilita N 129 R.O. SR.gf COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI Lecco, 21 Maggio 2009 Ufficio Viabilita N 129 R.O. SR.gf OGGETTO: Strade classificate Zone a Traffico Limitato e relativa organizzazione. IL SINDACO Premesso che

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE CRITERI PER LA CIRCOLAZIONE E ASSEGNAZIONE DEI POSTI - AUTO NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.).

REGOLAMENTO RECANTE CRITERI PER LA CIRCOLAZIONE E ASSEGNAZIONE DEI POSTI - AUTO NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.). Città di Sondrio REGOLAMENTO RECANTE CRITERI PER LA CIRCOLAZIONE E ASSEGNAZIONE DEI POSTI - AUTO NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (Z.T.L.). Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 75 del 31.10.2008

Dettagli

2015-2016 IL NUOVO PIANO DELLA SOSTA E DELLA MOBILITÀ IN CENTRO STORICO

2015-2016 IL NUOVO PIANO DELLA SOSTA E DELLA MOBILITÀ IN CENTRO STORICO 2015-2016 IL NUOVO PIANO IN CENTRO STORICO Una scelta, una nuova vivibilità Obiettivi maggiore vivibilità del centro storico, recuperare e riorganizzare gli spazi del centro, rigenerazione urbana e ampliamento

Dettagli

Capitolo. Sosta, fermata, definizioni stradali. 6.1 Sosta

Capitolo. Sosta, fermata, definizioni stradali. 6.1 Sosta . S. p. A 6 Sosta, fermata, definizioni stradali Capitolo br i 6.1 Sosta La sosta è la sospensione della marcia del veicolo protratta nel tempo. La sosta non è consentita: Es se li in corrispondenza o

Dettagli

la DGR 12-40-49 del 27 giugno 2012, recante il regolamento regionale per il rilascio delle autorizzazioni in deroga ai limiti acustici.

la DGR 12-40-49 del 27 giugno 2012, recante il regolamento regionale per il rilascio delle autorizzazioni in deroga ai limiti acustici. ALLEGATO A DISCIPLINARE TIPO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITÀ RUMOROSE TEMPORANEE E L OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO NELL AMBITO DELLA NOTTE GREEN DEL 28 MAGGIO 2016 Art. 1 OBIETTIVI Il presente disciplinare

Dettagli

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA. Regolamento Piano Urbano parcheggi Parcheggio a pagamento non custodito strisce blu

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA. Regolamento Piano Urbano parcheggi Parcheggio a pagamento non custodito strisce blu COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA Regolamento Piano Urbano parcheggi Parcheggio a pagamento non custodito strisce blu 1 REGOLAMENTO PIANO URBANO PARCHEGGI PARCHEGGIO A PAGAMENTO NON CUSTODITO - STRISCE BLU INDICE

Dettagli

Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento

Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento Regolamento Nuovi criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita e norme sul procedimento Adottato con atto C.C. n. 3400/192 del 16.06.2000 Modificato con atto C.C. n. 2700/223

Dettagli

CORPO POLIZIA MUNICIPALE

CORPO POLIZIA MUNICIPALE C I T T À D I P R O V I N C I A D I C A R I N I P A L E R M O CORPO POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRASSEGNO DI PARCHEGGIO PER INVALIDI E PER L ISTITUZIONE DEI PARCHEGGI

Dettagli

C I T T A' D I T E R R A C I N A

C I T T A' D I T E R R A C I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a REGOLAMENTO DISCIPLINA SUL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI PER L OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO DA PARTE DEGLI ESERCIZI PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE Approvato

Dettagli

TARIFFA ORARIA ORDINARIA. TARIFFA FORFAIT 2H ALTA ROTAZIONE (Acquisto Associazione di Categoria) ABBONAMENTO MENSILE ORDINARIO

TARIFFA ORARIA ORDINARIA. TARIFFA FORFAIT 2H ALTA ROTAZIONE (Acquisto Associazione di Categoria) ABBONAMENTO MENSILE ORDINARIO SOSTA IN CENTRO T A R I F F E TARIFFA ORARIA ORDINARIA TARIFFA FORFAIT 2H ALTA ROTAZIONE (Acquisto Associazione di Categoria) ABBONAMENTO MENSILE ORDINARIO ABBONAMENTO ANNUALE ORDINARIO ABBONAMENTO MENSILE

Dettagli

Alternativa 4 - Pedonalizzazione forte della penisola

Alternativa 4 - Pedonalizzazione forte della penisola Alternativa 4 - Pedonalizzazione forte della penisola Questa alternativa si differenzia dalle altre per la regolamentazione degli accessi alla penisola particolarmente rigida: non sono autorizzati ad accedere

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (ZTL) E DELL AREA PEDONALE (AP) ZONA A TRANSITO LIMITATO

REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (ZTL) E DELL AREA PEDONALE (AP) ZONA A TRANSITO LIMITATO REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO (ZTL) E DELL AREA PEDONALE (AP) (approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 153 del 31/10/2012) ZONA A TRANSITO LIMITATO ART. 1 INDIVIDUAZIONE DELLA ZONA A

Dettagli

Mobilità e Sistemi di Trasporto nel territorio. Esperienze e prospettive di Mobilità e Trasporto Elettrico nel Comune di Perugia

Mobilità e Sistemi di Trasporto nel territorio. Esperienze e prospettive di Mobilità e Trasporto Elettrico nel Comune di Perugia 104 Convegno Nazionale AEIT Mobilità e Trasporto Elettrico per l'italia di domani - Roma, 13-14 giugno 2012 Mobilità e Sistemi di Trasporto nel territorio Esperienze e prospettive di Mobilità e Trasporto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.p.A Via Sant Euplio, 168 95125 - Catania REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA 1.

Dettagli

COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina)

COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina) COMUNE DI ROCCAGORGA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEL CONTRASSEGNO DI PARCHEGGIO PER INVALIDI E PER L ISTITUZIONE DEI PARCHEGGI RISERVATI (Simbolo e contrassegno redatto

Dettagli

COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari

COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari COMUNE DI CELLAMARE Provincia di Bari REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL CONTRASSEGNO DI DEROGA ALLA SOSTA E ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE ALLE PERSONE DIVERSAMENTE ABILI Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

TIDE a Milano - Il successo del road pricing con Area C. Linee di sviluppo e tecnologie innovative per il sistema della sosta

TIDE a Milano - Il successo del road pricing con Area C. Linee di sviluppo e tecnologie innovative per il sistema della sosta TIDE National Event Roma, 21 Settembre 2015 TIDE a Milano - Il successo del road pricing con Area C. Linee di sviluppo e tecnologie innovative per il sistema della sosta Maria Berrini, CEO Agenzia Mobilità

Dettagli

A NORME CONCERNENTI LA DISCIPLINA PER L ACCESSO E IL TRANSITO CON VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO

A NORME CONCERNENTI LA DISCIPLINA PER L ACCESSO E IL TRANSITO CON VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO 1 2 Allegato A NORME CONCERNENTI LA DISCIPLINA PER L ACCESSO E IL TRANSITO CON VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO 3 DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE Per tutte le categorie di utenti,

Dettagli

Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM) in via n. recapito telefonico

Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM) in via n. recapito telefonico Protocollo Al Comune di COLONNA Ufficio Polizia Locale 00030 COLONNA (RM) Oggetto: Richiesta/o Rinnovo contrassegno di parcheggio per disabili. Il sottoscritto nato a ( )il / / e residente a Colonna (RM)

Dettagli

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O P I A Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: MODIFICHE ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 265 DEL 12/12/2003 RELATIVA ALLA ISTITUZIONE DELLA ZTL DEL CENTRO STORICO E SUCCESSIVE MODIFICHE Oggi

Dettagli

L ESPERIENZA ECOPASS

L ESPERIENZA ECOPASS L ESPERIENZA ECOPASS Monza, 16 Febbraio 2011 Ing. Stefano Riazzola Direttore Comune di Milano Milano e l area urbana Abitanti Milano: ~ 1.3M Abitanti Area Metropolitana : ~ 3.3M Abitanti Regione Lombardia:

Dettagli

ORDINANZA n 335/2011

ORDINANZA n 335/2011 ORDINANZA n 335/2011 Spett.le Ufficio MANUTENZIONI S E D E Spett.li Stazioni CARABINIERI 52044 CORTONA (AR) 52044 CAMUCIA (AR) 52044 TERONTOLA (AR) 52044 MERCATALE (AR) Spett.le Distaccamento VIGILI del

Dettagli

COMUNE CAMPI BISENIO. Ordinanza per l istituzione e la disciplina della zona a traffico limitato e del centro storico di Capalle

COMUNE CAMPI BISENIO. Ordinanza per l istituzione e la disciplina della zona a traffico limitato e del centro storico di Capalle COMUNE CAMPI BISENIO Ordinanza per l istituzione e la disciplina della zona a traffico limitato e del centro storico di Capalle Ordinanza del Responsabile del Servizio Mobilità e Traffico n. 262/2005 IL

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO PARZIALE O TOTALE DEI LOCALI POSTI AL PIANO TERRENO ED ALA SUD-EST DI VILLA VISCONTI BORROMEO LITTA.

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO PARZIALE O TOTALE DEI LOCALI POSTI AL PIANO TERRENO ED ALA SUD-EST DI VILLA VISCONTI BORROMEO LITTA. REGOLAMENTO PER L UTILIZZO PARZIALE O TOTALE DEI LOCALI POSTI AL PIANO TERRENO ED ALA SUD-EST DI VILLA VISCONTI BORROMEO LITTA. Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento disciplina l uso temporaneo

Dettagli

COMUNE DI FIANO ROMANO

COMUNE DI FIANO ROMANO Allegati N 4 Fiano Romano, lì 20.11.2014 OGGETTO: DISCIPLINA DELLA CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI NELLA Z.T.L. ISTITUITA ALL INTERNO DEL CENTRO STORICO COMUNE DI FIANO ROMANO ---------------------------------------

Dettagli

21 MAGGIO 2013 ASSEMBLEA DEL COMITATO DEI RESIDENTI DEL QUARTIERE DI SANTA MARIA

21 MAGGIO 2013 ASSEMBLEA DEL COMITATO DEI RESIDENTI DEL QUARTIERE DI SANTA MARIA 21 MAGGIO 2013 ASSEMBLEA DEL COMITATO DEI RESIDENTI DEL QUARTIERE DI SANTA MARIA RESOCONTO DELLE ATTIVITA SVOLTE D I S C U S S I O N E E D A P P R O VA Z I O N E D E G L I E S I T I D E L C O N F R O N

Dettagli

Piano Particolareggiato Partecipato del Traffico Urbano Relazione Tecnica 1. PREMESSA

Piano Particolareggiato Partecipato del Traffico Urbano Relazione Tecnica 1. PREMESSA Sommario 1. PREMESSA... 2 2. OBIETTIVI DEL PIANO... 3 3. VINCOLI PROGETTUALI... 3 4. METODOLOGIA E PROCEDURA... 3 5. ELABORATI DEL PROGETTO... 5 6. CONCLUSIONI... 6 1. PREMESSA Il Nuovo Codice della Strada

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA SOSTA DEGLI AUTOVEICOLI NELL AREA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI PIOVE DI SACCO

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA SOSTA DEGLI AUTOVEICOLI NELL AREA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI PIOVE DI SACCO REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N.16 Dirigenza Medica Presidio Ospedaliero Piove di Sacco PT REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA SOSTA DEGLI AUTOVEICOLI NELL AREA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO

Dettagli

Dovrà essere consentito il transito ai veicoli di pronto soccorso, di Polizia ed in servizio d emergenza;

Dovrà essere consentito il transito ai veicoli di pronto soccorso, di Polizia ed in servizio d emergenza; Cremona 26 Aprile 2016 Prot. Gen. prec. n. Oggetto: Ordinanza sulla circolazione stradale inerente lo svolgimento della manifestazione denominata Invasioni Botaniche nei giorni 30 Aprile 2016 e 01 Maggio

Dettagli

COMUNE DI MIRANO Provincia di Venezia

COMUNE DI MIRANO Provincia di Venezia COMUNE DI MIRANO Provincia di Venezia ORDINANZA n. 121 SINDACO Polizia Locale OGGETTO: ATTIVAZIONE DEL SISTEMA DEI VARCHI ELETTRONICI PER IL CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO - ZTL.

Dettagli

Il controllo del rumore

Il controllo del rumore Il controllo del rumore Linee Guida per la gestione degli esposti ad uso degli Enti Locali della Lombardia Indice 1 Premessa 2 Normativa di riferimento 3 Gestione degli esposti 4 Allegati 1 1 Premessa

Dettagli

Art. 3 Elaborati di piano... 2. Art. 6 Dati di piano... 5

Art. 3 Elaborati di piano... 2. Art. 6 Dati di piano... 5 SOMMARIO Art. 1 Campo di applicazione... 2 Art. 2 Ambito del Piano Urbanistico Attuativo... 2 Art. 3 Elaborati di piano... 2 Art. 4 Convenzione attuativa... 3 Art. 5 Modalità di intervento... 3 Art. 6

Dettagli

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA SELETTIVA

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA SELETTIVA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA SELETTIVA MEDIANTE L UTILIZZO DEL SISTEMA M.E.P.A. CON RDO (MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CON RICHIESTA DI OFFERTA)

Dettagli

Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France

Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France 27 Novembre 2012 Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France Laurence Debrincat, STIF Workshop sui Piani Urbani della Mobilità Sostenibile - Milano 2 Sommario Il contesto delle politiche

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI DEL CENTRO STORICO

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI DEL CENTRO STORICO REGOLAMENTO PER L'ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI DEL CENTRO STORICO VERSIONE DEFINITIVA (APPROVATA DA CONSIGLIO COMUNALE) ARTICOLI 1 FINALITA'

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA

REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA REGIONE VENETO AZIENDA SANITARIA ULSS n. 3 REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA (Atto Deliberativo

Dettagli

MONTAGNANESE IN FIERA

MONTAGNANESE IN FIERA MONTAGNANESE IN FIERA FIERA DI PRIMAVERA fuori le mura 9-10 APRILE 2016 SCHEDA DI ADESIONE ALLA FIERA ll presente modulo va compilato in stampatello ed in forma leggibile. Da presentare al Comitato Organizzatore

Dettagli

NORME REGOLAMENTARI PER IL PARCHEGGIO E LA SOSTA TEMPORANEA DI AUTOMEZZI ALL INTERNO DELL A.O.U. SAN GIOVANNI BATTISTA DI TORINO

NORME REGOLAMENTARI PER IL PARCHEGGIO E LA SOSTA TEMPORANEA DI AUTOMEZZI ALL INTERNO DELL A.O.U. SAN GIOVANNI BATTISTA DI TORINO NORME REGOLAMENTARI PER IL PARCHEGGIO E LA SOSTA TEMPORANEA DI AUTOMEZZI ALL INTERNO DELL A.O.U. SAN GIOVANNI BATTISTA DI TORINO 1) MODALITA DI UTILIZZO DEI POSTI AUTO PER DIPENDENTI a) Norme generali

Dettagli

INFORMATIVA ALL'UTENZA RIMOZIONE VEICOLI. Si comunica che a partire dal giorno 17 settembre 2013 i veicoli:

INFORMATIVA ALL'UTENZA RIMOZIONE VEICOLI. Si comunica che a partire dal giorno 17 settembre 2013 i veicoli: INFORMATIVA ALL'UTENZA RIMOZIONE VEICOLI Si comunica che a partire dal giorno 17 settembre 2013 i veicoli: parcheggiati al di fuori degli appositi stalli indicati dalla segnaletica o parcheggiati in aree

Dettagli

Città di Novi Ligure. ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 74 del 06/05/2015

Città di Novi Ligure. ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 74 del 06/05/2015 Sett. 7 - Polizia Municipale Ufficio proponente: Viabilità Proposta n. 72 del 30/04/2015 Città di Novi Ligure ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 74 del 06/05/2015 Oggetto: CENTRO STORICO: DISCIPLINA VIABILE DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI (STALLI GIALLI).

REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI (STALLI GIALLI). COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA RISERVATI A TITOLO ONEROSO PER VEICOLI PRIVATI DEI SOLI RESIDENTI (STALLI GIALLI). (Approvato con Deliberazione del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI SARONNO PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER LA TUTELA DALL INQUINAMENTO ACUSTICO

COMUNE DI SARONNO PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER LA TUTELA DALL INQUINAMENTO ACUSTICO PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER LA TUTELA DALL INQUINAMENTO ACUSTICO SETTEMBRE 2011 Sommario SOMMARIO...ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. TITOLO 1 PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1. Oggetto del regolamento...

Dettagli

COMUNE DI MATERA. Settore Polizia Locale Ufficio Traffico. Prot. n. 039860 Ord. n. 291 Matera, 27 Agosto 2014

COMUNE DI MATERA. Settore Polizia Locale Ufficio Traffico. Prot. n. 039860 Ord. n. 291 Matera, 27 Agosto 2014 COMUNE DI MATERA Settore Polizia Locale Ufficio Traffico Prot. n. 039860 Ord. n. 291 Matera, 27 Agosto 2014 Oggetto: Regolamentazione mobilità urbana nel Centro Storico e nei Rioni Sassi. IL DIRIGENTE

Dettagli

CONFORMITA AI SENSI DEL D.M. 236/89 E DEL D.P.R. 503/96 INDICE 1. PREMESSA - 3 -

CONFORMITA AI SENSI DEL D.M. 236/89 E DEL D.P.R. 503/96 INDICE 1. PREMESSA - 3 - INDICE 1. PREMESSA - 3-2. CONFORMITA AI SENSI DEL D.M. 236/89 E DEL D.P.R. 503/96, RICHIESTA DALLA A.S.L./NA 1, DIPARTIMENTO PREVENZIONE SERVIZIO IGIENE E SANITA PUBBLICA, IN SEDE DI CONFERENZA DEI SERVIZI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI. Allegato alla deliberazione di Consiglio Comunale n.

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI. Allegato alla deliberazione di Consiglio Comunale n. REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI Allegato alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 33 del 28/07/2011 ESECUTIVO DAL 01/10/2011 INDICE ART. 1. Oggetto ART. 2. Utilizzo

Dettagli

Servizio Polizia Locale

Servizio Polizia Locale Reg. Ord. n. 10 Ord. Resp. 05/09 Prot. n. 2780 Rep. n. 136 Pieve Ligure, 19 maggio 2008 OGGETTO: Istituzione Zone a Sosta Limitata. Periodo 1 giugno 2009-31 agosto 2009.- IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO VISTA

Dettagli

MILANO IN RETE ITINERARI CICLISTICI: INTERVENTI PROGRAMMATI

MILANO IN RETE ITINERARI CICLISTICI: INTERVENTI PROGRAMMATI MOBILITA CICLISTICA A MILANO MILANO IN RETE ITINERARI CICLISTICI: INTERVENTI PROGRAMMATI BICICLETTA elaborato: presentazione codifica: 120100013_00 data: 17/05/2012 redatto: Veronica Gaiani verificato:

Dettagli

LE AREE DI INTERVENTO

LE AREE DI INTERVENTO ATTIVITA ANNO 2013 LE AREE DI INTERVENTO SICUREZZA URBANA SICUREZZA STRADALE SICUREZZA DEL TERRITORIO SICUREZZA DEI CONSUMATORI e DEI LAVORATORI. IL CORPO della POLIZIA LOCALE 113 OPERATORI (-1 ) FRA CUI:

Dettagli

COPIA ORDINANZA SINDACALE n. 48 DEL 09-09-2015

COPIA ORDINANZA SINDACALE n. 48 DEL 09-09-2015 COMUNE DI SAMMICHELE DI BARI Provincia di Bari COPIA ORDINANZA SINDACALE n. 48 DEL 09-09-2015 OGGETTO: ORDINANZA SINDACALE REGOLAMENTAZIONE VEICOLARE Z.T.L. CENTRO STORICO. Premesso che - risulta necessario

Dettagli

DI COSA SI TRATTA. Gli obbiettivi: salvaguardare il patrimonio verde costituito da Parco Increa e prevenire ulteriori danni ambientali,

DI COSA SI TRATTA. Gli obbiettivi: salvaguardare il patrimonio verde costituito da Parco Increa e prevenire ulteriori danni ambientali, DI COSA SI TRATTA E un piano che nasce dalla volontà dall Amministrazione Comunale per iniziare a regolamentare e riqualificare la fruizione di Parco Increa, ormai soggetto a continui utilizzi non consoni,

Dettagli

IL CENTRO STORICO DI ROMA. Stefano Giovenali

IL CENTRO STORICO DI ROMA. Stefano Giovenali IL CENTRO STORICO DI ROMA Stefano Giovenali LE ISOLE AMBIENTALI La nostra idea di organizzazione del Centro Storico è quella di costruire 14 isole ambientali finalizzate al recupero della vivibilità urbana

Dettagli

STRALCIO CAPITOLATO D ONERI- IMPEGNI A CARICO DELLA DITTA. 2) Dovrà assicurare il completo allestimento delle aree espositive come segue:

STRALCIO CAPITOLATO D ONERI- IMPEGNI A CARICO DELLA DITTA. 2) Dovrà assicurare il completo allestimento delle aree espositive come segue: STRALCIO CAPITOLATO D ONERI- IMPEGNI A CARICO DELLA DITTA Allegato 1 Nell ambito della tradizionale fiera di San Settimio 2015, organizzata in economia dal Comune di Jesi, l affidatario dovrà provvedere

Dettagli

Città di Cosenza Settore Programmazione e Sviluppo Economico Servizio AA.EE.PP.

Città di Cosenza Settore Programmazione e Sviluppo Economico Servizio AA.EE.PP. Città di Cosenza Settore Programmazione e Sviluppo Economico Servizio AA.EE.PP. FIERA DI SAN GIUSEPPE EDIZIONE 2010 AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DEI POSTEGGI LA DIRIGENTE DEL SERVIZIO ATTIVITA ECONOMICHE

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DI SPAZI SOSTA PERSONALIZZATI AI DIVERSAMENTE ABILI INDICE

REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DI SPAZI SOSTA PERSONALIZZATI AI DIVERSAMENTE ABILI INDICE REGOLAMENTO SULLA CONCESSIONE DI SPAZI SOSTA PERSONALIZZATI AI DIVERSAMENTE ABILI INDICE - Art.1 OggettO del regolamento - Art.2 Fonti normative - Art.3 ConCessionari - Art.4 IstruttorIa: competenze -

Dettagli

REGOLAMENTO ZONA CONTROLLO SOSTA (ZCS)

REGOLAMENTO ZONA CONTROLLO SOSTA (ZCS) REGOLAMENTO ZONA CONTROLLO SOSTA (ZCS) (Approvato con D.G. n. del.) 1. STRADE DEL CENTRO: v. Sanzio (da v. A. di Cambio a v. Fattori); v. Brunelleschi (da v. A. di Cambio a v. Fattori); v. Fattori (da

Dettagli

COMUNE DI PREONE. Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN

COMUNE DI PREONE. Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN COMUNE DI PREONE Provincia di Udine REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELL AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA TEMPORANEA DI CAMPERS CARAVAN AUTOCARAVAN Approvato con delibera C.C. n. 30 del 29 giugno 2012 REGOLAMENTO

Dettagli

corrieri veloci, trasporto di medicinali urgenti, espurgo fosse biologiche h) imprese di traslochi e facchinaggio:

corrieri veloci, trasporto di medicinali urgenti, espurgo fosse biologiche h) imprese di traslochi e facchinaggio: Attività Commerciali/ Artigianali/Industriali/Autotrasporti ecc. DOCUMENTAZIONE NECESSARIA Compilazione dell apposito stampato cui va allegato la fotocopia del/i *veicolo/i interessato/i, visura camerale

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 97 di Reg. OGGETTO: Istituzione e ubicazione di stalli di sosta a pagamento e disco orario nucleo abitato La Torre. Data

Dettagli

COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO DI CAPALLE

COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO DI CAPALLE COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO DEL CENTRO STORICO DI CAPALLE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 138 DEL 11/07/2008 1 COMUNE DI

Dettagli

FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO ALBERTO D ADDESE

FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO ALBERTO D ADDESE Assessorato Lavori Pubblici e Infrastrutture - Trasporto e Mobilità - Patrimonio - Sport e Benessere - Personale - Polizia Municipale - Onoranze Funebri FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO

Dettagli

DOMANDA DI CONCESSIONE OCCUPAZIONE TEMPORANEA SUOLO PUBBLICO PER OPERAZIONI DI CARICO/SCARICO MATERIALI POSIZIONAMENTO AUTOCARRI

DOMANDA DI CONCESSIONE OCCUPAZIONE TEMPORANEA SUOLO PUBBLICO PER OPERAZIONI DI CARICO/SCARICO MATERIALI POSIZIONAMENTO AUTOCARRI Marca da bollo 16,00 DOMANDA DI CONCESSIONE OCCUPAZIONE TEMPORANEA SUOLO PUBBLICO PER OPERAZIONI DI CARICO/SCARICO MATERIALI POSIZIONAMENTO AUTOCARRI Al Comune di Il sottoscritto Cognome Nome Data di nascita

Dettagli

Siena Parcheggi SpA. Verbale esibizione carta di circolazione del veicolo + copia contratto locazione per domiciliati. Comando PM

Siena Parcheggi SpA. Verbale esibizione carta di circolazione del veicolo + copia contratto locazione per domiciliati. Comando PM Tipologie di permesso Somme dovute Tipo di richiesta Competenza al rilascio note Validità: 30 frazionabili in 15 + 15 solo per l'accompagnamento di anziani, minori o animali alle strutture veterinarie

Dettagli

Perché finanziare una mobilità urbana alternativa. Eleonora Pieralice

Perché finanziare una mobilità urbana alternativa. Eleonora Pieralice Perché finanziare una mobilità urbana alternativa Eleonora Pieralice Mobilità urbana sostenibile: lo squilibrio modale Il sistema dei trasporti italiano è dominato dalla crescita della domanda di mobilità

Dettagli

COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU).

COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU). COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER RILASCIO ABBONAMENTI ANNUALI PER SPAZI DI SOSTA AGEVOLATI RESIDENTI SENZA RISERVA DI POSTO AUTO (STALLI BLU). (Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del

Dettagli

Il nuovo Piano del Traffico di Trieste. Auditorium del Museo Revoltella Trieste, 18 luglio 2013

Il nuovo Piano del Traffico di Trieste. Auditorium del Museo Revoltella Trieste, 18 luglio 2013 Il nuovo Piano del Traffico di Trieste Auditorium del Museo Revoltella Trieste, 18 luglio 2013 Il Percorso di Piano Un piano partecipato Approvazione della Bozza di Piano Febbraio 2012 Fase di partecipazione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE di Pesaro COPIA N. di Documento 859272 N. della deliberazione 72 Data della deliberazione 18/03/2008 Allegati n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: RIORGANIZZAZIONE E AGGIORNAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL COMPUTER E DEL SERVIZIO DI INTERNET BIBLIOTECA COMUNALE DI PIANENGO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL COMPUTER E DEL SERVIZIO DI INTERNET BIBLIOTECA COMUNALE DI PIANENGO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL COMPUTER E DEL SERVIZIO DI INTERNET BIBLIOTECA COMUNALE DI PIANENGO Presso la Biblioteca Comunale di Pianengo è istituito, con D. G. n., un servizio di utilizzo del computer

Dettagli

COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELL AREA PEDONALE DEL CAPOLUOGO

COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELL AREA PEDONALE DEL CAPOLUOGO COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze REGOLAMENTO DELL AREA PEDONALE DEL CAPOLUOGO 1 COMUNE DI CAMPI BISENZIO - Provincia di Firenze - REGOLAMENTO DELL AREA PEDONALE DEL CAPOLUOGO INDICE Art.

Dettagli

REGOLAMENTO ZONA CONTROLLO SOSTA (ZCS)

REGOLAMENTO ZONA CONTROLLO SOSTA (ZCS) REGOLAMENTO ZONA CONTROLLO SOSTA (ZCS) (Approvato con D.G. n. del.) 1. STRADE DEL CENTRO: v. Sanzio (da v. A. di Cambio a v. Fattori); v. Brunelleschi (da v. A. di Cambio a v. Fattori); v. Fattori (da

Dettagli

REGOLAMENTO OPERATIVO PER L UTILIZZO DELL IMPIANTO ESTERNO DI VIDEOSORVEGLIANZA

REGOLAMENTO OPERATIVO PER L UTILIZZO DELL IMPIANTO ESTERNO DI VIDEOSORVEGLIANZA REGOLAMENTO OPERATIVO PER L UTILIZZO DELL IMPIANTO ESTERNO DI VIDEOSORVEGLIANZA Approvato con delibera consiglio comunale n. 175 del 22/11/2006 Modificato con delibera consiglio comunale n. 36 DEL 14/03/2013

Dettagli

Relazione di fattibilità

Relazione di fattibilità Facoltà degli Studi di Sassari Sede di Alghero Corso di laurea PTUA Anno accademico 2004-2005 II anno Relazione di fattibilità Progetto area ex-saica Alghero Blocco didattico: Tecniche di valutazione ambientale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI

REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO NON CUSTODITI C O M U N E D I B U S S E R O PROVINCIA DI MILANO P.IVA c.f. 03063770154 C.A.P. 20060 Piazza Diritti dei Bambini n. 1 TEL. 02 / 953331 - FAX. 02 / 9533337 REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI A

Dettagli

Le Università per la sostenibilità. Misure che favoriscono una migliore ripartizione modale esperienze all Università di Bologna

Le Università per la sostenibilità. Misure che favoriscono una migliore ripartizione modale esperienze all Università di Bologna Le Università per la sostenibilità Misure che favoriscono una migliore ripartizione modale esperienze all Università di Bologna A cura di roberto battistini Milano, Expo Site 22 settembre 2015 Muoversi

Dettagli

COMUNE di NOALE PROVINCIA di VENEZIA. REGOLAMENTO DEL SERVIZIO di TRASPORTO SOCIALE. Art. 7: Compartecipazione economica al servizio

COMUNE di NOALE PROVINCIA di VENEZIA. REGOLAMENTO DEL SERVIZIO di TRASPORTO SOCIALE. Art. 7: Compartecipazione economica al servizio COMUNE di NOALE PROVINCIA di VENEZIA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO di TRASPORTO SOCIALE All. sub A) : Regolamento Del. di C.C. n. 12 del 29.04.2013 Sommario: Art. 1: Finalità del servizio Art. 2: Destinatari

Dettagli

PIANO AREE PEDONALI E Z.T.L.

PIANO AREE PEDONALI E Z.T.L. COMUNE DI TERMOLI Provincia di Campobasso REGIONE MOLISE SERVIZIO DI PROTEZIONE CIVILE PIANO AREE PEDONALI E Z.T.L. VIABILITA CENTRO CITTADINO SISTEMAZIONE PARCHEGGI RELAZIONE DATA MARZO 2007 REDAZIONE

Dettagli

DISPOSIZIONI PARTICOLARI SULLA CIRCOLAZIONE URBANA IL DIRIGENTE

DISPOSIZIONI PARTICOLARI SULLA CIRCOLAZIONE URBANA IL DIRIGENTE Ordinanza N. Prot. N. del DISPOSIZIONI PARTICOLARI SULLA CIRCOLAZIONE URBANA IL DIRIGENTE Tenuto conto che, con proprie ordinanze sindacali, sono stati istituiti divieti di transito e di sosta in diverse

Dettagli

REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL PARCHEGGIO COMUNALE NON CUSTODITO PICCOLO TORINO IN LOCALITÀ BAS VILLAIR

REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL PARCHEGGIO COMUNALE NON CUSTODITO PICCOLO TORINO IN LOCALITÀ BAS VILLAIR COMUNE DI QUART VALLE D AOSTA COMMUNE DE QUART VALLÉE D AOSTE REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL PARCHEGGIO COMUNALE NON CUSTODITO PICCOLO TORINO IN LOCALITÀ BAS VILLAIR Approvato con deliberazione della Giunta

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE MANIFESTAZIONI ALL APERTO

Comune di Mentana Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE MANIFESTAZIONI ALL APERTO Comune di Mentana Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE MANIFESTAZIONI ALL APERTO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 57 del 22/12/2009 INDICE Art. 1 Art. 2 Art.

Dettagli

O.P/lm Prot.Gen.98717 748/2015 IL COMANDANTE

O.P/lm Prot.Gen.98717 748/2015 IL COMANDANTE Corpo Polizia Municipale Terre Estensi DIVISIONE I COMPARTO ATTIVITÀ INTERNE UFFICIO ORDINANZE E MANIFESTAZIONI O.P/lm Prot.Gen.98717 748/2015 IL COMANDANTE Rilevato che nel periodo dal 2 al 24 Ottobre

Dettagli

Comune di Marciana Provincia di Livorno

Comune di Marciana Provincia di Livorno Comune di Marciana Provincia di Livorno ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 141 DEL 03/12/2015 Assunto il giorno TRE del mese di DICEMBRE dell'anno DUEMILAQUINDICI dal Setore 3 - Corpo Di Polizia - Protezione Civile

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E - Art.1 OggettO ed ambito di applicazione - Art.2 Definizioni - Art.3 OrariO e sosta dei veicoli riservata al

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno Sintesi degli incontri di ascolto di Zona 4 Molise Calvairate, Ortomercato Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno spazio di aggregazione, di promozione culturale e di documentazione,

Dettagli

ORDINANZA TEMPORANEA IN LINEA DI VIABILITA N. 384-14

ORDINANZA TEMPORANEA IN LINEA DI VIABILITA N. 384-14 Trieste, 09/07/2014 Area Città, Territorio e Ambiente SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ED EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA MOBILITA E TRAFFICO Direttore del Servizio: Arch. Ave Furlan Prot. gen. n. 111130 Prot.

Dettagli

Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289

Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289 Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289. DISPOSIZIONI PER L ACCESSO AI SERVIZIO INTERNET - Approvato con delibera C.C. n. 294 del 25.11.1999 CO.RE.CO.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI E ATTIVITA DEL CENTRO SOCIO CULTURALE DI LONIGO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI E ATTIVITA DEL CENTRO SOCIO CULTURALE DI LONIGO Allegato A Adottato con delibera di Consiglio Comunale n. 10 del 2 marzo 2011 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI E ATTIVITA DEL CENTRO SOCIO CULTURALE DI LONIGO Art. 1 Il presente regolamento disciplina

Dettagli

UBICAZIONE Il Comune di Legnano

UBICAZIONE Il Comune di Legnano Ex Fonderia LEGNANO UBICAZIONE Il Comune di Legnano Il Comune di Legnano ha 60.000 abitanti ed è situato a circa 20 km a nord ovest di Milano. L area della Ex Fonderia, inserita in un contesto prettamente

Dettagli

SOSTE A PAGAMENTO NEL COMUNE DI SAN BONIFACIO.

SOSTE A PAGAMENTO NEL COMUNE DI SAN BONIFACIO. MULTISERVIZI S.B. S.R.L. Sede legale: Piazza Costituzione, 4 37047 SAN BONIFACIO (VR) Sede amministrativa: Via Camporosolo, 119 37047 SAN BONIFACIO (VR) Iscritta al R. I. VR C.F. e n. iscrizione 03457850232

Dettagli

Deliverable 2.2.1. Report on Park & Ride actions in Bologna. Report sugli interventi Park & Ride a Bologna

Deliverable 2.2.1. Report on Park & Ride actions in Bologna. Report sugli interventi Park & Ride a Bologna Deliverable 2.2.1 Report on Park & Ride actions in Bologna Report sugli interventi Park & Ride a Bologna INTRODUZIONE Le politiche locali di gestione della mobilità hanno fra i principali obiettivi l incentivazione

Dettagli

Incendio presso la sede di Latinafiori

Incendio presso la sede di Latinafiori Pagina 1/5 CAMPO DI APPLICAZIONE Tutto il personale presente nella sede di Latinafiori, compresi visitatori, ditte esterne, collaboratori; Coordinatore della squadra di emergenza (o suo sostituto); Componenti

Dettagli

REGIONE: MARCHE LEGGE REGIONALE

REGIONE: MARCHE LEGGE REGIONALE REGIONE: MARCHE LEGGE REGIONALE 29 APRILE 1996, n.16 (G.U. n. 036 SERIE SPECIALE N. 3 del 14/09/1996 - BU n. 032 del 09/05/1996) INTERVENTI PER INCENTIVARE L'USO DELLA BICICLETTA E PER LA CREAZIONE DI

Dettagli

Comune di Roccaromana

Comune di Roccaromana Comune di Roccaromana Provincia di Caserta REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI POSTI AUTO COPERTI DI PROPRIETA COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 37 del 29/09/2014 INDICE ART. 1

Dettagli

ALLEGATO 1 ORDINANZA DIRIGENZIALE N. _ DEL / / Tipologie e caratteristiche delle autorizzazioni (e relativi contrassegni di sosta)

ALLEGATO 1 ORDINANZA DIRIGENZIALE N. _ DEL / / Tipologie e caratteristiche delle autorizzazioni (e relativi contrassegni di sosta) Città di Grosseto Settore: POLIZIA MUNICIPALE ALLEGATO 1 ORDINANZA DIRIGENZIALE N. _ DEL / / Tipologie e caratteristiche delle autorizzazioni (e relativi contrassegni di sosta) per la circolazione nella

Dettagli

Città di Novi Ligure. ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 104 del 15/10/2010

Città di Novi Ligure. ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 104 del 15/10/2010 Sett. 7 - Polizia Municipale Ufficio proponente: Viabilità Proposta n. 153 del 15/10/2010 Città di Novi Ligure ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 104 del 15/10/2010 Oggetto: CENTRO STORICO NORME VIABILI SPERIMENTALI

Dettagli

A.O. POLIZIA MUNICIPALE ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 169 del 11-07-2014

A.O. POLIZIA MUNICIPALE ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 169 del 11-07-2014 A.O. POLIZIA MUNICIPALE ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 169 del 11-07-2014 OGGETTO: ZONA A RILEVANZA URBANISTICA: VIA DI BOBOLI, VIA DELLA TORRE E VIA NIERI - ISTITUZIONE STALLI DI SOSTA RESIDENTI. IL RESPONSABILE

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEI DISSUASORI DI TRANSITO AUTOMATICI NEGLI ACCESSI DELL'AREA PEDONALE.

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEI DISSUASORI DI TRANSITO AUTOMATICI NEGLI ACCESSI DELL'AREA PEDONALE. Allegato n. 2 all ordinanza n. 189/2008 DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEI DISSUASORI DI TRANSITO AUTOMATICI NEGLI ACCESSI DELL'AREA PEDONALE. I dissuasori di transito automatici permetteranno di far rispettare

Dettagli

INDICE. Mappa dell accessibilità urbana

INDICE. Mappa dell accessibilità urbana INDICE Considerazioni di base e concetti introduttivi Riferimenti normativi Obiettivi Metodologia di lavoro Elenco dei beni censiti Schedatura degli immobili pubblici o di tipo pubblico Cenni sulle problematicità

Dettagli

Ordinanza n 769 del 31/07/2014 Il Comandante Territoriale OGGETTO: ISTITUZIONE DELLA Z.T.L. ESTIVA A CASCIANA TERME

Ordinanza n 769 del 31/07/2014 Il Comandante Territoriale OGGETTO: ISTITUZIONE DELLA Z.T.L. ESTIVA A CASCIANA TERME Unione dei Comuni di Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme Lari, Chianni, Lajatico, Palaia, Peccioli, Ponsacco, Pontedera, Santa Maria a Monte e Terricciola Zona Valdera - Provincia di Pisa

Dettagli