Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA Vittorio Verdone Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 Vittorio Verdone Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori"

Transcript

1 Focus su sinistri, frodi e contenzioso r.c. auto I prezzi delle polizze r.c.a. e la normativa mancata La raccolta totale premi 2013 per canale distributivo Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio 2014

2 Agenda Focus su sinistri, frodi e contenzioso r.c. auto Loss ratio I sinistri in odore di frode Il contenzioso dal giudice di pace I prezzi delle polizze e la normativa mancata La raccolta premi 2013 per canale distributivo Sergio Desantis Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati Milano, 9 luglio

3 Focus su sinistri, frodi e contenzioso r.c. auto

4 Ramo r.c. auto - Loss Ratio di competenza 90,9% 86,9% 82,4% 80,5% 80,9% 81,5% 82,9% 81,4% 81,1% 87,7% 83,5% 76,8% 68,4% 68,5% Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

5 Loss Ratio di competenza per tipologia di veicolo Anni 2012 e 2013 ANNO 2013 ANNO 2012 Tipo Veicolo Premi Sinistri Loss Premi Sinistri Loss di competenza di competenza ratio di competenza di competenza ratio (mln di euro) (mln di euro) di competenza (mln di euro) (mln di euro) di competenza Autovetture ,5% ,0% Autotassametri ,9% ,1% Ciclomotori ,1% ,1% Motocicli ,8% ,6% Autobus ,9% ,7% Autocarri ,8% ,3% Altri settori ,6% ,9% Totale ,5% ,4% - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

6 Loss Ratio provinciale per anno di accadimento inclusi sinistri tardivi FONTE FONTE IVASS ANIA Provincie Autovetture TOTALE R.C. AUTO Torino 74,6% 73,5% Genova 74,7% 66,6% Milano 76,8% 55,6% Bolzano 66,1% 69,7% Trento 57,5% 67,9% Venezia 76,0% 78,8% Bologna 73,6% 67,6% Ancona 82,4% 86,6% Firenze 72,6% 88,7% Perugia 80,1% 72,3% Roma 71,9% 67,2% Napoli 55,0% 74,6% L'Aquila 68,3% 73,1% Bari 59,2% 51,4% Potenza 69,2% 75,6% Reggio Calabria 59,6% 72,0% Palermo 73,5% 60,1% Cagliari 79,7% 63,9% Italia 70,3% 68,4% - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

7 I sinistri in odore di frode - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

8 Analisi delle frodi assicurative r.c. auto Anno 2012 REGIONE Distribuzion e % numero sinistri denunciati Sinistri esposti al rischio frode / Sinistri denunciati % num. sinistri % num.partite di danno Sinistri oggetto di approfondimen to in relazione al rischio frode / Sinistri esposti al rischio frode di cui: Sinistri oggetto di approfondimen to in relazione al rischio frode definiti senza seguito di cui: Sinistri per i quali sono state presentate denunce/quere le Danni a cose Lesioni (0) (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) PIEMONTE 8,1% 10,0% 9,7% 23,5% 24,8% 25,6% 4,2% VALLE D'AOSTA 0,2% 9,8% 9,7% 20,9% 23,3% 30,0% 0,0% LOMBARDIA 18,0% 10,3% 10,5% 21,8% 20,6% 23,8% 1,8% LIGURIA 3,5% 9,2% 9,3% 15,6% 30,0% 34,3% 1,7% FRIULI-VENEZIA GIULIA 2,2% 10,5% 11,0% 17,1% 23,3% 19,9% 0,6% TRENTINO-ALTO ADIGE 2,0% 21,0% 22,3% 33,2% 18,9% 16,4% 1,1% VENETO 7,6% 10,1% 10,6% 22,7% 22,6% 30,3% 2,1% EMILIA ROMAGNA 7,6% 12,0% 12,3% 24,5% 29,5% 24,1% 3,6% TOSCANA 6,0% 11,4% 11,2% 22,5% 26,7% 26,7% 4,6% UMBRIA 1,1% 10,9% 10,1% 23,2% 35,9% 30,2% 1,5% MARCHE 2,3% 16,8% 16,7% 30,7% 25,7% 35,5% 1,0% LAZIO 13,1% 13,4% 13,3% 24,7% 32,9% 26,3% 2,3% ABRUZZO 2,0% 18,3% 18,1% 37,0% 26,7% 27,8% 4,1% MOLISE 0,4% 22,2% 20,9% 39,5% 52,8% 27,7% 1,5% CAMPANIA 8,9% 29,2% 27,5% 42,7% 44,7% 25,4% 5,4% CALABRIA 1,9% 20,2% 18,8% 39,1% 43,2% 31,8% 5,0% PUGLIA 4,8% 18,2% 16,7% 34,8% 41,2% 25,3% 5,3% BASILICATA 0,7% 21,5% 20,6% 43,0% 35,7% 38,5% 1,8% SICILIA 6,8% 14,9% 13,5% 30,6% 43,5% 43,2% 2,5% SARDEGNA 2,6% 11,5% 11,5% 26,5% 29,2% 24,7% 1,3% TOTALE ITALIA 100,0% 14,1% 13,9% 28,0% 32,6% 27,9% 3,5% - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

9 Il contenzioso dal giudice di pace - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

10 Statistica Campionaria su cause civili - Conciliatore Giudice di Pace Anno 2012 Regione Totale cause civili Distribuzione % conciliatore il Totale cause civili Giudice di Pace con conciliatore il Giudice di Pace SINISTRI GESTITI (accaduti e Inc. % delle cause civili pendenti c/o denunciati) con G.d.Pace su (1) (2) (3) (4) (5) = (2) / (4) Calabria ,6% ,58% Campania ,8% ,47% Emilia-Romagna ,1% ,37% Lazio ,6% ,92% Liguria ,7% ,82% Lombardia ,4% ,74% Piemonte ,7% ,77% Puglia ,2% ,72% Sardegna ,6% ,97% Sicilia ,6% ,35% Toscana ,4% ,77% Veneto ,7% ,87% TOTALE ,00% ,08% Buona parte delle cause contro le imprese in alcune aree è di origine speculativa La giustizia davanti ai giudici di pace: il 70% delle cause è in due regioni e in Campania tre sinistri su quattro finiscono davanti al giudice di pace - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

11

12 I prezzi r.c. auto si sono ridotti. - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

13 ma per ridurre i prezzi r.c. auto in via strutturale occorre favorire la prevenzione sistematica delle frodi e stabilire regole certe per il danno alla persona Interventi strutturali Frequenza Sinistri Prevenzione delle frodi Maggiore attenzione alla guida (es. uso scatole nere) Costo Sinistri x Costo medio sinistri Prevenzione delle frodi Criteri univoci di determinazione del danno grave alla persona (macro-invalidità e danni mortali) - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

14 La Babele delle leggi: norme utili e norme ininfluenti - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

15 La «Babele» delle norme che ha travolto il ramo r.c. auto 1 luglio 1994 Liberalizzazione delle tariffe r.c. auto 29 marzo marzo 2001 Blocco delle tariffe Legge sulle micro-permanenti 2004 Introduzione figura Attuario Incaricato r.c. auto febbraio: risarcimento diretto Abolizione degli sconti massimi Divieto di mono-mandato agenziale per tutti i rami danni Classe di bonus immutata per ulteriori veicoli acquistati in famiglia No ad applicazione del malus in caso di sinistro con responsabilità <= 50% Aggiornamento dei massimali e centro di informazione italiano per tutti i sinistri Rafforzamento della tutela del consumatore, sia come assicurato sia come danneggiato Innalzamento dei massimali minimi obbligatori Introduzione del preventivatore on-line Nasce la nuova banca dati sinistri presso IVASS Dematerializzazione dei documenti assicurativi Contrasto alle frodi nelle lesioni lievi Nuovi forfait per il risarcimento diretto Polizze abbinate alle scatole nere Obbligo di confronto tariffario Indicazione nel contratto della misura dello sconto in caso di assenza di sinistri Contratto base Abolizione del tacito rinnovo Libere collaborazioni fra intermediari a prescindere dal mandato Eliminazione del fattore «sesso» dell assicurato - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

16 Norma molto utile Risarcibilità delle lesioni lievi condizionata ad accertamenti clinici e medico-legali obiettivi e strumentalmente assistiti: in due anni - 30% di colpi di frusta - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

17 LA NORMATIVA MANCATA Articolo 8 del decreto legge n. 145/2013 poi stralciato Dove si interveniva? No sulla componente di costo dei danni gravi alla persona Nonostante sia la voce di costo più importante 5,1 mld Nonostante il Governo potrebbe emanare la Tabella per la valutazione dei danni gravi (art. 138 Cap) Nonostante la Corte di giustizia UE abbia ritenuto legittima la tabellazione di legge No sulle imposte e sul contributo al SSN Nonostante sia la seconda voce di costo della r.c.a. dopo il costo dei sinistri 4,1 mld Si interveniva su frodi e speculazioni, costi dei danni materiali e spese mediche con due tipologie di norme, classificabili sinteticamente in: disposizioni per contrastare frodi e speculazioni nella procedura di liquidazione dei danni disposizioni sull offerta (obbligatoria/facoltativa) di clausole o servizi con riduzioni di premio obbligatorie nel minimo TEORICAMENTE SI INTERVENIVA SU VOCI DI COSTO CHE NEL COMPLESSO AMMONTANO A CIRCA 3,8 MLD - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

18 Come interveniva l articolo 8 Contrasto alle frodi e alle speculazioni: Identificazione immediata dei testimoni, salvi casi di forza maggiore Validità dei risultati delle scatole nere in giudizio Perizie sui veicoli prima della riparazione del danno (10 giorni) Sospensione della liquidazione per sospetto frode Decadenza del diritto per richieste di risarcimento tardive, salvi casi di forza maggiore Disposizioni sull offerta (obbligatoria/facoltativa) di clausole Obblighi di o servizi con riduzioni di premio obbligatorie nel minimo: Obbligo di proporre la perizia preventiva al veicolo con riduzione premio Facoltà di proporre polizze con scatola nera con riduzione premio di almeno il 7% Facoltà di impiegare il risarcimento in forma specifica con riduzione premio dal 5 al 10% Facoltà di proporre il divieto di cessione del credito con riduzione premio di almeno il 4% Obbligo di proporre prestazioni medico sanitarie con riduzione premio di almeno il 7% Nel medio periodo le norme «anti-frode» avrebbero potuto ridurre i costi dei sinistri di almeno il 2% a livello nazionale ma anche del 5% nei territori critici offerta e imposizione di sconti sono anticoncorrenzi ali e inefficienti: risultati limitati - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

19 La raccolta totale premi 2013 per canale distributivo

20 Composizione % del mercato Vita per settore e canale distributivo ANNO 2013 Rami Agenti Broker Sportelli Promotori Vendita bancari(*) finanziari diretta Totale TOTALE SETTORI I - Vita umana 16,0 0,6 65,6 9,8 8,0 100,0 III - Fondi di investimento 5,4 0,0 45,2 48,6 0,8 100,0 IV - Malattia 25,3 44,5 26,6 0,4 3,2 100,0 V - Capitalizzazione 23,2 11,0 18,2 0,7 46,9 100,0 VI - Fondi pensione 22,0 0,9 16,9 6,1 54,0 100,0 TOTALE RAMI VITA 14,4 0,9 59,3 16,5 8,9 100,0 ANNO 2012 TOTALE SETTORI I - Vita umana 18,7 1,0 52,4 18,4 9,5 100,0 III - Fondi di investimento 5,0 0,0 45,3 49,1 0,6 100,0 IV - Malattia 27,1 49,9 18,5 0,1 4,4 100,0 V - Capitalizzazione 29,5 8,1 16,9 0,4 45,2 100,0 VI - Fondi pensione 15,1 0,6 14,1 3,5 66,7 100,0 TOTALE RAMI VITA 16,3 1,1 48,5 23,3 10,7 100,0 (*) Il dato di questo canale tiene conto anche dei premi intermediati dagli sportelli postali - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

21 Composizione % del mercato Danni per settore e canale distributivo Rami Agenti Broker(*) Sportelli bancari(**) ANNO 2013 Promotori finanziari / SIM Altre forme di vendita dirett Agenzie in Vendita economia Internet telefonica R.C. Autoveicoli terrestri 86,8 2,8 1,9 0,0 0,5 2,7 5,2 100,0 Corpi di veicoli terrestri 83,0 7,6 1,8 0,0 1,2 2,3 4,1 100,0 Totale Auto 86,3 3,5 1,9 0,0 0,6 2,6 (+) 5,1 (+) 100,0 Totale Non Auto 73,3 13,3 5,6 0,4 6,3 0,4 0,7 100,0 Totale Rami Danni 80,5 7,9 3,6 0,2 3,1 1,6 3,1 100,0 Totale ANNO 2012 R.C. Autoveicoli terrestri 87,3 2,9 1,6 0,0 0,6 2,9 4,8 100,0 Corpi di veicoli terrestri 83,7 6,3 1,6 0,0 2,0 2,5 3,9 100,0 Totale Auto 86,8 3,3 1,6 0,0 0,8 2,8 4,7 100,0 Totale Non Auto 73,4 13,3 5,2 0,3 6,8 0,5 0,6 100,0 Totale Rami Danni 81,0 7,6 3,2 0,1 3,4 1,8 2,9 100,0 (*) L'incidenza dei broker nei vari anni non tiene conto di una quota di premi (stimata nel 2013 in 23,5 punti percentuali) originati da questo canale ma presentati alle agenzie e non direttamente alle imprese (**) Il dato di questo canale tiene conto anche dei premi intermediati dagli sportelli postali (+) Aseguito dell'uscita di un'impresa nazionale del portafoglio diretto italiano, avvenuta nel 2013, il cui portafoglio è stato assegnato a una rappresentanza in Italia di un'impresa europea, il dato non è confrontabile con il Includendo i dati di tale impresa la quota di mercato per il settore Auto della vendita telefonica sarebbe pari a 3,0% e quella internet a 5,3% - Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio

22 Grazie per l attenzione Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Milano, 9 luglio 2014 Nome relatore - Titolo presentazione 22

Profili economici della riforma dell RC Auto

Profili economici della riforma dell RC Auto PROSPETTIVE EVOLUTIVE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI RC AUTO Per una riforma equilibrata a beneficio della collettività SENATO 30 gennaio 2014 Profili economici della riforma dell RC Auto Vittorio Verdone

Dettagli

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Cod. ISTAT INT 00023 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Istituzioni Pubbliche e Private Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Titolare: Dipartimento per

Dettagli

Il mercato dell auto. Umberto Guidoni Direttore Sevizio auto

Il mercato dell auto. Umberto Guidoni Direttore Sevizio auto Il mercato dell auto Umberto Guidoni Direttore Sevizio auto Il mercato delle assicurazioni in Italia Il settore assicurativo italiano nel 2014 è al 4 postoinueealsettimonel mondo, per raccolta premi e

Dettagli

I Costi Sociali degli Incidenti Stradali Anno 2008

I Costi Sociali degli Incidenti Stradali Anno 2008 I Costi Sociali degli Incidenti Stradali Anno 2008 I Costi Sociali degli Incidenti Stradali La stima dei costi sociali intende quantificare il danno economico subito dalla società, e conseguentemente dal

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2014 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2016 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

DDL CONCORRENZA A.S. 2085

DDL CONCORRENZA A.S. 2085 AUDIZIONE COMMISSIONE X INDUSTRIA SENATO DDL CONCORRENZA A.S. 2085 Norme in materia assicurativa Roma, 11 novembre 2015 LE NORME IN DISCUSSIONE SONO EFFICACI? VALUTAZIONE DI SINTESI Il saldo tra il testo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 23 APRILE 2013

COMUNICATO STAMPA DEL 23 APRILE 2013 COMUNICATO STAMPA DEL 23 APRILE 2013 Sul sito internet dell IVASS (www.ivass.it) è stata pubblicata la nuova indagine sulle tariffe r.c. auto praticate in Italia al 1 gennaio 2013. L indagine, che ha riguardato

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione.

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 28/06/2013 Circolare n. 103 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle

Dettagli

L Assicurazione italiana in cifre

L Assicurazione italiana in cifre L Assicurazione italiana in cifre Luglio 2010 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009 l Assicurazione italiana in cifre luglio 29 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche 1 Indice delle tavole statistiche Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e classe di importo Tavola

Dettagli

I dati significativi del mercato assicurativo italiano

I dati significativi del mercato assicurativo italiano I dati significativi del mercato assicurativo italiano Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2014-2015 Sergio Desantis Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati Milano, 9 luglio

Dettagli

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Le innovazioni di prodotto e di processo per il credito ai progetti di vita Roma, Palazzo Altieri 24 novembre 2010 Primi risultati del Fondo

Dettagli

MEDIAZIONE OBBLIGATORIA EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE OBBLIGATORIA EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE OBBLIGATORIA EX D.L. 28/2010 STATISTICHE AL 31 DICEMBRE 2012 Ministero della Giustizia Dipartimento della organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione Generale di Statistica

Dettagli

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129 CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129 Indici territoriali di ricorso per Cassazione anno - 2013 SOMMARIO Introduzione 1. Indici di ricorso per

Dettagli

ANIA. focus rcauto. Executive Summary. Statistica Trimestrale - Dati al 30/06/2005. Andamento degli indicatori tecnici

ANIA. focus rcauto. Executive Summary. Statistica Trimestrale - Dati al 30/06/2005. Andamento degli indicatori tecnici Executive Summary Andamento degli indicatori tecnici Nella prima metà dell anno, la frequenza dei sinistri denunciati al settore assicurativo per il complesso dei veicoli analizzati (pari al 9,00%), risulta

Dettagli

L assicurazione auto

L assicurazione auto L assicurazione auto Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE AUTO 2014-2015 Umberto Guidoni Servizio Auto Agenda Focus sul danno biologico e danni a cose Incidenza dei sinistri con danni alla

Dettagli

INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro

INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro Finanziamenti alle imprese ISI INAIL 2011 - INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO in attuazione dell'art. 11, comma 5, D.Lgs 81/2008 e s.m.i.

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica. Indagine sui prezzi R.C.A. al 1 ottobre 2012

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica. Indagine sui prezzi R.C.A. al 1 ottobre 2012 Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Indagine sui prezzi R.C.A. al 1 ottobre 2012 Roma, 18 gennaio 2013 INDAGINE SUI PREZZI R.C.A. AL 1 OTTOBRE 2012 L IVASS esegue un monitoraggio

Dettagli

(Pubblicato nella Gazz. Uff. 21 settembre 2005, n. 220)

(Pubblicato nella Gazz. Uff. 21 settembre 2005, n. 220) Decreto Ministero del lavoro e delle politiche sociali 22 luglio 2005 Ripartizione delle risorse finanziarie affluenti al Fondo nazionale per le politiche sociali, per l'anno 2005. (Pubblicato nella Gazz.

Dettagli

INDAGINE SUI PREZZI R.C.A. AL 1 APRILE 2014

INDAGINE SUI PREZZI R.C.A. AL 1 APRILE 2014 INDAGINE SUI PREZZI R.C.A. AL 1 APRILE 2014 L IVASS esegue un monitoraggio trimestrale dell andamento dei prezzi dell assicurazione r.c.a. praticati in 21 provincie italiane, di cui, 18 capoluoghi di regione,

Dettagli

UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE

UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE ABRUZZO L'ABRUZZO Via F. Filomusi Guelfi - 67100 -L'Aquila Tel. 0862446148-0862446142 Fax 0862446101-0862446145 E-mail: sr-abr@beniculturali.it E-mail certificata: mbac-sr-abr@mailcert.beniculturali.it

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

I S V A P. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI

I S V A P. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI I S V A P Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo SERVIZIO STATISTICA 20 giugno 2003 317543 CIRCOLARE N. 508/S 4 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione

Dettagli

I S V A P. 3 ottobre 2003. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI

I S V A P. 3 ottobre 2003. Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI I S V A P Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo SERVIZIO STATISTICA 317566 4 3 ottobre 2003 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI Alle Rappresentanze

Dettagli

Obiettivi dello studio

Obiettivi dello studio La riforma della finanza decentrata in Italia: prospettive attuali e future. L IRAP. Maria Pia Monteduro Se.C.I.T. Obiettivi dello studio Analisi della situazione attuale Osservazioni sul disegno di legge

Dettagli

I dati significativi del mercato assicurativo italiano

I dati significativi del mercato assicurativo italiano I dati significativi del mercato assicurativo italiano Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 Sergio Desantis Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati Milano, 9 luglio

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

Allegato Tecnico n. 1 Soci delle Pro Loco associate UNPLI. PRODOTTI e SERVIZI ASSICURATIVI

Allegato Tecnico n. 1 Soci delle Pro Loco associate UNPLI. PRODOTTI e SERVIZI ASSICURATIVI CONVENZIONE ASSICURATIVA tra UNPLI UNIONE NAZIONALE PRO LOCO D ITALIA - e UNIPOLSAI ASSICURAZIONI S.p.A. Divisioni: LA FONDIARIA LA PREVIDENTE NUOVA MAA - SAI Allegato Tecnico n. 1 Soci delle Pro Loco

Dettagli

Il pricing nel settore RCA: profili attuariali e di mercato

Il pricing nel settore RCA: profili attuariali e di mercato ASSICURAZIONI E CONCORRENZA: EFFICIENZA DELLA REGOLAZIONE? Il pricing nel settore RCA: profili attuariali e di mercato GIAMPAOLO CRENCA Presidente Consiglio Nazionale Attuari Principal Actuary Crenca &

Dettagli

INFORMATIVA PROCEDURA RECLAMI E MODULO DI RECLAMO

INFORMATIVA PROCEDURA RECLAMI E MODULO DI RECLAMO INFORMATIVA PROCEDURA RECLAMI E MODULO DI RECLAMO Reclamo presso l Ufficio Reclami di Banca IFIS S.p.A. Ai fini della presente informativa per reclamo" si intende ogni atto con cui un cliente chiaramente

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica. Indagine sui prezzi R.C.A. al 1 luglio 2012

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica. Indagine sui prezzi R.C.A. al 1 luglio 2012 Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Indagine sui R.C.A. al 1 luglio 2012 Roma, 12 novembre 2012 INDAGINE SUI PREZZI R.C.A. AL 1 LUGLIO 2012 L ISVAP esegue un monitoraggio

Dettagli

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 STATISTICHE RELATIVE AL PERIODO 1 GENNAIO 31 DICEMBRE Ministero della Giustizia Dipartimento della organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione Generale

Dettagli

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 STATISTICHE RELATIVE AL PERIODO 1 GENNAIO 30 SETTEMBRE 2013 Ministero della Giustizia Dipartimento della organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il terzo trimestre 2014 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Premi lordi contabilizzati al 1 trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle imprese

Dettagli

Presso le filiali della Banca di Sassari.

Presso le filiali della Banca di Sassari. DEPOSITO TITOLI A CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI SASSARI S.p.A. (codice ABI 5676.2) Società per azioni con sede legale ed amministrativa in viale Mancini, 2-07100 Sassari

Dettagli

LIBRARY C. Osservatorio Assofin sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici. Anno 20xx

LIBRARY C. Osservatorio Assofin sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici. Anno 20xx LIBRARY C Osservatorio Assofin sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici Anno 20xx ASSOFIN CORSO ITALIA, 17-20122 MILANO TEL. 02 865437 r.a. - FAX 02 865727 mailbox@assofin.it - www.assofin.it

Dettagli

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Luglio 2008 Questa

Dettagli

DIVISIONE ANTIFRODE ASSICURATIVA

DIVISIONE ANTIFRODE ASSICURATIVA DIVISIONE ANTIFRODE ASSICURATIVA Divisione Antifrode Assicurativa DAA L agenzia è in grado di offrire servizi e soluzioni professionali e qualificate nel campo dell'antifrode assicurativa. Accertamenti

Dettagli

CONCORDANO Art. 1 PREMI COLLEGATI ALLA PERFORMANCE

CONCORDANO Art. 1 PREMI COLLEGATI ALLA PERFORMANCE Roma, 29 maggio 2013 Ipotesi di accordo sulla utilizzazione delle ulteriori risorse disponibili nell ambito del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività dell anno 2011

Dettagli

TASSE AUTOMOBILISTICHE 2013

TASSE AUTOMOBILISTICHE 2013 TASSE AUTOMOBILISTICHE 2013 PREMESSA ACI coopera alla gestione delle tasse automobilistiche nelle seguenti Regioni e Province autonome: - Abruzzo - Basilicata - Emilia Romagna - Lazio - Lombardia - Puglia

Dettagli

Assicurazione danni: quanto mi costi? Milano, 20 maggio 2013 1

Assicurazione danni: quanto mi costi? Milano, 20 maggio 2013 1 Assicurazione danni: quanto mi costi? Il prezzo dell assicurazione contro i danni 1 Cos è un Impresa? E un ente organizzato per la produzione di beni o la prestazione di servizi destinati alla vendita

Dettagli

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale) ABRUZZO Chieti - Pescara http://www.unich.it/unichieti/appmanager/unich/didattica?_nfpb=true&_pagelabel=ssis_didatticafirstpage_v2 costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

Dettagli

36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI. e, p.c.

36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI. e, p.c. SERVIZIO STUDI SEZIONE STUDI UFFICIO STATISTICA Roma 7 dicembre 2011 Prot. n. All.ti n. 4 36-11-000101 Alle Imprese di assicurazione e riassicurazione LORO SEDI Alle Rappresentanze per l Italia delle imprese

Dettagli

La responsabilitàcivile automobilistica Strategia, innovazione e normativa nei modelli di offerta

La responsabilitàcivile automobilistica Strategia, innovazione e normativa nei modelli di offerta La responsabilitàcivile automobilistica Strategia, innovazione e normativa nei modelli di offerta Consap e l R.C. Auto: il Risarcimento Diretto e la Stanza di compensazione Paolo Panarelli Direttore Generale

Dettagli

07-13-000028 Alle Imprese di assicurazione che esercitano la r.c.auto con sede legale in Italia LORO SEDI

07-13-000028 Alle Imprese di assicurazione che esercitano la r.c.auto con sede legale in Italia LORO SEDI SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA Roma 31 gennaio 2013 Prot. n. All.ti n. 7 07-13-000028 Alle Imprese di assicurazione che esercitano la r.c.auto con sede legale in Italia

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il quarto trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

INCONTRO ANNUALE 2010

INCONTRO ANNUALE 2010 Cagliari,14-15 ottobre 2010 INCONTRO ANNUALE 2010 tra la Commissione Europea e le Autorità di Gestione dei Programmi Operativi FESR La ricerca nei POR 1 Presentazione 1. Attività di ricerca delle imprese

Dettagli

DEPOSITO TITOLI A CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE

DEPOSITO TITOLI A CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DEPOSITO TITOLI A CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111

Dettagli

Il Telefono Verde contro il Fumo

Il Telefono Verde contro il Fumo Il Telefono Verde contro il Fumo Dott.ssa Luisa Mastrobattista Osservatorio Fumo Alcol e Droga OSSFAD Istituto Superiore di Sanità XVII Convegno Tabagismo e Servizio Sanitario Nazionale AGGIORNAMENTO DEI

Dettagli

Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide

Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide FORUM BANCASSICURAZIONE 2015 Le polizze auto L andamento della raccolta premi, tra innovazione di prodotto e nuove sfide Umberto Guidoni Servizio Auto Agenda Focus sulla raccolta premi in Italia Il mercato

Dettagli

1.2) Altre nomenclature rilevanti (NACE/CPA/CPC): CPC 71222;83101;61120;74490

1.2) Altre nomenclature rilevanti (NACE/CPA/CPC): CPC 71222;83101;61120;74490 ALLEGATO DETTAGLIO PREINFORMATIVA SERVIZI 2005 1) AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI NOLEGGIO A LUNGO TERMINE DI AUTOVEICOLI SENZA CONDUCENTE Lotto 1 Berline piccole Lotto 2 Berline medie Lotto 3 Grandi berline

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Roma 2 dicembre 2014 AGENDA 1. INTRODUZIONE: IL CONTESTO 2. LE CARATTERISTICHE

Dettagli

REGIONI ITALIANE Indirizzi e Recapiti telefonici

REGIONI ITALIANE Indirizzi e Recapiti telefonici REGIONI ITALIANE Indirizzi e Recapiti telefonici REGIONE ABRUZZO Palazzo Emiciclo, Via Michele Iacobucci 4, 67100 L Aquila Tel. 0862/6441, Fax. 0862/419508 Internet: www.regione.abruzzo.it Palazzo Centi,

Dettagli

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012 Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata Anno 2012 Premessa Nel settore della vigilanza privata il 2012 è stato un anno di record per gli ammortizzatori sociali, in particolare per

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

POSTI DIRIGENZIALI DI SECONDA FASCIA VACANTI E DISPONIBILI O CHE PREVEDIBILMENTE LO DIVENTERANNO ENTRO IL 31 DICEMBRE 2014

POSTI DIRIGENZIALI DI SECONDA FASCIA VACANTI E DISPONIBILI O CHE PREVEDIBILMENTE LO DIVENTERANNO ENTRO IL 31 DICEMBRE 2014 POSTI DIRIGENZIALI DI SECONDA FASCIA VACANTI E DISPONIBILI O CHE PREVEDIBILMENTE LO DIVENTERANNO ENTRO IL 31 DICEMBRE 2014 Ai sensi dell'art. 19, comma 1 bis, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.

Dettagli

Indagine statistica riferita all assicurazione di responsabilità civile autoveicoli.

Indagine statistica riferita all assicurazione di responsabilità civile autoveicoli. Roma 24 luglio 2009 Prot. n. All.ti n. 17-09-004573 2 Alle Imprese di assicurazione che esercitano la R.C.Auto con sede legale in Italia LORO SEDI Alle Rappresentanze Generali per l Italia delle Imprese

Dettagli

I principali risultati

I principali risultati FINANZA LOCALE: ENTRATE E SPESE DEI BILANCI CONSUNTIVI (COMUNI, PROVINCE E REGIONI). ANNO 2012 1 I principali risultati 1 Comuni Nel prospetto 1 sono riportati i principali risultati finanziari di competenza

Dettagli

SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI

SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI Roma 2 febbraio 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000039 1 Alle imprese di assicurazione che esercitano i rami R.C. auto e Corpi di Veicoli Terrestri con sede legale

Dettagli

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi Valerio Vacca (Banca d Italia, ricerca economica Bari) Il laboratorio del credito, Napoli, 15 marzo 2012 La struttura del mercato in Cr (2010):

Dettagli

07-12-000116 Alle Imprese di assicurazione che esercitano la r.c.auto con sede legale in Italia LORO SEDI

07-12-000116 Alle Imprese di assicurazione che esercitano la r.c.auto con sede legale in Italia LORO SEDI SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI Roma 2 maggio 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000116 Alle Imprese di assicurazione che esercitano la r.c.auto con sede legale in Italia LORO SEDI Alle

Dettagli

Assicurare gli INFERMIERI CON SOLUZIONI SOSTENIBILI PER IL SANITARIO E LA COMPAGNIA

Assicurare gli INFERMIERI CON SOLUZIONI SOSTENIBILI PER IL SANITARIO E LA COMPAGNIA www.assinfermieri.it Assicurare gli INFERMIERI CON SOLUZIONI SOSTENIBILI PER IL SANITARIO E LA COMPAGNIA Dott. Attilio Steffano a.steffano@assinfermieri.it 1 L INFERMIERE continua a essere incalzato dal

Dettagli

Il 38% delle strutture residenziali per anziani sono a gestione pubblica, il 58% a gestione privata ed il rimanente 4% a gestione mista.

Il 38% delle strutture residenziali per anziani sono a gestione pubblica, il 58% a gestione privata ed il rimanente 4% a gestione mista. In sensibile crescita la domanda di servizi assistenziali da parte degli anziani: in 8 anni il numero degli anziani ospiti dei presidi assistenziali è cresciuto di quasi il 30%. Gli ospiti anziani cui

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS. Giugno 2013

REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS. Giugno 2013 REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS Giugno 2013 1 DISPOSIZIONI GENERALI 1. Poste Italiane S.p.A. (d ora innanzi indicata come POSTE ITALIANE) definisce la procedura di Conciliazione Business secondo

Dettagli

La Liguria all interno del contesto nazionale

La Liguria all interno del contesto nazionale La Liguria all interno del contesto nazionale François de Brabant Between 24 Novembre 2009 La banda: tra l uovo e la gallina sistema paese infrastrutture servizi mercato 2 Il cruscotto regionale della

Dettagli

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 STATISTICHE RELATIVE AL PERIODO 1 GENNAIO 30 SETTEMBRE 2014 Ministero della Giustizia Dipartimento della Organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei Servizi Direzione

Dettagli

PRESENZE/ASSENZE DEL PERSONALE NEL MESE DI SETTEMBRE 2013

PRESENZE/ASSENZE DEL PERSONALE NEL MESE DI SETTEMBRE 2013 D.C. OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE E SERVIZI ESTIMATIVI AREA OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE UFFICIO GESTIONE BANCA DATI QUOTAZIONI OMI 80,00% 20,00% D.C. OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE E SERVIZI

Dettagli

AMBITO TARIFFARIO NORD OCCIDENTALE (VALLE D'AOSTA - PIEMONTE - LIGURIA) VALIDO DAL 1 GENNAIO 2015 AL 31 MARZO 2015

AMBITO TARIFFARIO NORD OCCIDENTALE (VALLE D'AOSTA - PIEMONTE - LIGURIA) VALIDO DAL 1 GENNAIO 2015 AL 31 MARZO 2015 AMBITO TARIFFARIO NORD OCCIDENTALE (VALLE D'AOSTA - PIEMONTE - LIGURIA) Quota Energia ne 0,000000 Oltre 0,000000 SERVIZI DI TE Totale G6 42,75 17,84 34,79 a 0,095306 G10 G40 212,39 88,65 275,23 0,754060

Dettagli

LE CARTE REVOLVING E IL CREDITO ALLE FAMIGLIE

LE CARTE REVOLVING E IL CREDITO ALLE FAMIGLIE LE CARTE REVOLVING E IL CREDITO ALLE FAMIGLIE Carte Diem Roma, Relatore: Alessandro Messina LO SCENARIO DEL CREDITO IN ITALIA A giugno 2008 lo stock di impieghi era pari a 1.543 MLD Di questi, rivolti

Dettagli

Assicurazione Auto. Diritti del consumatore. Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione

Assicurazione Auto. Diritti del consumatore. Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione Assicurazione Auto Diritti del consumatore Campagna di informazione in tema di RC Auto e Conciliazione GLOSSARIETTO ANIA: è l'associazione che rappresenta le imprese di assicurazione operanti in Italia.

Dettagli

n. 1 SPECIALE: Autodichiarazione 5 x 1000-2015 Istruzioni per la compilazione La modulistica da utilizzare Indirizzi ove inoltrare la raccomandata

n. 1 SPECIALE: Autodichiarazione 5 x 1000-2015 Istruzioni per la compilazione La modulistica da utilizzare Indirizzi ove inoltrare la raccomandata n. 1 Giugno 2015 SPECIALE: Autodichiarazione 5 x 1000-2015 Istruzioni per la compilazione La modulistica da utilizzare Indirizzi ove inoltrare la raccomandata Cosa fare in caso di dimenticanza 1 n. 1 Giugno

Dettagli

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014 Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/10/2014 Circolare n. 121 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

Al momento attuale tutte le regioni con l esclusione del Trentino Alto Adige dove non trova applicazione hanno recepito la legge 36/94.

Al momento attuale tutte le regioni con l esclusione del Trentino Alto Adige dove non trova applicazione hanno recepito la legge 36/94. Il riordino dei servizi idrici è stato avviato in Italia con la legge 36/94 (c.d. Legge Galli) che al fine di superare la frammentazione gestionale e ridurre i livelli di inefficienza produttivi ed infrastrutturali

Dettagli

ENERGIA FOTOVOLTAICA. Quarto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.05.2011 - G.U. n. 109 del 12.05.2011

ENERGIA FOTOVOLTAICA. Quarto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.05.2011 - G.U. n. 109 del 12.05.2011 ENERGIA FOTOVOLTAICA Quarto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.05.2011 - G.U. n. 109 del 12.05.2011 3 Meccanismo di finanziamento per il fotovoltaico Collana prodotta dal Servizio Pianificazione

Dettagli

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro 4 agosto 2014 L Istat diffonde i dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni relativi agli spostamenti pendolari

Dettagli

Certificati di malattia digitali

Certificati di malattia digitali Certificati di malattia digitali Decreto legislativo n. 150/2009 in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni Roma,

Dettagli

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Maggio 2008 Questa pubblicazione

Dettagli

ELENCO DEI CO.RE.COM. ITALIANI E RELATIVI INDIRIZZI E RECAPITI

ELENCO DEI CO.RE.COM. ITALIANI E RELATIVI INDIRIZZI E RECAPITI ELENCO DEI CO.RE.COM. ITALIANI E RELATIVI INDIRIZZI E RECAPITI N.B. Tutti i dati di seguito riportati sono stati tratti dal sito ufficiale dell Agcom e potrebbero essere non aggiornati. Si invitano i consumatori,

Dettagli

TARIFFE RC AUTO IN CALO IN TUTTA ITALIA, SOPRATTUTTO IN CAMPANIA, CALABRIA E PUGLIA PER SEGUGIO.IT

TARIFFE RC AUTO IN CALO IN TUTTA ITALIA, SOPRATTUTTO IN CAMPANIA, CALABRIA E PUGLIA PER SEGUGIO.IT COMUNICATO STAMPA TARIFFE RC AUTO IN CALO IN TUTTA ITALIA, SOPRATTUTTO IN CAMPANIA, CALABRIA E PUGLIA PER SEGUGIO.IT L Osservatorio Assicurazioni Auto del comparatore online del Gruppo MutuiOnline, registra

Dettagli

La produzione di uva e di vino Anno 2005

La produzione di uva e di vino Anno 2005 La produzione di uva e di vino Anno 2005 31 Gennaio 2006 L Istat diffonde i principali risultati 1 della produzione di uva e di vino in Italia, con riferimento all anno 2005. Essi derivano da stime effettuate

Dettagli

ASSICURAZIONI E CONCORRENZA: EFFICIENZA DELLA REGOLAZIONE? Milano 28 febbraio 2014

ASSICURAZIONI E CONCORRENZA: EFFICIENZA DELLA REGOLAZIONE? Milano 28 febbraio 2014 ASSICURAZIONI E CONCORRENZA: EFFICIENZA DELLA REGOLAZIONE? Milano 28 febbraio 2014 Paola Mariani Regole IVASS, leggi italiane a tutela della concorrenza e compatibilità con il diritto dell U.E. Mercato

Dettagli

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il decreto-legge 18 giugno 1986, n. 282, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 1986, n. 462, che all articolo 10 ha previsto l istituzione dell Ispettorato Centrale Repressione Frodi

Dettagli

Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti

Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti Cod. ISTAT INT 00009 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti Titolare: Dipartimento

Dettagli

Report incentivi ISI 2013

Report incentivi ISI 2013 Report incentivi ISI 2013 Il 29 maggio 2014 si è conclusa regolarmente la procedura telematica per l'assegnazione dei 307,359 milioni di euro stanziati dall INAIL nell ambito del bando degli incentivi

Dettagli

Le proposte dell ACI per ridurre i costi della RcAuto. Roma, 3 aprile 2012

Le proposte dell ACI per ridurre i costi della RcAuto. Roma, 3 aprile 2012 Le proposte dell ACI per ridurre i costi della RcAuto Roma, 3 aprile 2012 1 In sintesi Il sistema RcAuto deve coniugare il diritto dei danneggiati ad un equo risarcimento con il diritto degli assicurati

Dettagli

www.fondoest.it Assistenza Sanitaria Integrativa Commercio Turismo Servizi e Settori Affini

www.fondoest.it Assistenza Sanitaria Integrativa Commercio Turismo Servizi e Settori Affini www.fondoest.it Assistenza Sanitaria Integrativa Commercio Turismo Servizi e Settori Affini Responsabilità sociale dell Impresa e Welfare Contrattuale Previdenza Integrativa - Fon.Te Formazione- For.Te

Dettagli

ALLEGATI GRAFICI E TABELLARI

ALLEGATI GRAFICI E TABELLARI ALLEGATI GRAFICI E TABELLARI I dati sono aggiornati a settembre 2014. 50 miliardi di euro 130 Le previsioni di spesa sanitaria pubblica 125 120 DEF NA DEF DEF 2012 NA DEF 2012 115 NA DEF 2013 Def 2014

Dettagli

Numero di Banche in Italia

Numero di Banche in Italia TIDONA COMUNICAZIONE Analisi statistica Anni di riferimento: 2000-2012 Tidona Comunicazione Srl - Via Cesare Battisti, 1-20122 Milano Tel.: 02.7628.0502 - Fax: 02.700.525.125 - Tidonacomunicazione.com

Dettagli

Gli incentivi alle imprese per l innovazione

Gli incentivi alle imprese per l innovazione BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A Gli incentivi alle imprese per l innovazione Raffaello Bronzini Banca d Italia DPS Invitalia - Incontro su: Il ruolo degli strumenti nelle smart specializzation strategy

Dettagli