RIFORMA DELLA COSTITUZIONE LA CAMPAGNA PER IL SÌ

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RIFORMA DELLA COSTITUZIONE LA CAMPAGNA PER IL SÌ"

Transcript

1 RIFORMA DELLA COSTITUZIONE LA CAMPAGNA PER IL SÌ

2 QUANDO SI VOTA Domenica 4 dicembre 2016 Dalle ore 7.00 alle ore 23.00

3 CHI PUÒ VOTARE I cittadini italiani che hanno compiuto 18 anni entro il 4 dicembre Non possono votare i cittadini stranieri, anche se UE Per votare bisogna presentarsi al seggio con un documento valido e con la tessera elettorale. Bisogna controllare se nella «tessera elettorale» c è ancora spazio, nel qual caso si deve chiedere il duplicato all Ufficio elettorale del Comune

4 LA SCHEDA DEL REFERENDUM

5 VALIDITÀ DEL REFERENDUM Il referendum abrogativo è valido se vi partecipa almeno il 50% + 1 degli aventi diritto. Il referendum costituzionale confermativo, invece, non ha quorum ed è valido quale che sia la partecipazione al voto.

6 LA PROPAGANDA: AFFISSIONE DI MANIFESTI Nei 30 giorni antecedenti il referendum la propaganda elettorale a mezzo di affissione di manifesti, stampati e di altro materiale è consentita solo negli appositi spazi predisposti destinati dai Comuni L'assegnazione degli spazi ai Partiti rappresentati in Parlamento e al Comitato promotore, è subordinata alla presentazione di apposita domanda indirizzata al Comune entro il 34' giorno antecedente quello di votazione. Non è più ammessa la propaganda «indiretta».

7 LA PROPAGANDA FONICA, FIGURATIVA E LUMINOSA Propaganda fonica su mezzi mobili La propaganda elettorale effettuata mediante altoparlante installato su mezzi mobili è subordinata alla preventiva autorizzazione del Sindaco. Propaganda figurativa su mezzi mobili E' ammessa la propaganda figurativa su mezzi mobili (es: autobus). Non è ammessa invece la sosta o lo stazionamento prolungato. Propaganda luminosa Dal 30' giorno antecedente il referendum è vietata ogni forma di propaganda elettorale luminosa sia fissa che mobile. Fanno eccezione le insegne indicanti le sedi dei partiti.

8 LA PROPAGANDA: IL VOLANTINAGGIO IN LUOGO PUBBLICO Dal 30' giorno antecedente le elezioni è vietato il lancio o il getto di volantini in luogo pubblico o aperto al pubblico. E' invece ammessa la distribuzione dei volantini, consegnandoli nelle mani dei passanti o inserendoli nelle buche delle lettere Per la diffusione di volantini in presenza di postazioni fisse ( i banchetti) si deve richiedere l autorizzazione all occupazione del suolo pubblico. I volantini, e tutto i materiali stampati, devono riportare il nominativo del committente responsabile.

9 LA NOMINA DEI RAPPRESENTANTI DI LISTA Nei seggi è ammessa la presenza dei rappresentanti di partito e del Comitato promotore (NB: i rappresentanti «di lista» possono votare nel seggio dove sono nominati, anche se residenti in altro Comune o Regione) Per la loro nomina forniremo il modulo da presentare al Segretario comunale entro venerdì 2 dicembre o direttamente al Presidente del seggio, nel pomeriggio di sabato 3 dicembre

10 L ATTIVITA DEI COMITATI BASTA UN SÌ

11 I MATERIALI PER LA CAMPAGNA BASTA UN SÌ Il Comitato nazionale Basta un Sì metterà a disposizione di ogni Comitato e Circolo PD: Volantino con la sintesi dei principali contenuti della riforma; Brochure «vero e falso» sulla riforma Manifesto 70x100 Basta un Sì Spot radio e TV per gli spazi gratuiti autogestiti a disposizione di Comitati e Partiti Kit con bracciali, spille, matite, bandiere, una chiavetta usb con il materiale da scricare e un libro

12 QUALI INIZIATIVE A SOSTEGNO DEL SÌ? Assemblee pubbliche Banchetti nelle piazze e nei luoghi pubblici Volantinaggi Uso della rete e dei social

13 BASTA UN SÌ: UN ASSEMBLEA IN OGNI COMUNE Almeno un assemblea pubblica in ogni Comune a sostegno del Sì Relatori: docenti universitari, parlamentari, amministratori locali Massima pubblicità, con volantinaggi, affissione di locandine e manifesti, invio di sms e partecipazione a iniziative di confronto tra il Sì e il No alla riforma, organizzate da associazioni e soggetti «terzi»

14 BANCHETTI NELLE PIAZZE E NEI LUOGHI PUBBLICI In novembre, programmare la presenza di banchetti, punti informativi di Basta un Sì, nei mercati e nei fine settimana A questo scopo: Programmare le date e le presenze Presentare la richiesta di occupazione suolo pubblico in Comune Allestire i banchetti con bandiere e manifesti, per dargli visibilità

15 VOLANTINAGGI Per la diffusione dei volantini, oltre ai banchetti: Diffusione porta a porta Volantinaggi nei mercati e nei supermercati Per fare questo serve individuare le persone disponibili, suddividere il territorio in zone, e programmare date e orari di diffusione.

16 UNA PRESENZA DIFFUSA SULLA RETE Attivare siti e pagine facebook dei Comitati locali BASTA UN SÌ Promuovere la «condivisione» della pagina e dei post sulle pagine degli amici Utilizzare i siti e le pagine facebook dei Comitati e dei Circoli PD per veicolare la comunicazione e l informazione proveniente dal sito nazionale BASTA UN SI promuovere tutti gli eventi organizzati a livello locale e provinciale/territoriale

17 QUATTRO COSE CHE POSSIAMO FARE SUBITO Bastano pochi minuti! 1. Mettere mi piace alla pagina Basta un sì su Facebook 2. Invitare gli amici a mettere mi piace 3. Mandare un messaggio agli amici per chieder loro di seguire il sito e la pagina e per invitarli a votare Sì 4. Parlare con amici e conoscenti, per motivare e informare

18 INCONTRARE E PARLARE CON LE PERSONE Le assemblee, i banchetti, le riunioni anche per piccoli gruppi -, sono l occasione per incontrare iscritti, elettori e cittadini per invitarli a votare SÌ nel referendum e per raccontare le motivazioni del SÌ alla riforma ma anche per chiedergli la disponibilità a confermare o a metterci a disposizione i loro DATI E INFORMAZIONI PERSONALI INDIRIZZO LUOGO E DATA DI NASCITA CELLULARE da riportare nella scheda che abbiamo predisposto o nei tabulati degli elettori delle primarie da mettere a disposizione dei Circoli.

19 DOVE RACCOGLIERE I DATI

20 LA GESTIONE DEI DATI E DELLE INFORMAZIONI Raccogliere e inserire nel sistema di gestione della base dati, i dati personali di tutte le persone contattate e che acconsentono a ricevere informazioni e comunicazioni.

21 «COME SI VOTA», DIFFUSO IN OGNI CASA Programmare nella seconda metà di novembre, il recapito non indirizzato a tutte le famiglie di del tabloid/pieghevole COME SI VOTA, con i contenuti della riforma e il fac-simile della scheda con la croce sul Sì Definire modalità e criteri di riparto dei costi con i Circoli e con i Comitati alcuni esempi

22 UN ESEMPIO DI QUANTO PUÒ COSTARE IL «COME SI VOTA» Tabloid f.to aperto A3, f.to chiuso A copie: 420,00 ( 0,210) copie: 968,00 ( 0,097) copie: 650,00 ( 0,065) RECAPITO: 0,05 Comune A n. 450 recapiti Comune B n recapiti Comune C n recapiti Comune D n recapiti Comune E n recapiti N copie x 0,065= 594,75 +IVA N copie x 0,05= 457,50 TOTALE 1.052,50 Così suddivisi: Comune A 52,00 Comune B 126,00 Comune C 253,00 Comune D 437,00 Comune E 184,00

23 BASTA UN SÌ Emilia-Romagna

ELEZIONI COMUNALI 2016 Votazione domenica 5 giugno Calendario delle operazioni elettorali

ELEZIONI COMUNALI 2016 Votazione domenica 5 giugno Calendario delle operazioni elettorali ELEZIONI COMUNALI 2016 Votazione domenica 5 giugno 2016 Calendario delle operazioni elettorali Dal 90 GIORNO ANTECEDENTE ALLA VOTAZIONE (7 marzo 2016) Giorno dal quale è possibile usufruire dell aliquota

Dettagli

SCADENZIARIO ELETTORALE

SCADENZIARIO ELETTORALE SCADENZIARIO ELETTORALE Giovedì 10 aprile 2014 (45 giorno antecedente quello della votazione) Pubblicazione, a cura del sindaco, del manifesto di convocazione dei comizi elettorali. Scadenza del termine

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 Propaganda elettorale Diminuzione degli spazi Per la propaganda diretta: almeno 3 max 5 Legge 147/2013 Soppressione propaganda indiretta Legge 147/2013 Prima del 25 aprile:

Dettagli

Regolamento per le elezioni primarie del candidato del centrosinistra a sindaco di Firenze per le elezioni amministrative del 2009

Regolamento per le elezioni primarie del candidato del centrosinistra a sindaco di Firenze per le elezioni amministrative del 2009 Regolamento per le elezioni primarie del candidato del centrosinistra a sindaco di Firenze per le elezioni amministrative del 2009 Articolo 1 (Premessa) 1. Il presente Regolamento disciplina nel Comune

Dettagli

REGIONE SICILIANA. Servizio Elettorale

REGIONE SICILIANA. Servizio Elettorale REGIONE SICILIANA Servizio Elettorale PUBBLICAZIONE N. 1 R/bis CALENDARIO DELLE OPERAZIONI PREPARATORIE PER L ELEZIONE DIRETTA DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE E DELL ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA DI DOMENICA

Dettagli

Calendario delle operazioni elettorali

Calendario delle operazioni elettorali REGIONE ABRUZZO Direzione Affari della Presidenza, Politiche Legislative e Comunitarie, Rapporti Esterni Servizio Legislativo Segretariato Generale della Presidenza Struttura Complessa Attuazione del Programma

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI PREPARATORIE PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DI DOMENICA 5 GIUGNO 2016

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI PREPARATORIE PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DI DOMENICA 5 GIUGNO 2016 REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DELLE AUTONOMIE LOCALI E DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIPARTIMENTO DELLE AUTONOMIE LOCALI SERVIZIO ELETTORALE PUBBLICAZIONE N. 1 bis CALENDARIO DELLE OPERAZIONI PREPARATORIE PER

Dettagli

COMUNE DI VOBBIA Provincia di Genova

COMUNE DI VOBBIA Provincia di Genova COMUNE DI VOBBIA Provincia di Genova 16010 Località Vobbia n. 29 Tel. 010 939311 Fax 010 931543 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - UFFICIO ELETTORALE Prot. N. 0000837 lì,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PROMOZIONE DEL COMITATO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PROMOZIONE DEL COMITATO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PROMOZIONE DEL COMITATO DI PARTECIPAZIONE Approvato dal Consiglio Comunale con delibera n 3, del 31.01.2015 Art. 1 Promozione dei Comitato di Partecipazione Il Comune di Menconico,

Dettagli

GUIDA FISAC. SeggiElettorali e CarichePubbliche 2016 CGIL FISAC

GUIDA FISAC. SeggiElettorali e CarichePubbliche 2016 CGIL FISAC GUIDA FISAC SeggiElettorali e CarichePubbliche 2016 CGIL FISAC FISAC CGIL - Dipartimento Comunicazione - www.fisac-cgil.it - Guida Seggi Elettorali e Cariche Pubbliche 2016 Permessi e diritti per i componenti

Dettagli

I rappresentanti di lista

I rappresentanti di lista SECONDA PARTE OPERAZIONI PRELIMINARI RAPPRESENTANTI DI LISTA: CHI SONO Seguono le operazioni elettorali e verificano eventuali irregolarità per conto di una delle liste che concorrono alle elezioni La

Dettagli

Fondo Pensione PREVILABOR Via Milazzo, 17/G BOLOGNA

Fondo Pensione PREVILABOR Via Milazzo, 17/G BOLOGNA Fondo Pensione PREVILABOR Via Milazzo, 17/G - 40121 BOLOGNA Iscrizione all Albo dei Fondi Pensione N 1092 3 maggio 2000 Tel. 051 242009 - Fax 051 4214183 - E-Mail previlabor@previlabor.it REGOLAMENTO PER

Dettagli

Democrazia diretta: referendum, proposte di legge popolari e garanzie costituzionali

Democrazia diretta: referendum, proposte di legge popolari e garanzie costituzionali Democrazia diretta: referendum, proposte di legge popolari e garanzie costituzionali Quali sono gli istituti di democrazia diretta Proposta di legge di iniziativa popolare Referendum abrogativo Referendum

Dettagli

COMUNE DI PISTOIA CONSULTAZIONE POPOLARE ONLINE GIOSTRA DELL ORSO 2016

COMUNE DI PISTOIA CONSULTAZIONE POPOLARE ONLINE GIOSTRA DELL ORSO 2016 COMUNE DI PISTOIA CONSULTAZIONE POPOLARE ONLINE GIOSTRA DELL ORSO 2016 ISTRUZIONI DI VOTO Per Informazioni : 800 012146 Accedere al sito : http://open.toscana.it/web/giostraorsopistoia Nella prima pagina

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI CAGLIARI (Circoscrizioni dei Tribunali Cagliari e Lanusei)

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI CAGLIARI (Circoscrizioni dei Tribunali Cagliari e Lanusei) ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI CAGLIARI (Circoscrizioni dei Tribunali Cagliari e Lanusei) REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI O DEL REVISORE UNICO Approvato

Dettagli

www.garanteprivacy.it ELEZIONI EUROPEE Le regole per il corretto uso dei dati personali

www.garanteprivacy.it ELEZIONI EUROPEE Le regole per il corretto uso dei dati personali ELEZIONI EUROPEE Le regole per il corretto uso dei dati personali In vista delle prossime elezioni europee, il Garante privacy ricorda a partiti politici e candidati le modalità per utilizzare correttamente

Dettagli

REFERENDUM DEL 17 aprile 2016 VOTA SÌ. Spazi propaganda (SEL e fiancheggiatori) SI VOTA SOLO DOMENICA 17 APRILE 2016 DALLE ORE 7.00 ALLE 23.

REFERENDUM DEL 17 aprile 2016 VOTA SÌ. Spazi propaganda (SEL e fiancheggiatori) SI VOTA SOLO DOMENICA 17 APRILE 2016 DALLE ORE 7.00 ALLE 23. REFERENDUM DEL 17 aprile 2016 VOTA SÌ Calendario scadenze Spazi propaganda (SEL e fiancheggiatori) Rappresentanti ai seggi SI VOTA SOLO DOMENICA 17 APRILE 2016 DALLE ORE 7.00 ALLE 23.00 Per cosa si vota

Dettagli

Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Napoli AREA II bis Raccordo con gli Enti Locali e Consultazioni Elettorali

Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Napoli AREA II bis Raccordo con gli Enti Locali e Consultazioni Elettorali VADEMECUM PER LA PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE Elezioni del Sindaco e del Consiglio Comunale NORMATIVA VIGENTE Decreto del Presidente della Repubblica 16 maggio 1960, n. 570. Testo unico delle leggi

Dettagli

Prefettura di Bari ELEZIONI POLITICHE 2013

Prefettura di Bari ELEZIONI POLITICHE 2013 ELEZIONI POLITICHE 2013 PROTOCOLLO D INTESA In data 28 gennaio 2013, alle ore 11.00, presso questa Prefettura, si è tenuta una riunione per la disciplina della propaganda elettorale in occasione delle

Dettagli

Prefettura - Ufficio territoriale del Governo di Trapani

Prefettura - Ufficio territoriale del Governo di Trapani Fasc. 2149/A2.S8.2 9 aprile 2014 Via e mail AI SIGG. SINDACI E COMMISSARI AI SIGG. SEGRETARI COMUNALI AI SIGG.RI UFFICIALI ELETTORALI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA LORO SEDI e, p.c. AI SIGG. PRESIDENTI DELLE

Dettagli

Prefettura di Venezia Ufficio Territoriale del Governo. Ufficio Elettorale Provinciale

Prefettura di Venezia Ufficio Territoriale del Governo. Ufficio Elettorale Provinciale Prefettura di Venezia Ufficio Territoriale del Governo Ufficio Elettorale Provinciale INDICAZIONI OPERATIVE SULLA PROPAGANDA ELETTORALE REFERENDUM COSTITUZIONALE 2016 1 In vista dello svolgimento del Referendum

Dettagli

IL TUO VOTO CONTA!!! ELEZIONI AMMINISTRATIVE 5 GIUGNO 2016

IL TUO VOTO CONTA!!! ELEZIONI AMMINISTRATIVE 5 GIUGNO 2016 IL TUO VOTO CONTA!!! ELEZIONI AMMINISTRATIVE 5 GIUGNO 2016 INTRODUZIONE ABBIAMO CERCATO PAROLE SEMPLICI E IMMAGINI PER AIUTARTI A CAPIRE COME SI VOTA. CHIEDI A UN AMICO O A UN MEMBRO DELLA FAMIGLIA DI

Dettagli

Savona, sequestrato lo chalet dei 5 Stelle: secondo la Municipale viola il silenzio elettorale

Savona, sequestrato lo chalet dei 5 Stelle: secondo la Municipale viola il silenzio elettorale 1 Savona, sequestrato lo chalet dei 5 Stelle: secondo la Municipale viola il silenzio elettorale Sabato 4 giugno 2016 http://www.ivg.it/photogallery_new/images/2016/06/gazebo-movimento-5-stelle-sequestrat

Dettagli

1. Le operazioni di voto si svolgono in tutta la Regione Lazio domenica 19 febbraio dalle ore 8 alle ore 20.

1. Le operazioni di voto si svolgono in tutta la Regione Lazio domenica 19 febbraio dalle ore 8 alle ore 20. Vademecum Composizione del seggio elettorale 1. Le operazioni di voto si svolgono in tutta la Regione Lazio domenica 19 febbraio dalle ore 8 alle ore 20. 2. Il seggio elettorale è composto da un Presidente,

Dettagli

LA RIFORMA DELLA SECONDA PARTE DELLA COSTITUZIONE

LA RIFORMA DELLA SECONDA PARTE DELLA COSTITUZIONE LA RIFORMA DELLA SECONDA PARTE DELLA COSTITUZIONE APPROVATA DEFINITIVAMENTE IL 12 APRILE 2016 WWW.RIFORMECOSTITUZIONALI.GOV.IT ELEMENTI ESSENZIALI DELLA RIFORMA COSTITUZIONALE SUPERAMENTO DEL BICAMERALISMO

Dettagli

Legge 4 aprile 1956, n. 212 Norme per la disciplina della propaganda elettorale* Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 87 dell 11 aprile 1956

Legge 4 aprile 1956, n. 212 Norme per la disciplina della propaganda elettorale* Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 87 dell 11 aprile 1956 Legge 4 aprile 1956, n. 212 Norme per la disciplina della propaganda elettorale* Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 87 dell 11 aprile 1956 Art. 1 1. L affissione di stampati, giornali murali od altri

Dettagli

ELEZIONI COMUNALI 2016 VADEMECUM

ELEZIONI COMUNALI 2016 VADEMECUM CITTÀ DI CASSANO D ADDA Città metropolitana di Milano ELEZIONI COMUNALI 2016 VADEMECUM Normativa e modulistica per le spese ed i finanziamenti della campagna elettorale In vista delle prossime elezioni,

Dettagli

Che cosa cambia e perché

Che cosa cambia e perché Che cosa cambia e perché 1 La fine dell immobilismo Stop al bicameralismo paritario Procedure più snelle e veloci per fare le leggi Meno decreti legge disegni di legge con voto a data certa Il presidente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEI REFERENDUM

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEI REFERENDUM COMUNE DI GRANOZZO CON MONTICELLO REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEI REFERENDUM Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 in data 30 maggio 1994 Ripubblicato in data 18-07-1994 fino all

Dettagli

Il vademecum per il cittadino elettore

Il vademecum per il cittadino elettore Dove si vota, quando si vota, come si vota Il vademecum per il cittadino elettore Cosa si rinnova I componenti del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati. Nelle regioni a statuto ordinario:

Dettagli

Calendario delle operazioni elettorali elezioni amministrative del GIUGNO 2004

Calendario delle operazioni elettorali elezioni amministrative del GIUGNO 2004 Calendario delle operazioni elettorali elezioni amministrative del 12 13 GIUGNO 2004 1 Calendario delle scadenze elettorali GIOVEDI 29 aprile (45 giorno antecedente le elezioni) Pubblicazione, a cura del

Dettagli

Prot. n. 421 CIRCOLARE N. 5 / REG. (www.regione.sicilia.it/famiglia/elettorale)

Prot. n. 421 CIRCOLARE N. 5 / REG. (www.regione.sicilia.it/famiglia/elettorale) REGIONE SICILIANA Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e delle Autonomie Locali Servizio11 / Elettorale Palermo, 11 marzo 2008 Prot. n. 421 CIRCOLARE N. 5 / REG. (www.regione.sicilia.it/famiglia/elettorale)

Dettagli

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI REFERENDUM POPOLARI

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI REFERENDUM POPOLARI COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI REFERENDUM POPOLARI ARTICOLO 1 Generalità 1. Il referendum popolare è indetto dal Consiglio Comunale su questioni di rilevanza

Dettagli

Facciamola Bella Festa di fine anno Torneo di pallavolo Mercatino dei libri Giornate autogestite La sala studenti (per mangiare nella pausa pranzo,

Facciamola Bella Festa di fine anno Torneo di pallavolo Mercatino dei libri Giornate autogestite La sala studenti (per mangiare nella pausa pranzo, . Se non lo fai tu, nessuno lo fa per te Facciamola Bella Festa di fine anno Torneo di pallavolo Mercatino dei libri Giornate autogestite La sala studenti (per mangiare nella pausa pranzo, studiare assieme,

Dettagli

Comune di Eupilio PROVINCIA DI COMO

Comune di Eupilio PROVINCIA DI COMO Comune di Eupilio PROVINCIA DI COMO COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 16 OGGETTO: REFERENDUM POPOLARE ABROGATIVO DEL 17 APRILE 2016: INDIVIDUAZIONE DEI LUOGHI DESTINATI ALLE AFFISSIONI

Dettagli

CIRCOLARE n. 23 / 2016 Roma, 28 aprile 2016

CIRCOLARE n. 23 / 2016 Roma, 28 aprile 2016 CIRCOLARE n. 23 / 2016 Roma, 28 aprile 2016 AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA (ESCLUSI I PREFETTI DEL FRIULI-VENEZIA GIULIA E DELLA SICILIA) LORO SEDI e, per conoscenza: AI PREFETTI DEL FRIULI-VENEZIA GIULIA

Dettagli

Prefettura - Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno

Prefettura - Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno ACCORDO INTERVENUTO TRA I RAPPRESENTANTI DEI PARTITI, GRUPPI E MOVIMENTI POLITICI DELLA PROVINCIA DI ASCOLI PICENO NELLA RIUNIONE TENUTASI NEGLI UFFICI DELLA PREFETTURA DI ASCOLI PICENO IL GIORNO 11 MAGGIO

Dettagli

PROVINCIA DI CATANZARO. Legge 56/14 Elezioni 2014: scadenze e adempimenti

PROVINCIA DI CATANZARO. Legge 56/14 Elezioni 2014: scadenze e adempimenti PROVINCIA DI CATANZARO Legge 56/14 Elezioni 2014: scadenze e adempimenti 1 Sono eleggibili a consigliere provinciale i sindaci e i consiglieri comunali in carica, nonché, limitatamente alle prime elezioni,

Dettagli

REFERENDUM POPOLARE 4 dicembre 2016 Calendario degli adempimenti

REFERENDUM POPOLARE 4 dicembre 2016 Calendario degli adempimenti REFERENDUM POPOLARE 4 dicembre 2016 Calendario degli adempimenti Il presente calendario ha valore generale, pertanto è sempre necessario attenersi alle disposizioni impartite dal Ministero dell interno

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI PREPARATORIE PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DI DOMENICA 6 E LUNEDI 7 MAGGIO 2012

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI PREPARATORIE PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DI DOMENICA 6 E LUNEDI 7 MAGGIO 2012 REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DELLE AUTONOMIE LOCALI E DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIPARTIMENTO DELLE AUTONOMIE LOCALI SERVIZIO ELETTORALE PUBBLICAZIONE N. 1 bis CALENDARIO DELLE OPERAZIONI PREPARATORIE PER

Dettagli

Prot /2010/Area II Trento, 10 settembre 2010 AI SIGNORI SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO ALLE COMUNITA DI VALLE

Prot /2010/Area II Trento, 10 settembre 2010 AI SIGNORI SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO ALLE COMUNITA DI VALLE Prot. 16472 /2010/Area II Trento, 10 settembre 2010 AI SIGNORI SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TRENTO ALLE COMUNITA DI VALLE AI PARTITI E RAGGRUPPAMENTI POLITICI DELLA PROVINCIA DI TRENTO ALLA QUESTURA

Dettagli

Il sistema elettorale americano

Il sistema elettorale americano Il sistema elettorale americano IL PRESIDENTE Il Presidente degli Stati Uniti non è solo il capo dello Stato, a livello f e d e r a l e e s e r c i t a i l P o t e r e esecutivo. I requisiti previsti dalla

Dettagli

Le sale e strutture comunali individuate per effettuare riunioni politiche aperte al pubblico sono:

Le sale e strutture comunali individuate per effettuare riunioni politiche aperte al pubblico sono: INDIVIDUAZIONE DI CRITERI E MODALITA DA UTILIZZARSI PER AGEVOLARE LA PROPAGANDA ELETTORALE NEI TRENTA GIORNI PRECEDENTI LA DATA DI SVOLGIMENTO DELLE CONSULTAZIONI ELETTORALI NEL PERIODO ANTECEDENTE DI

Dettagli

GUIDA AL REFERENDUM COSTITUZIONALE

GUIDA AL REFERENDUM COSTITUZIONALE GUIDA AL REFERENDUM COSTITUZIONALE 04 dicembre 2016 in versione facile da leggere Guida realizzata grazie al contributo dei lettori di prova di Anffas Onlus Udine Per visualizzare e scaricare altri documenti

Dettagli

OPENJOBMETIS S.P.A. AGENZIA PER IL LAVORO REGOLAMENTO DELL ELENCO DELLE PERSONE AVENTI ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE

OPENJOBMETIS S.P.A. AGENZIA PER IL LAVORO REGOLAMENTO DELL ELENCO DELLE PERSONE AVENTI ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE OPENJOBMETIS S.P.A. AGENZIA PER IL LAVORO REGOLAMENTO DELL ELENCO DELLE PERSONE AVENTI ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE (Edizione Novembre 2016) 1 INDICE Articolo 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 Articolo

Dettagli

Prefettura di Torino. Ufficio Territoriale del Governo. Prot. n /AREA II Torino, 29 aprile 2016

Prefettura di Torino. Ufficio Territoriale del Governo. Prot. n /AREA II Torino, 29 aprile 2016 Prot. n. 2016-004376/AREA II Torino, 29 aprile 2016 Al Signor Presidente della Giunta Regionale del Piemonte TORINO Al Signor Sindaco della Città Metropolitana TORINO Ai Signori Sindaci e Segretari Comunali

Dettagli

RIFORMA COSTITUZIONALE. Superamento del bicameralismo e revisione del Titolo V

RIFORMA COSTITUZIONALE. Superamento del bicameralismo e revisione del Titolo V 2016 RIFORMA COSTITUZIONALE Superamento del bicameralismo e revisione del Titolo V COSTITUZIONE ITALIANA La Costituzione della Repubblica Italiana è la legge suprema d'italia. È stata approvata dall Assemblea

Dettagli

Legge 7 marzo 2005, n. 2

Legge 7 marzo 2005, n. 2 Legge 7 marzo 2005, n. 2 "Disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica PG " Art. 1. (Finalità e ambito di

Dettagli

Assemblea dei Comitati territoriali Roma 18 settembre Comunicazione di Mauro Beschi

Assemblea dei Comitati territoriali Roma 18 settembre Comunicazione di Mauro Beschi Assemblea dei Comitati territoriali Roma 18 settembre 2016 Comunicazione di Mauro Beschi Negli incontri con i partiti (SI, Altra Europa per Tsipras, PRC, Possibile, Azione Civile, PLI, PCI) e, separatamente,

Dettagli

Prot. n. 13881/2016 Area II Prefettura di Varese Varese, 2 maggio 2016 Ai Sigg. Segretari dei partiti e movimenti politici della provincia LORO SEDI OGGETTO: Elezioni comunali di domenica 5 giugno 2016

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 165 Seduta del 04/11/2016 All. 1 OGGETTO:

Dettagli

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale dei Servizi Elettorali

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale dei Servizi Elettorali Roma, 9 ottobre 2014 AI PREFETTI DELLE PROVINCE DI BOLOGNA FERRARA FORLI -CESENA MODENA PARMA PIACENZA RAVENNA REGGIO EMILIA RIMINI CATANZARO COSENZA CROTONE REGGIO DI CALABRIA VIBO VALENTIA e, per conoscenza,

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE

DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 813 B DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri (LETTA) dal Ministro per le riforme costituzionali (QUAGLIARIELLO)

Dettagli

Regolamento per la elezione diretta del Sindaco dei Ragazzi Scuola Primaria e Secondaria di primo grado di Oliveto Citra

Regolamento per la elezione diretta del Sindaco dei Ragazzi Scuola Primaria e Secondaria di primo grado di Oliveto Citra COMUNE DI OLIVETO CITRA Provincia di Salerno Regolamento per la elezione diretta del Sindaco dei Ragazzi Scuola Primaria e Secondaria di primo grado di Oliveto Citra ( (approvato con delibera del C.C.

Dettagli

SETTORE I SERVIZIO 4 - UFFICIO ELETTORALE SCHEMA PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO. Servizio UFFICIO ELETTORALE DISCIPLINA DELL ELETTORATO ATTIVO

SETTORE I SERVIZIO 4 - UFFICIO ELETTORALE SCHEMA PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO. Servizio UFFICIO ELETTORALE DISCIPLINA DELL ELETTORATO ATTIVO SETTORE I SERVIZIO 4 - UFFICIO ELETTORALE SCHEMA PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO Servizio UFFICIO ELETTORALE DISCIPLINA DELL ELETTORATO ATTIVO Descrizione sommaria del procedimento REVISIONE DINAMICA STRAORDINARIA

Dettagli

Elezioni Primarie del Partito Democratico del 6 marzo 2016 per la scelta del Candidato Sindaco del Comune di San Benedetto del Tronto

Elezioni Primarie del Partito Democratico del 6 marzo 2016 per la scelta del Candidato Sindaco del Comune di San Benedetto del Tronto Elezioni Primarie del Partito Democratico del 6 marzo 2016 per la scelta del Candidato Sindaco del Comune di San Benedetto del Tronto Regolamento per lo svolgimento delle Primarie 2016 approvato dall'unione

Dettagli

Cosa cambia con La riforma della seconda parte della Costituzione

Cosa cambia con La riforma della seconda parte della Costituzione Cosa cambia con La riforma della seconda parte della Costituzione Approvata in via definitiva il 12 aprile 2016 Un po' di Storia In 30 anni... NESSUN RISULTATO: 1983-1985: Bicamerale Bozzi 1993-1994: Bicamerale

Dettagli

Teramo, lì

Teramo, lì Votazioni per l elezioni del nuovo Consiglio dell Ordine per il quadriennio 2013/2017 Il Consiglio dell Ordine di Teramo riunito in data 27.06.2013 presso la sede dell Ordine, giusta convocazione del 21.06.2013,

Dettagli

PARLAMENTO.

PARLAMENTO. PARLAMENTO http://www.parlamento.it/!1 Il Parlamento italiano è formato da due Camere CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA!2 Il nostro è un BICAMERALISMO PERFETTO: le due camere hanno uguali poteri

Dettagli

22 Febbraio Garibaldi n 98 area Ex-Ospedaletto aula B7 primo piano.

22 Febbraio Garibaldi n 98 area Ex-Ospedaletto aula B7 primo piano. DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI SETTORE AMMINISTRAZIONE Via G. Ferraris, 116 13100 Vercelli VC Tel. 0161 228217- Fax 0161 228229 Direzione.dsu@unipmn.it MANIFESTO LISTE ELETTORALI ELEZIONI RAPPRESENTANTI

Dettagli

Prot. n. 12275/2015 Area II Varese, 21 aprile 2015 Ai Sigg. Segretari dei partiti e movimenti politici della provincia LORO SEDI OGGETTO: Elezioni comunali di domenica 31 maggio 2015 ed eventuale turno

Dettagli

CITTÀ DI MONCALIERI Area Affari Generali e Servizi Settore Supporto e Segreteria REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEI REFERENDUM COMUNALI

CITTÀ DI MONCALIERI Area Affari Generali e Servizi Settore Supporto e Segreteria REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEI REFERENDUM COMUNALI CITTÀ DI MONCALIERI Area Affari Generali e Servizi Settore Supporto e Segreteria REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEI REFERENDUM COMUNALI Art. 1 Istituzione 1. Il presente regolamento disciplina i Referendum

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI Modello n. 89 - AR Verbale delle operazioni del seggio speciale per la raccolta del voto degli elettori presenti in un luogo di detenzione per l elezione del Presidente della Giunta e del Consiglio regionale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE CONSULTE DI FRAZIONE

REGOLAMENTO PER LE CONSULTE DI FRAZIONE REGOLAMENTO PER LE CONSULTE DI FRAZIONE (artt. 34 e 35 dello Statuto Comunale) Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 56 del 30.09.1996 Modificato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

Elezioni comunali Guida alla propaganda elettorale

Elezioni comunali Guida alla propaganda elettorale Elezioni comunali 2015 5 Guida alla propaganda elettorale Sommario Presentazione... 4 Parole chiave... 5 Comunicazione istituzionale... 5 Propaganda... 5 Propaganda elettorale... 5 Informazione elettorale...

Dettagli

COMUNE DI RAVENNA ACCADEMIA DI BELLE ARTI REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLA CONSULTA DEGLI STUDENTI. per il triennio

COMUNE DI RAVENNA ACCADEMIA DI BELLE ARTI REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLA CONSULTA DEGLI STUDENTI. per il triennio REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLA CONSULTA DEGLI STUDENTI per il triennio 2013 2016 Art.1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento disciplina le elezioni della Consulta degli Studenti. 2. La Consulta

Dettagli

COMUNE DI STAGNO LOMBARDO PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI STAGNO LOMBARDO PROVINCIA DI CREMONA COMUNE DI STAGNO LOMBARDO PROVINCIA DI CREMONA Deliberazione n. 85 Adunanza del 03.11.2016 COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: REFERENDUM POPOLARE COSTITUZIONALE DEL 04 DICEMBRE 2016. INDIVIDUAZIONE

Dettagli

P R E F E T T U R A D I F I R E N Z E

P R E F E T T U R A D I F I R E N Z E Prot. n. 22919/2011 Area II S.E. Firenze, 21 aprile 2011 Ai Sigg.ri Sindaci dei Comuni della Provincia di Firenze LORO SEDI OGGETTO: Referendum popolari previsti dall art. 75 della Costituzione di domenica

Dettagli

SCADENZARIO DEI PRINCIPALI ADEMPIMENTI IN VISTA DELLE ELEZIONI COMUNALI DEL 26 E 27 MAGGIO 2013

SCADENZARIO DEI PRINCIPALI ADEMPIMENTI IN VISTA DELLE ELEZIONI COMUNALI DEL 26 E 27 MAGGIO 2013 SCADENZARIO DEI PRINCIPALI ADEMPIMENTI IN VISTA DELLE ELEZIONI COMUNALI DEL 26 E 27 MAGGIO Giorni rispetto alla votazione Entro il 55 giorno Entro il 45 giorno dei comizi elettorali Data Adempimenti Riferimenti

Dettagli

LA RIFORMA DEL SENATO E DEL TITOLO V DELLA COSTITUZIONE

LA RIFORMA DEL SENATO E DEL TITOLO V DELLA COSTITUZIONE LA RIFORMA DEL SENATO E DEL TITOLO V DELLA COSTITUZIONE RIFORMA DEL SENATO: ITER (fino al 31 gennaio 2016) Martedì 13 ottobre 2015 il Senato ha approvato la riforma del senato(il ddl Boschi) in prima lettura,

Dettagli

CITTA DI CATANZARO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: REFERENDUM COSTITUZIONALE DEL 4 DICEMBRE 2016

CITTA DI CATANZARO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: REFERENDUM COSTITUZIONALE DEL 4 DICEMBRE 2016 CITTA DI CATANZARO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: REFERENDUM COSTITUZIONALE DEL 4 DICEMBRE 2016 DELIMITAZIONE SPAZI PER AFFISSIONE MANIFESTI ELETTORALI. LA GIUNTA COMUNALE VISTA la proposta

Dettagli

COMUNE DI BEINASCO. Piazza Alfieri 7-10092 BEINASCO (TO) tel. 01139891 - fax 0113989382 P.E.C.: protocollo@comune.beinasco.legalmail.

COMUNE DI BEINASCO. Piazza Alfieri 7-10092 BEINASCO (TO) tel. 01139891 - fax 0113989382 P.E.C.: protocollo@comune.beinasco.legalmail. COMUNE DI BEINASCO Piazza Alfieri 7-10092 BEINASCO (TO) tel. 01139891 - fax 0113989382 P.E.C.: protocollo@comune.beinasco.legalmail.it SERVIZIO SEGRETERIA GENERALE Beinasco, 11 marzo 2016 prot. n. 4993/2016

Dettagli

REGOLAMENTO CONFERENZA DEI COMUNI DELL AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE DELLA PROVINCIA DI BRESCIA

REGOLAMENTO CONFERENZA DEI COMUNI DELL AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE DELLA PROVINCIA DI BRESCIA All. 1 alla Deliberazione della Conferenza dei Comuni n. 1 del 20.06.2011 CONFERENZA DEI COMUNI DELL AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE DELLA PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA DEI

Dettagli

Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti Contabili di Rieti

Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti Contabili di Rieti Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti Contabili di Rieti Il Consiglio dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Rieti VISTA la legge 24 febbraio 2005 n. 34, VISTO

Dettagli

CITTÁ DI ANGUILLARA SABAZIA

CITTÁ DI ANGUILLARA SABAZIA CITTÁ DI ANGUILLARA SABAZIA PROVI NCI A DI ROMA U F F I C I O S E G R E T E R I A CRITERI E MODALITA DI SVOLGIMENTO DELLA PROPAGANDA ELETTORALE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2016 (approvato con determina dirigenziale

Dettagli

Prefettura di Forlí Cesena

Prefettura di Forlí Cesena ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 5 GIUGNO 2016 DISCIPLINA DELLA PROPAGANDA ELETTORALE (Legge 4 aprile 1956, n. 212, come modificata dalla Legge 24 aprile 1975, n. 130) RIUNIONE DEL 5 MAGGIO 2016 I DISCIPLINA

Dettagli

Il Direttore dell Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale del Bacino di Bergamo, richiamata integralmente la

Il Direttore dell Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale del Bacino di Bergamo, richiamata integralmente la Bando di selezione dei Rappresentanti dei Viaggiatori e dei Rappresentanti dei Mobility Manager presso la Conferenza Locale del Trasporto Pubblico (CLTP) Il Direttore dell Agenzia per il Trasporto Pubblico

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI TERRAGNOLO Provincia di Trento REGOLAMENTO COMUNALE per l utilizzazione della palestra e delle attrezzature annesse al centro scolastico della fraz. Piazza Approvato con deliberazione consiliare

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PERIODICO COMUNALE VEDUGGIO INFORMA

REGOLAMENTO DEL PERIODICO COMUNALE VEDUGGIO INFORMA COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO REGOLAMENTO DEL PERIODICO COMUNALE VEDUGGIO INFORMA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n 17 del 28/04/1997 Modificato con delibera di Consiglio Comunale n 10 del

Dettagli

REGOLAMENTO ELETTORALE 2014 Per la XII^ Assemblea Provinciale di CNA Padova

REGOLAMENTO ELETTORALE 2014 Per la XII^ Assemblea Provinciale di CNA Padova REGOLAMENTO ELETTORALE 2014 Per la XII^ Assemblea Provinciale di CNA Padova ASSOCIATI E DIRITTO DI VOTO Hanno diritto a partecipare alla XII^ Assemblea della CNA - Associazione artigiani di Padova tutti

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DEL VOLONTARIATO

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DEL VOLONTARIATO Allegato alla deliberazione C.C. n. 24 del 2/4/2012 Il Presidente Il Segretario F.to Frigerio Ft.to Urbano Unità Organizzativa Servizi Sociali REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DEL VOLONTARIATO 1 INDICE Articolo

Dettagli

COMUNE DI CAPRIANO DEL COLLE (Brescia) REGOLAMENTO DEL CENTRO SOCIALE RICREATIVO E CULTURALE PER LA TERZA ETA

COMUNE DI CAPRIANO DEL COLLE (Brescia) REGOLAMENTO DEL CENTRO SOCIALE RICREATIVO E CULTURALE PER LA TERZA ETA COMUNE DI CAPRIANO DEL COLLE (Brescia) REGOLAMENTO DEL CENTRO SOCIALE RICREATIVO E CULTURALE PER LA TERZA ETA COMUNE DI CAPRIANO DEL COLLE (Brescia) REGOLAMENTO DEL CENTRO SOCIALE RICREATIVO E CULTURALE

Dettagli

Regolamento per l elezione del Segretario e dell'assemblea dell Unione provinciale di Ferrara, dei Segretari e dei Comitati direttivi di Circolo

Regolamento per l elezione del Segretario e dell'assemblea dell Unione provinciale di Ferrara, dei Segretari e dei Comitati direttivi di Circolo Visti: l articolo 15 dello Statuto nazionale del Partito Democratico; l articolo 11 dello Statuto regionale del PD dell Emilia-Romagna; l articolo 16 del Regolamento per l elezione del Segretario e dell

Dettagli

In questo modulo verrà illustrato il normale svolgimento delle operazioni di votazione ed i compiti dei componenti dell Ufficio nella gestione del

In questo modulo verrà illustrato il normale svolgimento delle operazioni di votazione ed i compiti dei componenti dell Ufficio nella gestione del In questo modulo verrà illustrato il normale svolgimento delle operazioni di votazione ed i compiti dei componenti dell Ufficio nella gestione del voto degli elettori. 1 I componenti dell Ufficio devono

Dettagli

nella nostra forza la tua libertà

nella nostra forza la tua libertà nella nostra forza la tua libertà 3-4-5 MARZO 2015 1 13 gennaio 2015 Annuncio delle elezioni e contestuale inizio della procedura elettorale 14 gennaio 2015 Le amministrazioni rendono disponibile l elenco

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL REFERENDUM. approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 169 del 28 novembre 2003

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL REFERENDUM. approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 169 del 28 novembre 2003 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL REFERENDUM approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 169 del 28 novembre 2003 1 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10

Dettagli

Referendum costituzionale 4 dicembre 2016

Referendum costituzionale 4 dicembre 2016 Referendum costituzionale 4 dicembre 2016 "Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni,

Dettagli

ITALICUM E REFERENDUM NEL COMBINATO DISPOSTO C E IL MARCHIO DEL PATTO DEL NAZZARENO

ITALICUM E REFERENDUM NEL COMBINATO DISPOSTO C E IL MARCHIO DEL PATTO DEL NAZZARENO ITALICUM E REFERENDUM NEL COMBINATO DISPOSTO C E IL MARCHIO DEL PATTO DEL NAZZARENO C è uno stretto intreccio,si chiama combinato disposto, tra la legge elettorale vigente (Italicum) e la riforma costituzionale

Dettagli

Legge regionale 9 ottobre 2009, n. 13 Istituzione del Consiglio delle autonomie locali *

Legge regionale 9 ottobre 2009, n. 13 Istituzione del Consiglio delle autonomie locali * Legge regionale 9 ottobre 2009, n. 13 Istituzione del Consiglio delle autonomie locali * Art. 1 Oggetto 1. È istituito il Consiglio delle autonomie locali (CAL), quale organo di rappresentanza delle autonomie

Dettagli

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI, EVENTI, ATTIVITA CUL- TURALI DA SVOLGERE NEL TERRITORIO SOLIERESE

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI, EVENTI, ATTIVITA CUL- TURALI DA SVOLGERE NEL TERRITORIO SOLIERESE Alle Associazioni socie della Fondazione Campori BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI, EVENTI, ATTIVITA CUL- TURALI DA SVOLGERE NEL TERRITORIO SOLIERESE 1. ENTE SELEZIONATORE Si informa che la Fondazione

Dettagli

Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo

Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo PEC Roma, data del protocollo AI SIGG.RI SINDACI, COMMISSARI STRAORDINARI E PREFETTIZI DEI COMUNI DI ROMA E PROVINCIA AL SIG. QUESTORE - LORO SEDI - -ROMA- AL SIG. COMANDANTE PROVINCIALE CARABINIERI -ROMA-

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE DEI DELEGATI DEI LAVORATORI ASSOCIATI IN SENO ALL ASSEMBLEA DEL FONDO PERSEO SIRIO

REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE DEI DELEGATI DEI LAVORATORI ASSOCIATI IN SENO ALL ASSEMBLEA DEL FONDO PERSEO SIRIO REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE DEI DELEGATI DEI LAVORATORI ASSOCIATI IN SENO ALL ASSEMBLEA DEL FONDO PERSEO SIRIO 1. Indizione delle elezioni Le elezioni per la costituzione dell Assemblea dei Delegati sono

Dettagli

comunali 10 aprile 2016

comunali 10 aprile 2016 Istruzioni di voto Comune di Lamone Elezioni comunali 10 aprile 2016 Novità Per le elezioni comunali del 10 aprile 2016 è possibile votare per corrispondenza. L elettore riceve direttamente al domicilio

Dettagli

Prot. n. 3567/A19 Parma, 6 ottobre 2016 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. n. 3567/A19 Parma, 6 ottobre 2016 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PARMIGIANINO P.le Rondani 1 43125 Parma - Tel. 0521/233874 Fax 0521/233046 e-mail: pric83600p@istruzione.it pec: pric83600p@pec.istruzione.it C.F. 80010870345 - www.icparmigianino.it

Dettagli

2 GIUGNO 1946 REFERENDUM POPOLARE SUFFRAGIO UNIVERSALE FORMA REPUBBLICANA COSTITUZIONE REPUBBLICA ITALIANA 1 GENNAIO 1948 ASSEMBLEA COSTITUENTE

2 GIUGNO 1946 REFERENDUM POPOLARE SUFFRAGIO UNIVERSALE FORMA REPUBBLICANA COSTITUZIONE REPUBBLICA ITALIANA 1 GENNAIO 1948 ASSEMBLEA COSTITUENTE 1 2 GIUGNO 1946 REFERENDUM POPOLARE SUFFRAGIO UNIVERSALE FORMA REPUBBLICANA COSTITUZIONE REPUBBLICA ITALIANA 1 GENNAIO 1948 ASSEMBLEA COSTITUENTE 2 POPOLO COSTITUZIONE POPOLO REPUBBLICA DEMOCRAZIA 3 ART.

Dettagli

Prefettura di Venezia Ufficio Territoriale del Governo. Ufficio Elettorale Provinciale

Prefettura di Venezia Ufficio Territoriale del Governo. Ufficio Elettorale Provinciale Prefettura di Venezia Ufficio Territoriale del Governo Ufficio Elettorale Provinciale INDICAZIONI OPERATIVE SULLA PROPAGANDA ELETTORALE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2016 1 In vista dello svolgimento delle elezioni

Dettagli

ASSOCIAZIONE COMMISSIONE TERZIARIO CHIASSO STATUTI (Art. 60 e segg. del Codice civile svizzero)

ASSOCIAZIONE COMMISSIONE TERZIARIO CHIASSO STATUTI (Art. 60 e segg. del Codice civile svizzero) ASSOCIAZIONE COMMISSIONE TERZIARIO CHIASSO STATUTI (Art. 60 e segg. del Codice civile svizzero) Denominazione, scopo e sede Art. 1 Con la denominazione Associazione Commissione Terziario Chiasso(ACTC)

Dettagli

ELEZIONE DIRETTA DEL SINDACO ELEZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DOMENICA 25 MAGGIO 2014 dalle ore 7,00 alle ore 23,00

ELEZIONE DIRETTA DEL SINDACO ELEZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DOMENICA 25 MAGGIO 2014 dalle ore 7,00 alle ore 23,00 COMUNE DI GORNATE OLONA PROVINCIA DI VARESE 21040 Piazza Parrocchetti n. 1 Tel. 0331 863811 fax 0331 863888 ------------------------------------------------------------ UFFICIO ELETTORALE ELEZIONE DIRETTA

Dettagli

STATUTO CONSULTA COMUNALE GIOVANILE

STATUTO CONSULTA COMUNALE GIOVANILE STATUTO CONSULTA COMUNALE GIOVANILE TITOLO 1- DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Fonti normative Le disposizioni contenute nel presente statuto trovano il loro fondamento giuridico nella legge n 267/2000, T.U.

Dettagli

Comune di Biccari Provincia di Foggia REGOLAMENTO CIRCOLO ANZIANI

Comune di Biccari Provincia di Foggia REGOLAMENTO CIRCOLO ANZIANI Comune di Biccari Provincia di Foggia REGOLAMENTO CIRCOLO ANZIANI Art. 1 Principi generali Il funzionamento del Circolo Anziani istituito dal Comune di Biccari è disciplinato dal presente Regolamento.

Dettagli