Breve informativa su alcuni disegni di legge in discussione nel parlamento italiano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Breve informativa su alcuni disegni di legge in discussione nel parlamento italiano"

Transcript

1 BOZZA Breve informativa su alcuni disegni di legge in discussione nel parlamento italiano Diritto e questioni di genere a cura del Centro Diocesano per la Pastorale Familiare e dell Ufficio Catechistico Diocesano Arcidiocesi di Cosenza-Bisignano

2 Il principio di tutto gender La legislazione italiana sta tentando di adeguarsi ad una prospettiva di genere. È diffusa la convinzione che il sesso biologico non avrebbe influenza sul comportamento umano e il comportamento maschile o femminile sarebbe l esito di stereotipi culturali da decostruire al fine di raggiungere la reale condizione di uguaglianza fra i sessi. Il sesso biologico riguarderebbe i cromosomi sessuali e deve essere distinto dal gender", che è il complesso di elementi psicologici, sociali e culturali che determinano l essere uomo o donna (il termine inglese gender viene comunemente tradotto in italiano con il sostantivo genere ). L identità sessuale sarebbe quindi composta da quattro fattori: sesso biologico, identità di genere, orientamento sessuale e ruolo di genere. I bambini, come imparano una lingua nella prima infanzia in ragione dell ambiente e della lingua che ascoltano, così nella prima infanzia apprenderebbero il genere di propria appartenenza. La società ci imporrebbe degli stereotipi fondati sul presupposto sbagliato dell eterosessualità come condizione ordinaria e che vanno decostruiti, in particolar modo la famiglia. Questo diverso concetto di uomo come realtà sostanzialmente neutra e plasmabile comporta una nuova antropologia e, ovviamente, una nuova morale. La famiglia non dovrebbe più essere vincolata al paradigma binario eterosessuale e quindi non dovrebbe essere necessariamente formata da coniugi di sesso diverso o limitati al numero di due. Ricerche scientifiche solidissime affermano tuttavia che il nascere uomo o donna non risulta irrilevante per il comportamento umano e che i fattori legati alla cultura e alla società non possono determinarlo in via esclusiva. Un uguaglianza fra i sessi raggiunta tramite la negazione della loro identità non appare vera uguaglianza ma solo una mortificazione della femminilità e della mascolinità, ottenuta tramite la negazione di un dato oggettivo e naturale; chi davvero ama le differenze difficilmente potrebbe volerle cancellare. Riconoscere e amare le differenze e la complementarietà tra uomo e donna è invece l unica strada percorribile per una società più giusta e autenticamente cristiana. Harald Eia ha realizzato un documentario dove analizza in modo accessibile e imparziale i fondamenti scientifici degli studi di genere. Guardarlo può essere un primo passo per iniziare a saperne di più. Usa il collegamento in basso o il codice QR a lato. https://www.youtube.com/watch?v=2qx6gefpcma 2 di 8

3 Le unioni civili La disciplina delle unioni civili attualmente in via di approvazione introdurrebbe anche in Italia il matrimonio omosessuale, equiparandolo pressoché in toto al matrimonio. Questo tipo di unione parteciperebbe di tutti i diritti e i doveri propri della famiglia, ivi compreso il più controverso con riferimento alle unioni omosessuali: l adozione. Il risultato verrebbe raggiunto consentendo a uno dei coniugi di adottare il figlio dell altro (cosiddetta step child adoption). In altri termini se uno dei contraenti dell unione ha un figlio legittimo, magari generato all estero tramite la pratica dell utero in affitto, l altro partner potrebbe legittimamente adottarlo. La possibilità di adottare il figlio del coniuge è già prevista per le famiglie dalla legge 4 maggio 1983 n. 184 ed estendendola anche alle cosiddette unioni civili si consentirebbe anche alle coppie omosessuali di avere dei bambini, figli legittimi di entrambi i coniugi. Il nome unioni civili ha lo scopo di far percepire tali unioni come differenti e non equivalenti al matrimonio fra uomo e donna e farle accettare ad un opinione pubblica che è largamente contraria ad una piena equiparazione fra i due istituti. Si deve tuttavia considerare che una normativa che riconoscesse le coppie omosessuali limitandone i diritti e le prerogative sarebbe a serio rischio di incostituzionalità giacchè tratterebbe in modo differente situazioni che verrebbero riconosciute come simili. Non esiste nell ordinamento giuridico italiano alcuna norma che vieta a due persone omosessuali di convivere. Per leggere il testo del disegno di legge sulle unioni civili in via di approvazione utilizza il collegamento in basso o il codice QR a lato. famiglie 3 di 8

4 Nel 2013 il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato le Linee guida per un informazione rispettosa delle persone LGBT precisando alcuni doveri dei giornalisti quando si parla di tematiche LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender). Nel documento, tra le altre cose, si evidenzia che: 1. Non si devono utilizzare i termini matrimonio gay e famiglia gay bensì esclusivamente matrimonio e famiglia, in quanto: <<Così come è inappropriato denominare il matrimonio tra due anziani matrimonio di anziani, è anche inappropriato denominare il matrimonio di una coppia gay o lesbica matrimonio gay, dal momento che l espressione suggerisce l idea di un istituto a parte, diverso da quello tradizionale.>> 2. Non si deve utilizzare l espressione utero in affitto in quanto ha: <<un valore spregiativo, contiene in sé un giudizio negativo, sia sulla donna che porta avanti la gravidanza per altri sia su coloro che le chiedono di farlo. Giornalisticamente, quindi, è una locuzione scorretta perché non è neutra, non lascia spazio all indagine o alla formazione autonoma di un opinione.>>. Si devono invece usare le espressioni gestazione di sostegno, gestazione per altri e maternità surrogata. 3. <<Quando si parla di tematiche LGBT, è frequente che giornali e televisioni istituiscano un contraddittorio: se c è chi difende i diritti delle persone LGBT si dovrà dare voce anche a chi è contrario. Questo, però, non è affatto ovvio.>> Secondo il Dipartimento per le Pari Opportunità, infatti, "il linguaggio rispecchia la cultura di una società e ne influenza i comportamenti, ragion per cui risulta necessario elaborare linee guida per promuovere il linguaggio di genere presso la pubblica amministrazione e nel settore dei media. Attualmente, infatti, solo il 20% degli italiani è favorevole all adozione da parte di coppie dello stesso sesso (dato fornito dallo stesso Dipartimento per le Pari Opportunità). Stampa e TV Leggi il testo integrale delle Linee guida per un informazione rispettosa delle persone LGBT utilizzando il collegamento in basso o il codice QR a lato. Linee guida LGBT 4 di 8

5 Restare in silenzio Il disegno di legge Scalfarotto contiene disposizioni in materia di contrasto dell omofobia e della transfobia. La normativa in via di approvazione estenderebbe all omofobia e alla transfobia le misure di contrasto alla discriminazione razziale contenute nella legge n. 654 del 1975, già modificata dal decreto-legge n. 122 del Il testo delle norme, con le modifiche in via di approvazione, sarebbe il seguente: omofobia Art. 3 comma 1 legge 13 ottobre 1975, n Salvo che il fatto costituisca più grave reato, anche ai fini dell'attuazione della disposizione dell'articolo 4 della convenzione, è punito: a) con la reclusione fino ad un anno e sei mesi o con la multa fino a euro chi propaganda idee fondate sulla superiorità o sull'odio razziale o etnico, ovvero istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi o fondati sull omofobia o sulla transfobia; Art. 3 comma 2 legge 13 ottobre 1975, n È vietata ogni organizzazione, associazione, movimento o gruppo avente tra i propri scopi l'incitamento alla discriminazione o alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi o fondati sull omofobia o sulla transfobia. Chi partecipa a tali organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi, o presta assistenza alla loro attività, è punito, per il solo fatto della partecipazione o dell'assistenza, con la reclusione da sei mesi a quattro anni. Coloro che promuovono o dirigono tali organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi sono puniti, per ciò solo, con la reclusione da uno a sei anni La norma prevede la reclusione per chi propaganda idee fondate sull omofobia o sulla transfobia ma non precisa cosa debba intendersi per omofobia e transfobia. La convenzione di New York ratificata dalla legge del 1975 specifica che: <<Nella presente Convenzione, l'espressione «discriminazione razziale» sta ad indicare ogni distinzione, esclusione, restrizione o preferenza basata sulla razza, il colore, l'ascendenza o l'origine nazionale o etnica, che abbia lo scopo o l'effetto di distruggere o di compromettere il riconoscimento, il godimento o l'esercizio, in condizioni di parità, dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali in campo politico, economico, sociale e culturale o in ogni altro settore 5 di 8

6 della vita pubblica.>>, nessun dato oggettivo è però contenuto riguardo la nozione di omofobia o di transfobia. Si deve evidenziare come in taluni ambienti culturali il termine omofobia non indichi il compimento di atti di violenza verbale e/o fisica nei confronti di persone omosessuali bensì il mancato riconoscimento di ogni e qualsiasi diritto alla condizione omosessuale (come ad esempio il matrimonio e l adozione per le coppie omosessuali). Se qualcuno dovesse affermare che la famiglia è fondata sull unione naturale di un uomo e una donna e non di due donne, sarebbe punibile? Non esistendo alcuna definizione oggettiva dei termini omofobia e transfobia sarà quindi l autorità giudiziaria a dover decidere caso per caso ma senza i vincoli (e le tutele per l imputato) di una definizione preventiva del comportamento che costituisce reato. La tutela della libertà di espressione viene sancita in un comma successivo della normativa in via di approvazione ma a condizione che non istighi all odio o alla violenza. Anche in questo caso sarebbe il giudice a dover decidere, nel concreto e senza alcun riferimento oggettivo, se qualificare un affermazione come libera espressione o istigazione all odio. Leggi il testo integrale del disegno di legge Scalfarotto utilizzando il collegamento in basso o il codice QR a lato. 6 di 8

7 Gender a scuola Il disegno di legge Fedeli nasce con l obiettivo dichiarato di riconsiderare i percorsi formativi offerti dalla scuola, nell ottica di promuovere il superamento degli stereotipi di genere, educando le nuove generazioni, lungo tutte le fasi del loro apprendimento scolastico, al rispetto della differenza di genere. Per raggiungere tale scopo il testo in via di approvazione si muove in due direzioni specifiche: 1. fissare tra gli obiettivi nazionali dell insegnamento e delle linee generali dei curricoli scolastici la cultura della parità di genere e il superamento degli stereotipi; 2. l intervento sui libri di testo, riconosciuti in tutte le sedi internazionali come un area particolarmente sensibile per le politiche delle pari opportunità. Nelle premesse al provvedimento si evidenzia che la nozione di uguaglianza (di genere, non di sesso ndr.) può essere instillata nei bambini sin dalla più tenera età e un educazione basata sul riconoscimento della parità è la strada da percorrere per il superamento degli stereotipi di genere. Obiettivo della scuola sarà quindi anche quello di sradicare i pregiudizi, i costumi, le tradizioni e le altre pratiche basate su ruoli stereotipati per donne e uomini (ad esempio che una donna sposi un uomo ndr.), in particolare introducendo «nei programmi scolastici di ogni ordine e grado dei materiali didattici su temi quali la parità tra i sessi e i ruoli di genere non stereotipati. L art. 1 comma 16 della legge 13 luglio 2015 n. 107 ( cosiddetta buona scuola, approvata con voto di fiducia ) ha dato sostanziale attuazione a quanto previsto dal disegno di legge Fedeli e prevede che: Il piano triennale dell'offerta formativa assicura l attuazione dei principi di pari opportunità promuovendo nelle scuole di ogni ordine e grado l'educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni, al fine di informare e di sensibilizzare gli studenti, i docenti e i genitori sulle tematiche indicate dall'articolo 5, comma 2, del decreto-legge 14 agosto 2013, n. 93, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 ottobre 2013, n. 119, nel rispetto dei limiti di spesa di cui all'articolo 5-bis, comma 1, primo periodo, del predetto decreto-legge n. 93 del Leggi il testo integrale del disegno di legge Fedeli utilizzando il collegamento in basso o il codice QR a lato. rieducare 7 di 8

8 Per riassumere: Unioni Civili Il provvedimento in approvazione equipara sostanzialmente la coppia omosessuale alla famiglia, consentendo anche le adozioni. Media e TV Gli strumenti di comunicazione sociale devono proporre un immagine positiva della famiglia omosessuale evidenziando la dimensione dell amore, dell impegno, della responsabilità che portano la coppia omosessuale a desiderare il matrimonio, o almeno il riconoscimento di diritti attraverso un istituto ad hoc (disposizioni già in vigore). Omofobia Le norme di contrasto all omofobia e alla transfobia in via di approvazione espongono al concreto rischio di una pesante condanna chi dovesse sostenere che la famiglia è fondata sull unione naturale tra un uomo e una donna e che l omosessualità è una condizione intrinsecamente disordinata. Istruzione dei bambini Si integra l offerta formativa dei curricoli scolastici di ogni ordine e grado con l insegnamento a carattere interdisciplinare dell educazione di genere (disposizioni già in vigore). Nota di redazione: I testi dei disegni di legge esaminati sono in via di approvazione e dunque suscettibili di modifiche e integrazioni. La presente nota informativa è stata redatta sulla base dei testi disponibili alla data della sua pubblicazione. Pubblicato il 21 luglio di 8

Il Comitato dei Ministri, in virtù dell Articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d Europa,

Il Comitato dei Ministri, in virtù dell Articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d Europa, Raccomandazione CM/Rec(2010)5 del Comitato dei Ministri agli Stati membri sulle misure volte a combattere la discriminazione fondata sull orientamento sessuale o sull identità di genere (Adottata dal Comitato

Dettagli

LINEE GUIDA Per un informazione rispettosa delle persone LGBT. Giorgia Serughetti

LINEE GUIDA Per un informazione rispettosa delle persone LGBT. Giorgia Serughetti LINEE GUIDA Per un informazione rispettosa delle persone LGBT Giorgia Serughetti LGBT: dietro una sigla LGBT è un acronimo che tiene insieme le parole lesbica, gay, bisessuale e transessuale/transgender.

Dettagli

Veneto Pride LGBTQIE 2013

Veneto Pride LGBTQIE 2013 Veneto Pride LGBTQIE 2013 Manifesto Politico INTRODUZIONE Il 15 Giugno è la data che abbiamo individuato, come movimento per i diritti delle persone omosessuali e transgender, per la convocazione del Veneto

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2128

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2128 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2128 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori PERDUCA e PORETTI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 22 APRILE 2010 Norme contro le discriminazioni fondate sull orientamento

Dettagli

8 ESERCIZI PER L'INFORMAZIONE SULLE PERSONE LGBT

8 ESERCIZI PER L'INFORMAZIONE SULLE PERSONE LGBT 8 ESERCIZI PER L'INFORMAZIONE SULLE PERSONE LGBT 1) DIVERSITA' E PLURALISMO Ancora oggi leggiamo termini che descrivono la realtà lgbt attingendo alla sfera semantica della diversità, dell'inversione e

Dettagli

LA POPOLAZIONE OMOSESSUALE NELLA SOCIETÀ ITALIANA

LA POPOLAZIONE OMOSESSUALE NELLA SOCIETÀ ITALIANA Anno 2011 LA POPOLAZIONE OMOSESSUALE NELLA SOCIETÀ ITALIANA 17 maggio 2012 Il 61,3% dei cittadini tra i 18 e i 74 anni ritiene che in Italia gli omosessuali sono molto o abbastanza discriminati, l 80,3%

Dettagli

I DIRITTI DELLE DONNE DAL 1900 AD OGGI

I DIRITTI DELLE DONNE DAL 1900 AD OGGI I DIRITTI DELLE DONNE DAL 1900 AD OGGI TUTELA DELLA DONNA E DEL FANCIULLO: LEGGE 242/1902 CARCANO Riveste un importanza notevole per aver introdotto il congedo di maternità di un mese dopo il parto, riducibile

Dettagli

I costrutti di base: l identità, il genere e l orientamento sessuale

I costrutti di base: l identità, il genere e l orientamento sessuale Università di Ferrara Corso Donne, politica, istituzioni 2013 I costrutti di base: l identità, il genere e l orientamento sessuale Chiara Baiamonte SESSO PSICOLOGICO SESSO BIOLOGICO SESSO SOCIALE DIFFERENZA

Dettagli

CONVENZIONE DEL CONSIGLIO D'EUROPA SULLA PREVENZIONE E LA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE E LA VIOLENZA DOMESTICA

CONVENZIONE DEL CONSIGLIO D'EUROPA SULLA PREVENZIONE E LA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE E LA VIOLENZA DOMESTICA CONVENZIONE DEL CONSIGLIO D'EUROPA SULLA PREVENZIONE E LA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE E LA VIOLENZA DOMESTICA Preambolo Istanbul, 11 maggio 2011 Gli Stati membri del Consiglio d

Dettagli

Discriminazione e lavoro. Le nuove frontiere del principio di eguaglianza tra diritto comunitario e diritto nazionale

Discriminazione e lavoro. Le nuove frontiere del principio di eguaglianza tra diritto comunitario e diritto nazionale Le nuove frontiere del principio di eguaglianza tra diritto comunitario e diritto nazionale Ogni discriminazione presuppone una differenza di trattamento Non ogni differenza di trattamento è discriminatoria

Dettagli

EDUCARE AL NUOVO UMANESIMO:

EDUCARE AL NUOVO UMANESIMO: ASSOCIAZIONE GENITORI (A.Ge.) e ASSOCIAZIONE GENITORI SCUOLE CATTOLICHE (A.Ge.S.C.) in collaborazione con A.C.S., A.D.A.S.M., F.I.D.A.E., A.I.M.C., U.C.I.I.M., Piccole Apostole della Scuola Cristiana e

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

"IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO"

IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO Intervento al Convegno organizzato dall associazione assistenti sociali il 3 dicembre 2011 sul tema "IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO" Titolo dell intervento:

Dettagli

ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA, 1948

ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA, 1948 il progetto ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA, 1948 Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua,

Dettagli

Titolo I - Misure di sensibilizzazione e di prevenzione contro la violenza in famiglia, di genere e contro le discriminazioni

Titolo I - Misure di sensibilizzazione e di prevenzione contro la violenza in famiglia, di genere e contro le discriminazioni Schema di disegno di legge recante Misure di sensibilizzazione e prevenzione, nonché repressione dei delitti contro la persona e nell ambito della famiglia, per l orientamento sessuale, l identità di genere

Dettagli

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro (adottate dall Ente in data 10/06/2014) La Provincia di Cuneo intende promuovere un ambiente di lavoro scevro da qualsiasi tipologia di discriminazione.

Dettagli

LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547

LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547 LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547 Modificazioni ed integrazioni delle norme del codice penale e del codice di procedura penale in tema di criminalità informatica. La Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica

Dettagli

2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale

2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale 2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale a. Direttiva 2011/98/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 dicembre 2011, relativa a una procedura unica di domanda

Dettagli

Cronache di ordinaria omofobia: cardinali e maschi selvatici all attacco della scuola pubblica

Cronache di ordinaria omofobia: cardinali e maschi selvatici all attacco della scuola pubblica Cronache di ordinaria omofobia: cardinali e maschi selvatici all attacco della scuola pubblica Luisa Bordiga Coordinatrice della Consulta Milanese per la Laicità delle Istituzioni Nessuna dottrina, molti

Dettagli

Area Socio Culturale istituzionale e legislativa. Corso ASA Diurno 2010/2011

Area Socio Culturale istituzionale e legislativa. Corso ASA Diurno 2010/2011 Area Socio Culturale istituzionale e legislativa 1 Cosa si intende per PRIVACY? Diritto a essere lasciato solo ovvero a non subire interferenze sulla propria persona e nella propria vita (anglosassoni)

Dettagli

http://notes.regione.lazio.it/regionelazio/leggi.nsf/ricconsiglio/e38b...

http://notes.regione.lazio.it/regionelazio/leggi.nsf/ricconsiglio/e38b... Pagina 1 di 6 L.R. 19 Marzo 2014, n. 4 Riordino delle disposizioni per contrastare la violenza contro le donne in quanto basata sul genere e per la promozione di una cultura del rispetto dei diritti umani

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3022 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI MALISANI, CAROCCI, COSCIA, COCCIA, CENNI, MALPEZZI, ROCCHI, MANZI, ROBERTA AGOSTINI, ALBANELLA,

Dettagli

C O M UN E D I BARI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE SEDUTA DEL 29 NOVEMBRE 2012 DELIBERA N.678

C O M UN E D I BARI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE SEDUTA DEL 29 NOVEMBRE 2012 DELIBERA N.678 C O M UN E D I BARI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE SEDUTA DEL 29 NOVEMBRE 2012 DELIBERA N.678 O G G E T T O ISTITUZIONE TAVOLO TECNICO COMUNALE LGBTQI. L ANNO DUEMILADODICI IL GIORNO VENTINOVE DEL

Dettagli

CONTACT CENTER ANTIOMOFOBIA E TRANSFOBIA. Gay Help Line. Estratto del rapporto del servizio

CONTACT CENTER ANTIOMOFOBIA E TRANSFOBIA. Gay Help Line. Estratto del rapporto del servizio CONTACT CENTER ANTIOMOFOBIA E TRANSFOBIA Gay Help Line Estratto del rapporto del servizio Roma, dicembre 2008 1/13 Gay Help Line Contact center antiomofobia e antitransfobia Statistiche principali Di seguito

Dettagli

Progetto AHEAD Against Homophobia. European local Administration Devices.

Progetto AHEAD Against Homophobia. European local Administration Devices. Progetto AHEAD Against Homophobia. European local Administration Devices. Contro l Omofobia. Strumenti delle Amministrazioni Pubbliche locali dell'unione Europea. SITOGRAFIA SUL TEMA DEL CONTRASTO ALL

Dettagli

CODICE ETICO DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI LINK CAMPUS UNIVERSITY

CODICE ETICO DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI LINK CAMPUS UNIVERSITY CODICE ETICO DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI LINK CAMPUS UNIVERSITY Preambolo: Valori fondamentali e obiettivi. 1. L Università degli Studi Link Campus University (di seguito LCU) si riconosce nei valori riconosciuti

Dettagli

Incontro sul tema Il matrimonio nel diritto Venezia, Centro culturale San Vidal, 22 maggio 2015

Incontro sul tema Il matrimonio nel diritto Venezia, Centro culturale San Vidal, 22 maggio 2015 Incontro sul tema Il matrimonio nel diritto Venezia, Centro culturale San Vidal, 22 maggio 2015 Il dialogo del diritto italiano con altri ordinamenti Cristina Campiglio In materia di famiglia (e di matrimonio)

Dettagli

Scuole dell infanzia e discriminazione: la circolare Moratti e la rinnovata dimensione del diritto all istruzione. di Fulvio Cortese *

Scuole dell infanzia e discriminazione: la circolare Moratti e la rinnovata dimensione del diritto all istruzione. di Fulvio Cortese * Scuole dell infanzia e discriminazione: la circolare Moratti e la rinnovata dimensione del diritto all istruzione di Fulvio Cortese * La nota e recente ordinanza cautelare con la quale il Tribunale di

Dettagli

Legge n. 13 ottobre 1975, n. 654

Legge n. 13 ottobre 1975, n. 654 Legge n. 13 ottobre 1975, n. 654 Ratifica ed esecuzione della convenzione internazionale sull'eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale, aperta alla firma a New York il 7 marzo 1966 Pubblicata

Dettagli

Introduzione al divieto di discriminazione per motivi di orientamento sessuale nella normativa dell Unione europea (direttiva n.

Introduzione al divieto di discriminazione per motivi di orientamento sessuale nella normativa dell Unione europea (direttiva n. Introduzione al divieto di discriminazione per motivi di orientamento sessuale nella normativa dell Unione europea (direttiva n. 2000/78) a cura di Walter Citti ASGI Seminario ASGI sul diritto anti-discriminatorio

Dettagli

Co.r.re.l.a.re: consolidare reti regionali e locali per un accoglienza responsabile

Co.r.re.l.a.re: consolidare reti regionali e locali per un accoglienza responsabile Co.r.re.l.a.re: consolidare reti regionali e locali per un accoglienza responsabile Convenzione di Sovvenzione n. 2011/FEI/PROG-100781 CUP ASSEGNATO AL PROGETTO B53I12000030003 Articolo curato da Patrizia

Dettagli

LEGGE. n. 8580 del 17/02/2000. Sui partiti politici

LEGGE. n. 8580 del 17/02/2000. Sui partiti politici LEGGE n. 8580 del 17/02/2000 Sui partiti politici (Modificata dalla decisione della Corte costituzionale n. 33 del 05/09/2001, G.U. n. 30) (Modificata dalla Legge n. 9452, del 02/02/2006 G.U. n. 15) (Modificata

Dettagli

Piano Triennale delle azioni positive 2013 2015

Piano Triennale delle azioni positive 2013 2015 Piano Triennale delle azioni positive 2013 2015 (Art. 48 D.Lgs. 11.4.2006 n. 198 Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell art. 6 della L. 28 novembre 2005, n. 246) Il tema delle pari

Dettagli

Testo redatto dalla Commissione ad hoc ex DD.RR. di nomina 477 e 524 /2011 CODICE ETICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE

Testo redatto dalla Commissione ad hoc ex DD.RR. di nomina 477 e 524 /2011 CODICE ETICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE Testo redatto dalla Commissione ad hoc ex DD.RR. di nomina 477 e 524 /2011 CODICE ETICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE in attuazione della Legge 240/2010, art. 2, comma 4 Preambolo 1. Correttezza

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MODENA COMITATO PARI OPPORTUNITA PREMESSO CHE VISTO CHE

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MODENA COMITATO PARI OPPORTUNITA PREMESSO CHE VISTO CHE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MODENA COMITATO PARI OPPORTUNITA PREMESSO CHE Con delibera in data 15/03/2010 è stato costituito il Comitato per le Pari Opportunità (C.P.O.) dell Ordine degli Avvocati di Modena,

Dettagli

Lebenspartnerschaft presenta delle differenze rispetto al matrimonio, e il Regno Unito, dove la Civil Partnership è sovrapponibile al matrimonio.

Lebenspartnerschaft presenta delle differenze rispetto al matrimonio, e il Regno Unito, dove la Civil Partnership è sovrapponibile al matrimonio. L ultima riforma organica del diritto di famiglia realizzata in Italia risale al 1975 all esito di un percorso cominciato in Parlamento molti anni prima. Da allora la realtà familiare è profondamente mutata,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1226 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori RUSSO SPENA, GAGLIARDI, SODANO, ALBONETTI, ALLOCCA, ALFONZI, BOCCIA Maria Luisa, BONADONNA, BRISCA MENAPACE, CAPELLI,

Dettagli

I documenti di: quotidianosanità.it. Quotidiano online di informazione sanitaria

I documenti di: quotidianosanità.it. Quotidiano online di informazione sanitaria I documenti di: quotidianosanità.it Quotidiano online di informazione sanitaria Dossier Documentazione legislativa Studi e ricerche Interventi e relazioni Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 1680

Dettagli

Strumenti digitali e privacy. Avv. Gloria Galli

Strumenti digitali e privacy. Avv. Gloria Galli Strumenti digitali e privacy Avv. Gloria Galli Codice in materia di protezione dei dati personali: Decreto legislativo n. 196 del 30/06/2003 Art. 4. Definizioni trattamento, qualunque operazione o complesso

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati N. 1365 CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA Norme in materia di tutela

Dettagli

ISSN 2284-3531 Ordine internazionale e diritti umani, (2014), pp. 390-395.

ISSN 2284-3531 Ordine internazionale e diritti umani, (2014), pp. 390-395. OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA N. 2/2014 2. MATERNITÀ SURROGATA: LA NORMATIVA DELL UNIONE EUROPEA NON CONTEMPLA IL DIRITTO DI UNA MADRE COMMITTENTE AD OTTENERE UN CONGEDO RETRIBUITO

Dettagli

Interventi normativi in Europa in materia di unioni omosessuali. G. Gambino

Interventi normativi in Europa in materia di unioni omosessuali. G. Gambino Interventi normativi in Europa in materia di unioni omosessuali G. Gambino Consiglio d Europa Diritto al rispetto della vita privata e familiare (art. 8 CEDU, 1950): tutela antidiscriminatoria dell orientamento

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Disciplina dell unione affettiva N. 1610. d iniziativa del deputato SODA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Disciplina dell unione affettiva N. 1610. d iniziativa del deputato SODA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1610 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato SODA Disciplina dell unione affettiva Presentata il 20 settembre 2001 ONOREVOLI COLLEGHI!

Dettagli

Programma Corso: UGUAGLIANZA E DIFFERENZA: TECNICHE DI ACCOGLIENZA E PRESA IN CARICO DELL UTENZA OMOSESSUALE. (16 ore)

Programma Corso: UGUAGLIANZA E DIFFERENZA: TECNICHE DI ACCOGLIENZA E PRESA IN CARICO DELL UTENZA OMOSESSUALE. (16 ore) Programma Corso: UGUAGLIANZA E DIFFERENZA: TECNICHE DI ACCOGLIENZA E PRESA IN CARICO DELL UTENZA OMOSESSUALE. (16 ore) DURATA: 16 ore METODOLOGIA: il corso si svolgerà in due giornate attraverso lezioni

Dettagli

DIVENTARE GENITORI OGGI

DIVENTARE GENITORI OGGI In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia Sintesi della ricerca Roma, 1 ottobre 2014 La genitorialità come dimensione individuale L esperienza della genitorialità

Dettagli

CODICE ETICO A.S.D. DON BOSCO RIVOLI

CODICE ETICO A.S.D. DON BOSCO RIVOLI CODICE ETICO A.S.D. DON BOSCO RIVOLI Premessa Il presente Codice etico specifica i doveri fondamentali, inderogabili e obbligatori, di lealtà, correttezza e probità nonché le norme sostanziali e comportamentali

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 25 gennaio 2010, n. 5. pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 29 del 5 febbraio 2010. testo in vigore dal: 20-2-2010

DECRETO LEGISLATIVO 25 gennaio 2010, n. 5. pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 29 del 5 febbraio 2010. testo in vigore dal: 20-2-2010 DECRETO LEGISLATIVO 25 gennaio 2010, n. 5 Attuazione della direttiva 2006/54/CE relativa al principio delle pari opportunità e della parità di trattamento fra uomini e donne in materia di occupazione e

Dettagli

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE?

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? Quando si ha l inseminazione e la fecondazione artificiali omologhe? Quando lo spermatozoo e l ovulo provengono dalla stessa

Dettagli

IL CENTRO ADOLESCENTI

IL CENTRO ADOLESCENTI 06/12 Disegni di Norberto Cenci IL CENTRO ADOLESCENTI ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA COSA È UN CONSULTORIO

Dettagli

FAMIGLIA E DIVORZIO. di Roberto Cirone

FAMIGLIA E DIVORZIO. di Roberto Cirone FAMIGLIA E DIVORZIO di Roberto Cirone Difesa della famiglia e possibilità di divorzio sembrano i termini di una contrasto irrisolvibile. In realtà il divorzio può costituire una necessità, se è vero che

Dettagli

IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI

IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI #NOVIOLENZA CONTRO LO STALKING, IL FEMMINICIDIO, ED OGNI ALTRA FORMA DI VIOLENZA SULLE DONNE IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI CONCRETI Durante le due settimane (dal 16 al 29 aprile) dell iniziativa No

Dettagli

RIFLESSIONI A CALDO SULLA SENTENZA N. 8097/15: IL GIUDICE DELLA NOMOFILACHIA SMENTISCE LA CORTE COSTITUZIONALE IN TEMA DI MATRIMONIO TRA OMOSESSUALI?

RIFLESSIONI A CALDO SULLA SENTENZA N. 8097/15: IL GIUDICE DELLA NOMOFILACHIA SMENTISCE LA CORTE COSTITUZIONALE IN TEMA DI MATRIMONIO TRA OMOSESSUALI? RIFLESSIONI A CALDO SULLA SENTENZA N. 8097/15: IL GIUDICE DELLA NOMOFILACHIA SMENTISCE LA CORTE COSTITUZIONALE IN TEMA DI MATRIMONIO TRA OMOSESSUALI? di Vincenzo Baldini * 1. La recentissima sentenza della

Dettagli

L UFFICIO PARI OPPORTUNITA LA CONSIGLIERA DI PARITA PROVINCIALE IL CUG DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO PRESENTANO IL

L UFFICIO PARI OPPORTUNITA LA CONSIGLIERA DI PARITA PROVINCIALE IL CUG DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO PRESENTANO IL L UFFICIO PARI OPPORTUNITA LA CONSIGLIERA DI PARITA PROVINCIALE IL CUG DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO PRESENTANO IL PIANO TRIENNALE DELLE AZIONI POSITIVE 2015-2017 DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

Dettagli

Tesi di laurea triennale. Università degli Studi di Macerata. Corso di laurea di servizio sociale

Tesi di laurea triennale. Università degli Studi di Macerata. Corso di laurea di servizio sociale Tesi di laurea triennale Università degli Studi di Macerata Corso di laurea di servizio sociale Titolo della tesi: Lavoro femminile e pari opportunità Anno accademico 2012-2013 Studentessa: Michela Santarelli

Dettagli

Il Quotidiano in Classe

Il Quotidiano in Classe Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati dagli studenti sul HYPERLINK "ilquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Matilde Soana Supervisione di Sofia Macchiavelli

Dettagli

Descrizione generale della struttura del progetto

Descrizione generale della struttura del progetto Descrizione generale della struttura del progetto Il progetto si costituisce di due azioni: una formativa di 60 ore e una di tirocinio di 3 mesi, strettamente interdipendenti. L azione formativa è articolata

Dettagli

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI [doc. web n. 3620014] Autorizzazione n. 3/2014 - Autorizzazione al trattamento dei dati sensibili da parte degli organismi di tipo associativo e delle fondazioni - 12 dicembre 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta

Dettagli

C.R.P. S.R.L. CENTRO RADIOLOGICO POLISPECIALISTICO CODICE ETICO

C.R.P. S.R.L. CENTRO RADIOLOGICO POLISPECIALISTICO CODICE ETICO C.R.P. S.R.L. CENTRO RADIOLOGICO POLISPECIALISTICO CODICE ETICO Sommario PREMESSA... 1 1 - MISSIONE DEL CENTRO... 2 2 - VALORI ETICI - SOCIALI... 3 3 - CONDUZIONE DEGLI AFFARI... 4 3.1 Principi generali...

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

COMUNE DI ARCENE (Provincia di Bergamo) PIANO DELLE AZIONI POSITIVE 2013-2015

COMUNE DI ARCENE (Provincia di Bergamo) PIANO DELLE AZIONI POSITIVE 2013-2015 COMUNE DI ARCENE (Provincia di Bergamo) PIANO DELLE AZIONI POSITIVE 2013-2015 Quadro normativo Il Piano delle Azioni Positive si inserisce nell ambito delle iniziative promosse dall Amministrazione per

Dettagli

La Corte di Appello di Firenze, Sezione Prima civile, riunita in camera di consiglio nella persona dei sottoindicati Giudici:

La Corte di Appello di Firenze, Sezione Prima civile, riunita in camera di consiglio nella persona dei sottoindicati Giudici: App. Firenze, 27 giugno 2008 Matrimonio tra omosessuali L istituto del matrimonio non costituisce una istituzione pre-giuridica ( come ad es. la famiglia) né un diritto fondamentale dell individuo, da

Dettagli

2. OGGETTO DELL AVVISO

2. OGGETTO DELL AVVISO Avviso per la concessione di finanziamenti a favore di Istituti di istruzione secondaria di II grado per la progettazione e realizzazione di moduli didattici sulle differenze di genere. 1. PREMESSA Una

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA BOZZA N. 303 DISEGNO DI LEGGE d'iniziativa dei senatori MALABARBA, MALENTACCHI, SODANO Tommaso e TOGNI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 25 GIUGNO 2001 Norme contro

Dettagli

2, di cui 1 - Autoaggiorna mento 1-6 ore per 10 docenti 3 0

2, di cui 1 - Autoaggiorna mento 1-6 ore per 10 docenti 3 0 MILANO STATALI 20 46 66 PARITARIE 3 8 11 23 54 77 Dom.1 Nella stesura delle documentazioni scolastiche (regolamento, piano di lavoro annuale, relazioni finali, registri, ecc.) e nelle comunicazioni interne

Dettagli

Un amore all improvviso. Un cortometraggio per prevenire il bullismo omofobico

Un amore all improvviso. Un cortometraggio per prevenire il bullismo omofobico Un amore all improvviso. Un cortometraggio per prevenire il bullismo omofobico Anna Lisa Amodeo Dipartimento di Teomesus Università degli Studi di Napoli Federico II amodeo@unina.it : Tra prepotenze e

Dettagli

Informazioni per ottenere la Carta di soggiorno per familiari di cittadini europei (Decreto Legislativo 30/2007) per coppie miste dello stesso sesso

Informazioni per ottenere la Carta di soggiorno per familiari di cittadini europei (Decreto Legislativo 30/2007) per coppie miste dello stesso sesso Informazioni per ottenere la Carta di soggiorno per familiari di cittadini europei (Decreto Legislativo 30/2007) per coppie miste dello stesso sesso A chi sono indirizzate queste informazioni Le coppie

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

1. L adozione in casi particolari può rappresentare uno strumento di elusione della legge n. 40/2004?

1. L adozione in casi particolari può rappresentare uno strumento di elusione della legge n. 40/2004? E pur vero che la legge n. 40 si era preoccupata di tutelare comunque il minore concepito mediante ricorso alla fecondazione eterologa (art. 9), sanando la situazione che si fosse venuta a creare con il

Dettagli

Dossier omogenitorialità Revisione del diritto d adozione. Codice civile svizzero art. 264c, IV. Adozione di un figliastro

Dossier omogenitorialità Revisione del diritto d adozione. Codice civile svizzero art. 264c, IV. Adozione di un figliastro Dossier omogenitorialità Revisione del diritto d adozione Codice civile svizzero art. 264c, IV. Adozione di un figliastro Di che cosa si tratta Il Consiglio federale intende ampliare la cerchia di coppie

Dettagli

Gazzetta ufficiale delle Comunità europee. (Atti per i quali la pubblicazione non è una condizione di applicabilità) COMMISSIONE

Gazzetta ufficiale delle Comunità europee. (Atti per i quali la pubblicazione non è una condizione di applicabilità) COMMISSIONE L 181/19 II (Atti per i quali la pubblicazione non è una condizione di applicabilità) COMMISSIONE DECISIONE DELLA COMMISSIONE del 15 giugno 2001 relativa alle clausole contrattuali tipo per il trasferimento

Dettagli

COMUNE di LENTATE SUL SEVESO

COMUNE di LENTATE SUL SEVESO COMUNE di LENTATE SUL SEVESO Provincia di Monza e della Brianza PIANO DELLE AZIONI POSITIVE Triennio 2015/2017 Riferimenti normativi: - Decreto Legislativo 11 aprile 2006, n. 198 «Codice delle pari opportunità

Dettagli

Dalla Costituzione alla tutela civile e penale. Relatore: Avv. Maria Teresa ALTAMORE. (Insegnante scuola primaria)

Dalla Costituzione alla tutela civile e penale. Relatore: Avv. Maria Teresa ALTAMORE. (Insegnante scuola primaria) Dalla Costituzione alla tutela civile e penale Relatore: Avv. Maria Teresa ALTAMORE (Insegnante scuola primaria) La Legge tutela le Vittime e condanna il Bullo Spesso un atto di bullismo viene ignorato

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 1810 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa dei senatori PIERONI, CARELLA, BOCO, BORTOLOTTO, CORTIANA, DE LUCA Athos, LUBRANO

Dettagli

Il diritto alla riservatezza, al rispetto della vita privata e della confidenzialità della persona assistita rappresentano diritti inviolabili.

Il diritto alla riservatezza, al rispetto della vita privata e della confidenzialità della persona assistita rappresentano diritti inviolabili. Il diritto alla riservatezza, al rispetto della vita privata e della confidenzialità della persona assistita rappresentano diritti inviolabili. Da questo principio deriva, per tutti gli operatori sanitari,

Dettagli

Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado

Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Luglio 2011 Indice Premessa... pag. 3 Documenti e ricerche... pag. 5 Gli obiettivi... pag.

Dettagli

ORGANISMO UNITARIO DELL AVVOCATURA ITALIANA

ORGANISMO UNITARIO DELL AVVOCATURA ITALIANA Proposte di Riforme in materia di famiglia Commissione Famiglia OUA 2012/2014 Sono 10 i punti critici segnalati dalla Commissione Famiglia dell Oua per affrontare le urgenti tematiche del quadro normativa

Dettagli

Privacy Novità legislative e giurisprudenziali. Gabriele Faggioli. Intel, 11 luglio 2012

Privacy Novità legislative e giurisprudenziali. Gabriele Faggioli. Intel, 11 luglio 2012 Privacy Novità legislative e giurisprudenziali Gabriele Faggioli Intel, 11 luglio 2012 1 Considerazioni iniziali Il 2011 e il 2012 sono stati caratterizzati da importanti novità nel settore normativo della

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PECORELLA, COSTA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PECORELLA, COSTA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 881 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI PECORELLA, COSTA Modifiche alla legge 8 febbraio 1948, n. 47, al codice penale e al codice

Dettagli

Orientamento sessuale

Orientamento sessuale Consiglio d Europa / Corte Europea dei diritti dell Uomo, 2013. Le lingue ufficiali della Corte Europea dei Diritti dell Uomo sono il francese e l inglese. La presente traduzione non vincola la Corte.

Dettagli

Diritto in diretta ogni venerdì alle ore 9,00

Diritto in diretta ogni venerdì alle ore 9,00 Diritto in diretta l'avv. Daniela Bardoni risponderà ai quesiti degli ascoltatori. Per aiutarvi nelle controversie grandi e piccole della vita quotidiana Partecipa in diretta 06 899291 Sms/Wapp 393 8992913

Dettagli

CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA?

CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA? CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA? Oggi la scienza può interferire coi processi riproduttivi, e modificarli in vitro al di fuori delle loro modalità naturali. Preliminarmente dobbiamo allora

Dettagli

Parte Speciale C : I reati con finalità di terrorismo o di eversione dell ordine democratico

Parte Speciale C : I reati con finalità di terrorismo o di eversione dell ordine democratico Parte Speciale C : I reati con finalità di terrorismo o di eversione dell ordine democratico MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ADOTTATO DA COMAG s.r.l. IL 30/06/2009 PARTE SPECIALE C 1.1

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 393

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 393 Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 393 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori ORELLANA, AIROLA, BATTISTA, BLUNDO,LEZZI, MONTEVECCHI, BENCINI, BOTTICI, BUCCARELLA, CAMPANELLA, CASALETTO, CASTALDI,

Dettagli

DIALOGO SOCIALE EUROPEO: LINEE GUIDA MULTISETTORIALI PER FRONTEGGIARE LA VIOLENZA E LE VESSAZIONI SUL LUOGO DI LAVORO CAUSATE DA TERZI

DIALOGO SOCIALE EUROPEO: LINEE GUIDA MULTISETTORIALI PER FRONTEGGIARE LA VIOLENZA E LE VESSAZIONI SUL LUOGO DI LAVORO CAUSATE DA TERZI DIALOGO SOCIALE EUROPEO: LINEE GUIDA MULTISETTORIALI PER FRONTEGGIARE LA VIOLENZA E LE VESSAZIONI SUL LUOGO DI LAVORO CAUSATE DA TERZI 16 luglio 2010 (I) INTRODUZIONE 1. Le presenti Linee guida mirano

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

informazione relativa a persona fisica o ad altro soggetto giuridico. Per trattamento dei

informazione relativa a persona fisica o ad altro soggetto giuridico. Per trattamento dei Il rispetto della privacy. Cosa comporta la presenza dell altro? Quale altro? Quando vale e per chi il segreto professionale? Cosa introduce nel processo comunicativo? E fuori dal segreto professionale

Dettagli

LEGGE 21 APRILE 1962, n. 161. (GU n. 109 del 28/04/1962) Revisione dei film e dei lavori teatrali. Art. 1. Revisione dei film

LEGGE 21 APRILE 1962, n. 161. (GU n. 109 del 28/04/1962) Revisione dei film e dei lavori teatrali. Art. 1. Revisione dei film LEGGE 21 APRILE 1962, n. 161 (GU n. 109 del 28/04/1962) Revisione dei film e dei lavori teatrali Art. 1. Revisione dei film La proiezione in pubblico dei film e l'esportazione all'estero di film nazionali,

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

PROGETTO. A scuola di parità. Finanziato da: per conoscere, prevenire e fermare la violenza sulle donne

PROGETTO. A scuola di parità. Finanziato da: per conoscere, prevenire e fermare la violenza sulle donne PROGETTO A scuola di parità per conoscere, prevenire e fermare la violenza sulle donne Finanziato da: Premessa. Il Progetto A scuola di parità si rivolge ai bambini, alle bambine, ai ragazzi e alle ragazze

Dettagli

Belgio Francia Italia

Belgio Francia Italia Cronologie comparate: Evoluzione del diritto comunitario e delle legislazioni in Belgio, Francia e Italia Data 1791 1804 Diritto internazionale e comunitario Belgio Francia Italia Le donne ottengono il

Dettagli

PIANO AZIONI POSITIVE TRIENNIO 2015-2017

PIANO AZIONI POSITIVE TRIENNIO 2015-2017 PIANO AZIONI POSITIVE TRIENNIO 2015-2017 Proposto dal Comitato Unico di Garanzia della Scuola Approvato dal Consiglio Direttivo nella seduta del 28 ottobre 2015 Piazza dei Cavalieri, 7 56126 Pisa-Italy

Dettagli

Legge sulla PRIVACY Dlgs 196/2003 INDICE

Legge sulla PRIVACY Dlgs 196/2003 INDICE Legge sulla PRIVACY Dlgs 196/2003 Dal 01.01.2004 e' entrato in vigore il DLgs 196 del 30.06.2003 cosiddetto Testo Unico sulla Privacy. Di seguito un breve riepilogo dei principali aspetti della norma che

Dettagli

I MINORI STRANIERI Introduzione. Divieti di espulsione e di respingimento. Diritto alla salute

I MINORI STRANIERI Introduzione. Divieti di espulsione e di respingimento. Diritto alla salute I MINORI STRANIERI Introduzione. I minori stranieri presenti in territorio italiano possono trovarsi in diverse condizioni giuridiche: alcuni di essi, infatti, sono entrati beneficiando delle disposizioni

Dettagli

La cittadinanza italiana

La cittadinanza italiana La cittadinanza italiana fonti normative L. 5 febbraio 1992, n.91 (nuove norme sulla cittadinanza) DPR 12 ottobre 1993,n.572 (regolamento di esecuzione l.91/1992) leggi complementari L. 13 giugno 1912,n.555

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

PROFILO DELL'ASSOCIAZIONE

PROFILO DELL'ASSOCIAZIONE PROFILO DELL'ASSOCIAZIONE L associazione di Promozione Sociale i Ken ONLUS tutela e promuove i diritti di cittadinanza delle persone in situazione di disagio e non, attraverso una partecipazione attiva

Dettagli

All'attenzione della Commissione Europea

All'attenzione della Commissione Europea Risposta alla Consultazione pubblica della Commissione europea sul Libro verde "meno adempimenti amministrativi per i cittadini - promuovere la libera circolazione dei documenti pubblici e il riconoscimento

Dettagli

Quando la famiglia raddoppia

Quando la famiglia raddoppia AI PADRI, ALLE MADRI, AI FIGLI Quando la famiglia raddoppia Guida INFORMATIVA alla separazione non più coniugi.. ma sempre genitori a cura di FABIO BARZAGLI NETWORK EDUCATIVO PATERNITA.INFO www.paternita.info

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli