L'evoluzione delle tecniche di rilevamento: dai metodi tradizionali al GPS e alle nuove tecnologie mediante l'impiego di SAPR

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L'evoluzione delle tecniche di rilevamento: dai metodi tradizionali al GPS e alle nuove tecnologie mediante l'impiego di SAPR"

Transcript

1 L'evoluzione delle tecniche di rilevamento: dai metodi tradizionali al GPS e alle nuove tecnologie mediante l'impiego di SAPR Vittorio Casella, Marica Franzini - Università degli Studi di Pavia Giovanna Sona - Politecnico di Milano

2 Le radici dell'evoluzione - 1 La topografia ha radici molte antiche. Testimonianze su rilievi topografici si hanno fin dall'antico Egitto e, ovviamente, molte cose sono cambiate da allora. Come per altri settori, gli ultimi 40 anni hanno rappresentato un periodo di rapido e profondo mutamento le cui origini vanno ricercate principalmente in due elementi: l'elettronica l'informatica L'evoluzione è stato così profonda che è stato necessario coniare un nuovo termine - GEOMATICA - per racchiudere tutte le diverse tipologie di rilievo oggi esistenti.

3 Le radici dell'evoluzione - 2 Questo mutamento non si è limitato ad alcuni aspetti ma ha coinvolto: strumenti/sensori tecniche (di rilievo e di processamento) prodotti La relazione si focalizzerà principalmente sui primi due punti.

4 La Topografia Iniziamo dalla disciplina più antica soffermandoci però sulla storia più recente. Negli anni '60 il rilievo topografico era una disciplina pienamente matura anche grazie alla presenza di strumenti ottico-meccanici di elevata qualità. Quando si parla di strumento topografico ci si riferisce ad un dispositivo capace di misurare: angoli (azimutali e zenitali) distanze Se per gli angoli non si sono mai avuti problemi, la misura della distanza ha rappresentato per molti anni un grosso ostacolo.

5 Misure di distanza Agli inizi la distanza veniva determinata sulla base misure angolari. Ad esempio mettendo in relazione: l'angolo al vertice tra due collimazioni effettuate su una stadia verticale la lettura effettuate sulla stadia stessa Tali misure erano di scarsa qualità (anche con un buon teodolite l'errore risulta superiore a 25 cm su 100 m) e per rilievi di precisione ci si basava unicamente su misura angolari (triangolazioni).

6 Nascita degli EDM Risalgono alla fine degli anni '50 i primi esperimenti per determinare la distanza percorsa da un fascio di luce basandosi sulla differenza di fase tra l'onda emessa e quella riflessa. Nascono i dispositivi EDM - Electronic Distance Measurement Nel 1968, Zeiss combina per la prima volta un teodolite con un distanziometro elettronico dando vita di fatto alla prima "Stazione Totale" (Zeiss ELTA 46). Un primo traguardo importante è stato raggiunto: effettuare misure di distanza di qualità.

7 Con o senza prisma? I primi distanziometri richiedevano però che sul punto da misurare fosse presente un elemento altamente riflettente - il prisma. Questo costituiva un limite soprattutto in relazione alla produttività. Il progredire dell'elettronica ha permesso la nascita delle misure senza prisma - reflectorless; nasce nel 1986 il primo distanziometro senza prisma (WILD Dior).

8 La Topografia moderna Nella topografia classica più recente l'evoluzione si è avuta grazie: alla capacità di misurare la distanza con elevata qualità alla possibilità di misurare la distanza senza l'ausilio di prismi Questo ha influito : sul rilievo - una maggiore produttività sul processamento dei dati - possibilità di effettuare rilievi con sole misure di distanza (trilaterazioni) La nascita dei distanziometri elettronici ha avuto, come vedremo, anche ricadute al di fuori del settore topografico; essa ha portato alla nascita di una nuova tipologia di sensori legati unicamente alla misura di distanza: i laser scanner.

9 Topografia satellitare Nello stesso periodo: la topografia tradizionale evolveva fino a raggiungere l'attuale configurazione maturava un sistema di posizionamento capace di rivoluzionare totalmente il modo di effettuare il rilevamento Nel 1960 la NASA, il DoT (Department of Trasportation) e il DoD (Department of Defence) cominciano a pensare ad un sistema di posizionamento globale. Nel 1977 nasce il programma NAVSTAR GPS. L'avvento del GPS ha avuto ricadute in tutte tutti i settori del rilevamento, terrestre ed aereo.

10 Cos'è il GPS? Il GPS è un sistema di posizionamento satellitare globale. E costituito da una costellazione di satelliti che emettono incessantemente dei segnali elettromagnetici verso la Terra. Tali segnali i vengono captati, memorizzati ed elaborati da speciali ricevitori al fine di determinare, con elevata precisione, la posizione occupata. Lo scopo è permettere: in ogni istante, in ogni luogo e con ogni condizione climatica il posizionamento tridimensionale di oggetti sia fermi che in movimento

11 Rivoluzione GPS Perché il GPS è stato una rivoluzione? Perché andava, in alcuni casi, a scardinare alcune principi su cui la topografia classica si poggiava: il vincolo dell'intervisibilità tra punti il rilievo basato su osservazioni relative il rilievo di punti statici

12 Intervisibilità tra i punti TOPOGRAFIA: è basata sulla collimazione di punti e si può misurare solo ciò che si può vedere GPS: permette di determinare la posizione reciproca tra due punti senza che essi siano intervisibili Un esempio per calcolare la posizione relativa di due punti distanti, poniamo 20 Km, è sufficiente mettere in stazione due ricevitori sui due punti per circa un'ora un lavoro analogo, se svolto con metodi topografici classici, richiederebbe probabilmente, su un territorio come quello italiano, molti giorni di lavoro

13 Posizionamento assoluto e rilievo cinematico TOPOGRAFIA: effettua misure relative di angoli e distanze GPS: determina direttamente le coordinate in un sistema di riferimento assoluto TOPOGRAFIA: tradizionalmente le misure vengono fatte verso punti fermi sul territorio GPS: se posiziono un ricevitore GPS su un veicolo in movimento è possibile determinare la traiettoria seguita del veicolo stesso Quest'ultimo aspetto, forse poco importante, nell'ottica di un rilievo terrestre tradizionale, costituisce invece la chiave di volta per l'adozione del GPS nel rilievo da mezzi in movimento (aerei, elicotteri, etc).

14 L'evoluzione del GPS Al di là della rivoluzione apportata dal GPS nell'ottica del rilievo in generale, il GPS stesso ha visto internamente profonde evoluzioni: nelle caratteristiche dei segmenti (satelliti, stazioni di controllo, ricevitori) nel soluzioni di processamento (tipologie di segnale) nelle tecniche di posizionamento (assoluto, relativo, differenziale) Come già citato le spinte verso tali mutamenti sono sostanzialmente legate all'elettronica del sistema e all'elaborazione dei dati (informatica).

15 Il posizionamento satellitare Il posizionamento GPS si basa sulla capacità del ricevitore di determinare la distanza che lo separa del satellite. Tale distanza viene ottenuta dal tempo di volo. Il passaggio tra il tempo e la distanza viene banalmente ottenuto come: d = tempo velocità Le posizioni sono determinate combinando le informazione di distanza satellite-ricevitore e la posizione di punti noti (nel nostro caso i satelliti). Questa tecnica è chiamata trilaterazione. P x P z y x

16 Tecniche di posizionamento Esistono tre tecniche di posizionamento : posizionamento assoluto (m) posizionamento relativo (mm) posizionamento differenziale (cm) Quale scegliere? Dipende dalle finalità del rilievo. Per le finalità topografiche solo il posizionamento relativo e differenziale possono essere presi in considerazione. Questa considerazione, che pare tutto sommato scontata, è un punto chiave per l'evoluzione che il processamento dei dati GPS sta avendo nell'ambito del rilievo da drone.

17 Il posizionamento relativo Due ricevitori posizionati su due vertici distinti effettuano misurazioni simultanee verso uno stesso set di satelliti I dati raccolti vengono differenziati al fine di eliminare le principali fonti di errore comuni Questa tecnica porta al calcolo delle componenti del vettore che unisce i due punti Dalla conoscenza della posizione di un vertice è possibile determinare l'altro; la caduta del vincolo di intervisibilità rende questa operazione agevole

18 Il posizionamento differenziale La posizione del punto viene ricavata da osservazioni contemporanee effettuate presso una stazione fissa - Master, di posizione nota, ed un ricevitore mobile - Rover Il Master, partendo da queste osservazioni, calcola delle correzioni da applicare alle misure effettuate dal Rover al fine di migliorarne la precisione Se i due ricevitori sono connessi tra loro, questa operazione può essere effettuata in tempo reale

19 GNSS Sempre più spesso viene adottato l'acronimo GNSS quando si sta parlando di posizionamento satellitare. GNSS sta per Global Navigation Satellite System (sistemi di navigazione satellitare globale). Il GNSS più noto è GPS ma non è l'unico. Altri sistemi di posizionamento globale esistenti o in programma sono: Glonass - Russia Compass (Beidou) - Cina Galileo - Europa Tutti i sistemi hanno caratteristiche diverse ma si basano sostanzialmente sulla stessa architettura e sui medesimi principi di posizionamento appena illustrati.

20 Topografia classica e satellitare Il GPS ha evidenziato immediatamente le sue potenzialità nel rilevamento terrestre affiancando in breve tempo le tecniche topografiche classiche in quello che viene diffusamente chiamato rilievo integrato. GPS: coordinate tridimensionali assolute di elevata qualità superamento del vincolo di intervisibilità Topografia: capacità di misurare la posizione di punti non stazionabili capacità di misurare punti situati al chiuso o in zone con scarsa visibilità dei satelliti

21 GPS per la determinazione di veicoli in movimento Nell'ambito del rilevamento, la capacità di poter determinare la posizione, e la traiettoria, di oggetti in movimento, ha reso il GPS un valido supporto per molte tecniche: fotogrammetria aerea laser scanner aereo (Lidar) droni MMV - Mobile Mapping Vehicle Affrontiamo a questo punto l'evoluzione che hanno avuto le tecniche di rilevamento da aereo cominciando da quella che, parallelamente alla topografia, è stata una protagonista principale nell'ultimo secolo: la Fotogrammetria.

22 La Fotogrammetria - 1 Le tecniche topografiche, classiche e GPS, sono caratterizzate: da un'elevata qualità da una bassa produttività Produrre cartografia di un centro storico significa misurare le coordinate di decine o centinaia di migliaia di vertici. La topografia misurando un solo punto alla volta richiederebbe: tempi lunghissimi costi elevatissimi

23 La Fotogrammetria - 2 Un immagine aerea cattura in un solo istante la posizione di innumerevoli punti. E' possibile ricostruire le coordinate che un oggetto ha nel mondo a partire dalla posizione che occupa nelle immagini. Nasce la FOTOGRAMMETRIA. E' una disciplina più giovane rispetto alla topografia, ma vanta un storia centenaria: 1867 viene per la prima volta utilizzato il termine in una pubblicazione 1910 nasce l'isprs

24 Principio di collinearità Un medesimo punto oggetto P può essere visto su due distinte fotogrammi su cui avrà formato i punti immagine P1 e P2. Durante la fase di restituzione, la posizione di P viene individuata come intersezione delle due rette omologhe determinate tramite il principio di collinearità. Occorrono almeno due immagini per realizzare la restituzione fotogrammetrica.

25 L'evoluzione in fotogrammetria La fotogrammetria ha, nel corso degli anni, subito importanti evoluzioni in diversi settori: nei sensori utilizzati per l'acquisizione negli strumenti usati per la restituzione fotogrammetrica nelle procedure di calcolo per la determinazione degli parametri di orientamento esterno dei fotogrammi Le tecnologie attualmente utilizzata nel rilievo da drone hanno avuto origine dalle evoluzioni che la fotogrammetria aerea a avuto nel recente passato.

26 La Fotogrammetria analogica Come per la topografia, fin dagli anni '70 esistono camere aeree di alta qualità. Le camere producono immagini su pellicola della dimensione di 23 x 23 cm. Le prime importanti evoluzioni che la fotogrammetria ha subito negli anni recenti sono legate agli strumenti di restituzione.

27 Restitutore analogico e analitico Restitutore analogico: fino agli anni '70, le immagini acquisite venivano poste in restitutori analogici che determinavano le coordinate tramite dispositivi ottico meccanici Restitutore analitico: lo sviluppo e la diffusione dei computer ha permesso di accoppiare a restitutori di tipo ottico-meccanico la potenzialità di calcolo di un PC

28 Restitutore digitale La capacità di digitalizzare i fotogrammi con appositi scanner a reso il processo completamente digitale: nascono le DPW - Digital Photogrammetric WorkStation. Esse sono soprattutto caratterizzate da un alto grado di automatismo.

29 Camere aeree digitali Rispetto al mondo della fotografia amatoriale, sono recentemente (ultimo decennio) la fotogrammetria aerea diviene totalmente digitale con la comparsa delle prime camere aeree digitali. Nonostante gli sviluppi tecnologici, a tutt'oggi, queste camere non permettono ancora l'acquisizione di immagini di dimensioni simile a quelle analogiche. La necessità di mantenere la produttività simile a quella garantita fino a questo momento ha portato le case produttrici ad adottare diverse strategie di acquisizione: a matrice a linee

30 Acquisizione a matrice La camera dispone di più obbiettivi che acquisiscono porzioni diverse di terreno garantendo però zone di ricoprimento. L immagine finale viene ottenuta come composizione delle immagini acquisite dai singoli sensori.

31 Acquisizione a linee La camera ha un unico obbiettivo e sul piano focale sono disposti numerosi sensori CCD a linee. Le immagini vengono acquisite da almeno tre angolazioni diverse.

32 I sensori multispettrali Le camere aeree digitali permettono di avere una vasta gamma di immagini diverse: immagini multi ed iperspettrali. Le camere digitali acquisiscono le immagini registrando la radianza emessa dagli oggetti in diversi intervalli dello spettro; tipicamente le tre bande relative allo spettro visibile sono il rosso, il verde e il blu. "Impacchettando" le tre immagini è possibile formare l'immagine così come noi la vediamo.

33 I sensori iperspettrali Le camera iperspettrali operano in modo analogo registrando: una maggior porzione di spettro (non solo il visibile) suddividendo lo spettro in intervalli più piccoli L'immagini finale è l'"impacchettamento" di tutte le immagini registrare; spesso si parla di "cubo iperspettrale". Se inserisco in un grafico il valore di riflettenza registrato per ognuno degli intervalli spettrali è possibile identificare gli elementi presenti in un immagine. Creo la cosiddetta "firma spettrale".

34 Esempio Immagine di immagine pancromatica, multi-spettrale e a falso colore acquisita contestualmente da una camera Leica ADS40 (SH52).

35 La determinazione dei parametri di orientamento E' possibile effettuare la misura fotogrammetrica una volta noti i parametri di orientamento esterno dei singoli fotogrammi. Questo significa conoscere: la posizione del centro di presa (X, Y, Z ) l'orientamento della camera (ω, φ, κ ) Questi 6 numeri sono definiti parametri di orientamento esterno ed esistono 6 parametri di orientamento per ogni fotogramma acquisito.

36 Triangolazione aerea - 1 In passato non era possibile determinare direttamente tali parametri e il problema veniva risolto con un procedimento chiamato triangolazione aerea. L'operatore doveva effettuare la misura sulle immagini al alcuni punti; essi erano divisi in due grandi categorie; punti di legame (TP): punti di cui si conoscono solo le coordinate immagine misurate punti di appoggio (GCP): punti di cui si conoscono le coordinate immagine misurate e le coordinate in un sistema di riferimento assoluto

37 Triangolazione aerea - 2 Basandosi sul principio della collinearità si costruisce un sistema di equazione che mette in relazione: le coordinate immagine di TP e GCP - note le coordinate oggetto dei GCP - note i parametri di orientamento esterno - incogniti La risoluzione di questo sistemata di equazione permette di determinare i parametri di orientamento di ogni fotogramma. Per risolvere il problema in questo modo occorre conoscere e quindi rilevare preliminarmente per via topografica le coordinate oggetto dei GCP.

38 Fotogrammetria diretta - 1 Il GPS e i sensori inerziali (IMU) hanno comportato l'ultima importante evoluzione nel campo della fotogrammetria aerea. Il GPS permette di determinare la posizione della camera. Il sistema IMU permette di determinare gli angoli di assetto. In questo modo, in linea teorica, non è necessario effettuare alcuna triangolazione aerea. Si parla in questo caso di fotogrammetria diretta.

39 Fotogrammetria diretta - 2 L'uso dei parametri di orientamento esterno ricavati da un sistema GPS/IMU no ci salvaguarda però dell'introduzione di eventuali errori che possono influenzare il dato finale. La fotogrammetria diretta funziona: se la soluzione GPS/IMU è sufficientemente accurata se i parametri di calibrazione interna della camera sono sufficientemente stabili I sensori GPS/IMU e le camere adottate in fotogrammetria aerea assicurano in linea teorica entrambe le condizioni. Vedremo che per il rilievo da drone la situazione è un po' più complicata.

40 Lidar - 1 Il Lidar aereo è nato poiché: si ha la capacità di misurare la distanza senza l'ausilio di un prisma esistono i dispositivi GPS/IMU E' basato sulla scansione del territorio sorvolato da un aereo o da un elicottero per mezzo di un telemetro laser. Esso misura la distanza fra il punto A, materializzato dal telemetro stesso, e il punto di riflessione B, che rappresenta il generico punto appartenente al terreno.

41 Lidar - 2 Il lidar non si limita solo a misurare la distanza fra i punti A e B ma fornisce anche le coordinate del punto B. Perché questo sia possibile occorre conoscere: la posizione dell aereo in ogni istante l assetto dell aereo in ogni istante Questo vi da' la possibilità di determinare la posizione tridimensionale dei punti colpiti.

42 Produttività Un buon topografo impiega pochi secondi a effettuare una misura con stazione totale. I nuovi sistemi Lidar aerei hanno una produttività tra 500 e 1000 khz; ciò significa determinare la posizione tridimensionale di 1'000'000 di punti al secondo. Questa capacità permette di avere una descrizione estremamente particolareggiata del terreno sorvolato.

43 Rilievo da drone Il rilievo da drone rappresenta l'ultima evoluzione delle tecniche di rilevamento aereo. Quanto visto fino ad adesso è il punto di partenza (l'esperienza)su cui si basano i sistemi di rilevamento da drone. Gli ultimi anni hanno mostrato l'introduzione sul mercato di sempre maggiori soluzioni: in relazione al vettore (droni ad alla fissa o a rotore di varie dimensioni e payload) in relazione ai sensori montati a bordo in relazione alle metodologie di processamento dei dati

44 Fotogrammetria aerea vs droni Il confronto tra la fotogrammetria aerea e da drone viene spontaneo. Se da un lato esistono innumerevoli punti di contatto... tipologia di sensori tipologia di processamento delle immagini tipologia di prodotti... dall'altro alcune peculiarità rendono le due tecniche ancora sostanzialmente diverse flessibilità produttività calibrazione orientamento

45 Flessibilità e produttività A differenza della fotogrammetria aerea, che richiede operazioni di progettazione ed esecuzione del volo affidate a poche ditte specializzate, il rilievo da drone è "teoricamente" estremamente flessibili: volo quando voglio volo con limitato preavviso La fotogrammetria aerea vanta una maggiore produttività connessa: alle altezze di volo: m vs m alla risoluzione delle camere utilizzate: 190 MP vs 24 MP Queste caratteristiche, altre alla limitata autonomia di volo, rende il rilievo da drone più sensibile rispetto all'estensione dell'area da acquisire.

46 Calibrazione Le camere aerea vengono costruite e calibrate in moda da fornire una geometria praticamente perfetta; esse sono inoltre estremamente stabili nel tempo e nello spazio. Le camera montate a bordo dei droni sono invece più deboli da questo punto di vista e richiedono un'attenta fase di calibrazione interna per ottenere i risultati attesi.

47 Orientamento La nascita dei sistemi GPS/IMU ha ricoperto un ruolo importante nell'evoluzione della determinazione dell'orientamento delle immagini acquisite. Alcuni sistemi, come il Lidar e le camere aeree a linee, non esisterebbero senza l'esistenza di sensore GPS/IMU. La loro importanza è evidente anche nel caso da rilievo da drone dove: agevolano le operazioni di acquisizione del volo pianificato possono costituire l'orientamento esterno iniziale per le successive fase di processamento La loro qualità non è tuttavia ancora sufficiente per effettuare una fotogrammetria diretta.

48 Grazie per l'attenzione! Vittorio Casella, Marica Franzini - Università degli Studi di Pavia Giovanna Sona - Politecnico di Milano

Costruzioni e Territorio

Costruzioni e Territorio UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI AGRARIA Costruzioni e Territorio C.L.: Tecnologie agrarie A.A. 2014-2015 Prof. Lorenzo Boccia lorenzo.boccia@unina.it AGR10 = Costruzioni Rurali

Dettagli

Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento. Lezione n. 4 : elementi di fotogrammetria

Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento. Lezione n. 4 : elementi di fotogrammetria Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento Dott. Andrea Piccin andrea_piccin@regione.lombardia.it Lezione n. 4 : elementi di fotogrammetria principi della fotografia metrica la fotogrammetria aerea

Dettagli

Come si orienta un blocco fotogrammetrico

Come si orienta un blocco fotogrammetrico Come si orienta un blocco fotogrammetrico Marica Franzini DICAR Università degli Studi di Pavia Marica Franzini DRONITALY 25-26 settembre 2015 Milano - Pag. 1 a 45 La misura fotogrammetrica La misura fotogrammetrica

Dettagli

Il monitoraggio geodetico di una frana è un controllo nel tempo di tipo geometrico sulle variazioni della forma della superficie del corpo di frana.

Il monitoraggio geodetico di una frana è un controllo nel tempo di tipo geometrico sulle variazioni della forma della superficie del corpo di frana. Il monitoraggio geodetico di una frana Il monitoraggio geodetico di una frana è un controllo nel tempo di tipo geometrico sulle variazioni della forma della superficie del corpo di frana. Per determinare

Dettagli

Vittorio Casella. Laboratorio di Geomatica - DICAR Università di Pavia email: vittorio.casella@unipv.it

Vittorio Casella. Laboratorio di Geomatica - DICAR Università di Pavia email: vittorio.casella@unipv.it Vittorio Casella Laboratorio di Geomatica - DICAR Università di Pavia email: vittorio.casella@unipv.it Come si pianifica un rilievo fotogrammetrico da drone Dronitaly, 25-26 settembre 2015 ATA Hotel EXPO

Dettagli

Vittorio Casella. Laboratorio di Geomatica - DICAR Università di Pavia email: vittorio.casella@unipv.it

Vittorio Casella. Laboratorio di Geomatica - DICAR Università di Pavia email: vittorio.casella@unipv.it Vittorio Casella Laboratorio di Geomatica - DICAR Università di Pavia email: vittorio.casella@unipv.it L'impiego dei droni per lo svolgimento delle attività professionali. Qualità e affidabilità delle

Dettagli

GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS

GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS GPS GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS GPS Global Positioning System è costituito da una costellazione di satelliti NAVSTAR

Dettagli

Martina Agazzi. Corso di Tecniche plastiche contemporanee. Prof. Carlo Lanzi

Martina Agazzi. Corso di Tecniche plastiche contemporanee. Prof. Carlo Lanzi Martina Agazzi Corso di Tecniche plastiche contemporanee Prof. Carlo Lanzi RILEVAMENTO 3D DI UN OGGETTO ARTISTICO (SCULTURA) Luce strutturata Dispositivo portatile, facilmente trasportabile digitalizzazione

Dettagli

ALLEGATO 1 NOTE SULL USO DEL METODO DI RILIEVO LASER SCANNER PER LE CAVE DEL COMUNE DI NUVOLENTO.

ALLEGATO 1 NOTE SULL USO DEL METODO DI RILIEVO LASER SCANNER PER LE CAVE DEL COMUNE DI NUVOLENTO. ALLEGATO 1 NOTE SULL USO DEL METODO DI RILIEVO LASER SCANNER PER LE CAVE DEL COMUNE DI NUVOLENTO. A)Generalità Una prima importante precisazione: il metodo non ricorre a tecniche aerofotogrammetriche,

Dettagli

Integrazione di sensori nei Mobile Mapping Systems. Corso di Metodologie Topografiche per l Ingegneria A.A. 2006/2007

Integrazione di sensori nei Mobile Mapping Systems. Corso di Metodologie Topografiche per l Ingegneria A.A. 2006/2007 Integrazione di sensori nei Mobile Mapping Systems Corso di Metodologie Topografiche per l Ingegneria A.A. 2006/2007 IL veicolo vincitore nel 2005 del Stanford Racing Team era dotato di: - 5 laser scanners

Dettagli

RILIEVO FOTOGRAMMETRICO 3D CON IMMAGINI DIGITALI ACQUISITE CON DRONE E GOPRO

RILIEVO FOTOGRAMMETRICO 3D CON IMMAGINI DIGITALI ACQUISITE CON DRONE E GOPRO RILIEVO FOTOGRAMMETRICO 3D CON IMMAGINI DIGITALI ACQUISITE CON DRONE E GOPRO PRINCIPI TEORICI La fotogrammetria è una tecnica di rilievo che permette di ottenere dati metrici di un qualsiasi oggetto (forma

Dettagli

I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA

I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA OGGETTO : cenni sul seminario GPS del 24/09/2010 1) GNSS E PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO: IL sistema GPS (ovvero Global Positioning System) è un sistema di posizionamento globale

Dettagli

RILIEVO E RAPPRESENTAZIONE DEL TERRITORIO

RILIEVO E RAPPRESENTAZIONE DEL TERRITORIO Corsi di Laurea in: - Gestione tecnica del territorio agroforestale e Sviluppo rurale - Scienze forestali e ambientali - Costruzioni rurali e Topografia RILIEVO E RAPPRESENTAZIONE DEL TERRITORIO 5. Fotogrammetria

Dettagli

Metodi di Posizionamento

Metodi di Posizionamento Metodi di Posizionamento Modi di posizionamento Determinazione di una posizione mediante GPS dipende: Accuratezza del dato ricercato Tipo di ricettore GPS Modi: Posizionamento assoluto Posizionamento relativo

Dettagli

Topografia e cartografia digitale

Topografia e cartografia digitale Prof. Fausto Sacerdote Topografia e cartografia digitale Capitolo 1 Fotogrammetria dispense del corso Modulo Professionalizzante Corso per Tecnico in Cartografia Tematica per i Sistemi Informativi Territoriali

Dettagli

TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA. 4. Cenni di fotogrammetria

TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA. 4. Cenni di fotogrammetria Università degli studi di Firenze Facoltà di Lettere e Filosofia TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA a.a. 2010-2011 4. Cenni di fotogrammetria Camillo Berti camillo.berti@gmail.com Argomenti Definizioni e scopi della

Dettagli

Sommario PREMESSA... 2 1 RILIEVO LASER SCANNING... 2. 1.1 La tecnica... 2 1.2 La campagna... 6 1.3 Elaborazione dei dati... 10

Sommario PREMESSA... 2 1 RILIEVO LASER SCANNING... 2. 1.1 La tecnica... 2 1.2 La campagna... 6 1.3 Elaborazione dei dati... 10 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 1 Sommario PREMESSA... 2 1 RILIEVO LASER SCANNING... 2 1.1 La tecnica... 2 1.2 La campagna... 6 1.3 Elaborazione dei dati... 10 REL D Rilievi

Dettagli

PERCORSO ESTIVO PER STUDENTI CON DEBITO FORMATIVO IN TOPOPGRAFIA

PERCORSO ESTIVO PER STUDENTI CON DEBITO FORMATIVO IN TOPOPGRAFIA I. I. S."MOREA-VIVARELLI" ----- FABRIANO ********************************************************* sez. COSTRUZIONI AMBIENTE TERRITORIO - a.s.2013/2014 corso di TOPOGRAFIA prof. FABIO ANDERLINI nella classe

Dettagli

Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento. La misura della distanza

Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento. La misura della distanza Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento La misura della distanza Metodi di misura indiretta della distanza Stadia verticale angolo parallattico costante

Dettagli

Produzione e collaudo di cartografia tecnica numerica verso i DB topografici

Produzione e collaudo di cartografia tecnica numerica verso i DB topografici Ufficio Cartografico Servizio Cartografia e Gis della Provincia di Brescia Produzione e collaudo di cartografia tecnica numerica verso i DB topografici Ing. Antonio Trebeschi L attività dell Ufficio Cartografico

Dettagli

COMPETENZE DISCIPLINARI DI BASE:

COMPETENZE DISCIPLINARI DI BASE: ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA - IVREA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015 2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI TOPOGRAFIA DOCENTE: GARAVANI MARINA CLASSE IV A CAT Il docente di Topografia concorre

Dettagli

SCAN&GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA. www.scan-go.it www.scan-go.eu V.03.1213

SCAN&GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA. www.scan-go.it www.scan-go.eu V.03.1213 SCAN&GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA V.03.1213 www.scan-go.it www.scan-go.eu SCAN&GO SYSTEM IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA Scan&Go è una nuova metodologia per il rilievo topografico del territorio

Dettagli

Collaudo aggiornamento del DB topografie o e del GIS del territorio del Comune di Varese

Collaudo aggiornamento del DB topografie o e del GIS del territorio del Comune di Varese Dipartimento di Scienza e Tecnologie dell'ambiente Costruito POLITECNICO DI MILANO Comunedi Varese ProtocolloGenerale n. 0023289 dei20/0b/2009 Classificazione:10/10105 COMUNE DI VARESE, 6 MAG.2009 1111

Dettagli

Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento. 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti

Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento. 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti Gps e Cartografia Digitale Sistema e principi di funzionamento 2 Corso ASE Popoli, 5 luglio 2015 AE Arturo Acciavatti Carta topografica Bussola Altimetro Orientamento classico 2 L orientamento classico

Dettagli

Informazioni Tecniche riguardo a PhoToPlan

Informazioni Tecniche riguardo a PhoToPlan Informazioni Tecniche riguardo a PhoToPlan Le seguenti pagine forniranno una visione dettagliata dei possibili utilizzi di PhoToPlan Q1 Cosa significa Fotoraddrizzamento? Q2 Come si effettua un fotoraddrizzamento?

Dettagli

GNSS DAL GPS AL PER LA

GNSS DAL GPS AL PER LA Alberto Cina DAL GPS AL GNSS (Global Navigation Satellite System) PER LA GEOMATICAA I siti internet citati sono stati visitati nel febbraio 2014 In copertina: misure GNSS su ghiacciaio, in Valle d Aosta

Dettagli

CLASSIFICAZIONE. william meschieri 2

CLASSIFICAZIONE. william meschieri 2 CLASSIFICAZIONE Si tratta di una tecnica di rilievo che consente di ottenere forma, dimensioni e posizione (modello digitale) degli oggetti mediante la misura, in brevi intervalli di tempo, di un elevatissimo

Dettagli

SCAN & GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA

SCAN & GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA SCAN & GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA Scan&Go è una nuova metodologia per il rilievo topografico del territorio che utilizza strumentazione laser scanner abbinata a ricevitori GPS. Il sistema, installato

Dettagli

b) invia informazioni al Pilot Display per il controllo di rotta e di quota rispetto ai parametri di missione pianificati;

b) invia informazioni al Pilot Display per il controllo di rotta e di quota rispetto ai parametri di missione pianificati; Newsletter Update Tecnologico n. 2/2006 a cura di Andrea Fiduccia, Executive Consultant, Intergraph Italia LLC andrea.fiduccia@intergraph.com FORTE CRESCITA DELLA FOTOGRAMMETRIA DIGITALE IN ITALIA Nuova

Dettagli

Dalla TOPOGRAFIA alla GEOMATICA

Dalla TOPOGRAFIA alla GEOMATICA SEMINARIO 2b Dalla TOPOGRAFIA alla GEOMATICA SCANSIONE LASER E RILIEVI PER IMMAGINI Paolo Aminti - Valentina Bonora - Andrea Lingua Fulvio Rinaudo - CS SIFET SOCIETA ITALIANA DI FOTOGRAMMETRIA E TOPOGRAFIA

Dettagli

Correzione di immagini da camera Vexcel UltraCam utilizzando Geomatica OrthoEngine

Correzione di immagini da camera Vexcel UltraCam utilizzando Geomatica OrthoEngine Correzione di immagini da camera Vexcel UltraCam utilizzando Geomatica OrthoEngine di Philip Cheng Per molti anni la camera a pellicola aerotrasportata è stata la miglior scelta per l acquisizione di foto

Dettagli

Introduzione al sistema di posizionamento GPS. Cartografia numerica e GIS Bianca Federici

Introduzione al sistema di posizionamento GPS. Cartografia numerica e GIS Bianca Federici Introduzione al sistema di posizionamento GPS Cartografia numerica e GIS Bianca Federici Il sistema GPS Il sistema di navigazione NAVSTAR GPS (NAVigation Satellite Timing And Ranging Global Positioning

Dettagli

DISEGNO dell ARCHITETTURA II

DISEGNO dell ARCHITETTURA II 1 DISEGNO dell ARCHITETTURA II Raddrizzamento fotografico Le diapositive costituiscono unicamente una base per lo sviluppo della lezione e, come tali, non sostituiscono in alcun modo i testi consigliati.

Dettagli

1. Very Long Baseline Interferometry (VLBI), 2. Satellite Laser Ranging (SLR)

1. Very Long Baseline Interferometry (VLBI), 2. Satellite Laser Ranging (SLR) Geodesia Dal greco Γεωδαισια: divisione della Terra Discipline collegate alla geodesia: 1. studio della forma del pianeta; 2. studio del campo di gravità del pianeta. Misure geodetiche: misure legate e

Dettagli

GPS. Introduzione alla tecnologia di posizionamento GNSS SOKKIA. Sokkia 1

GPS. Introduzione alla tecnologia di posizionamento GNSS SOKKIA. Sokkia 1 GPS Introduzione alla tecnologia di posizionamento GNSS SOKKIA Sokkia 1 Che cos è il GPS Un sistema di posizionamento estremamente preciso Creato e gestito dal Ministero della Difesa Americano Nato per

Dettagli

Il ruolo del rilevamento a distanza nell interpretazione dell evoluzione geomorfologica di un area costiera

Il ruolo del rilevamento a distanza nell interpretazione dell evoluzione geomorfologica di un area costiera Il ruolo del rilevamento a distanza nell interpretazione dell evoluzione geomorfologica di un area costiera Vantaggi delle foto verticali La scala è uniforme in tutta la foto Si possono determinare angoli

Dettagli

MODERNE TECNICHE TOPOGRAFICHE DI CONTROLLO E COLLAUDO DELLE INFRASTRUTTURE FERROVIARIE

MODERNE TECNICHE TOPOGRAFICHE DI CONTROLLO E COLLAUDO DELLE INFRASTRUTTURE FERROVIARIE MODERNE TECNICHE TOPOGRAFICHE DI CONTROLLO E COLLAUDO DELLE INFRASTRUTTURE FERROVIARIE Laser scanner GBC5000 batteria a colonna Leica GPS Leica TPS Profiler 100 FX Colonna portaprisma GPC100 Radio modem

Dettagli

La rappresentazione convenzionale in architettura necessita di una proiezione ortogonale

La rappresentazione convenzionale in architettura necessita di una proiezione ortogonale L immagine fotografica è una proiezione centrale La rappresentazione convenzionale in architettura necessita di una proiezione ortogonale Nei casi in cui l'oggetto del rilievo si possa considerare definito

Dettagli

RILIEVO LASER SCANNER RILIEVO DEGLI EDIFICI STORICI AMBIENTE E TERRITORIO

RILIEVO LASER SCANNER RILIEVO DEGLI EDIFICI STORICI AMBIENTE E TERRITORIO RILIEVO LASER SCANNER RILIEVO DEGLI EDIFICI STORICI AMBIENTE E TERRITORIO Il laser a scansione terrestre opera in modalità totalmente automatica ed è in grado di acquisire centinaia o migliaia di punti

Dettagli

Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento. Lezione n.6 : Strumenti topografici per la misura di distanze e angoli

Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento. Lezione n.6 : Strumenti topografici per la misura di distanze e angoli Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento Dott. Andrea Piccin andrea_piccin@regione.lombardia.it Lezione n.6 : Strumenti topografici per la misura di distanze e angoli Breve storia degli strumenti

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE EMILIA ROMAGNA - MARCHE - SEDE COORDINATA DI ANCONA - UFFICIO 7 TECNICO OO.MM. CAPITOLATO TECNICO LOTTO

Dettagli

Stazione totale. TheoDist FTD 05. Powered by

Stazione totale. TheoDist FTD 05. Powered by Stazione totale TheoDist FTD 05 Powered by geo-fennel TheoDist Il geo-fennel TheoDist costruito in collaborazione con TECNIX è una nuova Stazione Totale da cantiere semplice e facile da usare. Il TheoDist

Dettagli

Tecnica image-based mirata ad una ricostruzione 3D accurata e affidabile

Tecnica image-based mirata ad una ricostruzione 3D accurata e affidabile FOTOGRAMMETRIA GEOMATICS FOR CONSERVATION & COMMUNICATION OF CULTURAL HERITAGE LABORATORY Tecnica di rilevamento che consente di ottenere informazioni metriche (forma e posizione) di oggetti tridimensionali

Dettagli

Stazione Totale Geomax Serie Zoom30

Stazione Totale Geomax Serie Zoom30 Stazione Totale Geomax Serie Zoom30 Geomax Profilo aziendale GeoMax è una società internazionale del gruppo Hexagon che progetta, sviluppa e distribuisce soluzioni integrate di alta qualità per cantiere

Dettagli

Attività di ricerca congiunta sulle tecnologie UAV/RPAS all Università di Udine

Attività di ricerca congiunta sulle tecnologie UAV/RPAS all Università di Udine Attività di ricerca congiunta sulle tecnologie UAV/RPAS all Università di Udine D. Zorzetto (Airmap,Trieste) A.Fusiello, A. Beinat, F. Crosilla (Università di Udine) R.Toldo (3DFlow, Udine/Verona) S. Orlando

Dettagli

IL LASER SCANNER E IL TERRITORIO: applicazioni, metodologie operative, potenzialità del rilevamento con laser-scanner terrestre

IL LASER SCANNER E IL TERRITORIO: applicazioni, metodologie operative, potenzialità del rilevamento con laser-scanner terrestre INN.TEC. srl Consorzio per l Innovazione Tecnologica Università degli Studi di Brescia IL LASER SCANNER E IL TERRITORIO: applicazioni, metodologie operative, potenzialità del rilevamento con laser-scanner

Dettagli

14. Tecniche di rilievo cinematiche

14. Tecniche di rilievo cinematiche . Tecniche di rilievo cinematiche UNITÀ Come si è visto, nelle procedure statiche i ricevitori rimangono fermi sugli estremi della baseline per tutta la sessione di misura e sono spenti durante le fasi

Dettagli

STRUMENTI STORICI PER LA MISURA DI ANGOLI, DISTANZE E DISLIVELLI Ottico-meccanici

STRUMENTI STORICI PER LA MISURA DI ANGOLI, DISTANZE E DISLIVELLI Ottico-meccanici STRUMENTI STORICI PER LA MISURA DI ANGOLI, DISTANZE E DISLIVELLI Ottico-meccanici STRUMENTI MODERNI PER TRACCIARE ALLINEAMENTI E PER LA MISURA DI ANGOLI E DISTANZE Squadri Ottico-meccanici Combinati ottico-elettronici

Dettagli

Catasto Informatizzato delle Strade e Nuove Tecnologie di Rilevamento Dati

Catasto Informatizzato delle Strade e Nuove Tecnologie di Rilevamento Dati I GIS per le Infrastrutture, la Mobilità e la Sicurezza Stradale Catasto Informatizzato delle Strade e Nuove Tecnologie di Rilevamento Dati Palazzo delle Stelline - Milano, 18 Novembre 2009 24/11/2009

Dettagli

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Cartografia ed orientamento

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Cartografia ed orientamento Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Cartografia ed orientamento Contenuti della lezione 1. Definizioni generali 2. Le coordinate geografiche 3. Le carte e le proiezioni 4. Lettura di una carta

Dettagli

Struttura del sistema GPS. Introduzione

Struttura del sistema GPS. Introduzione Introduzione Il sistema di posizionamento GNSS (Global Navigation Satellite System) è un sistema di navigazione basato sulla ricezione di segnali radio emessi da una costellazione di satelliti artificiali

Dettagli

C M A P M IONAM A E M NT N O

C M A P M IONAM A E M NT N O IMMAGINE DIGITALE Nelle immagini digitali, il contenuto fotografico (radiometria) viene registrato sotto forma di numeri. Si giunge a tale rappresentazione (RASTER) suddividendo l immagine fotografica

Dettagli

TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA. 4. Cenni di topografia e GPS

TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA. 4. Cenni di topografia e GPS Università degli studi di Firenze Facoltà di Lettere e Filosofia TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA a.a. 2010-2011 4. Cenni di topografia e GPS Camillo Berti camillo.berti@gmail.com Argomenti 1. Definizione e scopi

Dettagli

Corso di Telerilevamento Lezione 3

Corso di Telerilevamento Lezione 3 Corso di Telerilevamento Lezione 3 Strumenti di ripresa Risoluzioni Satelliti per il telerilevamento Caratteri i una immagine digitale raster I valori relativi a ciascun pixel (DN = Digital Number) indicano

Dettagli

RILEVAMENTO LASER SCANNER - Monitoraggio Ambientale e del Costruito

RILEVAMENTO LASER SCANNER - Monitoraggio Ambientale e del Costruito RILEVAMENTO LASER SCANNER - Monitoraggio Ambientale e del Costruito Introduzione 2 Perché usare il laser scanner: Caratteristiche della tecnologia: Tempi di stazionamento rapidi (pochi minuti); Elevata

Dettagli

Valutazioni metriche di piattaforme UAV per rilievi e modellazioni 3D

Valutazioni metriche di piattaforme UAV per rilievi e modellazioni 3D Valutazioni metriche di piattaforme UAV per rilievi e modellazioni 3D M. Lo Brutto, A. Garraffa Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM) Università di Palermo

Dettagli

Serata su GPS. Luca Delucchi. 7 Giugno 2013, Trento. Fondazione Edmund Mach - GIS & Remote Sensing Unit. http://gis.cri.fmach.it

Serata su GPS. Luca Delucchi. 7 Giugno 2013, Trento. Fondazione Edmund Mach - GIS & Remote Sensing Unit. http://gis.cri.fmach.it Serata su GPS Fondazione Edmund Mach - GIS & Remote Sensing Unit http://gis.cri.fmach.it 1 Cos è e come funziona Storia 2 Datalogger GPS Cellulari 3 Waypoints Tracce Rotte TracBack Bussola elettronica

Dettagli

Potenzialità e applicazioni innovative del Servizio

Potenzialità e applicazioni innovative del Servizio Potenzialità e applicazioni innovative del Servizio Bianca Federici bianca.federici@unige.it Laboratorio di Geodesia, Geomatica e GIS DICAT Università degli Studi di Genova SERVIZIO REGIONALE DI POSIZIONAMENTO

Dettagli

Imetric: sinonimo di affidabilità e qualità

Imetric: sinonimo di affidabilità e qualità Imetric: sinonimo di affidabilità e qualità 2 La tecnologia di precisione Swiss-made Vicino alla catena montuosa del Giura, in una regione che è famosa per la sua industria orologiera e probabilmente conosciuta

Dettagli

2.3 I PRODOTTI AEROFOTOGRAFICI

2.3 I PRODOTTI AEROFOTOGRAFICI Aerofotogrammetria 2.3 I PRODOTTI AEROFOTOGRAFICI Dal negativo, impressionato in volo, si possono ottenere diversi prodotti tra cui: stampe a contatto, ingrandimenti, raddrizzamenti, ortofoto e restituzioni

Dettagli

Come si assegnano le coordinate?

Come si assegnano le coordinate? Come si assegnano le coordinate? Ma come vengono assegnate le coordinate ad una mappa?. Mappa di nuova produzione definisco all inizio il sistema di coordinate. Mappa già esistente ma non riferita ad sistema

Dettagli

IL RILIEVO FOTOGRAMMETRICO 1 Parte

IL RILIEVO FOTOGRAMMETRICO 1 Parte Soluzioni tecnologiche per l ambiente e il territorio 1 IL RILIEVO FOTORAMMETRICO 1 Parte ENERALITÀ La fotogrammetria è una tecnica di rilievo le cui origini sono antiche almeno quanto l'invenzione della

Dettagli

Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale

Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale Primo Corso Regionale in Lombardia su Servizi GPS di Posizionamento per il Territorio e il Catasto Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale Giovedì 16 Febbraio 2006 prof.. Giorgio Vassena Schema

Dettagli

STRADE Catasto Strade

STRADE Catasto Strade 11/2005 LE STRADE 1 Scadenze e attività connesse con il catasto strade Andrea Demozzi CEN TC226 Road Equipments Giovanni Righetti DE-RERUM NATURA Srl, Pesaro L istituzione e l aggiornamento del catasto

Dettagli

I servizi di posizionamento di precisione a supporto della gestione del territorio: la rete RESNAP-GPS e sue possibili applicazioni

I servizi di posizionamento di precisione a supporto della gestione del territorio: la rete RESNAP-GPS e sue possibili applicazioni I servizi di posizionamento di precisione a supporto della gestione del territorio: la rete RESNAP-GPS e sue possibili applicazioni M. Crespi, V. Baiocchi, A. Mazzoni, G. Reina Area di Geodesia e Geomatica

Dettagli

Verifiche di qualità del Data Base Topografico. Daniele Passoni

Verifiche di qualità del Data Base Topografico. Daniele Passoni Verifiche di qualità del Data Base Topografico Prof. Livio Pinto Ing. Daniele Passoni Monza, 8.3.2010 INTRODUZIONE (1/2) Un DataBase Topografico (DBT) è un archivio integrato contenente dati cartografici

Dettagli

Rilievi con UAS per generazione di modelli 3D del territorio: il progetto ITACA

Rilievi con UAS per generazione di modelli 3D del territorio: il progetto ITACA DICA - Sez. Geodesia e Geomatica Rilievi con UAS per generazione di modelli 3D del territorio: il progetto ITACA L. Pinto, G. Sona, D. Passoni IL GRUPPO DI LAVORO 2 Ing. Diana Pagliari Ing. Rossana Gini

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTÀ DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GEO-CARTOGRAFICHE, ESTIMATIVE ED EDILIZIE TECNICHE DI MODELLAZIONE 3D A PARTIRE DA DATI RILEVATI

Dettagli

Strumenti per il rilevamento topografico

Strumenti per il rilevamento topografico Strumenti per il rilevamento topografico Carlo Alberto Birocco Avigliana, 8 Ottobre 2013 ITG G. Galilei Definizione di RILEVAMENTO TOPOGRAFICO: Insieme di operazioni eseguite in un'area del Territorio

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE PIERO CALAMANDREI < GEOMETRI > LA STAZIONE PERMANENTE GNSS NELLA RETE DI POSIZIONAMENTO DELLA REGIONE PIEMONTE

ISTITUTO SUPERIORE PIERO CALAMANDREI < GEOMETRI > LA STAZIONE PERMANENTE GNSS NELLA RETE DI POSIZIONAMENTO DELLA REGIONE PIEMONTE ISTITUTO SUPERIORE PIERO CALAMANDREI < GEOMETRI > LA STAZIONE PERMANENTE GNSS NELLA RETE DI POSIZIONAMENTO DELLA REGIONE PIEMONTE fig. 1: La MONOGRAFIA del sito al 16 giugno 2011 da http://gnss.regione.piemonte.it

Dettagli

Rilievo fotogrammetrico:

Rilievo fotogrammetrico: Rilievo fotogrammetrico: concetti di base, applicazione Tecniche di ricostruzione metrica 3d da immagini terrestri ed aeree, modellazione 3d a bassa quota utilizzando immagini catturate mediante UAV. Lo

Dettagli

INTEGRAZIONE CON GPS

INTEGRAZIONE CON GPS INTEGRAZIONE CON GPS LORAN-C Il sistema LORAN-C (LOng RANge) Sistema di radio-navigazione terrestre costituito da una catena di almeno tre stazioni di trasmissione. Gli utenti devono essere muniti di appositi

Dettagli

Presentazione del Servizio GNSS e principi di funzionamento

Presentazione del Servizio GNSS e principi di funzionamento Presentazione del Servizio GNSS e principi di funzionamento Domenico Sguerso domenico.sguerso@unige.it Laboratorio di Geodesia, Geomatica e GIS DICAT Università degli Studi di Genova SERVIZIO REGIONALE

Dettagli

PROGETTO FORMAZIONE OPERATORI GEOMATICI

PROGETTO FORMAZIONE OPERATORI GEOMATICI La Topografia è sempre stata una materia di primaria importanza per i Geometri. Adesso che la materia si evolve verso la Geomatica, le esigenze formative si fanno ancora più evidenti e pressanti, infatti

Dettagli

Informazioni Tecniche su TachyCAD

Informazioni Tecniche su TachyCAD Informazioni Tecniche su TachyCAD Le seguenti pagine danno una panoramica dettagliata dei possibili utilizzi di TachyCAD. Per ulteriori domande o commenti, contattateci direttamente. Kubit Italia Topotek

Dettagli

Bologna, aprile 2010. Rudj Maria Todaro

Bologna, aprile 2010. Rudj Maria Todaro Bologna, aprile 2010 RAMSES Il rilievo altimetrico della pavimentazione di Venezia Rudj Maria Todaro 1. Obbiettivi i di progetto 2. Il lavoro svolto 3. Risultati Conseguiti Ramses - Obbiettivi di progetto

Dettagli

ZOOM20. Stazione Totale GeoMax Serie Zoom20

ZOOM20. Stazione Totale GeoMax Serie Zoom20 ZOOM20 Stazione Totale GeoMax Serie Zoom20 GeoMax Profilo aziendale GeoMax è una società interna- allo stato dell arte delle tecno- zionale del gruppo Hexagon che logia e degli impianti produttivi progetta,

Dettagli

Strumenti innovativi a basso costo per l acquisizione di informazioni territoriali

Strumenti innovativi a basso costo per l acquisizione di informazioni territoriali POLITECNICO DI TORINO Dipartimento di Ingegneria dell Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture Strumenti innovativi a basso costo per l acquisizione di informazioni territoriali Andrea LINGUA Marco

Dettagli

IL RILIEVO TOPOGRAFICO CON LASER SCANNER

IL RILIEVO TOPOGRAFICO CON LASER SCANNER IL RILIEVO TOPOGRAFICO CON LASER SCANNER fb.m. s.r.l. 1 Il continuo sviluppo della tecnica di rilievo e la ricerca continua del miglior risultato ore-lavoro, ha prodotto la strumentazione per il rilievo

Dettagli

INDICE GENERALE PREFAZIONE...17 CAPITOLO 1 NOZIONI DI GEODESIA...19 CAPITOLO 2 SISTEMI DI RIFERIMENTO...57

INDICE GENERALE PREFAZIONE...17 CAPITOLO 1 NOZIONI DI GEODESIA...19 CAPITOLO 2 SISTEMI DI RIFERIMENTO...57 INDICE GENERALE PREFAZIONE...17 CAPITOLO 1 NOZIONI DI GEODESIA...19 1.1 Cenni storici sulla determinazione della forma della Terra...19 1.2 Distinzione tra geodesia, geografia e topografia...27 1.3 Superficie

Dettagli

Implementazione ed ottimizzazione di algoritmi di processamento radargrammetrico ed interferometrico per la produzione di DEM da immagini COSMO SkyMed

Implementazione ed ottimizzazione di algoritmi di processamento radargrammetrico ed interferometrico per la produzione di DEM da immagini COSMO SkyMed Implementazione ed ottimizzazione di algoritmi di processamento radargrammetrico ed interferometrico per la produzione di DEM da immagini COSMO SkyMed AGENZIA SPAZIALE ITALIANA BANDO PERIODICO RISERVATO

Dettagli

Introduzione al sistema GPS. Corso GPS riservato ai soci

Introduzione al sistema GPS. Corso GPS riservato ai soci Introduzione al sistema GPS Corso GPS riservato ai soci Agenda 1. Generalità sul sistema GPS 2. Principi di orientamento 2 Generalità sul sistema GPS 3 NAVSTAR GPS, a cosa serve Il NAVSTAR GPS (Navigation

Dettagli

Nuovi sistemi di telerilevamento aereo multispettrale ad alta risoluzione: esempi di applicazione nell agricoltura di precisione

Nuovi sistemi di telerilevamento aereo multispettrale ad alta risoluzione: esempi di applicazione nell agricoltura di precisione Workshop Citimap Telerilevamento per un agricoltura sostenibile Piacenza, 20 Aprile 2006 Nuovi sistemi di telerilevamento aereo multispettrale ad alta risoluzione: esempi di applicazione nell agricoltura

Dettagli

Workshop droni e tecnologie innovative Alex Fabbro At-To drones S.r.l.

Workshop droni e tecnologie innovative Alex Fabbro At-To drones S.r.l. Workshop droni e tecnologie innovative Alex Fabbro At-To drones S.r.l. Aerofotogrammetria Dettagli costruttivi Aerofotogrammetria con SAPR Introduzione Al-To Drones Srl 2 Introduzione Lunghezza focale

Dettagli

1. PREMESSA 3. 2. DOTAZIONE TECNICA 4. Strumenti satellitare GPS TRIMBLE 5700-5800 a doppia frequenza 4. Stazione totale elettronica TRIMBLE 5600 4

1. PREMESSA 3. 2. DOTAZIONE TECNICA 4. Strumenti satellitare GPS TRIMBLE 5700-5800 a doppia frequenza 4. Stazione totale elettronica TRIMBLE 5600 4 SOMMARIO 1. PREMESSA 3 2. DOTAZIONE TECNICA 4. Strumenti satellitare GPS TRIMBLE 5700-5800 a doppia frequenza 4. Stazione totale elettronica TRIMBLE 5600 4 3. INTRODUZIONE METODOLOGICA 5 4. ANALISI METODOLOGICA

Dettagli

Il telerilevamento in agricoltura: nuove prospettive dai sistemi UAV (Unmanned Aerial Vehicle)

Il telerilevamento in agricoltura: nuove prospettive dai sistemi UAV (Unmanned Aerial Vehicle) Il telerilevamento in agricoltura: nuove prospettive dai sistemi UAV (Unmanned Aerial Vehicle) Alessandro Matese, Jacopo Primicerio WORKSHOP SISTEMI INNOVATIVI PER IL FLOROVIVAISMO E UN AGRICOLTURA DI

Dettagli

Introduzione CAPITOLO 1

Introduzione CAPITOLO 1 CAPITOLO 1 Introduzione Il termine Telerilevamento deriva dall unione della parola greca tele, ovvero da lontano e del termine rilevamento, che indica genericamente un processo di acquisizione di informazioni:

Dettagli

Orientamento e restituzione

Orientamento e restituzione UNITÀ T3 Orientamento e restituzione TEORI 1 Orientamento dei fotogrammi 2 Orientamento interno 3 Orientamento esterno 4 Orientamento relativo 5 Orientamento assoluto 6 Triangolazione aerea 7 Equazioni

Dettagli

La ricerca del vicino

La ricerca del vicino Università degli Studi di Cassino Facoltà di Ingegneria La ricerca del vicino Aspetti teorici e sperimentali della moderna Geomatica Maria Grazia D Urso Cassino, 31 maggio 2011 Che cos è la Geomatica DEFINIZIONE

Dettagli

Laser Scanner e GPS -STOP & Go

Laser Scanner e GPS -STOP & Go Laser Scanner e GPS -STOP & Go, Italy Key words: Laser Scanner, GNSS, Surveyng, Mobile SUMMARY New methodology for Classic Surveying of the territory with terrestrial laser scanner 3D, in combination with

Dettagli

GIUSEPPE PERRUCCI VINCENZO MARTIMUCCI 1. Grotta di Lamalunga: rilievo topografico e restituzione tridimensionale 2

GIUSEPPE PERRUCCI VINCENZO MARTIMUCCI 1. Grotta di Lamalunga: rilievo topografico e restituzione tridimensionale 2 GIUSEPPE PERRUCCI VINCENZO MARTIMUCCI 1 Grotta di Lamalunga: rilievo topografico e restituzione tridimensionale 2 Premessa Nell ambito della realizzazione del progetto SARASTRO (Sistema teleoperato integrato

Dettagli

Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro

Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro INDICE Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro...1 LA TRIANGOLAZIONE...1

Dettagli

Genova 22/24 settembre 2015

Genova 22/24 settembre 2015 Genova 22/24 settembre 2015 LA RETE GNSS REGIONALE Sviluppo, caratteristiche e servizi forniti SISTEMI DI POSIZIONAMENTO SATELLITARE GNSS Sono una metodologia estremamente avanzata per determinare 24 ore

Dettagli

Manuale d'uso del Mappe. Edizione 1

Manuale d'uso del Mappe. Edizione 1 Manuale d'uso del Mappe Edizione 1 2 Indice Indice Nokia Map Loader 10 Introduzione 3 Informazioni sul sistema GPS 3 Ricevitore GPS 3 Operazioni preliminari 3 Informazioni su Mappe 3 Elementi della mappa

Dettagli

STORIA IMPEGNO ESPERIENZA INNOVAZIONE PROFESSIONALITÀ

STORIA IMPEGNO ESPERIENZA INNOVAZIONE PROFESSIONALITÀ be different IMPEGNO ESPERIENZA INNOVAZIONE PROFESSIONALITÀ MISSION Garantire le migliori soluzioni all avanguardia della tecnica nei settori della misura e del rilievo è il nostro obiettivo. L azienda

Dettagli

Il Collegio dei Geometri e Geometri laureati della Provincia di Cosenza e la Leica Geosystems S.p.A. presentano:

Il Collegio dei Geometri e Geometri laureati della Provincia di Cosenza e la Leica Geosystems S.p.A. presentano: Il Collegio dei Geometri e Geometri laureati della Provincia di Cosenza e la Leica Geosystems S.p.A. presentano: Corso teorico-pratico sull'uso di sistemi di posizionamento globale GPS/GNSS, con l ausilio

Dettagli

Specifiche Tecniche aerofotogrammetriche per la realizzazione del Data base topografico alle scale 1:5.000 e 1:10.000

Specifiche Tecniche aerofotogrammetriche per la realizzazione del Data base topografico alle scale 1:5.000 e 1:10.000 Specifiche Tecniche aerofotogrammetriche per la realizzazione del Data base topografico alle scale 1:5.000 e 1:10.000 Versione 3.0 Dicembre 2007 1 ASPETTI GENERALI 1.1 PREMESSA Le presenti specifiche tecniche

Dettagli